Visualizzazione post con etichetta Trasporti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Trasporti. Mostra tutti i post

giovedì, settembre 21, 2017

Ryanair, in 400mila a piedi e oltre 20 milioni di euro di rimborsi previsti

DUBLINO - E’ di oggi l’annuncio delle stime di Ryanair circa le cancellazioni di voli decise da Ryanair. Secondo il CEO della low cost irlandese Michael O'Leary, le procedure coinvolgeranno circa 400.000 passeggeri, stando a quanto riporta l'agenzia Bloomberg. Mentre i rimborsi potrebbero superare i 20 milioni di euro, ha specificato ancora O'Leary, in una conferenza telefonica con gli analisti. Il vettore a basso costo ha detto che pubblicherà le cancellazioni previste fino a ottobre entro le prossime ore.

Il capo di Ryanair ha rilevato che la società sta attualmente operando circa 2.500 voli al giorno, puntando pure il dito contro le compagnie aeree rivali di Gran Bretagna, Germania e Irlanda che andrebbero a caccia dei suoi piloti. Infine, si è scagliato contro la concorrente Norwegian, ribadendo che "non durerà a lungo" e annunciando misure per fermare i propri piloti disposti a passare alla concorrente norvegese. In ogni caso Ryanair, ha concluso ancora il dirigente, ingaggerà piloti provenienti da Alitalia o da Air Berlin.

Quest’ultima ipotesi, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, a questo punto fa preoccupare perché la fuga di piloti verso la low cost, compagnia che mantiene comunque una forte solidità e appetibilità per i dipendenti di altre in crisi, potrebbe portare ad un effetto a cascata anche per la società italiana, già commissariata e in permanente e profonda difficoltà, con effetti che potrebbero riguardare ancora una volta il Nostro Paese e i passeggeri italiani. Ci attendiamo, quindi, un intervento del governo in carica per scongiurare un’ulteriore e più pesante crisi del trasporto aereo come quella scatenata negli ultimi giorni dalle cancellazioni annunciate da Ryanair.

Ferrotramviaria, "Implementare il servizio autolinee per gli studenti"

BARI - Con riferimento alla richiesta formulata dal Dirigente del Plesso scolastico Lotti Umberto I di Andria, Prof. Pasquale Annese, relativa alla necessità di potenziare il servizio di trasporto alternativo sulla tratta Andria-Ruvo di P., a seguito dell’interruzione della tratta ferroviaria Andria-Corato, il Presidente della Provincia Barletta-Andria-Trani, avv. Nicola Giorgino, prendendo atto dei disagi alla quale sono sottoposti gli studenti pendolari che devono raggiungere gli Istituti Superiori della Città di Andria ed in particolare coloro che devono raggiungere il plesso dell’Istituto Tecnico Agrario Umberto I ubicato a circa 2 km. dal centro urbano, ha sollecitato con una propria nota la Direzione Generale della Ferrotramviaria, a voler predisporre il potenziamento degli automezzi in servizio, al fine di consentire ai suddetti studenti, di poter raggiungere la scuola in tempo utile per l’inizio delle lezioni, onde garantire non solo la regolare attività scolastica ma anche il diritto allo studio così come sancito dalla nostra costituzione. Così in una nota l'Ufficio Presidenza della Provincia Bat.

Ryanair allarme di Loizzo: "No tagli o desertifichiamo i nostri scali”

BARI - Tagli dei voli Ryanair dagli aeroporti pugliesi, un problema da maneggiare con cautela, secondo il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo, che lancia l’allarme sulle conseguenze di eventuali risposte affrettate alle decisioni della compagnia irlandese: “ricadrebbero a danno degli scali pugliesi di Bari e Brindisi, rischiando di desertificarli, nonostante siano tra i più efficienti”.

Certo, fa presente Loizzo: “la crisi organizzativa di Ryanair, dovuta a scelte aziendali alquanto discutibili, sta riverberando i suoi effetti su scala internazionale, con un taglio consistente dei voli che penalizza l’utenza e la stessa economia territoriale. Sono condivisibili le proteste e le preoccupazioni di viaggiatori e istituzioni, che subiscono danni notevoli, come nel caso della Puglia, soprattutto nel settore del turismo, tuttavia occorre guardare con grande attenzione all’evoluzione del sistema del trasporto aereo su scala europea e mondiale”.

Per questo, se la protesta “è comprensibile”, non lo sono altrettanto, secondo il presidente del Consiglio regionale, “alcune osservazioni che invocano il taglio degli incentivi sia alla Ryanair che alle altre compagnie, perché è solo grazie ai contratti di promozione turistica che i nostri due grandi aeroporti sono passati dai 2,5 milioni di passeggeri del 2009 ai 6,5 milioni di oggi”, permettendo a milioni di pugliesi, soprattutto giovani, di viaggiare per tutta l’Europa.

“Naturalmente – aggiunge Loizzo – tutti devono sapere che non si tratta di contributi a fondo perduto, i finanziamenti vengono erogati in ragione del numero dei voli e dei passeggeri trasportati. A meno voli, quindi, corrisponderanno meno incentivi”.

È anche bene, insiste il presidente Loizzo, “avere piena consapevolezza che in questo momento la competizione tra i sistemi aeroportuali, non solo italiani ed europei, è tutta giocata sull’erogazione di consistenti incentivi. Per questo, ridurli o persino eliminarli significherebbe trasformare in cattedrali nel deserto nostri due straordinari aeroporti, forse tra i più efficienti in Italia, con tutte le conseguenze immaginabili anche a carico dell’occupazione e col risultato, in aggiunta, di vanificare tutti gli sforzi compiuti in questi anni”.

Nell’auspicare la rapida risoluzione delle criticità manifestate dal vettore, conclude Loizzo: “ci auguriamo pertanto che la messa in campo di nuove politiche incentivanti, riesca ad attrarre in Puglia nuove e più moderne compagnie aeree, in un contesto del trasporto aereo assai complesso, ripeto, in tutta Europa”. 

mercoledì, settembre 20, 2017

Ryanair cancella duemila voli. Arriva risarcimento in Puglia

di ANTONIO GAZZILLO - Gravi sono i danni che attendono Ryanair. La più grande compagnia aerea europea sarà costretta a tagliare più di duemila voli, lasciando a terra 400mila persone, a causa dell’errata  turnazione dei giorni di ferie dei piloti.

Questa disattenzione graverà nelle tasche dell’azienda una cifra che potrà raggiungere i 35 milioni di euro, considerando le entrate minori, i rimborsi e il calo del titolo.

Infatti Ryanair offrirà ai passeggeri colpiti dai tagli, un volo sostitutivo o il rimborso del biglietto, tutti diritti già previsti per i passeggeri come ha ricordato la commissaria Ue ai trasporti, Violeta Bulc.

Il ministro delle Infrastrutture, Alberto Delrio, ha invece parlato di situazione grave mentre già si annunciano diverse azioni legali contro la compagnia.

La verità però potrebbe essere un’altra: Ryanair, che per anni ha avuto il predominio in Europa grazie ai suoi prezzi stracciati e ai risparmi sui contratti dei dipendenti, ha scoperto un’agguerrita concorrenza. I comandanti, sempre più in minor numero, sono attratti da condizioni di lavoro migliori; infatti nei mesi scorsi 140 piloti Ryanair hanno cambiato compagnia dirigendosi verso la Norwegian.

“Siamo profondamente dispiaciuti e cercheremo di rimediare ma il 98% dei passeggeri non subirà ripercussioni. Si è solo trattato di un errato calcolo dei riposi e delle ferie, non ci mancano i piloti” ha così cercato di giustificare la difficile situazione Michael O’Leary, direttore di Ryanair.


Compagnia condannata a risarcimento - La compagnia aerea Ryanair dovrà risarcire due giovani passeggeri salentini costretti a restare a Roma a proprie spese per due notti e poi a ripiegare su un viaggio in treno per poter rientrare a casa a Brindisi dopo circa 60 ore di attesa avendo subito prima la cancellazione del loro volo e poi l'enorme ritardo del volo di riprotezione assegnato due giorni dopo. A stabilirlo il giudice di pace di Brindisi che ha riconosciuto ai due diciottenni un risarcimento di complessivi 950 euro. A renderlo noto il difensore e segretario di Codici Lecce, Stefano Gallotta. Il giudice ha stabilito per ciascuno di loro un risarcimento di 250 euro e un indennizzo per danni di 225 euro.

Losacco (Pd) presenta interrogazione - “Nelle prossime ore presenterò un’interrogazione al Ministero competente per chiedere di fare chiarezza sulle cancellazioni dei voli Ryanair, una decisione che penalizza soprattutto regioni come la Puglia che con la compagnia irlandese ha stipulato particolari accordi commerciali.” Lo annuncia in una nota il deputato barese del PD, Alberto Losacco. “La decisione di Ryanair – prosegue Losacco – rischia d’arrecare danno al settore turistico oltre ai disagi per i viaggiatori pugliesi. Ottanta voli in meno su Brindisi e Bari per le prossime sei settimane, stando all’ultima comunicazione di Ryanair, ma naturalmente non sappiamo se col tempo ne verranno soppressi altri. Quello aereo è un tassello fondamentale del trasporto regionale, come dimostra l’ulteriore crescita dei passeggeri su Bari e Brindisi di questa estate. Bene allora la decisione della Regione Puglia di verificare se Ryanair non stia venendo meno agli accordi presi, per far scattare le eventuali penali previste dal contratto. E non è sufficiente il rimborso del biglietto, soprattutto quando la cancellazione viene comunicata, come è accaduto in questi giorni, a una manciata di ore dalla partenza. Naturalmente non è solo un problema pugliese: con Ryanair, ogni giorno, viaggiano dagli aeroporti di tutta Italia migliaia e migliaia di persone. Per questo è bene che il Ministero intervenga per fare chiarezza. Bisogna tutelare i passeggeri e il diritto alla mobilità”.

D'Ambrosio Lettieri (Dit): "Cancellazione voli atto grave. Non basta indignazione Delrio ma servono azioni concrete" - "Non basta l'indignazione del ministro Delrio, servono azioni concrete da parte del governo italiano per tutelare i diritti dei passeggeri, ma anche dei lavoratori. La cancellazione di migliaia di voli in tutta Europa da parte della compagnia low cost Ryanair, che pure in Puglia ottiene importanti contributi regionali, è paradossale, per modalità e per motivazioni. E', infatti, incomprensibile come si possa programmare voli senza tener conto delle dovute ferie che spettano di diritto al personale, oltretutto anche per una questione di sicurezza. Il governo spagnolo ha già aperto un dossier . L'Italia faccia altrettanto". Lo dichiara in una nota il sen. d'Ambrosio Lettieri (Dit).

Voli annullati, UniCons avvia azioni per tutela passeggeri Ryanair

ROMA - L'Associazione UniCons comunica l'avvio delle azioni a tutela dei passeggeri dei voli Ryanair annullati negli ultimi giorni. Centinaia di passeggeri che avevano acquistato i biglietti della compagnia aerea irlandese sono stati lasciati a terra negli aeroporti italiani, tra cui quello di Orio al Serio, per l'annullamento dei voli, creando gravi disagi a chi aveva prenotato i voli, per lavoro o per turismo. Così in una nota l'associazione UniCons.

La nostra associazione - prosegue la nota - intende fornire tutela agli sfortunati passeggeri, con le opportune azioni di risarcimento, non ritenendo sufficiente il rimborso del costo del biglietto, e si invitano coloro che stanno subendo questa disavventura su Milano e Bergamo a contattarci ai numeri telefonici 348 0107576 – 348 0086073 o scriverci all'indirizzo email uniconsmilano@gmail.com, per procedere con la nostra assistenza nelle richieste di risarcimento, sia in sede stragiudiziale che se necessario in quella giudiziale.

lunedì, settembre 18, 2017

Ryanair, solo ieri cancellati 82 voli. Caos negli aeroporti per ferie in calendario piloti

ROMA - Solo ieri sono stati cancellati 82 voli. Un grave errore nel pianificare le vacanze dei piloti ha portato il caos in molti voli Ryanair: è quanto si legge sul sito della Bbc, secondo cui ogni giorno nelle prossime sei settimane ne verranno eliminati in media 40-50 al giorno.

Si stima che i disagi riguarderanno circa 285 mila passeggeri a cui è stato offerto il rimborso del biglietto o di riprogrammare il loro volo. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, Ryanair è colpevole di non aver fornito adeguata assistenza ai tanti clienti colpiti dai disagi. Ora il vettore low cost rischia di pagare caro prima di tutto in danno all'immagine.

RFI, Linea Bari – Foggia: stop traffico fra Trani e Barletta per investimento

BARI - Dalle 9.55 circolazione ferroviaria sospesa fra Trani e Barletta (linea Bari – Foggia) per l’investimento di una persona. Lo rende noto RFI.

Sul posto l'Autorità Giudiziaria per i rilievi di rito. Maggiori aggiornamenti nelle prossime ore.

venerdì, settembre 15, 2017

Trenitalia, direttrice Adriatica: via a interventi di potenziamento strutturale

BARI - Sabato 23 e domenica 24 settembre Rete Ferroviaria Italiana eseguirà lavori di potenziamento infrastrutturale della direttrice Adriatica. Squadre tecniche saranno al lavoro, simultaneamente, fra Foggia e Termoli. e fra Imola e Faenza.

Per consentire l’attività dei cantieri è stato necessario modificare il programma di circolazione dei treni.

Il nuovo orario, in vigore nelle sole due giornate indicate, è interamente consultabile su www.trenitalia.com. Digitando stazione di partenza, arrivo e data del viaggio, è possibile verificare in automatico l’offerta alternativa.

LE PRINCIPALI MODIFICHE DI CIRCOLAZIONE IN PUGLIA - La circolazione ferroviaria fra le stazioni di Foggia e Termoli sarà sospesa dalle 22:45 del 22 settembre (notte venerdì/sabato) alle 0:45 del 25 settembre (notte domenica/lunedì).

I treni a lunga percorrenza da e per Milano, Torino, Venezia e Bologna potranno essere cancellati, limitati o seguire il percorso alternativo via Ferrara – Ravenna. Nella giornata di sabato saranno cancellati e sostituiti con bus i treni regionali Termoli –Foggia; limitati a San Severo tutti i treni di Ferrovie del Gargano.

I LAVORI IN PUGLIA - Nell’ambito del progetto di velocizzazione/potenziamento della Direttrice Adriatica Lecce/Bari -Bologna, Rete Ferroviaria Italiana eseguirà interventi di sostituzione di due ponti ferroviari a travata metallica, di tre campate ciascuna, tra le località di Foggia e San Severo, la sostituzione di quattro deviatoi con deviata a 100 Km/h nelle stazioni di Termoli e di Lesina e lo spostamento plano altimetrico di due curve tra le località di Foggia e San Severo.

mercoledì, settembre 13, 2017

Fse, escalation furti rame: 25 episodi da inizio anno

BARI - Con il tentato furto di questa notte tra Castellana Grotte e Conversano salgono a 25 gli episodi registrati sulle linee FSE da inizio anno La linea Mungivacca – Putignano è stata colpita ben sedici volte, la Bari – Taranto nove volte, entrambe sia di girono sia di notte.

In particolare, questa notte sono stati tranciati i cavi della linea elettrica di alimentazione dei treni. I ladri sono fuggiti all’arrivo della vigilanza.

Da stamattina i tecnici sono al lavoro per ripristinare la piena funzionalità della tratta. La circolazione ferroviaria riprenderà nel pomeriggio al termine degli interventi. Nel corso della giornata i collegamenti sono stati garantiti con bus sostitutivi.

Le tratte più colpite sono state: Mungivacca-Valenzano, Turi-Putignano e Statte – Taranto. Saccheggiate anche le tratte nei territori di Adelfia, Casamassima, Carbonara e Valenzano.

lunedì, settembre 11, 2017

Trenitalia, approvati tre nuovi lotti linea Napoli-Bari

ROMA - Ulteriore passi in avanti nella realizzazione della nuova linea Napoli – Bari: Rete Ferroviaria Italiana ha convocato nelle prossime settimane le conferenze dei servizi per tre nuovi lotti dell’opera.

Sono stati infatti approvati dal Commissario governativo, Maurizio Gentile, i progetti definitivi consegnati da Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, per due dei tre lotti del tratto Frasso Telesino – Vitulano (Frasso Telesino – Telese e Telese – San Lorenzo Maggiore) e per uno dei due lotti del tratto Apice – Orsara (Apice – Hirpinia).

Alle conferenze dei servizi, che si riuniranno il 20 e il 21 settembre a Roma, parteciperanno i Ministeri competenti, gli Enti Locali e le aziende di servizi pubblici interessati dall’opera.

L’investimento economico per la Napoli - Bari è di 6,2 miliardi di euro. Entro il 2019 saranno bandite le gare per tutte i tratti di linea.  La conclusione dei lavori è prevista nel 2025 per la tratta Frasso Telesino – Vitulano, nel 2026 per la Apice – Orsara e per l’intera opera.

Prosegue così, senza incertezze, la realizzazione dell’opera: lo scorso 28 giugno è entrato in esercizio il nuovo tratto di linea Cervaro – Bovino, 23 km di raddoppio per un investimento economico di 270 milioni di euro.

Ferrovie dell'Irpinia, continua riqualificazione RFI

di DONATO FORENZA - Nell’ambito del progetto “Ferrovia dell’Irpinia”, sono stati recuperati ulteriori 37 km di linea da Rocchetta a Lioni. I lavori, curati dalla Direzione Territoriale Produzione di Rete Ferroviaria Italiana Napoli, hanno interessato ulteriori 37 km di linea e si aggiungono a quelli eseguiti l’anno scorso da Rocchetta a Conza-Andretta.

 Nel contesto della riqualificazione e valorizzazione del territorio, gli interventi rientrano nel progetto di riutilizzo a scopi turistici della linea ferroviaria Avellino-Rocchetta; tali lavori sono stati realizzati in vista dei treni storici per lo “Sponz Fest” di Calitri, dal 25 al 27 agosto 2017. Proseguono con successo le attività peculiari di risanamento e recupero infrastrutturale della linea Avellino – Rocchetta. Sono stati accuratamente effettuati gli opportuni lavori tra cui le verifiche strutturali dei ponti, tagli della vegetazione ostacolante, revisione e risanamento dell’armamento, rimozione di detriti e messa in sicurezza del terreno.

Sul percorso riqualificato possono circolare i treni storici della Fondazione FS organizzati in occasione dello “Sponz Fest 2017” e in previsione di prossimi eventi. La linea ferroviaria Avellino – Rocchetta Sant’Antonio è stata chiusa al traffico ordinario nel 2010; essa attraversa l’alta Irpinia ed offre straordinari percezioni di paesaggi di rilevate bellezza; è stata inserita nel 2016 nell’innovativo Progetto “Binari senza tempo”. Con questo programma la Fondazione FS ha ridato una nuova linfa ad alcune linee dotate di un peculiare valore storico e paesaggistico, che attualmente risultano localmente carenti di servizio di trasporto pubblico,

E’ previsto, inoltre, secondo progetti RFI e della Fondazione FS anche il ripristino dell’intera linea da Avellino a Rocchetta per complessivi 119 km. Il Mezzogiorno d’Italia, caratterizzato da una mirabile biodiversità e da paesaggi unici al mondo merita importanti azioni attrattive per la valorizzazione e la tutela del territorio.

venerdì, settembre 08, 2017

Aeroporto Taranto, Labriola: "Emiliani valuti flussi e fattibilità finanziaria"

ROMA - “L’apertura dell’aeroporto di Grottaglie al traffico passeggeri potrebbe rappresentare per l’area di Taranto una importante occasione di crescita e sviluppo, è pertanto doveroso attuare le verifiche necessarie circa i potenziali flussi passeggeri e la fattibilità finanziaria dell’operazione, di competenza della Regione Puglia. Ricordo al presidente Emiliano che fu proprio lui, in occasione di un incontro pubblico a Taranto con i cittadini e le associazioni che si battono per l’apertura al traffico civile dello scalo Arlotta, al quale presi parte personalmente, ad affermare che la Regione sarebbe stata disponibile a sostenere economicamente l’attività dell’aeroporto. Emiliano invitò allora le associazioni a verificare direttamente la disponibilità dei vettori, prassi tutt’altro che corretta e attuabile. In un successivo incontro da me organizzato con il viceministro Nencini, al quale partecipò il movimento Taranto diritto di volare, sottoponemmo la questione all’esponente del governo nazionale, che ribadì invece il ruolo centrale della Regione nell’analisi della fattibilità. Da allora nulla è accaduto e lo scalo di Grottaglie è finito ancora una volta nel dimenticatoio. E’ necessario valutare le potenzialità dell’Arlotta, per poi decidere serenamente, numeri alla mano, e individuare senza preclusioni la via più giusta da seguire. Il presidente Emiliano mantenga fede a quanto promesso. L’apertura ai voli passeggeri, che potrebbe inizialmente avvenire anche stagionalmente, sarebbe tra l’altro compatibile con la sperimentazione dei droni e con l’attività industriale già attive a Grottaglie. La Regione non dimentichi Taranto, proprio ora che la vicinanza con Matera capitale della cultura, potrebbe rappresentare una ulteriore occasione di crescita”, lo dichiara l’onorevole Vincenza Labriola di Forza Italia.

giovedì, settembre 07, 2017

Fiera del Levante, il piano straordinario della mobilità

BARI - L’Amtab rende noto che, in occasione della 81° edizione della Fiera del Levante, in programma dal 9 al 17 settembre, è stato predisposta l’attivazione di alcuni autobus speciali con l’obiettivo rafforzare il collegamento con le aree attigue alla Campionaria.

Nelle domeniche del 10 e 17 settembre, inoltre, saranno effettuate in via del tutto straordinaria le corse di alcune linee urbane con partenza alle ore 23.

Sabato 9 settembre, giornata inaugurale, dalle ore 7.00 alle ore 15.30 e comunque sino al termine delle esigenze, i bus delle linee 2/, 22, 27, 53 e le navette del Servizio speciale Fiera effettueranno un percorso diverso per esigenze di sicurezza.

Di seguito l’elenco delle corse del Servizio speciale Fiera:

A.     piazza Moro - ingresso Orientale Fiera del Levante (piazzale Triggiani)

Il tragitto prevede:
·        andata: piazza Moro, via A. da Bari, via Piccinni, via Cairoli, piazza Massari, corso Vittorio Veneto, ingresso Orientale.
·        ritorno: ingresso Orientale, corso Vittorio Veneto, piazza Massari, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro.
I bus in partenza da piazza Moro e diretti alla Fiera effettueranno delle fermate intermedie in piazza Massari e in corso Vittorio Veneto, in corrispondenza delle aree di sosta Autorità Portuale-ex Multiservizi (Vittorio Veneto lato mare), FBN/Quasimodo (Vittorio Veneto lato terra).
Le corse saranno attivate il 9 settembre e dall’11 al 16 settembre con l’impiego di 6 bus, dalle ore 8.30 fino alla chiusura della Fiera, con una frequenza di 7-8 minuti; il 10 e il 17 settembre con l’impiego di 10 bus, dalle ore 8.30 fino alla chiusura della Fiera, con una frequenza di 3-4 minuti.
Il costo del biglietto è di € 1 sia per la corsa di andata sia per la corsa di ritorno.

B.    Palaflorio - Park & Ride Pane e Pomodoro - piazza Massari - ingresso Orientale Fiera del Levante (piazzale Triggiani)

Il tragitto prevede:
·        andata: via Prezzolini (Palaflorio), via Caldarola, via Torrente Valenzano, via Peucetia, Cavalcavia Garibaldi, P&R Pane e Pomodoro (corso Trieste), lungomare Nazario Sauro, lungomare Di Crollalanza, corso Vittorio Emanuele, piazza Massari, corso Vittorio Veneto, ingresso Orientale Fiera.
·        ritorno: ingresso Orientale Fiera, corso Vittorio Veneto, piazza Massari, corso Vittorio Emanuele, lungomare Di Crollalanza, lungomare Nazario Sauro, parcheggio Pane e Pomodoro (corso Trieste), cavalcavia Garibaldi, via Peucetia, via Torrente Valenzano, via Caldarola, via Prezzolini (Palaflorio).
Durante il periodo fieristico detto collegamento di fatto incorpora il servizio navetta “A” (FBN- piazza Massari) e navetta “B” (Pane e Pomodoro - piazza Massari). Non saranno effettuate le fermate della navetta “A” in piazza Federico II di Svevia, corso A. De Tullio e lungomare Imperatore Augusto; saranno, invece, effettuate tutte le fermate delle navette “A” e “B” lungo i relativi percorsi.
Le corse saranno attivate il 9 settembre e dall’11 al 16 settembre con l’impiego di 8 bus, dalle ore 5.30 alle 8.30* e dalle ore 8.30 fino alla chiusura della Fiera, con una frequenza di 10 minuti; il 10 e il 17 settembre con l’impiego di 12 bus, dalle ore 8.30 fino alla chiusura della Fiera, con una frequenza di 6-7 minuti.
Il costo del biglietto è di € 1 sia per la corsa di andata sia per la corsa di ritorno. In alternativa potrà essere utilizzato il tagliando park & bus, rilasciato assieme al ticket di sosta relativo alle aree allestite presso il Palaflorio, il Park & Ride di Pane e Pomodoro e il parcheggio via Napoli Nord.

* I bus effettueranno un percorso limitato: Park &Ride di Pane e Pomodoro, piazza Massari, corso Vittorio Veneto (P&R FBN). Il collegamento tra l’area di sosta del Palaflorio e del Park & Ride di Pane e Pomodoro sarà effettuato con un bus navetta.

C.    circolare parcheggio via Napoli Nord

Il tragitto prevede: parcheggio via Napoli (in corrispondenza della concessionaria Autoclub), via Bellini, via Verdi (ingresso e biglietteria Fiera), via Mercadante, via Van Westerhout, strada S. Girolamo, via Costa, via Napoli, capolinea in corrispondenza della concessionaria Autoclub.
Sarà effettuata un’unica fermata intermedia in via Verdi, in corrispondenza dell’ingresso della Fiera del Levante.
La circolare sarà attivata il 9 e il 17 settembre con l’impiego di 2 bus, dalle ore 8.30 fino alla chiusura della Fiera, con una frequenza di 15 minuti.
Il costo del biglietto è di € 1 sia per la corsa di andata sia per la corsa di ritorno. In alternativa potrà essere utilizzato il tagliando park & bus, rilasciato assieme al ticket di sosta relativo alle aree allestite presso il Palaflorio, il Park & Ride di Pane e Pomodoro e il parcheggio via Napoli Nord.

D.    parcheggio Marisabella - ingresso Orientale Fiera del Levante

Il tragitto prevede:
·        Andata: interno parcheggio Marisabella, varco della Vittoria, ingresso Orientale Fiera (piazzale Triggiani).
·        Ritorno: ingresso Orientale Fiera (piazzale Triggiani), varco della Vittoria, parcheggio Marisabella.
Il servizio è riservato agli utenti che utilizzeranno il parcheggio.
Le corse saranno attivate dal 9 al 17 settembre con l’impiego di 2 bus, dalle ore 8.30 alle 22.30, con una frequenza di 5 minuti.
Il servizio trasporto riservato agli utenti del parcheggio Marisabella è gratuito.

Il 10 e 17 settembre attivazione corsa straordinaria alle ore 23

Nelle domeniche del 10 e 17 settembre, è stata predisposta l’attivazione straordinaria di una corsa con partenza alle ore 23, che comporterà una modifica delle ultime partenze dai rispettivi capolinea delle seguenti linee urbane:
·        linea 1: da piazza Eroi del Mare alle ore 23; da Santo Spirito alle ore 22
·        linea 2: dalle Piscine comunali alle ore 23; dall’istituto Polivalente alle ore 21.20
·        linea 3: da piazza Moro alle ore 23; dall’spedale San Paolo alle ore 22.10
·        linea 4: da piazza Eroi del Mare alle ore 23; dall’Istituto agronomico ore 22.10
·        linea 6: dalle Piscine comunali alle ore 23; da parco Domingo alle ore 22.15
·        linea 11: da piazza Moro alle ore 23; da Loseto alle ore 22.10
·        linea 11/: da piazza Moro alle ore 23; da Loseto alle ore 22.05
·        linea 12: da piazza Moro alle ore 23; da via Fenicia alle ore 22
·        linea 12/: da piazza Moro alle ore 23; da via Fenicia alle ore 22
·        linea 13: da piazza Moro alle ore 23; da via E. Dalfino alle ore 22
·        linea 19: da piazza Moro alle ore 23; da Enziteto alle ore 22
·        linea 20: da piazza Moro alle ore 23; da parco Adria alle ore 21.50
·        linea 21: da piazza Moro alle ore 23.10; da Madonna delle Grazie alle ore 22.30
·        linea 22: dalle Piscine comunali alle ore 23; da via Torre di Mizzo alle ore 22
·        linea 27: dalle Piscine comunali alle ore 23; da parco Domingo alle ore 21.45
·        linea 53: da piazza Moro alle ore 23; da via De Blasi alle ore 22.


Linee ordinarie Amtab

Il quartiere fieristico è raggiungibile anche attraverso il servizio ordinario offerto dalle linee Amtab, di seguito elencate:
·        Linea 1: piazza Eroi del Mare - S. Spirito
·        Linea 2: Polivalente - Piscine comunali
·        Linea 2/: via Mimmo Conenna - Complesso S. Anna
·        Linea 6: parco Domingo - Piscine comunali
·        Linea 22: Mungivacca - Piscine comunali
·        Linea 27: parco Domingo - Piscine comunali
·        Linea 53: San Paolo - piazza Moro
·        Navetta AB: area di sosta Pane e Pomodoro - ingresso Orientale Fiera (piazzale Triggiani); il servizio è attivo tutti i giorni, dalle ore 21.30 alle ore 3.30.

La giornata inaugurale

In occasione della cerimonia inaugurale della 81° Fiera del Levante, sabato 9 settembre, dalle ore 7.00 alle ore 15.30 e comunque sino al termine delle esigenze, i bus delle linee 2/, 22, 27, 53 e le navette del Servizio speciale Fiera effettueranno le seguenti variazioni di percorso:

Linea 2/
·        in direzione Piscine comunali: i bus giunti in corso Vittorio Veneto svolteranno a sinistra per viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), via Portoghese, a destra per via Di Maratona, Piscine comunali (capolinea);
·        in direzione via Conenna (S. Anna): i bus in partenza dal capolinea, percorreranno via Di Maratona, a sinistra per via Portoghese, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), a destra per corso Vittorio Veneto con ripresa del percorso ordinario.

Linea 22
·        in direzione Piscine comunali: i bus giunti in corso Vittorio Veneto svolteranno a sinistra per viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), via Portoghese, via Mascagni, viale Ottorino Respighi, a destra per via Franco Casavola, a sinistra per via Van Westerhout; dopo l’ordinario transito in S. Girolamo e Fesca, svolteranno a destra su viale Mercadante, a sinistra per via Mascagni, a destra per via Di Maratona ed effettueranno capolinea in corrispondenza della fermata ubicata nei pressi del supermercato “PENNY” (non raggiungeranno il capolinea ordinario);
·        in direzione via Torre di Mizzo: i bus in partenza dal momentaneo capolinea svolteranno sinistra per via Napoli, a sinistra per via Caracciolo, a destra per corso Vittorio Veneto con ripresa del percorso ordinario

Linea 27
·        in direzione Piscine comunali: i bus giunti in corso Vittorio Veneto svolteranno a sinistra per viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), via Portoghese, a destra per via Di Maratona, Piscine comunali (capolinea);
·        in direzione Parco Domingo: i bus in partenza dal capolinea, percorreranno via Di Maratona, a sinistra per via Portoghese, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), a destra per corso Vittorio Veneto con ripresa del percorso ordinario.


Linea 53
·        in direzione piazza Moro: i bus giunti in strada S. Girolamo, svolteranno a destra per via Franco Casavola a sinistra per viale Ottorino Respighi, via Mascagni, a destra per via Di Maratona con ripresa del percorso ordinario;
·        in direzione via De Blasi (S. Paolo): i bus giunti in via Di Maratona, svolteranno a sinistra per via Mascagni, viale Ottorino Respighi, a destra per via Franco Casavola, a sinistra per via Van Westerhout, strada S. Girolamo con ripresa del percorso ordinario.

Piazza A. Moro - Ingresso Orientale Fiera del Levante ( Piazzale Triggiani)

Il tragitto prevede:
·        andata: piazza Moro, via A. da Bari, via Piccinni, via Cairoli, piazza Massari, corso Vittorio
·        Veneto, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), via Portoghese, via Di Maratona, Piscine comunali (capolinea);
·        ritorno: Piscine comunali, via Di Maratona, via Portoghese, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), corso Vittorio Veneto, piazza Massari, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro.

Palaflorio - Park & Ride Pane e Pomodoro - Piazza Massari - Ingresso Orientale Fiera del Levante (Piazzale Triggiani)

Il tragitto prevede:
·        andata: via Prezzolini (Palaflorio), via Caldarola, via Torrente Valenzano, via Peucetia, Cavalcavia Garibaldi, P&R Pane e Pomodoro (corso Trieste), lungomare Nazario Sauro, lungomare Di Crollalanza, corso Vittorio Emanuele, piazza Massari, corso Vittorio Veneto, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), via Portoghese, via Di Maratona, Piscine comunali (capolinea);
·        ritorno: Piscine comunali, via Di Maratona, via Portoghese, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), corso Vittorio Veneto, piazza Massari, corso Vittorio Emanuele, lungomare Di Crollalanza, lungomare Nazario Sauro, parcheggio Pane e Pomodoro (corso Trieste), cavalcavia Garibaldi, via Peucetia, via Torrente Valenzano, via Caldarola, via Prezzolini (Palaflorio).
Il collegamento tra l’area di sosta Palaflorio e il P&R Pane e Pomodoro sarà effettuato con un bus navetta senza effettuare fermate intermedie.

Circolare parcheggio via Napoli Nord

Il tragitto prevede: parcheggio via Napoli (in corrispondenza della concessionaria Autoclub), via Di Maratona, Piscine comunali, inversione di marcia all’interno del capolinea, via Di Maratona, a destra per via Mascagni, viale Ottorino Respighi, a destra per via Franco Casavola, a sinistra per via Van Westerhout, strada S. Girolamo, via Costa, via Napoli, capolinea in corrispondenza della concessionaria Autoclub.
Sarà effettuata un’unica fermata intermedia in via Verdi, in corrispondenza dell’ingresso/biglietteria Fiera.

Parcheggio Marisabella – Ingresso Orientale Fiera del Levante

Il tragitto prevede:
·        andata: interno parcheggio Marisabella, varco Caracciolo, corso Vittorio Veneto, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), via Portoghese, via Di Maratona, Piscine comunali (capolinea);
·        ritorno: i bus in partenza dal capolinea, percorreranno via Di Maratona, a sinistra per via Portoghese, viale Vittorio Emanuele Orlando (AQP), corso Vittorio Veneto, varco Caracciolo, parcheggio Marisabella.
Il servizio è riservato agli utenti che utilizzeranno il parcheggio.

N.B. Saranno effettuate tutte le fermate esistenti lungo le predette variazioni di percorso.

PIANO AREE DI SOSTA

L’amministrazione comunale, di concerto con l’Amtab, ha predisposto anche un piano straordinario delle aree di sosta mirato e integrato alla mobilità complessiva della manifestazione fieristica, che offra la possibilità ai visitatori di usufruire sia di aree a pagamento con tariffe differenziate sia di aree di sosta a pagamento collegate da bus con navetta gratuita.

AREE INTERESSATE DAL SERVIZIO DI PARK & BUS

Anche quest’anno saranno utilizzate le stesse aree, come accaduto per le precedenti edizioni della Campionaria: Pane e Pomodoro, l’area antistante il Palaflorio e via Napoli (svincolo circonvallazione).

Gli utenti potranno quindi:
lasciare le autovetture in sosta a pagamento nelle aree del Park & Ride
utilizzare gratuitamente i bus navetta in partenza dalle aree in servizio di collegamento con la Fiera
ricevere un buono sconto (€ 1,50) per l’ingresso in Fiera del Levante per ogni passeggero a bordo dell’autovettura parcheggiata.

durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 650 Pane e Pomodoro
posti auto: n° 150 Palaflorio
posti auto: n° 300 via Napoli (autoclub)
tariffa unica giornaliera: € 1,00
collegamento: bus navetta gratuito sempre.

AREE DI PARCHEGGIO SU STRADA CON SOSTA DI ROTAZIONE

Area comunale su strada in via Francesco Portoghese (prol. Mascagni) fronte area mercato del lunedì.
Le aree sono state già utilizzate nelle precedenti edizioni.
durata del servizio: tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 20
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00

Area comunale recintata - Mercato - in via Francesco Portoghese (prol. Mascagni).
Le aree sono state già utilizzate nelle precedenti edizioni.
durata del servizio: tutto il periodo fieristico ESCLUSO il lunedì
orario: Sab./Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Mar./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 850
tariffa unica giornaliera: grattino da € 5,00 auto - € 12,00 per i bus

Area comunale in Via Mario Bisignani utilizzata per il mercatino.
L’area, già utilizzata nelle passate edizioni e nelle manifestazioni recenti tenutesi presso l’Arena della Vittoria, sarà resa disponibile per il mercato nelle sole giornate di lunedì e giovedì fino alle ore 10,00.
durata del servizio: periodo fieristico con l’esclusione del lunedì e giovedì mattina fino alle ore 10,00
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 90
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale in via M. Bisignani, di fronte all’area utilizzata per il mercatino.
L’area è stata già utilizzata nelle passate edizioni e nelle manifestazioni recenti tenutesi presso l’Arena della Vittoria.
durata del servizio: periodo fieristico con l’esclusione del lunedì e giovedì mattina fino alle ore 10,00
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 50
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale su strada “viale V.E. Orlando”
Le aree sono state già utilizzate nelle precedenti edizioni.
Lato Fiera: tutti i giorni del periodo
Lato Acquedotto: dal lunedì al venerdì i dipendenti dell’ente AQP, possessori di pass, potranno parcheggiare gratuitamente.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 100 circa
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale su strada complanare “viale Vittorio Veneto”
Le aree sono state già utilizzate nelle precedenti edizioni.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 250 circa
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Sarà escluso dalla sosta a pagamento il tratto della complanare antistante il Palazzo della Guardia di Finanza.

Area comunale su strada, via di Maratona (da via Napoli a via Verdi, lato destro e sinistro in entrambe le direzioni).
L’area a pagamento sarà quella compresa tra via Napoli e via Verdi, prossimità ingresso Fiera Edilizia, su entrambi i lati ed in entrambe le direzioni (da via Napoli verso la Fiera e viceversa); con la limitazione per i residenti del lato destro, ultimo isolato, direzione via Mascagni/via Napoli.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 650
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale su strada, via Bellini (da via Mascagni a via Verdi).
La sosta a pagamento sarà realizzata su entrambi i lati.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 50
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale su strada, in via Verdi, dal lato muro perimetrale fiera.
La sosta a pagamento dovrà essere prevista lungo tutto il lato perimetrale a partire dall’ingresso “Edilizia” sino all’ingresso fiera di via Verdi.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 40
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale su strada, in via Umberto Giordano.
La sosta a pagamento, sarà prevista su entrambi i lati a partire dal lungomare, sino a via Verdi su entrambi i lati.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 105
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area comunale su strada, in via P. Pinto (lato mare) da via G. Bruno a via Adriatica.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 50
tariffa unica giornaliera: grattino da € 3,00.

Area interna all’Arena della Vittoria.
Per questa area, delimitata dalla recinzione e già assegnata nelle passate edizioni, l’AMTAB spa s’impegna a:
consentire l’accesso e l’utilizzo gratuito dell’area agli espositori per tutto il periodo fieristico;
consentire l’accesso e l’utilizzo gratuito dell’area agli addetti degli uffici e delle associazioni ivi residenti, nei soli giorni feriali.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:30
posti auto: n° 300 riservati a coloro che hanno il pass ingresso.

Area interna allo “Stadio del Nuoto”.
L’area è stata già utilizzata nella passata edizione.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 100
tariffa unica giornaliera: grattino da € 5,00 auto
grattino da € 1,00 per motocicli.

Stadio del Nuoto (area recintata adiacente capolinea AMTAB spa) già utilizzata nelle passate edizioni.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 150
tariffa unica giornaliera: grattino da € 5,00 auto - € 1,00 motocicli.

TUTTE LE ALTRE AREE GESTITE DALL’AMTAB

Le tariffe indicate sono quelle già applicate nelle passate edizioni.

Area “Colmata di Marisabella”.
L’area sarà gestita, previo accordo commerciale, con l’Autorità Portuale: sarà collegata con bus navetta per il trasporto dei visitatori da e verso la Fiera.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: n° 600 circa
tariffa unica giornaliera: grattino da € 5,00 auto - € 12,00 Bus
collegamento: bus navetta gratuito.

Aree dell’AMTAB spa, in via Verdi angolo via Bellini, (di fronte alla nuova biglietteria).
Sono aree gestite con contratto privato con l’ente Fiera.
durata del servizio: per tutto il periodo fieristico
orario: Sab/Dom. dalle ore 08:30 alle ore 22:00
orario: Lun./Ven. dalle ore 09:30 alle ore 21:00
posti auto: lotto 1:650 lotto 2:350 lotto 3:100

martedì, settembre 05, 2017

FSE, M5S: "Quale futuro per il trasporto su ferro in Salento?"

BARI - Saranno riattivate lunedì prossimo le linee ferroviarie delle FSE Casarano - Gallipoli e Maglie - Otranto, ferme quest’estate per lavori di manutenzione e potenziamento della rete e coperte con autobus sostitutivi. I collegamenti riprenderanno con l’avvio del nuovo anno scolastico, in modo da facilitare il trasporto degli studenti, ma continueranno a  viaggiare a 50 km orari. Duro in merito il commento del consigliere del M5S Antonio Trevisi. “Sarebbe utile capire - dichiara il consigliere pentastellato - a che punto siano i lavori di manutenzione, considerato che a causa di questi interventi nel periodo estivo il traffico ferroviario è stato sospeso. Non vorremmo che la chiusura sia stata utile solo a garantire le ferie al personale ridotto a lumicino e (forse) riparare qualche vecchia automotrice che una volta dismessa da altre parti d’Italia viene noleggiata in Puglia per rinforzare il parco mezzi, invece di spendere soldi per demolirla. Al momento si parla di riapertura delle linee alla fine della turnazione ferie, ma non si ha ancora un programma relativo a treni e turni del personale”.

Trevisi chiede di sapere dall’azienda quali siano le intenzioni future per il trasporto ferroviario in Salento, dal momento che ancora non si conosce il piano industriale. “La strada che è stata intrapresa - incalza il consigliere cinquestelle - lascia pensare che il trasporto verrà garantito principalmente con il servizio su gomma e la conferma la darebbe il fatto che l’AD non ritiene remunerativa l'ipotesi della metropolitana di superficie, tanto da chiedere lo spostamento dei finanziamenti da Lecce a Bari. Una scelta miope, dal momento che, se  il  trasporto su ferro non funziona, è esclusivamente perché FSE è stata negli anni saccheggiata dai fondi che sarebbero dovuti servire per renderlo sicuro, efficiente, rapido e funzionale. È notizia di oggi che i seicento milioni previsti dalla Regione per i lavori sull’intera rete FSE saranno gestiti direttamente da RFI (Reti Ferroviarie Italiane), la società  specializzata del gruppo di Ferrovie dello Stato. Far gestire gli appalti da Roma è segno che qui in Puglia le cose non vanno come dovrebbero e questo non può che allarmarci”.

Il consigliere pentastellato esprime tutta la sua preoccupazione anche in vista del prossimo contratto di servizio con la Regione in  cui andrà a gara il servizio automobilistico che vedrà garantiti i km sostitutivi. “Ciò vorrebbe dire - conclude Trevisi - che con la prossima gara una parte di treni sarebbero sostituiti dagli autobus e potrebbe determinare l'ingresso in Puglia di Busitalia, altra grossa società del gruppo Fs. Tutto ciò ci porta a pensare che le Ferrovie dello Stato anziché  salvare e valorizzare FSE vogliano darle solo il colpo di grazia, per smembrarla in diverse componenti da dare alle sue controllate soprattutto quelle specializzate nel trasporto su gomma, più inquinante e impattante anche in termini di traffico stradale, ma evidentemente ritenuto più remunerativo di quello su rotaia”.

lunedì, agosto 28, 2017

Controesodo, bollino rosso su strade e autostrade

ROMA - E' proseguita durante l'ultima domenica di agosto, contraddistinta con il bollino rosso, il monitoraggio del traffico da parte di Viabilità Italia. In particolare si sono create code all’ingresso dei principali centri urbani, mentre lungo la viabilità principale si registrano le seguenti criticità dovute al traffico intenso: A1 – direzione nord: code a tratti tra Firenze Nord e bivio A1-Variante, tra Parma e Fiorenzuola; più a sud, tra Frosinone e Anagni per incidente. A3 – direzione nord: code a tratti tra Salerno e Nocera Nord. A4- direzione Venezia: code di 4 km a causa di Incidente, tra San Giorgio di Nogaro e Latisana. A14 direzione nord: code di 3 km tra Forlì e Faenza per incidente e code a tratti tra Faenza e Imola. A15 direzione nord: coda di 2 km tra gli svincoli di Parma Ovest e nodo A15/A1. A22 direzione sud: traffico rallentato tra Rovereto Nord ed Affi. Inoltre al traforo del Monte Bianco direzione Francia, coda in corrispondenza del piazzale Italiano verso Chamonix: attesa prevista due ore. Complessivamente il traffico è sostenuto ma generalmente scorrevole sulla rete stradale e autostradale in gestione Anas.

Da segnalare il Traffico intenso anche sulla A2 “Autostrada del Mediterraneo” dove si registrano rallentamenti con possibili code a tratti tra gli svincoli di Lagonegro Sud e Padula B. Traffico in aumento anche in Veneto, sulla stata statale 51 ‘di Alemagna’ tra Pian di Vedoia e Tai di Cadore. Da segnalare ancora come alcuni incendi possono generare disagi a causa del fumo che invade la carreggiata. Al riguardo si raccomanda attenzione in A16 tra Candela e Cerignola Ovest, tra Vallata e Lacedonia ed in A25 tra Cocullo e Pratola Peligna.

A causare ulteriori rallentamenti gli incendi in prossimità delle arterie stradali in particolare in Calabria sulla strada statale 107 ‘Silana Crotonese, lungo la tratta San Fili – Rende, in provincia di Cosenza e nelle Marche, sulla strada statale 77 ‘della Val di Chienti dal km 30,950 al km 33,600. Sempre per un incendio, in Puglia è stata chiusa la strada statale 90 ‘delle Puglie’ nei pressi di Bovino, in provincia di Foggia. Si ricorda infine come nella giornata odierna sono previste restrizioni alla circolazione, fuori dai centri abitati, dei mezzi pesanti (veicoli e complessi di veicoli, per il trasporto di cose, con massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate). Gli stessi non potranno circolare fino alle ore 22.00.

giovedì, agosto 24, 2017

Alla Notte della Taranta in treno e in bus: oltre 12mila posti per raggiungere il Concertone

BARI - Al concertone della Notte della Taranta in treno e in bus. Sono oltre 12 mila i posti offerti da Ferrovie del Sud Est per raggiungere a bordo di treni e bus la manifestazione in programma a Melpignano sabato 26 agosto.

Organizzati treni straordinari a partire da metà pomeriggio, con partenze ogni ora da Lecce e ogni ora e mezza da Nardò e viceversa.

Dal pomeriggio ci saranno corse dirette in bus continuative da Otranto e Poggiardo e da Tricase.

Previsti collegamenti con bus anche da Posto Rosso, Gallipoli e San Foca a partire dal tardo pomeriggio.

Al ritorno tutti i bus diretti a Otranto, Poggiardo, Tricase, Posto Rosso, Gallipoli e San Foca, partiranno dal MegaPark di Maglie. A partire dalla mezzanotte sarà in funzione un servizio navetta tra Melpignano e il Megapark con frequenza ogni dieci minuti.

FSE ricorda che è consentito salire a bordo dei treni e dei bus solo se muniti di biglietto e consiglia di provvedere in anticipo all’acquisto anche per il ritorno. I biglietti potranno essere acquistati a bordo solo sui bus in partenza da Gallipoli, San Foca e Posto Rosso.

Gli orari sono consultabili nelle bacheche delle stazioni e sul sito fseonline.it.

Voli: Wizz Air, ecco il 'fare lock': permette di bloccare la tariffa desiderata per 48 ore

LONDRA - Wizz Air, la più grande compagnia aerea a tariffe basse dell’Europa Centrale e Orientale, introduce oggi un nuovo servizio che permetterà ai passeggeri di bloccare la tariffa prescelta per un volo specifico per 48 ore. Wizz Air cerca di migliorare continuamente l’esperienza dei clienti – questa novità è stata creata per rispondere meglio ai passeggeri che cercano di assicurarsi un affare.

CHE COS’E’ IL SERVIZIO WIZZ FARE LOCK?

Fare Lock è un servizio innovativo che offre ai clienti WIZZi l’opportunità di assicurarsi una tariffa prescelta per un periodo di 48 ore per un costo di 3 EURO/per segmento/per persona.
Il servizio Fare Lock è disponibile per prenotazioni effettuate più di 7 giorni prima della data di partenza, o della data del volo di andata nel caso di andata e ritorno.
Fare Lock è disponibile su wizzair.com e può essere usato per prenotazioni di voli di andata o di andata e ritorno per passeggeri multipli. I voli prescelti e il nome o numero di passeggeri non può essere modificato dopo il pagamento del Fare Lock.
Per completare la prenotazione al prezzo assicurato da Fare Lock, I client WIZZ dovranno pagare l’intero ammontare della tariffa con carta di credito o usando il credito dal conto MyWIZZ entro 48 ore entrando sulla pagina My Booking.
Se la prenotazione non viene completata entro 48 ore dall’inizio del Fare Lock, la tariffa riservata verrà cancellata automaticamente.

I GRANDI VANTAGGI DEL SERVIZIO FARE LOCK

I bravi passeggeri WIZZ possono ora assicurarsi facilmente la tariffa più bassa disponibile su qualunque volo WIZZ* mentre hanno il tempo di pianificare altri elementi della loro vacanza.
I voli scelti con la tariffa bloccata del Fare Lock non vengono venduti e il prezzo non cambia per 48 ore.
Fare Lock ha un costo fisso indipendentemente dal volo, dalla fascia di tempo o di tariffa.

George Michalopoulos, Chief Commercial Officer di Wizz Air ha detto: “Wizz Air sta ancora una volta dando prova del suo impegno nel trovare modi innovativi per migliorare il viaggio dei clienti. Il nuovo servizio lanciato oggi è un grande strumento per evitare lo stress del processo di prenotazione, permettendo ai clienti 48 ore per finalizzare il loro acquisto. A seguito del nostro recente annuncio riguardante l’aumento gratuito del bagaglio a mano permesso, continuiamo a focalizzarci sui modi di rispondere meglio alla richieste dei nostri passeggeri’”.

lunedì, agosto 14, 2017

Ferragosto: vola traffico aeroporti pugliesi

BARI - Saranno circa 100.000 – tra arrivi e partenze -  i passeggeri che nei quattro giorni del ponte di Ferragosto 2017 - da sabato 12 a domani 15 agosto - sbarcheranno o si imbarcheranno sugli oltre 700 voli complessivamente in programma negli aeroporti di Bari e Brindisi.

Si tratta di numeri importanti che rispecchiano un trend proprio di questo periodo dell’anno, e che stanno impegnando a pieno regime la macchina organizzativa predisposta da Aeroporti di Puglia per assicurare, anche in presenza di picchi di traffico, livelli di assistenza  in linea con gli standard di servizio abitualmente prestati.

Per quanto riguarda i flussi passeggeri, va sottolineato come anche in queste giornate siano consistenti gli arrivi da Austria, Belgio, Francia, Germania, Regno Unito, Svizzera - elenco in rigoroso ordine alfabetico –, Paesi che in questi anni hanno acquisito una rilevanza fondamentale quale mercati fonte per il movimento turistico pugliese.

Non a caso la componente internazionale, in un contesto caratterizzato da una crescita generalizzata del traffico, è quella che registra, su base regionale, il maggior incremento percentuale con circa il +15% nei primi sette mesi dell’anno e il +17,8% riferito al solo mese di luglio.

Un risultato reso possibile dal rafforzamento commerciale, sia in termini di vettori che di destinazioni collegate, assicurato da Aeroporti di Puglia e Pugliapromozione e funzionale ai risultati conseguiti in questi anni dal turismo pugliese, soprattutto sul piano internazionale.

sabato, agosto 12, 2017

Stazione di Ostuni: biglietteria chiusa per ferie, "turisti a terra"


BRINDISI - "La biglietteria della stazione ferroviaria di Ostuni chiude per ferie e lascia a terra i passeggeri", denuncia il senatore di Direzione Italia, Vittorio Zizza. Ferrovie Italiane ha infatti disposto la chiusura del servizio biglietteria ed informazioni della stazione di Ostuni dal 2 al 20 agosto.

"E' assurdo che in un periodo come questo in cui c'è un grande afflusso di turisti si decida di interrompere un servizio così importante - dice Zizza - Sebbene all'interno della stazione ferroviaria ci sia la macchinetta automatica non è detto che tutti siano in grado di usarla".

Traffico intenso a Ferragosto: ecco dove


Picco delle partenze estive in concomitanza col Ferragosto, giornata nella quale si registrerà traffico intenso soprattutto in uscita dalle grandi città. 
In particolare, come riportato da Ansa, "sono segnalate code a tratti sulla A1 Milano-Napoli, in direzione Bologna tra Modena nord e la A14 con tempi di 40 minuti; tra Firenze Impruneta ed il bivio per la Variante di Valico verso Milano. Sempre sulla A1 verso Napoli code di 10 km per traffico congestionato tra il bivio per la A24 e Valmontone con tempi percorrenza di 50 minuti e 4 km sulla Diramazione Roma sud verso la A1 a partire da Monteporzio Catone. Sulla A9 in direzione della Svizzera 5 km di coda tra Como Centro e Chiasso; sulla A14 Bologna-Taranto code in direzione Taranto tra il bivio per la A1 ed Imola con tempi di percorrenza di 2 ore e 20 minuti; code a tratti in direzione Bologna tra Rimini Sud e Bologna San Lazzaro con tempi di 2 ore. A sud, 4 km di coda tra Cerignola est e Canosa verso sud e 8 km sulla A16 Napoli-Canosa verso la A14".