Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post

Comunali Brindisi, Congedo: "Un risultato soddisfacente, FdI supera le percentuali delle politiche ed elegge sindaco e amministratori"

BARI - Fratelli d'Italia in provincia di Brindisi ottiene un risultato soddisfacente e si attesta su percentuali in quasi tutti i casi superiori a quelle delle Politiche del 4 marzo, in particolare nei comuni in cui corre con una sua lista; dove corre in liste civiche, elegge comunque suoi esponenti. Meritano di essere sottolineati i risultati di Torre Santa Susanna e Brindisi.
Nel primo caso con la (ri)elezione a sindaco di Michele Saccomanno, figura storica della destra brindisina, con oltre il 50% dei voti; nel secondo, pur nell'amarezza per non aver raggiunto il ballottaggio, l'ottimo candidato Massimo Ciullo si attesta ad un lusinghiero 19%, e il connubio FdI-Movimento+39 supera il 6% risultando la prima forza politica della coalizione. E' il segno del buon lavoro svolto negli ultimi mesi dalla classe dirigente brindisina nonché il segno tangibile della linearità tenuta dal leader Giorgia Meloni nelle dinamiche che hanno portato alla definizione del Governo nazionale. Così Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d'Italia e commissario federazione provinciale FdI Brindisi.

Rocco Siffredi alla Fasano-Selva n.61

di NICOLA ZUCCARO - Rocco Siffredi alla Fasano-Selva 2018. Non è una fake news (come si scriverebbe in questi tempi) ma è la "nuda" verità dell'edizione n.61 della classica cronoscalata di fine primavera-inizio estate e impreziosita anche dalla partecipazione di numerosi e altro vip. Dall'attrice Patrizia Pellegrino al consigliere regionale Fabiano Amati. Quanto al noto porno attore, l'importante non è stato vincere (è giunto solo undicesimo) ma partecipare, mettendoci lo stesso impegno profuso sul set di un film pornografico.

La pornostar Malena sulle curve della Coppa Selva di Fasano per tifare i tre Siffredi

FASANO (BR) – Tra i volti noti alla sessantunesima edizione della "Coppa Selva di Fasano", la storica cronoscalata in provincia di Brindisi, ha sorpreso ospiti e spettatori l'arrivo di Malena, astro italiano del cinema internazionale per adulti ed ex naufraga dell’Isola dei Famosi. L'attraente pornostar ha raggiunto il serpente di curve per sostenere il proprio mentore professionale, nonché novità tra i piloti della categoria vip in gara: il celebre regista e produttore Rocco Siffredi, di cui la 35enne originaria di Noci (BA) è musa e attrice prescelta.

Malena tifa per Rocco e per i suoi due figli: Lorenzo e Leonardo Tano. Entrambi sono in competizione oggi e molto quotati per le alte posizioni in classifica, a causa della passione familiare per i motori e dell'ampia competenza alla guida, che spazia dai kart alle due ruote. Donne e motori è un binomio classico, come testimonia Malena: la stella nazionale dell’industria per adulti già a San Valentino ha fatto innamorare gli automobilisti italiani in TV con lo speciale "I Love my Car" su DMAX, mentre oggi ha conquistato il pubblico col suo tifo e ha attirato la curiosità di alcuni dei partecipanti, tra cui l'attore americano Ronn Moss ex star di Beautiful, anch'egli in gara oggi alla sessantunesima edizione della Fasano Selva.

Lega: Matteo Salvini a Brindisi

BRINDISI - Il Progetto di Futuro per il Sud di Matteo Salvini incontra la città di Brindisi. Il leader della Lega, neo Ministro dell’Interno e Vice-Presidente del Consiglio sarà in visita nel capoluogo adriatico domani, mercoledì 6 giugno 2018 alle ore 18;30 in  Piazza della Vittoria, nel cuore del centro storico, a sostegno del Candidato Sindaco Massimo Ciullo, da lui stesso indicato, proprio qualche mese fa, quale ideale primo cittadino di Brindisi in vista delle elezioni amministrative del 10 giugno.

Una visita di alto valore, quindi, quella di Matteo Salvini nella città di Brindisi dove terrà un comizio elettorale in una location fortemente rappresentativa per i brindisini e sarà accompagnato dal coordinatore regionale della Lega Andrea Caroppo, dai parlamentari pugliesi e dai vertici regionali del partito.

Puglia: 4 arresti nell'operazione Bogotà

di PIERO CHIMENTI - La Guardia di finanza di Brindisi e Lecce ha effettuato nella notte un blitz che ha portato all'arresto di 4 persone di nazionalità italiana e albanese, due delle quali condotte ai domiciliari.

Le Fiamme gialle hanno provveduto al sequestro di circa 700 kg di sostanze stupefacenti costituite da 600 chili di marijuana, 21 di hashish, 2 di cocaina e 32 di eroina, oltre ai mezzi utilizzati per il traffico che avrebbe coinvolto 51 persone, già deferite alla Procura della Repubblica, di cui 10 fermate in varie Regioni.

Riqualificazione Ss Bari-Brindisi-Lecce: Emiliano soddisfatto, "I fondi sono del Fsc per la Puglia"

BARI - “Soddisfazione” è stata espressa dal presidente Emiliano per la decisione del Cda di Anas di riqualificare l’itinerario Bari-Brindisi-Lecce per le superstrade 16, 379 e 613. “Ricordiamo – ha sottolineato Emiliano – che per il potenziamento di questo asse stradale, fondamentale per l’economia e il turismo, saranno impiegati fondi del FSC – Fondo di sviluppo e coesione assegnati alla Puglia nell’ambito del Patto per il Sud. I 250 milioni con i quali saranno innalzati i livelli di sicurezza e di confort per automobilisti e autotrasportatori su un asse strategico infatti non sono aggiuntivi da parte dello Stato, ma rientrano nella quota assegnata alla Regione Puglia nell’ambito del Fondo Sviluppo e Coesione e del Patto per il Sud – Puglia”.

“La Regione – prosegue Emiliano – proseguirà sulla strada dell’utilizzo integrale dei fondi europei per dotare i pugliesi di infrastrutture all’altezza in tutti i settori, anche di quelli di competenza statale come i grandi assi viari di Anas”.

Voli, Emiliano scrive ad Enav: "Mantenere controllo di Brindisi"

BARI - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inviato una lettera all’amministratore delegato dell’Enav, Ente Nazionale per l’Assistenza al Volo, Roberta Neri, sul Piano industriale dell’ente.

Con la lettera, Emiliano chiede di mantenere a Brindisi l’ACC – centro di controllo di area, che nel piano Enav sarebbe spostato a Roma Ciampino, con la conseguente chiusura della struttura. Questo perché non è richiesto da alcuna direttiva comunitaria, perché metterebbe a rischio posti di lavoro sul territorio e perché potrebbe causare profili di difficoltà sui temi della sicurezza del traffico aereo.

Emiliano tuttavia chiede di procedere con il programma per la remotizzazione delle torri di controllo del traffico aereo, che vedrebbe a Brindisi un hub. Di seguito, il testo della lettera inviata all’AD di Enav, a firma di Emiliano:

Gentile dott.ssa Neri,

Durante la presentazione del Piano Industriale Enav 2018-2022, Lei ha tenuto molto a tranquillizzarmi circa le notizie allarmanti, pervenute da più parti, sui possibili depauperamenti socio economici per il territorio.

Ho avuto modo, solo a posteriori, di prendere visione del Piano già emesso, che, a mio parere,  è connotato da mere considerazioni finanziarie e di previsioni di crescita annua del 4% dei dividendi, merito certamente di una positiva gestione, ma privo di alcuna menzione relativa agli impatti sul territorio.

Non avendo avuto prima la possibilità di formulare alcuna considerazione sul piano industriale, di seguito le esprimo il mio parere.

La remotizzazione delle Torri di Controllo, elaborata in ambito SESAR e in via di sperimentazione, costituisce certamente un punto di forza, poiché consentirà, nei limiti individuati dalle normative, uno sviluppo tecnologico per la gestione del traffico aereo presso alcuni scali aeroportuali, individuati soprattutto in relazione alla quantità di traffico gestito.

Pertanto, sia la creazione dell’HUB per le Torri remotizzate presso l’Impianto di Brindisi, sia le attività industriali connesse per lo sviluppo delle apparecchiature dedicate, rappresentano un buon punto di partenza.

Al riguardo comunque, certo di condividere anche il suo pensiero, mi preme porre l’accento sul punto che qualsiasi innovazione tecnologica, nel settore aeronautico non può e non deve penalizzare la sicurezza del trasporto dei passeggeri.

Non condivido invece in alcun modo, lo spostamento dell’ACC di Brindisi sull’ACC di  Roma/Ciampino.

In primo luogo perché non è richiesto da alcuna Direttiva, Regolamento o indirizzo dell’Unione Europea, ma trattasi invece di mere e autonome scelte aziendali.

In secondo luogo perché ritengo che l’impatto sociale ed economico sul territorio e  sui dipendenti interessati sia superiore ai benefici previsti dal citato Piano e non credo sia necessario richiamare la sua attenzione sul momento storico che vive il nostro Paese, con l’assoluta necessità di indirizzare, laddove possibile ed in questo caso appare  possibile, le politiche industriali di investimento e potenziamento verso il sud.

In terzo luogo perché ritengo che, in questo modo, tutto il meridione verrebbe privato di un punto di comando e controllo del traffico aereo, accentrando tutto inizialmente (fino al 2027) su Roma per il Centro e il Sud e su Milano e Padova per il Nord, cosa che potrebbe non escludere anche possibili problemi per la flessibilità operativa e per la safety.


Desidero rammentare poi che la distanza Padova-Milano è molto ridotta se comparata alla posizione di Brindisi rispetto a Roma o rispetto a Milano; in altri termini il Piano manca anche di armonia territoriale su cui credo sarebbe opportuna una profonda riflessione.

Pertanto Le propongo:

o di procedere col programma della remotizzazione delle Torri di Controllo, costituendo gli HUB indicati nel Piano Industriale, in linea con le Direttive europee  ed i progetti tecnico-operativi sviluppati da SESAR ed in osservanza delle previste certificazioni ed omologazioni;
o di rivedere la distribuzione degli ACC, potenziando l’ACC di Brindisi in termini di competenze ed ampliamento dell’attuale area di responsabilità, con particolare riferimento all’assegnazione di spazi aerei superiori, a similitudine di altri paesi europei (es. Germania),  che hanno decentrato i Centri di Controllo rispetto ai grandi centri urbani ed ai grandi aeroporti, anche per ragioni di sicurezza, costruendo in alcuni casi nuovi e moderni impianti.

Basket: a Brindisi confermato il tecnico Vitucci, Giofrè è il direttore sportivo

di FRANCESCO LOIACONO - L’Happy Casa Brindisi dopo la salvezza in A/1 di basket maschile ha confermato come allenatore Frank Vitucci. Il tecnico il cui contratto sarebbe scaduto il 30 giugno ha rinnovato con la società biancazzurra fino al 2020. Simone Giofrè è stato scelto dal presidente Marino come direttore sportivo.

In passato dal 2012 al 2015 è stato direttore sportivo del Varese in A/1. Tullio Marino è il nuovo general manager al posto di Alessandro Giuliani che lascia Brindisi dopo circa tre anni. Francesco Caiulo è stato confermato come team manager. Si cercherà di allestire una squadra competitiva per raggiungere di nuovo la salvezza nella prossima stagione.

Giorgia Meloni domani in Puglia

BARI - Domani, 31 maggio 2018, il presidente nazionale di Fratelli d'Italia, on. Giorgia Meloni, sarà in Puglia per due appuntamenti:

-alle ore 16 a Trepuzzi (Zona Vittorio - Contrada Canalone nei pressi della Piscina Comunale, da SS Lecce Brindisi uscita per Squinzano direzione Trepuzzi) parteciperà ad un flash mob organizzato dai dirigenti di FdI sulla Xylella. Oltre al consigliere regionale Erio Congedo e all'on. Marcello Gemmato saranno presenti i rappresentanti delle associazioni del comparto agricolo salentino;

-alle ore 17 all'Hotel Orientale (Corso Garibaldi 40, Brindisi) parteciperà ad un incontro pubblico con il candidato Sindaco Massimo Ciullo. Saranno presenti i dirigenti di Fratelli d'Italia, il consigliere regionale e commissario della federazione di FdI Brindisi Erio Congedo e il coordinatore regionale on. Marcello Gemmato.

Voli: Volotea riattiva a Bari e Brindisi 6 collegamenti per un totale di 18 destinazioni

BARI – Volotea, la compagnia aerea low cost che collega città di medie e piccole dimensioni in Europa, vola sempre più in alto a Bari e Brindisi, dove si appresta a ripristinare ben 6 collegamenti. Da oggi si torna, infatti, a volare da Bari verso Santorini (fino a 5 frequenze nei periodi di maggiore traffico), mentre per domani, 25 maggio, è confermata la ripartenza alla volta di Atene (2 frequenze settimanali). Il 26 maggio sono in calendario 3 ripartenze, tutte all’insegna del made in Italy: si torna a volare da Bari verso Olbia (fino a 4 frequenze settimanali) e da Brindisi verso Genova e Venezia (entrambe con 2 frequenze settimanali). Confermata infine, per il 29 maggio, la ripartenza del volo Bari – Ibiza (fino a 2 frequenze settimanali in alta stagione).

“Sin dall’avvio delle nostre attività presso gli aeroporti di Bari e Brindisi ci siamo impegnati per offrire ai nostri passeggeri un portfolio di voli completo e diversificato che includesse non solo le mete estive più gettonate, ma anche collegamenti verso alcune città in Italia e all’estero - afferma Valeria Rebasti, Commercial Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea -. E a giudicare dalla caldissima accoglienza che i passeggeri pugliesi ci hanno riservato, crediamo di avere fatto davvero centro. Per ringraziarli, nel 2018 abbiamo potenziato la nostra offerta: siamo in vendita con 350.000 posti e 3 nuove rotte in partenza da Bari verso Croazia e Grecia”.

Per Tiziano Onesti, Presidente di  Aeroporti di Puglia, “la rinnovata offerta che caratterizza anche l’estate 2018 di Volotea,  conferma la consolidata partnership commerciale tra i nostri aeroporti e un vettore  che in questi anni, collegamento dopo collegamento,  ha saputo cogliere le interessanti  opportunità  di crescita offerte da un mercato particolarmente vivace.  D’altro canto va sottolineato  come gli aeroporti pugliesi,  in termini  di dotazioni infrastrutturali,  efficienza operativa e  qualità dei servizi offerti,  rappresentino  un partner affidabile e una certezza per quei  vettori che, sempre più numerosi, vedono sicure opzioni di sviluppo in un territorio che sa porsi ad ogni livello all'attenzione degli operatori ".

Durante il 2018, Volotea decollerà da Bari verso 18 destinazioni, 16 delle quali operate in esclusiva. Sarà possibile prendere il volo dallo scalo pugliese verso 5 mete domestiche (Venezia, Verona, Palermo, Catania e Olbia), e 13 all’estero verso Spagna (Ibiza e Palma di Maiorca), Croazia (Dubrovnik - novità 2018), e Grecia (Atene, Corfù, Creta, Kos - novità 2018, Mykonos, Preveza-Lefkada, Rodi - novità 2018, Santorini, Skiathos e Zante). Votata invece all’Italia la programmazione in partenza da Brindisi, da cui è possibile decollare verso 2 città del Nord Italia: Genova e Venezia.

A Bari e Brindisi, Volotea ha trasportato più di 191.000 passeggeri la scorsa estate, tra maggio e settembre 2017. Tutte le rotte Volotea da e per Bari e Brindisi sono disponibili sul sito www.volotea.com, nelle agenzie di viaggio o chiamando il call center Volotea all’895 895 44 04.

L'estate pugliese è Trenitalia: più fermate e nuovi collegamenti con Freccialink

BARI - Novità in vista in Puglia e in Basilicata con l’orario estivo al via da domenica 10 giugno.

Fermate estive a Monopoli e Ostuni per quattro Frecciargento

Dal 10 giugno al 16 settembre, confermate le fermate estive a Monopoli e a Ostuni sui Frecciargento 8305 Roma-Lecce e 8324 Lecce-Roma; a queste si aggiungono due nuove fermate estive a Monopoli sui Frecciargento 8315 e 8302. Il Frecciargento 8315 che parte da Roma Termini alle 14.55 ferma a Monopoli (a. 19.25) e arriva a Lecce alle 20.19. Il Frecciargento 8302 che parte da Lecce alle 5.55 ferma a Monopoli (p. 6.47) e arriva a Roma alle 11.23.

In totale, sono 10 i collegamenti giornalieri tra la Puglia e la Capitale in Frecciargento,: tre coppie Lecce-Roma, una coppia no stop Bari –Roma e una Foggia-Roma.

FRECCIAlink arriva a Otranto, Gallipoli  e Marina di Ugento

FRECCIALink apre al turismo estivo e offre altre nuove corse speciali da e per località balneari della Puglia con il servizio integrato treno+bus di Trenitalia. Dal 10 giugno al 16 settembre arriva a Torre San Giovanni/Marina di Ugento (2 corse sabato e domenica da/per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma), Otranto (2 corse sabato e domenica da/per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma) e Gallipoli (4 corse sabato e domenica per Lecce in connessione con i Frecciargento da/per Roma), Confermati i collegamenti integrati su Matera e Potenza.

Fermate a Ostuni, Fasano, Monopoli per sei Frecciabianca

Confermati i diciotto Frecciabianca sulla linea Adriatica: dal 10 giugno al 16 settembre, quattro collegamenti con Torino e Milano, fermano anche a Ostuni e Monopoli mentre due collegamenti con Venezia fermano a Fasano. Confermati i Frecciarossa Bari –Milano (con fermata estiva nei weekend a Riccione) e Taranto-Milano.

Fermata a Polignano a Mare per due Intercity Bologna-Lecce

Confermati i 22 collegamenti Intercity e Intercity Notte per Bologna, Milano, Torino e Roma. Dal 17 giugno al 16 settembre, due intercity Bologna-Lecce fermano anche a Polignano a Mare.

Fermata a Maratea per due Frecciargento Roma-Reggio Calabria

Dal cambio orario al 16 settembre, due Frecciargento sulla rotta Roma – Reggio Calabria fermano a Maratea il sabato e la domenica. Il Frecciargento 8351 parte da Roma Termini alle 7.22, ferma a Maratea (a. 10.00) e arriva a Reggio Calabria Centrale alle 12.20. Il Frecciargento 8358 parte da Reggio Calabria Centrale alle 16.02, ferma a Maratea (a. p. 18.18) e arriva a Roma alle 21.00.

Collegamenti regionali su Trani, Monopoli, Polignano a Mare, Ostuni, Lecce, Metaponto, Melfi e Castel Lagopesole

Capillare la rete di collegamenti regionali nelle principali località turistiche di Puglia e Basilicata come Monopoli, Polignano a Mare, Ostuni, Trani, Melfi, Castel Lagopesole, Metaponto e Lecce.

Su trenitalia.com orari e collegamenti.

Brindisi, agguato nelle strade della movida: 1 ferito

(ANSA)
BRINDISI - La movida di Brindisi è stata scossa da alcuni spari esplosi nella notte: un 23enne è stato raggiunto al fianco da un colpo di pistola sparato da due persone in moto nei pressi di via Casimiro, non lontano da pub ancora aperti nel centro storico della città. La vittima è un dipendente di un fast food che si trova all'interno del centro commerciale Brin Park.

L'agguato si è verificato poco più tardi della mezzanotte. Il giovane è stato raggiunto al fianco: il proiettile è entrato e poi uscito, il 23enne è stato condotto in ospedale, non sembrerebbe versare in gravi condizioni. Il giovane era a piedi quando è stato colpito. Gli agenti, intervenuti sul posto, hanno trovato 3 bossoli cal.7.65.

Secondo quanto ricostruito i due malviventi erano a bordo di un Beverly grigio. 

Aeroporti di Puglia: traffico passeggeri primi 4 mesi 2018, +5,1%

BARI – Il primo quadrimestre del 2018 evidenzia il buon andamento del traffico passeggeri sugli aeroporti di Bari e Brindisi, con particolare riguardo alla linea internazionale. In premessa, va evidenziato che i dati riferiti al primo quadrimestre risentono– sia su Bari sia a livello di rete – della temporanea chiusura dell’aeroporto Karol Wojtyla di Bari nel periodo 28 febbraio – 9 marzo. Nei primi quattro mesi di quest’anno il totale del traffico su Bari e Brindisi, tra arrivi e partenze, è stato di 1.959.040 passeggeri, in crescita del +5,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Se per il traffico di linea nazionale vi è un’effettiva parità rispetto al dato dello scorso anno (1.356.375 passeggeri nel 2017 a fronte di 1.360.964 passeggeri del 2018, in crescita dello 0,34%), si attesta a livelli più alti (+19,1%) il dato della linea internazionale, i cui passeggeri sono passati dai 491.522 dello scorso anno ai 585.183 del 2018. Per quel che riguarda, invece, il solo mese di aprile, i passeggeri sono stati 602.282, il +8,6% rispetto ai 554.095 dello stesso mese dell’anno scorso.  Di questi 383.719, +4%, i passeggeri di linea nazionale e 211.363 quelli di linea internazionale, il +20,1% rispetto ai 175.978 passeggeri del 2017.

Nello scorso mese di aprile i passeggeri in arrivo e partenza sul Karol Wojtyla di Bari sono stati 411.731, il +9,2% rispetto allo stesso mese del 2017 quando erano stati 377.021. L’incremento per la linea nazionale è stato del 4,9%, mentre per la linea internazionale, i cui passeggeri sono passati dai 140.946 del 2017 ai 166.258 di quest’anno, l’incremento si è attestato al +18%. L’ottimo dato di aprile 2018 ha fatto sì che anche il primo quadrimestre 2018, nonostante la già citata chiusura dello scalo d’inizio marzo, registri una crescita del traffico passeggeri pari al +1,7% (1.271.541 nei primi quattro mesi del 2017 contro 1.293.475 passeggeri al 30 aprile scorso). Un altro ottimo dato è rappresentato dall’incremento della linea internazionale con 466.646 passeggeri nel 2018 a fronte dei 403.445 del 2017(+15,7%).

Anche per l’aeroporto del Salento di Brindisi il mese di aprile segna un buon risultato in termini di passeggeri, passati dai 177.074 del 2017 ai 190.551 di aprile scorso, con un incremento del +7,6%. Eccellente l’incremento della linea internazionale (+28,5%), che tocca quota 45.105 passeggeri; si attesta al +2,4%, invece, l’incremento della linea nazionale, i cui passeggeri sono stati 144.881 contro i 141.446 di aprile 2017.

Il consuntivo del primo quadrimestre dell’aeroporto del Salento registra un incremento del +12,4%: 665.565 i passeggeri del 2018 a fronte dei 592.018 del 2017. Il valore risente, in positivo, dei voli riprogrammati su Brindisi. In linea con un trend consolidatosi nel tempo, anche sull’aeroporto messapico il miglior dato percentuale è quello riferito alla linea internazionale che, nei primi quattro mesi, si apprezza di un +34,6%, con 118.537 passeggeri a fronte degli 88.077 del 2017. Buon risultato anche per la linea nazionale, i cui passeggeri passano dai 502.562 dello scorso anno ai 545.837 del 2018, con un incremento pari al +8,6%.

                                                                                                             

Centro Controllo d’Area di Brindisi, Noi con l’Italia si mobilita contro decisione Enav

BARI - I consiglieri regionali del Gruppo di Direzione Italia-Noi con l’Italia Ignazio Zullo, Francesco Ventola, Luigi Manca e Renato Perrini hanno presentato una mozione urgente a seguito della decisione di ENAV di chiudere il Centro di Controllo d'Area di Brindisi.

La mozione chiede di impegnare il Governo regionale ad attivare tutte quelle “procedure necessarie – si legge - per ottenere il mantenimento e l’ampliamento dei livelli occupazionali di Brindisi, anche con il trasferimento presso il Centro pugliese di maggiori competenze relative allo spazio aereo di gestione italiana, in una logica di interoperabilità dei Sistemi e di rispetto delle direttive europee, interpretate con la massima attenzione rivolta alla situazione socio-economica dell’Italia”.

Con lo smantellamento del Centro di Controllo d’Area (per la fornitura di servizi al traffico aereo), Brindisi viene depauperata di uno dei settori fiore all’occhiello del territorio, mentre la Puglia si ritrova ad affrontare l’ennesima vertenza occupazionale con 200 posti di lavoro che potrebbero essere completamente persi e altri 250 trasferiti a Roma o a Milano.

Noi con l’Italia intende scongiurare tutto questo, stare accanto ai lavoratori e sensibilizzare chi detiene le levi del governo (tanto a livello europeo, quando a livello nazionale e regionale) a rivedere la scelta compita dall’ENAV con il nuovo Piano industriale 2018-2022.

Anche l’eurodeputato e presidente nazionale di Noi con l’Italia Raffaele Fitto è intervenuto su questa vicenda e, a tal proposito, ha presentato un’interrogazione alla Commissione Europea. Tre quesiti per fare chiarezza sulle procedure seguite e sulle conseguenze: a cominciare dalla conformità al Regolamento UE (549/2004), passando dalla Corte dei Conti Europea che, lo scorso anno, aveva dichiarato che gli obiettivi dell’ENAV (di chiudere due Centri, quello di Brindisi e Padova, per accorparli a Milano e Roma) erano irraggiungibili e non più pertinenti, per finire ai gravissimi problemi occupazioni in una regione già fortemente penalizzata per scelte industriali non condivise, ma imposte. Le stesse preoccupazioni vengono avvertire e condivise dal Gruppo regionale di DIT-NcI.

Fitto e i consiglieri regionali partono dal presupposto che le scelte industriali dell’ENAV non hanno nessuna logica dal punto di vista della produttività, visto che non si tratta di una società in crisi e che nel 2017 ha dichiarato profitti superiori a 101 milioni di euro. Non solo, il Centro Controllo d’Area di Brindisi è un impianto ad altissima redditività, che ha gestito un incremento di traffico aereo del +9% nel 2017 ed è pronto a gestirne ancora (+15,4% previsto 2018). E allora perché smantellarlo? Perché mettere a rischio oltre 200 posti di lavoro, professionalità altamente qualificate, come i dipendenti della Tecnosky società che per conto dell’Enav effettua la manutenzione tecnica l’assistenza per la strumentazione elettronica utilizzata dal centro di controllo. Senza contare altri 250 addetti al Centro che saranno spostati altrove con gravi ricadute occupazionali ed economiche anche sul territorio.

Per questo motivo nei prossimi giorni i consiglieri di DIT-NCI incontreranno i lavoratori non solo come gesto di vicinanza ma anche per raccogliere le loro sollecitazioni e soluzioni.

Brindisi, tabaccheria distrutta da ordigno

di PIERO CHIMENTI - Nella notte un ordigno ha distrutto un tabaccaio a Brindisi, in Piazza Vittoria, provocando gravi danni alla saracinesca ed al locale, oltre che alla segnaletica che si trovava nei pressi dell'attività. Sul caso indagano gli agenti della la polizia, che potranno contare sulle telecamere che hanno immortalato la deflagrazione.

Serie C, Juve Stabia-Virtus Francavilla Fontana 4-3: i pugliesi eliminati dai play-off

di FRANCESCO LOIACONO - Nel secondo turno dei play off per la promozione in B la Virtus Francavilla Fontana ha perso 4-3 fuori casa con la Juve Stabia ed è stata eliminata. Nel primo tempo al 4’ i campani sono passati in vantaggio con Melara di testa. Hanno raddoppiato al 12’ con Canotto di destro. Al 26’ i pugliesi hanno riaperto la partita con Partipilo di sinistro. Nel secondo tempo al 28’ il terzo gol della Juve Stabia realizzato da Berardi con un tiro da fuori area. Al 33’ la Virtus Francavilla Fontana ha segnato la seconda rete ancora con Partipilo di destro. Al 39’ la squadra di D’Agostino ha pareggiato con Prestia, tiro cross a rientrare. Al 43’ i campani sono ritornati in vantaggio con Paponi, tiro a porta vuota.

Nel primo tempo sul 2-0 per la Juve Stabia i pugliesi insidiosi. Un tiro di Madonia è stato deviato in angolo dal difensore Nava. Sul 2-1 per i campani la squadra di D’Agostino propositiva. Un destro di Madonia ha sfiorato il palo. Un colpo di testa di Parigi è stato respinto con le mani dal portiere Branduani. Nel secondo tempo sul 2-1 a loro favore i campani velocissimi. Un destro di Melara ha trovato la valida opposizione del portiere Albertazzi. I pugliesi incisivi. Un sinistro di Lugo Martinez è stato salvato da Branduani. Sul 3-2 per i campani i biancazzurri arrembanti. Un colpo di testa di Monaco è terminato a lato. La Juve Stabia si è qualificata per il terzo turno dei play off. La Virtus Francavilla Fontana nonostante la sconfitta ha giocato una validissima gara.

Fai: delegazione barese in tour ad Ostuni

BARI - La Delegazione FAI di Bari, guidata da Rossella Ressa, organizza una visita ‘speciale’ a Ostuni domenica 20 Maggio. Giorgio e Isabella Altamura apriranno le porte della loro dimora rimasta immutata nel tempo con i suoi arredi originali.

Si proseguirà con il complesso di San Francesco, un tempo dei Padri Francescani Conventuali e dal 1887 sede del Palazzo di Città. Splendida e imponente la facciata in stile neoclassico progettata nel 1861 dall'architetto Ferdinando Ayroldi.

Visita del Museo Diocesano, già Palazzo dell’Episcopio, che custodisce uno straordinario capolavoro il Crocifisso Anatomico, rarissimo esempio di scultura in cera databile fine Seicento e del suggestivo Giardino del Vescovo con vista mozzafiato su Ostuni, aperto eccezionalmente per gli Amici del FAI.

Infine la visita del Museo di “Civiltà preclassiche della Murgia meridionale “ che conserva i resti di ‘Delia la mamma più antica del Mondo” scoperta dal paletnologo Donato Coppola il 24 Ottobre 1991 concluderà l’itinerario. Ci accompagnerà Vittorio Carparelli Assessore alle Politiche della Cultura di Ostuni.

Piano Lab 2018: Giovanni Allevi il 9 agosto a Ceglie Messapica

CEGLIE MESSAPICA (BR) - Da pianista classico a rockstar della tastiera. Giovanni Allevi non poteva mancare in una manifestazione che il pianoforte lo celebra senza distinzione di generi. E, infatti, sarà uno dei grandi protagonisti di Piano Lab 2018, il festival targato Ghironda che prosegue dopo lo straordinario successo dello scorso anno. Il musicista marchigiano suonerà il 9 agosto a Ceglie Messapica, dove la seconda edizione di Piano Lab, con cui la Ghironda torna a celebrare il re degli strumenti in tutta la regione, farà tappa anche il 4 agosto con un’anteprima caratterizzata dalla modalità dei pianoforti diffusi nel centro storico, formula che avrà il suo momento clou a Martina Franca, l’11 e il 12 agosto, con l’iniziativa «Suona con noi» aperta a tutti coloro i quali - professionisti o semplici dilettanti - avranno prenotato la propria performance sul sito www.pianolab.me.

Allevi porterà il suo nuovo progetto accompagnato dagli archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana per una delle tappe estive dell’Equilibrium Tour che, dopo una serie di date tra Cina e Giappone, girerà tutta la penisola in location di grande fascino, tra mare e borghi incantevoli. E il centro storico di Ceglie Messapica, in piazza Plebiscito, si presterà perfettamente ad ospitare il musicista nell’ottica della valorizzazione dei luoghi, che è una delle prerogative di Piano Lab, progetto pensato anche con tappe di avvicinamento promozionali nelle più belle località turistiche pugliesi, in zone di particolare interesse paesaggistico e con concerti di prestigiosi esponenti della scena classica mondiale attraverso la collaborazione con uno dei più importanti festival pianistici al mondo, il Miami International Piano Festival.

Allevi assumerà a Ceglie Messapica i diversi ruoli di compositore, pianista e direttore d’orchestra. E col carisma e la leggerezza che lo contraddistinguono, alternerà le atmosfere seducenti delle nuove composizioni e i brani più celebri della sua ventennale carriera, che di recente lo ha visto impegnato anche in veste di scrittore con la pubblicazione del libro «L’equilibrio della lucertola», un viaggio tra equilibrio, per l’appunto, e disequilibrio, già affrontato in musica nel suo ultimo disco e qui approfondito con la forma di un racconto autobiografico e dedicato a chi ha perso la stabilità e comincia a esercitarsi in cerca di uno stato di simmetria nelle cose e in se stesso.

Ospedale di Fasano, Consiglio di Stato accoglie ricorso Pessina

MILANO - Il Consiglio di Stato con l'ordinanza n. 2062/2018, emessa ieri in serata, ha accolto in parte la richiesta di appello cautelare proposto da Pessina Costruzioni rispetto alla decisione del Tar di Bari sul ricorso per l’aggiudicazione della costruzione del nuovo ospedale del sud-est barese Monopoli-Fasano, che è stata affidata dall’Asl di Bari all’Ati tra le imprese Astaldi e Guastamacchia. Opera di grande livello con un valore a base d'asta superiore a 95 milioni di euro.

Nello specifico, Il Consiglio di Stato, “visti i motivi di ricorso che si appuntano essenzialmente sul confronto tra le offerte tecniche della prima e dell’appellante seconda graduata” ha accolto la domanda cautelare “ai fini della sollecita definizione del merito” da parte del TAR, che dovrà quindi fissare la relativa udienza quanto prima, in modo da non pregiudicare gli interessi di nessuna delle parti coinvolte e affinché venga verificata la correttezza della procedura eseguita, salvaguardando anche l’interesse pubblico acchè l’ospedale sia realizzato dalla ditta concorrente più meritevole.

Il Tar di Bari sarà quindi chiamato a verificare le offerte tecniche presentate dalle aziende che hanno partecipato alla gara per la costruzione dell’ospedale di Monopoli-Fasano. A questo punto dell’iter di assegnazione dell’appalto, in conseguenza della decisione del Consiglio di Stato, prudente sarebbe che l’Asl di Bari, stazione appaltante dell’opera, attenda quanto meno la decisione di merito del TAR prima di procedere ad azioni che potrebbero essere messe in discussione da parte dell’autorità giudiziaria e creare ingenti danni erariali a suo stesso carico.

Serie C, play off: la Virtus Francavilla Fontana vince per 1-0 a Monopoli e si qualifica per il secondo turno

di FRANCESCO LOIACONO - Nel primo turno dei play off per la promozione in B la Virtus Francavilla Fontana ha vinto 1-0 a Monopoli nel derby pugliese. A decidere il match per la squadra di D’Agostino un gol realizzato al 29’ del secondo tempo da Partipilo di destro su cross di Di Nicola. Nel primo tempo sullo 0-0 i biancoverdi propositivi. Un tiro di Sarao è terminato alto. La Virtus Francavilla in contropiede. Un colpo di testa di Prestia è stato respinto con le mani dal portiere Menegatti. Il Monopoli insidioso. Un colpo di testa di Salvemini è finito a lato. La squadra di D’Agostino arrembante. Un tiro da trenta metri di Agostinone non ha inquadrato la porta.

Nel secondo tempo sullo 0-0 la squadra di Scienza velocissima. Un destro di Sounas ha sfiorato il palo. Il greco ha riprovato ma il difensore Albertini ha salvato. I biancazzurri in azione di rimessa. Un destro di Madonia ha sfiorato la traversa. Il Monopoli incisivo. Un sinistro di Mangni non ha avuto fortuna. Sull’1-0 per la Virtus Francavilla Fontana i biancoverdi sono andati vicini al pareggio. Un colpo di testa di Genchi ha visto la valida opposizione del portiere Albertazzi. Il Monopoli è stato eliminato ma la sua stagione è stata molto valida. La Virtus Francavilla Fontana si è qualificata per il secondo turno in cui giocherà martedì 15 maggio fuori casa contro la Juve Stabia. Sarà una partita difficile ma i pugliesi possono farcela a vincere ancora.