Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post

martedì, febbraio 21, 2017

Nek, il suo 'Unici Tour' farà tappa a Bari

MILANO - E' tutto pronto per il nuovo tour di Nek che partirà il 29 aprile dal Teatro Europauditorium di Bologna, subito dopo l’uscita del suo ultimo album “Unici”, il tredicesimo di inediti che è entrato ai vertici delle calssifiche. Il 18 maggio il tour del cantante romagnolo farà tappa anche al Teatro Team di Bari. Grande attesa anche per il mega evento del 21 maggio all’Arena di Verona “Nek in Arena”.

Sul palco di questi imperdibili live, Filippo regalerà al pubblico, con la sua straordinaria energia, le note dei brani del suo nuovo album e degli indimenticabili successi che in 25 anni di carriera lo hanno reso un artista di fama internazionale, con milioni di dischi venduti nel mondo.

In questo periodo Nek è uno dei giudici del nuovo talent show Standing Ovation, condotto da Antonella Clerici, in prima serata su Rai1. Il 3 marzo uscirà in Spagna, Usa e America Latina il singolo “Unicos” (versione in spagnolo di “Unici) che anticipa la pubblicazione dell’album nei Paesi Latini.
Condividi:

giovedì, febbraio 16, 2017

D'Aria canta Modugno nel brano 'Resta Cu'mme'

MILANO - Prodotto dalla Suono Libero Music di Nando Misuraca, nasce da una duplice esigenza, Da una parte l'eterno amore per un rivoluzionario della musica italiana come Domenico Modugno ( nel passato ha inciso una versione crossover di “Tu sì na cosa grande") , dall’altra una riflessione dell'artista su una una relazione tormentata che ha dato origine ad episodi di vero e proprio maltrattamento fisico e morale:"Amavo un uomo e ne ero dipendente. Lui, che era gelosissimo e possessivo, se ne approfittava e mi trattava come un suo oggetto".

Qui il racconto di una delle tante terribili vessazioni domestiche: "Un giorno appena rincasata dal lavoro fui brutalmente aggredita e rinchiusa in casa senza più i miei effetti personali per una settimana. Riuscivo solo ad accedere alla cucina per mangiare qualcosa. Quell' individuo era fermamente convinto che io avessi una Relazione con un altro uomo pertanto oltre alla cruenta lezione inflittami cominciò a contattare i miei più stretti amici per avere da loro conferme su fatto che lui pensava..ma, naturalmente, era infondato".

La cantautrice è poi riuscita a "spezzare le catene" che la tenevano inchiodata a quel rapporto malato, proprio grazie ad un nuovo amore, quello per l'attore Vincenzo Soriano, ideatore del progetto con Nando Misuraca e Bruno Tirinelli. L'attore cinematografico e televisivo, suo compagno e padre del piccolo Federico: "Vincenzo mi ha salvata, due volte. Una volta quando mi ha liberato da quel rapporto violento, un'altra quando mi ha regalato la gioia più grande della mia vita, Federico".

Poi D'aria decdica un pensiero alle donne: "Ogni donna ha diritto ad un orizzonte di normalità, non chinate mai il capo e fate valere le vostre ragioni. Siate il vostro stesso coraggio, la vostra libertà vale più di tutto". Musicalmente ci si è voluti indirizzare verso atmosfere il più possibile acustiche , reali , vicine alle suggestioni dell’epoca in cui è stato concepito il brano originale per non tradirne l’impatto emozionale.

La cover di D'Aria è stata presentata a "Casa Sanremo" proprio nei giorni del Festival, palco dal quale Mister Volare spiccò il volo cambiando per sempre la musica italiana con il videoclip firmato da Totore Nilo. Nel singolo "Resta cu'mme" è contenuto anche un remix de "Il sole in faccia" , precedente singolo dell'artista, in chiave latin-hip hop realizzato dal dj Charlie Nathan.
Condividi:

venerdì, febbraio 10, 2017

East Market, c'è anche un po' di Puglia nel tempio del vintage milanese

BARI - Ci sarà anche una brindisina domenica 19 febbraio da East Market, tra gli oltre 270 espositori provenienti da 12 regioni italiane. East Market è il mercatino cult milanese dedicato ai privati dove tutti possono vendere, comprare e scambiare. Negli oltre 6000 mq espositivi dell'ex fabbrica di Lambrate, assieme a centinaia di selezionatissimi espositori dal Friuli alla Sicilia, presente con il suo brand Bauxite anche Francesca Giglio di Brindisi.

Bauxite è un brand di “moda etica" nato tra l’ufficio stile di Milano e la sartoria di Brindisi. Bauxite realizza total look, costumi da bagno e accessori donna, tutti i vestiti e gli accessori ad esclusione dei costumi da bagno, sono prodotti totalmente in fibre naturali e biologiche. A novembre 2016 East Market ha festeggiato i primi due anni di vita con ventuno edizioni mensili, due speciali natalizi, due Eat Market dedicati allo street food, uno speciale Salone del Mobile e la recente apertura del locale East Market Diner. Una stima di 3000 espositori coinvolti e circa 250.000 visitatori, che in questi anni hanno dato vita a un fenomeno di costume. Presenze da tutta Italia, spesso anche dall'Europa e un crescente interesse da parte nei media nazionali e internazionali.

Da East Market migliaia di articoli nuovi e usati tra vintage, artigianato, collezionismo, modernariato, design e pulci colorano i padiglioni dello spazio che ogni mese attira giovani, turisti e famiglie da tutta milano, ma, spesso anche da molte località di tutto il nord Italia. Espositori e collezioni sono il vero motore del mercatino: le loro idee, i loro prodotti e la loro passione arricchiscono ogni edizione sempre con nuove sorprese. Un appuntamento imperdibile per appassionati e curiosi da ogni parte d'Italia, con circa diecimila visitatori a edizione e altrettante centinaia di espositori che fanno a gara per aggiudicarsi un posto durante l'evento.

Ispirandosi ai mercati dell’East London, si propone come un connubio di moda, fai da te, mercato del riciclo che strizza l'occhio alle nuove tendenze del fashion e della musica. Da East Market si può trovare di tutto, dall'abbigliamento usato ai dischi in vinili, arredamento, raccolte private, handmade, sneakers, accessori e molto altro ancora. Durante East Market, che è sempre a ingresso libero, sono presenti anche dj set con tanta musica, esposizioni e spazi dedicati allo street food.
Condividi:

lunedì, febbraio 06, 2017

Lady Gaga 'esplosiva' al Super Bowl: il 26 settembre farà tappa a Milano

di MARCO MASCIOPINTO - Un'esibizione energica che ha tenuto incollati alla tv migliaia di telespettatori. Lady Gaga ha conquistato tutti al Super Bowl: in tredici minuti la pop star, ha dato il meglio di se cantando i suoi più grandi successi tra voli sulla folla e fuochi d'artificio.

Da "Just Dance" a "Born This Way", passando per "Poker Face", "Bad Romance" e l'ultima "A Milion Reasons", con una splendida performance al piano. Adesso l'artista è pronta per il suo Joanne World Tour, al via dal 1° Agosto (Vancouver) in Canada e poi in Europa a partire dal 22 settembre (Barcellona), prima di tornare nuovamente in Nord America a novembre e dicembre.

In Italia è attesa il prossimo 26 settembre al Mediolanum Forum di Milano e i biglietti saranno in vendita a partire dal 10 febbraio. Il suo quinto lavoro discografico "Joanne" ha debuttato al numero 1 della Billboard Top 200, ed è quindi il suo quarto album consecutivo a conquistare la vetta - prima artista donna a farlo dal 2010.
Condividi:

Achille Lauro: al via il Ragazzi Madre Tour

MILANO - Saranno i Magazzini Generali di Milano a ospitare la prima data del nuovo corso di live per il rapper romano Achille Lauro, che per l'occasione dividerà il palco con il rapper Madman. Il tour che prende il nome dall'ultimo cd Ragazzi Madre, pubblicato lo scorso novembre con il suo nuovo collettivo No Face, sancisce la maturazione artistica e il consolidamento del suo stile. Ragazzi Madre rappresenta per l'artista un significato profondo, un concetto che rimanda alla sua storia personale, al di là del mero significato provocatorio della copertina. Lauro De Marinis, questo il vero nome di Achille Lauro, porterà nelle città italiane i brani del nuovo album assieme al suo produttore Boss Doms e a Dj Pitch8 (cofondatore di No Face). Da Maharaja a Coca Cola Light, da Ulalala a Teatro & Cinema, proponendo anche qualche brano dai precedenti lavori Achille Idol immortale del 2014 e Dio c'è del 2015. Ragazzi Madre è un disco che consegna al passato i cliché del rap italiano e racconta la vita attraverso gli occhi di uno dei giovani artisti più originali e chiacchierati del panorama nazionale. Ragazzi Madre racconta i quartieri e le strade di Achille Lauro senza filtro in cui riesce a catturare la realtà della periferia con lucidità disarmante, senza mettere accenti drammatici e senza enfatizzare gli aspetti più spettacolari o pittoreschi. Ragazzi Madre più che di vita di strada parla della solitudine come motore per l’arte, nella sua urgenza e nella sua ricerca del dettaglio. La sua scrittura innovativa e la sua immagine eccentrica hanno acceso su di lui numerosi riflettori, che l'hanno portato alla ribalta anche oltre la scena hip hop. Un look trasgressivo che strizza l'occhio alla moda, sonorità innovative e argomenti raccontati tra serietà e grottesco, rendono Achille un fuoriclasse del panorama musicale nazionale.
Condividi:

venerdì, febbraio 03, 2017

Kevin Peci, dopo 'Io Canto' a lavoro sul primo singolo

MILANO - Kevin Peci giovane artista romano che qualche anno fa si è fatto conoscere dal grande pubblico grazie a “Io canto” e ai Gimme Five (band di cui faceva parte anche Alessandro Casillo) sta per tornare con una serie di novità che arriveranno a breve. Intanto Kevin non si è mai fermato tra live, ospitate tv (tra cui Verissimo e Domenica 5), lezioni di danza e la scuola, naturalmente. Infatti, non solo ha preso il diploma, ma ha deciso di concentrarsi sulla danza e si è da poco diplomato presso la scuola di Steve Lachance, ricevendo persino una borsa di studio presso la scuola “Balletto di Firenze Compagnia del Kaos”.

In molti hanno già avuto il piacere di vederlo ballare ad eventi importanti come “Europa in Danza” presso l’Accademia Nazionale di Roma o sul set della serie tv “Non dirlo al mio capo” (uno dei più grandi successi di Raiuno, con protagonista Vanessa Incontrada). Nel frattempo, Kevin ha lavorato ai nuovi brani ed è in studio proprio in questo periodo per terminare le registrazioni del primo singolo, in uscita a breve. Insomma, dai Gimme Five ad oggi di strada Kevin ne ha fatta parecchia e ora è pronto a tornare. Al momento non possiamo ancora svelarvi molto, se non che ci farà respirare atmosfere R&B, che si sposano alla perfezione con il suo particolare timbro vocale.

Kevin Peci nasce a Roma il 20/04/1995. Inizia a studiare canto all'età di 5 anni prendendo anche lezioni di danza. Nel 2009 esordisce in tv nel programma di Raiuno “I Raccomandati”, per poi approdare nel 2010 su Canale 5 al talent “Io Canto” (per due edizioni) dove ha l'opportunità di duettare con molti artisti tra i quali Francesco Renga, Raf, Max Pezzali, Pooh. Nel corso del programma si unisce ad alcuni suoi coetanei a formare il gruppo dei Gimme Five con i quali va in tour in tutta Italia con grandi riscontri. Continua poi ad esibirsi, sia con loro che da solo, in tour ma anche in tv, finché la boy-band non si scioglie e lui inizia a concentrarsi sulla sua carriera solista.
Condividi:

venerdì, gennaio 27, 2017

Ed Sheeran, unica data in Italia il 7 marzo a Torino

Sheeran ha annunciato una serie di date in tutto il mondo (Europa, Regno Unito e Irlanda, Messico e America Centrale e del Sud). Il tour partirà proprio dall’Italia, con un concerto al Pala Alpitour di Torino il prossimo 17 marzo, e continuerà fino a giugno.

Farà inoltre tappa alla O2 di Londra per due serate consecutive (1 e 2 maggio), un grande ritorno live nella capitale inglese dopo l’incredibile successo al Wembley Stadium nel 2015.

In Italia “Shape of you” è per la seconda settimana consecutiva al n.1 della classifica raggiungendo la certificazione ORO per le vendite e i vertici dell’airplay radiofonico, mentre “ Castle on the hill” si conferma nella top 5 della classifica. Il terzo album di Ed Sheeran ÷ (divide) verrà pubblicato il 3 marzo su etichetta Asylum/Atlantic Records (disponibile per pre-order).
Condividi:

venerdì, gennaio 20, 2017

John Lennon: allʼasta la sua Mercedes

DI REDAZIONE - La Mercedes-Benz 230SL Roadster di proprietà di John Lennon è pronta per andare all'asta, al Worldwide Auctioneers di Scootsdale, Arizona. Secondo le stime è possibile che il prezzo arrivi ai 3 milioni di dollari. Con carrozzeria blu notte e interni grigio fumo, è stata una delle prime comprate dall'artista, nel 1965. La Mercedes sarà messa all'asta da John Kruse che rivela: "John Lennon non era un amante delle auto, aveva ordinato ed acquistato quest’auto per i suoi gusti ma non aveva molte auto di sua proprietà. Fan dei Beatles, siete pronti?
Condividi:

Raniss, 'Mantide' è il nuovo singolo: a marzo arriva il disco

di REDAZIONE - Dopo il successo di pubblico e di critica dell'Ep "Niente di Positivo", la band toscana dei Raniss, torna sulle scene con "Mantide". Il brano, scritto da Alessio Dell'Esto e Mario Poli Corsi e registrato da Andrea Alunno Minciotti, è l'unico brano acustico del nuovo disco e lo anticipa documentando nel video l'esperienza di isolamento vissuta dalla band per le registrazioni e composizione dell'album.

"Abbiamo cercato un posto isolato da tutto e tutti nelle colline toscane - raccontano i Raniss - e ci siamo chiusi là suonando tutti i giorni tutto il giorno come hanno fatto grandi artisti negli anni passati. Il risultato è un lavoro composto da 8 tracce che uscirà a Marzo 2017".
Condividi:

giovedì, gennaio 19, 2017

Samuele Proto e il suo inno all'adolescenza nel brano 'Sogno di avere'

MILANO - E' disponibile nelle radio italiane "Sogno di avere", il nuovo singolo del cantautore Samuele Proto, che dopo il buon successo del primo singolo "Un' impronta sul cemento", presente nelle principali indie charts, si ripresenta con un brano che è un inno all'adolescenza, una canzone che parla della leggerezza, della costante indecisione che ci porta a sbagliare, a maturare ma soprattutto a vivere ogni momento con la consapevolezza di non poter perdere mai.
Condividi:

lunedì, gennaio 16, 2017

Giusy Ferreri, il 3 marzo arriva il nuovo album 'Girotondo'

MILANO - Il 3 marzo uscirà Girotondo (Sony Music), il nuovo album d’inediti di Giusy Ferreri che conterrà, tra gli altri, Fa talmente male, il brano con cui l’artista è in gara alla 67^ edizione del Festival di Sanremo nella sezione Campioni. Il brano è stato scritto da Roberto Casalino sulla musica di Takagi e Ketra (autori anche della hit mondiale Roma-Bangkok di Baby K ft. Giusy Ferreri) insieme a Paolo Catalano.

Girotondo è stato prodotto da Fabrizio Ferraguzzo. Ad aprile Giusy riporterà sul palco la sua energia e la sua voce unica con Anteprima Live 2017, due concerti- evento a Roma e Milano dove presenterà live i brani contenuti nel nuovo album, oltre ai suoi più grandi successi. Queste le date: il 4 aprile all’ Auditorium Parco della Musica (Sala Petrassi) di Roma e il 12 aprile al Teatro Nuovo di Milano. I biglietti sono disponibili su Ticketone, circuiti di vendita e prevendite autorizzate (info: www.fepgroup.it).
Condividi:

lunedì, gennaio 02, 2017

Successo per il Capodanno barese: centomila in piazza e 15% di share


BARI - Oltre centomila spettatori in piazza e più di 400 mila davanti alla tv. Sono questi i numeri del Capodanno barese in piazza Prefettura, il cui concertone ha toccato il 15% di share a ridosso della mezzanotte.
"Le nostre aspettative sono state pienamente confermate", commenta il direttore generale del Gruppo Norba, Marco Montrone.

Dati positivi anche sul web, dove un ruolo importante è stato ricoperto da Chiara Ferragni, i cui video e storie pubblicati su Instagram hanno superato il milione di interazioni. Buoni anche i riscontri sui social del Gruppo Norba e degli artisti che si sono esibiti sul palco, tra cui J-Ax, Fedez e Rovazzi.
Condividi:

CFCrew, tra rap e party: 'Suite' è il singolo d'esordio

DI MARCO MASCIOPINTO - Arriva nelle radio italiane “Suite”, il primo singolo della band CFCrew. Università, i party, un botto di gente nuova: questo è lo scenario da cui nasce la CFCrew, la confraternita della rap made in Italy. Chi sono i misteriosi “fratelli”? Pablo, Sander, Treisi. Tre rapper laureati con la passione per i party. Sembrano usciti dall'ultima serie vista in streaming, ma sono reali e tutti presi bene. Sempre pronti ad accogliere nella loro confraternita chiunque abbia voglia di far festa, entrano nell’industria musicale con gli occhiali da sole e il sorriso sulle labbra. Suite è un brano rap/trap che richiama con le sue sonorità hip-hop americane il mondo dei college e dei party universitari.
Condividi:

domenica, gennaio 01, 2017

La sesta edizione di Discordia, la fiera del disco 'made in Taranto'


di REDAZIONE - Da venerdì 6 a domenica 8 gennaio al Palamazzola di Taranto si svolgerà la sesta edizione di “Discordia”, mostra del disco e festa dedicata alla musica, aperta a tutti i generi, nella quale saranno esposti vinili, cd, dvd, riviste, cassette, poster, locandine e strumenti musicali, organizzata dall’omonima associazione.

Tra le più grandi mai organizzate in Puglia, questa fiera richiama un numero notevole di espositori e amanti della musica di ogni genere ed epoca. Durante questa tre giorni dedicata al disco, che avrà orario continuato dalle 10 alle 21, con ingresso da via Venezia, sarà allestita la consueta mostra-mercato dedicata alla cultura della musica, nella quale si potranno acquistare, vendere e scambiare dischi e cd di tutti i generi, dal rock’n’roll anni ‘50 al new metal, passando per funky, soul, disco, rock, pop, reggae, hip-hop, metal, hard rock, jazz, dance, folk, progressive, psychedelia, dark, post punk, gothic, hardcore, ambient, house, techno e tanti altri ancora.

Nell’area strumenti si potranno trovare le chitarre ed i bassi artigianali del famoso liutaio McLiuter. Mauro Corvaglia all’anagrafe, ha iniziato questa attività grazie alla passione del padre. A trent’anni ha costruito la sua prima chitarra elettrica. Dopo anni di esperienza acquisita, i suoi strumenti nascono dal legno grezzo che sceglie personalmente, pezzi che oltre alla loro stagionatura naturale conserva per anni nel suo laboratorio prima di lavorarli.

Altro importante elemento che caratterizza da sempre la fiera tarantina “Discordia” è la “Vinyl zone” un’area con giradischi e mixer, in stile “old school”, nella quale si alterneranno numerosi djs locali, ognuno con il proprio genere, la propria musica e il proprio bagaglio di esperienza, pronti a dare sfogo alla loro personale creatività. Per la sesta edizione della fiera saranno allestite due postazioni dj, una esclusivamente dedicata alla musica elettronica con generi quali house, deep, minimal, dance e disco ed un’altra dedicata alle vibrazioni della black music nella quale sarà mixata musica reggae, soul, funk, rhytym & blues e hip hop.

Tra le novità ci sarà “Area label” zona nella quale saranno proposti anche showcase e presentati album di recente pubblicazione. Sarà presente, da Reggio Calabria, il team “Qbe” che realizza bellissime tele utilizzando l'artwork originali di vecchie produzioni in vinile. Le copertine dei dischi divengono così veri e propri oggetti di culto, ricercate ed esibite, incorniciate ed esposte come quadri. Ancora interverrà il noto fumettista Enzo Rizzi.
Condividi:

sabato, dicembre 31, 2016

Musica, muore il primo manager dei Beatles

LONDRA - Si è spento all'età di 86 anni a Liverpool Allan Williams, primo manager dei Beatles. Williams aveva conosciuto John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Stuart Sutcliffe (bassista dei Beatles dal 1960 al 1961) nel suo bar di Liverpool, il "Jacaranda". E all'inizio non ebbe molta fiducia in loro: "Mi sembravano un branco di fannulloni", scrisse nella sua autobiografia.
Condividi:

venerdì, dicembre 30, 2016

OPINIONI. Ciao George, colonna sonora del mio grande amore

(Getty)
DI FRANCESCO GRECO - Le notizie che non t'aspetti: è morto George Michael, pop star britannica e internazionale. Fondò gli Wham, vendette oltre 100 milioni di dischi. Aveva solo 53 anni. Ma era nel mito da almeno 40. Dò un'occhiata alla rete: la sua “Careless Wisper” è stata ascoltata da oltre 160 milioni di persone. E mentre la risento ancora, riavvolgo il nastro della mia vita. Questa canzone dal magnetismo strano, forse la più bella hit dell'altro secolo, è stata la colonna sonora dell'amore della mia vita, una modella sudamericana. L'avevo incontrata a Genova col suo poncho colorato e il cappello rustico, e mentre prendeva il treno per Montecarlo dove credo la aspettasse un uomo innamorato, mi aveva dato l'indirizzo. Cominciammo a scriverci. Le sue lettere “par avion” arrivavano già aperte e incollate con lo scotch: i sudamericani, si sa, sono tutti trafficanti di droga. Non solo le leggeva la censura ma anche le comari del paese: la postina se le portava a casa, la sera chiamava le altre zitelle dalla lingua biforcuta e le leggevano. Il giorno dopo le consegnava. Qualcuna si perse. Helen (aveva i soliti due cognomi, primo quello della madre, era figlia unica, padre ingegnere “de rotas”, madre docente universitaria) mi raccontò che ogni volta che veniva in Italia i poliziotti alla dogana le mettevano le mani addosso. Cercavano droga. Mi scrisse che sarebbe venuta in Inghilterra per un corso di inglese in un collage di Cambridge. Presi un aereo da Brindisi e volai a Luton. Mi aveva trovato da dormire in un b&b in Milton Road. Lei stava all'altro capo della città - credo in Chesterton raod - piena di gente ansiosa di imparare la lingua di Shakespeare. La mattina aveva lezione. Mi portò al college e provai soggezione davanti a km di libri in biblioteche di legno scuro e lucido. Il pomeriggio (era agosto) andavamo in giro a mangiare un gelato di scaglie e a sera il kebab o fish & cips. La colonna sonora del nostro amore era proprio “Careless Wisper” di George Michael: a ogni angolo emergeva magicamente la sua voce. Un po' distante, Madonna con “Like a virgin”. Un grande amore, che purtroppo finì a causa dei luoghi comuni sugli italiani (suo padre era nato a Milano). Tutti gli italiani, diceva Helen, hanno i piedi in due scarpe. Io non capivo la metafora, ma mi giocò contro il caso, a cui le donne non credono mai: pensano sempre all'intrallazzo. Quando si andava in giro c'era sempre una zitella inglese che seduta sola a un pub mi faceva “Hi!”, come se ci conoscessimo. Io non rispondevo. Capitammo poi in un museo e a una giapponesina bellissima, pelle sfavillante di neve, cadde a terra la guida. Ero a un passo, la raccolsi e gliela diedi. Mi sorrise. Per andare a casa sua attraversavamo un ponticello sul fiume Cam e ogni giorno incontravamo una rockstar anglo-indiana, credo Tori Amos, aveva le caviglie sottilissime, e ci sfregavamo il gomito. Un giorno venne al mio b&b e scoprì che accanto alla mia stanzetta dormiva una bellissima hostess parigina, in attesa di reinbarcarsi con l'Air France. Da come la guardò capii che pensava alla tresca. Poi parlò con la padrona di casa, che le confidò: anni prima era stata a Roma e a Trastevere l'avevano scippata. Una sera andammo a un concerto e chi c'era nel pubblico con un sorriso così? La zitella del pub. Gli eventi precipitarono: litigavamo ogni giorno. Furono i giornali a darmi il colpo di grazia: compravo quelli italiani e inglesi: Independent, Times, Guardian... C'era stato un fatto di mafia, credo un attentato, e siccome tutti gli italiani sono mafiosi, lo avevo fatto io. George cantava a ogni angolo, negozio, centro commerciale, ma ora tutto si era fatto triste: l'amore stava finendo. Litigavamo e se ne tornava a casa. Decise di non vederci, tipo pausa di riflessione. Quando ci rivedemmo mi rimproverò di non averla cercata. Scena madre di lacrime. I soldi stavano finendo, lei vendette delle cose che non servivano più: stivali, scarpe, gonne, ecc. esponendole sul marciapiede davanti casa con il prezzo appiccicato. Ci facemmo grandi promesse. Presi l'aereo del ritorno, lei fissò per la settimana dopo. George continuava a cantava. Ci scrivemmo, mi aspettava là, non ho mai preso l'aereo per la sua città di rovine dei Gesuiti. Helen si è sposata, ha avuto due bambini, è rimasta vedova. A Natale se n'è andato anche George, la colonna sonora del nostro amore.
Condividi:

Londra, George Micheal: autopsia non chiara

LONDRA - "Non sono decisivi" i risultati dell'autopsia condotta sul corpo di George Michael e servono "ulteriori test" per stabilire le cause della sua morte. E' quanto annuncia la Thames Valley Police, secondo cui serviranno diverse settimane per avere i responsi delle nuove analisi.

Le forze dell'ordine avevano definito la morte della superstar "non sospetta".

Intanto ancora non sono stati svelati date e luoghi dei funerali ma, secondo i ruomors inglesi, ci sarà una cerimonia privata e un funerale pubblico. Elton John vorrebbe cantare ‘Don’t Let the Sun Go Down on Me’, brano in cui duettò con George Michael e che ha intonato mercoledì sera in uno show a Las Vegas, commuovendosi fino alle lacrime.
Condividi:

Elton John ricorda George Micheal: ''Ho perso una persona molto amata''

DI REDAZIONE - Elton John si commuove per la scomparsa dell'amico George Michael. La superstar ha aperto il suo show a Las Vegas, una sorta di tributo alla pop star britannica scomparsa il giorno di Natale, con una performance di "Don't Let the Sun Go Down on Me", la canzone eseguita in duetto con l'amico a Wembley nel 1991. "Quanto vorrei che George fosse qui come me, a cantare con me, su questo palcoscenico", ha detto Elton John alla fine della performance.

Amico, collega, fratello: Elton John era molto legato a George Micheal. Quando ha saputo della morte del suo amico ha dicharato: "Sono sotto shock. Ho perso una persona molto amata. L'anima più generosa, un artista brillante. Riposa in pace George Michael".
Condividi:

Bari: dal 6 gennaio parte il tour del pianista di Yarmouk

BARI - Partirà da Bari il 6 gennaio il tour del musicista Aeham Ahmad. Ormai noto in tutto il mondo come il leggendario pianista di Yarmouk, campo profughi palestinese alle porte di Damasco dov'è nato nel 1989, Aeham Ahmad inaugura la sua prima tournée italiana il 6 gennaio a Locorotondo (Bari, Chiesa Madonna della Greca, ore 21.00), per proseguire il 7 gennaio all'Auditorium Parco della Musica di Roma, il 21 gennaio a Crema, il 22 gennaio a Mestre, il 27 a Taranto, il 2 febbraio a Firenze e il 4 febbraio ad Aosta. Le immagini di Aeham Ahmad al pianoforte, tra le macerie dei bombardamenti alla periferia della capitale siriana, hanno commosso il mondo intero. Lì Ahmad suonava ogni giorno un pianoforte montato su un carretto, circondato da bambini che lo accompagnavano con il canto. Una forma di resistenza alla guerra.
Condividi:

giovedì, dicembre 29, 2016

Mario Adinolfi contro Tiziano Ferro

DI REDAZIONE - Il presidente de Il popolo della famiglia, Mario Adinolfi, è contrario alla partecipazione di Tiziano Ferro come superospite al prossimo Festival di Sanremo e, tramite il suo profilo facebook, ha commentato così la notizia: “L’ anno scorso Elton John e Nicole Kidman. Quest’anno Tiziano Ferro. Se non sei uno che affitta uteri Carlo Conti non ti fa fare il superospite a Sanremo”. Dopo la performance di due anni fa, Tiziano Ferro, che ha pubblicato il nuovo album 'Il mestiere della vita', tornerà nel 2017 a calcare nuovamente il palcoscenico del teatro Ariston. In una recente intervista ad un noto settimanale, Ferro, ha dichiarato di voler diventare padre e che sta frequentando un corso per genitori single. Cosa risponderà il cantautore di Latina?
Condividi: