Come contrastare l'ipertrofia prostatica benigna e le infiammazioni della prostata


Con l'avanzare dell'età, è normale che la prostata sia soggetta ad una serie di disturbi. Tra i più comuni vi è l'ipertrofia prostatica benigna (o adenoma delle prostata), una patologia che si manifesta, tendenzialmente, a partire dai 50 anni di età, e che comporta un ingrossamento della prostata, a causa di un'anomala proliferazione delle cellule.

Di fatto, si sviluppa un adenoma, ossia di un tumore benigno, al centro della prostata e a poca distanza dall'uretra. Non a caso, uno dei sintomi più significativi che si manifesta è la difficoltà ad urinare. Tuttavia, spesso si sente il bisogno di urinare più del normale, soprattutto di notte. Inoltre, la minzione può essere intermittente o si può percepire la sensazione costante di non aver svuotato del tutto la vescica.

Nei casi più gravi, poi, può insorgere anche la completa incapacità ad urinare, tanto da rendere indispensabile il ricorso al catetere per lo svuotamento. Importante da ricordare, è che il permanere troppo a lungo dell'urina nella vescica può portare, con il tempo, allo sviluppo di infiammazioni e di infezioni croniche e, qualche volta, alla formazione di cristallizzazioni o di calcoli.

Come intervenire in maniera efficace
L'ipertrofia prostatica benigna, nella maggior parte dei casi è dovuta a delle alterazioni ormonali, che si manifestano a seguito della vecchiaia. Tuttavia, è possibile anche che tale patologia si manifesti per dei fattori ereditari. Di fatto, per quanto riguarda la terapia, è possibile intervenire con degli inibitori enzimatici, che agiscono sulla produzione di ormoni, o con farmaci alfabloccanti.

Di fatto, però, gli effetti collaterali previsti sono numerosi (vertigini, ipotensione, problemi di eiaculazione e di erezione). Un valido aiuto in questi casi può essere fornito da Prostamol, un integratore vegetale che agisce allo stesso modo degli inibitori enzimatici, andando, però, a ridurre notevolmente gli effetti secondari.

Ma nello specifico Prostamol a cosa serve? I principi attivi della Serenova Repens contenuti in tale prodotto svolgono un'azione antinfiammatoria, contrastano il dolore e favoriscono la corretta minzione. Nei casi più gravi di adenoma della prostata, invece, può essere necessario ricorrere all'intervento chirurgico, che viene stabilito dall'urologo, dopo tutti gli accertamenti del caso.

L'importanza della prevenzione
La cosa migliore è sottoporsi, dopo i 50 anni, a periodiche visite specialistiche, meglio se effettuate da un urologo. In questo modo, infatti, è possibile cercare di prevenire il manifestarsi di disturbi spiacevoli a livello della prostata, come l'ipertrofia prostatica benigna, appunto. Inoltre, la prevenzione è fondamentale, in quanto consente di verificare l'eventuale insorgenza di forme tumorali maligne, che potrebbero portare a conseguenze piuttosto gravi, soprattutto se non prese per tempo.

Di fatto, è fondamentale imparare a riconoscere i sintomi e rivolgersi al medico in caso di necessità, ovvero non lasciar passare troppo tempo, magari per vergogna. Del resto, provare fastidio a livello della vescica e della prostata, soprattutto in età avanzata, è normale, bisogna solo imparare ad intervenire al meglio. Anche perché, a volte, a differenza di quello che si potrebbe pensare, può essere sufficiente un trattamento non troppo invasivo o aggressivo.

Serie A: la Juventus torna a vincere. Tre gol al Sassuolo

(credits: Juventus Fc)
di ANTONIO GAZZILLO - Dopo il pareggio interno contro il Parma, la Juventus torna a vincere e lo fa in maniera convincente. Infatti i bianconeri hanno battuto tre a zero il Sassuolo al Mapei Stadium, approfittando del pareggio del Napoli per aumentare i punti di distacco. Il risultato è stato sbloccato al 23' grazie a Khedira, pronto a ribadire in rete un tiro di Cristiano Ronaldo respinto da Consigli.

Il raddoppio è arrivato al 70' proprio con il fenomeno portoghese, il quale ha insaccato in rete di testa un assist di Pjanic da calcio d'angolo, siglando il suo diciottesimo gol in campionato. All'86' il subentrato Emre Can ha chiuso la pratica Sassuolo battendo per la terza volta Consigli grazie ad un bel diagonale mancino.

Madrid: neonato trovato in un bidone della spazzatura


MADRID - Terrificante ritrovamento in Spagna. Un neonato morto è stato trovato in un bidone della spazzatura. Un sentatetto di origine rumena che frugava in un cassonetto della spazzatura nel distretto di Carabanchel Madrid, all'altezza del al numero 89 di Laguna Street, ha trovato una borsa ma quando l'ha aperta si è accorto che dentro vi era un neonato che non respirava più. Il bambino aveva ancora il cordone ombelicale e parte della placenta.

Gli agenti di Polizia sono giunti sul posto per indagare sul caso e raccogliere più prove possibili per identificare la madre. Non sono chiari i motivi che hanno condotto il neonato alla morte e da quanto tempo. Lo chiarirà domani l'autopsia che sarà eseguita all'Istituto anatomico forense, dove è stato trasferito il neonato per chiarire anche se il bambino è nato vivo. L'ipotesi avanzata dalle autorità è quella che sembra essere più probabile, è che il piccolo sia stata abbandonato appena dopo la nascita nel cassonetto della zona.

La cronaca, osserva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ci offre di continuo queste terribili storie. Quello che ci colpisce di più è che spesso quegli autori sono proprio i loro genitori, ovvero le persone che si dovrebbero prendere cura di loro. L'infanticidio è un delitto che ci provoca forti emozioni per la sua crudeltà e per la sua apparente mancanza di senso.

Torino, guerriglia urbana dei centri sociali: 12 fermi


TORINO - Proseguono le scene da guerriglia urbana nel centro di Torino al corteo dei centri sociali contro lo sgombero dell'Asilo, terminato dopo due giorni di alta tensione. Pietre e petardi contro le forze dell'ordine, cassonetti rovesciati e incendiati, spaccata la vetrata della Smat, l'azienda dell'acqua potabile. Il corteo, con centinaia di manifestanti, molti dei quali incappucciati e con caschi, si sta riorganizzando e un pezzo della città tra il centro storico e Porta Palazzo è isolato.

Dodici i manifestanti fermati dalla Polizia per gli scontri.

Un gruppo di black bloc ha assaltato un pullman di linea a Torino, terrorizzando l'autista e i passeggeri. Saliti a bordo, i manifestanti hanno vandalizzato il bus e lanciato sostanze lacrimogene. "Non ho mai visto niente di simile - racconta l'autista - sono saliti incappucciati sfasciando tutto. Tremo ancora adesso".

Salvini alla Foiba di Basovizza: "Non ci sono morti di serie A e di serie B"


TRIESTE - "Non ci sono morti di serie A e di serie B. Farò in modo che i nostri figli lo studino". Così il ministro dell'Interno Matteo Salvini all'arrivo a Basovizza in Friuli. (Courtesy Facebook Salvini)


Libia, Di Battista: "Berlusconi e Napolitano furono 'vili'"


ROMA - Aspra critica dell'ex deputato del M5S Alessandro Di Battista sull'intervento militare in Libia del 2011. Intervistato a 'Mezz'ora in piu'' su Rai Tre - oltre a puntare l'indice contro la Francia, a cui chiede le scuse, il pentastellato chiama in causa il comportamento dell'allora Capo dello Stato Giorgio Napolitano e dell'ex premier Silvio Berlusconi.

A quell'intervento si sono piegati in maniera "vile" Napolitano e "ancora più vile" Berlusconi, ha sostenuto Di Battista. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella "non si sarebbe mai comportato allo stesso modo", ha continuato Di Battista dopo aver rifiutato di chiedere scusa per l'aggettivo usato nei due casi precedenti.

Foggia, bimbo rimane strangolato da corda di iuta


ORSARA DI PUGLIA (FG) - Dramma ad Orsara di Puglia dove un bimbo di appena nove anni è morto strangolato dalla corda che chiude alcuni sacchi di iuta contenenti olive in un box nella casa di famiglia. E' stato il fratello maggiore di 14 anni a dare l'allarme chiedendo aiuto alla mamma. Inutile il tentativo di rianimarlo, la donna ha chiamato il 118. Ad intervenire sul posto i carabinieri della scientifica e il medico legale. Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica della tragedia.

“La tragica fatalità che ha portato via il piccolo Michele dall’affetto dei suoi cari ci addolora profondamente. Tutta la Comunità di Orsara di Puglia è vicina ai genitori, ai parenti, agli amici, agli insegnanti di un bambino che era la gioia di chi ne condivideva il sorriso. Nel giorno dell’ultimo saluto, sarà proclamato il lutto cittadino”. Ad annunciarlo è il sindaco di Orsara di Puglia, Tommaso Lecce. La notizia di quanto è accaduto ieri, sabato 9 febbraio, ha profondamente scosso la Comunità orsarese. Il bambino che ha perso la vita aveva 8 anni e frequentava la terza elementare.

“Siamo addolorati. In una piccola comunità come la nostra, dove i legami sono più stretti e prossimi, una perdita così tragica non può che toccare tutti, ogni singola persona. Per questo ho deciso di proclamare il lutto cittadino appena sarà stabilito il giorno dei funerali”, ha concluso Tommaso Lecce.

"Un ministro e il peso delle parole"


BARI - "Duole dover constatare il disprezzo con cui il Ministro Bussetti ha commentato da Afragola, in provincia di Napoli, lo stato di abbandono in cui versano le scuole nel Sud". Lo rende noto Flc Cgil Puglia.

"Al giornalista che gli chiedeva se servissero più fondi per colmare il gap tra le scuole del Nord e quelle del Meridione, il ministro ha risposto: - "no, ci vuole l'impegno del Sud, vi dovete impegnare forte. Questo ci vuole ” - “ Più fondi?”, rincara incredulo il giornalista. Ma il Ministro ribadisce: - “No. L’impegno, lavoro e sacrificio. Impegno, lavoro e sacrificio. Accade così per la prima volta nella storia della Repubblica - prosegue la nota - che sia proprio il Ministro, cui compete la responsabilità di rappresentare l’unità del sistema nazionale di istruzione, a liquidare la decennale “querelle” del divario tra le scuole del nord e del sud con un perentorio “invito” all’impegno e sacrificio che lascia sottintendere e avallare il pregiudizio e lo stereotipo del Sud patria di lavativi e fannulloni. Vorremmo dirgli che le sue parole, proprio per il tono e la protervia con cui le ha proferite, dimostrano, purtroppo, che il Ministro non conosce affatto la complessa realtà del sistema scolastico meridionale, con un’ignoranza che mal si addice e non fa onore a chi governa il Ministero che proprio sulla trasmissione e ricerca della conoscenza fonda la sua essenza. Da anni qui in Puglia la FLC CGIL ha denunciato lo stato di abbandono in cui versa la scuola meridionale per mancanza di fondi, per riduzione del tempo scuola, per carenza di organici docenti e ATA, per mancanza dei nidi e per diffusione delle classi pollaio. Da anni qui in Puglia - spiega la nota - la FLC CGIL, anche insieme alle altre OO.SS. chiede che alle studentesse e studenti delle scuole meridionali siano offerte le stesse opportunità formative che sono loro garantite nel resto del Paese - utilizzando, tra l’altro, personale scolastico in buona percentuale di provenienza meridionale! Ma ancora di più ci lascia perplessi l’amara considerazione che non si è trattato di parole strumentalmente estrapolate da un video decontestualizzato, come pure Il Ministro ha riferito in un (vano) tentativo di chiarimento. E nemmeno si è trattato, come pure ha riferito qualcuno più vicino e più autorevole al Ministro di quanto lo siamo noi, di una “fesseria sulla scuola” di cui chiedere scusa, perché ci sono casi in cui le parole pesano e sono macigni scagliati per lasciare il segno. Per noi quelle parole acquistano, purtroppo, il senso più cupo che preannuncia l’adozione di quello sciagurato progetto di autonomia differenziata che, introducendo vere e proprie gabbie salariali, tanti danni porterà alle regioni meridionali con la rottura dell’unicità del sistema di istruzione e con la lesione del diritto di tutte e tutti all’accesso paritario all’istruzione e a una cittadinanza consapevole. Per la FLC CGIL di Puglia quell’espressione non rappresenta una semplice fesseria di cui scusarsi, ma la manifestazione di un progetto politico di autonomia differenziata che non ci piace perché è un progetto parasecessionista. Vorremmo perciò dire al Ministro che, per scusarsi, non servono parole ma fatti precisi: dica insieme alla FLC CGIL un chiaro no all’autonomia differenziata e prenda pubblicamente le distanze, senza se e senza ma, da quel progetto parasecessionista e antimeridionalista. Oppure si dimetta", conclude la nota della Flc Cgil Puglia.

Ilva, Lezzi: "Lavoriamo per soluzione a immunità pentale"


ROMA - "Sull’Ilva da tempo siamo al lavoro per porre rimedio, in via normativa, alla questione dell'immunità penale." Lo scrive su Facebook il ministro per il sud Barbara Lezzi.

"La recente sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo e la trasmissione degli atti alla Corte costituzionale da parte del GIP di Taranto per la presunta illegittimità costituzionale dell'immunità penale - spiega Lezzi - ci spronano a continuare in questa direzione e ci ricordano, una volta di più, che salvaguardia dell’ambiente e protezione della salute e del diritto alla vita, troppo a lungo subordinati a logiche economico-industriali, non possono più attendere.

Abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile nelle peggiori condizioni possibili, ma siamo ancora al lavoro perché c'è tanto da fare per Taranto e per i tarantini. Non è una pagina chiusa - conclude il ministro per il Sud -  ma un nuovo capitolo che abbiamo iniziato a scrivere."

Serie B: il Foggia pareggia 1-1 in casa col Pescara


di FRANCESCO LOIACONO - Nella quarta giornata di ritorno di serie B il Foggia ha pareggiato 1-1 in casa col Pescara. Nel primo tempo al 44’ in vantaggio i pugliesi con Deli, tiro di destro. Nel secondo tempo al 20’ gli abruzzesi hanno pareggiato con Mancuso su rigore dato per un fallo di Billong sullo stesso Mancuso.

Nella ripresa sull’1-0 per la squadra di Padalino l’attaccante dei pugliesi Iemmello ha colpito un palo con un tiro al volo. Secondo pareggio consecutivo del Foggia dopo quello per 0-0 a Palermo. I dauni sono quartultimi con 20 punti insieme al Livorno. Sabato 16 febbraio i pugliesi giocheranno alle 15 a Padova. I veneti ultimi a quota 17 hanno pareggiato 0-0 a Cremona.

Serie D: il Bari vince 3-1 in casa col Marsala

(credits: Ssc Bari)
di FRANCESCO LOIACONO - Nella sesta giornata di ritorno del campionato di serie D girone I il Bari ha vinto 3-1 in casa con il Marsala. Nel primo tempo al 24’ sono passati in vantaggio i siciliani con Manfrè, tiro da pochi metri. La squadra di Cornacchini ha pareggiato al 44’ con Floriano di destro su passaggio di Brienza.

Nel secondo tempo i pugliesi sono andati di nuovo in gol al 2’ con Brienza su rigore dato per un fallo di Maraucci su Floriano. Al 94’ i biancorossi hanno realizzato la terza rete con Simeri, tiro in diagonale.

Successo importante per il Bari. E’ primo con 55 punti,+12 sulla Turris che ha perso 5-2 a Messina. I campani recupereranno giovedì 14 febbraio la gara fuori casa con il Rotonda, non giocata il 6 gennaio per la neve. Domenica 17 febbraio il Bari giocherà a Locri. I calabresi sono stati sconfitti 2-1 in trasferta dal Rotonda.

Mafia: Libera a Valenzano, Emiliano: "Debolezze famiglie colpite insieme diventano forza"


BARI - “L’associazione Libera unisce le storie delle famiglie innocenti colpite dalla mafia e ha questa caratteristica: mette insieme tante debolezze per farne una forza. Lo fa tra le associazioni antimafia, e con Avviso Pubblico che mette insieme tutti i Comuni e tutti gli enti locali italiani contro la criminalità”.
Lo ha detto il presidente della regione Puglia Michele Emiliano all’intitolazione oggi a Valenzano del presidio dell’associazione Libera, alla memoria di Nicola Ruffo, vittima innocente di mafia.

Il 6 febbraio del 1974 Nicola Ruffo sta rientrando dal lavoro quando assiste a una rapina in una tabaccheria. Senza esitazione, Nicola entra per aiutare la proprietaria minacciata con una pistola. Uno dei rapinatori spara, un solo colpo, che va dritto al cuore. Quella sera, a 44 anni, Nicola Ruffo lascia la moglie Maria e le sue due figlie, Pasqualina e Paola, di appena 11 e 9 anni.

“Per ciascuna di queste famiglie - ha detto Emiliano - è stato come prendere un fiume e cambiargli completamente la direzione: dovete immaginare che da un secondo all'altro tutto cambia e non è più uguale a prima. Noi non sappiamo e non lo sapremo mai che cosa sarebbe potuto accadere se qualcuno non si fosse inserito nella vita degli altri e gliela avesse stravolta. Oggi dedichiamo questo presidio a una persona straordinaria, straordinaria nella sua quotidianità, nel suo piccolo. Chiunque di noi educato in una certa maniera come lo era Nicola Ruffo, reagisce di fronte al sopruso e alla violenza in una certa maniera, non voltandosi dall’altra parte. Oggi siamo qui ad onorare questo presidio nel suo nome e nel ricordo di tutte le vittime innocenti di mafia, la Regione Puglia è presente e sostiene queste attività”.

Sanremo: Baglioni, "O giuria di esperti o voto popolare". Ascolti in calo

(ANSA)
SANREMO - "Se il festival vuole davvero essere una manifestazione popolare, potrebbe essere giudicato solo dal televoto", ha detto Claudio Baglioni, dopo le polemiche che si sono scatenate sul web per le preferenze del televoto ribaltate dai voti delle giurie tecniche. "O il risultato finale viene deciso da giurie ristrette di addetti ai lavori, certificati come tali, o questa mescolanza con il televoto rischia di essere discutibile - ha aggiunto il direttore artistico -. Si crea la situazione per cui pochi pensano in un mondo, altri in un altro, ma si bilanciano. E' lo specchio della società".

Nel festival di Sanremo che ha privilegiato la musica italiana ha vinto un italo-egiziano, Mahmood? "Non credo che il trattino sia appropriato - risponde Claudio Baglioni in sala stampa - è un ragazzo italiano".

L'ANNUNCIO - "Grazie mille a tutti, non ci sto proprio credendo: e' incredibile". Non crede all'annuncio della sua vittoria Mahmood. Virginia Raffaele lo abbraccia e gli dice: "E' tutto vero". Dopo il 27enne italo-egiziano si sono classificati al secondo e terzo posto rispettivamente Ultimo e Il Volo.

Mahmood è al festival grazie alla vittoria a Sanremo Giovani. Nato a Milano da madre italiana e padre egiziano, nel 2018 ha pubblicato il suo primo ep, Gioventù Bruciata. Aveva già partecipato tra le Nuove Proposte nel 2016 e prima ancora nel 2012 aveva tentato la strada di X Factor. Nel suo curriculum anche collaborazioni con Fabri Fibra, e ha scritto per Marco Mengoni, Michele Bravi ed Elodie.

Questa la classifica dei Big dal 4/o al 24/o posto, in ordine: Loredana Bertè, Simone Cristicchi, Daniele Silvestri, Irama, Arisa, Achille Lauro, Enrico Nigiotti, Boomdabash, Ghemon, Ex-Otago, Motta, Francesco Renga, Paola Turci, The Zen Circus, Federica Carta e Shade, Nek, Negrita, Patty Pravo con Briga, Anna Tatangelo, Einar, Nino D'Angelo e Livio Cori.

SHARE DI 10,6 MILIONI DI SPETTATORI - Sono stati 10 milioni 622 mila gli spettatori, con share del 56,5%, della serata su Rai1 della finalissima della 69^ edizione del Festival di Sanremo, che ha visto la vittoria di Mahmood con il brano "Soldi".

Sanremo, Di Maio: "Sta a pezzi chi usa canzone contro Governo"


ROMA - "Chi sta usando la canzone che ha vinto Sanremo contro il governo sta a pezzi. E lasciatemelo dire, fa un favore a questo governo". Sono le parole del vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, rispondendo ad una domanda sulle polemiche relative alla canzone vincitrice di Sanremo, quella di Mahmood, sulla quale il ministro dell'Interno Matteo Salvini, ha twittato ieri sera.

Il vicepremier ha ammesso: "Mi piaceva quella di Simone Cristicchi, che ho ascoltato a ripetizione su Spotify".

Lega Bari inaugura sede a Modugno


BARI - “Grande entusiasmo e una folla incredibile per l’inaugurazione della sede Lega di Modugno, l’ennesima che apriamo nel barese. Anni fa sembrava impensabile e invece, grazie alla visione lungimirante di Matteo Salvini, la rivoluzione del buonsenso è una realtà! La Lega non solo è presente al sud, ma è anche una delle forze principali nel nostro panorama politico. Proseguiamo convintamente la via intrapresa anni fa, con l’obiettivo di fare sempre meglio, tutelare i nostri territori e non fermarci mai”. Lo rende noto Anna Rita Tateo, deputata pugliese della Lega, a margine dell’apertura di una nuova sede del partito a Modugno

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia