Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post

Vittima di bullismo a Brindisi, Emiliano: "Approvare subito legge contro omofobia"

BARI - Ci tenevo moltissimo ad essere presente oggi qui per ringraziare una scuola che, dal punto di vista dell'integrazione, dovrebbe costituire un esempio per tutta la Puglia. Questo Istituto rappresenta un bene enorme per la comunità di Brindisi e per la regione. E per questo voglio congratularmi con il sindaco della città, che è anche presidente della Provincia, con gli studenti di questa scuola meravigliosa e con i docenti e il dirigente scolastico che hanno evidentemente seminato molto bene, tanto da costruire le cose belle che oggi sto vedendo qui”.
Queste le parole del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che questa mattina si è recato a Brindisi, all’Istituto alberghiero Sandro Pertini, per incontrare studenti e docenti che nei giorni scorsi si sono mobilitati a sostegno di un allievo dell’Istituto scolastico, vittima di bullismo omofobico.

“Ho immediatamente avuto un moto di orgoglio per questi ragazzi e queste ragazze – ha aggiunto Emiliano – perché quando ho visto in che modo hanno reagito ad una cattiveria grande che era stata compiuta nei confronti di un loro compagno, ho pensato che qualcuno, in particolare una istituzione, dovesse congratularsi con loro. Loro sono la nostra speranza per il futuro. Certo, sarebbe stato meglio forse che a felicitarsi con loro fosse stato il ministro della pubblica istruzione, ma non fa niente. Io sono con il Sindaco di Brindisi che rappresenta il mio orgoglio perché si sta battendo come un leone in questa situazione molto difficile”.

“Sono emozionato – ha continuato il Presidente - perché il Preside mi ha appena raccontato tutto quello che fanno qui. Siamo in una scuola che abbraccia tutti, anche le persone meno forti, più deboli e fragili. Siamo in una scuola del Sud dove le persone si impegnano moltissimo, siamo in una provincia del Sud, quella di Brindisi, dove ricordo da magistrato, che all’indomani della strage di Capaci questi ragazzi, i loro genitori, vennero sotto la Procura della Repubblica per dirci che la morte di Falcone, della sua scorta e di sua moglie, non avrebbero dovuto fermare l'azione di ripristino della legalità”.

Emiliano ha poi parlato di “un bellissimo progetto di legge, quello contro l’omofobia e la transfobia, all’esame del Consiglio regionale, che mira a mettere tutta la pubblica amministrazione e in particolare le scuole, nella condizione di conoscere cosa fare, come fare e come poter scambiare esperienze”.

“Un disegno di legge che serve alle famiglie e che certamente non è contro di loro. Dobbiamo solo imparare a capire che ci sono dei momenti in cui le istituzioni non possono tacere. Se ad esempio il Preside di questa scuola, e la scuola nella sua interezza, avesse taciuto, semplicemente perché non sapeva cosa fare, sarebbe stato un danno gravissimo. Invece oggi stiamo facendo un gesto di amore collettivo. Queste pareti sono piene di striscioni che inneggiano all'amore in tutte le sue forme, e questo è un bene che le Istituzioni devono riconoscere anche con una legge. Ecco perché io mi auguro che questo disegno di legge venga approvato in fretta”.

Questa mattina è stato proiettato anche lo spot “Rompi il silenzio” che la Fondazione Apulia Film Commission ha contribuito a realizzare nell’ambito del programma #teen explorer, un progetto di promozione della salute per la prevenzione dei pericoli del web, come l'adescamento on line e il cyber bullismo. Erano presenti per l’Apulia Film Commission la presidente Simonetta Dellomonaco, con Antonio Parente, Cristina Piscitelli e Fabrizio Stagnani.

'Festa dello sport', Brindisi premia le sue eccellenze

BRINDISI - La manifestazione, in programma al Teatro Verdi martedì 26 febbraio con inizio alle ore 19, premierà i titoli nazionali e regionali, le maglie azzurre, le medaglie internazionali, i brindisini che danno e hanno dato lustro alla città. Confermata la presenza di società, tecnici e giocatori della New Basket Brindisi. Sul palco si alterneranno anche momenti di spettacolo, con la partecipazione dell’attore e comico Uccio De Santis. L’ingresso è gratuito previo ritiro del ticket che assegna il posto presso la biglietteria del Teatro.  

Non una semplice cerimonia, ma una vera «Festa dello Sport». L’iniziativa, organizzata dal Comune di Brindisi e dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi con la partecipazione del Coni provinciale, è in programma martedì 26 febbraio con inizio alle ore 19 nel Nuovo Teatro Verdi di Brindisi. L’ingresso è gratuito previo ritiro dei biglietti in distribuzione solo presso la biglietteria del Teatro venerdì 22, sabato 23, lunedì 25 e martedì 26 febbraio, fino ad esaurimento dei posti. Info 0831 562554; apertura sportello ore 11-13 e 16-18.

La «Festa» premierà i successi dello scorso anno e vedrà protagonisti atleti e squadre, appartenenti alle diverse associazioni sportive, che hanno traguardato risultati di rilievo in campionati regionali e nazionali, sono saliti sul podio in campionati di livello internazionale o sono stati convocati in squadre nazionali. La serata sarà condotta dai giornalisti Antonio Celeste e Anna Saponaro e sul palco si alterneranno anche momenti di spettacolo con il cabaret di Uccio De Santis, il comico pugliese ideatore del programma televisivo di barzellette sceneggiate «Mudù».

«La cronaca, anche recente - ha detto il sindaco Riccardo Rossi -, ci ha dimostrato che lo sport è un elemento per aggregare, socializzare e trasmettere valori positivi che vanno oltre il concetto di competizione. Non possiamo prescindere da questo per dare alla città una spinta verso l'alto che abbia il sapore dell'educazione e della valorizzazione del materiale umano».

«Abbiamo pensato a questa Festa - ha aggiunto l’assessore allo Sport Oreste Pinto - perché vogliamo promuovere anche una coscienza critica in positivo. Dobbiamo riconoscere le nostre eccellenze partendo dall’ambito sportivo fino a valorizzare ogni altra forma di bellezza della città. La città ha bisogno di buoni esempi, di storie che si affermano e si riscattano, di modelli da seguire e ai quali ispirarsi. Nello sport abbiamo un notevole patrimonio di eccellenze. Alcune sono note in tutta Italia; altre non sono conosciute da tutti. Riteniamo importante fare emergere questa realtà, senza autocelebrazioni ma con l’idea di mettere in luce una parte di città che ci inorgoglisce. Ed è per questo che, accanto agli atleti e alle squadre che hanno raggiunto la ribalta nazionale, abbiamo voluto scoprire e far scoprire meglio le tante storie che arrivano al successo e magari lo fanno in silenzio, molte volte lontano dalla luce dei riflettori. Dovremmo stimarci di più e questa serata vuol dimostrare che anche Brindisi sa e può competere ad alti livelli».

Un percorso lungo un anno che attraverserà i momenti che hanno sottolineato il protagonismo di Brindisi e dei suoi atleti nelle diverse discipline sportive. Un protagonismo che riporta all’impresa del Pala Mandela Forum di Firenze, scritta appena qualche giorno fa dalla New Basket Brindisi con la storica e sfortunata “road to glory” nella Final Eight di Coppa Italia. Alla «Festa dello Sport» parteciperanno le diverse realtà sportive del territorio, con le rispettive rappresentanze tecniche e dirigenziali, tra associazioni/società sportive dilettantistiche, affiliate alle federazioni sportive nazionali, e i vertici degli enti di promozione sportiva che rappresentano un’alternativa di ascolto e di etiche condivise. Numerosi saranno gli sport rappresentati con tutti i loro protagonisti: dal taekwondo al karate e alla pallacanestro con dirigenti, tecnici e i giganti della New Basket Brindisi, fino a pugilato, scherma, nuoto, ginnastica ritmica, tennis, trampolino elastico, atletica leggera, canottaggio e dressage. Una sezione della premiazione sarà dedicata ai campioni, alle figure di riferimento, alle punte di diamante, agli alfieri del presente e del passato che, come riporta la motivazione, «rappresentano eccellenti interpreti del senso dello Sport»: la categoria comprende, anche in questo caso, atleti, dirigenti, arbitri, educatori, famiglie di sportivi, giornalisti.

La passerella, tra atleti premiati, voci qualificate dello Sport, rappresentanti del Coni e delle Federazioni, video delle imprese più significanti, sarà aperta sul palcoscenico del Teatro Verdi ai tesserati veri e propri “testimonial” dello sport “made in Brindisi” e agli esordienti ai quali sarà consegnata la targa come riconoscimento per i traguardi raggiunti e incoraggiamento per il futuro.

Puglia: quasi 124mila auto a Gpl, Bari provincia con più auto


BARI - Assogasliquidi/Federchimica ricorda che i veicoli a GPL sono esclusi dai blocchi della circolazione nelle città. Con un’auto a GPL si spende mediamente quasi il 50% in meno rispetto alla benzina e le emissioni di particolato e ossidi di azoto sono molto ridotte. In Puglia quasi 124 mila vetture circolanti a GPL (pari al 65% delle alimentazioni alternative): Bari la provincia con più auto e distributori GPL, Taranto quella con la maggior incidenza.

Il territorio pugliese dispone di una buona rete di punti vendita GPL, con 272 distributori.

Assogasliquidi/Federchimica ricorda che i veicoli alimentati a GPL (gas di petrolio liquefatto) sono esclusi dai provvedimenti restrittivi alla circolazione dei mezzi di trasporto, applicati in numerose città italiane con l’obiettivo di ridurre i livelli di emissioni inquinanti.

Il GPL, impiegato come carburante per auto, oltre ai notevoli vantaggi economici per gli automobilisti e all’ampia disponibilità su tutto il territorio nazionale – grazie ad una rete che conta più di 4.100 punti vendita stradali e autostradali, diffusi su tutto il territorio nazionale, asservita ad oltre 2,3 milioni di veicoli in circolazione - consente di ottenere sostanziali benefici ambientali, dal momento che i gas di scarico prodotti da tali vetture presentano emissioni di particolato e di ossidi di azoto molto ridotte, oltre ad un contenimento di quelle di CO2.

Per questo la Commissione Europea, con la Direttiva 2014/94/UE, ha riconosciuto le potenzialità del GPL come carburante alternativo su cui puntare per lo sviluppo di una mobilità sostenibile.

La convenienza economica del GPL è calcolabile in base ai prezzi alla pompa e ai consumi: a parità di modello di auto e ipotizzando una spesa di 10 euro per il rifornimento, con il GPL è possibile percorrere 207 chilometri, a fronte dei 156 chilometri del diesel (-25%) e dei 107 chilometri dell’alimentazione a benzina (-49%). È inoltre possibile la conversione della propria auto da benzina a GPL, con costi medi una tantum relativamente contenuti connessi alla sola installazione dell’impianto.

Nella Regione Puglia, inoltre, le autovetture e gli autoveicoli ad uso promiscuo omologati per la circolazione esclusivamente con alimentazione a GPL o gas metano sono soggetti ad una riduzione del 75% della tassa automobilistica prevista per i corrispondenti veicoli a benzina. In più, altre agevolazioni sono previste per i veicoli a doppia alimentazione benzina/GPL.

Le vetture alimentate a GPL circolanti in Puglia nel 2017 sono state 123.851, rappresentando così, a livello regionale, il 65% delle auto con alimentazioni alternative (GPL, metano, elettrico ed ibrido) e il 5% dell’intero parco vetture. A livello di singole Province, a Bari si registra il maggior numero di auto a GPL in circolazione (40.230), seguita da Lecce con 31.826 e Taranto con 16.225, e nella Provincia di Taranto si riscontra la maggior incidenza del GPL (78%) rispetto al totale delle alimentazioni alternative.

Nel 2018, inoltre, in Puglia sono state registrate 5.261 immatricolazioni di auto a GPL e 3.862 conversioni da benzina a GPL.

In termini di punti vendita di GPL, Bari si aggiudica il gradino più alto del podio con 78 distributori su un totale di 272 distributori presenti sul territorio regionale. Segue Lecce, con 68 punti vendita, mentre al terzo posto si classifica Foggia con 52 distributori.

Il riepilogo delle singole province è:


PROVINCE
Punti vendita (ottobre 2018)
Auto a GPL circolanti
(2017)
Peso del GPL sul totale alimentazioni alternative
Bari
78
40.230
60%
Barletta-Andria-Trani
15
8.792
76%
Brindisi
26
11.810
68%
Foggia
52
14.968
56%
Lecce
68
31.826
70%
Taranto
33
16.225
78%
Tot. Regione
272
123.851
65%

“Scegliere un’auto a GPL rappresenta una scelta vincente perché consente una serie di vantaggi. Anzitutto ambientali, visto che si tratta di un carburante pulito che può fornire un aiuto all’Italia e alle nostre città nel raggiungere gli obiettivi europei di riduzione dell’inquinamento atmosferico, che provoca pesanti conseguenze dal punto di vista sanitario”, ha commentato il Presidente di Assogasliquidi-Federchimica, Francesco Franchi. “Proprio per questo motivo, le auto a GPL possono circolare liberamente anche durante le giornate dei blocchi, rappresentando così un vantaggio in termini di libertà di movimento”.

“A questo si aggiunge poi la rete di distributori capillarmente diffusa su tutto il territorio nazionale. Infine – ha sottolineato Franchi – benefici anche dal punto di vista economico, dal momento che un’auto a GPL consente un risparmio di circa il 50% rispetto ad una alimentata a benzina”.

Basket: Cremona vince la finale 83-74 con l’Happy Casa e si aggiudica la Coppa Italia


di FRANCESCO LOIACONO - Nella finale di Coppa Italia di basket maschile a Firenze Cremona ha vinto 83-74 contro l’Happy Casa Brindisi e si è aggiudicato il trofeo. Primo quarto, Mathiang 4-2 per i lombardi. Diener ha allungato 10-6. Brown ha impattato per i pugliesi, 10-10. Moraschini ha ribaltato per la squadra di Frank Vitucci, 13-12. Brown, 16-14. Ma Cremona con una “bomba” da tre punti di Crawford ha avuto la meglio 23-18 in questa fase di gara. Secondo quarto, Saunders 28-25 per la squadra di Sacchetti. Ruzzier con una tripla, 34-25. Banks ha tenuto in partita l’Happy Casa Brindisi, però 37-30 per gli avversari. Aldridge, 43-32. Cremona si è imposto di nuovo 45-37.

Terzo quarto, Mathiang 49-44 per i lombardi. Stojanovic ha aumentato il vantaggio sul 55-42. Ricci, Cremona ha trionfato 62-51. Quarto quarto, Saunders, 69-57 per il roster di Meo Sacchetti. Mathiang infallibile sotto canestro, 74-59. Gaffney ha permesso a Brindisi di restare nell’incontro. Aldridge, 82-70. Cremona ha vinto questo quarto, 83-74 tutta la partita e per la prima volta nella sua storia la Coppa Italia. Sconfitta immeritata per l’Happy Casa Brindisi che ha disputato però certamente una buona partita ed è andata davvero molto vicina al successo finale.

Basket: l’Happy Casa Brindisi vince 87-86 con Sassari e si qualifica per la finale di Coppa Italia


di FRANCESCO LOIACONO - Nella semifinale di Coppa Italia di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 87-86 a Firenze contro Sassari e si è qualificato per la finale. Primo quarto, Banks 6-3 per i pugliesi. Pierre ha ribaltato, 15-12 per i sardi. Brown preciso sotto canestro, 30-26 per la squadra allenata da Frank Vitucci. Chappell, Brindisi si è aggiudicato 32-28 questa fase di gara. Secondo quarto, Rush 36-30 per l’Happy Casa. Banks con i tiri liberi ha allungato 42-38. Brown, 46-41. Chappell, 51-41. I pugliesi hanno avuto di nuovo la meglio 54-46.

Terzo quarto, “bomba” da tre punti di Banks 59-46 Brindisi. Gaffney infallibile con i sottomano, 66-50. Banks ha aumentato il vantaggio sul 71-55. I pugliesi hanno trionfato 74-60. Quarto quarto, Banks 77-62 Brindisi. Moraschini ha dato il suo contributo sotto le plance, 82-74. Chappell, 87-79. L’Happy Casa Brindisi ha vinto questo quarto e 87-86 tutta la partita, ed è passato per la prima volta nella sua storia in finale dove sfiderà Cremona. I lombardi hanno sconfitto 102-91 Bologna nell’altra semifinale.

Basket: l’Happy Casa Brindisi vince 95-92 con Avellino e vola in semifinale di Coppa Italia


di FRANCESCO LOIACONO - Nei quarti di finale di Coppa Italia di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 95-92 a Firenze al “Pala Mandela” contro Avellino e si è qualificato per la semifinale. Primo quarto, Moraschini 9-4 per i pugliesi. Brown ha allungato 15-6. Di nuovo Brown, 20-8. Moraschini, 26-10. Brindisi si è aggiudicato 28-12 questa fase di gara. Secondo quarto, Rush 30-17 per la squadra allenata da Frank Vitucci. Brown, 37-24. “Bomba” da tre punti di Moraschini, 41-29. Tripla di Walker, 44-34. I pugliesi hanno avuto ancora la meglio 47-40.

Terzo quarto, Brown 49-42 Brindisi. Velocissimo con i sottomano Brown 53-52. Chappell, 57-56. Però Silins ha ribaltato, 62-59 Avellino. Filloy ha aumentato il vantaggio, 72-62 per i campani. Stavolta ha trionfato Avellino 80-69. Quarto quarto, Sykes 83-76 per gli avversari. Preciso Silins sotto canestro, 85-79. Rush ha impattato per i pugliesi, 85-85. Banks, 88-87 Brindisi. Chappell, 91-90. Sykes ha sbagliato dalla lunga distanza per i campani. Forte schiacciata di Banks. L’Happy Casa Brindisi ha vinto 95-92 questo quarto e tutta la partita, ed è passata in semifinale. I pugliesi sfideranno Sassari che ha battuto 89-88 Venezia nell’altro quarto di finale.

Migranti: a Brindisi in 50 in un casolare abbandonato


BRINDISI - Sono all'incirca 50 i migranti di origine africana che vivevano a Brindisi in condizioni di degrado e in uno stato di grave carenza igienico-sanitaria, senza riscaldamento e acqua corrente, in una struttura multifamiliare composta da 6 piccoli appartamenti e alcuni box. I controlli, effettuali dai carabinieri, hanno permesso di scoprire che sei di loro erano migranti irregolari due, invece, un 32enne e una 39enne nigeriani, sono stati trovati in possesso di marijuana. Uno dei due è stato arrestato per il possesso ai fini di spaccio di 40 grammi di stupefacente, l'altro denunciato in stato di libertà per la detenzione di 25 grammi di droga, suddivisi in dosi. Rivenuti anche 300 euro in contanti.

Trema la Puglia, scossa sulla costa: paura a Brindisi

BARI - Trema la Puglia. Una scossa di terremoto è stata registrata ieri notte sulla costa pugliese. La scossa, magnitudo 3.3, si è verificata alle ore 22:56. L’epicentro è stato localizzato nella costa adriatica brindisina, mentre l’ipocentro a 11.4 km di profondità. La scossa è stata distintamente avvertita a Brindisi. Tra i comuni vicini all’epicentro Ostuni, San Vito dei Normanni e Fasano.

Bibenda 2019: i Cinque Grappoli di Puglia


BARI - Ogni anno rappresenta il momento più emozionante e celebrativo per la nostra terra. L’evento che premia con orgoglio la produzione vitivinicola pugliese, consegnando nelle mani di grandi produttori “I Cinque Grappoli”, il più alto riconoscimento che la storica Guida Bibenda, la più autorevole nel settore con oltre 25 mila vini recensiti, consegna a chi ha saputo distinguersi e a chi continua a scrivere la storia di questo Paese, conquistando il mondo. E la Puglia sta dando uno straordinario contributo. Così, dopo la celebrazione nazionale avvenuta a Roma, Fondazione Italiana Sommelier Puglia dedica ai nostri produttori un evento proprio nella loro terra. Sono 26 le aziende e 27 i vini premiati con il massimo riconoscimento, un numero importante perché in crescita rispetto lo scorso anno.

Il 16 febbraio prossimo, quindi, alle ore 18.00 presso Borgo Egnazia avverrà la cerimonia di premiazione, moderata dalla giornalista Monica Caradonna e la degustazione dei migliori vini di Puglia, a cura di Massimo Billetto, docente di Fondazione Italiana Sommelier e storico redattore della Guida Bibenda.  Per l’occasione lo chef Domingo Schingaro dedicherà un piatto ai vini de I Cinque Grappoli di Puglia.

Sarà un’occasione importante che andrà oltre la premiazione, perché vedrà tutti i produttori presenti in sala confrontarsi tra loro e il mondo della comunicazione. Così come spiega Giuseppe Cupertino, presidente di Fondazione Italiana Sommelier Puglia: “È quello su cui lavoriamo costantemente da anni, ovvero la valorizzazione e la promozione dei nostri vini che rappresentano oggi la storia e il futuro del nostro territorio. È un grande investimento per Fondazione Italiana Sommelier Puglia, una mission importante da portare avanti nel mondo del vino e in quello dell’olio. E’ proprio grazie ai produttori che conosciamo le problematiche ma anche i punti di forza e, soprattutto, gli aspetti futuri della produzione pugliese. Insieme a loro possiamo portare la nostra terra a diventare grande ”.

Una serata quindi di premiazione, di confronto e di grande orgoglio pugliese, in una location d’eccellenza, Borgo Egnazia, e con la possibilità per pochissimi appassionati, di tastare i 27 vini in un’unica serata, accompagnati da uno dei piú grandi esperti nel mondo della  comunicazione del vino quale Massimo Billetto è.

ELENCO AZIENDE PREMIATE:
Cantele, Tormaresca, Rivera, Schola Sarmenti, Gianfranco Fino, Centovignali, Polvanera, d’Araprì, Severino Garofano, Albea, Carvinea, Conti Zecca, Feudi di Guagnano, Petra Nevara, Cosimo Taurino, Tenute Al Bano Carrisi, Candido, Trullo di Pezza, Masca del Tacco, Vespa Vignaioli per Passione già Futura 14, Morella, Leone De Castris, Masseria Li Veli, Cantine Due Palme, Cantine Risveglio, Tenute Rubino.

L’evento è su prenotazione (posti limitati)

Brindisi, si esercita con pollo in sala operatoria: ginecologo sotto inchiesta


BRINDISI - Incredibile caso di malasanità da Brindisi, dove un ginecologo è sotto procedimento disciplinare per essersi esercitato, in una sala operatoria dell'ospedale Perrino, a incidere e suturare pezzi di carne animale, manzo e pollo. Durante un'ispezione della direzione sanitaria - secondo quanto riportat dai media locali - sono stati trovati in sala operatoria i pezzi di carne suturati. L'ipotesi più probabile è che il medico si esercitasse ad incidere la carne e a suturare i tessuti. La direzione sanitaria del Perrino ha inviato una segnalazione al direttore generale segnalando a carico del medico l'uso improprio della sala operatoria per attività non autorizzata, dando così l'avvio al procedimento disciplinare che al momento è solo a carico del professionista. Esclusi dall'ispezione problemi di tipo igienico-sanitario nella sala operatoria della struttura brindisina.

San Biagio: centinaia di fedeli rendono omaggio al patrono e protettore della Città bianca

OSTUNI (BR) - Lungo l’intera giornata di ieri, domenica 3 febbraio, Ostuni ha reso onore al suo Patrono e Protettore San Biagio. Centinaia i fedeli che, con la complicità di un clima inaspettatamente mite, hanno raggiunto in pellegrinaggio i colli e partecipato alle celebrazioni che si sono svolte all’interno del santuario rupestre dedicato al Santo.

Qui, come da tradizione, oltre alle tre funzioni religiose, si sono tenute le rituali benedizioni alla gola, su cui viene poggiata la sacra reliquia. Numerosissimi i fedeli che, giunti in pellegrinaggio per ricevere la benedizione, hanno passeggiato lungo i sentieri e sulle praterie delle colline ostunesi.

Due le funzioni che si sono tenute nella Concattedrale, alle 11 e alle 18, quest’ultima officiata da Monsignor Domenico Caliando, Arcivescovo della Diocesi Brindisi-Ostuni, assieme ai sacerdoti della Città bianca. In una basilica gremita di fedeli, si è svolta una cerimonia tradizionale e al tempo stesso attuale: diversi sono stati i momenti in cui gli officianti e gli intervenuti hanno fatto riferimento ai valori di accoglienza e solidarietà che la nostra società deve riservare, rispettando quelli che sono i fondamentali precetti cristiani, nei confronti degli stranieri, soprattutto quelli in fuga da guerre e condizioni di vita disperate.

«Anche quest’anno la comunità ostunese, sia cattolica che laica, ha dimostrato la sua particolare devozione nei confronti di San Biagio, raggiungendo l’impervia grotta e partecipando con trasporto alle celebrazioni programmate dalla vicaria ostunese e dall’amministrazione comunale, che ha assicurato il consueto servizio gratuito di trasporto pubblico verso i luoghi di culto in collina. Una macchina organizzativa complessa, quella che ogni anno si mette in moto per la festa di San Biagio, che è riuscita a garantire il sereno svolgimento di tutte le attività previste, anche grazie al lavoro di pulizia di strade e sentieri, che ha permesso il raggiungimento del santuario rupestre in maggiore sicurezza».

Il sindaco Coppola inoltre, grazie al supporto dell’ufficio lavori pubblici e della locale sezione ARIF, ha disposto la pulizia di arbusti e sterpaglia selvatica, per consentire ai mezzi di soccorso di avvicinarsi quanto più possibile al santuario rupestre.

Essenziale il costante supporto di chi ha garantito maggiore controllo e sicurezza, sia verso i tanti visitatori, che verso l’ambiente. Accanto ai Carabinieri Forestali al Corpo dei Vigili Urbani, hanno operato i volontari della divisione locale della Croce Rossa, del SER – Protezione Civile e gli operatori ecologici dell’Ati Gial Plast/Bianco Igiene.

Basket: l’Happy Casa Brindisi vince 108-93 dopo un tempo supplementare a Sassari


di FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 108-93 a Sassari dopo un tempo supplementare. Primo quarto, Moraschini 7-5 per i pugliesi. Cooley ha ribaltato, 11-9 per i sardi. Sassari si è aggiudicato per 20-18 questa fase di gara. Secondo quarto, Walker 24-22 per la squadra allenata da Frank Vitucci. Spissu, 32-30 per gli avversari. Polonara ha allungato 41-35. Banks, stavolta ha avuto la meglio 47-43 Brindisi.

Terzo quarto, Chappell 56-53 Happy Casa. Polonara, 66-60 Sassari. I sardi hanno trionfato 68-66. Quarto quarto, Walker 80-79 per i pugliesi. Cooley, 87-84 per gli avversari. Walker ha impattato 91-91, necessario il tempo supplementare. Nell’extra time, tripla di Moraschini 99-96 per il roster di Vitucci. Brindisi ha vinto questo tempo supplementare e 103-98 tutta la partita. Quarto successo consecutivo per l’Happy Casa. I pugliesi sono quinti in classifica con 22 punti. Nel prossimo turno giocheranno in casa contro Pistoia.

Brindisi: spara alla moglie e si suicida, donna gravissima

BRINDISI  - Tentato femminicidio nel Brindisino. Un uomo ha esploso alcuni colpi alla moglie con un fucile ferendola gravemente e si è poi tolto la vita con la stessa arma. La donna versa ora in condizioni disperate ed è stata trasportata nell'ospedale di Ostuni. Il dramma si è consumato a Carovigno, nel brindisino, in un casolare di campagna. Al via le indagini dei cc.

L'uomo aveva 75 anni e si chiamava Salvatore Natola, mentre la moglie, Maria Franca Colucci, ne ha 57. Sono entrambi originari del paese brindisino. Secondo le prime ricostruzioni fatte dai militari, dopo avere sparato alla moglie con un fucile con canne mozzate, l'uomo si è messo sul letto e si è sparato a sua volta puntando l'arma al volto.

Basket, l’Happy Casa Brindisi vince 101-80 a Pesaro


di FRANCESCO LOIACONO - Nella seconda giornata di ritorno di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 101-80 a Pesaro. Primo quarto, Moraschini e Banks 11-4 per i pugliesi. Walker, 20-8 Happy Casa. Chappell validissimo sotto le plance ha allungato 26-13. La squadra di Frank Vitucci si è aggiudicata 31-19 questa fase di gara. Secondo quarto, “bomba” da tre punti di Wojciechowski 39-23 Brindisi. Moraschini ha dato il suo contributo con le triple, 54-33. I pugliesi hanno avuto la meglio di nuovo 60-41.

Terzo quarto, Zanotti ha tenuto in corsa Pesaro. Ma Banks ha portato Brindisi avanti 65-52. Chappell e Rush hanno fatto la differenza in positivo con delle forti schiacciate. L’Happy Casa ha trionfato 72-64. Quarto quarto, Wojciechowski 77-66 Brindisi. Walker infallibile dalla lunga distanza, 85-70. Chappell, 90-72. Banks molto preciso con veloci contropiede. L’Happy Casa Brindisi ha vinto questo quarto e 101-82 tutta la partita. Terzo successo consecutivo per i pugliesi, dopo quelli a Trento e in casa col Milano. Sono quinti in classifica con 20 punti. Nel prossimo turno giocheranno fuori casa contro il Sassari.

Bus avvolto dalle fiamme: nessun ferito


di PIERO CHIMENTI - Un bus della Stp, pieno di studenti, è stato travolto dalle fiamme nel pomeriggio mentre era in marcia per le vie di San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi. E' stato solo grazie alla prontezza dell'autista che, accortosi del principio di incendio, è stato possibile mettere in salvo i giovani, facendoli scendere dal mezzo che in poco tempo è stato avvolto dalle fiamme. Secondo una prima perizia dei vigili del fuoco sarebbe stato un cortocircuito a provocare l'incendio che poi ha distrutto il mezzo pesante revisionato lo scorso dicembre.

Lega Brindisi, Tateo: “successo dei gazebo in provincia per decreto sicurezza e quota 100”

BRINDISI - “Domenica tra la gente in Provincia di Brindisi, a fare Gazebo per parlare di Quota 100 e decreto sicurezza. Il bello della nostra Lega è che non ti fermi mai e trovi sempre qualcuno come te che vive con passione il progetto politico di Matteo Salvini!
L’entusiasmo è palpabile nelle piazze, da Oria a Torchiarolo fino alla stessa città di Brindisi, dove abbiamo raccolto centinaia firme a sostegno della legge Salvini e della politica sui porti chiusi. Un modo come un altro per far capire a Rossi che i porti devono rimanere chiusi e che i brindisini stanno con Salvini. A Brindisi la Lega c’è e si fa sentire, con buona pace di chi sottovaluta noi e la nostra attività sul territorio. Avanti, futuro!”. Lo dichiara sulla sua pagina Facebook la deputata pugliese della Lega Anna Rita Tateo, commissaria provinciale di Brindisi per il suo partito.

Basket: l’Happy Casa Brindisi vince 101-92 in casa contro la capolista Milano

di FRANCESCO LOIACONO - Nella prima giornata di ritorno di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 101-92 in casa contro la solitaria capolista Milano. Primo quarto, Moraschini 11-8 per i pugliesi. Brown, 17-10 Brindisi. “Bomba” da tre punti di Banks, 20-12. La squadra di Frank Vitucci si è aggiudicata 26-16 questa fase di gara. Secondo quarto, Wojciechowski 28-23 Happy Casa. Brown, 33-30. Schiacciata poderosa di Banks, 37-34. Di nuovo Banks con le triple,42-39. Walker eccellente con i sottomano, Brindisi si è imposto 45-39.

Terzo quarto, Chappell efficace sotto le plance,50-44 Happy Casa. Chappel infallibile dalla lunga distanza, 55-48. Banks ha fatto la differenza in positivo con le triple, 60-53. Moraschini, 65-58. Banks ha dato il suo fondamentale apporto sotto canestro, 73-64. Il roster di Vitucci ha trionfato 75-64.

Quarto quarto, Brown 80-69 Brindisi. Walker con due tiri liberi precisi, 84-73. Banks ha aumentato il vantaggio, 85-77. Moraschini ha consentito un 90-85 ai pugliesi. Brown, 96-92. Espulso James di Milano per proteste. Moraschini, Brindisi ha vinto questo quarto 101-92 e tutta la partita. Successo importante per i pugliesi. Sono quinti in classifica con 18 punti. Nel prossimo turno giocheranno a Pesaro. I marchigiani hanno vinto 81-77 a Pistoia.

Legge regionale sulla bellezza: parte tour da Bari

BARI - L’Italia è una Repubblica fondata sulla bellezza. Potrebbe essere questo il senso di una modifica alla Costituzione. Non occorrerebbe referendum. E, ne siamo certi, avrebbe un enorme successo anche in Parlamento. D’altro canto, come ricordano il costituzionalista Michele Ainis e il critico d’arte Vittorio Sgarbi, l’abitudine al bello – e a un patrimonio artistico e culturale che non ha eguali nel mondo – è il vero elemento unificante degli italiani.

Ecco, ottenere una maggiore consapevolezza della bellezza che ci gira attorno è uno degli scopi del disegno di legge sulla bellezza che la Regione Puglia ha presentato lo scorso luglio. Un articolato con 7 Titoli e 23 Articoli, accompagnato da un “Manifesto” che spiega i principi, le ragioni e gli obiettivi che hanno guidato la mano degli estensori del testo. Insomma, “più che una legge, un progetto giuridico”, scrive il filosofo e giornalista Andrea Colasuonno. Un “progetto” fortemente voluto dall’assessorato regionale alla Pianificazione Territoriale - Urbanistica, Assetto del Territorio, Paesaggio, Politiche abitative, oggi diretto dal prof. Alfonso Pisicchio, redatto da un comitato tecnico-scientifico di accademici, giuristi, storici dell’arte, antropologi, economisti, architetti, con l’ulteriore contributo del giurista prof. Paolo Urbani, ordinario di diritto urbanistico alla LUISS di Roma e in altre facoltà italiane. Un testo che non lesina citazioni, da Peppino Impastato a Wolfgang Goethe, da Italo Calvino a Concetto Marchesi a Marc Augè.

Una legge che deve nascere con l’apporto fondamentale dei cittadini. Non può non essere questa la genesi di un testo che nell’idea dei promotori sarà capace di proteggere e promuovere la bellezza della Puglia, preservando, tutelando e valorizzando le peculiarità delle diverse province che formano il “Mosaico Puglia”, un insieme quanto mai affascinante ed eterogeneo di tessere di bellezza delle identità culturali pugliesi.

Ed è per questo che è stata prevista una serie di incontri che si terranno su tutto il territorio della Puglia. Una legge in viaggio, un testo in movimento. Un viaggio di animazione dei diversi territori che compongono la nostra regione che prenderà il via venerdì 18 gennaio 2019 da Bari. Sarà il Palazzo della Città Metropolitana di Bari (ex Provincia) ad ospitare la prima convention sulla Legge sulla Bellezza della Puglia. Una tappa-pilota prima di partire per Ruvo di Puglia (Murgia), Lecce, Foggia, San Giovanni Rotondo (Gargano), Brindisi, Taranto, la sesta provincia di Barletta, Andria, Trani, Martina Franca, la riviera jonico-salentina e poi tornare nella capitale regionale.

Tornando alla prima puntata di un racconto che vuol narrare le storie e soprattutto il futuro prossimo della nostra terra, dalle ore 15,00 il programma sarà particolarmente ricco e intenso con una prima fase che prevede il convegno illustrativo sulla nuova disciplina, con interventi dei componenti il tavolo scientifico, seguiti da alcune tavole rotonde tematiche, quindi da un talk-show, che per l’occasione vedrà protagonista come ospite e ambasciatore di cultura, distintosi in ambito artistico, uno spumeggiante Antonio Stornaiolo e, infine, le musiche del gruppo folk-autorale dei Radicanto. In collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese ogni tappa sarà animata da un breve spettacolo con sketch teatrale o un’esibizione di bande musicali o gruppi folkloristici locali che narrano il vissuto dei luoghi che si toccheranno, secondo le tradizioni che ne hanno determinato la bellezza degli stessi.

Il disegno di legge – e qui torniamo al filosofo Colasuonno – proteggerà la bellezza della Puglia in tre modi: perseguendo un’alta “qualità costruttiva” nei futuri interventi che si andranno a fare nei luoghi urbani e periurbani (riordino degli strumenti di pianificazione assicurandosi che il livello strategico sia regionale, invece quello attuativo comunale); abbattendo o recuperando i cosiddetti “detrattori di   bellezza” che oggi deturpano i territori (tutti quei luoghi, o non-luoghi, che abbruttiscono gli spazi, certe periferie, certe costruzioni nei centri storici, i vuoti urbani, gli ecomostri, costruzioni abusive); preservando e valorizzando le peculiarità delle diverse provincie che formano il “Mosaico Puglia” (il Manifesto riconosce le   differenze fra i diversi luoghi che formano la Regione e invece di appianarle, le incoraggia).

Il processo partecipativo di associazioni, stakeholder e interlocutori dei singoli territori sarà fondamentale per la stesura definitiva del testo della Legge Regionale sulla Bellezza, dandole il connotato finale. Gli incontri previsti in tutta la Puglia sono una occasione imperdibile in tal senso. 
Un testo per una volta tanto affascinante, che, in definitiva, apre nuovi orizzonti sancendo il primo dei principi: “La Regione Puglia tutela, valorizza e promuove la bellezza del territorio, del paesaggio e dell’ambiente in tutte le sue espressioni, allo scopo di consentirne la fruizione generale e libera, in funzione del pieno sviluppo della persona anche nelle formazioni sociali nelle quali si svolge la personalità, e per la tutela dei valori e dell’identità culturale delle comunità pugliesi”.

Un grande storico dell’arte, l’austriaco Ernst Gombrich, diceva che “i Greci erano belli perché avevano piazze belle e città belle”. Molti anni dopo, un giornalista siciliano scriveva che “se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la   paura   e   l’omertà”. Era Peppino Impastato.

Per la prima tappa del tour “Giornate della Bellezza” il programma si dipanerà a partire dalle ore 15,00 presso il Palazzo della Città Metropolitana di Bari (ex Provincia), Lung. Nazario Sauro, 29.

Xylella: abbattuto il 'famoso' albero di Cisternino

BARI - Alle ore 19 di ieri sera (14 gennaio) è stato eseguito il decreto di abbattimento dell’albero risultato infetto da Xylella ubicato in agro di Cisternino e sul quale non era stato possibile eseguire la eradicazione, prevista dalle procedure e della norme in materia, perché la pianta godeva di una sorta di “immunità parlamentare”.

“Finalmente si attua, anche per l’albero di Cisternino, quanto previsto dalla scienza e dalle norme e quanto rivendicato nella manifestazione unitaria di ieri (13 gennaio) svolta a Monopoli, alla quale la CIA – Agricoltori Italiani di Puglia ha aderito sin da subito convintamente - dichiara Giannicola D’Amico, vicepresidente regionale CIA – Agricoltori Italiani di Puglia -. Ringraziamo la Regione Puglia e l’Arif per aver finalmente eradicato una pericolosa fonte di inoculo della Xylella, e ringraziamo anche la Questura di Brindisi per aver disposto un dispositivo interforze che ha permesso la eradicazione garantendo l’ordine pubblico e la sicurezza degli operatori che hanno proceduto alla eradicazione, dispiegando sul posto numerose forze dell’ordine alle quali va il nostro più caloroso ringraziamento. Il 29 dicembre scorso avevamo chiesto con forza alle autorità territoriali competenti in materia di ordine e sicurezza pubblica e alla stessa Autorità Giudiziaria di non perdere altro tempo e di attuare un atto di coraggio per almeno limitare i danni, ovvero la espansione ulteriore del contagio di Xylella. Quanto attuato ieri sera viene proprio incontro a quanto da noi rivendicato con forza, attuando quello che la scienza e le norme in materia prevedono”.

“Da sempre il nostro riferimento, sulla questione Xylella – dichiara Raffaele Carrabba, presidente regionale di CIA – Agricoltori Italiani di Puglia -, è stata ed è la scienza e non la fantascienza e i santoni che in questi anni non hanno fatto altro che creare solo tanta confusione e disinformazione, determinando ritardi abissali e condizionando, molto spesso, anche le scelte della politica e delle istituzioni. Bene ha fatto chi nei mesi scorsi ha presentato un esposto alle diverse Procure della Puglia contro chi in questi anni ha propinato teorie fantascientifiche, che non hanno fatto altro che determinare ritardi nell’affrontare quella che ormai è diventata un vera e propria emergenza per la Puglia, al pari di un terremoto”.

Brindisi, raid all'ipermercato Le Colonne

di PIERO CHIMENTI - Dei malviventi vestiti con tute bianche si sono introdotti nel centro commerciale Le Colonne a Brindisi, utilizzando l'ingresso riservato ai dipendenti e armati di pistola hanno rapinato la gioielleria Stroili, distruggendo le teche contenenti i preziosi con mazze ferrate ed esplodendo alcuni colpi di pistola, uno dei quali si è incastrato sotto un tavolino distante dalla gioielleria. Il tentativo dei rapinatori di dileguarsi con un'Alfa Romeo di colore bianca è durato poco, in quanto sono stati intercettati dalla Squadra mobile.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia