Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post

Concerto di Capodanno, a Taranto l'Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Gianluca Marcianò


TARANTO - «L’Orchestra è impegnata nelle prove per il Concerto di Capodanno in programma sabato 1 gennaio alle 11.30 al Teatro comunale Fusco di Taranto». Il Maestro Piero Romano, invita il pubblico all’appuntamento con il primo grande evento del 2022 realizzato dall’Orchestra della Magna Grecia con il Teatro comunale Fusco e il Comune di Taranto, e in collaborazione con Regione Puglia e Ministero della Cultura. «Un concerto che aprirà un nuovo anno – l’auspicio del direttore artistico dell’OMG – di totale rinascita rispetto all’emergenza imposta dal covid, un concerto emozionante e beneagurante allo stesso tempo».

L’Orchestra della Magna Grecia sarà diretta dal Maestro Gianluca Marcianò, nuovo direttore principale OMG. Musiche di  Strauss, Rossini, Ponchielli e Arditi con il soprano Claudia Urru. Un invito per quanti interverranno al Concerto di Capodanno: abito elegante per le donne e abito scuro per gli uomini. Ingresso: 30euro (platea) e 25euro (galleria), sconto per gli abbonati alla Stagione 2021-2022 dell’Orchestra Magna Grecia. Obbligatorio green pass e mascherina Ffp2.

Fra i brani eseguiti dall’Orchestra, Pizzicato polka, Unter donner und blitz, Overture pipistrello, Sangue viennese di Strauss. Insieme con il soprano Claudia Urru, Voci di primavera (Strauss), Il bacio (Arditi), Una voce poco fa (Rossini), Flauto magico Aria regina della notte (Mozart). Immancabili, l’Inno di Mameli, Radetzky march e Polka schnell di Strauss, The Typewriter di Anderson e altre sorprese.

Info: OMG, info Taranto: via Giovinazzi 28 (3929199935). Biglietti anche online su eventbrite. Sito: orchestramagnagrecia.it

Teatro comunale Fusco, via Giovinazzi 49 (099.9949349), sito teatrocomunalefusco.it

25 anni fa ci lasciava Ivan Graziani

MILANO - Sono già 25 anni. Il primo gennaio del 1997 nella sua casa di Novafeltria, nel riminese - tra Emilia, Romagna, Marche e (non lontano dal suo) Abruzzo – ci lasciava Ivan Graziani, il cantautore con la chitarra elettrica o, se si preferisce, la chitarra rock della musica d’autore italiana. 

Nato a Teramo, scompare a soli 51 anni un artista completo, capace di scrivere canzoni e romanzi, di dipingere e disegnare storie a fumetti, di cimentarsi insomma completamente nell’arte, un personaggio che ha lasciato l’idea di poter essere sempre fuori dagli schemi, oltre le righe, che ha fatto della sua poliedricità la tara artistica che lo distingueva da tutti gli altri.

Dotato di sensibilità e ironia uniche, attento osservatore di micro storie che riusciva a rendere esaltanti e intriganti nelle sue canzoni, Ivan Graziani ha raccontato il Paese, la nostra Italia, quella meno evidente ma vitale della provincia - con le piazze e le stazioni dei treni, le vie di campagna, le donne dai nomi più o meno originali, con le colline e i campi a perdita d’occhio, le piccole città che vivono lente, con il Gran Sasso, San Gabriele e l’Abruzzo sullo sfondo, ispiratori spesso e protagonisti a volte, in una geografia ideale e sghemba tracciata dalle sue canzoni - da Lugano fino in Olanda, da Modena e Siracusa fino alla “Firenze triste” lungo Ponte Vecchio, raccontata in un piccolo grande capolavoro.

Primo cantautore in assoluto a salire sul palco del Tenco nella primissima edizione del 1974; un album ("Pigro") considerato tra i 100 più belli della musica italiana dalla rivista Rolling Stone; una tecnica chitarristica che ha fatto scuola; due album-tributo, a rendergli omaggio molti dei grandi del pop e dell'indie; e canzoni come “Lugano Addio”, “Firenze (Canzone triste)”, “Monnalisa”, “Maledette malelingue”, “Signora bionda dei ciliegi”, per citarne alcune delle più note, che rimangono nella memoria collettiva.

Con un repertorio in bilico tra rock e ballate di rara bellezza, Ivan ha incrociato tanti illustri colleghi: tra questi, Lucio Battisti, con cui Graziani collaborò per molto tempo, suonando la chitarra in alcuni dei suoi album e in una ricercatissima versione inglese de “Il Nostro Caro Angelo”; PFM, scrivendo “From Under”, nell'album “Chocolate Kings”, e rischiando, ad un certo punto, di diventare il cantante della band; Francesco De Gregori (ha suonato nell’album “Bufalo Bill”); Antonello Venditti, che collaborò alla realizzazione dei primi album di Ivan, che, a sua volta, aveva suonato in “Ullalla” del cantautore romano; Ron, con cui fece un tour, compose “Canzone senza inganni” e realizzò un Q-disc (“a sei mani”) insieme anche a Goran Kuzminac; Loredana Bertè (“BandaBertè”); Renato Zero, molto vicino ad Ivan negli ultimi anni, con cui scrisse “La nutella di tua sorella”.

In questi anni, nel suo studio di registrazione, “Officine Pan Idler”, sono stati finalmente “aperti” con nuove tecnologie alcuni nastri lasciati dall’artista, all’interno sono state trovate molte tracce inedite su cui si sta lavorando per poterle pubblicare proprio nel 2022, a venticinque dalla sua scomparsa. Questo è l’auspicio dei tanti fans club dedicati ad Ivan Graziani, che continuano assiduamente a ricordarlo andando alla “ricerca” di materiale di nicchia.

Cristina D'Avena, Disco D'oro per ''Occhi di gatto''


A distanza di 36 anni dalla sua prima pubblicazione in vinile, la sigla “Occhi di gatto” di Cristina D’Avena viene certificata disco d’oro dalla FIMI nella sezione singoli online per lo streaming e il download digitale nella settimana n. 52 del 2021.

Un meritato traguardo per un brano ancora amatissimo da milioni di follower, conosciuto e tramandato da intere generazioni di bambini e non. La canzone è scritta da Alessandra Valeri Manera e composta da Ninni Carucci su etichetta RTI S.p.A.

L’artista bolognese ha commentato in questo modo attraverso i propri social il suo entusiasmo per il riconoscimento ricevuto:

“Ragazziiii! ✨ Mi hanno appena comunicato che il brano "Occhi di gatto" è stato certificato oro!📀 Sono contentissima che questa sigla sia nel cuore di milioni di italiani! Grazie mille a tutti voi, al maestro Ninni Carucci e alla grande Alessandra Valeri Manera... Vi amoooo! 👁️👁️❤️”

Fake, dopo la partecipazione al Concerto di Natale su Canale 5 annunciano il nuovo singolo

MILANO - Dopo essere approdati in sfida ad Amici nel mese di Novembre, ecco una nuova grande avventura per i Fake, nota band milanese composta da Fabrizio Bolpagni, Luca Ferrara e Mattia Missaglia, che grazie alla vittoria del “Christmas Contest”, ha fatto parte del cast del Concerto di Natale 2021, evento in prima serata su Canale 5 dalle ore 21.00 del 24 dicembre, andata in replica il pomeriggio del 25.

Sullo stesso palco dove si sono esibiti artisti del calibro di Shaggy, Francesca Michielin, Enrico Ruggeri, Bugo, Emma Muscat e molti altri, i Fake hanno presentato il brano inedito “I miei regali”, scritto come sempre insieme a Francesco Ciccotti.

Questo appuntamento chiude uno splendido anno per la band prodotta da Nicola Ferrara (Edizioni Principio), che sempre in questi giorni ha girato il video del nuovo singolo “Solo dentro al ghiaccio”, in uscita a Gennaio 2022.

Fabrizio: “E’ stato anno intenso e pieno di emozioni, oltra al nuovo singolo ci sarebbero molte altre novità che però non possiamo spoilerare, ma il 2022 inizierà proprio come sta terminando il 2021. Seguiteci sulle nostre pagine social.”

I Fake, grazie al tanto impegno tra studio e live, in poco tempo si sono fatti conoscere per il successo ottenuto con singoli “L’infinito parte da zero”, “Mi guardo lol”, “Dillo” e “Qui piove” feat. Ali, brani che hanno totalizzato oltre 250 mila streams e tantissime visualizzazioni su youtube.

Maninni torna con il nuovo singolo 'Bari NY': una canzone sincera e profonda che arriva al cuore


BARI - È online il video ufficiale di “Bari NY” (Ghandi Dischi / Sony Music Italy) il nuovo singolo del  cantautore barese Maninni, che con il precedente brano “Vaniglia” ha superato 100mila ascolti in meno di tre mesi e ha ricevuto l’attenzione di diversi network nazionali. “Bari NY” è scritto e composto dallo stesso Maninni con Diego Calvetti e Luca Giura e prodotto da Diego Calvetti. 

In Bari NY - racconta Maninni al Giornale di Puglia - il concetto è quello di rivivere, con immagini e concetti semplici, emozioni che dopo anni rischiano di perdersi in una coppia; spesso dimentichiamo quanto le piccole cose (come una cena in due o una serata in riva al mare) siano state importanti, lasciandole passare inosservate, a causa della abitudine e della routine quotidiana.  È una canzone molto sincera e profonda ma allo stesso tempo energica. Mi auguro possa arrivare un messaggio sincero e che emozioni la gente quanto ha emozionato me.

Il brano è accompagnato dal videoclip, girato da Mauro Lamanna, in cui si racconta, attraverso immagini semplici ma ricche di suggestione, la complicità quotidiana all’interno della vita di coppia che Maninni descrive così: «Nel video di Bari NY abbiamo voluto ricreare situazioni di vita reale, chi almeno una volta nella vita non ha vissuto momenti di innamoramento che riempiono il cuore. Spero davvero che possa arrivare un messaggio sincero, chiunque potrebbe immedesimarsi in questa storia. D’altronde ogni essere umano può essere collegato da questo sentimento universale chiamato amore».



Bari NY arriva nel periodo delle festività e Maninni ci racconta come vive il Natale: ''Il periodo natalizio è uno dei periodi in cui ritorno bambino, la possibilità di avere la famiglia riunita, fare le stesse cose che si facevano un tempo, senza pensare minimamente a tutto ciò che ci circonda, esattamente come la spensieratezza di un bambino. Giocare a carte a tavola con i nonni, con la propria famiglia, condividere in una sola giornata le stesse emozioni. Questo per me è il Natale, siamo abituati a vivere una vita a 100km/h , quando in realtà potremmo fermarci e goderci le piccole cose con più naturalezza''.




Marco Mengoni feat. Madame, dal 31 dicembre nelle radio 'Mi fiderò'

(credits ph Alvaro Beamud Cortes)

MILANO - È Mi fiderò (feat. Madame) il nuovo singolo di Marco Mengoni, prodotto da Tino Piontek (in arte Purple Disco Machine) e nuovo estratto da Materia (Terra), il primo progetto discografico di tre album uscito lo scorso 3 dicembre. Materia (Terra) è certificato disco d’oro ed è l’album più venduto nei negozi per Natale. 

Mi fiderò, scritto da Marco Mengoni con Madame, Tony Maiello, Riccardo Scirè e Alex Andrea Vella, è un up-tempo che esplora il funk con una ritmica preponderante. Sarà in rotazione radiofonica dal 31 dicembre ed è già disponibile su tutte le piattaforme digitali.

La fiducia, come elemento alla base di ogni relazione, non è fatta solamente di promesse, ma passa anche dalla concretezza di labbra, sguardi e mani. Con questo brano Marco Mengoni fa un percorso a ritroso, legando la fiducia ad elementi primordiali come l’istinto o la chimica, che spesso sono messi in secondo piano rispetto a una miope iper-razionalità che ci rende poco predisposti alla conoscenza di noi stessi e degli altri. La pelle, il sapore e il tremolio dicono tanto e abbattono ogni schema. 

Mi fiderò è un brano costruito da “stanze sonore” diverse, ognuna con la propria atmosfera e luci. Uno degli spazi più eterogenei è quello costruito e abitato da Madame, la giovanissima cantautrice che ha ridefinito e mischiato i canoni musicali tradizionali, che ha scritto di getto la sua parte e ha lasciato al brano il suo tocco distintivo.

Madame è stata ospite di Marco nello speakeasy nascosto nel cuore di Milano, in cui il cantautore ha presentato l’album Materia (Terra) e insieme hanno duettato in Mi fiderò, accompagnati da una band di 9 elementi.

È la seconda produzione di Tino Piontek (in arte Purple Disco Machine) all’interno di Materia (Terra) dopo Ma stasera, singolo certificato doppio platino con cui Marco Mengoni è diventato l’artista italiano più trasmesso in radio nel 2021, secondo la classifica Earone Top 100 of the year.

Materia (Terra) (Epic Records Italy / Sony Music Italy), racconta il suo successo con 65 milioni di stream e più di 33.000 copie vendute. Il nuovo lavoro del cantautore ha conquistato in sole poche ore dall’uscita la 1^ posizione su iTunes entrando inoltre nella Top 20 della piattaforma in oltre 25 Paesi. 

Anche i social hanno visto Marco Mengoni protagonista assoluto fin dal giorno dell’uscita di Materia (Terra): rimanendo in Trend Topic per oltre 20 giorni consecutivi su Twitter ogni giorno con hashtag diversi e generando più di 150mila tweet raggiungendo oltre 10 milioni di persone. Su Instagram ha raccolto 1,2 milioni di reaction solo con gli ultimi contenuti pubblicati, mentre con le attività di Facebook l’account di Mengoni ha raggiunto quasi 20 milioni di utenti. 

Continua anche il viaggio de Il Riff di Marco Mengoni. Dopo il debutto della seconda stagione che ha visto Lilli Gruber ospite della prima puntata, il prossimo 30 dicembre sarà disponibile il secondo episodio in cui Marco incontrerà Fabio De Luigi. Al centro della puntata, dove il filo conduttore di tutto è la comicità, che non solo viene affrontata come tematica, ma diventa protagonista dello scambio tra Marco e Fabio, si parla di passione (il Riff di De Luigi) per la propria professione, del presente del passato e del futuro, e dell’amore come motore di tutto ciò che facciamo, oltre alle scelte intraprese da Fabio De Luigi nel corso della sua carriera tra televisione, cinema e regia.

A gennaio 2022 Marco Mengoni sarà protagonista di due presentazioni speciali in programma a Roma e Milano. Questi due incontri esclusivi saranno l’occasione per raccontare al pubblico il nuovo album Materia (Terra) approfondendone le tematiche e scavando nelle ispirazioni arrivando fino a quelle radici, ricordi e ricerche sonore da cui parte il racconto di questo progetto. Il cantautore sarà il 10 gennaio al Teatro Quirino – Vittorio Gassman di Roma alle ore 18.00 e il 12 gennaio al Teatro Lirico – Giorgio Gaber di Milano alle ore 20.30.

Sarà possibile avere accesso esclusivo a questi eventi attraverso un pass che verrà rilasciato acquistando la propria copia diMateria (Terra) nei seguenti punti vendita laFeltrinelli: laFeltrinelli di Galleria Alberto Sordi e laFeltrinelli Argentina (Largo di Torre Argentina, 5/A) a Roma, laFeltrinelli di Piazza del Duomo (Via Ugo Foscolo, 1/3) e laFeltrinelli di Piazza Piemonte (Piazza Piemonte, 2/4) a Milano.

Marco Mengoni, dopo il successo del #MengoniLive2019 – Atlantico Tour, nell’estate 2022 sarà inoltre protagonista di due concerti eccezionali, i suoi primi live negli stadi, per i quali sono già stati venduti oltre 50mila biglietti. Un'esplosione di energia e condivisione con il suo pubblico, in una dimensione per Mengoni fino ad ora inedita: MARCO NEGLI STADI, organizzato e prodotto da Live Nation, sarà il 19 giugno 2022 allo Stadio San Siro di Milano e il 22 giugno 2022 allo Stadio Olimpico di Roma.

Il 2022 sarà l’anno di Eros Ramazzotti: nuovo disco e nuovo tour per l’artista italiano dei record


(Foto ufficio stampa)

Il 2022 sarà l’anno del ritorno di Eros Ramazzotti. Lo ha svelato lo stesso artista alla Vigilia di Natale con un video pubblicato sui social. Finalmente torneremo insieme ha scritto, rompendo il silenzio. Il nuovo album, in lavorazione da tempo, uscirà dunque l’anno prossimo e arriva dopo il successo di Vita ce n’è e del suo incredibile tour mondiale.

Il video, montato sulle note di Se bastasse una canzone si chiude con un messaggio in italiano, inglese e spagnolo, che conferma ai fan la bella notizia e augura buone feste e un felice anno nuovo a tutti.



Matteo Faustini, online il video del nuovo singolo ''Per donare''

È online il video di “Per donare” (Dischi dei Sognatori / Warner Music Italy) il nuovo singolo del cantautore Matteo Faustini attualmente in rotazione radiofonica e disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download.

A proposito del video, Matteo Faustini dichiara: «Se dovessi attribuire un colore al Perdono sarebbe il Bianco. Perdonare significa seminare pace dentro se stessi. Girare immerso nel bianco della neve è stata la perfetta conclusione di quello che più che una canzone è stata una seduta psicologica con me stesso».

“Per Donare”, brano vincitore del premio “Miglior Testo” al Christmas Contest, racconta quanto sia difficile perdonare totalmente una persona, sia con la testa che con il cuore.

Il nuovo brano, scritto dallo stesso cantautore insieme a Marco Rettani, arrangiato da Enrico "Kikko" Palmosi e mixato da Sabatino Salvati, si aggiunge a “1+1” e “Stanco Di Piangere” all’interno della tracklist del secondo album di inediti di prossima uscita.

Intanto, è disponibile in formato vinile picture disc limited edition l’EP “1+1 / Stanco di piangere” (tiratura limitata: 300 pezzi), acquistabile esclusivamente sul sito di Music First al seguente link: https://musicfirst.it/artisti/matteo-faustini-2129/11-lp-picture-disc-1-lato-limited-edition-2630. Questa la tracklist: “1+1”, “Stanco di piangere”, “Nel bene e nel male” con Le Deva, “Vorrei (la rabbia soffice)” con Federica Marinari, “1+1” (instrumental), “Stanco di piangere” (instrumental).

Il videoclip, diretto da Francesco Ferri Faggioli e girato nel Comune di Folgaria (TN), è visibile qui:



L'emozione di Biden per l'esibizione di Andrea e Matteo Bocelli alla Casa Bianca

WASHINGTON - Un'esibizione toccante che ha fatto emozionare il Presidente americano Joe Biden e la First Lady Jill: la performance di Andrea e Matteo Bocelli alla Casa Bianca sulle note di "Cantique de Noël - Oh holy night” ha coinvolto ed entusiasmato la coppia presidenziale che ha assistito ha assistito con grande partecipazione. 

I due artisti si sono esibiti durante l’eccezionale evento trasmesso dalla PBS "In performance at the White Christmas: Spirit of the season", appuntamento con cui la Presidenza Americana ha voluto augurare ai cittadini buone feste. La Casa Bianca non era mai stata accessibile come quest’anno alla registrazione televisiva e nell'occasione il tenore, la famiglia e lo staff, hanno potuto trascorrere la domenica insieme a Joe e Jill Biden, come testimoniano le foto che ritraggono le due famiglie posare insieme e mostrarsi in situazioni meno "istituzionali" in cui Virginia gioca liberamente nella famosa stanza ovale della White House.

La piccola Virginia, inoltre, ha partecipato allo speciale intonando con il papà Andrea l'Hallelujah di Cohen nella versione inglese e italiana contenuta nell’ultimo album del Maestro “Believe”.

Il concerto "Spirit of the season" è stato presentato dall’attrice Jennifer Garner e andato in onda ieri sera sulle stazioni PBS, e tra gli altri ha visto la partecipazione dei Jonas Brother, Norah Jones, Pentatonix, e tanti altri.

Andrea Bocelli si conferma ancora una volta il simbolo dell’Italia nel mondo. Il tenore è reduce da una straordinaria tournée americana tutta sold out con oltre 350.000 spettatori e due concerti sold out al Madison Square Garden di New York, che hanno mandato in visibilio il pubblico americano, e sarà la guest star mondiale del concerto di Capodanno a Bangkok in diretta in Thailandia, Singapore e Malesia.

Spotify svela le canzoni di Natale più ascoltate nel 2021: in vetta Mariah Carey

MILANO - Il Natale è alle porte e l’atmosfera si fa sentire anche grazie ai brani e alle playlist dedicate a questo magico periodo dell’anno. Secondo i dati raccolti da Spotify, la stagione natalizia è in realtà ufficialmente iniziata domenica 28 novembre, il giorno in cui si è registrato il più alto numero di stream di canzoni natalizie al di fuori del mese di dicembre.

E così, anche quest’anno, la piattaforma rivela quali sono le canzoni di Natale più ascoltate: la regina delle feste resta Mariah Carey, con “All I Want for Christmas Is You", che solo quest’anno conta più di 8 milioni di stream a livello globale (e che ha da poco raggiunto quota un miliardo in totale!), seguita da “Last Christmas” dei Wham! e “It’s Beginning to look a Lot like Christmas” di Michael Bublé.

Ecco le canzoni di Natale più ascoltate dell’anno su Spotify in Italia e livello globale, dal 1° novembre al 9° dicembre 2021:

In Italia:

“All I Want for Christmas Is You” - Mariah Carey

“Last Christmas” – Wham!

“It's Beginning to Look a Lot like Christmas” - Michael Bublé

“Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!” - B. Swanson Quartet, Frank Sinatra (with The B. Swanson Quartet)

“Jingle Bell Rock” – Bobby Helms

“Feliz Navidad” – José Feliciano

“Santa Tell Me” – Ariana Grande

“Snowman” – Sia

“Santa Claus Is Coming to Town” - Michael Bublé

“Rockin' Around The Christmas Tree” – Brenda Lee

Nel Mondo:

“All I Want For Christmas Is You” - Mariah Carey

“Last Christmas” - Wham!

“It's Beginning to Look a Lot Like Christmas” -  Michael Bublé

“Jingle Bell Rock” - Bobby Helms

“Rockin' Around the Christmas Tree" - Brenda Lee

"Santa Tell Me” - Ariana Grande 

“It's the Most Wonderful Time of the Year” - Andy Williams

“Snowman” - Sia

“Mistletoe” - Justin Bieber

“Underneath the Tree” - Kelly Clarkson

Guardando alle più recenti hit di Natale, invece, le canzoni uscite negli ultimi 5 anni più ascoltate su Spotify nel mondo sono:

“Snowman” - Sia

“White Christmas” - Amy Grant

“Santa’s Coming for Us” - Sia

“Hallelujah” - Pentatonix     

“Merry Christmas” - Ed Sheeran, Elton John

Infine, la classifica con le canzoni natalizie più ascoltate di tutti tempi:

“All I Want For Christmas Is You” - Mariah Carey

“Last Christmas” - Wham!

“Santa Tell Me” - Ariana Grande

“It's Beginning to Look a Lot Like Christmas” - Michael Bublé

“Rockin' Around the Christmas Tree” - Brenda Lee

Saralia, la cantante pugliese pubblica il primo singolo “Come vipere”



"Come vipere", già disponibile in streaming e digital download da questa settimana, è il nuovo singolo della giovane artista pugliese Sara Bellomo, in arte SaraLia, brano scritto da Giuseppe Giocondo e prodotto da Luca Venturi per la On The Set (arrangiamento a cura di TempoXso).

''Sono emozionatissima per l’uscita del mio primo singolo - racconta- un brano dalle sonorità Urban, a tratti cupe, che racconta lo stato d'animo di un momento difficile, reso tale anche dal contesto e dalle persone accanto, che vengono definite "velenose come vipere", ma che una volta lasciate indietro "ci insegneranno a vivere. La musica mi ha aiutato a superare molti periodi difficili della mia vita, come il distacco dalla mia seconda famiglia, perché quando ero piccola, sono stata cresciuta da dei baby sitter, visto che i miei genitori
lavoravano e con loro si è creato un legame unico. Poi all'età di 6 anni mi sono trasferita a Bari e questa distanza mi fa stare tuttora male, anche se adoro i miei genitori. È da questa storia che nasce il mio nome d’arte Saralia, Sara è il mio nome, unito a Lia, il nome della mia babysitter, che io considero la mia prima nonna. Mi porterà fortuna questo nome d’arte?

Sara Bellomo, in arte Saralia, ha 19 anni e vive a Palo del Colle in provincia di Bari, ma nativa della provincia di Varese. E’ una ragazza solare, generosa, amichevole, sempre sorridente, che ama dare tanto agli altri. Diplomata nel settore turistico, adesso il suo unico obiettivo è fare musica, per trasmettere emozioni e raccontare se stessa nelle sue canzoni.

Il videoclip, diretto da Marco D'Andragora, è stato girato presso l'Hive Studio di Bisceglie.




Tra Elvis e Calcutta, Sono Fagàn porta gli anni 50' nell'indie pop

MILANO - Un po’ Elvis e un po’ Calcutta, un po’ démodé e un po’ d'avanguardia. Sono sonorità senza tempo quelle che contraddistinguono La dedico a te, il nuovo singolo di Sono Fagàn, nome d'arte di un cantautore che porta gli anni Cinquanta nell’indie pop.

Primo estratto da un disco di sette brani in uscita nel 2022, La dedico a te è un ritorno alla musica suonata, alle chitarre, alle armonizzazioni vocali, agli arrangiamenti minuziosi. Nel testo si racconta la quotidianità amara della vita, contrapposta al desiderio di libertà, di amore leggero e di legami profondi.

“La dedico a te - racconta Sono Fagàn - è nata di sera e per caso. Non volevo scrivere ma buttare giù qualche idea che avevo in testa. Insieme alla musica è venuto fuori anche il testo, per me importante perché rappresenta un po' la vita che vivo di solito, ho voluto fissare ciò che sento in una amicizia profonda, intima e semplice, riflettendo sulla normalità della vita di tutti i giorni e sull'importanza dell'amore in qualunque cosa si faccia”.

Sono Fagán è un autore, cantante e polistrumentista classe 1984. Unisce un background vintage anni 50’-60’ con una vena compositiva pop italiana, senza dimenticare influenze rock'n'roll, doo-wop, brit pop e new wave.

Dopo una lunga gavetta fatta di live e lavori in studio, nel 2021 decide di ripartire da zero senza rivelare la propria vera identità e sotto il nome d’arte Sono Fagàn, con cui nel 2022 pubblicherà il suo primo disco.

Raffaele, nelle radio il nuovo singolo 'Puma'

 


Da venerdì 17 dicembre sarà disponibile in rotazione radiofonica “Puma” (Isola degli artisti), il nuovo singolo di Raffaele.

“Puma” rappresenta la confusione di due persone in una relazione sentimentale, lo stato d’animo di chi ha la paura di esprimere il proprio interesse e per questo si rincorre senza lasciarsi mai andare davvero. Il brano segna un cambiamento nelle sonorità tipiche di Raffaele, che per questo progetto ha deciso di abbracciare ritmi più pop/urban.

Spiega l’artista a proposito della nuova release: «Con “Puma” volevo arrivare a descrivere il gioco pericoloso che si crea quando l’orgoglio si mischia con il sentimento».


Tananai tra i Big in gara al Festival di Sanremo con il brano 'Sesso occasionale'



SANREMO - Tananai conquista un posto tra gli artisti in gara nella categoria Campioni della 72° edizione del Festival di Sanremo con l’inedito “Sesso occasionale”, dopo esser stato proclamato tra i vincitori di Sanremo Giovani 2021 con il brano “Esagerata”.

Prodotto da TANANAI e d.whale, “Sesso occasionale”, singolo che l’artista presenterà sul palco del Teatro Ariston al Festival di Sanremo 2022, è stato scritto e composto dallo stesso Alberto Cotta Ramusino, nome all’anagrafe dell’artista, in collaborazione con Davide Simonetta, Paolo Antonacci e Alessandro Raina. 

“Esagerata” è già disponibile in radio e su tutte le piattaforme digitali dal 3 dicembre, accompagnata dal videoclip ufficiale. Prodotta da d.whale e TANANAI, anche autore e compositore della canzone, parla di una relazione senza equilibrio, dalla quale sarebbe meglio per entrambe le parti distaccarsi, ma si continua ad avvicinarsi e ferirsi, rinfacciandosi i difetti l’uno dell’altra. Il videoclip, prodotto da Borotalco.tv con la regia di Olmo Parenti X A THING BY e di cui Matteo Stefani ha curato l’executive production, ha come protagonista TANANAI stesso, impegnato in una corsa inconcludente per cercare di stare al passo con una relazione che ormai è giunta al termine. 

Dopo l’esperienza sanremese del prossimo febbraio, il giovane cantautore milanese porterà la propria musica nei club di Roma e Milano in due date live, prodotte da Friends & Partners, previste giovedì 24 marzo a Roma, presso Largo Venue, e lunedì 28 marzo a Milano, ai Magazzini Generali. I biglietti sono già disponibili sui rivenditori ufficiali www.ticketone.it e www.ticketmaster.it. Per ulteriori informazioni: www.friendsandpartners.it 


Ana Mena, da star internazionale al palco dell'Ariston di Sanremo



SANREMO - Dopo essersi fatta conoscere e amare dal pubblico italiano collaborando con artisti come Rocco Hunt, Fred De Palma e Federico Rossi, ANA MENA conquista il palco più ambito d’Italia e sarà tra i cantanti in gara alla 72esima edizione del FESTIVAL DI SANREMO con il brano “DUECENTOMILA ORE” (Epic / Sony Music), scritto a sei mani da Rocco Hunt, Zef e Federica Abbate e prodotto da Zef.

Ana Mena si sta affermando come una delle artiste più amate nella nuova scena pop e urban con un’importante allure internazionale grazie ai successi che sta ottenendo in America Latina, Francia e Italia, oltre che in Spagna. Ed è proprio nel suo paese d’origine che si è affermata non solo come cantante ma anche come attrice, prima recitando in programmi di successo sul piccolo schermo e poi conquistando anche il cinema dove ha debuttato con una parte nel film “La pelle che abito” di Pedro Almodóvar, insieme ad Antonio Banderas.

Poche settimane fa Ana Mena ha fatto il suo ingresso sul mercato italiano in veste solista con il brano MÚSICA LIGÉRA”, un’inedita versione in spagnolo del grande successo “Musica Leggerissima”, presentato proprio all’ultimo Festival di Sanremo da Colapesce Dimartino e diventato uno dei brani più ascoltati del 2021.

Ad appena 24 anni, la popstar spagnola vanta numeri da record con 36 dischi di PLATINO, 2 dischi d’ORO, oltre 5 milioni e mezzo di ascoltatori mensili su Spotify e oltre 1 miliardo e mezzo di views totali su YouTube.

Il video del brano, che ha già superato 1 milione di views, è diretto da Willy Rodriguez e prodotto da The Panda Bear Show.





Michele Bravi in gara al Festival di Sanremo con l’inedito “Inverno dei fiori”


(Foto ufficio stampa)

Michele Bravi sarà in gara alla 72° edizione del Festival di Sanremo con l’inedito “Inverno dei fiori”.  “Inverno dei fiori”, testo di Michele Bravi, Cheope, Alex Raige Vella e musica di Francesco Catitti, Federica Abbate e Michele Bravi, riflette sul concetto di umanità, empatia e condivisione. È una canzone d’amore nata dall’urgenza di raccontare come l’interconnessione, l’intreccio e lo scambio umano siano alla base della possibilità di imparare a sentire l’amore.

«Quando si ama non esistono le stagioni, le corse, il fiato spezzato. Il tempo si dilata, si allunga, si tende come un elastico. Chi ama ha il dono di vivere più lentamente il percorso di un’esistenza e assorbire il tempo come occasione per abitare dentro i dettagli».

Michele torna per la seconda volta in gara sul palco del Teatro Ariston dopo aver partecipato alla kermesse del 2017 con il singolo “Il diario degli errori”, certificato doppio disco di platino.


Le Vibrazioni al Festival di Sanremo con il brano 'Tantissimo'

(Foto ufficio stampa)

SANREMO - Le Vibrazioni, band con oltre 20 anni di carriera, 5 album all'attivo e più di un milione di dischi venduti, tornano per la quarta volta al Festival di Sanremo, in gara nella sezione Campioni, con il brano “Tantissimo”.

La band milanese, formata da Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani Garrincha e Alessandro Deidda, torna sul palco dell'Ariston dopo aver debuttato nel 2005 con il brano “Ovunque andrò”, ed essere tornati nel 2018 con “Così Sbagliato” e nel 2020 con “Dov’è” con il quale si sono classificati quarti.

“Tantissimo” è un brano con cui tutti noi possiamo identificarci perchè parla delle occasioni che perdiamo quando non siamo in contatto con noi stessi e delle cicatrici indelebili che queste ci possono lasciare. “Ho imparato a stare bene nel mezzo sempre“ racconta Francesco Sarcina “Dopo una vita di eccessi e di sofferenze, sono rimasto comunque me stesso anche se non mi sono voluto bene. In questa canzone parlo di me, dell’amore per me stesso e della centratura su se stessi. Ho avuto così tanto tempo per analizzarmi e guardarmi dentro non potendo fare ciò che mi ha sempre tenuto in vita: suonare”.

Le Vibrazioni sono reduci dal successo di “IN ORCHESTRA di e con BEPPE VESSICCHIO”, il tour teatrale con cui hanno incontrato, per la prima volta, la musica classica in un viaggio musicale nei teatri italiani insieme al Maestro Beppe Vessicchio che ha curato gli arrangiamenti orchestrali dei loro brani di maggior successo.

Scritta da Francesco Sarcina, Roberto Casalino e Niccolò Verrienti, “Tantissimo” uscirà nelle radio e su tutte le piattaforme digitali subito dopo l’esibizione sul palco dell’Ariston e sarà contenuta in un nuovo lavoro discografico che verrà pubblicato a marzo da Artist First. 

Valerio Scanu torna con il nuovo singolo 'Siamo anime', un viaggio attraverso il Natale

 

Un brano che attraversa il Natale lungo l'arco acceso di un viaggio d'amore. Valerio Scanu per il Natale ci regala 'Siamo anime' il suo nuovo singolo (su etichetta Clodio Music), che porta la firma di Gabriele Oggiano.

“Restiamo nel mood natalizio; - commenta Valerio Scanu - quando ascoltai questa canzone me ne innamorai fin da subito, per le sensazioni che mi ha trasmesso. Da una parte l'atmosfera intima del Natale, dall'altra un legame forte d'amore fra presenze e assenze”.

L'emozioni provate dall'artista, si fanno voce e danno forza e respiro a una canzone melodica e potente, in cui l'interprete ci mette dentro tutto se stesso. La pienezza di Siamo anime, ci offre un Valerio consapevole della sua maturità artistica.

“Ci proveremo ancora in fondo ci fortifica”: è la diade che si muove, ancora una volta, in una circostanza di fine, che potrebbe essere anche un nuovo inizio: “E il mio destino mi riporta ancora a te” perché l'amore si nutre anche delle sue circolarità fra costanti e variabili. Curiosità: il brano "Siamo anime" nel 2018 era stato inciso da Davide Deiana, che per l'occasione realizzò anche un videoclip.

La canzone vuole essere un dono per i tanti fans che da sempre seguono l'artista nei suoi “concerti spettacolo” che ogni anno rigorosamente propone come augurio di Natale. Come è accaduto di recente (il 6 dicembre 2021) all'Auditorium Parco della Musica di Roma con “E sarà Natale live show”, un viaggio attraverso i ricordi, le melodie che hanno caratterizzato le tappe salienti del percorso artistico di Valerio e la scoperta, in musica, dell'autentico valore del Natale.

Lo spettacolo e l’atmosfera intima del live in versione acustica che ha visto sul palco insieme a Valerio Scanu: Gianluca Massetti alle tastiere, Fabio Greco alle chitarre e Irene Calvia ai cori, sarà riproposto, a grande richiesta in streaming, il giorno 22 dicembre.

'Una Voce Per San Marino', al via la prima fase di Accademia & Casting per la Categoria Emergenti

SAN MARINO - Dal 13 al 17 dicembre avrà luogo presso il teatro Titano della Città di San Marino (Piazza Sant’Agata, 5, 47890) la prima fase di Accademia & Casting per la Categoria Emergenti di “Una Voce Per San Marino”, il nuovo contest-festival organizzato da Media Evolution srl e finalizzato a individuare un soggetto vincitore che accederà all’Eurovision Song Contest 2022 in rappresentanza della Repubblica di San Marino.

Il progetto, in sinergia sia con la Segreteria di Stato per il Turismo, Poste, Cooperazione ed Expo della Repubblica di San Marino, sia con la Radiotelevisione di Stato San Marino RTV, vedrà la partecipazione sia di concorrenti Emergenti, che di artisti Big del settore musicale, senza limitazioni di cittadinanza e di scelta della lingua nell’interpretazione del brano presentato per il concorso.

Ad oggi sono state registrate oltre 300 candidature provenienti da tutto il mondo per partecipare al Festival nella Categoria Emergenti e rappresentare la Repubblica di San Marino all’Eurovision Song Contest 2022: “Una Voce per San Marino” ha, infatti, raggiunto e catturato l’attenzione di artisti provenienti da più di 25 paesi, ricevendo 3 candidature da San Marino, 110 dall'Italia e 247 dal resto del mondo.

La fase di Accademia & Casting per la Categoria Emergenti vedrà una seconda sessione di incontri e valutazioni dal vivo presso il Teatro Titano dal 3 all’11 gennaio 2022.

La fase finale per la Categoria Emergenti prevede per i primi tre classificati tre premi in palio, pari rispettivamente a 1000 (mille), 2000 (duemila) e 7000 (settemila) euro. Conclusa questa fase, inoltre, verranno selezionati i nove progetti Emergenti che accederanno alla Finalissima per competere con i Big al fine di aggiudicarsi la vittoria del festival e la successiva partecipazione all’Eurovision Song Contest.

Annalisa, un anno di successi: Il disco 'Nuda' raggiunge la certificazione Platino

MILANO - Un anno di successi per Annalisa! Il suo ultimo album “Nuda” raggiunge la certificazione PLATINO confermando il ruolo di protagonista nel panorama musicale italiano. All’interno dell’album anche le due hit “Dieci” e “Movimento lento” entrambe certificate Doppio Platino.

Con questo traguardo sono 15 i Dischi di Platino e 13 i Dischi d’oro che si contano nella carriera di una delle cantautrici più importati che vanta 7 album, 500 MILIONI di visualizzazioni dei video, trasmissioni televisive e tante collaborazioni, sia italiane che internazionali.  Tra queste l’ultima con il dj numero 1 al mondo David Guetta che, per il suo nuovo progetto “Family” ha coinvolto due star internazionali quali TY Dolla Sign e A Boogie wit da Hoodie, e per ogni territorio è stato affiancato da una delle voci più rappresentative di ogni Paese, per l’Italia proprio Annalisa.

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo