Visualizzazione post con etichetta Taranto. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Taranto. Mostra tutti i post

A Taranto la Notte Bianca dell'Archeologia: visitatori da tutta la Puglia

TARANTO - Arrivano prenotazioni da ogni parte della Puglia per partecipare al grande evento che avvicina Taranto al suo passato e alla sua storia millenaria. Tutto pronto per la “Notte Bianca dell’Archeologia” in programma sabato 29 dicembre dalle ore 18:00 alle 01:00. Vista l’affluenza, sarà possibile acquistare le prevendite già dal mattino (sabato dalle ore 10:00 alle 13:00, presso la Necropoli di via Marche di fronte all'ingresso del Tribunale). Il ticket, al costo di 10 euro (ridotto 5 euro per i ragazzi da 8 a 17 anni, gratuito sotto gli 8 anni) include visite guidate, ingressi alle aree archeologiche, allestimenti, mostre, spettacoli e degustazioni. Servizio navetta gratis in calessino (secondo disponibilità Ape Calessino Taranto).

I visitatori, inoltre, potranno assistere ad uno spettacolo particolarmente atteso: il reading dell’attore Ettore Bassi. Nella Necropoli di via Marche (alle ore 20:00 e in replica alle 22:00) a lui il compito di interpretare i grandi classici della letteratura, nella suggestione di un luogo unico. Già, perché tutti i siti coinvolti nella manifestazione si caratterizzano per l’alto valore archeologico e culturale, ma rappresentano anche l’identità della città che il progetto vuole far riscoprire agli stessi tarantini, ma anche ai turisti incuriositi dal grande evento. Il format, infatti, è davvero unico e si snoda in un vero e proprio percorso di archeologia urbana: oltre la Necropoli di via Marche, anche le Tombe a camera di via Sardegna, via Umbria, via Pasubio e via Pio XII, la Cripta del Redentore di via Terni, resi fruibili grazie alla disponibilità della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto e del Comune di Taranto. Quest’ultimo ha fornito un sostegno all’iniziativa, organizzata dall’Ati Taranto Sotterranea e dall’associazione Terra.

Nel corso della serata, imperdibili le due mostre di arte contemporanea “Sacralia, dal mito ellenistico alla cristianità”, con due installazioni ambientali site specific: nella Cripta del Redentore Sacre simbologie di Lucia Rotundo, nella Necropoli di via Marche Fertilità multipla di Maria Teresa Sorbara. L’evento è realizzato in collaborazione con il CRAC Puglia della Fondazione Rocco Spani onlus di Taranto. E poi, immancabili, le visiste guidate per conoscere la storia di questi luoghi, i concerti dei “Sud in festa”, le degustazioni di prodotti e bevande tipiche magno greche, la mostra fotografica “Metamorfosi del paesaggio urbano” di Pierfrancesco La Fratta e Francesca Razzato (tomba a camera di via Pio XII), laboratori e giochi per bambini (via Pasubio dalle ore 18:00 alle 20:00). Ai visitatori sarà distribuita una cartina con il percorso e il programma dettagliato delle attività. Per informazioni: 347.6122488. Facebook: Taranto Sotterranea.

Taranto, M5S: "Il Pd non offenda l'intelligenza dei tarantini"

TARANTO - "La faccia tosta del Pd è senza limiti. Il segretario provinciale ionico, al quale consiglio di venire a Bruxelles a fare i compiti, visto che è già impegnato in campagna elettorale nel tentativo vano di far votare la sua europarlamentare uscente, compagna di cordata:  loro sì, come d'incanto, redivivi sul territorio a sei mesi dal voto!". Così in una nota Rosa D'Amato, eurodeputata del Movimento 5 Stelle.

Continua D'Amato: "Il segretario provinciale Pd, arrampicato strenuamente al suo strapuntino nonostante le sonore sconfitte elettorali che va collezionando da alcuni anni, capace di aver frantumato anche tutti i cocci del suo partito prodotti dalle urne, si permette di giudicare con livore, e imbarazzante superficialità, l'operato altrui.

Il Pd di Taranto, segretario in testa, mandi i suoi capi bastone a Bruxelles i prossimi 26 e 27 febbraio. Vengano tutti a prendere appunti quando spiegheremo nel dettaglio lo studio TRI.0: si parla di cose utili e concrete e non di posizionamenti elettorali, di finte primarie e di giochetti sulla pelle degli elettori.

Dopo aver confezionato il delitto perfetto ai danni di Taranto, sottoscrivendo la cessione a Mittal - e per fortuna che il Governo Di Maio ne ha migliorato alcune condizioni laddove era possibile ancora farlo - il Pd ha ancora il coraggio di rivolgersi ad una cittadinanza mortificata per decenni e dai loro ultimi tre Governi bastonata a suon di decreti salva Ilva, Quella stessa Ilva finita alla sbarra, come il Pd e i suoi alleati sanno benissimo.

Il segretario del Pd ionico abbia il buon  gusto di non offendere l'intelligenza dei tarantini. Quanto agli iscritti del suo partito (quei pochi rimasti) saranno loro a giudicarlo. Gli elettori lo hanno già fatto da tempo. Tutto ciò, mentre M5S e il Governo stanno lavorando per dar vita a una serie di azioni concrete per Taranto. Perché noi si lavora ogni giorno... e non certo per svegliarci all'alba di una nuova campagna elettorale per aprire comitati elettorali dei capibastone", conclude D'Amato.

Pallavolo: il Bcc Castellana perde 3-1 in casa col Sora

di FRANCESCO LOIACONO - Nella tredicesima giornata di A/1 di pallavolo maschile il Bcc Castellana ha perso 3-1 a Bari contro il Sora. Primo set, nei pugliesi Renan molto preciso con le schiacciate. Nei laziali eccellente Petkovic nei bagher. La squadra di Di Pinto si è aggiudicata 25-21 questa fase di gara. Secondo set, Mirzajanpour ha dato il suo apporto sotto rete. Do Barros fondamentale nella squadra di Barbiero con i colpi da fondo campo. Stavolta ha avuto la meglio Sora 27-25.

Terzo set, Wlodarczyk efficacissimo come universale nel Castellana. Però Kupono e Di Martino hanno fatto la differenza in positivo tra gli avversari. Sora ha prevalso 25-21. Quarto set, Zingel molto bravo negli aces per i gialloblu pugliesi allenati da Di Pinto. Ma Petkovic con forti conclusioni in diagonale ha mandato spesso il pallone per terra con precisione sulle zone di campo di Castellana. Sora ha vinto 25-18 questo set e 3-1 tutta la partita. Tredicesima sconfitta consecutiva per il Bcc Castellana. E’ ultima in classifica da sola con 4 punti. Nel prossimo turno giocherà di nuovo a Bari al “Pala Florio” col Vibo Valentia. I calabresi hanno perso 3-0 in casa contro Civitanova.

Emiliano a Taranto con cardinale Parolin: "Decarbonizzazione acciaieria unica strada per conciliare ambiente, salute a lavoro"

TARANTO - “Per la Regione Puglia la decarbonizzazione dell’acciaieria di Taranto resta l’unica strada per conciliare ambiente, salute e lavoro. Devo ringraziare il cardinale Parolin per le sue parole nitide: ha parlato di ecologia integrale, significa non tralasciare nulla di quanto la tecnologia oggi mette a disposizione e applicare ogni rimedio esistente per rendere compatibile la salute e il lavoro. Quindi più di questo non si poteva chiedere. Mi auguro che i nuovi acquirenti di quella che un tempo chiamavamo ILVA rispettino evidentemente questo indirizzo che è coincidente con quello della Regione Puglia che ha chiesto la integrale decarbonizzazione della fabbrica, coincidente con quello del buonsenso, coincidente con il Trattato di Parigi Cop21, con l’enciclica "Laudato sì’", con il convincimento dei principali Paesi civili del mondo. Non c'è ragione per non adeguarsi a quello che chiede l'azienda - se ho capito bene - ovvero che anche il resto del mondo e dell'Unione europea si adatti a queste nuove regole per avere parità di concorrenza. Questo mi pare giusto, perché se ArcelorMittal farà il suo dovere, e noi vigileremo con grande attenzione che lo faccia, è anche giusto che pretenda che gli altri suoi concorrenti facciano la stessa cosa. Noi saremo al fianco di ArcelorMittal perché anche la questione della concorrenza sia risolta, perché non si può chiedere solo a qualcuno e non a tutti di fare un grande cambiamento rivoluzionario come quello che viene oggi richiesto anche dalle parole del cardinale Parolin”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano dallo stabilimento Arcelor Mittal di Taranto, alla presenza del Cardinale Pietro Parolin in occasione del cinquantesimo anniversario della visita di Paolo VI.

Taranto, bambini felici con il Progetto 'Natale ai Tamburi'

TARANTO - “Natale ai Tamburi” è un progetto degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, il cui fine è donare un sorriso ad alcuni bambini di famiglie bisognose del Quartiere Tamburi di Taranto, in particolare facendo trovare nelle loro case un giocattolo in regalo nella Santa Notte del Natale.

Nella mattinata di sabato 22 dicembre, nella Parrocchia della Chiesa “San Francesco de Geronimo”, nel cuore del Quartiere Tamburi, si è tenuta una semplice cerimonia nel corso della quale l’Avvocato Angelo Gadaleta, delegato per la Puglia, la Basilicata e la Calabria degli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, ha donato alla Caritas Diocesana di Taranto pacchi regalo contenenti giocattoli.

Il dono è stato ricevuto dal parroco Don Nino Borsci, Direttore della Caritas Diocesana, che provvederà a distribuirli in forma anonima ad alcune delle famiglie bisognose del Quartiere Tamburi.

Nell’occasione l’Avvocato Angelo Gadaleta ha spiegato che «gli Ordini Dinastici della Real Casa di Savoia, supportati dalla relativa Associazione, si occupano storicamente di opere di beneficienza e solidarietà, in Italia e all’estero, come quella che abbiamo compiuto oggi a favore dei bambini del Quartiere Tamburi di Taranto, anche grazie alla collaborazione di Giovanni Cassano della General Trade di Martina Franca che ha generosamente sposato la nostra iniziativa benefica».

«Infatti solo nell’anno scorso – ha poi detto l’Avvocato Angelo Gadaleta – gli Ordini hanno supportato diverse opere benefiche in tutto il mondo, per un valore di oltre 800.000 euro; la nostra è un’organizzazione antica che affonda le proprie radici nella storia e nella tradizione cristiana cattolica del nostro Paese, ma che allo stesso tempo ha a cuore il suo futuro».

Don Nino Borsci ha ringraziato per la donazione che porterà una piccola gioia in case in cui ogni giorno si vivono mille privazioni e disagi, soprattutto una speranza a genitori che a Natale potranno vedere il sorriso sul viso dei loro figli: «con questo gesto di solidarietà avete dimostrato – ha detto il Direttore della Caritas Diocesana – che è possibile vivere la propria esistenza cristianamente, come ha ricordato Papa Francesco affermando “se abbiamo trovato il senso della vita in Gesù, non possiamo essere indifferenti davanti a uno che soffre, a uno che è triste”, proprio come avete fatto voi oggi».

Turismo, Biancopuglia: al via i Christmas Tour

BARI - I Christmas Tour sono un’occasione imperdibile per immergersi nel bianco di borghi tra i più belli di Puglia dove si respira un’atmosfera autentica, tra stretti vicoli, preziosi monumenti e le più alte espressioni dell’artigianato artistico.

Tutte le proposte, riportate di seguito in sintesi, sono consultabili e facilmente prenotabili sulla piattaforma www.pugliatolive.it cliccando sulla sezione “Visite guidate garantite”.

BIANCOPUGLIA Christmas Tour (dal 14 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019)
- Locorotondo: ogni venerdì alle ore 17.00;
- Alberobello: ogni sabato alle ore 17.00;
- Grottaglie, Museo della Ceramica: tutti i giorni alle ore 17.00;
- Martina Franca: ogni sabato alle ore 17.00;
- Monopoli: ogni domenica alle ore 17.00; 31 dicembre ore 17.00
  e 1 gennaio ore 11.30;
- Ostuni: ogni domenica alle ore 17.00;
- Special tour anche a Matera: tutti i giorni, ore 10.30-11.30 / 12.30-15.30.

Per maggiori informazioni contattare:
info@pugliatolive.it | tel. 0744 422848 | WhatsApp: +39 328 7135544
www.italytolive.it |  www.pugliatolive.it

Riconversione di Taranto: aperte le iscrizioni per il workshop a Bruxelles promosso dal M5S

TARANTO - Il 26 e 27 febbraio 2019 a Bruxelles si terrà una due giorni sul tema "#RECOnomy – The economic reconversion – A new sustainable paradigm - Taranto, Italy, Europe" promossa dall'eurodeputata del Movimento 5 Stelle Rosa D'Amato.

Il workshop vedrà la partecipazione della Commissione europea e della Banca europea d’investimenti e sarà una occasione preziosa per avviare un clima di confronto e dialogo fra le istituzioni europee e locali sulla riconversione industriale

Calcio: il 47enne Sossio Aruta giocherà nel Grottaglie

di FRANCESCO LOIACONO - Sossio Aruta, 47 anni giocherà nel Grottaglie in Prima Categoria Pugliese. Ha firmato fino a giugno 2019 per la squadra della città della provincia di Taranto. In passato è stato attaccante del Taranto in serie C/2 negli anni novanta e del Pescara in B negli anni ottanta. Nel 2005 ha giocato nel Cervia in serie D il cui tecnico fu Ciccio Graziani e nel 2009/10 ha partecipato col Tre Fiori di San Marino ai preliminari di Europa League.

Il suo obiettivo è arrivare a 400 gol nella sua carriera di calciatore. Dovrà segnarne altri 23 per raggiungere questo traguardo. Di recente si è fatto notare anche in tv nel mondo dello spettacolo poiché ha partecipato come tronista a “Uomini e donne” il programma di Maria De Filippi su Canale 5, e al reality “Temptation Island Vip”. Il Grottaglie è primo in classifica in Prima Categoria Pugliese e con Aruta ha buone possibilità di essere promosso in Promozione.

Natale in Puglia: borghi in festa, itinerari culturali ed enogastronimici, presepi e mercatini

BARI - Nelle vacanze natalizie, c'è chi parte, per un viaggio in Italia o all'estero, e chi arriva in Puglia. E non rimarrà deluso. Dal 21 dicembre al 6 gennaio potrà assistere a mostre, spettacoli e concerti e degustare le prelibatezze tipiche della tradizione natalizia pugliese, tante e diverse in ogni provincia. Un tour alla scoperta delle tradizioni, degli eventi che animano i borghi, del cibo e della natura, nei capoluoghi - Bari, Lecce, Brindisi, Taranto, Foggia, Trani e Andria – e nei paesi più caratteristici della Puglia, nelle masserie e nei siti culturali e archeologici, da nord a sud.

Ma saranno anche le comunità pugliesi a godere di un ricco calendario di iniziative che vanno dai concerti lirico sinfonici a quelli di musica leggera, ai concerti natalizi nelle cattedrali, agli spettacoli teatrali per adulti e per i più piccoli, agli itinerari nei borghi, ai laboratori esperenziali sul cibo, ai cortili aperti, agli spettacoli di giocolieri, acrobati, trampolieri nei centri storici, alle mostre come quella  internazionale al Museo Castromediano di Lecce, “Giorgio Castriota Scanderbeg. Un eroe albanese in Puglia” o quella multimediale “Van Gogh alive - The experience” al nuovo teatro Margherita a Bari. E ancora l’Alba dei Popoli ad Otranto.

Sono tanti i bandi  della Regione da cui scaturiscono anche molte delle iniziative per il Natale: da quello triennale per le Attività culturali e lo Spettacolo dal vivo, al programma straordinario annuale per la cultura e lo spettacolo, da i bandi “In Puglia 365” per una programmazione di attività che punta ad allungare la stagione dei flussi turistici oltre l’estate, al bando “Attrattori culturali”, per legare il restauro alla fruizione dei beni culturali,  fino alle Community Library, che si incastrano con i Poli Bibliomuseali acquisiti dalla Regione”.

“Questo Natale è speciale perché arriva alla fine di un anno molto intenso e impegnativo. Insieme ai Comuni, agli operatori, abbiamo costruito un ecosistema della cultura in cui ciascuno possa esprimere la propria creatività e realizzare iniziative che valorizzano le peculiarità dei territori, sapendo di poter contare sul sostegno della Regione- afferma l’Assessore regionale all'Industria Turistica e Culturale Loredana Capone - Abbiamo messo in campo strumenti finanziari che potessero agevolarci nella sfida facendo attenzione a garantire a tutti le stesse opportunità. E la risposta è stata positiva. Si è creata una grande sinergia fra Regione, Comuni, imprese e operatori che hanno lavorato gli uni al fianco degli altri per la realizzazione di tutte le azioni e le attività messe in campo. E il risultato è veramente incredibile!

Ne è convinto anche, Luca Scandale, Coordinatore del Piano Strategico Puglia365: “Vogliamo puntare anche sul Natale. La Puglia offre una sua versione del Natale tutta da sperimentare. Abbiamo anche lanciato un video emozionale da condividere sui social che raccoglie le interviste di chi è in Puglia a Natale e ne subisce positivamente l’atmosfera, italiani ed anche pugliesi e stranieri”.

Link al video https://www.facebook.com/viaggiareinpuglia.it/videos/317770455730953/?ref=tahoe

Tutti gli appuntamenti di Natale in Puglia sostenuti dalla Regione su https://www.viaggiareinpuglia.it/cam/17/it/Natale-in-Puglia oppure si può utilizzare anche il qr code qui sotto.

"Un milione di euro per Grottaglie 'Città Europea dello Sport 2020'"

BARI - Un contributo straordinario di 1 un milione di euro in due anni in favore del Comune di Grottaglie che ha ottenuto il riconoscimento di European City of Sport (Città Europea dello Sport 2020).

E' questo il contenuto dell'emendamento al ddl 277/2018 (Bilancio di previsione 2019 della Regione Puglia) proposto ed approvato in Commissione Bilancio dal consigliere regionale tarantino del Partito Democratico, Michele Mazzarano, in considerazione della eccezionale rilevanza di tale riconoscimento che avrà un grande impatto per lo sviluppo della pratica sportiva, oltre che mediatico e turistico-economico sull’intero territorio pugliese ed in particolare nella provincia di Taranto.

“Abbiamo voluto sostenere il grande impegno profuso dalla amministrazione comunale di Grottaglie - ha dichiarato Mazzarano - nel raggiungimento di un obiettivo storico per l’intero territorio tarantino che grazie a questo evento sarà finalmente al centro dell’attenzione europea nella diffusione della pratica sportiva “In particolare, al fine di sostenere l’amministrazione comunale di Grottaglie nel programma di ammodernamento e riqualificazione degli impianti sportivi della città - ha continuato Mazzarano - è assegnata nel bilancio regionale autonomo una dotazione finanziaria per l’esercizio finanziario 2019, in termini di competenza di cassa, di 300.000 euro. La medesima dotazione finanziaria è assegnata, in termini di competenza, per l’esercizio finanziario 2020.

“Inoltre, per sostenere il Comune di Grottaglie nella realizzazione di manifestazioni ed eventi sportivi - ha continuato il consigliere regionale tarantino - oltre che per la diffusione della pratica sportiva, è assegnata nel bilancio regionale autonomo, una dotazione finanziaria per l’esercizio finanziario 2019, in termini di competenza di cassa, di 200.000 euro. E la stessa dotazione finanziaria è assegnata, in termini di competenza, per l’esercizio finanziario 2020.

“Si tratta di un progetto ambizioso sul quale avremo gli occhi puntati di tutta Europa - ha concluso Mazzarano - ma sono certo che continuando con il gioco di squadra con il quale il Comune di Grottaglie e la Regione Puglia hanno finora operato, la sfida sarà vinta”. /com

Pallavolo: il Bcc Castellana perde 3-1 a Civitanova

di FRANCESCO LOIACONO - Nella dodicesima giornata di andata di A/1 di pallavolo maschile il Bcc Castellana ha perso 3-1 a Civitanova. Primo set, nei gialloblu pugliesi in evidenza Wlodarczyk e Zingel con precise schiacciate. I marchigiani abbastanza bene nei bagher con Sokolov e Bruno. Civitanova ha prevalso 25-22. Secondo set, la squadra di Vincenzo Di Pinto, al debutto in panchina dopo l’esonero di Tofoli, molto determinata con gli aces di Mirzajanpour. Ma Civitanova assistita da bordo campo da Camperi dopo le dimissioni del tecnico Medei, prima che arrivi nei prossimi giorni il nuovo tecnico De Giorgi, si è imposta di nuovo 25-21.

Terzo set, De Togni e Scopelliti hanno fatto la differenza in positivo sotto rete. Castellana ha avuto la meglio 25-17. Quarto set, Falaschi e Renan eccellenti in fase difensiva per i pugliesi. Efficaci da fondo campo nei marchigiani Leal Juantorena e Cester. Civitanova ha vinto 25-18 questo set e 3-1 tutta la partita. Dodicesima sconfitta consecutiva per Castellana. E’ ultima in classifica da sola con 4 punti. Nel prossimo turno giocherà a Bari contro il Sora. I laziali sono stati sconfitti 3-1 in casa dal Perugia.

Borraccino: "Fare sistema per la Zes e per lo sviluppo di Taranto"

BARI - Dichiarazione dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico  Mino Borraccino: “Ho aderito volentieri all’incontro convocato dal Presidente di Confindustria Taranto, dott. Cesareo, per approfondire le tematiche emergenti relative agli scenari di sviluppo del Porto di Taranto. Si è parlato degli effetti delle dinamiche di insediamento della multinazionale Turca Yilport nel Molo Polisettoriale e dello stato dell’arte della Z.E.S., con i possibili collegamenti con la Basilicata.

Insieme al dott. Sergio Prete, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio Porto di Taranto, ho ringraziato il Presidente per l’invito. L’iniziativa è utile, perché è volta a tenere informati tutti gli associati sullo stato dell’arte di queste due operazioni, così rilevanti per l’economia tarantina.

Nel corso del mio intervento ho informato i presenti che la mattina del 19 dicembre sarò al Ministero dello Sviluppo Economico per mettere a fuoco le problematiche relative all’istituzione della Z.E.S. interregionale ionica, già formalizzata, e della Z.E.S. interregionale adriatica fra Puglia e Molise, in corso di formalizzazione.

In particolare, il Piano di Sviluppo Strategico Z.E.S. Puglia e Basilicata – reso possibile per legge dalla presenza del porto di Taranto e dell’aeroporto di Grottaglie - evidenzia le prospettive di sviluppo prevedibili sia per la Puglia che per la Basilicata, individuando i numerosi settori che ne beneficerebbero.

Per brevità, ne ho citati alcuni: l’agroalimentare, la logistica, la meccanica, la navalmeccanica, l’aeronautico, il mobilio, il commercio, le costruzioni, ecc. Ho lasciato poi ai presenti le riflessioni sul notevole ruolo che in tutto questo avrà l’indotto. Senza contare lo specifico interesse che può suscitare il porto di Taranto, con la sua Z.E.S., per la Cina e per la cosiddetta “Nuova via della seta”.

Non ho sottovalutato le difficoltà che l’istituzione della Z.E.S. comporta, se non altro per la molteplicità dei soggetti coinvolti, che vanno dal Governo centrale a quello regionale e ai molteplici soggetti economici. Ma ho anche sottolineato che se questi soggetti sapranno fare sistema, mettendo da parte possibili tentazioni settoriali, la Z.E.S. rappresenterà una potente leva di sviluppo per Taranto e per la regione tutta”.

Statale 7, "Basta morti, sono oltre due anni che sollecito la Regione"

TARANTO - “Basta con le morti sulla Statale 7, basta anche con il perdere tempo. Ormai sono anni che sollecito, inutilmente l’avvio con urgenza di interventi sulla statale più nota, in quel tratto, come ‘Extramurale’, che collega i comuni di Palagiano, Castellaneta, Palagianello e Mottola". Così in una nota il consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini.
"Prima ancora di diventare consigliere regionale - prosegue -, come cittadino partecipai nel marzo del 2015 a un blocco temporaneo del tratto stradale interessato; alla manifestazione parteciparono numerosi cittadini oltre a scuole, associazioni, amministratori dei comuni limitrofi. La speranza era riposta nella nuova amministrazione regionale, perché almeno quella ci desse ascolto. Ma sono passati più di tre anni e mezzo da allora senza che sia stata trovata una soluzione.
Neppure l’interrogazione da me presentata più di due anni fa ha avuto l’effetto sperato: eppure avevo chiesto di trovare soluzioni idonee affinché diminuisse il livello di pericolosità sulla strada, perché stanco di piangere morti, all'altezza del Comune di Palagiano
Mentre più di un anno fa il Comune di Palagiano ha approvava il progetto esecutivo dei ‘Lavori di Razionalizzazione delle intersezioni site al Km 626+250 ed al Km 627+200 della Strada Statale 7’, mediante la realizzazione di 2 rotatorie.
Insomma, da consigliere di opposizione, ho posto fin dal mio insediamento il problema fra le priorità del mio mandato. Ho partecipato ad audizioni con Regione e Anas, presentato interrogazioni e pungolato/incontrato l’assessore ai Trasporti, Giannini, in più di un’occasione, ma la soluzione definitiva del problema non è mai arrivata, solo scarni palliativi che non fermano le morti. Dopo l’ultima, un giovane di appena 22 anni, ho deciso di presentare un’altra interrogazione urgente al presidente della Regione, Emiliano, e all’assessore ai Trasporti, Giannini, per capire a che punto siamo con la realizzazione di opere che possano davvero mettere in sicurezza la Statale 72”, conclude Perrini.

La 'stella' torna a brillare nel cielo di Taranto: inaugurata Motoria - Mercedes Benz


TARANTO - Luci e stelle. Il concept della serata per l’inaugurazione di Motoria Mercedes-Benz a Taranto è stato un chiaro omaggio al simbolo iconico della Casa madre di Stoccarda, che torna nel vero senso della parola a brillare, illuminando il cielo sulla Città dei Due Mari. Un ritorno atteso, quello del prestigioso brand automobilistico, dopo anni di assenza dal capoluogo ionico.

La nuova filiale Motoria di Maldarizzi Automotive a Taranto è la quarta Concessionaria Mercedes-Benz dopo Bari, Matera e Trani. Un party raffinato ed elegante, in tema natalizio, ha fatto da cornice ad un parterre di invitati d’eccezione, fra autorità politiche ed istituzionali. professionisti e rappresentanti del mondo dell’imprenditoria.

A portare i saluti della Provincia di Taranto il Presidente Giovanni Gugliotti mentre per la BCC di San Marzano, main sponsor dell’evento, è intervenuto il Direttore Generale Emanuele di Palma. L’evento inaugurale è stato l’occasione per condividere con Stampa e personalità di rilievo la conclusione di un anno di significativi traguardi per Maldarizzi Automotive, con un focus sul prossimo futuro, verso il nuovo assetto societario e finanziario del Gruppo, che ha di recente presentato il progetto di fusione in SpA.

In apertura di serata, il benvenuto del Cav. Lav. Francesco Maldarizzi, CEO Maldarizzi Automotive, di fronte a una platea di quasi quattrocento ospiti, accoglienza calorosa e sentita da parte della Cittá di Taranto. Per la Mercedes-Benz Italia erano presenti: Antonio Sacristan Millan, Amministratore Delegato Mercedes Benz Financial Services Italia S.p.A, Dario Albano, Managing Director Vans - Mercedes-Benz Italia S.p.A, Ivan Vellucci, Direttore Network Development & Strategy - Mercedes-Benz Italia S.p.A.

Le vere “stelle” della serata inaugurale sono state loro, le straordinarie vetture presenti in esclusiva assoluta per Maldarizzi Automotive: la Mercedes AMG GT R F1, la più potente Safety Car della storia della Formula 1, direttamente dal Mondiale 2018 e, in anteprima, la Nuova GT Coupé 4, l’ultima superberlina sportiva del segmento luxury Mercedes-Benz AMG, disponibile a Motoria Bari, unico Performance Center AMG del Sud Italia, che resterà eccezionalmente in esposizione nella sede di Taranto fino al 18 dicembre.

Il mood sofisticato della serata è stato arricchito da un percorso di luminarie d’autore firmate Domenico Paolicelli, leader nel mondo in questo settore, e dallo spettacolo danzante della compagnia milanese Corona Events, con le maestose coreografie “Farfalle luminose” e “Cecaelia”. Nulla è stato lasciato al caso, anche per la prelibata cena con dj set: aperta da un aperitivo a base di ostriche, caviale e salmone, proseguendo con un ricercato menù, in abbinamento ai vini e le bollicine delle Cantine San Marzano, partner della serata, per concludere con i panettoni e la cioccolateria della rinomata Maison Bernardi di Grottaglie.

Guerra tra clan, 7 condanne a Bari

di PIERO CHIMENTI - Il Tribunale di Bari ha condannato 7 persone, dai 3 anni a 2 mesi, fino ad arrivare a 10 anni e 2 mesi, per gli agguati che hanno insanguinato le strade di Bitonto per due anni, avvenuti per il controllo dello spaccio di droga tra bande rivali, che hanno avuto come apice l'omicidio dell'anziana avvenuto il 30 dicembre 2017.

Argentero all'Orfeo di Taranto: "Il miglior premio è emozionare la gente"


di PIERO CHIMENTI - Luca Argentero, ospite del secondo appuntamento stagionale del Teatro Orfeo, ha portato in scena la vita di tre assi in discipline diverse: Malabrocca, Bonatti e Tomba, lontani tra loro come epoca e modo di affrontare le loro sfide, ma uniti nella capacità di essere diventati nell'immaginario collettivo degli 'eroi' nazionali. Siamo riusciti a strappare una battuta attore piemontese, presente nelle sale cinematografiche, con il film natalizio 'Cosa fai a Capodanno', affacciatosi nel foyer del teatro.

Malabrocca, Bonetti e Tomba sono i campioni dello sport nel loro tempo. In cosa ti somigliano e per cosa vorresti essere ricordato nel tuo settore? 
Il lavoro dell'attore non ha premi o medaglie, ed i riconoscimenti che esistono non sono il motivo per cui fai questo lavoro. Ma questo lo scopro ogni giorno, quando qualcuno mi ferma per strada è mi dice: "Ieri ho visto un tuo film... mi è piaciuto, sono sono divertito, mi sono emozionato". Malabrocca, Bonatti e Tomba non sono stati ricordati solo perché erano nella loro epoca, ma per come hanno vinto quello che hanno vinto. Nel caso di Malabrocca, era un ciclista che correva per arrivare ultimo, quindi in realtà vinceva a modo suo, dunque è il modo con cui si affronta la propria disciplina, la propria vita o la propria avventura.

(ph credits: Aurelio Castellaneta)

A Martina Franca la 'Città dei balocchi'


MARTINA FRANCA (TA) - A ridosso delle festività natalizie, il comune di Martina Franca ha voluto trasformare la propria città in una vera e propria “Città dei Balocchi”, giocosa festa di luci e colori animata dalla presenza di artisti di strada che metteranno piede nelle vie dello shopping oggi a partire dalle ore 18:00 per l'ultima giornata dell'evento.

La passeggiata per i visitatori sulle via dello shopping martinese: Via Taranto, Corso Messapia, Viale della Libertà sarà accolta, a ritmo di rumba e Nuevo flamenco dal chitarrista barese Roby Otel, e a colpi di jazz dal duo chitarra-sax, formato da Michele Santoro e Laura Donatone, con un repertorio che spazia dai tanghi alla musica gitana, passando per lo swing e brani strumentali da loro composti. Tutt’altra musica risuonerà con il gruppo dei Bandarisciò che, a bordò di un risciò, abbracceranno sonorità da tutto il mondo, dai Balcani e dalle tradizioni Klezmer, passando dal Centro e Sud America, fino a toccare la canzone d’autore italiana.

Le bolle di sapone torneranno a fluttuare nel cielo, questa volta nello spettacolo Babù Babbles…bolle senza tempo, mentre un’acrobata si esibirà in un numero di aerial silk, dando vita a figure artistiche sospese a mezz’aria, tra splendidi tessuti. Bolas, corde e bastoni accesi riscalderanno l’atmosfera in un imperdibile Fire Show dai contorni ardenti, e l’incantevole magia di Mago Maraldo lascerà tutti senza fiato, grazie al suo innato talento da prestigiatore.

Nel corso dell’intero weekend sarà, inoltre, possibile ammirare da vicino la grande slitta di Babbo Natale, con cavalli, pony ed elfi al seguito.

La città dei Balocchi si avvale del Patrocinio del Comune di Martina Franca ed è organizzata dall’Associazione Smile di Manuel Manfuso, realtà affermata nel territorio pugliese che può contare su un team di artisti professionisti e di alto livello.

Il 14 Dicembre è anche il Christmas Jumper Day di Save the Children, il giorno in cui si indossano buffi maglioni natalizi e si regala un sorriso a tanti bambini. I visitatori sono quindi invitati a partecipare sfoggiando un maglione e accessori a tema natalizio, scattando una foto e condividendola sui social con l'hashtag #christmasjumperday. Sarà questa una bella occasione per raccogliere donazioni a favore di Save the Children e donare un futuro a tanti bambini, in Italia e nel mondo."

LA CITTÀ DEI BALOCCHI a MARTINA FRANCA (TA)
14 - 15 dicembre 2018 - centro storico
16 dicembre 2018 - vie dello shopping - Via Taranto, Corso Messapia, Viale della Libertà
evento patrocinato dal Comune di Martina Franca
info: Manuel Manfuso 324.8679062

Ilva, lettera di Legambiente a Mittal: "Indispensabile valutazione preventiva impatto ambientale e sanitario"

TARANTO - Legambiente ha scritto oggi a Lakshmi N Mittal, amministratore delegato di  Arcelor Mittal, e Matthieu Jehl, amministratore delegato di Arcelor Mittal Italia. Nella lettera, firmata da Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, e Lunetta Franco, presidente di Legambiente Taranto, l’associazione chiede ai vertici dell’industria siderurgica di esprimersi sulla proposta di effettuare una valutazione preventiva dell’impatto ambientale e sanitario dello stabilimento di Taranto.

Ne riportiamo di seguito il testo integrale.

Gentilissimi,

nel sito di Arcelor Mittal Italia, l’impegno dell’azienda per il territorio viene così definito:

“Instaurare un dialogo aperto e collaborativo è il primo passo del nostro impegno verso le comunità locali in cui operiamo. Il nostro obiettivo è lavorare come partner delle stesse, ascoltare e comprendere le loro esigenze ed aspettative nei confronti del futuro di ArcelorMittal Italia. Desideriamo cooperare insieme per la creazione di una comunità più coesa ed essere sempre chiari e trasparenti riguardo le nostre prestazioni e piani aziendali per consentire alle persone di conoscere la nostra visione”

Come voi sapete le emissioni inquinanti dello stabilimento siderurgico di Taranto sono fonte di grande allarme per i cittadini, giustamente preoccupati per le loro conseguenze sulla salute e sull’ambiente e, in tanta parte, scettici sia sull’effettiva attuazione degli impegni assunti per l’attuazione del Piano Ambientale che  sulla efficacia degli interventi previsti.

C’è un processo penale in corso cui è affidato il compito di accertare le responsabilità riguardo le morti e le malattie che hanno colpito tanti bambini, tanti uomini e donne, e, tra loro, tanti lavoratori della Italsider prima e dell’Ilva poi: esso riguarda il passato, un passato che non vogliamo ritorni. Oggi, guardando al futuro,  quel passato e un presente tuttora foriero di preoccupazioni, ci fanno dire che per prima cosa dobbiamo essere certi che l’attività dello stabilimento siderurgico di Taranto non sia fonte di nuovi danni alla salute e all’ambiente, di nuove morti e malattie.

Conterà molto la piena e puntuale attuazione delle prescrizioni previste dal Piano Ambientale e   degli impegni assunti con l’addendum. Conterà molto il tempo in cui tutto ciò avverrà. Perché tanto, troppo tempo è già inutilmente passato, e perché – nel frattempo – la popolazione rimane esposta alle emissioni  di impianti ancora privi degli interventi previsti. Ma conterà molto anche quanto acciaio verrà effettivamente prodotto e quali tecnologie, quali processi produttivi saranno utilizzati, essendo evidente che gli impatti ambientali e sanitari saranno maggiori quanto più elevata  sarà la produzione riveniente da un ciclo integrale fondato sul carbone.

Noi partiamo da un dato scientifico certo: la valutazione preventiva del danno sanitario resa pubblica da ARPA Puglia nel maggio 2013 con “Valutazione del Danno Sanitario Stabilimento ILVA di Taranto ai sensi della LR 21/2012 Scenari emissivi pre‐AIA (anno 2010)   e post‐AIA (anno 2016)”, effettuata sulla scorta delle prescrizioni allora contenute nella Autorizzazione Integrata Ambientale, e che evidenziava il permanere di rischi per la salute anche ad A.I.A. completamente attuata. Ne riportiamo le conclusioni:

“La valutazione del rischio cancerogeno inalatorio prodotto dalle emissioni in aria dello stabilimento ILVA di Taranto ha evidenziato, sia per il quadro emissivo 2010 che per lo scenario successivo all’adempimento all’AIA, una probabilità aggiuntiva di sviluppare un tumore nell’arco dell’intera vita superiore a 1:10.000 per una popolazione di circa 22.500 residenti a Taranto (situazione precedente all’AIA) e per una popolazione di circa 12.000 residenti a Taranto (situazione post‐AIA). Il quadro epidemiologico mostra, in riferimento ai risultati dello studio “Sentieri”, uno stato di compromissione della   salute della popolazione residente a Taranto,   con tassi di mortalità significativamente superiori alla media regionale per la quasi totalità del periodo e delle cause esaminate.   Anche i risultati di uno studio di coorte sulla mortalità e morbosità nell’area di Taranto mostrano come i quartieri più vicini alla zona industriale presentino un quadro di mortalità e ospedalizzazione superiore al resto dell’area studiata”

Per questo crediamo che oggi sia indispensabile effettuare una V.I.I.A.S. (valutazione preventiva dell’impatto ambientale e sanitario) per lo stabilimento siderurgico tarantino che prenda in considerazione lo scenario conseguente alla piena attuazione di tutti gli interventi previsti dall’attuale Piano Ambientale sia in riferimento alla capacità produttiva indicata nell’addendum che a capacità inferiori e a diversi mix di processi produttivi. I suoi esiti potranno infatti fornire risposte validate scientificamente in merito alle ricadute dell'impianto sulla salute dei cittadini e costituire un solido presupposto per un rapporto di cooperazione e per una comunità più coesa.

Se ritenete che le innovazioni e gli accorgimenti che intendete adottare siano in grado di annullare quei rischi che la valutazione del 2013 di Arpa Puglia evidenziava,  pensiamo dovreste essere i primi a chiedere l’effettuazione, in tempi rapidi, della V.I.I.A.S. per lo stabilimento di Taranto, impegnandovi  a produrre con le modalità produttive e  per le quantità che, in base agli esiti ottenuti, non presentino rischi inaccettabili per la salute.

Noi pensiamo che il futuro dell’acciaio sia in una produzione “decarbonizzata”, capace di abbattere drasticamente le emissioni inquinanti. Ma passeranno anni, prima che diventi realtà. Dobbiamo tutti, perciò, lavorare per costruire questo futuro e preoccuparci di fare in modo che gli anni che ci separano da esso non siano segnati da danni inaccettabili, da dolori e sofferenze che sarebbe stato possibile evitare.

Crediamo che possa essere un obiettivo comune. Per questo vi chiediamo di esprimervi in modo chiaro e trasparente sulla proposta di una V.I.I.A.S. per Taranto: il futuro si costruisce adesso.

Disponibili al confronto,  vi porgiamo i nostri saluti

Un regalo per Taranto: il concerto di Natale del coro polifonico e dell’orchestra del Liceo Archita


TARANTO - Anche quest'anno il liceo Archita regalerà a Taranto un concerto di Natale che si svolgerà lunedì 17 dicembre alle ore 19.30 nella Concattedrale Gran Madre di Dio grazie all’ospitalità del suo parroco don Ciro Alabrese.

Nella serata si esibiranno l’orchestra sinfonica del liceo, diretta dal maestro Paolo Battista e coadiuvata dai maestri Giuditta Giovinazzi al violoncello e Angelo Brancone al clarinetto, e il coro polifonico, diretto dalla professoressa Maria Antonietta Carola. Il coordinamento alla produzione è stato curato dai docenti Simona Barbera, Angelo Brancone e Paola Lunetta Franco. Il coro e l’orchestra del liceo Archita sono costituiti da alunni dei diversi indirizzi e in particolare dell’ indirizzo musicale.

Un regalo – si diceva – prima di tutto alle famiglie dei ragazzi - che hanno avuto un calendario fitto di prove e si sono impegnati per suonare e cantare come dei veri professionisti, ma un regalo anche a tutti coloro che vorranno godere di una serata di buona musica con un programma vario e interessante in cui si mescolano alcuni brani del grande repertorio sinfonico e corale con altri scelti tra i più celebri classici natalizi. Che Natale è, infatti, senza Silent Night o Adeste fideles? Che Natale è senza i brani della tradizione, quelli che tutti conosciamo e che rinnovano ogni anno lo spirito di questa festa?

Certo ci saranno anche questi brani celeberrimi, ma siamo sicuri che riusciranno a stupire con gli arrangiamenti originali, le esecuzioni ora a cappella, ora accompagnate da pochi strumenti o dalla sola arpa, ora dall'intera orchestra, e sapranno esprimere il senso di una festa che unisce o dovrebbe unire tutti in quella armonia che si realizza sempre nella musica. Ma ci saranno anche brani meno noti,  tra i quali alcune belle carole inglesi e qualche chicca come The little Babe di Benjamin Britten, il più importante compositore inglese del XX secolo,- in cui il coro sarà accompagnato dalla sola arpa suonata dalla professoressa Gabriella Russo - e Kayama, un brano del compositore gallese contemporaneo Karl Jenkins che si ispira a una sorta di stile tribale in cui ogni confine tra i generi viene meno in favore di uno stile che alcuni critici definiscono global fusion.

L'orchestra da parte sua, suonerà da sola nella prima parte del concerto in quattro importanti composizioni: La grande porta di Kiev,  tratta dai Quadri di un'esposizione di Musorgskji nella scintillante trascrizione orchestrale di Ravel, le tre danze tedesche k609 di Mozart , un’immancabile composizione di uno degli Strauss, la celebre pizzicato-polka di Johann Strauss figlio e Josef Strauss e il festoso e solenne Pomp and circumstance di Edgar Elgar, compositore inglese del ‘900.

Le attività di musica di insieme, sia curricolari che extraccurricolari, che sono alla base dei concerti periodici del liceo Archita (in questi giorni si succedono anche le performance della banda della scuola che, solo per citare l’ultima occasione, si è esibita lo scorso 12 dicembre nel centro per i senza fissa dimora intitolato a San Cataldo Vescovo ) sono attività altamente formative, non tanto e non solo per i risultati, spesso eccellenti, che i ragazzi raggiungono, quanto perché fare musica insieme abitua a cooperare, a lavorare per un progetto comune, abitua alla disciplina, ma soprattutto all'autodisciplina: è impressionante vedere come ragazzi vivaci come tutti gli adolescenti siano in grado in pochi secondi di prendere le loro posizioni sul palco, zittirsi immediatamente e concentrarsi per il concerto.

Ed è una magia che si rinnova ad ogni concerto, con tutti i ragazzi che si succedono. Perché la caratteristica dei cori e delle orchestre scolastici è quella del continuo rinnovamento e la bravura dei docenti sta nella scelta di brani che di anno in anno mettano in luce le migliori qualità di quell’annata: le voci particolarmente belle in un registro, oppure un solista, cantante o strumentista, particolarmente brillante. Onore al merito dunque, dei ragazzi, dei docenti che li preparano, della dirigente scolastica professoressa Angela Maria Santarcangelo e del suo staff, che continuano da anni a credere in questa esperienza. I riconoscimenti, d’altro canto, non mancano: l’orchestra sinfonica e il coro polifonico del liceo Archita sono infatti da molti anni una realtà nel panorama musicale della nostra città che miete consensi un po' dappertutto.  Il coro, nato nell’anno scolastico 1998-99, ha al suo attivo collaborazioni con artisti di fama mondiale quali il compositore premio Oscar recentemente scomparso Luis Bacalov, sotto la cui direzione ha eseguito in prima mondiale assoluta l’opera Ave verum, dello stesso Bacalov, con il cantante Simone Cristicchi e l'Orchestra della Magna Grecia per lo spettacolo musicale La buona novella e solo pochi giorni fa, il 6 dicembre, ha rappresentato il liceo Archita al Festival dei licei musicali svoltosi a San Giovanni Rotondo.

Nel maggio 2018 coro e orchestra si sono esibiti con grandissimo riscontro di pubblico e anche di esperti – il maestro Beppe Vessicchio e la dottoressa Annalisa Spadolini del Ministero dell’Istruzione li hanno elogiati entusiasticamente - In occasione della Settimana Nazionale della musica a scuola che il MIUR ha voluto si svolgesse a Taranto e provincia. Ancora insieme, sono stati gli ospiti d’onore a Roma nella sede del MIUR, lo scorso 6 giugno, in occasione della premiazione del concorso nazionale “Indicibili incanti”; a settembre, su invito della Marina Militare, si sono esibiti in occasione del Trofeo del Mare e a Lecce il 6 ottobre scorso hanno rappresentato tutte le scuole della provincia di Taranto nella manifestazione di inaugurazione dell'anno scolastico voluta dall’Ufficio Scolastico Regionale, alla presenza di moltissime autorità tra cui il sottosegretario all’Istruzione Salvatore Giuliano, il Sovrintendente Regionale Anna Cammalleri, l’assessore regionale all’Istruzione e Formazione professionale Sebastiano Leo, l'arcivescovo di Lecce, il prefetto e altre autorità civili, religiose e militari.

Il procuratore di Taranto a il Graffio: "L'inchiesta sulla cannabis bis ci ha condotti fino in Svizzera"

BARI - L’inchiesta della Procura di Taranto sui negozi che commercializzano cannabis light non solo va avanti, ma diventa sempre più ampia. Lo ha annunciato il Procuratore della Repubblica Carlo Maria Capristo, intervenuto nella puntata de “Il Graffio”, in onda questa sera alle 23.30 su Telenorba. “Noi stiamo cercando di amplificare e ampliare il raggio di intervento della magistratura e della Guardia di Finanza nel caso di specie”, ha spiegato il capo della Procura tarantina.

“La nostra attenzione adesso è sui distributori. Vogliamo risalire, cosa che stiamo già facendo, a tutta la filiera, che posso anticipare ci porta anche all’estero”. Rispondendo a una domanda del direttore del TgNorba Enzo Magistà il procuratore Capristo ha anticipato che l’inchiesta conduce in Svizzera. “Lì purtroppo non c’è alcun tipo di controllo in questo settore e dai primi accertamenti effettuati questo prodotto va oltre l’1,50 come principio di Thc. Siamo nel range della normativa sugli stupefacenti”.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia