Cantieri in città: l'assessore Galasso fa il punto dopo la settimana di ferragosto

L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso fa il punto sullo stato dei cantieri in città al termine della settimana di ferr...

Cantieri in città: l'assessore Galasso fa il punto dopo la settimana di ferragosto








L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso fa il punto sullo stato dei cantieri in città al termine della settimana di ferragosto.

Ripreso regolarmente il cantiere di via Sparano, interrotto solo per qualche giorno a cavallo di ferragosto: le lavorazioni sono ora in corso in corrispondenza di via Crisanzio, dove le maestranze sono impegnate nell’esecuzione delle aiuole e fioriere previste all'incrocio verde. Il cantiere proseguirà senza interruzioni fino a novembre per arrivare alla consegna dell’opera entro la prima metà di dicembre.


Sono pressoché completate le lavorazioni che hanno interessato il marciapiede degli isolati di corso Vittorio Emanuele, tra via Sparano e via Roberto da Bari, un intervento realizzato nell'ambito del restyling di via Sparano, necessario per portare tutti i cavidotti degli impianti tecnologici della nuova via dello shopping verso Palazzo di Città, dove saranno connessi con il server comunale, e di qui con la sala operativa della Polizia locale per monitorare il sistema di videosorveglianza. Nei prossimi giorni si procederà alla bocciardatura dei nuovi marciapiedi realizzati in pietra, in analogia a quanto già fatto in via Roberto da Bari.

Mezzi all’opera anche su un piccolo cantiere per l’esecuzione del sistema di fognatura in via Beltrami / via Tunisi / via Mola, nei pressi del sottopasso pedonale, dove si verificavano ripetuti allagamenti proprio a causa dell'assenza di un tronco di fogna bianca. Si è scelto di intervenire sul problema in questo periodo per minimizzare i disagi all’utenza pedonale che utilizza abitualmente il sottopassaggio ferroviario.

Gli interventi di pulizia delle caditoie tra Torre Quetta e San Giorgio (oltre 170 su 4,5 km di strada) riprenderanno invece mercoledì, data di riapertura della discarica dove vanno conferiti i reflui dell’aspirazione della fogna bianca recuperati dai pozzetti e dalle condotte, per poi completarsi entro fine mese.

In questa settimana, o al più all’inizio della prossima, si procederà alla demolizione di due classi della scuola materna Rita Levi Montalcini a Torre a Mare per consentire gli interventi di costruzione della nuova palestra. Pertanto le due sezioni della scuola Montalcini si sposteranno alla scuola Acquaro, in via Morelli e Silvati, dove sono in corso i lavori di ristrutturazione della palazzina che ospitava l’abitazione del custode, che sarà trasformata in modo da realizzarvi aule scolastiche, e dei locali limitrofi, finora utilizzati come sede di alcuni servizi sociali, che invece ospiteranno le classi della materna Montalcini, che verranno accoppiate a due altre sezioni esistenti.


Lunedì prossimo riaprirà il cantiere per il raddoppio di via Amendola, e nel corso della settimana riprenderanno anche i lavori nel Teatro Piccinni. A settembre, infine, saranno siglati i contratti per dare il via alla realizzazione del mercato coperto di via Pitagora e per l’avvio dei lavori del parco della ex Rossani.

Elia Viviani conquista Amburgo



di PIERO CHIMENTI -
Elia Viviani conquista Amburgo: Elia Viviani conquista con il cyclassic di Amburgo il suo XV trofeo virgola il primo da campione italiano vinto a giugno. Il velocista Veronese è Quick step Floor, ha battuto in volata il francese Demare e il norvegese Kristoff.



Bari: il Sindaco Decaro chiede di "convocare d'urgenza un tavolo''



BARI - Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, chiede al Ministero della Giustizia di "convocare d'urgenza un tavolo" sulla questione dell'edilizia giudiziaria barese. A 11 giorni dalla scadenza dei termini per lo sgombero totale per rischio crollo dell'immobile di via Nazariantz, sede di Procura e Tribunale penale, la giustizia barese è ancora senza una sede dove trasferire gli uffici.


Nei giorni scorsi il procuratore Giuseppe Volpe ha scritto all'Inail, proprietario del palazzo, perché chiedesse al Comune una proroga dei termini dello sgombero. I soli edifici attualmente disponibili per il trasloco, l'ex sede distaccata di Modugno e un palazzo in via Brigata Regina, sono infatti insufficienti e, quindi, il rischio è di una interruzione dell'attività giudiziaria. Alla nota di Volpe ha fatto seguito, nelle ultime ore, una lettera con la quale l'Inail non chiede formalmente la proroga ma "chiede al Comune di assumere gli opportuni provvedimenti, precisando che nulla osta in ordine alla richiesta della Procura".

Genova, crollo ponte Morandi: consegnati i primi cinque alloggi



Sono stati consegnati i primi cinque appartamenti ai cittadini sfollati dalle proprie abitazioni dopo il crollo del ponte Morandi a Genova. Si trovano in tre diverse palazzine di via San Biagio, nel quartiere di Bolzaneto, a pochi chilometri dal luogo del disastro. Negli alloggi vengono complessivamente ospitate 21 persone, appartenenti a cinque diverse famiglie. Altri sei appartamenti saranno consegnati martedì.

Ministro esteri tedesco visita Auschwitz



"Abbiamo bisogno di questo posto, perché la nostra responsabilità non finisce mai". Così il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas, oggi a margine di una visita al campo di sterminio di Auschwitz. "Questo è il posto peggiore del mondo. Qui bisogna decidersi: o si perde la fede nell'umanità, o si guadagna la speranza e la forza per battersi perché la dignità umana sia tutelata, e si fa qualcosa per questo", ha aggiunto. Si tratta della prima visita negli ultimi 26 anni di un ministro degli esteri tedesco al campo di concentramento simbolo dell'Olocausto, in cui vennero uccise 1,1 milioni di persone, la maggioranza delle quali ebree.
(ANSA).

Monopoli: arrestato spacciatore 31enne


I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Monopoli hanno arrestato un 31 enne del luogo con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di un giovane elettricista incensurato, ma già segnalato, quale assuntore di cocaina. I militari non hanno avuto difficoltà ad individuare, fra i numerosissimi ragazzi che popolavano il centro storico di Monopoli, un giovane ben vestito, che si aggirava con fare sospetto, avvicinando i passanti e confondendosi fra la folla. 
Lo spacciatore è stato trovato con in possesso 11 dosi di cocaina, pronte alla vendita, nonché 250,00 euro in contanti frutto dell’illecita attività di spaccio. La perquisizione veniva estesa anche alla sua abitazione, dove i militari rinvenivano altri gr. 4,5 di cocaina, gr. 3 di marijuana e materiale atto al confezionamento. Attualmente è sottoposto agli arresti domiciliari in attesa di essere processato nei prossimi giorni con il rito per direttissima. 

L'Udinese riapre la campagna abbonamenti


L'Udinese riapre la campagna abbonamenti per la stagione 2018-2019. Le sottoscrizioni, fa sapere il club friulano, potranno essere effettuate da oggi alle 15 fino alle 13 di sabato 25, ma per venerdì e sabato la sottoscrizione sarà aperta solo all'Udinese Point. Il club ha reso noto anche i prezzi dei biglietti per le prime quattro gare casalinghe. In particolare per Udinese-Juventus gli abbonati a 17 gare (Family, Studenti e Sportivi) potranno esercitare, da venerdì 24 agosto a venerdì 31 agosto, la prelazione esclusivamente sul proprio posto, usufruendo dello sconto previsto; non è ammessa la possibilità di effettuare acquisti in delega per terze persone. I prezzi ordinari per la partita con la Vecchia Signora andranno dai 60 euro di curve e settore ospiti ai 140 del biglietto intero in Tribuna centrale.

Genova, Matteo Renzi attacca Di Maio: ''Ci infama''



Matteo Renzi attacca Luigi Di Maio in merito al crollo del ponte Morandi e alle accuse sui rapporti Pd-Autostrade, negando di aver mai preso finanziamenti dalla società. "Genova non è una favoletta - twitta l'ex premier -. Lo squallido Di Maio ci infama ma i soldi da Autostrade li ha presi la Lega e non noi. Conte era il legale dei concessionari e Salvini ha votato a favore del dl pro-Autostrade e noi contro. Questi sono fatti e non fake news".

Violenta la compagna: arrestato 32enne



Per tre giorni è rimasta in balia del compagno, che l'ha pestata brutalmente costringendola anche a rapporti sessuali non consenzienti prima di riuscire a scappare di casa e presentarsi, in stato di shock, tumefatta e con un occhio nero, ai Carabinieri cui ha raccontato quanto accaduto prima di essere condotta in ospedale per le cure del caso da dove è stata dimessa con una prognosi di 21 giorni. Protagonista della vicenda una donna reggiana di 30 anni.

Alla luce di quanto raccolto, i militari del nucleo radiomobile hanno raggiunto l'abitazione della coppia dove hanno trovato il compagno della ragazza - un 32enne - arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, sequestro di persona e violenza sessuale oltre a detenzione di droga ai fini di spaccio visto che in casa sono stati rinvenuti due grammi scarsi di cocaina e appunti che fanno ricondurre a una attività di spaccio. 
(ANSA).

Ponte Genova, Salvini e la polemica del selfie: ''Non mi colpisce la polemica strumentale di alcuni politici''



La polemica sul selfie dopo i funerali di Stato a Genova, sta facendo discutere tutti, dai media alla gente, che sui social accusa il Ministro Matteo Salvini di essere stato poco sensibile in una giornata triste e difficile per la città di Genova. "Non mi colpisce la polemica strumentale di alcuni politici, mi colpisce il basso livello di una certa parte del giornalismo italiano che non rappresenta il bello del Paese - commenta. Se alla fine di una funzione di due ore una ragazza, mi chiede: Ministro, per cortesia, posso farle una foto? dovevo allontanarla o rispondere in modo educato?".

Il Premier è comunque orgoglioso dell'appoggio di molte persone: ''Sono orgoglioso di tutti gli abbracci che ho ricevuto a Genova e a questi poveretti non rispondo neanche''.

Spagna, auto sui pedoni a Saragozza: 3 feriti



Un automobilista ha travolto un gruppo di pedoni che si trovava su un marciapiede di Saragozza, in Spagna, ferendo almeno tre persone. Lo riportano i media internazionali, sottolineando che il conducente della vettura è fuggito a piedi, per poi essere arrestato. Al momento i feriti sono un uomo di 45 anni e una coppia di anziani.

Marilyn Manson: concerto annullato in Texas per un malore



Non è un periodo sereno per la rockstar Marilyn Manson. Dopo la sfortunata vicenda che lo ha visto coinvolto in una delle sue date del tour (gli crollò un pezzo di palco che gli aveva procurato danni alla gamba e alla caviglia), il Reverendo, ha dovuto interrompere il suo live in Texas, al Cynthia Woods Mitchell Pavilion di Woodlands, per un malore.

Il Reverendo sta portando in giro il suo "Twins of Evil: The Second Coming Tour" per promuovere l'album "Heaven Upside Down". Come ha scritto la testata locale "Houston Press" il cantante sarebbe stato vittima di un'intossicazione alimentare.  Si trattava del terzo concerto americano che fa parte di un tour iniziato il 16 agosto a Dallas e che terminerà il 31 ottobre ad Orlando, in Florida.

Subito dopo il malore Manson è stato sostituito dal collega Rob Zombie, con cui sta condividendo il palco durante le date del tour: "Il mio caro amico, il signor Manson, non è decisamente in forma. Probabilmente adesso è nel suo tour bus e sta da schifo. Ho bisogno di qualcuno che canti con me la prossima canzone, quindi tirate fuori la voce e cercate di farlo stare meglio!" ha urlato ai fan.

Bari, controlli di ferragosto: tre arresti e due denunce



BARI - I Carabinieri della Compagnia di Barletta hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella settimana del ferragosto, con perquisizioni domiciliari e posti di controllo alla circolazione stradale, in modo particolare lungo le arterie di collegamento con gli altri paesi della costa, lungo la SS 16 e nei pressi degli accessi ai caselli autostradali. Tali servizi hanno consentito l’arresto in flagranza di tre persone.

Il primo arresto per droga si è realizzato nell’ambito di un accesso effettuato in orario serale presso un bar di Barletta frequentato da numerosi giovani. Nel corso del controllo, all’arrivo dei Carabinieri, un ragazzo ha tentato subito di defilarsi guadagnando l’uscita dal retro del locale, dove però erano ad attenderlo, per sua sfortuna, altri militari che lo hanno bloccato nel tentativo di darsi alla fuga. Nella circostanza, il giovane tentava di disfarsi di un involucro in plastica gettandolo a terra che veniva prontamente recuperato ed all’interno del quale venivano rinvenute due dosi di cocaina. La successiva perquisizione personale permetteva altresì di rinvenire, occultate all’interno del pacchetto di sigarette, altre dosi della medesima sostanza e 70 euro provento dell’attività di spaccio. Il giovane, 20enne della Romania, già noto alle FF.OO., su disposizione della competente A.G., veniva tradotto presso la Casa Circondariale di Trani (BT), in attesa di giudizio.

Nell’ambito della medesima attività tra gli avventori del bar venivano identificati alcuni soggetti con precedenti penali e deferito per inosservanza all’autorità giudiziaria un barlettano, sorvegliato speciale.

Il secondo arresto è quello avvenuto nei confronti di un pregiudicato di origini marocchine, 35enne da anni residente in Barletta. In tarda serata giungeva una segnalazione al 112 di un cittadino che chiedeva assistenza nella zona del lungomare di Ponente per la presenza di un uomo che per consentirgli il parcheggio dell’auto lo aveva minacciato chiedendogli del denaro. La pattuglia, recatasi sul posto, raccoglieva le dichiarazioni del segnalante che forniva una descrizione dettagliata del reo, il quale, dopo un minuzioso pattugliamento veniva rintracciato. Il soggetto fermato, corrispondente alla descrizione fornita e già noto ai militari, veniva pertanto accompagnato in caserma per gli accertamenti del caso e la ricostruzione dei fatti. 

Il terzo arresto, invece, è avvenuto a carico di un 20enne di Barletta, finito agli arresti domiciliari su ordine dell’Autorità Giudiziaria, per violazioni alle prescrizione dell’obbligo di dimora a cui era sottoposto.

Morbillo: 41.000 casi Europa nel 2018



Oltre 41mila adulti e bambini nella regione europea dell'Oms sono stati colpiti dal morbillo nei primi sei mesi del 2018, più di tutti quelli registrati in un intero anno in questo decennio. Lo afferma l'Organizzazione, secondo cui l'Italia è uno dei 7 paesi sui 53 della regione in cui si sono superati i mille casi, mentre l'Ucraina è al top con 23mila. 

Fino a questo momento, sottolinea il bollettino della European Regional Verification Commission for Measles and Rubella Elimination pubblicato oggi, il numero massimo di casi in un anno tra il 2010 e il 2017 è stato 23927, toccato lo scorso anno, mentre nel 2016 si è avuto il record negativo con 5273. Sette paesi hanno superato i mille casi, Italia, Francia, Serbia, Grecia, Russia, Georgia e ovviamente Ucraina, e in tutti e sette ci sono stati dei morti, in totale 34 dal'inizio dell'anno.

Allenatore SSC Bari, Cornacchini prossimo alla nomina


di NICOLA ZUCCARO - Inizia quest'oggi, lunedì 20 agosto 2018 , una settimana decisiva per la SSC Bari, a partire dalla scelta del nuovo allenatore e per il quale nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Giovanni Cornacchini. L'ex attaccante del Fano con un prestigioso passato nel Milan di Arrigo Sacchi, è il profilo più indicato per l'immediata risalita in C, in virtù del campionato di Serie D vinto con l'Ancona nella stagione sportiva 2013-2014. Il tecnico 53enne potrà essere al lavoro già da domani nel ritiro di Roma,dove potrà contare su una rosa prevalentemente composta da calciatori provenienti dalla Primavera del Napoli.

Dopo l'ufficializzazione del nuovo allenatore si attenderà l'assegnazione del Girone che accoglierà il Bari per il torneo interregionale 2018-19. Per ragioni strettamente legate all'ordine pubblico, la squadra biancorossa potrebbe essere aggregata al raggruppamento composto dalle compagini marchigiane, abruzzesi e molisane. Se ne saprà di più a metà settimana con la composizione dei Gironi al quale seguirà, a stretto giro, il sorteggio dei calendari, previsto per sabato 25 agosto 2018.

Terlizzi: minorenne arrestato per furto




TERLIZZI (BARI) -
Quando si è accorto che nell'appartamento a Terlizzi in cui stava rubando sono entrati anche i carabinieri, un minorenne della zona ha provato a nascondersi sotto il letto ma è stato trovato e arrestato per il reato di tentato furto aggravato. Quando i militari lo hanno perquisito, hanno scoperto che il giovane aveva già preso un tablet e alcuni gioielli. 

Il minorenne, che si era allontanato da una comunità di recupero, vivendo di espedienti e senza fissa dimora, aveva approfittato dell'assenza dei proprietari dell'appartamento, fuori città per le vacanze, per tentare il furto. Alcuni cittadini, però, lo hanno visto forzare la porta d'ingresso e hanno avvisato una pattuglia della polizia locale che ha allertato i carabinieri. Entrati, i militari hanno trovato la casa a soqquadro. I carabinieri ora stanno indagando per capire se il minorenne sia responsabile di altri furti simili avvenuti nei giorni scorsi nella stessa zona. Intanto il giovane, su disposizione della Procura presso il tribunale per i minorenni di Bari, è stato portato nel carcere minorile del capoluogo pugliese.(ANSA).

Coltiva marijuana in casa: 23enne denunciato



I Carabinieri della Stazione di Ospedaletto d’Alpinolo, a termine di specifica attività info-investigativa, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un 23enne del luogo, ritenuto responsabile di coltivazione di sostanze stupefacenti.

Nello specifico, i militari, al termine di alcuni servizi di osservazione, valutati gli elementi probanti raccolti sino a quel momento, hanno fatto accesso nell’abitazione del giovane, procedendo ad un’approfondita perquisizione. Fin dal loro ingresso nell’abitazione, i Carabinieri si accorgevano di aver colto nel segno in quanto un caratteristico odore pungente si propagava per l’intero immobile.

I sospetti trovavano conferma quando, all’interno di una serra artigianale realizzata nel sottotetto, hanno trovato la coltivazione di tre piante di cannabis indica: nella struttura era stato creato l’ambiente ideale, con tutte le condizioni climatiche e di luce, necessario alla crescita di tre esemplari dell’inconfondibile vegetale, collocati in appositi vasi, dell’altezza di circa un metro e recanti un corposo quantitativo di infiorescenze idonee alla preparazione della marijuana.

Si tratta di una serra realizzata in legno e carta stagnola, con sistema di aereazione, termostato, sensore di umidità, timer, due ventilatori ed illuminazione con una particolare lampada irradiante una luce che stimola il ciclo vegetativo delle piante, frequentemente utilizzata per le coltivazioni di cannabis in ambienti chiusi.

Nel prosieguo dell’attività di polizia giudiziaria gli operanti rinvenivano e sottoponevano a sequestro anche la somma di 335 euro nonché un fazzoletto contenente analoga sostanza stupefacente. La mole di elementi raccolti consentivano ai Carabinieri di delineare un preciso quadro indiziario che faceva sì che a carico del 23enne scattasse la denuncia in stato di libertà.

Indonesia: le vittime del terremoto salgono a 12


L'Indonesia devastata dal terremoto piange i suoi cittadini. Il bilancio è di 12 vittime che hanno colpito ieri le isole di Lombok e Sumbawa. Lo ha reso noto il portavoce dell'Agenzia per la gestione dei disastri, Purwo Nugroho. Almeno 10 persone sono decedute a causa degli edifici crollati sulle due isole; oltre 1.800 abitazioni sono state danneggiate, di cui almeno la metà hanno subito danni gravi.

Borsa, Milano apre in positivo



MILANO - Parte in volata Piazza Affari, con l'indice Ftse Mib che guadagna lo 0,27% a 20.471 punti. Apertura in rialzo anche per le altre Borse europee: Francoforte +0,39%, Parigi +0,29% e Londra +0,20%.

Asia Argento, da vittima a carnefice: risarcisce giovane attore Usa che lʼaccusa di molestie



DI REDAZIONE - Asia Argento da vittima di molesti sessuali a 'carnefice'. L'attrice e figlia del noto regista Dario Argento, ha versato 380mila dollari all'attore americano Jimmy Bennett, che sostiene di essere stato vittima di "un'aggressione sessuale" da parte dell'attrice nel 2013, quando lui aveva 17 anni. Lo riporta il Nyt, citando documenti ottenuti da una fonte non identificata. L'Argento, figura di primo piano del movimento "Me Too", era stata tra le prime a denunciare le violenze sessuali commesse dal produttore americano Harvey Weinstein e che alzarono un grande polverone di polemiche.

L'aggressione, secondo Bennett, sarebbe avvenuta in una camera di un albergo della California. I due hanno recitato in un film del 2004 dal titolo "Ingannevole è il cuore più di ogni cosa", in cui l'Argento interpretava la madre prostituta del giovane attore.

Secondo gli avvocati del giovane, si è trattato di "un'aggressione sessuale" che lo ha traumatizzato, mettendo a rischio la sua salute mentale e la carriera da musicista. Da parte di Asia Argento e del suo avvocato, per il momento, non sono arrivate repliche. Nel frattempo l'attrice italiana è impegnata come giudice nel talent X Factor.

La Grecia dice addio alla Troika



Un nuova era per la Grecia che esce ufficialmente dall'ultimo piano di aiuti internazionali che ne hanno evitato la bancarotta e l'uscita dall'euro, a costo di pesantissime riforme. Dopo Portogallo, Irlanda, Spagna e Cipro, infatti la Grecia era l'ultimo membro dell'Eurozona a beneficiare di un programma di aiuti internazionali dopo la forte crisi.

I problemi per gran parte della popolazione restano gravi - disoccupazione, riduzione drastica di salari e pensioni, difficoltà per il settore della sanità, fuga all'estero di quasi mezzo milione di greci.

L'inizio della "tragedia greca" avvenne alla fine del 2009, in piena crisi finanziaria mondiale, quando l'allora premier George Papandreou dichiarò che i suoi predecessori avevano falsato i bilanci. Dopo anni di sisma economico, politico e sociale, la svolta decisiva fu il referendum indetto da Alexis Tsipras nel luglio 2015 in cui furono bocciate le richieste della Troika europea in cambio di una nuova tranche di aiuti. Misure che poi però furono di fatto accettate, con il Paese che rischiava di non poter pagare stipendi e pensioni. Da allora Tsipras, pagando un pesante prezzo in termini di consensi, ha gestito i memorandum. Anche se la strada della ripresa è ancora lontana, la Grecia guarda comunque avanti. 

Crollo ponte Genova, Toninelli: "Eʼ conveniente nazionalizzare Autostrade"



"L'eventuale nazionalizzazione di Autostrade sarebbe conveniente: ricavi e margini tornerebbero in capo allo Stato attraverso i pedaggi, da utilizzare per rafforzare qualità dei servizi e sicurezza delle nostre strade". Lo dice il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, dopo il crollo del ponte di Genova. "La politica - aggiunge - ha abdicato dal ruolo di controllore, ma la responsabilità sulla tenuta delle opere è del concessionario".