Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Foggia. Mostra tutti i post

Terremoto: lieve scossa in provincia di Foggia

ROMA - Una lieve scossa di terremoto ha interessato poco dopo le 6 la provincia di Foggia. Epicentro localizzato a 5 chilometri ad ovest dell'abitato di Cerignola. Il sisma, di magnitudo 2.3, non è stato avvertito dalla popolazione ma registrato dai sismografi dell'Istituto di Geofisica e Vulcanologia di Roma.

Al Medimex i Beatles mai visti di Pattie Boyd

FOGGIA - A cinquant’anni dallo scioglimento dei Beatles, il Medimex, International Festival & Music Conference rende omaggio ai Fab Four con un’edizione Spring a Foggia (11-14 aprile) che avrà come anteprima una mostra inedita per l’Italia firmata da una straordinaria testimone della Swingin’ London, entrata a far parte della vita dei quattro musicisti di Liverpool alla fine degli anni Sessanta. Il 6 aprile (ore 19), a Palazzo della Dogana, è in programma un incontro a ingresso gratuito con Pattie Boyd, la fotografa e modella britannica, ex moglie di George Harrison (e poi di Eric Clapton) che, intervistata da Ernesto Assante, racconterà quegli anni e parlerà della mostra Pattie Boyd and The Beatles a cura di Ono Arte Contemporanea, in programma, a Palazzo della Dogana, dal 7 aprile al 5 maggio (aperta tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00 per informazioni e orari aggiornati medimex.it).

La prestigiosa esposizione comprende quaranta scatti iconici attraverso i quali la fotografa inglese, nata nel Somerset e cresciuta in Kenya, racconta la sua relazione con i Beatles e i suoi primi due mariti, George Harrison ed Eric Clapton. Le foto, che sinora sono state esposte a Dublino, Sydney, Toronto, Mosca, Londra e Stati Uniti, coprono un arco temporale di oltre trent’anni. Dopo la svolta professionale, ai tempi della partecipazione come attrice nel film A Hard Day’s Night, il film del 1964 di Richard Lester che lanciò l’omonimo album della band inglese, nel 1966 Pattie Boyd sposò Harrison e attraverso i Beatles entrò in contatto con il mondo della cultura pop alla quale si era avvicinata lavorando come modella per i più importanti fotografi della Swingin’ London, tra cui David Bailey di Vogue, al quale si ispirò Michelangelo Antonioni per il protagonista del film Blow Up. 

Dopo essere  finita sulle copertine dei più famosi magazine del mondo, con il suo stile up po’ collegiale e un po’ girly, prese lei stessa in mano la macchina fotografica e iniziò ad immortalare ciò che le accadeva intorno, diventando in pochi anni una delle testimoni della grande stagione dei Beatles e della cultura britannica. Negli scatti della mostra ci sono tutti i protagonisti della scena musicale di quegli anni, ma sono soprattutto le immagini della vita privata di Pattie Boyd a restituire momenti e ricordi impossibili da ritrovare in qualsiasi biografia o libro fotografico: immagini dai tour con i Beatles e quelle straordinarie scattate a Rishikech, in India, durante l’incontro con il Maharishi Mahesh Yogi, il guru che fu causa dei primi scompigli nella coppia e motivo scatenante del divorzio tra George e Pattie, che nel 1979 sposerà Eric Clapton.

Dunque, con Pattie Boyd il Medimex celebra i Beatles a mezzo secolo del 1969, l’anno dell’ultimo album della band, Abbey Road(seguito dal postumo Let it Be), ma anche dello storico concerto sul tetto degli Apple Studios di Londra, della morte di Jack Kerouac, di Woodstock e dello sbarco sulla luna della missione Apollo. Un anno simbolo nell’immaginario collettivo, punto di riferimento della controcultura, delle fascinazioni delle filosofie orientali, al quale l’International Festival & Music Conference dedica l’edizione Spring di Foggia.

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese nell’ambito del Fondo di Sviluppo e di Coesione 2014-2020 – Patto per la Puglia Area di Intervento IV “Turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali. www.pugliasounds.it

Foggia, forte esplosione distrugge sportelli bancomat Bpm

di PIERO CHIMENTI - Un potente ordigno è stato fatto esplodere nella notte all'interno della Banca Popolare di Milano, in Piazza Giordano a Foggia, per un tentativo di rapina da parte di ignoti. La deflagrazione è stata così forte da causare danni anche all'istituto di credito, oltre che allo sportello che si trova all'esterno. La polizia, che sta effettuando le indagini, vuole identificare i malviventi e capire se siano riusciti a portare via del denaro.

Puglia: 1 milione di euro ai D.U.C.

BARI - Stanziato dalla Regione un contributo complessivo di 1 milione di euro a favore dei Distretti Urbani del Commercio (D.U.C.) di Maglie, Melendugno e Racale (LE), Cerignola e San Giovanni Rotondo (FG).

Si tratta di progetti di Comuni già inseriti in un D.U.C. regolarmente iscritto al relativo registro regionale. Con successivi provvedimenti, circa altri 30 Comuni registrati riceveranno contributi per i rispettivi D.U.C.

Come è noto, i D.U.C. sono Associazioni che comprendono, fra i soci fondatori, i Comuni, talvolta le banche locali, la Confcommercio, la Confesercenti ed i Commercianti locali. Si propongono di riqualificare gli spazi pubblici e di produrre una rigenerazione di taluni luoghi ed aree urbane, allo scopo di attrarre nuova domanda di consumi e servizi. 

In altri termini, l’obiettivo dei D.U.C. è la riappropriazione in termini culturali e di identità dei centri urbani, come luogo riconosciuto e riconoscibile della propria storia, offrendoli anche come stimolo alla fruizione turistica.


Paura a Borgo Mezzanone, in fiamme baracche

FOGGIA - Torna la paura a Borgo Mezzanone, alle porte di Foggia, dove un incendio che ha coinvolto due baracche è divampato ieri sera nel ghetto abusivo di migranti sorto accanto al Cara (Centro richiedenti asilo). Non si segnala alcun ferito e le cause del rogo, secondo le prime indagini, sarebbero accidentali.

Si tratta del terzo incendio nel ghetto, dopo quelli divampati il 30 ottobre e il primo novembre: in quest'ultimo perse la vita un migrante. Le baracche incendiate si trovano ai margini della zona dove mercoledì scorso sono stati abbattuti 11 manufatti.

Serie B: il Foggia perde 2-1 a Brescia


di FRANCESCO LOIACONO - Nell’undicesima di ritorno di serie B il Foggia ha perso 2-1 a Brescia. Nel primo tempo al 5’ è passata in vantaggio la squadra di Grassadonia con Galano, tiro al volo su cross di Mazzeo. Al 32’ i lombardi hanno pareggiato con Martella su punizione. Nel secondo tempo al 19’ il Brescia ha realizzato il gol decisivo con Donnarumma, velocissimo di destro a mandare il pallone in rete dopo una respinta del portiere Leali su rigore calciato dallo stesso Donnarumma e dato per un fallo del difensore Loiacono su Torregrossa. I pugliesi insidiosi. Un colpo di testa di Iemmello è terminato di poco fuori. Una conclusione di Gerbo è finita alta. Una rovesciata di Billong non ha inquadrato per un soffio la porta. Il Foggia è terzultimo in classifica con 27 punti. Il Brescia è primo da solo a quota 53. Nel turno infrasettimanale di martedì 2 aprile i dauni riposeranno come previsto dal calendario.

Torna la paura a Monte Sant'Angelo, incendiato ingresso Comune

MONTE SANT'ANGELO (FG) - Torna la paura a Monte Sant'Angelo, dove ignoti hanno dato alle fiamme la notte scorsa la porta del foggiano. L'incendio ha interessato l'ingresso laterale della struttura comunale: da qui si accede agli uffici dei servizi sociali. Ad intervenire sul posto vigili del fuoco e carabinieri.

Secondo le prime ricostruzioni l'incendio sarebbe stato appiccato poche ore dopo la marcia contro le mafie, tenutasi ieri sera tra le vie della cittadina e che ha visto un'importante partecipazione della cittadinanza. 

Solo l'11 marzo scorso, dietro la porta della delegazione comunale del rione 'Macchia', era stata rinvenuta una busta contenete un teschio umano e un biglietto con minacce di morte indirizzate al sindaco del comune foggiano.

Giallo a Foggia: immigrato ucciso vicino baraccopoli

FOGGIA - Drammatico epilogo per un immigrato di origine africana ucciso a Foggia in una strada di campagna a due chilometri dalla baraccopoli abusiva di Borgo Mezzanone. Secondo i primi accertamenti dei carabinieri, l'uomo è stato ucciso con alcuni colpi di arma da fuoco. Ad intervenire sul posto i militari, che hanno recuperato un'ogiva e un bossolo di piccolo calibro. 

La vittima non è stata ancora identificata perchè non aveva documenti indosso. A dare l'allarme ai carabinieri è stato un automobilista, che pensava di averlo investito. Poco dopo avergli prestato soccorso è stata chiara la reale dinamica dei fatti.

I riti della Settimana Santa di ieri e di oggi in alcune città della Puglia

di VITTORIO POLITO - La Settimana Santa è il periodo che intercorre tra la Domenica delle Palme e il Sabato Santo, durante il quale il Cristianesimo celebra gli eventi della fede in occasione degli ultimi giorni di vita di Gesù Cristo (passione, morte e resurrezione). I riti religiosi sono celebrati con solennità in tutte le chiese del mondo, mentre in Italia le cerimonie sono particolarmente suggestive ed in molti casi si mescola religione e folclore. Sono da segnalare, in particolare, le manifestazioni che si svolgono in Puglia.

A Taranto, il Giovedì Santo inizia con il pellegrinaggio dei “perdune” (perdoni), i Confratelli del Carmine che escono in coppie, a piedi nudi e incappucciati, percorrendo le strade cittadine, sostando, lungo il percorso, in ogni “sepolcro”, a simboleggiare i pellegrini che si recavano a Roma per il “perdono di Dio”. I “perdune” avanzano lentamente dondolando esasperatamente, che i tarantini chiamano “a nazzecate” (passo tipico dei “perdune”). Il rientro avviene entro la mezzanotte, quando dalla Chiesa di San Domenico parte la processione della Madonna Addolorata. La processione si conclude il pomeriggio del Venerdì Santo per consentire l’inizio della seconda processione, quella dei Misteri, che sfila per la città per rientrare alle sette del sabato mattina.

A capo delle processioni c’è sempre il troccolante (da troccola, una tavola di legno su cui sono installate delle “maniglie” metalliche che percuotendo il legno producono un suono caratteristico), a cui spetta il compito di chiudere i riti tarantini il sabato mattina. Questi, giunto “nazzicando” davanti alla Chiesa del Carmine, bussa tre volte con la punta del suo bastone, detto “bordone”, su una delle ante chiuse, in un’atmosfera di silenziosa e profonda commozione. Questo è uno dei momenti più significativi e affollati di tutta la processione.

Grazia Galante nel suo libro “La religiosità popolare di San Marco in Lamis (Malagrinò Editore), racconta che, la preparazione alla Settimana Santa inizia con la pratica dei sette venerdì dedicati alla Madonna Addolorata. I riti si accentrano nell’arco di meno di una settimana. Il Mercoledì e il Giovedì Santo nella Chiesa dell’Addolorata, i confratelli dell’Arciconfraternita dei Sette Dolori, vestiti con camice, mozzetta e scapolare, cantano “li fruffecicchie” (profezie), rappresentate da 15 Lamentazioni del profeta Geremia, tratti dall’Antico e Nuovo Testamento. Nel passato, quando la Resurrezione si celebrava il Sabato Santo e si “scioglievano” le campane, le giovani mamme stendevano sul selciato una coperta per consentire ai propri bambini di muovere i primi passi, convinte che come si “sciugghiévene li campane” (come si scioglievano le campane), così dovevano muovere i primi passi le gambette dei piccoli (“Li jammicciòle de lli meninne”).

A San Nicandro Garganico, nei tre giorni che precedevano la Resurrezione, si faceva la festa della Croce per chiedere un buon raccolto, lasciando la sera sull’uscio della porta o sul balcone dei secchi pieni d’acqua affinché il Risorto, salendo al cielo, l’avrebbe benedetta e il giorno dopo veniva distribuita ai passanti in devozione.

Molti riti sono di antica origine. Si può assistere, infatti, ai volti incappucciati, ai lamenti, ai canti religiosi, al suono della troccola, alla processione dei Crociferi (Noicattaro), a quella degli otto Santi (Martina Franca), a quella dei cinque Misteri di Molfetta, o alla suggestiva processione della Quarantana a Ruvo di Puglia.

Merita un cenno la processione dei ‘misteri’ che si svolge a Valenzano (BA), perché di spagnoleggiante reminiscenza. Ma ciò che rende, forse, unica la processione è l’alto numero dei Misteri (oltre quaranta). È dal 1671 che il venerdì Santo a Valenzano sfila la processione dei Misteri, una tradizione molto sentita e suggestiva, che inizia dall’Ultima Cena per finire alla Esaltazione della Croce. La processione che si svolge nelle vie cittadine, è molto seguita, non solo dai valenzanesi, ma dai cittadini di paesi e città limitrofi, attratti dalla magnificenza dei gruppi scultorei. L’originalità sta nel fatto che tutti i gruppi statuari sono di proprietà di privati e da loro stessi custoditi. Solo l’Addolorata esce dalla Chiesa Matrice di San Rocco.

Salvatore Pugliese, nel suo libro “La Settimana Santa a Martina Franca nella tradizione popolare” (Schena Editore), ricorda e descrive la molteplicità di celebrazioni e appuntamenti che un tempo davano alla città un senso di dignitosa mestizia. L’incedere dei Confratelli, il crepitio della troccola, la spogliazione degli altari, le croci velate e la lunga lacerante predica delle Tre Ore di Agonia, rappresentano i gesti della fede, il memoriale del Transito del Signore. In queste manifestazioni i cittadini diventano nello stesso tempo attori e protagonisti, manifestando una partecipazione interiore propria delle genti del Sud, vicine alla Passione per antica sofferenza e lontane radici di comunione di dolore.

A Ruvo di Puglia il giovedì Santo si svolge la processione degli “Otto Santi” che sfila tra le due e trenta e la tarda mattinata. Il corteo è composto da: Giuseppe d’Arimatea e Nicodemo, il Cristo morto disteso sul lenzuolo, la Madonna Addolorata, San Giovanni, la Maddalena, Maria di Cleofa e Maria Salomè. La processione che sfila dal 1920, è quella più nota e suggestiva dell’intero ciclo sacro. Tra le tantissime informazioni e immagini che Francesco Di Palo ricorda nel suo libro “Passione e Morte” (Schena Editore), c’è, sempre a Ruvo di Puglia, anche la processione del Risorto e lo scoppio delle Quarantane (fantocci di carta colorata o scherzi pirotecnici), che avviene la Domenica di Pasqua, un momento paraliturgico più significativo della Resurrezione. E per il Venerdì di Passione c’è la “Madònne du vìnde” (Madonna del vento), appellativo popolare con cui viene indicata la “Desolata”, poiché in questo giorno il vento è sempre presente.

Una delle rappresentazioni più importanti e spettacolari, ma nello stesso tempo singolare, soprattutto per i forestieri, è quella nota come “La Madonna che scappa” o “La Madonna che corre in piazza” che si svolge la Domenica di Pasqua a Sulmona. Una dimensione fortemente teatrale e scenica rimane assai evidente in alcune manifestazioni paraliturgiche che scandiscono la Quaresima e la Settimana Santa in Puglia.

E, per finire, non manca il capitolo dedicato ai cibi rituali di Pasqua: uovo, agnello e scarcella, alimenti legati intimamente al rito pasquale, definiti da alcuni studiosi di tradizioni popolari “alimentazione rituale”.

Da segnalare l’importante ruolo delle Congreghe e delle Confraternite che partecipano a questi eventi come viva espressione di fede, anche se contrastate da certe organizzazioni turistiche che tendono a sottovalutare le espressioni della pietà popolare.

La medicina naturale contro le infiammazioni: a Foggia tre giornate di studi

FOGGIA - A Foggia, sabato 30 marzo, partono le “Giornate formative multidisciplinari di fitoterapia clinica e nutraceutica integrativa nella prevenzione e cura dei principali disturbi da immunoflogosi”. Sarà il Dipartimento di Scienze Agrarie ad ospitare l'evento formativo organizzato per la prima volta nel capoluogo dauno e suddiviso in tre date fino a ottobre, con accreditamento ECM (Educazione continua in medicina). "Tutto sul microbiota" è il tema della giornata inaugurale. I lavori inizieranno alle 8.30 e si apriranno con i saluti delle autorità. La seconda giornata è in programma sabato 8 giugno e sarà dedicata alle "Piante ad uso fitoterapico". "Il sistema immunitario non solo come organo di difesa" sarà al centro della giornata conclusiva del 19 ottobre. Ai primi cinquanta iscritti saranno rilasciati 22 crediti formativi.

A CHI È RIVOLTO - Il corso è destinato a medici di medicina generale, specialisti in diverse discipline (pediatri, gastroenterologi, psichiatri, otorinolaringoiatri, allergologi, reumatologi, immunologi), biologi nutrizionisti, psicologi, farmacisti e appartenenti alla categoria delle professioni sanitarie, studenti del Corso di Laurea SANU (Scienze degli Alimenti e Nutrizione Umana). Il Senato Accademico ha riconosciuto le Giornate formative come attività di placement, considerandole un fondamentale percorso professionale per gli studenti. L'attività formativa è incentrata sulla prevenzione e cura delle principali malattie infiammatorie acute e croniche, delle vie respiratorie (riniti allergiche, sinusiti, otiti, faringotonsilliti, laringiti), dell'apparato genitale femminile (menopausa e disturbi del ciclo), dei disturbi depressivi e del tono dell'umore, delle malattie autoimmuni, fino alle patologie tumorali in un'ottica mirata a "disinfiammare" il paziente intossicato da alimentazione scorretta e da stili di vita non salutari.

CHI ORGANIZZA IL CORSO - Il responsabile scientifico del corso è Marilena Tomaiuolo, dirigente medico specialista in Otorinolaringoiatria, Rino-citologa, responsabile dell'Ambulatorio di Alta Specializzazione in Rinologia del Distretto Socio-Sanitario 60 all'interno del Poliambulatorio di Via Grecia a Foggia, affiancata nell'organizzazione dell'evento formativo da Mariangela Caroprese, biologa, professore associato del Dipartimento di Scienze Agrarie. Il comitato scientifico è composto da medici specialisti in varie discipline: Antonio Picucci, Rocco Berloco, Tiziana Celeste, Laura Frabboni, Rachele Mauro, Giuseppe Di Fede, Lucilla Ricottini e Giovanni Normanno. 

Le Giornate formative sono patrocinate da Università degli Studi di Foggia, Comune di Foggia, Ordine dei Medici di Foggia e Accademia Italiana di Citologia Nasale.

BATTERIOTERAPIA E RIMEDI FITOTERAPICI E NUTRACEUTICI - La modulazione dell'infiammazione si realizza attraverso la cura dell'intestino con l'uso appropriato di probiotici e prebiotici (microbioma sano), dalla quale beneficeranno numerosi apparati poiché dall'intestino originano moltissime comuni malattie, mentre integratori e nutraceutici aiutano l'organismo a eliminare tossine, a potenziare il sistema immunitario danneggiato e anche nei pazienti oncologici a tollerare meglio la chemioterapia e prevenire ricorrenze, migliorando la capacità di combattere il tumore.

Lo scopo finale dell'attività formativa è aiutare il professionista a gestire pazienti con patologie anche complesse che richiedono un approccio di medicina integrata: integrazione delle sostanze di cui il paziente è carente (fermenti lattici, vitamine, minerali, drenanti, ecc.) per mettere in moto l'attivazione dei naturali meccanismi di difesa e controllo delle infiammazioni dei quali è dotato ognuno di noi.

Il corso affronta tematiche di attualissimo interesse e strategie diagnostiche e terapeutiche avanzate. I biologi nutrizionisti e gli studenti, in particolare del Corso di Nutrizione Umana, beneficeranno dell'apprendimento della proposta curativa con integratori e nutraceutici nel raggiungimento di uno stile di vita sano (mantenimento di un healthy state). Il fine del corso è mirato a fornire le giuste indicazioni al medico e al biologo per ripristinare l'equilibrio immunitario e infiammatorio del soggetto patologico attraverso una medicina naturale basata soprattutto sul corretto uso della fitoterapia. Inoltre, consente l'acquisizione delle necessarie nozioni al fine dell'impiego di terapie nutrizionali e nutraceutiche idonee per la prevenzione e la cura di malattie acute e croniche.

Programma del corso

30 Marzo 2019

Tutto sul microbiota:

Moderatori: Dr.ssa Anna Maria Marasco, Dr.ssa Francesca Iuspa, Dr.ssa Luigia Bifaro

8.30 Saluto delle autorità: Prof. Agostino Sevi, Dr. Alfonso Mazza, Dr. Lorenzo Fabio Troiano, Assessore alla Cultura Anna Paola Giuliani
9.00 Microbiologia degli eubioti e loro principali funzioni (Dr.ssa Rachele Mauro)
10.00 Viaggio nel secondo cervello: dalle emozioni al microbiota (Dr. Rocco Berloco)
11.00 Coffee break
11.30 Biofilm, produzioni alimentari e sanità pubblica (Prof. Giovanni Normanno)
12.30 Microbiota rino-faringeo e biofilm: principi di batterioterapia (Dr.ssa Marilena Tomaiuolo)
13.30 Light Lunch
14.30 Microbiota vaginale: conoscerlo per rispettarlo (Dr.ssa Tiziana Celeste)
15.30 Riequilibrio e guarigione del microbioma mediante alimentazione e dintorni (Dr. Antonio Picucci)
16.30 Discussione
17.30 Chiusura dei lavori

8 Giugno 2019

Piante ad uso fitoterapico:

Moderatori: Dr. Leonardo Lo Mele, Dr.ssa Anna Miglietta

8.30 Lettura magistrale: “Meccanismi di difesa delle vie aeree: dal battito ciliare alla felcizzazione” (Prof. Matteo Gelardi)
9.30 Storia della fitoterapia (Arturo Armone Caruso)
10.30 Coltivazione e trasformazione di piante officinali biologiche (Prof. Laura Frabboni)
11.00 Coffee break
11.30 Nuove prospettive terapeutiche nelle patologie delle VAS attraverso fitoterapici ad uso topico
(Dr.ssa Marilena Tomaiuolo)
12.30 Fitoterapici con attività emuntoriale e detossinante (Dr.ssa Rachele Mauro)
13.30 Light lunch
14.30 Il buio dell’anima: fitoterapia in sindromi ansioso-depressive (Dr. Rocco Berloco)
15.30 Limiti e vantaggi della fitoterapia in menopausa (Dr.ssa Tiziana Celeste)
16.30 Terapie alternative nella sindrome dell’ovaio policistico (Dr. Antonio Picucci)
17.30 Discussione 
18.00 Chiusura dei lavori

19 Ottobre 2019

Il sistema immunitario non solo come organo di difesa

Moderatori: Prof. Mariangela Caroprese, Dr.ssa Marilena Tomaiuolo, Dr. Giovanni De Rossi

8.30 La malattia come percorso di un segnale molecolare. Il sistema complesso adattativo (Dr. Luigi Sansone)
9.30 Dermatite atopica: primo passo della marcia allergica nel bambino (Dr. Massimo Ciampi)
10.30 Rinite allergica e rinopatie cellulari come patologie croniche: differenze e nuovi orientamenti terapeutici  (Dr. Paolo Luperto)
11.30 Coffee Break
12.00 Modulazione della reazione allergica mediante alimentazione e medicina naturale (fitocomplessi ad azione antiflogistica ed immunomodulante, vitamine e citochine)  (Dr. Antonio Picucci)
13.00 Light lunch
14.00 Inquadramento diagnostico differenziale tra allergie e intolleranze alimentari (Dr.ssa Anna Miglietta)
15.00 Cancro e malattie autoimmuni: cross link del sistema immunitario (Dr.ssa Nadia Melillo)
16.00 Oncologia integrata: nutrizione e medicina fitoterapica (Dr. Rocco Berloco)
17.00 Discussione
18.00 Chiusura dei lavori

La leadership ispirata per la formazione di giovani talenti

BARI – Sarà inaugurato oggi, 26 marzo, alle ore 18.00, nella sala delle videoconferenze del Politecnico di Bari, il progetto Ryla 2019 dal titolo “Inspired leadership to enhance the world”. 

L’evento organizzato dal Rotary (Distretto 2120, Puglia e Basilicata) ha l’obbiettivo di trasferire a giovani talentuosi gli strumenti di leadership per divenire protagonisti nella società, attraverso l’analisi di tematiche di attualità e di cultura, nel rispetto dei principi rotariani. Tra i valori che si intendono proporre per l’impiego della leadership, di fondamentale importanza sono quelli ispirati all’etica, al fair play, al rispetto dell’essere, dell’amicizia, delle diversità e dell’integrità morale.

Per l’occasione, e fino a sabato 30 marzo, nell’ambito del progetto rotariano saranno organizzati seminari che coinvolgeranno dirigenti d'azienda, professionisti, professori universitari e personaggi di rilevanza pubblica in un confronto formativo con 36 giovani, tra i 19 e 30 anni, di varia provenienza culturale, appositamente selezionati tra studenti universitari, laureati, in procinto di avviarsi alla carriera universitaria, o che muovono vogliano i primi passi verso il mondo dirigenziale pubblico e privato. 

I seminari si terranno sotto forma di relazioni, azioni di teamworking, di coaching, presso la prestigiosa sede del Politecnico di Bari, Isolato 47, anche nota come “Palazzo Sagges” nel centro storico del capoluogo. Alle lezioni in aula seguiranno le visite guidate nelle realtà imprenditoriali d’eccellenza di Puglia e Basilicata. 

Il seminario per la leadership Ryla 2019, ha ottenuto i patrocini del Politecnico di Bari, e delle Università di Bari, del Salento, di Foggia, della Basilicata e della LUM, nonché dell’Accademia delle Scienze, dei Georgofili e della Regioni Puglia e Basilicata.

Il programma della cerimonia inaugurale, presso il Rettorato del Politecnico di Bari e aperta al pubblico, prevede, a partire dalle ore 18:00, i seguenti interventi: 
dott. Donato Donnoli - Governatore Rotary Distretto 2120; 
prof. Riccardo Amirante – Direttore Generale del Politecnico di Bari e Presidente Commissione RYLA 2019;
Prof. Eugenio Di Sciascio, Magnifico Rettore del Politecnico di Bari
Prof. Antonio Uricchio, Magnifico Rettore Università degli Studi di Bari “A. Moro”
Prof.ssa Aurelia Sole, Magnifico Rettore Università degli Studi di Basilicata
Prof. Vincenzo Zara, Magnifico Rettore Università del Salento
Prof. Maurizio Ricci, Magnifico Rettore Università degli Studi di Foggia
Prof. Domenico Laforgia, Direttore del Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia
Ciro di Maio - Rappresentante Distrettuale Rotaract
Modera: Maria Grazia Lombardi – RAI TG3 Puglia
Diversi i protagonisti dell’azione formativa:
On. Giampaolo Sodano Deputato, giornalista, già Direttore di Rai 2 e Canale 5; Antonio Stornalio, attore; Martin Bogen a.d. Bosch Tecnologie Diesel s.p.a.; Nicola Zaccheo, presidente ENAC; Luisa Torsi e Maria Lisa Clodoveo, dell’Università di Bari; Franco Liuzzi, manager; gen.Vito Straziota comandante scuole Guardia di Finanza; dott. Mario Ricco, direttore Medis; Marco Rotella, manager e coach.

Denuncia di 'Striscia' sulla discarica di Deliceto. M5S: "Regione effettui tutte le opportune verifiche"

BARI - La consigliera del M5S Rosa Barone chiede chiarezza dopo i servizi di Striscia la Notizia su quanto accadrebbe nella discarica “Ex Agecos” di Deliceto. Stando ai video pubblicati e alle testimonianze anonime raccolte emergerebbe che nell’impianto, mediante l’utilizzo di appositi macchinari, verrebbe aspirato del percolato poi sversato in un canale a pochi metri dal sito. 

“Ho depositato un’interrogazione diretta all’assessore Stea - dichiara Barone - perché ritengo che vada approfondito quanto emerso dalle denunce raccolte nel servizio di ‘Pinuccio’ in merito al presunto sversamento di sostanze inquinanti nel canale adiacente all’impianto dei Bonassisa. Il percolato verrebbe aspirato nottetempo con una pompa e immesso nel canale che attraversa i terreni nei quali vengono coltivati prodotti agricoli che poi vengono acquistati e consumati dai cittadini“. 

La discarica attualmente risulta non in esercizio in quanto le volumetrie sono esaurite. Con Delibera di Giunta del 17 novembre 2017 è stato stabilito di considerare gli interventi in ampliamento/risagomatura della discarica per circa 500.000 mc ed è stato disposto di dare mandato alla Sezione Autorizzazione ambientali della Regione Puglia al fine di verificare la sussistenza di tutti i requisiti tecnici ed ambientali per il rilascio dei titoli autorizzativi per questi interventi. Risulta quindi attualmente in corso il procedimento di modifica sostanziale del provvedimento di AIA per la realizzazione nuovo lotto di discarica da 492.000 m3. Da quanto si evince dall’aggiornamento del nuovo piano di gestione dei rifiuti urbani, i tempi di realizzazione del nuovo bacino sono stimati in 6 mesi dal rilascio del provvedimento di modifica sostanziale di AIA. 

“Dai verbali dei controlli svolti nel 2017 nei pozzetti ispettivi della discarica - continua Barone - si evince come la società non abbia potuto eseguire i prelievi e quindi campionare le acque superficiali di drenaggio e le acque sotterranee dei pozzi come da programma, a causa di mancanza di acqua; un paradosso se si pensa che nella zona in quell’anno ci sono state abbondanti nevicate. A questo si deve aggiungere che le modalità di gestione del percolato presso il sito di discarica contrastano con quanto previsto dalla normativa in materia e costituiscono un rischio di contaminazione delle colture circostanti l’impianto. Per questo mi sono attivata per chiedere chiarimenti in Regione, sia in ordine agli sversamenti, sia per capire se siano state svolte da parte di Arpa Puglia verifiche tecniche e ambientali presso la discarica. Dopo quello che abbiamo visto e sentito - conclude la pentastellata - chiedo all’assessore di incaricare ASL e ARPA di condurre verifiche e analisi dei terreni e delle colture circostanti l’impianto. E’ importante, al fine di tutelare la popolazione, individuare potenziali situazioni di rischio per la salute umana e per l’ambiente che possono derivare da simili presunti illeciti”.

Autismo: iFun, "Tuteliamo chi è arricchito dalla diversità"

FOGGIA - Quando la diversità incontra l’amore, è lì che nasce l’autismo. “Il peggior timore, al giorno d’oggi, è vedere la diversità come il nemico”: queste le parole di Maurizio Alloggio, presidente dell’associazione foggiana iFun, da tempo ritrovo sicuro per famiglie a stretto contatto con lo spettro autistico. 

“iFun è nata, inizialmente, da incontri su panchine di piazza de Gasperi da genitori che sentivano il bisogno di agire per i bambini autistici” e, difatti, l’associazione si occupa di valorizzare le capacità dei bambini autistici e non, curando l’aspetto ludico-ricreativo inclusivo e sviluppando progetti di ricerca nella speranza, per loro, di un futuro migliore. Obiettivo primo dell’associazione è dare sostegno alle famiglie; la differenza non è ciò che divide, ma ciò che accomuna. Ed è in virtù di ciò che iFun non è una semplice associazione, ma una famiglia; non esiste membro che si senta solo, perché la solitudine non appartiene a chi lotta ogni giorno per i propri diritti, ma a chi si arrende ad uno stereotipo erroneamente perpetrato. Naturalmente, ogni progetto, se portato avanti, affronta i suoi momenti di stasi.

Lo sa bene, Maurizio Alloggio, il quale ha rivelato, velato d’orgoglio per i traguardi ottenuti negli anni, che “dopo alcuni anni di progresso, integrazione e inclusione, la paura ha cominciato a farci tornare indietro” e, a tal riguardo, cita il professor Zamagli, il quale è fermamente convinto che il welfare dovrebbe essere visto “come generativo, come opportunità”. Il presidente di iFun conclude attingendo alle esperienze passate come insegnamenti. “Eliminare qualcosa che esiste, come accadeva in epoche passate, lascia una stasi, non porta al miglioramento” è vantaggio per tutti, sostiene, che la diversità diventi un’opportunità, perché le soluzioni portano nuove visioni che possono essere proprie di tutti. 

“Le rampe per le sedie a rotelle sono comode per gli anziani e utili, ma non ci avremmo mai pensato se non avessimo dovuto risolvere questo problema”. Il presidente Alloggio spende, infine, consigli per aiutare a comprendere meglio la ricchezza della diversità; è di essenziale importanza capire che la bellezza è nei dettagli che non scorgiamo e che, non contaminandoci, ci perdiamo un sacco di cose. Conclude con un concetto della filosofia estetica: “Lasciatevi invadere dalla nostra diversità: è disarmante. Ogni cosa disarmante predispone al bene e se esso è nella bellezza, il bello porta al bene. E’ una lezione che ci hanno insegnato migliaia di anni fa”. (Carlotta Casolaro)

Moro Vive: giovedì 28 marzo appuntamento all’ISISS 'Fiani–Leccisotti' di Torremaggiore


BARI - Appuntamento giovedì 28 marzo, ore 10.00, nell’Istituto “Fiani - Leccisotti” di Torremaggiore (FG) per il progetto “Moro vive”, l’iniziativa del Consiglio Regionale che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi al pensiero, al ruolo e alla figura del grande statista di Maglie. 

L’iniziativa consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. 

Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. 

La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino. 

Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato. 

Interverrà il Dirigente scolastico Giancarlo Lamedica. La relazione è curata dall’on. Gero Grassi già componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Caso Moro che risponderà anche alle domande degli studenti. 

“Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”. 

Boss freddato con colpi di fucile

di PIERO CHIMENTI - Un pregiudicato di 50 anni è stato freddato da un colpo di fucile calibro 12 sparato in petto mentre era in strada vicino alla propria abitazione a Mattinata, in provincia di Foggia. Secondo le prime ricostruzioni, la vittima sarebbe stata una figura di spicco del clan Romito.

Il Gargano visto dalla Cina: "E’ come un piccolo continente"

VIESTE (FG) – Innamorati di Vieste, del rito ancestrale della Fanoja, di tramonti e profumi che uniscono le meraviglie e i colori di cielo, mare e Montagna Sacra: anche in Cina, grazie a una delle ospiti internazionali del press tour “Il Fuoco e la Montagna Sacra”, la straordinaria bellezza del Gargano ha fatto breccia ed è stata raccontata per una settimana (dal 14 al 19 marzo 2019) sui social con foto, video e parole che restituiscono meraviglia e ammirazione anche per Mattinata e Monte Sant’Angelo, le altre due tappe del progetto. E’ stato un successo il press tour promosso dal Comune di Vieste e finanziato dalla Regione Puglia, nell’ambito del Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche.

I COMMENTI DI BLOGGER E GIORNALISTI - Raffaella Catania, blogger che viaggia in tutto il mondo, sul suo blog “The Colours of my closet” ha documentato giorno per giorno, tappa per tappa il press tour promosso dal Comune di Vieste e che ha fatto base proprio nella città garganica: “A Vieste mi sembra di stare in paradiso. Il mare abbraccia questa bella città del Gargano e regala mille sfumature di azzurro”. Ricco e pieno di suggestioni il reportage di Claudia Barbieri su “Voce del verbo partire”: “La vita nei borghi del Gargano ha panorami che portano via lo sguardo. Che siano sul mare, come a Vieste, oppure nella Foresta Umbra, o a Monte Sant'Angelo, lo stordimento dei sensi è assicurato. Ed è così che, alla fine di questo viaggio, posso sussurrare: benvenuta primavera”. Tra musica e collegamenti in diretta, Radio Antenna Uno, una delle emittenti radiofoniche più ascoltate in Campania, ha raccontato sia sul web che via etere le caratteristiche di Vieste, Mattinata e Monte Sant’Angelo. Foto, video e brevi reportage quotidiani del press tour promosso dal Comune di Vieste sono stati pubblicati anche sul blog “Diario di una viaggiatrice seriale” e da tutti gli ospiti – blogger, influencer e giornalisti – del progetto.

COME UN PICCOLO CONTINENTE - Il press tour, incentrato sul rito della Fanoja di Vieste, è stato un percorso esperienziale intenso che ha condotto il “focus group” alla scoperta della rara e perfetta armonia che caratterizza i paesaggi umani, naturali, storici e architettonici del Gargano: la bellezza dei borghi, la loro collocazione tra mare e montagna, l’imponenza e il fascino millenario degli edifici sacri, la ricchezza della biodiversità espressa dalla Foresta Umbra. “Questa parte del Gargano è tanto ricca, varia, con luci e colori anche molto differenti tra loro, da sembrare quasi un piccolo continente, con una varietà di paesaggi davvero straordinaria”, ha detto Shuyng Ye, l’ospite che ha raccontato il tour sui social cinesi.

IN 30MILA AL TOUR “MINUTO PER MINUTO” - Sul social più seguito, la pagina www.facebook.com/ilfuocoelamontagnasacra ha raggiunto circa 30mila persone, con i suoi post, nei giorni del press tour, con circa 10mila interazioni tra like, commenti e condivisioni dei contenuti. Particolarmente apprezzati video e fotografie sugli artigiani del Gargano, le botteghe artigianali di Vieste, gli scorci sul meraviglioso mare della costa, la grande festa della Fanoja e la bellezza dei centri storici di Monte Sant’Angelo e Mattinata.

Emiliano a Carpino inaugura opere per prevenire calamità: "Importante promessa mantenuta con comunità"

CARPINO (FG) - Il presidente della Regione Puglia, Michele  Emiliano, l’assessore Raffaele Piemontese e, Elio Sannicandro in qualità di soggetto attuatore per il dissesto idrogeologico, sono stati oggi a Carpino (Fg) con il sindaco Rocco Di Brina, per il taglio del nastro di due importanti opere contro il dissesto idrogeologico e per la mitigazione del rischio idraulico nel centro abitato. Le opere sono costate 4 milioni di euro. È stato costruito un nuovo ponte, sono stati fatti interventi per il  rivestimento del canale Antonino e del Fosso d’Orlando con massi ciclopici provenienti dalle cave di Apricena, e la demolizione di due ponti.

In passato questi canali erano stati interessati da interventi di rivestimento con pietra di dimensioni ridotte, ma le forti velocità idriche che si registrano durante le piene, fino a otto metri al secondo, hanno comportato la distruzione di questi rivestimenti.

Per questa ragione è stato previsto l’utilizzo di massi ciclopici con dimensioni minime di un metro cubo.

In particolare nel settembre 2014, durante l’alluvione che ha colpito il Gargano in cui perse la vita il giovane Antonio Facenna, travolto dalla potenza dell’acqua defluente nel canale, si registrò la distruzione dei vecchi rivestimenti realizzati nel passato.

L’impresa aggiudicatrice ha terminato i lavori lo scorso  11 febbraio 2019.

“Carpino – ha detto il presidente Emiliano - è il paese di Antonio Facenna. E io non mi sono dimenticato di una zona delicatissima come questa, dei Monti Dauni, del Gargano. Torno qui dopo aver mantenuto una promessa: ci eravamo impegnati a intervenire concretamente per evitare tragedie causate dal dissesto idrogeologico e lo abbiamo fatto. Come ricorderete ho fatto tanti sopralluoghi in questi tre anni, persino in elicottero, per verificare lo stato dei canali e dell’avanzamento dei lavori. Questa di Carpino è un’opera che penso sia giusto dedicare ad Antonio Facenna, uno di quei ragazzi che si definiva un podolico, una persona che viveva con i suoi animali e ne ricavava da vivere, come molte delle persone straordinariamente belle che vivono in questo paese. Sono venuto ad onorare questo paese e tutto il Gargano, perché qui abita brava gente, che combatte tutti i giorni e sono orgoglioso di essere il loro Presidente”.

“Stiamo realizzando - prosegue Emiliano - moltissimi interventi sul dissesto idrogeologico, finanziati con i soldi della Regione Puglia. Abbiamo realizzato 50 interventi sugli 85 programmati, ce ne sono ancora 35 in corso di realizzazione in tutta la Regione. Però abbiamo 61 progettazioni finanziate con soldi pugliesi che non hanno finanziamento per 200 milioni di euro. Ecco perché mi sono molto arrabbiato con il presidente del Consiglio Conte che ha utilizzato i soldi per la prevenzione per coprire le emergenze di danni già verificatisi soprattutto nel nord Italia. Qui bisogna salvare la vita alla gente, non solo riparare i danni quando si sono verificati. I danni vanno riparati con fondi diversi da quelli per la prevenzione. In Puglia stiamo lavorando tantissimo per prevenire e quest’anno non ci sono state catastrofi rilevanti dal punto di vista della protezione civile, e per questa ragione  non ci hanno dato i soldi. Ma questo meccanismo non può funzionare così, che chi previene i danni come ha fatto la Puglia, con i propri soldi, non ha più i soldi dal Governo”.

Per il sindaco Rocco Di Brina “Oggi è stata una giornata importante e straordinaria, e devo ringraziare veramente di cuore il presidente Emiliano. Questa giornata garantisce a tutta la comunità carpinese una struttura che mira alla sua tutela, alla salvaguardia della incolumità, non solo dei cittadini, ma di tutte le nostre attività produttive del territorio, prevalentemente agricolo”.

Per Elio Sannicandro, “A Carpino sono previsti altri due interventi di messa in sicurezza, uno di due milioni di euro inserito nei fondi del Patto per la Puglia di cui stiamo aspettando il trasferimento da parte del Ministero e un altro, inserito nel fondo progettazioni per 3 milioni per i lavori di messa in sicurezza del centro abitato”.

Secondo l’assessore Raffaele Piemontese “Abbiamo investito 4 milioni di euro per dare sicurezza a questo territorio per risistemare il canale Antonino e per realizzare il ponte che collega Carpino a San Giovanni Rotondo. E’ un intervento che la Regione Puglia con il presidente Emiliano in testa ha fortemente voluto per fare sì che le popolazioni di questa terra possano avere una qualità della vita migliore e vivere in sicurezza. E’ una politica che opera per dare risposte concrete ai cittadini”.

Serie B: il Foggia pareggia 1-1 in casa con il Cittadella

di FRANCESCO LOIACONO - Nella decima giornata di ritorno di serie B il Foggia ha pareggiato 1-1 in casa contro il Cittadella. Nel secondo tempo al 9’ i veneti sono passati in vantaggio. Il difensore dei pugliesi Tonucci ha involontariamente deviato il pallone nella propria nel tentativo di anticipare Finotto su cross di Adorni. Al 36’ la squadra di Grassadonia, tornato in panchina dopo l’esonero di Padalino, ha pareggiato con Mazzeo su rigore dato per un fallo di Frare sullo stesso Mazzeo. Per l’attaccante del Foggia quinto gol in questo torneo. 

Nella ripresa al 29’ sull’1-0 per il Cittadella annullata una rete a Mazzeo per fuorigioco. Al 32’ una conclusione di destro della punta dei pugliesi Iemmello è stata salvata sulla linea di porta dal difensore Iori. Al 40’ il Cittadella in contropiede. Un colpo di testa di Adorni è terminato di poco fuori. Il Foggia è quartultimo in classifica con 27 punti. Dopo la sosta, sabato 30 marzo i pugliesi giocheranno alle 18 a Brescia con la capolista del campionato che in questo turno ha riposato.

La Notte della Taranta sbarca a Vieste

VIESTE (FG) - Sbarca a Vieste il #tarantatour2019, lo spettacolo dell’Orchestra Popolare La Notte della Taranta che domani sera porterà il ritmo della pizzica salentina alla IX  edizione della festa “Fanoja di San Giuseppe”.

Simbolo della cultura popolare contemporanea del Salento e  ambasciatrice ufficiale della pizzica nel mondo, l’Orchestra Popolare diretta da Daniele Durante, propone  l’affascinante narrazione tra tradizione e modernità della pizzica tarantata attraverso il ritmo del tamburello, con un repertorio capace di esaltare le radici, con un’identità del suono alla cui inconfondibile dolcezza dei canti d’amore e alla potente esecuzione delle pizziche si uniscono le ballate all’impronta. Sul palco di Vieste saliranno i cantanti Antonio Amato e Salvatore Cavallo Galeanda,  i musicisti Antonio Marra batteria, Alessandro Monteduro percussioni, Valerio Bruno basso, Gianluca Longo  mandola, Leonardo Cordella organetto, Roberto Chiga  tamburello, Nico Berardi  fiati, Roberto Gemma  fisarmonica, Giuseppe Astore violino, Attilio Turrisi chitarra battente e i ballerini Fabrizio Nigro e Laura Boccadamo.

Organizzata dal grupo folkloristico “Pizziche e Muzzeche”, in collaborazione con il Comune di Vieste e con il patrocinio della Regione Puglia, la “Fanoja di San Giuseppe” propone al visitatore un viaggio tra musica, tradizioni e sapori del Gargano. Dopo la sfilata per le vie del paese dei numerosi gruppi folkloristici e musicali (Bassa Musica l’Armonia Molfettese, Gruppo Folk Spoletino, Laboratorio Ora Folk da Deliceto, Folk Sipontino da Manfredonia e gli Sbandieratori Terra di Grumi), a suon di danze  e canti si procederà all’accensione della Fanoja, il falò che saluta l’inverno e accoglie la primavera nella Marina Piccola di Vieste.

Sul palco per l’incontro musicale tra Gargano e Salento ci saranno  I CANTORI DI CARPINO, da Montesantangelo SUD FOLK e NO FANG e l’ORCHESTRA POPOLARE LA NOTTE DELLA TARANTA. Spettacolo che si concluderà con l’incursione del raggae giamaicano Skarra Mucci.  Le tradizioni musicali della Puglia si incontrano nella notte della Fanoja proponendo ancora una volta la musica come strumento di valorizzazione dei territori.

Prossima tappa del  #tarantatour2019 il 28 marzo al Pala Cultura di Messina.

Foggia, laurea honoris causa per Patrizio Oliva

FOGGIA - Il campione del mondo di pugilato Patrizio Oliva laureato honoris causa. "Sono convintissimo che uno sportivo, vivendo con i valori dello sport, diventerà sicuramente anche un ottimo cittadino. Perché dove c'è sport, dove c'è pratica sportiva non c'è razzismo, non c'è bullismo, non ci sono barriere culturali". Così l'olimpionico e campione mondiale di pugilato, a Foggia per ricevere il titolo in 'Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate'. "Credo - ha continuato Oliva - che lo sport e la cultura siano uno strumento formativo, fondamentale per i giovani".

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia