Temporali sulla Puglia: è allerta arancione


BARI - Prosegue l'ondata di maltempo sulla Puglia. Dalle ore 14:00 di oggi 25 novembre, e per le successive 24 ore, sono previste precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale su Puglia centro-meridionale, con quantitativi cumulati generalmente moderati; da isolate a sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati deboli, fino a puntualmente moderati sul resto del territorio. possibili locali fenomeni di esondazione legati al transito delle piene. Venti: da forti a burrasca, con raffiche fino a burrasca forte su puglia meridionale. Lo rende noto la Protezione civile.

Pertanto dalle ore 14:00 del 25 novembre, e per le successive 24 ore, e' prevista allerta arancione per rischio idraulico, idrogeologico, idreogeologico per temporali e vento localizzato sulla Puglia centrale adriatica, bacini del lato e del lenne, Puglia centrale bradanica e Salento. E' prevista allerta gialla sul resto della regione.

Msc Crociere accoglierà solo ospiti completamente vaccinati su tutte le navi della propria flotta


GINEVRA - MSC Crociere ha annunciato che gli ospiti della stagione invernale su tutte le navi della flotta devono essere vaccinati contro il COVID-19 ed effettuare un test COVID-19 prima della data prevista per l'imbarco.

Le misure sono già entrate in vigore per tutti i viaggi invernali di MSC Crociere in altre regioni e ora vengono estese anche alle crociere nel Mediterraneo, con i nuovi requisiti che riguarderanno gli ospiti prenotati sulle navi MSC Grandiosa e MSC Fantasia.

Gli ospiti di una qualsiasi delle crociere invernali di MSC Crociere sulle sue due navi che operano nel Mediterraneo e che viaggiano dal 4 dicembre, dovranno anche essere completamente vaccinati.  Gli ospiti sono considerati vaccinati se hanno concluso il ciclo complete di vaccinazione COVID-19 almeno 14 giorni prima dell'inizio della loro partenza. Tutti gli ospiti dovranno inoltre sottoporsi a un test COVID-19 entro le 72 ore dalla partenza della nave.

La nuova norma si applica a tutti gli ospiti di età pari o superiore ai 12 anni e si aggiunge alle misure di salute e sicurezza già esistenti introdotte da MSC Crociere nell'estate 2020, che oggi costituiscono la base di un protocollo diventato un modello a livello mondiale. Tra le diverse misure previste, oltre a quelle già menzionate, è incluso un ulteriore test COVID-19 prima dell'imbarco che si aggiunge alle regole vigenti durante la navigazione, progettate per offrire a tutti gli ospiti e all'equipaggio il massimo livello di protezione.

Gianni Onorato, CEO di MSC Crociere, ha dichiarato: "Il nostro protocollo di salute e sicurezza ha aperto la strada nel settore non solo perché siamo stati la prima grande compagnia di crociere a riprendere le operazioni internazionali, ma anche per la sua flessibilità nell'adattarsi all'evoluzione della pandemia a terra. Questo approccio ha rassicurato i nostri ospiti, il nostro equipaggio e le popolazioni delle località che visitiamo con le nostre navi. Abbiamo potuto verificare già lo scorso inverno durante i nostri viaggi nel Mediterraneo che, anche nel pieno di un nuovo picco della pandemia a terra, siamo in grado di adattare le nostre misure di salute e sicurezza a bordo in modo appropriato continuando a offrire il massimo livello di protezione ai nostri ospiti e all'equipaggio. Anche in queste settimane - in cui alcuni paesi in Europa stanno vedendo un sensibile aumento dei tassi di infezione - il nostro approccio non cambia, e dimostra ancora una volta che la salute e la sicurezza è la nostra priorità per garantire il benessere dei passeggeri a bordo delle nostre navi e presso le comunità visitate."

Le nuove misure si applicheranno ora anche ai viaggi nel Mediterraneo a bordo di MSC Grandiosa e a MSC Fantasia in questa stagione, oltre alle altre navi della linea che operano in Nord Europa, Nord America, Sud America, Sud Africa e Medio Oriente. Qualsiasi ospite che non sarà completamente vaccinato in tempo per la data di partenza, può scegliere di posticipare la sua vacanza in un momento successivo o richiedere un rimborso. Gli ospiti di età inferiore ai 12 anni, in quanto non idonei alla vaccinazione, continueranno ad essere i benvenuti a bordo secondo le attuali misure.

I 70 anni di Ms. Cicciolina, una serata dedicata all’iconica Ilona Staller nel giorno del suo compleanno

 

In occasione dei 70 anni dell’iconica Ilona Staller, in arte Cicciolina, domani, venerdì 26 novembre, dalle ore 21.15, Cielo propone una serata a lei dedicata con un film e un documentario da non perdere. La famosissima ex attrice pornografica ungherese, naturalizzata italiana, ha ancora tante cose da raccontare. Seguitela in questo sensualissimo viaggio per conoscere tutti i retroscena di una vita vissuta senza limiti andando sempre controcorrente. Una donna coraggiosa, ma anche fragile che non ha avuto paura di mostrare le sue debolezze.

Si inizia con “L’ingenua”, film del 1975 di Gianfranco Baldanello. Una commedia sexy che, tra equivoci e situazioni imbarazzanti, prende l'avvio dalla vendita di una villa di pregio che nasconde un vero e proprio imbroglio e che mette in piazza i rapporti tra un timido ragazzo e la fidanzata focosa, un’attrice di varietà, due sposi novelli già in fase di reciproci tradimenti e una giovane commessa. Proprio quest'ultima, fingendosi ingenua, cercherà di trarre tutti i benefici dalla truffa.

A seguire, “Cicciolina. L’arte dello scandalo”, documentario del 2016 di Alessandro Melazzini, realizzato per festeggiare i 65 anni dell’icona della trasgressione e della libertà sessuale. Quasi un’ora di introvabili immagini di repertorio e interviste ai testimoni storici dell’epoca d’oro di Cicciolina. Un’occasione straordinaria per raccontare il percorso personale e artistico davvero singolare che l’ha portata dalle maliziose foto da ninfa svestita fino alla Camera dei deputati, caso unico nella storia della democrazia, che l’ha fatta diventare emblema della rivoluzione morale degli anni ’70. Una carriera all’insegna dello scandalo che rimarrà impressa nelle menti di ognuno di noi.

Ecco nel dettaglio la programmazione di “Happy Birthday Ms. Cicciolina”:

Venerdì 26 novembre alle ore 21:15, L’ingenua del 1975 di Gianfranco Baldanello. 

A seguire, Cicciolina. L’arte dello scandalo del 2016 di Alessandro Melazzini


Vaccinazioni, Amati: “Obiettivo vaccinazioni settimanali Puglia 231.941 ma siamo a 98.386. Aggiornata platea sito”


BARI - “È stato aggiornato il sito Covidreport inserendo la platea degli over 40 alle prese con i richiami, la cosiddetta dose booster, platea che quindi passa da 305.806 a 877.129 pugliesi. Diventa dunque ora più che mai urgente accelerare le vaccinazioni che peraltro, nella nostra regione, vedono quasi 486mila cittadini che non hanno mai ricevuto una dose. Sulla base degli obiettivi fissati dal gen. Figliuolo, la Puglia dovrebbe attestarsi su 231.941 vaccinazioni settimanali mentre è ferma a 98.386.
Inoltre, per chi ancora ritiene che i vaccini siano inutili, la risposta arriva dal 21esimo report Inail: da un lato, si registra infatti che il settore della sanità e dell’assistenza sociale è al primo posto delle attività produttive colpite con il 65 per cento di contagi e il 22,4 per cento dei casi mortali; dall’altro che, a partire da febbraio, ossia in concomitanza con le vaccinazioni della categoria, si è osservato un significativo calo delle denunce Inail”.
Lo dichiara il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione Fabiano Amati, commentando i dati della campagna vaccinale aggiornati alle ore 6:12 del 25 novembre 2021.
 
“Nella giornata di ieri, 24 novembre, sono state somministrate 20.224 dosi. Meno 1.793 dosi rispetto al 23 novembre, più 1.027 dosi rispetto al 22 novembre e più 19.913 dosi rispetto al 21 novembre.
Le 20.224 dosi somministrate ieri sono così suddivise: 1.868 addizionali, 16.593 richiami, 521 prime dosi, 1.221 seconde dosi e 21 a persone con pregressa infezione.
 
Le dosi addizionali somministrate sinora, cioè quelle destinate alle persone trapiantate, immunodepressi e pazienti oncologici, sono 28.198, su un totale complessivo di 155.641. Ne restano dunque da vaccinare con dose addizionale 127.443.

Le dosi di richiamo (booster) somministrate sinora, cioè quelle destinate per ora a persone ultra sessantenni e operatori sanitari, sono 235.404, su un totale complessivo di 877.129. Ne restano dunque da vaccinare con dose di richiamo 641.725.
 
I vaccinati totali con dose addizionale e richiamo sono 263.602 su un totale di 1.032.770, pari al 25,52 per cento. Ne restano da vaccinare 769.168.
 
Nella classifica nazionale della vaccinazione per dose addizionale la Puglia è in generale al diciassettesimo posto con lo 0,72 per cento. Nel dettaglio: undicesima nella fascia d’età 12-19, sedicesima nella fascia 20-29, quattordicesima nella fascia 30-39, sedicesima nella fascia 40-49, sedicesima nella fascia 50-59, diciottesima in quella 60-69 anni, diciottesima nella fascia 70-79 anni, sedicesima nella fascia 80-89 anni, decima nella fascia dai 90 anni in su.
 
Nella classifica nazionale della vaccinazione per dose di richiamo (booster) la Puglia è in generale al quattordicesimo posto con il 5,99 per cento. Nel dettaglio: quinta nella fascia d’età 12-19, quinta nella fascia 20-29, quarta nella fascia 30-39, quinta nella fascia 40-49, sesta nella fascia 50-59, nona in quella 60-69 anni, dodicesima nella fascia 70-79 anni, diciassettesima nella fascia 80-89 anni, diciottesima nella fascia dai 90 anni in su.
 
La popolazione pugliese che rientra nella fascia d’età vaccinabile contro il Covid è di 3.544.797 abitanti: di questi hanno ricevuto la prima dose l’87,11 per cento, anche la seconda l’81,26 per cento.
Sono invece 484.155 i pugliesi che non hanno ancora ricevuto alcuna dose di vaccino.
Abbiamo in giacenza 651.636 vaccini.
 
Al momento la percentuale di occupazione delle terapie intensive pugliesi è ferma al 3,7 per cento. Più nel dettaglio ci sono complessivamente 18 ricoverati in terapia intensiva su 482 posti letto disponibili. I ricoverati in area non critica sono 144 su 2745 posti letto disponibili”.

Per ulteriori informazioni consultare il portale https://www.fabianoamati.it/covidreport/home

Pari opportunità e welfare innovativo: ASL Bari premiata per l’impegno nelle politiche di genere


BARI – Politiche di genere, pari opportunità e welfare innovativo: sono gli orientamenti delle iniziative adottate dalla ASL di Bari che per questo è stata premiata come azienda all’avanguardia in tema di contrasto alle discriminazioni.

Oggi, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, la consigliera delle Pari opportunità della città metropolitana di Bari e della Regione Puglia ha consegnato un riconoscimento alla direzione generale della ASL per la promozione di percorsi partecipativi con le lavoratrici e i lavoratori sui temi delle Pari opportunità e del contrasto ad ogni forma di discriminazione diretta e indiretta.

A ritirare la targa il direttore generale Antonio Sanguedolce e la direttrice sanitaria Silvana Fornelli. “E’ una ASL questa dove si riesce a fare innovazione – ha commentato Sanguedolce – l’ultimo obiettivo raggiunto in ordine di tempo è stata l’adozione del linguaggio di genere, con cui sono state fornite istruzioni sull’uso di un linguaggio rispettoso delle differenze di genere, in sintonia con le indicazioni europee e nazionali. Non ci fermeremo – ha continuato il dg – entro dicembre pubblicheremo il primo bilancio di genere, passo propedeutico per favorire anche un maggiore sviluppo di carriere delle donne all’interno della azienda che ha già straordinarie professionalità al femminile”.

L’impegno della ASL in favore delle donne è testimoniato anche dalla attivazione di percorsi sanitari specifici per tutelare e promuovere la salute femminile. Tra il 2020 e il 2021 ben quattro ospedali sono stati premiati con i bollini rosa della Fondazione Onda, osservatorio nazionale dedicato alle donne. E’ stato completamente rinnovato e potenziato il parco mammografi con 14 nuove installazioni. Nel Pta di Triggiano è stato aperto un ambulatorio dedicato alla Cardiologia di genere con visite ed esami per scoprire eventuali patologie cardiovascolari in soggetti con fattori di rischio. Durante la prima fase della pandemia è partito il progetto Ostetriche online, con la tecnologia che aiuta le future mamme a prepararsi al parto. E ancora a sostegno delle mamme, sono stati allestiti 8 nuove postazioni per allattamento e igiene del bambino, con poltrona e fasciatoio.

“Ringrazio tutto lo staff della ASL perché il lavoro di squadra ha portato già in questi anni a risultati concreti in tema di welfare e cultura di pari opportunità – ha detto la consigliera Stella Sanseverino- nelle aziende pubbliche diventa difficile muovere le leve giuste per i cambiamenti, qui invece ho trovato grande dinamismo, la capacità di anticipare politiche all’avanguardia e in rappresentanza del Ministero del Lavoro e della Pari opportunità che sta per introdurre la certificazione di genere nelle aziende, il riconoscimento di oggi – ha concluso - è un primo tassello , di questo percorso che ha come obiettivo la sostenibilità dello sviluppo sociale e l’integrazione nel mondo del lavoro”.

Premiato dalla consigliera Sanseverino anche il Cug (Comitato unico di garanzia) della ASL che dal 2017 ad oggi ha messo in campo numerose iniziative mirate a contrastare discriminazioni e violenze di genere. “Il primo passo – dopo la costituzione nel 2017 del comitato – spiega Domenica Munno, la presidente del Cug ASL Bari – è stato quello di aprire uno sportello di ascolto, poi abbiamo istituito sei gruppi di lavoro, organizzato eventi di sensibilizzazione, abbiamo contribuito a fare nascere otto spazi dedicati all’allattamento nelle strutture ASL e iniziato a promuovere e potenziare le iniziative attuative delle politiche di conciliazione, eliminare ogni forma di violenza morale e psicologica tramite azioni di contrasto alle violenze nei luoghi di lavoro e prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette riferite al genere”.

Il Cug ha inoltre intrapreso azioni di contrasto alle molestie e violenze sul posto di lavoro attraverso la mappatura dei CAV e delle équipe multidisciplinari dei Consultori aziendali, per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere. Successivamente è stato siglato un protocollo d’intesa tra il Dipartimento Pari Opportunità e la Rete Nazionale dei CUG per la realizzazione di azioni condivise nel contrasto alle molestie e violenze di genere nei luoghi di lavoro. D’intesa con l’Associazione Sud Est Donne il Cug ha divulgato il numero verde 1522 contro la violenza e lo stalking.

La sede dell’ex Cto ha ospitato oggi per la ricorrenza del 25 novembre una mostra realizzata dall’artista pugliese Gianni Marsico, autore di volti femminili catturati in modo casuale e che attraverso forme e colori vogliono risarcire l’identità femminile e opporre resistenza al continuo sciupare la femminilità.

Fitto è il programma delle iniziative messe in campo dalla ASL di Bari con la collaborazione di enti e associazioni per la giornata internazionale di eliminazione della violenza sulle donne.

Tutte le iniziative sono consultabili sul sito aziendale al seguente link https://www.sanita.puglia.it/web/asl-bari/news-in-primo-piano_det/-/journal_content/56/25619/iniziative-del-25-novembre-per-la-giornata-internazionale-contro-la-violenza-sulle-donne

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo