Visualizzazione post con etichetta Auto e motori. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Auto e motori. Mostra tutti i post

Maserati: svelata la Grecale


Il nuovo SUV Maserati Grecale è “The Everyday Exceptional”: con il giusto bilanciamento tra sportività ed eleganza, va ad inaugurare un segmento inedito per il Brand.

Grecale incarna i concetti di innovazione, versatilità e lusso: è un SUV best in class per abitabilità e comfort.

Il nuovo SUV Maserati è disponibile nella versione GT, equipaggiata con un 4 cilindri mild hybrid in grado di sviluppare 300 CV; nella versione Modena, con motore 4 cilindri mild hybrid da 330 CV e nella performante versione Trofeo con il V6 da 530 CV.

La Gamma Grecale verrà in seguito completata con la versione Full Electric. Il primo SUV completamente elettrificato della storia di Maserati arriverà sul mercato un anno dopo la versione benzina e utilizzerà la tecnologia a 400 Volt.

Prestazioni di livello superiore per guidabilità e maneggevolezza. Velocità massima 285 km/h.

Accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,8”. (Dati riferiti alla versione Trofeo)

Al lancio Grecale è disponibile anche nella Launch Edition PrimaSerie, edizione a tiratura limitata caratterizzata da contenuti esclusivi.

Contenuti tecnologici innovativi: tra i quali il sistema Multimediale MIA (Maserati Intelligent Assistant), il sistema di Infotainment di ultima generazione, il comfort display, il digital clock e l’Head-up Display, come optional.

All-round sound experience grazie all’iconica signature sound del Motore Maserati abbinata e all’immersivo sound system tridimensionale di Sonus faber.

La nuova Maserati Grecale è prevista sul mercato nel secondo semestre del 2022.

Maserati presenta Grecale, il nuovo SUV capace di incarnare il concetto di “The Everyday Exceptional”.

È ancora una volta un vento a portare il nome di un nuovo modello.

Grecale è il vento mediterraneo intenso che soffia da nord-est, e ora è anche un SUV che giocherà un ruolo fondamentale nella gamma Maserati.

Dare alle auto i nomi dei venti più famosi nel mondo è una tradizione per il Brand.
Tutto iniziò nel 1963 con la leggendaria Mistral. Arrivarono poi Ghibli, Bora e Khamsin. Nel 2016, Levante, il primo SUV della storia della Casa del Tridente.

Passione, innovazione, versatilità ed eleganza sono gli ingredienti di Grecale che sarà presto disponibile in un’ampia gamma di motorizzazioni: motore a combustione tradizionale, ibrido e, in seguito, Full Electric.

La nuova Maserati è eccezionale nella quotidianità: il brivido del lusso e la pura innovazione sono perfettamente bilanciate. Un’auto dalle grandi prestazioni, dalla linea unica, elegante e di carattere, dall’altissima qualità percepita dei suoi interni, grazie alla ricercatezza dei materiali scelti per “arredarli”. Senza dimenticare i contenuti altamente tecnologici e la sound experience a 360°: partendo dal ruggito tipicamente Maserati del motore, fino all’esperienza acustica immersiva, grazie all’impianto audio Sonus faber Premium (di serie/base) e High Premium (su richiesta). Ma Grecale è anche un’auto da tutti i giorni, un SUV da utilizzare per portare i figli a scuola o per recarsi al lavoro e affrontare ogni giornata senza scendere a compromessi.

Il nuovo SUV, infatti, incarna l’audacia tutta italiana di Maserati di sapere rendere lusso e prestazioni eccezionali parte della routine quotidiana.

Grecale è un SUV capace di distinguersi per abitabilità e comfort, potendo vantare una serie impressionante di “best in class”. È il migliore della sua categoria come spazio interno, guidabilità, maneggevolezza, accelerazione (0-100 km/h in 3,8” – per la versione Trofeo), velocità di punta (285 km/h – per la versione Trofeo), qualità dell’audio, uso estensivo di materiali come legni, carbonio, pelli e il miglior equipaggiamento di base.

Grecale è disponibile in tre versioni: la versione GT, spinta da un 4 cilindri mild hybrid in grado di sviluppare 300 CV, la versione Modena con motore 4 cilindri mild hybrid da 330 CV e la versione Trofeo, equipaggiata da un performante benzina V6 da 530 CV derivato dal motore Nettuno di MC20.
La gamma Grecale sarà completata grazie al debutto sul mercato della versione Full Electric, che utilizzerà la tecnologia a 400 Volt.

Inoltre, al lancio Grecale è disponibile nella Launch Edition PrimaSerie, un’edizione a tiratura limitata caratterizzata da configurazioni di interni e contenuti esclusivi in termini di tecnologia.
Già dal nome, PrimaSerie, esprime il privilegio di essere i proprietari di un modello completamente nuovo e fa dell’esclusività un chiaro punto di forza. Le sue caratteristiche uniche sono evidenti fin nei minimi dettagli, come la speciale cucitura a contrasto PrimaSerie sul poggiatesta interno.

Sviluppato dal Maserati Innovation Lab di Modena, il nuovo Grecale è prodotto nello stabilimento di Cassino in Italia ed è destinato a giocare un ruolo di primo piano per Maserati.
Un SUV dalle dimensioni generose: per la versione GT è lungo 4.846 millimetri con un passo di 2.901, alto 1.670, largo 2.163 mm (specchietti inclusi) con una carreggiata posteriore di 1.948 (che diventa ancora maggiore nella versione Trofeo) ha un marcato aspetto sportivo, senza sacrificare il comfort che, anche nell’abitabilità posteriore, raggiunge livelli degni di nota. Grecale accomoda un 99 percentile nei posti anteriori e un 99 percentile sui sedili posteriori.

Un viaggio a bordo del nuovo modello Maserati si trasforma in un’esperienza unica abbinando un handling straordinario ad un comfort dinamico e acustico di pregio. La cura dei dettagli, come i vetri laminati che garantiscono un assorbimento acustico ottimale, senza far perdere la piacevolezza e l’unicità del sound Maserati.

Ecco la MINI Cooper S Countryman ALL4 Untamed Edition


Grazie alla sua versatilità, all’inconfondibile divertimento di guida e allo stile unico, la MINI Countryman ha sviluppato una posizione particolarmente accattivante nel segmento delle compatte premium. La nuova Untamed Edition, disponibile a partire da marzo 2022, rappresenta in modo ottimale l’aspetto robusto del modello più grande del marchio, mentre il suo design esclusivo e gli equipaggiamenti sottolineano il carattere da elegante tuttofare.

Nella MINI Cooper S Countryman ALL4 (consumo di carburante combinato: 7,1 – 6,6 l/100 km; emissioni di CO2 combinate: 163 – 151 g/km secondo WLTP) Untamed Edition, tutto questo è combinato con un motore particolarmente energico. La potenza del motore a 4 cilindri da 131 kW/178 CV con tecnologia MINI TwinPower Turbo assicura un divertimento di guida sportivo non solo nel traffico urbano ma anche durante le escursioni in campagna. Con il sistema di trazione integrale ALL4 viene assicurata la massima trazione e stabilità di guida anche su terreni difficili.

Nella Untamed Edition, la MINI Cooper S Countryman ALL4 si spinge più in là che mai nell’incoraggiare il guidatore ad avventurarsi oltre i limiti della città per esplorare nuove strade e sentieri. L’esclusiva finitura della carrozzeria in Momentum Grey metallizzato mette in risalto le superfici del modello in edizione, modellate in modo convincente, mentre le robuste caratteristiche di design degli esterni sottolineano il carattere impetuoso – che si riflette anche nel nome dell’edizione. I dettagli della nuova finitura della carrozzeria sono riscontrabili sul bordo inferiore delle prese d’aria, inclusa la protezione antincastro, sugli inserti delle prese d’aria nella grembialatura anteriore e sulle soglie laterali, così come sugli inserti dei riflettori e sull’inserto inferiore nella grembialatura posteriore. Lo sfondo del logo MINI sul cofano e sul portellone è in Momentum Grey metallizzato.

La finitura così espressiva della carrozzeria della MINI Cooper S Countryman ALL4 nella Untamed Edition è combinata con una finitura nera a contrasto sul tetto e sulle calotte degli specchietti retrovisori esterni, nonché sulle barre del tetto e sugli alloggiamenti dei fari. L’opzione Piano Black Exterior, che è inclusa anche nella gamma di equipaggiamento delle vetture dell’edizione, aggiunge ulteriori elementi di design neri: i contorni della griglia del radiatore, i fari, le luci posteriori e i portelloni laterali, le maniglie delle portiere, le rifiniture dei terminali di scarico, le scritte identificative del modello e – se parte dell’equipaggiamento – il logo ALL4 sui pannelli laterali anteriori.

L’aspetto distintivo della vettura è ulteriormente rafforzato da quattro strisce diagonali nel colore Frozen Bluestone sulla parte inferiore di ogni portiera. Anche gli intarsi e le piastre di supporto dei portelloni laterali sono rifiniti in questo colore. Come i listelli sottoporta, anche i portelloni laterali presentano un motivo grafico ispirato a un paesaggio di montagna, insieme alla scritta “UNTAMED”. Questa scritta è presente anche sui finestrini laterali posteriori. I cerchi in lega da 18 pollici in design bicolore Untamed con superfici brunite sono stati sviluppati esclusivamente per i veicoli dell’edizione.

Negli interni della MINI Cooper S Countryman ALL4 nella Untamed Edition prevalgono le tonalità di verde e di blu ispirate alla natura. L’esclusivo Highland Green è abbinato a cuciture a contrasto blu e verdi sulle superfici dei sedili sportivi MINI Yours Leather Lounge, mentre il MINI Yours Leather Lounge Carbon Black è disponibile come alternativa opzionale. La caratteristica grafica del paesaggio montano nello stile delle rifiniture delle soglie delle portiere adorna anche i discreti perni nella zona esterna degli schienali, mentre il rivestimento decorativo illuminato in Frozen Bluestone riporta il suggestivo motivo del paesaggio. Un ulteriore effetto è ottenuto dalla scritta “UNTAMED” visibile nell’assetto notturno della vettura.

Le strisce d’effetto nell’abitacolo e sullo strumento centrale sono rifinite in Frozen Blue metallic, le strisce di rivestimento delle portiere in Arctic Silver metallic e i contorni delle bocchette di ventilazione in nero lucido. Inoltre, la MINI Cooper S Countryman nella Untamed Edition presenta i loghi con la scritta “UNTAMED” sui sedili e nella razza inferiore del volante sportivo in pelle Nappa. L’interno dal design esclusivo è completato da tappetini con un motivo paesaggistico tridimensionale in rilievo nello stile delle rifiniture delle soglie delle portiere e delle strisce decorative insieme a un rivestimento del tetto in antracite.

L’equipaggiamento della vettura in edizione comprende anche i fari a LED con caratteristiche estese, i fendinebbia a LED, il pacchetto luci, il MINI Excitement Package e i MINI Driving Modes. Il Connected Media, anch’esso di serie, offre un collegamento in rete intelligente e servizi digitali, tra cui l’integrazione dello smartphone con la preparazione Apple CarPlay, il servizio MINI Online e i Remote Services.

Nasce la Mazda CX-60


La nuova Mazda CX-60 introduce sul mercato europeo dei SUV la prima tecnologia full hybrid plug-in del Marchio e l’inedita piattaforma progettata per la disposizione longitudinale della meccanica, con motore anteriore e trazione posteriore.

La nuova ammiraglia della gamma Mazda, il più importante dei modelli introdotti nell’ultimo decennio, è dotata del primo propulsore full hybrid plug-in del Marchio, e rappresenta tutto ciò che Mazda ha acquisito nel proprio DNA negli ultimi 100 anni: dall’eccezionale design sia esterno sia degli interni alla più raffinata maestria artigianale giapponese, le più recenti innovazioni in fatto di tecnologie incentrate sull’uomo e con un powertrain leader a livello mondiale.
Lo stile bello e dinamico della Mazda CX-60 trasmette l’intelligenza e l’eleganza delle ultime evoluzioni del design Kodo – il concetto giapponese di Ma, cioè la tranquilla e solenne bellezza dello spazio vuoto – intessuto con la robustezza della straordinaria architettura di SUV con motore anteriore e trazione posteriore.

L’elegante design degli interni di qualità premium introduce l’idea di Kaichô – un elemento di rottura che mescola materiali e aspetti diversi come legno d’acero, pelle nappa, tessuti giapponesi lavorati in modo unico e dettagli cromati, e Musubu, l’arte della rilegatura che è stata l’ispirazione per una cucitura del cruscotto dal particolare dettaglio.

Il trattamento delle finiture in legno d’acero riflette l’estetica giapponese di Hacho: equilibrio asimmetrico o irregolarità intenzionale. I diversi motivi e i filati dei tessuti intrecciati rispondono in modo sensibile ai cambiamenti di luce e alla tecnica di cucitura giapponese chiamata Kakenui, creando cuciture “appese” con spazi tra i tessuti delle rifiniture che rivelano il materiale sottostante.
Le tecnologie incentrate sull’uomo sono state ripensate e affinate per perfezionare l’esperienza di guida Jinba Ittai e, più che mai, per soddisfare le esigenze individuali di chi guida. L’innovativo Sistema di Personalizzazione per il Conducente Mazda riconoscerà l’occupante del sedile di guida e regolerà automaticamente ciò che lo circonda – la posizione del sedile, il volante, gli specchietti, l’head-up display, e persino le impostazioni del suono e della climatizzazione – per adattarlo al suo fisico e alle sue preferenze personali.

La Mazda CX-60 PHEV guida l’introduzione in Europa di modelli ibridi plug-in con un powertrain che combina un motore Skyactiv-G 2.5, quattro cilindri benzina a iniezione diretta, con un grande motore elettrico da 100 kW e una batteria ad alta capacità da 355V e 17,8 kWh.

Questa combinazione di motore termico e motore elettrico fornisce una potenza totale di sistema di 327 CV/241 kW e un’abbondante coppia di 500 Nm, facendone la autovettura da strada più potente che Mazda abbia mai prodotto. La Mazda CX-60 PHEV offre prestazioni davvero impressionanti, accelerando da 0-100 km/h in soli 5,8 secondi.

Viceversa, e in particolare quando viaggia con il solo motore elettrico, la nuova Mazda PHEV mostra eccezionali credenziali ambientali. Il consumo di carburante combinato WLTP è di soli 1,5 l/100 km, e le emissioni di CO2 combinate WLTP sono di soli 33 g/km.

La Mazda CX-60 e-Skyactiv PHEV offre una autonomia di 63 km in solo elettrico con la vettura che viaggia a una velocità massima di 100 km/h.

La nuova Mazda CX-60 si basa sull’architettura multi-soluzione Skyactiv (Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture) di Mazda, progettata per essere compatibile con la disposizione longitudinale della meccanica del SUV con motore anteriore e trazione posteriore e che presenta numerosi miglioramenti per offrire un eccellente comportamento su strada. Adottando l’approccio Mazda incentrato sull’uomo, fra gli sviluppi dell’architettura multi-soluzione ci sono la rigidità della scocca che garantisce a chi guida di poter avvertire la risposta della vettura senza ritardi, i sedili che rendono ancora più facile a ogni occupante mantenere l’equilibrio mentre l’auto è in movimento, le sospensioni che stabilizzano l’assetto del veicolo in marcia e un esclusivo sistema Mazda di controllo della postura del veicolo, il Kinematic Posture Control (KPC).

Il posizionamento della batteria ad alta tensione tra gli assali anteriore e posteriore, e il più in basso possibile all’interno della scocca, conferisce alla nuova Mazda CX-60 PHEV un baricentro particolarmente basso. Questo, combinato con un sistema di trazione integrale permanente che incorpora il trasferimento della coppia tra gli assali tramite cardano, conferisce all’auto caratteristiche superiori di manovrabilità all’altezza delle migliori vetture del segmento premium.

La nuova Mazda CX-60 PHEV presenta una serie completa di avanzate tecnologie di sicurezza di supporto alla guida i-Activsense del Marchio, offre prestazioni di sicurezza attiva al vertice della categoria e punta a una valutazione di sicurezza a 5 stelle Euro NCAP.

La Mazda CX-60 è dotata di numerosi nuovi sistemi di sicurezza attiva: See-Through View, un monitoraggio con visione a 360° di nuova generazione che amplia il campo di visibilità alle basse velocità; Turn Across Traffic Assist (assistente di svolta nel traffico); rilevamento dei pedoni SBS-R; Emergency Lane Keeping (mantenimento della corsia in emergenza); i-Adaptive Cruise Control (i-ACC) (regolatore di velocità adattivo intelligente); e BSM Vehicle Exit Warning (che in retromarcia avverte dell’approssimarsi di altri veicoli).

Con il lancio della CX-60 PHEV, Mazda compie un passo importante verso la sua ambizione di diventare completamente carbon neutral entro il 2050. Nei prossimi anni Mazda continuerà a sviluppare l’elettrificazione in un’ampia gamma di nuovi prodotti. La Mazda MX-30 REV combinerà la trazione elettrica permanente con un generatore a motore rotativo per offrire un’autonomia illimitata e, nel 2023, presenterà un nuovo modello più grande della CX-60 e dotato di tre file di sedili.

Nel complesso, nei prossimi tre anni Mazda lancerà cinque nuovi prodotti elettrificati basati sulla architettura di piattaforma multi-soluzione. Dopo il 2025, il Marchio lancerà la sua inedita architettura Skyactiv EV Scalable Architecture, una tecnologia unica che consentirà a Mazda di costruire in modo efficiente auto elettriche di tutte le dimensioni utilizzando un’unica piattaforma comune.

La vendita della Mazda CX-60 PHEV inizia l’8 marzo, in tutte le concessionarie italiane con un’offerta speciale, la “Premiere Choice”, dedicata ai primi clienti che la sceglieranno e che sarà disponibile fino al 31 agosto. “Premiere Choice” consiste in un pacchetto di prodotto, il Convenience & Sound pack, a cui si sommano i primi tre tagliandi di manutenzione programmata.

Ampia la scelta di modalità di acquisto, che prevede, tra le altre, il Mazda Advantage (la formula Mazda che permette di scegliere se tenere, cambiare o restituire l’auto dopo tre anni), il Mazda Leasing e il Mazda Rent (il prodotto di noleggio a lungo termine Mazda) tutti declinabili per privati e per clienti business.

Le prime unità arriveranno da settembre ma, per tutti i clienti desiderosi di conoscerla a fondo, Mazda Italia dedica quattro appuntamenti in streaming, i “Meet Mazda”, nei quali sarà possibile incontrare gli esperti di prodotto ai quali rivolgere tutte le domande e curiosità.

Il primo appuntamento di Meet Mazda è fissato per il 15 marzo, per partecipare è sufficiente iscriversi entro il 12 marzo a questo link https://www.mazda.it/mazda-cx-60/#kmi.

Auto d'epoca: a Lecce debutta il Legend Club


LECCE – Sono stati Loredana Capone, presidente del consiglio regionale della Puglia, e Stefano Minerva presidente della provincia di Lecce (e sindaco del comune di Gallipoli) rispettivamente la madrina e il padrino della nascita del Legend Club, il primo club di appassionati e collezionisti di auto e moto d’epoca che unisce il motorismo storico con il patrimonio architettonico d’epoca e storico.

Il palcoscenico è stato invece la sala del consiglio di Palazzo dei Celestini, capolavoro barocco cittadino.

L’iniziativa è promossa da Assocastelli, l’associazione dei gestori e proprietari di immobili d’epoca e storici, che a Lecce è nota per organizzare insieme all’Università del Salento il corso di promozione e valorizzazione del patrimonio architettonico d’epoca e storico.

Il neo presidente del Legend Club è Flavio Greco, appassionato e collezionista che a Lecce è pure gestore di una dimora di charme nel centro cittadino.

“Lo spirito del Legend Club – dichiara Greco – è quello di utilizzare la nostra passione per animare il patrimonio e il territorio e come strumento di attrattività di ospiti, turisti e visitatori”.

Per l’occasione è arrivato nel capoluogo salentino il presidente nazionale di Assocastelli il professor Ivan Drogo Inglese che ricopre anche l’incarico di presidente degli Stati Generali del Patrimonio Italiano, la consulta permanente e plenaria composta dai rappresentanti delle più autorevoli ed importanti organizzazioni private e pubbliche che operano nel settore del patrimonio.

Tra le organizzazioni rappresentate negli Stati Generali figurano anche l’Upi unione delle province e la Conferenza delle Regioni.

A riceverlo la delegata di Assocastelli per la Puglia Cristina Caiulo.

Ospite d’onore Cesare Fiorio, pluricampione automobilistico che oggi è proprietario dell’ottocentesca Masseria Camarda di Ceglie Messapica.

“Sono ben felice di essere un leggendario ovvero un socio del Legend e anche la mia masseria ospiterà iniziative del club” ha dichiarato Fiorio.

Con collegamento in videoconferenza sono intervenuti complimentandosi per l’iniziativa Alberto Scuro presidente di Asi e presidente della commissione motorismo storico degli Stati Generali del Patrimonio Italiano e l’onorevole Giovanni Battista Tombolato presidente dell’intergruppo parlamentare motorismo storico.

Non sono mancati alcuni proprietari di dimore storiche come i principi Giuliano e Fabrizia Dentice di Frasso proprietari del Castello di San Vito dei Normanni, la famiglia Sangiovanni del Palazzo Ducale di Alessano, Rita Carissimo Lupo di Villa Buontempo di Francavilla Fontana e Giuseppina Cariati del Palazzo Baronale di Caprarica e Domenico Laforgia presidente dell’Acquedotto Pugliese (quest’ultimo con un passato di ingegnere presso la Ferrari).

A moderare l’incontro il giornalista Francesco Candido.

EVO 3: la prova

BRUNO ALLEVI - ASCOLI PICENO. Automobili EVO, casa automobilistica del gruppo DR, presenta la nuova generazione della 3, sua vettura compatta. La EVO3 è disponibile con 1 Motore a Benzina 1500 da 116 cv, 1 Motore GPL 1500 da 109 cv, 1 Motore Elettrico da 116 cv, in allestimento unico.

Gli Esterni

Esternamente il City SUV della casa di Macchia di Isernia è una vettura compatta, dal design con linee semplici, moderne e aerodinamiche. Nel frontale spicca il grande logo EVO e la grande calandra in tina carrozzeria che dona eleganza al muso della 3. Il posteriore, moderno e dalle forme arrotondate, presenta un ampio lunotto vetrato e grandi gruppi ottici orizzontali affusolati che danno sportività e dinamicità.

Gli Interni

Internamente la 3 presenta un’abitacolo sportivo, ricco di dotazioni. I sedili in ecopelle con cuciture rosse danno grinta, mentre sulla plancia spicca lo schermo touchscreen a colori da 9 pollici del sistema di intrattenimento. Ottimo è anche il chiaro quadro strumenti, con tutti i comandi e le spie ben visibili e di immediata comprensione.

Il Test Drive

Ed ora il momento del test drive: la EVO3 provata è stata la 1500 GPL da 19340 €. Con la 3, Evo del Gruppo DR, vuole entrare nel segmento di auto compatte a metà fra le compatte da città e i piccoli SUV. Bella nella linea esterna e davvero completa negli interni e negli accessori (DR ed EVO hanno auto full optional a cui si può aggiungere davvero poco), la 3 è molto maneggevole ed agile sia in città che su percorsi extracittadini. Ottimo è lo sterzo e il cambio fluido, dall’impugnatura salda e dagli innesti rapidi e precisi. Il motore che pulsa sotto il cofano è l’unico motore termico disponibile, un brillante 1500 che nella versione a GPL eroga 109 cv. Questo propulsore è silenzioso e potente, dà spunto e grinta alla 3, e grazie all’alimentazione a GPL, i costi di gestione sono contenuti.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: per la 1500 a Benzina occorrono 15900 €, per la 1500 a GPL si spendono 16900 €, per la Elettrica servono 36600 €.

Nasce la Macan T


Alla fortunata serie di modelli Porsche si aggiunge ora la Macan T. Si tratta della prima sportiva a quattro porte a portare questa denominazione speciale in precedenza riservata ai modelli 911 e 718. In Porsche, la lettera T indica fin dagli anni ’60 una modalità di guida dinamica unica nel suo genere. T sta per ‘Touring’ e contraddistingue i modelli che offrono un’esperienza di guida straordinariamente autentica grazie a una messa a punto precisa, equipaggiamenti esclusivi e motori efficienti. Fedele allo spirito della Porsche 911 T del 1968, la nuova Macan T si distingue per l’assetto incredibilmente dinamico e il leggerissimo motore turbo da due litri, abbinati a un design atletico e a una dotazione di serie ottimale per uno stile di guida sportivo. Con queste caratteristiche, la nuova Macan T va a collocarsi nella gamma fra la Macan e la Macan S.

Motore turbo da due litri con una potenza di 265 CV: leggero e agile

Il quattro cilindri turbo da due litri della Macan T riunisce grande agilità, peso ridotto e un design compatto in un pacchetto che offre un equilibrio ideale tra peso e prestazioni. Rispetto al motore V6 biturbo da 2,9 litri dei modelli Macan S e GTS, il powertrain della Macan T pesa 58,8 kg in meno sull’asse anteriore, garantendo alla vettura eccellenti prestazioni in partenza e un’ottima tenuta di strada in curva.

La Macan T eroga 195 kW (265 CV) e 400 Nm di coppia motrice, caratteristiche che si addicono perfettamente al preciso design della vettura e garantiscono una guida esaltante. Come spesso accade nei SUV compatti, il motore è abbinato a un velocissimo cambio a doppia frizione (PDK) a sette rapporti e al sistema di trazione integrale attiva Porsche Traction Management (PTM). Un’ampia estensione della coppia assicura un’accelerazione reattiva in tutte le situazioni di guida. Con il pacchetto Sport Chrono di serie, che comprende il selettore di modalità e il tasto Sport Response sul volante, la Macan T accelera da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi e raggiunge una velocità massima di 232 km/h.

Telaio con assetto speciale ribassato di 15 millimetri o più

La Macan T è l’unico modello Porsche a disporre di sospensioni in acciaio con sistema PASM di regolazione elettronica degli ammortizzatori di serie, oltre alla carrozzeria ribassata di 15 millimetri. Le barre antirollio sull’asse anteriore sono più rigide e la messa a punto del telaio è stata ottimizzata per creare un perfetto sistema di sospensione per la vettura e la catena cinematica, ottenendo un comportamento dello sterzo molto reattivo e un’elevata maneggevolezza.

Anche il sistema Porsche Traction Management (PTM) è stato adeguato alle esigenze di guida della Macan T e appositamente progettato con una polarizzazione verso le ruote posteriori. Come optional, è possibile aggiungere le sospensioni pneumatiche adattive con PASM e abbassare la carrozzeria di altri 10 millimetri, una novità per i modelli Macan con motori a quattro cilindri. Si può anche aggiungere il Porsche Torque Vectoring Plus (PTV Plus): il sistema di ripartizione della coppia è stato adattato alle caratteristiche dinamiche del modello T e affina ulteriormente la dinamica di guida.

Dettagli esclusivi dentro e fuori

Elementi decorativi verniciati in Grigio Agata metallizzato sul frontale, sulla fiancata e nella sezione posteriore della Macan T la differenziano dagli altri modelli della serie. L’esclusivo colore a contrasto è visibile sul frontale verniciato, sugli specchietti esterni, sui Sideblade, sullo spoiler del tetto e sui loghi nella parte posteriore. I terminali di scarico sportivi e le finiture dei finestrini laterali in Nero (lucido) sono inclusi nella dotazione standard e i Sideblade riportano il logo “Macan T” in Nero. I cerchi Macan S da 20 pollici, esclusivamente in titanio scuro, sono forniti di serie. I clienti possono scegliere tra una gamma di 13 tonalità in tinta unita, metallizzate e speciali per gli esterni.

Gli interni della Macan T creano un’atmosfera particolare. I sedili sportivi di serie, riscaldati e regolabili elettricamente a otto vie, hanno un rivestimento esclusivo basato sul pacchetto pelle nera. Le fasce centrali dei sedili anteriori e dei sedili posteriori più esterni recano il motivo Sport-Tex Stripe, mentre lo stemma Porsche in rilievo decora i poggiatesta anteriori. Il colore a contrasto degli esterni è riproposto all’interno della vettura nelle impunture decorative argentate dei sedili, dei poggiatesta e del volante.

La dotazione di serie comprende anche un volante sportivo multifunzione GT riscaldato e il cronometro Sport Chrono nella parte superiore del cruscotto. I batti-tacco sono in alluminio nero come standard e presentano il logo Macan T. Tra gli optional, il volante sportivo multifunzione GT in Race-Tex con finiture in carbonio e uno ionizzatore.

La Macan T beneficia inoltre di tutti i nuovi elementi introdotti nell’ambito dell’aggiornamento dei modelli dell’estate 2021, come la nuova console centrale dal sofisticato effetto vetro e con superficie tattile, e il sistema Porsche Communication Management (PCM) pienamente connesso in Rete con touch screen da 10,9 pollici e navigazione online di serie.

Disponibile a partire da 73.274 euro

Porsche propone la Macan T a un prezzo che parte da 73.274 euro, comprensivi di IVA ed equipaggiamento specifico per il Paese. Il nuovo modello è ordinabile da subito. Le consegne in Italia inizieranno a maggio 2022.

Alfa Romeo svela Tonale


Alfa Romeo è lieta di presentare Tonale, il modello che segna la metamorfosi del Brand. Pur rimanendo fedele al proprio DNA di nobile sportività italiana dal 1910, con Tonale, Alfa Romeo evolve radicalmente e si proietta nella nuova era della connettività e dell’elettrificazione.
Design inconfondibilmente italiano e straordinariamente fedele al concept da cui prende origine. Tecnologia, software e sistemi di elettrificazione allo stato dell’arte concepiti per essere al servizio del DNA del Marchio, un universo di servizi innovativi dedicati al cliente.
Una chiara missione: reinventare la sportività nel ventunesimo secolo. Il nome segna la continuità evolutiva con Stelvio, una nuova affascinante strada che porta verso una nuova destinazione: il futuro.
Tonale è prodotta in Italia, presso il rinnovato stabilimento “Gianbattista Vico” di Pomigliano d’Arco, una delle realtà produttive più avanzate nel mondo automotive, dove è stata realizzata una linea di montaggio dedicata con tecnologie d’avanguardia e livelli di automazione senza precedenti.
Tecnologia da primato su Tonale, volta ad esaltare l’esperienza di guida, la customer experience e proteggere il valore residuo.
In esclusiva mondiale, Tonale è la prima vettura sul mercato a essere dotata di certificato digitale NFT (non-fungible token). Basato su tecnologia “blockchain”, ed associato in maniera univoca, l’NFT di Tonale certifica la vettura al momento dell’acquisto, ed evolve a rappresentarne l’utilizzo nel corso del ciclo vita dell’auto, con assoluti vantaggi sulla protezione del valore residuo.
Connettività ai massimi livelli e un sistema di infotainment completamente nuovo, disegnato per offrire aggiornamenti “Over The Air” e integrazione con Amazon Alexa. Con una dimensione totale di 22.5”, i due grandi schermi Full TFT rappresentano il “best in class” nel segmento.
Tecnologia al servizio della sicurezza, con sistemi ADAS di livello 2, e del comfort a bordo. Si entra in un ambiente disegnato per e intorno agli occupanti, in cui la meticolosa cura dei dettagli sposa la ricerca continua della più elevata qualità.
Elettrificazione allo stato dell’arte: soluzioni tecniche uniche ed esclusive, concepite da Alfa Romeo per esaltare il proprio DNA. Il paradigma di Alfa Romeo: l’elettrificazione è al servizio del Marchio e del suo DNA, con la missione di reinventare la sportività nel ventunesimo secolo.
Due i livelli di elettrificazione, Hybrid e Plug-in Hybrid Q4, sviluppati da Alfa Romeo per garantire prestazioni “best in class”.
Sulla versione Hybrid Alfa Romeo propone una vera esperienza di guida elettrificata: esordisce in esclusiva l’inedito sistema a 48V Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo), specifico Alfa Romeo, capace di trasmettere moto alle ruote anche quando il propulsore a combustione interna è spento.
La versione Plug-in Hybrid Q4 a trazione integrale da 275 CV rappresenta il best in class della categoria con un’autonomia, in elettrico, prevista fino a 80 km nel ciclo cittadino. E’ la versione più potente ed efficiente della gamma.
Il cliente è al centro dell’universo Alfa Romeo. Qualità del prodotto e dei servizi ai massimi livelli per una customer experience completamente ridefinita: garanzia estesa, programma di certificazione dell’usato, selling online.
Soluzioni tecniche specifiche per una dinamica di guida di riferimento nel segmento.
Alfa Romeo Tonale sarà ordinabile da Aprile nell’esclusiva versione di lancio “EDIZIONE SPECIALE”.

IL DESIGN: FEDELE ALLA CONCEPT CAR, ITALIANO E INCONFONDIBILMENTE ALFA ROMEO

Il design definitivo di Tonale è straordinariamente fedele a quello della concept car da cui prende origine, grazie allo straordinario lavoro compiuto dal Centro Stile Alfa Romeo.
Destinato a un cliente giovane, metropolitano e dinamico, Alfa Romeo Tonale propone un design distintivo, sensuale e proiettato al futuro, in cui si esaltano i nuovi canoni stilistici che rimarranno i punti fermi nello sviluppo della gamma Alfa Romeo: i cerchi ruota a 5 fori, il cluster nel quadro strumenti “ a cannocchiale”, il volante sportivo a tre razze e i fari a sinusoide. Le sue dimensioni compatte – lunghezza 4.53 metri, larghezza 1.84 m. e altezza 1.6 m. – racchiudono così l’unicità del design italiano e lo stile originale e moderno tipicamente Alfa Romeo, in una sintesi tra un heritage prezioso e l’anticipazione del futuro.
Vi ricorrono infatti stilemi entrati nella storia dell’automobilismo mondiale, come la “GT Line” che corre dal posteriore sino al proiettore anteriore rievocando le forme della Giulia GT e alternandosi con i volumi pieni ed eleganti, che richiamano vetture iconiche come l’8C Competizione. Sul frontale campeggiano l’inimitabile “Trilobo” e il distintivo “Scudetto” Alfa Romeo, che funge da punto di forza centrale.
La fanaleria anteriore “3+3” con nuovi fari Full-LED Adaptive Matrix evoca lo sguardo fiero di SZ Zagato o del concept Proteo. Sviluppati insieme a Marelli, i tre moduli compongono una frontline unica della vettura e forniscono al contempo luce diurna, indicatore di direzione dinamico e dispositivo “Welcome and Goodbye” (la funzione che si attiva ogni volta che il guidatore chiude o apre l’auto), garantendo le migliori condizioni di illuminazione grazie all’introduzione di due tecnologie sofisticate: l’“Adaptive Driving Beam”, che fornisce una regolazione continua dei fari anabbaglianti in base alla velocità e alle specifiche condizioni di guida, e la “Glare-Free High Beam Segmented Technology”, che rileva automaticamente il traffico frontale e/o nel senso opposto per evitare l’abbagliamento delle altre auto; e infine un terzo modulo che si attiva automaticamente nella svolta in curva per garantire la miglior illuminazione laterale. Queste tecnologie offrono più efficienza – in termini di durata e risparmio energetico con un’emissione luminosa doppia rispetto alle tradizionali lampade alogene e meno emissioni – e maggiore sicurezza, grazie al minore affaticamento degli occhi e un migliore comfort di guida.
Le luci posteriori presentano gli stessi elementi di stile dei fari anteriori e formano una sinusoide che avvolge completamente il lato posteriore della vettura, rendendola una vera e propria firma luminosa unica e distintiva.
La sensualità e il dinamismo della vettura si evincono anche dal lunotto posteriore avvolgente, che rende omaggio all’8C Competizione, e dal design dei cerchi in lega che ripropone lo stilema Alfa Romeo del “disco telefonico”.
Ispirati alla storia racing di Alfa Romeo, gli interni sono concepiti in funzione del guidatore, con tutti i comandi facilmente raggiungibili per un’esperienza di guida sicura e ineguagliabile. La stessa cura viene riservata ai passeggeri che hanno a disposizione lo spazio ideale per viaggiare comodamente. Nasce così un ambiente disegnato per e intorno agli occupanti, connotato da una meticolosa cura dei dettagli che sposa la ricerca continua della più elevata qualità.
L’ambiente interno di Tonale suscita emozioni vere, senza dimenticare la dotazione tecnologica di ultima generazione che assicura un’esperienza connessa e confortevole, mantenendo al contempo il piacere di una guida sportiva sempre ai vertici.

TECNOLOGIA DA PRIMATO: PER ALFA ROMEO SOFTWARE E CONNECTIVITÀ ESALTANO L’ESPERIENZA DI GUIDA E PROTEGGONO IL VALORE RESIDUO

In esclusiva mondiale, su Tonale debutta la tecnologia NFT (Non-Fungible-Token), una novità assoluta nel settore automotive. Alfa Romeo è infatti il primo costruttore a collegare la vettura a un certificato digitale NFT. La tecnologia si basa sul concetto di “blockchain card”, un registro digitale secretato e non modificabile sul quale vengono riportate le principali informazioni sulla singola vettura. Questa off-board feature distintiva, di immediato utilizzo e sostenibile, sottolinea il carattere innovativo di Alfa Romeo. In base alla selezione del cliente, l’NFT riporterà i dati sulla vita vettura, generando così una certificazione che potrà essere utilizzata come garanzia del buon mantenimento della vettura, supportandone di conseguenza il valore residuo. Sul mercato dell’usato, la certificazione NFT rappresenterà infatti un’addizionale fonte di credibilità sulla quale il possessore/rivenditore potrà contare, mentre l’acquirente sarà rassicurato nella scelta della vettura.
Alfa Romeo interpreta l’utilizzo del software e della connettività per esaltare le sensazioni del guidatore, che è e rimane al centro. Per questo Tonale è dotata della tecnologia più avanzata per assicurare una esperienza connessa e confortevole, mantenendo al contempo il piacere di guida tipico di una Alfa Romeo.
Tra le maggiori novità di Alfa Romeo Tonale vi è l’integrazione delle funzionalità dell’assistente vocale Amazon Alexa che consente di vivere la propria vettura con la sensazione di “sentirsi a casa”, rendendo ancora più semplice e ricca di comfort l’esperienza quotidiana.
L’integrazione con Amazon è completa: grazie al “Secure Delivery Service”, si può scegliere Tonale come luogo di consegna di pacchi in arrivo, sbloccando le porte e consentendo al corriere di depositarli all’interno della propria vettura in tutta sicurezza.
Inoltre è possibile essere costantemente aggiornati sullo status del proprio veicolo comodamente da casa, di conoscere il livello di carica e/o del carburante, di ricercare i punti di interesse, di acquisire l’ultima posizione della propria vettura, di mandare comandi remoti di blocco e sblocco porte, e molto altro. Inoltre, tramite “Alexa” è possibile chiedere di aggiungere prodotti alla lista della spesa, di cercare un ristorante nelle vicinanze, di regolare le luci o il riscaldamento della propria abitazione domotica, il tutto senza distrarsi dalla guida.
Tonale offre di serie un sistema di infotainment integrato e completamente nuovo che, grazie al sistema operativo Android personalizzabile e alla connettività 4G con aggiornamenti “Over The Air” (OTA), garantisce contenuti, funzionalità e servizi sempre aggiornati.
Questo sistema annovera uno schermo da 12,3” totalmente digitale, l’unità principale touchscreen da 10,25” e una sofisticata interfaccia multitasking fluida che consente di avere tutto sott’occhio senza distogliere l’attenzione dalla strada e garantisce un’esperienza “smartphone like”. Con una dimensione totale di 22.5”, i due grandi schermi Full TFT rappresentano il “best in class” nel segmento.
Tecnologia anche al servizio della sicurezza e del comfort: guida autonoma è di livello 2, con nuovi sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) che intervengono secondo la filosofia Alfa Romeo. Anche in questo caso il software è al servizio del DNA del marchio, con il guidatore sempre al centro. Pertanto tutti i sistemi intervengono senza mai snaturare le sensazioni del guidatore, cui vengono lasciati il controllo e l’emozione di guida.
Tra questi ricordiamo l’“Intelligent Adaptive Cruise Control” (IACC) e il “Lane Centering” (LC) ed il “Traffic Jam Assist”- che regolano automaticamente velocità e traiettoria, mantenendo l’auto al centro della corsia e a distanza dal veicolo che la precede, garantendo così sicurezza e comfort. Equipaggiano Tonale anche altri dispositivi e tecnologie innovative che perfezionano l’interazione tra il conducente, il veicolo e la strada: dall’”Autonomous Emergency Braking”, che avvisa il guidatore del pericolo e frena il veicolo per evitare o mitigare la collisione anche nell’eventualità di un pedone o un ciclista, al sistema “Drowsy Driver Detection” che monitora la sonnolenza del conducente e lo avvisa in caso di necessità; dal’”Blind Spot Detection”, che rileva gli angoli ciechi posteriori segnalando eventuali veicoli in avvicinamento per evitare la collisione, al “Rear Cross Path Detection”, che individua i veicoli in avvicinamento laterale quando si va in retromarcia, fino alla telecamera a 360° ad alta risoluzione con griglia dinamica.

ELETTRIFICAZIONE ALLO STATO DELL’ARTE, CON SOLUZIONI CONCEPITE PER ESALTARE IL DNA DEL MARCHIO

Tonale segna per il Brand il naturale ingresso nel mondo dell’elettrificazione ma, fedele alla propria attitudine audace, Alfa Romeo definisce un paradigma: l’elettrificazione deve essere al servizio del Marchio e del suo DNA, con la missione di reinventare la sportività nel ventunesimo secolo.
Un impegno concreto verso un futuro orientato alla mobilità sostenibile, ma che al contempo tiene fede ai valori fondanti.
Due i livelli di elettrificazione, Hybrid e Plug-in Hybrid: su Tonale esordisce infatti il motore Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo) da 160 CV, in esclusiva per Alfa Romeo. Il propulsore 1.5 benzina con turbo a geometria variabile abbinato alla trasmissione automatica a doppia frizione sette marce Alfa Romeo TCT con motore elettrico “P2” 48 volt da 15 kW e 55 Nm è capace di trasmettere moto alle ruote anche quando il propulsore a combustione interna è spento. Alfa Romeo sceglie questa soluzione tecnica per offrire un’autentica esperienza elettrificata. La trasmissione consente infatti di partire e muoversi in modalità elettrica alle basse velocità, nelle manovre di parcheggio e in fase di veleggiamento. Al lancio è disponibile anche la versione Hybrid da 130 CV sempre accoppiata con l’ Alfa Romeo TCT a sette rapporti con motore elettrico “P2” 48 volt.
Il vertice delle prestazioni è garantito dall’esclusivo Plug-in Hybrid Q4 da 275 CV, che registra un’accelerazione 0-100 km/h in soli 6,2 secondi e un’autonomia, in puro elettrico, prevista fino 80 km nel ciclo cittadino (oltre 60 km nel ciclo combinato), best in class nel segmento. La trazione Q4, standard per la motorizzazione Plug in Hybrid, garantisce un livello di sicurezza e un piacere di guida senza pari.
Completa la gamma di motorizzazioni il nuovo diesel 1,6 litri da 130 CV e 320 Nm di coppia, in abbinamento al cambio automatico doppia frizione a 6 marce Alfa Romeo TCT e alla trazione anteriore.

IL CLIENTE È AL CENTRO DELL’UNIVERSO ALFA ROMEO: QUALITA’ DEL PRODOTTO E DEI SERVIZI

Con Tonale Alfa Romeo lancia una serie di nuovi servizi, che ridefiniscono la customer experience e che copriranno l’intera gamma del brand.
Un’esperienza digitale: il cliente potrà effettuare la propria esperienza d’acquisto on line comodamente da casa in tre semplici passaggi, accedendo ad una interfaccia identica rispetto a quella disponibile in concessionaria.
Garanzia estesa: Grazie agli incessanti sforzi volti a migliorare la qualità del prodotto finale, viene infatti resa disponibile un’innovativa garanzia estesa Alfa Romeo, che porta fino a 5 anni la durata della protezione sulle parti principali del veicolo. Inoltre, per quanto riguarda le batterie delle versioni ibride di Tonale, la garanzia viene estesa fino a 8 anni o 150.000 km di percorrenza, generando così la migliore offerta nel segmento.
Alfa Romeo Certified è invece l’offerta dedicata ai clienti dell’Usato e mira ad assicurare un’esperienza di acquisto identica a quella del nuovo. Queste le principali caratteristiche del servizio:
Copertura garanzia equivalente a quella di un veicolo nuovo
“Soddisfatti o rimborsati”, entro il limite di 10 giorni o 1.000 km
Nessun costo di manutenzione, per 15.000 km o 1 anno
120 controlli veicolo
Servizi personalizzati su after sale e finanziamento
Test drive
Assistenza stradale 24h/24h in Europa nel periodo di garanzia
Alfa Romeo Videocheck è infine il servizio dedicato all’After Sale, studiato da Alfa Romeo pensando al rapporto speciale che i propri clienti hanno con la loro vettura. Un solo obiettivo: qualità del servizio e trasparenza verso il cliente. Se una vettura ricoverata in Assistenza avesse bisogno di interventi aggiuntivi rispetto a quelli concordati col cliente, tramite una procedura via APP mobile i tecnici competenti dovranno certificarli con un video accompagnato dai relativi costi di riparazione. Il cliente sarà poi libero di accettare, in tutto o in parte, o di rifiutare, il nuovo preventivo.

DINAMICA DI GUIDA BEST IN CLASS GRAZIE A SOLUZIONI TECNICHE DEDICATE

Tonale si pone come riferimento nel segmento in termini di dinamica di guida. Assicura un comportamento dinamico impeccabile, da vettura sportiva, come dimostrano la migliore distribuzione dei pesi e lo sterzo più diretto del segmento (13,6), oltre ad essere l’unico modello della categoria equipaggiato con l’Integrated Brake System (IBS) e a proporre le palette fisse in alluminio. Contribuisce alle migliori performance di frenata l’adozione delle pinze fisse by Brembo a 4 pistoncini e dischi anteriori autoventilati e dischi pieni al posteriore. Per Tonale si è scelto lo schema a sospensioni MacPherson, completamente indipendente, con ammortizzatori FSD (Frequency Selective Damping). E per esaltarne ulteriormente le eccezionali doti di tenuta di strada, anche su terreni a scarsa aderenza, la nuova Tonale offre due soluzioni di motricità: trazione integrale Q4 per la versione Plug-in Hybrid Q4 e trazione anteriore per le versioni Hybrid e Diesel, queste ultime dotate anche di differenziale autobloccante elettronico Alfa Romeo. Completano l’offerta le sospensioni attive “Dual Stage Valve ” con smorzamento a controllo elettronico. Insomma, sedersi al volante della nuova Tonale vuol dire vivere una esperienza di guida coinvolgente che invita a viaggiare, qualunque sia la destinazione da raggiungere.

NUOVA LOGICA DI GAMMA

Alfa Romeo Tonale introduce una nuova logica di gamma che rende ancora più semplice la configurazione da parte del cliente. Infatti, sono disponibili due allestimenti – Super e Ti – ciascuno con una caratterizzazione ben definita che soddisfa le necessità dei clienti piu esigenti. Il trim Super, la porta di ingresso all’esperienza unica Alfa Romeo, può essere personalizzato con l’adozione del pack Sprint, che include numerosi optional dalla forte connotazione sportiva. Invece l’allestimento Ti, che esalta le doti di eleganza ed il carattere distintivo di Tonale, può essere arricchito con il pack Veloce per raggiungere il massimo in termini di performance e sportività.

PRODOTTA IN ITALIA A POMIGLIANO, LINEA DI PRODUZIONE DEDICATA E QUALITÀ SENZA COMPROMESSI

Alfa Romeo Tonale è realizzata nel rinnovato stabilimento “Gianbattista Vico” di Stellantis ubicato a Pomigliano d’Arco (Napoli) – una delle realtà produttive più avanzate del Gruppo – su una linea di produzione rinnovata e dedicata al nuovo modello Alfa Romeo, con una modernissima unità di assemblaggio creata appositamente. Progettato nel 1968 dall’Alfa Romeo e operativo dal 1972, il sito industriale ha prodotto finora oltre 5 milioni di vetture e conquistato numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui: nel 2012 la certificazione Silver del World Class Manufacturing (WCM) e l’Automotive Lean Production awards come miglior stabilimento d’Europa mentre l’anno successivo ha ricevuto la medaglia d’Oro e il livello “Gold” assegnatoli dal WCM. Inoltre, lo scorso anno è stato oggetto di un profondo rinnovamento per affrontare le sfide del futuro, come dimostra l’adozione delle tecnologie più innovative per la creazione di vetture ibride, la tutela e la formazione delle persone e il rispetto dell’ambiente.

Schwarzenegger diventa Zeus

PIERO CHIMENTI - Arnold Schwarzenegger diventa Zeus per la Bmw. Lo spot, che sarà presentato in occasione del SuperBowl in programma nella notte tra i 13 e 14 febbraio, vede Schwarzy che entra in un bar per ordinare un macchiato, come il teaser che è già presente su Internet.

Nuova Nissan Qashqai: la prova


BRUNO ALLEVI - SAN BENEDETTO DEL TRONTO. Nissan svela la nuova generazione del re dei crossover, il Qashqai. La vettura della casa del Sol Levante è disponibile con 1 Motore MildHybrid (Benzina + Elettrico) 1300 da 140 o 158 cv, negli allestimenti Visia, Acenta, Business, N-Connecta, N-Style, Tekna, Tekna+.

Gli Esterni

Esternamente la nuova Qashqai, lunga 443 cm, 4 in più di prima, vanta linee decise. Moderno e personale il frontale (praticamente identico a quello della Juke), dove spiccano i fari full led a freccia che contornano la mascherina, e da cui partono profili obliqui molto evidenti che ospitano delle prese d’aria. La fiancata si gioca sulle grandi ruote, fino a 20 pollici di diametro, e sullo slancio conferito dalla linea di base dei finestrini che sale verso la parte posteriore. Le profonde nervature nella parte bassa snelliscono ulteriormente l’insieme.

Gli Interni

Internamente l’abitacolo è moderno e punta più sull’eleganza e sulla praticità. Il cruscotto può avere strumenti analogici oppure, nelle versioni più ricche, un display di 12,3” configurabile (due le grafiche disponibili per tachimetro e contagiri) che fornisce molte informazioni e può mostrare anche la mappa del navigatore. Al centro della plancia c’è poi lo schermo dell’impianto multimediale di 9”. Rapido e intuitivo, ha inclusi Apple CarPlay e Android Auto senza cavo e la possibilità di inviare al navigatore la destinazione prescelta dal cellulare; previste quattro prese Usb (due sotto il bracciolo centrale e altrettante per i passeggeri posteriori) e la piastra per la ricarica senza fili degli smartphone. Comodi in generale i comandi e buone le finiture, con parecchie plastiche morbide. I sedili sono ampi e avvolgenti: decisamente rialzati, garantiscono una buona visibilità. L’abitabilità è buona: ci sono cinque posti comodi. Inoltre, l’accesso ai posti posteriori è molto agevolato dalle porte che si aprono ad angolo retto. La capienza del bagagliaio è di 504 litri: 74 in più di prima. Il rivestimento è curato e ci sono dei ganci appendiborse e due plafoniere, nonché il pianale (in due parti) posizionabile su altezze differenti, il divano è in due parti reclinabili.

Il Test Drive

Ed ora è il momento del test drive: la Nissan Qashqai guidata è stata la 1300 MildHybrid 2WD 140 cv Tekna da 37350 €. Il re si rinnova!!! Il veicolo, che a metà anni 2000, ha creato il settore dei crossover, si ammoderna con lo scopo di essere ancora di più il più amato dalla clientela, con nuove forme e disegni che arrivano dal futuro. La sua maneggevolezza è migliorata grazie alla nuova qualità costruttiva. Anche la sicurezza e gli ausili di guida sono stati migliorati e aumentati (adesso è disponibile con la guida semi-autonoma di ultima generazione). Ottimo sia nel traffico cittadino, che su strade extraurbane o sterrati (a seconda delle versioni è disponibile con trazione anteriore o integrale). Prestazionalmente parlando, il cuore pulsante del Qashqai è l’ottimo 1300 Turbo da 140 cv con sistema MildHybrid che permette, grazie alla doppia trazione benzina + elettrica, di abbassare consumi e costi di gestione complessivi, non sacrificando prestazioni e divertimento di guida.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 26550 € della 1300 MildHybrid 140 cv 2WD Visia per arrivare a 43740 € della 1300 MildHybrid 158 cv 4WD Tekna+ Xtronic Automatica (Hybrid).

Bruno Allevi

L’auto in oggetto è stata provata presso la Concessionaria Nissan “Emilcar” di San Benedetto Del Tronto

BMW svela la IX M60


Il BMW Group presenta la terza – ancor più potente – versione della nuova ammiraglia tecnologica: la BMW iX M60 (consumo combinato: 24,7 – 21,7 kWh/100 km secondo il WLTP; emissioni di CO2 combinate: 0 g/km). Con una potenza di 455 kW/619 CV, una coppia massima di 1.015 Nm in modalità Sport e di 1.100 Nm con Launch Control attivato e assetto delle sospensioni specifico M, crea un’esperienza unica nel mondo della mobilità priva di emissioni locali.

La BMW iX M60 combina il concept di un veicolo fortemente orientato alla sostenibilità con il design di un moderno Sports Activity Vehicle e una dinamica di guida ai massimi livelli. In questo modo, il veicolo incarna il meglio dei tre mondi BMW i, BMW X e BMW M GmbH. Grazie ai suoi highlight tecnologici, che riguardano anche la guida autonoma, il funzionamento e la connettività, la nuova BMW iX M60 rappresenta una nuova concezione del lusso d’avanguardia, prestazioni di livello e carattere premium.

Al via la mobilità elettrica nel segno dell’iconicità di BMW M

La BMW iX M60 accelera da ferma a 100 km/h in soli 3,8 secondi. L’erogazione di potenza dei motori elettrici M si estende fino ai regimi più alti, così che l’incremento della velocità rimanga quasi costante fino al raggiungimento della velocità massima – limitata elettronicamente – di 250 km/h. L’autonomia della BMW iX M60, determinata nel ciclo di prova WLTP raggiunge i 566 chilometri.

Il debutto della BMW iX M60 segna un importante traguardo nella storia di BMW M GmbH, iniziata 50 anni fa. Insieme alla BMW i4 M50 (consumo combinato: 22,5 – 18,0 kWh/100 km secondo il WLTP; emissioni di CO2 combinate: 0 g/km), rappresenta l’ingresso del brand BMW M nel segmento delle auto elettrificate ad alte prestazioni. L’estrema potenza e il controllo della trazione integrale elettrica, insieme alla limitazione dello slittamento delle ruote basata su attuatori altamente reattivi e a una tecnologia delle sospensioni che include, tra l’altro, una sospensione a doppio asse tipica della messa a punto M, con controllo automatico del livello, garantiscono l’esperienza di guida, l’agilità e la precisione tipiche di BMW M.

La BMW iX M60 viene prodotta insieme alle altre versioni dello Sports Activity Vehicle (SAV) all-electric nello stabilimento del BMW Group a Dingolfing. Verrà presentata in anteprima presso il Consumer Electronics Show (CES) di Las Vegas (USA) a gennaio 2022. Il lancio sul mercato globale sarà a giugno 2022.

Veicolo dal concept armonico e dal carattere squisitamente sportivo

Il concept della BMW iX fornisce la base ideale per un SAV all-electric con caratteristiche prestazionali elevate. La struttura della carrozzeria, il design e l’assetto delle sospensioni mirano a garantire una guida confortevole e allo stesso tempo dinamica e sportiva. Il concept che si cela dietro lo spaceframe in alluminio e la gabbia di carbonio in resina rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) nel tetto, nelle sezioni laterali e posteriori è dato da un mix intelligente di materiali che combina una maggiore rigidità con un peso ottimizzato.

L’utilizzo del CFRP per ridurre il peso non è una novità per BMW M GmbH. Il leggerissimo materiale high-tech ha già portato grandi risultati nel combinare le prestazioni del motore e il peso nella BMW M3 CSL, introdotta nel 2003. BMW M GmbH è stata la prima ad utilizzare il CFRP nella produzione automobilistica su larga scala. In numerose attuali auto sportive ad alte prestazioni di BMW M GmbH, il tetto standard in fibra di carbonio e altri componenti in CFRP rientrano nel processo di costruzione ultraleggera e intelligente.

Le prestazioni, l’efficienza e l’autonomia della BMW iX M60 beneficiano anche delle sue proprietà aerodinamiche ottimizzate, che le donano un coefficiente di resistenza (valore Cd) di 0,26 in modalità Sport. La batteria ad alto voltaggio, posizionata in profondità nel sottoscocca, abbassa il centro di gravità del veicolo, garantendo una facile maneggevolezza e una distribuzione equilibrata del carico sugli assi. Ecco perché le caratteristiche prestazionali della BMW iX M60 non sono solo rappresentate da un’accelerazione incredibile ed immediata, ma anche da un’eccezionale dinamica in curva e da una manovrabilità altamente controllabile, anche nelle situazioni più dinamiche. Le proprietà di guida perfettamente bilanciate donano alla BMW iX M60 una sensazione di sicurezza e leggerezza a tutte le velocità. Può anche essere spinta fino ai limiti fisici dando al conducente un chiaro feedback in pieno stile BMW M.

La prima automobile BMW M basata sul nuovo sistema modulare del futuro

La BMW iX M60 combina le tipiche caratteristiche prestazionali M con la tecnologia all’avanguardia del nuovo sistema modulare del BMW Group per la guida autonoma, il funzionamento, la connettività e i servizi digitali. Questo mix crea un’esperienza di mobilità premium senza precedenti. A ciò si unisce anche l’architettura dell’abitacolo interamente rinnovata, che da una grande percezione dello spazio.

Come per le altre versioni del modello, la BMW iX M60 presenta la più ampia gamma di equipaggiamenti standard mai offerti da BMW nel campo dei sistemi di assistenza alla guida, nonché numerose innovazioni. Una nuova generazione di sensori, un nuovo sistema di software e una potente piattaforma di calcolo permettono un costante avanzamento delle funzioni di guida e parcheggio automatizzati – con funzionalità di livello 3 nel medio termine.

L’ultima generazione del sistema multimediale iDrive potenzia l’interazione tra conducente e veicolo permettendo un dialogo naturale tra i due. Il sistema si basa sul nuovo BMW Operating System 8 ed è stato progettato con un focus sulla funzione touch del nuovo BMW Curved Display e sulla comunicazione vocale con il BMW Intelligent Personal Assistant, entrambi ampiamente migliorati. I Remote Software Upgrades offrono la possibilità di installare da remoto (over-the-air) nuove e migliori funzionalità del veicolo. La navigazione con il sistema cloud-based BMW Maps e il Control Display con Augmented Reality Video assicurano una pianificazione rapida e precisa del percorso e una perfetta guida nel traffico. La BMW iX, utilizzando lo standard 5G, è all’avanguardia nella trasmissione dei dati.

Design lineare, inedita percezione dello spazio, equipaggiamento di serie straordinariamente esauriente

Possenti proporzioni di un SAV moderno, design ridotto delle superfici e dettagli definiti caratterizzano il lineare look esterno della BMW iX M60. Le pinze dei freni dell’impianto frenante sportivo verniciate in blu e dotate di logo M, la BMW Individual Titanium Bronze Exterior Line e i loghi M nella nuova finitura High Gloss Black/Titanium Bronze sui pannelli laterali anteriori e sulla parte posteriore del veicolo contribuiscono a donare alla BMW iX M60 il suo autentico carattere sportivo. I cerchi aerodinamici da 22 pollici con esclusivo design Titanium Bronze sono opzionali.

L’interno spazioso, di alta qualità e dal design innovativo, aiuta il conducente a concentrarsi attivamente sulla guida, offrendo allo stesso tempo il comfort di viaggio e il piacere del lusso. I sedili multifunzione con poggiatesta integrati, il grande BMW Curved Display, il volante esagonale e il rivestimento del tetto color antracite accrescono il piacere di guidare. L’eliminazione del tunnel centrale crea ulteriore spazio per le gambe, nonché uno spazio portaoggetti, con una consolle centrale disegnata come se fosse un mobile di alta qualità. L’interno Suite opzionale comprende sedili in pelle naturale, cruscotto, consolle centrale e portiere rivestite, superfici e comandi in Gold Bronze. Indipendentemente dal layout del display selezionato e dalla modalità My Mode attiva, nella parte sinistra del display informativo viene visualizzato il logo M.

Il carattere unico della BMW iX M60 è ulteriormente enfatizzato dal suo vasto equipaggiamento di serie che comprende, tra gli altri, il BMW Live Cockpit Professional e la BMW Natural Interaction, che permette di selezionare le funzioni attraverso la voce e i gesti, il Bowers & Wilkins Diamond Surround Sound System, il BMW Laser Light, il Comfort Access, l’Active Seat Ventilation per guidatore e passeggero anteriore e l’Heat Comfort Package.

Concetto olistico di sostenibilità: estrazione controllata delle materie prime, produzione con elettricità verde al 100%, alta percentuale di materiali naturali e riciclati

L’uso responsabile delle risorse lungo l’intera catena del valore e la massima riduzione dell’impronta di CO2 lungo tutto il ciclo di vita del prodotto esprimono il modo in cui BMW i intende e definisce la mobilità premium orientata al futuro. Questo approccio olistico è implementato coerentemente nello sviluppo dei veicoli, in tutta la catena di fornitura e nella produzione della BMW iX M60. Il marchio BMW i è sinonimo di sostenibilità ecologica e sociale.

Le forniture di cobalto e litio necessarie per le batterie ad alto voltaggio vengono acquistate dal BMW Group da fonti controllate in Australia e Marocco e consegnate ai produttori di celle delle batterie. Il principio strutturale dei motori elettrici permette di rinunciare all’uso di terre rare nel rotore. Inoltre, l’alluminio acquistato dal Gruppo viene prodotto sfruttando l’elettricità degli impianti di energia solare.

Per la produzione dei veicoli e per la fabbricazione delle celle delle batterie viene utilizzata elettricità verde al 100%. Un altro fattore che rende possibile l’uso efficiente delle risorse nella produzione della BMW iX M60 è l’utilizzo di un’elevata percentuale di alluminio secondario e di plastica riciclata. Gli interni sono in legno certificato FSC, pelle conciata con estratto di foglie d’ulivo e altri materiali naturali. Inoltre, per i rivestimenti del pianale e i tappetini vengono utilizzate reti da pesca riciclate.

Auto e Dimore insieme per il patrimonio pugliese: nasce a Lecce il Legend Club Italiano


LECCE – Nasce a Lecce il Legend Club Italiano un sodalizio voluto per coniugare il motorismo storico con il patrimonio architettonico d’epoca e storico.

L’iniziativa è patrocinata da Assocastelli l’associazione italiana dei gestori e proprietari di immobili d’epoca e storici che in Puglia è presente con circa 80 soci tra gestori e proprietari.

Presidente del Legend Club Italiano è stato nominato Flavio Greco che oltre a coltivare la passione per le auto proprio a Lecce gestisce la Dimora San Leucio nel centro storico.

Tra i soci più importanti figura certamente Cesare Fiorio celebre pilota che negli anni ’60 fondò HF (il reparto corse della Lancia), poi divenne direttore sportivo della Ferrari e anche consigliere di amministrazione della Juventus.

Negli anni ’90 pilotò la nave Destriero, di proprietà del principe Karim Aga Khan, e conquistò il record di traversata atlantica.

Oggi Cesare Fiorio vive a Ceglie Messapica in provincia di Brindisi dove è proprietario insieme alla famiglia (il figlio Alex anche lui pilota e la figlia Maria Paola) della Masseria Camarda.

Un plauso all’iniziativa, tramite la console regionale Cristina Caiulo, è arrivato da parte del Presidente nazionale di Assocastelli Ivan Drogo Inglese che è pure presidente degli Stati Generali del Patrimonio Italiano.

Drogo Inglese, proprio in questi giorni è impegnato all’Università del Salento di Lecce per la prima edizione del corso di “promozione e valorizzazione del patrimonio architettonico e immobiliare italiano” coordinato insieme al rettore Fabio Pollice.

Il club realizzerà un programma di concorsi di eleganza, sfilate e raduni e tutte le iniziative avranno come comune denominatore la scenografia rappresentata dal patrimonio architettonico pugliese.
Tra le iniziative in programma l’apertura di una delegazione in provincia di Bari.

Automotive: +5,5% immatricolazioni in Italia nel '21

ROMA - Mercato dell'auto ancora in forte calo in Italia. Il mercato italiano dell'auto chiude il 2021 con 1.457.952 immatricolazioni, in crescita del 5.5% rispetto al 2020. Nel mese di dicembre sono state vendute 86.679 auto, con un pesante -27,54% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. I dati sono stati diffusi dal ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.

Nel 2021 il gruppo Stellantis ha immatricolato in Italia 549.775 auto, il 2,6% in più del 2020. La quota è pari al 37,7% rispetto al 38,8% dell'anno precedente. A dicembre il gruppo Stellantis ha venduto 31.687 auto, in calo del 34,8%, con la quota che scende al 36,6% dal 40,6%.

Audi R8 V10 performance RWD: sportività pura


Iniezione di potenza (+30 CV) e coppia (+10 Nm) per la sportiva Audi a trazione posteriore. Nuova Audi R8 V10 performance RWD, proposta in configurazione Coupé e Spyder, deriva dalla versione da competizione Audi R8 LMS GT4 e può contare sull’esuberanza dell’iconico V10 5.2 FSI aspirato. La taratura dell’assetto e dell’elettronica è adattata in funzione delle 2WD per drift controllati e puro divertimento al volante. Per la prima volta disponibili highlight tecnici quali i freni carboceramici e lo sterzo dinamico.

Audi R8 RWS, prima serie della supercar dei quattro anelli a trazione posteriore, ha debuttato nel 2018 in edizione limitata a 999 esemplari: un cammeo all’interno della famiglia Audi Sport, volto a celebrare la vittoriosa esperienza del Brand nelle competizioni Gran Turismo, in special modo nelle categorie GT3 e GT4. Con l’entrata a listino della nuova generazione della sportiva dei quattro anelli, Audi R8 2WD ha assunto la denominazione RWD (Rear Wheel Drive), divenendo un modello permanente in gamma.

Caratterizzata dalla condivisione di oltre il 60% dei componenti con la racing car Audi R8 LMS GT4, Audi R8 V10 RWD è l’Audi più simile a un’auto da corsa. Ora, grazie all’introduzione della variante performance, può contare su di un’iniezione di potenza (+30 CV) e coppia (+10 Nm) oltre che su dotazioni che ne rafforzano il feeling al volante e l’efficacia nella guida più sportiva.

Audi Space Frame e velocità massima di 329 km/h

Affilata come non mai, Audi R8 V10 performance RWD è disponibile nelle configurazioni Coupé e Spyder. Straordinariamente reattivo alle pressioni dell’acceleratore e con una “fame di giri” sconosciuta ai propulsori turbocompressi, il V10 5.2 FSI a collocazione centrale eroga 570 CV a 8.000 giri/min e 550 Nm di coppia a 6.400 giri.

Valori che consentono alla supercar a trazione posteriore di scattare da 0 a 100 km/h in 3,7 secondi raggiungendo una velocità massima di 329 km/h, mentre la variante Spyder è accreditata di uno 0-100 km/h in 3,8 secondi e una punta massima di 327 km/h. Prestazioni cui contribuiscono la trasmissione a doppia frizione S tronic a 7 rapporti, adattata in funzione della trazione posteriore, il differenziale meccanico autobloccante e il peso a vuoto di, rispettivamente, 1.590 e 1.695 kg.

Analogamente alle altre versioni in gamma, Audi R8 V10 performance RWD adotta la scocca Audi Space Frame in alluminio e materiale plastico rinforzato con fibra di carbonio.

Drift controllati e, per la prima volta, sterzo dinamico e freni carboceramici

La taratura specifica dell’assetto e dell’elettronica, sviluppata in funzione della trazione posteriore, è garanzia di uno straordinario divertimento al volante. Sono possibili drift controllati qualora il conducente selezioni il programma dynamic del sistema di gestione della dinamica di marcia Audi drive select (di serie) e attivi la modalità sportiva dell’ESC. Al raggiungimento del limite, il controllo elettronico della stabilità interviene in modo tale da ripristinare le condizioni di sicurezza ottimali.

Lo schematismo delle sospensioni a doppio braccio triangolare in alluminio, così come la disponibilità dell’assetto sportivo performance con barra antirollio anteriore in alluminio e carbonio misto a poliuretano termoplastico (CFRP), confermano il DNA racing della vettura, mentre lo sterzo elettromeccanico, di serie e tarato appositamente per l’abbinamento alle 2WD, vede la servoassistenza variare in funzione dell’andatura e del setup selezionato mediante l’Audi drive select. Lo sterzo dinamico, per la prima volta disponibile per Audi R8 RWD, adatta il rapporto di trasmissione in funzione della velocità di marcia: in manovra è molto diretto, mentre ad alta velocità spicca per rigore e stabilità.

Alla ripartizione dei pesi 40:60 tra assale anteriore e posteriore contribuiscono i cerchi in lega da 19 pollici (di serie) o 20 pollici (optional). A richiesta sono disponibili pneumatici di derivazione racing nei dimensionamenti 245/30 R20 all’avantreno e 305/30 R20 al retrotreno. L’impianto frenante si avvale di dischi in acciaio autoventilanti e forati dal profilo a onda (design “wave”). Perni in acciaio inox li collegano alle tazze in alluminio e impediscono la trasmissione dei picchi di temperatura. All’avantreno operano pinze fisse a otto pistoncini e superfici d’attrito con diametro di 380 mm, mentre al retrotreno agiscono pinze a quattro pompanti con dischi da 356 mm. A richiesta sono disponibili, per la prima volta per Audi R8 RWD, i dischi carboceramici con pinze specifiche.

Look da GT4 e produzione presso il sito d’eccellenza Audi Böllinger Höfe

Il design, ispirato alla versione GT4 da competizione, è caratterizzato dal single frame in nero opaco e dai listelli verticali che suddividono le ampie prese d’aria frontali. La grinta della vettura può essere ulteriormente enfatizzata optando per i pacchetti look nero ampliato con anelli Audi e loghi anch’essi dalla finitura lucida total black. Alla base dell’estremità del cofano anteriore sono presenti tre fessure piatte: un richiamo alla mitica Audi Sport quattro degli Anni ‘80, icona del Marchio. Lo splitter può contare su di una superficie maggiorata, così come le aperture alla base dei gruppi ottici posteriori e la griglia in corrispondenza dell’estrattore.

Nuova Audi R8 V10 performance RWD è disponibile in dieci colorazioni, tra le quali la tinta Blu Ascari metallizzato, sinora riservata ad Audi R8 V10 performance quattro.

Il programma Audi exclusive consente molteplici possibilità di personalizzazione, spaziando dalle verniciature opache alla customizzazione dei sideblade.

Quanto all’abitacolo, spiccano i sedili sportivi a regolazione parzialmente elettrica rivestiti in Alcantara e pelle, il volante multifunzione plus a due satelliti, quattro satelliti nella versione performance, e la plancia impreziosita dal badge RWD. Dotazioni cui si aggiungono l’Audi virtual cockpit da 12,3 pollici, di serie, e la disponibilità dei sedili a guscio R8.

Audi R8 V10 performance RWD è prodotta presso il sito carbon neutral Audi Böllinger Höfe, dove nasce anche la Granturismo elettrica Audi e-tron GT e dove avanguardistiche tecnologie – come il ricorso alla realtà virtuale e il riciclo della plastica e dell’alluminio – si affiancano a lavorazioni realizzate con maestria artigiana.

Audi R8 V10 performance RWD raggiungerà le Concessionarie italiane nel corso del primo trimestre del 2022 con prezzi da 168.650 euro per la variante Coupé, da 181.950 euro per la versione Spyder.

Ford Mustang Mach-E: la prova


BRUNO ALLEVI – GROTTAMMARE. Ford elettrizza la Mustang, presentando la Mach-E, un crossover elettrico dalle caratteristiche sportive. La vettura allemano-americana è disponibile con 1 Motore Elettrico nelle potenze di 269, 294, 351, 487 cv, negli allestimenti Mach-E, Mach-E AWD, GT.

Gli Esterni

Esternamente oltre al nome, la Mustang Mach-E e la Mustang hanno evidenti punti di contatto nello stile, perché la crossover ha forme muscolose che esprimono dinamismo: lunga 472 cm, la Mach-E ha il tetto spiovente verso la coda, finestrini laterali di altezza ridotta e fanali posteriori con tre elementi luminosi, simili a quelli della Ford Mustang. Lo stesso vale per l’ampia mascherina, che nella crossover è chiusa a vantaggio dell’efficienza.

Gli Interni

Internamente l’abitacolo si differenzia nettamente dalla carrozzeria, perché ha un aspetto più essenziale e pulito. A dominare l’ambiente è lo schermo a sfioramento di 15,5” montato verticalmente nella plancia, dal quale si controlla il rinnovato sistema multimediale Sync 4, in grado di apprendere le azioni ricorrenti del guidatore. Oltre allo schermo di 15,5” c’è il sottile cruscotto digitale di 10,2”, mentre i pochi comandi fisici sono raccolti sulle razze del volante, alla sua sinistra e nel tunnel fra i sedili, dove si trovano il selettore del cambio automatico e il tappetino per ricaricare senza filo gli smartphone predisposti.

Il Test Drive

Ed ora il momento del test drive: la Mustang Mach-E guidata è stata la Mach-E 269 cv Standard Range da 55000 €. Ford entra nel segmento dei veicoli elettrici scomodando niente meno che Mustang per svelare la Mach-E, un crossover dalle forme sportive, derivante della Mustang tradizionale per frontale e coda. Su strada la Mach-E incarna in pieno le doti di maneggevolezza e sicurezza delle vetture della casa dell’ovale blu, ma con la grinta e la sportività del marchio Mustang. Le prestazioni sono straordinarie già nella potenza base da 269 cv, con accelerazioni brucianti e scatti da sportiva purosangue, garantendo un’ottima autonomia di poco sotto i 500 km.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 51900 € della Mach-E 269 cv Standard Range per arrivare a 76750 € della GT Extended Range (Elettrico).

Bruno Allevi

L’auto in oggetto è stata provata presso la Concessionaria Ford – Mazda – Seat – Cupra “Sciarra” di Grottammare

Con Maldarizzi Automotive S.p.A. si accende il Natale a Bari Vecchia


BARI - Con Maldarizzi Automotive S.p.A. si accende il Natale a Bari vecchia. Un grande albero illumina piazza dell'Odegitria. I ringraziamenti del Presidente del 1^ Municipio della Città di Bari, Lorenzo Leonetti e dell’Assessore Sviluppo Economico del Comune di Bari, Carla Palone.

Un vero e proprio rituale che è entrato a far parte della tradizione della nostra comunità. Il maestoso albero luminoso accende anche quest’anno il Natale a Bari in Piazza dell’Odegitria, davanti alla splendida Cattedrale di San Sabino. Un omaggio che la Maldarizzi Automotive S.p.A. fa a tutta la Comunità, in collaborazione con Municipio 1 e il Comune di Bari.


In allegato foto ufficiale dell’inaugurazione dell’Albero, alla presenza del Cav.Lav. Francesco Maldarizzi - Presidente della Maldarizzi Automotive S.p.A.-, Lorenzo Leonetti -Presidente del 1^ Municipio della Città di Bari- , Carla Palone - Assessore Sviluppo Economico del Comune di Bari- e Don Franco Lanzolla - Parroco della Cattedrale di San Sabino.

Lamborghini: 4 anni di Urus


Il Super SUV Lamborghini Urus festeggia quattro anni dalla data della sua presentazione mondiale, avvenuta il 4 dicembre del 2017 presso la sede di Sant’Agata Bolognese. Terzo modello a fianco delle supersportive Aventador e Huracán, ha inaugurato un nuovo segmento del lusso automotive, quello dei Super SUV, ponendosi come punto di riferimento in termini di potenza, prestazioni, dinamica di guida, design, lusso e fruibilità quotidiana. Ma non solo: ha dato l’avvio al più grande periodo di trasformazione dell’Azienda, che in quattro anni è decollata, diventando protagonista della scena mondiale.

Grazie a Urus, vendite, fatturato e redditività hanno raggiunto livelli senza precedenti nella storia del marchio. Il fatturato, anno dopo anno, è cresciuto del 40%, passando da 1.009 milioni a 1,415 milioni nel 2018, anno di avvio della commercializzazione, fino a raggiungere il picco di 1,81 miliardi di euro nel 2019 e 1,61 miliardi nel 2020 (periodo Covid), anno del record di profittabilità dell’azienda.

La crescita delle vendite a livello mondiale è ancora più sorprendente, avendo raggiunto il primato delle 8.205 unità consegnate ai clienti (+43%) nel 2019, un raddoppio dei volumi rispetto al periodo precedente l’arrivo di Urus. Dal 2018 a fine 2021 sono 16.000 le Urus in totale consegnate a livello mondiale, un dato che decreta il Super SUV di Lamborghini come il modello più venduto in 4 anni nella storia dell’azienda. Un successo planetario, che ha toccato ogni angolo dei 5 continenti, e consentito a Lamborghini di conquistare l’85% di clienti nuovi.

Sotto il profilo industriale, il progetto Urus ha inoltre portato al raddoppio del sito produttivo di Sant’Agata Bolognese, passato da 80.000 a 160.000 mq, per la creazione del nuovo stabilimento, e della verniciatura, oltre alla nuova finizione, una nuova palazzini uffici, una pista prova, un nuovo magazzino logistico, un secondo impianto di trigenerazione e un energy hub. A supporto del periodo di trasformazione l’Azienda ha inoltre fortemente investito nel capitale umano attraverso l’assunzione di oltre 700 persone in poco più di 4 anni con contratto a tempo indeterminato.

Spinto da un motore V8 biturbo da 4,0 litri che produce 650 CV e 850 Nm di coppia, Urus accelera da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 305 km/h. Presenta inoltre un’offerta colori che all’inizio della vendita prevedeva 16 colori e che oggi, grazie alla costruzione di un paintshop dedicato e al lavoro del dipartimento Ad Personam di Lamborghini nello sviluppo di nuove possibilità di personalizzazione, può offrire più di 45 colori diversi.

La sua grande versatilità di utilizzo su ogni terreno è resa possibile dalle sei differenti modalità di guida (Strada, Sport, Corsa, Sabbia, Terra e Neve), a cui si aggiunge la EGO che permette al conducente di personalizzare completamente la configurazione scegliendo la rigidità necessaria per una guida molto confortevole o un’impostazione estremamente sportiva e dinamica in base al proprio stile di guida e alle condizioni della strada.

Prestazioni e versatilità straordinarie, che hanno condotto la Urus a sfide estreme, come quella sul lago Baikal in Russia. Qui il Super SUV Lamborghini, a marzo 2021, ha stabilito il record di velocità sul ghiaccio durante i Days of Speed, con una velocità massima di 298 km/h e una velocità media con partenza da fermo di 114 km/h sui 1000 metri. E ancora nel 2021 Urus ha raggiunto la strada motorabile più alta del mondo in cima al passo Umling La, nella regione himalayana dell’India nel Jammu e Kashmir, a più di 5800 metri sul livello del mare, arrivando ancora più in alto del campo base del Monte Everest.

Supercar, nasce Bugatti Riyadh


Lo showroom si trova all’interno di uno dei distretti più ricercati di Riyadh, perfettamente posizionato e progettato meticolosamente, per ospitare alcune delle auto ipersportive più avanzate mai create. Durante uno speciale evento di lancio ospitato il 16 novembre, due delle ultime creazioni Bugatti, Chiron Pur Sport e Chiron Super Sport, sono state gli ospiti d’onore.

Come con qualsiasi partner globale di Bugatti, il nuovo showroom di Riyadh offre ai visitatori la speciale esperienza del marchio che i clienti e gli ospiti godono presso la sede centrale di Bugatti a Molsheim, in Francia. La presentazione contemporanea è dominata da design all’avanguardia e materiali pregiati, con linee distintive e superfici chiare che ricordano le auto ipersportive Bugatti.

Bugatti ha ospitato il suo primo evento di guida in Arabia Saudita, mentre i clienti hanno provato il dinamismo del Chiron Pur Sport sulle strade costiere di Jeddah e gli orizzonti ondulati intorno alla città di Riyadh. Bugatti ha anche scelto l’Arabia Saudita come location in Medio Oriente per debuttare con la Chiron Sport “Les Legendes du Ciel”, un’edizione esclusiva che rende omaggio ai leggendari piloti francesi centrali nella storia e leggenda di Bugatti.

Nei prossimi giorni, Bugatti Riyadh inviterà i luminari del Regno a provare il Chiron Pur Sport e il Chiron Super Sport come parte di un evento esclusivo, in cui i clienti avranno l’opportunità di sperimentare lo spettro delle prestazioni della famiglia Chiron.

Come la più agile Chiron, la Pur Sport è costruita per conquistare le curve e per farlo con la massima compostezza. Un telaio messo a punto combinato con il torque vectoring dinamico completano perfettamente il motore W16 da 8,0 litri da 1.500 CV, da sempre il cuore pulsante e l’aspetto più viscerale dell’auto ipersportiva.

La Chiron Super Sport può coprire il terreno come nessun’altra automobile. Con una velocità massima di 440 km/h è il veicolo di produzione Bugatti più veloce, grazie in gran parte al motore W16 da 8,0 litri completamente rivisto, che produce 1.600 CV. Questa meraviglia dell’ingegneria all’avanguardia è ospitata all’interno della carrozzeria “longtail” dell’auto ipersportiva, estesa di circa 25 cm per un flusso d’aria ottimale, creando una combinazione che non conosce eguali quando si tratta di prestazioni longitudinali automobilistiche.

Oltre alla grande apertura dello showroom, Bugatti Riyadh era presente anche in uno dei principali raduni automobilistici della regione: il Riyadh Car Show. Con un pubblico globale e regionale di clienti e appassionati Bugatti presenti, Chiron Sport, Pur Sport, Super Sport e Bolide sono stati orgogliosi al fianco di alcuni dei marchi leader a livello mondiale.

Mazda presenta la 3 MY2022


Mazda Italia presenta la versione 2022 della Mazda3, la vettura di segmento C della Casa giapponese, disponibile sia nella versione hatchback 5 porte sia in quella sedan 4 porte, che si rinnova esteticamente e offre una più ricca esperienza di connettività, grazie a importanti aggiornamenti al sistema di infotainment.

Esternamente, alla gamma colori della Mazda3 2022 si aggiunge la nuova tinta Platinum Quartz e i gruppi ottici posteriori e gli indicatori di direzione presentano un nuovo design Kodo. Per la versione 2022 il line-up della 5 porte si arricchisce con la versione speciale Homura. In giapponese “Homura” significa “fuoco o fiamma” e Mazda ha scelto questo nome per caratterizzare le proprie versioni dedicate ai clienti che cercano una personalizzazione sportiva della propria vettura attraverso una serie di dettagli esclusivi che le conferiscono un aspetto più grintoso sia nel look esterno sia in quello interno. La Mazda3 hatchback Homura si contraddistingue, infatti, per la presenza di finiture esterne in nero lucido per i gusci degli specchietti retrovisori e per i cerchi in lega da 18”, che la rendono ancora più sportiva e seducente. Anche gli interni hanno una caratterizzazione sportiva con i sedili in tessuto nero e le cuciture rosse a contrasto.

Per quanto riguarda il sistema di infotainment, la Mazda3 2022 fa un deciso passo in avanti. Grazie allo sviluppo di funzionalità remote (in car Wi-Fi/Connected Services), usufruibili mediante la MyMazda App, la connettività a bordo della Mazda è sensibilmente migliorata. I proprietari della Mazda3 2022 potranno ricevere informazioni sullo stato dell’auto, controllare la chiusura delle portiere, la posizione della vettura e anche trasmettere la destinazione scelta attraverso lo smartphone al navigatore della propria auto.

La Mazda3 2022, disponibile solo con motorizzazioni ibride e-Skyactiv con tre livelli di potenza, 122, 150 e 186 CV e declinata su due diversi stili di carrozzeria – hatchback 5 porte e sedan 4 porte – è ordinabile da oggi in concessionaria. I prezzi di listino della versione hatchback vanno dai 24.850 euro della Mazda3 2.0 l 122 CV e-Skyactiv G Evolve fino ai 35.450 euro della Mazda3 2.0 l 186 CV e-Skyactiv X AWD Exclusive. Per la versione Homura il listino parte invece da un prezzo chiavi in mano di 26.000 euro per la versione 2.0 l 122 CV e-Skyactiv G fino ai 29.200 euro per la versione dotata di motore e-Skyactiv X 2.0 l 186 CV. Mazda3 con carrozzeria 4 porte sedan è invece ordinabile a un prezzo di listino che va dai 27.550 euro della Mazda3 2.0 l 122 CV e-Skyactiv G Executive fino ai 34.250 euro della Mazda3 2.0 l 186 CV e-Skyactiv-X Exclusive. L’arrivo in concessionaria delle vetture è previsto per l’inizio del nuovo anno.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo