Visualizzazione post con etichetta CRONACA LOCALE. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CRONACA LOCALE. Mostra tutti i post

giovedì, gennaio 19, 2017

San Severo, ennesima rapina in una tabaccheria

SAN SEVERO (FG) - Ancora una tabaccheria presa di mira a San Severo. Secondo indiscrezioni in attesa di conferme dalle autorità competenti una rapina si sarebbe consumata ieri sera attorno alle 20.30 ad una tabaccheria nei pressi di via Guareschi.

Due soggetti entrambi, a volto coperto e uno con la pistola in pugno, avrebbero fatto irruzione nell’attività minacciando la titolare e portando via l’incasso della giornata ancora da quantificare.
Condividi:

sabato, dicembre 31, 2016

Salento, sbarcati 169 migranti

LECCE - Sono 169 i migranti di varie nazionalità sbarcati nella notte nel mare del Salento. Erano in difficoltà a bordo di un barcone di 15 metri. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla Capitaneria di Porto di Gallipoli. I migranti, tra cui dieci donne e venti minorenni, sono di nazionalità pakistana, indiana, afgana.
Condividi:

venerdì, dicembre 30, 2016

Bari: ragazzina muore tra le fiamme della sua stanza

BARI - Una ragazzina di 11 anni è morta a Conversano (Bari), uccisa dalle esalazioni di monossido di carbonio sprigionate dall'incendio della sua cameretta. La piccola, di nazionalità bulgara, è arrivata in ospedale a Monopoli ancora viva, ma è morta poco dopo. Sembra che le fiamme siano partite da un televisore. Ad accorgersi della tragedia sono stati i genitori della piccola: a causa delle esalazioni sono rimasti intossicati in modo lieve dal fumo anche la mamma e i due fratelli più grandi della ragazzina. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco.
Condividi:

Cstellaneta, Finanza: ferma la circolazione di denaro falso

DI PIERO CHIMENTI - Le fiamme gialle hanno fermato un uomo di 66 anni mentre si accingeva a pagare presso un centro commerciale con banconote da 20€ risultate false. La perquisizione nell'abitazione dell'uomo avrebbe permesso ai finanzieri di individuare altre banconote dello stesso taglio, anche nelle disponibilità del nipote dell'imputato. Le banconote in questione, di buona fattura riportavano tutte lo stesso numero seriale.
Condividi:

Bari, arrestata ladra di capi d'abbigliamento

BARI - Stamattina alle prime ore dell’alba, i militari della Stazione Carabinieri di Putignano hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti di una 46enne originaria di Bari. La misura scaturisce dall’ attribuzione in capo alla donna dei reati di rapina impropria e lesioni personali commessi lo scorso 19 novembre all’interno di un negozio di abbigliamento di Putignano. In quella circostanza, la malintenzionata in concorso con una complice, dopo aver trafugato alcuni capi di abbigliamento per un valore complessivo di circa 350,00 euro, vistasi scoperta dalla commessa, spingeva e colpiva la commessa alla spalla e al collo per scappare.
Condividi:

Bari: arrestato cittadino rom

BARI - Un cittadino romeno di 30 anni, residente nel campo nomadi di Foggia, e' stato arrestato a Bari dai carabinieri con l'accusa di rapina impropria. Ieri sera l'uomo e' stato sorpreso da un addetto alla vigilanza di un centro commerciale, mentre cercava di rubare 5 'hard disk' per computer, nascondendoli in una borsa a tracolla. Inutilmente l'uomo ha cercato la fuga, bloccato dagli addetti alla sicurezza del grande magazzino, uno dei quali e' stato colpito con un violento pugno. I carabinieri lo hanno poi preso in custodia. La refurtiva, del valore commerciale di circa 650 euro, e' stata recuperata.
Condividi:

giovedì, dicembre 29, 2016

Barletta, esplosione distrugge locale: nessun ferito

BARLETTA - Un'esplosione ha distrutto questa mattina un locale al piano terra di via Palestro, a Barletta. Il locale era vuoto, ma si teme per la staticita' dell'intero edificio di due piani. Per questo i vigili del fuoco stanno verificando le condizioni dell'intero stabile, evacuato in via precauzionale. Accertamenti sono in corso per determinare le cause dell'esplosione.
Condividi:

mercoledì, dicembre 28, 2016

Taranto: muore 79enne nell'impatto con un camion

di PIERO CHIMENTI - Un incidente ha creato forti rallentamenti sulla strada del Circummarpiccolo che conduce all'ipermercato Ipercoop. L'impatto, ancora da definire nella sua dinamica, è avvenuto tra un camion e un Opel Astral, su cui viaggiava un anziano di 79 anni. Sul posto sono intervenuti oltre i Carabinieri, anche le ambulanza del 118.

E' stato necessario l'intervento dei Vigili del Fuoco, per estrarre l'uomo dall'auto, rimasto incastrato dalle lamiere.
Condividi:

martedì, novembre 08, 2016

San Severo: controlli mirati per il fenomeno del bullismo

SAN SEVERO - Nei giorni scorsi gli operatori della Polizia Locale, diretti dal magg. Ciro Sacco, hanno effettuato una serie di controlli per il contrasto al fenomeno del bullismo in città. “Il servizio è stato effettuato – spiega il comandante magg. Ciro Sacco – dal personale in abiti civili con pattuglia di supporto nell’arco orario dalle 17.10 alle 23 per un’attività di monitoraggio ed eventuale repressione di comportamenti illeciti.

I controlli hanno interessato la vigilanza dei punti nevralgici della città, come la Villa Comunale, la zona del Teatro Comunale, le scuole medie, piazza del Papa e Biblioteca Comunale Pascoli”. Attività di controllo che hanno permesso di identificare diversi minori e di sequestrare un fucile ad aria compressa che veniva utilizzato per colpire auto in sosta e quelle in circolazione oltre che riconosciuto anche dal personale dipendente della Villa Comunale, in quanto veniva utilizzato in precedenti azioni di bullismo perpetrate all’interno della villa stessa. Inoltre nei pressi della Scuola Giovanni XXIII gli agenti di Polizia Locale hanno accertato l’incendio di un divano in disuso a ridosso del muro di cinta della stessa scuola, immediatamente spento dai Vigili del Fuoco che hanno provveduto anche a bonificare l’area evitando danni al plesso scolastico. Interventi nelle ore serali si sono verificati anche nei pressi della Biblioteca Comunale “Pascoli”, dove minori hanno appiccato roghi con l’ausilio di alcuni cartoni.

Azioni di repressione dei fenomeni di bullismo sono stati anche svolti presso la stazione ferroviaria dove alcuni minori si divertivano ad attraversare i binari all’arrivo dei treni, disturbando inoltre il personale in servizio e gli utenti della stazione. “Gli operatori intervenuti nelle diverse aree – spiega il Sindaco Francesco Miglio – hanno identificato i minori presenti e dal comando stanno procedendo ad incontrare i genitori dei giovani al fine di rendere noto agli stessi i comportamenti che vengono posti in essere dai propri figli nell’ambito del contesto urbano.

La collaborazione con le famiglie è il primo passo per rendere più sicura la città, ma anche per assicurare un futuro ai propri figli”. Per alcuni minori generalizzati, visto i reiterati comportamenti illeciti e considerato che gli stessi sono coinvolti anche episodi penalmente rilevanti dal Comando di Polizia Locale è stato chiesto l’avvio dell’iter procedurale per un percorso di riabilitazione in una comunità per minori.

“È necessario – aggiunge l’assessore alle Politiche Sociali, Simona Venditti – proseguire su questa strada di controllo e collaborazione con le famiglie, le scuole e gli enti formativi della città. Il fenomeno del bullismo non riguarda solo i cosiddetti “soggetti a rischio” ma è un fenomeno che riguarda tutta la comunità cittadina e richiede un serrato intervento di tutta la rete sociale del territorio e di tutte le agenzie educative ivi presenti”.

Interventi di monitoraggio del territorio e di controllo che vanno nella direzione auspicata dai cittadini di rendere maggiormente vivibile la città e le aree di aggregazione come la villa comunale. “Gli agenti di Polizia Locale – conclude l’assessore alla Legalità, Raffaele Fanelli – hanno anche questa volta eseguito un’operazione impeccabile che ha permesso non solo di reprimere comportamenti rischiosi per la pubblica incolumità, ma anche di prevenire, formare ed educare i giovani alla convivenza civile. Al comandante magg. Ciro Sacco e al personale in servizio va il plauso dell’Amministrazione Comunale e della cittadinanza per l’egregio lavoro che quotidianamente svolgono”.
Condividi:

sabato, ottobre 08, 2016

San Severo, la Polizia locale sventa furto all’ex hotel Milano

SAN SEVERO - La Polizia Locale ha sventato nei giorni scorsi un furto nella struttura dell’ex Hotel Milano. L’operazione degli agenti municipali guidati dal comandante magg. Ciro Sacco ha permesso di identificare e denunciare all’Autorità Giudiziaria due giovani pregiudicati di San Severo e recuperare la refurtiva, oltre che il sequestro del veicolo utilizzato per il furto, perché sprovvisto di copertura assicurativa e il fermo dello stesso per guida senza patente.

Alla vista della Polizia locale i due, a bordo di un veicolo di proprietà, si davano precipitosamente alla fuga speronando il blocco formato dalla pattuglia, urtando e quasi investendo un agente che si era frapposto fisicamente davanti al veicolo. Riusciti a dileguarsi in un primo momento, l’attività di indagine avviata, ha consentito, nelle ore successive, di individuare e identificare i due soggetti e di recuperare parte della refurtiva.

A seguito degli atti, la refurtiva recuperata è stata messa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e, a carico dei due giovani, è stata redatta informativa di reato, presso la Procura della Repubblica di Foggia, per furto (art. 624 CP), invasione di proprietà privata (art.633 CP) e resistenza a Pubblico Ufficiale (art.337 CP).

Il Sindaco Francesco Miglio ha rivolto un pubblico plauso agli agenti del comando di Polizia Locale per l’attività di controllo costante del territorio e di supporto alle forze dell’ordine.
Condividi:

lunedì, settembre 19, 2016

Andria, viola disposizioni: stalker in carcere

ANDRIA - Il divieto di avvicinamento prima, poi i domiciliari e ora il carcere. E' quanto si è meritato nel giro di un mese, fra lo scorso agosto e oggi, un 19enne di Andria accusato di lesioni personali e continuate, minacce, violenza privata, maltrattamenti e atti persecutori nei confronti dell'ex fidanzata, una ragazza di 17 anni. A inizio settembre al giovane era stato notificato dagli agenti del commissariato di polizia il divieto di avvicinamento alla sua ex e alla famiglia. Ma un'ora dopo quella misura era stata violata. Il ragazzo aveva inseguito e raggiunto in un bar madre e figlia e le aveva minacciate e spaventate. Così il gip aveva disposto, il 6 settembre scorso, gli arresti domiciliari. Questo, però, ha scatenato l'ira del giovane che, da allora, ha cominciato ad annunciare vendetta. La ragazza, terrorizzata, ha denunciato di avere subito violenze fisiche e psicologiche, minacce e maltrattamenti portando il pm a decidere per l'arresto in carcere.
Condividi:

venerdì, agosto 26, 2016

Taranto, furto di energia elettrica: due arresti

TARANTO - I militari della Compagnia Carabinieri di Martina Franca, con l’ausilio di personale Enel, negli ultimi giorni hanno eseguito una serie di controlli, volti a verificare il corretto funzionamento di contatori dell’energia elettrica presenti presso esercizi pubblici ed abitazioni private i cui consumi facevano sospettare manomissioni degli apparecchi. In tale contesto, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, nel pomeriggio di ieri 25 agosto, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di furto di energia elettrica, un 41enne e un 43enne, entrambi martinesi. Durante il sopralluogo che i militari dell’Arma hanno compiuto con il personale tecnico dell’Enel all’interno del bar ubicato nel centro di Martina Franca che i due gestiscono in società, è stato rinvenuto, vicino al contatore dell’energia elettrica, un magnete, opportunamente posizionato al fine di alterare a ribasso la contabilizzazione dei consumi.
Condividi:

giovedì, agosto 25, 2016

Andria: tre arresti per violazione alle misure restrittive

BARI - I continui servizi di controllo del territorio primariamente dedicati alla sorveglianza di soggetti sottoposti a misure restrittive, predisposti dalla Compagnia CC di Andria in questi ultimi giorni d’agosto, continuano a sortire positivi risultati operativi. In particolare, sono stati due soggetti, entrambi sottoposti agli arresti domiciliari, a finire nella fitta rete dei servizi di perlustrazione ed essere arrestati per evasione mentre un terzo, a seguito di accertate violazioni delle prescrizioni imposte dalla misura restrittiva, è finito in carcere. Il primo ad essere arrestato per evasione dagli arresti domiciliari è stato un uomo del posto, riconosciuto dai militari dell’Aliquota Radiomobile mentre, su via T. Campanella ad Andria, che se ne andava tranquillamente a passeggio. L'uomo avrebbe tentato una breve fuga ma è stato subito fermato.
Condividi:

domenica, luglio 31, 2016

Leverano: serata in pizzeria si trasforma in tragedia per 47enne

di Piero Chimenti - Doveva essere una serata di svago con gli amici, ed invece si è tramutata in tragedia per un uomo di Copertino. Dopo aver consumato la cena in una pizzeria di Leverano, l'uomo ha iniziato ad accusare un malore. Uscito dal locale per prendere un pò d'aria, si è accasciato al suolo per non riprendere più conoscenza. A nulla sono valsi i soccorsi, seppur tempestivi degli uomini del 118.
Condividi:

venerdì, luglio 29, 2016

Taranto: nelle ultime ore 8 arresti e denunce a piede libero

TARANTO - Arresti e 8 denunce a piede libero sono il risultato di un servizio di controllo straordinario del territorio disposto negli ultimi giorni dalla Compagnia Carabinieri di Manduria e finalizzato alla prevenzione e repressione di reati in genere. Il Nucleo Operativo Radiomobile e le Stazioni dipendenti della Compagnia Carabinieri di Manduria, nel corso di tale attività hanno tratto in arresto e sottoposto alla detenzione domiciliare presso la propria abitazione un 36enne pulsanese per espiazione pena di mesi dieci di reclusione con relativa ordinanza di detenzione domiciliare emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Taranto poiché riconosciuto colpevole di evasione.
Condividi:

martedì, giugno 14, 2016

San Severo, furto in abitazione: in manette 26enne

SAN SEVERO(FG) - Dopo una telefonata ai Carabinieri di San Severo, è stato tratto in arresto un 26 enne che dovrà rispondere di furto aggravato in abitazione. Attualmente è in stato di fermo presso il carcere di Foggia.
Condividi:

Foggia, esplode bomba davanti casa: ferita anziana

FOGGIA - Un'anziana è stata ricoverata d'urgenza presso l'ospedale di San Giovanni Rotondo (Foggia). Angela Mimmo, di 75 anni, è rimasta ferita a seguito dell'esplosione di una bomba carta piazzata da sconosciuti, la notte scorsa, davanti alla sua abitazione. L'anziana, allarmata da rumori e dal casino, si sarebbe affacciata alla porta d'ingresso della sua abitazione al pianterreno quando, ad un certo punto, sarebbe stata investita dall'esplosione della bomba carta. Sul movente del gesto indagano i carabinieri.
Condividi:

giovedì, maggio 19, 2016

Bari, psichiatra uccisa: la Corte di Assisi conferma la condanna all'omicida

BARI - La Corte di Assise di Appello di Bari ha confermato la condanna a 30 anni di reclusione per il 40enne Vincenzo Poliseno, imputato per l'omicidio volontario - aggravato da crudeltà e futili motivi - della psichiatra barese Paola Labriola. La donna fu uccisa con 70 coltellate il 4 settembre 2013 mentre era a lavoro nel centro di salute mentale di via Tenente Casale, nel quartiere Libertà di Bari. Nel processo di secondo grado il difensore di Poliseno, l'avvocato Filippo Castellaneta, aveva chiesto e ottenuto una nuova perizia psichiatrica nei confronti dell'uomo, che però è stato ritenuto anche in questo caso "capace di intendere e volere". Confermato anche il risarcimento danni nei confronti dei familiari della vittima, costituiti parte civile. Per le presunte responsabilità della Asl che non avrebbe garantito la sicurezza sul lavoro contribuendo così a causare la morte della dottoressa, è in corso l'udienza preliminare per altre sei persone, tra cui l'ex direttore generale della Asl Domenico Colasanto.
Condividi:

venerdì, marzo 11, 2016

San Severo: minacciato di morte il Vice Sindaco Francesco Sderlenga

SAN SEVERO - Nella serata di ieri il Vice Sindaco Francesco Sderlenga è stato vittima di una intimidazione con una minaccia di morte comunicata alla famiglia da ignoti presso la sua abitazione. Il Vice Sindaco Francesco Sderlenga ha già denunciato l’episodio alle autorità competenti. L’intera Amministrazione Comunale, con il Sindaco in testa, ha espresso la propria solidarietà al Vice Sindaco e alla sua famiglia.

“Quanto accaduto è un atto ignobile – spiega il Sindaco Francesco Miglio –. Minacciare di morte un amministratore pubblico è un gesto di una gravità inaudita che non dovrebbe mai verificarsi. Francesco Sderlenga sta svolgendo un ottimo lavoro a beneficio della collettività e siamo certi che le autorità competenti sapranno far luce sull’episodio. Non ci faremo intimorire da tali episodi e andremo avanti con la consapevolezza di aver ricevuto la fiducia degli elettori per migliorare la qualità della vita dei nostri concittadini”.
Condividi:

San Severo: scoperti tre Kalashnikov in un box scovato dai Carabinieri

I carabinieri di San Severo hanno rinvenuto nelle scorse ore arsenale custodito in un box auto a San Severo. Durante un servizio di osservazione e pedinamento deciso dopo le numerose segnalazioni circa un sospetto via vai di persone nei pressi di una abitazione del centro cittadino è stato sottoposto a perquisizione un 40 anni. L’uomo è stato trovato in possesso di un panetto di hashish di circa 93 gr che lo stesso occultava nella tasca interna del suo cappotto. I militari nel corso della perquisizione del box dell’uomo hanno trovato e sequestrato tre fucili mitragliatori Kalashnikov, in ottime condizioni e perfettamente funzionanti, con i caricatori già carichi ed inseriti; un revolver con matricola abrasa; 177 colpi calibro 7,62 e 30 colpi calibro 38 special; 7 micce a combustione lenta, del tipo utilizzato per il confezionamento di ordigni artigianali; 5 chilogrammi di hashish; 500 grammi di cocaina, già confezionata in dosi; 2 bilancini di precisione e una pressa artigianale utilizzata per il confezionamento dello stupefacente. L’uomo è stato arrestate mentre sulle armi sequestrate saranno effettuati accertamenti tecnici volti a verificare il loro utilizzo in pregressi eventi criminosi.
Condividi: