Header Ads

Tumori ossei: il Policlinico di Bari impegnato in prima linea


BARI - Buone notizie per la Sanità Pugliese vengono dal Policlinico di Bari. La Clinica Ortopedica diretta dal Prof. Biagio Moretti, in un’ottica di crescita costante dell’offerta sanitaria altamente qualificata  da mettere a disposizione dei cittadini pugliesi e delle regioni limitrofe, vede i propri Medici sempre più impegnati nel campo dell’Oncologia Ortopedica. A rafforzare tale volontà,  il Policlinico di Bari ha stipulato una convenzione con l’U.O.C. di Ortopedia Oncologica dell’Istituto Nazionale Tumori di Roma, diretta dal Dott. Roberto Biagini, punto di riferimento nazionale, mirata alla collaborazione ed alla formazione professionale attraverso una serie di interazioni reciproche.

Già da molto tempo, ci dice il Prof. Biagio Moretti, la Clinica Ortopedica, si è proposta come centro di riferimento in Puglia per la cura di tali patologie. Da diversi anni, e con un incremento costante della frequenza, vengono eseguiti interventi altamente complessi di asportazione di tumori ossei primitivi e metastatici, seguiti da successive ricostruzioni protesiche (con protesi speciali, talvolta anche costruite “su misura” con tecnologie avanzate quali le stampanti 3D) che consentono ai pazienti oncologici di migliorare sensibilmente la propria qualità di vita. Il dott. Biagini e la sua equipe ha collaborato sia nell’esecuzione di interventi ad alta complessità, mettendo a disposizione il proprio know-how, sia per sempre più frequenti collaborazioni scientifiche.

Soprattutto, grazie al costante impegno della Clinica Ortopedica che si pone come polo di eccellenza regionale in tale campo, si potranno ottenere sicuri riflessi positivi anche sulla fiducia dei pazienti poiché tutto ciò concorrerà a ridurre i cosiddetti “viaggi della speranza”, offrendo ai pazienti la possibilità di curarsi “a casa loro”, evitando i disagi ed i costi di lunghe e perigliose trasferte verso i centri del nord Italia. Attualmente, presso il Policlinico un affiatato team di ortopedici, oncologici, radiologi, radioterapisti, chirurghi plastici e anatomopatologi lavora per garantire ai pazienti un’assistenza integrata.

A suggellare il lavoro di costruzione svolto in questi anni, la Clinica Ortopedica ha organizzato per le giornate del 24 e 25 maggio, presso il Centro Congressi dell’Hotel Villa Romanazzi Carducci in Bari, le “Giornate Pugliesi di Oncologia Muscoloscheletrica 2019”. Per due giorni si avvicenderanno relatori provenienti dai più accreditati centri italiani, nonché dallo stesso Policlinico di Bari, che illustreranno i concetti di base della patrologia oncologica muscoloscheletrica, spiegando come approcciarsi a tali malattie. 

Ci spiega il Dott. Umberto Orsini, Aiuto della Clinica Ortopedica, coinvolto in prima linea nel trattamento di tali patologie, che lo scopo di questa due giorni sarà quella di avvicinare i Medici del territorio a queste patologie che richiedono un trattamento integrato che coinvolge numerose figure professionali.

“I tumori primitivi delle ossa, pur essendo rari (1/100.000 per anno), richiedono un approccio specialistico integrato basato su figure professionali con formazione specifica” spiega il dott. Orsini. “Un trattamento non corretto determina una elevata percentuale di esiti negativi con peggiore qualità della vita per il paziente. Stesso discorso si applica alle lesioni metastatiche ossee (circa 30mila nuovi casi all’anno in Italia); anche una metastasi ossea trattata in modo non appropriato compromette l’aspettativa di vita dei pazienti e il suo reinserimento nella vita sociale”. 

 Auspichiamo perciò che questo convegno possa porre le basi per creare un nuovo percorso diagnostico e terapeutico in grado di colmare una lacuna esistente nella nostra sanità regionale relativamente al trattamento dei tumori primitivi e metastatici del tessuto muscolo-scheletrico.