Visualizzazione post con etichetta Aziende. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Aziende. Mostra tutti i post

giovedì, marzo 28, 2013

Vieste, Lonigro: “Risolto il problema delle visite per il riconoscimento delle invalidità civili”


VIESTE (FG). A Vieste le visite per accertare l’invalidità: “finalmente risolto il problema dei cittadini di Vieste”, il consigliere regionale Pino Lonigro commenta positivamente l’assicurazione data dall’Asl di Foggia. “Dal prossimo mese di aprile – rende noto Lonigro - i viestani non dovranno più spostarsi a Rodi Garganico per l’accertamento dei benefici previsti in materia di invalidità, ma potranno effettuare le visite direttamente nel proprio comune. Inoltre, la stessa ASL ha assicurato che anche altri Comuni, con ragioni analoghe a quelle di Vieste, potranno beneficiare dello stesso servizio, previa segnalazione”.

“E’ stato messo in pratica, quindi, l’impegno assunto nei miei confronti direttamente dal Direttore Generale dell’ASL di Foggia, ing. Attilio Manfrini, che ringrazio pubblicamente - continua Lonigro - finalmente saranno le Commissioni a recarsi presso gli invalidi e non il contrario”.

“Gli invalidi - sottolinea il consigliere regionale - già sofferenti per le loro difficoltà motorie, non dovranno più sostenere un viaggio faticoso e non dovranno più accollarsi le spese per il trasferimento, che pesavano non poco sia sugli ammalati che sulle loro famiglie, prese nella morsa della crisi economica”.
“Mi auguro – conclude Lonigro – che le Commissioni di Invalidità mettano in pratica le direttive dell’ASL. Per questo ed altri motivi legati alla sofferenza della gente, sarò sempre vigile”.
Condividi:

giovedì, ottobre 25, 2012

Bari: nasce il progetto Playhouse

di Manuela Merico BARI.
In Inghilterra sono attivi già da tempo, qui a Bari ci stiamo muovendo affinché il servizio possa prender piede in breve tempo. Si tratta dei micro nidi in casa che possono accogliere per sei ore consecutive al giorno quattro bimbi della fascia d’età tra i 3 e i 36 mesi. Nella città di Bari ad occuparsi del progetto Playhouse è stato il Consorzio Meridia con sede in Bari in via Calefati 245, che usufruendo dei Fondi Europei di Sviluppo Regionale ha potuto dar vita a questo servizio serio ed affidabile. Il bando scaduto al primo ottobre 2012, ha visto come vincitrici alcune ragazze della città di Bari e provincia. Obiettivo di questo micro nido in casa è far in modo che la cura e l’attenzione verso i bambini sia di un insegnante per soli quattro piccini. Prerogativa del bando era quella di accogliere i bambini in un ambiente sereno e curato da una persona con esperienza nel campo dell’infanzia, così il Consorzio ha accettato tutte le domande correlate di agibilità dell’appartamento, certificato di impianto elettrico e comprovata esperienza di almeno tre anni con i bambini. Al momento, i quartieri in cui il servizio sarà attivo dal prossimo mese sono San pasquale, Japigia e Libertà. Tutti gli appartamenti sono adeguatamente arredati per la fascia d’età su indicata e opportunamente riscaldati. Nel mensile previsto per l’assistenza del piccolo sono compresi l’assicurazione, il pranzo (in base alla Playhouse scelta) e la possibilità di scaricare le spese nella dichiarazione dei redditi. Per informazioni potete contattare il Consorzio Meridia al numero 080-5282318.
Condividi:

martedì, maggio 25, 2010

Bari, da oggi la II edizione della Settimana europea delle PMI

BARI. La Puglia, insieme con l’Unione Europea, promuove la Settimana delle Piccole e medie imprese, sette giorni dedicati alle imprese e agli imprenditori e soprattutto ad alimentare in Europa la crescita dello spirito imprenditoriale.Tra gli obiettivi dell’iniziativa non solo informare gli imprenditori sul supporto che le autorità europee nazionali e locali offrono alle micro, piccole e medie imprese, ma anche promuovere l’imprenditorialità affinché sempre più persone, in particolare tra i giovani, prendano in considerazione per la loro carriera l’idea di diventare imprenditori. Coordinata dalla Direzione Generale Imprese e Industria della Commissione Europea, l’iniziativa si svolgerà da oggi, martedì 25 maggio, al I giugno, in ben 37 paesi. Il programma pugliese si snoderà lungo tutta la regione, da sud a nord. Si tratta di tre workshop tematici promossi dalla Regione Puglia, Assessorato allo Sviluppo economico, con il supporto operativo dello Sprint Puglia, lo Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese.

I workshop, grazie agli interventi di esperti di settore e testimonial, esploreranno alcune tematiche connesse con lo sviluppo delle PMI pugliesi nelle attuali condizioni di mercato, anche attraverso la presentazione di esperienze e possibili modelli di successo per il miglioramento delle condizioni di competitività.

“Abbiamo voluto cogliere l’opportunità che ci è stata offerta dall’Unione Europea - ha spiegato la Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone - creando anche in Puglia degli eventi finalizzati alla promozione e all’informazione del sistema delle imprese”.

“I nostri tre workshop dedicati alla competitività, all’internazionalizzazione e alla creazione di nuove aziende, saranno l’opportunità per far conoscere agli imprenditori le agevolazioni offerte dalla Regione Puglia e le tante opportunità di crescita sui mercati esteri.

Siamo convinti, infatti, anche noi come l’UE, che l’autoimprenditorialità sia l’azione più efficace per affrontare e superare le grandi crisi economiche. È stato sempre così nella storia dell’economia. Se alla chiusura di una grande industria corrisponde l’apertura di tante piccole imprese, l’economia sopravvive. La Settimana delle Pmi anche in Puglia punta ad esercitare un’azione di stimolo, di confronto e di informazione proprio in questa direzione”.

Il primo appuntamento si terrà a Lecce mercoledì 26 maggio, a partire dalle ore 9 presso le “Officine Cantelmo” (viale De Pietro). Intitolato “Rafforzare la competitività delle PMI: opportunità in Europa” e moderato dal giornalista Gianvito Cafaro, il workshop sarà aperto dalla relazione di Giulia Pavese (Conferenza Stato Regioni), prevede gli interventi di Nicola Delle Donne (presidente ANCE Lecce), Grazia Servidio (Svimez), Dario Longo (segretario generale Confartigianato Puglia), Vito Primiceri (Associazione Bancaria Italiana), Silvia Piemonte (Regione Puglia), Giuseppe Starace, (Università del Salento) e le testimonianze degli imprenditori Renato Toffanin (Matrix Elettronica) e Daniele Del Genio (CalceViva). Si concluderà con l’intervento di Loredana Capone (Vice Presidente e Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia).

Giovedì 27 maggio, dalle ore 9, il secondo appuntamento in programma si svolgerà a Bari presso la Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi (via Pietro Oreste). Intitolato "Insieme verso nuovi mercati Reti di imprese e dimensione internazionale", l’incontro sarà aperto dai saluti di Loredana Capone, Onofrio Resta (assessore alle Attività Produttive della Provincia di Bari) e Annabella De Gennaro (assessore al Decentramento al Comune di Bari). Proseguirà con le relazioni di Mario Calderini (presidente FinPiemonte), Marcin Jabłoński (presidente Connection Point Ltd), Ivan Boesso (Veneto Innovazione), Leda Bologni (ASTER), Tina Luciano (presidente Distretto Meccanica Pugliese) e Giuseppe Acierno (presidente Distretto Aerospaziale Pugliese). Si concluderà con l’intervento a cura di Davide Pellegrino (Regione Puglia).

La terza tappa del programma si svolgerà dalle ore 9 di venerdì 28 maggio a Foggia, presso la Camera di Commercio (via Dante Alighieri). Si tratta dell’incontro-dibattito "Creare nuove Imprese basate sulla creatività e l'innovazione: strumenti ed esperienze" che avrà inizio con i saluti di Elena Gentile (assessore alla Solidarietà della Regione Puglia) Antonio Pepe (presidente Provincia di Foggia) Gianni Monelli (sindaco di Foggia) e Eliseo Zanasi (presidente Camera di Commercio Foggia). Proseguirà con i contributi di Massimiliano Granieri, (Università di Foggia), Marguerite Mc Mahon e Genaro Ramazio (BEI - Banca Europea per gli Investimenti), Beatrice Pernarella (Invitalia), Stefano Marastoni (ARTI - Agenzia Regionale per la Tecnologia e l'Innovazione). Prima delle conclusioni affidate ad Adriana Agrimi (Regione Puglia) sarà riservato spazio alle testimonianze di Cristina Tanese, (CR&SCI - Università di Bari), Roberto Laforgia (ITEL Telecomunicazioni srl) e Luciana Delle Donne (amministratrice unica della cooperativa sociale Officina Creativa titolare del marchio “Made in Carcere”), nominata per l’occasione dall’Unione Europea, testimonial delle PMI italiane, per il suo prolungato e efficace impegno a favore del reinserimento nel mondo del lavoro di persone disagiate, prime tra tutte le donne detenute a Lecce e Bari.
Condividi:

martedì, maggio 18, 2010

Bari, parte la Start Cup Puglia 2010: la competizione tra progetti d'impresa

BARI. “Il valore di un’idea consiste nel metterla in pratica”: si è aperto con una citazione di Thomas Alva Edison il workshop “La Start Cup per il Politecnico di Bari”, che dall’aforisma dell’inventore statunitense prende il sottotitolo, tenutosi ieri, 17 maggio, presso la sala videoconferenze del rettorato del Politecnico di Bari Il seminario è stato organizzato dall’ARTI, in collaborazione con il Politecnico di Bari, per presentare la Start Cup Puglia 2010 e il voucher spin off, due iniziative promosse nell’ambito del progetto “Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca - ILO2”.

La presidente dell’ARTI, Giuliana Trisorio Liuzzi, ha dato inizio al seminario, sottolineando che “le iniziative promosse dall’ARTI, che fanno parte delle attività del progetto ILO2, sono solo alcuni dei tasselli del più ampio mosaico costituito dalle politiche che la Regione Puglia tenacemente conduce a favore della ricerca, dell’innovazione e del trasferimento tecnologico, al fine di produrre sviluppo economico”.

“La Start Cup Puglia costituisce uno strumento per incoraggiare i potenziali imprenditori, affinché possano realizzare e far fruttare il proprio genio innovativo, che è costituito dall’1% d’intuizione e dal 99% d’impegno”, prosegue Vito Albino, responsabile scientifico del Progetto ILO2 per il Politecnico di Bari, collegandosi alle parole della presidente dell’ARTI e introducendo la presentazione dell’edizione 2010 della Start Cup Puglia, illustrata da Stefano Marastoni, responsabile per l’ARTI del Progetto ILO2.

La Start Cup Puglia è una competizione tra progetti di start-up innovative, che mette in palio un premio di 15mila euro per il business plan primo classificato, di 10mila euro per il secondo e di 5mila euro per il terzo, nonché l’ammissione, per tutti e tre, al Premio Nazionale per l’Innovazione 2010. Alla gara tra piani d’impresa, i cui termini di partecipazione scadranno il prossimo 15 luglio, possono partecipare sia aspiranti imprenditori (singolarmente o in gruppo) che intendano avviare in Puglia imprese innovative, costituite dopo il 1° gennaio 2010 o in via di costituzione.

L’edizione 2010 dell’iniziativa, organizzata per il terzo anno consecutivo dall’ARTI, è caratterizzata da un’importante novità, che rafforza l’intenzione di fornire un’assistenza sempre maggiore alla trasformazione delle idee in piani di impresa. Si tratta di una fase preparatoria alla competizione vera e propria, denominata Dall’idea al Business Plan: entro il 24 maggio i potenziali imprenditori che hanno un’idea creativa, ma non sono in grado di formalizzarla in un business plan, possono inviare un modulo di richiesta (disponibile sul sito www.startcup.puglia.it) ed i primi cinquanta potranno partecipare ad incontri formativi gratuiti di business planning. Al termine degli incontri le migliori idee progettuali otterranno l’assistenza di tutor appartenenti al consorzio IMPAT o di tutor “a distanza”, selezionati all’interno della Rete dei Talenti della Regione Puglia.

Il workshop è stato corollato, inoltre, dalla presentazione di due case histories: quella di Nunzia Cito docente del corso di Business Planning del Politecnico di Bari e socia di Safe Wheat srl, progetto vincitore del primo premio della Start Cup Puglia 2008, e quella di Cosimo Palmisano, Ph.D del Politecnico di Bari e consulente customer intelligence in Aizoon Srl, che ha raccontato la propria esperienza nella Silicon Valley attraverso la borsa Fulbright BEST. (f.t.)
Condividi:

Università, il 19 maggio Ser&Practices presenta il bilancio sociale

BARI. Compie tre anni la spin off dell’Ateneo barese Ser&Practices, attraverso cui l’Università si fa propulsore di lavoro. E li celebra con presentazione del suo primo bilancio sociale, durante l’assemblea dei soci in programma il 19 maggio, alle 10, nella Sala degli Affreschi dell’ateneo barese. All’appuntamento interverranno il rettore Corrado Petrocelli e il docente Giuseppe Visaggio , presidente Ser& Practices, che illustrerà progetti e risultati realizzati in tre anni di lavoro.
Ser&Practices (serandpracticies.com) crea e fornisce servizi e prodotti tecnologici a enti e imprese, annoverando fra i propri soci Università, ricercatori del laboratorio di ricerca avanzata su software engineering SerLab e aziende operanti nel settore dell’Ict (Information and Communication Technology). La società lavora in rete con il corso di laurea in Informatica e Tecnologie per la Produzione del Software, alla facoltà di Scienze dell’Università barese, e con l’annesso al gruppo di ricerca SerLab.
Condividi:

lunedì, maggio 17, 2010

Gastronomia, la Gdo giapponese incontra le realtà pugliesi

ROMA. Si è conclusa a Roma-Ostia la Missione internazionale Giappone promozione settore food organizzata dall' A.Pro.C. Consorzio per l'internalizzazione da anni al servizio delle imprese italiane attive sui mercati internazionali, in collaborazione della Di Santo Corporation società leader nella consulenza e nella mediazione, da anni al fianco di aziende ed istituzioni al servizio della promozione del Sistema Italia in Giappone. La Regione Puglia, Provincia di Bari, Comune di Bari, Fiera del Levante, Camera di Commercio italo Orientale hanno concesso il patrocinio per la missione promozione settore food che si è tenuta a Roma, presso il Satellite Palace Hotel di Ostia.
Grazie al supporto organizzativo e il coordinamento dei lavori sul posto della Puglia Store azienda italiana leader nella promozione di scambi e relazioni commerciali con l’estero e nei servizi di ufficio export e distribuzione, attiva in tutta Italia e con un focus particolare rivolto alla Regione Puglia.
La delegazione composta da dieci tra i principali importatori ed esponenti della Gdo Giapponese hanno incontrato oltre cinquanta tra le più dinamiche realtà imprenditoriali italiane del settore.L’evento ha previsto un momento introduttivo di presentazione delle aziende intervenute e di analisi dei tratti caratteristici e delle potenzialità dei rispettivi mercati, a cui ha seguito una programmazione di incontri personalizzati, all’interno dei quali le aziende sono venute a contatto lavorando su concrete proposte di business.
L'apertura ufficiale della Serata evento chiamata “Sapori Italiani” avvenuta il 6 Maggio 2010 a Palazzo Ferrajoli – Roma. La Delegazione Giapponese è stata accolta dall' On. Salvatore Tatarella pugliese di nascita e Parlamentare europeo del Popolo della Libertà. Alla serata ha partecipato anche Carmine Berardi attualmente Presidente del Circolo Italiano dell'Università di Villanova -Philadelphia e membro del comitato esecutivo della Nia-pac, figlio dell' on. Amato Berardi deputato dell'eletto al Parlamento Italiano per il Nord America, insieme al figlio sono sempre impegnati a favorire scambi culturali ed economici tra i due Paesi nel favorire per lo sviluppo del Made in Italy negli Stati Uniti d’America, nell 'occasione il dr. Vito Giordano Cadone dell'Aproc ha invitato le aziende italiane alla prossima Missione USA a New York per il fancy Food prevista dal 27 al 29 giugno dove in una serata evento saranno premiati gli imprenditori italiani, distributori italo americani ed i principali esponenti della stampa americana.
Infine, sotto la spinta crescente dei fenomeni di internazionalizzazione, il Giappone come gli Stati Uniti rappresentano senz’altro paesi di sbocco più ambiti dalle aziende italiane, con un mercato maturo ed estremamente ricettivo verso i prodotti alimentari italiani. Alla serata hanno collaborato L'Associazione La Puglia in Europa e l'Associazione Assoter Puglia di Bari, l'Associazione Pugliese di Roma e come promotore per l'arte e la cultura italiana era presente anche l'artista Luca Pugliese e Meo Carbone e per concludere l'imprenditore Agostino Branca dell' Azienda Arte Ceramiche Branca del Salento ha omaggiato gli ospiti presenti delle bellissime ceramiche del Salento. La serata è magnificamente riuscita nel suo intento a far conoscere e a promuovere i sapori e le bellezze naturali della nostra Terra.
Condividi:

venerdì, maggio 07, 2010

Bari, Sicurezza informatica, Daisy-Net e IBM presentano un nuovo servizio on demand per le aziende

BARI. Per la sicurezza informatica aziendale gioca un ruolo chiave la protezione e il recupero immediato dei dati. Daisy-Net, il Centro di competenze pugliese per l’Ict, e IBM presentano un nuovo servizio destinato alle aziende - grandi, medie e piccole – e alla pubblica amministrazione: il Remote Data Protection, che sarà illustrato lunedì 10 maggio a Bari, nella sala convegni Confindustria Bari (via Amendola 172/R). Il Remote Data Protection – realizzato in collaborazione con Data Storage Security - è un servizio di protezione dei dati da remoto che consente il backup e il ripristino di dati gestiti online. E’ una soluzione che fornisce il supporto hardware, software e operativo necessario per implementare un’efficace strategia di protezione di dati, in tempi più rapidi e con maggiore facilità. Un servizio on demand che offre un livello di protezione dei dati che poche aziende possono garantire in maniera autonoma.
I lavori saranno aperti alle 15.30 dal docente dell’Ateneo barese Giuseppe Visaggio, Presidente Daisy-Net; a seguire gli interventi di Domenico Trinci, Direttore Mid Market Sud IBM, e Giovanni Crespi, IBM spa. In chiusura demo e discussione.
Nata con lo scopo di dare risposte concrete e rapide al bisogno di innovazione delle imprese del territorio, Daisy-Net - che ha sede a Tecnopolis, a Valenzano – è polo di innovazione è laboratorio pubblico-privato attivo anche nei Distretti produttivi regionali, in particolare in quello dell’Informatica. La società consortile include nella sua compagine tutti gli Atenei pubblici pugliesi (Politecnico di Bari, Università di Bari, Università di Foggia e Università del Salento) e attualmente 34 imprese pugliesi di varie dimensioni (e il numero è in crescita), appartenenti ai settori dell’offerta e della domanda Ict. Attualmente è anche sede del Project Management Institute, leader mondiale nella certificazione della professionalità del project management.
Daisy-Net è uno dei sei centri di competenza tematici - varati dal Ministero dell'Università e della Ricerca su indicazione Ue del 2006 - nati nelle regioni ex obiettivo uno, costituendo il nodo pugliese di ICT-Sud, che prevede altri nodi in Calabria (capofila), Campania, Sardegna e Sicilia.
Condividi: