Basilicata: centrodestra vince col 42%. Salvini: "Ora cambiamo l'Europa"

POTENZA - E' l'ex generale delle Fiamme Gialle  Vito Bardi (Centrodestra) il nuovo presidente della Regione Basilicata:  ...

Quanto costa un trapianto di capelli? Svizzera o Turchia: è la nazione a decidere il trapianto dal portafoglio

Se sognate da anni di veder ricrescere i vostri capelli, ma a farvi paura è il costo, allora la Turchia è la meta migliore per far ricrescere l’erba sul vostro conto in banca dopo il trapianto di capelli

Dai 5000 ai 10.000 euro: la spesa media per un trapianto di capelli in Europa. Solo a sentire questo prezzo, ci vengono i brividi e forse dallo spavento ci cadono ancora più capelli. Ma questa operazione è davvero così cara? Come pagare di meno il trapianto di capelli e realizzare l’ardente desiderio di tornare ad avere una chioma folta e naturale?  Eccovi la risposta.

La Turchia è il posto giusto dove fare un autotrapianto di capelli senza subire un trapianto anche dal portafoglio. E il dottor Balwi di Elithairtransplant è il vostro genio della lampada che farà avverare i 3 vostri desideri: ottenere una nuova capigliatura, ricevere un trattamento d’ eccellenza e pagare il meno possibile.

Ma dove si nasconde la fregatura?

La fregatura si nasconde nel fatto che la pizza ad Istanbul non avrà certo lo stesso sapore di quella della pizzeria sotto casa. E invece della solita gita fuori porta al mare, potrete vedere la capitale della Turchia. Insomma, non ci sono inganni.

Il trucco di Elithairtransplant è quello di avere la propria sede in Turchia, dove appunto i costi della vita sono inferiori, ma ciò non significa rinunciare alla qualità. La clinica LIV, dove opera il dottor Balwi, specialista di Elithairtransplant, ha infatti ottenuto la certificazione JCI, che dimostra il grado di eccellenza della struttura a livello internazionale. Oltre alla clinica, anche le tecniche utilizzate sono di altissima qualità. Prima di tutto il dottor Balwi utilizza il moderno metodo FUE, che consiste nell’estrarre i bulbi da una zona donatrice, solitamente la nuca, per reinnestarli nella parte della testa in cui la capigliatura risulta più diradata. Non ci saranno ovviamente spazi vuoti o segni nella zona di prelievo. L’operazione dura alcune ore e il paziente dovrà passare solo 3 giorni nella splendida Istanbul, giusto il tempo di fare una visita preoperatoria, farsi una dormita prima dell’operazione, sottoporsi al trapianto e riposarsi un’altra notte prima della partenza.

Altre prove della qualità di questo centro?

Prima di tutto l’uso dell’anestesia comfort-in. Con questa tecnica, si usa un particolare tipo di siringa, che è come una piccola pistola ad aria compressa, con la quale si vaporizza l’anestetico attraverso l’epidermide. Ciò permette di evitare l’accumulo di anestetico locale e soprattutto di evitare la sensazione di dolore nel paziente. Un’altra tecnica all’avanguardia consiste nell’uso delle lame dalla punta di zaffiro. L’uso di questa accortezza comporta tempi di recupero dei tessuti più rapidi e riduce il rischio di complicazioni sulla cute. Normalmente nella tecnica FUE vengono utilizzate le lame in acciaio per la creazione dei microcanali, che hanno una forma ad U. Con l’uso delle lame in zaffiro i canali assumono una forma a V. L’apertura a U crea dei canali più ampi che causano maggiore sanguinamento e una densità di capelli inferiore.

Quanto costa il trapianto di capelli in Turchia?

Il costo del trapianto di capelli varia ovviamente da persona a persona. Elithairtransplant fa pacchetti a partire da 1799 Euro, in cui sono compresi anche i vari trasferimenti e le spese di alloggio in un hotel di lusso. Il prezzo dipenderà ovviamente dal numero di bulbi che dovranno essere prelevati e reinnestati nella cute del paziente. Il team del dottor Balwi è sempre disponibile a offrirvi un preventivo gratuito o comunque a fornirvi informazioni sull’operazione. I prezzi sono nettamente più bassi rispetto a quelli europei, ma ciò non comporta la rinuncia ad un trattamento di qualità. Un trapianto efficace e dai risultati sorprendenti, senza danneggiare il conto in banca. Basta scegliere il posto giusto per il vostro trapianto.

Striscia di Gaza: razzo a nord di Tel Aviv, 7 feriti

GAZA - Torna la paura sulla Striscia di Gaza, a causa di un razzo che ha colpito una casa in una comunità a nord di Tel Aviv, ferendo 7 persone. Il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, da Washington, ha deciso di tagliare la visita negli  Usa e di tornare in patria dopo l'incontro con il presidente Trump.

Intorno alle 5.20 ora locale (le 4.20 in Italia), il razzo ha colpito una abitazione a Herut, nei pressi di Kfar Saba, nella regione centrale di Sharon, a 35 chilometri a nord di Tel Aviv. La casa è andata a fuoco e i pompieri hanno impiegato quasi un'ora per spegnere le fiamme. Insieme ai 7 feriti, sono stati ricoverate in ospedale anche diverse persone residenti in zona, sotto shock. 

Secondo le informazioni fornite dai soccorritori, un 59enne e una donna di 30 anni sono in condizioni gravi, mentre il marito di lei, e i loro figli, una ragazzina di 12 anni, un bimbo di 3 anni e uno di 6 mesi, hanno riportato lievi ferite. 

Solo dieci giorni fa, due razzi sparati da Gaza caddero su Tel Aviv senza causare danni né feriti: sono stati i primi a cadere sulla città dalla guerra del 2014. Israele ha risposto bombardando un centinaio di obiettivi nell'enclave palestinese.

HAMAS: RAZZO SPARATO PER ERRORE - "Il razzo caduto su una casa in una comunità a nord di Tel Aviv è stato sparato dalla Striscia di Gaza per errore e non è stato un attacco deliberato contro Israele". Lo hanno sostenuto fonti interne ad Hamas, riportate dalla radio israeliana Arutz Sheva. I leader del movimento islamico nell'enclave palestinese hanno promesso all'Egitto, che spesso fa da mediatore tra loro e lo Stato ebraico, che verrà lanciata un'indagine sull'incidente.

Lancia il passeggino contro il compagno: ferito il bimbo

CREMONA - Attimi di follia a Cremona, con protagonista una coppia indagata con l'accusa di maltrattamento di minori per quanto accaduto in pieno centro storico di Cremona. I due stavano litigando animatamente quando la donna in preda alla rabbia ha scagliato il passeggino contro il compagno, incurante della presenza del figlioletto che ha appena un anno. Il piccolo è stato sbalzato a terra e ha battuto la testa, riportando un trauma cranico.

Pronto l'intervento di un'ambulanza e il ricovero all'ospedale cittadino. Il bimbo non è in pericolo di vita, mentre i genitori sono stati denunciati.

Di Maio: "M5S primo partito in Basilicata"

ROMA - "Il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica in Basilicata". A scriverlo su Fb il vicepremier Cinquestelle, Luigi Di Maio. "Gran parte della stampa parla di “voti dimezzati in un anno” e di “crollo” - aggiunge Di Maio - ma la verità è che abbiamo battuto tutte le liste, anche quelle con gli impresentabili dentro, anche quelle con i portavoti di Pittella. A Matera siamo oltre il 30%!".

"Ed è un risultato che conserviamo con grande senso di responsabilità verso il Paese, senza esultanze da stadio. Noi abbiamo un simbolo, una lista. E andiamo avanti così! Considerando il vero tracollo di Pd (che perde ben 16 punti rispetto al 2013) e Forza Italia - sostiene ancora Di Maio - al voto alle elezioni politiche domani potremmo anche rivincere in quella regione, visto che non esisterebbero le miriadi di liste civetta che hanno assorbito centinaia di voti soprattutto nei Comuni di provincia".

Salvini: "In Basilicata triplicati i voti"

ROMA - Il leader della Lega Matteo Salvini esulta per la vittoria del candidato di centrodestra e l'affermazione della Lega in Basilicata: "Grazie!‬ ‪La Lega - scrive Salvini in una nota - in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata!‬ 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l’Europa”.

Basilicata: Bardi brinda alla vittoria con i sostenitori al comitato elettorale

POTENZA - Il neo eletto presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha brindato con i suoi sostenitori al comitato elettorale, dopo aver incontrato la stampa per commentare la vittoria.

Basilicata: Lezzi, "siamo prima forza, grazie a Mattia per il suo impegno"

ROMA – “Siamo la prima forza in Basilicata e a Matera abbiamo toccato il 30%. Grazie ai lucani e grazie ad Antonio Mattia per come si è speso in questa bellissima campagna elettorale e ai nuovi consiglieri eletti, che faranno senz'altro un ottimo lavoro”. Lo scrive su Facebook il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

Protezione civile, Mennea: "Formeremo alla prevenzione dei rischi i ragazzi di tutte le scuole della Puglia"

BARI - “Porteremo la Protezione civile in tutte le scuole della Puglia, perché siamo convinti che la cultura della prevenzione passi attraverso la sensibilizzazione dei ragazzi che sono capaci, più di altri, di comprendere le problematiche ambientali e di rischio e diffonderle in famiglia e nella società”. Lo dichiara il consigliere regionale Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente della Protezione civile Puglia, che insieme all’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, alla sezione regionale di Protezione civile (rappresentata dal dirigente Antonio Mario Lerario) e all’Ufficio scolastico regionale (rappresentato dal direttore generale Anna Cammalleri) ha organizzano per domani 26 marzo alle ore 10 (sala stampa della Presidenza della Giunta regionale, lungomare N. Sauro 33 a Bari) una conferenza stampa, durante la quale sarà sottoscritto il protocollo d’intesa finalizzato alla diffusione, negli istituti scolastici di ogni ordine e grado della Puglia, di piani di formazione in materia di Protezione civile. 

“Contiamo molto su questa iniziativa – prosegue Mennea - per accrescere il livello di conoscenza dei rischi sull’intero territorio pugliese e, soprattutto, rafforzare la capacità di reagire a questi rischi. E poi vogliamo che tra questi ragazzi ce ne siano tanti che possano diventare futuri volontari della Protezione civile regionale”. 

“La cosa più importante che mi preme sottolineare – rimarca ancora l’esponente del Pd in Consiglio regionale – è che esiste una perfetta sintonia tra quello che stiamo realizzando a livello regionale e quanto stanno facendo il dipartimento di Protezione civile e il Miur, a livello nazionale. Si tratta del più grande progetto pilota di formazione nelle scuole, finalizzato a dare impulso all’accordo sottoscritto a livello nazionale, per introdurre un pacchetto formativo in materia di Protezione civile in tutte le scuole”. 

Il protocollo ha, in sintesi, l’obiettivo di diffondere la cultura della Protezione civile a scuola e 
creare una rete tra scuola e istituzioni preposte alle attività di Protezione civile, anche attraverso percorsi didattici finalizzati alla tutela dell'uomo e dell'ambiente. Ha, inoltre, la finalità di far conoscere le persone, i mezzi e le strutture che intervengono in occasione di eventi straordinari, con particolare attenzione agli aspetti della prevenzione, della pianificazione e dell'attenuazione dei rischi, oltre che del soccorso e del ripristino dei luoghi. E, infine, definire percorsi di apprendimento “dinamici”, in grado di consentire a ciascun soggetto di intervenire in modo adeguato, opportuno e tempestivo in caso di pericolo per noi e il nostro territorio.

Bari, "Quel ponte ferroviario mostra segni di cedimento..."

BARI - La pubblica sicurezza è un interesse primario che garantisce la tranquilla convivenza dei consociati. Tuttavia, molte sono le situazioni in cui tale garanzia viene meno a causa della noncuranza della Amministrazione o ente competente. Così in una nota Sos Città.

Vittime di detto disinteresse sono, come sempre, i cittadini baresi. Questi stessi cittadini, attenti alla cura della città, hanno inoltrato diverse segnalazioni riguardanti una situazione al limite del possibile: un ponte di quotidiano transito ferroviario che mostra segni di cedimento. 

Ci troviamo - spiega la nota - in via Renato Scionti, tra via Napoli e viale Europa, in prossimità della fermata Fesca-San Girolamo. La segnalazione ci arriva direttamente da alcuni cittadini sulla nostra pagina FB preoccupati per la sicurezza dei tantissimi pendolari o cittadini che quotidianamente usufruiscono dei treni.

Dalle foto appare visibilmente chiaro il pericolo: superfici sconnesse e cornicioni ceduti, ancora attaccati per pura fortuna, sono un chiaro indizio di un necessario intervento da parte delle ferrovie dello stato. Inoltre, è bene considerare che il suddetto ponte non è abbandonato, ma al contrario è oggetto di continuo e giornaliero passaggio dei treni regionali. 

È doveroso ricordare che all’Amministrazione sono riconosciuti dalla stessa collettività poteri pubblici al fine di soddisfare interessi di naturale generale. 

"Pensare al bene dei cittadini è il primo passo per la costruzione di una città migliore. Lungi da noi creare inutili allarmismi, è chiaro ed evidente però che l’intervento pubblico non può e non deve succedere a eventi disastrosi, ma deve prevenirli. Ecco perche dunque chiediamo a RFI di intervenire immediatamente per mettere in sicurezza il ponte, ma anche all'amministrazione comunale di interessarsi della questione affinché possa sollecitare una maggiore cura e manutenzione", dichiarano in una nota i rappresentanti di Sos Città.

Autismo: iFun, "Tuteliamo chi è arricchito dalla diversità"

FOGGIA - Quando la diversità incontra l’amore, è lì che nasce l’autismo. “Il peggior timore, al giorno d’oggi, è vedere la diversità come il nemico”: queste le parole di Maurizio Alloggio, presidente dell’associazione foggiana iFun, da tempo ritrovo sicuro per famiglie a stretto contatto con lo spettro autistico. 

“iFun è nata, inizialmente, da incontri su panchine di piazza de Gasperi da genitori che sentivano il bisogno di agire per i bambini autistici” e, difatti, l’associazione si occupa di valorizzare le capacità dei bambini autistici e non, curando l’aspetto ludico-ricreativo inclusivo e sviluppando progetti di ricerca nella speranza, per loro, di un futuro migliore. Obiettivo primo dell’associazione è dare sostegno alle famiglie; la differenza non è ciò che divide, ma ciò che accomuna. Ed è in virtù di ciò che iFun non è una semplice associazione, ma una famiglia; non esiste membro che si senta solo, perché la solitudine non appartiene a chi lotta ogni giorno per i propri diritti, ma a chi si arrende ad uno stereotipo erroneamente perpetrato. Naturalmente, ogni progetto, se portato avanti, affronta i suoi momenti di stasi.

Lo sa bene, Maurizio Alloggio, il quale ha rivelato, velato d’orgoglio per i traguardi ottenuti negli anni, che “dopo alcuni anni di progresso, integrazione e inclusione, la paura ha cominciato a farci tornare indietro” e, a tal riguardo, cita il professor Zamagli, il quale è fermamente convinto che il welfare dovrebbe essere visto “come generativo, come opportunità”. Il presidente di iFun conclude attingendo alle esperienze passate come insegnamenti. “Eliminare qualcosa che esiste, come accadeva in epoche passate, lascia una stasi, non porta al miglioramento” è vantaggio per tutti, sostiene, che la diversità diventi un’opportunità, perché le soluzioni portano nuove visioni che possono essere proprie di tutti. 

“Le rampe per le sedie a rotelle sono comode per gli anziani e utili, ma non ci avremmo mai pensato se non avessimo dovuto risolvere questo problema”. Il presidente Alloggio spende, infine, consigli per aiutare a comprendere meglio la ricchezza della diversità; è di essenziale importanza capire che la bellezza è nei dettagli che non scorgiamo e che, non contaminandoci, ci perdiamo un sacco di cose. Conclude con un concetto della filosofia estetica: “Lasciatevi invadere dalla nostra diversità: è disarmante. Ogni cosa disarmante predispone al bene e se esso è nella bellezza, il bello porta al bene. E’ una lezione che ci hanno insegnato migliaia di anni fa”. (Carlotta Casolaro)

'Puglia Food Awards’: aperte le iscrizioni per il premio delle eccellenze enogastronomiche

BARI - Sono aperte le iscrizioni per la seconda edizione dei ‘Puglia Food Awards’, i premi assegnati ai produttori e alle eccellenze enogastronomiche rigorosamente made in Puglia.

Chef, imprese e ristoranti possono candidarsi ad una delle dieci categorie di prodotti, ovvero vino, olio, pasta, pane e taralli e friselle, formaggi, salumi, birra artigianale, distillati e liquori, dolci, conserve alimentari. I vincitori dei ‘Puglia food awards’ godranno di un bollino di eccellenza strategico nelle attività di marketing e promozione.

La manifestazione, organizzata dell'Associazione Culturale Italy Food Awards, nasce con l’obiettivo di individuare, gratificare e premiare le eccellenze enogastronomiche del territorio regionale, nonché il lavoro di chi contribuisce allo sviluppo e alla conoscenza dei singoli prodotti. I Puglia Food Awards vogliono essere un’occasione per riunire in una speciale serata i protagonisti del mondo agroalimentare, che contribuiscono a tenere alto il nome della Puglia nel mondo, portando sulle tavole prodotti di altissima qualità.

“La manifestazione è un’ottima opportunità di promozione per gli operatori del settore – commenta l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leonardo di Gioia - e un’occasione per dare risalto e valore allo straordinario patrimonio enogastronomico pugliese. Ringrazio pertanto gli organizzatori e tutti coloro che, attraverso eventi dedicati, contribuiscono a promuovere, tutelare e valorizzare, anche in un'ottica turistica, le tipicità agroalimentari, che sono la cultura, la storia, l’identità di persone e territori della nostra regione”.

I giudici e i presidenti della giuria - uno per categoria – saranno selezionati tra i massimi esperti nel mondo dell’agroalimentare: giornalisti di settore, addetti ai lavori, rappresentanti delle associazioni di categoria, ristoratori e lo faranno attraverso una degustazione alla cieca per garantire il massimo della trasparenza e dell’imparzialità. Il compito della giuria sarà quello di premiare le migliori aziende pugliesi, dando loro la possibilità di farsi conoscere ai consumatori e ai buyer.

La cerimonia di premiazione si svolgerà durante una serata di gala il prossimo 7 giugno a Bari. L’evento vedrà la partecipazione di produttori, buyer, autorità, giornalisti e addetti ai lavori e godrà della partnership tecnica e del patrocinio di soggetti privati e pubblici, tra cui la Regione Puglia. Il premio 'Puglia Food Awards' nasce per celebrare l’impegno e la competenza nel settore agroalimentare, in questo momento in grande ascesa e con forti prospettive di sviluppo nel mercato estero. 

Le candidature si possono presentare fino al 25 maggio 2019 compilando il format on line disponibile sul sito webwww.pugliafoodawards.com.

Bari, avviata la demolizione della ex abitazione del custode dell'istituto 'Aristide Gabelli'

BARI - Sabato scorso l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio V Giovanni Moretti e dal consigliere comunale Massimo Maiorano, ha effettuato un sopralluogo a Santo Spirito presso l’istituto comprensivo “Aristide Gabelli”, in particolare il plesso scolastico “Aldo Moro”, dove sono state rimosse tutte le porzioni della ex casa del custode contenenti amianto.

L’intero manufatto prefabbricato, come noto, in quanto obsoleto, inutilizzato da circa 20 anni e non più funzionale alle attività dell’istituto, sarà completamente demolito in modo da liberare tutta l’area di ingresso dell’istituto. I lavori di demolizione continueranno oggi e nei prossimi giorni e le macerie verranno rimosse man mano che verrà smontato l’immobile.

Al termine degli interventi, parte di quello spazio servirà a collegare via Dalmazia, strada lungo la quale l’amministrazione comunale ha recentemente realizzato un nuovo marciapiedi, prima inesistente, al servizio e per la sicurezza degli alunni, a via Luisi, la strada alle spalle della scuola, oggi senza uscita. Una soluzione che permetterà di raggiungere l’accesso, da una via pubblica, a un vecchio campo di calcetto nelle vicinanze della scuola, rendendolo fruibile a tutti e in tutte le ore della giornata.

“Le operazioni di bonifica sono state programmate di sabato proprio per non interferire con le attività scolastiche - ha commentato Giuseppe Galasso -. Questo intervento, sollecitato dalla dirigente scolastica, era particolarmente atteso da alunni, genitori e personale didattico e ci consentirà anche di riordinare gli spazi esterni dell’istituto, cercando soprattutto di razionalizzare i posti auto esterni e gli spazi utili per l’ingresso e l’uscita da scuola”. “Durante gli incontri promossi per conoscere e disegnare il futuro del quartiere - ha commentato l’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano - alcuni studenti e docenti avevano chiesto di abbattere quella vecchia casa non più utilizzabile. Sono contenta di aver mantenuto questa promessa e di poter avviare ulteriori interventi nella palestra e per nuovi arredi scolastici”.

“Questa riqualificazione, con il recupero dell’area della ex abitazione del custode - ha aggiunto Massimo Maiorano - consentirà di utilizzare altri spazi e garantire maggiore opportunità formative ai ragazzi del territorio”.

I lavori sono stati effettuati nell’ambito dell’accordo quadro di manutenzione degli edifici scolastici. 

Obesità: al via nelle scuole di Puglia e Basilicata ‘Il buongiorno si vede dal mattino’

BARI - Il rischio di sovrappeso e obesità è maggiore nei bambini che non fanno abitualmente la prima colazione; eppure, in Italia, l’8% dei bambini la salta e il 33% la fa in modo inadeguato. Nonostante la nostra nazione sia la culla della dieta mediterranea, i bambini italiani sono tra i più grassi d’Europa con il 21% di obesi o in sovrappeso. Al Sud la situazione peggiora: ne soffre ben il 35% (Childhood Obesity Surveillance Initiative (2015-17) dell’Organizzazione Mondiale della Sanità). 

Accanto al nucleo familiare, la scuola ha un ruolo fondamentale per contrastare questa tendenza, così che numerosi istituti scolastici di Puglia e Basilicata ospiteranno anche quest’anno il progetto di educazione alimentare e sportiva "Il buongiorno si vede dal mattino" promosso da Di Leo Pietro Spa, impegnata nella produzione di prodotti da forno con origini nel 1663 ad Altamura e con sede a Matera.

Nell’edizione 2018 "Il buongiorno si vede dal mattino" ha coinvolto 16 scuole e oltre 5 mila bambini. Quest’anno il progetto sarà realizzato in oltre venti scuole primarie, raggiungendo anche alcuni istituti a Trento e Parma.

«L’obesità infantile – ha commentato il Cavaliere del Lavoro Pietro Di Leo - è un fenomeno allarmante, che va contrastato a partire dalla scuola. L’educazione alimentare, abbinata a una corretta attività fisica, è uno dei pilastri dell’educazione alla salute: acquisire corrette abitudini a tavola fin dall’infanzia è fondamentale per gettare le basi di un futuro stile di vita sano, mirato al benessere fisico, psichico e sociale. Riteniamo sia doveroso stimolare le nuove generazioni a una maggiore consapevolezza dell’importanza di una alimentazione sana e bilanciata a partire dal pasto più importante della giornata, la prima colazione».

'Gli smalti del Murattiano', conferenza al Museo Civico di Bari

BARI - "Gli smalti del Murattiano" è il titolo della conversazione che Vincenzo Velati terrà martedì 2 aprile, alle 17.30, al Museo Civico di Bari (strada Sagges 13), nell’ambito della mostra “La città del disincanto. Architettura e società dell’ultimo Novecento a Bari”, curata da Nicola Signorile

Lo storico dell’arte Velati propone una inedita ricognizione nell’esperienza dei ceramisti, degli scultori e dei decoratori che collaborarono con gli architetti baresi negli anni Sessanta e Settanta: Sangirardi, Chiaia & Napolitano, Lopopolo, Cirielli. In primo piano le opere di Giordano Belardinelli, dei fratelli Francesco e Raffaele Spizzico, di Mimma Russo Frattasi, di Amerigo Tot e Michele Gregorio. Sullo sfondo, la nascita e i primi anni di attività dell’Istituto statale d’Arte, con l’apporto dei maestri ceramisti faentini Francesco e Paolo Zoli, e la vivacità della scena artistica e culturale barese in quel periodo.

Le decorazioni per edifici, sul prospetto principale o negli androni, segnano con un gesto d’arte il confine tra la costruzione e lo spazio pubblico e – nel caso di palazzi privati – costituiscono un dono al cittadino, prima ancora che la manifestazione della opulenza del proprietario. Si scoprono così sotto una nuova luce grandi pannelli e coloratissime pensiline che il passante ha spesso visto distrattamente.

La mostra “La città del disincanto” è aperta al pubblico fino al 15 aprile. Il libro-catalogo – con gli scritti di G. Carlone, A. Calderazzi, A. Cucciolla, F. P. Gismondi, L. Netti, N. Signorile e V. Velati – è pubblicato da Mario Adda Editore.    

Piazza Affari apre in calo: -0,3%

MILANO - Piazza Affari apre in calo. L'indice Ftse Mib cede lo 0,3% a 21.016 punti.

Moro Vive: giovedì 28 marzo appuntamento all’ISISS 'Fiani–Leccisotti' di Torremaggiore


BARI - Appuntamento giovedì 28 marzo, ore 10.00, nell’Istituto “Fiani - Leccisotti” di Torremaggiore (FG) per il progetto “Moro vive”, l’iniziativa del Consiglio Regionale che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi al pensiero, al ruolo e alla figura del grande statista di Maglie. 

L’iniziativa consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. 

Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. 

La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino. 

Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato. 

Interverrà il Dirigente scolastico Giancarlo Lamedica. La relazione è curata dall’on. Gero Grassi già componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Caso Moro che risponderà anche alle domande degli studenti. 

“Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”. 

Giovani imprenditrici della moda: intervista ad Angela Fani

Domenica 10 marzo presso l'auditorium  dell’I.I.S.S. Del Prete-Falcone di Sava (Ta) si è svolta una manifestazione  motivazionale per giovani imprenditrici della moda dal titolo "Creatività Donna- Vestiti... di arte" organizzata dal Soroptimist International Club di Grottaglie in occasione del progetto nazionale SIforma.

Videointervista a cura di Edoardo Giacovazzo alla Visual merchandiser manager Angela Fani e alle modelle Giulia e Sara


Gdp Tv

Interviste

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia

In evidenza