giovedì, ottobre 29, 2015

Mariano Di Venere presenta il nuovo video Virtualità, un inno all’ironia e al divertimento

di Marco Masciopinto - Un brano fresco e ironico che arriva dalla Puglia. Si presenta così ‘’Virtualita’’, il nuovo singolo del cantautore pugliese Mariano Di Venere, classe 1989. Giovanissimo ma già con una lunga gavetta alle spalle e varie partecipazioni a concorsi e festival canori: il 30 gennaio 2014 pubblica il suo primo inedito “Senza te” con un buon riscontro da parte di pubblico e critica.

Virtualità è disponibile in tutti i digital store ed è stato scritto da Massimo Severo e prodotto dal talent scout e Direttore Artistico della Rusty Records, Davide Maggioni. Mariano Di Venere ha eseguito “Virtualità”, per la prima volta in pubblico, il 25 Luglio a Expo Milano 2015 presso il padiglione del Qatar.

Cosa racconta “Virtualità”?
‘’Direi che Virtualità, più che un racconto, vuole essere un disegno. Uno di quei quadri
d'autore a tinte vivaci, che sa rassicurare e divertire ma allo stesso tempo riflettere. E’ la
nenia di quel menestrello che viene a sussurrarti all'orecchio ciò che forse non vuoi sentirti
dire, ma lo fa con voce ammaliante; e così, la scorsa estate, ho voluto cantare il mondo
dei social e il loro imperversare attraverso la più grande svolta musicale della mia carriera,
sia nella sostanza che nella forma. Che dire, spero di essere riuscito nei miei intenti’’.

Come è nata la collaborazione con Davide Maggioni?
La collaborazione con Davide è nata lo scorso anno. Nell’estate 2014 ho preso parte all’VIII Edizione del Festival Apulia a Mottola (Ta), evento canoro affiliato al festival nazionale “La bella & la Voce”, classificandomi al secondo posto con il brano “Il mare calmo della sera” di A. Bocelli. In questa circostanza, ho avuto il piacere e l’onore di conoscere personalità di spicco nel mondo musicale come Loretta Martinez, ex insegnate di Amici di Maria De Filippi, Rusty, famoso discografico e lo stesso Davide Maggioni’’.

E poi cosa è successo? 
‘’Dopo una selezione sono stato scelto per presentare la Puglia alla finalissima nazionale. Le soddisfazioni non sono tardate ad arrivare. Qualche giorno dopo ho ricevuto una mail con una proposta di collaborazione dallo stesso Davide Maggioni. Mi sono stati proposti diversi brani di cui Virtualità era la mia terza scelta. I primi due erano molto più vicini al mio stile mentre Virtualità aveva sonorità nuove, fresche, completamente diverse dal mio stile. Ero molto scettico a dir la verità. Temevo di essere inadatto ad interpretare una canzone del genere sia per le difficoltà tecniche che stilistiche. Dopo una attenta analisi ho deciso di accettare questa sfida ed incidere il brano’’.

Quando è nata la passione per la musica?
‘’Bella domanda! Credo che la musica sia sempre stata presente nella mia vita. Sin da
piccolo. Mia mamma ha studiato per tanti anni pianoforte e a casa si è sempre respirata
arte, musica. Ho cercato di seguire le sue orme studiando per qualche anno pianoforte
ma, devo essere sincero, son stato sempre negato. Con il passare del tempo ho
continuato a cantare nel coro della scuola sia elementare che media ma il momento in cui
ho deciso che volevo fare il cantante nella mia vita, o cercare di esserlo, è accaduto anni
dopo’’.

E poi è accaduto. Adesso sei un cantante!
‘Sì, sono sempre in continua mutazione. Credo che questo sia fondamentale per chi, come me, aspira a fare questo lavoro nella vita. Lamusica resta comunque la colonna sonora della mia vita, lei non cambia mai’’.

Cosa pensi dei talent show?
‘’Ahimè i talent show adesso sono una realtà, forse, sottolineo, l’unico mezzo
adesso presente per emergere nel mercato discografico italiano. Le case discografiche
investono soprattutto nei talent. I vari artisti entrano immediatamente nelle case di milioni
di italiani riducendo drasticamente lo sforzo, in termini fisici e pubblicitari, per far
conoscere e inserire nel panorama musicale italiano un nuovo artista.
Le “voci di corridoio” in merito sono molteplici. Credo che non sapremo mai la verità su
questa realtà. La tv ci mostra quello che la gente vuole vedere, le realtà poi sono sempre
differenti. C’è chi riesce ad emergere e a restare sul mercato e chi scompare poco dopo, i cosiddetti “cantanti meteora”. E’ un compromesso che, a discrezione di ognuno, si può o non può
accettare’’.

Certo, i talent portano subito al successo ma per la mia esperienza posso dire che si può
vivere di musica con o senza talent. La famosa “gavetta” aiuta e lo sperimento ogni giorno
sulla mia pelle. Le soddisfazioni arrivano sempre. Un passo alla volta. Bisogna investire,
crederci fino in fondo. Nella vita può succedere di tutto, mai dire mai.

CONTATTI: MARIANO DI VENERE

Sito internet: www.marianodivenere.com
Facebook: www.facebook.com/MarianoDiVenere
YouTube: www.youtube.com/mariodv89

0 commenti:

Posta un commento