Gilet gialli, Macron: "Collera giusta". Poi annuncia aumento salario minimo

PARIGI - "Vedo uno stato di emergenza sociale ed economico della Francia: ne usciremo bene tutti insieme, lo voglio per la Francia, ...

Brexit, May annuncia rinvio voto su accordo

BRUXELLES - La premier britannica Theresa May annuncia il rinvio del voto sull'accordo sulla Brexit.

La May punta a ridefinire le condizioni per l'attuazione anche solo teorica del meccanismo del backstop sul confine irlandese, attribuendo un ruolo al Parlamento britannico in modo da dare a questo strumento "legittimità democratica".

La premier, illustrando di fronte ai Comuni le ragioni del rinvio del voto di ratifica del suo contestato accordo sulla Brexit, ha ammesso di fronte che l'accordo da lei sottoscritto con Bruxelles "verrebbe respinto con ampio margine" allo stato a causa dei dissensi sul tema del backstop. La May ha sottolineato inoltre le rassicurazioni ricevute sul fatto che nessuno intende farlo entrare in vigore, ma ha riconosciuto che esse non bastano e che servono ulteriori chiarimenti.

"Il Regno Unito è libero di revocare unilateralmente la notifica della sua intenzione di ritirarsi dall'Unione Europea". A stabilirlo i giudici della Corte di Giustizia dell'Unione Europea in una sentenza storica, destinata a avere un forte impatto sul voto della Camera dei Comuni sull'accordo tra il governo di Theresa May e l'Ue a 27.

A Martina Franca la 'Città dei Balocchi'


MARTINA FRANCA (TA) - A ridosso delle festività natalizie, il comune di Martina Franca è pronto a trasformarsi in una vera e propria “Città dei Balocchi”, giocosa festa di luci e colori animata dalla presenza di artisti di strada che metteranno piede nel centro storico martinese dal 14 al 16 dicembre 2018.

La prima serata vedrà gli occhi puntati sulla performance escandescente di Dely De Marzo, un autentico maestro delle fiamme, da cui ci si lascerà estasiare a colpi di fontane di fuoco, pioggia di gocce infuocate, scintille strabilianti. È invece un artista della magia e del cabaret Lillo Birillo, che regalerà momenti di svago e divertimento, come farà la bella Fiocchettina nel suo laboratorio-spettacolo di bolle di sapone ottenute da qualsiasi materiale da riciclo. Unici nella loro stravaganza i musicisti della Elfo Band, pronti a far risuonare per le strade i tormentoni natalizi più belli di tutti i tempi.

Se non avete mai assistito ad uno spettacolo di lettura animata sui trampoli, allora è il caso di non lasciarsi sfuggire le Favole altoparlanti, che cattureranno l’attenzione dei più piccoli, concedendo il bis nella serata del 15.

Saranno presenti nei primi due giorni anche gli artisti della Compagnia Teste di Legno che, venerdì 14 terranno un laboratorio per costruire simpatici personaggi in gommapiuma, mentre sabato 15 daranno vita ad uno straordinario spettacolo di marionette, rendendo protagonisti proprio i bambini. Spazio all’arte in ogni sua forma e sfumatura, con un’affascinante esibizione di “Action painting”: particolare stile di pittura che riconosce all’artista una certa libertà nello sprigionare la propria energie, emozioni e sensazioni, lanciando sulla tela il colore che, gocciolando spontaneamente, andrà a creare le figure tipiche dell’espressionismo astratto. A chiudere il quadro della seconda serata, lo show Quasimusicale di Stefano

Bitetto, alias Mr. Santini, in cui si mescolano numeri di giocoleria, equilibrismo a gags musicali.

Domenica 16 dicembre i visitatori si sposteranno sulla via dello shopping martinese, accolti, a ritmo di rumba e Nuevo flamenco dal chitarrista barese Roby Otel, e a colpi di jazz dal duo chitarra-sax, formato da Michele Santoro e Laura Donatone, con un repertorio che spazia dai tanghi alla musica gitana, passando per lo swing e brani strumentali da loro composti. Tutt’altra musica risuonerà con il gruppo dei Bandarisciò che, a bordò di un risciò, abbracceranno sonorità da tutto il mondo, dai Balcani e dalle tradizioni Klezmer, passando dal Centro e Sud America, fino a toccare la canzone d’autore italiana. Le bolle di sapone torneranno a fluttuare nel cielo, questa volta nello spettacolo Babù Babbles…bolle senza tempo, mentre un’acrobata si esibirà in un numero di aerial silk, dando vita a figure artistiche sospese a mezz’aria, tra splendidi tessuti. Bolas, corde e bastoni accesi riscalderanno l’atmosfera in un imperdibile Fire Show dai contorni ardenti, e l’incantevole magia di Mago Maraldo lascerà tutti senza fiato, grazie al suo innato talento da prestigiatore.

Nel corso dell’intero weekend sarà, inoltre, possibile ammirare da vicino la grande slitta di Babbo Natale, con cavalli, pony ed elfi al seguito.

La città dei Balocchi si avvale del Patrocinio del Comune di Martina Franca ed è organizzata dall’Associazione Smile di Manuel Manfuso, realtà affermata nel territorio pugliese che può contare su un team di artisti professionisti e di alto livello.

Il 14 Dicembre è anche il Christmas Jumper Day di Save the Children, il giorno in cui si indossano buffi maglioni natalizi e si regala un sorriso a tanti bambini. I visitatori sono quindi invitati a partecipare sfoggiando un maglione e accessori a tema natalizio, scattando una foto e condividendola sui social con l'hashtag #christmasjumperday. Sarà questa una bella occasione per raccogliere donazioni a favore di Save the Children e donare un futuro a tanti bambini, in Italia e nel mondo."

LA CITTÀ DEI BALOCCHI a MARTINA FRANCA (TA)
14 - 15 dicembre 2018 - centro storico
16 dicembre 2018 - vie dello shopping - Via Taranto, Corso Messapia, Viale della Libertà
evento patrocinato dal Comune di Martina Franca
info: Manuel Manfuso 324.8679062

Gilet gialli, Macron: "Collera giusta". Poi annuncia aumento salario minimo

PARIGI - "Vedo uno stato di emergenza sociale ed economico della Francia: ne usciremo bene tutti insieme, lo voglio per la Francia, siamo apripista per noi e per gli altri. Non possiamo restare divisi. Attraversando questa crisi, riconcilieremo i francesi". Così il presidente Emmanuel Macron durante il suo intervento in tv dopo la crisi dei gilet gialli. "Prenderò misure già questa settimana", ha continuato Macron, precisando che il governo prenderà misure sociali. "La violenza è inaccettabile, saremo intransigenti con i violenti", ha sottolineato.

"Non dimentico la collera dei francesi. Questa indignazione è condivisa da molti, non posso sminuire la loro collera. Abbiamo riposto all'aumento della tassa sui carburanti che è stata annullata, ma servono misure profonde. La collera è giusta, in un certo senso".

"Il salario minimo della Francia aumenterà di 100 euro al mese dal 2019": è quanto annunciato dal presidente francese, illustrando dinanzi alla nazione una serie di misure shock per placare la collera dei gilet gialli. Evocando lo "stato d'urgenza economico e sociale", Macron ha annunciato, tra l'altro, l'annullamento della contribuzione sociale generalizzata (CSG) per i pensionati che guadagnano meno di 2.000 euro al mese.

Strage in discoteca: 2 nuovi arresti per droga

ANCONA - Sono due le persone fermate questa mattina dai carabinieri perché in possesso di droga nell'ambito delle indagini della strage in discoteca a Corinaldo. Al momento tuttavia non esiste alcuna conferma che possa sussistere un legame tra questi nuovi provvedimenti e quanto è accaduto all’interno del ‘Lanterna Azzurra Clubbing’, dove sono morti cinque giovani marchigiani e una giovane mamma.

I due fermi sono seguiti a quello effettuato ieri di un 16enne che abita in provincia di Ancona, a pochi chilometri dal club, e che sarebbe stato visto con un cappellino in testa e una mascherina all’interno della sala, dove centinaia di ragazzi aspettavano, venerdì notte, l’esibizione del trapper Sfera Ebbasta.

Gli inquirenti lavorano su diverse ipotesi, ma quella che sta prendendo corpo sin da ieri – e sostenuta da alcune testimonianze dirette di chi era all’interno del ‘Lanterna Azzurra Clubbing’, è che quella notte fosse in azione una banda di giovani rapinatori.

Strage in discoteca, il bollettino medico: "Quattro ragazzi hanno ripreso a respirare autonomamente"

Il bollettino medico del dottor Gianluca Serafini sulle condizioni dei ragazzi feriti nella tragedia nella discoteca di Corinaldo.

Conte: "Previste cospicue risorse per gli interventi sociali"

ROMA - "Abbiamo accantonato una cospicua parte di risorse finanziarie per quelle manovre che consideriamo di forte impatto sociale: stiamo definendo gli ultimi conteggi e all'inizio della settimana sarò in condizione di anticipare alla Commissione europea ciò che poi porterò mercoledì" ha dichiarato il premier Giuseppe Conte intervistato dal direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano sull'incontro dei prossimi giorni con il presidente della Commissione europea Juncker.

"Il nostro sistema è molto datato, dobbiamo riammodernarlo, a tutti i livelli. Parlo di infrastrutture materiali e immateriali. Abbiamo un cospicuo piano di investimenti. Alle risorse per il prossimo triennio, pari a 20,7 miliardi, abbiamo aggiunto altri 13 miliardi, sollecitando le varie aziende di Stato a investire risorse aggiuntive in più rispetto ai piani finanziari stabiliti. E anche in questa prospettiva nei prossimi giorni porteremo la legge delega per riformare il codice degli appalti".

Manovra, Di Maio: "Proposte Ue tradimento agli italiani"

ROMA - "Sia ben chiaro che le proposte dell'Ue che si leggono sui giornali presuppongono un tradimento degli italiani, io gli italiani non li tradisco". A dichiararlo il vicepremier Luigi Di Maio durante una conferenza stampa al Mise. Di Maio ha comunque aggiunto che "se si vogliono trovare delle soluzioni di compromesso tra Italia e Ue bene, sono il primo a spingere in quella direzione", ha osservato.

"Il bilancio dello Stato - ha continuato Di Maio - è di centinaia di miliardi di euro e noi spendiamo 15 miliardi per mandare in pensione le persone e per trovare lavoro a giovani e meno giovani e tutti pensano a questi 15 mld invece che a tutti i soldi da tagliare e da rimodulare. Qui - ha concluso il vicepremier - si sta chiedendo di rinunciare alle uniche due misure irrinunciabili".

Mattarella: "Promozione diritti umani imperativo etico"

ROMA - "Il riconoscimento a livello globale che tutti gli esseri umani nascono liberi e godono di inalienabili e uguali diritti rappresenta oggi un principio che precede gli stessi ordinamenti statali. Il rispetto della dignità della persona non è, infatti, dovere esclusivo degli Stati, bensì un obbligo che interpella la coscienza di ciascuno. Tutti sono chiamati a darne quotidiana e concreta testimonianza". A dichiararlo il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione dei 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani.

"Con questo mandato assumiamo una grande responsabilità: la promozione dei diritti umani nel mondo costituisce non solo un imperativo etico e morale ma è strumento necessario per prevenire i conflitti, costruire società stabili e inclusive e, quindi, promuovere in modo sostenibile la pace, la sicurezza e lo sviluppo", conclude Mattarella.

Loizzo: “La democrazia va difesa ogni giorno” - “I miei diritti valgono tanto più quanto più vengono salvaguardati i diritti degli altri, ha un significato straordinario riflettere sui questi argomenti”: il presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo lo ha detto direttamente ai giovani, nella ricorrenza del 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo, celebrata in Aula consiliare a Bari. Un convegno, a cura della Sezione biblioteca e comunicazione istituzionale, ha visto la partecipazione attiva delle ragazze e ragazzi del progetto "Giovani in Consiglio: da Osservatori a Protagonisti”, edizione 2018-2020 e di una rappresentanza degli studenti del Liceo "Carmine Sylos" di Bitonto. 

“Viviamo anni molto delicati per il nostro Paese e per l’Europa – ha aggiunto Loizzo – una fase di smarrimento dell’opinione pubblica nei confronti di eventi che si verificano in maniera convulsa. Il presidente del Consiglio regionale pugliese ha fatto l’esempio di quanto accade in Francia, con le proteste violente dei gilet gialli e nel Mediterraneo, solcato da profughi ed immigrati in cerca di un futuro certo. 

“Intanto, la politica è diventata rissa – ha denunciato - e la semplificazione di messaggi complessi che viene attuata non aiuta a comprendere quello che ci circonda, in un quadro di imbarbarimento generale dei valori”. 

Settant’anni fa, dopo una guerra mondiale devastante, conclusa col monito distruttivo del fungo atomico, le Nazioni hanno trovato le ragioni per affermare i principi fondanti della società umana: libertà, fraternità, uguaglianza, senza discriminazioni di sesso, colore, fede, idee politiche. È nata la Dichiarazione dei diritti di tutti gli uomini e donne. 

E l’Italia, ha fatto notare il presidente Loizzo, può sentirsi orgogliosa di avere già un anno prima inserito nella nostra straordinaria Costituzione repubblicana il riconoscimento del diritto al lavoro, alla salute, all’istruzione, all’equa retribuzione e tutti gli altri valori tutelati dalla carta fondamentale degli italiani. Sarebbe utile tornare ad illustrarla agli studenti, “incrementando le ore d’insegnamento d’educazione civica nelle scuole”, “perché la democrazia non è un fatto compiuto, non va considerata una conquista scontata, ma va difesa e salvaguardata ogni giorno”. 

Condotti dalla dirigente della Sezione consiliare biblioteca Anna Vita Perrone, i lavori hanno visto la partecipazione nel ruolo di relatori del direttore dell’IPSAIC Vito Antonio Leuzzi e dei docenti universitari Paola Silvestri, Lumsa di Taranto, Francesco Alicino, Lum Jean Monnet di Casamassima e Stefano Vinci, Università Aldo Moro di Bari.

Migranti, sgomberata a Roma l'ex fabbrica di penicillina

ROMA - Al via un altro sgombero nella Capitale da parte della delle forze dell'ordine. Stavolta è il turno dell'ex fabbrica di penicillina sulla via Tiburtina a Roma in zona San Basilio. Si tratta di un immobile occupato giudicato pericolante. All'interno da tempo vivono alcune centinaia di persone, soprattutto migranti. Le operazioni di sgombero hanno richiesto la chiusura di una parte di via Tiburtina con pesanti ripercussioni sul traffico.

"Qui c'è troppo degrado, per questo oggi non verranno né la Raggi né Salvini". A parlare sono alcuni abitanti di San Basilio che si sono fermati per guardare le operazioni di sgombero della struttura. Al momento dell'ingresso delle forze dell'ordine qualche insulto è stato rivolto da parte di un gruppo di residenti della zona.

Reggio Emilia, incendio in palazzina: due morti e feriti

REGGIO EMILIA - Sono due le persone morte e alcune sarebbero ferite a causa di un incendio divampato nella notte in uno stabile in via Turri a Reggio Emilia. Ad intervenire sul posto vigili del fuoco, polizia, carabinieri e decine di medici e sanitari. Tra i feriti due bambini gravi.

Non si conoscono ancora le cause del rogo: in pochi attimi il fumo ha invaso l'intera scala del palazzo, propagandosi all'interno di diversi appartamenti mentre le persone stavano già dormendo.

Cremona, spray al peperoncino a scuola: 5 studenti intossicati

MILANO - Dilaga la fobia dello spray al peperoncino nelle scuole italiane. Cinque ragazzi sono finiti al pronto soccorso in codice verde per un'intossicazione dovuta al temuto spray nell'Istituto tecnico di Soncino, in provincia di Cremona. A diffondere la notizia l'Areu, l'Azienda Regionale Emergenza Urgenza.

Un episodio simile è accaduto questa mattina in una scuola di Pavia, dove un alunno ha spruzzato spray al peperoncino in classe richiedendo l'intervento del 118, finito con il ricovero di 30 studenti in codice verde e 3 in giallo (non gravi).

Foggia, anche bimbo disabile vittima delle violenze del maestro

di PIERO CHIMENTI - Emergono nuovi particolari sulle violenze che il maestro di 60 anni avrebbe compiuto alla scuola d'infanzia di Cerignola (Fg) ai suoi piccoli alunni. Tra le sue vittime anche un bimbo disabile di 4 anni, che sarebbe stato costretto con la violenza a mangiare per poi vomitare il tutto sul piatto. A far emergere tali atti sarebbero state alcune mamme che avevano segnalato il tutto alla polizia, che ha registrato l'accaduto con telecamere, riprendendo l'uomo, attualmente ai domiciliari, mentre dispensava pizzicotti e morsi ai piccoli malcapitati.

Guerra tra clan: 13 arresti a Bari

BARI - Scacco delle forze dell'ordine alla criminalità barese. Il gip del Tribunale di Bari ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 13 persone eseguito dal Comando provinciale dei carabinieri di Bari. Nei confronti di un altro dei destinatari del fermo, pur riconoscendo la sussistenza del quadro indiziario, il gip non ha disposto alcuna misura per carenza di esigenze cautelari. I 14 fermi erano stati emessi dalla Direzione distrettuale antimafia di Bari nei confronti di altrettante persone ritenute organiche a due sodalizi criminali del capoluogo e in particolare al gruppo Di Cosimo - Rafaschieri, operativo nel quartiere Madonnella e all'articolazione del quartiere San Paolo del potente clan Strisciuglio.

Un solo provvedimento era stato invece emesso nei confronti di un giovane ritenuto contiguo al clan Parisi-Palermiti-Milella del quartiere Japigia. I fermi erano giunti al termine di indagini avviate nel gennaio scorso. In particolare, l'indagine ha consentito di documentare la sinergia criminale venutasi a creare tra questa consorteria e quella del quartiere San Paolo, facilitata dalla figura del latitante 40enne, Giovanni Di Cosimo, irreperibile dal giugno del 2017, dopo essere evaso dalla detenzione domiciliare a Bari, dovendo scontare un residuo pena per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Nel corso delle indagini si era accertato che Di Cosimo si era rifugiato a Durazzo, in Albania, da dove manteneva i contatti con i sodali rimasti nella città d'origine. Da febbraio, è stato documentato l'insorgere di contrasti tra i Di Cosimo - Rafaschieri ed esponenti del clan Parisi - Milella - Palermiti del quartiere Japigia in relazione ad una presunta manovra ordita dai primi nel quartiere Madonnella per espandersi nel territorio. Nel corso dell'estate, il conflitto già latente tra i due gruppi deflagrava a seguito della discesa in campo degli esponenti del quartiere San Paolo a sostegno dei Di Cosimo - Rafaschieri.

Le indagini hanno potuto ricostruire la preparazione di un commando per vendicare un agguato subito, colpi di pistola a scopo intimidatorio, riunioni alle quali gli indagati partecipavano in armi, prevedendo l'imminente confronto armato con i rivali del quartiere Japigia, richieste estorsive a due commercianti di Bari.

In questo contesto di pesante clima di continua e reciproca provocazione armata tra i due gruppi oggetto d'indagine ed i rivali del clan di Japigia, la Dda ha emesso nei giorni scorsi un decreto di fermo di indiziato di delitto, contestando la detenzione e il porto in luogo pubblico di armi comuni da sparo, l'esplosione di colpi d'arma da fuoco in luogo pubblico, estorsioni aggravate e l'aggravante prevista dall'art. 416 bis.

L'arrestato è stato associato presso il Carcere di Tirana (Albania) in attesa del perfezionamento dell'iter di estradizione verso l'Italia.

"La Xylella avanza: 75 nuovi focolai in provincia di Brindisi"

BARI - “L’esito del recente monitoraggio compiuto da Arif ha, purtroppo, dato il risultato che tutti quanti non ci auguravamo di avere. Il ritrovamento di ulteriori 75 focolai in provincia Brindisi, e in particolare nei comuni di Fasano, Ostuni, Carovigno e Ceglie Messapica, conferma quello che noi andiamo dicendo da diversi anni, ovvero che la Xylella non avrebbe atteso i tempi della giustizia, della politica e della burocrazia. Tempi in molti casi rallentati anche proprio da teorie fantascientifiche e senza alcun fondamento che non hanno fatto altro che creare disinformazione e confusione". Così in una nota il vicepresidente di Cia Puglia, Giannicola D'Amico "Ribadiamo per l’ennesima volta che il nostro riferimento era ed è la scienza e non la fantascienza. Il ritrovamento, poi, di alcuni focolai nella Piana degli Ulivi secolari rende la situazione ancora più allarmante. Gli ulivi secolari e millenari di Puglia, infatti, anche per la loro monumentalità (tutelata dalla Legge regionale 4 giugno 2007, n.14), rappresentando una componente essenziale del paesaggio, vanno salvaguardati perché svolgono un’importante attrattiva turistica. La Piana degli Ulivi Millenari di Puglia, inoltre, recentemente è stata iscritta nel registro dei Paesaggi rurali storici del Ministero delle Politiche Agricole come “Paesaggio Agrario della Piana degli Oliveti Monumentali di Puglia”.

"Per gli ulivi secolari e a carattere storico e monumentale - sia censiti dalla Regione che non - rientranti nella zona infetta e nella zona di contenimento – anche fuori dalla Piana - è opportuno - prosegue D'Amico - prevedere delle deroghe rispetto alle norme e alle procedure previste per tali aree, per una maggiore salvaguardia, e prevedendo specifiche analisi (da ripetersi periodicamente e comunque a cadenza non superiore ad un anno). Tutto ciò lo abbiamo ribadito con forza sia alla Regione Puglia, che recentemente ha recepito le nostre sollecitazioni, che al Ministero della Politiche Agricole e alla Unione Europea, oltre che recentemente anche alla Commissione Agricoltura in visita a Brindisi e Lecce lo scorso 3 dicembre. La Xylella fastidiosa va trattata come una vera e propria emergenza straordinaria! Servono poteri straordinari e fondi straordinari. In tal senso risulta importante lo stanziamento di fondi nazionali, annunciato nei giorni scorsi dal Ministro Centinaio, che vengano però destinati agli agricoltori, a risarcire chi negli anni ha perso il proprio lavoro e la propria fonte di reddito, ma anche per progetti sperimentali".

"L’obiettivo principale di tutti gli enti, le istituzioni e gli attori pubblici e privati interessati dalla problematica Xylella fastidiosa - conclude - deve essere quello di fermare l’avanzata del batterio verso il nord della Puglia e verso le altre regioni italiane, e nel contempo di preservare la Piana degli Ulivi millenari, oltre che gli ulivi aventi carattere di monumentalità ricadenti anche fuori la Piana, oltre che di riconoscere agli agricoltori danneggiati il giusto e rapido ristoro e a quelli (tantissimi) che rispettano le norme eseguendo le buone pratiche agricole, che tante spese hanno dovuto sopportare negli anni scorsi e ne dovranno sopportare nei prossimi mesi. Diviene fondamentale, poi, immaginare un nuovo modello di sviluppo del territorio che tenga conto della presenza ormai endemica del batterio Xylella fastidiosa, con il quale dobbiamo convivere nella speranza di contenerlo”.

Ospedale pediatrico Giovanni XXIII: Conca chiede l’invio di ispettori ministeriali

BARI - Il consigliere del M5S Mario Conca ha inviato una lettera al ministro della Salute Giulia Grillo per chiedere l’invio degli ispettori ministeriali all’ospedale pediatrico Giovanni XXIII.

“Ho segnalato al Ministro - spiega Conca - che la situazione del nosocomio continua a peggiorare di mese in mese e purtroppo si succedono morti assurde. L’ultima è quella di un bambino di sei anni morto di polmonite, ma è ancora vivo il ricordo dell'ipertermia che nel 2017 ha portato al decesso di una piccola paziente e della setticemia che lo scorso maggio uccise un'altra bimba. Altre morti sono state evitate solo grazie alle 3500 mobilità passive annuali verso l’ospedale Bambin Gesù, talune in emergenza, che hanno scongiurato altri decessi. Una situazione non più tollerabile, frutto anche dell’immobilismo del nostro assessore alla Sanità, che parla di polo pediatrico che addirittura potrebbe fare concorrenza a quelli del centro nord. Ci sarebbe da ridere se non stessimo parlando della sicurezza e del diritto alla salute dei bambini pugliesi”.

Gdp Tv

Interviste

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia