Pallavolo, Mondiali: l’Italia vince 3-2 contro la Cina e si qualifica per la finale

di FRANCESCO LOIACONO - A Yokohama l’Italia ha vinto 3-2 contro la Cina e si è qualificata per la finale dei mondiali di pallavolo donne ...

Condono, Salvini: "Conte leggeva e Di Maio scriveva, per scemo non ci passo"

ROMA - "Uno leggeva il testo e uno scriveva, verbalizzava. Chi leggeva era il presidente Conte, che ha tutta la mia stima, che sta battagliando in Europa per difendere l'Italia. Lui leggeva e Di Maio verbalizzava". Il vicepremier Salvini fa chiarezza nel corso di una diretta Facebook sulla querelle del condono fiscale e avverte che "quando ci vuole, ci vuole". "A me del condono non me ne frega niente, ma per scemo non passo. E' legittimo cambiare idea, sono pronto a riscriverlo il decreto. Ma patti chiari e amicizia lunga".

Quel decreto c'era "quei fogli sono a Palazzo Chigi, lo dico a anche beneficio degli elettori 5 stelle" e ripete più volte che "io ero in mezzo tra i due, Conte aveva i fogli e Di Maio verbalizzava con me in mezzo ma passare noi per quelli che hanno fatto il condono proprio no", avverte il ministro dell'Interno.

Di Maio: "Il governo non cadrà sul condono"

ROMA - Il vicepremier Di Maio rassicura sulla tenuta del governo dopo le fibrillazioni degli ultimi giorni sul condono fiscale. "Giorgetti - ha dichiarato Di Maio parlando a Repubblica Tv - dice che ci andremo a schiantare? No, io sono tranquillissimo, si lavora come sempre ma noi abbiamo il dovere di dire ai cittadini la verità. Questa è la funzione di un ministro della Repubblica. Sono sicuro che una soluzione la troveremo: mica si vuole far cadere il governo sul condono a chi fa autoriciclaggio o riciclaggio di denaro?".

Governo, Salvini: basta litigi, serve maggiore dialogo

ROMA - Il ministro dell'Interno Matteo Salvini prova a raffreddare lo scontro che si è aperto con il Movimento 5 stelle sul Dl fiscale. "Le polemiche aiutano solo gli avversari del governo, i burocrati europei e gli speculatori. Basta litigi, lavoriamo e risolviamo gli eventuali problemi parlando, non litigando", dichiara Salvini.

Cdm, "Domani vado a Roma a risolvere i problemi"


TRENTO - "Domani vado a Roma per risolvere problemi e ho bisogno di portarmi dietro aria fresca". Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini durante un comizio a Cles, in Trentino. (Courtesy Facebook Salvini).

Pallavolo, Mondiali: l’Italia vince 3-2 contro la Cina e si qualifica per la finale

di FRANCESCO LOIACONO - A Yokohama l’Italia ha vinto 3-2 contro la Cina e si è qualificata per la finale dei mondiali di pallavolo donne in Giappone. Primo set, 4-2 Italia con una perfetta schiacciata di Paola Egonu. Bravissima Lucia Bosetti nelle battute, 11-6. Formidabile Myriam Sylla nei bagher, 14-8. Anna Danesi e Caterina Chirichella eccellenti sotto rete, l’Italia si è aggiudicata 25-18 questa fase di gara.

Secondo set, colpo in diagonale preciso della Li 6-5 Cina. La Yuan ha allungato sul 10-9. La Zhu infallibile nei muri, 13-10. La Cina stavolta si è imposta per 25-21. Terzo set, la Zhu ha mandato con forza il pallone per terra nel campo dell’Italia 6-3 Cina. La Li ha sbagliato permettendo una rimonta, 13-9 Italia. Myriam Sylla velocissima in ricezione, 16-11 per le azzurre. L’Italia ha trionfato 25-16.

Quarto set, La Cina avanti 5-3 per merito della Yan. La Yuan ha consentito un 10-9. Anna Danesi validissima negli aces, 19-18 Italia. Però la Cina ha ribaltato la gara con la Li e la Yan. Le avversarie si sono imposte stavolta 31-29. Quinto set, 6-5 per le azzurre allenate da Mazzanti con Anna Danesi perfetta come universale. La Cina ha impattato 8-8 con la Li. Paola Egonu superlativa nei muri, 12-11 per le tricolori. L’Italia ha vinto 17-15 questo set e 3-2 tutta la gara. In finale l’Italia giocherà domani alle 12,40 con la Serbia che ha sconfitto 3.1 nell’altra semifinale l’Olanda.

Tap, Costa: "Procedura chiusa salvo novità"

LECCE - La procedura sulla Tap è chiusa e non può riaprirsi mettendo in discussione l'opera, salvo che emergano novità rilevanti e impreviste. A renderlo noto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa. “Dal punto di vista giuridico-amministrativo - ha spiegato Costa - il procedimento sarebbe chiuso, ma se ci sono delle insorgenze nuove, che noi non possiamo immaginare, siamo pronti a fare delle verifiche. Stiamo valutando se i documenti presentati dal sindaco di Melendugno contengono elementi nuovi e se effettivamente possono cambiare lo scenario. Essendo una procedura incardinata e definita, per poterla riaprire devono esserci delle novità particolarmente evidenti, tali da dimostrare che la procedura precedente non era corretta, illegittima se non addirittura illegale”.

Costa, parlando del progetto del gasdotto Tap e dei documenti depositati al ministero dell’Ambiente dal sindaco di Melendugno, Marco Potì, ha evidenziato: “Questa verifica ha una valenza esclusivamente tecnica, giuridica e amministrativa, non c’è nulla di politico. Non ci puó essere nulla di politico su una procedura chiusa. Detto questo io farò un appunto alla presidenza del Consiglio perché è una vicenda che non riguarda solo il ministero dell’Ambiente, come è giusto che sia e in maniera molto trasparente”, ha dichiarato Costa.

Tumori: 5 miliardi di euro spesi nel 2017 per i farmaci in Italia

MONACO - Il costo dei farmaci anticancro è in costante crescita nel nostro Paese. In cinque anni (2013-2017) la spesa per le terapie contro i tumori è passata da 3,6 a 5 miliardi di euro. Un incremento che si registra anche a livello globale, visto che nel mondo nel 2017 queste uscite hanno raggiunto i 133 miliardi di dollari (erano 96 nel 2013). Dall’altro lato, però, in Italia i farmaci antitumorali rappresentano soltanto il 7% del costo totale del cancro (che include anche le spese sociali, il mancato reddito del malato e delle persone che prestano assistenza e altri costi indiretti). Non solo. Queste molecole antitumorali hanno consentito di ottenere importanti risparmi sulla spesa sanitaria totale, quantificabili nel nostro Paese in circa un miliardo e 500 milioni di euro in un quinquennio (2013-2017), riducendo ad esempio il numero delle ospedalizzazioni e il costo di altre prestazioni e migliorando la qualità di vita dei pazienti. Oggi la nuova frontiera della lotta ai tumori è costituita dall’oncologia di precisione e la sfida è poter garantire a tutti i pazienti le cure migliori in tempi brevi. Un obiettivo su cui si confrontano più di 24mila esperti al congresso della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO, European Society for Medical Oncology), che si apre oggi a Monaco. “Nel periodo 2012-2016 nel mondo sono state lanciate 55 nuove molecole anticancro - spiega Stefania Gori, Presidente nazionale AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) e Direttore dipartimento oncologico, IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria-Negrar -. L’Italia, che ha consentito l’accesso a 36 di queste terapie entro il 2017, si colloca al quarto posto dopo gli Stati Uniti (47), Germania (44) e Regno Unito (41) e davanti a Francia (35), Canada (33) e Spagna (31). Si tratta di un risultato molto importante, anche perché il nostro sistema sanitario è universalistico e garantisce le cure a tutti cittadini, a differenza di quanto avviene ad esempio negli USA. Però non si può considerare soltanto il parametro ‘costo’ senza analizzare il risultato che ne deriva”.

“E i risultati ottenuti oggi in Italia sono molto buoni - afferma Giordano Beretta, Presidente eletto AIOM e Responsabile Oncologia Medica Humanitas Gavazzeni di Bergamo -. Nel 2018 nel nostro Paese sono stimati 373.300 nuovi casi di tumore (194.800 uomini e 178.500 donne): una crescita in termini assoluti (perché aumenta la parte di popolazione anziana), ma a fronte di una stabilità nel numero annuale di morti per tumore e di un aumento della sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi rispetto agli Anni Novanta. Il 63% dei pazienti che hanno avuto il cancro è infatti vivo a cinque anni, percentuale che pone l’Italia al vertice in Europa (57%)”.

“Per affrontare la malattia ‘cancro’, non dobbiamo comunque limitare la nostra attenzione solo ai costi del farmaco antitumorale – continua il Presidente Gori -. È necessario, invece, avere una visione globale: devono quindi essere potenziati gli investimenti in prevenzione (agire su stili di vita scorretti potrebbe ad esempio dimezzare nei prossimi decenni il numero di nuove diagnosi di tumore in Italia) e le Reti oncologiche devono diventare realtà in tutte le Regioni italiane”.

“Le Reti oncologiche, mettendo in rete le strutture sanitarie, permettono infatti un’assistenza adeguata di ogni paziente razionalizzando al contempo i costi, con una riduzione degli sprechi – sottolinea Giordano Beretta -. È necessario, quindi, delineare i PDTA (percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali) per patologia e identificare indicatori che permettano una costante valutazione delle performance sanitarie regionali”.

“È inoltre essenziale che tali indicatori siano idonei e anche facilmente estraibili dai flussi amministrativi. E ancor più: che siano ‘condivisi’ tra società scientifiche, oncologi e Istituzioni (AGENAS e Ministero della Salute) - continua il Presidente Gori -. Una organizzazione sanitaria adeguata può incidere infatti sulla sopravvivenza dei pazienti in modo incredibile. Essere curate in ospedali ad alto volume di attività aumenta i tassi di sopravvivenza a 5 anni delle donne con carcinoma mammario, così come una gestione multidisciplinare di queste pazienti può permettere di ridurre del 18% la mortalità per questa neoplasia a 5 anni”.

“Questi risultati – conclude il Presidente Gori – sono stati evidenziati in Belgio e in Gran Bretagna, ma ci offrono una dimensione di ciò che è ottenibile attivando un’organizzazione sanitaria oncologica adeguata, razionale e di qualità”.

Spedicato inizia la riabilitazione

di PIERO CHIMENTI - Ad un mese dall'emorragia cerebrale che ha lo ha colpito nella propria abitazione, Lele Spedicato ha lasciato il 'Vito Fazzi' di Lecce dove era ricoverato per trasferirsi in un centro di riabilitazione, forse a Roma, per completare il suo pieno recupero. Il chitarrista dei Negramaro che, ormai riconosce appieno i suoi affetti, non vedrebbe l'ora di tornare sul palco sul palco con la sua band e avrebbe chiesto di poter avere la sua chitarra.

Uccise il compagno a coltellate per difendersi, assolta

GENOVA - Si chiude con una sentenza di assoluzione il processo di primo grado ad Alessia Mendes, la ballerina 40enne di origini brasiliane che nel giugno del 2017 uccise il compagno, Alessio Rossi, al culmine di una lite.

E' stata proprio la frequenza e la violenza dei litigi, e i maltrattamenti che la Mendes ha più volte denunciato, a spingere i giudici a considerare le coltellate inferte a Rossi come legittima difesa, e dunque a optare per l’assoluzione con formula piena.

La Mendes, detenuta in carcere, verrà così rimessa in libertà nelle prossime ore: alla lettura della sentenza è scoppiata in lacrime, e con lei anche la madre e l’avvocato Rachele De Stefanis che l’ha assistita sin dal primo giorno.

I fatti risalgono al 23 giugno del 2017. Nell’appartamento gli agenti rinvennero il corpo del compagno, il 35enne meccanico Alessio Rossi, ucciso da una coltellata. Ai poliziotti, che alla fine erano riusciti a convincerla a rientrare in casa, Mendes aveva spiegato di avere reagito per difesa: al culmine della lite Rossi aveva afferrato un coltello minacciandola e avvicinandosi pericolosamente, e nella lotta la lama era finita nelle mani della donna, che aveva sferrato diversi fendenti rivelatisi poi fatali.

Una ricostruzione che, insieme con le denunce da lei sporte in passato contro il compagno, hanno spinto i giudici a emettere un verdetto di non colpevolezza contro cui il procuratore capo, Francesco Cozzi, ha già annunciato di voler ricorrere.

Matera, vietato uso acqua potabile

MATERA - La Città dei Sassi a secco. A causa del "superamento dei parametri dei batteri coliformi a 37 gradi centigradi del partitore Terlecchia-Matera", con un'ordinanza cautelativa, il sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri, ha disposto il divieto "in tutto il territorio comunale di far uso per fini potabili dell'acqua erogata da Acquedotto Lucano, fino a diversa disposizione". E' stata inoltre disposta la chiusura delle scuole per oggi, venerdì 19 ottobre.

Moda, marchio Armani resterà indipendente

MILANO (Reuters) - Armani rimarrà un marchio indipendente. Lo ha detto il fondatore Giorgio Armani in un'intervista al quotidiano MF. In risposta a una domanda sulle offerte che lo stilista ha ricevuto per rilevare il marchio, Armani risponde: "mi hanno avvicinato in molti, ma la risposta è sempre stata la stessa".

Lo stilista è anche fiducioso nel futuro della moda italiana, dicendosi convinto "che la carta dei piccoli e indipendenti potrebbe essere vincente, perché assicura adattabilità e flessibilità".

"Moody’s promuove Emiliano, ma i cittadini rischiano la vita per i continui disservizi della nostra sanità"

BARI - “Mentre la società di rating, Moody's, plaude alla sanità di Emiliano senza essere mai venuta in Puglia, i cittadini rischiano la vita per le scelte del Governatore, che privilegiano i bilanci rispetto alla tutela della loro salute”. Lo dichiara il consigliere regionale del M5S Mario Conca. “Bisogna fare salti mortali per garantire l’emergenza-urgenza, data l'inattività di reparti salvavita e il non funzionamento delle grandi macchine, mettendo gravemente a rischio la salute degli ignari assistiti e complicando la quotidianità agli operatori del 118. Per non parlare delle lunghe liste d'attesa e dei 400 milioni di mobilità passiva, al lordo dei costi sociali diretti e indiretti che l’agenzia dimentica di calcolare e che sono più che sintomatici di un malessere assai diffuso”.
Conca torna a sollecitare il Presidente Emiliano e i Direttori Generali delle Asl di Bari e BT Sanguedolce e Delle Donne a risolvere i problemi più volte segnalati nei giorni scorsi.

“Avevo chiesto - spiega il pentastellato - di rimettere in attività le Tac di Molfetta e Putignano, della Radiologia di Monopoli e dell'Angiografia ed Emodinamica di Andria. Come al solito niente è stato fatto, così come non è stata riparata la stampante a Monopoli e non sono stati ripristinati l'iniettore per i mezzi di contrasto a Putignano, il tubo radiogeno a Molfetta e l'unica emodinamica dell'intera Bat, quella di Andria sottoposta ad una ristrutturazione programmata a partire dal 12 ottobre. Rispetto alle mie segnalazioni la situazione è addirittura peggiorata, visto che alla black list si è aggiunto il blocco dell'emodinamica del San Paolo fino al 19 ottobre e il blocco dei ricoveri in Pneumologia al Di Venere perché non ci sono più bocchettoni per l'ossigeno liberi e le barelle diffuse sono terminate”.

“Per Emiliano, però - incalza Conca - va tutto bene, ed è per questo che continua a dismettere reparti e a declassare ospedali, ritardando l'applicazione del piano di riordino. Un suicidio economico, che sta mettendo seriamente a rischio l'operatività degli ospedali sopravvissuti. Chi glielo dice agli ai biscegliesi, agli andriesi e ai barlettani, che quando c'è da trasportare in ambulanza un paziente con un infarto STEMI ed edema polmonare bisogna portarlo a Bari? Affrontare tanti chilometri con una coronaria chiusa è un grave rischio per il paziente, infatti ci sono stati già un paio di morti alcuni mesi addietro quando la coronarografia andriese era nuovamente inattiva. Chi glielo dice ai parenti che se ci fosse stata l'emodinamica ad Andria si sarebbero potuti salvare? Da Canosa e Minervino, invece, per non affrontare il viaggio verso Bari ci si dirige verso Foggia percorrendo 60 chilometri, ma la stessa cosa succede se abiti a Poggiorsini, Gravina o Altamura per interessi baronali, primariali e clericali. Se dovete farvi venire l'infarto, fate in modo di trovarvi a Bari - conclude - dove insistono otto emodinamiche, altrimenti rischiate seriamente di non poterlo più raccontare”.

Bari, 'ragnatela' per cinque usurai

di PIERO CHIMENTI - La Guardia di finanza di Bari ha arrestato con l'operazione denominata 'Ragnatela' cinque persone, tra cui un noto pregiudicato di San Girolamo con l'accusa di usura. Il blitz ha permesso di sequestrare un'importante patrimonio.

La Nazionale di pallanuoto svizzera a Bari per preparare i prossimi Europei


di NICOLA ZUCCARO - E' stata ricevuta nella mattinata di venerdì 19 ottobre, presso la sala giunta di palazzo di Città, dall’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli la nazionale di pallanuoto maschile della Svizzera, accompagnata dall’allenatore Stockly Ruedi e dal team manager Sterzik Uwe.

La selezione elvetica ha infatti scelto l’impianto dello Stadio del Nuoto di Bari per una sessione di allenamenti intensivi che termineranno con la disputa di quadrangolare che fra sabato 20 e domenica 21 ottobre vedrà la partecipazione del Crotone (neo promosso in A/2 ed il cui portiere Francesco Tramacere per la doppia cittadinanza italo-svizzera ne è stato il promotore di questa iniziativa), dell'Acqua Chiara di Napoli e della Rari Nantes Salerno.

Per la nazionale svizzera che ha scelto l'impianto di Viale di Maratona per la sua efficienza e per l'assenza di adeguate strutture di preparazione pallanuotistiche, sarà un valido test di preparazione per il torneo di qualificazione ai prossimi Campionati europei e che prenderà il via a febbraio del 2019.

Scamorza bianca a fette richiamata per Escherichia coli: allarme del Ministero della Salute

ROMA - Per due lotti di scamorza bianca a fette a marchio Coop e Cuor di Fette Parmareggio è stata appena diramata un'allerta dal Ministero della Salute perchè potrebbero contenere il pericoloso batterio Escherichia Coli " produttore di tossina Shiga (STEC). L’allerta in questione, riguarda solo il lotto lotto numero 25L18341 e data di scadenza 08/11/2018; lotto numero 25L18345 e data di scadenza 12/11/2018 della COOP e il lotto numero 25L18345 e data di scadenza 12/11/2018; lotto numero 25L18345 e data di scadenza 17/11/2018 marca PARMAREGGIO.

La scamorza a fette richiamata è stata prodotta in provincia di Reggio Emilia da Parmareggio Spa nello stabilimento di via Togliatti 34AB, a Montecavolo di Quattro Castella, (marchio di identificazione. L’avviso di richiamo precisa che la presenza del batterio è stata accertata dalle analisi dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno a mezzo notifica rapporto prova 152853 del 15/10/2018 per l’Asl NA 2 Nord. Alcuni dei lotti sono stati richiamati in via precauzionale, in quanto si sospetta una contaminazione della materia prima utilizzata in fase di produzione.

Nell’ottica d’informazione quotidiana ai consumatori in materia di allerte alimentari, lo “Sportello dei Diritti” nella persona del presidente Giovanni D'Agata, raccomanda, a scopo precauzionale, di non consumare la scamorza bianca a fette Coop e Parmareggio con i numeri di lotto e le scadenze segnalate e di restituirla al punto vendita d’acquisto per il rimborso. Per visualizzare i richiami del Ministero, basta recarsi sul sito dell'istituzione e cliccare sul link "richiami di prodotti alimentari da parte degli operatori" sotto la voce "Avvisi sicurezza".

Gdp Tv

Le interviste del Gdp

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia