Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post

Foggia dà il benvenuto agli studenti Erasmus

FOGGIA - Sarà consegnato venerdì 1^ Marzo, presso la Sala della Ruota della Provincia, il ‘Benvenuto agli studenti in Erasmus presso la città di Foggia’. La Conferenza, che avrà inizio alle ore 11.30, rappresenta solo l’avvio di un’iniziativa, la ‘Welcome Week’ targata ESN ASE Foggia, sezione che quest’anno copie dieci anni di attività. 

Alla Conferenza prenderanno parte: Carmine Pecorella Dirigente e Capo Ufficio Stampa dell’Amministrazione Provinciale, il Vice Presidente di ESN ITALIA Attilio Apostoli, il Presidente di ESN ASE Foggia Tommaso Valenzano con l’intero Consiglio Direttivo, Carla Costantino Segretario Generale della CISL di Foggia, i Coordinatori di Dipartimento e l’Ufficio Relazioni Internazionali dell’Università degli Studi di Foggia, i rappresentanti delle Associazioni studentesche, l’Istituto di mediazione linguistica SSML San Domenico e la Segretaria. 

Nel corso degli interventi verranno presentati i contenuti dei progetti totalmente brand new, come gli incontri di formazione organizzati in collaborazione con la CISL per la stesura del proprio CV ed il progetto ‘Erasmus Exchange’ che i ragazzi foggiani porteranno al contest internazionale che si terrà a Salonicco dal 18 al 21 di Aprile, in occasione dell’incontro annuale con tutte le Sezioni europee. ESN è un’associazione no profit presente in tutta Europa, ‘fatta da studenti per gli studenti’, inserita in un Network vastissimo ed internazionale che mira a promuovere le meraviglie del Vecchio Continente e ad accreditare l’importanza del progetto Erasmus. 

Come accennato, la Sezione foggiana compirà quest’anno i suoi primi dieci anni di attività, occasione di prestigio per celebrare la quale sono in via di organizzazione una serie di eventi culturali e ludici, viaggi alla scoperta della citta di Foggia, attività di promozione e valorizzazione del territorio dauno e non solo. In particolare, come di consueto, gli ‘ESNers’ foggiani organizzeranno cene internazionali, tandem, cineforum ed altri servizi di supporto informativo, logistico, formativo e conoscitivo offerti dai ragazzi di ESN ASE Foggia.

Primarie Puglia, Caroppo: "Emiliano ha gli incubi, centrodestra armonioso e competitivo"

BARI - «La straordinaria partecipazione alle primarie di Foggia e Bari fa venire gli incubi al Presidente Emiliano, terrorizzato dalla Lega e dal centrodestra! Se c'è un "bullo politico" è lui che voleva imporsi attraverso primarie farsa, da solo, con oltre un anno di anticipo per non avere sfidanti… La Lega, invece, insieme agli altri protagonisti del centrodestra e tanti movimenti civici, ha dato vita a Bari e Foggia (e presto a Lecce) a primarie vere, che hanno scritto una bella pagina di partecipazione popolare e cementato una coalizione sempre più armoniosa e competitiva ormai prossima a bloccare l'unica "orda" che va bloccata, quella di Emiliano e della sua supponenza».
Replica così il Segretario Regionale Pugliese della Lega, Andrea Caroppo, alle odierne dichiarazioni con quali il Presidente Emiliano aveva commentato gli esiti delle primarie del centrodestra a Bari e Foggia.

Scuola: 'High School Game' in arrivo anche a Bari e Foggia

BARI - Terminate le sfide "digital" di qualificazione sull'App dedicata tra gli studenti delle scuole iscritte da tutta Italia, dall’1 febbraio sono in fase di svolgimento le Semifinali di zona di High School Game, l’innovativo progetto live e digital di WiContest indirizzato agli studenti, che stimola la curiosità e le capacità riflessive dei ragazzi, sfruttando le nuove tecnologie interattive. 

Dopo Milano, Firenze, Salerno, Roma, Palermo e Potenza, le semifinali faranno tappa a Bari, il 26 febbraio presso l’I.T.T.  "PANETTI - PITAGORA" e a Foggia, il 27 febbraio presso l’UNIVERSITA’ DI FOGGIA dalle ore 9.00 alle 13.00.  

Amici e parenti dei partecipanti potranno seguire la gara e festeggiare in tempo reale gli studenti vincitori che accederanno alla Finale Nazionale di Civitavecchia, prevista per il 19-20 maggio.

High School Game è una grande sfida che coinvolge i ragazzi in attività formative tramite un entusiasmante processo di gamification, sfruttando appunto il linguaggio del web che consente una comunicazione “al passo con i tempi”, rivolta proprio ai giovani: diretta, efficace, grazie all’utilizzo di tablet, smartphone e PC.

I partecipanti metteranno alla prova la propria preparazione scolastica e di cultura generale, oltre che di specifici temi quali educazione stradale, ambientale, Business English e Cyberbullismo, la velocità e la capacità di "fare squadra" facendo esperienza della possibilità di divertirsi imparando.

Il concorso - indirizzato alle classi dei Licei e degli Istituti superiori secondari di secondo grado, statali e paritari - promuove nelle scuole l’uso di sistemi digitali, inglobati in nuovi approcci formativi. Hanno aderito al progetto High School Game 150 000 studenti di 500 scuole e sono state coinvolte 55 province italiane: numeri da record!

Le scuole che otterranno risultati migliori dalle varie competizioni vinceranno un viaggio di 4 giorni a Barcellona, delle borse di studio offerte da molti atenei italiani, corsi di Business English.

Il contest High School Game fa parte della piattaforma crossmediale WiContest, ideata da Planet Multimedia Srl, leader nel settore dell'edutainment e dell'enterteinment che, unendo creatività e strumenti multimediali, realizza i progetti culturali e di intrattenimento.

High School Game gode del patrocinio con l’Agenzia Nazionale per i Giovani e di numerose partnership: Grimaldi Lines come Main Partner e il Salone dello Studente come Official Partner, Anas per il contest tematico sulla sicurezza stradale, SHENKER per il contest tematico su Business English, Connect4Climate per il contest sull’educazione ambientale, gli atenei LUMSA, IULM, LABA, l’Università Vanvitelli, l’Università di Foggia, l’Università Federico II e l’Università della Calabria come Scientifc Partner e orientamento agli studenti.

Prossime tappe:

1 marzo – Ancona, IIS VANVITELLI - STRACCA – ANGELINI
19 marzo – Catania, CENTRO SICILIA (Loc. Misterbianco)

Il regolamento è consultabile su www.wicontest.com

Per informazioni: info@wicontest.com

Serie B: il Foggia pareggia 1-1 in casa col Benevento

di FRANCESCO LOIACONO - Nella sesta giornata di ritorno di serie B il Foggia ha pareggiato 1-1 in casa col Benevento. Nel secondo tempo al 29’ sono passati in vantaggio i campani con Coda, tiro di destro su passaggio di Roberto Insigne. Al 35’ i pugliesi hanno pareggiato col tedesco Kragl su punizione. Nel primo tempo al 45’ la squadra di Padalino è rimasta in dieci. Espulso Gerbo per avere colpito con un calcio Costa. 

Nella ripresa al 7’ il Benevento insidioso. Un tiro di Coda è stato salvato sulla linea dal difensore Ingrosso. Quarto pareggio consecutivo del Foggia. E’quintultimo in classifica con 22 punti. Martedì prossimo 26 febbraio nel turno infrasettimanale i dauni giocheranno ad Ascoli. I marchigiani hanno vinto 1-0 a Cremona.

Giornate della Bellezza: la quarta tappa nella 'mistica' San Giovanni Rotondo

SAN GIOVANNI ROTONDO (FG) - Dopo Bari, Ruvo di Puglia e Foggia, il tour della Bellezza ha fatto registrare la quarta tappa in quel di San Giovanni Rotondo. Il coinvolgente “Giro della Puglia”, proposto dall’assessorato regionale all’Urbanistica per presentare la “Legge sulla Bellezza”, prosegue dunque con assoluta regolarità. 

Il focus è sempre la discussione del testo della proposta della nuova disciplina. Ancora una volta la sede della convention è un luogo straordinario: il Centro di Spiritualità Padre Pio.

Anche a San Giovanni Rotondo è diventato dunque focale lo spirito della condivisione, delle parole spese nel segno e nello spirito del confronto, della partecipazione, delle proposte, delle idee, delle suggestioni. E delle visioni, portate dal basso, in un processo partecipativo con la gente. Quella stessa gente che si vuole trasformare in un “Esercito della Bellezza”, come illustrato da Nicola Genco, l’artista putignanese autore dell’opera adottata come grafica per il Tour.

Anche nell’appuntamento del Tour nella terra di San Pio, sul disegno di legge promosso dall’assessore regionale Alfonsino Pisicchio è stato ribadito uno dei concetti fondamentali: la proposta della nuova disciplina urbanistica non prevede consumo di suolo. È una normativa che non parla di superfici e di volumetrie, ma che, in un procedimento di tipo bottom-up, rimette al centro i bisogni dell’uomo e del suo vivere. La proposta di legge è composta da sei titoli e ventitrè articoli. Il preambolo riporta parole superbe, scritte dal giornalista Peppino Impastato, martire della mafia. Il Manifesto, elaborato dalla prof.ssa Laura Marchetti con la collaborazione dell’ing. Vito Labarile, quale sintesi dei contributi dei partecipanti al tavolo scientifico, contiene valori precisi e di riferimento, spiegando i principi informativi e cardine della riforma. La legge è stata elaborata nei mesi scorsi da un apposito comitato tecnico-scientifico che ha lavorato e che continua a collaborare incessantemente e a titolo gratuito.

L’apertura del convegno, coordinato dai giornalisti Annamaria Natalicchio e Vito Prigigallo, è toccata al padre Rettore del santuario di Santa Maria delle Grazie e della chiesa di San Pio, frate Francesco Di Leo, il quale, in una splendida prolusione, è partito dall’assioma “Tu sei bellezza”. Il frate cappuccino ha più volte accennato a San Francesco.

Quindi è intervenuto il direttore del Centro, Angelo Trani. L’architetto ha sottolineato come quello svoltosi a San Giovanni Rotondo sia il primo convegno a carattere tecnico tenuto nella struttura di via Anna Frank.

La partecipazione alla convention garantiva crediti formativi professionali. E infatti, la bellissima sede del Centro sangiovannese ha fatto registrare una nutrita partecipazione da parte di tecnici, in particolare geologi, architetti e ingegneri.

Contributi sono arrivati dal delegato dell’Ordine dei Geologi della Provincia di Foggia, Giovanna Amedei e dal presidente dell’Ordine degli Architetti di Capitanata, Nicola Giacomo Tramonte. Quest’ultimo ha accennato all’architettura come forma di bellezza che va oltre la frammentazione e la parzialità. La Amedei dal canto suo ha posto al centro del suo saluto la “qualità progettuale” necessaria; una qualità che, tuttavia, non deve prevedere altri vincoli. Un invito questo rivolto direttamente all’assessore Pisicchio, il quale, dopo aver ringraziato “i componenti il Comitato scientifico”, ha parlato delle due strade che aveva di fronte come promotore dell’iniziativa di legge: portarla in Consiglio regionale dopo alcuni passaggi interni alla politica e ai tecnici, oppure praticare il dialogo, con un gruppo di pensatori che promuove i confronti con altre ipotesi, con altre verità. Una strada certamente più impervia ma più entusiasmante perché in questo tour saranno le comunità, le associazioni, il vasto mondo degli stakeholders, i portatori di interesse sano, a indicare la strada per tagliare un traguardo ambizioso, la bellezza. 

A proposito dei vincoli, Pisicchio ha detto che in effetti non ce n’è bisogno, ma la Puglia continua ad avere molti, troppi casi di abusivismo e che sarà importante, fondamentale, operare scelte pubbliche e private orientate verso la qualità. Per approdare a un diritto alla bellezza, a città a dimensione umana, a spazi pubblici che siano luoghi di relazione umana. 

Imprenditore, manager culturale, tra i componenti del “Collegio degli Esperti” voluto dal Governatore Michele Emiliano l’ing. Vito Labarile, ha ribadito che questa non sarà una legge “urbanistica” ma “umanistica”, che si pone a monte di altre norme, che ha l’ambizione di diventare una legge di orientamento culturale, che potrà apportare una ragionevole dose di qualità nel tessuto urbano. Labarile ha infine detto che requisiti essenziali per la bellezza sono l’identità del territorio e la sua conoscenza, frutto di un vero e proprio scavo antropologico che porti a comporre il mosaico delle identità culturali pugliesi.

Il prof. Franco Selicato, ordinario presso la facoltà di ingegneria al Politecnico di Bari (corsi di Progettazione urbanistica e Tecnica urbanistica) ha definito la rigenerazione urbana come la nuova linfa vitale per il cuore delle città che continuano a svuotarsi inesorabilmente e forse inevitabilmente verso l’esterno. La rigenerazione deve diventare pratica corrente e deve coinvolgere i privati con fondi ordinari. E se i privati si faranno comunità, tanto meglio.

Giovanni Guzzardo, docente di Diritto amministrativo e di Diritto urbanistico al Politecnico di Bari ha messo sul chi vive: attenzione, la rigenerazione urbana non è la panacea di tutti i mali. In ogni caso, magari ci fossero solo ecomostri da sconfiggere! Il problema vero sono i tanti, troppi manufatti distonici presenti un po’ dappertutto. Fondamentali restano i contributi dei Comuni e della cittadinanza attiva. La chiosa è nel solco delle definizioni già illustrate: non si tratterà di una legge che si occupa di urbanistica, bensì di una normativa che cura il territorio. 

Ordinario presso il Politecnico di Bari (corsi di Architettura e Disegno urbano), Antonella Calderazzi, parlando de “I canoni della bellezza”, si è soffermata sulla qualità dell’architettura non solo nei cosiddetti centri storici, ma anche in quelli della ruralità (“abbiamo tanto bisogno di verde” ha detto la docente, divenuta una delle massime esperte in materia di masserie). Anch’ella ha accennato allo sviluppo processuale partecipato. 

Uno dei dirigenti della Sezione Urbanistica della Regione Puglia, il dottor Giuseppe Maestri, ha concluso il convegno dedicato alla nuova disciplina sulla bellezza del territorio e del paesaggio, illustrando i vari passaggi dell’articolato. Una normativa che contiene strumenti come “La carta della qualità urbana”, che prevede incentivi agli interventi e che, nell’ambito dell’obiettivo di “consumo di suolo zero”, il riferimento sono le tre “R”: Recupero, Rigenerazione, Riuso.  

Le tappe del tour sono animate a cura del Teatro Pubblico Pugliese. E a San Giovanni Rotondo ci hanno pensato da un lato Antonio Stornaiolo che ha condotto da par suo il talk-show e dall’altro il gruppo folk dei “Gargarensi”, nome che designa l’antico toponimo della città. Quest’ultimo ha chiuso la convention con musiche, canti e balli della tradizione garganica. Stornaiolo ha conversato, oltre che con il pubblico, con la dott.ssa Valentina Battista, esperta in relazioni internazionali, tra i tutor dei tavoli tecnici che rappresentano un altro dei momenti cruciali delle “giornate della Bellezza”, tavoli molto partecipati anche nella città di San Pio, il prof. Guzzardo e l’ing. Labarile.

La prossima tappa del “tour della bellezza” è fissata per giovedì 28 febbraio a Brindisi.

In Puglia agrumi al macero, gli agricoltori: "Situazione drammatica"

BARI - “In provincia di Taranto e sul Gargano, i territori più agrumicoli della Puglia, arance e clementine in moltissimi casi restano incolte, sugli alberi, o a marcire per terra. Apprezziamo lo schema di decreto del Mipaaft sul Fondo nazionale agrumicolo, era una misura necessaria, ma appare per certi versi tardiva e purtroppo insufficiente ad affrontare una situazione disastrosa quest’anno e estremamente difficile”. E’ Raffaele Carrabba, presidente regionale di CIA Agricoltori Italiani della Puglia, a commentare con queste parole l’approvazione, in Conferenza stato regioni, dello schema di decreto attraverso il quale il Fondo nazionale agrumicolo sarà dotato di 10 milioni di euro: 8 saranno destinati al ricambio varietale per le aziende danneggiate da virus tristeza e del “mal secco”; 1,5 verranno utilizzati in campagne di comunicazione istituzionale e di promozione rivolte ai consumatori, per sostenere la qualità degli agrumi italiani; 500mila euro è la risorsa a disposizione per conoscenza, salvaguardia e sviluppo dei prodotti agrumicoli DOP e IGP.

“Il Governo ha accolto le richieste che facciamo da anni sul ricambio varietale e le campagne di comunicazione in favore della qualità e salubrità dei prodotti certificati italiani. Occorre, però, che questo sia solo l'inizio, perché i problemi sono strutturali: strapotere della GDO nel determinare i prezzi, la vita e la morte di un'azienda agricola; concorrenza sleale di competitor esteri che producono con costi e standard inferiori; necessità di valorizzare pienamente la biodiversità degli agrumi italiani e il ruolo attivo degli agricoltori nel preservare questo patrimonio; garantire la possibilità alle aziende agricole di assumere investendo nell'equo compenso delle lavoratrici e dei lavoratori alleggerendo il carico di costi burocratici e contributivi che danneggiano sia la parte datoriale che la forza lavoro”, ha aggiunto Michele Ferrandino, presidente provinciale di CIA Capitanata.

Borgo Mezzanone, perquisizioni e squestri

FOGGIA - Sono circa duecento gli uomini tra polizia, carabinieri e Guardia di finanza impegnati in una operazione interforze nel ghetto di Borgo Mezzanone, alle porte di Foggia, l'agglomerato di baracche abusive sorto accanto al Cara. Attualmente nelle casette risiedono circa 1500 migranti.

Le forze dell'ordine sono impegnate in perquisizioni e controlli tra i manufatti dove, secondo indagini coordinate dalla Procura di Foggia, si consumerebbero reati come la prostituzione. Le baracche abusive controllate saranno sottoposte a sequestro finalizzato all'abbattimento. A prendere parte alle operazioni anche militari dell'Esercito.

Vico, la paposcia e l’enogastronomia per il turismo d’inverno

VICO DEL GARGANO (FG) – Un successo oltre ogni più rosea aspettativa: il press tour su “San Valentino e il cuore del Gargano”, dal 12 al 17 febbraio, ha interessato e coinvolto migliaia di persone sui social. Sono state particolarmente apprezzate le tipicità enogastronomiche e agroalimentari: dalle arance all’olio extravergine d’oliva di Vico del Gargano, dai dolci tipici alla cucina proposta dai ristoratori vichesi. Un vero e proprio trionfo per la paposcia, il pan focaccia tipico di Vico, protagonista – assieme alla marmellata di agrumi - di un meraviglioso educational tour in un suggestivo aranceto del paese, condotto magistralmente da Francesco e Giovanni Canestrale. Ha suscitato emozioni e ammirazione l’arte di Maria Voto, una delle ultime tessitrici della Puglia a utilizzare gli antichi telai in legno. 

Le chiese del borgo, Palazzo della Bella, il centro storico di Vico, le tradizioni della Settimana Valentiniana, i laboratori e i mercatini di Terrarancia sono stati il cuore di un press tour durante il quale, in sei giorni, blogger e giornalisti arrivati da tutta Italia sono stati accompagnati a visitare anche Peschici, Carpino e Ischitella. Il press tour, promosso dal Comune di Vico del Gargano, è stato finanziato dal Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. In poco meno di una settimana, la pagina facebook ufficiale dell’evento (https://www.facebook.com/sanvalentinopresstour) ha ottenuto oltre 1300 follower, raggiungendo 53mila utenti, con più di 25mila interazioni tra commenti, like e condivisioni (14mila su twitter), riuscendo a promuovere il borgo e le località visitate attraverso foto e video. 

I COMMENTI DI BLOGGER E GIORNALISTI - Qual è l’immagine di Vico del Gargano che blogger e giornalisti presenti al tour promuoveranno nei loro articoli? “Noi ricorderemo un borgo romantico e le persone dal gran cuore che lo popolano! Grazie per questi giorni felici”, hanno commentato i blogger di “Untrolleyperdue”, che attraverso i loro account ufficiali hanno raccontato la settimana valentiniana minuto per minuto. Roberta Isceri, di “Italiaterapia”: “Abbiamo particolarmente apprezzato il centro storico, vero e proprio gioiello, le eccellenze culinarie, il Castello e il trappeto. Indimenticabile il profumo delle arance di Vico”. Andrea Assenza, di Happily on the road: “Ricorderò la bellezza del centro storico, ma anche e soprattutto le persone che abbiamo incontrato”. 

Tra i blogger, anche il racconto eccentrico e originale di “Rivoglio la barbie”: “Il profumo degli agrumi è una sensazione davvero inebriante, difficile da descrivere, ma stupenda da vivere”. Blogger e giornalisti hanno assistito alla processione della statua del Patrono di Vico del Gargano, San Valentino, per poi visitare il Vicolo del Bacio, gli stand della festa, le mostre e gli allestimenti all’interno di Palazzo della Bella, i produttori di arance e di olio di un paese che ha nel comparto agroalimentare una delle sue eccellenze riconosciute in tutto il mondo. Non solo Rai Uno, le tv regionali e quelle provinciali, anche i social hanno raccontato l’evento. Su Twitter, Facebook e Instagram tantissimi utenti hanno rilanciato le foto scattate e le emozioni provate.

Candela sul Times of India


di PIERO CHIMENTI - Sul Times of India, una famosa rivista indiana, si parla di Candela, città del foggiano, che ha offerto 160 mila rupie, quasi 2 mila euro, nel tentativo di bloccare il declino della popolazione che attualmente tocca 2700 anime, ben lontane dagli 8 mila abitanti degli anni Novanta.

Sulla rivista appaiono altri borghi, come Civita del Bagnoregio, nota con i suoi 12 abitanti di essere meta per il weekend o Sambuca, che offre l'acquisto di casa ad 1 euro a fronte di un deposito di 5000 euro e l'impegno di investirne almeno 15 mila nei successivi 3 anni per lavori di ristrutturazione.

Aeroporto Gino Lisa, Emiliano: "Carte a posto, Governo rilasci autorizzazioni a lavori o ricorreremo a magistratura"

FOGGIA - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, insieme agli assessori Leonardo di Gioia e Raffaele Piemontese ha tenuto oggi  una conferenza stampa nell'aeroporto di Foggia per fare il punto sulla situazione relativa all'allungamento della pista di volo del “Gino Lisa”.

Secondo Emiliano “tutta la documentazione richiesta finalizzata al rilascio dell’autorizzazione all’inizio dei lavori è stata depositata e ci auguriamo che dietro il ritardo alla concessione non ci sia il tentativo di rendere più difficoltosi i lavori di allungamento della pista dell’aeroporto.

Siccome abbiamo aspettato settimane che il presidente del Consiglio dei Ministri, al quale avevo rassegnato di persona l’urgenza durante l’ultima riunione in Prefettura con i sindaci della Capitanata, mi pare che a questo punto la misura sia colma.

In caso di ulteriore ritardo dovrò far valere nelle sedi competenti la condotta di chi non ha ancora adempiuto al proprio dovere presso il Ministero delle Infrastrutture.

Prima facciamo e meglio è. Qualunque cittadino o qualunque istituzione dello Stato di fronte a un atteggiamento sospetto ha il diritto di chiedere all’autorità giudiziaria di verificare le ragioni del ritardo quando esso appare non giustificato.

Non si tratta di un ultimatum: eventuali ritardi costituirebbero reati procedibili di ufficio, non c’è bisogno di evidenziarli.

Il punto è che bisogna sbrigarsi perché abbiamo già i lavori appaltati, l’imprenditore che ha vinto la gara già pronto a cominciare e dobbiamo far redigere il progetto esecutivo così possiamo sfruttare tutta la buona stagione per i lavori di allungamento.

Sono stanco di sentirmi dire dalla comunità foggiana che noi siamo in ritardo, forse sulla questione dell’aeroporto di Foggia qualcuno vuole compromettere la mia immagine personale e quella della Puglia. Si sono sbagliati, perché siamo molto determinati”.

Per di Gioia “sul Gino Lisa c’è stato un lavoro di squadra importante in questi anni per mantenere vivo il finanziamento e le autorizzazioni. Oggi siamo nelle condizioni di poter utilizzare lo stanziamento per una finalità che è sì quella del potenziamento dell’aeroporto ma è anche e soprattutto il consolidamento della struttura ai fini di protezione civile.

L’esperienza potrebbe consentirci di valorizzare un presidio che per noi è importante anche dal punto di vista occupazionale, con la speranza che poi si arrivi a far volare aerei in grado di veicolare turismo e opportunità per una terra che è già la prima in Puglia per attrattività e per passeggeri movimentati con altri mezzi, che poi diventano turisti nel territorio”.

L’assessore Piemontese ha concluso con un appello: “abbiamo prodotto tutti i documenti utili, abbiamo sbloccato la pratica a Bruxelles, abbiamo stanziato le risorse in bilancio, abbiamo inviato i documenti richiesti e adesso aspettiamo che il Ministero dei Trasporti dia un semplice nulla osta perché si possa partire con i lavori. Abbiamo prodotto tutto: per favore, firmate questo nulla osta”.

Puglia: quasi 124mila auto a Gpl, Bari provincia con più auto


BARI - Assogasliquidi/Federchimica ricorda che i veicoli a GPL sono esclusi dai blocchi della circolazione nelle città. Con un’auto a GPL si spende mediamente quasi il 50% in meno rispetto alla benzina e le emissioni di particolato e ossidi di azoto sono molto ridotte. In Puglia quasi 124 mila vetture circolanti a GPL (pari al 65% delle alimentazioni alternative): Bari la provincia con più auto e distributori GPL, Taranto quella con la maggior incidenza.

Il territorio pugliese dispone di una buona rete di punti vendita GPL, con 272 distributori.

Assogasliquidi/Federchimica ricorda che i veicoli alimentati a GPL (gas di petrolio liquefatto) sono esclusi dai provvedimenti restrittivi alla circolazione dei mezzi di trasporto, applicati in numerose città italiane con l’obiettivo di ridurre i livelli di emissioni inquinanti.

Il GPL, impiegato come carburante per auto, oltre ai notevoli vantaggi economici per gli automobilisti e all’ampia disponibilità su tutto il territorio nazionale – grazie ad una rete che conta più di 4.100 punti vendita stradali e autostradali, diffusi su tutto il territorio nazionale, asservita ad oltre 2,3 milioni di veicoli in circolazione - consente di ottenere sostanziali benefici ambientali, dal momento che i gas di scarico prodotti da tali vetture presentano emissioni di particolato e di ossidi di azoto molto ridotte, oltre ad un contenimento di quelle di CO2.

Per questo la Commissione Europea, con la Direttiva 2014/94/UE, ha riconosciuto le potenzialità del GPL come carburante alternativo su cui puntare per lo sviluppo di una mobilità sostenibile.

La convenienza economica del GPL è calcolabile in base ai prezzi alla pompa e ai consumi: a parità di modello di auto e ipotizzando una spesa di 10 euro per il rifornimento, con il GPL è possibile percorrere 207 chilometri, a fronte dei 156 chilometri del diesel (-25%) e dei 107 chilometri dell’alimentazione a benzina (-49%). È inoltre possibile la conversione della propria auto da benzina a GPL, con costi medi una tantum relativamente contenuti connessi alla sola installazione dell’impianto.

Nella Regione Puglia, inoltre, le autovetture e gli autoveicoli ad uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano sono soggetti ad una riduzione del 75% della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina. In più, altre agevolazioni sono previste per i veicoli a doppia alimentazione benzina/GPL.

Le vetture alimentate a GPL circolanti in Puglia nel 2017 sono state 123.851, rappresentando così, a livello regionale, il 65% delle auto con alimentazioni alternative (GPL, metano, elettrico ed ibrido) e il 5% dell’intero parco vetture. A livello di singole Province, a Bari si registra il maggior numero di auto a GPL in circolazione (40.230), seguita da Lecce con 31.826 e Taranto con 16.225, e nella Provincia di Taranto si riscontra la maggior incidenza del GPL (78%) rispetto al totale delle alimentazioni alternative.

Nel 2018, inoltre, in Puglia sono state registrate 5.261 immatricolazioni di auto a GPL e 3.862 conversioni da benzina a GPL.

In termini di punti vendita di GPL, Bari si aggiudica il gradino più alto del podio con 78 distributori su un totale di 272 distributori presenti sul territorio regionale. Segue Lecce, con 68 punti vendita, mentre al terzo posto si classifica Foggia con 52 distributori.

Il riepilogo delle singole province è:


PROVINCE
Punti vendita (ottobre 2018)
Auto a GPL circolanti
(2017)
Peso del GPL sul totale alimentazioni alternative
Bari
78
40.230
60%
Barletta-Andria-Trani
15
8.792
76%
Brindisi
26
11.810
68%
Foggia
52
14.968
56%
Lecce
68
31.826
70%
Taranto
33
16.225
78%
Tot. Regione
272
123.851
65%

“Scegliere un’auto a GPL rappresenta una scelta vincente perché consente una serie di vantaggi. Anzitutto ambientali, visto che si tratta di un carburante pulito che può fornire un aiuto all’Italia e alle nostre città nel raggiungere gli obiettivi europei di riduzione dell’inquinamento atmosferico, che provoca pesanti conseguenze dal punto di vista sanitario”, ha commentato il Presidente di Assogasliquidi-Federchimica, Francesco Franchi. “Proprio per questo motivo, le auto a GPL possono circolare liberamente anche durante le giornate dei blocchi, rappresentando così un vantaggio in termini di libertà di movimento”.

“A questo si aggiunge poi la rete di distributori capillarmente diffusa su tutto il territorio nazionale. Infine – ha sottolineato Franchi – benefici anche dal punto di vista economico, dal momento che un’auto a GPL consente un risparmio di circa il 50% rispetto ad una alimentata a benzina”.

Lega, rissa in sezione Foggiano: espulsioni


BARI - "Quanto accaduto ieri sera nel corso di una riunione di partito a San Severo, nel Foggiano, è intollerabile: nella Lega non c’è spazio nè per provocatori nè per violenti. Per questo motivo entrambi i protagonisti dell’incredibile episodio sono espulsi e dichiarati non graditi al partito. Contestualmente si nomina il sig. Marcello De Filippis commissario cittadino di San Severo". A renderlo noto in un comunicato la segreteria regionale pugliese della Lega-Salvini Premier.

Serie B: il Foggia pareggia 1-1 a Padova


di FRANCESCO LOIACONO - Nella quinta giornata di ritorno di serie B il Foggia ha pareggiato 1-1 a Padova. Nel primo tempo al 45’ sono passati in vantaggio i pugliesi con Chiaretti, mezza rovesciata al volo su cross di Mazzeo.

Nel secondo tempo tempo al 44’ i veneti hanno pareggiato con Capello, tiro da fuori area dopo una respinta di testa del difensore Martinelli su un passaggio di Trevisan. Un risultato positivo per il Foggia.

Terzo pareggio consecutivo dopo lo 0-0 a Palermo e l’1-1 in casa col Pescara. La squadra di Padalino è quintultima in classifica con 21 punti. Nel prossimo turno, sabato 23 febbraio i dauni giocheranno allo stadio “Zaccheria” alle 18 contro il Benevento. I campani hanno vinto 1-0 in casa col Cittadella.

Da Taranto a Foggia, passando per Bari: è la Puglia di 'Ci voglio credere'

FOGGIA – Un tarantino, barese d’adozione, che nel suo romanzo percorre idealmente e materialmente tutta la Puglia, la attraversa come una scossa elettrica, una radiografia, captandone e raccontandone vitalità, rabbia, speranze e cambiamento: questo sono Giovanni Forte e il suo nuovo libro, “Ci voglio credere”. Ieri, venerdì 15 febbraio, questa meravigliosa storia che percorre la Puglia come un pellegrinaggio d’amore è stata presentata a Foggia, nell’auditorium Cgil di via della Repubblica.

Sala gremita e parole non banali quelle del giornalista Geppe Inserra: “Un libro puoi leggerlo con la testa o con il cuore: dopo le prime 10 pagine, il romanzo di Giovanni Forte ti entra dentro come un paesaggio di sentimenti e significati che legano destini, scenari di futuro, codici eterni di un’identità e una storia comuni a tutti i pugliesi”. La terra, innanzitutto. Quella dei contadini, sia di ieri che di oggi, la terra che fa sudare e sperare, la campagna carezzata dagli ulivi oppure violentata dalle discariche abusive, dalle “agro-mafie” che inquinano il nostro presente mettendo a rischio il domani. “E’ un messaggio di fiducia quello che traspare da questa storia”, ha dichiarato Giovanni Forte.

“E’ un viaggio dentro la Puglia che è cambiata, che sta ancora cambiando, dove permane per molte persone, soprattutto tra i più giovani, una condizione di disagio e di difficoltà”, ha aggiunto Forte.

“Quelle difficoltà possono però essere affrontate e superate, attraverso la realizzazione di un vero cambiamento, la conquista di un orizzonte nel quale ogni persona deve trovare la possibilità di realizzarsi, quella di avere un lavoro e condizioni che permettano non solo di vivere dignitosamente ma anche di sognare un domani migliore”. La storia di Franco e Michele è la vicenda di due fratelli molto diversi l’uno dall’altro, entrambi alla ricerca di una strada che li conduca a poter progettare la propria vita. Quella strada, attraverso le vicende personali dei due, attraversa anche la Capitanata, tutta la Puglia, arrivando arrivando anche a Foggia e a San Giovanni Rotondo.

L’autore, segretario generale dello SPI Puglia, il più grande sindacato italiano dei pensionati, nel suo romanzo offre uno spaccato della regione. Si discute moltissimo di migranti e delle dinamiche che spingono milioni di persone, in tutto il mondo, a lasciare la propria terra. Non si approfondisce abbastanza, però, la lacerazione che attraversa anima e cuore di chi, italiano o straniero, è costretto suo malgrado ad abbandonare la propria terra, il proprio Paese. E’ un fenomeno che, proprio in Puglia, offre la doppia accezione: sono tanti i pugliesi che vanno via, sono molti anche gli immigrati che arrivano per lavorare nelle campagne. “Ci voglio credere” comincia proprio da questo, dalle vicende di una famiglia spaccata, da due fratelli italiani, pugliesi, che compiono scelte diametralmente opposte rispetto all’urgenza di vivere, di realizzarsi, di trovare la felicità o soltanto un equilibrio. C’è chi va via e chi resta. “Ci voglio credere”, edito da Radici Future, è stato stampato nel mese di gennaio 2019, dalla Dedalo litostampa di Bari.

“Il cambiamento senza lavoro non esiste”. La frase di uno dei protagonisti rimbomba nel vissuto, nell’attualità di una regione che appare uno scenario sempre in bilico tra bellezza, fiducia e orrore: la criminalità organizzata, l’inquinamento, l’opacità che rende inquietanti gli interessi attorno al ciclo dei rifiuti incombono su un paesaggio umano, naturale e urbano che suscita meraviglia, genera speranze, alimenta il senso di identità e di appartenenza di chi, nonostante tutto, non vuole darla vinta alla rassegnazione.

Neo papà a 94 anni: mamma ne ha 42


CERIGNOLA (FG) - Quando l'amore non ha età. La storia arriva direttamente dalla Puglia: diventa neo-papà a "soli" 94 anni. E' accaduto nel Foggiano: negli scorsi giorni, proprio a ridosso di San Valentino, una 42enne di origini marocchine ha dato alla luce un bambino nel reparto di Ostetricia e ginecologia dell'ospedale "Tatarella" di Cerignola.

Tra medici e infermieri non è passato inosservato l'arrivo di un arzillo 94enne subito dopo il parto, ma la sorpresa s'è tramutata subito in incredulità non appena l'uomo ha spiegato d'essere il marito della donna (originaria del Marocco) e il papà del neonato.

La coppia è sposata da quasi quattro anni: nozze in Marocco, poi trasferimento nel Foggiano, dove la donna già s'era stabilita in passato. Il 94enne è invece originario del nord Barese, ed entrambi ora vivono in una città del Foggiano.

Foggia, in centinaia in marcia contro il racket


FOGGIA - Al via a Foggia la marcia contro le bombe ed il racket delle estorsioni. "Le mafie diventano ammortizzatori sociali. Diventano la risposta, soprattutto al Sud, ai bisogni primari delle persone; cosa che lo Stato non fa". Così don Aniello Manganiello, il prete anticamorra del quartiere napoletano di Scampia, che ha partecipato alla manifestazione, organizzata dall'associazione 'Giovanni Panunzio', l'imprenditore foggiano ucciso 26 anni fa dalla mafia, che ha chiamato a raccolta gli studenti del capoluogo dauno, ma anche commercianti e cittadini. Appello al quale ha risposto poco più di un centinaio di alunni delle scuole superiori cittadine.

Foggia, testa d'agnello dinanzi a studio legale


MATTINATA (FG) - Scena dell'orrore al di fuori dello studio legale dell'avvocato Fischetti di Mattinata, nel Foggiano, dove una testa di capretto infilzata con un grosso pugnale è stata appesa da sconosciuti alla finestra. A fare la scoperta nella notte tra venerdì e sabato scorsi un passante che ha subito contattato il penalista che a sua volta ha denunciato l'accaduto ai carabinieri.

Il noto avvocato è stato ascoltato dai militari a a cui che ha dichiarato di non aver mai ricevuto pressioni o minacce. Gli inquirenti hanno anche acquisito i filmati delle telecamere di sicurezza posizionate nelle immediate vicinanze dello studio legale che si trova in una zona centrale del paese. "Pensare che tutto ciò possa spaventarmi ha del ridicolo", ha dichiarato il penalista.

San Valentino a Vico: da tutta Italia per il paese dell’amore

VICO DEL GARGANO (FG) – Sono arrivati ieri sera, martedì 12 febbraio, i blogger e giornalisti da tutta Italia che, fino a domenica, racconteranno “San Valentino e il cuore del Gargano”: è questo il titolo del press tour promosso dal Comune di Vico del Gargano e finanziato dal Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. Per una settimana, oltre alle tradizioni che Vico il “paese dell’amore” dedica al suo Patrono, San Valentino, il press tour approderà anche a Peschici e a Ischitella, gli altri due comuni che hanno aderito al progetto.

LE TELECAMERE DE “LA VITA IN DIRETTA”. Oggi, mercoledì 13 febbraio, alle 16.50, le telecamere e gli inviati de “La Vita in diretta”, programma televisivo di Rai Uno condotto da Francesca Fialdini e Tiberio Timperi, saranno a Vico del Gargano proprio per raccontare il paese e le tradizioni che questo borgo incantato, posto a 4 chilometri dal mare e a 3 dalla Foresta Umbra, dedica al suo santo patrono, San Valentino.

SAN VALENTINO A VICO DEL GARGANO. La “festa degli innamorati”, il 14 febbraio, è una ricorrenza ricca di momenti suggestivi, profumi e colori che la Regione Puglia ha inserito anche nel progetto “Patroni di Puglia”. Sono tante le peculiarità di questo grande evento popolare che unisce spiritualità, religione e tradizioni rurali. La Chiesa Matrice, il vicolo del bacio, le piazze e ogni casa del centro storico, per l’occasione, sono addobbati con meravigliose arance. Gli agrumi del Gargano, e in particolare le arance e il limone “Femminello” di Vico (la varietà di limone più antica d’Italia), sono un presidio Slow Food. Tutto l’antico borgo vichese è inghirlandato di arance, a cominciare dal “Vicolo del Bacio”, una strada strettissima, pittoresca, uno dei simboli del giorno di San Valentino in Puglia. I giorni che precedono la festa presentano un paese in fermento, con una partecipazione popolare che si respira in ogni casa, nelle sedi delle Confraternite e in quelle delle associazioni, ed è visibile in ogni strada, su ogni vetrina delle attività commerciali grazie ad allestimenti e addobbi del tutto caratteristici e originali.

(credits: D'Apolito)
IL GIORNO DEGLI INNAMORATI. La mattina del 14 febbraio, alle ore 11, prende il via la solenne processione di San Valentino. Dal primo pomeriggio dello stesso giorno, si svolge Terrarancia, con l’esposizione e la vendita dei tipici agrumi e dei prodotti alimentari che derivano dalla loro trasformazione, ma anche con laboratori, master class di cucina, mostre e musica. Dal 12 al 17 febbraio, nello stesso periodo del press tour, la Settimana Valentiniana è ricca di piccoli e grandi iniziative, concerti, mercatini e visite guidate. L’obiettivo del tour è utilizzare un evento così suggestivo per far conoscere cultura, tradizioni ed eccellenze produttive del Gargano, delineando una proposta che è coerente con la necessità di destagionalizzare i flussi turistici in una delle aree più attrattive della Puglia. Vico del Gargano, infatti, si trova nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, a pochi chilometri dalle spiagge di San Menaio e a pochi minuti di cammino dalle faggete secolari della Foresta Umbra, recentemente dichiarate Patrimonio dell’Unesco.

Dal 'Ssml San Domenico' di Foggia a Londra per coronare un sogno: lavorare con i videogames


FOGGIA - Domenico Prencipe, classe 1995, neo laureato presso l’Istituto di grado Universitario di Mediazione Linguistica “San Domenico” di Foggia, in questi giorni sta coronando il suo sogno: lavorare come traduttore nel mondo dei videogames oltre la Manica.

Si tratta di una storia di eccellenza e caparbietà, come ce ne sono tante, soprattutto nel nostro Sud, una storia che passa attraverso un percorso di studio portato avanti per raggiungere un obiettivo chiaro, che coniuga competenza e passione, lingue e creatività, lavoro semantico e aspetto ludico. Questa storia parte dalla SSML San Domenico di Foggia, Istituto di Mediazione Linguistica, dove Domenico si iscrive nella classe di laurea L-12, proprio per lavorare un giorno nel campo che ha scelto da tempo.

La strada è lunga ma i risultati sulle lingue, soprattutto quella inglese, sono ottimi. Tre anni tuttavia passano in fretta, è tempo di tesi e Domenico sceglie il suo argomento, insieme al suo relatore, l'ingegner Lorenzo Albano: “La localizzazione dei videogames”, un tema che lo studente tratta in lingua e che è completamente immerso nei trends più attuali. In quella tesi di laurea c'è tutto: anni di studio, passione e soprattutto i sogni di un giovane della Capitanata appassionato di gaming.

Domenico si occupa di videogiochi come strumento socio-educativo e come fenomeno economico, approfondendo proprio le professioni legate a questo tipo di mercato: i tester e i traduttori, che vengono frequentemente fatte coincidere, creando la figura del QA linguistic tester.

“Oggi possiamo affermare con orgoglio che quel sogno non è rimasto nel cassetto, ma è diventato realtà – annuncia il direttore dell'Istituto Lorenzo Albano - Domenico è stato ingaggiato da un' importantissima azienda londinese, editrice di videogiochi, in qualità di traduttore inglese Italiano, revisore di testi, doppiatore e tester di videogames. Sono diversi i nostri giovani che riescono a coronare il percorso di studi qui da noi con il lavoro dei loro sogni, che sia all'estero o nel nostro stesso territorio”.

Per Domenico, praticamente, un desiderio che si avvera, grazie al percorso svolto presso la SSML San Domenico di Foggia, una delle eccellenze della nostra Capitanata, perché a chi crede nei sogni basta un gradino per raggiungere le stelle.

Foggia, autotrasportatore folgorato da cavi ad alta tensione


di PIERO CHIMENTI - Un autotrasportatore è morto folgorato mentre stava scaricando cereali dal proprio camion, nei pressi della base militare Amendola sulla statale 89 alle porte di Foggia. A provocare la morte istantanea dell'uomo sarebbe stata la folgorazione dovuta dal braccio meccanico che inavvertitamente ha toccato i cavi di alta tensione.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia