Visualizzazione post con etichetta Columbus Day. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Columbus Day. Mostra tutti i post

Columbus Day: Puglia protagonista negli Usa con la 'Notte della Taranta'

NEW YORK - “Giornata bellissima, emozionante. Abbiamo cominciato con la messa in Saint Patrick’s Cathedral, una messa per il Columbus Day per tutta la comunità italiana, l'emozione di cantare alla fine della funzione prima l'Inno d'Italia poi l'inno americano. Una grandissima manifestazione questa sulla cultura italiana, un milione di persone per le strade di New York seguiranno questo evento. E avete sentito qualche Tamburello, no? Sono i ballerini della Taranta che sono qui affianco a me, c'è tutta la Puglia, c'è PugliaPromozione, c'è tutta la struttura dell'assessorato che ha prodotto i risultati straordinari sul turismo pugliese. Siamo qui ovviamente per spingere tutti i nostri connazionali di prima, seconda, terza generazione, quelli che non parlano neanche più italiano, ma solo dialetto, a tornare a trovarci, a partire dalla festa di San Nicola, patrono di tutta la Puglia e da tutte le nostre feste patronali. Oggi stiamo riabbracciando tanti nostri connazionali, abbiamo portato tutto il calore della Puglia a New York”
Lo ha detto il presidente Michele Emiliano che guida la delegazione pugliese in missione negli Stati Uniti di America.

Per la prima volta la Puglia sfila a New York alla Columbus Day Parade, la festa nazionale che celebra Cristoforo Colombo, evento che coinvolge oltre un milione di visitatori.
La delegazione pugliese è guidata dal presidente della Regione Michele Emiliano ed è composta dall'assessore Raffaele Piemontese, Luca Scandale coordinatore del Piano strategico del Turismo Puglia365, Bernardo Notarangelo responsabile delle Politiche internazionali della Regione, Massimo Manera presidente della Fondazione La Notte della Taranta.

Oggi lunedì 8 ottobre è il giorno della Columbus Day Parade, la più grande manifestazione dell’orgoglio italo-americano al mondo, la Fifth Avenue,  dalla 44th alla 72nd Street, sarà costellata di bande in festa, carri e figuranti suddivisi in circa 100 gruppi per un totale di 35mila partecipanti. Ogni anno la parata riesce a richiamare oltre 1 milione di persone, alle quali si aggiungono i milioni di spettatori che seguono l’evento in diretta televisiva.

La delegazione istituzionale della Regione Puglia sfilerà accompagnata da una rappresentanza dei Pugliesi nel Mondo di New York e di America. L’invito a partecipare a questo grande evento è arrivato al Governatore Emiliano lo scorso 24 settembre dalla Columbus Citiziens Foundation.

Ambasciatrice della cultura di Puglia è La Notte della Taranta: il ritmo del tamburello scandirà la partecipazione alla Columbus Parade sulla 5th Avenue. I musicisti e i ballerini dell’Orchestra Popolare, dopo il successo alle Olimpiadi invernali di Seoul e alla festa dei cittadini del presidente della Repubblica federale tedesca, sbarcano per la prima volta al Columbus Day. Icona culturale perfetta per celebrare la rinascita della Puglia, dell'autenticità dei luoghi, della natura incontaminata, dei paesaggi mozzafiato, dell’arte e dell’innovazione, La Notte della Taranta, per festeggiare il compleanno dell’America proporrà uno spettacolo ricco di emozioni con le potenti ed esplosive pizziche della tradizione salentina che hanno ormai varcato i confini nazionali conquistando il pubblico e i turisti. Diretti dal maestro Daniele Durante sono a New York il trombettista Frank Nemola, Roberto Chiga (tamburello) Antonio Amato (voce e tamburello) e Nico Berardi (fiati). Una marching band accompagnata dai danzatori Laura Boccadamo, Lavinia Ottolini, Cristina Frassanito, Andrea Caracuta, Marco Martano e Fabrizio Nigro. I tamburelli colorati con le “zagareddrhe” tricolore e la t-shirt con scritto I Love Puglia e #WeAreInPuglia lanceranno un messaggio di condivisione della bellezza di una regione pronta ad accogliere i turisti americani.

L’hashtag ufficiale #WeAreInPuglia compare anche su un grande striscione che sta sfilando con la delegazione pugliese per indirizzare in maniera efficace e mirata il grande pubblico sui canali social di promozione della Puglia.

La giornata terminerà con una celebrazione del Columbus Day a partire al Consolato Generale d’Italia a New York.

Usa, 'no' anche al Columbus Day: italo-americani in rivolta

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Negli Stati Uniti le lotte contro i simboli sudisti continuano, ad essere preso di mira adesso è l'esploratore Cristoforo Colombo. Il Consiglio comunale di Los Angeles ha stabilito che la figura di Colombo non dovrà più essere elogiata, in quanto si festeggia un uomo che ha provocato il genocidio dei nativi.

Questa iniziativa è stata presa anche da Seattle, Albuquerque e Denver. Anche il Comune di New York sta valutando l'ipotesi di eliminare le statue dedicate a Colombo e i suoi festeggiamenti, nell'imbarazzo del sindaco Di Blasio, che ha fatto della sua italianità un vanto elettorale.

Così il Columbus Day, che si festeggia il 12 ottobre in tutto il continente americano, rischia di essere cancellato dal calendario. L' idea sarebbe quella di sostituire la parata dedicata al navigatore italianocon quella dedicata agli indigeni, aborigeni e popoli nativi.

Immediata la protesta degli italo-americani, disposti a cambiare il giorno di festa pur di festeggiare il connazionale. Chrissie Castro, vice presidente della commissione dei nativi americani, ha appoggiato l'idea di abolire la parata per Colombo, dichiarando "Occorre smantellare le celebrazione di un genocidio sponsorizzate dallo Stato. Celebrare oggi o un altro giorno sarebbe un’ingiustizia".

La Farnesina è intervenuta dichiarando che la scoperta dell'America resta comunque patrimonio dell'umanità, nonostante ogni dibattito.

L’Italia dei sogni illumina New York

di Franco Presicci - “L’Italia dei sogni” di Goffredo Palmerini sbarca a New York. Lo scrittore vi andrà per partecipare, come sempre, al Columbus Day, in rappresentanza dell’ANFE (Associazione Nazionale Famiglie Emigrati). Il prezioso libro verrà illustrato all’Italian American Museum, nel cuore di Little Italy, il 9 ottobre, vale a dire nel mese della Cultura Italiana.

Una notizia che non può non essere accolta con piacere anche perché Palmerini, che dei nostri emigrati nel mondo conosce ogni storia, racconta con piacevolezza ed efficacia, rigore, passione, attenzione ai dettagli fatti, figure, paesaggi, creando sempre emozioni. Quanti ignorano le disavventure, le umiliazioni, gli insuccessi e i trionfi dei nostri connazionali che furono costretti a salire su un bastimento per cercare il pane altrove, dovrebbero leggere e rileggere queste pagine, meditando.

“L’Italia dei sogni” è stato presentato a Milano il 6 giugno scorso, presso l’Auditorium del Credito Valtellinese, da Francesco Lenoci, docente presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e vicepresidente dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano, a imprenditori, intellettuali, banchieri, rappresentanti della stampa…, che hanno apprezzato anche il modo con cui l’oratore ha delineato la personalità di Palmerini, giornalista scrupoloso che è andato a cercare in tutto il pianeta – e continua a farlo – chi ha lasciato la propria terra per affrontare ostilità e sacrifici, superandoli con la diligenza nel lavoro, lo spirito d’iniziativa, la creatività. Goffredo va a trovarli spinto dall’amore e dalla curiosità, e anche dal piacere di essere italiano, abruzzese, aquilano; e tesse le sue cronache senz’alcuna concessione alla fantasia, al colore, all’enfasi.

L’interesse per le persone e per i luoghi, per i valori, le bellezze che sono la ricchezza del nostro Paese così bistrattato, allignano anche in Francesco Lenoci, che ha scritto una trentina di volumi ed è ormai noto in tutta Italia per le tante conferenze tenute da un capo all’altro dello Stivale. Culla a Martina Franca, la terra dei trulli e del Festival della Valle d’Itria e del sole, da anni vive e lavora nella città del Porta e del Manzoni; amata da Stendhal e non solo; la città che adottò Raffaele Mattioli, banchiere e uomo di cultura, nato a Vasto; e artisti di grande talento.

Dalla finestra del suo studio al quinto piano della Terrazza Martini, in piazza Diaz, spinge lo sguardo fino all’ingresso della Galleria Vittorio Emanuele, il salotto di Milano, battezzata come una delle meraviglie locali. Qualcuno definisce Lenoci “il milanese di Martina”. Anche perché di Milano conosce le linee architettoniche, i giardini interni, i cortili dei palazzi patrizi, spesso inaccessibili agli estranei, le vecchie vie e i vecchi quartieri, come la Caminadella, il San Gottardo, l’antico borgo dei formaggiai, la Borsieri, che un tempo ospitò parecchi malandrini e – si dice – per una notte Giuseppe Garibaldi, al civico 14. E naturalmente i navigli, con il loro fascino, il loro passato, i ricordi dei bucintori, del “barchett di Boffalora” e della rozza che tirava i barconi controcorrente.

Lenoci ha anche un dono che a molti manca: sa ascoltare. Se gli parli di Brera o del Bar Giamaica e dei suoi frequentatori degli anni andati, da Giulio Confalonieri a Beniamino dal Fabbro, da Piero Manzoni a Roberto Crippa, al critico cinematografico Pietrino Bianchi, a Lucio Fontana e Ibrahim Kodra, non lo cogli impreparato. Se gli domandi del Liberty e ha tempo, ti prende sottobraccio e ti accompagna dove signoreggia. Vuoi sapere chi e quando lanciò quella prelibatezza che si chiama pizza nel capoluogo lombardo? Non ha bisogno di consultare qualche pagina: ti risponde: “Il ristorante Santa Lucia, che adottò la cucina napoletana attirando addirittura Gabriele d’Annunzio, che, seduto a un tavolo del Gambrinus di Napoli compose il testo della canzone Vucchella”.

Non ha limiti la curiosità del “milanese di Martina”. Io so della sua gioia quando ha parlato de “L’Italia dei sogni” di Palmerini a Milano. Ad esempio, quando ha commentato la copertina, di colore azzurro, con dei puntini neri in basso che nella parte alta si trasformano in stelle, che circondano il tricolore. “Il tricolore – ha precisato Lenoci – è collegato a un trolley tramite una maniglia, che mi piace definire di servizio, eccezionalmente lunga, che funge da scala. E la scala, collegata al trolley e al tricolore, unisce la terra al cielo, realizzando il sogno”.

Goffredo Palmerini, con quel titolo, forse intendeva rivolgere un invito a chi ha perduto l’abitudine di sognare. Non è vero che i sogni ci sottraggono alla realtà. Si pensi a quelli che sognando hanno realizzato cose grandi. Chi ha varcato i confini del proprio Paese ha inseguito un sogno. Il libro di Goffredo è edificante. Merita il successo che ha conseguito.

Al Columbus Day grande successo per l' Orchestra Sinfonica del Petruzzelli

NEW YORK. Grande successo per l’Orchestra del Petruzzelli per cui domenica 9 ottobre si sono aperte le porte del Lincoln Center di New York.

La formazione, diretta dal maestro Alberto Veronesi si è esibita al Rose Theater con un repertorio dedicato alla grande musica italiana, tra le note di Bellini, Donizetti, Puccini, Rossini e Verdi, per rendere omaggio ai 150 anni dell’Unità d’Italia. Applausi anche per i soliti Marina Shaguch, Massimiliano Pisapia e Caroline Jones.

L’iniziativa rientrava nel vasto calendario di eventi organizzati dalla “Columbus Citizens Foundation” in occasione delle giornate dedicate alla comunità italoamericana.

Al concerto hanno partecipato tra le altre autorità anche l’ambasciatore Giulio Terzi di Sant’Agata e Frank Fusaro, presidente della Columbus Citizens Foundation.

Il concerto è stato organizzato grazie al finanziamento FESR della Regione Puglia (progetto per la promozione ed internalizzazione delle Stagioni Artistiche della Fondazione Petruzzelli).

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia