Play Off, Serie B: il Benevento vince 1-0 ad Ascoli e vola in semifinale

 


FRANCESCO LOIACONO - Nella prima gara del turno preliminare dei Play Off di Serie B il Benevento vince 1-0 al “Del Duca” con l’Ascoli e si qualifica per la semifinale. Nel primo tempo al 3’ Dionisi dei marchigiani non concretizza una buona occasione. Al 9’ Botteghin dell’ Ascoli di testa non riesce a schiacciare in porta. Al 38’ il Benevento passa in vantaggio con Lapadula di testa su cross di Masciangelo. 

Nel secondo tempo al 25’ Bidaoui va vicino al pareggio. Il Benevento sfiderà in semifinale in due partite il Pisa. L’andata si giocherà Martedì 17 Maggio alle 20,30 al “Vigorito” di Benevento. Il ritorno si disputerà Sabato 21 Maggio alle 18 all’”Arena Garibaldi” di Pisa.

Tennis, Internazionali d'Italia: Sinner eliminato nei quarti di finale


 FRANCESCO LOIACONO - Nei quarti di finale degli Internazionali d’Italia di Roma di tennis al Foro Italico Jannik Sinner eliminato 7-6 6-2 dal greco Stefanos Tsitsipas. Il tedesco Alexander Zverev supera 7-5 6-2 il cileno Christian Garin. Negli ottavi di finale Sinner vince 6-2 7-6 col serbo Filip Krajinovic.

L’altro serbo Novak Djokovic prevale 6-2 6-2 con lo svizzero Stan Wawrinka. Lo spagnolo Rafael Nadal eliminato 1-6 7-5 6-2 dal canadese Denis Shapovalov. Tra le donne nei quarti di finale la polacca Iga Swiatek vince 7-6 6-0 con la canadese Bianca Andreescu. La bielorussa Aryna Sabalenka supera 4-6 6-3 6-2 l’americana Amanda Anisimova.

Basket, Happy Casa Brindisi: Gaspardo operato al menisco

 


FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile nell’ Happy Casa Brindisi Raphael Gaspardo è stato operato al menisco del ginocchio sinistro. Il cestista si è infortunato nella gara di campionato che la squadra pugliese ha perso Domenica 8 Maggio al “Pala Pentassuglia” con il Tortona. 

Tornerà a disposizione del tecnico Frank Vitucci tra venti giorni o tra un mese. Però poiché la stagione è finita per i brindisini avrà tutto il tempo per poter recuperare per il prossimo campionato di A/1. Su Gaspardo è intervenuto chirurgicamente in artroscopia sul menisco il dottor Antonio Orgiani ortopedico dello staff medico dell’ Happy Casa che lo seguirà nella fase di recupero.

Femminile, le nerazzurre convocate dalla nazionale italiana


MILANO- Il Commissario tecnico Milena Bertolini ha convocato Tatiana Bonetti, Francesca Durante, Gloria Marinelli, Beatrice Merlo, Marta Pandini, Chiara Robustellini, Elisa Polli e Flaminia Simonetti per il raduno della Nazionale italiana che si terrà ad Appiano Gentile dal 30 maggio al 3 giugno.

Grazie a Inter.it

Rai Documentari presenta "Il coraggio di essere Franco"



ROMA - A un anno dalla morte di Franco Battiato, Rai Documentari gli dedica una prima serata con “Il coraggio di essere Franco” in onda il 18 maggio, alle 21.20 su Rai 1. Scritto e diretto da Angelo Bozzolini e prodotto da Aut Aut Production in collaborazione con Rai Documentari, il film ripercorre la vita e la carriera di uno degli autori più rivoluzionari della musica italiana, pioniere di nuovi mondi musicali. 

Con la voce narrante di Alessandro Preziosi, il documentario cerca di restituire anche un ritratto intimo dell’artista, grazie al racconto della nipote Cristina Battiato e al materiale inedito degli archivi fotografici della famiglia, della Rai, della Cineteca di Bologna, della Universal Music, nonché alle riprese esclusive nelle case di Milano e Milo in Sicilia, oltre che nei luoghi della spiritualità così profondamente cara a Battiato. Tra i documenti inediti, i testi autografi del 1966 e le foto esclusive del suo primo duo con Gregorio Alicata, “Gli ambulanti”, insieme ad un brano mai ascoltato prima. Nessuno come Battiato è riuscito a scardinare le regole del gioco in così tanti ambiti, da quello musicale, cinematografico e televisivo, ma anche mistico e spirituale, votando la sua creatività al risveglio della coscienza del pubblico. 

Ancora oggi si parla del “genio di Battiato”, come colui che ha ridisegnato il concetto di musica pop in Italia. Mai prima di lui era stato possibile scalare le classifiche raccontando storie secondo una grammatica nuova, ispirata da contenuti fuori dal mainstream e alla ricerca continua di una dimensione sacrale dell’arte. Dall’inizio di carriera all’incontro con la musica elettronica di Karlheinz Stockhausen, dal primo album “Fetus” (1972), fino a “La Voce del Padrone” (1981), l’album più venduto in Italia. Oltre a successi intramontabili come “L’era del cinghiale bianco”, “La Cura”, “Centro di gravità permanente”, “Cuccurucucù”. Battiato ha vissuto molte vite, diceva di sé di non essere mai nato e quindi mai morto. E forse per questo è riuscito in ogni decade della sua vita a regalarci un personaggio nuovo. La sua musica è anche un viaggio attraverso il nostro Paese: dalla Sicilia del Dopoguerra, ancora carica di valori cristiani, alla Milano degli anni ’60 e del boom economico, fino all’incontro con le filosofie orientali e il Buddismo. 

Il documentario è arricchito dalle testimonianze di artisti e personalità che maggiormente hanno contribuito al successo di Battiato, ognuna rappresentativa di un mondo artistico su cui si è espresso in prima persona: tra gli altri, Alice, Luca Madonia, Sonia Bergamasco, Willem Dafoe, Antonio Scurati, Giovanni Caccamo, Vittorio Sgarbi, Marco Travaglio. E Morgan, che esegue in anteprima "Battiato mi spezza il cuore”, il brano composto in occasione della malattia di Battiato. “Non voglio comandare e non voglio essere comandato”: questo uno dei motti che rappresenta l’essenza di Franco Battiato, la sua costante ricerca interiore e il desiderio di affermare il suo innovativo concetto di musica all’insegna della contaminazione. Impossibile catalogarlo o inserirlo in un qualsiasi genere, proprio per la facilità con cui riusciva a spaziare dal rock al pop, dall’elettronica alla lirica. Non a caso, infatti, la musica è stata la sua compagna di vita. “Siamo felici di poter raccogliere la sfida di proporre un documentario per la prima serata di Rai 1, grazie a questo progetto così riuscito e così esauriente e approfondito nel tratteggio del percorso umano e artistico del compianto Franco Battiato” – dichiara Fabrizio Zappi, direttore di Rai Documentari. “Il docufilm è arricchito dalla partecipazione dell'attore Alessandro Preziosi che racconta, commenta e accompagna lo spettatore in un viaggio mai banale e pieno di emozioni, suoni, colori e riflessioni”.


Zelensky: ''Non possiamo prevedere quanto durerà la guerra''

 


KIEV - ''Nessuno può prevedere quanto durerà questa guerra''. Sono le dichiarazioni del Presidente ucraino Volodymyr Zelensky che, in un videomessaggio, ha parlato della priorità di Kiev di impegnarsi e lavorare ogni giorno per rendere la guerra più breve. ''Questo dipende, purtroppo, non solo dalla nostra gente - ha spiegato - ma anche dai nostri alleati. 


© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo