Visualizzazione post con etichetta Discoteche. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Discoteche. Mostra tutti i post

sabato, ottobre 31, 2015

Taranto: Historic Club, Francois Kevorkian inaugura nella notte di Halloween l’autunno del ’73

TARANTO - Un Halloween Party in grande stile, dopo un mese e mezzo di cancelli chiusi per mettere alle spalle gli incredibili successi dell'estate 2015 e maturare la scelta di rilanciare. Un rilancio che passa da un concetto ben preciso: aggregazione, musica e tempo libero non hanno stagioni e Taranto merita un'offerta musicale di livello destagionalizzata, in grado di offrire intrattenimento in riva ai due mari anche in autunno. Da qui la scelta del sodalizio Historic Club '73 - SoundDepartment: quella di lavorare a un calendario di grandi nomi dell'underground mondiale per tornare in pista da oggi fino a Natale.

Si parte in grande stile, nella notte delle streghe, con il primo ospite di caratura di un autunno ricco di appuntamenti. Sarà il francese Francois Kevorkian ad inaugurare la stagione autunnale del '73. Un evento realizzato in partnership con Why Not, Qube Relazioni, DnZ Dj Agency e Style in Black che promette scintille. Newyorkese di adozione, Kevorkian è infatti tra le stelle che hanno permesso a vere e proprie istituzioni del clubbing mondiale di brillare.

Dallo Studio 54 allo Zanzibar, dal The Loft al Paradise Garage, Francois Kevorkian porterà sulla pista del '73 le esperienze e il groove delle scene musicali di riferimento mondiale. Adrenalinica, ipnotica, coinvolgente: la musica di Kevorkian è pronta a sbarcare a Taranto dopo aver fatto ballare mezzo mondo, da Londra a Tokyo. Nella main room della notte di Halloween, per il grand opening della fall season, si accomoderanno in consolle con Francois Kevonian Cosimo Colella e Biagio Laneve.

lunedì, marzo 23, 2015

Bob Sinclar al Cromie di Castellaneta

CASTELLANETA MARINA - Il Pop fest è un progetto musicale, ideato e promosso dalla società Musicaeparole, che da tre anni si svolge nel periodo estivo. Proponendo in ogni edizione qualche novità, nasce dall’idea di creare una vera e propria rassegna musicale e di intrattenimento notturno incentrata sulla sinergia, sull’interazione e sul feeling fra artisti, pubblico, contesto musicale e arti visive, oggi rappresenta uno dei più importanti e completi contenitori dell’entertainment notturno e della musica, con artisti pop dance più famosi al mondo.

Sabato 28 marzo, nella discoteca Cromie di Castellaneta Marina (Ta) sarà proposta la prima tappa del Pop Fest, che in questa edizione 2015, ha inizio con la primavera. Ad inaugurare questo importante festival pugliese sarà il dj francese Bob Sinclar, vera e propria star della scena musicale internazionale.

Christophe Le Friant, vero nome dell’artista, ha preso spunto per il suo nome d’arte, dal personaggio Bob Saint-Clair, interpretato da Jean Paul Belmondo nel film “Le magnifique” di Philippe de Broca del 1973, volendo creare una figura un po’ luccicante che gli assomigliasse. Dai bar di Parigi inizia la sua ascesa nel mondo della musica, agli inizi degli anni 90, quando è esploso il movimento della “French Touch”, la musica House prodotta in Francia, genere musicale del quale attualmente lui è il massimo esponente, insieme a David Guetta e Martin Solveig. La sua bravura ben presto ha fatto aumentare anche la sua attività, portandolo a segnare notevolmente la storia della musica negli ultimi anni, da quando sul finire degli anni 90 ha prodotto “Gym Tonic” e collaborò con gli Sturdust per la hit “Music sound better with you”. Il successo commerciale, a livello planetario, lo ha raggiunto con la famosissima “Love Generation”, nel 2005 e dall’ora non ha mai smesso di regalarci grandi emozioni con i suoi brani.

“Ho iniziato nel 1994 – ha affermato Bob Sinclar – senza avere in mente un particolare progetto di business, né una visione di guadagno. Ho iniziato ad auto produrre le mie tracce e ho iniziato ad ottenere record prima a Londra e poi in tutto il mondo. Ho fatto questo solo per piacere, perché era la mia passione. Tutto dipende dal cuore. Adesso sono felice quando la mia musica tocca le persone, è una sensazione straordinaria”.

Sinclar, ormai un amico del pubblico pugliese, ed estimatore della cucina nostrana, torna ad esibirsi al Cromie, dopo un anno di assenza, proponendo il suo sound e le sue hit, come il remix del brano “Forte, forte, forte”, realizzato per la sua amica Raffaella Carrà, con testi di Cristiano Malgioglio, diventato sigla dell’omonimo talent show condotto dalla celebre donna dello spettacolo italiano.
“L’Italia è veramente speciale per me. Penso che tutte le mie musiche e tutte le più grandi hits che ho realizzato hanno avuto inizio qui, partendo da ‘Gin tonic’ fino ad ora. Forse ho qualcosa di speciale o lo hanno loro, non so. Forse è perchè sembro più italiano che francese”.

Cromie c/o Parco divertimenti Felisia – Loc. Principessa – Castellaneta Marina (Ta)
Infotel: 3293487846
Apertura cancelli: 23:00

mercoledì, gennaio 21, 2015

Ugento, manifestazioni sul tema Solidali per la vita

UGENTO (Le) - L’Ufficio Famiglia della Diocesi di Ugento- Santa Maria di Leuca comunica che domenica 1 febbraio ricorre la 37ª Giornata Nazionale per la Vita che si vivrà – come Comunità diocesana - nella Basilica di Leuca alle ore 18,15 con la Celebrazione Eucaristica, preceduta da una breve veglia, presieduta dal nostro Vescovo mons. Vito Angiuli. “Solidali per la vita” è il tema che la CEI (Conferenza Episcopale Italiana) ha indicato nel messaggio, facendo proprio quanto afferma Papa Francesco: “I bambini e gli anziani costituiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno avanti la storia, gli anziani perché trasmettono l’esperienza e la saggezza della loro vita”.

Il tema nella sua vastità e importanza pone all’attenzione delle nostre comunità spazi di vari e numerosi interventi di natura pastorale: dall’aborto alla fecondazione artificiale; dal desiderio di avere un figlio alla pretesa di un figlio a tutti i costi; dall’adozione all’affido; dalla significativa iniziativa di una famiglia che adotta una famiglia o una persona anziana o non autosufficiente e sola a qualunque altra iniziativa di solidarietà concreta e di condivisione. Sollecitiamo – prosegue il documento - una generosa collaborazione sia nel sensibilizzare la comunità al tema attraverso la conoscenza del messaggio, sia a essere presenti alla celebrazione diocesana almeno con una coppia di sposi o di fidanzati che rappresenti la parrocchia. Inoltre chiediamo collaborazione per la realizzazione della tradizionale campagna “Un fiore per la vita”, che si svolgerà nelle stesse modalità degli anni scorsi. Quest’anno la somma che si raccoglierà sarà devoluta al “Progetto Gemma” del Movimento per la Vita. Il “Progetto Gemma” è un servizio per l'adozione prenatale a distanza di madri in difficoltà, tentate di non accogliere il proprio bambino. Una mamma in attesa nasconde sempre nel suo grembo una gemma (un bambino) che non andrà perduta se qualcuno fornirà l'aiuto necessario.

giovedì, luglio 10, 2014

Lampara: I Mitici, anni ’70. La notte dei Fricchettoni

TRANI - L’esplosione della disco music, i capelli afro, i pantaloni a zampa, le stampe optical, la musica psichedelica, la rivoluzione sessuale, dopo il successo della prima serata dedicata agli anni ’60, La Lampara, locale storico tranese, regno della dolce vita, e crocevia di artisti e jet set, rende omaggio agli anni ’70 facendoci entrare nel mood della decade che più di ogni altra ha segnato la storia della musica e del costume. Il menu è ricco e da servire caldo. A coloro che sono nati e cresciuti in quegli anni, “figli” di quel decennio e anche “figli dei fiori”, a coloro che si sentono un po’ fricchettoni nell’animo, La Lampara da l’opportunità di ripercorrere i seventies nella notte a loro dedicata: I Mitici, la notte dei Fricchettoni. Tutto accadrà sabato 19 luglio a partire dalle ore 21.

L’idea è quella di far rivivere le atmosfere tipiche di quegli anni, di riascoltarne durante la cena i successi grazie alla musica dal vivo dei Planet groove,formazione musicale con un repertorio anni ’70 vastissimo, tribute band degli Earth Wind & Fire, un omaggio al funky, al soul e alla disco; ma anche riassaporare il gusto di quel decennio tramite un menu tipico studiato ad hoc dallo staff de La Lampara, rivisitando attraverso le papille gustative il periodo in chiave contemporanea. Dallo scampo alla spuma di salsa aurora al grissino artigianale con salmone affumicato con spennellata di crema al lime, alla pallina di melone ripiena di crema di San Daniele, dal bis di crepes alla millefoglie di vitello sino al dolce e alla frutta: i tre bignè e le percoche di Loconia.

Tre le formule: cena, buffet e disco. Di sicuro appeal per il pubblico interessato alla notte dei Fricchettoni è stata pensata infatti una formula solo dopocena con ingresso "disco" per coloro che vorranno ballare con la selezione musicale e le good vibes del dj Danny D. Sonorità oppotunamente innaffiate da un cocktail anni ’70, studiato dai bartender de La Lampara.

Per salire sulla macchina del tempo che ci riporterà indietro di 40 anni La Lampara elabora una sorta di operazione culturale associata ai sensi: dall’udito, al gusto, alla vista. Per gli amanti delle due ruote, infatti, a corredo dell’immaginario collettivo che rimanda a quel senso di libertà dei rayban e del vento tra i capelli, ci sarà l'esposizione di rarissime vespe da collezione anni '70, iniziativa realizzata grazie alla collaborazione del Motoclub Turenum di Trani.

Tutto curato per essere completamente calati in una realtà parallela nella notte dei Fricchettoni. Nulla è lasciato al caso, la stessa grafica della serata è stata realizzata con immagini di repertorio dell’archivio storico de La Lampara dell'estate 1971. Le cartoline d’invito sono pensate per scriverci il proprio pezzo preferito del tempo e per segnalarlo al gruppo o al dj che poi lo eseguiranno.

La serata sarà presentata da Tommaso Amato.

Il secondo appuntamento La Notte dei fricchettoni di sabato 19 luglio con I Mitici, dedicato agli anni ’70, non è un semplice amarcord, ma la capacità di ritrovare il profumo, l’allure, il gusto, i sentori della grande bellezza delle decadi che più hanno segnato la storia della musica e del costume ma anche il dna di chi quegli anni li ha vissuti. Una sorta di rievocazione che porterà alle celebrazioni dei sessant’anni de La Lampara nel prossimo autunno. Tra tradizione e innovazione gli ingredienti delle serate con l’immancabile musica dal vivo, per un flashback costante nei 30 anni carichi di storia e cultura, e i menu tipici del tempo, reinterpretati da abili chef in chiave moderna.

Ad agosto sarà la volta de I Mitici, dedicati agli anni ’80.

Info & prenotazioni: +39 0883 764856

sabato, marzo 29, 2014

Aperimoda a Gioia del Colle

BARI - Proporre un appuntamento che metta insieme la musica, lo spettacolo e l’intrattenimento, all’interno di un’attività commerciale del settore moda è un’idea che Franco Anelli, imprenditore della provincia di Bari e proprietario dello store Phard di Gioia del Colle, ha sviluppato nel party “Aperimoda”, un happy hour caratterizzato da varie iniziative speciali.
Domenica 6 aprile, presso il negozio della provincia barese sito in via Giovanni XXIII, si svolgerà il secondo evento, che avrà inizio alle ore 17:30 e che proseguirà fino alle 21:00, con la performance musicale del gruppo Star Tre e i casting per i concorsi “Primissima D’Italia”, “Miss International” e “Mister Italia”, a cura di Enzo Zambetta.
Rispetto al primo “Aperimoda”, nel quale è stato proposto un djset, con un’esposizione di quarti, questo appuntamento sarà molto più articolato. Ci sarà l’esibizione del trio composto da Filippo Scilleri, Marcello Ingrosso ed Egidio Maggio, che proporrà brani tratti dalla discografia leggera italiana e internazionale, spaziando tra vari generi musicali, assecondando le preferenze del pubblico e coinvolgendolo nel loro spettacolo.

Durante la serata le ragazze e i ragazzi presenti potranno partecipare, senza alcuna spesa, a tre casting per alcuni dei concorsi di bellezza seguiti da Enzo Zambetta, noto organizzatore, produttore, autore, scopritore di talenti nella storia dello spettacolo, dalla musica alla moda, dalla cultura allo spettacolo, che per circa quarant’anni ha curato l’organizzazione pugliese di “Miss Italia” e “Miss Mondo” e che per anni ha collaborato con Pippo Baudo per alcuni programmi televisivi da lui condotti. I ragazzi che saranno ritenuti idonei parteciperanno a Primissima D’Italia”, “Miss International” e “Mister Italia”, che si svolgeranno nei prossimi mesi.

A immortalare le immagini dell’Aperimoda, diretto artisticamente da Pippo Lonley, nome noto del clubbing pugliese e voce storica delle notti della costa jonica, con le sue performance nelle discoteche più importanti come il Nafoura e il Dna di Castellaneta Marina (TA), ci saranno le telecamere del programma televisivo “Primissima TV”, che gireranno tra back stage e casting e sarà trasmesso su varie emittenti locali.

Come ogni happy hour, all’interno dello store, sarà allestito un angolo bar e stuzzicherie, il tutto offerto gratuitamente dal punto vendita.

Phard – Via Giovanni XXIII 101 – Gioia del Colle (Ba)
Infoline: 0809646085
Inizio spettacolo: 17:30

mercoledì, dicembre 11, 2013

Discoteche: Mastro J fa ballare il Pure Poison di Mesagne

MESAGNE (BR) - Sabato 14 dicembre il dj producer pugliese Mastro J fa ballare il Pure Poison di Mesagne (Br). La carriera di Mastro J è in ascesa. Lo scorso 28 novembre ha fatto muovere a tempo il Mu di Parma, uno dei party e dei locali più importanti della città, mentre per quel che riguarda le produzioni, Amerigo Provenzano ha appena suonato nel suo show su m2o "Capital City vs Gil Sanders & MastroJ - Safe & Jungle!" (Provenzano MashUp). Insomma un'ascesa costante, per un dj che si sta facendo strada a colpi di musica nello show business italiano ed internazionale. Al mixer del Poison come special guest anche Catrina Davies, alla voce Hulia e Maki.

Mastro J è il nome d'arte di Gerardo Nardelli, dj producer pugliese nato nel 1988. E' giovane ma già piuttosto affermato e soprattutto esperto, dal momento che ha iniziato a far ballare i locali sin dall'età di 18 anni. Ad esempio, dopo aver vinto il contest Corona Movida nel 2012, è  stato scelto dallo stesso brand (Movida Corona) per un lungo tour che lo ha portato a suonare in alcuni dei più importanti locali italiani.

martedì, agosto 14, 2012

Giovedì 16 agosto torna all'Aranceto di Rosa Marina la festa revival dei Goodtimes

OSTUNI (BR). Proseguono ad Ostuni gli eventi dell'estate 2012 e l'Aranceto di Rosa Marina, giovedì 16 agosto, a partire dalle ore 21, respirerà l'aria degli anni Settanta, Ottanta e Novanta: tornerà infatti la festa revival dell’estate ostunese dei "Goodtimes”, intitolata quest’anno “Disco Estate” e dedicata, ancora una volta, alla musica più ballata negli 70/80 e, in questa edizione, anche con quella degli anni '90.

Special guest della serata sarà il dj Andrea Prezioso, direttamente da uno dei programmi radiofonici più seguiti e apprezzati su Radio Capital: Capital Party…the best disco music from 70’s and 80’s… Nello spazio live invece la musica e la stupenda voce di Savio Vurchio ed il suo special-show Savio Affair, accompagnato da 4 elementi (voce, tastiere, sax e tromba) per dare alla serata un ulteriore tocco di classe.

Per quanto riguarda la serata, sarà trasmessa in diretta radiofonica sulle frequenze di RCB Radio per Passione , ed in streaming su www.radioperpassione.it accompagnate dalle voci del direttore Maurizio Conenna, Angelo Graphic Style e Meri Nacci.
Per ulteriori informazioni sulla serata, bisogna contattare il numero 347/3478517 oppure www.goodtimes.it.

(Daniele Martini)

giovedì, maggio 03, 2012

Discoteche: intervista a Gaty Vocalist

di Valter Cirillo. Sabato 5 maggio al Cromie di Castellaneta Marina (TA) si esibirà, in consolle, Christof Le Friant, il famoso dj francese conosciuto come Bob Sinclar. Inseieme a lui ci sarà Gaty vocalist, all’anagrafe Gaetano Mandurrino, pugliese doc, come il vino del suo paese natale, Manduria. Lui è la voce che affianca il campione d’incassi nei djset italiani.
D.: Agli inizi della tua carriera avresti mai pensato di raggiungere traguardi come questo?
R.: Assolutamente non avrei mai e dico mai nemmeno lontanamente potuto immaginare dove sarei arrivato. Sono sempre stato molto ambizioso e mi sono continuamente messo in gioco, ma non avrei mai creduto di riuscire in tanto.
D.: Oltre a Bob Sinclar hai lavorato con altri artisti internazionali?
R.: Si ho avuto modo di lavorare ed affiancare diversi djs di calibro internazionale quali Martin Solveig, Avicii, David Guetta, Felix da house Cat, Alex Neri, Benni Benassi, Digitalism, Claudio Coccoluto, Axwell, Ingrosso, Michael Calfan e tanti altri.
D.: Sei un vocalist molto richiesto e molto impegnato, che si esibisce in tante serate, spesso come ospite e dunque proponi vocal set differenti a seconda del contesto in cui ti trovi. Dal punto di vista artistico, come ti rapporti ai dj guest rispetto a quelli resident?
R.: Personalmente non ho una modalità prestabilita. Ritengo che ciascuno di noi abbia quel qualcosa che ci contraddistingue dall’altro. Tutto sta a saper giocare su quella differenza per risultare diverso e quindi “Guest” rispetto alla quotidianità.
D.: Quando affianchi Sinclar come imposti la tua performance?
R.: Anche in questo caso, varia da set a set. Ad esempio, la serata al PalaOlimpico di Torino, lo scorso 24 aprile, è risultata essere un vero e proprio concerto con 12500 presenze. Dunque ho dovuto spesso cantare parti delle tracce che Sinclar suonava, assieme ad una vera e propria opera di incitamento della folla in determinati momenti del djset. Stessa cosa dicasi per le altre performance. Di certo, da parte mia ogni volta c’è una grande attenzione alla linea musicale che tende seguire, per cercare di essergli quanto più d’aiuto possibile, nel raggiungere il risultato.
D.: Ormai, sono diversi anni che collabori con Sinclar, come definiresti il vostro rapporto?
R.: Io e Chirs siamo soprattutto molto amici, grazie ad un rapporto che si è consolidato dal 2006 ad oggi. Lui è una persona adorabile. È un vero amico, che ti dimostra realmente che non scinde il rapporto di lavoro, da quello personale. Sul campo ovviamente pretende tanto, ma dietro le quinte è un essere umano con la U maiuscola e soprattutto, ripeto, è un vero amico.
D.: Due anni fa, nel 2010, vi siete esibiti al Cromie in un party al quale partecipò tantissima gente. Cosa ti aspetti dalla serata del 5 maggio?
R.: Ancora oggi i video di quella serata memorabile, sono sul sito ufficiale di Bob Sinclar e della sua manager, tra i top10 di sua preferenza. Questo a dimostrazione che è stata una data che non potremo dimenticare mai. Quello che ci auguriamo è di ripetere e possibilmente migliorare, cercando di ottenere un risultato ancor più soddisfacente del precedente. Noi ce la metteremo tutta!

lunedì, aprile 23, 2012

5 maggio: Bob Sinclar torna al Cromie

TARANTO. Esattamente come nei migliori spettacoli pirotecnici, la parte finale è sempre la più emozionante. L’ultimo colpo rappresenta il botto finale, il cui rumore, il più forte di tutti, emoziona, stupisce e conclude quello che agli occhi dello spettatore si trasforma in un’opera d’arte, con quella polvere pirica che tramuta il cielo in un grande palcoscenico, il rumore diventa ritmo musicale, il fumo e i materiali che scendono lentamente dal cielo appaiono come luci, colori ed effetti scenici.
 Così il Cromie di Castellaneta Marina (TA), sabato 5 maggio, conclude la sua stagione 2011/2012 con un personaggio internazionale, tra i più famosi ed importanti dj al mondo: Bob Sinclar Cristophe Le Friant, vero nome di questo artista, torna nella maxi discoteca jonica, a lui tanto cara, non solo per la bellezza della location, ma anche per il calore che il pubblico del Cromie gli trasmette ogni volta che si esibisce. Questo artista francese ha preso spunto per il suo personaggio da Bob Saint-Clair, interpretato da Jean Paul Belmondo nel film “Le magnifique” di Philippe de Broca del 1973, volendo creare una figura un po’ luccicante che gli assomigliasse. Dai bar di Parigi inizia la sua ascesa nel mondo della musica, agli inizi degli anni 90, quando è esploso il movimento della “French Touch”, la musica House prodotta in Francia, genere musicale del quale attualmente lui è il massimo esponente, insieme a David Guetta e Martin Solveig.
La sua bravura ben presto ha fatto aumentare anche la sua attività, portandolo a segnare notevolmente la storia della musica negli ultimi anni, da quando sul finire degli anni 90 ha prodotto “Gym Tonic” e collaborò con gli Sturdust per la hit “Music sound better with you”. Il successo commerciale, a livello planetario, lo ha raggiunto con la famosissima “Love Generation”, nel 2005 e dall’ora non ha mai smesso di regalarci grandi emozioni con i suoi brani. Dopo essersi esibito la scorsa estate al Nafoura, presentando il brano realizzato insieme a Raffaella Carrà, “A far l’amore”, torna ancora una volta ad esibirsi in Puglia con Musicaeparole, direzione artistica del Cromie, suonando tutte le hit del suo nuovo album “Disco Crash”, uscito il 7 febbraio.
Con questa fatica, il dj-star ritorna allo stile che ha consacrato il suo successo in tutto il mondo, ovvero un sapiente melange di generi ed epoche e ha collaborato con altri importanti artisti tra cui Sophie Ellis Bextor, Snoop Dogg, Pittbull, Fatman Scoop, Sean Paul, oltre che con la “nostra” Raffaella. Il suo djset sarà anche questa volta una vera e propria esplosione di felicità come solo lui, attraverso il suo carisma e la sua energia prorompente, riesce a trasmettere.
Durante questa sua performance questo artista tanto amato dal pubblico internazionale, sarà affiancato, come accade quasi sempre nelle sue esibizione in Italia, dal vocalist Gaty, noto personaggio del clubbing italiano, che da Manduria (TA) suo paese d’origine è riuscito con impegno e bravura a conquistare i palcoscenici italiani più prestigiosi.

venerdì, giugno 24, 2011

Discoteche: intervista ad Antonio Ferrari, per tutti Ralf

LECCE. Un simbolo della musica elettronica italiana: Lo Zio, come molti sono soliti chiamarlo, o più comunemente Ralf, dopo tanti anni di carriera e tanti successi in giro per il mondo, rappresenta proprio questo. A lui il compito e l’onore di animare, con la sua musica e la sua energia che trasmette in ogni djset, il 15° compleanno del Guendalina di Santa Cesarea Terme (Le).

Una domanda che ti avranno, sicuramente, fatto in tanti è da dove derivi Ralf, il tuo nome d’arte. Ma come mai hai voluto utilizzare uno pseudonimo nel tuo percorso musicale, sebbene il Antonio Ferrari suoni abbastanza bene?

Ralf non è un nome d’arte, ma un soprannome che mi porto dietro sin dall’età di quattordici anni. Dalle mie parti, spesso un soprannome diventa un vero e proprio nome e così, quando iniziai a suonare, come è prevedibile, nei flyers tutti scrivevano Ralf. Anche perché Antonio Ferrari pochi sapevano chi fosse e così è stato fino ad ora. Ad essere sincero,se tornassi indietro imporrei il mio vero nome,che mi piace molto. Non è detto che non succeda, per esempio,a cominciare dalle produzioni.

Il tuo amore per la musica ti ha portato da un piccolo paesino dell’Umbria in giro per il Mondo. In questo tuo percorso qual è la soddisfazione maggiore che hai ricevuto?

Alla fine, la vera, grandissima, impagabile soddisfazione rimane quella di essersi procurato da vivere ed anche magnificamente, con quella che è sempre stata la mia più grande passione e cioè la musica. Un grande privilegio, per il quale ringrazio tutti gli dei dell’universo ogni mattina.

Sei uno dei dj italiani più seguiti ed apprezzati nel mondo. Cosa provi pesando al fatto di essere un punto di riferimento per tanti giovani che intraprendono l’attività di dj?

Questa, non posso negarlo. È un’altra grandissima soddisfazione che la vita mi ha dato e della quale vado molto fiero.

Hai iniziato a fare il dj circa 25 anni fa. In questi anni certamente la musica è cambiata, nel bene o nel male si è evoluta. Secondo te quali sono i principali cambiamenti che le si possono attribuire?

Io dico sempre che l’animo della gente, o come vogliamo chiamare quella strana roba che i poeti chiamano così, è quello che fa godere della musica e l’animo della gente non cambia nel tempo e nello spazio. Siamo buoni, cattivi, dolci, arroganti, aggressivi e docili. Siamo tutte queste cose insieme e molte altre ancora. Siamo come siamo, ma un po’ di note messe insieme ci fanno gioire, emozionare e saltare come degli animali liberi e selvaggi. Questo non è cambiato e non cambierà mai ed è questo che amo e che mi interessa. Gli stili, i generi, i cambiamenti e le pur innegabili ed importantissime evoluzioni sono dettagli di fronte a questa incredibile magia.


In Italia si parla molto bene del clubbing pugliese. Tu, che ti sei esibito nei migliori locali del mondo, che consiglio daresti, agli addetti ai lavori, per continuare ancora meglio in questo settore?

La Puglia ed il Salento, in particolare è uno dei posti che amo di più in Italia e dove mi diverto di più a suonare, per cui, direi che l’unico consiglio che mi sento di dare è di non cambiare e di continuare così.

Se non avessi intrapreso l’attività di dj, di che cosa ti saresti occupato?

Mi sa che è meglio non pensarci. Temo che avrei combinato un sacco di danni, anche se mi piace pensare che avrei fatto il chitarrista o il bassista in un gruppo terribilmente fico!