Regione: "Nuova proprietà e piano industriale per Tessitura Salento"

BARI - Ci sono nuove prospettive per lo stabilimento della Tessitura del Salento di Melpignano (Le). I lavoratori potranno contare su un ulteriore periodo di ammortizzatori sociali e un piano industriale è in via di redazione da parte della nuova proprietà. La novità è emersa al termine di una riunione della Task Force regionale per l’occupazione e alla presenza del Ministro per il Sud Barbara Lezzi e del Presidente della Regione Puglia.. Dalla riunione è emerso che: 1) C’è una nuova proprietà – il gruppo Canepa - con la cessione unitaria del gruppo secondo le richieste della Regione Puglia e dei sindacati. 2) compratore è impegnato nella redazione di un piano industriale di rilancio 3) E’ emerso oggi che secondo la nuova proprietà ci sarebbe una sovracapacità produttiva del 70%: per questo si attiveranno ammortizzatori sociali come il contratto solidarietà, adottabili grazie all’interlocuzione con il Ministro per il Sud. La condizione è però che non siano avviate procedure di licenziamento collettivo Il presidente della Task Force regionale per l’occupazione ha dichiarato di essere “contento per il valore della collaborazione con il Ministero che ci consentirà di attivare gli ammortizzatori sociali per supportare il piano industriale. Ma la prospettiva rimane quella industriale: entro 30 giorni la Task Force riconvocherà le parti per spostare la discussione su produzione, occupazione e prospettive di crescita”. Secondo il presidente della Regione Puglia “è’ stato un lavoro di squadra basato sulla considerazione del capitale umano che la fabbrica esprime e che è un valore che il nuovo imprenditore ha acquisito. Lavorare insieme conforta, perché avere a disposizione la cassa integrazione in deroga è per noi importante: è una decisione di questo Governo che noi abbiamo sostenuto, mantenendo i soldi a disposizione di queste crisi e grazie alla norma la Regione li può impiegare per supportare i processi di riorganizzazione industriale. Una opportunità del genere senza una stretta collaborazione sarebbe stata impossibile. Stiamo mantenendo i livelli occupazionali perché la fabbrica è oggetto di un accordo di programma del passato, per il quale gli impegni vanno mantenuti per evitare un de finanziamento. C’è un interesse comune tra persone serie – Governo nazionale, governo regionale e nuovo imprenditore, un imprenditore appassionato che vuole mantenere in piedi la fabbrica per un elemento umano molto “pugliese”, non solo per un elemento economicista. Mi auguro che la visita di Michele Canepa a Melpignano possa confermare il suo entusiasmo, perché poi capirà tutto il resto: quella non è una fabbrica qualunque, ma una fabbrica che ha sede in una delle città pugliesi più famose nel mondo, sede del più grande festival di musica popolare d’Europa. Io sarei felice di avere una fabbrica in un posto così speciale come Melpignano. La procedura avrà una durata anche per la stesura del piano industriale, che andrà negoziato con i ministeri, la Regione e con i sindacati. La differenza tra ieri ed oggi è che oggi abbiamo una prospettiva, abbiamo un’azienda che si occuperà degli ammortizzatori sociali e che ha desiderio di andare avanti sul mercato con fiducia. E’ cominciata così la riscossa di questo marchio e di questa fabbrica”.

Storia dei 'Santini'

di VITTORIO POLITO – Per “Santino” si intende un cartoncino rettangolare stampato, riproducente la figura di un santo o altro soggetto sacro e sull’altro verso una preghiera o, per la prima Comunione, riporta il nome del comunicando con la data della cerimonia.

Santa Teresa d’Avila nel 1566 scriveva nel suo “Cammino di perfezione”: «Cercate di avere un’immagine oppure un dipinto di Nostro Signore e non accontentatevi di portarlo sul cuore, senza mai guardarlo, ma usatelo per “conversare” con Lui».

Il termine “Santino” appare per la prima volta nel 1736. Anche Niccolò Tommaseo nel suo “Dizionario della lingua italiana”, scritto dopo il 1854, propone la definizione di “Santino, immaginetta di Santo, stampata in legno o rame o sovente miniata”.

Per la Chiesa, l’immagine religiosa ha una triplice funzione; quella di ornamento di chiese e luoghi di culto, di insegnamento e di divulgazione e di incitamento alla pietà. La sua diffusione si sviluppò, adattandosi ai cambiamenti delle mentalità, del linguaggio e dei costumi, fra il XIV secolo e la prima metà del XX, proponendo principi di morale, di fede e di amore esaltanti la vita cristiana, adattando schemi che rappresentavano i grandi Misteri, diventando - nei momenti di necessità spirituale - mezzo di conforto, di colloquio con Dio e di intercessione presso i Santi.

La distribuzione delle immaginette avveniva durante le celebrazioni e ricorrenze religiose di un certo rilievo e diffuse nelle missioni presenti nei luoghi più sperduti del mondo. Generalmente venivano conservate nei messali, con sentimenti frammisti tra religiosità e scaramanzia, quasi come reliquie dalle potenti proprietà taumaturgiche. Con le nuove tecniche tipografiche i santini, a causa della divulgazione, venivano conservati non solo nei messali ma anche nei taschini delle giacche e nei portafogli, venivano incorniciati per tenerli sul comodino, sulle culle dei bambini, ecc. Grazie a questo piccolo mezzo i fedeli potevano ritrovare nella loro intimità, quella emozione provata nei momenti di maggiore partecipazione religiosa.

Gli autori si sono sbizzarriti nel produrre bellissime immagini di Angeli, Santi, Natività, Passione di Cristo, ornati con pizzi e nastrini, con lo scopo, forse, di riportare indietro nel tempo, alla mai dimenticata ingenuità dell’infanzia, facendo ricordare all’uomo il suo passato e rendergli, forse, un ulteriore colloquio con Dio.

Un capitolo a parte potrebbe essere riservato ai testi e preghiere riportate sul retro delle immaginette, alcuni “propagandistici” e tendenti a “reclutare” aderenti alle varie Opere Pie o Associazioni religiose che, tramite una piccola offerta, davano la possibilità - ai vivi e persino ai defunti - di far parte di un più ampio consesso di fedeli a cui sarebbe stata elargito un particolare privilegio, creando quindi un ininterrotto discorso tra terra e cielo e protraendo oltre la vita gli umani legami. Attualmente i “santini”, non religiosi, vengono utilizzati con il nome di ‘figurine’ peri collezionare le immagini dei giocatori di calcio o per i candidati alle elezioni.

Oggi la frenesia della vita moderna e la mancanza di tempo non consente più di dedicarsi ai pizzi di carta ed ai ricami delle iconografie. Le immaginette odierne sono povere, si rifanno a quelle del passato ma senza il calore di una volta, forse inadatte a trasmettere messaggi che giungano fino all’anima, parlando di Fede, Speranza e Carità.

Probabilmente, per la legge del contrappasso, negli ultimi decenni è iniziata una vera e propria caccia ai santini del passato che, strappati all’indifferenza dei mercanti di carta, delle aste, dei messali di famiglia, sono riapparse negli album dei collezionisti, ancora cariche del primordiale fascino. A Roma è operante una Associazione di Collezionisti di Immaginette Sacre, l’A.I.C.I.S. (Associazione Italiana Cultori Immaginette Sacre - Piazza Campitelli 9 - 00186 Roma info@aicis.org), che raccoglie cultori, studiosi, collezionisti ed anche coloro che si interessano all’argomento sotto il profilo storico, religioso, folcloristico, culturale e artistico.

Su internet è presente anche il sito www.cartantica.it, dedicato al collezionismo cartaceo, in particolar modo alle immaginette, con articoli relativi alle tematiche religiose. Il sito, curato da Patrizia Roca, è ricchissimo di rubriche che trattano varie tematiche: dalla religiosità, alle immagini religiose, Medjugorje, Santi e Patroni, collezionismo, ecc., e si avvale di molti collaboratori volontari tra religiosi, laici, storici, giornalisti, ecc. che pubblicano articoli religiosi attinenti a numerosi argomenti e solo una visita del sito può dare l’idea dei temi trattati. Mi piace essere tra i collaboratori del sito, per il quale scrivo note su vari argomenti come curiosità, folklore, Natale e Pasqua, San Nicola, ecc.

Bari, Associazione murattiano in visita al cantiere dell'ex Rossani

BARI - Lunedì 15 aprile alle ore 17 l'Associazione Murattiano ha organizzato una visita al cantiere della ex-caserma Rossani, a partire dall'Urban Center (corso Benedetto Croce angolo via De Bellis, a due passi dalla extramurale Capruzzi). Lo rende noto la stessa associazione.

Si potranno visitare in anteprima i luoghi destinati alla Mediateca regionale, alla Accademia delle Belle Arti, ai centri servizi per il quartiere, al parco. 

A seguire, alle 18, presso l'Urban Center seguirà la presentazione del libro "Bari Disegno Architetture" di Valentina Castagnolo e Christiana Maiorano, una splendida carrellata sulle facciate dei palazzi del Murattiano, un racconto visivo dello spazio quotidiano che spesso non osserviamo. Modera l'incontro Franco Neglia, insieme alle autrici partecipano l'urbanista Francesca Calace e lo storico Antonio Labalestra. 

Piazza Affari apre in rialzo: +0,23%


MILANO - Parte in rialzo la Borsa di Milano. L'indice Ftse Mib segna un rialzo dello 0,23% a 21.910 punti.

'Accordo di Partenariato economico Giappone - Ue': convegno a Bari

BARI - ‘L’accordo di partenariato economico tra Giappone e Unione Europea. Opportunità per le imprese’ è il titolo del convegno che si terrà alla Camera di Commercio di Bari (corso Cavour, 2) domani martedì 16 aprile a partire dalle ore 10.30. Organizzato dalla Alpha Omega Servizi alle Imprese, in collaborazione con la Fondazione Italia Giappone, l’incontro intende far luce sulle problematiche e le modalità applicative dell’accordo di partenariato tra l’UE e il Giappone (APE), attualizzandole alle esigenze delle aziende del Centro Sud e della Puglia in particolare. L’APE prevede, a seguito dell’abbattimento dei dazi doganali, la liberalizzazione di circa il 90% delle linee tariffarie e la eliminazione delle principali barriere non tariffarie, ostacoli di natura normativa, che impediscono alle nostre imprese, e in particolare alle PMI, di concorrere sul mercato giapponese, che è il terzo mercato a livello mondiale.

Il convegno si pone l’obiettivo di sensibilizzare e informare sulle opportunità, anche economiche, che le imprese pugliesi possono trarre esportando nel ‘Paese del Sol levante’ i loro prodotti e di fornire gli strumenti necessari per effettuare scelte strategiche orientate a cogliere le opportunità offerte dal mercato nipponico.

Il programma della giornata si aprirà con i saluti di Onofrio Saldarelli - Avvocato, amministratore unico della Alpha Omega Servizi alle Imprese. Seguiranno i saluti istituzionali di: Michele Geraci - Sottosegretario allo Sviluppo economico, Michele Emiliano - Presidente della Regione Puglia, Antonio Decaro - Sindaco della Città Metropolitana di Bari, Loredana Capone - Assessore Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali della Regione Puglia, Alessandro Ambrosi - Presidente della Camera di Commercio di Bari, Gaetano Capodiferro - direttore Ufficio di Bari delle Agenzie delle Dogane e Monopoli. Alle 11.15 Stefano Nicoletti - Capo Ufficio Internazionalizzazione delle Imprese, Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri, tratterà il tema ‘L’internazionalizzazione delle Imprese Italiane e l’accordo EPA tra Europa Giappone’. Seguiranno gli interventi su ‘Italia Giappone Europa: un nuovo scenario’ di Vittorio Terracciano - Vice segretario generale di Confimpresa Confederazione Italiana della PMI e dell’Artigianato e su ‘Le relazioni commerciali tra Italia e Giappone’ di: Umberto Donati - Direttore Fondazione Italia Giappone, Edith Petrucci - Segretario generale dell’Italy - Japan Business Group - Rappresentante ICE, Yohji Aoba - Vice Presidente Camera Commercio giapponese in Italia, Francesco Formiconi - Direttore EBC – Japan. L’ultimo intervento della sessione mattutina sarà quello firmato da Francesco Laera - Vice Direttore Ufficio di Rappresentanza della Commissione Europea a Milano e focalizzato su ‘L’Accordo di partenariato economico tra Italia e Giappone’.

La sessione dedicata alle ’Opportunità e modalità di business e investimenti in Giappone’ aprirà alle ore 14 il programma pomeridiano. Affronteranno il tema: Kentaro Ide - Direttore di Jetro Milano; Fabio Notarangelo e Rosa Alfano - Rappresentanti Agenzia delle Dogane e dei Monopoli; Domenico Demarinis – Avvocato, docente all’Università degli Studi Internazionali di Roma, socio dello studio legale De Simone & Partners, Dario Fredella - Export Consultant con delega dell’Istituto Tutela Produttori Italiani Rappresentante Istituto di credito. Dalle ore 15 saranno presentate alcune significative ‘case history’. Seguiranno il dibattito e le conclusioni. Modererà Mariangela Pira - Giornalista Sky TG24. L’evento è patrocinato da: Ministero degli Affari Esteri, Ministero dello Sviluppo Economico, CCIGI, ITA, JETRO Milano, Confimpresa, EBC, Agenzia Dogane Monopoli. La partecipazione garantisce crediti formativi ai commercialisti e ai consulenti del lavoro. Segreteria organizzativa Meeting Planner per maggiori info: T. 080.9905360 – E: alphaomega.meeting-planner.it

Basket: l'Happy Casa Brindisi vince 77-61 a Bologna

di FRANCESCO LOIACONO - Nella ventiseiesima giornata di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 77-61 a Bologna. Primo quarto, Moraschini 9-6 per i pugliesi. Di nuovo Moraschini,12-10 per la squadra allenata da Frank Vitucci. Qvale e Baldi Rossi, gli emiliani si sono imposti 18-17. Secondo quarto, Rush 22-21 Happy Casa. Chappell, 27-24. Di nuovo Chappell, 38-28. Brindisi ha prevalso 38-30. 

Terzo quarto, Brown 42-36 per i pugliesi. Chappell, 45-42. Clark, 51-47. L’Happy Casa ha trionfato 56-51. Quarto quarto, Chappell 59-51 Brindisi. Brown ha allungato 65-56. Rush,l’Happy Casa Brindisi ha vinto questo quarto e 77-61 tutta la partita. Successo meritato per i pugliesi. Sono quarti in classifica con 32 punti. Per l’Happy Casa Brown, 29 punti, Chappell 25. Per Bologna M’Baye 10 punti, Qvale 9. Nel prossimo turno Brindisi giocherà a Cremona. I lombardi hanno vinto 89-86 nel derby a Brescia.

Tennis: eliminati Sonego e la Errani

di FRANCESCO LOIACONO - Nei quarti di finale del torneo di tennis maschile di Marrakech in Marocco Lorenzo Sonego ha perso in due set, 6-3 6-2 col francese Tsonga. Il francese Paire ha vinto 6-1 6-3 con lo spagnolo Munar. Lo spagnolo Andujar ha sconfitto il ceco Veselj per il ritiro di quest’ultimo per infortunio. Il francese Simon ha avuto la meglio 6-4 7-6 sull’americano Tarò. Nelle semifinali Paire ha superato 2-6 6-4 6-3 Tsonga e Andujar ha vinto 6-1 6-1 contro Simon. Paire poi ha vinto il torneo battendo in finale 6-2 6-3 Andujar. 

Tra le donne nei quarti di finale del torneo di Bogotà in Colombia Sara Errani è stata eliminata 6-1 7-5 dall’australiana Astra Sharma. Nelle semifinali l’americana Amanda Anisimova ha vinto 4-6 7-6 6-2 sulla brasiliana Beatriz Haddad Maia e la Sharma ha sconfitto 7-5 6-1 la spagnola Lara Arruabarrena. L’Anisimova ha poi vinto il torneo superando in finale 4-6 6-4 6-1 la Sharma.

Libri: arriva nelle librerie la toccante storia d'amore di Serenella


di REDAZIONE -  Serenella. Gioie e dolori di una donna di Antonettore Maury è una toccante dichiarazione d’amore, un delicato omaggio alla donna della sua vita che ha lasciato questa Terra ma mai il suo cuore. Lo scrittore e saggista presta la voce alla moglie defunta e ne scrive le memorie in prima persona, come se fossero narrate da lei stessa. Serenella racconta del suo passato, delle sue gioie e dei tanti dolori, fa un bilancio della sua vita e osserva dall’esterno i giorni successivi al suo trapasso, attraverso gli occhi dell’uomo che le è stato accanto per cinquant’anni. Un commovente racconto d’amore e di perdita, un romanzo intimo e personale che per l’autenticità della sua storia si fa universale, coinvolgendo il lettore con la sua disarmante semplicità.


TRAMA. Una barella entra nell’Hospice di Perugia con una paziente in fin di vita che lamenta dolori insopportabili: è Serenella, una donna forte e coraggiosa che non vuole arrendersi al tumore in fase terminale che la sta distruggendo. Quando i dolori si attenuano un po’, lei comincia a ripercorrere la storia della sua vita, una vita semplice e felice. Ha sposato Toty, l’uomo che l’ha assistita fino all’ultimo e che ha deciso di prestarle la sua penna per scriverne la storia. Ha avuto due bei figli, ora ultraquarantenni, e tre nipoti. Prima che il tumore la colpisse, aveva sofferto per anni di sclerosi multipla. È stata un’esperienza molto felice, nonostante tutte le dure prove che ha dovuto affrontare, fatta di tanti piccoli e grandi ricordi, che insegnano come la felicità sia alla nostra portata, anche nelle circostanze più dolorose: essa è fatta della capacità di godere delle piccole cose, di un tramonto, di una vacanza in montagna, del ricordo della prima volta che si fa l’amore, di un gesto di tenerezza, di un bagno al largo col salvagente… Ma è fatta anche della capacità di sopportare il dolore, facendosi scudo della fede e della speranza di guarire, fino all’ultimo respiro, contro tutte le prognosi infauste, perché rimanere aggrappati alla vita è ciò che conta di più, per il rispetto che si deve a questo dono di Dio. E lei, in Lui, credeva semplicemente e fermamente. Ora Serenella riposa in pace, nella sua cappellina di Agello, accompagnata nel suo ultimo viaggio da chi l’ha tanto amata e dalle note struggenti della canzone di Edith Piaf, Inno all’amore.

BIOGRAFIA. Antonettore Maury è nato a Cagliari nel 1949 e vive a Perugia. Ha pubblicato nel 2013 per l’editore Nulla Die il saggio Ma che vita di m…anager! e nel 2014 il romanzo L’impero di carta. Pubblica nel 2018 in self publishing Serenella, gioie e dolori di una donna.

'Le procedure per le crisi da sovraindebitamento': workshop a Bari

BARI - Si terrà il giorno 17 aprile alle ore 15 a Bari, presso il Coworking Feelgood (Via Amendola 199/G) un interessante incontro di studi sulle procedure di risoluzione delle crisi da sovraindebitamento ex l 3/2012. Negli ultimi anni la crisi delle piccole attività, e di soggetti privati, non soggette a procedure fallimentari, ha creato numerose drammatiche situazioni, cui il legislatore ha cercato di porre argine con la succitata legge (definita anche 'salvasuicidi' al momento della sua emanazione), introducendo nuove procedure, quali piano del consumatore, dell'accordo con i creditori e della liquidazione del patrimonio. Situazione di sovraindebitamento che possono essersi venute a creare in modo incolpevole, per eventi contingenti, non prevedibili, e che hanno determinato l'impossibilità di soddisfare i creditori, mettendo in serie difficoltà non solo imprese ma anche famiglie (es capofamiglia che perde il lavoro, difficoltà a pagare mutui e finanziamenti, difficoltà di sopravvivenza a livello giornaliero, gravi situazioni di malattia che possono minare la vita familiare). 

Tale tematica va inoltre a connettersi alla recente riforma della crisi di impresa, che ha modificato profondamente le procedure concorsuali; in questo caso l'interprete, legale che dovrà assistere il sovraindebitato valuterà quale sia la procedura applicabile al debitore al fine di instaurare il procedimento corretto, vista la limitazione dei soggetti che possono accedere alle procedure per la risoluzione delle crisi da sovraindebitamento. Infine i relatori esporranno la giurisprudenza in materia, con riferimento ai casi pratici dai medesimi trattati nella loro attività di assistenza ai soggetti sovraindebitati; infatti i relatori sono esperti della materia, abilitati quali gestori della crisi e si occupano della consulenza a soggetti sovraindebitati in tutta Italia, avendo ottenuto peraltro numerosi provvedimenti di accoglimento delle istanze ex l 3/2012 per le diverse procedure previste. I relatori, di altissimo livello, svolgono una intensa attività di ricerca sui temi del sovraindebitamento, docenti in numerosi eventi di formazione in tutta Italia, ospiti di programmi televisivi sulle tv nazionali (Rai, Mediaset), ed autori di saggi in materia, quali Sovraindebitamento – Legge 3/2012 e casi pratici (Avv. Pagano, Marini, Girelli), e La verità scritta da un avvocato – Come estinguere i debiti grazie alla legge sul sovraindebitamento (Avv. Pagano), pubblicati entrambi da Primiceri Editore e che verranno presentati durante l'incontro. 

Modera i lavori l'Avv. Francesco Saverio Del Buono 

La partecipazione è gratuita

Alibi Summer Fest ‘19: il secondo headliner è Capo Plaza

SAN SEVERO (FG) - Alibi Summer Fest ‘19, l’appuntamento estivo con la musica a San Severo (FG), continua ad arricchirsi con il meglio della musica italiana contemporanea. Sul main stage del festival più grande della storia della Capitanata, il 27 luglio 2019, insieme a Nitro, Lazza, Speranza e Massimo Pericolo, ci sarà Capo Plaza.

Luca D’Orso, in arte Capo Plaza, debutta nel 2013 a 15 anni sul suo canale Youtube, facendosi notare prima con il brano Sto Giù e poi, qualche anno dopo, con l’album Sulamente Nuje, pubblicato con il rapper Peppe Soks.

Alla fine del 2016 firma il primo contratto con la Sto Records e, nel 2018, si presenta al grande pubblico con 20, raggiungendo la vetta delle classifiche FIMI.

L’album ottiene un grandissimo successo, confermato dagli ascolti dei brani Non Cambierò Mai, che gli vale un disco di platino, e Tesla, in collaborazione con Sfera Ebbasta e Drefgold, mai pubblicato come singolo, ma con tripla certificazione platino della FIMI con oltre 150mila copie vendute.  

Negli ultimi anni, Capo Plaza ha duettato con artisti come Guè Pequeno, Emis Killa, Noyz Narcos, la Dark Polo Gang e il 27 luglio 2019 si esibirà sul palco dell’Alibi Summer Fest ‘19, nell’Area Spettacoli Viaggianti di San Severo.

Ecco il programma in aggiornamento:

ALIBI SUMMER FEST ‘19

Programma

Venerdì 26 Luglio: Subsonica, Hooverphonic, Delaporte, M¥SS KETA + Altri TBA
Sabato 27 Luglio: Capo Plaza, Nitro, Lazza, Speranza, Massimo Pericolo + Altri TBA

Serie A: a Frosinone l’Inter conferma il terzo posto

di LUIGI LAGUARAGNELLA - Con tre gol al Frosinone l’Inter torna a Milano con la vittoria e il terzo posto in cassaforte. Il 3-1 firmato da Naingollan, Perisic, Vecino ai danni dei ciociari riporta ai nerazzurri sorrisi. Tra gli uomini di Spalletti è emersa anche la disponibilità di Icardi autore di un assist e del “cinque” dato a Perisic dopo il calcio di rigore che l’argentino ha concesso di far battere al compagno croato.

L’Inter passa in vantaggio nel primo tempo con un colpo dell’ex romanista che nelle ultime apparizioni sembra più efficace in mezzo al campo. Il raddoppio arriva grazie al calcio di rigore trasformato da Perisic. Skriniar è strattonato in area da Cisbah: fallo netto.

Ovviamente la disparità tecnica è evidente. I nerazzurri possono dilagare con Icardi e Politano, poi nel secondo tempo si complicano la vita e Handanovic subisce la rete del Frosinone con il tiro di Cassata. Poi il contropiede nerazzurro con Icardi che mette Vecino davanti a Sportiello regala il tris.

All’Inter però basta gestire la partita. Forse poco alla volta i tasselli dell’enigmatica Inter stanno tornando al loro posto.

La denuncia di una ragazzina inglese: violentata a bordo della nave da crociera da un italiano

ROMA - E' stata spinta nella sua cabina da quell’uomo. E non ha saputo reagire: a soli 17 anni non è riuscita a fermarlo mentre quello allungava le mani, la palpeggiava, la baciava. È questa la cronaca della violenza sessuale consumatasi giovedì scorso alle 05,00 del mattino a bordo di una nave da crociera battente bandiera di Panama, mentre la nave passeggeri navigava nel Mediterraneo tra Palma di Maiorca e Valencia. La vittima, accompagnata dai genitori è stata sentita a lungo negli uffici della Guardia Civil e ha ricostruito nel dettaglio quanto accaduto nella cabina. La ragazzina, inglese, ha detto che tutto è avvenuto la mattina all'alba. 

Subito è stato avvertito il comandante della nave e l’alto ufficiale ha necessariamente dovuto avvertire le forze di polizia, essendo la violenza sessuale aggravata dalla minore età della vittima un reato procedibile d’ufficio, ovvero senza bisogno di alcuna querela o segnalazione. A quel punto, la nave stava per attraccare al molo delle navi da crociera a Valencia, dove arrivò alle 7,35 del mattino. Sotto accusa è finito un 18enne italiano che è stato arrestato. Il magistrato spagnolo di turno, però, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” d’accordo con gli investigatori della polizia di frontiera non ha ritenuto di porre in stato di fermo lo straniero poichè si è dichiarato incompetente a perseguire il presunto crimine. In linea di principio, sarebbero Panama e il Regno Unito ad essere maggiormente obbligati ad aprire un procedimento penale. 

Il primo, perché il crimine è stato commesso nel suo territorio, poiché la nave sembrerebbe avere quella bandiera di comodo, sebbene né la compagnia che gestiva la crociera né il proprietario della nave pare abbiano alcun rapporto con il paese centroamericano. E la seconda, la Gran Bretagna, perché è una sua cittadina, e anche minore, che è stata vittima di un crimine. Il presunto stupratore, per ora, è libero, dal momento che il giudice valenciano è stato costretto a ritirare tutte le accuse contro di lui e lasciarlo andare quando ha scoperto che non aveva giurisdizione in questo caso. Quindi Panama, Regno Unito o Italia sono i tre paesi che dovrebbero indagare e perseguire, se del caso, il presunto stupro della ragazzina britannica da parte di un giovane italiano a bordo di una nave da crociera che si è ancorata nel porto di Valencia, poichè avrebbero tutti e tre hanno giurisdizione sul crimine.

Bari, posa della prima pietra per la costruzione della palestra della scuola Cirielli


BARI - Si terrà questa mattina, alle ore 12, la posa della prima pietra per la realizzazione della nuova palestra al servizio della scuola Cirielli al San Paolo, un intervento dell’importo di 770.000€.

La superficie interessata dall’intervento si estende per circa 1.200 metri quadri, su cui sorgeranno un blocco palestra e un altro riservato ai servizi. La restante parte esterna sarà dotata di aree verdi e di un sistema di rampe per l’accessibilità delle persone con disabilità che colmerà i dislivelli esistenti. La palestra, climatizzata, dotata di pannelli fotovoltaici e di illuminazione a led, avrà un ingresso indipendente da via Perugia, oltre a quello di via Molise e a quello interno.

Serie A, Chievo-Napoli 1-3: gli azzurri condannano i veneti alla serie B

(credits: Ssc Napoli)
di STELLA DIBENEDETTO - Il Napoli, reduce dalla sconfitta in Europa League contro l'Arsenal, vince 3-1 contro il Chievo grazie alla doppietta di Koulibaly e al gol di Milik e rimanda la festa scudetto della Juventus condannando i veneti alla serie B.

Carlo Ancelotti manda in campo il Napoli migliore per ritrovare subito la forma e prepararsi al meglio in vista della sfida di ritorno dei quarti di Europa League contro l'Arsena, in programma giovedì allo stadio San Paolo. Contro il Chievo Verona, i partenopei si divertono, giocano e mettono in mostra le qualità dei propri uomini trovando la rete del vantaggio al 15' con Koulibaly che non aveva ancora segnato in questa stagione. Il rappoddio, invece, porta la firma di Milik mentre a chiudere i conti è ancora Koulibaly che segna il suo secondo gol sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Una partita senza storia che vede il Chievo trovare il gol della bandiera al 90' con Cesar. Per i veneti non c'è stato nulla da fare contro un Napoli superiore per esperienza e qualità dei propri uomini e sono condannati in anticipo alla serie B.

"Una vittoria che ci toglie un po' di peso addosso, c'è stata molta attenzione e applicazione ma anche timore e tensione. Poi il gol di Milik ci ha sbloccato, siamo stati più sciolti nel gioco", ha dichiarato nel post partita Carlo Ancelotti ai microfoni di Sky. 

Spari in nightclub a Melbourne: 1 vittima

MELBOURNE - E' morta una delle quattro persone ferite in una sparatoria a Melbourne. Secondo il Brisbane Times gli investigatori stanno indagando su una gang di motociclisti che avrebbero tentato di compiere un'estorsione nei confronti del nightclub. Le forze dell'ordine stanno ancora chiedendo alla popolazione locale di evitare tutta l'area nella quale si è verificata la sparatoria.

"Gli investigatori ritengono che diverse persone sono state colpite da arma da fuoco di fronte ad un nightclub tra Little Chapel Street e Malvern Road intorno alle 3.20 del mattino", ha scritto la polizia di Victoria in un primo comunicato, aggiungendo che "le esatte circostanze sono ancora sotto indagine".

Barr: ministro di Giustizia per l'America o per Trump?

(Getty)
di DOMENICO MACERI* - Jeff Sessions era stato uno dei primi fra i leader repubblicani a offrire il suo supporto a Donald Trump durante la campagna per le primarie repubblicane  nell'elezione del 2016 ed era stato “ricompensato” ottenendo l'incarico di ministro della Giustizia.  Poco tempo dopo l'insediamento di Trump a presidente e l'inizio dell'indagine di Russiagate sull'interferenza russa nell'elezione, Sessions si è ricusato per l'ovvio conflitto di interessi.

Il 45esimo presidente non ha gradito questa decisione di Sessions dicendo in non poche occasioni di non avere “un ministro di Giustizia” e che se Sessions lo avesse informato della sua ricusazione non lo “avrebbe nominato”. Trump ammetteva in termini chiarissimi che il ministro di Giustizia lavora per lui e il suo ruolo consiste di proteggerlo. Il 45esimo presidente non sembra o non vuole capire che il ruolo del ministro di Giustizia consiste di tutelare tutte le leggi, specialmente quando vi possano essere trasgressioni dall'inquilino alla Casa Bianca.

Trump ha trattato Sessions  come tanti altri suoi collaboratori. Quando non lo soddisfano, li licenzia, anche se prima li sottomette a insulti spesso pesanti. Lo ha fatto ovviamente, come abbiamo scritto in queste pagine, anche con Sessions, deridendolo in tipica maniera trumpiana e accusandolo di essere poco intelligente. Alla fine, il licenziamento nel mese di novembre dell'anno scorso e la nomina temporanea di Matt Whitaker.

Whitaker si era spianato il cammino al nuovo incarico con non pochi interventi televisivi in cui aveva attaccato la legittimità dell'inchiesta del Russiagate e la nomina di Robert Mueller a procuratore speciale, attirando l'attenzione di Trump, vorace seguitore di programmi televisivi. La nomina di Whitaker, anche se ad interim, aveva causato timori poiché avrebbe potuto chiudere o almeno ostacolare le indagini del procuratore speciale. Il vero pericolo però a queste indagini lo ha rappresentato il successore di Whitaker, William Barr, nominato da Trump a ministro di Giustizia nel mese di dicembre del 2018 e confermato dal Senato nel mese di febbraio di quest'anno con voti principalmente repubblicani (54 sì, 45 no, tre dei “sì” voti democratici). 

Barr aveva ottenuto la nomina con una metodologia simile a quella di Whitaker facendo in effetti “un provino”. Barr si era incontrato con Trump nel mese di giugno del 2017 ma non aveva accettato l'incarico di divenire avvocato personale di Trump. Un anno dopo però Barr ha inviato un dossier di 18 pagine alla Casa Bianca dove chiariva le ragioni legali per cui il presidente degli Stati Uniti è “il potere esecutivo” ma anche i motivi per cui le indagini di Mueller dovrebbero essere bloccate poiché basate su speculazioni dei mass media.

Dopo la nomina e la conferma Barr si è rivelato il tipo di ministro di Giustizia che fa al caso di Trump. La prima prova è stata offerta da Barr con le sue quattro pagine di commento sul rapporto del Russiagate che Mueller gli aveva consegnato dopo 22 mesi di indagini. Barr ha sintetizzato il rapporto, annunciando che il procuratore speciale non aveva provato collusione fra la campagna di Trump e i russi. Sulla questione di ostruzione di giustizia però la lettera di Barr cita una parte del rapporto spiegando che il presidente non “è esonerato completamente”.

Trump e i media hanno interpretato la frettolosa analisi di 400 pagine come grande vittoria per lui perché non è stato incriminato, aggiungendo legna al fuoco che le indagini di Russiagate erano iniziate come caccia alle streghe, frase ripetuta alla nausea dall'attuale inquilino alla Casa Bianca. L'analisi di Barr è stata criticata da pochi ma ha sorpreso però la reazione di alcuni membri della squadra di Mueller i quali hanno  dichiarato al New York Times e il Washington Post che l'evidenza sull'ostruzione era “allarmante e significativa”, molto più pericolosa di ciò che Barr aveva dato ad intendere. Inoltre, sempre secondo fonti di questi giornali, la squadra di Mueller aveva preparato riassunti delle diverse parti del rapporto da rilasciare al pubblico immediatamente. Barr però ha preferito fare la sua breve analisi che odora di poca obiettività.

I democratici hanno richiesto che tutto il rapporto di Mueller venga reso pubblico per poterci vedere chiaro senza dovere dipendere dalla “traduzione” sospetta di Barr. Il ministro della Giustizia ha promesso che rilascerà il rapporto di Mueller ma dovrà prima censurare alcune parti per ragioni di sicurezza nazionale e per proteggere altre indagini ancora in corso. I presidenti di parecchie commissioni alla Camera, dominata da democratici, stanno mettendo pressione per il rilascio dell'intero rapporto e si è anche parlato di costringere Barr mediante subpoena, citazione in giudizio per forzargli la mano.

Barr nelle ultime dichiarazioni avvenute in recentissime testimonianze alla Camera ha continuato ad insistere che il pubblico e il Congresso vedranno la versione del rapporto con i dovuti omissis. Barr ha anche continuato insinuando che l'origine dell'inchiesta di Russiagate è sospetta e che ha già in mente un gruppo di investigatori per andare a fondo onde determinare se vertici della Fbi, come l'ex direttore James Comey e il suo vice Andrew McCabe,  hanno agito in modo appropriato. Queste dichiarazioni di Barr saranno state musica per le orecchie di Trump che sin dall'inizio ha etichettato le indagini sul Russiagate come corruzione del dipartimento di Giustizia.

Barr in effetti ci dà tutte le impressioni di essere divenuto un ministro di Giustizia di parte senza riflettere l'autonomia necessaria della sua carica. Rispondendo a una domanda nella sua recente testimonianza alla Camera, Barr ha dichiarato che la Casa Bianca non ha richiesto di partecipare alle modifiche del rapporto dietro richiesta di privilegi esecutivi. Trump ha completa fiducia in Barr. Finalmente ha trovato il “suo” ministro di Giustizia.
================== 
Domenico Maceri, PhD, è professore emerito all’Allan Hancock College, Santa Maria, California. Alcuni dei suoi articoli hanno vinto premi della  National Association of Hispanic Publications.

F1, GP Cina: trionfa Hamilton, doppietta Mercedes. Ferrari a podio con Vettel

(Credits: Mercedes)
di PIERO LADISA – Parla Mercedes anche il terzo appuntamento stagionale. La scuderia della Stella ha infatti conquistato la terza doppietta consecutiva imponendosi nel Gran Premio di Cina. A trionfare nella gara di Shanghai, la millesima nella storia del Circus, è stato Lewis Hamilton. 

L’inglese, scattato dalla seconda casella, ha pronti via sopravanzato il compagno di squadra Valtteri Bottas conservando la testa della corsa fino alla bandiera a scacchi. Vittoria che permette all’inglese di sopravanzare il finlandese anche in classifica iridata, issandosi così in testa al Mondiale. 

Alle spalle delle due Frecce d’Argento c’è la Ferrari di Sebastian Vettel, a podio per la prima volta in stagione. A ridosso della Top Three la Red Bull di Max Verstappen. 

Quinto posto per la Rossa di Charles Leclerc, con il monegasco condizionato da una strategia differente rispetto al compagno di squadra. Il driver del Principato ha infatti allungato di qualche giro il primo stint di gara, dove ha dovuto anche sottostare al team order imposto dal muretto box (“Dobbiamo aumentare il ritmo, altrimenti devi lasciar passare Seb”) facendosi sopravanzare da Vettel, con quest’ultimo ritornato davanti alla SF90 gemella dopo la posizione persa in partenza. 

Completano la Top Ten Gasly ( nel finale, montando gomme fresche, il francese della Red Bull ha strappato a Vettel il giro più veloce. ndr), Ricciardo, Perez, Raikkonen e Albon, con il thailandese della Toro Rosso a punti dopo essere partito dalla pit-lane.

Il prossimo appuntamento è in programma a Baku, sede del Gran Premio d’Azerbaijan, domenica 28 aprile.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia