Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post

Basket, l'Happy Casa Brindisi vince a Varese per 84-71

(via Happy Casa Brindisi fb)
FRANCESCO LOIACONO - Nella settima giornata di andata di A/1 di basket maschile l’ Happy Casa Brindisi vince 84-71 a Varese. Primo quarto,  Jones e Beane 8-4 per i lombardi. Nick Perkins impatta per i pugliesi, 13-13. Gaspardo, questo quarto termina in parità, 18-18. Secondo quarto, Jones 26-20 per i lombardi. Gaspardo, 32-28 per i pugliesi. Nick Perkins, Brindisi prevale 43-37. 

Terzo quarto, Adrian 47-42 per la squadra di Frank Vitucci.  Gaspardo, Brindisi trionfa 62-53. Quarto quarto, Chappell 66-55 per i pugliesi. Nick Perkins, 73-67. Ancora Nick Perkins 78-70. Chappell, 81-71. Gaspardo, l’ Happy Casa Brindisi vince questo quarto e 84-71 tutta la partita. 

Successo meritato per la squadra di Frank Vitucci. Migliori marcatori, nei pugliesi Gaspardo 27 punti e Nick Perkins 19. Nel Varese Jones 22 punti e Beane 14. Nell’ ottava giornata di andata l’ Happy Casa Brindisi giocherà Domenica 14 Novembre alle 18, 15 in casa con il Trento.

Covid Puglia: +166 casi, due morti. Tasso di positività al 0,98%

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia si registrano 166 nuovi casi positivi al Covid-19 su 16.895 test eseguiti nelle ultime ore. Due le persone morte. Il tasso di positività è dello 0.98%. I nuovi casi di positività sono così distribuiti: in provincia di Bari 41, nella Bat 15, nel Brindisino 26, in provincia di Foggia 41, nel Leccese 26, in provincia di Taranto 15, un residente fuori regione, uno in provincia in via di definizione. Sono 3.447 le persone attualmente positive, 146 sono ricoverate in area non critica, 20 in terapia intensiva.

Covid: +239 casi in Puglia, 2 morti


BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia sono 239 i nuovi casi di coronavirus rilevati su 19.418 test giornalieri registrati. Due le persone morte, mentre delle 3.331 persone attualmente positive,142 sono ricoverate in area non critica e 19 in terapia intensiva (ieri erano 20).

I nuovi casi sono così distribuiti per provincia: 43 nel Barese, 7 nella Bat, 26 nel Brindisino, 52 nel Foggiano, 33 in provincia di Lecce e 73 nel Tarantino. Uno residente fuori regione e 4 in provincia in via di definizione. Complessivamente sono 6.845 le persone morte in seguito all'infezione.

Vaccinazioni, Amati: “Riavvio informazione quotidiana perché terza dose va a rilento. Evitiamo che la quarta ondata ci sorprenda”


BARI - “Da oggi riavvio l’informazione quotidiana sui dati della campagna vaccinale, perché va a rilento la somministrazione della terza dose, cioè quella addizionale per trapiantati e immunodepressi e il richiamo per chi ha completato da almeno sei mesi il ciclo vaccinale primario. Ora bisogna cominciare a preoccuparsi e vaccinare con intensità per non farci sorprendere dall’eventuale quarta ondata”.
Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati, commentando i dati della campagna vaccinale aggiornati alle ore 6:10 del 5 novembre 2021.

“Nella giornata di ieri, 4 novembre 2021, sono state somministrate un totale di 11.951 dosi, di cui 225 addizionali, 6.268 da richiamo, 1.234 prime dosi, 4.074 seconde dosi e 150 a persone con pregressa infezione.

Rispetto al giorno precedente le somministrazioni sono state superiori di 2.574.

Le dosi addizionali somministrate sinora, cioè quelle destinate alle persone trapiantate e agli immunodepressi, sono 14.547, su un totale complessivo di 155.641. Ne restano dunque da vaccinare con dose addizionale 141.094.

Le dosi di richiamo (booster) somministrate sinora, cioè quelle destinate per ora a persone ultra sessantenni e operatori sanitari, sono 73.556, su un totale complessivo di 305.806. Ne restano dunque da vaccinare con dose di richiamo 232.250.

Nella classifica nazionale della vaccinazione per dose addizionale la Puglia si colloca al 14esimo posto. Complessivamente, le vaccinazioni per dose addizionale e richiamo sono sinora state 88.103, pari al 19,09% della platea; ne mancano ancora 373.334.

Specifico che la popolazione pugliese è di 3.544.797 abitanti; di questi 3.070.825 hanno ricevuto la prima dose (78,2%), 2.845.038 la seconda dose (72,45%) e 14.547 la dose addizionale (0.37%). Va precisato che, considerata la fascia d’età dei vaccinabili, siamo all’86,63 per cento per almeno una dose e 80,26 per cento anche per la seconda.

Sono invece 501.228 i pugliesi che non hanno ancora ricevuto alcuna dose di vaccino. Abbiamo in giacenza 823.595 vaccini”.

Covid Puglia: +251 casi, tasso di positività in salita (+1,23%)


BARI - Nelle ultime 24 ore sono 251 i nuovi casi positivi al Covid-19 su 20.339 test giornalieri eseguiti in Puglia. Il tasso di positività, in salita, si attesta all'1,23% (ieri 1,06%). Una persona è deceduta.

I nuovi casi sono così distribuiti: in provincia di Bari 106, nella Bat -5, nel Brindisino 23, nel Foggiano 35, in provincia di Lecce 37, nel Tarantino 48, un residente fuori regione, 6 residenti in provincia in via di definizione. 

Sono 3.227 le persone attualmente positive, 143 quelle ricoverate in area non critica (ieri 146), 20 in terapia intensiva (ieri 17).

Puglia: muore operaio 57enne

PIERO CHIMENTI - Nuovo incidente sul lavoro in Puglia. Il dramma è avvenuto a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi. La vittima è un operaio di 57 anni caduto da un'impalcatura mentre era impegnato nell'attività di ristrutturazione. Ferito anche il proprietario dell'immobile, di 68 anni, che è stato ricoverato all'ospedale Perrino di Brindisi dove le sue condizioni non sarebbero gravi.

Basket, Champions League: l'Happy Casa Brindisi sconfitta fuori casa dal Darussafaka

FRANCESCO LOIACONO - Nella terza giornata del girone G di Champions League di basket maschile l’ Happy Casa Brindisi perde 82-76 fuori casa con i turchi del Darussafaka. Primo quarto, Nick Perkins 2-0 per i pugliesi. Chappell, 8-5. Visconti e Adrian,  15-10. Nick Perkins, 21-13. Zanelli, Brindisi prevale 27-22. Secondo quarto, Adriani 31-29 per i pugliesi.  Odzemiroglu impatta per i turchi, 35-35. Nick Perkins, 46-42 Happy Casa. 

Ancora Nick Perkins, Brindisi si impone di nuovo 48-44. Terzo quarto, Visconti 50-46 per la squadra di Frank Vitucci. Mc Cullough permette ai turchi di pareggiare, 50-50. Visconti, 53-50 per i pugliesi. Caupain, il Darussafaka trionfa 63-61. Quarto quarto, Olaseni 68-65 per i turchi. Caupain, 73-72. Mc Cullough, 80-74.  Olaseni, il Darussafaka vince questo quarto e 82-76 tutta la partita. Sconfitta immeritata per i pugliesi. Migliori marcatori, nell’ Happy Casa Brindisi Nick Perkins 18 punti e Adrian 10. Nel Darussafaka Olaseni 21 punti e Caupain 18. Nella quarta giornata l’ Happy Casa Brindisi giocherà martedì 16 Novembre alle 20,30 in casa con i turchi del Darussafaka.

Covid Puglia: 232 contagi e 8 morti

BARI - Nelle ultime 24 ore si registrano in Puglia 232 contagi da coronavirus, secondo i dati covid del bollettino della regione. Registrati 8 morti da ieri. I nuovi contagi sono stati individuati su 22.601 tamponi. Spiccano i 67 casi in provincia di Taranto e i 60 in quella di Foggia. Le persone attualmente positive sono 3.134. I pazienti covid ricoverati in ospedale in area non critica sono 142. In terapia intensiva, invece, 16 persone.

Intel, Amati: “No a timidezze. Nei lotti meridionali zona Asi Brindisi c’è unica proposta plausibile”


BARI - “La proposta pugliese all’investimento Intel è nei cosiddetti lotti meridionali della zona Asi di Brindisi. È un’area già analizzata nelle sue caratteristiche ambientali, prossima al carbondotto (utilizzabile come asse attrezzato) e con a ridosso una stazione del nuovo collegamento ferroviario. C’è però bisogno di tenere alta l’attenzione sul potenziale di Brindisi e superare pure qualche timidezza delle istituzioni e associazioni brindisine”.
Lo dichiara il presidente della Commissione regionale bilancio e programmazione Fabiano Amati.

“Si tratta di organizzare un comitato di buona volontà, che abbia entusiasmo pari a quello che regolarmente si mette per vincere le partite più difficili.
A Brindisi c’è una vasta area industriale, non utilizzata e già oggetto di verifiche sull’inquinamento, che in larga parte potrebbe essere destinata all’investimento produttivo della Intel. Tale area, denominata lotti-meridionali, ha una dimensione di circa 350 ettari, è contigua al carbondotto ormai prossimo alla dismissione - e dunque riutilizzabile quale infrastruttura logistica attrezzata - ed è (altro elemento di vantaggio nella candidatura) a ridosso della costruenda stazione elementare del nuovo collegamento ferroviario; quello che eliminerà, per intenderci, l’attuale attraversamento della città.
A ciò si aggiunga la stretta connessione dell’area con il sistema portuale e aeroportuale, la principale arteria stradale Adriatica, e la prossimità con l’ulteriore aeroporto di Grottaglie. E non è tutto: l’area infatti ben potrebbe essere ampliata, poiché confinante con proprietà fondiarie ampie e pianeggianti.
Insomma, se si rivolgerà alla Puglia l’interesse per l’investimento Intel, credo che Brindisi sia la soluzione più razionale e quella in grado più delle altre di battere la concorrenza delle altre regioni italiane in lizza”.

FER, Amati: “Si fermi il bla-bla-bla pugliese sui 15 miliardi di watt bloccati. I giovani hanno ragione”

BARI - “Dopo un fine settimana incentrato totalmente sull’emergenza climatica, cioè sul punto centrale delle politiche green, spero sia arrivato il momento di accogliere il grido dei giovani e porre fine al bla-bla-bla di Puglia sulle fonti di energia rinnovabili, con 400 pratiche bloccate per fotovoltaico, eolico e biomasse, e la nuova ostilità sui parchi eolici offshore. E se serve, come credo, dobbiamo rapidamente modificare le norme del PPTR”. Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati.

“Ricapitoliamo. I grandi della terra hanno deciso di raggiungere l’obiettivo del contenimento climatico entro la metà del secolo in corso. I giovani, tuttavia, li accusano di fare solo bla-bla-bla. Hanno ragione? Si. Prendiamo per esempio la Puglia. C’è un bla-bla-bla statale e regionale che nel fine settimana abbraccia Greta e negli altri giorni disattende la sua opinione e quella di migliaia di giovani. E andiamo ai fatti. Ci sono 400 pratiche Fer bloccate per 15 miliardi di watt complessivi e tutte candidate alla bocciatura in virtù di una norma del PPTR che ben può essere interpretata per respingere quelle richieste. E infatti è accaduto, paradossalmente, che sia stata bocciata anche una pratica per 56 mw in un’area inquinata di Brindisi. Si, esatto, è proprio così: in un’area inquinata si assume la necessità di tutela, valorizzazione e recupero dei valori paesaggistici. Il motivo prevalente delle bocciature consiste, come accennato, in una norma del Piano paesaggistico, l’articolo 37, che è un passaporto per ogni diniego di tipo discrezionale e in contrasto con i principi di legalità formale. In questo senso anche l’orientamento del Ministero della Cultura, ente di copianificazione del PPTR, non sembra per nulla incline a modificare l’art. 37 o altre norme ostative, anche se la Regione non ha mai avanzato formalmente una richiesta. Ne deriva, allora, che tutta la narrazione e le buone intenzioni sul contenimento delle emissioni di CO2 è in netto contrasto con la pratica quotidiana. E come se non bastasse, anche sulle alternative localizzative in ambito offshore cominciano a mettersi in evidenza forti resistenze, senza che la Regione Puglia abbia ancora espresso un’opinione chiara. Se dunque vogliamo davvero concorrere a contenere l’emergenza climatica, c’è bisogno di assumere decisioni rapide, perché il bla-bla-bla non è uno strumento tecnologico di cattura dell’anidride carbonica”.

Covid Puglia: +95 casi, positività sale all’1,3%

BARI - E' dell'1,3% il tasso di positività odierno in Puglia, dove sono stati individuati 95 nuovi casi su 7469 tamponi processati.

Nella provincia di Foggia sono stati riscontrati quasi metà dei casi totali (44); 27 i contagi nel Barese, 1 nella Bat, 2 nel Brindisino, 13 nella provincia di Lecce, 8 nel Tarantino. Non sono stati registrati decessi.

Il numero dei casi attivi continua a salire (3125). Rispetto a ieri, ci sono 10 ricoverati in più (139 in area medica e 17 in terapia intensiva).

Covid Puglia: +184 casi e un decesso


BARI - Nella regione sono stati registrati 19.019 test per l'infezione da Covid-19 e 184 casi positivi: 45 in provincia di Bari, 34 nella provincia di Barletta, Andria, Trani e 30 in quella di Brindisi, 31 in provincia di Foggia, 34 in provincia di Lecce, 8 in provincia di Taranto e 3 di residenti fuori regione. Inoltre è stato registrato un decesso.

Attualmente sono 3.075 le persone positive, 130 sono ricoverate in area non critica e 16 in terapia intensiva. Complessivamente dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono stati 272.914 a fronte di 4.195.239 test eseguiti, 263.004 sono le persone guarite e 6.835 quelle decedute.

Basket: l'Happy Casa Brindisi vince 81-80 in casa col Venezia

(via Happy Casa fb)

FRANCESCO LOIACONO -
Nella sesta giornata di andata di A/1 di basket maschile l’ Happy Casa Brindisi vince 81-80 in casa con il Venezia. Primo quarto, Nick Perkins 6-1 per i pugliesi. Visconti, 12-3. Adrian, 18-4. Chappell, 24-9. Brindisi prevale 30-16. Secondo quarto, Adrian 33-26 per i pugliesi. Clark, 39-29. Josh Perkins, Brindisi si impone 45-37. Terzo quarto, Chappell 52-42 per i pugliesi. Phillip tiene in gara i veneti, ma 52-48 Happy Casa. Nick Perkins, 63-55. Brindisi trionfa 63-61. 

Quarto quarto, Sanders 64-63 Venezia. Daye, 67-63. Mazzola, 72-71. Nick Perkins, 73-72 per i pugliesi. Watt, 78-77 Venezia. Nick Perkins, 79-78 Happy Casa. Visconti, Brindisi vince questo quarto e 81-80 tutta la partita. Successo meritato per la squadra di Frank Vitucci. Migliori marrcatori, nei pugliesi Nick Perkins 26 punti e Visconti 15. Nel Venezia Phillip 18 punti e Tonut 15. Nella settima giornata di andata l’ Happy Casa Brindisi giocherà Domenica 7 Novembre alle 19 a Varese.

Covid Puglia: +201 casi (0,9% test) e 2 decessi

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia si registrano 201 nuovi casi di Covid su 21.782 test giornalieri (incidenza 0,9%) e 2 decessi.

I nuovi casi sono così distribuiti: 49 in provincia di Bari, 1 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 2 in quella di Brindisi, 50 nel Foggiano, 33 nel Leccese, 63 in provincia di Taranto.

Per altri 3 casi la provincia è in via di definizione.

Delle 2.938 persone attualmente positive 129 sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva.

Covid Puglia: +233 casi e zero decessi

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia si registrano 233 nuovi casi di Coronavirus su 19.608 test (1,2% tasso positività) e nessun decesso.

I nuovi casi sono così distribuiti: 43 in provincia di Bari, 6 nella provincia Barletta-Andria-Trani, 11 nel Brindisino, 62 nel Foggiano, 36 nel Leccese, 74 nel Tarantino.

Un caso riguarda un residente fuori regione. Delle 2.843 persone attualmente positive 132 sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva.

Vaccini anti Covid: somministrate in Puglia 6.062.731 dosi


BARI - Secondo il dato aggiornato alle ore 06.00 dal Report del Governo nazionale sono 6.062.731 le dosi somministrate sino ad oggi in Puglia. Le dosi sono l’ 88,3% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 6.874.702).

I pugliesi completamente vaccinati sono 3.049.703

ASL BARI

Sono 17.791 le somministrazioni di vaccino anti Covid eseguite nella provincia di Bari nell’ultima settimana.

Di queste 2967 sono state prime dosi, 6077 seconde e 8747 terze dosi.

Ad oggi risulta coperto con almeno una dose il 90 per cento della popolazione over 12, mentre l’87 per cento ha completato l’intero ciclo vaccinale.

La campagna vaccinale sta procedendo spedita per assicurare la somministrazione delle dosi aggiuntive con l’obiettivo di rafforzare la risposta immunitaria delle categorie individuate dalla struttura commissariale, ossia operatori sanitari, ospiti e personale dei presidi residenziali per anziani e over 60 che hanno concluso il ciclo almeno 6 mesi fa.

Finora sono 5612 gli operatori sanitari in tutta la provincia ad aver fatto la dose aggiuntiva, mentre sono in corso le dosi addizionali nelle strutture residenziali per anziani: negli ultimi sette giorni, solo in area metropolitana, sono state effettuate 2316 iniezioni a cui si aggiungono le oltre 4mila già concluse nelle strutture dell’area sud.

La campagna di protezione dal Covid a cura della ASL sta continuando anche per gli ospiti del Cara di Bari, centro di accoglienza per i richiedenti asilo dove gli operatori del Dipartimento di prevenzione hanno effettato ulteriori 72 somministrazioni, nell’ambito del piano di immunizzazione contro l’infezione da Covid riservato alle comunità difficili da raggiungere che finora ha coinvolto circa 400 migranti.

In base alle indicazioni operative del piano strategico regionale, il Noa ha provveduto inoltre a predisporre un programma vaccinale per i malati rari, organizzando due giornate, 15 e 22 novembre, all’interno dell’hub di Catino, con percorsi dedicati ai quali i pazienti in carico alla rete territoriale malattie rare, possono accedere a sportello oppure attraverso la prenotazione sul portale la Puglia ti vaccina.

L’hub nelle due giornate sarà attivo dalle 8.30 alle 14. Per ulteriori informazioni ci si può rivolgere al Centro Territoriale Malattie Rare della ASL all’ indirizzo mail ctmr@asl.bari.it.

Infine a partire da lunedì scorso è stata avviata anche la campagna antiinfluenzale: sono 314.910 le dosi a disposizione della ASL , sia per consentire la co- somministrazione dei due vaccini per influenza e infezione da Sars Cov 2 in ogni hub del territorio provinciale sia per la distribuzione ai medici di Medicina generale.

POLICLINICO DI BARI

Sono già 2.981gli operatori sanitari in servizio al Policlinico di Bari ad aver ricevuto la terza dose di richiamo vaccinale contro il Covid19 e 2.610 quelli che hanno aderito anche alla vaccinazione antinfluenzale. La campagna di immunizzazione con la dose booster, necessaria per rafforzare la risposta immunitaria, è partita da poco più di due settimane e ha consentito di somministrare quasi 300 vaccinazioni al giorno a medici, infermieri e operatori sanitari con priorità per coloro che sono impegnati nei reparti Covid. Contestualmente è stata offerta la possibilità di ricevere in co-somministrazione anche il vaccino antinfluenzale.

Vanno avanti contestualmente le somministrazioni delle dosi aggiuntive destinate ai pazienti fragili per completare il ciclo vaccinale: sono in tutto 3675 i soggetti a rischio per condizione sanitaria che hanno ricevuto la terza dose contro il Covid.

IRCCS ONCOLOGICO GIOVANNI PAOLO II BARI

Prosegue la campagna vaccinale anche per i pazienti dell'istituto tumori 'Giovanni Paolo II' di Bari dove, la scorsa settimana, sono state somministrate 219 dosi, fra prime dosi, richiami e dosi aggiuntive. Terze dosi sono state somministrate anche al personale sanitario in servizio - medici, infermieri e operatori sociosanitari. In questa settimana sono previste più di 250 somministrazioni.

ASL BRINDISI

Sono circa 1.300 gli operatori sanitari della Asl di Brindisi vaccinati con la terza dose contro il Covid e di questi il 40 per cento ha ricevuto anche la vaccinazione antinfluenzale.

Per quanto riguarda i soggetti fragili e gli over 60 sono in tutto 3.700 le terze dosi somministrate finora. Ieri sono state circa 1.200 le somministrazioni complessive, tra cui 426 a Brindisi (ospedale Perrino, Bozzano e PalaVinci), 195 a Fasano, 81 a San Donaci, 206 a Oria e 205 nelle residenze sociosanitarie assistenziali.

ASL BT

Dall'avvio della campagna di vaccinazione a oggi nella Asl Bt sono state somministrate 562.072 dosi di vaccino di cui 296.713 sono prime dosi, 261.365 sono seconde dosi e 3994 sono terze dosi. La copertura vaccinale è all'88 per cento per quanto riguarda tutti coloro che hanno ricevuto almeno una dose e al 77 per cento per coloro che hanno ricevuto anche la seconda dose. La terza dose, come da programma nazionale e regionale, è in fase di somministrazione ai fragili, agli operatori sanitari e agli over 60: fino a oggi la terza dose è stata somministrata a 1168 soggetti vulnerabili, 163 ospiti delle strutture sanitarie residenziali e 1147 operatori sanitari. Intanto dalla prossima settimana la vaccinazione a Trani si sposterà dal Palazzetto dello Sport all'Ufficio di Igiene.

ASL FOGGIA

Salgono a 878.760 le somministrazioni effettuate in provincia di Foggia dall'avvio della campagna vaccinale anti COVID.

Ha ricevuto almeno una dose di vaccino l'87,1% delle persone di età superiore a 12 anni; ha ricevuto la seconda dose il 75,5% degli over 12.

Attualmente sono state somministrate 6.424 terze dosi di cui 5.116 a persone di età superiore a 60 anni.

In tutto, ad oggi, hanno ricevuto la terza dose 1.106 operatori sanitari.

I medici di medicina generale hanno somministrato in tutto 158.847 dosi di cui 19.391 a domicilio.

POLICLINICO RIUNITI FOGGIA

Da lunedì 18 a venerdì 22 ottobre, presso gli ambulatori della UOC Igiene universitaria del Policlinico Riuniti di Foggia, sono state vaccinate 2.078 persone: 116 con condizioni di vulnerabilità, di cui 99 con la dose di richiamo; 777 adulti di 60 anni di età e più, di cui 645 con la dose di richiamo; 265 operatori sanitari, di cui 253 con la dose di richiamo; 920 soggetti con meno di 60 anni.

ASL LECCE

L'85.42% della popolazione dai 12 anni in su residente in provincia di Lecce ha ricevuto una dose di vaccino e l'80.63% ha completato la vaccinazione (popolazione dati Istat 1.1.21). Ha completato la vaccinazione il 71.72% della fascia 12-19, il 69.32% della fascia 20-29, il 68.44% della fascia 30-39, il 75.76% della fascia 40-49, l'83.15% della fascia 50-59, l'88.86% della fascia 60-69, il 93.54% della fascia 70-79 e il 94.45% degli over 80.

A quota 10.869 le terze dosi complessivamente somministrate finora.

Sono qui consultabili gli orari di apertura dei Punti vaccinali:

https://www.sanita.puglia.it/web/asl-lecce/news-in-primo-piano_det/-/journal_content/56/25176/orari-punti-vaccinali-dal-25-ottobre

Nel Distretto di Nardò, oltre ai consueti orari di apertura, sono previste nel Pvp per tutto il mese di novembre due sedute straordinarie per la terza dose ai cittadini over 60: il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17.30.

A Maglie, da lunedì 25 ottobre e per tutto il mese di novembre i cittadini over 60 potranno ricevere, senza prenotazione, la terza dose di vaccino antiCovid nel Presidio territoriale di assistenza (ex Ospedale) in via Ferramosca. Sedute dedicate: il lunedì e il mercoledì dalle 15 alle 17.15.

Continuano gli Open day nell'ambulatorio medico mobile: sabato 30 ottobre dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 18 a Tricase presso il Centro Lama Coop (via Pertini 1) accesso libero alla vaccinazione per le persone dai 12 anni compiuti in su con possibilità, per gli over 60, di ricevere la terza dose.

ASL TARANTO

La campagna vaccinale anti-covid in Asl Taranto, nel corso dell’ultima settimana, ha raggiunto la quota totale di 8.456 dosi somministrate negli hub vaccinali di Taranto e provincia. Rispetto al totale, sono state somministrate 3.854 dosi addizionali e booster a pazienti fragili e utenti over 60 che si sono regolarmente prenotati o presentati nei centri vaccinali, essendo trascorsi sei mesi dall’ultima somministrazione.

In particolare, le dosi somministrate negli hub jonici sono state così distribuite: a Taranto, 2.094 dosi presso il centro vaccinale Arsenale Marina Militare e 1.589 dosi presso l’hub della Scuola Volontari Aeronautica Militare; 884 dosi a Ginosa, 785 dosi a Grottaglie; 1.239 dosi a Manduria e 808 dosi a Martina Franca, 1057 dosi a Massafra.

Insediamento Intel, Amati: “Ma come si fa a candidare Bari e Lecce se solo l’ASI di Brindisi ha i 300 ettari necessari?”


BARI - “Non sono, com’è noto, un campanilista. Però mi chiedo: come si fa a candidarsi per ospitare l’insediamento Intel, cosa buona, indicando aree non meglio specificate di Bari e Lecce, se nella realtà pugliese l’unica area di 300 ettari liberi da edificazione (quindi senza la necessità di bonifiche, richiesta esplicita della multinazionale) e con un aeroporto e un porto confinanti (elementi che certamente avvantaggerebbero la candidatura pugliese) si trova nell’Asi di Brindisi? L’amministrazione pubblica è una cosa seria e non un gioco di società di livello condominiale”.
Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati.
 
“La notizia non è più riservata - prosegue Amati -: ci siamo candidati a ospitare un insediamento industriale della Intel, finalizzato alla realizzazione di una fabbrica per il confezionamento di microchip, per un investimento pari a undici miliardi di euro e una disponibilità di circa mille posti di lavoro.
Mi risulta, tuttavia, che a fronte della necessità di insediare l’investimento in un’area di 300 ettari, non edificata e priva di necessità di bonifica, la Regione stia indicando un’alternativa localizzativa, non meglio precisata, tra Bari e Lecce. Non escludo poi che possano essere pure avanzate altre proposte orientate dalle legittime aspettative di altri territori. Ottima cosa per tutti, indubbiamente; se non fosse che un’area con quelle caratteristiche, dotata di ciò che occorre e compatibile per mobilità via strada, mare e aria, qui in Puglia, si può trovare con facilità solo nell’area industriale di Brindisi.
Segnalo dunque tale circostanza alla Giunta regionale e preannuncio un’audizione in Commissione sull’argomento, così da offrire tutto il supporto possibile che ci consenta di vincere la concorrenza di altre regioni italiane; cosa assolutamente fattibile, ovvio! offrendo la soluzione tecnica migliore e più congeniale alle esigenze della multinazionale e dei suoi investimenti, invece che l’opzione più conveniente alle carriere politico-elettorali. Spero che sul punto io possa trovare al mio fianco anche tutte le istituzioni e la classe politica brindisine, senza sudditanze di sorta o timidezze da carrierismo”.

Covid Puglia: +265 casi e 4 morti

BARI - Sono 265 i nuovi contagi da coronavirus oggi 27 ottobre 2021 in Puglia, secondo i dati dell'ultimo bollettino Covid-19 della Regione. Si registrano altri 4 morti.

I nuovi casi di positività su 21.417 test giornalieri. Sono 2.538 le persone attualmente positive, 128 le persone ricoverate in area non critica, 18 in terapia intensiva.

Complessivamente, da inizio emergenza, sono 272.081 i casi totali in Puglia, 4.113.165 i test eseguiti, 262.711 le persone guarite, 6.832 i decessi.

Momenti di adrenalina pura all'Egnazia TRI


EDOARDO GIACOVAZZO
- Anche quest' anno, come tradizione, si è svolta l’Egnazia TRI il 16/17 ottobre 2021. Una gara di adrenalina pura per tutti gli amanti dello sport, tra scenari con scorci mozzafiato, ulivi secolari e trulli. Sul podio i vincitori del Campionato regionale Puglia di Triathlon Medio 2021 individuale e a squadre.

L’Egnazia Tri si è svolta anche quest’anno nella meravigliosa terra di Puglia in collaborazione con Borgo Egnazia, luogo meraviglioso liberamente ispirato nelle forme nei materiali e nei colori a un tipico paese pugliese.

Ai nastri di partenza c'è stata la presenza di quasi 500 iscritti, tra appassionati di nuoto, bicicletta e corsa che quest’anno gareggeranno fianco a fianco di grandi atleti – come Giulio Molinari, Martina Dogana, Daniel Fontana e Alessandra Fior e molti altri.

La competizione di Borgo Egnazia ormai è un forte richiamo per gli sportivi e rappresenta infatti un appuntamento imperdibile per gli amanti del triathlon con la natura mediterranea.

Il triathlon è uno sport multidisciplinare individuale, che prevede 3 tipologie di performance fisiche anche in competizioni a squadre (staffetta).

Si articola su una triade sportiva in un unico percorso che si svolge in successione : nuoto, ciclismo e corsa. Il tempo totale di gara viene contabilizzato comprendendo le transizioni tra una frazione e la successiva, denominate transizione 1 - T1 (nuoto/bici) e transizione 2 - T2 (bici/corsa).
DistanzaNuotoCiclismoCorsa
"Supersprint"400 m10 km2,5 km
"Sprint MTB"750 m15 km5 km
"Sprint"750 m20 km5 km
"Olimpico MTB"1500 m30 km10 km
"Olimpico"1500 m40 km10 km
"Doppio olimpico"3000 m80 km20 km
"Ironman 70.3" o "Half Ironman" o "Medio"1900 m90 km21,097 km
"Lungo"3000 m120 km30 km
"Ironman" o "super lungo"3800 m180 km42,195 km[

EGNAZIA TRI 2021 TRIATHLON MEDIO
 
Podio uomini:

1° Mattia Ceccarelli (OVERCOME ASD) 3h 55’ 30”

2° Jonathan Ciavattella (DOLOTEAM) 3h 55’ 39”

3°Giulio Molinari (C.S. Carabinieri)3h 56’ 37”

Podio donne:

1° Ilaria Zane (OVERCOME ASD) 4h 31’ 38”

2° Serena Eva (DDS) 4h 37’ 52”

3° Martina Dogana (MARTINA DOGANA TRITE) 4h 47’ 1 Il podio maschile vede protagonisti Il triatleta di Riccione Mattia Ceccarelli (OVERCOME ASD) ha tagliato per primo il traguardo, conquistando il titolo di Campione di Triathlon Medio 2021 con un tempo eccezionale di 3h 55’30”. In seconda posizione è arrivato Jonathan Ciavattella (DOLOTEAM) con un ottima performance, e un tempo di 3h 55’ 39". Al terzo posto, Giulio Molinari (C.S. Carabinieri), protagonista di un bel recupero nell’ultima frazione di corsa e vincitore del Campionato Italiano di Triathlon Medio 2020, che ha chiuso con 3h 56’ 37”.

Trionfa al traguardo, in campo femminile, Ilaria Zane (OVERCOME ASD) aggiudicandosi il titolo di Campionessa di Triathlon Medio, dominando ogni frazione della gara e tagliando il traguardo con il tempo di 4h 31’ 38”. Al secondo posto Serena Eva (DDS), che si è distinta nel percorso in terra pugliese con un tempo di 4h 37’ 52”. Terza classificata Martina Dogana (MARTINA DOGANA TRITE), atleta che da anni svolge l’attività di coaching nel mondo del triathlon.

Lega Puglia: "Lopalco verifichi il perchè l'ospedale Monopoli - Fasano non verrà consegnato neppure per fine anno"


BARI - "Lopalco, invece di essere costantemente presente in trasmissioni televisive, dovrebbe pensare a verificare cosa avviene nei cantieri e capire il perché un nosocomio che doveva essere concluso il 6 settembre, non verrà consegnato neanche per fine anno". Così in una nota Lega Puglia.

"Abbiamo appreso - prosegue la nota - nelle ultime ore che sarebbero i mancati pagamenti da parte della ASL ai fornitori (appaltatori, subappaltatori etc) il motivo per cui i tempi per la conclusione dei lavori dell’ospedale Monopoli-Fasano si sono dilatati a dismisura. Era stato promesso un nuovo ospedale in tempi rapidi, il 28 settembre 2018 Emiliano in pompa magna aveva celebrato l'inizio dei lavori con la posa della prima pietra e invece gli abitanti si trovano a dover fare i conti con due ospedali fatiscenti. Chiediamo, come Lega, l’intervento urgente dell’assessore Lopalco che, ancora una volta, dimostra di non aver chiare quali siano le sue responsabilità nei confronti della cittadinanza. Solo parole - conclude la nota -, senza che susseguono i fatti".
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo