Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post

Inaugurato a Minervino Murge l'hospice 'Karol Wojtyla'

BARI - Un Hospice pubblico, tra i pochi della Regione Puglia, una struttura di accoglienza e ricovero che ha come obiettivo quello di offrire cure palliative nelle fasi più avanzate della malattia.

Ma anche un luogo capace di accogliere le famiglie e proporre spazi di incontro e di condivisione. A Minervino Murge  oggi è stato inaugurato l’Hospice intitolato a Karol Wojtyla: la struttura è composta da 12 posti letto, sale medici e medicheria, una sala riunioni e una sala di attesa oltre agli spazi riservati alle famiglie. Ubicato al secondo piano del Presidio territoriale di assistenza di Minervino, l’hospice è stato realizzato in luoghi completamente ristrutturati e riqualificati. Ogni stanza è dotata di tutti i confort e di tutte le attrezzature necessarie alla cura in una fase così delicata della malattia.

L’Hospice di Minervino Murge è pubblico ma a conduzione privata: il servizio di assistenza viene offerto dalla Auxilium Cooperativa Sociale attraverso un direttore sanitario, 5 medici, 23 infermieri, 10 operatori sanitari, 1 assistente sociale, 1 psicologo, 1 assistente sanitario. L’accesso al servizio avviene attraverso il Distretto socio-sanitario del territorio di appartenenza. 

“Voglio ringraziare – ha detto il presidente Emiliano -  tutta la comunità di Minervino Murge perché ha dato la sua disponibilità ad accogliere un luogo molto importante per tutti noi.

E’ un luogo che darà da lavorare a tante persone e mi auguro che possa anche alleviare la sofferenza di tante malati e di tante famiglie.

Stiamo provando a ricostruire il tessuto sanitario di questa città che è stato  demolito anni fa e lo stiamo facendo cercando in tutte le maniere di collaborare con l’amministrazione comunale.

Mi dispiace molto di quello che è accaduto con il sindaco, ma non fa nulla: la abbraccio lo stesso, sono sicuro che quando a luglio le abbiamo comunicato che avremmo fatto questa inaugurazione e che io sarei venuto qui lei fosse  contenta ed entusiasta.

Resta il fatto che qui stiamo raddoppiando il sistema del 118 e abbiamo una gara in corso.

Voglio specificare che i punti di primo intervento sono stati eliminati non da me, ma dal Ministero della Salute che ci ha dato dei parametri precisi che dobbiamo rispettare.

Tra l’altro la prima regione d’Italia ad avere eliminato dieci anni fa i punti di primo intervento è il Veneto dove governa da sempre il centrodestra.

Se dovessimo assumere da parte dei medici di famiglia la disponibilità a gestire l’ospedale di comunità, apriremo anche quest’altra struttura, 

In ogni caso qui ci saranno medici, infermieri,  ci sarà terapia del dolore, ci saranno psicologi. Ci saranno tantissime persone e sono qui per inaugurare una struttura che è l’onore di tutta la città di Minervino”.

“Per tutta la Asl si tratta di un appuntamento atteso e molto importante – dice Alessandro Delle Donne, Direttore Generale Asl Bt – è importante per i malati, per i loro familiari, è importante per questa comunità che vede realizzato un progetto di cura dopo l’applicazione del piano di riordino ospedaliero. Ma soprattutto è importante per quello che l’hospice può offrire in termini di assistenza e cura, in un luogo realizzato per essere il più possibile accogliente”.

L’hospice di Minervino è intitolato a Karol Wojtyla, Papa Giovanni Paolo II: “Abbiamo voluto ricordare Wojtyla con una sua dichiarazione sull’amore come fondamentale e nativa vocazione di ogni essere umano – continua Delle Donne – a lui, all’uomo che ha esercitato il suo magistero fino alla fine con il fardello della sofferenza fisica, affidiamo metaforicamente questo hospice perché, nonostante tutto, riesca a essere luogo di pace e serenità”.

La stessa “serenità” che ha ispirato tutti i partecipanti al concorso fotografico “Uno scatto di vita” attraverso il quale sono state scelte le fotografie che allestiscono i luoghi: “Abbiamo voluto con questa iniziativa portare i cittadini dentro queste stanze, affidare a loro pensieri di calma, immagini di luce e richiami felici – dice il Direttore Generale – abbiamo lanciato il concorso sapendo che in molti avrebbero partecipato ma certamente non ci aspettavamo un risultato così sorprendente”. L’hospice è stato allestito con 70 fotografie realizzate e donate da: Andrea Guerriero, Angelica Gorgoni, Anna Paola Lacatena, Antonella Abbinante, Atanasio Mastropierro, Barbara Tessa, Carlo Criacci, Claudia De Liso, Claudio Scamarcia, Costantino Sardaro, Dario Dealto, Domenico Savino, Federica Albanese, Federica Francia, Filippo Galentino, Franca Cicirielli, Francesco Brudaglio, Francesca Gorgoni, Francesco Ferrara, Francesco Palmisano, Francesco Paradiso, Franco Altobelli, Gabriele Maiello, Gabriella Ciannamea, Gennaro Delli Santi, Gian Luigi Saraceni, Gionatan Salerno, Giuseppe Malcangi, Giuseppe Schiavone, Laura Agostini, Lupo de Mogar, Michele Amoroso, Michele De Paola, Michele Piscitelli, Nicola Lombardi, Nicoletta Giordano, Patrizia Pasquariello, Raffaello Biscotti, Roberta Cagnetti, Roberto Sibilano, Sabino Liso, Silvia Terlizzi, Teresa Sassi, Vito Petrarolo.

“A ognuno di loro va il nostro ringraziamento – aggiunge Delle Donne – per il dono che hanno fatto, per la delicatezza di cui sono stati capaci e per la volontà che hanno mostrato di fare parte della cosa pubblica”.

“Sono doverosi i ringraziamenti al dottor Giuseppe Caruso per la preziosa attività svolta nella fase di start up, anche amministrativa, condotta per garantire l'apertura in tempi celeri – conclude Delle Donne - con la proficua e determinante collaborazione dell'area patrimonio, area tecnica, dipartimento di prevenzione e ufficio qualità della nostra Asl”.

Il presidente della Cooperativa Auxilium Pietro Chiorazzo dichiara: "Siamo orgogliosi di questa partnership con la ASL Barletta-Andria-Trani per la gestione del nuovo hospice di Minervino Murge intitolato a Karol Wojtyla, che ha lasciato un grande insegnamento sulla persona, la sofferenza, la morte e l’amore. L’hospice è una struttura sanitaria delicata, a metà tra l’ospedale e la casa del paziente e, come ha recentemente ricordato la pastorale sanitaria della CEI, è un luogo che deve essere aperto alla speranza, perché il tempo di un malato terminale non è attesa di morte, bensì tempo da colmare di senso e di vita, con una presenza competente e amorevole".

Ue, Mattarella: "Serve nuovo patto di stabilità"

ROMA - L'Italia è chiamata a svolgere" un "ruolo di primo piano, partecipando con convinzione e responsabilità a un progetto europeo lungimirante, sostenibile ed equilibrato dal punto di vista ambientale, sociale e territoriale": così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in un messaggio al Forum Ambrosetti, in cui invita il "sistema economico-finanziario" a "cogliere l'occasione di fornire il suo contributo a questa fase di rinnovamento del progetto europeo".

E' "necessario" un "riesame" del patto di stabilità: ha aggiunto Mattarella in un messaggio al Forum Ambrosetti, letto dall'ex premier Enrico Letta. "Coesione e crescita - ha spiegato - sono gli obiettivi ai quali guardare e il necessario riesame delle regole del patto di stabilità può contribuire a una nuova fase, rilanciando gli investimenti in infrastrutture, reti, innovazione, educazione e ricerca".

Berlusconi: "Chi aiuta il Governo è fuori"

ROMA - "Chi aiuta il governo è fuori". Così l'ex premier Silvio Berlusconi che nega in un'intervista al Giornale ogni appoggio al governo giallorosso: "Forza Italia è nata per combattere la sinistra, ma in Parlamento e non in piazza".

Quindi Berlusconi accusa il Movimento 5 Stelle e i Partito democratico di essersi aver "unito assistenzialismo e statalismo per evitare il voto". Secondo Berlusconi è "ingeneroso dare tutte le colpe alla Lega", ma su Matteo Salvini ammette: "Non lo capisco più". 

E lo avverte: "Il monocolore sovranista non potrà mai vincere". "Matteo non parla al centrodestra".

Invita Salvini al suicidio, avviato procedimento per giornalista Rai

ROMA - "Scrivete e insultate come volete, sono abituato, ma quando tiri in ballo i bimbi io mi inc... come una bestia e divento cattivo": a parlare è Matteo Salvini, che definisce "orrendo" il post pubblicato su Facebook dal giornalista di Rai Radio1 Fabio Sanfilippo. "Sono felice di rispondere con il Vangelo: amate i vostri nemici e fate del bene a chi vi odia", ha aggiunto l'ex vicepremier intervenendo alla festa provinciale della Lega di Terni, a San Gemini.

La Rai "ha avviato un procedimento disciplinare urgente nei confronti di del giornalista di Rai Radio1 Fabio Sanfilippo. L'azienda - spiega una nota di Viale Mazzini - considera gravissime le affermazioni fatte dal giornalista sul proprio profilo facebook. All'inizio della settimana prossima la Rai emanerà una disposizione sull'uso dei social da parte dei propri dipendenti". A sollevare il caso del post del giornalista Sanfilippo era stata la Lega annunciando iniziative in commissione di Vigilanza.

L'ex segretario dem Matteo Renzi esprime solidarietà a Matteo Salvini e alla sua famiglia per "il post di un giornalista Rai che parla del suicidio di Salvini entro sei mesi e tira in ballo la figlia del leader leghista".

Secondo Renzi, "la politica non può divenire barbarie. E chi è pagato coi soldi dei cittadini non può esprimersi con questi toni". "Nell'ultimo mese - scrive su Facebook il senatore del Pd - ho combattuto una durissima battaglia per mandare Matteo Salvini a casa. Credo di aver fatto il mio dovere da cittadino e da senatore. E credo di aver vinto questa battaglia insieme a tante e tanti. Ma proprio per questo rabbrividisco quando leggo il post di un giornalista Rai che parla del suicidio di Salvini entro sei mesi e tira in ballo la figlia del leader leghista".

Grandi Navi a Venezia, Franceschini: “Stop transito entro fine mandato"

ROMA - “Entro la fine del mio mandato nessuna Grande Nave passerà più davanti a San Marco”. Così via Twitter il neo ministro per i Beni e le Attività culturali, Dario Franceschini, annuncia uno degli impegni del suo incarico: la chiusura di Venezia alle grandi imbarcazioni. 

“Abbiamo perso troppo tempo e il mondo ci guarda incredulo”, prosegue il dem, in visita alla Mostra del Cinema, cinguettando e riportando alla luce un tema già affrontato anche dal suo predecessore, Alberto Bonisoli.

Ilva, D'Amato: "Nuovo Governo renda obbligatoria valutazione danno sanitario preventivo e riveda Aia"

BARI - La segnalazione da parte di ARPA relativa allo sforamento dei limiti di emissione non può che destare preoccupazione. Pertanto, in attesa degli approfondimenti tecnici, è necessario far notare quanto importante sia l'argomento della immunità seppur parziale di cui dal 6 settembre gode il Gestore, poiché essa non deve in alcun modo evitare l'applicazione del principio di "chi inquina paga" nè mettere lavoratori e cittadini in pericolo. Oggi scade l'immunità totale regalata dal governo Renzi, ed inizia un nuovo percorso sanzionatorio che dipenderà dal rispetto del Piano Ambientale. Non siamo affatto d'accordo neppure a una immunita parziale in quanto viola direttive europe ed è incostituzionale. Ma è comunque necessario precisare che anche quando riusciranno a dimostrare che eventuali violazioni dipendono dall'applicazione del Piano, sono comunque tutelate la sicurezza e la salute dei lavoratori e dei cittadini con i mezzi a disposizione della pubblica amministrazione e degli enti locali. È importante che gli enti di controllo approfondiscano i dettagli dell'accaduto, le motivazioni e gli inquinanti emessi al fine di tutelare la sicurezza nei luoghi di lavoro e la salute pubblica, permettendo a chi di dovere di emanare provvedimenti anche in urgenza. Intanto il nuovo Governo si adoperi per rendere obbligatoria la Valutazione del danno sanitario preventivo e attuare la revisione dell' AIA, che, viste le condizioni fatiscenti,ritengo sia da revocare. Così in una nota Rosa D'Amato, Eurodeputata del Movimento 5 Stelle.

Bari, bando Urbis: lunedì la presentazione dei progetti ammessi

BARI - Lunedì 9 settembre, alle ore 11.30, nella sala giunta di Palazzo di Città, il sindaco Antonio Decaro e l’assessora Paola Romano presenteranno i risultati del bando Urbis.

Alla conferenza stampa parteciperanno i rappresentanti del BaLab, impegnati nella commissione giudicatrice dei progetti candidati, e alcuni referenti dei progetti ammessi. 

Gentiloni incontra la von der Leyen

ROMA - Il candidato italiano alla Commissione Ue Paolo Gentiloni incontra la presidente eletta Ursula von der Leyen e si crea subito un clima di sintonia. Nell'accogliere l'ex premier, von der Leyen gli ha fatto fare un giro degli uffici del team di transizione. Il colloquio servirà ad orientare le decisioni di von der Leyen nell'attribuzione dei portafogli, con l'ambizione italiana che resta quella degli Affari economici.

L'ex premier italiano sembra essere in pole position per gli Affari economici, ma non è da escludere il Commercio. Secondo il Financial Times Gentiloni sarebbe destinato a prendere il portafoglio della concorrenza.

Intanto per Lunedì è previsto un nuovo incontro tra la presidente eletta della Commissione europea ed il leader dell'Esecutivo comunitario Jean Claude Juncker.

Paolo Gentiloni nuovo commissario europeo agli Affari economici

ROMA - E' stato indicare Paolo Gentiloni, 64 anni, quale commissario Ue il primo atto formale del nuovo governo Conte. Lo ha confermato la Presidente Ue Ursula Von Der Leyen nel momento in cui ha specificato di aver ricevuto le indicazioni da tutti i paesi membri. Gentiloni si è detto orgoglioso dell'incarico ricevuto: «Amo l’Italia e l’Europa - ha scritto in un tweet -. Ora al lavoro per una stagione migliore». Il nome di Gentiloni è stato comunicato a Bruxelles nella serata di ieri. Quello di Gentiloni, aggiungono le stesse fonti, è l'unico nome indicato dall'Italia.

Bellanova, Fitto: "Oggi al suo fianco contro ignobili attacchi"

ROMA - Solidarietà su Twitter del co-presidente del gruppo europeo ECR-FdI, on. Raffaele Fitto, al nuovo ministro all’Agricoltura. “Con Teresa Bellanova siamo su due fronti opposti e continueremo ad esserlo, ma oggi sono al suo fianco contro gli ignobili attacchi alla sua persona. La combatterò sul piano politico ma la rispetterò sempre”, dichiara Fitto.

Ue, D'Amato (M5S): "Bruxelles apre a una maggiore flessibilità sui fondi Ue per le regioni"

BRUXELLES - "Lo diciamo da sempre: i fondi europei per lo sviluppo dei nostri territori, come il Fesr o i fondi della Politica agricola comune, non devono venire conteggiati nei calcoli del Patto di stabilità. In altre parole, queste risorse cosi’ importanti per il nostro futuro, non possono essere imbrigliate dai limiti di deficit, dall’austerity. Adesso, questa nostra battaglia sembra aver finalmente fatto breccia li’ dove i falchi del rigore hanno finora agito indisturbati: la Commissione europea. Risponendo a una mia domanda nel corso di un’audizione al Parlamento europeo, il direttore della Dg Regio della Commissione Ue, Marc Lemaitre, ha ammesso che a Bruxelles stanno prendendo in considerazione lo scorporo dei fondi strutturali dal Patto, citando espressamente le dichiarazioni della presidente designata, Ursula von der Leyen". Lo riferisce l'eurodeputata del Movimento 5 Stelle, Rosa D'Amato, a margine di un'audizione in commissione Affari regionali al Parlamento europeo a Bruxelles.

"Lemaitre - aggiunge D'Amato - ha detto chiaramente che, anche per aumentare l’uso di tali fondi, occorre aumentare gli investimenti pubblici nel Mezzogiorno, oggi fermi allo 0,4% contro il 4% speso ogni anno dagli Stati membri dell’Europa centrale. E per farlo, diciamo noi, serve togliere dalla testa del governo la spada di Damocle dell’austerity e di un Patto 'rigido'. Von der Leyen ha promesso maggiore semplicità e maggiore flessibilità nell'applicazione del Patto. Continueremo a vigilare sulla nuova Commissione affinché le parole si trasformino in fatti concreti".

Xylella, M5S: “Situazione rischia di peggiorare con il caos nell’Arif. Agricoltori ormai allo stremo”

BARI - “La condanna dell’Unione Europea all’Italia per non aver attuato le misure per il contrasto alla diffusione della Xylella, è l’ennesimo fallimento di cui  Emiliano e tutto il centrosinistra dovranno rispondere agli agricoltori. Lo scaricabarile sulla Giunta precedente non lo assolve in alcun modo da una gestione della situazione all’insegna dell’improvvisazione, con l’approvazione di una legge per il contrasto alla batteriosi del tutto inefficace, il cui perno sarebbe stato l’ARXIA, ennesimo poltronificio per fortuna mai creato grazie all’opposizione. Ora la situazione è ancora più confusa con il caos nell’Arif, dovuto alle dimissioni del commissario Milillo, che di fatto sta rallentando il piano anti Xylella. Il tutto nel silenzio del Presidente/assessore all’Agricoltura (auspichiamo ad interim per il bene dei nostri agricoltori) che non ha ancora detto una parola sull’Agenzia, limitandosi a ridistribuire ai subcommissari le deleghe del Commissario”. Lo dichiarano i consiglieri del Movimento 5 Stelle.

“L’ex ministro Lezzi - continuano i pentastellati - sin dall’inizio del suo mandato aveva avviato una interlocuzione seria con gli agricoltori, a lungo abbandonati dai governi precedenti, e le associazioni di categoria per la lotta alla Xylella e stanziato risorse importanti. Un percorso che siamo certi proseguirà anche con il nuovo Governo. La Regione però deve fare la sua parte e rendere l’Arif davvero operativa a differenza di quanto accaduto finora, come testimoniato anche dal dottor Milillo nella sua lettera di dimissioni. Serve una seria programmazione per far sì che l’Agenzia prosegua con monitoraggi e abbattimenti e per un piano per la rigenerazione del paesaggio che non si basi solo sull’aspetto economico. Tra Xylella, PSR fermo, impianti irrigui inefficienti e mancate richieste della Regione dello stato di calamità per le gelate dello scorso maggio, i nostri agricoltori sono ormai allo stremo. Serve è un programma serio per il rilancio del settore, non le sceneggiate sui trattori”.

Lega Puglia: nominati sei nuovi segretari provinciali

BARI - L’On Luigi D’Eramo, Segretario Regionale della Lega Salvini Premier Puglia - ha provveduto a nominare i sei segretari provinciali della Lega: Rossano Sasso a Bari, Gianfranco De Blasi a Lecce, Lelio Lolli a Brindisi, Giacomo Conserva a Taranto, Daniele Cusmai a Foggia e Giovanni Riviello nella Bat. Su proposta dei responsabili d’area e dei nuovi Segretari Provinciali sono stati nominati i primi 100 segretari cittadini e dirigenti provinciali del partito in Puglia. Infine l’Esecutivo Regionale è stato allargato ad altri nove dirigenti territoriali.

“La Lega - dichiara l’On D’Eramo - lancia la sfida per il governo della regione Puglia partendo da ogni provincia, da ogni singolo comune pugliese, dal contatto reale con la gente e con i bisogni del territorio, perché la Lega è lontana anni luce dalle manovre di palazzo del PD di Emiliano, Renzi e Zingaretti. La elezioni si vincono tra la gente e non nei palazzi e lo dimostreremo in questi mesi in Puglia. La Lega è il partito dei territori che mai come in questo periodo sono stati abbandonati da Emiliano e dalla sua giunta dalle porte girevoli. Forti del consenso per Matteo Salvini, espresso a maggio da un pugliese su quattro, oggi consolidiamo il radicamento della Lega Puglia sul territorio con le nomine dei segretari e dirigenti provinciali e soprattutto con le prime nomine dei segretari cittadini, che sono la vera forza del nostro partito: a tutti loro faccio i migliori auguri di buon lavoro”. #prepariamociavincere 

Terremoto del 2002, M5S: "Ricostruzione a rilento in alcuni Comuni Dauni"

BARI - Sono passati diciassette anni dal terremoto che nel 2002 distrusse la scuola elementare di San Giuliano in Puglia. Quel sisma, con epicentro nella provincia di Campobasso, provocò danni anche nella provincia di Foggia dove ci furono numerosi sfollati e una decina di Comuni riportarono danni di rilievo a edifici storici e abitazioni. 

“A distanza di anni la situazione di alcuni Comuni dei Monti Dauni che subirono danni pesanti a causa del terremoto, non si è risolta e la ricostruzione degli edifici distrutti procede a rilento nonostante gli sforzi dei Comuni”.  Lo dichiarano le consigliere del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia e Rosa Barone che nei giorni scorsi hanno fatto un sopralluogo per conoscere lo stato dei lavori in particolare nei Comuni di Casalnuovo Monterotaro, Castelnuovo della Daunia, Castelvecchio di Puglia e Panni. 

Per avviare la ricostruzione, gli edifici furono divisi in cinque categorie in base all’urgenza e alla gravità dei danni riportati. “A Casalnuovo Monterotaro a Castelnuovo della Daunia - spiegano le consigliere - ci si è fermati alla ricostruzione degli edifici destinati ai residenti che hanno riportato danni gravi e lievi (prime tre categorie). A Panni, si è fermi ancora alla fase di ricostruzione degli edifici maggiormente danneggiati. Per poter avviare la fase successiva servirebbero 15 milioni di euro a Casalnuovo e 2 milioni a Castelvecchio. A Panni è ancora in corso una ricognizione”. 

Inoltre, i Comuni coinvolti dal sisma, si sono dovuti confrontare anche con un problema economico dato dalla sospensione delle tasse ai cittadini a cui non è seguita la creazione di un fondo di compensazione. Solo recentemente la Regione si è in parte attivata e le amministrazioni stanno ricevendo le prime cifre.

“La situazione è aggravata anche da una problematica legata alla proroga dei contratti del personale che istruisce le pratiche per la ricostruzione: a Casalnuovo ci sono quattro dipendenti indispensabili, a Castelvecchio manca un ingegnere, a Panni c’è solo un dipendente e la ricognizione è ancora in corso. Problemi che i sindaci avevano già segnalato in audizione oltre un anno fa, chiedendo aiuto alla Regione a quanto pare rimasta ferma. A questo - continuano le consigliere - si aggiunge anche la necessità di risolvere alcuni casi di opere pubbliche: a Castelvecchio, per esempio, la casa canonica non ha usufruito di alcun lavoro di ricostruzione, così come occorrerebbe riprendere i lavori per alcuni edifici di Panni. A distanza di quasi vent’anni, purtroppo - concludono - la ricostruzione è tutt’altro che completata. Non lasceremo soli i Comuni, ci impegneremo per questo a proseguire nella nostra ricognizione e a chiedere a questo Governo di attivarsi il prima possibile”.

Sea Watch: Salvini indagato per diffamazione

ROMA - Nuova tegola giudiziaria per l'ormai ex ministro dell'Interno, Matteo Salvini, indagato a Roma con l'accusa di diffamazione per le offese sui social rivolte alla capitana della Sea Watch 3, Carola Rackete. 

Nelle scorse settimane, in base a quanto si apprende, la Procura di Roma ha proceduto all'iscrizione e ha inviato gli atti a Milano, dove Salvini ha la sua residenza, per competenza territoriale. 

Nella denuncia, in cui tra l'altro si chiedeva il sequestro degli account social di Matteo Salvini, erano riportati alcuni post dell'ex ministro e alcuni commenti di utenti contro la Rackete in relazione alle polemiche legate allo sbarco di alcuni migranti avvenuto a giugno a Lampedusa.

Il Governo Conte ha giurato. Subito il primo Cdm

(credits: Quirinale.it)
ROMA - Il governo Conte ha giurato al Quirinale, nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: è dunque nella pienezza dei poteri. Al termine del giuramento, Mattarella e Conte hanno lasciato il tavolo e hanno raggiunto i ministri, per la foto di rito.

I 21 ministri del nuovo governo Conte sono arrivati alla spicciolata al Quirinale per il giuramento. Molti in taxi e accompagnati da consorti e familiari.

Commenta il premier Giuseppe Conte: "Forti di un programma che guarda al futuro dedicheremo le nostre migliori energie e la nostra passione a rendere l'Italia migliore nell'interesse di tutti i cittadini'

Bonometti: "Quando parlava di anno bellissimo Conte diceva bugie"

(credits: Quirinale.it)
MILANO - Secondo il presidente di Confindustria, Marco Bonometti, c’è una cosa che gli industriali italiani si aspettano dal nuovo governo: “Una parola chiara sul fatto che lavoro e impresa costituiscono una risorsa di questo Paese, da preservare e rilanciare. Deve dire come intende sostenerli, con quali misure, con quali modalità, con quali tempi”, racconta a La Stampa nell’edizione in edicola che lo intervista.

Fatti non parole, dunque. Nessuna “cambiale in bianco”, dunque. Tanto più che si tratta, sottolinea Bonometti, di un “governo formato da due forze politiche che finora non hanno mai condiviso alcun progetto comune. Vedere per credere e aspettare per vedere, il motto. Vige lo scetticismo. Anche se non c’è alcuna “nostalgia per quell’esecutivo, che non ha fatto nulla di buono per le imprese e, in alcuni casi, ha peggiorato la situazione”.

Oggi gli industriali sono preoccupati per il fatto “che il presidente del Consiglio sia lo stesso che, dicendo di voler sostenere la crescita, ha avallato provvedimenti come decreto dignità, reddito di cittadinanza e quota 100” con il risultato che sono 5 mesi che la produzione in Italia è ferma, gli investimenti sono bloccati, la cassa integrazione dilaga”. Ma Conte non era lo stesso premier che parlava di un “anno bellissimo”? Allora “diceva bugie” chiosa.

La sfilata dei Ministri che entrano al primo Cdm: chi si ferma per le foto, chi scherza, chi svicola

ROMA - La sfilata dei Ministri che entrano al primo Cdm: chi si ferma per le foto, chi scherza, chi svicola.

Boccia e Bellanova: 2 pugliesi nel Conte Bis

di NICOLA ZUCCARO - Sarà ancora un Governo in parte pugliese l'esecutivo che giurerà alle ore 10 di giovedì 5 settembre 2019 presso il Salone delle Feste del Palazzo Quirinale. La nuova squadra del "giallorosso" sarà composta, oltre che dal Premier Giuseppe Conte, nato l'8 agosto 1964 a Volturara Appula (Foggia), anche da Teresa Bellanova e Francesco Boccia. 

Originario di Bisceglie, Boccia ha ricoperto il ruolo di Assessore comunale di Bari al Bilancio nella prima sindacatura di Michele Emiliano e sarà il titolare del Dicastero per le Autonomie e gli Affari Regionali. Teresa Bellanova, originaria di Brindisi e fedele all'area renziana del Pd (lo stesso soggetto politico al quale appartiene Boccia), sarà invece il neo Ministro per le Politiche Agricole.

Di Maio: "Leali a Ue e Nato, ma dialogheremo con tutti"


ROMA - "La politica estera sarà una componente essenziale dell'azione di questo Governo" e "avrà come obiettivo prioritario l'interesse nazionale in Europa e nel mondo", "con l'autorevolezza che spetta ad un grande Paese come l'Italia e alla sua riconosciuta e apprezzata tradizione di equilibrio e apertura al dialogo con gli altri". 

Manterremo "un dialogo franco e aperto con i nostri partner, senza ovviamente rinunciare ai valori europei e atlantici che caratterizzano la storia del nostro Paese". Lo scrive il neo ministro degli Esteri Luigi Di Maio in una lettera di saluto alla diplomazia italiana.

"L'Africa - si legge nella lettera - non può essere più vista solo come motivo di preoccupazione, bensì come opportunità per individuare nuovi partner strategici attraverso i quali incrementare lo sviluppo e la crescita del nostro Paese".

"La questione migranti - scriva ancora Di Maio - sarà una delle priorità della politica estera del nuovo governo. Intendiamo lavorare per una maggiore responsabilizzazione dell'Europa e un superamento del regolamento di Dublino".

Speciale 83ma Campionaria

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia