Visualizzazione post con etichetta Festival del cinema di Roma 2012. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Festival del cinema di Roma 2012. Mostra tutti i post

martedì, novembre 20, 2012

Live from Festival Internazionale del Film di Roma: Il Cecchino

Giuseppe Defeudis. Thriller poliziesco francese diretto dal nostro grande conterraneo foggiano Michele Placido che, corteggiatissimo dai cugini d’oltralpe, ha riunito a sé un ottimo cast. Dall’ottimo Daniel Auteuil (“Sostiene Pereira”, “Vajont”, “N- io e Napoleone”) a Violante Placido (“The american”, “Che ne sarà di noi”, “L’anima gemella”) da Luca Argentero (“E la chiamano estate”, “Solo un padre”, “Saturno contro”) a Mathieu Kassovitz (“Gothica”, “Babylon A.D.”).

Un tiratore scelto irrompe durante l’arresto di un noto ladro di banche, Argentero, uccidendo molti agenti di polizia in azione. Le indagini sulla ricerca di questo cecchino e della sua banda, tristemente celebre per la violenza con cui mette a segno i propri colpi, sono guidate da Auteuil e la fuga del bandito scampato all’arresto, accompagnato dal suo fedele amico, l’ottimo Kassovitz, creano una serie di scene di azione memorabili e coinvolgenti.

Il film è davvero ben girato, forse non all’altezza del travolgimento sentimentale di “Romanzo criminale, ma comunque molto efficace sul pubblico in sala durante la prima al Festival Internazionale del Film di Roma.

Voto 7.5
Condividi:

sabato, novembre 17, 2012

Roma: Marc'Aurelio a Marfa Girl

ROMA. Va a Marfa Girl di Larry Clark il Marco Aurelio d'oro, il premio principale del Festival internazionale del film di Roma giunto alla settima edizione.

Per gli italiani in gara il bottino e' ricco: Paolo Franchi conquista il premio per la regia con E la chiamano estate, la sua protagonista Isabella Ferrari quello per la migliore attrice mentre Claudio Giovannesi merita il premio della giuria con Ali' ha gli occhi azzurri. Menzione speciale a esordio Gassman per Razzabastarda. (ANSA)
Condividi:

venerdì, novembre 16, 2012

Live from Festival Internazionale del Film di Roma 2012: Bullet to the head

Giuseppe Defeudis. Sylvester Stallone (Sly) torna in Italia e lo fa per presentare in prima mondiale il suo nuovo film, “Bullet to the head”, per la regia del grande Walter Hill (“I guerrieri della notte”, “Danko”,”48 ore”).

La pellicola è la trasposizione cinematografica del fumetto “Du plomb dans la tête”, scritto da Alexis Nolent. Sylvester Stallone, nei panni di un killer esperto, e Sung Kang (“Pearl Harbor”, “Die Hard- vivere o morire”), poliziotto, si trovano ad affrontare, psicologicamente e non solo, le morti dei rispettivi partner di lavoro. I due protagonisti decidono di vendicarsi e  decidono di farlo unendo le loro forze.

Ad ostacolare il cammino vendicativo dei due “nuovi” paladini della giustizia (violenta per Sly e legale per Kang)  ci saranno  Christian Slater  (“Bobby”, “Broken Arrow”) e Jason Momoa (“the game”). Una storia di grande azione ben trattata riempita da sagaci ed ironici interventi di Sly. Il film è piaciuto ed ha convinto i presenti in sala Sinopoli dell’Auditorium. E comunque sia, Stallone è Stallone!

Voto 7.5
Condividi:

giovedì, novembre 15, 2012

Live From Festival Internazionale del Film di Roma 2012: Carlo!

Giuseppe Defeudis. Da un’idea di Fabio Ferzetti e Gianfranco Giagni, rispettivamente critico cinematografico e documentarista, ecco prodotto un documentario sul Carlo Verdone che non è stato mai visto, o almeno da sotto una nuova ed introspettiva luce.

Gli attori, le attrici, i collaboratori, gli amici, la famiglia, le strade e le voci di Roma. E poi i film e gli attori di riferimento, il rapporto con il pubblico, la “casa sotto i portici” in cui è cresciuto e la grande figura paterna che lo ha guidato.

Un processo, questo, di documentare uno dei nostri più acclamati attori italiani, che ha consentito di avvolgere gli spettatori in un oltre 70 minuti di allegria, malinconia, riflessione e gioia nel poter essere contemporanei di un così tal bravo attore. Il red carpet ha visto sfilare molti delle figure importanti evidenziate nel documentario, Christian De Sica, Eleonora Giorgi e Marco Giallini solo per citarne alcuni, ed ha visto una folla festante e colma di amore al passaggio del grande beniamino nazionale, Carlo Verdone.

Questo Verdone in tutte le salse, anche quelle introspettive, è piaciuto. Ma era difficile poter arrivare ad un risultato diverso quando recitare il ruolo di protagonista è lui, Carlo!
Condividi:

mercoledì, novembre 14, 2012

Roma: Stallone, Rambo potrebbe tornare

ROMA. Rambo potrebbe tornare sui grandi schermi. E' una delle più importanti indiscrezioni trapelate dalla conferenza stampa del film ''Bullet to the head'' che ha visto protagonisti, in Sala Petrassi, il regista Walter Hill, lo sceneggiatore Alessandro Camon e Sylvester Stallone, l'ospite piu' atteso di questa settima edizione del Festival Internazionale del film di Roma, accolto da un tripudio di applausi.

La pellicola, che ha incontrato il favore dei giornalisti presenti alla prima ufficiale, è incentrata su una graphic novel francese ed e' prodotta da Millar Gough Ink/Emjag e After Dark Films. Sara' distribuita in Italia da Buena Vista International.

La storia della conflittuale e improvvisata alleanza tra il poliziotto Taylor (Sung Kang) e il sicario Jimmy (Stallone), ha offerto inoltre numerosi spunti di riflessione e dibattito. In particolare, Hill ha raccontato la genesi del film: ''Io e Sly ci conosciamo da tanto tempo, ma non avevamo mai avuto la possibilita' di collaborare, cosa che adesso e' finalmente avvenuta. E' stato proprio lui a telefonarmi per propormi la sceneggiatura. Mi e' sembrata una buona storia, con richiami agli anni '80 eppure estremamente moderna''.

Stallone ha quindi raccontato parte della sua vita, dal suo primo incontro con Woody Allen alla visita, ieri, nella periferia di Tor Bella Monaca, dal rapporto con la macchina Hollywood fino a scampoli di vita privata, regalati all'uditorio con bonaria e disponibile ironia.

Sul finale, Stallone ha anche parlato dei suoi personaggi storici: ''Ci sarebbe un progetto - ha affermato - E se il corpo 'tiene' rivedrete Rambo... magari un Rambo con l'artrite, ma, insomma, Rambo potrebbe tornare!''.
Condividi:

domenica, novembre 11, 2012

Festival di Roma 2012: Margherita Buy regina del red carpet

di Redazione. Sabato sera al Festival di Roma 2012 è stata anche la serata de «La scoperta dell'alba», il nuovo film di Susanna Nicchiarelli, tratto dall'omonimo romanzo di Walter Veltroni (Rizzoli), è stato presentato alla Sala Petrassi. Presenti sul red carpet, la raggiante Margherita Buy insieme a Gabriele Spinelli, Lino Guanciale, Lina Sastri, Renato Carpentieri e il Sergio Rubini. La pellicola, prodotta da Fandango con Rai Cinema, sarà nei cinema dal 10 gennaio 2013.
Condividi:

venerdì, novembre 09, 2012

Live from Festival Internazionale del Film di Roma 2012: pronti, partenza… ciak!

(Foto: Paolo Ferrari e Marco Muller)
Giuseppe Defeudis. E via, partiti! La settima edizione del Festival internazionale del film di Roma si è ufficialmente messa in moto facendolo con un nuovo ed illustre timoniere, Marco Muller (in foto con Paolo Ferrari, presidente della Fondazione Cinema per Roma), critico e produttore cinematografico che dal 2004 al 2011 ha diretto artisticamente la Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. Sulla sua nuova avventura  ha detto: ” Abbiamo – una squadra agguerritissima ed io – avuto poco più di quattro mesi per sperimentare i modi più giusti volti a dinamizzare la nostra relazione con chi il cinema lo fa e con chi lo fa circolare. Abbiamo scelto di scommettere sui nuovi autori e le nuove realtà del continente visivo, ma abbiamo
anche voluto trascrivere le originalità che vengono da regni e generi del cinema popolare”.

Questa edizione si svolgerà dal 9 al 17 novembre 2012 all’Auditorium Parco della Musica. Il complesso di Renzo Piano sarà anche quest’anno il cuore pulsante del Festival  dove si svolgeranno le proiezioni e il red carpet: i 1300 mq del viale che conduce alla Cavea saranno trasformati in una delle più grandi passerelle al mondo. Varie saranno le categorie che raggrupperanno le pellicole proiettate in questa edizione:  Concorso, Fuori Concorso,  CinemaXXI e Prospettive Italia.
I premi che verranno assegnati ai film i concorso, selezionati da una giuria internazionale (Jeff Nichols, Timur Bekmambetov, Valentina Cervi, Edgardo Cozarinsky, Leila Hatami, P. J. Hogan, Chris Fujiwara) saranno i seguenti :

- Marc’Aurelio d'Oro per il miglior film
- Premio per la migliore regia
- Premio Speciale della Giuria
- Premio per la migliore interpretazione maschile
- Premio per la migliore interpretazione femminile
- Premio a un giovane attore o attrice emergente
- Premio per il migliore contributo tecnico
- Premio per la migliore sceneggiatura

Tanti i nomi famosi che calcheranno il red carpet, eccone alcuni: Sylvester Stallone, Jude Law, Adrien Brody, Bill Murray, James Franco, Luca Argentero, Piergiorgio Bellocchio, Giulio Berruti, Margherita Buy, Valentina
Cervi, Laura Chiatti, Pippo Delbono, Isabella Ferrari, Alessandro Gassman, Claudia Gerini, Marco Giallini, Eleonora Giorgi, , Laura Morante, , Michele Placido, Violante Placido, Alessandro Preziosi, Rolando Ravello, Stefania Rocca, Sergio Rubini, Lina Sastri, Riccardo Scamarcio, Carlo Verdone.

Ed ecco un po’ di numeri:
59 Lungometraggi in prima mondiale e 5 in prima internazionale
12 Mediometraggi
34 Cortometraggi

PAESI PARTECIPANTI: 26 Argentina, Australia, Austria, Brasile, Cina, Filippine, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, India, Iran, Israele, Italia, Lettonia, Messico, Moldavia, Nicaragua, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Russia, Spagna, Stati Uniti, Thailandia, Ucraina
LUNGOMETRAGGI ITALIANI: 16
LUNGOMETRAGGI OPERE PRIME E SECONDE: 14 di cui 8 opere prime e 6 opere seconde.

Non ci resta che metterci in poltrona e goderci lo spettacolo.
Buon Festival a tutti ed in bocca al lupo alla nuova squadra organizzativa!
Condividi: