Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Brindisi. Mostra tutti i post

Carne polacca in mensa scolastica, Tateo (Lega): "Comune di Brindisi agisca di conseguenza"

BRINDISI - “È disgustoso scoprire che c’è chi, per avidità, specula sul cibo che finisce nel piatto dei nostri bambini, spacciando carne polacca di bassa qualità per carne italiana da cucinare nelle mense delle scuole materne ed elementari. Grazie al nucleo anti sofisticazione dei Carabinieri che ha scoperto le irregolarità del servizio mensa offerto da “La Serenissima” e provveduto ad agire di conseguenza. Poiché non è stato rispettato il capitolato, ci chiediamo a questo punto cosa aspetti il Comune di Brindisi ad agire nei confronti di “La Serenissima”. Non è accettabile che qualcuno cerchi di truffare la comunità, men che meno se chi specula lo fa sulla pelle dei più piccoli”.
Lo dichiarano in una nota Anna Rita Tateo, deputata Lega e commissaria di Brindisi per il suo partito, con Ercole Saponaro e Massimo Ciullo, consiglieri comunali Lega a Brindisi, e Gianni Signore, segretario cittadino di Brindisi per la Lega.

'Natale al Paradiso', a Brindisi la festa si accende in periferia

BRINDISI - «Natale al Paradiso» è il programma di attività organizzato nel quartiere brindisino dal 14 al 16 dicembre tra musica, giochi, mercatini e street food: artefice dell’iniziativa, che fa parte della rassegna «Le Luci di Brindisi. La Città a Natale», è un gruppo di cittadini del Paradiso che ha trovato nell’assessorato itinerante un interlocutore attivo e propositivo, in linea con il progetto della «Supercorazzata» che lo scorso ottobre ha segnato una prima importante esperienza di comunità. Tre giorni di festa per disseminare nel Mercato della Corazzata segni tangibili di rigenerazione attraverso un programma di attività di spettacolo e culturali in tema con le festività natalizie. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è di avviare un percorso di condivisione dal basso al fine di accorciare le distanze tra il centro e le periferie, private nel tempo di funzioni amministrative, scuole, servizi, cultura, attività commerciali.

Le attività in programma vedono anche la collaborazione dell’Istituto Comprensivo «Paradiso-Tuturano». La tre giorni nel quartiere Paradiso vivrà della diretta partecipazione dei cittadini, già all’opera per trasformare via Giosuè Carducci nel cuore vivo della festa. Mercatini tipici del Natale, bancarelle con le associazioni impegnate a favore della ricerca scientifica, il Centro di Aggregazione Giovanile con laboratori artistici e di cucina, danza hip hop e break dance e una mostra con i lavori di bambini e ragazzi del laboratorio di arti urbane, e altre iniziative che si vanno concretizzando in queste ore. Organizzati in collaborazione col CAG sono anche i dj set in programma, a cura di Fede Arena ed Ennio Ciotta (quest’ultimo il 15 dicembre). Un modello rigenerativo pensato e costruito dal basso con i cittadini che diventano organizzatori partecipando alle spese attraverso una lotteria dedicata alla manifestazione. C’è dunque grande fermento per «Natale al Paradiso», un modo per affermare un protagonismo nuovo delle periferie e cementare il senso di comunità.

Il programma si articola in ciascuna giornata dalle 18 alle 22: venerdì 14 dicembre sarà protagonista il circo con le repliche di «Les Puces», uno spettacolo di giocoleria, equilibrismo e clownerie, ironico e divertente, ricco di colpi di scena, capace di affascinare il mondo dei bambini ed ammiccare a quello dei grandi; e poi l’animazione itinerante di due trampolieri, una prima maschera dedicata al Natale, una seconda nelle forme sinuose di una gigante medusa luminosa. Sabato 15 dicembre via Giosuè Carducci presterà il suo ideale palcoscenico alla «Salento Funk Orchestra», un progetto musicale nato dall’idea di un gruppo di musicisti salentini, uniti dalla passione per il funk e dalla tradizione bandistica. Il repertorio, orientato in particolare al funk, è arrangiato per una big band di sedici elementi. Un mix di passione, tradizione, creatività e contaminazione, per una street band sullo stile delle più celebri formazioni americane che dà vita a uno show suggestivo e originale.

La kermesse termina domenica 16 dicembre con la performance della «BeDixie - Dixieland Jass Band», un viaggio musicale pieno di passione e di bellezza presentato in puro stile marching-band. Un intreccio polifonico, uno sviluppo armonico collettivo che colma ogni vuoto, in modo da non infrangere il mood sonoro in cui musicisti e pubblico interagiscono. Dal jazz delle origini di New Orleans fino allo swing, volando nel tempo e nelle musiche del mondo fino alle fanfare balcaniche.

Lega in Puglia, Tateo e Coord. Ostuni: "Il progetto di Salvini attrae consensi, gruppo si struttura"

BRINDISI - "Sono giorni intensi a Ostuni, dove passo dopo passo il gruppo della Lega si struttura e attrae consensi in maniera trasversale. Scegliamo di parlare il linguaggio normale delle persone normali, poiché siamo convinti che la politica debba essere fuori dai palazzi e tra la nostra gente. La Lega nella città bianca vuole farsi portavoce di cittadini, imprenditori, commercianti e professionisti, che si sentono da tempo orfani di una politica troppo spesso sorda e distante rispetto alle loro richieste di sostegno e aiuto. Siamo convinti che la città di Ostuni, se ben amministrata, possa produrre ricchezza e sostenere i tanti giovani che sono costretti a mettersi in gioco fuori dal proprio territorio.
Il prossimo passo del gruppo Lega sarà dotarci di una sede fisica, dove portare avanti la discussione e dove stilare, con l'aiuto dei cittadini, un programma di governo per la città, in vista del prossimo passaggio elettorale. Si calendarizzeranno anche una serie di iniziative pubbliche, finalizzate a far conoscere questo nuovo progetto politico. Siamo e resteremo, sempre, tra la gente."
Lo dichiarano in una nota Anna Rita Tateo, deputata pugliese della Lega e commissaria provinciale di Brindisi per il suo partito, ed il coordinamento cittadino Lega di Ostuni.

Basket: l’Happy Casa Brindisi perde 75-67 in casa contro Reggio Emilia

di FRANCESCO LOIACONO - Nella nona giornata di andata di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha perso 75-67 in casa contro Reggio Emilia. Primo quarto, 5-4 per la squadra di Cagnardi con Aguilar. Clark con una schiacciata ha impattato per i pugliesi, 9-9. Ma De Vico e Aguilar hanno permesso agli emiliani un 17-9. Rush con un preciso sottomano ha tenuto in gara Brindisi. Reggio Emilia si è aggiudicato 17-15 questa fase di partita. Secondo quarto, Brown e Banks eccellenti con le triple 19-17 per la squadra di Frank Vitucci. Chappell bravissimo sotto le plance, 27-22. Però Cervi e Mussini hanno impostato notevoli efficaci contropiede per gli avversari, 34-29. Clark efficace sotto canestro. Reggio Emilia ha prevalso di nuovo 34-31.

Terzo quarto, Banks e Rush infallibili con le “bombe” da tre punti per Brindisi 36-34. Aguilar ha raggiunto il 44-44. Reggio Emilia ha trionfato 51-47 con Llompart e Gaspardo. Quarto quarto, Clark e Banks hanno portato avanti Brindisi 62-56. Ma Aguilar e Cervi hanno riequilibrato il match,62-62. Mussini preciso dalla lunga distanza, 68-65 per il roster di Cagnardi. Ancora Mussini ha fatto la differenza in positivo per gli avversari, 70-65. Banks ha tenuto in gara Brindisi. Gaspardo preciso nei tiri liberi, Reggio Emilia ha vinto 75-67 questo quarto e tutta la partita. Seconda sconfitta consecutiva per Brindisi dopo quella a Varese. I pugliesi sono sesti in classifica con 10 punti. Nel prossimo turno giocheranno a Venezia. La squadra di De Raffaele ha perso 66-61 in casa col Varese.

"La Xylella avanza: 75 nuovi focolai in provincia di Brindisi"

BARI - “L’esito del recente monitoraggio compiuto da Arif ha, purtroppo, dato il risultato che tutti quanti non ci auguravamo di avere. Il ritrovamento di ulteriori 75 focolai in provincia Brindisi, e in particolare nei comuni di Fasano, Ostuni, Carovigno e Ceglie Messapica, conferma quello che noi andiamo dicendo da diversi anni, ovvero che la Xylella non avrebbe atteso i tempi della giustizia, della politica e della burocrazia. Tempi in molti casi rallentati anche proprio da teorie fantascientifiche e senza alcun fondamento che non hanno fatto altro che creare disinformazione e confusione". Così in una nota il vicepresidente di Cia Puglia, Giannicola D'Amico "Ribadiamo per l’ennesima volta che il nostro riferimento era ed è la scienza e non la fantascienza. Il ritrovamento, poi, di alcuni focolai nella Piana degli Ulivi secolari rende la situazione ancora più allarmante. Gli ulivi secolari e millenari di Puglia, infatti, anche per la loro monumentalità (tutelata dalla Legge regionale 4 giugno 2007, n.14), rappresentando una componente essenziale del paesaggio, vanno salvaguardati perché svolgono un’importante attrattiva turistica. La Piana degli Ulivi Millenari di Puglia, inoltre, recentemente è stata iscritta nel registro dei Paesaggi rurali storici del Ministero delle Politiche Agricole come “Paesaggio Agrario della Piana degli Oliveti Monumentali di Puglia”.

"Per gli ulivi secolari e a carattere storico e monumentale - sia censiti dalla Regione che non - rientranti nella zona infetta e nella zona di contenimento – anche fuori dalla Piana - è opportuno - prosegue D'Amico - prevedere delle deroghe rispetto alle norme e alle procedure previste per tali aree, per una maggiore salvaguardia, e prevedendo specifiche analisi (da ripetersi periodicamente e comunque a cadenza non superiore ad un anno). Tutto ciò lo abbiamo ribadito con forza sia alla Regione Puglia, che recentemente ha recepito le nostre sollecitazioni, che al Ministero della Politiche Agricole e alla Unione Europea, oltre che recentemente anche alla Commissione Agricoltura in visita a Brindisi e Lecce lo scorso 3 dicembre. La Xylella fastidiosa va trattata come una vera e propria emergenza straordinaria! Servono poteri straordinari e fondi straordinari. In tal senso risulta importante lo stanziamento di fondi nazionali, annunciato nei giorni scorsi dal Ministro Centinaio, che vengano però destinati agli agricoltori, a risarcire chi negli anni ha perso il proprio lavoro e la propria fonte di reddito, ma anche per progetti sperimentali".

"L’obiettivo principale di tutti gli enti, le istituzioni e gli attori pubblici e privati interessati dalla problematica Xylella fastidiosa - conclude - deve essere quello di fermare l’avanzata del batterio verso il nord della Puglia e verso le altre regioni italiane, e nel contempo di preservare la Piana degli Ulivi millenari, oltre che gli ulivi aventi carattere di monumentalità ricadenti anche fuori la Piana, oltre che di riconoscere agli agricoltori danneggiati il giusto e rapido ristoro e a quelli (tantissimi) che rispettano le norme eseguendo le buone pratiche agricole, che tante spese hanno dovuto sopportare negli anni scorsi e ne dovranno sopportare nei prossimi mesi. Diviene fondamentale, poi, immaginare un nuovo modello di sviluppo del territorio che tenga conto della presenza ormai endemica del batterio Xylella fastidiosa, con il quale dobbiamo convivere nella speranza di contenerlo”.

Xylella avanza ancora, ora è a Fasano

BARI - La Xylella avanza verso nord. Sono state individuate 75 nuove piante di ulivo infette dal batterio nei comuni di Fasano (un albero), Ostuni (33), Carovigno (39) e Ceglie Messapica (2). Per la prima volta il batterio è stato trovato a Fasano, alla periferia della frazione di Torre Canne, nella Piana degli ulivi monumentali. Quello di Torre Canne rappresenta il nuovo limite nord della presenza del batterio in Puglia, circa 8 chilometri più a nord rispetto al focolaio più settentrionale individuato col precedente monitoraggio alla periferia di Cisternino. Sono i primi risultati emersi dalla nuova campagna di monitoraggio condotta dall'Arif, Agenzia regionali per le attività irrigue e forestali. Nella zona di Cisternino e Ostuni, la Piana degli ulivi monumentali, vi sarebbero almeno altri tre focolai.

Teatro: al Verdi 'Le Luci di Brindisi. La Città a Natale'

BRINDISI - È stata presentata questa mattina nella sala Giunta di Palazzo di Città la rassegna culturale e di spettacolo «Le Luci di Brindisi. La Città a Natale». L’incontro si è svolto alla presenza del sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, dell’assessore alle Attività produttive e al Turismo, Oreste Pinto, dell’amministratore della Fondazione Nuovo Teatro Verdi, Nicola Zizzi, del direttore artistico del Nuovo Teatro Verdi, Carmelo Grassi, e dell’amministratore unico di Energeko, Antonio Galati.

«Oggi presentiamo un lavoro complesso - ha esordito il sindaco Riccardo Rossi - reso possibile grazie all’impegno di tutti. Abbiamo costruito un percorso di manifestazioni che realizzasse lo spirito della tradizione e proposte originali, come quella di installare un’opera d’arte luminosa legata a un’icona dell’identità brindisina. Abbiamo adottato un preciso approccio di metodo, quello cioè di distribuire tante iniziative per restituire alla comunità il senso della festa, preferendolo alla scelta di pochi grandi eventi. È il tratto distintivo di una rassegna che ci auguriamo sappia ritrovare al centro la partecipazione delle famiglie».

«Il cartellone si pone una duplice finalità - ha proseguito l’assessore Oreste Pinto -, quella di sostenere le attività commerciali di una parte nevralgica della città attraverso un programma mirato di animazione artistica, e quella di promuovere la valorizzazione dei luoghi offrendo motivi d’interesse finalizzati a incoraggiare la presenza dei turisti».

«Mi piace sottolineare il ruolo della Fondazione - ha sottolineato l’amministratore Nicola Zizzi - che ha ormai fatto proprio il ruolo di agenzia di servizio per l’Amministrazione comunale grazie a un lavoro di elaborazione di contenuti svolto con cura e professionalità. Un ruolo che si pone, in modo sempre più sistematico, come un cardine nell’offerta culturale della città».

«Abbiamo pensato ad appuntamenti - ha spiegato il direttore artistico Carmelo Grassi - che sapessero ripercorrere i segni tradizionali della festa, portando nelle strade e nelle piazze le giuste atmosfere del periodo e creando momenti nei quali la comunità possa godere dei luoghi e della loro bellezza».

«Siamo in dirittura d’arrivo - ha concluso per Energeko Antonio Galati - per l’inaugurazione delle luminarie. La vestitura luminosa vuole essere all’altezza dello sforzo organizzativo che si sta compiendo per la rassegna, proponendo  una sintassi originale tra la parte laica e quella religiosa della città. Siamo pronti ad accendere il Natale anche con la Stella Cometa in arrivo in piazza Duomo».

La città è pronta ad accogliere le festività natalizie tra luci, colori e profumi. Saranno numerose le occasioni per vivere la città durante le feste tra eventi, spettacoli, acquisti o semplicemente godendo dell’atmosfera che è pronta ad avvolgere Brindisi con un programma di iniziative, allestimenti, mostre, appuntamenti commerciali e di intrattenimento, di artigianato e culturali, raccolti in un calendario unico.

È questa la formula di «Le luci di Brindisi. La città a Natale», la rassegna organizzata dal Comune e dalla Fondazione Nuovo Teatro Verdi: fino al 6 gennaio ogni angolo del centro della città e non solo sarà animato da canti, musica, danze, arti circensi, installazioni, gusto, laboratori e mercatini natalizi nel segno della tradizione, dell’innovazione e della solidarietà. Più di un mese di iniziative distribuito tra le vie, le piazze, le chiese, il teatro, per restituire tutta l’atmosfera della festa. È questo il filo rosso che lega gli appuntamenti della rassegna, disegnando nella città luoghi carichi di bellezza e meraviglia.

Come piazza Vittoria che si trasforma in un accogliente “salotto” rosso con tante casette in legno pronte per ospitare fino al 6 gennaio i vari espositori con i loro oggetti d’artigianato, specialità gastronomiche e hobbistica. Sabato 8 dicembre si entra nel vivo con l’esperienza del walkscape, il “paesaggio camminato” per conoscere la città “dal basso” e rifiutare la sintesi delle immagini dall’alto. Titolo dell’iniziativa «Brindisi Porto di Pace», partenza da piazza Santa Teresa.

Alla fine della passeggiata la scena si sposta nella piazzetta antistante il Nuovo Teatro Verdi per l’inaugurazione e l’accensione di un’opera d’arte luminosa e interattiva, #BrentionTherapy, ispirata a uno dei simboli identitari della città, realizzata “site specific” dall’artista David Cesaria per «BrindisiLightArt», a cura di Ilaria Caravaglio. L’opera unisce il design degli origami alla tecnica delle tradizionali luminarie del nostro territorio ed è pensata per diventare uno strumento di promozione del territorio, in particolare con l’ausilio dei social: cittadini e turisti saranno invitati infatti a scattare un selfie con l’originale luminaria e condividerle su Facebook ed Instagram utilizzando l’hashtag #BrentionTherapy. Cesaria aprirà le porte della sua «Bottega d’artista», nel Complesso ex Scuole Pie dal 10 al 12 dicembre, occasione nella quale i visitatori potranno vederlo all’opera mentre realizza un modellino in scala ridotta.

Giovedì 13 dicembre si alza il sipario anche sulla VI edizione de «La magia del cioccolato», la kermesse dedicata al cioccolato made in Italy, in programma in corso Umberto I e piazza Cairoli fino al 16 dicembre, con la partecipazione di maestri cioccolatieri provenienti da ogni parte d’Italia.

La rassegna accompagna, a partire da venerdì 14 dicembre, il percorso di «Out_Chiostri», cinque appuntamenti tra conversazioni, film e approfondimenti, dedicati al Sessantotto, a cinquanta anni da quella “stagione” che ha rappresentato uno dei periodi più significativi della nostra storia. Nella stessa giornata si mettono in cammino, anche in questo caso attraverso cinque serate (dopo il 14 anche il 17, 19, 28 e 29 dicembre) le «Strade sonore», iniziativa di animazione dei corsi con le performance di giovani musicisti.

«Natale al Paradiso» è il programma di attività organizzato nel quartiere brindisino dal 14 al 16 dicembre tra musica, giochi, mercatini e street food: sabato 15 dicembre le vie e le piazze del rione Paradiso presteranno il loro ideale palcoscenico alla «Salento Funk Orchestra», una street band con sedici artisti pronti a dare vita a un vero e proprio show a suon di trombe, percussioni e saxophone. Il giorno successivo la scena passa alla «BeDixie - Dixieland Jass Band», in arrivo con uno spettacolo in perfetto stile marching-band. Un intreccio polifonico dal jazz allo swing, dalla world music fino alle fanfare balcaniche.

Sabato 15 dicembre si rimane in tema musicale con il concerto, dal titolo «Gigi e i soliti accordi. I cantautori di ieri e di oggi», che dà appuntamento sul palcoscenico del Nuovo Teatro Verdi: un viaggio inedito attraverso la storia e il presente della musica cantautorale italiana, da Rino Gaetano ad Alessandro Mannarino, da Jovanotti a Lucio Dalla.

«I Suoni della Devozione» traguardano quest’anno la XIX edizione. Si comincia il 15 dicembre con un programma, articolato tra le chiese dell’Arcidiocesi di Brindisi (San Paolo Eremita, San Benedetto, Santa Maria degli Angeli, Cristo dei Domenicani e Pontificia Basilica Cattedrale), che conferma la mission del festival di leggere il sacro a partire dalla musica di oggi.

La «BeDixie - Dixieland Jass Band» replica lunedì 17 dicembre con il suo inconfondibile mood di musica itinerante, questa volta tra la Commenda e il centro storico.

Lo stile parata si ripropone martedì 18 e mercoledì 19 dicembre, sempre per le vie del centro, stavolta con la «Street Magic Fantasy», la coloratissima sfilata di mascotte e personaggi Disney, circa 25, e con una street band al seguito per ricreare il mondo delle favole e dell’immaginazione e coinvolgere il pubblico in un’atmosfera magica di allegria e divertimento.

Mercoledì 19 dicembre le suggestioni del Natale vanno in scena anche nella chiesa di San Paolo Eremita, riaperta al culto da poco, con il concerto «Brindisi a Natale» del coro polifonico «Amici Cantori», diretto dal M° concertatore Eupremio Galasso: al centro della serata un ricco programma di cori della tradizione natalizia, canti sacri e operistici.

Giovedì 20 dicembre si apre il contest fotografico «Brindisi in foto a Natale 2018» rivolto a tutti i fotografi, senza distinzione tra amatori e professionisti. L’associazione «InPhoto», che propone l’iniziativa, prenderà in consegna gli scatti fino al 6 gennaio, per poi coordinare la selezione, la valutazione, la votazione e la premiazione dei vincitori: le foto dovranno avere per tema l’atmosfera e il senso del Natale in città.

Il Natale si avvicina e i più piccoli diventano protagonisti: si comincia giovedì 20 dicembre con «Sogno di una notte di Natale», un festival di circo contemporaneo tra le piazzette e le vie del centro. Una magica galleria di spettacoli di danza aerea e clownerie, di giocoleria e acrobatica, di illusionismo e fuocoleria, di danza verticale e marionetteria, in una espressione multiforme e colorata. Si prosegue fino al 23 dicembre con il «Villaggio di Babbo Natale», la dimora dove Babbo Natale e i suoi aiutanti raccoglieranno le letterine di tutti i bambini che vorranno esprimere i loro desideri.

Sabato 22 dicembre, con partenza dal piazzale della Stazione Ferroviaria, si torna ad attraversare la città con un nuovo walkscape: tema della “passeggiata narrativa” i traffici commerciali e la vita di mare, prima e dopo la «Valigia delle Indie». In serata appuntamento in Duomo con il classico concerto dell’orchestra e del coro polifonico arcivescovile «San Leucio», dal titolo «In principio erat Verbum», con la partecipazione di due artisti d’eccezione come Luca Marconi, il celebre Febo del «Notre Dame de Paris» di Riccardo Cocciante, e Mariangela Aruanno, una delle voci più apprezzate nel campo del musical nazionale. «Concerto di Natale» è il titolo della serata, promossa da Adoc e dall’associazione «Cuore di Donna», che vedrà la Fanfara dipartimentale della Marina Militare di Taranto esibirsi al Teatro Verdi. L’iniziativa è finalizzata all’acquisto e alla successiva donazione di un macchinario mancante al Distretto di Senologia della Asl di Brindisi. Biglietto unico 10,00 euro. Info 0831 562554 - 229230.

Si arriva a domenica 23 dicembre con il concerto di una delle voci più intense e versatili del panorama musicale italiano. Antonella Ruggiero sarà per la prima volta sul palcoscenico del Nuovo Teatro Verdi con l’«Orchestra di Lecce e del Salento» per compiere un itinerario sonoro e profondo che attraversa luoghi, culture ed epoche diverse e lontane: un filo rosso di brani dal titolo «Musiche dal mondo». Biglietto unico 10,00 euro. Info 0831 562554 - 229230.

Venerdì 27 dicembre la rassegna incontra il concerto dell’«Orchestra da Camera di Lecce e del Salento», diretta dal M.O Luigi Mazzotta, in programma nella Sala della Colonna di Palazzo Granafei-Nervegna: nel palinsesto della serata alcune pagine di autori classici e contemporanei.

«La Municipàl» è una delle band più interessanti della nuova scena musicale italiana, nata dalla complicità sonora e canora dei fratelli Carmine e Isabella Tundo. Venerdì 28 dicembre la band originaria di Galatina sarà a Brindisi, nella piazza antistante il Nuovo Teatro Verdi, con il suo «Cicatrici Tour 2018», un giro davvero fortunato per i due nuovi romantici e sperimentatori del pop d’autore.

Il clima di festa con i suoi temi religiosi e tradizionali risuona anche domenica 30 dicembre nella chiesa di Santa Maria degli Angeli con il concerto del coro polifonico «Sincopatici».

L’ultima notte dell’anno vibrerà della sua tradizionale festa in musica, nella piazza antistante il Nuovo Teatro Verdi, con la «Soul Experience» (Davide Repele chitarra e voce, Paolo Andriolo basso e voce, Alberto Lincetto tastiere, Stefano Cosi batteria) feat. Yvonne Park (voce) e Desta Zion (voce), un crescendo di ritmi soul, disco e rythm & blues per dare il via, a partire dalle 23.30, a una notte live tutta da ballare.

Al concerto seguirà uno spettacolo di grandissima suggestione: intorno all’una di Capodanno prenderà la scena proprio davanti al Teatro Verdi «Giardino italiano. L’Amor che muove il Sol e l’altre stelle», spettacolo, da un’idea di Elisa Barucchieri, che mescola coreografie di danza e danza aerea, su musiche selezionate live da Leonardo Baccarella D.sabile.J. Un affresco in aerea della vita e della meraviglia che sublima a dispetto della gravità la grande arte italiana e i suoi geni come Botticelli, Caravaggio, Michelangelo e Dante, consegnando un attimo lungo e sospeso di poesia e di speranza. Al termine, salirà nuovamente sul palco la «Soul Experience».

Mercoledì 2 gennaio si torna a teatro per il tradizionale «Concerto per il Nuovo Anno»: protagonista al Teatro Verdi l’«Orchestra Filarmonica Pugliese», diretta dal M° Giovanni Minafra, e le atmosfere classiche della tradizione musicale viennese, tra valzer, polke e marce, con solista la giovane pianista brindisina M° Stefania Argentieri. I danzatori dell’«Accademia delle Danze» accoglieranno il pubblico con una performance nel foyer, poi danzeranno in platea su alcune musiche del concerto, con coreografie di Maria Chiara Di Giulio. Ingresso gratuito previo ritiro del ticket presso la biglietteria del teatro. Info 0831 562554 - 229230.

Il palcoscenico del Nuovo Teatro Verdi sarà la speciale cornice, giovedì 3 gennaio, del concerto per bambini «La Carovana delle Merende», fatto di canzoni inedite composte da Paola Petrosillo e arrangiate da Vito De Lorenzi: il canto si unisce alla musica e alla danza per offrire un momento di riflessione sul nostro presente e immaginare un futuro più “umano”.

Ma «Brindisi a Natale 2018» è anche un omaggio a Fabrizio De Andrè, a una settimana esatta dal ventennale della morte del grande cantautore genovese: «De Andrè in classica», in programma venerdì 4 gennaio nella chiesa di San Paolo Eremita, ricompone i frammenti dell’arte di Faber attraverso la passione di Carlo ed Enrico Martello, con uno speciale trio cameratistico e una giovane sezione ritmica. Al concerto parteciperà don Salvatore Miscio, autore del libro «Dio del cielo vienimi a cercare - Faber, uomo in ricerca» (Editrice Ave, 2016). Nella stessa giornata va in scena sul palcoscenico del Teatro Verdi «Issi di House», incontro tra diverse generazioni che si confrontano a suon di beat, più o meno classici, dell’house music.

Titolo di coda musicale della rassegna, sabato 5 gennaio, il concerto di Maggiore sul palco del Nuovo Teatro Verdi sarà l’occasione per ascoltare l’anteprima di «Da che mondo è mondo», il nuovo lavoro discografico del cantautore brindisino.

Si termina domenica 6 gennaio con la tradizionale «Epifania in Piazza»: un programma di giochi per i bambini che trasformerà piazza Vittoria in un grande laboratorio creativo ispirato alla vecchietta dispensatrice di doni. Che il giorno prima farà tappa anche nel reparto di pediatria e oncologia pediatrica dell’ospedale Perrino con il suo sacco pieno di calze.

Olivicoltura, Cia Puglia: "Comparto in ginocchio a Brindisi"

BRINDISI - La pesante crisi del comparto olivicolo-oleario della provincia di Brindisi è stato al centro di un incontro convocato dal Prefetto di Brindisi, Valerio Valenti, con i responsabili provinciali della CIA- Agricoltori Italiani della provincia Due Mari (Taranto-Brindisi). Nelle settimane scorse, a seguito dei numerosi eventi calamitosi abbattutisi sul territorio provinciale, la CIA Due Mari aveva scritto al Prefetto di Brindisi chiedendo un incontro per sottoporre la situazione che stanno vivendo migliaia di aziende agricole del territorio, ma anche i numerosi frantoi, e di conseguenza anche le migliaia di famiglie di lavoratori, la cui unica speranza era legata proprio alla campagna olivicola 2018/2019. Una campagna ormai compromessa in termini di produzione di olive e qualità di olio.

Lunedì 3 dicembre, il Prefetto di Brindisi, Valerio Valenti, ha incontrato Piero De Padova e Giannicola D’Amico, presidente e vicepresidente provinciale della CIA Due Mari.

“Ringraziamo per l’attenzione e la disponibilità il Prefetto di Brindisi, dott. Valenti – commentano De Padova e D’Amico – il quale, in un lungo e cordiale incontro, ha ascoltato il grido di allarme che abbiamo lanciato relativamente alla pesante situazione di crisi del comparto olivicolo e oleario del Brindisino, e si è impegnato a interessare immediatamente della questione sia la Regione Puglia ma anche i Ministeri competenti e la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Una crisi dovuta a una perdita di produzione media del 60-70% e in alcuni territori anche superiore, con olive che in alcune zone vengono anche acquistate a 13-20 euro il quintale a fronte di costi di raccolta a quintale pari ad almeno il quadruplo (80-90 euro a quintale). In tutto ciò si registrano prezzi dell’olio ai minimi termini, a causa anche della scarsa qualità prodotta”.

A Ceglie Messapica il 'Magico Borgo di Natale'


CEGLIE MESSAPICA (BR) - Ecco che ritorna quel periodo dell’anno in cui ogni cosa sembra avvolta da una magica atmosfera: i profumi più intensi pervadono le cucine, luci e colori dipingono le città, vestendo a festa anche l’angolo più nascosto.

La città di Ceglie Messapica non poteva di certo perdere l’occasione di sfoggiare il suo vestito più bello, lasciandosi trasformare nel “Magico Borgo di Natale”. Questo il titolo dell’iniziativa a cura dell’Associazione Smile che prenderà il via sabato 1 e domenica 2 dicembre nel suggestivo borgo cegliese, dove non solo si snoderanno stand enogastronomici e mercatini natalizi – rispettivamente in Piazza Plebiscito e Piazza Sant’Antonio – ma sarà possibile assistere ad un vero e proprio spettacolo a cielo aperto.

Nella prima serata, si entrerà nel vivo della festa con la Banda di Natale Ass. Giovani musicisti “A. Amico” che eseguirà pastorali natalizie, mentre Junko il Mimo saprà farsi notare tra la folla, raccontando storie senza ricorrere alle parole. Ad intrattenere i più piccoli ci penseranno le simpatiche mascotte di Bing e Topolino che si aggireranno per le strade, a disposizione per scattare bellissime foto ricordo.

In un’alchimia di giochi ed effetti di luce, un vero e proprio fiume in piena di artisti invaderà il magico borgo in entrambe le giornate, a partire da Dely De Marzo, maestro del fuoco, che riscalderà l’atmosfera con la sue performance mozzafiato: mentre in sottofondo suonerà una suggestiva musica dark, prenderanno vita incredibili evoluzioni, fontane di fuoco, pioggia di gocce infuocate, scintille strabilianti, sotto gli occhi infiammati dei presenti.

Piazza Plebiscito farà invece da cornice allo show sensazionale di Mago Maraldo, prestigiatore tarantino con una particolare propensione ad incantare i bambini, noto al grande pubblico per aver raggiunto alcuni Guinnes World Record, oltre ad aver partecipato, nel 2016, al programma TV Cultura Moderna condotto da Teo Mammuccari. Altro genere di magia è quella che avvolgerà il laboratorio-spettacolo della bella Fiocchettina, quando svelerà tutti i segreti per realizzare i suoi “Sospiri di Bolle” di sapone, partendo da qualsiasi materiale da riciclo.

Bisognerà attendere domenica sera per assistere all’atterraggio della grande slitta di Babbo Natale che prenderà il volo dalla Chiesa di San Rocco alle ore 18, seguita a ruota dagli elfetti, mentre una spolverata di neve imbiancherà i tetti del piccolo borgo. Passeggiando tra le mascotte di Lol e Unicorno, ancora musica con i Mustacchi Bros, numeri uno nel coinvolgere i passanti, spaziando dalle sonorità swing e jazz ai grandi classici della musica italiana, e i simpatici musicisti della Elfo Band che faranno risuonare in città i tormentoni natalizi più belli di tutti i tempi.

Il tocco finale sarà dato sicuramente dall’incantevole accensione dell’albero di Natale in Piazza Plebiscito, alle ore 20, in contemporanea a tutti gli altri Comuni della Valle d’Itria, cui seguirà una fantastica sorpresa per piccoli e grandi.

Il magico borgo di Natale è un evento patrocinato dal Comune di Ceglie Messapica, a cura dell’Associazione Smile e del suo direttore artistico Manuel Manfuso che non sbaglia un colpo con le sue iniziative di successo in ogni angolo della Puglia.

INGRESSO GRATUITO 

A cura dell'Associazione Smile - Organizzazione & Gestione Eventi & Smile CircuS - il Circo del Sorriso con patrocinio Comune Ceglie Messapica

Info: Manuel Manfuso: 324.8679062

Basket: l’Happy Casa Brindisi perde 85-67 a Varese

di FRANCESCO LOIACONO - In A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha perso 85-67 a Varese. Primo quarto, in vantaggio i lombardi 3-0 con Moore. Archi ha allungato 10-2 con una tripla. I pugliesi sono rimasti in gara con Banks. Però Scrubb è stato infallibile con i sottomano per la squadra di Caja. Varese si è aggiudicato 24-12 questa fase di partita.

Secondo quarto, Ferrero preciso sotto le plance per i lombardi 34-13. Rush eccellente sotto le plance per la squadra di Frank Vitucci. Brown validissimo dalla lunga distanza. Banks efficace con le “bombe” da tre punti. Ma Varese ha prevalso di nuovo 42-35.

Terzo quarto, i lombardi di Caja con le schiacciate di Avramovic hanno aumentato il vantaggio sul 57-47. Chappell ha consentito a Brindisi di mantenersi nel match. I lombardi hanno trionfato 69-51. Quarto quarto, i pugliesi hanno cercato di ribaltare la situazione sul parquet con Rush e Chappell. Cain e Archie hanno fatto la differenza in positivo per il roster di Caja. Varese ha vinto questo quarto 85-67 e tutta la partita.

Netta sconfitta per l’Happy Casa Brindisi. E’ terzo in classifica con 10 punti insieme ad Avellino, Cremona e Varese. Nel prossimo turno, dopo la sosta del campionato per le partite dell’Italia, i pugliesi giocheranno domenica 9 dicembre al “Pala Pentassuglia” col Reggio Emilia, che è stato sconfitto 84-82 in casa dal Pistoia.

Grande partecipazione al Cisternino Music Fest

CISTERNINO (BR) - Le emozioni nel borgo di Cisternino non sono mancate questo week-end. Ancora una volta Cisternino conferma la sua ospitalità, per l’organizzazione e la riuscita, di eventi di successo. L’Associazione Smile, che vede a direzione il giovane intraprendente, Manuel Manfuso, ormai conosciutissimo in tutta la Puglia, con il patrocinio del Comune, ha sviluppato un week end dedicato principalmente alla musica. Cinquanta i musicisti in programmazione, unici ed originali nel loro genere, selezionati da Manfuso, con cura ed attenzione. 

Purtroppo il maltempo ha costretto gli organizzatori ad annullare gli spettacoli previsti per domenica 25, che avrebbero visto protagonisti: il Duo Handpan & Oriental Percussion, la Sudor’ chestrà, ensamble che raccoglie diversi artisti del territorio pugliese, i Mustacchi bros con il jazz lo swing e il dixilend, il trio composto da Bruno Galeone, Michele Santoro e Laura Donatone e la street band  QuattroPerQuattro.  Era questo il programma previsto per domenica, che avrebbe ancora una volta attirato innumerevoli turisti.

Ma nulla è andato perduto, perché Venerdì 23 e Sabato 24, il borgo di Cisternino pullulava di gente, musica e non solo. In Piazza Marconi, lo street food emanava profumi tipici della nostra tradizione culinaria, in Piazza Garibaldi il Truck Food,  e lungo Corso Umberto le creazioni handmade di artigiani pugliesi.

Venerdì sera il borgo si animava tra le note di Roby Otel, i Choronotes, le Radici del Sud, Peter Fool, e la street band Assurd Batukada.

Sabato 24, Cisternino era in music, con tanti altri meravigliosi artisti. Stefano Binetti con la sega melodiosa, i Tarantrika, le Orecchiette Swing, i Papillon De Nuit e ad unire in unica festa, le diverse postazioni musicali, la Bandarisciò con la loro musica balcanica.

L’assessore, Mario Saponaro, anche a nome dell’amministrazione comunale, esprime piena soddisfazione per questa iniziativa. Saponaro spiega: “questo evento si inserisce bene, nel principio di destagionalizzazione. Ci auspichiamo che non resti soltanto una parola da mettere nei buoni propositi delle pubbliche amministrazioni, o nelle interviste che solitamente rilasciamo, ma un fatto concreto da realizzare. Grazie quindi, all’Associazione Smile e all’Amministrazione comunale di Cisternino, per aver messo a disposizione il suo bellissimo borgo. L’unione di queste due energie positive, non può far altro che partorire iniziative di spessore, ricordiamo l’evento borgo infuocato, ed ora il Cisternino Music Fest”.

È stato un week end intenso, dall’atmosfera calda e accogliente. Il Presidente dell’Associazione Smile, Manuel Manfuso, si dichiara soddisfatto dell’esperimento ben riuscito. D’altronde per Manuel, Corso Umberto, e il centro storico di Cisternino, sono un po’ come una seconda casa, ben consapevole quindi, come riuscire a mostrarne la bellezza.

Non si manca di ringraziare il comando dei Vigili urbani, i commercianti, che da sempre si impegnano per la riuscita degli eventi, gli Artisti che ripongono sempre grande fiducia nell’Associazione Smile, gli espositori, e i tantissimi visitatori senza i quali, ogni evento non avrebbe senso di esistere. 

Turismo: l'Agenzia Connections di Londra per la prima volta in Puglia

BARI - Connections Meetings in Puglia si è aperto domenica 18 Novembre con la cena inaugurale presso Masseria Torre Coccaro e continua fino ad oggi passando anche per Masseria Don Luigi, a Savelletri. L’evento organizzato dalla famosa agenzia Londinese in collaborazione con Inventure Life (società specializzata nei servizi turistici fondata dal giovane imprenditore Luigi De Santis) e il patrocinio di Puglia Promozione, ha coinvolto un gruppo selezionato di 50 buyers da tutto il mondo specializzati nel settore del turismo del lusso (agenti di viaggio privati, tour operators e organizzazioni corporate) e 50 fornitori (hotel 5stelle, ville, attività esperienziali e servizi per il turismo made in Puglia e non solo) per tre giorni di networking esclusivo, utile a costruire relazioni commerciali dedicate al turismo del settore lusso.

Parallelamente agli incontri b2b, i delegati hanno preso parte ad un programma stimolante. Si è discusso di tendenze e sfide che affronta l’industria dell’ospitalità e dei servizi turistici nel mondo di oggi e nel futuro prossimo. I buyer hanno avuto la possibilità di scoprire diverse attività esperienziali completamente Made in Puglia: dalle sessioni di yoga organizzate dall’associazione Orto dell’Idro di Otranto alle lezioni di musica popolare coordinate da Enzo Fina, dalla scuola di cucina sui Panzerotti a varie degustazioni gastronomiche come i vini di Marcello Apollonio, l’Olio Extra Vergine di Oliva dell’Azienda Alèa e i prodotti di SalentoEat.com. Insomma corsi di cucina, degustazioni, cultura e attività sportive unite all’ospitalità 5 stelle tutta Pugliese, hanno aiutato i buyers internazionali a scoprire e ad apprezzare la nostra regione, proponendo tour esclusivi per la stagione 2019.

"La Puglia offre ormai itinerari da proporre ai buyer internazionali per sperimentare il lifestyle pugliese in tutte le sue sfumature . In Puglia lusso significa unicità di masserie e centri benessere, cibo a km zero e personalizzazione delle esperienze di vacanza. Oggi le imprese pugliesi del settore sono in grado di offrire un ventaglio di proposte sempre più personalizzate e una esperienza di vacanza su misura, in una terra ancora autentica e al di fuori dei circuiti di massa- commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone -  Un plauso agli organizzatori per aver portato in Puglia Connection Meeting, una iniziativa che contribuisce a promuovere la Puglia, in questo caso facendo leva sul cibo che rappresenta sicuramente uno dei punti di forza della sua attrattività”.

Connections è un concept di networking già rodato che ha costruito intorno a sé un enorme successo in giro per il mondo coinvolgendo buyers del circuito Virtuoso come Valerie Wilson - agenzia New Yorkese preferita dalle celebrities - Escape Artist di Los Angeles, NU Tourizm di Mosca, l’esclusivissima agenzia Israeliana Tamuz Tourism e molti altri players del settore vendita prodotti turistici “high end”, che per la prima volta arrivano in Puglia per svolgere i loro incontri. Infatti dopo la 3 giorni in Valle d’Itria l’evento si sposterà in Salento dove Inventure Life porterà alla scoperta del tacco d’Italia questi pregiatissimi ospiti: Lecce, Otranto, Galatina, Maglie e Gallipoli sono state le mete scelte per il breve tour che farà luce su hotel, ristoranti, paesaggi e attività da proporre alla nuova clientela straniera che approderà in Puglia per la stagione 2019.

"Siamo lieti di portare Meeting Connections in Puglia", afferma Micaela Giacobbe, fondatrice e direttrice di Connections. "Non vediamo l’ora che i delegati sperimentino la magia di questa regione speciale, poiché durante le loro riunioni godranno di esperienze autentiche e locali e siamo lieti di ospitare un evento durante la Settimana del Cibo Italiano. I nostri ringraziamenti a Inventure Life per aver portato la loro passione per la Puglia all'evento come DMC ufficiale e a Puglia Promozione per il loro sostegno prezioso.

Al via il Cisternino Music Fest

CISTERNINO (BR) - Saranno vere e proprie “Emozioni nel Borgo” quelle che risuoneranno nei tre giorni dedicati al Cisternino Music Fest. Dal 23 al 25 novembre, il cuore della Valle d’Itria si allargherà per accogliere decine di artisti e musicisti provenienti da ogni parte d’Italia, per una grande festa itinerante che interesserà i punti cardine della città.

Tra i protagonisti della prima serata, Roby Otel, chitarrista “fuori dagli schemi” e noto per il stile unico ed emozionante, capace di mixare ritmi rumba e Nuevo flamenco, in una performance di grande impatto visivo e sonoro. Atmosfera tutta brasiliana con i Choronotes, un quartetto unito dalla passione per la cultura sudamericana che saprà travolgere il pubblico a ritmo del samba cançao e della bossa nova.

A cambiare registro ci penseranno Le Radici del Sud, gruppo di musica popolare incentrato sulla Pizzica e la Taranta, formato da un corpo di ballo e da musicisti di alto livello che renderanno gli spettatori parte integrante della loro esibizione. Di origini baresi è invece Peter Fool, nome d’arte di Pierluigi Falotico, chitarrista con una profonda passione per il blues, il folk e le sonorità "black", accompagnato dalle sue chitarre e dal curioso stomp box (scatola di legno microfonata che funge da cassa ritmica).

Si prolungherà fino a tarda serata lo spettacolo itinerante degli Assurd Batukada, dinamica e colorata Street Band di 15 percussionisti, mossa dalle tipiche sonorità del famoso Carnevale di Rio De Janeiro.

Primo ad esibirsi, sabato 24 novembre, sarà Stefano Bitetti, uno dei pochi esempi in Italia a suonare la sega melodiosa: uno strumento antichissimo dal suono limpido e dolce come il canto di una sirena. La sua performance, intitolata “Le chante de sirene”, spazia dalla musica classica al pop alle sigle dei cartoni animati della sua infanzia. Affonda le sue radici nella tradizione del folklore popolare l’esplosiva combriccola dei Tarantica formata da Anna Onorati, Girolamo Schiuma, Marilena Salinari, Piero Franco, Anna De Meo e Alessandro Quercia. Tutt’altro sapore con la musica e lo spirito degli Orecchiette Swing, un intreccio di sonorità made in Puglia, condite con una manciata di passione ed energia.

La voce di Valeria Montesardo e il violoncello di Luca Basile sono la forza del Papillon De Nuit, un duo pazzesco nato con l'idea di fondere più generi musicali (pop, blues, jazz, rock, proponendo una carrellata dei migliori successi degli Anni Sessanta, il meglio della black music e le colonne sonore più belle di tutti i tempi. Chiude la seconda serata lo scoppiettante gruppo dei Bandarisciò, con un repertorio che abbraccia brani e musiche da tutto il mondo, dai Balcani e dalle tradizioni Klezmer, passando dal Centro e Sud America, fino a toccare la musica d’autore italiana. La particolarità di questi cantastorie è quella di esibirsi bordo di un risciò, che diventa anche strumento musicale.

Domenica 25 novembre sarà lasciato spazio al Duo Handpan & Oriental Percussion, pronto ad avvolgere il pubblico in un’atmosfera mistica attraverso percussioni dal sapore orientale e le note uniche sprigionate dall'handpan. Il divertimento continuerà con la Sudor' chestrà, ensemble che raccoglie diversi artisti della scena pugliese, in un girotondo di emozioni che ruoterà intorno a pizziche e canti tradizionali di un Sud che non smette di ri-vivere. Jazz, swing e Dixieland caratterizzano invece il repertorio della band Mustacchi bros, protagonisti di uno show fenomenale in cui faranno omaggio anche ai classici della musica italiana.

Bruno Galeone, Michele Santoro e Laura Donatone saranno invece l’ennesima conferma che tre timbriche, apparentemente diverse fra loro, possano sposarsi perfettamente e dar vita a qualcosa di straordinario.

Loro sono In bianco e nero trio, che, in un gioco di contrasti melodici, spazieranno dai tanghi alla musica gitana, dallo swing agli standard jazz, senza trascurare le colonne sonore e a brani strumentali da loro composti. Tra le punte di diamante dell’intero weekend, figura sicuramente la QuattroPerQuattro, Street Band di fiati e percussioni, dallo stile unico e coinvolgente, che girerà per la città a ritmo di Funky, Jazz, Blues e Soul.

Cisternino Music Fest è un evento patrocinato dal Comune di Cisternino e targato Associazione Smile, una realtà attiva sul territorio con iniziative di successo, realizzate grazie alla bravura e comprovata esperienza del suo presidente Manuel Manfuso.

Rilevante la collaborazione dei commercianti locali. Inoltre, sarà allestito un mercatino dell’artigianato in Corso Umberto, una zona dedicata allo Street food in Piazza Marconi e una zona Truck food in Piazza Garibaldi.

Di seguito, il programma completo con gli artisti presenti:
Venerdì 23 novembre
Ore 20:00 ROBY OTEL - Corso Umberto
Ore 20:30 CHORONOTES - Piazza Pellegrino Rossi
Ore 21:00 RADICI DEL SUD - Piazza Orologio
Ore 22:00 PETER FOOL - Piazza Garibaldi
Ore 20:00 – 23:00 ASSURD BATUKADA itinerante
Sabato 24 novembre
Ore 20:30 SEGA MELODIOSA - Corso Umberto
Ore 21:00 TARANTICA - Piazza Pellegrino Rossi
Ore 21:30 ORECCHIETTE SWING - Piazza Orologio
Ore 22:00 PAPILLON DE NUIT - Piazza Garibaldi
Ore 20:30 – 23:30 BANDARISCIÒ itinerante
Domenica 25 novembre
Ore 18:00 DUO HANDPAN & ORIENTAL PERCUSSION - Corso Umberto
Ore 18:30 SUDORCHESTRA - Piazza Pellegrino Rossi
Ore 19:00 MUSTACCHI BROSS - Piazza Orologio
Ore 19:30 IN BIANCO E NERO TRIO - Piazza Garibaldi
Ore 19:00 – 22:00 QUATTROPERQUATTRO STREET BAND itinerante

Ingresso libero.

Brindisi, 16enne accoltellato da coetaneo

di PIERO CHIMENTI - Attimi di paura a Brindisi dove un ragazzo è stato accoltellato al fianco da un coetaneo, che frequenta come la vittima l'Istituto superiore della Città delle Due colonne. Le cause di tale gesto sarebbero da risalire a screzi scaturiti a scuola, di cui non si conoscerebbero le ragioni. Il giovane ricoverato all'ospedale di Francavilla Fontana guarirà in una decina di giorni.

Basket: l’Happy Casa Brindisi vince 72-65 in casa contro Brescia

di FRANCESCO LOIACONO - Nella settima giornata di andata di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 72-65 in casa contro Brescia. Primo quarto, 5-0 per i lombardi con Hamilton. Ma Chappell ha ribaltato 9-5 per i pugliesi allenati da Frank Vitucci. Beverly infallibile dalla lunga distanza, 16-9 Brescia. I lombardi si sono aggiudicati 20-14 questa fase di gara. Secondo quarto, Rush e Gaffney hanno impattato 27-27. Allen in evidenza per Brescia. Brindisi stavolta si è imposto 35-32. Terzo quarto, Banks con le schiacciate e Chappell, 38-32 Happy Casa. Brown validissimo sotto le plance, 43-39 Brindisi.

I pugliesi hanno trionfato 62-48. Quarto quarto, Chappel ha fatto la differenza in positivo con le “bombe” da tre punti per la squadra di Vitucci. Brescia è rimasto in gara con Abass e Allen. Moraschini preciso nelle stoppate e in velocità. Brindisi ha vinto questo quarto e l’intera partita 72-65. Quarto successo consecutivo per l’Happy Casa. I pugliesi sono terzi in classifica con 10 punti. Grande entusiasmo per i tantissimi tifosi presenti al “Pala Pentassuglia”. Eccellente momento per Brindisi. Nel prossimo turno giocherà a Varese. I lombardi hanno vinto 82-79 a Cremona.

La prestigiosa Stella Michelin al Ristorante Due Camini di Borgo Egnazia


SAVELLETRI DI FASANO (BR) – Si aggiudica la Stella Michelin il Due Camini, il ristorante gourmet di Borgo Egnazia, luogo simbolo dell’ospitalità pugliese nel mondo. Lo chef barese Domingo Schingaro ottiene l’ambito riconoscimento per il suo lavoro, iniziato a Borgo Egnazia quasi tre anni fa sotto la direzione dello chef Andrea Ribaldone.

Al ristorante Due Camini Domingo Schingaro propone una cucina essenziale e materica, profondamente legata alla cultura mediterranea e alla Puglia. Un’attenta selezione delle materie prime e una appassionata esaltazione del gusto in ingredienti semplici e del territorio sono i capisaldi della sua cucina.

Domingo Schingaro realizza il suo sogno: “Questa Stella viene dalla terra, dalla mia amata Puglia, e racconta i valori del Mediterraneo. Qui abbiamo la fortuna di avere a disposizione una varietà incredibile di verdure e un patrimonio culinario immenso: per esempio abbiamo quasi 40 tipi di pomodori, 18 tipi di cicorie, 5 tipi di carote. Stiamo facendo un grande lavoro per costruire l’identità del Due Camini partendo dalla ricchezza della nostra terra e legandoci sempre più alla cultura mediterranea del cibo. Sono molto orgoglioso di questo progetto, fortemente voluto da Andrea Ribaldone e Aldo Melpignano che desidero ringraziare insieme a tutto il mio Team. Questo riconoscimento è anche per loro.”

Lo chef Domingo Schingaro parte dalla cucina tradizionale pugliese e la reinventa con le tecniche dell’alta ristorazione e gli insegnamenti culinari del mediterraneo, tra cui l’utilizzo di ingredienti generalmente considerati in modo errato “poveri” ma che in realtà sono preziosi proprio perché si trovano solo in Puglia: quasi il 95% della materia prima utilizzata a Borgo Egnazia è prodotta in zona, in gran parte nei terreni del gruppo San Domenico, le carni sono rigorosamente pugliesi e macellate a Borgo Egnazia, il pescato arriva dall’Adriatico ed è il frutto della collaborazione con i pescatori locali. Inoltre, Domingo dedica particolare attenzione alla riscoperta delle erbe spontanee che crescono tra la campagna e il mare.

Tra i piatti simbolo della cucina di Domingo Schingaro, da sempre nel menu del Due Camini, ci sono gli “Gnummareddi di agnello” (rivisitazione di un tipico street food pugliese). Nel menu 2018 ci sono nuovi piatti come “Ricotta e erbe spontanee”, con una misticanza di almeno 40 erbe selvatiche, “Tagliatella di rape gialle con finocchietto selvatico, pinoli e uvetta sultanina” e la “Cipolla di Acquaviva” una cipolla cotta sotto sale, svuotata per lasciare solo l’ultimo strato di cipolla, al cui interno si pone una crema di parmigiana.

La cucina di Domingo Schingaro è perfettamente in linea con il progetto gastronomico di Aldo Melpignano, fondatore e Managing Director di Borgo Egnazia: rendere sempre più Borgo Egnazia un luogo internazionale per la valorizzazione del patrimonio enogastronomico locale, sviluppare percorsi di alimentazione sani e di gusto legati alla mediterraneità e alla biodiversità.

Aldo Melpignano afferma: “Grazie a Domingo Schingaro, ad Andrea Ribaldone e a tutta la squadra. È un grande orgoglio per noi portare questa Stella in Puglia, adesso il nostro lavoro sarà ancora più carico di entusiasmo e continueremo a sviluppare il progetto gastronomico del Due Camini e di Borgo Egnazia, che dovranno essere sempre più punto di riferimento per la cucina pugliese e la cultura mediterranea del cibo.”

Fasano, a Tenuta Monacelle è già Natale. Torna l'evento più magico dell'anno: #Apuliaforchristmas

FASANO (BR) - Tornano anche quest’anno i tradizionali mercatini di Natale, per l’evento che ogni anno attira oltre un migliaio di visitatori provenienti da tutti i paesi limitrofi e che in questa quinta edizione, visto l’esplosione di Instagram cambia nome e diventa social: #APULIAFORCHRISTMAS.

La scelta, anche questa volta, come per le precedenti edizioni, è caduta su Tenuta Monacelle, splendida struttura ricettiva, adagiata sulle colline della Selva di Fasano, dove è custodito un antico borgo di trulli del 1700, davvero fiabesco. E con la quale, l’organizzazione, ha ormai instaurato un sodalizio di successo.

L’evento, ideato e realizzato da Cinzia Bellisario con il supporto di tutto lo staff di Tenuta Monacelle, si propone di dare visibilità al mondo dell’artigianato e del fai da te, attraverso la messa in mostra di creazioni tutte rigorosamente fatte a mano.

#APULIAFORCHRISTMAS torna vestita a festa. Un occasione ghiotta per fare il pieno di regali da mettere sotto l’albero o semplicemente per acquistare oggetti d’arredo per la propria casa. Un evento strepitoso, unico e originale, che, nelle precedenti edizioni ha richiamato un pubblico variegato e che ha trovato il suo apprezzamento sia nei grandi che nei più piccoli. Il borgo dei trulli addobbato con tutte le sue lucine e ghirlande farà da contorno all’evento più atteso dell’anno. Oltre alla mostra – mercato, che vedrà la presenza di circa 40 espositori, tra i più bravi e fantasiosi di tutta Italia ci sarà la possibilità di degustare le prelibatezze della cucina di Tenuta Monacelle e assistere a una serie di spettacoli davvero belli confezionati per l’occasione.

Si potrà partecipare a un vero e proprio percorso enogastronomico, fatto di odori e profumi inconfondibili che solo il Natale sa regalare, caratterizzato da diversi angoli di degustazione come l’angolo delle caldarroste, della salsiccia alla griglia o quello dei pastellati. Per non parlare dello show cooking live delle pettole zuccherate. E il vino, immancabile, quello delle nostre cantine partner.  E poi il laboratorio della tradizione pugliese con Clara D’Aprile il suo gruppo. I workshop creativi. Il coro gospel con gli allievi dell’Accademia Kumanta di Noicattaro e la cover di Renato Zero con Rino Argeri.

Save the date : sabato 1 dicembre dalle 16 alle 23 e domenica 2 dicembre dalle 10 alle 21. Sempre e solo a Tenuta Monacelle.

L’ingresso è gratuito.

Apprentices Award 2018: il brindisino Domenico Calabrese è il 'Miglior Apprendista Europeo 2018”

BRINDISI - E' Domenico Calabrese, giovane brindisino che lavora nella Centrale Enel di Cerano ad aver ricevuto il riconoscimento di “Miglior apprendista in Europa” all'interno dell'European Alliance for Apprenticeships Awards 2018.

Calabrese, è stato premiato a Vienna, durante la Vocational Educational Training Week, risultando vincitore in una rosa di altri 20 finalisti provenienti da diverse realtà industriali europee secondo criteri di valutazione relativi non solo alle qualità tecniche dei candidati, ma anche alla loro capacità di farsi portavoce dell’esperienza dell’apprendistato come elemento in grado di connettere il mondo della scuola con quello del lavoro.

Il riconoscimento conferito a Domenico Calabrese direttamente da M.me Thyssen, Commissaria Europea per il Lavoro e gli Affari Sociali, oltre a premiarne le doti umane e professionali, ha confermato la solidità e l’apprezzamento internazionale del modello Enel di Apprendistato Scuola-Lavoro, per il quale il Gruppo era stato insignito nel 2017 dell’”EAFA Award 2017 for large companies”. Calabrese è stato infatti il “portabandiera” di oltre trecento ragazzi protagonisti di questa esperienza di proficua integrazione fra impresa e scuola, che consente di acquisire con molto anticipo l’autonomia e la capacità di lavorare in team che il Gruppo richiede a tutti i suoi giovani tecnici, sempre più al passo con la digitalizzazione.

"Il premio di migliore apprendista in Europa, rappresenta un successo per tutto il team della centrale Enel  con il quale Calabrese quotidianamente lavora - ha dichiarato Concetto Tosto, responsabile dell'impianto Enel di Brindisi -  È un risultato ottenuto grazie al coinvolgimento e al supporto di tutta la squadra della Centrale di Brindisi di cui fa parte ormai da 4 anni e che ha contribuito a costruire la sua professionalità attraverso lo sviluppo di competenze e l’acquisizione di nozioni tecniche. È un riconoscimento particolarmente significativo poiché valorizza il percorso intrapreso dalla Thermal Generation Italia volto a coniugare competenze tecniche specialistiche consolidate con elementi di apertura e innovazione".

Il percorso di Calabrese in azienda è cominciato nel 2014 mentre era studente dell’ITT “G.Giorgi” di Brindisi all'interno del programma di apprendistato in alternanza scuola lavoro, dove si è immediatamente distinto per la sua attenzione alla sicurezza e per l’approccio innovativo nell'affrontare le quotidiane sfide aziendali. In particolare Calabrese si è inserito con entusiasmo nel mondo del lavoro supportando proattivamente le complesse attività di manutenzione nella centrale. 

Basket: l’Happy Casa Brindisi vince 72-66 a Torino

di FRANCESCO LOIACONO - Nella sesta giornata di andata di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha vinto 72-66 a Torino. Primo quarto, schiacciata di Rudd 5-2 per i piemontesi allenati da Larry Brown. Ma John Brown ha ribaltato, 6-5 Brindisi. Eccellente tripla di Banks, 13-9 per la squadra di Frank Vitucci. Rudd ha tenuto in gara Torino. Questa fase di partita è terminata in parità, 13-13. Secondo quarto, Moraschini ha portato i pugliesi in vantaggio 18-13. Zanelli con una “bomba” da tre punti ha allungato 21-15. Moraschini validissimo dalla lunga distanza, 28-19 Happy Casa. Taylor ha consentito a Torino di restare nel match. Preciso sottomano di Moraschini. Brindisi ha prevalso 32-31.

Terzo quarto, Banks infallibile sotto le plance 38-31 per i pugliesi. Rudd ha tenuto a galla al “Pala Vela” i piemontesi. Taylor ha impattato per il roster di Larry Brown, 45-45. Portannese ha permesso il sorpasso di Torino, 48-46. Anumba ha consentito un 51-48. Però Clark si è fatto notare per velocità ed efficacia sotto canestro. Brindisi si è imposto di nuovo 52-51. Quarto quarto, Moraschini in contropiede 57-55 per il team di Vitucci. John Brown in rapida progressione,59-57. Chappell ha fatto la differenza in positivo con le triple, 64-59 Brindisi. Wilson non ha mollato per Torino. Moraschini si è messo in evidenza bene da breve distanza, 67-62.

L’Happy Casa Brindisi ha vinto 72-66 questo quarto e 72-66 tutta la partita. Terzo successo consecutivo dopo quelli a Pistoia e in casa con Cantù. I pugliesi sono terzi in classifica con 8 punti. Nel prossimo turno giocheranno al “Pala Pentassuglia” col Brescia. I lombardi hanno perso 76-75 a Trento.

Brindisi, 17enne vittima di violenze ed insulti. Psicologi: "Ennesimo episodio inquietante"

di PIERO CHIMENTI - Un ragazzo di 17 anni è stato vittima di violenze ed insulti da parte di due ragazzi di 18 e 20 anni. Il giovane, che si trovava nel rione Commenda di Brindisi, sarebbe stato portato con la forza in una piazzetta dove, dopo gli insulti, gli hanno abbassato i pantaloni filmando il tutto. I due responsabili di tali violenze sono stati denunciati dai carabinieri per violenza privata e diffamazione, e per aver compiuto atti di bullismo.

Minorenne aggredito in piazza a Brindisi, Di Gioia: “Ennesimo episodio inquietante" - Il Presidente dell’Ordine degli psicologi della regione Puglia Antonio Di Gioia: “Bisogna prevenire l'insorgere di personalità antisociali”. Lo scorso 5 novembre un ragazzo di 17 anni è stato condotto di forza in una piazza di Brindisi e, davanti a numerosi presenti, gli hanno abbassato i pantaloni e lo hanno preso a schiaffi rivolgendogli insulti omofobi. "Un atto orribile aggravato dall'umiliazione del filmato caricato su Instagram”, commenta il presidente dell’Ordine degli psicologi della regione Puglia, Antonio Di Gioia. “Il bullismo è un fenomeno sociale, oggi dalle caratteristiche sempre più complesse di quelle che potevamo riconoscere qualche tempo fa. Non ci sono solo il bullo, la vittima e gli spettatori. L'aggressione rappresenta un tentativo di sedare le paure, gli aspetti fobici dell'aggressore si manifestano con l'annientamento della vittima, individuata per caratteristiche di fragilità. Ma l'aggressione di fatto non risolve il problema perché le paure rimangono tali e si ha sempre bisogno di qualcuno su cui proiettarle nel tentativo invano di superarle”. La vittima ha denunciato l'aggressione ai carabinieri, che stanno cercando di verificare la posizione anche di altre persone coinvolte nella vicenda. "Sono cambiati i processi di socializzazione”, aggiunge Di Gioia. “Occorre intervenire subito per non compromettere lo sviluppo e l'integrazione sociale della vittima, ma serve anche prevenire l'insorgere del fenomeno con interventi mirati e che tengano conto del cambiamento del processo di aggregazione e appartenenza ai gruppi. Spesso vi è dietro un intreccio di caratteristiche e problematiche individuali e contestuali ed oggi il rischio è che con l'esposizione e l'amplificazione social si creino occasioni di bullismo passivo".

"Serve maggiore sensibilità verso questo argomento”, conclude il presidente degli psicologi pugliesi, “a partire dagli ambienti scolastici ed universitari, azioni formative, culturali, sociali e politiche per costruire coscienze e valori e prevenire l'insorgere di personalità antisociali".

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia