Visualizzazione post con etichetta Us version. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Us version. Mostra tutti i post

venerdì, agosto 05, 2016

Usa: colpita Cosa Nostra. Oltre 40 arresti


USA - Maxi operazione portata a termine con successo a New York dall'Fbi. Oltre 40 soggetti appartenenti alle famiglie Genovese, Gambino, Lucchese, Bonanno e Columbo sono finiti in manette. A diffondere la notizia dell'arresto è la stessa agenzia federale, per mezzo di un messaggio su Twitter. "L'operazione è scattata dopo indagini che sono durate anni" - scrivono - "e ha interessato l'intera costa orientale degli Stati Uniti". Gli arresti, infatti, non hanno riguardato la sola New York, ma anche Miami, Boston, Newark e New Haven.
Condividi:

giovedì, dicembre 10, 2015

Direttamente dagli Stati Uniti a Bari: The Martinez Brothers per "Synphonya"


di Redazione - La migliore musica internazionale trasformerà il tradizionale spazio del nuovo Centro Congressi Fiera del Levante nel place to be della musica elettronica moderna, con l’inedito party seriale e in movimento che si esprime attraverso la coniugazione della musica con arte, fashion e food.
Tutto questo ha un nome: SYNPHONYA. I dettagli di uno degli appuntamenti più attesi dell’anno, organizzato da un team di professionisti, leader nel settore, saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa a Bari lunedì 14 dicembre alle ore 10.30 (sala Triggiani della Fiera del Levante) da Vincent De Robertis owner dell’evento, Ugo Patroni Griffi Presidente della FDL e Carla Palone Assessore alle Attività Produttive del Comune di Bari. L’evento gode del patrocinio dal Comune di Bari e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Bari.

Un evento nell’evento quello che si svolgerà sabato 19 dicembre nell’area nuova della Fiera del Levante di Bari a partire dalle ore 20 con un programma intenso caratterizzato dalla straordinaria presenza dei “THE MARTINEZ BROTHERS” sul MAIN STAGE del nuovo Centro Congressi della Fiera del Levante.

I fratelli Martinez, cresciuti nel Bronx, arrivano a Bari dopo una stagione da record. Steve e Chris che porteranno per tre ore la loro arte regalando sonorità mai scontate e una notte indimenticabile al loro fedele pubblico, oggi sono ritenuti i più giovani esponenti della scena tech house contemporanea.

SYNPHONYA è un party dai forti input:
#lacasagiusta, una location non convenzionale anche solo per una notte
#elegantbeat, Dj’s dal forte richiamo stilistico, legati a brand icone del mondo fashion e musica da grandi stage
#discoverstyle, sfilate e show di designer dalle visioni futuristiche, per uno stile che lascia il segno.
#chic&shockFood, degustazioni dei prodotti tipici, attraverso colori e sapori che fanno stare bene.
#artlovers, installazioni artistiche, Lighting & Art performance, perché l’arte ci completa.

“SYNPHONYA – spiegano gli organizzatori – è un ensemble di elementi ricercati in pieno mood da happening artistico e diretto ad un pubblico contemporaneo, pronto a lasciarsi guidare alla scoperta di eventi composti da input forti. Un party seriale in movimento, caratterizzato da musica con i dj’s del Guendalina, visual art show, performance artistiche, moda e buon cibo, che avrà il suo preludio a mezzanotte con The Martinez Brothers i quali per tre ore coinvolgeranno tutti con le loro sonorità.”

Direzione artistica affidata a Vincent De Robertis, attuale manager e A.D. del Guendalina e Guendalinadventure. Si tratta solo del primo di una serie di eventi che saranno organizzati dallo stesso team di professionisti del settore, in location unconventional.
Condividi:

venerdì, dicembre 04, 2015

Da Toritto agli Usa: trionfo della cucina pugliese all'Enzo's Caffe


di Pierpaolo De Natale – Era il 1977 quando Enzo Lanzadoro scelse di fare le valigie e andare alla scoperta degli Stati Uniti d’America, lasciandosi alle spalle la realtà cittadina di Toritto, luogo in cui nacque e visse fino ad allora. Portando con sé le conoscenze della tradizione pugliese, Enzo giunse negli USA e iniziò a conoscere il mondo americano. Viaggiando in giro per il globo, ebbe modo di confrontarsi con molte altre tradizioni, affinando così le proprie tecniche e arricchendo notevolmente la propria cultura culinaria. Durante quel piacevole peregrinare si ritrovò in Vietnam, dove ebbe modo di incontrare Linh, sua futura moglie.

La vera svolta arriva nel 2009, anno in cui Enzo si trasferisce in Oregon. Qui, a Portland, apre l’Enzo’s Caffe Italiano, ristorante in cui a far da padrona è la cucina pugliese. Al 2592 NE di Alberta Street, Enzo è ben conosciuto dai tanti clienti che amano la sua cucina e non perdono occasione per assaggiare le sue specialità. Ogni giorno, aiutato da sua moglie, suo nipote Michele e suo fratello Franco, conquista i palati americani con i sapori tipici della nostra terra, la Puglia.

(LEGGI L'INTERVISTA IN INGLESE)


Enzo, ricordi ancora il giorno in cui decidesti di cambiare vita e scommettere sull’America?
Certo che sì. Lo ricordo come se fosse ieri. Viaggiando per il mondo e provando le varie cucine di tanti Paesi, mi resi conto di come l’arte culinaria e la cultura gastronomica italiana fossero realmente impareggiabili. In particolare, realizzai il potenziale della cucina pugliese, compresi che i sapori con cui ero cresciuto avrebbero potuto rapire anche i palati di oltreoceano. Quindi, siccome amavo e amo cucinare, vedendo che il cliente americano impazzisce per il cibo italiano, scelsi di mettermi in gioco e scommettere tutto negli USA.
Perchè scegliere di aprire il proprio locale negli Usa e non in Italia?
Negli Stati Uniti, come in Italia, ci sono leggi da rispettare e permessi e licenze da ottenere. Ciò che mi rattrista ammettere però è che in Italia manca la legge allo sportello. I funzionari italiani non sono abbastanza controllati dalla legge. Qui invece riscontro molta più sicurezza e tanta semplicità nel portare a termine le pratiche necessarie per aprire un’attività. Si è protetti e l’abuso di potere non esiste. Qui si vive bene!

Quali sono gli ingredienti su cui investi di più e che non mancano mai nella tua cucina?
All’Enzo’s Caffe non possono assolutamente mancare i prodotti tipici della tradizione della mia terra, la Puglia. Dalla mia regione d’origine importo periodicamente salumi, formaggi e vini, la cui qualità viene subito riconosciuta ed apprezzata dai clienti. In cucina lavoro all’insegna della freschezza, preferisco che ai tavoli si attenda qualche minuto in più, ma che nei piatti siano serviti cibi appena preparati. Inoltre, e questa è una delle cose più amate dai nostri visitatori, ognuno ha la possibilità di scegliere il tipo di pasta che vuol mangiare direttamente dalla pasta fresca, quotidianamente disponibile. Anche il pesce è importante sulle tavole del locale, in molti vengono per provare ricette tipiche della costa pugliese e per questo offriamo anche un’ampia selezione di pesce fresco tra cui poter scegliere al momento dell’ordine

Senti mai nostalgia della tua terra?
Come ho detto prima, qui si sta davvero bene. Ovviamente, non mancano momenti di nostalgia. Fortunatamente però ho modo di tornare spesso in Puglia e quindi, almeno una volta all’anno, volo per tornare a salutare l’Italia, dove ho ancora alcuni dei miei affetti.

Quali piatti troviamo nel menù di Enzo e qual è il più amato dai clienti?
Sono tante le specialità del menù dell’Enzo’s Caffe. Tra i più richiesti ci sono senza dubbio il sugo barese, le braciole, le orecchiette con le cime di rapa, i calamari Santo Spirito e le cozze gratinate. Il piatto più amato dai clienti? È la mia Quasanella: cervellata prodotta rispettando la tradizione torittese e servita con pappardelle e cardoncelli selvatici.

Condividi:

Apulian cuisine triumphs at Enzo's Caffe


by Pierpaolo De Natale - It was 1977 when Enzo Lanzadoro chose to pack up and go to the discovery of the United States, leaving behind the reality of Toritto, where he had lived until then. Bringing with him the knowledge of the Apulian tradition, Enzo arrived in the United States and began to learn about the American world. Travelling around the globe, he knew many other traditions, refining his techniques and growing his culinary culture. Enzo also went in Vietnam, where he met Linh, his future wife.

The real turning point came in 2009, when Enzo moved to Oregon. Here, in Portland, he opens the Enzo's Caffe Italiano, a restaurant where the Apulian cuisine is the real star. At 2592 NE Alberta Street, Enzo is well known by many customers who enjoy his food and not miss a chance to taste his specialties, which every day conquer American palates with the flavors of our land, Apulia.

(READ THE INTERVIEW IN ITALIAN LANGUAGE)


Enzo, do you still remember when you decided to change your life and bet on United States?
Of course. I remember it like it was yesterday. Travelling around the world and trying various cuisines of many countries, I realized how the Italian gastronomic culture was incomparable. I was aware that the Apulian cuisine, made by the same flavors that I had grown up with, could fascinate the American palates. So, since I've always loved cooking and because the American customer go crazy for the Italian food, I chose USA.

Why someone should choose to open restaurants in US and not in Italy?
In the United States, as in Italy, there are licenses, permits and laws that people have to respect. But I sadly admit that in Italy there is no law at the counter. Italian officials are not enough controlled by the law. Here instead there is much more security and so much simplicity in having the necessary files to open a restaurant. Business is protected and the abuse of power does not exist. Life is good here!


Which foods does never miss in your kitchen?
The Enzo's Caffe can’t stay without the typical products of the tradition of my homeland, Apulia. From my home region I periodically import salami, cheese and wines, whose quality is immediately recognized and appreciated by customers. In the kitchen I always work in the name of freshness, I prefer that people wait few more minutes, in order that they can taste fresh dishes. In addition, and this is one of the most loved thing among our customers, everybody has the opportunity to choose the type of pasta he wants to eat directly from fresh pasta. Fish is also important in our restaurant. Many people come to try recipes from the Apulian seacoast and we offer a wide selection of fresh fish to choose from when ordering.

Do you miss your land?
As I said before, here it is really good. Of course, there are moments of nostalgia. Fortunately, I often return in Apulia and, at least once a year, I fly to Italy, where I still have some relatives.

What are the dishes of Enzo's menu?
There are many specialties. The most popular are certainly sugo barese, braciole, orecchiette con cime di rapa, calamari Santo Spirito and mussels au gratin. The most loved dish it's my Quasanella: cervellata (typical Apulian sausage) served with pappardelle and cardoncelli.


Condividi:

martedì, dicembre 01, 2015

1° dicembre 1955: quando c'erano confini fra bianchi e neri


di Pierpaolo De Natale - Era il primo dicembre del 1955, quando su su un autobus dell'Alabama (Stati Uniti) fu cambiata la storia dei diritti civili. Rosa Parks, donna afroamericana di ritorno da una giornata di lavoro in sartoria, sale a bordo del mezzo che era solita prendere per rincasare. Non trovando posti a sedere sulla vettura, decide di occupare un sedile nel settore comune, avente file riservate ai bianchi e ai neri. Dopo tre fermate, resosi conto di quanto stia avvenendo, il conducente le intima di alzarsi e tornare sul fondo dell'autobus, per cedere il posto ad un bianco salito dopo di lei. Rosa rifiuta di accogliere la richiesta dell'autista e per questo viene arrestata e incarcerata per aver violato norme cittadine.

Sono trascorsi 60 anni da quella fatidica data e, ancora oggi, la Parks è ricordata in tutto il mondo come the Mother of the Civil Rights Movement. Sono tanti i Paesi che in tutto il mondo ricordano quell'audace gesto. Il nostro ministero dei Beni culturali ha lanciato la campagna #AlPostoGiusto, che fino al 6 dicembre farà circolare bus e tram di molte città italiane con display recanti la scritta "60 Rosa Parks". A bordo dei mezzi sarà possibile ascoltare le testimonianze di scrittori, artisti, attori stranieri e migranti, i quali racconteranno ai passeggeri la vita e il coraggio della donna divenuta simbolo della difesa dei diritti civili.
Condividi:

martedì, ottobre 27, 2015

Mosto Cotto “made in Foggia” negli Usa: 300 bottiglie a New York

BORGO INCORONATA (FG) – Il mosto cotto “made in Foggia” è arrivato negli Stati Uniti. “Un importatore di origini pugliesi lo ha assaggiato e ne è rimasto estasiato”, racconta Luca Scapola, imprenditore dell’azienda vitivinicola Borgo Turrito (Borgo Incoronata). “Ha intenzione di proporlo ai grandi chef dei ristoranti di New York”. Trecento bottiglie hanno preso il volo verso la Grande Mela. “E’ un’occasione importante per far conoscere un prodotto di nicchia che è in forte crescita”, aggiunge l’imprenditore di Borgo Incoronata.

La provincia di Foggia, per quantità e qualità, è una delle prime produttrici di mosto cotto in Italia. “Negli ultimi anni, ci siamo attrezzati per rispondere a una domanda crescente sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo”, continua il giovane patron di Borgo Turrito. Luca Scapola, infatti, ha compiuto 32 anno da pochi giorni. La densità, il profumo, il delizioso contrasto tra dolce e acidulo sono le caratteristiche che rendono unico questo prodotto. “Noi lo produciamo esattamente come si faceva una volta”, aggiunge Scapola. “Mettiamo a bollire in pentola il mosto ricavato da uve ben mature, a fuoco lento, fino a ottenere il prodotto che poi imbottiglieremo”. Il termine appropriato per identificare questo prezioso nettare è proprio quello di “mosto cotto”, poiché è il mosto d’uva a essere messo a bollire, non il vino. Ciò nonostante, nella tradizione foggiana il prodotto di cui stiamo parlando assume il nome di “vincotto”, “u’ vincutt”.

IL GRANO COTTO, GRANO DEI MORTI. Il mosto cotto è l’elemento essenziale del dolce che, in occasione della ricorrenza che si celebra per ricordare i defunti, viene preparato in tutta la Puglia. Il ‘grano cotto’, o ‘grano dei morti’, è preparato con grano bollito, semi di melagrana, gherigli di noce, pezzi di cioccolato e, naturalmente, mosto cotto. L’orsarese Giuseppe Zurlo, cultore di storia e tradizione locali, ha realizzato un saggio sull’usanza del ‘grano cotto’. “Secondo la mia tesi”, ha scritto Zurlo, “si tratta di un antichissimo rito agrario greco-pagano, poi cristianizzato”. I sette chicchi di melagrana rappresentano, forse, le sette fasi della luna che devono trascorrere prima che i contadini vedano germogliare il grano. Il frutto del melograno simboleggiava la morte e la promessa di resurrezione. In sostanza, consumare il ‘grano dei morti’ significava celebrare le divinità legate al ciclo delle coltivazioni, un rito per propiziare abbondanza e prosperità nei raccolti del grano, dell’uva e di tutti i frutti della terra.

DALLA TRADIZIONE ALL’INNOVAZIONE. Il mosto cotto è utilizzato anche per la preparazione delle cartellate, dei taralli neri, ma si presta in modo eccellente anche sulla ricotta fresca, sulle insalate, su carne, pesce e formaggi stagionati. “Noi lo produciamo da sempre”, dichiara Luca Scapola, “ma negli ultimi venti anni stiamo cercando di valorizzarlo meglio e di più. Abbiamo perfezionato la tecnica di produzione, siamo riusciti a innalzare qualità e quantità. E’ un prodotto di cui siamo orgogliosi, perché porta tradizione e innovazione di Foggia nel mondo”.
Condividi:

lunedì, agosto 17, 2015

“Da Molfetta agli Usa: illuminiamo la tradizione”

HOBOKEN - Molfetta illumina Hoboken, città difronte a Manhatann, nel New Jersey, dall’altra parte dell’Oceano. Per la prima volta in assoluto, dopo 89 anni di tradizione, l’Hoboken Italian festival – The Feast of the Madonna dei Martiri, la festa gemella, in onore della copatrona di Molfetta, sarà abbracciata dalle luminarie donate dai molfettesi, con il contributo della Regione Puglia Pugliesi nel Mondo, del Comune di Molfetta, che hanno sposato l’idea lanciata, lo scorso anno, da Roberto Pansini e dalla sua associazione Oll Muvi, quelli di I Love Molfetta, con il progetto “Illuminiamo la tradizione”.

E quest’anno, per la prima volta in assoluto, nel Frank Sinistra Park, che ospita la festa, si potrà ammirare lo skyline di New York proprio attraverso le luminarie pugliesi.

All’Hoboken Italian Festival partecipano ormai tutti gli italiani, di prima, seconda e terza generazione, che risiedono del New Jersey. Si tratta di una festa di popolo, una festa tricolore sotto il manto della Madonna, è la più importante festa italiana nello stato del New Jersey.

Negli States, sulla scia lasciata dai bastimenti nel secolo scorso, sono arrivati quattro archi di luminarie, che resteranno alla comunità di Hoboken per sempre, è una piccola donazione per il gran lavoro instancabile svolto in questi 90 anni.  Sono stati realizzati da Nicola Cipriani, vero e proprio mago in questo settore. Sue sono le luminarie che, negli ultimi anni, hanno riscaldato la festa patronale a Molfetta, per devozione un arco è stato donato proprio dalla "Ditta Cipriani".

L’accensione delle luminarie di Hoboken e la festa entreranno a far parte di un film-documentario che testimonierà l’evento.

Al progetto “Illuminiamo la tradizione” è legata anche la realizzazione di un film che sarà realizzato dalla Serious Production, con sede a Roma, con la regia di Riccardo Marino, che sta già raccogliendo interviste ai protagonisti di questa avventura, che seguirà tutte le fasi dalla creazione al montaggio delle luminarie e pure quelle della festa che si terrà, ad Hoboken, dal 10 al 13 settembre prossimo.
E seguirà anche la funzione religiosa che sarà tenuta da monsignor Giuseppe De Candia, in italiano, americano e molfettese. Il sacerdote giramondo, grande sostenitore dell’iniziativa, padre spirituale dei molfettesi nel mondo, sarà testimone dell’accensione delle luminarie “americane”, il 10 settembre.

Ma non è tutto. Perchè, sempre il 10 settembre, si esibiranno in concerto Enrico e Giancarlo de Trizio (migranti di nuovissima generazione) due virtuosi della musica esportati negli States, vivono a New York, due numeri uno a Broadway, nello staff da "Mamma Mia" al "Re Leone", e Patty Lomuscio, una tra le migliori voci del Jazz pugliese si trova a NYC per la registrazione di un disco.

Oltre alla statua della Madonna dei Martiri, ad Hoboken viene portato in processione, da giovani pugliesi di terza e quarta generazione, coordinati da Frank Tattoli, anche il busto di San Corrado, patrono di Molfetta.

Per la realizzazione di tutto il progetto e del film è stato lanciato, nei mesi scorsi, una sorta di un crowdfunding internazionale a cui hanno già aderito in molti, da tutto il mondo. E’ possibile sostenere il progetto collegandosi al sito web www.ilovemolfetta.it/crowdfunding.

Sul sito sono disponibili brevi anteprime del documentario. Tutti coloro sosterranno l'idea, avranno un ringraziamento nei titoli di coda del documentario. Insomma, una iniziativa nell’iniziativa.
Condividi:

mercoledì, giugno 03, 2015

Scompare giornalista e scrittore Claudio Angelini

E' scomparso a New York il giornalista e scrittore Claudio Angelini. Aveva compiuto 72 anni lo scorso 29 marzo. A renderlo noto la moglie, la giornalista Olga Cortese, ad amici che vivono a Capri (Napoli). Angelini si è spento in serata a causa di una malattia che lo ha colpito di recente.

Angelini era presidente della Società Dante Alighieri a New York e presidente emerito della Rai Corporation. A New York, città dove viveva dal 1997, il giornalista è stato capo della sede Rai e responsabile dell'ufficio di corrispondenza dei telegiornali.

A Roma è stato direttore dei giornali radio Rai, vicedirettore e anchorman del Tg1 e curatore di numerose trasmissioni culturali. Scrittore, autore di diversi libri, era il promotore del Premio Capri, uno degli eventi letterari e culturali più importanti di Capri, fondato oltre trent'anni fa, del quale stava in questi giorni preparando l'edizione 2015.
Condividi:

sabato, aprile 18, 2015

Stay Strong Mummy: keep fit with your children!

Pierpaolo De Natale - Italian moms, Heaven knows how many times you wanted a bit of time for yourself to take care of your appearance, your body and your physical form. It would be really nice, especially in these hot seasons, find some hours for healthy physical activity, even in the open air, to be toned and in shape for swimsuit test. The extraordinary idea to reconcile wellness and family comes from a woman, mother to three cute children, who will reveal for the first time to Italy the secrets of her training - completely adaptable also to all lazy dads!

Kimberley, what brought you to involve your kids in your daily workout?
I got the kids involved after a few months of learning the right technique for strength work. Once I felt confident, if I was doing a workout out the back and the kids got restless, then I'd put them in the pram - but rather than just walk or rock them to settle them - i'd do walking lunges or squat jumps with the pram - or i'd do push ups holding onto the front of the pram. They'd start smiling and laughing - so it was a little bit of therapy for all of us. As they've grown, it's just organically progressed for us. I knew I was comfortable with weights - so I'd put my toddler on my shoulders while squatting or do some push presses with one of the lighter twins. Most of the time now - I just do some basic bodyweight movements with them out the back once a week - and however they wish to crawl or jump or lay on me is fine - I just scale it back to suit them. If I'm doing dips and one wants to sit on my lap - we just go with it. Some of our favourite movements are bear crawls, frog jumps, crab walks, push up and kiss, burpees (they just love to jump around and watch me) and playing on the swing set.

video Your new idea of training has had great success in social networks, did you expect it?
Absolutely not! And i'm still trying to keep up with it. I've been running my blog and social networks for just under a year and they have a combined following in excess of 60,000 people. I'm definitely not the only mum in the world training like I do, there are plenty out there (probably much better and fitter than I am!) but i love connecting with my tribe of mums from around the world and i'm here to encourage and also be encouraged. It's great to see mums empowering each other to get their health and fitness back after having kids.

What are the essential elements to start training as you do and become a Strong Mummy?
I concentrate on strength and conditioning style training, bodyweight movements and high intensity interval training. I would recommend mums do a few sessions with a strength and conditioning coach, learn the fundamentals and then adapt to suit their lifestyles at home. If you get the intensity in training right, you really only need 15 minutes a few times a week - so long as it's combined with a clean, wholefoods diet. I also believe that surrounding yourself with like-minded people that will empower and motivate you is important as well as your emotional wellbeing.

What does your family think about this original way to keep fit? Are your children happy?
My kids laugh and smile at me when we're working out - so that answers my question for me. Some days when they are restless or teething, i just take them for a walk in the fresh air and sunshine and do some movements with my pram. My family encourage and motivate me to keep doing what i'm doing and i'm extremely blessing and grateful.

READ HERE THE INTERVIEW IN ITALIAN LANGUAGE

CONTACTS:
Website: staystrongmummy.com
Facebook: Stay Strong Mummy
Instagram: @staystrongmummy
Condividi:

mercoledì, aprile 01, 2015

Presentato ieri a New York ‘The Sound of Taste - Che suono ha il sapore in Puglia?’

NEW YORK - Mangiare non è l'unica maniera di assaporare il cibo pugliese. Esiste un altro modo per scoprire tutto quel mondo di sapori, storie e aneddoti che si celano dietro l'enogastronomia della Puglia: ascoltare! È proprio la dimensione sonora il filo conduttore del cortometraggio The Sound of Taste, un viaggio suggestivo attraverso la Puglia e la sua cultura gastronomica, presentato ieri, martedì 31 marzo,a New York,nella prestigiosa cornice del ‘John D. Calandra Italian American Institute’.

Sono intervenuti all’evento la curatrice del video Maria Cristina Marvulli, fondatrice e presidente dell'associazione no profit ApulianRoots, con sede ad Altamura,iscritta nell' elenco della  Regione Puglia - Pugliesi nel Mondo, impegnata già da da qualche anno nella promozione culturale della Puglia all'estero, eJohn Mustaro, presidente della United Pugliesi Federation di New York, la federazione che riunisce 21 associazioni pugliesi dell’area metropolitana newyorkese.

I piatti tradizionali pugliesi sono il risultato della combinazione, unica e irripetibile, di ingredienti, ricette, sapori e saperi locali, ma anche di suoni e rumori legati agli strumenti e alle tecniche di preparazione,  tramandate di generazione in generazione, di madre in figlia, di padre in figlio. Nella sonorità di questi gesti è racchiusa l'originalità così come l'autenticità del marchio Puglia.

Rumori e suoni si intrecciano alle voci di maestri e "artigiani" del cibo: casari, fornai, pizzaioli, ma anche pescivendoli, venditori ambulanti di frutta e verdura e "cuoche di strada". Strade, piazze, mercati rionali sono infatti i luoghi in cui l'esperienza del cibo si sposta dall'ambito privato e domestico a quello pubblico, in caratteristici spazi all'aperto, dove prodotti e specialità sono esposti e addirittura cucinati sotto gli occhi dei clienti.

Il documentario The Sound of Taste è patrocinato da Regione Puglia, Milano Expo 2015 e United Pugliesi Federation di New York. Il promo è disponibile su youtubehttps://youtu.be/a_ai-RHLJIE
Condividi:

venerdì, dicembre 12, 2014

'Without', un cortometraggio italoamericano

BARI - Without (Senza) è un progetto che parte dalle fondamenta e che costruisce la propria crescita sulla partecipazione del pubblico attraverso il crowdfunding. Si tratta di un metodo alternativo e innovativo di autofinanziamento con il quale “Without” cerca, e trova, un sostegno da parte di privati. GLI IDEATORI - L’ideatrice si chiama Paola Sinisgalli, 27 anni, è nata e cresciuta a Roma da padre lucano ed è emigrata a New York nel 2010 dopo la laurea. Nel 2013, ha fondato, insieme a Francesca Bianchi, TheCreativeShake. Un’agenzia di comunicazione e produzioni con l’obiettivo di creare un ponte tra gli Stati Uniti e l‘Italia. Il team di Without è italiano al 100%. L’aiuto regista è Claudio di Biagio, famoso Youtuber (Nonapritequestotubo: https://www.youtube.com/user/nonapritequestotubo ) e creatore della fortunata serie web Freaks!. Da anni si occupa di video-making e di recente ha debuttato in America con la premiere di Vittima degli Eventi film ispirato a Dylan Dog. Vincenzo Cataldo si è occupato della sceneggiatura, il direttore della fotografia è Bruno Cipriani mentre Vincenzo Zitello, compositore e arpista di spicco internazionale, offre la sua musica per la colonna sonora, Francesca Bianchi (fondatrice TheCreativeShake) è la producer affiancata da Renata Pereira. Sara Massarotto si occupa delle PR e al termine della produzione in Basilicata, il corto tornerà sul territorio statunitense per entrare nelle mani di Giacomo Lampariello, editor affermato residente a New York.
Condividi:

mercoledì, dicembre 10, 2014

Two Italians among finalists for $1m "Nobel" prize for teaching

Two teachers from Italy, Daniela Boscolo and Daniele Manni, are among 50 finalists from across the world for a $1m award, designed to be the Nobel Prize of education for teaching. The Varkey GEMS Foundation Global Teacher Prize is to be given to one exceptional teacher who has made an outstanding contribution to the profession. It seeks to do for education what the Nobel Prize has done for science, literature, and peace. In a news release, the Varkey GEMS Foundation said it decided to offer the prize after it commissioned a study that found teachers had low status in many nations across the globe. Even in Europe, the foundation said, it found that, in many countries, “less than a quarter of people thought that pupils respected teachers, and only a quarter of parents would encourage their child to become a teacher.” Shortlisted from more than 5,000 nominations from 127 countries, the 50 teachers will be judged on their use of innovative instructional practices, what they do to “open up their pupil’s minds”, their contribution to the community and how much they encourage others to become teachers. The eventual winner will receive financial counselling when they receive the prize, which they will get in 10 equal annual instalments on the condition that they remain a classroom teacher for at least five more years. The criteria include: innovative and effective instructional practices; accomplishments beyond the classroom that provide role models for the teaching profession; contributions to public debates on raising the bar of the teaching profession; sharing inspirational education practices with other teachers; preparing children to be global citizens; improving access to a quality education for children of all backgrounds; third party recognition of a teacher’s achievements in the classroom and beyond; encouraging others to join the teaching profession. The top 50 shortlisted teachers have now been judged by a Prize Committee with the final ten candidates to be announced in February 2015. The winner will then be chosen from these ten finalists by a Global Teacher Prize Academy. All ten finalists will be invited to Dubai for the award ceremony at the Global Education and Skills Forum (GESF) in March next year. The top 50 finalists: www.globalteacherprize.org/top-50-finalists.
Condividi:

giovedì, luglio 10, 2014

New York: Puglia Missione Imprenditoriale e Award alle Eccellenze della promozione del turismo e della Dieta Mediterranea

Conclusasi a New York la Missione Imprenditoriale di NYC promozione settore food organizzata da Sapori Mediterranei Consorzio per l'internalizzazione a servizio delle imprese, ideatrice del progetto il Presidente Malcangi Giusi, in collaborazione la dirigente scolastica Paola Petruzzelli dell'Istituto Ettore Majorana di Bari . la quale ha promosso la birra artigianale biologica prodotta dai suoi studenti.

Il Fai delegazione Bari, la Regione Puglia, Provincia di Bari, Fiera del Levante, hanno concesso il patrocinio per la missione promozione settore food che si è tenuta a New York.

Mediapartner Nicola Angiuli di PugliaInEsclusiva .it

Programma food della Missione_
Il 27 Giugno si e' tenuta una cena presso il ristorante di New York Restaurant Piacere un eccellenza della cucina italiana.
Il 28 Giugno reception presso Trattoria Masina Weehawken New Jersey
Il 29 Giugno evento fiera internazionale di New York il Summer Fancy Food dove si sono presi contatti commerciali.
Il 30 Giugno abbiamo organizzato alcuni incontri B2B presso Restaurant Tutto a Modo Mio nel New Jersey

La Domenica 29 giugno 2104 sulla terrazza panoramica del Gansevoort Hotel a Manhattan si è svolta : "Award under the stars" con la consegna di Award alle eccellenze Pugliesi ed Americane.

Ha presentato la serata Manuela Rana, molfettese d’origine ma residente a New York che oltre ad affermarsi nella scena newyorkese della fashion photography, si è cimentata con molta professionalità nelle vesti di presentatrice, riscuotendo la simpatia e l’approvazione degli ospiti e degli organizzatori

L'evento è stato organizzato dal Consorzio Sapori Mediterranei, illustra il progetto la Presidente Giusi Malcangi:
Lo scopo di promuovere la Dieta Mediterranea e i suoi benefici, presendando la Naturopata Marisa Lapico con il libro “Alimentazione la risposta dell’anima” .

Lo scopo di tale premiazione coglie l’opportunità per promuovere il territorio pugliese, le sue tipicità e la qualità della produzione artigianale pugliese, favorendo scambi e relazioni commerciali con aziende e strutture turistiche locali.

l'Award di Eccellenza e' stato consegnato alla Sala Ricevimenti Torre Giulia di Cerignola di Luca Caputo (Promozione Matrimoni in Puglia) e l' Osteria Cantine Brandi di Minervino-Tenuta Pinto di Mola di Bari-Millenium Salt Village di Margherita di Savoia.

Gli Awards di Sapori Mediterranei sono attestati di riconoscimento incorniciati in vetro, e in ceramica realizzate alcune opere dell’artista Agostino Branca.

Le eccellenze pugliesi che hanno ricevuto gli Awards nel corso della serata sono state accuratamente selezionate, ne nominiamo alcuni tra cui l’Ing. John Mustaro, Presidente della Federazione pugliesi di New York, Award per la Regione Puglia ; Agenzia ICE, Presidente Pier Paolo Celeste; Francesco Divella, ; Mimmo Casillo, Presidente della Casillo Group (Corato), ha ricevuto l’Award accompagnato dall’ospite Almo Bibolotti (finalista del programma televisivo MasterChef); Tony Rotondi Marovato Import Export di Brooklin - Paolo Gandolfi New Jersey per Saima Awandero - Nunzio Tumino Aurora Import Export Canada. Unioncamere Puglia.-

Michael Mcarthy di Philadelphia un ringraziamento per la promozione della Puglia.

Un grande riconoscimento alla Società Madonna dei Martiri di Hoboken, ha ritirare l'award il Presiedente Antonio Albanese con altri componenti del direttivo Frank de Trizio e Cosimo Manzoni.

Grande sorpresa quando ritira l'award la cantante italo-americana Cristina Fontanelli, le sue origini sono pugliesi, sua nonna era di Molfetta, ha regalato a tutti i presenti una performance canora cantando "O' sole mio" ricevendo applausi dalla platea

Per la promozione della Dieta Mediterranea è stato premiato Pasquale Martinelli Chef, creatore della compagnia WarmPalate.

Un riconoscimento è stato consegnato al quotidiano "AMERICA OGGI", unico quotidiano nel nord America scritto in lingua italiana, ha ritirato l'award il Direttore Commerciale Domenico delli Carpini.

Un award nel mondo del cinema, dove negli ultimi anni la Puglia fa da padrona, è stato consegnato alla Draka Produzioni

La Puglia inoltre si conferma come “madre di artisti”, l’evento infatti si è concluso con la premiazione di due talenti molfettesi, Enrico de Trizio e Giancarlo de Trizio, rispettivamente associate music director del tour americano di "Mamma Mia" e batterista e pecussionista del first National tour di "Book of Mormon."

Infine è stato consegnato l’Award a Roberto Pansini, presidente dell’Associazione Culturale “Oll Muvi”, riconosciuta dalla Regione Puglia ed iscritta nell'albo dei Pugliesi nel Mondo, meglio conosciuta con il logo I LOVE MOLFETTA, tale associazione si pone come obiettivo la valorizzazione di Molfetta e dei molfettesi, della sua storia e delle sue tradizioni nel mondo, attraverso mission mirate e il suo sito web www.ilovemolfetta.it.

Si ringraziano le Aziende Italiane di Eccellenza per la Dieta Mediterranea : Azienda Agricola Mada di Puglia di Maddalena Maggio, Bice Perrini Coloribo, Gioia Freudenstein Quality Food for Health Benefits per la Dieta Meìditerranea.Azienda Agricola Filippone- Azienda Agricola Marco Campobasso. Azienda Agriolio.Terra Apulie.Giuseppe Palmisano Masseria Coppi. Konart di Brucciani Fabio-Azienda Calice-L'oro di Puglia- Consorzio Sapafood-
Dino Clemente Italian Backery& Deli New Jersey


Condividi:

martedì, luglio 08, 2014

New York City: capitale delle eccellenze della Puglia

BARI - Si è conclusa con successo la missione imprenditoriale delle oltre trenta imprese pugliesi che hanno partecipato alla 60^ edizione del Fancy Food Show di New York, il più grande evento di food & beverage del Nord America in programma dal 29 giugno al 1° luglio 2014.

Organizzata da Giusi Malcangi, presidente del Consorzio Sapori Mediterranei di Bari - con il patrocinio di assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Provincia di Bari, Fiera del Levante e Fondo Ambiente Italiano (FAI) delegazione Bari e in collaborazione con l'istituto alberghiero IISS "Ettore Majorana" di Bari, l'American Chamber of Commerce in Italy sez. Puglia e PUGLIAinESCLUSIVA.it, portale che promuove la Puglia e le sue eccellenze -, la missione ha consentito a PMI e artigiani pugliesi specializzati nel food e turismo, di incontrare numerosi buyer e operatori statunitensi interessati a sviluppare rapporti commerciali con il territorio pugliese.

Tra le innumerevoli novità proposte in fiera, la birra biologica artigianale che, prodotta dagli studenti dell'istituto Majorana di Bari, è stata presetata dal dirigente scolastico Paola Petruzzelli.

Allo scopo di promuovere i benefici della Dieta Mediterranea e i valori del gusto e dell’accoglienza di qualità "made in Puglia" è stata organizzata la II edizione dell'Award sotto le stelle: Ricerca e Sapori della Cucina Pugliese per promuovere la Dieta Mediterranea e i suoi benefici. La Puglia il turismo e l’arte "made in Puglia" che, svoltasi il 29 giugno al Gansevoort Luxury Resort a Manhattan, ha visto, tra i vari interventi, quello della naturopata Marisa Lapico che ha presentato il libro "Alimentazione - la risposta dell’anima” (ed. Il Fiorino).

Durante la serata di gala, presentata dalla fotografa di moda Manuela Rana, molfettese d’origine e residente da anni a New York, sono stati assegnati i premi - opere in ceramiche offerte dal maestro salentino Agostino Branca - alle strutture ricettive che hanno saputo meglio esprimere i valori dell'ospitalità pugliese, tra le quali la sala ricevimenti Torre Giulia di Cerignola e l'Osteria Cantine Brandi di Minervino Murge.

La premiazione è stata suddivisa per sezioni. Per la categoria "promozione della Puglia e della Dieta Mediterranea" i premi sono stati consegnati a: John Mustaro, presidente Federazione pugliesi nel mondo di New York; Pier Paolo Celeste, direttore ICE New York e coordinatore Uffici ICE Rete USA; Francesco Divella, amministratore delegato Divella SpA; Mimmo Casillo, amministratore delegato Gruppo Casillo, che ha ricevuto l’award accompagnato dallo chef barese Almo Bibolotti (classificato secondo nell'ultima edizione del talent culinario Master Chef Italia); Tony Rotondi, presidente Marovato Italian Imports di Brooklyn; Paolo Gandolfi, sales manager Saima Avandero SpA; Nunzio Tumino, presidente Aurora Importing&Distribution (Canada); Donato Clemente, consigliere Associazione Internazionale Pugliesi nel Mondo, Unioncamere Puglia; infine, Corrado Azzollini, presidente della casa di produzione e distribuzione cinematografica pugliese Draka Production.

Un riconoscimento è stato dato ad Antonio Albanese, presidente Società Madonna dei Martiri di Hoboken, che quest'anno organizza nel New Jersey l'88° anniversario dell'Hoboken Italian Festival, tramandato di generazione in generazione dai primi molfettesi emigrati nel Nord America. Un award è stato consegnato alla cantante italo-americana Cristina Fontanelli che, di origini molfettesi, ha regalato a tutti i presenti una performance canora cantando "O' sole mio".

Per la "promozione della Dieta Mediterranea è stato premiato Pasquale Martinelli, creatore della compagnia WarmPalate.

Per la "promozione della Puglia negli USA" è stato premiato il quotidiano "America Oggi", unico quotidiano nel nord America scritto in lingua italiana. A ritirare l'award è stato il direttore commerciale Domenico Delli Carpini.

L’evento si è concluso con la premiazione di due talenti artistici molfettesi, Enrico e Giancarlo de Trizio, rispettivamente associate music director del tour americano di "Mamma Mia" e batterista e pecussionista del first National tour di "Book of Mormon"; Roberto Pansini, presidente dell’associazione culturale “Oll Muvi”, meglio conosciuta con il logo I Love Molfetta (www.ilovemolfetta.it); e della famiglia Valastro, la più dolce d'America, famosa per Buddy the Cake Boss e per le sue trasmissioni televisive - hanno ritirato l'award i genitori di Lisa, Mauro Glory Belgiovine (di origini molfettesi) -.

«Desidero ringraziare - dichiara Giusi Malcangi, presidente del Consorzio Sapori Mediterranei - tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto, le aziende italiane di Eccellenza per la Dieta Mediterranea e personalità che contribuiscono a diffonderne i benefici salutistici. Tra questi: la senatrice Fucsia Nissoli, membro della Fondazione Italia USA, Gioia Freudenstein, Quality Food for Health Benefits - Italian Food for Health Specialist, Azienda Agricola Filippone, Azienda Agricola Mada di Puglia di Maddalena Maggio, Azienda Agricola Marco Campobasso, Azienda Agriolio, Calice, Coloribo di Bice Perrini, Konart di Fabio Brucciani, L'Oro di Puglia, Masseria Coppi di Giuseppe Palmisano, SapaFood di Paolo Samele e Terra Apuliae. Arrivederci alla prossima edizione».

Condividi:

martedì, luglio 01, 2014

Va in scena la Puglia a New York con l’anteprima mondiale dello spot video di Carlos Solito

BARI - Carlos Solito da anni, con la sua fotografia, scrittura e video ci racconta, tra transumanze creative, un Sud Italia lontano dalle rotte e dalle logiche comuni ai più. Il Sud Italia che esiste da sempre, il Sud Italia immortale: quello fatto di piccoli luoghi, grandi silenzi. “La luce, il vento, la tradizione” (https://www.youtube.com/watch?v=O-JoQj-PoTY&hd=1), un microcosmo dalle nuance primeve dove l’infanzia ha un sapore paesano, la vita scorre lenta, le giornate sono canzonate da rintocchi di campane, cicale, grilli e dalle risate argentine dei bambini che giocano tra i lastricati dei centri storici o sul mare. Dopo il riconoscimento del Viaggiautore 2014 e la recente mostra fotografica “A piccoli passi” sui riti della Settimana Santa in Puglia, dal grande eco mediatico, il 36enne pugliese (di Grottaglie – Ta) torna a far parlare di se in relazione a un suo personale confronto con le affezionatissime arti visive. Estroso, creativo, assetato di conoscenza, già “scovato” anni fa da Franco Dragone (tra i padri de Le Cirque du Soleil e produttore del suo docufilm Québec, my version nel 2012), Carlos Solito ha fatto ritorno nella sua terra natìa per girare le riprese del nuovo video spot del Gruppo Casillo.
La collaborazione con la primaria azienda Italiana nel campo delle semole, grano, farine commestibili, prodotti da forno - gia' fornitore dei gruppi pastai multinazionali e internazionali - nasce lo scorso anno. E nasce proprio durante un incontro newyorkese, quando Beniamino Casillo – sensibilissimo ai linguaggi creativi - scopre che Carlos, in occasione dell’Anno della Cultura Italiana in USA, è nella Grande Mela per documentare – in collaborazione all’agenzia NYCGO - le realtà delle Little Italy tra il Lower Manhattan, Brooklyn e Bronx.

A distanza di un anno, quindi, la collaborazione ha dato i suoi frutti e la Puglia, il Sud Italia, va in scena a New York con l’anteprima mondiale del nuovo spot pubblicitario per promuovere e diffondere sulla scena americana, in occasione della Sessantesima edizione del Fancy Food (tra i più grandi eventi fieristici food and drink di tutto il mondo che si terrà dal 29 giugno al 1 luglio), i brand Selezione Casillo, Semole d’Autore e Agricola del Sole. La sera del 30 giugno, in occasione di un fuori salone, nell’elegante e nota location dell’Hotel Americano nel midtown di Manhattan - alla presenza di giornalisti, food blogger e addetti del settore – sarà (è stato, se il presente comunicato verrà visionato, appunto, dopo la data del 30 giugno pv) ufficialmente presentato “la luce, il vento, la tradizione”. Alla presenza dei Casillo e di una delegazione dell’azienda di Corato (Bari), oltre al regista, a sfilare su un singolarissimo gold carpet (in riferimento al giallo oro del grano) ci sarà anche un volto divenuto ormai notissimo negli States, Rossella Rago. Giovane italoamericana amante della buona cucina e ideatrice del seguitissimo show online “Cooking with Nonna” in cui la talentuosa cuoca, originaria della città di Mola di Bari, si cimenta nella preparazione delle più tipiche pietanze regionali italiane con il prezioso supporto della nonna, che le ha tramandato i segreti della più verace cucina italiana. Tra i fornelli, invece, si esibirà il barese Almo Bibolotti, finalista Masterchef Italia che sta contaminando sempre più nuovi palati con la sua cucina made in Puglia.

Lo spot narra un viaggio, quello di un bambino (Mattia D’Ippolito, tarantino di 9 anni), che inseguendo il vento parte da uno dei simboli di Puglia, Castel del Monte (Patrimonio Mondiale dell’Umanità che campeggia sul centesimo di Euro), in pieno Parco Nazionale dell’Alta Murgia, attorno al quale il Gruppo Casillo (Agricola del Sole) vanta tra le sue più fiere colture agricole. Con la tipica luce del Mediterraneo, quasi fosse un set di Tornatore o Salvatores (in Io non ho paura), lo spot propone in chiave cinematografica un Sud dai forti carichi di neorealismo, “il nostro ingrediente principe, come la farina per il pane, per il Mezzogiorno e l’Italia tutta”, afferma l’autore. Beniamino Casillo, invece, continua: “Raccontare la nostra storia, la nostra mission, i nostri prodotti, attraverso l’innocenza di un bambino pugliese che cresce e corre nella terra dei suoi padri tra ambasciatori regali, quali il grano e l’ulivo, è un modo autentico per dire chi siamo, da dove veniamo, come vogliamo costruire il futuro dei nostri figli: … con autenticità!”. Tra nuance calde il viaggio di Mattia attraversa i tipici paesaggi pugliesi, campiti con distese di grano biondo e ulivi millenari, fino alla costa dove traguarda l’azzurro del mare da un’antica torre saracena, sentinella da secoli di andirivieni di civiltà diverse che, attraversando il Mare Nostrum, hanno fecondato la cultura pugliese. E proprio qui, sulla cima di un’alta scogliera, il bambino riempie un barattorlo di ventro con del vento. Con lo stesso fa ritorno in masseria, dove la nonna è intenta a impastare Farine Casillo e Semole d’Autore per la preparazione dei tipici prodotti da forno pugliese. Insieme aprono il barattolo e come un’otre omerica il vento insaccato, carico di caldo mediterraneo e sapidità, risulta l’ingrediente segreto, indispensabile, per la bontà e l’unicità dei prodotti di Casillo Group.

Girato tra i territori comunali di Corato, Andria, Minervino Murge, Canosa di Puglia, Monopoli, Fasano, Noci e Otranto, le cinescene de “la luce, il vento, la tradizione” vanno dalle distese del Tavoliere alle lande del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, dalle masserie e gli uliveti secolari della Murgia dei Trulli alle scogliere del Salento. A marcare il carico emozionale dello spot ci sono le musiche del Maestro Ciro Gerardo Petraroli (www.maestropetraroli.it). Anch’egli pugliese (di Grottaglie - Ta), pianista compositore e direttore d’orchestra è già autore di musiche per il cinema francese e americano, per la tv, nonché concertista in tutto il mondo con tournée proprie e nell’ambito dei più importanti festival di musica classica e neoclassica.
Condividi:

venerdì, giugno 27, 2014

Premio Biol, premiazioni al Fancy Food di New York

ANDRIA – Il Premio Internazionale Biol vola a New York. Si terranno infatti al Summer Fancy Food le premiazioni dei tre oli saliti sul podio del più grande concorso per extravergini bio al mondo, la cui XIX edizione si è tenuta a marzo in Puglia, ad Andria, con 425 oli in gara - cifra record - giunti da 17 Paesi.

Tutti gli altri riconoscimenti territoriali, a cominciare dalle Gold e Silver Medal, saranno invece consegnati a ottobre nella Reggia di Caserta.

Nella Grande Mela la cerimonia si terrà lunedì 30 giugno, alle 12.30, nello stand del Biol – n. 5431, nella North Hall – dove per tutta la durata della manifestazione, dal 29 giugno al primo luglio, saranno anche fatti degustare a pubblico e operatori i migliori sei oli classificati dell’ultima edizione.

Durante l’evento saranno consegnate targhe ai tre oli saliti sul podio: il vincitore “Monte della Torre” dell’omonima azienda di Caserta, seguito da un tipico olio del Chianti, il “San Martino” della Tenuta omonima di Bagno a Ripoli (Firenze) e a ruota dal pugliese “Tenuta Arcamone” prodotto da De Carlo a Bitritto (Bari), nonché ai vincitori del BiolKids (al portoghese “Carm Grande Escolha” (Portogallo), del BiolPack (al “Viola” dell’azienda omonima di Foligno) e del Biol California (all’olio “Mistral”).

Nell’evento sarà anche presentata in anteprima, fresca di stampa, l’edizione 2014 dell’annuale “Guida ai migliori oli extravergini di oliva biologici del mondo”, l’unica nel settore, edita - in inglese e italiano - dal Premio Biol, che sarà poi lanciata anche al BioFach di Norimberga e al Sana di Bologna.

Patrocinata da Regione Puglia - Area Politiche per lo Sviluppo Rurale, Camera di Commercio di Bari. Città di Andria, Provincia Bat, Ifoam, AgriBio Mediterraneo, CiBi, Puglia Natura, Gal Le Città di Castel del Monte e BiolItalia, la guida offre, a cominciare dai vincitori, una corposa sezione sui 262 migliori extravergini bio dell’annata, presentati per aree geografiche in singole schede. Queste ultime offrono tipo di cultivar, il profilo aromatico con il peso delle componenti fruttato-amaro-piccante, i risultati dell’analisi sensoriale, foto del prodotto e tutti i riferimenti aziendali. Il quadro completo degli strumenti, dunque, per scegliere l’olio in base ai propri gusti.

I dati sono frutto di un grande lavoro di raccolta e selezione delle giurie territoriali e della giuria internazionale del Biol e di valutazioni della qualità - supportate da analisi chimiche e organolettiche - in base ai più elevati standard riconosciuti a livello internazionale. La Guida potrà a breve essere scaricata online da www.premiobiol.it, o richiesta scrivendo a info@premiobiol.it.

Condividi:

venerdì, giugno 20, 2014

Enogastronomia: turismo e arte 'made in Puglia' sbarcano negli Usa

Si è tenuta oggi nella Sala Giunta della Provincia di Bari la conferenza stampa di presentazione della missione imprenditoriale negli Stati Uniti che, organizzata da Giusi Malcangi, presidente del Consorzio Sapori Mediterranei di Bari, ha lo scopo di creare opportunità di internazionalizzazione per le PMI pugliesi specializzate nel settore food, ristorazione e turismo.

​Organizzata con il patrocinio di assessorato allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Provincia di Bari, Fiera del Levante e Fondo Ambiente Italiano (FAI) delegazione Bari e in collaborazione con l'istituto alberghiero IISS "Ettore Majorana" di Bari, l'American Chamber of Commerce in Italy sez. Puglia e il portale Pugliainesclusiva.it, la missione prevede sia la partecipazione di oltre 30 imprese e artigiani pugliesi alla 60^ edizione del Fancy Food Show di New York - il più grande evento di food & beverage del Nord America in programma dal 29 giugno al 1° luglio 2014 - sia incontri individuali BtoB tra aziende pugliesi e buyer e operatori statunitensi interessati a sviluppare rapporti commerciali. Saranno L'Oro di Puglia di Torre a Mare, Calice Lualdo Srl di Corato, Azienda agricola Marco Campobasso di Palagiano, Mada di Puglia di Cellamare e Masseria Coppi di Turi e Torre Giulia di Cerignola le aziende che presiederanno lo stand 29/08 del Consorzio Sapori Mediterranei alla fiera statunitense. Tra le aziende ospiti ci saranno Conak di Fabio Brucciani, Terra Apuliae di Antonio Venneri e l'azienda agricola Filippone.

Alla conferenza stampa sono intervenuti Giusi Malcangi e Roberto Barillà, rispettivamente presidente e vicepresidente del Consorzio Sapori Mediterranei, Giuseppe Quarto, assessore ai Servizi alla persona della Provincia di Bari, Paola Petruzzelli, dirigente scolastico Istituto Professionale per i Serv. Alberghieri e Ristorazione “Ettore Majorana” di Bari, Rossella Ressa, capo delegazione FAI Bari, Marisa Lapico, naturopata, iridologa e micoterapeuta, e Salvatore Nardò, consulente di direzione (Konsulta Group) e membro dell'American Chamber of Commerce in Italy Puglia, oltre a Luca Caputo, titolare sala ricevimenti Torre Giulia (Cerignola) e Nico Di Lernia, titolare Millennium Salt Village (Margherita di Savoia).

La missione prevede una serata di gala - l'"Award sotto le stelle - Ricerca e Sapori della Cucina Pugliese Arte" - per promuovere la Dieta Mediterranea e i suoi benefici, il turismo e l’arte "made in Puglia". In programma domenica 29 giugno al Gansevoort Luxury Resort, l'evento trasformerà New York nella capitale dell'enogastronomia «Made in Puglia» e vedrà la partecipazione di chef qualificati, tra i quali Pasquale Martinelli che, originario di Mola di Bari, è diventato un vero e proprio punto di riferimento della cucina pugliese negli States fondando la compagnia "Warm palate" (www.warmpalate.com) con un gruppo di giovani e volenterosi personal chef.

Nel corso della serata di gala saranno celebrati i sapori e l'arte pugliesi attraverso l'assegnazione di "Award sotto le stelle" a personalità ed eccellenze pugliesi e americane del settore della distribuzione, dell'enogastronomia, della ristorazione, del turismo, della ricerca e dell'informazione che, con impegno e dedizione hanno contribuito negli ultimi anni a promuovere e valorizzare la Puglia, e sono diventati portavoce del valore del gusto e della bellezza della Puglia sia in Italia che all'estero. I premi consegnati saranno opere in ceramiche del maestro salentino Agostino Branca.
Condividi:

lunedì, giugno 16, 2014

Il Gruppo Casillo al Summer Fancy Food di New York

BARI - Il Gruppo Casillo (Corato, Bari) è pronto a sbarcare a New York per il Summer Fancy Food 2014, una delle manifestazioni fieristiche più grandi del settore Food and Drink d’oltreoceano e di estrema rilevanza a livello internazionale.

L’evento fieristico, che festeggerà i 60 anni con un’edizione ricca di novità e appuntamenti si terrà dal 29 giugno al 1 luglio 2014 al Jacob K. Javits Convention Center.

E le due le aziende del Gruppo Casillo saranno le protagoniste con un proprio stand: Selezione Casillo e Agricola del Sole. Nel loro spazio espositivo avranno la possibilità di portare allaconoscenza del vasto pubblico, statunitense e non, tutta la gamma di sfarinati Selezione Casillo e la gustose produzioni da forno a base di semola di grano duro e olio extra vergine di oliva prevalentemente di cultivar “Coratina” di Agricola del Sole. Degustazione di snack salati e presentazione degli sfarinati, anche della nuovissima linea “le Semole d’Autore”: queste le principali attività che Selezione Casillo e Agricola del Sole andranno a svolgere al Summer Fancy Food Show, dove con la loro esperienza e professionalità si faranno portavoce della tradizione gastronomica mediterranea, invidiata da tutto il mondo, e promotori della pizza 100% di semola di grano duro, più leggera e croccante, per la cui perfetta riuscita Selezione Casillo ha creato la semola ad hoc per Pizze e Focacce targata “le Semole d’Autore”.

Ed inoltre, ad arricchire il programma di eventi, un volto divenuto ormai notissimo negli States, Rossella Rago, giovane italoamericana amante della buona cucina e ideatrice del seguitissimo show online “Cooking with Nonna” in cui la talentuosa cuoca, originaria della città di Mola di Bari, si cimenterà nella preparazione delle più tipiche pietanze regionali italiane con il prezioso supporto della nonna Romana che le ha tramandato i segreti della più verace cucina italiana. Nel corso della tre giorni, Rossella Rago insieme alla nonna intratterranno e delizieranno i visitatori con divertenti show cooking durante i quali verranno preparate rigorosamente a mano e fatte gustare diverse specialità italiane tutte a base di semola e farina Selezione Casillo.

Inoltre verrà ufficialmente presentato il nuovo spot pubblicitario del Gruppo Casillo “la luce, il vento, la tradizione” ideato e girato dal poliedrico scrittore e fotografo pugliese Carlos Solito. Estroso, creativo, assetato di conoscenza e di voglia di esplorare, lo scrittore e filmaker Carlos Solito, pugliese di nascita (salentino, di Grottaglie - Ta, 36 anni), ha fatto ritorno nella sua terra natìa per girare le riprese del nuovo video spot del Gruppo Casillo che verrà trasmesso in anteprima proprio in occasione del Summer Fancy Food Show. La collaborazione con il brand Casillo nasce lo scorso anno proprio in seguito a un incontro newyorkese, quando Beniamino Casillo – sensibilissimo ai linguaggi creativi - scopre che Carlos, in occasione dell’Anno della Cultura Italiana in USA, è nella Grande Mela per documentare, per l’agenzia NY&GO, le realtà delle Little Italy tra il Lower Manhattan, Brooklyn e Bronx. Lo spot narra un viaggio, quello di un bambino (Mattia D’Ippolito un bambino tarantino di 9 anni), che inseguendo il vento parte da uno dei simboli di Puglia, Castel del Monte (Patrimonio Mondiale dell’Umanità che campeggia sul centesimo di Euro), in pieno Parco Nazionale dell’Alta Murgia, attorno al quale il Gruppo Casillo (Agricola del Sole) vanta tra le sue più fiere colture agricole. Con la tipica luce del Mediterraneo, quasi fosse un set di Tornatore, lo spot “la luce, il vento, la tradizione” racconta un Sud dai forti carichi di neorealismo, “il nostro ingrediente principe, come la farina per il pane, per il Mezzogiorno e l’Italia tutta”, affermano Beniamino Casillo e Carlos Solito. Tra nuance calde il viaggio di Mattia attraversa i tipici paesaggi pugliesi, campiti con distese di grano biondo e ulivi millenari, fino alla costa dove traguarda l’azzurro del mare da un’antica torre saracena, sentinella da secoli di andirivieni di civiltà diverse che,attraversando il Mare Nostrum, hanno fecondato la cultura pugliese. E proprio qui, sulla cima di un’alta scogliera, il bambino riempie un barattorlo di ventro con del vento. Con lo stesso fa ritorno in masseria, dove la nonna (Grazia Lobascio, di Corato, 91 anni) è intenta a impastare Farine Casillo e Semole d’Autore per la preparazione dei tipici prodotti da forno pugliese. Insieme aprono il barattolo e come un’otre omerica il vento insaccato, carico di caldo mediterraneo e sapidità, risulta l’ingrediente segreto, indispensabile, per la bontà e l’unicità dei prodotti di Casillo Group. In sostanza: il vento della tradizione, della storia, della cultura e del Mediterraneo - quindi di Puglia – del quale il Gruppo Casillo ha sempre “condito” il proprio operato nel rispetto delle proprie origini e, soprattutto, dei propri territori “che”, continua Beniamino Casillo, “sono la nostra più grande ricchezza perché sono essi a contenere l’uomo, la sua cultura, la sua storia, i colori, la magia del nostro operato e di chi ci ha preceduti. È il nostro territorio a rendereci unici, unici i nostri prodotti, unica, irripetibile, la nostra storia. Senza di esso non saremmo quelli chesiamo”. Girato tra i territori comunali di Corato, Andria, Minervino Murge, Canosa di Puglia, Monopoli, Fasano, Noci e Otranto, le cinescene dello spotvanno dalle distese del Tavoliere, le lande del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, le masserie e gli uliveti secolari della Murgia dei Trulli, le scogliere del Salento (a sud di Otranto). A marcare il carico emozionale dello spot ci sono le musiche del Maestro Ciro Gerardo Petraroli (www.maestropetraroli.it). Anch’egli pugliese (di Grottaglie - Ta), pianista compositore e direttore d’orchestra, già autore di musiche per il cinema francese e americano, per la tv, nonché concertista in tutto il mondo con tournée proprie e nell’ambito dei più importanti festival di musica classica e neoclassica. Scritto insieme a Valentina Strada (già premio Mattador a Venezia nel 2011 e finalista al Solinas nel 2012) Carlos Solito (36 anni, di Grottaglie - Ta) collabora per Repubblica, Il Messaggero, Rolling Stone, Credere, Bell’Italia, In Viaggio, Marcopolo, Partiamo, Viaggi de Il Sole 24 Ore, Traveller, Sport Week de La Gazzetta dello Sport, Oggi, Dove, Sette e Style de Il Corriere della Sera, Luoghi dell’Infinito dell’Avvenire e altri. Già autore del docufilm “ALL’ANM” - per il mensile Rolling Stone – e del videoclip “Che ci vado a fare a londra” del nuovo album del rocker italiano Omar Pedrini (Universal Music), per il suo “tachicardico” cura per la rivista Vanity Fair il blog di viaggi e incontri umani Tachicardia (http://tachicardia.vanityfair.it). Insignito di vari premi giornalistici e fotografici come il Mare Nostrum Awards e, di poche settimane fa, invece è la terza edizione de il Premio Viaggiautore. Intanto la maison di moda MISSONI ha scelto di vestirlo come interprete delle nuance e dei colori del mondo.

Previsti anche una serie di food events a latere in diverse location della Grande Mela volti a diffondere e promuovere al vasto pubblico newyorkese i brand di Selezione Casillo, Semole d’Autore e Agricola del Sole sinonimo ormai di qualità ed eccellenza nel segno della più genuina tradizione italiana.
Condividi:

domenica, maggio 25, 2014

Start voting for the European Parliament, the results in late night

by Pierpaolo De Natale - In the last days, Netherlands , Latvia , UK, Czech Republic and Slovakia have been called to the polls and today is the turn of the other countries of UE, including Italy.

Polling station are open from 7am to 11pm: eleven electoral lists presented for the Southern District and 73 deputies Italian, who - after the results of the election review - will enter the ranks of the European Parliament. Five, however, the candidates for the title of President.

Martin Schulz - Candidate of the Party of European Socialists , known in Italy for the clash happened with Silvio Berlusconi, who called him "Kapo". Representative of the parties of the moderate left, including the Italian Democratic Party, he aims to go beyond austerity through better cohesion between Member States. Jean Claude Junker - Candidate for the European People's Party, in Italy supported by Forza Italia, Ncd and UDC. 

Guidance Christian Democrat, remains a supporter of the policy so far adopted. Alexis Tsipras - greek candidate for the GUE/NGL, Eurogroup which brings together the parties of the radical left and anti-austerity. His list "L'altra Europa con Tsipras" is supported in Italy by Sel of Nichi Vendola, Governor of Apulia. Guy Verhofstadt - Candidate for the Alliance of Liberals and Democrats, represents all those who do not recognize themselves in the EPP, proposes the formation of the United States of Europe.

José Bové and Ska Keller - Candidates for the Greens , both list headers inspirational environmentalist. 49 million of Italians should go to the polls, but abstention leaves its traces: only 16% of the population - in fact - went to vote (data from the Ministry of the Interior at 12am)
To obtain reliable data will need to wait midnight, when we'll can know the partial results of this election.
Condividi:

martedì, maggio 20, 2014

Italy approves new housing bill

After Monday's vote of confidence for Italy's government, the Chamber of Deputies on Tuesday approved the country's new housing bill with 277 votes in favour and 92 votes against. The new law lays out emergency provisions for the housing crisis, the construction market and Expo 2015.

More resources will be earmarked for rentals through a national rental property fund and a special fund for innocent rent defaulters.

The flat rate tax for fixed-term tenancies will be reduced to 10 percent and tax reliefs will be available to purchase furniture and for lower-income families who have to rent a home.
Condividi: