lunedì, marzo 20, 2017

Calendario definito per il Campionato italiano ACI Karting 2017. Si parte da Lonato del Garda

di ROBERTO BERLOCO - Ormai partito il conto alla rovescia per il Campionato nazionale che l’Automobile Club d’Italia dedica alla formula base dell’automobilismo agonistico.

Sarà Lonato del Garda, nel bresciano, ad ospitare l’appuntamento d’ingresso, con inizio fissato al 29 d’Aprile e séguito nelle ventiquattrore appresso fino al Primo di Maggio, per i piloti di kart da competizione provenienti da tutta la penisola.

Seconda fase distribuita nelle date del 26, 27 e 28 di Maggio presso il “Circuito Internazionale di Napoli” a Sarno, in provincia di Salerno. Si proseguirà dal 2 al 4 di Giugno ancora in terra campana, con i semafori accesi del percorso del Sele, a Battipaglia.

Il quarto momento, spalmato nell’arco temporale estivo compreso tra il 14 e il 16 di Luglio, sarà appannaggio della pista “Karting Raceway” di Adria, in Veneto, mentre l’ultimo atto si consumerà sull’asfalto senese di Castelnuovo Berardenga, durante i primi tre giorni di Settembre.

Ammesse, in ognuna delle cinque tappe, quasi tutte le categorie ufficializzate dal regolamento in vigore per questa nuova stagione sportiva: “KZ2”, “60 Mini”, “OK”, “ACI Kart”, “OK Junior” e “ACI Kart Junior”.

A queste s’affiancheranno in turnazione la “KZ3” (ex 125 Prodriver) e la “KZ4” (ex 125 Club), vale a dire, rispettivamente, la prima nelle giornate di Sarno e d’Adria, mentre la seconda in quelle di Lonato del Garda e di Battipaglia. Solo nell’occasione della finale toscana, invece, saranno presenti entrambe.

Bari e CoReVe, insieme per la differenziata dal vetro

di NICOLA ZUCCARO - Bari fa il suo ingresso nel "Piano di incentivazione Sud", ovvero in quel nuovo progetto di promozione per la raccolta differenziata del vetro attraverso quella collaborazione - tra l'Amministrazione comunale e CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) - che, dopo un biennio di collaborazione, sta maturando i primi frutti al fine di sviluppare e di migliorare sia la raccolta, sia il riciclo del vetro non solo in città ma anche nel resto della Regione Puglia. E' quanto emerso nella mattinata di lunedì 20 marzo dalla conferenza stampa di presentazione della campagna di sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza barese e che sarà caratterizzata dall'affissione di adesivi sui contenitori dedicati alla raccolta monomateriale del vetro.

La missione di questa campagna divulgativa consisterà, in particolare, nell'informare i baresi nel corretta corretta differenziazione del composto e troppo spesso confuso negli ultimi tempi, nella fattispecie del promiscuo conferimento di oggetti quali bicchieri (vetro), cristallo (bicchieri e/o altro), stoviglie in ceramica e porcellana, vetroceramiche e pirofile.

Giovinazzo, domani inaugurato Lungomare

BARI - Domani, 21 marzo, sarà inaugurato il Lungomare di Ponente di Giovinazzo, transennato dal 2008. L’appuntamento è alle ore 17.00, all’altezza del Mattatoio Comunale, dove si svolgerà la cerimonia di inaugurazione alla presenza del sindaco, Tommaso Depalma.

Oltre a tantissimi rappresentanti istituzionali, saranno presenti  molte le associazioni giovinazzesi tra cui l’ANMI , Associazione Nazionale Marinai d’Italia, che sarà protagonista anche il giorno seguente, mercoledì 22 marzo, per l’intitolazione a Fedele Marrano del largo litoranea di Ponente.

Puglia in rosè, un Vinitaly 2017 a stelle e strisce per i rosati pugliesi

NEW YORK - I rosati come occasione per promuovere le produzioni eccellenti ottenute dai vitigni storici pugliesi, che riscuotono sempre più apprezzamento all’estero. Con una formula appositamente studiata, infatti, al prossimo Vinitaly di Verona l’associazione Puglia in Rosé, che raggruppa 52 produttori, allestirà nel PADIGLIONE N. 3 - storico regno delle bollicine del Prosecco - una piccola enoteca dove raccontare a operatori e buyer stranieri i sempre più richiesti bianchi, le bollicine e i rosati che tanto si stanno affermando ormai in tutto il mondo.

Protagonisti, naturalmente, i rosati di Puglia e le “50 sfumature di rosa”, o meglio “50 Shades of Pink", progetto nato e pensato in collaborazione con Wine Enthusiast: un riconoscimento al successo crescente dei rosati sul mercato statunitense, suggellato peraltro dalla presenza al Vinitaly di un testimonial di grande profilo, Jeff Porter, beverage director dei ristoranti di Joe Bastianich in Usa.
E proprio Porter, protagonista del primo seminario tecnico mai dedicato alle produzioni pink negli Usa (organizzato durante l’Italian Wine Week di New York), anticipa la sua presenza al Vinitaly 2017 con la notizia dell’approvvigionamento di una selezione di rosati pugliesi che saranno testati nei ristoranti di Bastianich di New York: la conferma dell’apprezzamento per le produzioni rosate, che potrebbe portare a breve alla chiusura di un accordo commerciale con i produttori pugliesi.  “Credo davvero – dichiara Porter -  che il vino rosato abbia un ruolo importante sul mercato americano. Il consumatore ama la sua freschezza, il suo gusto fruttato, la sua struttura e l’abilità di abbinarsi a diverse tradizioni culinarie. La diversità dei rosati italiani, e in particolar modo di quelli pugliesi, è una caratteristica unica che credo consacrerà definitivamente il successo di questi vini sul mercato americano”.

Porter, durante il Vinitaly, guiderà due degustazioni masterclass dedicate ai vini rosati di Puglia -  in programma domenica 9 aprile all’interno dell’International Buyers’ Lounge -  insieme a Giuseppe Baldassarre, componente della commissione didattica nazionale dell’Associazione Italiana Sommelier e referente della delegazione Murgia dell’A.I.S. Puglia, grande conoscitore dei vini rosati e autore del libro “Una terra vestita di rosa, viaggio alla scoperta dei rosati di Puglia”. “La storia dei rosati di Puglia è lunga – commenta Baldassarre -  anche se non molto conosciuta; quello che spesso può sfuggire è che la strada della modernità, ai vini di Puglia, l’hanno aperta i rosati e non i rossi. La Puglia potrebbe essere insomma visitata solo girando da un rosato all’altro. La presenza sul mercato del rosato pugliese non è però ancora incisiva come meriterebbe, e così forte da esprimersi in tutto il suo potenziale successo in questo momento storico estremamente favorevole per i rosati a livello mondiale. Occorre dunque restituire ai rosati pugliesi il ruolo di protagonisti, recuperando la loro forte valenza identitaria”.

"Quelle del Vinitaly saranno le più grandi degustazioni sui vini rosati di Puglia mai realizzate –  spiega Lucia Nettis, presidente di Puglia in Rosé - in continuità con quelle già fatte a New York, ma soprattutto orientate ad una platea straordinaria, con un taglio decisamente commerciale, perché oltre ad un’azione di educazione e sensibilizzazione sul vino rosato occorre focalizzare le energie sull’aspetto della distribuzione e della vendita. Avremo quindi una platea straordinaria di master of wine: master sommelier, buyer, giornalisti da tutto il mondo, guidati da chi decide le carte vini nei ristoranti più rinomati al mondo”.

La Puglia dei rosati, dunque, si appresta a partecipare al prossimo Vinitaly con ottimi auspici e un programma articolato, in cui sono previsti anche incontri B2B con operatori stranieri provenienti da Svezia, Finlandia, Germania.

Taranto, anziano narcotizzato e derubato della pensione

di PIERO CHIMENTI - E' finito nel migliore dei modi il brutto episodio che ha visto protagonista un anziano di 65 anni tarantino. I fatti risalgono alla scorsa estate quando una donna rumena di 29 anni aveva carpito la fiducia dell'uomo con la scusa della ricerca di un lavoro. L'anziano, in buona fede, l'aveva accolta nella propria abitazione in cui era giunta insieme ad una complice.

In un momento di distrazione della vittima, è stato messo nel bicchiere d'acqua del sonnifero, che in poco tempo lo ha stordito. Una volta ripresi i sensi, l'uomo si è ritrovato senza vestiti e senza la pensione che era andato a ritirare dalla posta nella stessa mattinata. Dopo mesi di indagini la polizia è riuscita a risalire alla donna, che è stata arrestata per truffa aggravata e lesioni personali.

150 anni Teatro Giordano, Andrea Cheniér a Foggia

FOGGIA - La città di Foggia si prepara a ospitare nuovamente la lirica, dopo 15 anni, celebrando i natali di Umberto Giordano, che qui nacque il 28 agosto 1867. Le celebrazioni sono organizzate dal Comune di Foggia in collaborazione con il Conservatorio “Umberto Giordano”, l’Accademia di Belle Arti, l’Università di Foggia e la Fondazione Banca del Monte di Foggia e la Fondazione “Apulia Felix”. Col sostegno di Amiu Puglia – servizi e tecnologia per l’ambiente, e del Teatro Pubblico Pugliese.

Al teatro che porta il suo nome, Teatro Giordano, due le opere in programma per il 150esimo anniversario della nascita del grande compositore. Andrea Cheniér in programma il 24 (ore 21.00) e 26 marzo (ore 18.30) con la direzione del Maestro Massimiliano Stefanelli e Giove a Pompei, il 5 e 7 maggio 2017. Giove a Pompei, rappresentata l’ultima volta nel 1921, sarà diretta da Gianna Fratta.

Per le celebrazioni del centocinquantesimo anniversario della nascita di Umberto Giordano è stato costituito presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo il comitato tecnico scientifico che avrà il compito di coordinare e promuovere le iniziative culturali previste. Il comitato è presieduto dal Sindaco di Foggia, Franco Landella, e composto dall’Assessore comunale alla Cultura Anna Paola Giuliani, dal Dirigente del Settore Cultura del Comune Carlo Dicesare, dal direttore del Conservatorio “Umberto Giordano”, Francesco di Lernia, dal Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Foggia, Eva Belgiovine, dal Prorettore dell’Università degli studi di Foggia, Giovanni Cipriani, dal Presidente della Fondazione Banca del Monte di Foggia, Saverio Russo, dal Presidente della Fondazione Apulia Felix, Giuliano Volpe, dalla pianista e direttrice d’orchestra, Gianna Fratta, dallla Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia, Simonetta Bonomi, da Enrico Sannoner dell’Associazione Amici della Musica di Foggia e dal musicologo Guido Salvetti.

Andrea Chénier STEFANO LA COLLA, Carlo Gérard ELIA FABBIAN, Maddalena di Coigny, CRISTINA PIPERNO, Orchestra Sinfonica del Conservatorio “Umberto Giordano”, Direttore MASSIMILIANO STEFANELLI. Coro Lirico Pugliese. Maestro del coro AGOSTINO RUSCILLO Regista ALBERTO PALOSCIA; Scenografo ALFREDO TROISI, Costumista ARTEMIO CABASSI.

Andrea Chénier – si legge nelle note di regia di Alberto Paloscia - segna una delle tappe più alte del verismo in musica; Giordano risponde al naturalismo al calor bianco di Cavalleria rusticana di Mascagni – titolo di esordio del filone della “Giovine Scuola Italiana” - e a alla poetica intimista della Bohème di Puccini con un sapiente e calibratissimo giuoco musicale e teatrale, imperniato su un profondo e perfetto connubio tra voci, orchestra e palcoscenico. La lezione dell'ultimo Verdi – quello di Otello e Falstaff -, dell'opera francese del secondo Ottocento – in particolare di Bizet e Massenet -, la lezione dell'opera russa e di Musorgskij, particolarmente evidente nel protagonismo del coro e nel magistrale trattamento delle masse corali: tutto questo viene risolto ed equilibrato dalla mano sopraffina del compositore pugliese con un sapiente dosaggio delle sue capacità di orchestratore e di melodista, con il gusto – tutto giordaniano - del “montaggio sonoro” che ha non pochi punti di contatto con la nuova forma di spettacolo che vede la luce proprio alla fine degli anni Novanta dell'Ottocento, quasi contemporaneamente alla gestazione di Chénier: il cinema.

Dramma di ambiente storico in quattro quadri, libretto di Luigi Illica, Maestro concertatore e direttore, Massimiliano Stefanelli, regia Alberto Paloscia, Scene Alfredo Troisi, costumi Artemio Cabassi. L’Orchestra è del Conservatorio Umberto Giordano di Foggia, il Coro Lirico Pugliese con Direttore del Coro Agostino Ruscillo. Andrea Chénier sarà interpretato da Stefano La Colla, Carlo Gérard da Elia Fabian, Maddalena di Coigny da Cristina Piperno, La mulatta Bersi da Sofio Janelidze, Madelon e la contessa di Coigny da Angela Bonfitto, Roucher e Fouquier Tinville da Daniele Piscopo, Pietro Fléville, romanziere e il sanculotto Matthieu da Matteo D’Apolito; un «Incredibile» e l’Abate, poeta da Cataldo Caputo e infine Schmidt, il maestro di casa e Dumas da Carlo Agostini.

Apertura straordinaria del bottegino del Teatro Umberto Giordano lunedì 20 marzo10:00 - 12:00, martedì 21 marzo 10:00 - 12:00/16:00 - 18:00; mercoledì 22 marzo19:00 - 21:00; giovedì 23 marzo; 10:00 - 12:00/16:00 - 18:00; venerdì 24 marzo 10:00 - 12:00/19:00 - 21:00; domenica 26 marzo 16:00 - 18:00. Info Teatro Giordano Foggia - Piazza C. Battisti 0881 792908; www.teatrogiordano.it; facebook teatroumbertogiordano; twitter teatro_giordano; instagram; teatro_giordano

Lecce, carcasse di tartarughe spiaggiate

LECCE - L’assessore comunale di Lecce alle Politiche Ambientali Andrea Guido interviene con delle considerazioni sulla questione delle carcasse di tartaruga spiaggiate a San Cataldo. "Questa mattina - dichiara - ho provveduto a chiamare personalmente il Sindaco di Vernole, Luca De Carlo, persona a modo, sempre disponibile. L’amministratore ha già provveduto a segnalare ai veterinari dell’Area C dell’ASL la presenza delle 2 carcasse di tartaruga presenti sull’arenile di San Cataldo e ricadente nel territorio di Vernole.
Sempre questa mattina ho chiamato poi il Comandante della Capitaneria di San Cataldo, Simone Gatto, il quale mi ha riferito di aver già predisposto l’intensificazione dei controlli su tutte le attività sotto costa al fine di arginare il fenomeno della pesca illegale e delle reti abusive.
Ricordo a tutti - spiega Guido - che una carcassa di tartaruga spiaggiata, in quanto trattasi di rettili, non procura pericoli alla salute umana. E che, pertanto, non esistono malattie trasmissibili da una tartaruga, neanche in decomposizione, all’uomo. E per questo motivo non sono sempre previste le autopsie sui resti di questi animali. Ma vi dirò di più. Gli studiosi di biologia ritengono addirittura che è sempre auspicabile che la decomposizione di detti animali spiaggiati avvenga sulla spiaggia, questo per assecondare il ciclo naturale della vita.
Ovvio che si preferisce, per motivi di igiene, decoro e immagine delle nostre spiagge, spendere le 300 euro necessarie allo smaltimento della carcassa e ripulire il tratto di spiaggia interessato nell’immediato.
Ho seguito con attenzione il dibattito che si è sviluppato ieri sera sulla bacheca Facebook del consigliere Gianpaolo Scorrano e ritengo di dover aggiungere alcune informazioni e, allo stesso tempo, tranquillizzare coloro che hanno paura di una recrudescenza del fenomeno dello spiaggiamento delle carcasse di caretta caretta.
Ho avuto modo di sentire il biologo Dott. Giacomo Marzano, responsabile del Centro Tartarughe del Bosco di Rauccio e responsabile del Progetto Nazionale Tartarughe Marine (Chelon) e mi ha riferito che per poter parlare di recrudescenze o vere e proprie epidemie dovremmo contare almeno una trentina di spiaggiamenti di carcasse al giorno. E questo non è il nostro caso. Per fortuna. Possiamo stare relativamente tranquilli.
Relativamente perché, comunque, la moria delle testuggini nei nostri mari è un problema serio che, anche se in questo momento è stazionario, non deve essere sottovalutato.
Torno su questo argomento per ricordare a tutti che sono circa 100.000 le tartarughe che ogni anno muoiono nel mar Mediterraneo per colpa delle attività umane sotto costa. Che una carcassa di tartaruga spiaggiata sul nostro litorale può essere morta dall’altra parte del Mediterraneo e trascinata qui dalle correnti. Le cause sono sempre le stesse: la pesca, la navigazione con barche a motore, gli scarichi civili e industriali, la plastica e i micro frammenti di plastica che finiscono in mare, la presenza degli stabilimenti balneari e delle spiagge attrezzate e, anche, purtroppo, la nostra stessa fruizione estiva degli arenili.
Amici miei, è triste ammetterlo. Ma è così: non solo le nostre attività sotto costa come la pesca con le reti. Non solo le eliche dei motori, gli scarichi dei reflui, spesso dannosi anche se depurati. Non solo le tonnellate di plastica con cui stiamo distruggendo il Mare Nostrum. Anche la nostra presenza in spiaggia concorre in maniera pesante alla diminuzione degli esemplari. Dobbiamo riflettere, infatti, che le tartarughe presenti nel Mediterraneo usano riprodursi depositando le proprie uova sulle nostre spiagge, sistemandole a pochi decimetri di profondità sotto la sabbia, nel periodo compreso tra giugno e agosto. Capirete bene, quindi, che, durante questo range di tempo, anche una semplice passeggiata in spiaggia può compromettere le ulve. Per non parlare poi degli ombrelloni e delle strutture degli stabilimenti balneari.
Con questo non voglio assolutamente puntare il dito contro le attività da spiaggia e la fruizione delle nostre coste. Il turismo e la possibilità di balneazione sono degli argomenti per noi importantissimi. Di vitale importanza oggi per il Salento tutto. Ma una riflessione, almeno, dobbiamo farla, ogni tanto.
Trovare un compromesso deve essere la nostra sfida per il futuro", conclude Guido.

Diretto Bari-Roma, Gatta: “Una beffa per i foggiani, ma anche per i baresi!”

BARI - “La battaglia del sindaco di Bari, Antonio Decaro, sul treno diretto Bari-Roma dovrebbe essere valutata dalla Giunta regionale perché, oltre a tradursi nei fatti in un bluff, visti i tempi di percorrenza dei mezzi che saranno utilizzati, è comunque sintomatica di una volontà egemonizzatrice del capoluogo, mentre ci sono territori che hanno ancora infrastrutture vetuste e servizi scarsi”.
Così il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta.

“In questa partita – prosegue - il sindaco di Bari gioca da attaccante, ma dimentica il suo incarico di presidente dell’Anci, ovvero dell’Associazione che dovrebbe rappresentare tutti i Comuni. Una carica che richiederebbe un impegno per il miglioramento dei servizi in generale. Tagliare le tratte intermedie, in particolare Foggia, sarà una beffa per i cittadini della Capitanata, ma anche per gli stessi baresi! Già, perché quei minuti risparmiati per l’assenza delle fermate saranno ricompensati dalla lentezza di percorrenza dei nuovi mezzi che correranno sulla tratta diretta. Una amara sorpresa anche per i cittadini di Bari, a cui qualcuno sta vendendo evidentemente un’illusione. Il che danneggia tutti i pugliesi, perché c’è bisogno di un dibattito e di una visione della mobilità regionale ad ampio raggio. Da Lecce –conclude Gatta - a Foggia, che nel frattempo, tanto per rinfrescare le idee a chi è distratto da altre vicende, attende ancora risposte concrete sull’aeroporto Gino Lisa, nel mentre sono stati spesi circa sedici milioni di euro per l’ampliamento dell’aeroporto di Bari”.

Xylella, domani mobilitazione agricoltori

BARI - Il coordinamento delle organizzazioni agricole CIA Agricoltori Italiani, Confagricoltura, Alleanza delle Cooperative settore agroalimentare (Legacoop, Confcooperative, Agci) e Copagri - annuncia una mobilitazione regionale per sollecitare le istituzioni preposte (Regione Puglia, Governo, Unione Europea) alla grave problematica legata alla Xylella fastidiosa, il batterio che sta distruggendo oliveti in provincia di Lecce, Brindisi e Taranto, e che sta minacciando la piana degli ulivi millenari e la provincia di Bari.

Domani, martedì 21 marzo (dalle ore 9 alle ore 14), in occasione del Consiglio Regionale, delegazioni di agricoltori provenienti da tutta la Puglia manifesteranno sotto la sede del Consiglio Regionale della Puglia (in via Capruzzi a Bari) e chiederanno di essere ricevuti dal Presidente della Giunta regionale Michele Emiliano, per la consegna di un documento di richieste.

SERIE A. Juve in formato trasferta a +8 sulla Roma

di NICOLA ZUCCARO - Un colpo di testa di Cuadrado al 7' di Sampdoria-Juventus restituisce al Campionato una Vecchia Signora che pur non brillando nel gioco, conquista quei tre punti necessari per portare a +8 il margine di vantaggio sulla Roma, tornata al successo dopo l'eliminazione dall'Europa League sul Sassuolo per 3-1.

E' la copertina del Turno n.29 che fino alle 15 di domenica 19 marzo aveva visto i giallorossi essere affiancati al secondo posto dal Napoli, vittorioso dal Castellani per 3-2 sull'Empoli e di una giornata che avrebbe dovuto registrare per Lazio e Inter, un balzo in avanti verso gli obiettivi dell'Europa e della Champions League.

Per i biancocelesti il punto ottenuto a Cagliari, a seguito del pareggio a reti bianche, risulterà al triplice fischio, essere più utile ai Sardi - in chiave salvezza - anzichè agli uomini di Simone Inzaghi. Diverso il 2-2 nel primo anticipo disputatosi al Grande Torino nella serata del 18 marzo, dove l'Inter non riesce nell'impresa di espugnare il Vecchio Comunale, rimontando per due volte il Toro.

Vittorie importanti per il Bologna ( 4-1 al Dall'Ara sul Chievo) e dell'Udinese che, con lo stesso risultato, liquida al Friuli un Palermo sempre più vicino alla retrocessione, unitamente al Crotone e al Pescara rispettivamente sconfitti dalla Fiorentina (0-1) e dalla rivelazione Atalanta a Bergamo per 3-0.

E' il quadro di un torneo che, dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali legati alle Qualificazioni per Russia 2018, tornerà con un turno decisivo per l'assegnazione dello Scudetto, con la Juventus impegnata al San Paolo contro il Napoli, alle 20.45 di domenica 2 aprile, e con la Roma che 24 ore prima all'Olimpico affronterà l'Empoli, inchiodato al quartultimo posto della graduatoria della Serie 2016-17.

SERIE A. Roma-Sassuolo 3-1: Paredes, Salah e Dzeko difendono il secondo posto

di STELLA DIBENEDETTO - La Roma risponde al Napoli. I giallorossi battono il Sassuolo per 3-1 grazie alle reti di Paredes, Salah e Dzeko e riprendono possesso del secondo posto in classifica, alle spalle della Juventus. Sedicesima sconfitta stagionale per la squadra di Eusebio Di Francesco, a netto di vittorie da un mese esatto.

Primo tempo scoppiettante allo stadio Olimpico con le due squadre che si sono affrontate a viso aperto e senza timori. La prima occasione da gol capita sui piedi di Salah ma Consigli è bravissimo a respingerlo. Pochi minuti dopo è il Sassuolo a rendersi pericoloso con Defrel, autore del gol che sblocca il match: traversone basso di Berardi dal limite di sinistra, velo di Politano e sinistro sotto l'incrocio di Defrel. La Roma non accusa il colpo e dopo pochi minuti risponde con un tiro di Paredes sul quale Consigli non arriva. Al 44’ è ancora Defrel a rendersi pericoloso ma il portiere giallorosso riesce a difendere il pareggio. Prima dell’intervallo, però, la Roma trova il guizzo vincente per segnare la rete del 2-1 con Salah.

Nella ripresa, il Sassuolo inizia bene. Gli uomini di Di Francesco cercano subito il pareggio con il solito Defrel, il più pericoloso dei suoi. Dall’altra parte ci prova Salah ma Consigli non si fa sorprendere. Al quarto d’ora, Spalletti manda in campo Dzeko al posto di uno spento Bruno Peres. Proprio il bosniaco è l’autore del gol della tranquillità: al 23’, al limite dell’area, lotta e difende il pallone da due avversari, scarica per Strootman che invita a nozze Dzeko con un passaggio di ritorno. Il bosniaco non si fa pregare e infila Consigli per il 3-1 definitivo.

Tegola Gabbiadini: dovrà rinunciare alla Nazionale

di PIERO CHIMENTI - Brutte notizie per Manolo Gabbiadini, che nell'ultimo turno di Premier è dovuto uscire anzitempo dal campo a causa di un infortunio muscolare. Ancora non si conosce la gravità del problema muscolare che ha fermato l'attaccante del Southempton, ma certamente sarà costretto a rinunciare la convocazione azzurra per la sfida di qualificazione mondiale contro l'Albania, di venerdì 24 marzo, e l'amichevole contro l'Olanda.

Al suo posto il ct Ventura ha convocato Petagna, che esordisce così in Nazionale.