Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post

Troia: in fiamme l'auto della moglie del Sindaco

(ANSA)
FOGGIA - C'è anche l'auto della moglie del sindaco di Troia tra le otto vetture incendiate da ignoti la notte scorsa nel comune in provincia di Foggia. "Siamo scossi come comunità - afferma il sindaco Leonardo Cavalieri - tra queste auto c'è anche quella di mia moglie. Qualche anno fa si verificò un episodio analogo a Troia, ovvero una serie di incedi di autovetture. Abbiamo paura ma confidiamo nelle indagini dei carabinieri".

Le auto incendiate, che sono state completamente distrutte dalle fiamme, erano tutte parcheggiate nella stessa strada, in via Giosuè Carducci. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri.

Secondo primi accertamenti non sarebbero state ritrovate tracce di liquido infiammabile ma gli inquirenti non escludono la matrice dolosa dell'incendio. Nella zona non sono presenti telecamere di sorveglianza.

Contratto sviluppo Capitanata, Emiliano a Foggia con Conte: "Tutto è bene quel che finisce bene"


BARI - “Tutto è bene quel che finisce bene”, lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo, questa mattina in Prefettura a Foggia, alla riunione sul Contratto di sviluppo della Capitanata presieduta dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Proprio in apertura di riunione c’è stato un chiarimento tra governatore e premier: Emiliano non aveva ricevuto la convocazione ufficiale a questa riunione e, per questo, al suo ingresso in Prefettura ha dichiarato alla stampa: “Sono il presidente della Regione Puglia e mi sono autoinvitato, visto che era mio diritto e dovere essere presente in Prefettura. Sono qui per prendere posizione sulle questioni che riguardano il mio territorio e la mia competenza costituzionale.

Cercheremo di capire cosa intendono fare, se ho capito bene stanno immaginando degli investimenti sul nostro territorio: ne siamo felici se ovviamente tutto questo viene condiviso con i Sindaci e con la Regione Puglia, perché ripeto la Costituzione prevede questo. Quindi qui non c'è guerra, avrei potuto fare l'offeso, ma meglio non metterla su questo piano. Bisogna affermare il proprio ruolo, un ruolo di programmazione che il Presidente del Consiglio deve rispettare e quindi noi siamo qui per farlo rispettare”.

Il chiarimento con il premier è arrivato subito dopo, in apertura della riunione, quando il presidente Conte ha detto che - nella serata di ieri - hanno provato a contattare telefonicamente il presidente Emiliano proprio per invitarlo, ribadendo la volontà di collaborazione per il bene del territorio, volontà ovviamente accolta dal presidente della Regione.

“Sono felice e pronto a lavorare con il Governo - ha detto Emiliano nel corso dell’incontro - pochi giorni fa ci siamo riuniti con la gran parte dei Sindaci presenti proprio per sollecitare tutti gli interventi che sono in corso, che sono finanziati con fondi del Patto per il Sud integrati con i fondi europei. Stiamo intervenendo sulla difesa del suolo, sulle risorse idriche, sulla logistica, su strade, porti turistici, investimenti industriali, formazione per giovani e imprese, sanità, ospedali, poliambulatori - ne abbiamo inaugurato uno da pochissimi giorni - sviluppo urbano, asili nido, buoni servizio, sul reddito di cittadinanza che in Puglia si chiama Reddito di dignità e funziona benissimo da due anni e mezzo, su sviluppo rurale, aree interne e turismo”.

“Circa un miliardo di euro è già in via di investimento - ha detto Emiliano rivolgendosi a Conte - È chiaro che l'idea che lei ha avuto di fondi supplementari che si  integrano con quelli già in corso, è una manna, nel senso che si tratta di poter rafforzare le visioni del territorio e completarle. E noi abbiamo un entusiasmo che può facilmente immaginare: siamo la Regione numero uno nella spesa dei fondi, di tutti i tipi di fondi, quindi siamo di grande aiuto per dare una mano a spendere questo danaro. E quindi non c'è nulla che possa ostacolare. Mi fa molto piacere che questa giornata, peraltro sotto le feste di Natale, non solo ci abbia ha reso tutti più buoni, ma ci metta nelle migliori condizioni per lavorare al meglio. Io sono pronto, anzi noi siamo pronti”.

Rispondendo infine al Presidente del Consiglio sulla questione dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia, Emiliano ha detto: “Le comunico che il 22 ottobre 2018 abbiamo approvato lo schema di convenzione per l’attribuzione allo svolgimento degli obblighi di servizio dell'aeroporto di Foggia. Il 6 novembre scorso la convenzione è stata trasmessa al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e siamo in attesa del nulla osta. È chiaro che lei ha perfettamente ragione, questo non basta e bisogna programmare attività economiche e logistiche connesse all'aeroporto, questo lo sanno tutti i presenti, però avere la pista allungata e la stazione riaggiustata ovviamente significa attrarre più facilmente gli investimenti. Quindi se il Ministero ci darà il nulla osta, e se lei spendesse una parola per accelerare questo rilascio del nulla osta, noi saremo pronti a partire coi lavori”.

LEZZI, CONTE E GOVERNO IMPEGNATI PER CAPITANATA - “Questa mattina il Governo ha messo nero su bianco la volontà di promuovere la crescita economica e lo sviluppo sociale di Foggia e della Capitanata: un’area che soffre forti condizioni di disagio ma che, al contempo, ha un ricco patrimonio di tradizioni e culture che, come rappresentanti del Paese, abbiamo il dovere di valorizzare. Con l’azione congiunta di Governo e istituzioni locali e con la disponibilità confermata di Invitalia, verranno finalmente sbloccati finanziamenti e progetti fermi sulla carta da anni, oltre a dare un impulso decisivo ai nuovi investimenti per le infrastrutture locali." Così in una nota il ministro per il Sud Barbara Lezzi. "Per questo ringrazio il Presidente Conte, di cui ho accolto con favore le sue parole circa l’impegno a firmare il decreto che a breve istituirà il tavolo istituzionale permanente per far decollare il progetto. Un’operazione che, nelle volontà dell’Esecutivo e con la collaborazione anche delle associazioni di categoria, rappresenta anche un volano, un progetto pilota da riproporre come modus operandi nelle altre zone disagiate della nostra penisola, a partire dal Sud, per dare una risposta concreta alle criticità che negli anni passati hanno bloccato le potenzialità e le energie del nostro Paese”.

Foggia, rissa durante la notte


FOGGIA - Due marocchini di 23 e 32 anni sono stati accoltellati in nottata durante una rissa avvenuta in una pizzeria di Borgo Segezia, nel Foggiano. Il 32enne è stato ferito all'addome, mentre il 23enne è stato colpito da un fendente nella zona lombare. Quest'ultimo è ricoverato in prognosi riservata negli Ospedali Riuniti di Foggia. Le sue condizioni sono preoccupanti ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. L'altro marocchino guarirà, invece, in 30 giorni. 

Secondo una prima ricostruzione dei fatti fornita dagli inquirenti, pare che verso l'una del mattino sia scoppiato un violento litigio, sembrerebbe per futili motivi, all'interno del locale tra le due vittime ed altre tre-quattro persone, presumibilmente cittadini dell'Est. Poi gli stessi si sarebbero spostati all'esterno del locale. Lì la lite sarebbe degenerata. È stato un cliente della pizzeria a dare l'allarme ai carabinieri. Quando i militari sono intervenuti sul posto hanno trovato solo i due marocchini feriti.

Dramma nel Foggiano, rumeno perde controllo auto e si schianta contro guard rail

FOGGIA - Dramma sulla statale 16 Adriatica, in direzione di Foggia, nei pressi di Orta Nova (Fg), dove un rumeno di 64 anni ha perso la vita schiantandosi con la sua auto. L'uomo, probabilmente a causa di un malore, ha perso il controllo dei veicolo che è finito contro le barriere di sicurezza. Ad intervenire sul posto squadre Anas e le Forze dell'ordine.

Fdi: a San Severo 'Attraverso il dono'

SAN SEVERO (FG) - È stata un successo l’iniziativa “Attraverso il dono” promossa da Fratelli D’Italia e dal suo gruppo giovanile Gioventù Nazionale, in collaborazione con il Dipartimento “Tutela Vittime della violenza”.

Il ricavato della raccolta (moltissimi i giocattoli e pacchi alimentari donati), afferma Antonio Pio Perrone resp. cittadino di Gioventù Nazionale, è stato consegnato alla parrocchia “Chiesa della Santissima Trinità (Celestini)”, che a sua volta ha provveduto a distribuirli alle famiglie sanseveresi in difficoltà che si sono recate lì per il ritiro”.

Prosegue soddisfatto Perrone: “Come ragazzi, prima ancora che come movimento giovanile siamo felicissimi di questa iniziativa. Sentiamo doveroso ringraziare i cittadini sanseveresi che hanno dimostrato anche quest’anno, nonostante le difficoltà, di essere esempio nella solidarietà, contribuendo fattivamente alla raccolta e regalando un momento di gioia ai nostri fratelli in difficoltà. Cogliamo l’occasione per augurarvi un Santo Natale: che Verità, giustizia e prosperità regnino sulla nostra amata comunità!”.

Serie B: il Lecce vince 3-2 in casa col Padova, il Foggia ko a Salerno

di FRANCESCO LOIACONO - Positiva a metà la diciassettesima giornata di andata per le squadre pugliesi di serie B. Il Lecce ha vinto 3-2 in casa col Padova. Nel primo tempo al 10’ in gol i salentini con Scavone di testa su calcio d’angolo battuto da Falco. Al 28’ ha raddoppiato Armellino di sinistro.

Nel secondo tempo al 23’ il Padova ha riaperto la gara con Capello su rigore, dato per un fallo di Meccariello su Broh. Al 26’ la squadra di Liverani ha segnato il terzo gol con Lucioni di destro su cross di Calderoni. Al 92’ i veneti hanno realizzato con Bonazzoli su rigore concesso per un fallo di Lepore sullo stesso Bonazzoli. Il Lecce è secondo in classifica con 29 punti.

Nell’anticipo delle 12,30 il Foggia ha perso 1-0 a Salerno. Decisiva per i campani una rete realizzata al 93’ da Vitale con un tiro al volo di sinistro. Sulla panchina dei pugliesi è andato Sergio Di Corcia il tecnico in seconda, perchè il nuovo allenatore Padalino ha dovuto scontare la seconda e ultima giornata di squalifica. Il Foggia è terzultimo a quota 12. Giovedì 27 dicembre il Lecce riposerà, il Foggia giocherà alle 21 a Perugia.

Il Pancotto ancora oggi identità della popolazione del Gargano

di MICHELE CRISTALLO - Un tempo il pane si impastava in casa e, dopo la lievitazione, si mandava al forno. Non mancavano, però, coloro che disponevano di un forno, soprattutto nelle campagne, per cui si completava in casa il processo di panificazione. Erano tempi nei quali non era consentito scialare per cui si panificava ogni settimana, spesso ogni dieci giorni; si può dire che il pane “nasceva” già raffermo, però bisognava consumarlo fino all’ultima briciola perché il pane «rappresenta la metafora del Corpo di Cristo»; era peccato ed anche antieconomico buttarlo per cui se ne faceva uso anche come “piatto di recupero”. Stiamo parlando del pancotto che è tra i protagonisti delle circa mille ricette che Grazia Galante propone nel libro “Il Gargano in tavola” appena uscito da Levante Editori Bari. Ricette con verdure, con carne, con pasta fatta in casa, con pesce, con legumi, con frattaglie.

Il pancotto è descritto in un vasto repertorio. Un piatto – scrive la Galante - «che ha sfamato diverse generazioni e che è stato per tanto tempo l’elemento fondamentale nell’alimentazione contadina, pur nella sua povertà, ha avuto la capacità di resistere al rischio di cancellazione ed ancora oggi è largamente presente sulla tavola garganica ed è uno degli elementi distintivi dell’identità della popolazione». Tema complesso, quella della identità – scrive nella introduzione Guido Pensato – soprattutto se riferito al Gargano, alla sua storia, agli scambi e alle assimilazioni di altre culture alimentari, rivenienti soprattutto dall’Abruzzo per il tramite della transumanza delle greggi che ha contribuito a «comporre un quadro attendibile della identità della cucina del Gargano». Ma non solo, perché occorre anche tener conto di altri eventi che negli ultimi cinquant’anni hanno «investito il Gargano mettendo in discussione assetti secolari e rimescolando persino…gli ingredienti della cucina e le caratteristiche, la natura e il ruolo degli atti, dei soggetti, dei luoghi, dei simboli che ad esse da sempre rinviano». Pensato si riferisce in particolare alla industrializzazione di talune aree costiere, all’esplosione del turismo religioso, alla stessa costituzione del Parco Nazionale del Gargano.

Fattori che hanno avuto ripercussioni sul quadro dell’alimentazione e sui consumi. Però, anche se la “rivoluzione alimentare”, i nuovi stili di vita, la “civiltà dell’abbondanza” non hanno risparmiato la gente del Gargano, non hanno intaccato – sostiene Grazia Galante - «le peculiarità dell’alimentazione e della cucina di questa parte della Puglia che provengono sia dalla storia, sia dai fattori naturali, dalle proprie materie prime. Il sole, il mare, i laghi, il suolo con le sue diverse caratteristiche pedologiche, sono fattori essenziali nel determinare le tipicità dei prodotti garganici».

Grazia Galante, per anni docente di materie letterarie nelle scuole medie, non è nuova ad operazioni di recupero delle tradizioni popolari del Promontorio, della medicina popolare, dei canti, delle fiabe e della memoria collettiva del suo paese San Marco in Lamis. Nelle sue ricette è anche l’identità, non solo culinaria, del Promontorio; un territorio, come osserva Guido Pensato, «dalla storia infinita, permeata di religiosità ancestrale che affonda le radici nella preistoria e le prolunga nell’attualità permanente dei pellegrinaggi, dei riti, delle celebrazioni e della devozione contemporanea». Si pensi alla grotta dell’Arcangelo e a San Pio, una religiosità che si salda con la religione civile dell’ambiente e della natura» in un legame permanente che «ha scritto la storia economica e sociale del luogo attraverso le dinamiche della Transumanza e della Dogana della mena delle pecore». Il pancotto che, come scrive Pasquale Soccio «come altrove la polenta è il piatto quotidiano della nostra gente rurale», nella sua semplicità e frugalità testimonia e perpetua questo profondo legame con una storia che ha sfidato il tempo e si rinnova nelle sue connotazioni di parsimonia e povertà, anche nella civiltà dello spreco.       

A Casa oltre 100 dipendenti della Asl Foggia. Forza Nuova: "Pronti a dar battaglia"

FOGGIA - Oltre 100 tra autisti, soccorritori e infermieri, dipendenti della Sanitàservice, società in house della ASL di Foggia, il 31 dicembre andranno a casa. A pendere sulla loro testa la scure del “Decreto Dignità”, che impedisce le proroghe dei contratti a termine oltre i 24 mesi. Di seguito il commento di Mimmo Carlucci, coordinatore pugliese di Forza Nuova: “Tralasciando, per un momento, la disastrosa situazione in cui si troveranno catapultate oltre 100 famiglie foggiane, a seguito del taglio di altrettanti posti di lavoro, la ASL ne riceverà un contraccolpo notevole. Si tratta, infatti, di personale altamente specializzato, con anni di esperienza, che dovrà essere sostituito con novizi alle prime armi, il cui costo e tempo di formazione sarà a carico della sanità. Senza considerare l’annuncio in termini di competenze, che si riverbererà inevitabilmente sulla qualità dei servizi offerti”.

Giustino D’Uva, dirigente nazionale del #SINLAI, si dice pronto alla mobilitazione: “Il Decreto Dignità ha dato il colpo di grazia alla stabilità del lavoro. Oltre 100 persone, con molta esperienza oltretutto, perderanno il lavoro e, probabilmente, ogni futura possibilità di ricollocarsi. Perciò non possiamo lasciar correre, e annunciamo sin da ora che daremo battaglia affinché questi lavoratori italiani, traditi da tutti gli altri sindacati, non restino soli”.

Primarie centrodestra: Caroppo a Foggia all’insediamento del tavolo provinciale

BARI - Il consigliere Andrea Caroppo (Commissario provinciale della Lega) ha partecipato all’insediamento del Tavolo provinciale delle Primarie del Centrodestra, a Foggia.

Alla riunione erano presenti anche gli altri partiti promotori del cosiddetto metodo dei Gazebo relativamente alla scelta del candidato sindaco: Fratelli d’Italia, Direzione Italia e  il movimento politico Azzurro Popolare.

Il Tavolo preso atto del Regolamento delle Primarie, stabilito in modo generale a livello regionale, si è messo subito al lavoro per organizzare una competizione trasparente e partecipata nel contesto socio-politico del capoluogo Dauno: a Foggia l’obiettivo è riconfermare il centrodestra al governo della Città.

Il vertice provinciale si è aggiornato per definire nel dettaglio l’organizzazione della presentazione delle candidature a sindaco (il regolamento prevede una raccolta di firme come da legge elettorale) e lo svolgimento delle Primarie, nel frattempo il Tavolo resta aperto a nuove adesioni di liste civiche e movimenti politici.

Natale in Puglia: borghi in festa, itinerari culturali ed enogastronimici, presepi e mercatini

BARI - Nelle vacanze natalizie, c'è chi parte, per un viaggio in Italia o all'estero, e chi arriva in Puglia. E non rimarrà deluso. Dal 21 dicembre al 6 gennaio potrà assistere a mostre, spettacoli e concerti e degustare le prelibatezze tipiche della tradizione natalizia pugliese, tante e diverse in ogni provincia. Un tour alla scoperta delle tradizioni, degli eventi che animano i borghi, del cibo e della natura, nei capoluoghi - Bari, Lecce, Brindisi, Taranto, Foggia, Trani e Andria – e nei paesi più caratteristici della Puglia, nelle masserie e nei siti culturali e archeologici, da nord a sud.

Ma saranno anche le comunità pugliesi a godere di un ricco calendario di iniziative che vanno dai concerti lirico sinfonici a quelli di musica leggera, ai concerti natalizi nelle cattedrali, agli spettacoli teatrali per adulti e per i più piccoli, agli itinerari nei borghi, ai laboratori esperenziali sul cibo, ai cortili aperti, agli spettacoli di giocolieri, acrobati, trampolieri nei centri storici, alle mostre come quella  internazionale al Museo Castromediano di Lecce, “Giorgio Castriota Scanderbeg. Un eroe albanese in Puglia” o quella multimediale “Van Gogh alive - The experience” al nuovo teatro Margherita a Bari. E ancora l’Alba dei Popoli ad Otranto.

Sono tanti i bandi  della Regione da cui scaturiscono anche molte delle iniziative per il Natale: da quello triennale per le Attività culturali e lo Spettacolo dal vivo, al programma straordinario annuale per la cultura e lo spettacolo, da i bandi “In Puglia 365” per una programmazione di attività che punta ad allungare la stagione dei flussi turistici oltre l’estate, al bando “Attrattori culturali”, per legare il restauro alla fruizione dei beni culturali,  fino alle Community Library, che si incastrano con i Poli Bibliomuseali acquisiti dalla Regione”.

“Questo Natale è speciale perché arriva alla fine di un anno molto intenso e impegnativo. Insieme ai Comuni, agli operatori, abbiamo costruito un ecosistema della cultura in cui ciascuno possa esprimere la propria creatività e realizzare iniziative che valorizzano le peculiarità dei territori, sapendo di poter contare sul sostegno della Regione- afferma l’Assessore regionale all'Industria Turistica e Culturale Loredana Capone - Abbiamo messo in campo strumenti finanziari che potessero agevolarci nella sfida facendo attenzione a garantire a tutti le stesse opportunità. E la risposta è stata positiva. Si è creata una grande sinergia fra Regione, Comuni, imprese e operatori che hanno lavorato gli uni al fianco degli altri per la realizzazione di tutte le azioni e le attività messe in campo. E il risultato è veramente incredibile!

Ne è convinto anche, Luca Scandale, Coordinatore del Piano Strategico Puglia365: “Vogliamo puntare anche sul Natale. La Puglia offre una sua versione del Natale tutta da sperimentare. Abbiamo anche lanciato un video emozionale da condividere sui social che raccoglie le interviste di chi è in Puglia a Natale e ne subisce positivamente l’atmosfera, italiani ed anche pugliesi e stranieri”.

Link al video https://www.facebook.com/viaggiareinpuglia.it/videos/317770455730953/?ref=tahoe

Tutti gli appuntamenti di Natale in Puglia sostenuti dalla Regione su https://www.viaggiareinpuglia.it/cam/17/it/Natale-in-Puglia oppure si può utilizzare anche il qr code qui sotto.

Serie B: il Foggia vince 3-1 in casa con la Cremonese

di FRANCESCO LOIACONO - Nell’anticipo della sedicesima giornata di andata di serie B, il Foggia ha vinto 3-1 in casa contro la Cremonese. Nel primo tempo al 13’ i pugliesi sono passati in vantaggio con Mazzeo, tiro da pochi metri su cross di Zambelli. I lombardi hanno pareggiato al 23’ con Mogos di testa. Il Foggia al 39’ è di nuovo andato in gol col tedesco Kragl su punizione. Al 41’ Iemmello ha realizzato la terza rete di testa, dopo che Gerbo di destro aveva centrato l’incrocio dei pali.

Successo importante per il Foggia, che non otteneva i tre punti da sette giornate. Terzo gol in questo campionato per Mazzeo. Cinque reti finora di Kragl. Sulla panchina del Foggia c’era il tecnico della primavera Gaetano Pavone dopo l’esonero di Grassadonia, poiché il nuovo allenatore Pasquale Padalino era squalificato. I pugliesi sono quartultimi in classifica con 12 punti. Domenica 23 dicembre alle 12,30 giocheranno a Salerno. I campani allenati da Colantuono sono a quota 20.

Trenitalia Puglia, nuovo orario: Regionali veloci tra Lecce, Bari e Foggia. Più treni tra Barletta e Fasano

BARI - Regionali veloci tra Lecce, Bari e Foggia e più treni tra Barletta e Fasano. Il tutto con orari cadenzati. Le partenze e gli arrivi dei treni regionali, nella maggior parte dei casi, avvengono a minuti fissi per facilitarne la memorizzazione e consentire alle persone di programmare in anticipo soluzioni di viaggio più adatte per l’andata e il ritorno. Sono queste le principali novità del cambio orario del trasporto regionale in vigore dal 9 dicembre.

Inoltre, dal 1 febbraio 2019, i possessori di abbonamento regionale sulle relazioni Lecce-Bari, Brindisi-Bari e Foggia-Bari potranno salire a bordo di Intercity e Frecciabianca con la carta Tuttotreno, al costo aggiuntivo della carta di 40 euro.

Tra Foggia e Bari tempi di viaggio ridotti di dieci minuti rispetto all’orario precedente: i regionali veloci impiegano un’ora e 23 minuti con fermate intermedie a Incoronata, Ortanova, Cerignola, Trinitapoli, Barletta, Trani, Bisceglie e Molfetta.

Un’ora e 41 minuti invece il tempo di percorrenza tra Bari e Lecce, un risparmio di venti minuti rispetto a prima. I regionali veloci fermano a Trepuzzi, Squinzano, San Pietro Vernotico, Carovigno, Ostuni, Cisternino, Fasano, Monopoli e Bari Torre a Mare.

Oltre l’80% dei treni regionali veloci per Lecce e per Foggia parte da Bari al minuto 01 e, nelle fasce di punta, al minuto 31. Bari Centrale diventa così l’orologio del trasporto regionale in Puglia, premessa fondamentale per l’armonizzazione dell’offerta di trasporto con le altre imprese ferroviarie presenti in Puglia.

Raddoppia l’offerta di collegamenti tra Barletta e Fasano. Tra le due città c’è un treno ogni mezz’ora con fermate a Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bari Santo Spirito, Bari Palese, Bari Zona Industriale, Bari Centrale, Bari Marconi, Bari Parco Sud, Bari Torre Quetta, Bari Torre a Mare, Mola di Bari, Polignano, Monopoli e Fasano.

Barletta, Fasano e Bari Torre a Mare diventano stazioni di interscambio: i passeggeri in partenza nelle stazioni di Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Bari Torre a Mare, Monopoli e Fasano hanno a disposizione sia i regionali veloci sia i regionali.

Confermata l’offerta sulla linea Taranto-Bari con l’inserimento di un treno in partenza in serata dal capoluogo di regione. Sulla linea Brindisi –Taranto ci sono due treni in più nel primo pomeriggio: il regionale Brindisi (p. 14.01) – Taranto (a. 15.13) e il Taranto (p.14.02) – Brindisi (a. 15.06).

Cresce sempre più il numero di pendolari pugliesi che utilizzano il treno per i propri spostamenti: ogni giorno sono circa 45 mila. Viaggiare a bordo dei treni regionali conviene non solo in termini di sicurezza e di risparmio di tempo rispetto a chi sceglie di spostarsi in auto ma anche perché si spende meno.

Serie B: Pasquale Padalino è il nuovo allenatore del Foggia

di FRANCESCO LOIACONO - Pasquale Padalino, 46 anni, è il nuovo allenatore del Foggia. Sostituisce Gianluca Grassadonia esonerato dopo la sconfitta 3-1 a Livorno di domenica scorsa. Padalino è arrivato a Foggia, dopo che fino a ieri la squadra pugliese si è allenata per pochi giorni provvisoriamente, con il tecnico della squadra primavera Gaetano Pavone. Per Padalino è un ritorno in Capitanata. Ha già allenato il Foggia dal 2012 al 2014, portandolo in poche stagioni dalla serie D alla Lega Pro, che ora si chiama serie C. E’ stato anche calciatore del Foggia nel ruolo di difensore dal 1988 al 1992, e dal 1994 al 1995. Ha firmato fino al 30 giugno 2019 con possibilità di rinnovare per la prossima stagione, se otterrà buoni risultati a Foggia.

Padalino non potrà andare in panchina domani sera nell’anticipo di B in casa con la Cremonese, perché deve scontare un turno di squalifica. Lo stop impostogli dal giudice sportivo era di due giornate, di cui una scontata quando nel 2016/2017 ha allenato il Lecce in Lega Pro. Il Foggia ultimo con 9 punti insieme al Livorno, dovrà vincere contro i lombardi per iniziare la corsa verso la salvezza. Allo stadio “Zaccheria” nei pugliesi sarà assente Camporese infortunato, al suo posto dovrebbe giocare il difensore Loiacono. In attacco probabili Mazzeo e Iemmello. Con Padalino, il Foggia dovrà cercare di raggungere quanto prima nel ritorno la permanenza.

Amministrative Foggia: arriva l’onda Civica

FOGGIA - "Un’unica offerta politica che sia popolare, riformista, ma soprattutto nuova rispetto all’obsoleta immagine dei vecchi partiti”, così ieri a Foggia, il coordinatore di Puglia popolare, Massimo Cassano ha presentato la federazione di sette simboli, per la maggior parte ispirati al civismo, “uniti per provare, tutti insieme, a fare massa critica e contare nello scenario politico-elettorale che va ad aprirsi col nuovo anno, a partire dalle prossime elezioni provinciali (che si terranno il 3 febbraio 2019, solo per il rinnovo dei consiglieri), per continuare con le amministrative.

In Capitanata scende in campo direttamente Rino de Martino, coordinatore provinciale di Puglia popolare. Con lui, Gaetano Panniello del Partito Liberale; Mauro Pagano del Partito Repubblicano; Nicola Cascavilla di “Io Ci Sono”; Lino Padalino di “Impegno popolare”; Elena Minnitto del movimento Volontariato Animalista e Christian Padalino di Popolo della Famiglia. “Se i cittadini vogliono una nuova proposta, oggi quella proposta c’è”, ha dichiarato Cassano. E de Martino: “Insieme per fare massa critica  e progettuale, dunque contare nello scenario politico elettorale che va ad aprirsi col nuovo anno". Tutti ci tengono a precisare  “non siamo né di centrodestra né di centrosinistra. Il civismo è a mani libere a favore delle esigenze concrete e specifiche di ogni realtà territoriale".

“A Foggia e in Capitanata decideranno loro” dichiara infatti Cassano “ma mi piacerebbe che si possa proporre un candidato al di fuori degli schieramenti classici, se rafforziamo le civiche e allarghiamo questo progetto ce la possiamo fare". Panniello: “Ciascuno di noi conserva la propria identità e del proprio bagaglio ognuno porterà due punti  programmatici, quindi ogni Movimento Federato avrà il suo peso". Una sorta di contratto locale che naturalmente vale anche nei centri più grandi dove si vota per le amministrative. Elena Minnito del Movimento Animalista si è soffermata sulle problematiche animaliste locali ed ha sottolineato i motivi per cui è ferma la legge regionale.  Mauro Pagano dei Repubblicani spinge per la moneta alternativa. Christian Pedalino per il Popolo della Famiglia sostiene la necessità di  tornare a credere nei valori della famiglia. Tante le presenze in sala, Tra gli altri, la consigliera Annalisa Tardio e Ciro Matarrante da San Severo, da Lucera Giuseppe Bizzarri e Simona dell'Osso,  da Foggia Pasquale Cataneo e Nicola Russo, in qualità di uditori, i leghisti - il capogruppo Antonio Vigiano, Sario Masi, l’ex segretario cittadino Gianfranco Fariello -  ma anche Italia in Comune con Vincenzo Rizzi e il segretario Marino Talia. Presenti anche alcune Associazioni come quella di Fare Ambiente. Su Landella infine un coro: "Non lo vuole neanche il centrodestra".

Foggia, disabile ucciso nella propria abitazione

di PIERO CHIMENTI - Dramma per un disabile nel Foggiano. Un ragazzo di 26 anni, affetto da autismo, è stato coinvolto tragicamente in un incendio che è scoppiato nella propria abitazione, nel centro storico di San Giovanni Rotondo, in provincia di Foggia. Gli inquirenti stanno cercando di stabilire le cause della tragedia.

Serie B: esonerato il tecnico del Foggia Grassadonia, subentra Gaetano Pavone

di FRANCESCO LOIACONO - Il Foggia ha esonerato il tecnico Gianluca Grassadonia. Ad allenare temporaneamente la squadra pugliese sarà il tecnico Gaetano Pavone, che fino a qualche giorno fa è stato il responsabile della primavera. E’ una soluzione provvisoria in attesa che il proprietario del Foggia Sannella sciolga le riserve sul nuovo tecnico. La corsa per sostituire Grassadonia sembra ristretta a due nomi, Delio Rossi e Gigi Del Neri. Il primo in passato è stato sia allenatore che calciatore del Foggia.

Secondo indiscrezioni, se fosse scelto lui firmerebbe per una stagione, con eventuale rinnovo per il prossimo torneo. Il secondo ha giocato nel Foggia come centrocampista dal 1975 al 1978. La scelta di Sannella di cambiare allenatore è stata inevitabile dopo la sconfitta del Foggia per 3-1 a Livorno di domenica scorsa. I pugliesi sono ultimi in classifica con 9 punti nel campionato di B. La società pugliese dovrà decidere presto. Venerdì 14 dicembre alle 21 si giocherà allo stadio “Zaccheria” l’anticipo Foggia-Cremonese.

Foggia, anche bimbo disabile vittima delle violenze del maestro

di PIERO CHIMENTI - Emergono nuovi particolari sulle violenze che il maestro di 60 anni avrebbe compiuto alla scuola d'infanzia di Cerignola (Fg) ai suoi piccoli alunni. Tra le sue vittime anche un bimbo disabile di 4 anni, che sarebbe stato costretto con la violenza a mangiare per poi vomitare il tutto sul piatto. A far emergere tali atti sarebbero state alcune mamme che avevano segnalato il tutto alla polizia, che ha registrato l'accaduto con telecamere, riprendendo l'uomo, attualmente ai domiciliari, mentre dispensava pizzicotti e morsi ai piccoli malcapitati.

Serie B: il Foggia perde 3-1 a Livorno, il tecnico Grassadonia rischia l’esonero

di FRANCESCO LOIACONO - Nella quindicesima giornata di andata di serie B il Foggia ha perso 3-1 a Livorno. Nel primo tempo al 4’ i toscani sono andati in gol con Diamanti, tiro di destro. Al 32’ la squadra di Grassadonia ha pareggiato con il difensore Loiacono di testa su cross di Iemmello. Nel secondo tempo al 4’ il Livorno è passato in vantaggio con Diamanti,cross da posizione angolata. La squadra di Breda ha realizzato la terza rete al 29’ con Bruno, tiro da fuori area.

Il Foggia è ultimo in classifica con 9 punti insieme al Livorno. Il tecnico dei pugliesi Grassadonia potrebbe essere esonerato. Si fanno i nomi di Delio Rossi, Cosmi e Baroni, se dovesse andare via dal Foggia. Venerdì 14 dicembre i pugliesi giocheranno allo stadio “Zaccheria” alle 21 contro la Cremonese. I lombardi hanno pareggiato 0-0 in casa col Cittadella.

A San Marco in Lamis si presenta il libro ‘Il Gargano in tavola’

di VIP - Venerdì 14 alle ore 17,30 presso la Sala Teatro Giannone di San Marco in Lamis (FG), Via Frassati 2, Grazia Galante presenterà il suo libro “Il Gargano in tavola – Le ricette della cucina di ieri e di oggi” (Levante).

Interverranno: Michele Bruno, presidente Puglia Expo, Guido Pensato, operatore culturale. Modera e conduce Geppe Inserra, giornalista.

Il testo, che raccoglie oltre mille ricette collezionate da Grazia Galante attraverso informatori e amici del promontorio del Gargano, vuole essere un “ritratto” di un territorio dalla storia infinita, permeata da una religiosità ancestrale, che affonda le radici nella preistoria.

La cucina garganica, nei decenni passati sottovalutata e talvolta persino ignorata, merita di essere conosciuta e valorizzata, perché, “una comunità viene conosciuta in profondità anche attraverso il cibo”.

L’autrice non è nuova a questo genere di pubblicazioni. Infatti, oltre a ricerche sui mestieri scomparsi, alla medicina popolare, a filastrocche e indovinelli, alle fiabe e favole, ha pubblicato anche “La cucina tradizionale di San Marco in Lamis”, ”La religiosità popolare di San Marco in Lamis”, “Li còse de Ddì” (tutti editi da Malagrinò); “Fiabe e favole raccolte a San Marco in Lamis”, “La Vadda de Stignane e altri canti popolari”, “I giochi di una volta”. A quanto sopra di aggiunge il corposo “Dizionario del dialetto di San Marco in Lamis”, scritto a quattro mani con il fratello Michele, corredato con una sorta di repertorio-guida italiano-sammarchese per un’agevole ricerca dei lemmi e di una corposa bibliografia. Questi ultimi editi da Levante editori.

Foggia, paziente abusata sessualmente da infermiere

di PIERO CHIMENTI - Un grave fatto di violenza sessuale aggravata sarebbe avvenuto nella Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, nel Foggiano. Artefice di tale vile gesto sarebbe stato un infermiere, di cui non si conoscono le generalità, che avrebbe compiuto attività sanitarie non di sua competenza poi sfociate in violenza sessuale. L'uomo, arrestato dai carabinieri, si trova agli arresti domiciliari, mentre l'ospedale si appresta ad avviare le pratiche per il licenziamento.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia