Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post

mercoledì, ottobre 18, 2017

Sposi nel Borgo antico, numeri da record per la terza edizione

BISCEGLIE - Numeri da record per Sposi nel Borgo antico, la kermesse interamente dedicata al giorno più bello. È tempo di bilanci per questa terza edizione che chiude i battenti col segno più. È stato preso letteralmente d’assalto il centro storico di Bisceglie nella tre giorni della manifestazione. Alto gradimento non solo da parte del pubblico ma anche degli stessi espositori, entusiasti di aver potuto mostrare i loro allestimenti, dislocati negli scorci più suggestivi del borgo antico di Bisceglie. Tre giorni in cui hanno dato indicazioni e consigli utili alle coppie in procinto di sposarsi. In migliaia infatti tra nubendi o semplici curiosi hanno affollato vicoli e palazzi storici per scoprire tutte le novità del 2018 per il matrimonio.

Una edizione tra tradizione e innovazione, tra riconferme e assolute novità. Un ottimo veicolo di promozione delle eccellenze della nostra Puglia nella quale l’affaire matrimonio è ancora una industria pulita. Tra la sapienza artigiana di alcuni stand di arredamento e design, passando per il valore aggiunto della sartorialità degli atelier da sposa e di stilisti emergenti, sino alle ultime tecnologie in fatto di sicurezza per le nostre case. E poi allestimenti floreali di forte impatto visivo, alcune chicche di piccoli catering in camioncini caratteristici e riattati ad hoc. In più una straordinaria attenzione alla natura e al riciclo da parte degli artigiani per i complementi d’arredo, per gli allestimenti per il matrimonio, oppure per gli accessori. E poi i consigli degli hairdresser e make up artist per il giorno del grande sì.

E ancora la creatività dei wedding planner, idee originali per rendere il giorno delle nozze non solo indimenticabile, ma unico. Un parterre espositivo esclusivo, scelto con attenzione dagli ideatori e promotori di Sposi nel Borgo antico Gianluigi dell’Orco di Bycycle Studio Adv & Mkt e Vito Di Ceglie con la sua Cosmopolitan Agency che hanno fuso le loro competenze per dare visibilità alle attività biscegliesi coinvolte ma anche a quelle delle città limitrofe. Non a caso, infatti, la manifestazione da tre anni a questa parte è organizzata in collaborazione con Confcommercio Bisceglie, Bisceglie Viva e Associazione Borgo antico Bisceglie e gode del patrocinio del Comune di Bisceglie.

La kermesse chiude la programmazione del cartellone estivo della città nell’ottica della destagionalizzazione, al fine di intercettare i flussi di visitatori anche in periodi che non siano specificatamente estivi. Il centro storico della cittadina del nord barese vive e pulsa durante Sposi nel Borgo antico. Sarebbe auspicabile, come molti degli espositori hanno dichiarato, un evento del genere una volta al mese per i benefici che porta, ma anche per far conoscere le bellezze storico-architettoniche che Bisceglie vanta, come ad esempio Palazzo Tupputi oppure il Castello Svevo, entrambi riportati al loro antico splendore da una illuminata politica di recupero e rivalutazione. 

Gli organizzatori, nonostante le difficoltà riscontrate per le stringenti norme sulla sicurezza che quest’anno hanno ridotto il perimetro del percorso espositivo, danno appuntamento alla prossima edizione. Di Ceglie e Dell’Orco, assieme alla direzione artistica di Debora Massari e Maurizio Rella, forti del successo riscosso anche quest’anno grazie alle migliaia di persone che hanno animato e visitato la cittadina anche in occasione del Fashion show, l’evento clou della manifestazione in Piazza Margherita di Savoia, sono già al lavoro per stupire tutti con l’edizione 2018.

Si ringrazia il Gruppo di Volontariato - Protezione Civile ed Osservatori Volontari dell’associazione Nazionale della Polizia Di Stato – Terlizzi e l'Istituto I.I.S.S. Sergio Cosmai (Bisceglie e Trani) oltre a tutti gli espositori e i partner di questa edizione: Travels Bisceglie e Costa Crociere, Nuovo Bonomi, Cartaria Leuci, Radio Selene, Noleggio auto esclusive Davide Dileo, Project style, Art Infissi di Frisari Mauro, Abitare Trani, Cosmai Immobiliare, La vera Materasseria, 3L Arredamenti f.lli Lampedecchia, Architecture Design Davide Scassillo, Silvestris infissi di stile, Re-Style, Artefaccio design, Foulard bamboo, EuPhidra, Hairdresser and makeup Artist con Lello Spina Parrucchieri di Bisceglie, Mirko De Palo di Mikart Ruvo di Puglia, Carmine de Lucia di Terlizzi, Giacomo de Gennaro di Shine di Molfetta e Sara Di Bari, Biancaneve civico Cento9 pasticceria gelateria-Trani, Dolci momenti Macchia, MiNinè cafè, Myria Vintage ice cream, GH Grupo Habana, 5quarte azienda agricola Andria, Dolmen caffè, Ciack Fotografia, La Caravella 1952, AT Studio foto e video, Papagni pellicceria, Quartetto Quattro Quarti, Zeta Cash, Solpur depuratori d’acqua, La rosa blu addobbi floreali e oggettistica, Azienda agricola Conte Spagnoletti Zeuli, Galleria dell’arte, Joëlle Sposa atelier, Opere Sposi Corato, De Feudis arredamenti, Lady Tiffany Ricevimenti, Puntostampa Typography, Lighting & Security, LegnoDamarE, Issima “Le spose”, Valente arredamenti, Antica Fioreria dal 1960, Vurchio fotografia, La casa di Vincent oggettistica liste nozze, Di Pinto, L’arte del fiore, L’altragricolutura, ScartOff, Bollicine, Acquaviva boutique, Le borse di Seba, Le creazioni di Arianna Laterza couture, Harem Sposa, Summo creazioni sartoriali, Fotodigital Bisceglie, Sinestesie Mediterranee Media Communication & Event Solutions.

www.sposinelborgoantico.it; https://www.facebook.com/sposinelborgoantico.it/
https://www.instagram.com/sposinelborgoantico/

martedì, ottobre 17, 2017

Serie C: Bisceglie-Rende 0-0, i pugliesi sbagliano un penalty

di FRANCESCO LOIACONO - Il Bisceglie ha pareggiato 0-0 in casa contro il Rende. Nel primo tempo i calabresi in contropiede. Un tiro di Vivacqua ha sfiorato il palo. Un sinistro di Franco è finito di un soffio a lato. I pugliesi propositivi. Un colpo col destro di Partipilo è stato ribattuto dal portiere Forte. Il Rende arrembante. Una conclusione al volo di Blaze ha lambito la traversa.

Nel secondo tempo il Bisceglie ha avuto un rigore concesso per un fallo di mano di Blaze. Ma Jovanovic lo ha sbagliato facendosi intercettare il pallone in angolo da Forte. Ci ha provato Partipilo in girata, però il numero uno dei calabresi ha respinto con le mani. Markic di testa, di nuovo insuperabile Forte. Il Rende velocissimo. Un diagonale di Vivacqua ha esaltato la prontezza di Crispino. Vivacqua in progressione in area di rigore, il difensore Jurkic ha salvato in angolo. I nerazzurri pugliesi hanno spinto sull’acceleratore. Un sinistro di Jurkic è stato sventato da Forte.

Solo un punto per il Bisceglie che è a metà classifica a quota 12. Nel prossimo turno sabato alle 16,30 giocherà a Cosenza. Un match difficile. La squadra di Zavettieri ha buone possibilità di fare bene in Calabria e soddisfare i tifosi. Jovanovic e Partipilo cercheranno di realizzare delle reti importanti per tornare al successo.

lunedì, ottobre 16, 2017

Vino: da domani corso assaggiatori ONAV a Trani

TRANI - Parte domani l’ottavo corso per Assaggiatori di vino, organizzato da ONAV, Sezione BAT. Le lezioni, settimanali, si terranno presso “KaffeiN – Italian Coffee House” a Trani.

Da quasi 70 anni ormai l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori di Vino organizza corsi aperti a chiunque sia curioso di conoscere l’interessante e vasto mondo enologico. L’intento è quello di insegnare ad apprezzarne la qualità ed i valori culturali, storici e sociali, rivolgendosi in particolare a chi desideri diventare un vero e proprio “arbiter vinorum”, ovvero colui che analizza e giudica il vino in modo competente ed imparziale.

“E’ un prodotto agricolo fondamentale, ma va comunicato, spiegato, raccontato in termini semplici. Il consumatore deve sapere cosa ha davanti, grazie ad informazioni tecniche ma comprensibili”. Questa, secondo il Presidente Nazionale ONAV Vito Intini, è la mission che l’organizzazione deve perseguire.

“Il vino è un grandissimo prodotto che, se gestito in maniera consapevole, con moderazione, senza eccessi e con gusto, porta salute”. Infatti presenta delle proprietà benefiche non riproducibili in farmacologia: per esempio contiene il resveratrolo, sostanza antiossidante per eccellenza, che ha effetto solo se combinata con l’alcool nel vino.

Per diventare "Assaggiatori di Vino" è necessario richiedere l'iscrizione all'ONAV nella classe degli Aspiranti Assaggiatori e frequentare un corso, articolato in 18 lezioni teorico-pratiche tenute da enologi, agronomi ed esperti nel settore.

Le lezioni approfondiranno l’analisi sensoriale, la conoscenza dei fattori climatici e geologici che influiscono sui vitigni e sui vini, la scoperta delle principali aree enologiche d’Italia e del mondo nonché la tecnica di assaggio dei vini, i concetti elementari di viticoltura, ed ancora la composizione strutturale dell’uva, i processi di vinificazione, il valore alimentare del prodotto-vino. Nell’ambito del corso saranno organizzate anche visite guidate nelle cantine del territorio.

Ad ogni iscritto al corso viene fornita una valigetta contenente 6 calici da degustazione ed il libro di testo. A discrezione di ogni docente, inoltre, è possibile ricevere anche il materiale didattico delle singole lezioni. Inoltre, come iscritti all’Associazione, si riceve con cadenza trimestrale una copia della rivista “L’Assaggiatore”, periodico di cultura e didattica del vino curato dall’ONAV.

Il corso è aperto ai maggiorenni e sono previste agevolazioni per i ragazzi fino a 23 anni di età.

Al termine del corso, dopo aver superato l'esame finale, si otterrà la“Patente di Assaggiatore”, riconosciuta dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e che permette l’iscrizione all’Albo Nazionale degli Assaggiatori, consultabile online sul sito www.onav.it.

L'appuntamento è per domani, 17 ottobre 2017, alle ore 20.30, presso “KaffeiN – Italian Coffee House” (Via Cavour, 77 - Trani).

domenica, ottobre 15, 2017

Sposi nel Borgo Antico, tripudio di applausi per il Fashion show


BISCEGLIE - La scelta dell’abito, si sa, è momento importante, soprattutto per un giorno speciale come quello del matrimonio, per tutti, in primis per gli sposi ma anche per gli invitati, dai più piccini agli adulti. Un tripudio ieri sera per il fashion show ideato e curato da Vito Di Ceglie con la sua Cosmopolitan Agency. Bellissimi e fieri i suoi modelli, hanno sfilato indossando abiti da sogno, cadenzando il loro incedere su musiche suggestive, scelte per l’occasione dallo stesso Di Ceglie. Reca la sua firma la magistrale regia che ha scandito la serata, oltre che l’organizzazione di Sposi del Borgo antico assieme alla Bycycle Studio Adv & Mkt di Gianluigi dell’Orco. Una manifestazione ogni anno in crescendo che gode del patrocinio della città di Bisceglie, organizzata in collaborazione con Confcommercio Bisceglie, Bisceglie Viva e Associazione Borgo antico Bisceglie.

Le sfilate, sicuramente l’evento clou e più atteso anche di questa terza edizione, hanno dato un ventaglio di possibilità di scelta al numerosissimo pubblico che affollava Piazza Margherita di Savoia, ammirati dall’imponente passerella e dal gioco di luci ai piedi del teatro Garibaldi. Tutto è iniziato con la moda bimbo di Bollicine (Bisceglie). I piccoli modelli vestiti a festa hanno conquistato il pubblico con la loro genuinità e dolcezza.

A ritmo serrato si è alternata la gran cerimonia donna di Acquaviva Boutique (Bisceglie) che ha fatto letteralmente sognare. Tra le splendide modelle e gli abiti ricercati ed eleganti è stato tutto un omaggio alla classe e alla raffinatezza della sartorialità, vanto del made in Italy nel mondo. La boutique Acquaviva ha così festeggiato al meglio la sua trentennale carriera nel fashion. Anche la presentatrice, una Maria Rita Minoia in grande spolvero, speaker di punta del media partner Radio Selene, indossava un abito Acquaviva, che ha aggiunto eleganza alla bravura nella conduzione.

Uno sguardo attento anche all’haute couture con le Creazioni di Arianna Laterza, giovanissima stilista emergente, che ha già avuto modo di calcare con i suoi abiti passerelle importanti come quelle parigine. La sua capsule, fatta di tessuti preziosi e impalpabili, era ispirata alle sfumature impareggiabili del fenomeno dell’aurora boreale. La Laterza, di Acquaviva delle Fonti, appena ventiduenne, ha già vinto un premio alle eccellenze di Puglia. Il suo sogno sarebbe aprire un atelier a Parigi.

Un ringraziamento poi è andato all’Istituto I.I.S.S. Sergio Cosmai di Bisceglie e Trani e al suo dirigente scolastico Donato Musci per aver collaborato anche quest’anno, grazie all’ausilio di 60 studenti, distintisi per professionalità e impegno, all’organizzazione di Sposi nel Borgo antico. Ad incassare gli applausi due professoresse in rappresentanza dell’istituto: Giuseppina Amoruso e Eliana De Nichilo.

Uno sguardo anche alla creatività nello spazio riservato sul palco ad una “sposa non convenzionale”, interpretata dalla modella Roberta De Feudis, il cui abito, realizzato da scarti di lavorazione e ritagli di tulle e stoffe, è stato ideato dalla designer Michela Rociola di ScartOff di Barletta e impreziosito dai fiori del fiorista Sabino Piazzolla de L’arte del fiore di Barletta. Un esempio di come il riuso di materiali rielaborati con l’ingegno sia oltre che una pratica ecologica anche espressione di creatività pura. Creatività non smentita dalla sfilata dello stilista Sebastiano Gramegna e le sue Borse di Seba (Bisceglie). Accessori di pregio per la manifattura completamente hand made, impreziosite da ricami e jais, anch’essi tutti realizzati e applicati a mano. Quando l’idea, la scelta dei materiali giusti e una macchina da cucire fanno la differenza.

Non solo abiti e accessori nella serata dedicata alla moda però, ma anche i consigli giusti per l’acconciatura e il colore della sposa più bella. Perché si sa, “trucco e parrucco” sono importanti per il giorno del sì! Le tendenze sono quelle del capello naturale, con sfumature color miele, “raccolto morbido”, in treccine, magari, dall’aspetto finto spettinato. È preferibile avere i capelli lunghi per il giorno del matrimonio perché i coiffeur abbiano la possibilità di elaborare acconciature più articolate. Per il trucco se prima si privilegiava un make up leggero per il matrimonio, ora si osa di più anche in rispetto alla personalità della sposa. Lo ha spiegato al pubblico una squadra d’eccellenza pugliese: gli hairdressers Mirko De Palo di Mirkart di Ruvo, Lello Spina Parrucchieri di Bisceglie, Carmine de Lucia di Terlizzi, Giacomo de Gennaro di Shine di Molfetta e la make-up artist Sara Di Bari di Bisceglie.

Il gran finale è stato scoppiettante. I tanto attesi abiti da sposa e da cerimonia per lo sposo di Harem Sposa Bisceglie e Summo cerimonia uomo Ruvo hanno emozionato e fatto sognare i nubendi. Dagli abiti più semplici a quelli più ricercati e ricchi un’alternanza di meraviglie si è dipanata dinanzi agli occhi del pubblico estasiato. Scroscianti applausi a chiusura dell’intero defilè.
 
Un pubblico proveniente da tutta la Puglia ha affollato non solo le sfilate ma anche i vicoli del centro storico, incuriosito dalle esposizioni e dagli allestimenti a tema “wedding”. Gli stessi che potranno essere visitati anche stasera, l’ultima di questa edizione di Sposi nel Borgo antico, allietati anche dagli spettacoli di musica dal vivo della Shaker agency, l’agenzia di Debora Massari e Maurizio Rella, a cui è affidata l’intera direzione artistica di Sposi nel Borgo antico.

Si ringrazia: Gruppo di Volontariato - Protezione Civile ed Osservatori Volontari dell’associazione Nazionale della Polizia Di Stato – Terlizzi

Programma domenica 15 ottobre: dalle 19,00 alle 24,00 Spettacoli itineranti, musica live, esposizioni, cooking show.

Percorso completo su:

www.sposinelborgoantico.it; https://www.facebook.com/sposinelborgoantico.it/
Segui tutte le iniziative anche su https://www.instagram.com/sposinelborgoantico/

Puglia, Unimpresa Bat: "terra preferita per matrimoni stranieri. Ma ci sappiamo fare?"

ANDRIA - La Puglia piace ed ora, ma in verità non da ora, piace anche per festeggiare matrimoni di lusso con protagonisti stranieri. In verità questa non è una notizia stravolgente visto che ne abbiamo parlato diffusamente anche in precedenti circostanze. Ne abbiamo parlato diffusamente soprattutto quando, ad esempio, le porte del celebre Castello Svevo di Trani di sono aperte, anzi spalancate, per inaugurare quella che avrebbe dovuto essere, secondo i responsabili della sua gestione, la sperimentazione di utilizzi diversi e diversificati di quella straordinaria struttura. Così in una nota il Presidente Unimpresa Bat Savino Montaruli.

In realtà - prosegue - noi non ci abbiamo mai creduto a questo cambio di mentalità così repentino. Forse quelle dichiarazioni di circostanza dovevano solamente servire a spegnere le polemiche sorte di fronte a quello “strano ed insolito” utilizzo del maniero trasformato, di fatto, in una mangiatoia.

Prendendo per buone quelle intenzioni “rivoluzionarie” - spiega Montaruli - ci mettemmo in paziente attesa, proponendo altresì la stesura e la pubblicazione di una sorta di prezzario e un codice regolamentare che fosse valido per tutti, anche per coloro che solitamente non hanno santi in paradiso. Persino il comune di Trani presentò la sua proposta affermando di voler utilizzare quel luogo per la celebrazione di matrimoni civili.

E’ trascorso un anno ed oltre da allora ed oggi, di fronte alla notizia che la Puglia è la meta prediletta in assoluto, a livello mondiale, per la celebrazione di matrimoni da parte di stranieri, ci viene da chiederci: ma di quale Puglia si parla? Esattamente così come quando si parla di Turismo e di attrattiva della Puglia non ci si riferisce certo a caratteristiche di questo territorio molto più noto per essere primo in tutte le negatività che sarebbe lunghissimo elencare, anche per i matrimoni celebri, per potere economico ma non certo per pregio, appannaggio di giovani rampolli miliardari in cerca del loro nido d’amore in terra straniera, la Puglia di cui si parla è un’altra.

Se è vero, come risulterebbe dai dati in possesso di Jfc sul wedding tourism 2017, presentati nientepopodimeno che da Confindustria Bari – Bat, che la Puglia è la prima regione d’Italia per incremento della domanda da parte degli sposi stranieri allora è pur vero che questa parte della Puglia, questo territorio di prossimità, non riesce a farsi trovare “preparata” a coglierne l’occasione.

Questa impreparazione, per una sposa che vorrebbe apprestarsi a ricevere tra le sue braccia lo sposo straniero non è gratificante anche perché, in realtà, tutta questa attrattiva non sarebbe poi così reale se si pensa che rispetto ad altre regioni come la Toscana i dati registrati non sono poi così entusiasmanti. Se poi si aggiunge la recentissima indagine che ha dimostrato scientificamente l’insoddisfazione dei turisti rispetto ad accoglienza ed ospitalità, allora le considerazioni dovrebbero andare ben oltre le apparenze.

Pare che sposarsi all’interno di Castel del Monte sarebbe il sogno di moltissimi stranieri ma sposarsi nella fortezza di Federico II non è possibile e non sarà mai possibile e forse è meglio così, non solo per motivi oggettivi ma anche perché, conoscendo certi meccanismi noti, non oso neppure immaginare le speculazioni che ruoterebbero attorno ad una scelta di questo tipo.

Di sicuro, però, non si può escludere aprioristicamente qualche fuoruscita estemporanea con il matrimonio dell’anno fatto celebrare nelle stanze più intime dell’Imperatore, accontentando le velleità di qualche arricchito dell’ultim’ora o peggio di qualche familiare di personaggi ben immischiati nel giro che conta e che con le loro “chiavi” riescono anche a far aprire i portoni dei castelli ma solo per i propri intimi.

Questo non accadrà, almeno a Castel del Monte non accadrà. La sfacciataggine e la spudoratezza, almeno a Castel del Monte, non arriverà a tanto.

In quanto al Castello di Trani aspettiamo di conosce la lista delle prenotazioni ma visto l’andazzo e l’assoluta incongruenza di quelle prospettive temiamo proprio che quella lista resterà sempre bianca, come l’abito da sposa dell’unica fortunata della storia del Castello Svevo di Trani costato sicuramente di più, molto di più dei duemila euro concordati per un matrimonio regale, conclude Montaruli.

sabato, ottobre 14, 2017

'Sposi nel Borgo antico': al via a Bisceglie la III edizione

BISCEGLIE - Al via la terza edizione di Sposi nel Borgo antico a Bisceglie, la manifestazione interamente dedicata al matrimonio, ideata e promossa da Bycycle Studio Adv & Mkt di Gianluigi Dell’Orco e da Cosmopolitan Agency di Vito Di Ceglie, con la direzione artistica di Debora Massari e Maurizio Rella, in collaborazione con Confcommercio Bisceglie, Bisceglie Viva e Associazione Borgo antico Bisceglie. Ieri sera il taglio del nastro in via Ottavio Tupputi all’ombra di uno dei simboli del centro storico, il Castello Svevo. L’apertura si è svolta in concomitanza dell’inizio del new deal del Nuovo Bonomi, hotel, roof garden, restaurant, lounge bar, un’altra eccellenza del territorio, partner dell’iniziativa. Agli organizzatori è andato l’augurio del primo cittadino della città di Bisceglie, che patrocina la kermesse dedicata ai nubendi, presente al taglio del nastro.

“È una delle più belle manifestazioni che ci permette di promuovere il nostro territorio, la nostra cittadina, soprattutto il nostro centro storico - afferma il sindaco Vittorio Fata - siamo alla terza edizione e ogni anno è in crescendo con nuove iniziative, nuove idee e molta attenzione da parte del pubblico, non solo biscegliese. In tanti infatti – ha dichiarato il sindaco - vengono a visitare il nostro centro storico, noi siamo contenti di far vedere la nostra Bisceglie che sa accogliere, bella, pulita, e siamo contenti anche per gli operatori del commercio del nostro territorio, che hanno la possibilità di farsi conoscere anche dai cittadini delle città viciniori. Siamo orgogliosi, mi complimento per l’organizzazione e spero che si possa ripetere ogni anno”. All’inaugurazione anche Katia Todisco in rappresentanza della Confcommercio Bisceglie. Per la terza edizione abbiamo deciso di patrocinare questa iniziativa – sottolinea la segretaria e consulente aziendale di Confcommercio – perché essa mira alla promozione del territorio e a far conoscere le nostre imprese locali per valorizzare il made in Italy e la sartoria artigianale in occasione del matrimonio. Il nostro in bocca al lupo va agli organizzatori dell’evento e ci auguriamo che siano soddisfatte le esigenze sia di chi è ospite, sia delle imprese che hanno deciso di partecipare.

I promotori di Sposi nel Borgo antico, Vito Di Ceglie e Gianluigi Dell’Orco, hanno dichiarato che non è stato semplice organizzare questa terza edizione alla luce delle stringenti normative sulla sicurezza, cui hanno dovuto ottemperare, ma che sono fiduciosi per il gradimento del pubblico e hanno dato appuntamento a stasera per il fashion show (a partire dalle ore 20,00) con la regia di Vito Di Ceglie, in collaborazione con la Shakeragency per gli intermezzi di musica e spettacolo. Durante le passerelle dedicate non solo ai desiderata della sposa, ma anche agli abiti da cerimonia per lo sposo e per i bimbi, e agli accessori, sfilerà con le sue creazioni di haute couture anche una stilista emergente, giovane ma molto apprezzata, Arianna Laterza.
 
A presentare le sfilate dedicate agli atelier e alle boutique di alta moda sarà la nota speaker di Radio Selene, Maria Rita Minoia.

Fino a domenica sera il centro storico sarà una rappresentazione di tutto il mondo del wedding, dagli abiti agli allestimenti, dal “trucco e parrucco” ai viaggi di nozze, dalle mise en place alle sale ricevimenti, dalla ristorazione di qualità alla musica e agli spettacoli, dalle auto esclusive per cerimonia alle bomboniere, dalla fotografia ai confetti, dai consigli delle wedding planner alle decorazioni floreali, dall’arredamento alle ultime novità in fatto di sicurezza per le proprie case. Un grande palcoscenico all’aperto con esposizioni, allestimenti, arte, spettacoli itineranti, musica dal vivo, sfilate di moda e cooking show. Non la solita fiera, ma un unicum in tutta Italia, un percorso avvincente e pieno di sorprese tra il Monastero di Santa Croce, il Sepolcreto, Palazzo Tupputi, via Cardinale Dell’Olio, via Ottavio Tupputi, Piazza Duomo e il Castello Svevo.

Imperdibili i music show a cura della Shaker band live con la direzione artistica di Debora Massari e Maurizio Rella.

Il programma di stasera. In passerella ore 20,00 Bollicine (moda bimbo Bisceglie) / ore 20,30 Acquaviva Boutique (Gran cerimonia donna Bisceglie) / ore 20,45 tje Violin by Shakeragency/ ore 21,00 Le Creazioni di Arianna Laterza couture (stilista emergente pluripremiata) - Acquaviva delle fonti / ore 21,15 tje Violin by Shakeragency/ ore 21,30 Le Borse di Seba stilista (Bisceglie) / ore 21,45 Fashion air show/ ore 22,00 Gran Finale con Harem Sposa (Bisceglie) e Summo cerimonia uomo (Ruvo). Saluti finali. Sabato 14 e domenica 15 ottobre: dalle 19,00 alle 24,00 Spettacoli itineranti, musica live, esposizioni, cooking show.

Si ringrazia: Gruppo di Volontariato - Protezione Civile ed Osservatori Volontari dell’associazione Nazionale della Polizia Di Stato – Terlizzi

Programma e percorso completo su:

www.sposinelborgoantico.it; https://www.facebook.com/sposinelborgoantico.it/
Segui tutte le iniziative anche su https://www.instagram.com/sposinelborgoantico/

Info Point pugliesi: "Le Pro Loco garanzia di professionalità. Alcune amministrazioni ancora sorde"

BARI - A Barletta e in diverse città pugliesi l‘Unpli Puglia, comitato regionale delle Pro Loco, con le sue rappresentanze, gestisce gli Info Point, sportelli deputati all’accoglienza e all’informazione turistica.

Sono stati attivati tutti gli Info Point finanziati dalla Regione e intanto molteplici Pro Loco affiliate Unpli si sono mobilitate con iniziative, appuntamenti culturali e tour alla scoperta dei diversi territori di Puglia. Il Comune di Barletta (Assessorato al Marketing Territoriale) e l’Unpli Puglia, ad esempio, si sono messi in moto al fine di promuovere appuntamenti tematici alla scoperta della città del Talos.

Lo scopo dell’iniziativa è di far riscoprire attraverso itinerari guidati le bellezze del centro storico della città di Ruvo di Puglia, inserito recentemente nel percorso della via Francigena del Sud. Oltre alle visite guidate alla scoperta dell’arte e della storia ruvese, il programma prevede anche eventi collaterali quali degustazioni e laboratori ad hoc che diventino momenti di partecipazione attiva e di incontro delle arti ricche di fascino.

Interviene, a proposito dell’attivazione degli Info Point gestiti dall’Unpli Puglia, il presidente delle Pro Loco pugliesi Rocco Lauciello: «Le Pro Loco sono garanzia di professionalità, impegno e passione. I nostri volontari preparati, poliglotti, appassionati assicurano l’apertura seria e costante degli sportelli la cui gestione è affidata all’Unpli Puglia». Il presidente Lauciello aggiunge: «Molte amministrazioni hanno mostrato una visione chiara e proficua, ma molte altre restano sorde e non sembrano avere prospettive ampie. Le Pro Loco sono esempio di serietà e dedizione. Tutto ciò con finanziamenti irrisori a discapito di chi ancora ci addita, senza cognizione di causa, di essere contenitori di fondi a pioggia, di essere associazioni sprecone. Questo, per esempio, i comuni interessati lo hanno ben compreso e hanno dato seguito a una cooperazione fattiva e mirata».

venerdì, ottobre 13, 2017

E' pugliese il primo ingegnere bionico al mondo

(ANSA)
PISA - Ha origini pugliesi il primo "ingegnere bionico" al mondo, perché non esistono altri corsi di laurea di questo tipo. Francesco Lanotte, 34 anni, si è laureato a Pisa alla Scuola di Ingegneria dell'Università. Il giovane laureato barlettano ha discusso la tesi sullo sviluppo di un nuovo algoritmo di controllo per un esoscheletro robotizzato per il supporto lombare, ottenendo la laurea magistrale in Bionics Engineering con 110 e lode.

Ad assistere alla proclamazione il rettore dell'ateneo pisano, Paolo Mancarella, e quello della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Pierdomenico Perata.

La tesi del 34enne ha trattato lo sviluppo di un esoscheletro per assistere i lavoratori quando sollevano pesi, in particolare prendendo spunto dalla sesta indagine europea sulle condizioni di lavoro, evidenziando la necessità di tecnologie che migliorino le condizioni ergonomiche sul posto di lavoro e riducano quindi il rischio di danni all'apparato muscolo-scheletrico.

mercoledì, ottobre 11, 2017

Serie C: il Bisceglie dopo aver pareggiato ad Agrigento affronterà al Ventura il Rende

di FRANCESCO LOIACONO - Il Bisceglie ha pareggiato 2-2 fuori casa contro l’Akragas. Nel primo tempo i pugliesi arrembanti. Un tiro di Boljat è stato neutralizzato dal portiere Vono. I siciliani arrembanti. Un colpo di testa di Parigi ha sfiorato il palo. L’Akragas è passato in vantaggio con Salvemini, rapidissimo di destro a sorprendere il portiere Crispino. Il Bisceglie ha pareggiato per merito del brasiliano Dentello Azzi di sinistro. Ma la squadra di Di Napoli è andata di nuovo in gol. Parigi con un tocco rasoterra ha battuto Crispino.

Nel secondo tempo il Bisceglie in contropiede. Toskic al volo, palla di poco alta. Partipilo col destro, Vono si è opposto bene con le mani. Gabrielloni di testa ma il numero uno dei siciliani ha detto di no. I nerazzurri pugliesi hanno pareggiato con Jovanovic su rigore concesso per un fallo di mano di Vicente. L’attaccante ci ha riprovato, stavolta Vono ha ribattuto.

Un buon risultato per il Bisceglie. E’ ottavo a 11 punti. Nel prossimo turno sabato alle 16,30 i pugliesi affronteranno in casa il Rende. Una gara ostica. I calabresi dopo il 2-1 interno sul Catanzaro nel derby vogliono ripetersi. Ma la squadra di Zavettieri può imporsi e salire in classifica.

martedì, ottobre 10, 2017

Puglia: prezzi delle case su dello 0,2% nel terzo trimestre 2017

MILANO - Il valore delle abitazioni esistenti in Puglia è in lieve rialzo dopo i mesi estivi, con un incremento dello 0,2% che fissa il prezzo medio regionale a 1.253 euro/m². Rispetto allo stesso periodo dell’anno il mattone pugliese accusa comunque una correzione negativa del 3,6%, secondo i dati del marketplace immobiliare idealista.

Il mercato pugliese ha invertito la tendenza nel terzo trimestre a dispetto dell’andamento nazionale che registra invece un calo dell’1,7%.

Province 

Le province oscillano tra due opposte tendenze: Barletta-Andria-Trani (-2,5%), Foggia (-2%) e Taranto (-1%) calano; rivalutazioni a Lecce (1,8%), Bari (1,3%) e Brindisi (0,3%).

I metri quadri più cari si trovano in provincia di Bari (1.595 euro/m²), seguita da Barletta-Andria-Trani (1.428 euro/m²). La più economica è Taranto con 997 euro/ m², l’unica macro area sotto la media dei mille euro al metro quadro.

Capoluoghi

Nei principali centri si assiste a una progressiva stabilizzazione dei prezzi.

A eccezione di Trani (-8,1%), che registra un forte calo, seguono le diminuzioni decisamente meno drastiche di Foggia (-1,5%), Brindisi (-0,7%) e Taranto (-0,6%).  All’opposto c’è il ritorno in terreno positivo di Bari (1%) e l’andamento piatto di Lecce e Barletta entrambe 0,1% nell’ultimo trimestre.

Tra i grandi mercati pugliesi Bari domina la graduatoria dei metri quadri più cari con i suoi 1.783 euro al metro quadro, seguita da Trani 1.557 euro/m² e Barletta 1.445 euro/m² e Andria 1.442 euro/m². La più economica è Taranto con 960 euro/m².

Sul tetto dei valori regionali troviamo Otranto (2.064 euro/m²), l’unico tra i comuni pugliesi rilevati a superare una valutazione di 2mila euro al metro quadro.

Il centro ha visto i prezzi lievitare di oltre il 10% nel periodo di analisi, un incremento a due cifre dovuto all’appeal turistico della località salentina.

Il trend nazionale del terzo trimestre 

I prezzi delle case, in Italia, segnano un decremento dell’1,7% dopo i mesi estivi. Secondo i dati del marketplace immobiliare idealista, si tratta della peggiore performance registrata quest’anno, in virtù della quale il valore degli immobili scende fino a una media di 1.818 euro al metro quadro. Il trend negativo dei valori immobiliari investe quasi tutte le regioni italiane a eccezzione di Sardegna (-0,6%), Liguria (-0,4%) e Puglia (-0,2%).

Bisceglie: al via la III edizione di Sposi nel Borgo antico 'The mirror'

BISCEGLIE - Bisceglie si veste di bianco. La città sarà la protagonista di Sposi nel borgo antico, la kermesse completamente dedicata al mondo del wedding, giunta alla sua terza edizione. Per quattro giorni, dal 12 al 15 ottobre, sarà profumo di fiori d’arancio ovunque nel suo bellissimo centro storico.

Ideata e promossa da Bycycle Studio Adv & Mkt di Gianluigi Dell’Orco e da Cosmopolitan Agency di Vito Di Ceglie, con la direzione artistica di Debora Massari e Maurizio Rella, in collaborazione con Confcommercio Bisceglie, Bisceglie Viva e Associazione Borgo antico Bisceglie, la manifestazione gode del patrocinio della città di Bisceglie e rientra nel cartellone degli eventi dell’amministrazione comunale e chiude in bellezza la programmazione estiva.

Gli organizzatori sono pronti a bissare e superare i numeri della seconda edizione: 45.300 presenze, 75 ore di musica dal vivo e spettacoli itineranti, 10 sfilate di moda, 55 espositori, 2500 metri quadri di spazi espositivi.

Sposi nel borgo antico è uno spettacolo nello spettacolo. Primo e unico unconventional event sul matrimonio, che trasforma il centro storico di Bisceglie in un grande palcoscenico all’aperto con esposizioni, allestimenti, arte, spettacoli itineranti, musica dal vivo, esclusive sfilate di moda, cooking show ed esibizioni di alto profilo. Palazzi storici, museo, castello, portoni e spazi coperti si trasformano, accogliendo i visitatori in un vivace vernissage dall’atmosfera unica. Non la solita fiera, ma un unicum in tutta Italia. La scelta dei luoghi, di gran lunga lontana dai cliché delle comuni fiere per sposi in grandi spazi fieristici o saloni, continua a rivelarsi assolutamente vincente perchè focalizza l’attenzione del pubblico proprio sul borgo antico, così carico di bellezze storico-architettoniche e fabbriche di pregio, scrigno della nostra storia, della nostra identità culturale, cuore pulsante della comunità.

Il centro storico di Bisceglie dal 12 al 15 ottobre sarà interamente dedicato al “giorno più bello”. Un percorso avvincente e pieno di sorprese tra il Monastero di Santa Croce, il Sepolcreto, Palazzo Tupputi, via Cardinale Dell’Olio, via Tupputi, Piazza Duomo, Museo diocesano e il Castello Svevo.

La giornata di giovedì 12 ottobre sarà dedicata esclusivamente agli organi di stampa e ai blogger che documenteranno le attività del mondo del wedding partecipanti e le loro esposizioni nel borgo antico. 

L’inaugurazione e l’apertura al pubblico venerdì 13 a partire dalle 19,00 con il taglio del nastro su via Tupputi presso Palazzo Bonomi in concomitanza con la nuova era del Nuovo Bonomi, per brindare assieme e “varare” la terza edizione, alla presenza del sindaco della città di Bisceglie, Vittorio Fata, e delle maggiori cariche cittadine.

Bisceglie ama il grande sì a giudicare dai numeri. Qualche dato. Nel 2016 sono stati celebrati 156 matrimoni religiosi, 59 civili, 30 matrimoni in casali, ville, e due unioni civili. Nell’anno ancora in corso 99 matrimoni religiosi, 40 civili, 20 in luoghi che esulano da chiese e comune (dimore storiche, ecc…).  Una città che può concorrere con altre città della Puglia per essere eletta a luogo per il matrimonio anche da nubendi di altre nazionalità. E se l’appeal più forte per le coppie straniere che vengono a sposarsi in Puglia (la nostra regione è seconda nella classifica del gradimento dopo la Sicilia) è dato dalla storia e dalle bellezze culturali della nostra regione, Bisceglie può diventare paradigma di questi requisiti, tra il fascino dei palazzi antichi, delle bellezze architettoniche e la magia del suo centro storico, cerniera tra la città e l’altra sua grande risorsa: il mare.

   La kermesse, che sarà presentata da Maria Rita Minoia, nota speaker di Radio Selene, è una rappresentazione di tutto il mondo del wedding, dagli abiti agli allestimenti, dal “trucco e parrucco” ai viaggi di nozze, dalle mise en place alle location, dalla ristorazione di qualità agli spettacoli, dalle auto esclusive per cerimonia alle bomboniere e ai confetti. Imperdibili i music show a cura della Shaker band live. Davvero una fiaba in cui tutti vorrebbero essere proiettati e che ognuno può declinare a modo proprio. Spunti, idee, rappresentazioni tangibili di quello che si può realizzare per il grande giorno. Riconfermata la sinergia con l'Istituto I.I.S.S. Sergio Cosmai (Bisceglie e Trani) e alcuni main sponsor come Travels Bisceglie e Costa Crociere, Nuovo Bonomi, hotel, Roof garden, restaurant, lounge bar, Cartaria Leuci, Radio Selene. Tra i partner Noleggio auto esclusive Davide Dileo, Project style, Art Infissi di Frisari Mauro, Abitare Trani, Cosmai Immobiliare, La vera Materasseria, 3L Arredamenti f.lli Lampedecchia, Architecture Design Davide Scassillo, Silvestris infissi di stile, Re-Style, Artefaccio design, Foulard bamboo, EuPhidra, Hairdressers and makeup Artists con V-Mirko de Palo, Sara Di Bari, Giacomo de Gennaro, Carmine de Lucia, Lello Spina, AngeLa QuaTela Acconciatori, Mirkart e Lello Spina Parrucchieri, Biancaneve civico Cento9 pasticceria gelateria-Trani, Dolci momenti Macchia, MiNinè cafè, Myria Vintage ice cream, GH Grupo Habana, 5quarte azienda agricola Andria, Dolmen caffè, Ciack Fotografia, La Caravella 1952, AT Studio foto e video, Papagni pellicceria, Quartetto Quattro Quarti, Zeta Cash, Solpur depuratori d’acqua, La rosa blu addobbi floreali e oggettistica, Bollicine, Azienda agricola Conte Spagnoletti Zeuli, Galleria dell’arte, Joëlle Sposa atelier, Opere Sposi Corato, De Feudis, Lady Tiffany Ricevimenti, Puntostampa Typography, Lighting & Security, Le borse di Seba, …Issima “Le spose”, Valente arredamenti, Antica Fioreria dal 1960, Vurchio fotografia, La casa di Vincent oggestistica liste nozze, Harem Sposa, Acquaviva boutique, Di Pinto, L’arte del fiore, L’altragricolutura, ScartOff, Summo creazioni sartoriali. 

Il tema di questa edizione è ispirato allo specchio, “the mirror”, ma non come strumento di vanità. Nell’idea degli organizzatori lo specchio rappresenta la capacità dei futuri sposi di vedersi riflessi non più come singoli individui, ma come dualità. Avere la capacità di guardarsi allo specchio e di non vedere più solo la propria immagine riflessa, ma sempre anche l’altro, compagno di vita, legato a sé, sin dal giorno più bello, in un legame indissolubile.

Un’attenzione particolare poi alle passerelle, vero fiore all’occhiello di tutta la kermesse, con la magistrale regia di Vito Di Ceglie. Sfilate dedicate agli atelier e alle boutique di alta moda animeranno nei giorni di sabato 14 e domenica 15 ottobre Piazza Margherita di Savoia. Una rappresentazione visiva per quella che costituisce la croce e delizia dei nubendi: gli abiti per il grande giorno. Sia per lo sposo che per la sposa, senza dimenticare gli accessori e gli abiti da cerimonia per gli invitati.

E sarà soprattutto nelle sfilate dedicate alla futura sposa (sabato 14 e domenica 15) un profluvio di tessuti preziosi, organze, ricami, pizzi valencienne, cristalli Swarovski, accessori e dettagli di gran classe per esaltare la figura di una donna femminile oppure austera, raffinata oppure fastosa, amante del lusso e del bello. L’apoteosi del made in Italy, insomma.

Si ringrazia: Gruppo di Volontariato - Protezione Civile ed Osservatori Volontari dell’associazione Nazionale della Polizia Di Stato – Terlizzi

12 ottobre riservato alla stampa: dalle ore 19,00 alle 23,00.
13 ottobre: dalle 19,00 alle 23,00, inaugurazione ore 19,00 via O. Tupputi c/o Nuovo Bonomi.
14 e 15 ottobre 2017: dalle 19,00 alle 24,00.

Programma e percorso completo su:
www.sposinelborgoantico.it; https://www.facebook.com/sposinelborgoantico.it/
Seguici anche su https://www.instagram.com/sposinelborgoantico/

lunedì, ottobre 09, 2017

La Puglia e la donna, Pro Loco e Castello presentano 'Ricomincio da 16'


BISCEGLIE - La Terra di Puglia e le mille vicissitudini delle donne, solari e introverse, vulcaniche e dimesse, raccontate in “Ricomincio da 16”, il primo libro della giovane autrice coratina Doriana Iodice.

L’associazione Pro Loco di Bisceglie ha organizzato la presentazione del lavoro letterario in collaborazione con il Castello di Bisceglie e Cea ZonaEffe per rimarcare l’importanza del ruolo della donna nella società, nella famiglia, nel lavoro, nella promozione del proprio territorio con la sua sensibilità, il suo ingegno e la sua caparbietà. E in tutto ciò, nelle vicende narrate, molte autobiografiche, la Puglia gioca un ruolo emotivo fondamentale.

Mercoledì 11 ottobre, alle 18:30, nell’aula multimediale del Castello di Bisceglie si terrà l’incontro con l’autrice moderato dalla socia Pro Loco e speaker radiofonica Maristella Lupone.

Il mondo dorato in cui Martina viveva era perfetto, non mancava nulla per rendere felice la vita d’una sedicenne. Una bella famiglia, un’amicizia straordinaria, la scuola che amava e… Andrea.
Improvvisamente la tragedia. Un aneurisma celebrale, che la porterà molto vicina alla morte, e dal quale uscirà solo lottando con tutte le sue forze, in un cammino lungo e irto di ostacoli. Dopo di questo metterà in discussione tutto: scuola, lavoro, affetti. Infine un incontro inaspettato spariglierà ancora le carte ridandole l’entusiasmo e la gioia di vivere.

Doriana Iodice nasce a Corato (Ba) nel 1984. Terminati gli studi si trasferisce in Emilia Romagna per motivi di lavoro rimanendovi sei anni. Poi, a causa d’una grave vicenda personale, deciderà di cambiare completamente il suo percorso di studi indirizzandosi all’area medico-sanitaria e farà infine ritorno nella sua Puglia.

L’ingresso è gratuito.

www.prolocobisceglie.it
info@prolocobisceglie.it
Infoline: 3404948467 

domenica, ottobre 08, 2017

Fs: linea Barletta-Spinazzola, esercitazione di Protezione civile

BARLETTA - Un treno regionale fermo in linea a seguito di una scossa di magnitudo 6,5 con epicentro a Stornara (BAT), viaggiatori evacuati e trasferiti in area di sicurezza, operazioni di soccorso al treno. Lo rende noto Fsi.

E’ stato questo - prosegue la nota - lo scenario parziale dell’esercitazione di Protezione civile che si è svolta sabato 7 ottobre, lungo la linea Barletta – Spinazzola, organizzata dalla Regione Puglia (sezione Protezione Civile) d’intesa con la Prefettura di Barletta e in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile.

Coinvolte le squadre di primo intervento del Gruppo FS Italiane, la Questura di Barletta, la Polizia Ferroviaria, i Carabinieri, i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale, Soccorso Sanitario ASL 118, il sistema della Protezione Civile e le associazioni di volontariato.

L’esercitazione è stata preceduta da una sessione informativa sui rischi specifici ferroviari tenuta dal personale del Gruppo FS e rivolta principalmente ai volontari di Protezione Civile partecipanti all’attività addestrativa.

Particolare attenzione è stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti che hanno preceduto i soccorsi.

L’esercitazione rientra tra le iniziative programmate periodicamente per monitorare l’efficacia del flusso comunicativo e della catena del coordinamento, nonché la prontezza dell’intervento delle strutture del territorio. Il tutto per migliorare gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente e per promuovere la conoscenza dell’area ferroviaria da parte degli enti esterni.

Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni.

venerdì, ottobre 06, 2017

Index Research: "In Puglia si vive bene per il 36,5% dei cittadini"

BARI - Index Research, l'istituto di ricerca di mercato diretto da Natascia Turato, attraverso una partnership con l'agenzia ArtsMedia guidata da Giuseppe Inchingolo, sbarca in Puglia per monitorare periodicamente la realtà pugliese, la percezione dei cittadini rispetto all'attività degli amministratori locali e rispetto alle azioni e agli obiettivi realizzati sul territorio. L'agenzia ArtsMedia sarà il rappresentante dell'istituto sul territorio.

Con l'occasione, durante una conferenza stampa che si è tenuta venerdì 6 ottobre presso l'Hotel Excelsior di Bari, il direttore di Index Research Natascia Turato ha illustrato i dati degli ultimi monitoraggi sull'apprezzamento dei sindaci dei comuni capoluogo, sulla qualità della vita nelle principali città pugliesi rispetto al resto delle città italiane e a quelle del sud e i temi indicati come prioritari dai cittadini, sui quali è necessario un intervento delle istituzioni.

Qualità della vita
Nelle città pugliesi si vive bene o molto bene per il 36,5% dei cittadini: lo rivela il sondaggio realizzato da Index Research sulla qualità della vita nei comuni capoluogo. Una percentuale più alta di oltre quattro punti rispetto a quella rilevata nel Sud. Il 35,3% considera la qualità della vita sufficiente, mentre il 26,3% non si sente soddisfatto delle condizioni della propria regione e dei servizi.

Il Governatore - Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia è il terzo migliore Governatore, secondo il monitoraggio semestrale di Index Research.
Scivola di due posizioni rispetto al 2016, quando guidava la classifica, conquistando il 56,1% dei consensi, l'1,3%.


La classifica dei sindaci - E' Antonio Decaro il sindaco più apprezzato della Regione Puglia secondo il monitoraggio semestrale di Index Research.
Il primo cittadino di Bari si colloca al 12esimo posto nella classifica nazionale ed è apprezzato dal 59,6% dei suoi cittadini, con una leggera flessione rispetto al 2016 (-0,2%).
In seconda posizione Amedeo Bottaro, sindaco di Trani con il 54,9% del gradimento, in 41esima posizione a livello nazionale.
Nicola Giorgino sindaco di Andria si colloca al 45esimo posto (54,6%), poco distante da Pasquale Cascella, alla guida di Barletta (53,9%).
Sotto la soglia del 50% si colloca invece Franco Landella: il primo cittadino di Foggia è in fondo alla classifica all'85esimo posto con il 46,2% del gradimento.

I temi prioritari - Ambiente e tutela del territorio è cima alle priorità dei pugliesi secondo il sondaggio dell'istituto guidato da Natascia Turato. Il 42,9% degli intervistati lo ha indicato come il problema più importante da affrontare: una percentuale più alta rispetto a quella nazionale (34%).
Sul secondo gradino la viabilità e la manutenzione delle strade, prioritario per il 37,3%.
Segue il tema delle politiche sociali, indicato come prioritario dal 31,8% degli intervistati.
La pianificazione territoriale è un settore su cui è necessario intervenire per il 24,6%. Solo dopo arriva la sicurezza, indicata dal 23,5%. Meno problematico secondo i pugliesi è l'ambito dei servizi alla persona (6%) e del turismo (5,9%).

Index Research: Puglia, Decaro il sindaco più apprezzato


BARI - E' Antonio Decaro il sindaco più apprezzato della Regione Puglia secondo il monitoraggio semestrale di Index Research. Il primo cittadino di Bari - secondo Index Research - si colloca al 12esimo posto nella classifica nazionale ed è apprezzato dal 59,6% dei suoi cittadini, con una leggera flessione rispetto al 2016 (-0,2%).

In seconda posizione Amedeo Bottaro, sindaco di Trani con il 54,9% del gradimento, in 41esima posizione a livello nazionale.

Nicola Giorgino sindaco di Andria si colloca al 45esimo posto (54,6%), poco distante da Pasquale Cascella, alla guida di Barletta (53,9%).

Sotto la soglia del 50% si colloca invece Franco Landella: il primo cittadino di Foggia è in fondo alla classifica all'85esimo posto con il 46,2% del gradimento.

Discarica Bleu, Mennea (Pd): “Ritardi imperdonabili, mentre è in gioco la salute dei cittadini”

BARI - “Sulla questione discarica Bleu esaminato oggi in V commissione, purtroppo, non c'è stata la chiarezza necessaria, che io mi aspettavo come rappresentante istituzionale di quel territorio, ma che soprattutto si aspettavano (e meritano) i cittadini. Non vi è alcuna certezza, ancora, sui livelli di inquinamento e se questi siano da mettere in relazione con la discarica. Ma i dati del registro tumori su Canosa sono tutt'altro che rassicuranti. Per questo chiedo che la commissione si riunisca, di nuovo, per audire i rappresentanti della Asl sulle presunte correlazioni tra inquinamento e tumori della zona”. E’ quanto dichiarato da Ruggiero Mennea, consigliere regionale Pd, a conclusione delle audizioni in V commissione sul tema “ampliamento della discarica Bleu Srl, collocata in contrada Tufarelle tra i Comuni di Canosa di Puglia e Minervino Murge”.

L’esponente del Pd, in commissione, ha detto di non essere affatto soddisfatto per l’esito delle audizioni svoltesi oggi. Tra gli altri sono intervenuti i sindaci di Minervino e Canosa, Maria Laura Mancini e Roberto Morra, il dirigente del settore Assetto del territorio della Provincia Bat, Vincenzo Guerra; il direttore generale dell’Arpa Puglia, Vito Bruno, e il direttore del dipartimento Bat, Giuseppe Gravina; il commissario dell’Agenzia rifiuti Puglia, Gianfranco Grandaliano, e l’assessore regionale all’Ambiente, Filippo Caracciolo.

“L'obiettivo della commissione – ha spiegato Mennea - era di evitare il diffondersi di false informazioni e dannose strumentalizzazioni e fornire una corretta informazione ai cittadini. Così non è stato, tranne per il fatto di aver chiarito che la sospensione dell'iter di autorizzazione è dovuto a un ricorso alla presidenza del Consiglio dei ministri. Ma, in cinque anni, non è stata ancora completata la procedura di indagine di area vasta a causa di un rimpallo di competenze tra chi debba eseguirla. E solo oggi il sindaco di Canosa ha dichiarato che tale fase è stata conclusa e ha richiesto la validazione dei dati”.

Mennea ha anche posto l’accento sul ritardo con cui sono state convocate le audizioni “rispetto – ha ricordato – a una richiesta da me depositata il 3 agosto e riscontrata solo dopo il rilascio dell'autorizzazione. Sarebbe stato utile discuterne prima dell'atto finale”.
In chiusura dei lavori ha rimarcato che “sulla possibile correlazione tra l’inquinamento presunto e i dati sui tumori nel territorio non è possibile assolutamente transigere, perché è una questione che attiene alla tutela della salute dei cittadini. Per questo chiedo una nuova audizione con Asl per approfondire la questione sanitaria. Ma su questa vicenda - ha concluso - nessuno può abbassare la guardia”.

Serie C: Bisceglie-Juve Stabia 1-0, ritrovano il successo i nerazzurri pugliesi

di FRANCESCO LOIACONO - Il Bisceglie ha vinto per 1-0 in casa contro la Juve Stabia. Nel primo tempo i pugliesi insidiosi. Un tiro di Partipilo è uscito di un soffio. Ci ha provato Jovanovic, la palla è terminata alta. I campani in contropiede. Un colpo col destro a parabola di Simeri non ha inquadrato la porta. Il Bisceglie è passato in vantaggio con una autorete di Redolfi che nel tentativo di anticipare Montinaro ha involontariamente battuto il suo portiere Branduani.

Nel secondo tempo la Juve Stabia velocissima. Un destro di Mastalli è finito in curva. I campani sono rimasti in dieci. Espulso Redolfi per un duro fallo su Jovanovic. I pugliesi pericolosi. Una punizione di Lugo Martinez è stata intercettata in corner da Branduani. Tre punti importanti per il Bisceglie. La squadra di Zavettieri è a metà classifica a quota 10.

Nel prossimo turno sabato alle 14,30 giocherà ad Agrigento. Un match duro dopo che i siciliani hanno perso 3-1 a Catanzaro. Ma i nerazzurri pugliesi possono fare davvero bene e continuare a soddisfare i tifosi.

giovedì, ottobre 05, 2017

Ispezioni Forestale, gelati con alimenti scaduti in Puglia

BARI - Alcuni controlli compiuti da giugno a settembre dalla Forestale pugliese in circa 50 gelaterie locali hanno portato alla scoperta di semilavorati utilizzati per la produzione di gelati e granite scaduti anche da 10 anni e laboratori privi di autorizzazioni sanitarie.

Al termine delle meticolose ispezioni dei carabinieri forestali sono state poste sotto sequestro due tonnellate di materie scadute e sono scattate le denunce per 17 artigiani.
   
Il gelato, inoltre, secondo i carabinieri, era spacciato per biologico ma così non poteva definirsi o alla Nutella che della crema da spalmare non aveva nulla, oppure ai mirtilli del Trentino che, in realtà provenivano dalla Germania. Le gelaterie controllate sono a Bari, Lecce, Taranto, Andria, Giovinazzo, Corato, Ruvo di Puglia, Bisceglie, Molfetta, Monopoli, Polignano a Mare e Bari-Torre a Mare.

A far scattare i controlli dei forestali la morte di una bimba di 16 mesi per un'infezione da Seu, che si sospettava avesse mangiato un gelato prodotto con latte crudo.

Convegni: sabato 7 ottobre a Bari 'Re-incantare l’Europa'

BARI - Si terrà sabato 7 ottobre alle ore 09:00, nell’Aula Aldo Moro, presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Bari, il convegno “Re-incantare l’Europa”.

Il titolo prende il nome dal saggio sull’Europa di Valentina Battista, pubblicato dalla storica casa editrice barese Cacucci.

Nell'occasione l’autrice presenterà il suo libro ed interverranno il Prof. Antonio Felice Uricchio, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Bari, l’On. Gianni Pittella, Presidente del Gruppo S&D al Parlamento Europeo, il dott. Francesco Cocomile, Consigliere del TAR Puglia - Bari, ildott. Mario Aprile, Presidente dei Giovani imprenditori di Confindustria Bari e BAT e l’arch. Ubaldo Occhinegro, Fellow della Royal Society of Arts di Londra, disegnatore della copertina.

martedì, ottobre 03, 2017

Serie C: il Monopoli pareggia ad Andria ed è primo in classifica

di FRANCESCO LOIACONO - Il Monopoli ha pareggiato 1-1 ad Andria nel derby pugliese. Nel primo tempo i biancazzurri arrembanti. Un colpo di testa di Croce è terminato fuori. Una punizione di Rada è stata bloccata dal portiere Bardini. I biancoverdi in contropiede. Un colpo di testa di Sarao ha sfiorato il palo. L’Andria propositiva. De Giorgi al volo, bravo Bardini a rifugiarsi in angolo. Il Monopoli vicinissimo al gol. Una inzuccata di Zibert è finita alta.

Nel secondo tempo i biancazzurri incisivi. Barisic col sinistro, Bardini ha neutralizzato. Rada di testa ha centrato la traversa. Il Monopoli è passato in vantaggio con Genchi, rapidissimo di destro a battere il portiere Maurantonio. L’Andria ha pareggiato per merito di Scaringella di sinistro.

Punto importante per il Monopoli, primo da solo a 14 punti. Ha buone possibilità di concorrere per il vertice del girone C di serie C. L’Andria è quartultimo a 5 punti, ci sono però notevoli possibilità di risalire presto in classifica. Nel prossimo turno il Monopoli sarà a Catania, gara difficile ma i biancoverdi possono farcela. L’Andria invece riposerà.