Paolo Gentiloni nuovo commissario agli Affari Economici

ROMA - L'ex premier Paolo Gentiloni è stato designato commissario agli Affari economici dell'Ue. E' la prima volta che un italiano ottiene la responsabilità del pacchetto EcFin. L'indicazione dovrà ora essere validata dal Parlamento europeo, che nelle prossime settimane avvierà le audizioni di tutti i commissari nominati dalla leader tedesca. 

"Ringrazio la presidente Ursula Von der Leyen per l'incarico che mi ha assegnato nella nuova commissione. Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale": ha detto Gentiloni, considerando il suo ruolo "di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell'economia europea". "Cercherò di onorare l'Italia, il governo che mi ha proposto, lavorando nell'interesse si tutti i cittadini europei", aggiunge il neo commissario.

La decisione è giunta oggi a mezzogiorno, quando la presidente eletta Ursula von der Leyen ha svelato le attribuzioni dei portafogli ad una squadra che - con i suoi 14 uomini e 13 donne - presenta anche un altro primato, il rispetto della parità di genere. 

Fino a domani, avvertono gli addetti ai lavori, modifiche nell'assegnazione dei portafogli sono possibili, ma ad oggi nella casella EcFin appare il nome di Paolo Gentiloni. Se ci sarà la conferma di Gentiloni, come ventilato, sarà un successo per l'Italia prima di tutto, che fino a poche settimane era in guerra permanente con Bruxelles.

Governo incassa la fiducia al Senato. Conte a Salvini: "Voltafaccia"

(credits: Governo.it)
ROMA - Il governo Conte bis, dopo la fiducia alla Camera, ha incassato anche quella del Senato. I voti a favore sono stati 169, 133 i contrari e 5 gli astenuti.

Il premier nel suo intervento ha replicato alle parole di Matteo Salvini che lo aveva attaccato parlando di lui come di un "nuovo Monti". "Poi con calma - ha attaccato Conte - nelle prossime settimane spiegherete al Paese cosa ci sia di dignitoso in tutti i repentini voltafaccia che ci sono stati in poche settimane". "Senza onore!". Così alcuni senatori leghisti hanno urlato interrompendo piu' volte la replica del presidente del Consiglio, che aveva parlato della decisione presa dalla Lega "unilateralmente" l'8 agosto di 'avviare' la crisi di governo. Sono seguiti cori: Dignità, dignità!", scanditi battendo le mani sui banchi.

"Ho conosciuto per mesi - va all'attacco Matteo Salvini parlando con i cronisti al Senato - quello che sembrava un Presidente del Consiglio. Poi non so che cosa è cambiato, cosa gli hanno promesso. Da un premier mi aspetto un'idea per l'Italia, non insulti continui. E' un uomo organico al potere, senza dignità. Abbiamo scoperto un nuovo Monti, un nuovo Gentiloni. Chi si somiglia, si piglia".

Salvini interviene al Senato: "No a passi indietro su Quota 100 e sicurezza"

(ANSA)
ROMA - L'ex ministro dell'Interno interviene in Aula nel giorno del voto di fiducia a Palazzo Madama. Il leader della Lega attacca il nuovo esecutivo: "Non la invidio presidente Conte-Monti. Si vede uno quando ha il discorso che gli viene da dentro e quando uno deve eleggere un compitino a cui non crede neanche lui. Siete passati dalla rivoluzione al voto di Casini, Renzi, Monti". "Torno a casa con una poltrona di meno, ma con tanta dignità in più. Lascio voi - aggiunge - a giudicare se questa operazione è di verità, e di coscienza: milioni di italiani non la pensano così".

"Siamo pubblici dipendenti - ha detto Salvini - dovremmo essere contenti di essere giudicati dai nostri datori di lavoro: chi non vuole passare dal voto vuol dire che non ha la coscienza a posto".

"Noi antidemocratici abbiamo messo sul tavolo sette ministeri per andare a votare. Abbiamo sottovalutato la fame di poltrone", ha aggiunto Salvini.

Governo, Fitto: "Piazza Montecitorio è diventata piazza del tricolore per dire no alle poltrone"

ROMA - “Piazza Montecitorio che per un’intera mattinata è diventata Piazza del Tricolore. La piazza della nostra Bandiera e della nostra Democrazia, non di quella che vogliono imporre i poltronisti, l’Europa e i poteri forti. Così in una nota il co-presidente del gruppo regionale ECR-FdI, on. Raffaele Fitto. 

“Eravamo davvero tantissimi insieme a Giorgia Meloni: persone arrivate da tutta Italia, e molti non sono riusciti neppure a raggiungerci, di lunedì (e non era scontato) per dire NO al Patto delle Poltrone, per chiedere a gran voce di tornare a votare, per scegliere liberamente e democraticamente da chi essere governati”, ha aggiunto Fitto.

D'Eramo (Lega): "Dalla Puglia a Pontida in 500, partito forte e inclusivo"

BARI - "Dalla Puglia partiranno per Pontida in circa 500 tra amministratori, militanti e dirigenti di partito. “È ormai quasi impossibile trovare un solo posto sui voli da Bari e Brindisi per Malpensa e Bergamo - dichiara l’On Luigi D’Eramo, Segretario Regionale della Lega in Puglia - i nostri militanti hanno prenotato i biglietti da mesi approfittando delle tariffe low cost. Ora stiamo predisponendo anche dei pullman che partiranno dai capoluoghi di provincia e poi come al solito ci saranno tanti sostenitori che arriveranno con le proprie auto a Pontida”. 

“Sono estremamente contento - commenta D'Eramo - del grande entusiasmo per la Lega che si respira in Puglia, un partito sempre più ampio e inclusivo delle migliori risorse territoriali. Devo dire un partito in grande forma, che si prepara a guidare la sfida storica di riprendere il governo della Regione Puglia, dopo 15 lunghi anni di cattiva gestione della sinistra”. 

“La Puglia - prosegue D’Eramo - sarà dunque presente a Pontida domenica 15 settembre a sostegno di Matteo Salvini, contro il patto della poltrona realizzato senza vergogna da PD e M5S per paura del voto dei cittadini. In Puglia però al voto ci andremo tra 8 mesi, qui non si potrà scappare dalle urne e dalla volontà dei cittadini, per questo ci prepariamo ad una grande e continua mobilitazione popolare, per vincere partendo dal basso e non dalle lobby di potere. Vediamo ora se in Puglia i 5 stelle mostreranno più dignità dei loro colleghi nazionali o si accovacceranno sulle gambe di Emiliano: in ogni caso sono certo che i cittadini daranno ragione alla Lega e a tutta la nostra area politica che oggi è senza dubbio maggioranza tra la gente”.

Tensione tra Kate e il Principe Harry

di PIERO CHIMENTI - Non corre buon sangue nella famiglia reale inglese, tra Kate ed Harry. Rumors parlano di tensioni tra la principessa Kate, moglie di William, ed il cognato Harry. Ad accendere la tensione sarebbe stata la decisione del principino di lasciare la Royal Foundation fondata dai due fratelli. A spingere il secondo genito a tale decisione sarebbe stata la moglie Meghan Markle.

Si riaccende la speranza per Schumacher: a Parigi 'per una cura top secret'

PARIGI - Si riaccende la speranza per l'ex campione di Formula 1 Michael Schumacher, giunto ieri a Parigi dove è stato trasportato all'ospedale europeo Georges Pompidou per una cura al momento "top secret", lo si apprende dai media francesi. 

L'Assistance publique - Hopitaux de Paris (AP-HP), contattata dall'agenzia francese AFP, non ha "confermato o negato" questa informazione, che e' "soggetta al segreto medico". Inoltre, nessuna reazione ha potuto essere ottenuta dall'entourage dell'ex pilota cinquantenne. 

Secondo le informazioni del quotidiano francese Le Parisien, l'ex campione di F1 e' stato accolto nell'unita' di monitoraggio continuo del reparto di chirurgia cardiovascolare del Professor Philippe Menasché, "pioniere nella terapia cellulare per il trattamento dell'insufficienza cardiaca". Trattamento che "beneficia di infusioni di cellule staminali diffuse nell'organismo per ottenere un'azione antinfiammatoria sistemica, cioe' in tutto il corpo", secondo Le Parisien.

Facebook e Instagram bloccano Casapound

ROMA - Instagram e Facebook hanno bloccato numerosi account del movimento di estrema destra Casapound. Dal primo pomeriggio i profili ufficiali non sono raggiungibili, così come quelli di numerosi responsabili nazionali, locali e provinciali, compresi quelli degli eletti in alcune città italiane. Restano consultabili invece i profili su Twitter.

Paura su volo Lamezia Terme - Berlino: 8 feriti per una violenta turbolenza

ROMA - Una violenta turbolenza aerea ha messo oggi in serie difficoltà un volo di un aereo della compagnia low cost tedesca Eurowings fra l'Italia e la Germania che è stato costretto a fare un atterraggio di emergenza all'aeroporto di Berlino Tegel. All’aeroporto le ambulanze richieste dai piloti hanno dovuto assistere 8 passeggeri feriti, di cui 5 o 6 sono stati ricoverati in ospedale nella capitale tedesca. Una donna ha riportato ferite gravi ma non letali. 

Quando la turbolenza ha investito il volo, molti passeggeri e l’equipaggio non avevano le cinture di sicurezza allacciate. I piloti hanno dichiarato immediatamente l’emergenza sul Boeing. I passeggeri hanno riferito che persino i sedili sono stati strappati dal loro ancoraggio. Molti dei passeggeri seduti senza cinture sono stati proiettati verso l’alto, hanno urtato violentemente con la testa contro i vani bagagli. 

Il volo EW 8855 è atterrato con 15 minuti di ritardo alle 16.50 all'aeroporto di Tegel. L'aereo è atterrato alle 17.00 ora locale a Tegel. Era un aereo a medio raggio del tipo Airbus A319. Ad attenderlo, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, un grande schieramento di vigili del fuoco e ambulanze nella pista di atterraggio.

E' morto il neofascista Stefano Delle Chiaie

ROMA - Si è spento al Vannini di Roma il neofascista Stefano Delle Chiaie, un esponente della destra radicale e della destra spiritualista in seno al Msi, poi fondatore nel 1962 di Avanguardia Nazionale.

Meglio noto negli ambienti neofascisti romani come 'Er caccola', fu uno dei protagonisti degli anni bui della strategia della tensione. Il nome di Delle Chiaie è legato alle principali stragi che insanguinarono l'Italia negli anni '70: nel 1982 fu spiccato nei suoi confronti un mandato di cattura per la strage di piazza Fontana del 1969, ma i processi di primo e di secondo grado lo hanno scagionato.

Anche le indagini compiute su di lui nell'ambito della strage alla stazione di Bologna del 1980 non accertarono alcuna responsabilità a suo carico. 

Regione Puglia e UniCredit: al via il Minibond per le piccole e medie imprese

(Pixabay)
BARI - A cominciare da oggi le piccole e medie imprese potranno investire in Puglia grazie all’emissione di minibond.  Il nuovo strumento, voluto dalla Regione Puglia e realizzato dalla società regionale in house Puglia Sviluppo in collaborazione con UniCredit, affianca il tradizionale canale bancario perché sostiene in modo totalmente innovativo, attraverso l’ingresso nel mercato dei capitali, le imprese che hanno bisogno di risorse finanziarie per sviluppare il proprio business.  Con garanzie pubbliche per 25 milioni di euro i minibond svilupperanno 100 milioni di investimenti.

Sui portali istituzionali www.sistema.puglia.it e www.pugliasviluppo.eu è attiva la call per ricevere manifestazioni di interesse da parte delle aziende che intendono aderire all’iniziativa. Le candidate potranno essere piccole e medie imprese con sede legale o operativa in Puglia e non quotate in borsa. I singoli minibond dovranno essere compresi tra 2 e 10 milioni di euro e permetteranno di sostenere investimenti materiali e immateriali e spese in capitale circolante legato ad attività di sviluppo o espansione.

L’emissione dei minibond è possibile grazie a risorse finanziarie rese disponibili dalla Regione Puglia, attraverso Puglia Sviluppo, gestore degli strumenti finanziari per le imprese, e da investitori istituzionali e professionali che intendono sostenere il progetto.

Il portafoglio di minibond, realizzato da UniCredit in qualità di arranger (è l’operatore finanziario che ha il compito di strutturare e collocare il portafoglio di minibond) è costituito da un insieme di prestiti obbligazionari di nuova emissione, aventi una durata massima di 7 anni. 

“I minibond per le piccole e medie imprese – commenta il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – rappresentano lo strumento simbolo dell’innovazione finanziaria in chiave pugliese. Con la pubblicazione della call per le aziende ne completiamo l’iter offrendo nuove opportunità alle imprese del territorio. La Regione Puglia è stata pioniera nella realizzazione di questo nuovo strumento: la prima in Italia ad istituire il Fondo Minibond 2014-2020 per le piccole e medie imprese. Un sostegno rilevante che si aggiunge agli altri strumenti a disposizione delle nostre aziende di ogni dimensione che stanno sviluppando oltre 4 miliardi di investimenti”.

“Con il Fondo Minibond – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico Cosimo Borraccino – la Regione Puglia con Puglia Sviluppo interviene in tre modi: con una garanzia sulle “prime perdite” del portafoglio di minibond; con il conferimento, se necessario, di una dotazione finanziaria come coinvestimento per la sottoscrizione dei bond da parte degli investitori istituzionali e con sovvenzioni dirette a disposizione delle piccole e medie imprese per abbattere i costi di emissione dei minibond e di certificazione del rating e dei bilanci. In questa operazione l’impresa che aderisce all’iniziativa riceve notevoli vantaggi: interessi più bassi rispetto alla prassi di mercato, garanzia fornita da Puglia Sviluppo che copre i rischi dell’operazione e miglioramento della posizione dell’impresa proprio perché il minibond non è un finanziamento bancario”.

“Grazie a questa operazione realizzata con la Regione Puglia - ha affermato Andrea Casini, Co-CEO Commercial Banking Italy di UniCredit - mobilitiamo a beneficio delle imprese pugliesi un'importante mole di risorse finalizzate alla realizzazione di investimenti, all’internazionalizzazione, alle esigenze di capitale circolante. Abbiamo messo le nostre competenze di grande gruppo internazionale al servizio dello sviluppo di un nuovo strumento alternativo di finanziamento delle imprese, fornendo un esempio concreto di come onoriamo l'impegno di sostenere i territori in cui operiamo”.

Per la presidente di Puglia Sviluppo Grazia D’Alonzo “Il minibond pugliese è una sperimentazione di ingegneria finanziaria molto innovativa nella quale Puglia Sviluppo sarà come sempre a fianco delle aziende per supportarle nell’iter ma anche per migliorare la loro consapevolezza e la capacità di risposta alle richieste dei mercati finanziari. Lo strumento rappresenta inoltre una spinta alla competitività, all’innovazione e all’internazionalizzazione del tessuto produttivo”.

Leo: "Torna 'Tutto a scuola' per dare più chance ai nostri alunni"

BARI - Questa mattina l’assessore regionale all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro Sebastiano Leo, i dirigenti regionali competenti e il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Anna Cammalleri, hanno incontrato i 23 dirigenti scolastici responsabili degli Ambiti Territoriali Pugliesi della Scuola per un percorso finalizzato alla condivisione dei criteri che caratterizzeranno il nuovo bando “Tutto a Scuola”, la cui pubblicazione è prevista per il mese di ottobre. Domani il confronto procede con i sindacati.

“Insieme al Direttore dell’USR Cammalleri e in linea con il nostro metodo, fondato sulla condivisione e la partecipazione, oggi abbiamo voluto ascoltare i dirigenti scolastici e domani ascolteremo i sindacati. La collaborazione – commenta Leo - dà sempre buoni frutti e sono convinto che il bando sarà formulato in maniera aderente alle esigenze delle scuole, i dirigenti scolastici hanno infatti espresso soddisfazione per la possibilità di poter evidenziare, in fase di strutturazione dell’Avviso, le proprie osservazioni e i propri consigli. Con “Tutto a Scuola” continueremo a insistere sul tema del rafforzamento delle competenze nell'istruzione primaria e secondaria, incidendo sul fenomeno della dispersione scolastica, sull’innalzamento dei livelli di apprendimento, sull’orientamento e sull’imprenditorialità, specie in materia di competenze linguistiche, e sull’inclusione sociale degli studenti più svantaggiati”.

Anche la seconda edizione di “Tutto a Scuola”, che nello scorso anno scolastico ha sostituito “Diritti a Scuola”, conserverà le medesime finalità orientate a ridurre il divario di competenze ed i fenomeni di esclusione sociale che ostacolano la realizzazione dei talenti. La misura sarà calibrata per offrire agli alunni una ulteriore offerta formativa con attività extracurriculare.

Hospice Minervino Murge, DIt: “Emiliano taglia nastri ma se la sindaca protesta per un territorio senza sanità fa campagna elettorale”

BARI - “Che personaggio Michele Emiliano! Non finisce mai di stupirci. Lui sta viaggiando in lungo e in largo per la Puglia a tagliare nastri per strutture sanitarie attese da anni e per alcuni versi non più adeguate alle necessità del territorio. E’ chiaro se tutto questo avviene a pochi mesi dalle Elezioni Regionali è il segno evidente che si tratta di un’operazione mediatico-elettorale, ma oggi lui stesso lo ha ammesso quando ha etichettato come campagna elettorale l’assenza della sindaca di Minervino Murge, Maria Laura Mancini, all’inaugurazione dell’hospice ‘Karol Wojtyla’ nell’ex ospedale…". Così in una nota il gruppo regionale di Direzione Italia (Ignazio Zullo, Luigi Manca, Renato Perrini e Francesco Ventola).

"Una struttura destinata in questi anni - prosegue la nota - a essere prima un Centro di Riabilitazione, poi di Primo Intervento, poi di Ospedale di Comunità e infine di un Presidio territoriale assistenziale… infine un hospice. Una vera presa in giro non solo per gli abitanti di Minervino Murge, ma di un intero territorio, quello della BAT, che è il più penalizzato sia dal Piano di Riordino Ospedaliero, sua come medicina territoriale. E il responsabile di tutto questo è solo l’assessore alla sanità e presidente Emiliano che ancora affetto, però, da ‘fittite’ acuta ai cittadini che protestavano contro i disservizi sanitari ha risposto che la colpa è di Raffaele Fitto.
“Fitto??? Ora i pugliesi non sono stupidi, questo continuo tirarlo in ballo è ridicolo: Fitto non governa da quasi 15 anni. La Sanità, quella migliore, l’aveva promessa il centrosinistra prima con Nichi Vendola e ora con Emiliano. E i cittadini la stanno ancora aspettando… E quindi bene a fatto, in modo istituzionale, la sindaca di Minervino Murge a protestare con la sua assenza e non scendendo in piazza ad accendere gli animi dei suoi concittadini. Emiliano apprezzi questo stile e chieda scusa a un territorio, invece che venire a tagliare nastri”, conclude la nota dei consiglieri Dit.

Calcio: il Cerignola resta in D

di FRANCESCO LOIACONO - Il Cerignola resta in D in modo definitivo. Lo ha deciso il Tar del Lazio respingendo il ricorso della società pugliese che chiedeva di essere ripescata in serie C. Accettate le richieste della Federcalcio e della Lega Pro che volevano la conferma dell’esclusione dallla serie C del Cerignola decisa a luglio dopo che il Collegio di garanzia del Coni aveva ammesso in C i pugliesi. 

Tutto rinviato all’11 febbraio 2020, quando non sarà più possibile ripescare in C il Cerignola poiché il torneo di C è iniziato il 24 agosto. Deluso il sindaco di Cerignola Franco Metta. Il Cerignola dovrà recuperare le prime due partite del campionato di serie D che erano state rinviate in attesa della sentenza del Tar del Lazio.

Mitilicoltura, Turco: “Emiliano ascolti grido di dolore di Taranto"


BARI - “Il governatore nonché assessore alle Politiche agroalimentari, Michele Emiliano, ascolti il grido di dolore di un settore fondamentale per l’economia dell’intera provincia di Taranto. La mitilicoltura non può aspettare. Occorre dare delle risposte in tempi celeri e sbloccare l’ter burocratico”. Il consigliere regionale de La Puglia con Emiliano, Giuseppe Turco, accoglie l’appello di Confcommercio Taranto e delle associazioni di categoria di Agci Pesca e Lega Pesca sullo stallo, da ormai otto anni, delle produzioni mitilicole del primo seno del Mar Piccolo di Taranto.

“Una situazione - spiega Turco - dettata dai vincoli sanitari che da allora hanno bloccato la produzione. Uno stop che ha messo in ginocchio la mitilicoltura tarantina. Senza considerare, e su questo gli operatori hanno pienamente ragione, che da ormai due anni attendono la classificazione (in classe A) delle acque del secondo seno del Mar Piccolo, nonostante la ASL di Taranto abbia certificato con una costante attività di analisi a campionamento abbia riconosciuto le condizioni per tale classificazione. Tutto sbloccato? Nemmeno per sogno visto che l’Ufficio Veterinario regionale non ha ancora adottato il provvedimento. Con inevitabili conseguenze per il settore: maggiori costi per la depurazione del prodotto e il blocco di una campagna di comunicazione che consenta di rilanciare l’immagine della cozza tarantina, sempre e solo associata alla situazione di criticità del primo seno. Senza dimenticare che il comparto non può ancora accedere ai fondi comunitari per la pesca, i Gac, determinando quindi una situazione di sconforto tra gli operatori”.

“Ecco perché sono convinto che il presidente Emiliano accoglierà con favore le richieste delle associazioni – conclude Turco – avendo sempre dimostrato forte e spiccata sensibilità per le sorti e il rilancio economico e sociale della provincia di Taranto. La Regione convochi quindi al più presto un tavolo di lavoro con gli operatori per trovare soluzioni condivise per un serio piano di marketing, di comunicazione e di risorse finanziarie. Taranto non può perdere il legame con uno dei suoi prodotti simbolo”.

Speciale 83ma Campionaria

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia