Visualizzazione post con etichetta Trasporti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Trasporti. Mostra tutti i post

sabato, marzo 25, 2017

Transpotec del Sud alla Fiera del Levante?

di NICOLA ZUCCARO - Alla vigilia del 15o Salone Nautico che sarà ospitato dalla Fiera del Levante dal prossimo 29 marzo e ad un mese di distanza dal Transpotec, tenutosi presso la Fiera di Verona dal 22 al 25 febbraio, la correlazione fra le due rassegne espositive induce a formulare il seguente quesito: "Bari può ospitare un'esposizione specializzata delle stesse dimensioni di quella veronese?". La risposta a questa domanda, formulata dal Giornale di Puglia, è dell'Avv.Natale Mariella.

Per il Vice Presidente di ANITA e Amministratore del Consorzio Coimba "Bari, con il suo Quartiere fieristico, non solo può ma deve anche ospitare una rassegna specializzata del settore, in considerazione del crescente ruolo strategico che l'intera Regione Puglia sta sempre più assumendo quale piattaforma logistica ed intermodale dell'Adriatico e del Mediterraneo".

Pur esprimendo viva soddisfazione per l'ininterrotto avvicendamento delle autorità e delle personalità vicine all'universo trasportistico nazionale, nel corso dell'evento veronese, Mariella rincara la dose, sostenendo che Bari con la sua Fiera può e deve essere quel polo espositivo di riferimento per la logistica, l'intermodalità e la trasportistica (ivi compresi i veicoli industriali) per l'intero Sud Italia.

venerdì, marzo 24, 2017

Sud Est, in servizio 7 nuovi bus

BARI - Sono complessivamente quindici da oggi gli autobus targati Ferrovie del Sud Est entrati in circolazione in Puglia a marzo. L’ultima tranche di sette nuovi mezzi, che si sommano agli 8 entrati in servizio ai primi del mese, viaggeranno sulle relazioni San Pancrazio Salentino-Bari, Avetrana-Manduria-Taranto, Lecce-Casarano, Maglie-Lecce, Bari-Gioia del Colle,  Bari-Adelfia e  Bari-Casamassima.

Come i primi otto, sono mezzi EURO 6 per il servizio pubblico su linee extraurbane, attrezzati con aria condizionata e ad accesso facilitato, omologati per trasportare fino a 65 passeggeri.

FSE effettua nei giorni feriali circa 1.600 corse sull’intero territorio delle provincie di Bari, Taranto, Lecce e Brindisi. I quindici autobus contribuiranno al miglioramento del servizio aumentando la regolarità e il rispetto dell’orario, limitando sensibilmente gli episodi di sovraffollamento.

Entro aprile altri 7 autobus, provenienti da Busitalia, si aggiungeranno al parco mezzi.

Il Consiglio di Amministrazione di FSE ha deliberato nei giorni scorsi un’ulteriore fase nel percorso di rinnovo della flotta e prevede di acquistare ulteriori trenta bus usati (età media inferiore ai 6 anni) entro agosto.
La fase di acquisizione sarà avviata nel pieno rispetto delle disposizioni normative previste dalla procedura di concordato preventivo.

Il potenziamento complessivo della flotta, di oltre 50 mezzi, consentirà di garantire dal prossimo settembre, in concomitanza con la riapertura delle scuole, un’offerta all’altezza delle esigenze degli studenti e dei pendolari.

giovedì, marzo 23, 2017

Sud Est, "L’ad spieghi in Commissione Trasporti i continui disservizi"

BARI - Dichiarazioni del Consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini. "Resto a dir poco interdetto rispetto all’annuncio fatto dal nuovo Ad delle Ferrovie Sud Est di voler fare delle nuove divise ai dipendenti. Sia chiaro, nulla contro questa scelta, ma mi pare che l’azienda (alle prese con la gestione di un debito di oltre 250 milioni di euro, con i creditori su tutte le furie e tutt’oggi in una delicatissima fase di concordato preventivo) abbia ben altre priorità da dover gestire. La società acquisita dalle Ferrovie dello Stato dovrebbe occuparsi come prima cosa di porre rimedio ai disagi dei migliaia di viaggiatori che ogni giorno salgono su un treno o su un autobus del gruppo.
Non ero a conoscenza della lettera inviata ai dipendenti nella quale si fa cenno alle nuove divise, ma comunque lunedì avevo scritto all’assessore regionale ai trasporti Giovanni Giannini, e martedì al presidente dalla V Commissione Filippo Caracciolo per segnalare i continui disservizi in particolare dei pullman delle Ferrovie sud Est in tutta la provincia di Taranto. Ma sono abbastanza certo che tali inefficienze siano documentabili in tutta la Puglia.
Tornando al territorio jonico, ho segnalato al presidente Caracciolo, ciò che l’utenza, soprattutto studenti e giovani, lamenta, ovvero guasti tecnici dei mezzi e continue avarie del motore. Tali problematiche comportano costanti ritardi e ovviamente sono causa di stress emotivo e rabbia. In particolare è capitato in più occasioni che i pullman non siano mai partiti, e siano state le famiglie a dover intervenire, recuperando i propri figli e accompagnandoli a scuola, ovviamente con grande ritardo. Tutto ciò è oggettivamente insostenibile, anche perché episodi come questo sono praticamente all’ordine del giorno. Nel tentativo di capire come trovare una soluzione ho chiesto in forma ufficiale al presidente Caracciolo di ascoltare in commissione i vertici delle Ferrovie Sud Est nonché lo stesso assessore Giannini”.

martedì, marzo 21, 2017

Trenitalia, linea Termoli-Foggia: investimento mortale, stop a circolazione per tre ore

FOGGIA - Sta tornando progressivamente alla normalità la circolazione ferroviaria sulla linea Termoli - Foggia, sospesa dalle 13.20 alle 16.30 per l’investimento mortale di una persona tra Rignano Garganico e Foggia. Treno coinvolto il Frecciarossa 9803 Milano –Bari. Lo rende noto Trenitalia.

La circolazione è ripresa solo dopo il nulla osta dell’Autorità giudiziaria che ha effettuato i rilievi di rito.

Venti i treni coinvolti: otto regionali sono stati cancellati, due limitati nel loro percorso e nove treni a lunga percorrenza (Frecce e Intercity) hanno registrato ritardi fino a due ore.

lunedì, marzo 20, 2017

Diretto Bari-Roma, Gatta: “Una beffa per i foggiani, ma anche per i baresi!”

BARI - “La battaglia del sindaco di Bari, Antonio Decaro, sul treno diretto Bari-Roma dovrebbe essere valutata dalla Giunta regionale perché, oltre a tradursi nei fatti in un bluff, visti i tempi di percorrenza dei mezzi che saranno utilizzati, è comunque sintomatica di una volontà egemonizzatrice del capoluogo, mentre ci sono territori che hanno ancora infrastrutture vetuste e servizi scarsi”.
Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

“In questa partita – prosegue - il sindaco di Bari gioca da attaccante, ma dimentica il suo incarico di presidente dell’Anci, ovvero dell’Associazione che dovrebbe rappresentare tutti i Comuni. Una carica che richiederebbe un impegno per il miglioramento dei servizi in generale. Tagliare le tratte intermedie, in particolare Foggia, sarà una beffa per i cittadini della Capitanata, ma anche per gli stessi baresi! Già, perché quei minuti risparmiati per l’assenza delle fermate saranno ricompensati dalla lentezza di percorrenza dei nuovi mezzi che correranno sulla tratta diretta. Una amara sorpresa anche per i cittadini di Bari, a cui qualcuno sta vendendo evidentemente un’illusione. Il che danneggia tutti i pugliesi, perché c’è bisogno di un dibattito e di una visione della mobilità regionale ad ampio raggio. Da Lecce –conclude Gatta - a Foggia, che nel frattempo, tanto per rinfrescare le idee a chi è distratto da altre vicende, attende ancora risposte concrete sull’aeroporto Gino Lisa, nel mentre sono stati spesi circa sedici milioni di euro per l’ampliamento dell’aeroporto di Bari”.

venerdì, marzo 17, 2017

Alitalia, oltre 2mila esuberi

ROMA - Il governo Gentiloni ha convocato i vertici dell’Alitalia e i sindacati di categoria per lunedì prossimo al Mise alle 16.30. E' previsto nello stesso giorno lo sciopero di alcune sigle sindacali dei controllori con una riduzione del 40% dei voli. Al vertice saranno presenti il ministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda, il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti e il ministro alle Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio.

Al centro dell’incontro il nuovo piano industriale dell’Alitalia, che prevede 2.037 esuberi e per il quale i sindacati hanno annunciato uno sciopero per il 5 aprile prossimo. Per questo lunedì , intanto, alcune sigle sindacali dei controllori di volo hanno proclamato un’agitazione dalle ore 13 alle 17, e sempre per l’intera giornata del 20 marzo, ad eccezione delle fasce garantite 7-10 e 18-21, la sigla sindacale Cub Trasporti (e per gli aeroporti di Milano anche il sindacato Usb) ha confermato uno sciopero generale del comparto aereo.

La compagnia aerea è “stata pertanto costretta a cancellare” il 40% dei voli programmati per il 20 marzo, sia nazionali che internazionali. Sul sito alitalia.com “è disponibile la lista completa dei voli cancellati, insieme alle informazioni dettagliate sulle modalità di riprotezione che prevedono il rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 4 aprile”.

La compagnia ha “immediatamente attivato un piano straordinario per riproteggere sui primi voli disponibili – possibilmente in giornata – il maggior numero di passeggeri coinvolti nelle cancellazioni. Alitalia invita tutti i viaggiatori che acquistato un biglietto per volare il 20 marzo a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, chiamando il numero verde 800.65.00.55 (dall’Italia) o il numero +39.06.65649 (dall’estero), oppure contattando l’agenzia di viaggio presso cui hanno acquistato il biglietto. Il 20 marzo Alitalia impiegherà su alcune rotte domestiche e internazionali aerei più capienti per facilitare la riprotezione dei passeggeri. Negli aeroporti di Roma Fiumicino e Milano Linate la Compagnia ha previsto un rafforzamento del proprio personale per assicurare la massima assistenza ai clienti. E’ stato anche incrementato il numero degli addetti al call center.

Fal, lunedì rischio disagi per sciopero Orsa e Usb

BARI - Possibili disagi, lunedì 20, per gli utenti delle Ferrovie Appulo Lucane. Le organizzazioni sindacali Usb e Orsa hanno indetto uno sciopero aziendale di 24 ore di tutto il personale di esercizio automobilistico e ferroviario.

Saranno naturalmente garantiti i servizi essenziali dalle ore 5.30 alle ore 8.30 e dalle 12.30 alle 15.30.

Ulteriori dettagli sul sito internet aziendale www.ferrovieappulolucane.it e sulla pagina Facebook aziendale.

I MOTIVI DELLO SCIOPERO - Nonostante la grande adesione dei lavoratori allo sciopero dello scorso 10 febbraio, i Dirigenti continuano a dimostrare la totale indifferenza alle problematiche dei lavoratori e dell’utenza. Sarebbe ormai palese l’assenza di una sincera volontà gestionale, dimostrata anche dalla reticenza della Classe Dirigente ad intraprendere un reale percorso condiviso con le O.O.S.S. USB Bari e Or.S.A. Bari per ricercare ed attuare soluzioni alle ormai evidenti carenze organizzative e strutturali della nostra Azienda.

L’assenza di politiche gestionali mirate all’ampliamento dell’organico dell’Esercizio e ad una reale riqualificazione del Personale, la carenza di percorsi formativi, le continue prestazioni di lavoro straordinario, la difficoltà nell’ottimizzare i tempi di intervento ai guasti degli operatori ACEI per i quali non sono stati ancora predisposti dei turni di reperibilità, il disinteresse alle problematiche del Movimento e dei DCO e la totale disattenzione verso alcune necessità primarie di tutto il Personale Viaggiante che vede ancora irrisolto il problema dei locali adibiti alla sosta durante le interruzioni turno, non fanno altro che incidere negativamente sulla qualità dei servizi destinati all’Utenza, ormai spettatrice di continui ritardi e disservizi.

Pertanto, le O.O.S.S. USB Bari e Or.S.A. Bari hanno proclamato per il 20 marzo 2017.

mercoledì, marzo 08, 2017

Italia, cresce il mercato dei voli low cost

Il mercato dei voli low cost, cresce sempre di più in Italia. Un aumento che si sta mostrando costante e senza alcuna interruzione di sorta, quello che ha inevitabilmente portato, nel 2015, le linee aeree a basso costo a superare in maniera incredibile le compagnie tradizionali, guadagnandosi in pochissimo tempo il primato nel trasporto dei passeggeri. Su un totale di oltre 157 milioni viaggiatori nel nostro Paese, il 51,2% di loro ha deciso di utilizzare le compagnie low cost, dato in crescita rispetto al il 48,5% dell’anno prima. Lo ha comunicato l'Istat nel report Trasporto aereo in Italia nel 2015, che fotografa un quadro d’insieme del mercato sull’intero territorio nazionale.

Tra tutte le maggiori compagnie low cost di voli charter c’è la Neos, che svolge i propri voli a lungo raggio utilizzando ben tre Boeing 767-300ERW (Extended Range Winglets).

L’Italia risulta essere quinta tra tutti le nazioni appartenenti all’Unione Europea, con il 9,3 % totale dei passeggeri, preceduta solamente da Regno Unito, Germania, Spagna e Francia. Crescono anche gli aereoporti italiani, in particolare a Perugia, con un aumento del +37,1% (76 mila passeggeri in più), dovuto all’aumento dei voli nazionali. Bergamo invece ha visto una sostanziale crescita dovuta all’Expo milanese, che ha portato a un +18,6% di viaggiatori (1,6 milioni in più). Successivamente, Roma Ciampino con un valore di +16,3% passeggeri (813 mila in più).

Gli aeroporti che invece hanno registrato un vistoso calo, rispetto all’anno precedente, sono quelli di Rimini (310 mila viaggiatori in meno) e Cuneo (109 mila in meno).

Gli aeroporti che sono maggiormente frequentati, risultano essere quello romano di Fiumicino,  quelli milanesi di Malpensa e Linate.

Infine, le destinazioni che i viaggiatori preferiscono, sono Barcellona e gli aeroporti londinesi di Stansted e Gatwick, dei veri e propri scali principe per tutte le compagnie di voli low cost.

lunedì, marzo 06, 2017

Andria-Corato, aggiudicati i lavori di raddoppio

BARI - Ferrotramviaria, in qualità di soggetto attuatore per conto della Regione Puglia, ha aggiudicato la gara dei lavori del raddoppio della tratta ferroviaria Corato-Andria sud, di circa 10 km, all’ATI (Associazione Temporanea di Imprese) avente quale capogruppo la società CEMES SpA di Pisa. Il raddoppio della tratta rientra nel programma di ammodernamento della ferrovia Bari-Barletta.

L’aggiudicazione è avvenuta a seguito dell'iter di gara avviato il 16 aprile 2016 cui hanno partecipato cinque concorrenti, particolarmente specializzati nel settore, che hanno presentato la loro offerta entro i termini previsti. La commissione aggiudicatrice ha quindi provveduto a esaminare la documentazione amministrativo-tecnico-economica sulla base dei criteri stabiliti dal capitolato di gara.

A ottobre 2016 la medesima commissione, dopo aver considerato le offerte migliorative presentate dai concorrenti secondo i singoli criteri posti a base di gara, ha stilato la graduatoria finale.

Prima di procedere all'aggiudicazione definitiva, in base a quanto previsto dalla normativa applicata alla gara, si è successivamente provveduto ad un approfondimento dell'offerta prima classificata per verificarne la congruità, confermata la quale si è proceduto con l'aggiudicazione definitiva cui seguirà, nei tempi e modi previsti dalla legge, la contrattualizzazione e il successivo avvio dei lavori. Dalla data di apertura del cantiere sono previsti circa 15 mesi per la realizzazione dell’opera.

venerdì, marzo 03, 2017

Intesa Flixbus-GNV, Lecce-Palermo in autobus + nave con un solo biglietto

MILANO – Da oggi è possibile raggiungere Palermo da Lecce con una nuova soluzione autobus + nave: grazie al sodalizio tra FlixBus e GNV, le due città saranno collegate anche durante la bassa stagione, con un unico biglietto integrato valido per la tratta in autobus Lecce-Napoli e quella in traghetto Napoli-Palermo.

L’intermodalità continua a essere il motore che anima la collaborazione tra la start-up degli autobus divenuta primo operatore in Europa e la compagnia di navigazione, che offriranno così un’opzione di viaggio pratica ed economica a quanti si spostano fra il Salento e la Sicilia anche prima dell’estate.

Il collegamento autobus + nave da Lecce a Palermo sarà disponibile tutti i giorni della settimana: gli autobus FlixBus partiranno da Piazzale Carmelo Bene e collegheranno senza cambi il capoluogo salentino con il Metropark di Napoli, presso la Stazione Centrale; i passeggeri dovranno quindi raggiungere il Molo Immacolatella Vecchia, da cui si imbarcheranno alla volta di Palermo. Anche da Palermo, i passeggeri potranno fare ritorno a Lecce tutti i giorni: il traghetto salperà dal porto del capoluogo siciliano e approderà a Napoli, da cui i passeggeri dovranno raggiungere nuovamente il Metropark per prendere il FlixBus diretto a Lecce.

I passeggeri potranno acquistare il biglietto integrato bus + nave sul sito www.flixbus.it, via app o nelle agenzie di viaggio affiliate.

mercoledì, marzo 01, 2017

Frecciarossa, dal 3 aprile da Bari e Foggia si parte la mattina verso Milano

BARI - Nuovi orari per i due Frecciarossa che collegano Bari con Milano per andare incontro alla clientela che si sposta, tipicamente per lavoro, verso Milano la mattina. Lo rende noto Trenitalia.

Dal 3 aprile, infatti, il FR 9806 partirà da Bari Centrale alle 6.35 e fermerà a Foggia alle 7.37, permettendo di raggiungere la città della Madonnina entro la tarda mattinata (13.20).

Il FR 9809, invece, partirà da Milano Centrale alle 15.45 e fermerà a Foggia alle 21.30 e a Bari alle 22.30.

I due Frecciarossa effettueranno fermate intermedie anche a Termoli, Pescara, Ancona, Rimini, Bologna Centrale e Reggio Emilia.

I biglietti per i nuovi treni saranno in vendita su tutti i canali Trenitalia a partire da giovedì 9 marzo.

martedì, febbraio 28, 2017

Trasporti, accordo Flixbus-GNV: Bari-Palermo autobus + nave con un solo biglietto

MILANO - Da oggi è possibile raggiungere Palermo da Bari con una nuova soluzione autobus + nave: grazie al sodalizio tra FlixBus e GNV, le due città saranno collegate anche durante la bassa stagione, con un unico biglietto integrato valido per la tratta in autobus Bari-Napoli e quella in traghetto Napoli-Palermo.

L’intermodalità continua a essere il motore che anima la collaborazione tra la start-up degli autobus divenuta primo operatore in Europa e la compagnia di navigazione, che offriranno così un’opzione di viaggio pratica ed economica a quanti si spostano fra Puglia e Sicilia anche prima dell’estate.

Il collegamento autobus + nave da Bari a Palermo sarà disponibile da lunedì a sabato: gli autobus FlixBus partiranno dalla fermata di Via Capruzzi 178, e collegheranno in circa tre ore il capoluogo pugliese con il Metropark di Napoli (presso la Stazione Centrale); i passeggeri dovranno quindi raggiungere il Molo Immacolatella Vecchia, da cui si imbarcheranno alla volta di Palermo. Da Palermo, i passeggeri potranno fare ritorno a Bari ogni giorno: il traghetto salperà dal porto del capoluogo siciliano e approderà a Napoli, da cui i passeggeri dovranno raggiungere nuovamente il Metropark per prendere il FlixBus diretto a Bari.

I passeggeri potranno acquistare il biglietto integrato bus + nave sul sito www.flixbus.it, via app o nelle agenzie di viaggio affiliate.

venerdì, febbraio 24, 2017

Puglia, Ss275: al via tavolo tecnico

LECCE - Si è tenuto oggi, presso la sede dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia, alla presenza – tra gli altri – di rappresentanti di Anas, della Regione e dei Comuni interessati dall’intervento, un incontro tecnico finalizzato a fare il punto sui lavori di ammodernamento ed adeguamento della strada statale 275 “di Santa Maria di Leuca”.

Nel corso dell’incontro Anas ha illustrato le modalità di realizzazione della prima tranche dell’opera, consistente in un primo lotto funzionale di circa 18 km compreso tra Maglie e Montesano Salentino, in provincia di Lecce.

Nel merito, ribadendo la ferma volontà di realizzare l’opera, Anas ha confermato l’intenzione di avviare una nuova gara d'appalto nei tempi più brevi, sulla base della revisione progettuale (project review), condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e la Regione Puglia.
L’intervento previsto consiste nell’allargamento dell’attuale statale 275 con collegamento alla zona industriale di Surano, allo scopo di attribuire all’arteria stradale le caratteristiche di strada di categoria B, classificata secondo il Decreto ministeriale del 2001 come strada extraurbana principale.

Durante il tavolo tecnico Anas ha esposto anche una serie di prime valutazioni relative alla realizzazione del restante tratto (tra Montesano Salentino e Santa Maria di Leuca), per il quale si stanno verificando le migliori soluzioni progettuali possibili, al fine di sviluppare quella più idonea e sostenibile, di concerto con gli Enti e le Istituzioni locali, anche in esito ad ulteriori indagini e accertamenti da svolgere lungo il tracciato.

Al termine dell’incontro, la Regione Puglia ha preso atto con favore del lavoro svolto da Anas, ed i Comuni, pur nelle diverse sensibilità, hanno condiviso il modus operandi individuato che consente un notevole contenimento dei tempi e dei costi di realizzazione.

Anche Anas, dal canto proprio, ha ringraziato tutti i presenti ed in particolare la Regione per aver accettato di dirigere il coordinamento di una cabina di regia con gli altri enti interessati.

Trenitalia, Linea Bari – Foggia: stop a traffico per investimento a Barletta

BARI - Dalle 12 la circolazione ferroviaria sulla linea Bari – Foggia è sospesa per l’investimento di una persona, nei pressi di un passaggio a livello regolarmente chiuso (Via Andria), a Barletta. Lo rende noto Rete Ferroviaria Italiana, gestore dell’infrastruttura nazionale.

Sul posto l’Autorità Giudiziaria per i rilievi di rito.

Trenitalia comunica che è in corso la riprogrammazione dell’offerta commerciale e richiesto servizio con autobus fra Trani e Barletta.

giovedì, febbraio 23, 2017

FlixBus, Governo lo rende illegale. "Vergogna bipartisan in danno dei cittadini"

BARI - Nel decreto "milleproroghe" è stato approvato un emendamento proposto dai senatori pugliesi dei COR che vieta a società come FlixBus di operare nel mercato dei viaggi interregionali automobilistici: esso infatti prevede che le autorizzazioni sulle tratte interregionali per il servizio di trasporto di autobus possano essere concesse solo a raggruppamenti di imprese guidate da operatori economici la cui principale attività è il trasporto di passeggeri su strada. L’emendamento approvato dalla maggioranza con parere favorevole del Governo al Senato, è stato poi blindato dal voto di fiducia alla Camera. Sull’argomento interviene il deputato pugliese Diego De Lorenzis, componente del M5S in Commissione Trasporti alla Camera, primo firmatario dell’emendamento bocciato dalla maggioranza, che avrebbe cancellato la norma anti-FlixBus.

Flixbus, da metà 2015 a oggi ha trasportato a basso costo per i cittadini, circa 3 milioni di passeggeri in Italia. Il Ministero dei Trasporti ha recentemente chiesto un parere all’Antitrust sulle politiche di prezzo come quelle di FlixBus e l’Autorità ne ha legittimato l’utilizzo:“trattandosi di un mercato liberalizzato, ogni eventuale vincolo normativo o regolamentare alla libertà tariffaria delle imprese” sarebbe stato “in aperto contrasto con i principi e le norme a tutela della concorrenza”.

“Vergogna! Il PD e i Conservatori e Riformisti (COR) di Fitto si uniscono nello squallido inciucio per bloccare l’innovazione e illibero mercato su cui anche l’Antitrust si è espressa favorevolmente! Con il sistema di FlixBus i cittadini potevano viaggiare a costi contenuti perché ora il Governo gli nega questa possibilità! Oltre al danno la beffa!Ho proposto di cancellare questa vergogna ma il PD e i COR hanno bocciato la mia proposta!”.

Il blocco di FlixBus avvantaggia soprattutto Giuseppe Vinella amministratore delegato di Sita Sud srl (presieduta dal padre Luciano) e consigliere delegato della Marozzi srl, due società del gruppo Finsita Holding Spa che viaggiano sulle stesse strade di Flixbus,"colpevole" di aver aperto circa 10 linee che collegano il Nord alla Puglia.

“I COR di Raffaele Fitto promotori della norma anti-FlixBus, si dimostrano un partito incoerente che predicano il libero mercato ma nei fatti certamente non aiutano la concorrenza! Incoerenza anche per il Governo e il PD, che dicono di voler assicurare agli italiani un trasporto più moderno, efficiente ed economico ma di fatto lo hanno appena boicottato!”.

“Sono ridicoli i vaghi impegni, presentati anche dagli stessi partiti dell'inciucio che oggi blocca Flixbus ma si 'impegna' a rivedere il blocco. Una presa in giro sconvolgente perché l’impegno preso dal Governo non risolve la situazione di aver messo fuori legge da un giorno all’altro un’azienda! Anche per questo occorre andare subito alle elezioni e impedire che questi politicanti facciano altri danni a spese di cittadini e aziende!”.

mercoledì, febbraio 22, 2017

Bari, cavi della linea metro tranciati e aeroporto isolato

BARI - Ferrotramviaria ancora sotto attacco. Nella notte scorsa, in cinque punti diversi, la linea elettrica aerea è stata resa inutilizzabile, provocando gravi disagi ai passeggeri e l'isolamento dell'aeroporto di Bari-Palese. E' il quarto episodio - informa l'ufficio stampa - che si è verificato a distanza di 20 giorni.

martedì, febbraio 21, 2017

Bari, appaltato da Rfi il sottopasso tra viale Einaudi e Japigia. "Un'opera strategica fondamentale"

BARI - L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso rende noto che, nell’ambito dei lavori complementari relativi allo spostamento del nodo ferroviario a sud di Bari, RFI ha appaltato i lavori del sottopasso che congiungerà via Diomede Fresa, prosecuzione stradale di viale Einaudi, a viale San Pio, la strada ubicata alle spalle della rotatoria realizzata tra via Caldarola e via Salapia, nel quartiere Japigia.

Si tratta di un’opera molto importante che consentirà di collegare due quartieri divisi dai fasci di binari ferroviari che corrono paralleli a via Amendola. L’intervento deriva da un’opera di compensazione ottenuta in cambio della futura demolizione del ponte di San Pio che collega via Omodeo con viale Magna Grecia. Il viadotto sarà, infatti, abbattuto per poter essere ricostruito in modo tale da consentire la realizzazione, al di sotto della infrastruttura, di più binari ferroviari, che oggi ospitano solo le tratte delle Ferrovie Sud Est, proprio in vista dello spostamento del nodo ferroviario e della necessità di far transitare più linee lungo lo stesso tracciato. Pertanto, il sottopasso, che sarà realizzato preventivamente, assicurerà il collegamento tra i quartieri San Pasquale e Japigia durante la ricostruzione del ponte.

Il nuovo viadotto assicurerà le attuali quattro corsie, anche se più ampie per adeguarle alla normativa vigente, con l’aggiunta di una pista ciclabile bidirezionale, che si collegherà alle piste ciclabili realizzate su via Caldarola e un marciapiedi che consenta una migliore fruibilità del ponte da parte dei pedoni.

“Questo intervento, previsto per il 2018, rappresenta un’opera di fondamentale importanza per il deflusso dei veicoli in ingresso in città, oltre a collegare due quartieri separati dai binari - commenta Giuseppe Galasso -. In questo modo si compone il progetto complessivo della viabilità di questa zona della città che tiene dentro una serie di interventi fondamentali, tra cui: l’allargamento di via Amendola, la realizzazione del nuovo ponte di San Pio e la realizzazione delle due rotatorie in via Caldarola, in particolare quella che incrocia via Salapia, dove confluirà il sottopasso che sarà realizzato. Infatti, durante il cantiere per la ricostruzione del ponte, proprio la rotatoria di via Salapia sarà l’incrocio nevralgico per il collegamento tra diverse aree della città e garantirà il flusso di veicoli in totale sicurezza. Quando il nuovo ponte di San Pio sarà realizzato, avremo ben due collegamenti tra queste aree che consentiranno di snellire notevolmente i flussi di traffico. Ovviamente anche le due piste ciclabili, in fase di realizzazione su via Caldarola, si riconnetteranno al nuovo ponte San Pio, creando quindi un percorso unico. Nell’ambito degli interventi legati al progetto delle due rotatorie di via Caldarola sono previsti anche interventi di riqualificazione urbana degli spazi tra la chiesa della Resurrezione e il mercato coperto di via Caldarola, dove saranno anche piantumati nuovi alberi”.

lunedì, febbraio 20, 2017

Alitalia, Delrio: "Problema serio, preoccupato"

ROMA - Quelli di Alitalia sono "problemi seri. Non si affrontano a cuor leggero. Preoccupazione c'è, eccome". Lo sostiene il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, che ha definito la situazione della ex compagnia di bandiera, durante un suo intervento a margine della presentazione del Polo Mercitalia delle Ferrovie dello Stato alla stazione Centrale di Milano.

Nel frattempo la compagnia, a causa dello sciopero proclamato per la giornata del 23 febbraio dalle sigle sindacali Usb e Cub Trasporti e dalle associazioni professionali Anpac e Anpav (per l'intera giornata ad eccezione delle fasce garantite 7-10 e 18-21) e dai sindacati confederali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta (dalle 14 alle 18), è stata costretta a cancellare il 60% dei voli programmati, sia nazionali che internazionali (sul sito è disponibile la lista dei voli cancellati).

Alitalia impiegherà su alcune rotte domestiche e internazionali aerei più capienti per facilitare la riprotezione dei passeggeri. Negli aeroporti di Fiumicino e Linate la compagnia ha previsto un rafforzamento del proprio personale per assicurare la massima assistenza ai clienti.

E' stato anche incrementato il numero degli addetti al call center. Sul sito sono inoltre pubblicate informazioni dettagliate sulle modalità di riprotezione che prevedono il rimborso del biglietto o la possibilità di cambiare il proprio volo senza alcuna penale fino al 10 marzo. Alitalia invita tutti i viaggiatori che hanno un volo prenotato per il 23 febbraio - e anche per la serata del 22 febbraio e per la prima mattinata del 24 febbraio - a verificare lo stato del proprio volo, prima di recarsi in aeroporto, chiamando i seguenti contatti telefonici: dall'Italia il numero verde (gratuito) 800.65.00.55, dall'estero il numero +39.06.65649

Voli, Air Dolomiti: un’estate di bellezze da scoprire con il nuovo collegamento Brindisi – Monaco

BRINDISI - Per tutto il mese di agosto è possibile volare tra il Salento e la capitale della Baviera Dalle incantevoli spiagge del litorale Adriatico pugliese al cuore della Baviera: Air Dolomiti fa decollare le mete dell’estate. Per tutto il mese di agosto, infatti, la Compagnia Aerea italiana del Gruppo Lufthansa opera sulla tratta Brindisi – Monaco di Baviera, creando un ponte tra queste due città capaci di conquistare gli occhi del viaggiatore più esigente.

I voli, operati 4 volte a settimana, permettono di raggiungere la Baviera e visitare i castelli, i musei e le monumentali chiese di questo territorio per concedersi una vacanza culturale dove non mancano delizie enogastronomiche e panorami incantati in cui si fondono arte e storia.

I passeggeri in partenza dalla Germania potranno invece scoprire la Puglia raggiungendo la porta d’accesso al Salento, per trascorrere un agosto all’insegna di sole, acque cristalline e delle tradizioni di questo angolo del Belpaese. Il collegamento – attivo dal 31 luglio al 27 agosto - seguirà gli operativi sotto riportati: EN 8260 Monaco – Brindisi 18:30 – 20:15 operativo il lunedì, venerdì e domenica EN 8261 Brindisi – Monaco 20:55 – 22:45 operativo il lunedì, venerdì e domenica EN 8260 Monaco – Brindisi 10:05 – 11:50 operativo il giovedì EN 8261 Brindisi – Monaco 12:30 – 14:20 operativo il giovedì.

In poco meno di due ore, sarà quindi possibile raggiungere la destinazione prescelta per regalarsi una vacanza all’insegna del relax, alla scoperta di nuovi orizzonti. I viaggiatori possono scegliere tra le tariffe Light, Plus ed Emotion. A partire da 30 € tariffa Light one –way tasse incluse. La tariffa è soggetta a disponibilità limitata. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito di Air Dolomiti www.airdolomiti.it

giovedì, febbraio 16, 2017

Volotea annuncia nuovo volo Bari-Corfù, +15% passeggeri trasportati nel capoluogo

BARI - Volotea, la compagnia aerea che collega città di medie e piccole dimensioni, vola sempre più in alto e taglia un altro importante traguardo a Bari: nel 2016 sono stati infatti circa 209.000 i passeggeri che hanno scelto la low cost per i propri spostamenti da e per la Puglia, con un incremento del +15% rispetto al 2015. Ma non è tutto! Al portfolio voli Volotea da Bari si aggiunge dall’estate 2017 anche il nuovo collegamento alla volta di Corfù, portando così a 15 le destinazioni raggiungibili con il vettore dallo scalo pugliese.

“Chiudere l’anno all’insegna del successo è un’ulteriore conferma di come la nostra strategia si sposi perfettamente con le esigenze di viaggio dei nostri passeggeri – afferma Carlos Muñoz, Presidente e Fondatore di Volotea –. Dall’avvio delle nostre attività, ci siamo impegnati per ampliare il nostro network di destinazioni e, a giudicare dai risultati ottenuti, crediamo di essere riusciti a fare breccia nel cuore dei nostri passeggeri. Siamo orgogliosi di aver registrato un’importante crescita presso lo scalo di Bari dove, per il 2017, continueremo ad investire, incrementando del 15% il numero di rotte disponibili”.

“I risultati ottenuti nel 2016 – conclude Muñoz - ci fanno affrontare con rinnovato entusiasmo il nuovo anno: ci auguriamo di raggiungere presto nuovi traguardi a Bari e nel resto del nostro network. Dalla Puglia saremo in vendita nel 2017 con più di 303.000 posti e opereremo oltre 2.400 voli verso 15 destinazioni”.

“Aeroporti di Puglia  e Volotea – dichiara Marco Franchini, Direttore Generale di Aeroporti di Puglia – sono legati  da un’intesa commerciale basata su stretti rapporti di collaborazione che in questi anni, con reciproca soddisfazione, hanno portato alla crescita del network e a eccellenti risultati in termini di passeggeri. Tutto ciò è frutto di una programmazione attenta, costante in termini d’impegno, ma soprattutto condivisa, favorita dalla capacità di Aeroporti di Puglia di adattarsi a differenti modelli di business, e di sviluppare relazioni sempre più strette con vettori che riconoscono il gestore aeroportuale pugliese quale interlocutore attento e in grado di garantire eccellenti standard di servizio”.

“Siamo fiduciosi – conclude Marco Franchini - che Aeroporti di Puglia e Volotea possano consolidare ancor di più le intese commerciali favorendo così lo sviluppo del traffico aereo e con esso la crescita della nostra regione”.

Il vettore insieme al management di Aeroporti di Puglia, ha ideato un ventaglio di destinazioni ricchissimo, che prevede 5 collegamenti in Italia (Venezia, Verona, Catania, Olbia, Palermo), 2 in Spagna (Ibiza e Palma di Maiorca) e 8 in Grecia (Atene, Creta, Mykonos, Skiathos, Zante, Santorini, e le due novità del 2017 Preveza-Lefkada e Corfù). Tutte le rotte Volotea sono disponibili sul sito www.volotea.com, nelle agenzie di viaggio o chiamando il call center Volotea all’895 895 44 04.