Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post

lunedì, febbraio 20, 2017

Barletta, al Curci 'Il Padre' di Florian Zeller con Alessandro Haber e Lucrezia Lante Della Rovere

di ROSALBA PARADISO E NICOLA RICCHITELLI – Ancora un appuntamento di grande prestigio in questo weekend di Febbraio al teatro G.Curci di Barletta. Protagonisti Lucrezia Lante della Rovere assieme all’immenso Alessandro Haber. Sul palco “Il Padre” di Florian Zeller, commedia scritta nel 2012 dal giovane ma assai prolifico autore parigino, che a 37 anni ha al proprio attivo anche romanzi e sceneggiature di successo.

“Il padre” è diventato anche un film, uscito in Italia nel maggio scorso e intitolato “Florida”, interpretato dal mitico Jean Rochefort.

La commedia si rivela un misto di ironia ma nel contempo delicatezza e intelligenza, una commedia che racconta lo spaesamento di Andrea - la cui memoria inizia a vacillare e confondere tempi, luoghi e persone - un uomo molto attivo, nonostante la sua età, ma mostra i primi segni di una malattia che potrebbe far pensare al morbo di Alzheimer. Anna, sua figlia, che è molto legata a lui, cerca solo il suo benessere e la sua sicurezza. Ma l’impietoso avanzare della malattia la spinge a proporgli di stabilirsi nel grande appartamento che condivide con il marito. Lei crede che sia la soluzione migliore per il padre che ha tanto amato e con cui ha condiviso le gioie della vita.

«Il Padre» debutta nel settembre del 2012 al «Hébertot Theatre» di Parigi e replica sulle scene francesi fino al 2014 riscuotendo un grandissimo successo. Candidato al prestigioso «PrixMolières» nel 2014, è premiato come migliore spettacolo dell’anno. L’anno successivo l’opera è adattata per il grande schermo da Philippe Le Guay col titolo «Florida», quindi è messa in scena a Londra, al «Wyndham’sTheatre» e al «TricycleTheatre», infine a marzo dello scorso anno anche al «Manhattan Theatre Club» di Broadway. Oltre ai su citati interpreti, da ricordare la regia di Piero Maccarinelli, nel cast inoltre David Sebasti, Daniela Scarlatti, Ilaria Genatiempo e Alessandro Parise.
Condividi:

SERIE D. Il Bisceglie vince col Manfredonia, il Nardò pareggia a Nocera Inferiore

di FRANCESCO LOIACONO - Nel campionato di calcio di serie D girone H il Bisceglie ha vinto per 3-2 in casa col Manfredonia. Tre punti importanti per i nerazzurri che sono terzi a quota 46. Si trovano a 7 lunghezze dal solitario capolista Trastevere che ha pareggiato 2-2 ad Agropoli. Nel primo tempo insidiosi i sipontini. Una conclusione di Malcore è stata respinta di piede dal portiere Di Franco. I nerazzurri hanno replicato. Un tiro di Lattanzio è finito di un soffio a lato. Il Bisceglie è passato in vantaggio con Lattanzio, sinistro da pochi metri. Ha raddoppiato Montinaro su punizione. Il Manfredonia ha riaperto il derby pugliese. Rete di La Porta su rigore concesso per un fallo di Petta su Malcore.

Ma nella ripresa i biancazzurri sono rimasti in dieci. Espulso Malcore per un brutto fallo su Biancola. Però hanno pareggiato grazie a Coccia, colpo di piatto destro. La squadra di Ragno si è aggiudicata la gara. Ancora un gol di Montinaro sempre su calcio piazzato. La squadra della provincia di Foggia è ottava a 32 punti.

Il Nardò ha pareggiato 2-2 sul campo della Nocerina. Un buon punto per i neretini contro la seconda in graduatoria. Prima fase di gara. In rete i campani con Girardi in scivolata. Secondo tempo. I granata hanno impattato. Gol di Rosato di testa. La Nocerina avanti con Albanese, forte inzuccata. I pugliesi l’hanno raggiunta, Patierno di destro ha insaccato. I salentini quarti a 42 punti.

Il Gravina ha subito una sconfitta a Picerno per 2-1. Nel primo tempo i lucani sull’1-0, Esposito di destro. Seconda fase della partita. La squadra di Arleo ha raddoppiato, Ciranna di testa. Morga per i gialloblu di Silvestri con un tiro a rientrare ha reso meno pesante il ko. I murgiani sono quinti a quota 44.

Il San Severo di Dell’Atti è tornato con un 2-2 da Ciampino. Nel primo tempo pugliesi in vantaggio con Falconieri su rigore concesso per fallo di Fazio su Di Federico. Pareggio dei laziali. Muzzi su penalty dato poiché Ragone ha atterrato Moisa. Nel secondo tempo dauni sul 2-1, Di Federico col destro. Il Ciampino ha riequilibrato la sfida. Trani con un tiro in corsa. San Severo quintultimo a 27 punti in zona play out.

Netto successo casalingo 3-0 dell’Apricena sul Cynthia Genzano. A infilare i romani ci hanno pensato nel primo tempo Cipolletta di sinistro e Cinque di testa. Nella ripresa Bozzi, tocco rasoterra.La squadra neopromossa in D con questa vittoria è salita al terzultimo posto a 19 punti.
Condividi:

sabato, febbraio 18, 2017

Barletta, al via la Pietro Mennea Half Marathon

BARLETTA - Pietro Mennea Half Marathon, il 18 e 19 febbraio la festa dello sport Entra nel vivo domani, dalle 9.30, il programma della due giorni della Pietro Mennea Half Marathon 2017 “Soffri ma sogni…”, la manifestazione organizzata dall’associazione Barletta Sportiva sotto l’egida di Regione Puglia, Comune di Barletta, Coni e Fondazione Pietro Mennea onlus.

Obiettivo: raccogliere fondi in favore della Fondazione Pietro Mennea per finanziare un progetto della diffusione dello sport per le persone con disabilità. In attesa della gara di domenica, domani 18 febbraio dalle 9.30 nel Castello di Barletta si terrà l’apertura e l’inaugurazione del “Villaggio Pietro Mennea”. Dalle ore 16, si terranno invece dimostrazioni sportive di persone diversamente abili a cura dell’associazione Barletta sportiva. Alle ore 17, nella sala rossa del Castello, si terrà invece il convegno “Soffri ma sogni…”.

Parteciperanno Michele Emiliano, presidente Regione Puglia; Raffaele Piemontese, assessore regionale allo Sport; Elio Sannicandro, presidente Coni Puglia; Giacomo Leone, presidente Fidal Puglia; Ottavio Narracci, direttore generale Asl Bt; Pasquale Cascella, sindaco Barletta; Patrizia Mele, assessore allo Sport Comune di Barletta. Modera Ruggiero Mennea, delegato Fondazione Pietro Mennea onlus. Domenica 19 febbraio è prevista, dalle ore 9, la “Pietro Mennea Half Marathon 2017” sempre con partenza dal Castello. Alle 11 si terrà la premiazione degli atleti vincitori.
Condividi:

giovedì, febbraio 16, 2017

SERIE D. Il Bisceglie gioca col Manfredonia, il Nardò contro la Nocerina

di FRANCESCO LOIACONO - Nel prossimo turno del campionato di serie D girone H domenica prossima il Bisceglie giocherà in casa contro il Manfredonia. Sarà un derby pugliese abbastanza interessante. I nerazzurri dopo l’1-1 sul campo del Gelbison devono ottenere i tre punti per confermarsi in zona play off. I sipontini vogliono centrare un colpo esterno al “Ventura” per rifarsi dopo il 2-2 interno con l’Anzio.

Il Bisceglie purtroppo ha avuto una brutta tegola. E’ stato penalizzato ancora di un punto per non avere pagato gli stipendi ai propri calciatori dopo che era stato sanzionato già qualche settimana fa. Per cui resta terzo in classifica ma scende da quota 44 a 43. Ma la squadra di Ragno certamente supererà con determinazione questo. L’attaccante argentino Montaldi cercherà di realizzare il quindicesimo gol stagionale. Il Manfredonia mira a inanellare il settimo risultato utile consecutivo. Nella squadra della provincia di Foggia è in grande forma Malcore autore di ben 11 gol finora in questo torneo, vuole continuare a battere i portieri avversari.

Il Gravina dovrà vedersela in trasferta col Picerno. Un match che si annuncia difficile poiché i lucani vogliono subito rifarsi dopo la sconfitta a Rionero. I gialloblu desiderano bissare in Basilicata il successo casalingo con l’Agropoli. Per il neo tecnico Silvestri sarà l’esordio lontano dai suoi tifosi. Il Gravina avrà 500 supporters al seguito. Il Nardò sarà in trasferta sul campo della Nocerina seconda in classifica. Una gara che si preannuncia molto insidiosa per i neretini. I campani tornati a mani vuote da Potenza vogliono imporsi per provare a ridurre l’attuale distacco di 5 punti che li separa dalla solitaria capolista Trastevere. Però i pugliesi possono contare su un Patierno in gran spolvero, determinato ad andare a segno per l’undicesima volta in questa stagione.

Il San Severo sarà di scena a Ciampino. I laziali sono ultimi a quota 16. Una occasione propizia questa per vincere e abbandonare il terzultimo posto. L’Apricena sarà in casa contro ilCynthia Genzano. Dopo il 3-0 subito a Nardò i pugliesi non possono mancare l’appuntamento con i tre punti per scollarsi dal fondo classifica.
Condividi:

mercoledì, febbraio 15, 2017

LEGA PRO. Vince l’Andria, perde il Catania

di FRANCESCO LOIACONO - Nel girone C di lega pro l’Andria ha vinto 2-1 a Melfi. Tre punti importanti per la squadra d Favarin. Nel primo tempo in gol i pugliesi con Cianci, pallonetto dalla lunga distanza. I biancazzurri hanno raddoppiato grazie a Croce velocissimo di destro a mandare il pallone in rete.

Nel secondo tempo hanno ridotto le distanze i lucani per merito di Marano, botta di sinistro. I biancazzurri sono settimi a 37 punti in zona play off per la promozione in B.

Nel derby siciliano vittoria a sorpresa dell’Akragas per 2-1 in casa sul Catania. Una sconfitta questa che è costata la panchina al tecnico degli etnei Rigoli esonerato e sostituito da Petrone. Eppure il match si era messo bene per i rossoblu. Nella prima fase di gara ha realizzato Mazzarani su rigore concesso per un fallo di mano di Sepe. Ma nella ripresa la rimonta dell’Akragas. Prima Pezzella ha impattato con un forte sinistro dal limite dell’area. Dopo Salvemini su penalty dato poiché Gil ha spinto in area Bramati ha permesso il clamoroso ribaltone alla squadra di Di Napoli. Il Catania è a metà classifica a quota 35.

E’ finito 2-2 al “San Vito” di Cosenza il derby calabrese tra i rossoblu di De Angelis e la Reggina. Nel primo tempo ha sbloccato il risultato la squadra amaranto con Coralli, forte conclusione di destro. Però il Cosenza ha pareggiato. D’Orazio di sinistro ha sorpreso il portiere Sala. Nella ripresa la Reggina di nuovo in gol. Ancora Coralli con un tocco ravvicinato. I silani hanno raggiunto il pari. Di nuovo D’Orazio, girata al volo. Il Cosenza è sesto a 38. La Reggina quartultima con 23 punti.

Il Fondi ha clamorosamente pareggiato fuori casa con la Juve Stabia. A decidere il match una rete per tempo. La prima di Izzillo per i campani, destro da posizione favorevole. La seconda di Giannone, sinistro da trenta metri. Juve Stabia quarta a 45, i laziali ottavi a 35.

La Vibonese si è imposta in modo incredibile a Caserta 2-1, abbandonando così l’ultimo posto. Primo tempo. In vantaggio i campani con Rajcic di testa. I calabresi hanno pareggiato con Sowe di destro. Secondo tempo. La squadra di Campilongo si è aggiudicata il match con Piroska di sinistro.

Il Messina ha vinto 2-1 la gara interna sul Catanzaro. Le reti tutte nel secondo tempo. In gol i giallorossi calabresi. Carcione, diagonale di destro. I siciliani hanno pareggiato. Anastasi di sinistro. E vinto. Da Silva, tiro in acrobazia. La sconfitta ha portato all’esonero del tecnico calabrese Zavettieri, gli è subentrato Erra.
Condividi:

martedì, febbraio 14, 2017

Barletta, al via la 'Pietro Mennea Half Marathon 2017- Soffri ma sogni'

BARI - Sarà presentata giovedì 16 febbraio, alle ore 11.30, presso la sala stampa della Presidenza regionale ( II piano, L.mare N.Sauro-33) la “Pietro Mennea Half Marathon 2017- Soffri ma sogni…”, che, con il patrocinio della Regione, si svolgerà a Barletta, domenica 19 febbraio.

All’incontro con i giornalisti interverranno: Raffaele Piemontese, assessore regionale allo sport; Ruggiero Mennea, delegato della Fondazione Pietro Mennea; Pasquale Cascella, sindaco di Barletta;Patrizia Mele, assessore allo sport del comune di Barletta; Elio Sannicandro, presidente Coni Puglia;Vincenzo Cascella, Associazione Barletta Sportiva.
Condividi:

lunedì, febbraio 13, 2017

Giornata epilessia, la Puglia si illumina di viola

di NICOLA ZUCCARO - Nel blu dipinto di viola che illumina la colonna infame ubicata a Bari in Piazza Mercantile. Parafrasando un celebre motivo musicale, il capoluogo pugliese ha onorato così la Giornata internazionale per l'Epilessia che si è celebrata oggi - lunedì 13 febbraio 2017, ndr - insieme alle altre 5 Province del Tacco d'Italia.

Monumenti e palazzi illuminati dal color viola anche nella città di Foggia (Fontana del Sele e Biblioteca Comunale) ed in Provincia a Monte Sant'Angelo (Basilica di San Michele), a San Severo e a San Marco in Lamis, presso il Convento di San Matteo. Nella Bat, illuminato il Teatro Comunale di Bisceglie. A Brindisi le colonne romane. A Taranto e a Casarano (Lecce) le facciate dei rispettivi Municipi.
Condividi:

"La sanità nel Nord-Barese secondo Emiliano...fa male alla salute dei pugliesi"

BARI - Il consigliere regionale Mario Conca (M5S) ha rilasciato le seguente dichiarazione. "Venerdì scorso - dichiara Conca - sono stato a Ruvo dove, tra le altre questioni, ho ascoltato le vicissitudini del signor Lamura Giuseppe, detto Peppino, che ben sintetizzano il caos in cui versa la Sanità in questo territorio. Lui voleva ringraziare, per mio tramite, la sanità pubblica pugliese per la velocità con cui ha provveduto a suturare il suo pollice che con l'accetta s'era gravemente ferito in campagna. Recatosi all'ospedale di Terlizzi con la sua auto, dopo aver atteso qualche ora per essere assistito perdendo molto sangue, viene spedito a Corato per la consulenza ortopedica. Arrivato a Corato, dopo aver atteso un'oretta, viene rispedito a Terlizzi che, non avendo il chirurgo plastico, lo invia al Policlinico di Bari. Qui viene finalmente preso in carico e curato, ma per chiudere il pronto soccorso è necessario andare nuovamente a Terlizzi, alla faccia di Edotto e della digitalizzazione. Per questo giro assurdo ci sono volute più di 8 ore e la sua auto, ma se non avesse avuto l'autovettura e il figlio/autista avremmo dovuto impegnare un autista, un infermiere ed un ausiliario sottraendoli al lavoro di routine, ci è andata bene...manco fossimo alla fiera dell'est!

Purtroppo - prosegue Conca - questo è solo un esempio che si ripete giornalmente quando trattasi della lesione tendinea, che dopo la consulenza ortopedica a Corato per distacco parcellare della falange, necessita di chirurgia plastica al Policlinico, visto che né al San Paolo né al Sarcone di Terlizzi suturano i tendini. Per gli interventi chirurgici in elezione stessa storia, i medici non lavorano in sicurezza e sono preoccupati, di emergenza-urgenza neanche a parlarne e le cose non vanno meglio per i pazienti psichiatrici che si è costretti a trasferire ad Aversa o a San Giovanni Rotondo per mancanza di posti letto.

L'incolumità pubblica è seriamente a rischio nel Nord-Barese, non possiamo aspettare un solo altro giorno, urge una riorganizzazione immediata, che sia quella del piano varato o una rivisitazione più che auspicata.
Ho sollecitato nuovamente Emiliano perché deve trovare il coraggio di procedere con il piano di riordino, visto che non ha voluto ascoltarci quando gli chiedevamo di implementare prima la propedeutica medicina territoriale e di rispettare l'articolo 19, commi 9 e 10, della legge 4 del 2010. Ora proceda chiudendo i PPIT e gli ospedali a rischio che lui ha individuato, senza aspettare le amministrative a Molfetta e Terlizzi per inaccettabili interessi di partito.

Urge per quest'area un Ospedale che possa definirsi tale, ma per farlo il governo regionale deve agire in fretta e senza prendere in giro la gente...qui si muore!", conclude Conca.
Condividi:

sabato, febbraio 11, 2017

Disfida di Barletta, Mennea: "Nuovo modello culturale ed educativo per i nostri giovani"

BARLETTA - “La Disfida di Barletta deve diventare un evento culturale e turistico strategico della Regione Puglia, progetto che già sostengo da tempo. Attraverso il recupero dell’identità storica della città si può mettere, peraltro, in moto un modello di cultura nuovo, in grado di coinvolgere anche i ragazzi e allontanarli dai falsi miti. Insomma si può puntare sulla storia anche a scopo educativo, come metodo efficace per combattere il bullismo e la delinquenza minorile”. Lo ha detto Ruggiero Mennea, consigliere regionale del Pd e componente della quarta commissione Cultura, questa mattina intervenendo (in rappresentanza della Regione Puglia, delegato dal presidente Michele Emiliano) all’inaugurazione della due giorni di convegni dedicati alla Disfida di Barletta, nella sala rossa del Castello.
L’esponente del Pd regionale ha posto l’accento sullo spirito dello storico certame, diventato nell’Ottocento un mito nazionale e un elemento identitario per quella che sarebbe diventata poi l’Italia. Non a caso per celebrare il cinquecentenario, nel 2003, l’allora sindaco Francesco Salerno decise di rievocare il certame con un allestimento d’eccezione, in una delle rappresentazioni più belle che si ricordino.

“Di acqua ne è passata molta sotto i ponti dal 2003”, ha sottolineato Mennea. “E oggi i tempi di ristrettezze economiche impongono sicuramente rievocazioni, per così dire, più morigerate. Messi da parte i fasti di oltre un decennio fa, la Disfida però non può essere trascurata o dimenticata, rischiando di diventare tra 500 anni un lontano ricordo. E’ questo lo spirito con cui l’amministrazione comunale, il Centro studi normanno-svevi e la Regione Puglia hanno deciso, per quest’anno, di lanciare una sfida culturale ed educativa. Un convegno in cui la disfida vera è sulla conoscenza che i più noti storici, filologi e storici dell’arte italiani, francesi e spagnoli, possono offrirci e – spero – trasmetterci. E un modello di riferimento per i ragazzi delle nostre scuole, spesso alla ricerca di falsi miti”.

Il consigliere regionale ha spiegato che “lo stesso presidente Michele Emiliano sostiene l’idea che la Disfida entri a far parte degli eventi principali della nostra Puglia, quelli che non possono mancare nel calendario di ogni anno. Per intenderci, come la Taranta o il Festival della Valle d’Itria, eventi che sono punto di riferimento per chi vive fuori dalla Puglia e inducono, anzi, molti a visitarla nei periodi in cui si svolgono”.

“Certo, per quest’anno si è potuta impegnare una cifra non ingente”, ha precisato. “Ma è una sfida che noi qui, oggi e domani, dobbiamo iniziare a raccogliere. La sfida della nostra memoria e della nostra identità, che – ha concluso - possono avere anche un valore economico, ma soprattutto educativo”.

Condividi:

venerdì, febbraio 10, 2017

Foibe, sfregiata lapide a Barletta

BARLETTA - Nella notte tra il 9 e il 10 febbraio, ovvero nella notte del 'Giorno del Ricordo', è stata danneggiata la lapide commemorativa dedicata ai martiri delle Foibe ubicata in via Manfredi. Il vergognoso gesto è accaduto solo poche ore dopo il saluto reso ai martiri dai militanti di CasaPound Italia e da molti cittadini.

"Colpire la lapide simbolo della memoria delle Foibe è un atto ignobile che palesa la mancanza di rispetto verso la nostra storia e verso i nostri connazionali, trucidati e costretti all’esodo dai partigiani titini e nostrani per la sola colpa di essere italiani”, dichiara Andrea Cortellino, referente locale di Cpi.

“Le Foibe sono uno dei più grandi crimini del Novecento – aggiunge Cortellino – purtroppo però ancor oggi sminuita o addirittura negata, e questo gesto dimostra l’assenza di una memoria condivisa. Siamo sconcertati anche dall’apprendere che un professore del Liceo Scientifico della nostra città si permetta di scrivere (o lasciar scritto) su una lavagna durante una lezione 'W Tito'. La scuola dovrebbe insegnare la storia e non nasconderne o distorcerne alcune pagine, seppur scomode per professori di precisa estrazione politica”.

“Auspichiamo - conclude il referente di Cpi – l’intervento tempestivo delle istituzioni per il ripristino della lapide commemorativa, nonché per l’organizzazione di iniziative volte a raccontare nei luoghi pubblici, a cominciare dalle scuole, le storie dimenticate di quegli italiani perseguitati, trucidati, e sradicati dalla loro patria”.
Condividi:

L’11 febbraio i volontari delle associazioni in farmacia per la Raccolta del Farmaco

di LUIGI LAGUARAGNELLA - Sabato 11 febbraio in numerose farmacie italiane si svolgerà la XVII edizione della Giornata di Raccolta del Farmaco. Sono 3600 le farmacie che aderiscono all’iniziativa che riesce a dare sostegno e cura per 14000 bisognosi. Grazie a questa raccolta, da circa tre anni, sono 12 milioni le persone che hanno potuto limitare le visite mediche e curarsi.

Basterà dirigersi nelle farmacie che partecipano all’iniziative dove i volontari delle associazioni coinvolte raccoglieranno i medicinali da banco (non rimborsabili dal Servizio Sanitario Nazionale) che compreranno i cittadini.

Tra Bari e Bat sono 110 le farmacie che partecipano alla raccolta e 58 gli enti convenzionati tra cui la comunità di Sant’Egidio, l’associazione In.Con.Tra., l’associazione Don Tonino Bello.

I volontari di In.Con.Tra., per esempio, raccoglieranno i medicinali presso tre farmacie: Farmacia San Girolamo di Banulo Maurizio Snc; Farmacia Calò S.n.c.; Farmacia Lozupone.

Sono 700 le persone che l’associazione di volontariato assiste tra famiglie e senza fissa dimora.

I medicinali che si consiglia di donare sono: antinfiammatori, antipiretici, antistaminici, prodotti per le medicazioni di prima emergenza.
Condividi:

giovedì, febbraio 09, 2017

Joe Marzetto, la musica dell’artista andriese nella compilation 'Hit Mania Special Edition 2016'

di NICOLA RICCHITELLI – Due cd, 47 canzoni, ma soprattutto tanti nomi di belle speranze, tra questi quello del musicista andriese Joe Marzetto - in collaborazione con la sexy music star Vivian Darkangel - che con il brano “Nuage” proveranno a calcare le orme dei grandi della musica dance.
C’è tutto questo nella compilation Hit Mania special edition 2016 pubblicata lo scorso ottobre il quale include brani fatti da artisti emergenti italiani della Sound Management Corporation

Da una tastiera giocattolo fino a ritrovarsi nella stessa compilation di Gabry Ponte grazie ad un pianoforte: la potremmo riassumere così la storia di questo ragazzone di Andria, una storia fatta di talento, di impegno e di serate.

Bolognese lei – nativa teutonica - andriese lui, strano incontro quello tra Joe Marzetto e Vivian Darkangel,  il singolo “Nuage” – brano contenuto nel secondo cd della compilation “Hit mania special edition2016” dove vi troviamo artisti tra l’altro del calibro di Gabry Ponte -  altro non è che un fondersi di due mondi diametralmente opposti, di due storie musicali agli antipodi se vogliamo ma che nel brano pubblicato e prodotto dall’etichetta Walkman, riescono ad integrare alla perfezione la propria arte musicale, un incontro che lo stesso JoeMarzetto spiega così:«Darkangel ha creduto in me fin da subito, decidendo di interpretare “Nuage” una delle tante canzoni scritte e racchiuse nel famoso “cassetto dei sogni”. Ascoltò la mia produzione e non esitò a chiamarmi decidendo di cantarla e produrla in collaborazione».        

Nasce così il brano “Nuage”, raccontando un'amore non impossibile da trovare – testo della stessa Vivian Darkangel – accompagnate dalle note del pianoforte di Joe Marzetto, nel mezzo l’essere sexy music star di Vivian, così come racconta lo stesso Joe Marzetto:«Vivian è una donna che ha dentro di sé il Darkangel, l’essere “star”, il suo lato sexy  è l’asso nella manica, da presentare alla natura umana maschile. La sua voce, erotica, cattura tutti gli appassionati della musica dance e pop».

Marzetto, ragioniere e diplomato al Conservatorio “NiccoloPiccinni” di Bari, Vivian cantante, dj e performer  nel 2013, le viene coniato il nome di "Sexy Music Star" poichè la musica, il trasformismo, le performance, i performer, i musicisti e il canto sono i veri protagonisti dei suoi spettacoli.

Geniale il video – regia di Devid Raziel Penguti – girato a Bologna e prodotto dalla Vivian Darkangel con il regista su citato, che vede protagonista oltre la stessa Darkangel anche il musicista andriese Joe Marzetto, che spiega così questa esperienza davanti alla macchina da presa: «“Nuage” è il primo videoclip ufficiale che ho girato, ho pensato solo a far bene. Bologna, è una città che non dimenticherò mai. I vivissimi complimenti ricevuti dal regista Devid Penguti “sei un attore al primo ciak”, un’emozione unica che ricorderò per tutta la mia carriera».
Condividi:

SERIE D. Il Bisceglie in trasferta col Gelbison, il Gravina in casa con l’Agropoli

di FRANCESCO LOIACONO - Nel prossimo turno del campionato di calcio di serie D girone H domenica prossima il Bisceglie dovrà vedersela in trasferta contro il Gelbison. Un match duro per i nerazzurri pugliesi che però necessitano dei tre punti per confermarsi in zona play off. Affronteranno invece nelle semifinali di Coppa Italia di serie D in una doppia sfida l’Albalonga, squadra laziale. L’andata l’1 marzo in trasferta. Il ritorno il 29 in casa. Il Gravina dopo il ko a Bisceglie giocherà davanti ai propri tifosi con l’Agropoli. Sarà l’esordio interno per il tecnico in seconda Silvestri subentrato all’esonerato De Luca.

I gialloblu desiderano tornare ad assaporare il dolce gusto del successo. Il Nardò andrà in scena nel suo stadio con l’Apricena. I granata contano molto sull’apporto dell’attaccante Patierno. Per lui finora ben 8 gol realizzati. I neretini vogliono bissare il trionfo di Picerno. I dauni cercano un colpaccio esterno per abbandonare il penultimo posto. Il Manfredonia al “Miramare” contro l’Anzio. I sipontini dopo aver espugnato il terreno di gioco del Ciampino devono continuare a convincere. I laziali sono una compagine però da prendere con “le classiche pinze”. Di recente hanno vinto a sorpresa a Nardò. I ragazzi di Catalano hanno dalla loro l’esperienza di Pazienza, un passato importante in serie A con Juve e Fiorentina negli anni novanta. La punta Malcore dopo il tris di reti che è valso il bottino pieno nel Lazio è determinato ad arrichire il suo score personale.

Il San Severo nonostante il buon 1-1 a Ercolano ha esonerato a sorpresa l’allenatore Antonio Dell’Atti. Al suo posto è arrivato in Capitanata Fabio Di Domenico. Questa svolta potrebbe portare i giallorossi della provincia di Foggia al successo in casa col Francavilla in Sinni. Certo non sarà facile perché i lucani possono esibire 6 punti in più in classifica. Ma l’attaccante Falconieri dopo la rete in Campania può far sorridere nuovamente i tifosi.
Condividi:

mercoledì, febbraio 08, 2017

Casa Divina Provvidenza, M5S: "Tutelare i lavoratori. Ministro e Regione partecipino al tavolo"

BARI - Sulla vicenda dei lavoratori della Casa Divina Provvidenza, si esprime la Consigliera Regionale del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia, che scrive al Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, mentre, con i colleghi Gianluca Bozzetti, Rosa Barone e Grazia Di Bari ha presentato un’interrogazione all’Assessore Regionale, Sebastiano Leo.

“Chiediamo che l’azienda ‘Universo Salute’ che ha presentato una proposta al MiSE - dichiarano i cinquestelle - fornisca tutte le garanzie scritte necessarie a garantire la piena tutela dei lavoratori, rendendo noto e condividendo con le istituzioni nazionali e regionali il Piano Industriale con i relativi impegni occupazionali e di investimento per i prossimi anni.
Senza questi documenti che siamo certi non ci saranno problemi a condividere, l’accordo sarebbe un vero e proprio salto nel buio, che il Ministro del Lavoro così come la Regione non possono permettere”.

L'intento, spiegano i cinquestelle, è di scongiurare il rischio che l’accordo sul trasferimento di ramo d’azienda si trasformi, nei fatti, in una vera e propria cessazione del rapporto di lavoro, con problemi anche sul TFR e conseguente rinuncia di alcuni dei diritti acquisiti come gli scatti di anzianità o il paventato articolo 18 che deve essere conservato, come promesso da Universo.

“Chiediamo dunque - proseguono - che al tavolo partecipi anche il Ministro del Lavoro e riteniamo assolutamente necessaria anche una partecipazione più attiva della Regione: al tavolo quindi partecipino anche l’assessorato e la task force scandalosamente assente fino ad ora. Non vorremmo doverci ritrovare tra due mesi i lavoratori in protesta sotto la Regione, in quel caso - concludono - sarebbe il presidente Emiliano in persona a doverne rispondere sia a loro che a noi. Siamo certi che istituzioni ed azienda collaboreranno per preservare gli interessi di tutti”.
Condividi:

martedì, febbraio 07, 2017

Rapine n Puglia, 13 arrestati

BARI - Erano dediti all'assalto degli sportelli bancomat nel territorio di Barletta Andria Trani, Bari e Matera, e mettevano a segno colpi in stabilimenti, industriali e commerciali, dislocati in tutta la Puglia. Per questi motivi 13 persone sono state arrestate dalla polizia che ha smantellato l'organizzazione criminale presente nel territorio di Andria, della quale fanno parte anche noti pregiudicati residenti a Minervino Murge e Spinazzola.

Il blitz e' stato messo a segno dalla polizia di Andria, dalla Squadra mobile della Questura di Bari, dal Reparto prevenzione crimine Puglia e del Reparto volo di Bari.
Condividi:

Lino Banfi ad Andria con 'Hottanta voglia di raccontarvi... la mia vita e altre stronzéte'

ANDRIA - Un appuntamento da non perdere… con la solidarietà ma anche e soprattutto con il sorriso. Lino Banfi torna ad Andria e lo fa per raccontare i suoi 80 anni racchiusi tra le pagine del libro “Hottanta voglia di raccontarvi... ...la mia vita e altre stronzéte”. L’attore pugliese sarà ospite del circolo culturale Corte Sveva di Andria il prossimo 24 febbraio nella sala 5 del Cinemars (zona Ipercoop) alle 19,30 per un evento che ha anche i colori della beneficenza. L’occasione infatti sarà quella per raccogliere fondi per l’UNICEF con cui acquistare delle coperte per l’emergenza Aleppo.

Un ritorno quello di Lino Banfi, il terzo dopo la sua partecipazione nel  2003 e nel 2013 insieme a Francesco Giorgino e Renzo Arbore delle edizioni di Andrisani and Friend. Un evento ideato e organizzato dall’Associazione Corte Sveva che in questi vent’anni di attività ha messo a punto una serie di iniziative culturali importanti tra le quali il meeting Cercatori della Verità, gli show di Emozioni Mediterranee e le numerose raccolte fondi per l’Airc.

All’evento del 24 febbraio, patrocinato dal comune di Andria e dal comitato regionale Unicef Puglia, si accede con un invito da ritirare nello store Mondadori di Andria in c.so cavour 132 – tel 0883- 956628.
Condividi:

Bisceglie, nasconde in casa stupefacenti e Beretta: era ai domiciliari

(Foto generica)
TRANI - Alle prime ore del mattino i Carabinieri di Trani hanno arrestato un 38enne italiano pluri pregiudicato, detenuto domiciliare, per aver violato la normativa sulla detenzione delle armi e delle sostanze stupefacenti. I fatti sono accaduti a Bisceglie, dove il predetto, nato a Roma, da sempre risiede in un appartamento del centro dove stava scontando la pena detentiva.

Tutto è nato da un normale controllo presso l’abitazione: dopo aver suonato più volte al citofono, i Carabinieri si sono insospettiti della mancata presenza del malfattore in casa e per tale motivo hanno atteso l’arrivo di qualche condomino per guadagnare l’accesso dal portone ed entrare nel palazzo. Raggiunta la porta della casa del detenuto domiciliare, hanno notato che la stessa era leggermente aperta e vi era del “movimento” all’interno.

Una volta entrati i militari hanno quindi notato l’uomo che cercava di chiudere frettolosamente la tenda del ripostiglio: per tale ragione e per l’evidente nervosismo mostrato,  i Carabinieri hanno deciso di vederci chiaro ed operare un’accurata perquisizione dell’appartamento. Come sospettato, dentro il ripostiglio vi era un borsone occultato dietro una grossa bombola di gas, al cui interno veniva rinvenuto un vero e proprio “emporio” di droga nonché una pistola beretta con matricola abrasa e ben 17 proiettili utili per eventuali azioni di fuoco.

Vista la situazione, il reo e il materiale rinvenuto sono stati condotti presso la caserma di Trani per quantificare la sostanza stupefacente sequestrata: all’accertamento qualitativo e successiva pesata sono risultati essere 1482 grammi di hashish, 62 grammi di cocaina suddivisa in dosi e 185 grammi di marijuana, il tutto affiancato da copioso materiale per il confezionamento.

L’arrestato è stato quindi tradotto presso il carcere di Trani a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Sono in corso tuttora le indagini al fine di identificare eventuali complici e fornitori della sostanza stupefacente. Accertamenti di laboratorio verranno invece effettuati sulla pistola dalla Sezione Investigazioni Scientifiche Carabinieri di Bari allo scopo di verificare se l’arma sia stata usata in qualche fatto di sangue del passato
Condividi:

venerdì, febbraio 03, 2017

Puglia, musei gratis domenica 5 febbraio: scopri quali!


Si riconferma, anche questo mese, l'iniziativa del Ministero dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo. L'elenco completo e gli orari di visita sono riportati sul sito http://www.beniculturali.it/domenicalmuseo. In particolare, ecco quali saranno aperti in Puglia:

Bari

Museo Nazionale Archeologico di Altamura
Via Santeramo, 88 - Altamura ... scopri come arrivare

Orario: feriali: 8,30 - 19,30 sabato e festivi: 8,30 - 13,30 Chiusura: 1° gennaio, 1° maggio, 25 dicembre; Orario biglietteria: Feriali 8.30 – 19.30 Sab. e fest. 8.30 – 13.30 Chiuso 1° gen., 1° mag., 25 dic.; Prenotazione: Nessuna

Castello svevo di Bari
P.za Federico II di Svevia, 4 - Bari ... scopri come arrivare

Orario: Tutti i giorni dalle 9,30 alle 18,30 Chiusura settimanale: Mercoledì; Orario biglietteria: I biglietti vanno acquistati al momento dell'ingresso al monumento; Prenotazione: Nessuna

Museo e Pinacoteca d'Arte Medievale e Moderna della Città Metropolitana di Bari "Corrado Giaquinto"
Via Spalato 19 - Bari ... scopri come arrivare

Orario: dal martedì al sabato 09,00 – 19.00 (ultimo ingresso consentito ore 18:30) domenica 09.00 – 13.00 (ultimo ingresso consentito ore 12:30) lunedì e festività infrasettimanali chiuso; Prenotazione: Nessuna

Palazzo Simi
Strada Lamberti, 1 - Bari ... scopri come arrivare

Orario: tutti i giorni 9,30 - 18,30; Prenotazione: Nessuna

Galleria nazionale della Puglia "Girolamo e Rosaria Devanna"
Via Giandonato Rogadeo, 14 - Bitonto ... scopri come arrivare

Orario: Tutti i giorni dalle ore 09.30 alle ore 19.15. Mercoledì chiuso; Prenotazione: Nessuna

Museo Nazionale Archeologico di Gioia del Colle
Piazza dei Martiri del 1799 - Gioia del Colle ... scopri come arrivare

Orario: Tutti i giorni 8,30 - 19,30 Chiusura settimanale: ; Orario biglietteria: tutti i gg. 8.30/19.30; Prenotazione: Nessuna

Parco archeologico di Monte Sannace
Strada Provinciale 61 - Gioia del Colle - Turi Km 4, 5 - Gioia del Colle ... scopri come arrivare

Orario: 8.30 - tramonto (su prenotazione) Chiusura settimanale: nessuna; Prenotazione: Nessuna

Museo archeologico nazionale Jatta
Piazza Bovio, 35 - Ruvo di Puglia ... scopri come arrivare

Orario: Dalle 8,30 alle 13,00 (giov. e sab. dalle 8,30 alle 19,30) Chiusura settimanale: ; Prenotazione: Nessuna


Barletta - Andria - Trani
Castel del Monte
Località Castel del Monte - Andria ... scopri come arrivare

Orario: 1 aprile - 30 settembre 10:15 - 19:45 (chiusura della biglietteria h. 19:15); 1 ottobre - 31 marzo 9.00 - 18.30 (chiusura della biglietteria h. 18:00) Chiusura settimanale: Nessuna; Orario biglietteria: La biglietteria chiude 30 minuti prima Chiuso 25 dicembre e 1 gennaio; Prenotazione: Nessuna

Antiquarium e la zona archeologica di Canne della Battaglia
- Barletta ... scopri come arrivare

Orario: Domenica, Lunedì e festivi: dalle 8,30 alle 13,30 da Martedì a Sabato dalle 8,30 alle 19,00 Chiusura settimanale: nessuna; Prenotazione: Nessuna

Palazzo Sinesi
Via Kennedy, 18 - Canosa di Puglia ... scopri come arrivare

Orario: Tutti i giorni 9.00 - 13.00 Chiusura settimanale: lunedì; Prenotazione: Nessuna

Castello Svevo di Trani
Piazza Manfredi, 16 - Trani ... scopri come arrivare

Orario: Tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 La biglietteria chiude alle ore 19.0025 dic, 1° gen e 1° mag.; Prenotazione: Nessuna


Brindisi

Area archeologica "S. Pietro degli Schiavoni"
Via Casimiro - Brindisi ... scopri come arrivare

Orario: 8.30 - 13.30 (feriali) Chiusura settimanale: ; Prenotazione: Nessuna

Museo nazionale e Parco archeologico di Egnazia "Giuseppe Andreassi"
Via delle carceri, 87 - Fasano ... scopri come arrivare

Orario: Aperto tutti i giorni. Museo: 8,30 - 19,30 Parco archeologico: 8,30 – 16,30 (novembre – febbraio); 8,30 - 17,30 (marzo e ottobre); 8,30 – 19,15 (aprile – settembre) Chiusura settimanale: nessuna; Prenotazione: Nessuna


Foggia
Museo civico di Apricena
Piazza Federico II 4 - Apricena ... scopri come arrivare

Orario: dalle 17.30 alle 19.30; Prenotazione: Nessuna


Museo nazionale archeologico di Manfredonia
Piazzale Ferri - Manfredonia ... scopri come arrivare

Orario: Chiuso per riallestimento (vedi avviso) Chiusura settimanale: ; Prenotazione: Nessuna


Lecce

Frantoi ipogei di Palazzo Granafei
Via De Pace - Gallipoli ... scopri come arrivare

Orario: feriale è 9.00-13.00; 17.00-22.00 (mesi estivi); Prenotazione: Nessuna


Taranto

Museo Archeologico Nazionale di Taranto - MArTA
Via Cavour, 10 - Taranto ... scopri come arrivare

Orario: 08.30 - 19.30 (chiuso il 1 gennaio, 25 dicembre) Chiusura biglietteria ore 19.00 Chiusura settimanale: Nessuna; Orario biglietteria: chiusura 19,00; Prenotazione: Facoltativa (Telefono: 0994538639; Email: museo.taranto@novaapulia.it; Sito web: http://www.vivaticket.it) 

Museo etnografico "Alfredo Majorano"
Rampa Pantaleo, 6 - Taranto ... scopri come arrivare

Orario: Prenotazione: Nessuna
Condividi:

giovedì, febbraio 02, 2017

Crac Divina Provvidenza, Cozzoli: "finita la ricreazione, versati oltre 24 mln a fisco, previdenza, regioni e comuni"

BARI - “Dopo un lunghissimo periodo di sospensione, che indirettamente ha fatto aumentare il debito della CDP in maniera significativa, come tutti i contribuenti italiani, dai cittadini alle imprese, la Casa Divina Provvidenza ha ripreso il suo rapporto con gli enti impositori. Trattasi di un ritorno alla normalità”. Così l’avv. Bartolomeo Cozzoli, Commissario Straordinario della Casa della Divina Providenza.

“Tra arretrati e ordinario non è stato facile – continua Cozzoli - e non lo sarà in futuro, ma sono fiducioso che le azioni virtuose poste in essere negli ultimi tre anni siano sufficienti ad assicurare la possibilità di onorare tutti i debiti correnti senza significativi disequilibri nella gestione”. Nel mese di gennaio 2017, fanno sapere, il Commissario Straordinario della CDP ha effettuato pagamenti in favore di Erario, Inps, Regioni e Comuni per oltre 24 milioni di euro; di questi, più di un milione di euro sono stati versati complessivamente in favore dei Comuni di Bisceglie, Foggia e Potenza dove sono ubicate le sedi dell’Ente in Amministrazione Straordinaria. Dal 1° gennaio 2017, infatti, la norma che per circa 15 anni ha consentito alla Casa della Divina Provvidenza di sospendere il pagamento di imposte ed oneri previdenziali ha cessato di avere efficacia e, quest’anno, governo e Parlamento non hanno inteso prorogarla come in passato.
Condividi:

SERIE D. Il Bisceglie gioca col Gravina, il Manfredonia a Ciampino

di FRANCESCO LOIACONO - Nel prossimo turno del campionato di calcio di serie D girone H è in programma domenica prossima il derby pugliese Bisceglie-Gravina. I nerazzurri di Ragno dopo il successo a Rionero cercheranno di ripetersi per confermarsi in zona play off. A Gravina dopo i due recenti risultati negativi (sconfitta 2-1 a Ciampino e pareggio interno 1-1 con l’Anzio) è stato esonerato il tecnico De Luca. Al suo posto per il momento l’allenatore in seconda Vincenzo Silvestri. Ma sono stati contattati Feola che in passato è stato all’Akragas in lega pro e Tangorra ex allenatore del Monopoli. Il primo sembra favorito. La squadra gialloblu vorrà ottenere un colpo al “Ventura” per migliorare il suo attuale quarto posto in classifica.

Il Bisceglie si è qualificato per le semifinali di Coppa Italia di D. Ha superato in casa per 2-1 la Frattese nei quarti. Nel primo tempo in vantaggio i nerazzurri con Partipilo su punizione. Nella ripresa il raddoppio di Montinaro, tiro di destro. I campani hanno accorciato le distanze. Longo di sinistro ha mandato il pallone in rete.

Il Nardò sarà impegnato a Picerno. I neretini dopo il 5-0 all’Agropoli dovranno espugnare il “Curcio” per risalire in classifica. L’attaccante Patierno cercherà di realizzare il suo settimo gol stagionale. Probabile il debutto in porta di Mirarco ingaggiato dal Monopoli. Il San Severo sarà di scena ad Ercolano.

I granata vorranno subito rifarsi dopo il ko interno con la Nocerina. Il Manfredonia vuole ottenere il quinto risultato utile consecutivo a Ciampino. Non sarà facile perché i laziali possono contare tra gli altri su Fazio fratello del più noto difensore che gioca in serie A nella Roma. Però i sipontini hanno in rosa l’esperto difensore Pazienza che negli anni ottanta era in serie A con Fiorentina e Juventus. L’Apricena ospiterà il Gelbison. Il team della provincia di Foggia è determinato ad assicurarsi i tre punti per scollarsi dal solitario penultimo posto.
Condividi: