Ad Section

A Lecce torna 'Rudiae sotto le stelle'

La Notte della taranta sbarca a Cuba

Cisternino, tutto pronto la 3a edizione di 'Borgo Infuocato'

Salvini vs Renzi a Porta a Porta: 'hai inventato un governo sotto un fungo'

Salvini vs Renzi a Porta a Porta: 'hai inventato un governo sotto un fungo'

(ANSA)
Matteo vs Matteo a Porta a Porta. Si tratta, per chi non l'avesse ancora capito, dei due leader di Lega e Iv Renzi e Salvini. Prima scintilla sulle tasse sui premi in tv. "Io su quel premio in tv pagai le tasse, lei non so, magari Berlusconi le riservò un trattamento di favore", afferma il leader di Italia Viva nel corso del duello con il segretario della Lega,.

"E' 27 anni che fa politica, non ha portato a casa nulla, Salvini. Solo spot. La sua è la politica degli spot", attacca Renzi, rivolto a Salvini al quale dà del lei. Completo blu per entrambi, cravatta scura a tinta unita per il senatore fiorentino, scura con piccola fantasia per il capo leghista. Stavolta non ci sono le tradizionali poltrone della trasmissione, ma un banco semicircolare con il conduttore in mezzo.

Salvini, Renzi ha inventato un governo sotto un fungo - "L'ultimo sondaggio dà la Lega al 33%, il governo è nato per non far votare gli italiani sennò vince la Lega". Risponde così Salvini alla domanda perché abbia fatto cadere il governo. "Erano tre mesi che il M5S bloccava tutto, era un no alla Tav, alla Flat Tax, all'Autonomia, perfino alle Olimpiadi. Sto al governo se posso fare le cose - aggiunge - se Di Maio disfa di notte quel che faccio di giorno, non si può. Era un'agonia. Renzi si è inventato un governo sotto un fungo, vediamo quanto dura".  "Vedo che è' un reato andare in spiaggia con il figlio, a sinistra siete abituati a champagne e caviale a Montecarlo, io vado a Milano Marittima perché preferisco lasciare i soldi in Italia", afferma Salvini rispondendo a Renzi sul Papeete e le vacanze estive dell'allora ministro dell'Interno, ad agosto scorso. "Lui crea partiti dietro partiti, è un rottamatore non per altro... è stato al governo con il Pd per nove anni", aggiunge ironico.

Renzi a Salvini, colpo di sole del Papeete lo fa rosicare - "Il colpo di sole del Papeete che ha preso il collega Salvini lo fa rosicare ancora adesso: mai era accaduta una crisi in una dinamica istituzionale. Quando si vota lo decide la Costituzione, non il menù di un beach club". Afferma invece il leader di Italia Viva, nel corso del duello con il segretario federale della Lega a "Porta a Porta"."Ha fatto una cosa - aggiunge Renzi - che non aveva nè testa nè coda: allora o avevamo da seguire il diktat del Papeete o fare un'operazione di Palazzo, machiavellica, ma per l'interesse del Paese. Se avessimo votato allora avremmo avuto lo spread alle stelle. Con lui al governo era oltre 300, con noi a 98. Oggi siamo alla metà. Ora noi possiamo non aumentare l'Iva. Con lui il contrario. E io spero che l'Italia conti in Europa e non si fa sgomitando contro Merkel e Macron". "Non giudico le ferie delle persone - precisa poi il leader di Italia Viva - Ma avrei preferito che fosse andato in missione ai vertici europei. Le riunioni europee sono importanti: lei ha fatto sette vertici, partecipando solo a uno su sette. Ha votato al Senato l'1,3% delle volte. Stare in spiaggia con il figlio è legittimo ma se fai il ministro non vai nelle sagre di Paese. Dovrebbe andare al G7, non alla proloco".

Manovra: resta quota 100, tetto contante a 1000 euro

Manovra: resta quota 100, tetto contante a 1000 euro


ROMA - Si è tenuta a Palazzo Chigi la riunione notturna del Consiglio dei ministri. Sul tavolo del Cdm, oltre alla manovra c'è anche il decreto fiscale. Intanto dal ministero dello Sviluppo Economico emergono alcuni dettagli sul provvedimento, tra gli altri l'anticipo di un anno, al 2022, la deducibilità al 100% dell'Imu sui capannoni.

"Stiamo ancora lavorando agli ultimi dettagli - dice il ministro per l'Economia Roberto Gualtieri - ma il quadro di fondo è definito. È stato difficile ma ci siamo riusciti, l'Iva non aumenterà, ci saranno più soldi in busta paga, più investimenti e un robusto pacchetto famiglia".

"Non vedo rischi per la stabilità del governo. Ma al contempo non permetterò che questa manovra sia terreno di scontro tra le forze politiche, questa manovra non è un campo dove piazzare la bandierina del proprio partito. Questa manovra è solo e soltanto del e per il Paese. Chi pensa di mettere le mani su questa manovra per farne la propria campagna elettorale, si sbaglia".

Nazionale: 5-0 al Liechtenstein, 9 vittorie di fila per azzurri

Nazionale: 5-0 al Liechtenstein, 9 vittorie di fila per azzurri

(credits: Nazionale italiana calcio)
di STELLA DIBENEDETTO - Dopo aver staccato il biglietto per Euro 2020 con tre giornate d'anticipo, nonostante i numerosi cambi operati da Roberto Mancini, l'Italia non sbaglia battento il Liechtenstein 5-0. A Vaduz, gli azzurri centrano iol nono successo di fila ed eguagliano il primato appartenente a Pozzo, risalente a 80 anni fa. Dopo un primo tempo che si è concluso sull'1-0, nella ripresa arriva la goleada azzurra.

A sbloccare il match, dopo appena due minuti dal fischio d'inizio, è Federico Bernardeschi. Per tutta la prima frazione di gara, gli uomini di Mancini giocano e cercano il gol del raddoppio che, però, non arriva grazie anche ad un Liechtenstein, bravo a non scoprirsi. Nella ripresa il copione non cambia, ma l'Italia trova gli imput giusti per colpire gli avversari. Comincia così la lunga serie di gol azzurri che portano la firma di Belotti, autore di una doppietta, Romagnoli ed il subentrato El Shaarawy. Da registrare anche l'esordio assoluto per Di Lorenzo e Tonali.

Tanta soddisfazione per Roberto Mancini che, ai microfoni di Rai Sport, esprime la grande voglia di vincere con gli azzurri. "Ho avuto risposte positive" - ha dichiarato il C.T. che ha poi ammesso - "nel primo tempo non abbiamo fatto fatica. Non abbiamo trovato il secondo gol subito, ma è normale cambiando tanti giocatori. Nel complesso però sono soddisfatto. Certo, altre cose si possono migliorare ma il problema è che abbiamo giocato poco insieme". Infine, sul record di Pozzo eguagliato, ha detto: "Non mi interessa del record di vittorie consecutive, sarebbe più importante vincere due Mondiali e un'Olimpiade. Ma mi accontenterei dell'Europeo", conclude il ct.

Lampedusa, motovedette salvano 290 migranti

Lampedusa, motovedette salvano 290 migranti

(ANSA)
LAMPEDUSA - Sono circa 290 i migranti a bordo di un barcone soccorsi a 32 miglia da Lampedusa, in acque sar maltesi, da motovedette italiane della Guardia costiera e della Guardia di finanza che sono ora in attesa di un 'place of safety', un porto sicuro dove sbarcare.

Bari, inaugurati al San Paolo nuova risonanza magnetica e i reparti di pneumologia e epilessia infantile

Bari, inaugurati al San Paolo nuova risonanza magnetica e i reparti di pneumologia e epilessia infantile

BARI - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inaugurato oggi all’Ospedale San Paolo di Bari la nuova risonanza magnetica, la nuova Unità di terapia intensiva respiratoria (UTIR), l’ambulatorio di Elettroencefalografia dell’età evolutiva (Centro epilessia infantile) e il Centro di orientamento oncologico (Coro). I nuovi reparti e macchinari sono già operativi. Accompagnato dal direttore della Asl Bari, Antonio Sanguedolce, Emiliano ha visitato prima la nuova Risonanza Magnetica, poi ha incontrato gli operatori e i genitori dei pazienti dell’ambulatorio di epilessia infantile. Dopodiché ha visionato il nuovo reparto di Pneumologia, trasferito definitivamente al quarto piano e infine ha potuto vedere il Centro di orientamento oncologico (Coro) da poco attivo a fianco del reparto di Oncologia.

“Ogni giorno – ha detto Emiliano - in Puglia inauguriamo nuovi reparti, sigliamo nuovi accordi, facciamo nuove assunzioni. Stiamo rafforzando la nostra sanità e, dopo aver recuperato venti anni di ritardi, i risultati adesso si vedono. Il sacrificio del personale è stato enorme: al San Paolo abbiamo spostato reparti senza chiuderli e sono qui anche per ringraziare il personale e i pazienti per la sopportazione di questi lavori in un ospedale nato con trent’anni di ritardo e già progettualmente non aggiornatissimo. Stiamo lavorando per offrire a chi ci lavora e ai pazienti il massimo della tecnologia possibile. La nuova risonanza magnetica è una macchina molto evoluta che consente di mettere a frutto l’esperienza di una equipe specializzata per la diagnosi e le terapie di diverse malattie. Un passo importante per abbattere i tempi di attesa, anche rispetto alle utenze esterne, e avere diagnosi sempre più precise e raffinate”.

La nuova risonanza magnetica, con apparecchiatura “AERA 1.5 TESLA”, è entrata a pieno regime  dallo scorso febbraio, con l’esecuzione di circa 3500 esami fino a oggi e ha già consentito  di  abbattere  i  tempi  di  attesa,  anche  rispetto  alle  utenze  esterne.

Tutto  ciò  in  linea  con  gli  obiettivi  e  le  priorità  della  Regione  Puglia  di  incentivare  la prevenzione e la appropriatezza delle prestazioni e delle cure e per limitare la mobilità verso altre regioni.

Secondo il direttore del reparto Paola D’Aprile: “questa macchina che abbiamo installato è una risonanza ad alto campo, dotata di software che ci consente di fare delle diagnosi raffinate. La tecnologia, oltre all’esperienza degli operatori sanitari, è fondamentale per diagnosi precise, che possano sfociare in trattamenti terapeutici efficaci e mirati. Possiamo fare studi a livello del sistema nervoso centrale, dissociando il tessuto cerebrale dai fasci di fibre nervose, importanti per la pianificazione chirurgica di tumori cerebrali in alcune sedi particolari. Possiamo fare la cardio RM, cioè lo studio di alcune patologie cardiache per diagnosi molto accurate per le miocardie o le pericarditi. Inoltre si possono esaminare le malattie del tubo digerente, come la malattia di Crohn, integrando la colonscopia e studiare patologie della colonna vertebrale o alcuni tumori con la spettroscopia. Anche le terapie delle leucemie e dei mielomi possono essere studiate in maniera mirata. Questa tecnologia è fondamentale in questo momento storico per diagnosi accurate, anche grazie alle professionalità dell’equipe che ha molta esperienza in questo campo”.

Per il dottor Sciuricchio, dell’unità operativa Epilessia: “l’ambulatorio è dedicato al bambino e alla patologia dell’epilessia oltre che alle patologie rare e alle cefalee per affrontarle in maniera multidisciplinare. Curiamo la “transition”, il passaggio dall’età evolutiva all’età adulta, mantenendo le competenze”.

Il centro Epilessia  è l’unico riferimento ambulatoriale della Asl Bari dedicato alle Epilessie e altre patologie  neurologiche  dell’età  evolutiva,  integra  competenze  cliniche  neurofisiologiche e strumentazione  d’avanguardia  e,  in  sinergia  multidisciplinare  con  altre  specialità  presenti all’interno del presidio, si occupa della diagnosi, cura e presa in carico di oltre 1500 pazienti in età pediatrica ed adolescenziale. Il  centro  è  inoltre  riconosciuto  quale  nodo  della  rete  regionale   per  le  malattie  rare (era presente oggi alla visita la dottoressa Giuseppina Annicchiarico),  è  in collegamento con i riferimenti di eccellenza nazionali (Niguarda, Bambin Gesù, Gaslini ecc.) per  gli iter diagnostico- terapeutici complessi, ed è unico riferimento in Puglia per il trattamento delle cefalee pediatriche, seguendo oltre 500 pazienti.

Emiliano ha incontrato il dottor Vito Picca, responsabile del reparto di Pneumologia - dove c’è la UTIR, unità di terapia intensiva respiratoria per i malati acuti oltre alle degenze semi intensive e  ordinarie, ma anche innovativi ambulatori diagnostici di broncoscopia, polisonnografia, endoscopia e ecografia interventistica, ora sistemati in ambienti adatti e confortevoli.

Emiliano ha infine concluso la visita al San Paolo incontrando il dott. Nicola Marzano, dirigente dell’Oncologia, dove è stato attivato il “Coro” – centro orientamento oncologico - per la valutazione dei pazienti con  sospetto  oncologico  in  tutte  le  fasi  diagnostiche, ematoclinico-strumentali,  volte  alla formulazione della diagnosi.

“Già molte persone – ha detto Marzano – hanno usufruito dei servizi del Coro, che prevede uno staff con infermieri, una psicologa, amministrativi armonicamente coordinati tra di loro insieme al medico responsabile. I pazienti con qualche sospetto oncologico vengono orientati dalla medicina di base con l’obiettivo di fare in modo rapido un percorso che prima era disarticolato ed estremamente lungo. Il paziente afferisce a un centro che è già predisposto, avendo codificato a priori tutte le tappe di controllo dei vari servizi in ospedale o fuori. Il paziente viene rapidamente analizzato sia dal punto di vista anamnestico che ematochimico che iconografico-strumentale. Alla fine di un percorso rapido e completo, si ha una visione che rappresenta lo stato dell’arte di quel paziente in quel momento. Da quel momento il paziente afferisce al centro oncologico più congruo per le sue esigenze e affronta il percorso oncologico”.

“Abbiamo inaugurato il nuovo reparto di terapia intensiva respiratoria – ha aggiunto il DG ASL Antonio Sanguedolce – già attivo, che afferisce al reparto di Pneumologia. Sono sei posti letto di terapia intensiva, di cui uno di isolamento per infettivi ed è una unità importantissima per tutta la Asl di Bari perché le patologie respiratorie acute aumentano per frequenza e hanno bisogno di adeguati trattamenti. Avevamo bisogno di questi posti letto che rispondono ai requisiti più moderni sia per spazi che per attrezzature”.

A Taranto 'Match it now'

A Taranto 'Match it now'

di PIERO CHIMENTI - Il prossimo 19 ottobre l'Admo (Associazione Donatori Midollo Osseo) sarà in Piazza della Vittoria, a Taranto, in occasione del 'Match it now', così come in oltre 180 piazze di tutta Italia. Nell'evento patrocinato dal Ministero della Salute e dal Coni con un piccolo prelievo di sangue sarà possibile essere 'tipizzati' per entrare nel registro dei donatori di midollo osseo.

Consiglio Puglia: seduta sciolta

Consiglio Puglia: seduta sciolta

BARI - La seduta del Consiglio regionale è stata sciolta a seguito della mancanza del numero legale che ha avuto luogo due volte. Una prima in occasione dell'approvazione dell’art. 1 del disegno di legge “Norme in materia di nomina dei direttori amministrativi e sanitari delle aziende ed enti del Sistema sanitario regionale”. Ha fatto seguito una sospensione dei lavori di un’ora, al termine della quale il vice presidente del Consiglio regionale Peppino Longo (che sostituiva il presidente Mario Loizzo) ha rilevato nuovamente la mancanza del numero legale. Di qui lo scioglimento della seduta.

Sanità Puglia, Borraccino: 'Varata cartella clinica elettronica'

Sanità Puglia, Borraccino: 'Varata cartella clinica elettronica'

BARI - "Con la delibera di Giunta regionale approvata pochi giorni fa la Sanità pugliese compie un significativo passo in avanti verso il futuro, creando le condizioni per un miglioramento complessivo dei servizi resi ai cittadini. E’ stato approvato dal Governo regionale, infatti, su proposta del Presidente Michele Emiliano, il progetto relativo alla realizzazione della Cartella Clinica Elettronica nell’ambito del Servizio Sanitario Regionale Pugliese. Si tratta di un intervento progettato dalla società in house della Regione, “InnovaPuglia SpA”, del valore complessivo pari a 9 milioni e 760 mila euro, finanziato con le risorse FSC 2014-2020, nell’ambito del “Patto per la Puglia”, sottoscritto tra la Regione e il Governo centrale". Così in una nota Mino Borraccino, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia.

"L’obiettivo di questa iniziativa (che rientra nell’ambito del “Piano triennale di Sanità Digitale della Regione Puglia”) - prosegue - è quello di permettere l’adozione della cartella clinica elettronica in tutti gli ospedali e le strutture territoriali delle aziende pubbliche del Servizio Sanitario regionale, in modo da dare slancio al processo di dematerializzazione della documentazione sanitaria con l’implementazione del “fascicolo sanitario elettronico” quale metodo principale in grado di assicurare la presa in carico degli assistiti e la continuità dell’assistenza attraverso la condivisione immediata delle informazioni. In questo modo certamente si riuscirà a fornire prestazioni più efficaci e più celeri ai cittadini, assecondando la crescente domanda di buona sanità pubblica.

Attualmente nelle aziende sanitarie pugliesi l’introduzione della Cartella Clinica Elettronica risulta disomogenea sia perché solo alcune ASL si sono dotate di tale strumento, sia perché in alcuni contesti la cartella clinica risulta utilizzata solo in alcuni ospedali o reparti, e spesso le soluzioni adottate non sono pienamente integrate nel contesto dei sistemi informativi aziendali e regionali. Questa disomogeneità delle situazioni ha rappresentato un ostacolo alla piena operatività nell’attuazione di questo vero e proprio “nuovo modello” di sanità pubblica che presenta, certamente, enormi potenzialità nell’ambito della gestione innovativa del processo diagnostico-terapeutico-assistenziale.

L’obiettivo dell’intervento varato dalla Giunta regionale è, quindi, proprio quello di realizzare una Cartella Clinica Elettronica in linea con le principali innovazioni normative e tecniche in materia e, soprattutto, omogenea su tutto il territorio regionale, in modo da giungere, progressivamente, ad un unico strumento clinico per il singolo paziente e consentire, così, una sua più facile consultazione da parte delle strutture sanitarie, anche diverse, che dovessero prenderlo in cura nell’ambito del percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale. La Cartella Clinica Elettronica si andrà ad inserire, quindi, nel contesto del Sistema Informativo Clinico dell’Azienda Sanitaria, interagendo con numerosi altri sistemi informativi (quali il CUP, l’anagrafe degli assistiti, il sistema di gestione delle richieste, quello di gestione del Blocco Operatorio o il sistema di archiviazione dei documenti clinici) e realizzando, in Puglia, un complesso e innovativo sistema sanitario in grado di rispondere più efficacemente e più tempestivamente alle esigenze dei cittadini, realizzando così un sistema sanitario migliore", conclude Borraccino.

La Puglia si presenta in diretta ai media britannici

La Puglia si presenta in diretta ai media britannici

BARI -  Arrivano oggi in Puglia e si fermeranno fino al 18 ottobre per un press tour dedicato tre grandi nomi della stampa britannica: Michael Karam, giornalista esperto di vini e inviato del magazine Bosidale, del newspaper The Guardian e del tabloid The Spectator; Hugo Campbell Davis, editore e proprietario della testata Urbanologie dedicata ai turisti inglese interessati al lusso e Stanley Johnson, giornalista esperto di travel e inviato del newspaper Daily Mail, che scriverà un reportage per il The Sun.

Il press tour 'SPECIFICO STAMPA UK' è il primo di una serie di educational in programma rivolti ai media del Regno Unito, voluti e organizzati dall’Ambasciatrice della Puglia nel mondo, Nancy Dell’Olio, in collaborazione con Pugliapromozione. “Il Regno Unito è uno dei mercati più interessanti in Europa per l’incoming in Puglia, grazie anche agli ottimi collegamenti aerei diretti – commenta Nancy dell’Olio - Nel 2018 il Regno Unito ha mostrato una crescita di +13% rispetto al 2017 con un tasso di soddisfazione dei turisti britannici pari a 87,2%, raggiungendo il terzo posto  dopo Germania e Francia e superando la Svizzera”.

Il giornalista Stanley Johnson, padre del primo ministro britannico Boris Johnson, scriverà un articolo per the Sun, il quotidiano più venduto in UK ; Hugo Campbell Davis – proprietario del network on line URBANOLOGIE,  che si rivolge ai milionari dell'Inghilterra, con l'idea di consigliare dove andare a mangiare, o dove uscire la sera, per rinforzare l'immagine di appartenenti all'élite, scriverà della Puglia agli abbonati del suo network https://www.esquire.com/it/news/business/a14460711/hugo-campbell-davys-app-urbanologie, mentre Michael Karam, un giornalista che si occupa di questioni del Medio Oriente ed è un esperto di vini per The Spectator e Guardian, scriverà un reportage sul magazine Boisdale. Intenso il programma del tour: Molfetta, Trani, Castel del Monte, Polignano, Fasano, Cisternino, Ostuni, Alberobello, Bari, con visite a cantine e masserie, cene e aperitivi in strutture di pregio .

E in questi giorni è in Puglia anche un nome del mondo internazionale del wedding: Kevin Lee, famoso wedding planner riconosciuto a livello internazionale che ha organizzato i più importanti matrimoni delle star del cinema non solo californiani.   Su proposta dell’Editore della prestigiosa rivista Woman&Bride (www.womanbride.it ) e dell’Agenzia Madreperla Wedding & Event Planner, Kevin Lee é in Puglia per tenere una master class. Pugliapromozione  ha organizzato ieri sera  un welcome dinner/degustazione di prodotti tipici pugliesi e un press tour che parte oggi per la stampa di settore con visite guidate a Polignano, Ostuni, Martina Franca, Monopoli. E ancora, in continuità con l'apertura del nuovo mercato della Russia nord-occidentale, Pugliapromozione ospita in questi giorni in Puglia Good Time Travel - Tour Operator russo con sede a San Pietroburgo per un fam trip per il prodotto turistico Arte e Cultura, rivolto a 14 agenzie viaggi più importanti di San Pietroburgo.

Senza biglietto sul treno aggredisce agenti, Fsp Polizia: 'Frattura grave per un collega. E’ ora di dire basta'

Senza biglietto sul treno aggredisce agenti, Fsp Polizia: 'Frattura grave per un collega. E’ ora di dire basta'

FOGGIA - “A Foggia un poliziotto ha subito assieme ad altri colleghi un’aggressione da un uomo che stava a bordo di un treno senza biglietto. Ha riportato la frattura scomposta del braccio ed è in ospedale. Ancora un ferito grave fra le Forze di polizia per l’ennesima assurda violenza con cui siamo costretti a confrontarci anche in situazioni apparentemente non allarmanti. Le aggressioni al personale in divisa sono all’ordine del giorno e fra donne e uomini in divisa serpeggiano sempre più un malcontento, una preoccupazione, e un avvilimento che stanno superando il livello di guardia. Nessun Servitore dello Stato verrà mai meno al proprio dovere, ma questa non può essere la scusa per ignorarne bisogni e necessità, perché è vile e ignobile. Siamo Servitori dello Stato ma non servi! Il governo e le istituzioni diano un segnale forte e concreto di vicinanza a chi ogni giorno rischia la vita per quattro spiccioli, senza alcuna seria tutela, senza i mezzi adeguati e senza neppure la dovuta considerazione. Non si può aspettare con le mani in mano il prossimo morto pronti a stilare i soliti vuoti messaggi di cordoglio”.
Così Valter Mazzetti, Segretario Generale dell’Fsp Polizia di Stato, dopo che agenti della Polfer intervenuti a Foggia per via di un passeggero senza biglietto sono stati aggrediti dall’uomo, un gambiano con permesso di soggiorno, trovato anche in possesso di un coltello. Quest’ultimo è stato arrestato con le accuse di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, interruzione di un servizio pubblico e porto abusivo di armi. Uno degli agenti intervenuti, invece, ha riportato la frattura del braccio sinistro ed è ricoverato agli Ospedali Riuniti di Foggia.

Iscriviti ora