Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post

16° edizione del Premio Delfino, vince Valeria Bosco


BRINDISI - E’ la modella Valeria Bosco di Taranto la vincitrice della 16° edizione del Premio Delfino, concorso di interesse nazionale diretto artisticamente da Rosanna Tersicci che rappresenterà la Puglia insieme alla modella Corinne De Mitri, alla finale nazionale di Un volto x fotomodella che si terrà a Fiuggi dal 5 al 7 settembre prossimo. La serata finale si è conclusa a Carovigno davanti al pubblico delle grandi occasioni che non ha mancato sottolineare, con continui applausi, le performance dei giovani talenti in gara.

La serata è stata presentata da Giuseppe Stigliano mentre l’ospite della kermesse è stato il cantante finalista di X Factor Nevruz che oltre a cantare il suo inedito Tra l’amore e il male, ha proposto al numeroso pubblico anche il brano “Ma la testa” facente parte del suo ultimo lavoro discografico. Tocco di classe della serata le sfilate di moda di Nemo abbigliamento e dello stilista Antonio Ligorio e Rachele Leo. Notevole successo hanno avuto gli altri ospiti quali la cantante Irene Cavallo e il cantante Giuseppe Marzio.

Nella giuria di qualità presieduta dal presidente del consiglio comunale Francesco Leoci e l’assessora allo spettacolo Antonella Tateo erano presenti Vincenzo Amati organizzatore eventi, Lorenzo D’Aurelio coreografo.

Vittima delle estorsioni di marito e suocero: trova coraggio e denuncia tutto


BRINDISI - I Carabinieri di Francavilla Fontana hanno eseguito due provvedimenti di custodia emessi dal Gip di Brindisi, Maurizio Saso, nei confronti di due uomini aventi rispettivamente 86 e 45 anni. L'accusa è quella di estorsione di denaro nei confronti della donna di famiglia ed, infatti, destinatari della misura sono il marito (ora in cella) - da cui la stessa aveva chiesto il divorzio -  ed il suocero - ai domiciliari.

Il 45enne, detenuto dal 2009 con fine pena gennaio 2028, continuava a minacciare la donna dal carcere, per mezzo di un cellulare di soli 3 cm di lunghezza e di un secondo telefono, ora entrambi sequestrati. L'uomo pretendeva un mensile di 500 euro dalla moglie. L'anziano, invece, avrebbe per anni minacciato e molestato la donna, della quale non aveva mai accettato la relazione con il figlio. Da ultimo, nel mese di luglio, la stessa era stata minacciata di morte, costretta ad assumere l'uomo, che avrebbe quindi potuto chiedere i benefici della semilibertà.

Dragaggio porto Villanova: ok a progetto di fattibilità per finanziamento regionale


BRINDISI - La giunta comunale nella seduta del 19 agosto scorso ha approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica "Porto turistico di Villanova di Ostuni (Br). Gli interventi si riferiscono al dragaggio dei fondali marini del porto unitamente alla gestione dei sedimenti estratti". 

Il bacino del porto di Villanova presenta una serie di problematiche legate fondamentalmente alla mancanza di manutenzione e di interventi strutturali mai fatti negli anni; situazione che rende il porto insicuro anche a causa dell’insabbiamento di una parte dei fondali marini presenti tra l’imboccatura e il bacino interno. 

Al fine di garantire una maggiore fruibilità dello specchio d’acqua e la possibilità di effettuare manovre in sicurezza da parte dei natanti, il Comune di Ostuni si è dotato di un Progetto di fattibilità che prevede la realizzazione dei lavori di dragaggio dei fondali da realizzarsi a diverse quote nel bacino interno e in corrispondenza dell’imboccatura del porto, tendo conto sia delle profondità originarie sia della navigabilità;

Il progetto redatto dagli ingegneri Gianluca loliva, Carmela Genco e Ania Troviso, dell’importo complessivo di €. 2.830.000,00 parteciperà al POR PUGLIA 2014-2020 – Asse VII – Azione 7.4 - Avviso pubblico di selezione di "Interventi di dragaggio dei fondali marini unitamente alla gestione dei sedimenti estratti" approvato con D.D. n. 73 del 28.06.2018. 

“Con enorme soddisfazione” spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Francioso “presenteremo in regione il progetto di dragaggio del porto per la richiesta di finanziamento. È un atto molto importante che abbiamo inserito tra le priorità del mio assessorato. È un ottimo progetto e mi auguro che possa essere valutato positivamente dalla Regione al fine di dare una prospettiva alla nostra marina che rappresenterà il volano di una nuova economia finora trascurata”.

Si prevede di ripristinare l’efficienza del bacino portuale di Villanova in termini di navigabilità, attraverso l’asportazione dei sedimenti sabbiosi che, nel tempo, hanno cambiato sensibilmente la batimetria del bacino con grave pregiudizio in termini di funzionalità degli ormeggi e di sicurezza della navigazione. 



Le attività di dragaggio, trasporto e immersione dovranno essere sottoposte ad un monitoraggio ambientale con l’obiettivo di verificare l’ipotesi di impatto, ovvero l’entità degli effetti sul comparto abiotico e biotico e verificare la tendenza al ripristino delle condizioni precedenti le attività di movimentazione.

San Pietro Vernotico (Br), manifestazione per il diritto alla salute. Bozzetti: "No al piano di riordino"


BRINDISI - “Da anni denunciamo il fallimento del piano di riordino ospedaliero regionale, utile solo a chiudere ospedali senza offrire un’assistenza territoriale adeguata. Un piano che ha privilegiato i bilanci mettendo in secondo piano la salute dei cittadini. Per questo vogliamo dare il massimo supporto alla manifestazione organizzata dalla Cgil per chiedere il diritto alla salute”. Lo dichiara il consigliere del M5S Gianluca Bozzetti in merito alla manifestazione che si terrà martedì 27 agosto davanti all’ospedale di San Pietro Vernotico dal titolo “Il Diritto alla Salute”.

“La provincia di Brindisi - continua - è tra le più penalizzate, dal momento che siamo ampiamente al di sotto dei 3,5 posti letto per ogni 1000 abitanti previsti nel DM 70. I numeri diffusi dai sindacati sono impietosi: al Perrino dove dovrebbero esserci 600 posti letto, ne risulterebbero attivati 505, all’ospedale di Francavilla Fontana su 188 i posti previsti ce ne sarebbero solo 76 attivati, mentre ad Ostuni ci sarebbero solo 86 posti letto attivati, mentre ne sarebbero previsti 20 in più. A questo si aggiunge il fallimento della sanità territoriale, con i PTA istituiti solo sulla carta, mentre gli ospedali di primo livello vengono progressivamente smantellati. Chiusure e smantellamenti che nella maggior parte dei casi vengono decisi senza alcun confronto con i territori e gli operatori sanitari, sperando che passino inosservati, come stava accadendo per i centri di diabetologia pediatrica di Brindisi e Francavilla Fontana, di cui ci siamo accorti in tempo, dando vita a una battaglia per scongiurarne la chiusura. Una situazione drammatica, nella quale a pagare un caro prezzo sono stati soprattutto i presidi nei territori di alcuni consiglieri regionali di maggioranza, svenduti probabilmente per qualche interesse elettorale maggiore. Siamo stanchi che Brindisi venga considerata da Emiliano la ‘cenerentola’ di Puglia - conclude Bozzetti - e continueremo a mettere in campo tutte le azioni possibili per far sì che la nostra provincia non venga ulteriormente penalizzata per l’incapacità del (non) assessore regionale alla Sanità, interessato a territori con un maggiore bacino elettorale, per lui più utili in vista delle prossime elezioni”.

Casa editrice fallita: sequestrati 93 mila libri


BRINDISI - Sono stati denunciati i proprietari di una società editrice dichiarata fallita, i quali avrebbero continuato a vendere libri online. L'intervento della Guarda di Finanza, disposto dal Tribunale di Brindisi, ha portato al sequestro di circa 93 mila testi, aventi valore commerciale pari ad oltre 1,3 milioni di euro.
La casa editrice dichiarata fallita ha sede a Fasano, nel Brindisino, ma i sequestri hanno avuto luogo anche in Toscana, Umbria e Campania.
I libri erano stati venduti ad un prezzo irrisorio poco tempo prima della dichiarazione di fallimento ad un'altra società operante nello stesso settore e con la medesima sede della casa editrice cedente, per poi essere nuovamente messi in commercio al prezzo di copertina.

Concerto all'alba, arriva la magia nel porto di Brindisi


BRINDISI - Il silenzio del porto e la voce delle note. Un’alba, quella di martedì 20 agosto, da ammirare dal porto interno. La città che si risveglia dopo una notte silenziosa con uno straordinario concerto, in programma alle ore 5 (ingresso libero), nello splendido scenario dell’area dell’ex Deposito Catene, adiacente al piazzale inferiore del Monumento al Marinaio d’Italia. L’ingresso sarà infatti possibile dal piazzale sottostante il Monumento, mentre per le persone con disabilità dall’accesso di via Tito Minniti (dalla rotatoria di piazza Del Vento, sede dell’aeroporto militare Pierozzi e della Base Logistica delle Nazioni Unite UNLB).

Titolo del concerto «’900 e dintorni», protagonista l’Ensemble Messapico (M° Luigi Bisanti flauto; M° Stefania Argentieri pianoforte; M° Stanislao Marco Spinapercussioni; M° Davide Codazzo contrabbasso): le prime luci del giorno, un panorama dipinto dai colori della notte e dell’aurora specchiati nel porto, coesistono in piena armonia in un contesto naturale privilegiato. Il concerto è preceduto da un’osservazione guidata della luna al telescopio (inizio ore 4.30, prenotazioni complete), dal titolo «Fly me to the moon», a cura dello studioso Cosimo Galasso, esperienza che regala l’emozione di esplorare la superficie lunare, tra valli e mari di lava, antichissimi crateri e vaste distese pianeggianti, circondate dalle Alpi e dagli Appennini lunari.

Il programma musicale, che comprende brani originali e trascrizioni dei secoli dal XVIII al XXI, spazia da un’opera di rara esecuzione del compositore italo-tedescoAntonio Amoroso, come «Apparizione di Beatrice», per flauto e pianoforte, alla «Suite n. 2», per flauto e Jazz Piano Trio, del grande compositore francese Claude Bolling, che si presenta come un esempio di crossover music che fonde differenti linguaggi musicali sposando all’eleganza barocca della Suite lo swing tipico del Trio Jazz. L’autore e musicologo Fabio Renato D’Ettorre così ha scritto di Antonio Amoroso: «Ciò che colpisce nell’arte di Amoroso è la capacità di rifuggire da ogni classificazione di tempo e di tendenza. La sua è una produzione metastorica con un solo costante fattor comune: il ritmo». Il concerto passa anche dal repertorio diAstor Piazzolla con la sua musica che fonde la tradizione del tango argentino, le suggestioni sinfoniche e le sperimentazioni del jazz, per creare un nuovo genere, originale e personalissimo: in programma «Oblivion», per flauto e Jazz Piano Trio, un classico dolcissimo e struggente in cui il ritmo serrato lascia spazio a una melodia lirica e introspettiva, e «Libertango», un tango argentino intriso di passione e oscurità. E ancora il “momento Benigni” con gli attesissimi «Buongiorno principessa» e «La vita è bella», dall’omonimo film valso il premio Oscar sia al compositore Nicola Piovani sia al regista Roberto Benigni. Ancora tango con «Por una cabeza», brano di Carlos Gardel del 1935 reso immortale da Al Pacino nel film «Profumo di donna». Poi un omaggio a un musicista-icona come Ennio Morricone con quattro celebri pagine scritte per il cinema: «Gabriel’s Oboe» (colonna sonora del film «The Mission»), «Love theme» («Nuovo Cinema Paradiso»), «Deborah’s theme» («C’era una volta in America») e «1900’s theme» («La leggenda del pianista sull’oceano»). Conclude il concerto un brano leggendario tratto dalla letteratura jazz come «Summertime» di George Gershwin.

Insomma, un programma pensato per incorniciare il silenzio dell’alba sul porto di Brindisi, sottolineare la bellezza del suo fronte e accostare la musica a uno scenario che evoca storia e mito: nell’area, destinata a diventare il giardino del porto di Brindisi con un intervento di rinaturalizzazione (saranno anche recuperati il motore che si trova in prossimità dell’imbocco del Canale Pigonati, le boe e i corpi morti di ancoraggio marittimo), è attribuito il pozzo che Plinio il Vecchio cita nella sua «Naturalis Historia». Al centro della scena la pianista brindisina M° Stefania Argentieri, giovane protagonista del concertismo nazionale e internazionale, apprezzata, tra l’altro, nel recente concerto «Note sotto le stelle» dello scorso 19 luglio e nel «Concerto per il Nuovo Anno» che si è svolto a gennaio nel Nuovo Teatro Verdi.

Bergamo, incendio in ospedale: morta ventenne ricoverata

BERGAMO - Dramma a Bergamo per una giovane ricoverata in ospedale. Da accertare le cause del rogo nel reparto di Psichiatria del 'Papa Giovanni'. Sette persone intossicate dal fumo.

Serie D 2019-20: Girone H con 11 squadre pugliesi

di NICOLA ZUCCARO - Sarà un raggruppamento in salsa prevalentemente pugliese il Girone H del campionato di Serie D 2019-2020. E' quanto scaturito dal sorteggio effettuato nei giorni scorsi. Brindisi, Fidelis Andria, Casarano, Audace Cerignola, Foggia, Nardò, Taranto, Bitonto, Città di Fasano, Team Altamura e Gravina compongono l'elenco delle 11 squadre che daranno vita ad altrettanti quanto entusiasmanti derby di Puglia.

Claudia Conte (intervista): "L'amore è una scelta di vita"

di PIERO CHIMENTI - Claudia Conte, giovanissima e poliedrica artista romana, attivissima in questo periodo tra teatro, cinema, senza dimenticare il sociale, che la porterà il prossimo 24 settembre in Puglia, a Torre Santa Susanna (Br), ad essere testimonial di una campagna di prevenzione al diabete. La Conte, dopo il successo de 'Il Vino e le rose', che l'ha portata in giro per l'Italia oltre due anni, è pronta a tornare con un nuovo libro. Di tutto questo ed altro ancora ne parlerà in questa intervista:

D: Stai portando in scena con Mimosa Campironi lo spettacolo teatrale "La verità, vi prego sull'amore". Com'è nata l'idea di questo spettacolo? Come vedi l'amore alla tua giovane età? 
R: Lo spettacolo è nato l'anno scorso,  con la collaborazione di Francesco Apolloni, regista, scrittore e sceneggiatore. Due giovani donne, due giovani artiste si chiedono com'è cambito l'amore oggi. Un tempo c'erano i grandi epistolari d'amore, gli uomini corteggiavano anche spiritualmente le donne, pensiamo a Dante Alighieri e alla donna angelo, oggi invece spesso è ridotto ai social, a Whatsapp, al virtuale, quindi è un viaggio sull'amore da ieri a oggi. Lo facciamo attraverso brani della letteratura classica e contemporanea, attraverso monologhi comici e altri toccanti. È stato un modo per mettermi alla prova con dei monologhi brillanti mai fatti fino ad ora. Far ridere le persone è molto difficile, ma quando ci si riesce è una gioia, perché regalare sorrisi è la cosa più bella che possa esistere, perché la vita è questo. 
Nella vita bisogna cercare di essere positivi, di essere uniti tra di noi, è una forma d'amore regalare un po' di gioia e felicità attraverso l'amore che hai dentro. 
Tutto questo lo facciamo con Mimosa Campironi, che è una cantautrice. nello spettacolo ci sono le sue canzoni, scritte e cantate da lei.
Su cos'è per me l'amore, è una bella domanda. Per me la vita è amore: cerco di vivere ogni giorno della mia vita dando amore al prossimo, amando la natura. Dobbiate tutti sentirci parte di una dimensione sacra, più grande. Le famose dita della stessa mano, gocce dello stesso mare e granelli della stessa sabbia. E' un modo di vivere, se vivi con amore ti cambia la vita. L'amore non è solo quello per il partner, perché quello può anche finire, quello più grande, quello più ampio non finisce mai perché è dentro di te, se vivi così, vivrai per sempre così. E' una scelta di vita. Si può vedere l'amore in varie forme: in ottica cristiana l'amarci l'un l'altro è fondamentale, è uno dei precetti di Gesù Cristo, sentirci tutti fratelli, amare il prossimo come te stesso, però anche in chiave non cristiana si può vivere nello stesso modo. Se si vivesse con amore, non ci sarebbero le guerre, non ci sarebbe la prevaricazione sull'altro, la corruzione, perché anche il rispetto è una forma d'amore. il rispetto del prossimo, dell'ambiente, è una forma d'amore. se vivessimo con amore non faremmo tante cose brutte che inquinano la società di oggi. Se si mette davanti a tutto l'economia, l'accumulo delle ricchezze, il successo, cambia tutto, cambia l'ottica nel vedere le cose, vengono meno i valori che rendono l'uomo un essere umano, perché ha tanto amore dentro di sè. Anche la vita stessa, è nata dall'amore,  i nostri genitori che si sono amati.

Per te che sei un'artista poliedrica, è più difficile far ridere, far commuovere o far riflettere la gente?
E' tutto difficile, perché tutto deve partire da dentro. Un attore deve vivere davvero quello che interpreta, le emozioni deve sentirle e per sentirle le deve vivere. La cosa più importante è crederci: se credo io in quello che faccio, possono crederci anche gli altri. Se mi diverto io nel monologo che faccio, lo sento mio, allora anche gli altri ci credono. se invece lo si fa in maniera non vissuta si vede la differenza, così come nel dramma. Ho studiato con Michael Margotta, dell’Actor Studio, mi ha insegnato questo, a sentire le cose come se accadessero, addirittura a pronunciare ogni parola solo dopo averla visualizzata.

Nel 2013 hai fondato "Nova Era", e sei molto impegnata nel sociale...
Si riconduce ancora una volta tutto all’amore: quando vivi con amore puoi aiutare il prossimo. Quando vedi situazioni tristi, persone che soffrono, stanno male, la prima cosa che vorresti fare e aiutarle. Anche l'articolo 3 della nostra Costituzione dice questo: "Siamo tutti uguali, ed è compito dello Stato rimuovere gli ostacoli che impediscano l'uguaglianza.", quindi aiutare sempre i deboli. Sono testimonial di varie campagne, come No violence, contro le violenze sulla donna, ed ora ho fatto un short movie con Loretta Goggi sull'Alzheimer che è una malattia che purtroppo mi vede strettamente coinvolta, in quanto la nonna che mi ha cresciuto, che mi ha insegnato questo modo di vivere con amore, che non smetterò mai di ringraziare per questo, purtroppo da diversi anni è stata colpita da questo morbo e non è più lei, anche se è ancora lei. Non è più lei perché a livello razionale ha  perso la cognizione con la realtà, però ha un tipo di comunicazione che non è verbale ma emotiva, a volte arriva anche di più perché emoziona quando senza capire, capisce, avverte come sto. infatti, a volte mi abbraccia e quell'abbraccio me lo da quando io ne ho bisogno (non sa perché ma lo fa). Ti arricchisce, a livello di emozioni. La storia parla di  una malata di Alzheimer, interpretata da Loretta Goggi e di sua figlia (io) costretta a portarla in una struttura medica, perché non più in grado di gestirla da sola a casa. La figlia va a trovarla in ospedale, lei si perde ed inizia questa rincorsa per cercare la mamma persa nel suo mondo. Nel cast c'è anche Francesco Montanari, Daniela Goggi (sorella di Loretta) sono tornate a lavorare insieme per questo lavoro, Leonardo Bocci degli Actual. Questo film è socialmente utile e parla del dramma con dolcezza. 
Cos'è stato per te lavorare con la Goggi? Com'è stato impersonare il dramma che stai vivendo con tua nonna?
Ritornando al discorso che l'attore deve 'vivere' per interpretare bene, in questo caso è stato facile e difficile allo stesso tempo. Difficile perché mi ha fatto soffrire rivivere la mia storia personale, e “facile” perché non mi è servito pensare a chissà cosa, quel dramma lo vivo tutti i giorni, ho dovuto solo proiettare mia nonna in Loretta Goggi, l'emozione era la stessa. Ovviamente ci sono delle tecniche di recitazione attoriale. La recitazione è un mondo se si fa in maniera seria. perché si è sempre attore, non solo quando sei sul palco, si è artista sempre in tutti i giorni della tua vita. Loretta Goggi, mi ha insegnato tanto, proprio dal punto di vista umano, perché c'è stata un'immediata simpatia e addirittura si è creato subito un rapporto mamma-figlia, di complicità che poi ci ha fatto lavorare bene sul set.

Parliamo della 'tua' Puglia...
Io amo la Puglia ormai da anni, mi piace tutta. E' l'uliveto d'Italia, amo molto gli ulivi. Per me l’Ulivo è sacro. Ogni volta che vado in Valle d’Itria mi emoziono, perché gli alberi secolari, millenari, con quei tronchi giganteschi che a volte prendono anche delle sembianze umane. Quindi, vado lì, abbraccio l'albero, ed è bello sentirti parte del tutto, è un modo per sentirsi in sintonia e simbiosi con l’universo. L'albero è grande ed eterno, ti fa uscire dal contingente e ti fa entrare in una dimensione più alta e più sacra. Mi piacciono molto le simbologie, infatti il mio libro si chiama il Vino e le Rose. Il prossimo libro sarà l'olio e la Puglia (ride). Sono stata impegnata il 2 e 3 agosto nel Salento, e ora mi sto godendo il mare, approfitto per salutare un po' di amici e mi tratterrò per organizzare il nuovo Evento che farò il 24 settembre nella bellissima masseria Altemura, della famiglia Zonin, a Torre Santa Susanna, nel Salento. E' un evento organizzato dal Lions Club International, in cui sarò testimonial per la loro campagna per la prevenzione del diabete. Ogni volta che vengo in Puglia, faccio dei sogni particolarissimi, perché mi apre i canali. Sai, per fare l'attore bisogna 'abbassare' la parte razionale, per sentirci più connessi col personaggio e questo avviene anche nella scrittura, è come se entrassi in una nuova dimensione, esci fuori dalla quotidianità ed entri in un'altra dimensione, che è quella della creazione, dell'immaginazione. La Puglia mi ispira, mi vengono sempre delle idee nuove, che mi appunto e appena torno a casa vado a trascriverle. E' molto forte, è come se appartenessi a questa terra, in maniera misteriosa. Poi col mio cognome, Conte, tutti mi chiedono se sono parente del Premier, anche lui pugliese, poi ripeto ho fatto tanti eventi in Puglia, quindi la conosco bene.

Quali sono i tuoi prossimi impegni?
Sto girando due film. Una commedia “Dovete essere cattivi” con Donatella Finocchiaro per la regia di Andrea Muzzi, e un drammatico, Sorelle di sangue, con Sebastiano Somma, di cui non si sanno le uscite perché li stiamo ancora girando. Ho accettato questi due progetti, perché sono ruoli diversi. Secondo me un attore, deve passare dalla commedia al drammatico, in quanto è la stessa arte. L'idea futura è quella di fare un progetto mio, che sia mio, totalmente mio, dato che recito e scrivo. 
un mio proposito è anche quello di portare la cultura italiana in Argentina. Penso che ad ottobre inizierò a fare il primo evento, in cui porterò un mio spettacolo o di altri artisti. In Argentina c'è una fortissima comunità di italiani, tra cui i miei parenti. Ti racconto questa storia: mia nonna che è di Amatrice, ha tre fratelli, che si sono trasferiti in Argentina, dopo la seconda guerra mondiale, come tanti italiani sono emigrati, solo che hanno sbagliato nave: dovevano andare in Australia, e vanno a finire in Argentina. Non conoscevano nessuno, erano poveri, non avevano niente, dormivano sotto i camion per proteggersi dal sole cocente, lavoravano per strada facendo lavori molto umili, e poi con dedizione, con passione ed intelligenza, e con il sacrificio (che ci appartiene), col il talento, noi italiani si sa abbiamo una marcia in più, sono riusciti a realizzarsi professionalmente. Adesso sono una famiglia benestante, e mio cugino è presidente della Comunità italiani in Argentina, motivo per il quale sta nascendo questo trait d'union. Oltre che in Sud America, mi piacerebbe portare la cultura italiana anche in Montenegro.

Hai condotto la trasmissione 'Un tè con te', ripercorrendo la Dolce Vita, intervistando varie figure dello spettacolo. Con chi vorresti prendere un tè?
Bella domanda. Questa è la domanda che facevo io ai miei ospiti. E' una cosa molto privata, ma lo prenderei con i miei nonni che non ci sono più, che mi hanno cresciuta. Se potessi tornare indietro sarebbe bello poter fare un'ultima chiacchierata davanti ad un Tè con i miei nonni. Era la generazione del dopoguerra, anni '30, erano persone carismatiche, gente che è partita da zero, che si è fatta da sola, che ha ricostruito l'Italia. All'epoca c'erano i gentiluomini, uomini che ti fanno sentire al sicuro, che con quel poco che hanno ti fanno sentire una regina. E' quel modo di trattare la donna che non c'è più. Quando si dice uomini di altri tempi, erano loro. Parliamo di gente con le palle, quelle che oggi sembrano mancare. 
Ma credo che ci sia un cambio di rotta, delle generazioni giovanissime. Come Greta che sta facendo questa campagna per l'ambiente, ma il fatto che le generazioni dei giovani si attivino per recuperare i valori, perché l'ambiente è un valore è rincuorante. Pensare che tra 20 anni non andremo in giro con le mascherine perché ci manca l'ossigeno, perché è tutto inquinato come in Cina, ma speriamo di essere ancora in tempo per fare qualcosa, secondo me c'è un cambio di tendenza. Nel nuovo libro, di cui ancora non posso dire niente, solo che uscirà a dicembre, parlerò anche di questi temi. Sarà un libro di denuncia sociale, attraverso un storia, sarà romanzo molto avvincente, appassionante.

L’andamento del turismo in Puglia: prosegue la crescita economica del settore

BARI - Una crescita tangibile e dati ancora una volta positivi per il turismo pugliese nel primo semestre del 2019: +2% gli arrivi e le presenze da gennaio a giugno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (in v.a. 1,6 milioni di arrivi e 4,4 milioni di presenze/pernottamenti). Dopo un inizio anno partito a rilento, la rimonta arriva sin dal mese di aprile, a Pasqua, quando il trend ha raggiunto il +6% per arrivi e pernottamenti. Nonostante il maltempo, a maggio la variazione è stata del +2% per gli arrivi a fronte di un andamento stazionario delle presenze (+0,5%), mentre a giugno si registra il +2% e il +3%. Dal 2013 al 2018, gli arrivi e le presenze in regione sono aumentate del +27,5% e del +14%; la crescita dall’estero è stata del +71% e del +45%.

La distribuzione territoriale dei flussi vede crescere soprattutto le aree di Bari e la Costa, della Valle d’Itria e delle località della Magna Grecia, Murgia e Gravine trainate da Taranto. Per il mese di luglio, secondo una prima stima al 6 agosto 2019 ed effettuata dall’Osservatorio sui dati comunicati attraverso SPOT da un campione del 50% circa delle L’incremento provvisorio dall’estero da gennaio a giugno si attesta al +5% per arrivi e presenze. Alcuni mercati si mostrano più dinamici di altri, le crescite superiori al 10% le registrano, nell’ordine: Francia, Stati Uniti, Australia, Russia, Spagna, Sud-Est asiatico, Romania, Turchia, Irlanda, Canada e Brasile. Tali dati confermano il consolidato aumento della notorietà della Puglia al di là dei confini europei.

New Mercury Tourism Consulting: il peso del fenomeno della sharing hospitality in Puglia 

Secondo l’analisi della New Mercury Consulting per conto di Pugliapromozione, a partire dal 2008 alla crescita dei flussi turistici della Puglia si è affiancato il grande sviluppo della sharing hospitality. Generalmente definita “fenomeno Airbnb”, ha avuto in Italia una forte crescita in pochi anni ed è aumentata a un tasso del 78,3% rispetto al 2016 (Federalberghi, 2018) con distribuzioni disomogenee sul territorio nazionale. La Puglia, assieme a Lombardia, Lazio, Sicilia e Toscana, è una delle regioni dove il fenomeno della sharing è maggiormente diffuso: la regione è al quinto posto con più di 36 mila annunci attivi sui portali online. Occorre precisare che non tutti gli alloggi offerti on line sono identificabili come turismo sommerso: è possibile trovare anche strutture ricettive i cui flussi sono intercettati dalle statistiche ufficiali Istat (come B&B, alberghi diffusi, etc.). In Puglia la maggior parte degli annunci (83,8%) risponde alla formula di case e appartamenti, senza specifiche riguardo alla tipologia di gestione.

La ricettività non ufficiale rappresenta circa un terzo (28,4%) dell’offerta ricettiva totale: i posti letto rilevati dall’Istat sono 278.170, mentre quelli non rilevati sono 110.361. La distribuzione geografica è fortemente polarizzata verso il sud della regione: il 60,1% dei posti letto Airbnb è nella Provincia di Lecce, seguita da Brindisi (14,3%), Taranto (7,7%), Foggia (5,8%) e BAT (1,4%). Anche rapportando i posti letto non ufficiali con l’estensione chilometrica delle singole Province, Lecce prevale con una concentrazione di 23,7 posti letto per km² insieme a Brindisi (8,5); seguono Taranto (3,4), Bari (3,1) BAT (1,0) e Foggia (0,9).

Lo sviluppo repentino di alcune località turistiche ha portato a un presente in cui in alcuni comuni la ricettività non ufficiale prevale su quella ufficiale, ossia vi sono località dove vi sono più posti letto Airbnb che posti letto ufficiali. Il mercato della ricettività si evolve spontaneamente determinando la reazione degli asset esistenti e la loro ricollocazione. La creazione di un comparto ricettivo omnicomprensivo, pienamente competitivo e perfettamente regolamentato, rientra tra politiche turistiche nazionali e regionali per rendere possibile la coesistenza e l’integrazione delle varie componenti oltre che una maggiore fluidità ed equità di gestione.

Travel Appeal e l’analisi dei prezzi in Puglia 

Secondo Travel Appeal - che raccoglie e monitora per conto di Pugliapromozione la reputazione digitale delle strutture pugliesi attraverso l’analisi dei siti di recensioni, delle OTA e dei social media più diffusi in Italia - il prezzo medio di una camera in Puglia nell’estate 2019 è di 142 euro nel comparto alberghiero e di 92 euro per l’extralberghiero. Il successivo grafico indica i prezzi medi alberghieri nelle province pugliesi. Le strutture delle province di Bari e di Lecce mostrano un andamento dei prezzi similare mentre a Brindisi, dove maggiormente si concentrano le strutture classificate come luxury, i prezzi superano la media con picchi nel mese di agosto.

Coppa Italia: la Virtus Francavilla Fontana e il Monopoli al secondo turno, ko il Fasano

di FRANCESCO LOIACONO - Nel primo turno di Coppa Italia la Virtus Francavilla Fontana ha vinto 2-1 in casa col Novara e si è qualificata per il secondo turno. Nel primo tempo all’8’ sono passati in vantaggio i pugliesi con Vazquez di testa. Al 19’ i piemontesi hanno pareggiato con Bellich di testa. Nel secondo tempo al 34’ il gol decisivo della Virtus Francavilla Fontana realizzato da Nunzella di destro. I pugliesi sono finalmente tornati a giocare nel loro stadio “Giovanni Paolo II” dopo due anni di gare disputate a Brindisi per i lavori di adeguamento dell’impianto di Francavilla Fontana alle normative della serie C. 

Il Fasano ha perso 4-2 fuori casa col Sud Tirol Alto Adige ed è stato eliminato. Nel primo tempo all’8’ in gol gli alto atesini con Morosini su punizione. Nella ripresa al 9’ ha raddoppiato Romero di sinistro. Al 18’ i pugliesi hanno segnato con Corvino di destro. Al 28’ terza rete del Sud Tirol con Ierardi di testa su cross di Fabbri. Al 38’ il Fasano ha accorciato le distanze con Corvino, tiro da pochi metri. Al 44’ il Sud Tirol ha realizzato il quarto gol con Mazzocchi, tiro rasoterra. 

Il Monopoli ha vinto 4-1 in casa col Ponsacco e si è qualificato per il prossimo turno. Nel primo tempo al 3’ i pugliesi sono passati in vantaggio con De Franco di testa. All’8’ ha raddoppiato Donnarumma con un tiro dalla lunga distanza. Al 20’ i toscani hanno segnato con Tene di destro. Al 35’ il terzo gol del Monopoli realizzato da Donnarumma di sinistro.. Nel secondo tempo al 32’ la quarta rete dei pugliesi con Cuppone, tiro rasoterra. Nel secondo turno la Virtus Francavilla Fontana giocherà a Cremona e il Monopoli sfiderà in trasferta il Cosenza.

A Fasano la seconda edizione del festival 'Tempeste'

FASANO (BR) - «Torna il Festival “Tempeste. Immagini, suoni, racconti dal Mediterraneo”!». Ad annunciarlo è il consigliere comunale Donato Marino, delegato all’approfondimento della materia concernente le iniziative per la pace e lo sviluppo fra i popoli del Mediterraneo. «La seconda edizione del Festival, organizzata dal Comune di Fasano in collaborazione con l’associazione “È Ora”, è stata ammessa a finanziamento del bando regionale "Pace e sviluppo delle relazioni tra i popoli del Mediterraneo", posizionandosi al primo posto in graduatoria e ottenendo il contributo di 10mila euro di fondi regionali». 

Dal 15 settembre al 31 ottobre, dopo il successo dello scorso anno, la città di Fasano ospiterà una serie di eventi culturali completamente gratuiti e aperti al pubblico per accendere i riflettori attraverso i diversi linguaggi dell’arte su grandi temi come: migrazione, pace e cooperazione internazionale. 

«Il calendario con tutti gli eventi è ancora in fase di ultimazione – prosegue il consigliere Marino – e sarà presentato ufficialmente nei prossimi giorni. Nel frattempo stiamo raccogliendo le ultime disponibilità collaborative con altre realtà del territorio come associazioni, scuole e parrocchie». 

Tra le novità di quest’anno ci sono tre nuove partnership ufficiali: La ong “Emergency”, impegnata a offrire cure gratuite e di qualità alle vittime di guerre e povertà; l’associazione “Terra! onlus” che lo scorso anno ha portato per il festival a Fasano l’Orchestra dei Braccianti”; l’ARCI Brindisi e la CGIL di Brindisi. 

Queste partnership si sono aggiunte a quelle già esistenti dalla precedente edizione: “Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani”, il Comitato locale di Brindisi di “Unicef”; la cooperativa “Radici Future”; l’associazione “Le Nove Muse”; il Comitato locale di Croce Rossa Italiana di Fasano e la sezione locale del C.I.F (Centro Italiano Femminile).

Soddisfazione per il risultato ottenuto dal Comune di Fasano espressa anche dal sindaco Francesco Zaccaria: «Nel tempo in cui si vuole fare del Mediterraneo un mare d’odio, come quello che troppo spesso viene sparso a piene mani nella nostra politica, siamo contenti e orgogliosi che il progetto “Tempeste” sia stato nuovamente finanziato dalla Regione Puglia. Siamo sempre stati per una politica del sorriso, dell’incontro e del confronto: “Tempeste” ci dà anche quest’anno la possibilità di illustrare come questi ideali possano diventare azioni concrete, perché sulle nostre bocche ci sia sempre la pace e mai la rabbia, sempre la bontà e mai il rancore». 

Per rimanere aggiornati sulle iniziative dell’edizione 2019 di Tempeste:
https://www.facebook.com/festivaltempeste/

Basket: l'Happy Casa Brindisi ha acquistato l'americano Stone

di FRANCESCO LOIACONO - L’Happy Casa Brindisi ha acquistato l’ala centro americano Tyler Stone del 1991 dal Cantù. Nella prima giornata di A/1 di basket maschile i pugliesi giocheranno giovedì 26 settembre in casa col Cantù. Nella seconda giornata affronteranno in trasferta la Virtus Roma. La squadra effettuerà il ritiro precampionato dal 12 agosto a Brindisi. Il 30 e 31 agosto l’Happy Casa Brindisi disputerà un torneo amichevole a Lignano Sabbiadoro col Bologna. 

Il 7 e 8 settembre torneo a Oristano con Sassari e gli estoni del Tartu. Dal 13 al 15 settembre a Brindisi il “Memorial Pentassuglia” con i polacchi del Wloclawek e i greci del Peristeri Atene. I pugliesi hanno notevoli possibilità di ben figurare in Supercoppa, Coppa Italia Campionato e Champions League. Il presidente Marino sta contattando altri cestisti per rinforzare la squadra allenata da Vitucci.

Brindisi, nei giardinetti del porto la magia incontra i bimbi

BRINDISI - «La Bella Stagione» sfoglia le sue pagine e riscopre la verve e la leggerezza di uno spettacolo per bambini. La magia è protagonista sabato 3 agosto, con inizio alle ore 21, in piazza Vittorio Emanuele II (Giardinetti del porto) a Brindisi nella «Magica notte dei bambini», un family magic show fatto di Illusioni, apparizioni, sparizioni e trasformazioni, nel quale Anton e la sua assistente Rose regalano l’incanto e il divertimento della magia dal vivo. Uno spettacolo leggero, tra magia e comicità, che accompagna le famiglie in un mondo nel quale illusione e realtà abbattono i loro confini.

L’arte della magia e l’animazione magica si ritagliano uno spazio nella «Bella Stagione» per far volare la fantasia dei bambini e guidarli in un favoloso viaggio, alla scoperta di un mondo pieno di sorprese e di colpi di scena. Un’esplosione di colori, musiche, giochi, scivoli gonfiabili, buffi personaggi, animazioni, un apprendista mago che intrattiene i piccoli spettatori raccontando le sue avventure mirabolanti, fatte di sorprendenti fortune e pericoli scampati grazie a un gioco di prestigio.

Anton è un personaggio magico in frac e cilindro con una sua storia verosimile: «Potrebbe arrivare da uno spazio-temporale non definito come i personaggi di Jules Verne o potrebbe essere un mago francese del circo old west americano che di villaggio in villaggio propone i giochi di prestigio e presenta i fenomeni da baraccone». Un prestigiatore giocosamente infantile che propone una magia un po’ rétro che mescola magia e ironia. Il mago Anton e la sua assistente Rose hanno partecipato alla settima puntata di «Italia’s Got Talent» andata in onda su Tv8 lo scorso primo marzo. 

Un ampio repertorio divertente e sempre nuovo, pieno di fantasia, nel quale i bambini diventano i protagonisti dello spettacolo in un crescendo di situazioni esilaranti e originali: bacchette magiche che ruotano attorno alle storie, scatole che svelano magicamente il loro contenuto, fazzoletti colorati che volteggiano tra le mani, bellissimi fiori multicolori che sbocciano all’improvviso. Risate, sogni, meraviglia, follia, stupore, sono le coordinate esatte del regno magico di Anton, il “mago coi baffi” che usa tutta la sua passione per trasformare lo spettacolo in una esperienza unica e indimenticabile.

Puglia: via libera definitivo dal Governo nazionale anche per la Zes adriatica

BARI - “Via libera definitivo da parte del governo nazionale e, in particolare, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell'Economia e delle Finanze, alla istituzione della ZES Interregionale "Adriatica". A comunicarlo formalmente alla Regione Puglia, pochi minuti fa, una nota a firma del Capo del Settore Legislativo del Ministero per il Sud, dott. Gianfrancesco Romeo. Così l’Assessore regionale Mino Borraccino.

Al netto di limitati e del tutto marginali aggiornamenti al Piano di sviluppo strategico approvato dalla Giunta regionale il 7 maggio scorso, richiesti dal governo, può dirsi di fatto realizzata la nostra grande ambizione di vedere istituite entrambe le ZES interregionali, dopo l'approvazione definitiva, qualche settimana fa, della ZES "Ionica". Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di formale istituzione della ZES "Adriatica" (un passaggio formale atteso, a questo punto, a brevissimo) la Puglia sarà la prima  regione in Italia ad aver portato a compimento, con esiti favorevoli, il complesso ed elaborato percorso di istituzione di ben due ZES, peraltro entrambe interregionali, segnando un primato del quale, come governo regionale, possiamo andare estremamente orgogliosi.

L'approvazione della ZES "Adriatica", infatti, giunge a compimento di un grande lavoro che ci ha visti impegnati per svariati mesi in un intenso e approfondito confronto innanzitutto con l’Amministrazione regionale del Molise (altra regione interessata dalla ZES “Adriatica”) e con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (cui fanno riferimento i porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli), senza dimenticare l’intensa attività di dialogo e concertazione con tutti i soggetti istituzionali e sociali coinvolti, a partire dagli Enti locali e dalle Organizzazioni datoriali e sindacali del territorio.

Sono molto soddisfatto per questo importantissimo risultato politico e amministrativo dal momento che sono convinto che la ZES possa effettivamente rappresentare, grazie alle agevolazioni fiscali e alle semplificazioni burocratiche che comporterà per le aziende che si inseriranno nell'area perimetrata, uno strumento molto utile per garantire lo sviluppo del vasto territorio interessato.

Non posso esimermi dal ringraziare, per il grande contributo fornito e per la costante interlocuzione che non ha mai fatto mancare, Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, con la quale in questi mesi abbiamo instaurato un dialogo costante, proficuo e leale improntato sempre al rispetto di quel fondamentale principio del buon governo che è la leale collaborazione tra istituzioni diverse, avendo come unico obiettivo l’interesse primario dei cittadini e del territorio.

Ora che il percorso burocratico e amministrativo è definitivamente completato, si apre per la ZES "Adriatica" (esattamente come sta già accadendo per la ZES Jonica che è partita qualche settimana prima) la fase più importante e più decisiva, quella cioè in cui le imprese del territorio dovranno saper cogliere la grande opportunità rappresentata dai notevoli benefici in termini fiscali e di semplificazione amministrativa che questo strumento comporterà, consentendo in tal modo di generare, su tutto il vasto territorio interessato, una significativa spinta verso lo sviluppo economico e la crescita occupazionale. Sotto altro profilo la ZES rappresenta anche una grande occasione per attrarre investimenti dall'estero e per questo stiamo già predisponendo una intensa attività di marketing e di informazione in modo da far conoscere a tutti i soggetti potenzialmente interessati ad insediare la loro attività nell’area perimetrata della ZES, l’esistenza di questa grande opportunità. 

Ricordo a questo proposito che è previsto per mercoledì prossimo, 31 luglio, alle ore 16 presso la Fiera del Levante, un incontro finalizzato a presentare l'Avviso Pubblico per l'assegnazione di ulteriori 261,10 ettari di aree disponibili e non assegnate per la ZES Adriatica. Alla luce della notizia ricevuta oggi, l'appuntamento di mercoledì prossimo assume ancora più valore e più significato e potrà rappresentare un primo momento di condivisione e di confronto ampio con tutti gli amministratori locali interessati a questa importantissima leva di sviluppo. Sono davvero molto soddisfatto per tutto il grande lavoro svolto che ha portato a conseguire questo importantissimo risultato a conferma della grande attenzione che il governo regionale pone al fine di creare le condizioni migliori per lo sviluppo e la crescita economica e occupazionale della Puglia”, conclude Borraccino.

Basket: l'Happy Casa Brindisi acquista Campogrande e Thompson

di FRANCESCO LOIACONO - L’Happy Casa Brindisi ha acquistato l’ala guardia del 1996 Luca Campogrande dall’Avellino. Ingaggiato anche il play guardia americano del 1995 Darius Thompson dagli olandesi dello ZZ Leiden. Nella Champions League di basket maschile i pugliesi debutteranno il 15 ottobre fuori casa con i lituani del Neptunas Klapeida. Il 22 ottobre giocheranno al “Pala Pentassuglia” con una squadra che si qualificherà tra gli slovacchi dell’Inter Bratislava e i tedeschi del Friburgo o del Bonn. Affronteranno in trasferta i francesi del Digione. Giocheranno in casa con i turchi del Besiktas. Fuori casa contro i greci del Paok. Al “Pala Pentassuglia” con una qualificata tra gli ungheresi del Falco, i rumeni dell’Oradea o i lettoni del Ventspils. Fuori casa con gli spagnoli del Zaragoza. Le gare di ritorno si giocheranno a campi invertiti. A Brindisi c’è entusiasmo tra i tifosi. Si punta ad avere un sostegno abbastanza importante nelle partite interne.

Serie C: tre acquisti per la Virtus Francavilla Fontana


di FRANCESCO LOIACONO - In serie C la Virtus Francavilla Fontana ha acquistato il difensore del 1999 Luca Sparandeo dal Benevento. Ingaggiati anche l’attaccante argentino del 1993 Federico Nahuel Vazquez, svincolato dal Siracusa e il terzino del 1989 Francesco Pambianchi dal Catanzaro. A Francavilla Fontana arriva pure il centrocampista del 1986 Andrea Bovo dal Vicenza. 

Interesse per il mediano Cosenza del Lecce. Contatti col Cosenza per l’attaccante Perez. Ceduto l’esterno Vrdoljak al Picerno in C. Il presidente Magrì sta allestendo una squadra competitiva per raggiungere la salvezza e puntare poi eventualmente alla qualificazione ai play off.

Brindisi, progetto anello ferroviario. Bozzetti (M5S): “Stanziati 20 mln"


BRINDISI - “La vecchia politica purtroppo ancora non ha capito che non basta annunciare gli stanziamenti, bisogna rimuovere gli ostacoli e procedere. Per questo non possiamo che ringraziare il Ministro del Sud Barbara Lezzi per quanto sta facendo per il territorio di Brindisi, per anni dimenticato è impoverito da destra e sinistra”. Lo dichiara il consigliere brindisino del M5S Gianluca Bozzetti dopo la conferenza stampa in cui è stato presentato il progetto per l’anello ferroviario di Brindisi. 

“A chi dice che si tratta di un progetto per cui erano già stati stanziati fondi europei - continua il pentastellato - rispondiamo con i fatti, che dimostrano come grazie al ministro Lezzi siano stati aggiunti altri 20 milioni di euro per la realizzazione del raccordo ferroviario tra l’aeroporto e la stazione, atteso da anni. Nell’ultima delibera Cipe infatti è stato inserito il progetto per l’anello ferroviario di Brindisi, un intervento complessivo di 60 milioni di euro, di cui 20 finanziati dal ministro Lezzi attraverso il fondo di sviluppo e coesione di cui presiede la cabina di regia. Dopo l’estate sarà convocata la prossima cabina di regia e sarà approvata la delibera con cui verranno stanziati i 20 milioni che poi sarà portata alla prima riunione del Cipe per avere il via libera al finanziamento. Abbiamo una scadenza da rispettare che è la prima metà del 2024 e stiano tutti certi che vigileremo perché sia rispettata. Finalmente si potrà dire basta alle attese decennali che hanno solo il sapore della presa in giro che il Sud, e in particolare il territorio di Brindisi hanno subito per troppo tempo”.

Violenze su bimbi dell'asilo, indagata maestra nel brindisino


BRINDISI - Indagata e sospesa per nove mesi dall'insegnamento una maestra di 60 anni, la quale avrebbe usato violenza su bambini della scuola materna dove insegnava, colpendoli con schiaffi e strattonamenti, oltre che aggredendoli in vario modo.

La misura interdittiva, disposta dal gip Stefania De Angelsi su richiesta del pm Paola Palumbo di Brindisi, giunge all'esito delle indagini sono condotte dai carabinieri del brindisino.

A lanciare l'allarme sono stati proprio i genitori di un bimbo di 3 anni, querelando l'insegnante dopo aver ascoltato le lamentele del bimbo ed aver nascosto uno smartphone nel suo zainetto, per registrare quanto accadesse a scuola.

Il piccolo aveva inoltre riportato lividi sulle braccia e manifestato la volontà di non voler più andare a scuola. La segnalazione ha permesso di accertare altri episodi ai danni di altri bambini, pertanto, secondo l'accusa, vi era un ricorso "sistematico" alla violenza.

Donazione organi: Emiliano con Al Bano al Perrino di Brindisi per 'Felicità è donare'

BRINDISI - “Felicità è donare”. Con questo messaggio, il maestro Al Bano Carrisi è il testimonial della nuova campagna lanciata dalla Asl di Brindisi sulla donazione del sangue e degli organi che mira a sensibilizzare “tutti i pugliesi che amano la vita - quella propria e quella degli altri - a Donare”.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano insieme ad Al Bano ha partecipato oggi alla visita organizzata nel centro trasfusionale dell’Ospedale di Brindisi “Perrino” insieme al direttore generale della Asl, Giuseppe Pasqualone, il direttore sanitario Andrea Gigliobianco, il Direttore del Trasfusionale Cucci Antonella Miccoli, dirigente medico del Centro Trasfusionale che si occupa anche di donazioni.

“Ringrazio Al Bano Carrisi - ha detto il presidente Emiliano - perché lui non lascia mai sola la Puglia in nessuna delle grandi questioni che costituiscono poi l'interesse dei nostri cittadini. Oggi, ancora una volta, mette tutto se stesso in questa campagna per invitare alla donazione degli organi e del sangue. La donazione degli organi è un gesto difficile, è normale che sia così, ma è ha un'utilità incredibile perché restituisce la vita alle volte anche a più persone. E quindi questa campagna per promuovere la donazione è estremamente importante. Brindisi si sta molto impegnando, significa avere le strutture del pronto soccorso e un elevato sistema complessivo della sanità, perché solo chi ha una buona organizzazione può gestire donazione e impianto di organi. Abbiamo però bisogno di superare quella soglia di resistenza alla donazione di organi che sta frenando quest'organizzazione che abbiamo molto rafforzato e che può dare risultati molto importanti”.

Emiliano si è poi fermato al centro trasfusionale per donare il sangue: “un gesto semplice ma di grande importanza per moltissime persone. Invito quindi tutti i cittadini a donare il sangue, in estate ne abbiamo particolare bisogno”.

“Donare - ha detto  Al Bano - è semplice, un atto puro e generoso che appartiene alla sfera dei sentimenti dell’uomo e alla cultura della nostra gente del Sud. Ogni volta che coniughiamo questo verbo, “Donare” rafforziamo i legami con amici e parenti, ma quando questo gesto è rivolto nei confronti di una persona estranea che non conosciamo personalmente esso ha un valore mille volte più grande: rappresenta un atto di generosità che appartiene alla grandezza dell’uomo e alla storia stessa dell’Umanità”.

Al Bano ha voluto aderire immediatamente all’invito a diventare testimonial di questa campagna della donazione del sangue “perché - ha detto lo stesso maestro - conosco i problemi a cui le strutture sanitarie devono far fronte soprattutto nei periodi estivi quando, al numero di pazienti della popolazione residente, si aggiungono le migliaia di turisti e visitatori che chiedono assistenza sanitaria”.

A dare il benvenuto ad Al Bano al suo arrivo al Perrino anche due aerei da turismo che hanno sorvolato la struttura disegnando nel cielo un enorme cuore.

“Un gesto di vicinanza alla iniziativa - dicono i piloti che si sono offerti volontariamente a realizzare questa dimostrazione (autorizzata dall’Ente nazionale per L’Aviazione civile della Puglia) - perché condividiamo la campagna e perché siamo riconoscenti ad Al Bano per la sua grande disponibilità nei confronti dei pugliesi e della sua terra”.

Tutte le informazioni per donare il sangue in Puglia sono disponibili su  https://www.sanita.puglia.it/web/pugliasalute/centro-regionale-sangue

Le informazioni sulla donazione di organi invece sono conciliabili su https://www.sanita.puglia.it/web/centro-regionale-trapianti

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia