Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post

Arriva la X Edizione di 'Novello sotto il Castello' all'insegna delle eccellenze pugliesi


CONVERSANO (BA) - Innovazione e tradizione si incontrano con un obiettivo comune: valorizzare i tesori dell’enogastronomica pugliese. Ed è per questo che Novello sotto il Castello per la sua decima edizione, in programma dal 16 al 18 novembre a Conversano, punta esclusivamente sui prodotti tipici e le aziende del territorio.

NOVITÀ NEL SEGNO DELLO STREET FOOD
È la prima grande novità della nuova edizione della manifestazione che dal 2009 si tiene nel cuore del centro storico di Conversano. Il programma dell’evento è stato svelato nella serata di giovedì 8 novembre all’interno del Palazzo Vescovile di Conversano, durante l’incontro a cui hanno partecipato il presidente dell’associazione La Compagnia del Trullo, Antonio Innamorato, l’assessore regionale alla Pianificazione regionale, Alfonso Pisicchio, il sindaco di Conversano, Pasquale Loiacono, l’assessore alle Politiche culturali della città di Conversano, Francesco Magistà, l’assessore alle Attività produttive di Conversano, Francesco Minunni, il comandante della Polizia Municipale di Conversano, Enzo Teofilo, e l’arciprete della Cattedrale di Conversano, Don Felice Di Palma.
 “Il decimo è l’anno del cambiamento – ha ricordato Antonio Innamorato, – non solo per l’attenzione maggiore al territorio, ma anche perché per poter continuare a sviluppare l’evento nelle aree limitrofe al Castello, abbiamo strettamente seguito le nuove indicazione dell’amministrazione comunale. Ci è stato infatti richiesto di evitare la preparazione dei cibi nella stretta perimetrale del Castello, ovvero su piazza Castello, piazza Conciliazione e in generale sulla prima parte di Corso Morea”. Ecco perché su quel tratto saranno installate 30 strutture prefabbricate dove si potranno acquistare le eccellenze dop pugliesi, dal Pallone di Gravina alla Burrata di Andria, passando per la Lenticchia, il Pane di Altamura e il Caciocavallo Silano.

Come sempre rimangono protagoniste le degustazioni, perfetta declinazione dello street food nostrano in un’inedita versione gourmet. I piatti cucinati nei 50 espositori gastronomici (dislocati in Anfiteatro Belvedere, a largo Porta tarantina in Corso Morea e in piazza XX settembre) saranno realizzati esclusivamente con prodotti tipici pugliesi, con combinazioni anche ‘ardite’ per soddisfare anche i palati più esigenti.

VINO E CALDARROSTE 
In un’edizione che vuole essere un omaggio a quanto di buono fatto da Novello sotto il Castello negli ultimi nove anni, non possono mancare i due simboli storici: il vino e le caldarroste. Per la decima edizioni il numero delle cantine presenti arriva a 40, offrendo il frutto delle migliori uve provenienti da tutta la Puglia: da Martina Franca a Leverano, da Mottola a Cisternino e Andria.

Naturalmente da accompagnare con le classiche caldarroste, fornite anche quest’anno dall’azienda conversanese D’Ambruoso Fruit & Vegetables. Una combinazione speciale, che già nelle scorse edizioni ha attirato a Conversano circa 100mila visitatori, curiosi di assaggiare i tanti prodotti a presidio Slow Food e non solo.

SPAZIO ALLE ARTI
Già, perché Novello sotto il Castello non punta solo sulla valorizzazione dell’enogastronomia, ma a creare un percorso capace di far dialogare tra loro le arti, da quella produttiva degli artigiani a quella sonora dei musicisti. E in un’edizione all’insegna dell’amarcord di nove anni di successi, non può mancare un programma ancora più ampio e variegato, con 50 stand di artigianato locale (su corso Umberto I e Villa Garibaldi), 10 dibattiti e conferenze, 15 laboratori e 35 spettacoli itineranti.

Da venerdì 16 a domenica 18 novembre tra le vie del borgo antico ci si potrà così far incantare dalle acrobazie degli artisti di strada, funamboli e clown di ‘Novello Circus - il circo di novello sotto il castello’, perdersi nel suggestivo incontro tra danza, poesia e vino offerto dallo spettacolo ‘Dal vino alla danza: poesia del corpo inebriato’ o farsi incuriosire dalle presentazioni letterarie e agli incontri di approfondimento che vedranno ospiti politici romanzieri, esperti, imprenditori e giornalisti.

L’arte non conosce orario a Novello: fino a tarda serata si potranno visitare le mostre ospitate in diversi spazi del borgo antico, oppure scoprire i più suggestivi monumenti della città, come il polo museale Museco (aperto da venerdì a domenica negli orari 9.00-13.00 | 16.00 -20.00), la Cattedrale e le chiese di San Benedetto, Santa Chiara e San Cosma (Ingresso dalle 20 alle 23 sabato 17 novembre e dalle 18 alle 22 domenica 18 novembre). La giornata conclusiva della manifestazione prevede anche visite guidate alla città, al Castello dei Conti e alla Pinacoteca Finoglio, organizzate a partire dalle 10 dalla Pro Loco di Conversano (per info e prenotazioni si può contattare il numero 0804951228 o scrivere a proloco.conversano@libero.it).

I CONCERTI 
Spazio naturalmente alla musica, anche qui in un ideale abbraccio tra passato e futuro. Ad aprire i live sul palco realizzato per l’occasione in piazza Castello saranno venerdì 16 novembre i nuovi talenti conversanesi, con sonorità sperimentali come quelle degli Indie.Ferenti (alle 21). Da sabato invece si parte in un viaggio indietro nel tempo con un gruppo che hanno fatto la storia della manifestazione, portando il loro sound dal palco di Conversano, a quelli internazionali. Parliamo dei Municipale Balcanica, che dopo essere stati ospiti nel 2016 tornano il 17 novembre (alle 21) per presentare il loro nuovo album di inediti. Domenica invece una triplice proposta musicale, che spazia dal ritmo inarrestabile dei Skandemberg (alle 18), al mix musicale proposto dai Dark Angel (ore 20), senza dimenticare gli originali tributi al cantautorato italiano dei Konverband (ore 21).
 
PARCHEGGI E NAVETTE
L’organizzazione ha previsto anche un piano traffico e parcheggi, in collaborazione con la Polizia municipale di Conversano, che prevede l’istituzione di quattro aree di sosta raggiungibili da tutte le direzioni (SS 16, SS 100, SS 172, SP 215). Una volta parcheggiato il proprio mezzo, si potrà raggiungere con le navette l’area in cui si tiene la manifestazione enogastronomica.

Insomma un programma ricchissimo, in continuo aggiornamento sul sito ufficiale della manifestazione, www.novellosottoilcastello.it. Per maggiori informazioni si può inviare una mail all’indirizzo info@novellosottoilcastello.it.

Novello Sotto il Castello ha il patrocinio di Regione Puglia, Comune di Conversano e Gal Sud Est Barese. Un evento che da nove anni continua a mietere successi anche grazie al fondamentale apporto dei suoi partner, tra cui D’Ambruoso Fruit & Vegetables e Relais Il Santissimo e dei mediapartner Gruppo Norba e Fax settimanale. Va ricordato poi il supporto di Allianz Agenzia di Conversano – Monopoli, InnoviAir, Brofer, Longo, Magic Shop, Giocasport Creative Garden, Disa Impianti, Sonika Service, Stage System, Palcoscenico e Man solution s.r.l.

LE PAROLE DEGLI OSPITI
“Novello sotto il Castello è un evento che oramai si identifica con la città di Conversano – ha ricordato l’assessore regionale Pisicchio - È riuscita un’operazione complessa, che unisce arte e gastronomia in un dialogo continuo con la città. Il plauso più grande è l’essere riuscito recuperare l'idea di comunità e l’identità del territorio”.

“Dobbiamo constatare il grande impegno nella preparazione dell’evento da parte degli organizzatori, che credono fortemente in quello che fanno – ha spiegato il sindaco Loiacono – La speranza è che anche le altre manifestazioni di Conversano seguano il vostro esempio. Questo perché Novello è in linea con la nostra tradizione e il nostro essere città d’arte”.

“Quando si parla di evento culturale – ha sottolineato don Felice Di Palma – si pone una sfida a fare festa. È importante la scelta di aprire le chiese anche negli orari serali durante Novello, perché così si rafforza anche il bisogno di spiritualità, oltre a dare la possibilità di godere della bellezza di un’opera d’arte”.

“L’evento è stato preso dalla Prefettura come riferimento, viste le importanti misure di sicurezza che saranno messe in atto – ha aggiunto il comandante Teofilo - Noi saremo in piazza e distribuiremo anche degli etilometri portatili gratuiti, perché questa deve essere anche una festa della sicurezza”.

“Un plauso per i ragazzi dell’organizzazione che hanno sposato le indicazioni fornite dall’amministrazione – ha dichiarato l’assessore comunale Minunni – e soprattutto la filosofia della tipicità, a cui tengo molto. Novello sarà anche un test dal punto di vista turistico, per proseguire nei prossimi mesi con l'apertura serale dei monumenti principali di Conversano”.

“Va sottolineato il rispetto che gli organizzatori hanno avuto per il territorio, un elemento che da sempre tengono a cuore – ha concluso l’assessore comunale Magistà - Questo si vede anche nell’attenzione posta a gestire i flussi di traffico da tutti gli ingressi della città con il piano viabilità messo in piedi. Va ripetuto ancora una volta: Novello rappresenta l’identità della città”.

Belen e Cecilia Rodriguez protagoniste al White Milano


MILANO - Sorelle imprenditrici. Belen e Cecilia non si fermano più: i riflettori sono tutti puntati sulle due bellezze sudamericane,  che in occasione della Milano Fashion Week 2018, hanno presentato la loro nuova linea di costumi Me Fui, disegnata dalle showgirl e prodotta dalla Giorgio Srl.

La collezione per l’estate 2019 ripercorre i luoghi e la cultura della terra argentina in un’esplosione di colore e grafismi. Motivi lineari e geometrici  sono presenti  nell’intera proposta di bikini e monokini, in una palette di colori che va da quelli tenui della sabbia e della terra, per poi arrivare a quelli più forti del blu e del rosso dedicati alla parte più active della collezione.


Da sottolineare i  capi in cotone a costine melange, a magline lamè e a jacquard; tessuti inusuali per il mondo mare, vengono utilizzati dal beachwear ME FUI per anticipare una visione futura dell’innovazione che si sta già respirando in questo settore.

La collezione è composta da circa 200 capi,  di cui una parte è dedicata ai fuori acqua come abiti e maxi gonne, da abbinare a pochette in tema per completare il look. Punto forte di ME FUI è la modellistica, costruita con un sistema regolabile pronto ad adattarsi alle esigenze di ogni donna

Candy Arena di Monza, ospiti illustri al Charity Dinner per San Patrignano


MONZA - Il Candy Arena di Monza ha ospitato una Charity Dinner in favore della Comunità di San Patrignano che da anni si impegna con dedizione a sostenere ed ad aiutare ragazzi in difficoltà. Ideatori della serata sono stati: Alessandra Marzari, Ambasciatrice della Comunità romagnola e Presidente del Consorzio Vero Volley di Monza, e Aldo Fumagalli, Presidente UCID Monza e Brianza.

Ovviamente nella serata non poteva mancare la musica: ad accompagnare la chiusura della serata, Lorenzo Licitra, vincitore dell’undicesima edizione di X-Factor.

Graditi invitati speciali della presidentessa Alessandra Marzari e del referente della Candy Arena Gianpaolo Martire anche la senatrice Daniela Sbrollini, il presidente del Milan Paolo Scaroni, il direttore d'orchestra di fama internazionale Beatrice Venezi e l'imprenditore Christian Gaston Illan.

Trofeo vespistico del Mezzogiorno "Caserta-Bari"


BARI - È stato presentato questa mattina, a Palazzo di Citta, il II Trofeo Vespistico del Mezzogiorno “Caserta-Bari” organizzato dal Vespa Club Maddaloni per rievocare lo storico evento che nel 1958 vide diversi piloti protagonisti di una “traversata” di oltre 10 ore.

Su un percorso di 335,4 chilometri l’evento, che andrà in scena dal 31 agosto al 2 settembre, con unico giorno di gara sabato 1° settembre, toccherà i territori di Caserta, Benevento, Avellino, Foggia, Potenza, Bari dove è previsto l’arrivo a partire dalle ore 17.30.

I dettagli della seconda edizione del Trofeo Vespistico del Mezzogiorno, gara di regolarità in Vespa la cui prima edizione si tenne il 27 aprile 1958, sono stati illustrati da Vincenzo d’Angelo, presidente del gruppo Vespa Club Maddaloni, alla presenza della presidente del Municipio I Micaela Paparella.

“La citta di Bari è lieta di ospitare la manifestazione rievocativa del Trofeo Vespistico del Mezzogiorno “Caserta-Bari”- ha detto Micaela Paparella - riproposto dagli organizzatori in maniera molto accurata. È appena il caso di sottolineare che persino la segnaletica lungo il percorso della gara è esattamente uguale a quella utilizzata nel 1958. Uguale anche il numero dei piloti: saranno in cento a misurarsi in questa competizione, a cui - mi piace ricordarlo - gareggeranno tre donne. Alla competizione, inoltre, prenderanno parte vari modelli di Vespa prodotti dal 1948 al 1958. Ma l’evento che la città di Bari si appresta a ospitare, oltre che un appuntamento attrattivo per tutti gli appassionati di vespe e non solo, sarà un’importante occasione di promozione del nostro territorio e della nostra città. Di tanto desidero ringraziare per lo sforzo organizzativo il presidente Vincenzo d’Angelo e quanti hanno collaborato per la tappa barese conclusiva della gara, che darà l’opportunità di veder sfilare sul nostro lungomare vespe d’epoca con a bordo i loro piloti”.

“Si tratta di una puntuale rievocazione storica - ha spiegato Vincenzo d’Angelo - che abbiamo voluto fosse il più possibile aderente a quella che si è tenuta nel 1958, quando dalla Reggia di Caserta cento piloti partirono per un gara di regolarità organizzata allora dal Vespa club Italia con la finalità di pubblicizzare le vespe. Con la partecipazione di Antonio Bernardo, primo pilota sulla linea di partenza nell’edizione ‘58, oggi novantaseienne, possiamo ritenere con soddisfazione di aver raggiunto l’obiettivo storico e rievocativo della manifestazione”.

Alla seconda edizione della manifestazione patrocinata dai Comuni di Bari e Caserta parteciperanno piloti provenienti da varie regioni italiane, tra cui Veneto, Emilia, Calabria, Puglia, e da cinque stati europei, tra cui Svizzera, Germania, Austria e Francia.

Di seguito gli orari di transito previsti nelle singole aree nel giorno di gara, sabato 1 settembre:

Caserta: partenza dalla Reggia alle ore 8;

Maddaloni (CE): lungo SS7 (via Libertà, via Caudina) alle ore 8.15;

Montesarchio (BN): arrivo al punto di controllo nel piazzale del Bar Carmelo alle ore 8.45;

Benevento: arrivo al punto di controllo in piazza Castello alle ore 9.20;

Buonalbergo (BN): arrivo al punto di controllo in piazza Castello alle ore 10;

Candela (FG): arrivo al punto di controllo in piazza Plebiscito alle ore 12;

Villaggio Piaggio - Z.I. Melfi (PZ): arrivo al punto di controllo alle ore 12.45 (si prosegue verso Lavello - PZ);

Altamura (BA): arrivo al punto di controllo su corso Federico II di Svevia alle ore 15.15;

Cassano delle Murge (BA): passaggio in centro lungo SP145, SP236 e SP48 alle ore 16.20;

Acquaviva delle Fonti (BA): arrivo al punto di controllo dinnanzi alla Cattedrale in piazza dei Martiri alle ore 16.30;

Bari: arrivo dei piloti su lungomare Nazario Sauro alle ore 17.30.

Al fine di consentire lo svolgimento della manifestazione sono state disposte le seguenti limitazioni al traffico:

Il giorno 1 settembre:

1. dalle ore 7.00 alle ore 20.00 e, comunque, fino al termine delle esigenze, è istituito il “DIVIETO DI SOSTA – ZONA RIMOZIONE” sul lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;

2. dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e, comunque, fino al termine delle esigenze, è istituito il “DIVIETO DI CIRCOLAZIONE” sul lungomare N. Sauro, esclusivamente per il tratto di semicarreggiata con direzione di marcia da via Giandomenico Petroni a via Gorizia;

3. dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e, comunque, fino al termine delle esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguanti strade:

a. via Spalato;

b. via Cattaro;

c. via Addis Abeba;

d. via Arcivescovo Vaccaro;

4. dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e, comunque, fino al termine delle esigenze, in deroga all’Ordinanza Sindacale n. 2322 del 20.3.1991, È CONSENTITO IL TRANSITO all’interno del perimetro individuato da: via B. Regina - via B. Bari - via Capruzzi - via Oberdan - via Di Vagno - lungomare Nazario Sauro - lungomare A. Di Crollalanza - p.zza IV Novembre - corso Vittorio Emanuele II - corso Vittorio Veneto, ai veicoli al servizio della manifestazione sportiva, con portata superiore a t. 3,5, previa comunicazione delle targhe dei veicoli al Comando di Polizia Locale.

Vico del Gargano, Premio Giornalismo: arrivano Bonolis, Mughini e De Silva


VICO DEL GARGANO (Fg) – La sesta edizione del Premio Gargano di Giornalismo – Vincenzo Afferrante, a Vico del Gargano, vedrà protagonisti lo scrittore e giornalista Giampiero Mughini, il giornalista e sceneggiatore Diego De Silva e il conduttore e autore televisivo Paolo Bonolis, al quale sarà conferito un premio speciale. La serata, che si terrà il 29 agosto in Piazza San Domenico, a partire dalle ore 21, sarà condotta dal giornalista, scrittore e conduttore televisivo Michele Cucuzza.

“Difficile comprendere perché, davanti allo schermo di un computer, spesso ci si dimentichi delle più elementari norme del pudore e del rispetto”, ha dichiarato il sindaco Michele Sementino. “Il web è uno straordinario strumento di comunicazione e creatività. L'era di internet e della comunicazione virtuale, però, ci impone una riflessione su cosa vogliamo essere e su chi siamo. Per questo ci piace il nostro paese e ne difendiamo valori e tradizioni. Lo facciamo vivendo le piazze, i vicoli, gli slarghi, le chiese, il lungomare della nostra costa, il silenzio sinfonico della foresta. Lo continuiamo a fare incontrandoci di persona, riducendo la distanze, lasciando spento a casa il virtuale per vivere una stretta di mano vera, un saluto autentico, un mi piace detto faccia a faccia, una risata non iconica ma sonora e con gli occhi che non possono mentire. Anche di questo parleremo con tre personalità che, sulla comunicazione, hanno più di qualcosa da dire e da esprimere. Il 29 agosto, lasciamo il virtuale a casa, andiamo a vivere la realtà in mezzo alla gente di Vico del Gargano e ai tanti visitatori che verranno a trovarci”. Lo scorso 14 giugno, Bonolis ha festeggiato il suo 57esimo compleanno, a settembre tornerà sul piccolo schermo con i suoi programmi ma, prima di allora, sarà a Vico del Gargano per ricevere un importante riconoscimento.

Paolo Bonolis, conduttore e autore televisivo, da oltre 30 anni uno dei personaggi più popolari della televisione italiana. Dai primi successi con Bim Bum Bam nel 1982, alla conduzione della diretta per il concerto-evento di Vasco Rossi a Modena, sono passati quasi 40 anni. Lui li ha percorsi con tenacia e leggerezza, proponendo un linguaggio e un modo di porsi al pubblico del tutto originali. Il Premio Gargano di Giornalismo, istituito dal Comune di Vico del Gargano in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Puglia, è intitolato alla memoria di Vincenzo Afferrante, corrispondente del quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno scomparso nel 1983 e direttore del mensile Il Gargano nuovo, nato come mezzo per la crescita culturale e sociale del Gargano. “Anche quest’anno premieremo personalità importanti”, ha dichiarato il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino, “perché Giampiero Mughini, Diego De Silva e Paolo Bonolis sono esempi di originalità, bravura e grande capacità critica”. “Per il Gargano”, ha aggiunto l’assessore Raffaele Sciscio, “eventi come questo, di alto profilo e popolari insieme, sono molto importanti perché capaci di attrarre interesse e turismo anche al termine della stagione estiva”.

'L'allenatrice' a Libri nel Borgo Antico


BISCEGLIE (BT) - Conclusasi la entusiasmante tre giorni di "Libri nel Borgo Antico", la ormai rinomata kermesse letteraria che ad agosto anima le vie del borgo di Bisceglie. Una sfilata di oltre cento autori per allietare le sere dei residenti e del folto pubblico che solitamente interviene. Nomi eccellenti e di spicco come quelli di Vittorio Sgarbi, Gianrico Carofiglio e Pierluigi Pardo e gente che esordiente non è più e che si sta ritagliando una propria interessante strada.

Tra questi può annoverarsi l'avvocato e scrittore barese Christian Montanaro che, dopo l'esperienza di qualche anno fa col suo precedente lavoro "Bestseller - l'incubo riNcorrente", è tornato a Bisceglie a presentare il suo nuovo lavoro "L'allenatrice" (Mario Adda Editore).

Il libro, giunto quinto nella sezione sport alla seconda edizione del concorso letterario nazionale "Bari Città Aperta", narra le avventure/disavventure della simpatica Addolorata Pallone, mister in gonnella a cui presta il volto la nota attrice Lia Cellamare, in un'opera che vanta le partecipazioni di famosi giornalisti del calibro di Alessandro Bonan, Gianluca Di Marzio ed Enzo Tamborra.

A presentare l'autore alla "Mondadori Book Store - Vecchie Segherie" la bravissima Barbara Palladino, in una serata che ha visto un folto pubblico e la partecipazione di tanti altri bravi autori.

"Per me è sempre un piacere tornare in questa manifestazione, a cui sono molto legato - ha dichiarato Montanaro -, non foss'altro che per il piacere di vedere tanta gente interessata alla cultura "otturare" praticamente con la propria gradita presenza le vie cittadine. Nel ringraziare il mio editore, l'organizzazione, i volontari e la impeccabile Barbara Palladino, sono davvero lieto che Addolorata Pallone si sia fatta conoscere anche qui e che l'attento e partecipe pubblico abbia colto il messaggio "sportivo" insito nella storia, legato alle pari opportunità e all'ascesa di quello che è un autentico movimento calcistico femminile".

L'opera - che ha avuto la singolare caratteristica nel periodo dei mondiali in russia di dare vita ad una seguitissima trasmissione sulla pagina facebook del libro dal titolo "I Mondiali Addolorati" (e a cui hanno partecipato personaggi famosissimi del mondo dello sport e dello spettacolo) verrà presentata domani, martedì 28 agosto, alle ore 18,30, presso la "Terrazza di Cristallina", un nuovo ma già rinomato salotto letterario a Modugno capitanato dalla attivissima padrona di casa Cristina Scorcia.

A presentare l'opera sarà la giornalista Antonella Paparella, conduttrice insieme a Christian Montanaro del programma di cui abbiamo scritto qualche rigo sopra.

Nel cuore della tradizione: conclusa la Festa di Sant'Oronzo 2018


LECCE - Con il concerto di Renzo Arbore e l'Orchestra italiana in Piazza Libertini, al quale hanno assistito diecimila spettatori, e lo spettacolo pirotecnico in contrada Masseria Grande a cura delle ditte Castelluzzo (Lecce) e Bruscella - Italian Fireworks Group (Modugno, Ba), si è conclusa ieri la tre giorni di festeggiamenti in onore dei santi patroni Oronzo, Giusto e Fortunato. Nel cuore della tradizione lo slogan scelto dall'amministrazione comunale che, di concerto con la Curia e grazie all'ausilio di Pugliarmonica, ha voluto riportare in città presenze, riti e spettacoli scomparsi negli ultimi anni curando direttamente l'organizzazione della festa. Sono così tornati i palloni aerostatici lanciati al rientro in Cattedrale delle Statue dei santi, ed è tornata ad essere parte fondamentale della festa, in piazza e nelle vie del centro cittadino la banda. Il Gran Concerto Bandistico di San Giorgio Jonico diretto dal maestro Giorgio Lacanfora e la Banda di Sogliano Cavour, diretta dal maestro Giancarlo Perrone, hanno allietato le giornate di festa per le vie della città e dalla Cassa armonica presente in Piazza Sant'Oronzo, rispolverando la tradizione dei matinée bandistici, molto apprezzata da leccesi e turisti. Venerdì 24 agosto all'arrivo della processione in Piazza, l'accensione delle luminarie di Mariano Lights ha dato il via alla festa, tra lo stupore di migliaia di persone, alle quali l'arcivescovo Mons. Michele Seccia si è rivolto nella colorata cornice della piazza illuminata a festa, dedicando ai leccesi i versi del sacerdote e poeta Don Franco Lupo.

La Fiera di Sant'Oronzo e il mercatino dell'artigianato dei pupi

La Fiera di Sant'Oronzo, dislocata su via Cavallotti, viale Marconi, viale Lo Re, via XXV Luglio, Via Costa, quest'anno si è svolta in una atmosfera diversa: il Comune di Lecce ha infatti assicurato ai 213 espositori della Fiera mercato e ai 27 della Fiera di S. Lucia su via Trinchese appositi allacci alla rete lungo una dorsale elettrica realizzata ad hoc e che resta nelle disponibilità del Comune di Lecce per l'allestimento della fiera delle prossime edizioni. Ciò ha consentito di liberare dal rumore e dall'inquinamento dei gruppi elettrogeni alimentati a benzina la passeggiata di leccesi e turisti. Una innovazione che, insieme ad una dislocazione più comoda degli spazi di vendita ha consentito una migliore godibilità della Fiera mercato e dell'anteprima della Fiera di Santa Lucia, dei Presepi e dei pastori in Via Trinchese.

Spettacoli e manifestazioni

Gli spettacoli in Piazza Libertini hanno riscontrato gradimento e grande partecipazione da parte del pubblico. Dalla serata di “Città in festa”, organizzata da Platinum Eventi di Giovanni Conversano, con il premio alle eccellenze del commercio cittadino, ai concerti dei tamburellisti di Terra d'Otranto e di Gianluca Grignani, di Enzo Petrachi il giorno dopo, la risposta del pubblico è stata positiva, fino al bagno di folla del 26 agosto per Renzo Arbore e l'Orchestra italiana con circa 10mila spettatori. Successo di pubblico anche per la rassegna degli spettacoli teatrali in vernacolo in Villa Comunale, arricchita da Sapori in festa, e per le iniziative alle Porte della Città: da Porta San Biagio con la Swing city night del 24, la Milonga Barocca del 25, lo Young Music Fest di Porta Rudiae per i tre giorni della festa e il mercatino del vintage e del modernariato di Porta Napoli.

Pulizia e decoro delle aree della festa

Al fine di garantire il massimo decoro in città, dal 23 al 27 agosto l'Amministrazione comunale ha chiesto alla ditta Monteco srl di intensificare le attività di raccolta dei rifiuti e di pulizia nelle aree della festa. Operatori Mnteco hanno percorso gli spazi della Festaa patronale, 6 squadre alternate per fascia oraria si sono succedute per assicurare lo svuotamento dei cestini, lo spazzamento e, in orari notturni, il lavaggio delle strade. L'Ufficio Ambiente ha consegnato a tutti gli operatori commerciali assegnatari di posto e agli operatori del mercatino “Sapori in festa” presenti nella Villa comunale un kit e un vademecum per la corretta differenziazione e conferimento dei rifiuti.

Aree a parcheggio, navette e Obike

Le nove aree a parcheggio individuate dall'amministrazione comunale sono state utilizzate da chi ha raggiunto la città per recarsi in centro, confermando come l'abitudine di parcheggiare per muoversi a piedi, in bici o navetta si stia gradualmente radicando nei comportamenti di chi si muove in città nei giorni dei grandi eventi. Le navette Sgm hanno segnato numeri importanti: il totale dei passeggeri trasportati nei tre giorni di festa è stato di 30.731 persone, 18.000 sulla Linea Verde (Foro Boario) e 12.731 sulla Linea Blu (Stadio, Via Bari, Settelacquare).

Le biciclette oBike poste all'interno delle aree a parcheggio all'inizio della tre giorni di festa sono state utilizzate tutte, ad eccezione del parcheggio di Via Miglietta e di Settelacquare, dove alcune non sono state prelevate.

Controlli e sanzioni della Polizia Locale

L'impegno della Polizia Locale nei giorni della festa patronale è stato massiccio. Il 24 sono stati 84 gli agenti impegnati sul campo, il 25 sono stati 74 e il 26 sono stati 72. Il controllo della viabilità, la sicurezza dei cittadini e il controllo degli spazi di vendita e delle occupazioni di suolo pubblico le attività svolte in prevalenza.

Sul fronte dei controlli alla Fiera di Sant'Oronzo la PL ha sanzionato una delle attività commerciali per aver indebitamente aumentato la superficie di vendita e due per aver operato senza le necessarie autorizzazioni il cambio della tipologia merceologica in vendita. Sono stati effettuati inoltre controlli su 18 attività per l'utilizzo di bombole Gpl (tra automarket e bancarelle). Per tutti è stata effettuata la verifica della dichiarazione di conformità dell'impianto, risultata corretta per la totalità degli automarket. Tutte le bancarelle sono state diffidate dall'utilizzo di bombole e dai controlli successivi non è risultato l'utilizzo delle stesse. L'attività della Polizia Locale ha anche consentito il pronto allontanamento di alcuni venditori abusivi non autorizzati che si erano introdotti negli spazi della fiera senza alcuna autorizzazione per vendere bibite.

I controlli della Polizia Locale sono avvenuti anche su pubblici esercizi e attività artigianali ricadenti nell'area della Festa. Su questo fronte sono state elevate 16 sanzioni, in particolare perché alcuni esercizi di somministrazione avevano ecceduto in maniera significativa nell'occupare marciapiedi e piazzette con i propri tavoli o, in alcuni casi, avevano occupato il suolo pubblico senza averne autorizzazione.

“Siamo contenti di questa tre giorni – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – non perché ci autocompiaciamo, come qualcuno sostiene; ma per i tantissimi complimenti ricevuti, le attestazioni raccolte, i gradimenti espressi. Abbiamo voluto una Festa che fosse vissuta dalla città, non una Festa che sequestrasse la città. Abbiamo voluto una Festa popolare capace di recuperare tradizioni perdute e introdurre novità necessarie; che fosse ordinata, pulita, rispettosa dei luoghi, delle regole, dei comportamenti. Abbiamo ascoltato anche le osservazioni, le critiche, i rilievi. Ne faremo tesoro per migliorare l’organizzazione della Festa il prossimo anno. Un grandissimo e sentito ringraziamento a quanti nel Comune hanno garantito questo risultato; nessuna indicazione diretta perché sono stati in tanti a lavorare. Una menzione particolare al Corpo di Polizia Municipale per il grandissimo impegno garantito, per la Protezione Civile e la sua preziosa presenza, per gli autisti della SGM a bordo dei bus fino all’1.30 di notte, per gli operatori Monteco capaci di garantire pulizia nonostante la super produzione di rifiuti. E grazie alle migliaia di visitatori che hanno vissuto la Festa”.

“Abbiamo raggiunto, con umiltà e impegno, un risultato importante: restituire ai leccesi una Festa di cui essere orgogliosi, ripristinando decoro, legalità e soprattutto rimettendo al centro la tradizione – dichiara l'assessore allo Spettacolo, Turismo e Attività Produttive Paolo Foresio – Per la prima volta il programma civile è stato organizzato direttamente dal Comune, con ottimi risultati dal punto di vista del pubblico e del gradimento per la qualità degli spettacoli, con l'apice della esibizione di Arbore in Piazza Libertini che ci ha consentito di introdurre nuovamente un grande concerto di un artista nazionale nei tre giorni di festa. La cassa armonica in Piazza Sant'Oronzo e i matinée bandistici hanno poi emozionato i leccesi ogni giorno. La Fiera di Sant'Oronzo è stata un arricchimento dell'offerta commerciale e non una invasione di bancarelle, abbiamo rispettato i negozianti che ogni anno si vedevano soffocati dagli stand, abbiamo eliminato i gruppi elettrogeni inquinanti e rumorosi fornendo una alternativa sostenibile, abbiamo visto bar, ristoranti e pub riempirsi di clienti. Anche la Villa Comunale e le Porte del centro storico sono state vive e vissute con una offerta di spettacoli pensata per andare incontro a tutti. Pensiamo che la Festa di Sant'Oronzo abbia grandi potenzialità di sviluppo, e questa edizione ce le ha fatte intravedere. Insieme alla Curia, nel rispetto dei valori religiosi, della tradizione folkloristica della città siamo intenzionati a svilupparle ulteriormente, per realizzare una Festa che sia sempre più all'altezza delle ambizioni della nostra città”.

Festival del Cabaret, vince Davide Calgaro. Standing ovation per Pozzetto


di REDAZIONE - Davide Calgaro vince il 22° Festival del Cabaret di Martina Franca. Si chiude con un record la 22esima edizione della kermesse comica targata associazione “Sirio”: il milanese Davide Calgaro, con i suoi 18 anni, è il più giovane vincitore di sempre. E forse è stato proprio questo a stupire la giuria presieduta da Flavio Oreglio, rimasta sorpresa dal talento del giovane comico “coraggioso nell’utilizzare cliché innovativi per arrivare alla battuta”. Alla barese Luce Pellicani è andato, invece il premio della critica, brava e convincente a proporre personaggi versatili con una tecnica matura.

Si è trattato della solita parata di stelle della comicità, con Renato Pozzetto in testa. Standing ovation per lui e tutti in piedi a cantare e a omaggiare il “premio città di Martina Franca”, che arricchisce un palmares di maestri assoluti giunti in valle d’Itria negli ultimi vent’anni. Degna e maritata citazione per tutti: Dino Abbrescia (premio “Sirio”), Flavio Oreglio, il duo Tagliento-Cajelli, Nando Timoteo, Toni Bonji, Simone Schettino, Vincenzo Albano, Fabio Celenza, Andrea Di Marco, Rosalia Porcaro, Renato Ciardo e Dani Bra. Con la solita maestria Mauro Pulpito e Debora Villa hanno condotto le danze di un festival dai meccanismi consolidati, sempre pronto a cogliere le novità linguistiche che il cabaret offre. Puntuali gli accompagnamenti musicali offerti dalla “Santarsieri band” e da “The swing Beaters”. Da segnalare, infine, la positiva esperienza della “Settimana del cabaret”, organizzata da “E20idea”: comici e risate in due piazze cittadine per sette giorni, con la brillante conduzione di Antonella Carone. Tutto bello.

Biodiversità sotto le stelle con Slow Food a San Pietro Vernotico


Mercoledì 29 agosto (ore 20.30 - ingresso 30 euro) alla Masseria Le Monache di San Pietro Vernotico, in provincia di Brindisi, Slow FoodLecce, in collaborazione con le condotte Neretum, Sud Salento e Manduria, organizza “Biodiversità sotto le stelle”, una serata dedicata al tema della biodiversità e alle sue relazioni con il cibo. La recente nascita del presidio del "Pomodorino di Manduria" sarà lo spunto per approfondire l'argomento grazie al contributo di Marcello Longo (presidente Slow Food Puglia).

Al termine del momento di riflessione e confronto, immersi nella campagna e negli ulivi di Masseria Monache, sarà possibile percorrere il sentiero della biodiversità attraverso piccoli "stand" gastronomici che vedranno potagoniste le eccellenze del territorio in abbinamento ai vini delle aziende vitivinicole Candido e Tormaresca e alle birre del birrificio artigianale B94. I protagonisti della serata saranno Caseificio Lanzillotti - Comunità del cibo Slow Food dei produttori caseari dell'alto Salento (con cagliata dal vivo), Azienda Agricola Calemone - Presidio Slow Food del Pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto, Salumificio Santoro, Calò&Monte - Comunità del Cibo Slow Food dei produttori di Legumi di Zollino interpretati dallo Chef Danilo Martina de “La Distilleria" di San Pietro Vernotico, Azienda Agricola Libardi - Presidio Slow Food del Pomodorino di Manduria, interpretato da "L'Orecchietta" di Guagnano. Inoltre degustazione dei sottoli dell'azienda Via Rafi N°1 di Cellino San Marco. In chisura una dolce sorpresa frutto dell'incontro tra Luca Chiriacò Pasticcere e L'Oro delle Monache.

La Notte dei Poeti a San Cataldo (Le)


di REDAZIONE - Ultimi due appuntamenti per la stagione estiva di Taotor, progetto promosso da Astràgali Teatro in collaborazione con numerosi partner pubblici e privati, finanziato dalla Regione Puglia, che rientra nelle iniziative dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018. In collaborazione con il Comune di Lecce, per la rassegna "Lecce, che spettacolo", martedì 28 e venerdì 31 agosto (ore 21 - ingresso libero) al Molo del Porto Adriano di San Cataldo si conclude il viaggio in quattro tappe de "La Notte dei poeti". La sesta edizione dell’iniziativa della compagnia salentina dedicata alla poesia è uno spazio per dare voce a molteplici esperienze di scritture poetiche, che sono presenti sul nostro territorio, in Italia e quest’anno anche con una finestra sulla poesia rumena. La Notte dei poeti coglie la complessità della ricerca che si è sviluppata negli ultimi decenni e crea una possibilità di incontro tra chi scrive e chi va incontro alla scoperta della scrittura attraverso la lettura e l’ascolto. Elabora una risposta ad una necessità diffusa di conoscenza e di ascolto della poesia, a cui corrispondono occasioni limitate di confronto.

Martedì 28 agosto doppio appuntamento, anche nell'ambito del progetto "Legends on circular ruins", con "Oltre le storie" della poetessa rumenaIulia Pană con l'attrice del Teatro di Stato di Costanza e cantante Mirela Pană e il compositore e musicista Adrian Mihai e con "La Betissa" del poeta salentino Antonio Verri con l'attore e regista Fabio Tolledi e il pianista Mauro Tre. Iulia Pană è una famosa poetessa, artista visiva, giornalista e produttrice televisiva rumena. Nata nel 1965 a Costanza, antica città romana sulle rive del Mar Nero, si è laureata in Comunicazione all'Università Nazionale di Studi Politici e della Pubblica Amministrazione di Bucarest, e ha conseguito un Master in arti visive all'Università "Ovidio" nella città d'origine. I suoi esperimenti con il suono, la poesia e i colori l'hanno portata a un intrigante manifesto artistico chiamato "Phonopictopoesia or Future sound of poetry - (painting, performing, installing)". Dal 1988 ha pubblicato 6 libri di poesie. Venerdì 31 agosto (ore 21 - ingresso libero) Festa finale con interventi di Ilaria Caffio, Stefano Cristante, Marco Vetrugno, Fabio Tolledi e Mauro Tre (con Per limina 3), il reading "Poesia: Impossibile dictu" con Simone Franco e Simone Giorgino (voce) e Pierpaolo Leo (composizioni sonore), e gli interventi musicali della band Anima lunae.

Taotor è l'articolato e complessivo progetto triennale finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia, promosso da Astràgali Teatro in collaborazione con Ar.Va, Theutra e il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento e con i comuni di Lecce, San Cesario, Castro e Vernole, nelle iniziative dell'Anno europeo del patrimonio culturale 2018.Info 3892105991 - teatro@astragali.org - www.astragali.it

L'Universum Academy trionfa ad Urbino con il Premio sulla Danza diretto da Roberta Di Laura


URBINO - Grande successo per la Cerimonia di Premiazione dell’International Universum Dance Award, Premio Internazionale di Danza Classica svoltosi nella splendida Sala Raffaello del Palazzo del Legato Albani di Urbino. Il premio, rivolto a danzatori e danzatrici dai 18 anni in su, é stato promosso dall’Universum Academy Switzerland di Lugano presieduta dal Dott.re Valerio Giovanni Ruberto con la Direzione Artistica della ballerina, insegnante e coreografa pugliese Dott.ssa Roberta Di Laura, danzatrice di fama internazionale giá Ambasciatrice At Large della Universum Academy Switzerland, in collaborazione con la Presidenza Regionale della Universum Marche. Il Concorso, fortemente voluto dalla Presidenza Federale, é nato al fine di premiare le eccellenze del balletto a livello nazionale ed internazionale ed offrire die premi speciali rispettivamente ad una giovane promessa della danza e ad un'artista dibfama internazionale che abbia dedicato tutta la sua vita alla danza.
La Giuria Internazionale, selezionata dalla Direttrice Artistica, ha visto protagonisti Presidenti di diverse sezioni del “Consiglio Internazionale della Danza di Parigi” riconosciuto dall’UNESCO quali Aelita Kondratova (San Pietroburgo), Kan Ichi Segawa (Tokyo), Mona D’Amours (Canada) e Michael Jacques (Miami). Le premiate della prima edizione dell'International Universum Dance Award
sono state le giovani danzatrici Roberta Giorgi e Felicia Matera mentre alla piccola Desirée Mazza e alla coreografa internazionale Luisa Signorelli sono stati conferiti rispettivamente “Premio Promessa della Danza” e “Premio Una Vita per la Danza”. Alla presenza di Autoritá e di Personalità del mondo della cultura e del volontariato, l'evento ha visto anche la presenza tra gli ospiti del soprano Anna Guastalli che ha incanto tutti i presenti con la sua splendida ed emozionante voce.

Notte della Taranta: 200 mila al concertone


Successone per la Notte della Taranta targata Andrea Mirò. Dalle 19 alle 3.30 del mattino in 200 mila hanno ballato sulle note della pizzica, nel piazzale dell'ex convento degli Agostiniani, al ritmo dei tipici tamburelli. Sul palco del Concertone di Melpignano è stato dimostrato che "contaminare la tradizione" non significa tradire ma tramandare.
Presenti anche i cantanti de "Il Volo", rimasti però nel backstage, ma che l'anno prossimo potrebbero esibirsi: "ci piacerebbe moltissimo - hanno detto - la musica non ha barriere".
Ampia e varia la partecipazione di questa edizione 2018, dagli indiani Dhoad Gypsies alla popstar italoamericana LP, passando per Clementino e la violinista cubana Yilian Canizares.

Stefano Benni a Grottaglie per Aperitivo d'Autore


di REDAZIONE - È Stefano Benni l'ospite di Aperitivo d'Autore in programma mercoledì 29 agosto (ore 20) alla masseria Rosario, a Grottaglie. Una imperdibile occasione per incontrare il "Lupo", tra i più popolari e apprezzati scrittori umoristici italiani. Con lui si parlerà della sua poliedrica carriera artistica e verrà presentata l'ultima fatica letteraria, "Prendiluna" (Feltrinelli Editore), che arriva dopo svariati libri amati da milioni di lettori in tutto il mondo: da “Bar Sport” a “Terra!”, da “Comici spaventati guerrieri” a “Baol”, da “Elianto” a “Il bar sotto il mare”, passando per “La grammatica di Dio”, “Saltatempo” e tanti altri. “Prendiluna” è apocalittico e travolgente. L'indomabile immaginario di Stefano Benni, in una lingua ricca di ironia e di invenzioni, capace di unire risate e umorismo alla coscienza dell'orrore contemporaneo. Converserà con lo scrittore l'ideatore di Aperitivo d'Autore, il giornalista Vincenzo Parabita. Invece il reading sarà a cura dell'attore Gaetano Colella.

Per prendere parte all'evento è obbligatorio prenotare chiamando al numero 380.4385348 oppure scrivendo all'indirizzo email aperitivodautore@gmail.com. I partecipanti godranno di un ricercato aperitivo realizzato anche stavolta dal Symposium Cafè e degusteranno gli eccellenti vini di Tenute Motolese. Sono partner dell'iniziativa anche la community Ig Taranto e la libreria AmicoLibro.

Aperitivo d'Autore è il format itinerante di Volta la Carta che, dal 2015, abbina la letteratura contemporanea di qualità alla buona enogastronomia del nostro territorio, il tutto in location ricercate di Taranto e provincia.


L'AUTORE
Stefano Benni nasce a Bologna nel 1947. Giornalista, scrittore e poeta, collabora con numerose testate, tra cui il giornale francese Libération. Ha diretto per Feltrinelli la collana Ossigeno. Ha curato la regia e la sceneggiatura del film "Musica per vecchi animali" (1989), scrive per il teatro e ha allestito e recitato in numerosi spettacoli con musicisti jazz e classici. Tiene da anni seminari sull'immaginazione e reading. Genio della satira e dei neologismi, è autore di numerosi romanzi di successo pubblicati da Feltrinelli e tradotti in più di 30 lingue, tra cui "La compagnia dei celestini" (1992), “Blues in sedici” (1998), "Achille piè veloce" (2003), "Margherita Dolcevita" (2005), "Pane e tempesta" (2009), "Bar sport Duemila" (2010), "Di tutte le ricchezze" (2012), "Cari mostri" (2015), "La bottiglia magica" (2016) e di molti testi teatrali tra cui "Le Beatrici" (2011). A Stefano Benni e al suo mondo letterario è dedicata la Bennilogia, un’enciclopedia online interamente e liberamente costruita dai suoi lettori. Tutti possono partecipare al progetto e incontrare gli altri benniani al “Bar Sport”. Benni è grande amico dello scrittore francese Daniel Pennac. Fu proprio lo scrittore bolognese a convincere la casa editrice Feltrinelli a tradurre i primi libri di Pennac in italiano.


IL LIBRO
Una notte in una casa nel bosco, un gatto fantasma affida a Prendiluna, una vecchia maestra in pensione, una Missione da cui dipendono le sorti dell’umanità. I Diecimici devono essere consegnati a dieci Giusti. È vero o è un’allucinazione? A partire da questo momento non saprete mai dove vi trovate, se in un mondo onirico farsesco e imprevedibile, in un sogno Matrioska o in un Trisogno profetico, se state vivendo nel delirio di un pazzo o nella crudele realtà dei nostri tempi. Incontrerete personaggi magici, comici, crudeli. Dolcino l’Eretico e Michele l’Arcangelo – forse creature celesti, forse soltanto due matti scappati da una clinica, che vogliono punire Dio per il dolore che dà al mondo. Un enigmatico killer-diavolo, misteriosamente legato a Michele. Il dio Chiomadoro e la setta degli Annibaliani, con i loro orribili segreti e il loro disegno di potere. E altri vecchi allievi di Prendiluna: Enrico il Bello, Clotilde la regina del sex shop, Fiordaliso la geniale matematica. E il dolce fantasma di Margherita, amore di Dolcino, uccisa dalla setta di Chiomadoro. E conosceremo Aiace l’odiatore cibernetico e lo scienziato Cervo Lucano che insegna agli insetti come ereditare la terra. Viaggeremo attraverso il triste rettilario del mondo televisivo e la gioia dei bambini che sanno giocare al Pallone Invisibile, periferie desolate e tunnel dove si nascondono i dannati della città. Conosceremo i Diecimici e poi Hamlet il pianista stregone, il commissario Garbuglio che vorrebbe diventare un divo dello schermo, e l’ultracentenaria suor Scolastica, strega malvagia e insonne in preda ai rimorsi. Fino all’Università Maxonia, dove il sogno diventerà una tragica mortale battaglia e ognuno incontrerà il proprio destino. E ci sveglieremo alla fine sulla luna, o in riva al mare, o nella dilaniata realtà del nostro presente.


LA LOCATION
Situata nell'omonima contrada in territorio di Grottaglie, la masseria Rosario fa parte delle Tenute Motolese, insieme alla masseria Angiulli Grande e alla masseria la Cattiva.

Si tratta di una struttura del XVIII secolo, a corte chiusa e costituita da un corpo principale adibito a residenza padronale. All’interno si trova un grande cortile dove si affacciano i locali un tempo utilizzati come scuderie, stalle, abitazioni dei contadini e ovili, oggi adibiti ad agriturismo. Nella corte vi è anche una chiesetta. Attualmente i terreni sono tutti condotti in regime di agricoltura biologica e coltivati a uliveto, sia secolare che intensivo, e vigneti allevati a spalliera di varietà Aleatico doc, Negramaro e Primitivo igt. La masseria è destinata ad agriturismo e masseria didattica ed è servita da un impianto fotovoltaico di ultima generazione installato sul tetto piano di uno dei corpi di fabbrica. Inizialmente vi era una coltura mista di oliveti, mandorleti, vigneti e seminativi anche associati. Fino alla prima metà del 1900 grande importanza ebbe la pratica zootecnica con conseguente produzione e commercializzazione di latte fresco e pastorizzato confezionato in azienda. All'epoca la vaccheria era considerata tra le più grandi del Mezzogiorno. Per tale motivo fu una della masserie più importanti del territorio. Masseria Rosario si trova sulla strada interpoderale alberata di fronte all'ingresso dello stabilimento Alenia, nei pressi dell'aeroporto “M. Arlotta”.


I VINI
Da sempre vocata all’agricoltura e all’amore per la terra, l’Azienda Agricola Motolese ha radici antiche. La storia agricola della famiglia Motolese affonda le sue radici nel XIX secolo: infatti già prima del 1850, e da allora ad oggi per ben otto generazioni, la passione per la coltivazione della vite e dell’olivo è stata alla base del lavoro quotidiano. Oggi l’azienda si compone di oltre 200 ettari di terreno e tre masserie fortificate tutte situate nel cuore della Puglia. Dal 1998 è in corso un processo di rinnovamento sia agronomico che tecnologico, che interessa sia gli oltre 50 ettari di vigneto che le oltre 12mila piante di olivo. Questo sta portando l’azienda a presentarsi sui mercati nazionali e internazionali con prodotti caratterizzati dalla qualità della materia prima, senza dimenticare quelle che sono le caratteristiche tipiche del territorio d’origine. Con il marchio Tenute Motolese vengono commercializzati i vini Primitivo, Negroamaro, Rosato di Negroamaro e Fiano, oltre all’olio extra vergine d’oliva biologico. Ultimamente il Primitivo e il Negroamaro hanno ottenuto importanti riconoscimenti a Bruxelles e in Piemonte.

Lecce: ultima giornata di festeggiamenti per i Santi Patroni, il programma completo


di REDAZIONE - Si concluderà domani 26 agosto la tre giorni di festeggiamenti dei Santi Patroni della città Oronzo, Giusto e Fortunato. Tre giornate intense e ricche di appuntamenti previsti in un programma civile totalmente curato dall’Amministrazione comunale con il supporto di Pugliarmonica.

Quest’ultima giornata di festa si aprirà a Frigole con la tradizionale Fiera del Bestiame. Due le novità di quest’anno, entrambe volte a garantire un maggiore benessere agli animali presenti in fiera. La prima riguarda l’orario: quest’anno infatti la fiera inizierà alle ore 5 e si concluderà alle 12 (nelle passate edizioni la fiera iniziava alle 6 per concludersi alle 14) per evitare le ore più calde e ridurre al minimo le situazioni di disagio per gli animali; la seconda novità riguarda la presenza del cosiddetto veterinario di fiera, incaricato dall’Amministrazione comunale a vigilare sullo stato di salute degli animali. Il veterinario sarà affiancato, come ogni anno, dai medici veterinari della ASL di Lecce.

L'ultimo giorno di Festa sarà allietato dalla banda musicale di Sogliano Cavour che inizierà il suo giro per le vie della città a partire dalle ore 9.30, per concludere la mattinata con l'esibizione in cassarmonica del Gran Concerto Bandistico diretto dal Maestro Giancarlo Perrone. Una tradizione, quella dei matinée bandistici in piazza, tornata a Lecce dopo anni di assenza. La banda ritornerà in Piazza nel pomeriggio con il giro del complesso bandistico alle ore 18.30 e con l'esibizione in cassarmonica dalle 18.30 alle 19.30.


Le Porte e la Villa comunale

Tra le novità di quest’anno le tante iniziative organizzate nelle tre Porte della città e nella Villa comunale. Domani sera Porta Napoli continuerà ad ospitare, dalle ore 14 alle 23 il Mercatino del vintage e modernariato e Porta Rudiae sarà il palcoscenico per i giovani artisti e cantanti che si esibiranno nello Young Music Fest.


Il Maxischermo a Porta San Biagio

La musica continuerà ad animare Porta San Biagio dove sarà allestito un maxischermo per la proiezione dell’esibizione di Renzo Arbore e dell’Orchestra Italiana che si terrà alle ore 21 in Piazza Libertini. Una iniziativa tesa ad allargare la platea di quanti vorranno assistere all'esibizione del celebre cantante di origini pugliesi, maestro della musica napoletana.

Fiere e mercatini

Ultimo giorno per la tradizionale Fiera Mercato in Via Cavallotti, viale Marconi, viale Lo Re, via XXV Luglio, Via Costa e per l'anteprima della Fiera di Santa Lucia, dei Presepi e dei pastori, un’esposizione dei lavori artigianali della storica fiera, ospitata quest’anno in via Trinchese. Tutte le vie saranno libere dal rumore e dall'inquinamento dei gruppi elettrogeni alimentati a benzina grazie ad un'apposita dorsale elettrica realizzata ad hoc. La Villa comunale continuerà ad ospitare “Sapori in festa”, mercatino enogastronomico locale.

Piazza Libertini: Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana

L’edizione 2018 della Festa di Sant’Oronzo si chiuderà con un gran finale musicale affidato alle note di Renzo Arbore e della sua Orchestra Italiana, un concerto che promette spettacolo e divertimento sul palco di Piazza Libertini a partire dalle 21. L’iniziativa, realizzata nell’ambito dell’organizzazione della festa a cura del Comune di Lecce, è stata possibile grazie al fondamentale contributo della Regione Puglia – Assessorato all’Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali.


Luna Park

Continua il divertimento del Luna Park in piazzale Attilio Adamo, che sarà attivo fino alle ore 24 del 27 agosto.


Spettacolo di fuochi pirotecnici: le misure sul traffico

Il consueto appuntamento con i fuochi d’artificio si terrà nei pressi della Contrada “Masseria Grande” , compresa tra le vie Potenza e la S.P. 634 Lecce-San Cataldo, a partire dalle ore 00.30. Per evitare disagi eccessivi alla circolazione dalle 21 del 26 alle ore 2 del 27 agosto saranno attivi il divieto di transito e di fermata con rimozione forzata su via Potenza, da via Firenze a via Cagliari; via Cagliari, nel tratto compreso tra via Potenza e via Pescara; via Pescara, nel tratto compreso tra via Potenza e via Palermo. Il divieto di fermata con rimozione forzata interesserà altresì la Strada Provinciale 364 Lecce - S. Cataldo, la Tangenziale Est di Lecce, e tutti i cavalcavia e gli svincoli ricadenti su dette arterie.


Celebrazioni religiose

Si celebreranno domani alle ore 8, alle 9.30 e alle 19 le Sante Messe per la Solennità dei Santi Patroni Oronzo, Giusto e Fortunato. Si terrà alle ore 11 di domani il Solenne Pontificale presieduta da Sua Eccellenza Mons. Michele Seccia Arcivescovo di Lecce a cui prenderà parte il sindaco Carlo Salvemini.


Aree parcheggio

In questi giorni di festa e fino a domani l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione 9 aree a parcheggio con circa 2000 posti auto in totale. Nelle 9 aree di sosta gratuita – Via Adua, Cimitero, Via Petraglione, Principe Umberto, Via Miglietta, Foro Boario, Settelacquare, Manifatture Knos, Via Bari - custodite grazie all'ausilio della Protezione civile, è possibile parcheggiare gratuitamente per raggiungere il centro storico della città a piedi, in bicicletta (con il servizio di bike sharing Obike) o in navetta dai parcheggi Foro Boario (frequenza 10 minuti), Settelacquare e Via Bari (frequenza 15 minuti). Si ricorda inoltre che per i giorni della Festa è possibile parcheggiare sulle corsie preferenziali dei viali della Circonvallazione.

Le persone con disabilità hanno a disposizione due aree a parcheggio riservate: lungo Viale De Pietro e lungo Viale Otranto (da via Don Minzoni fino a Via San Lazzaro).


Pulizia e decoro delle aree della festa

Tra le priorità dell’Amministrazione comunale quella di garantire in particolare alle aree interessate dalla festa il massimo decoro e la massima pulizia. Per questa ragione, dal 23 al 27 agosto l'Amministrazione comunale ha chiesto alla ditta Monteco srl di intensificare le attività di raccolta dei rifiuti e di pulizia nelle aree della festa. Sono 6 in tutto le squadre impegnate ogni giorno nella raccolta rifiuti: 2 impegnate nella fascia oraria che va dalle ore 6.00 alle 12.00, 2 dalle ore 12.00 alle 18.00 e 2 dalle ore 22.00 alle ore 6.00. 2 le squadre impegnate nello spazzamento meccanico: una è operativa dalle ore 6,00 alle 12.00 e una nel turno notturno dalle 22.00 alle 6.00. Le squadre impegnate nello spazzamento manuale sono 6: 3 sono impegnate dalle ore 6.00 alle ore 12.00 e 3 dalle ore 22.00 alle ore 6.00. La squadra addetta al lavaggio strade è operativa nella fascia notturna dalle ore 22.00 alle ore 6.00. Nell'area della festa sono stati inoltre posizionati 50 contenitori carrellati. Sempre nell'ottica di garantire la massima pulizia, tutti gli operatori commerciali assegnatari di posto e gli operatori del mercatino “Sapori in festa” presenti nella Villa comunale stanno utilizzando in questi giorni il materiale per la corretta differenziazione e conferimento dei rifiuti, consegnato loro dal personale dell’Ufficio Ambiente.

Grande successo per il festival della cinematografia emergente di qualità


di REDAZIONE - Proiezioni, incontri, presentazioni, condivisioni, ancora una volta il cinema è stato protagonista a Massafra, in provincia di Taranto, grazie al festival Vicoli Corti – Cinema di Periferia, che ha visto una grande partecipazione di pubblico per le quattro serate in programma e anche per l’appendice dedicata ai più piccoli, Vicoli Corti Junior.

A caratterizzare la manifestazione, per questa tredicesima edizione, è stato il colore rosso, segno dell’umanità, della passione, del sangue, che unisce i popoli. Organizzato dall’associazione culturale Il Serraglio, presieduta da Michele Oliva, e con la direzione artistica di Vincenzo Madaro, Vicoli ha animato il centro storico di Massafra, con le caratteristiche proiezioni in piazzetta Santi Medici, sul grande schermo di calce bianca.

Il presidente Oliva commenta così l’edizione appena conclusa: “L’Associazione Culturale “Il Serraglio” persegue l’intento di creare un sistema integrato tra le diverse arti e mestieri del mondo dello spettacolo dal vivo, credendo che questa sia la strada per muovere la crescita economica e culturale di una città e cercando attraverso la collaborazione pubblico-privato di giungere a quegli effetti moltiplicatori di benessere collettivo che questi eventi possono produrre.

Il Serraglio ha offerto cinema, intrattenimento ed approfondimenti, che in tanti aspettano, facendo vivere piacevoli momenti nel cuore del centro storico di Massafra presso la decantata piazzetta Santi Medici.

Giunto alla tredicesima edizione, il festival Vicoli Corti, ha visto la partecipazione di attori registi e operatori della scena del cinema italiano emergente; ed ancora Vicoli Corti Junior spazio dedicato a bambini e genitori con giochi, letture, spettacoli teatrali, e film di animazione, e tutti gli eventi sono stati sold out”.

Ogni serata, sempre condotta da Erika Grillo, come di consueto a ingresso libero, ha visto la proiezione di un lungometraggio e di cortometraggi, accompagnati da conversazioni con registi, attori, autori, e critici cinematografici. Tra gli altri, nelle serate di Vicoli, a Massafra sono stati: Pippo Mezzapesa, Christian Caliandro, Cosimo Terlizzi, Emmanuele Curti, Dario Albertini, Antonella Gaeta, Silvia Luzi, Luca Bellino. Anche in questa edizione, il festival si è avvalso della competenza e professionalità del critico cinematografico Massimo Causo.

Si rinsalda la collaborazione col Cinzella Festival diretto dall’attore tarantino, Michele Riondino, che a Massafra, nella serata finale, ha visto la consegna del Premio Cinzella a Nelson, l’autore delle liriche che compongono la colonna sonora del film firmato dai Manetti Bros, “Ammore e Malavita”.
Anche quest’anno molto proficua è stata la rete con Cromatismi_dialoghi sulle periferie, nel ciclo curato da Are_lab.

“Sarebbe bello – come ha detto Madaro durante la serata finale di Vicoli – che anche altri luoghi a Massafra si aprissero alle iniziative culturali di rilievo. Ad esempio l’immenso atrio del Castello di Massafra, che si affaccia sulla gravina, luogo ideale per ospitare grandi eventi, così da coinvolgere tutta la città e anche i tanti che arrivano da fuori città per seguire questo festival, e creare quindi un vero e proprio dialogo attraverso la Gravina tra il Castello e la piazzetta dei Santi Medici, che in un'ottica di crescita di Vicoli possono diventare due importanti attrattori. Inoltre, un altro dato che mi preme sottolineare, è l'importanza di relazioni e scambi che si innescano durante Vicoli”  Con questo augurio quindi Vicoli Corti ringrazia tutti e dà appuntamento al prossimo anno!

Vicoli Corti è ideato, organizzato e prodotto dall’associazione Il Serraglio, con il patrocinio dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale della Regione Puglia, a valere sulla dotazione FSC 2014-2020 Patto per la Puglia - Area di intervento IV, Comune di Massafra, e Apulia Film Commission; main Sponsor: Bcc Massafra – Banca di Credito Cooperativo di Massafra; sponsor tecnico: San Marzano Wines, Provinciali Srl; partner: Cinzella Festival, Teatro Le Forche, La Factory – handmade in Italy, Are_lab; con il sostegno di: Falsopepe Enoteca & Piccola Cucina, Il ritrovo degli ostinati, La Volpe e l’Uva, Massafra Spedinkap Srl.
Il bellissimo manifesto della rassegna è stato realizzato, anche questa volta, da Annalisa Manfredi Illustration.

Lecce: tutto pronto per il secondo giorno di festeggiamenti per i Santi Patroni

credit: Andrea Stella

di REDAZIONE - Tutto pronto per il secondo giorno di festeggiamenti per i Santi Patroni Oronzo, Giusto e Fortunato.
Questa edizione 2018 - che si è aperta questa mattina alle ore 9 con il corteo da Piazza Sant'Oronzo fino in Piazza Duomo e il saluto del Sindaco Carlo Salvemini a Sua Eccellenza l'Arcivescovo Mons. Michele Seccia, accompagnato dalla banda musicale di S. Giorgio Jonico – proseguirà per l'intera giornata di domani con un fitto programma di celebrazioni religiose e civili.

Alle ore 7.15 con partenza da Porta San Biagio, tutti in giro per la festa con la camminata di Sant'Oronzo organizzata dalle associazioni sportive Life Walking e Gpdm Lecce.

La banda musicale di San Giorgio Jonico ritornerà ad allietare le vie della città a partire dalle ore 9.30, per concludere la mattinata con l'esibizione in cassarmonica del Gran Concerto Bandistico diretto dal Maestro Rocco Lacanfora. Una tradizione, quella dei matinée bandistici in piazza, che torna a Lecce dopo anni di assenza. La banda ritornerà in Piazza nel pomeriggio con il giro del complesso bandistico alle ore 18.30 e con l'esibizione in cassarmonica dalle 18.30 alle 19.30.

Gli spettacoli alle Porte e la Villa comunale
I momenti di musica, danza e divertimento proseguiranno in serata con lo spettacolo di Tango “La cumparsita di Tito Schipa nella Milonga Barocca” a cura dell'associazione La Sabrosa che si terrà a Porta San Biagio a partire dalle ore 20.30. Porta Napoli continuerà ad ospitare per la tre giorni di festa, dalle ore 14 alle 23 il Mercatino del vintage e modernariato e Porta Rudiae sarà il palcoscenico per i giovani artisti e cantanti che si esibiranno nello Young Music Fest.
Continuano gli appuntamenti con la rassegna teatrale in vernacolo nella Villa comunale, partiti lo scorso 22 agosto. Alle ore 21 la compagnia teatrale Corte dei Musco presenterà “Ma ci sinti?”, commedia brillante in tre tempi scritta e diretta da William Fiorentino. La Villa comunale inoltre ospiterà sin da stasera e fino al 26 agosto “Sapori in festa”, mercatino enogastronomico locale.

La Fiera di Sant'Oronzo e il mercatino dell'artigianato dei pupi
Via Cavallotti, viale Marconi, viale Lo Re, via XXV Luglio, Via Costa ospitano da oggi e per la tre giorni di festa la Fiera mercato e via Trinchese l'anteprima della Fiera di Santa Lucia, dei Presepi e dei pastori, un’esposizione dei lavori artigianali della storica fiera, protagonista del Natale in città. Tutte le vie saranno libere dal rumore e dall'inquinamento dei gruppi elettrogeni alimentati a benzina grazie ad un'apposita dorsale elettrica realizzata ad hoc.

Enzo Petrachi & Folkorchestra in Piazza Libertini
La tradizione musicale salentina troverà spazio in Piazza Libertini alle ore 21 con il concerto di Enzo Petrachi & Folkorchestra. In occasione della festa patronale la musica del padre di Enzo, Bruno Petrachi, apprezzato esponente della musica folk leccese le cui canzoni degli anni '70/'80 sono state il simbolo della tradizione salentina, sarà riproposta con i nuovi arrangiamenti scritti e diretti da Giorgio Mancarella, che partono dal folk toccando la rumba, il mambo, il reggae e il funk.

Luna Park
Come di consueto piazzale Attilio Adamo sarà dedicato al Luna Park, che aprirà le sue porte questa sera e fino alle ore 24 del 27 agosto.

Celebrazioni religiose
Si terrà domani mattina alle ore 10.30 presso il Santuario di Sant'Oronzo fuori le mura, la celebrazione della S. Messa officiata dall'Arcivescovo Mons. Michele Seccia. Le celebrazioni religiose si concluderanno per la giornata di domani alle ore 19 presso il Duomo con la S. Messa presieduta dall'Arcivescovo e con la consegna dell'olio per la lampada da parte della città di Lecce rappresentata dal sindaco Carlo Salvemini.

Aree parcheggio
Per chi raggiungerà Lecce nei giorni dal 24 al 26 agosto, l'amministrazione comunale mette a disposizione 9 aree a parcheggio con circa 2000 posti auto in totale.
Nelle 9 aree di sosta gratuita – Via Adua, Cimitero, Via Petraglione, Principe Umberto, Via Miglietta, Foro Boario, Settelacquare, Manifatture Knos, Via Bari - che saranno custodite grazie all'ausilio della Protezione civile, sarà possibile parcheggiare gratuitamente per raggiungere il centro storico della città a piedi, in bicicletta (con il servizio di bike sharing Obike) o in navetta dai parcheggi Foro Boario (frequenza 10 minuti), Settelacquare e Via Bari (frequenza 15 minuti). Si ricorda inoltre che per i giorni della Festa sarà possibile parcheggiare sulle corsie preferenziali dei viali della Circonvallazione.
Le persone con disabilità avranno a disposizione due aree a parcheggio riservate: lungo Viale De Pietro e lungo Viale Otranto (da via Don Minzoni fino a Via San Lazzaro).

Pulizia e decoro delle aree della festa
Al fine di garantire il massimo decoro in città, dal 23 al 27 agosto l'Amministrazione comunale ha chiesto alla ditta Monteco srl di intensificare le attività di raccolta dei rifiuti e di pulizia nelle aree della festa. Saranno 6 in tutto le squadre impegnate nella raccolta rifiuti: 2 opereranno nella fascia oraria che va dalle ore 6.00 alle 12.00, 2 dalle ore 12.00 alle 18.00 e 2 dalle ore 22.00 alle ore 6.00. 2 le squadre impegnate nello spazzamento meccanico: una sarà operativa dalle ore 6,00 alle 12.00 e una nel turno notturno dalle 22.00 alle 6.00. Le squadre impegnate nello spazzamento manuale saranno 6: 3 saranno impegnate dalle ore 6.00 alle ore 12.00 e 3 dalle ore 22.00 alle ore 6.00. La squadra addetta al lavaggio strade sarà operativa nella fascia notturna dalle ore 22.00 alle ore 6.00. Nell'area della festa sono stati inoltre posizionati 50 contenitori carrellati. Sempre nell'ottica di garantire la massima pulizia, l'Ufficio Ambiente ha consegnato questa mattina agli operatori commerciali assegnatari di posto e agli operatori del mercatino “Sapori in festa” presenti nella Villa comunale un kit e un vademecum per la corretta differenziazione e conferimento dei rifiuti.

Come lo scorso anno, il sindaco, la giunta e i dirigenti, in una task force informale, percorreranno nella mattinata dei tre giorni tutte le aree della festa per rinnovare agli operatori l'invito a fare il proprio meglio per la tutela del decoro della città e per la buona riuscita dei festeggiamenti.

Bari Piano Festival: concerto all'alba a Torre Quetta


di REDAZIONE - Domani, sabato 25 agosto, il concerto all’alba (ore 6.00) di Cesare Picco (pianoforte) aprirà la prima edizione del Bari Piano Festival, ideato dal Comune di Bari, promosso e organizzato da Teatro Pubblico Pugliese e dalla Fondazione Petruzzelli, con la direzione artistica di Emanuele Arciuli.

Dall’inimitabile stile che unisce jazz, world music e tradizione colta, Cesare Picco si esibirà in “Sunrise concert”. Pianista improvvisatore e compositore a suo agio tra i beat elettronici come tra i suoni di un’orchestra barocca, è da sempre esploratore di nuovi suoni e sperimentatore trasversale in ogni ambito musicale. È compositore per solisti e orchestre, quali Moscow State Symphony Orchestra, Berlin Chambers Soloists, I Virtuosi Italiani, creatore di progetti speciali legati al mondo dell’Arte (Whitney Museum di New York, Hara Museum of Contemporary Art di Tokyo, Hangar Bicocca di Milano).

L’evento, che inizierà alle 6 del mattino, è a ingresso gratuito fino ad esaurimento posti con entrata a partire dalle ore 5; i parcheggi di Torre Quetta sono a pagamento (3 euro) e saranno operativi a partire da un'ora prima dell'inizio dell'evento. Consigliato telo mare o cuscino.

Nell prima giornata del festival, dopo il concerto di Cesare Picco, il secondo appuntamento si terrà dalle ore 19 alle 23 al Parco 2 Giugno (Centro Futura-ingresso gratuito): una maratona di musica classica con dieci giovani e giovanissimi pianisti alle prese col grande repertorio “da Bach a ai nostri giorni”. Tradizione classica e romantica, fino al primo Novecento. Musiche di W. A. Mozart, N. Kapustin, A. Berg, A. Skriabin, F. Chopin, G. Ligeti, S. Spedicato, S. Rachmaninov, R. Schumann. D. Milhaud, J. S. Bach, S. Prokofiev, F. Mendelssohn. Presenta Livio Costarella. Si esibiranno, nell’ordine: Samuele Valenzano, Francesca Maria Villani, Simone Spedicato, Greta Lobefaro, Carlo Angione, Tecla Argentieri, Matteo Notarnicola, Laura Licinio, Leonardo Però, Maria Cristina Buono.

Il concerto di Torre Quetta apre il ventaglio di proposte del Festival che parte domani, sabato 25, all’alba, e si conclude domenica 2 settembre, sempre a Torre Quetta, con il concerto al tramonto di Marialy Pacheco al pianoforte.

Diversi i luoghi della città coinvolti dalla rassegna, da Torre Quetta a Largo 2 giugno, alla Basilica di San Nicola, al Fortino Sant’Antonio, il Chiostro di Santa Chiara, fino al Lido Adria Bari beach club e al Lido Il Trampolino, così come spazi segnati da pena e dolore: l’Istituto Tumori IRCCS Bari e la Casa Circondariale (concerti riservati agli ospiti delle due strutture più stampa e autorità. Previste dirette streaming su Facebook).

Autentica novità sono gli House concert, in case e circoli privati, su ingresso ad invito. Tre le maratone pianistiche previste, dopo quella di domani di musica classica con dieci giovani promesse (a Largo 2 Giugno), le altre due saranno al Chiostro Santa Chiara venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre, nell’ordine la Champions of Modern and Contemporary Piano, dieci protagonisti della musica moderna e contemporanea. Una maratona pianistica che coinvolge pianisti da tempo impegnati nella diffusione della musica colta contemporanea, con una scelta di musiche che coprono un ventaglio stilistico di grande varietà, dalle sperimentazioni ardite di Stockhausen e Crumb, fino alla musica da film, con i temi de “Il pianista sull’oceano” di Morricone eseguiti, in questa occasione, dall’interprete originale della colonna sonora. Suoneranno, Gaston Polle Ansaldi, Valeria Vetruccio, Ciro Longobardi, Loredana Scalcione, Victoria Terekiev, Domenico Di Leo, Angela Guasco, Andrea Rebaudengo, Agnese Toniutti, Gilda Buttà. Introduce Fiorella Sassanelli.

E la maratona Jazz con alcuni dei talenti più interessanti della scena attuale: nell’ordine, si esibiranno Massimo Colombo, Alessandro Di Liberto, Mario Nappi, Gianni Lenoci, Mirko Signorile, Luciano Troja, Elisabetta Serio, Livio Minafra. Con la presentazione di Ugo Sbisà. Previsti anche incontri tra musica e letteratura a cura delle librerie Laterza, Le Muse e Prinz Zaum (in allegato il programma completo).

Da ricordare dopodomani, domenica 26 agosto, ore 21.30 sul sagrato della Basilica di San Nicola / ingresso gratuito / in esclusiva europea, “Liaisons: Re-Imagining Sondheim from the Piano”, con al pianoforte Anthony de Mare, tra i maggiori interpreti della musica contemporanea americana. Musiche di A. Akio, W. Bolcom, R. I. Gordon, E. Beglarian, S. Reich, F. Hersch, W. Marsalis, D. Sheik, K. Bunch, T. de Mare, J. Heggie

Anthony de Mare, apprezzato dal The New York Times (“muscularly virtuosic, remarkably uninhibited performance [and] impressive talents”), con la sua versatilità ha ispirato oltre 60 compositori che hanno scritto per lui pagine importanti. Il titolo del concerto si rifà a Stephen Sondheim, uno dei massimi compositori americani di oggi, tra i più famosi autori di musical per Broadway, a partire da West Side Story di Bernstein, di cui scrisse il libretto. Le sue canzoni sono divenute immortali grazie a interpreti come Barbra Streisand, Liza Minnelli. Le composizioni presentate in questo progetto - ispirate alle canzoni di Sondheim - sono state composte espressamente per Anthony de Mare da musicisti di assoluta rilevanza internazionale. Il progetto è registrato su 3 cd da ECM.

Immortale Hieronymus Montisardui, già si pensa alla XX edizione


MONTESARDO (Le) - "Potevamo interrompere tutto questo?" sorride Agostino Laganà. I "Solisti Ambrosiani" (foto di Orazio Coclite) hanno appena aperto la prima serata della XIX edizione. Siamo nella Chiesa Madre di Montesardo, antico centro messapico dove il grande Girolamo Melcarne ebbe i natali. Una ruga dettata dall'incertezza si scioglie lentamente sul viso del "popolo del Montesardo" che ogni anno, verso la fine di agosto, giunge dall'Italia e anche dall'estero per ascoltare la sua musica immortale.

Quest'anno c'è stata un'attesa impensabile, il Festival di Musica Antica ha rischiato di interrompersi dopo diciotto anni. Il direttore artistico Doriano Longo che lo inventò e lo portò al successo non aveva segnali incoraggianti dal Comune.

E così con Laganà, gli ex sindaci Luigi Nicolardi e Cosimo Del Casale, e qualche altro appassionato, si è mosso con l'intenzione di proseguire il cammino e non deludere l'attesa di tanta gente arrivata nel paese.

Stanno costituendo un'associazione culturale detta appunto "Il Montesardo" e per la copertura delle spese hanno trovato aziende sensibili alla tematica della musica barocca: SE.Co (Alessano), RUSSO (Distribuzione bevande e alimentari), GEOPROVE srl (Ruffano), Hotel Colibrì (Alessano), TUA Assicurazioni (Alessano).

E così il Festival è partito tra gli applausi e i bis dei bravissimi "Solisti Ambrosiani" (Tullia Pedersoli, soprano, Davide Belosio, violino, Claudio Frigerio, violomcello ed Emma Bolamperti, cembalo).
"Risoluto son già" è stato il titolo del concerto di apertura, che ha proposto brani dall'opera di A. Caldara. Standing ovation e numerose chiamate del pubblico.



Longo ha detto che l'Associazione è aperta a tutti, vicini e lontani, aprendo di fatto agli amministratori comunali che forse hanno sottovalutato l'importanza di una Festival che da anni propone musica barocca e strumentisti e "voci" di fama mondiale, che per il ventennale Del Casale e Nicolardi vorrebbero richiamare:.Franco Pavan, Egon Mihailovic, Serena Scarinzi per citarne solo alcuni.

Ora il Festival prosegue (24 agosto) alla Masseria "Palummaru" col premio intitolato a Sergio Torsello per le produzioni letterarie di argomento musicale che l'anno scorso fu vinto da Attilio Cantore con l'opera "La Musica e la Grotta" (Editore Chimienti). Con interventi musicali su repertorio barocco di Anna Lucia Alessio (soprano), Miriam Baffi (violino), Maria Grazia Chiarito (tiorba) e Sergio De Blasi (cembalo).

Il 28 (Chiesa Madre di Alessano) sarà presentato in anteprima "Hieronymus Montisardui", il cd inciso dall'Ensemble di Terra d'Otranto: Angelo De Leonardis (basso), Doriano Longo (violino barocco), Luca Tarantino (chitarra spagnola e tiorba), Pierluigi Ostuni (tiorba), Christian Accogli (organo), bella cover di Nadia Esposito. Il lavoro è vincitore del bando "Puglia Sounds Record 2018".
Il 29 agosto si chiude con la "Cena Rinascimentale" al Larilò Piccolo Ristorante di Alessano, con ricette del periodo barocco di Christofaro Messisbugo (Venezia, 1557). 

Poi gli eventi legati al "Montesardo" continueranno anche in altri periodi dell'anno.

(ph credits: O.Coclite)

Festa del Mare: a Torre a mare arriva Matt Benyayer


BARI - Ancora musica elettronica internazionale per la Festa del Mare di Bari, con il secondo dei dj set targati Eremo Club. Domani, giovedì 23 agosto, alle ore 21.30, in piazza della Torre, a Torre a Mare, per la rassegna promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con Puglia Promozione e organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con il Comune di Bari, sarà la volta di Matt Benyayer che, con Thomas Edwards, ha dato vita nel 2009 al progetto londinese Dark Sky.

Il duo ha esordito nel 2014 con “Imagin”, disco seguito da una serie di collaborazioni, Ep e remix, tra cui “Crystalized” degli XX. “Othona” è il lavoro più recente dei Dark Sky che hanno lasciato da parte qualsiasi linea vocale per lavorare principalmente su ritmi cinematici, melodie e bassi pulsanti. Con questo nuovo album i Dark Sky si rivelano come innovatori e definitivamente parte integrante della famiglia Monkeytown, l’etichetta tedesca dei Modeselektor. Il trittico di dj set a Torre a Mare si completerà, venerdì 24 agosto, con Marco Guacci e il gran finale firmato RadioNorba, che è Media Partner della Festa del Mare.

Intanto, sempre domani giovedì 23 agosto, musica da ballare anche sulla terrazza del Fortino con il set “House of Vinyl Lovers” di Discipline Records per Bari Vynil Connection, l’esposizione di dischi a cura di Summit Club Bari che ogni sera, dalle ore 19 sino alle 2 di notte, è accompagnata da dj set e selezioni musicali rigorosamente in vinile. In consolle ci saranno Francesco Caiaffa, Piero Rosiello, Franco Fonato, ospiti Alex Palmieri e Loris Ligonzo.

Giuseppe Fiorello al SalinaDocFest con “Lettere a mio padre”



Giuseppe Fiorello sarà tra gli ospiti del SalinaDocFest (il festival in programma dal 13 al 15 settembre). L’attore presenterà il 15 settembre, nella piazza di Santa Marina, “Lettere a mio padre” dedicato alla memoria dei padri, in un lungo excursus che va dall’Italia dagli anni Cinquanta a oggi. A introdurre sul palco Giuseppe Fiorello al pubblico del Festival ci sarà Giovanna Taviani, fondatrice e direttrice del SalinaDocFest.

A fare da contrappunto al testo e alla voce di Giuseppe Fiorello, le miniere in Sicilia con le foto di scena daUn uomo da bruciare (1962), dedicato a Turiddu Carnevale (Gian Maria Volontè), il sindacalista siciliano ucciso dalla mafia tra le miniere di Sciara. E ancora le parole di Pasolini e il doppio volto del progresso con le immagini del petrolchimico di Gela e di Augusta. Da sfondo alcuni passaggi del celebre documentariol’Italia non è un paese povero di Joris Ivens (1960), ad oggi uno dei lavori più significativi dell’epoca per il ritratto che offre dell’Italia a cavallo tra gli anni della ricostruzione e quelli del boom economico, scritto dal grande documentarista olandese in collaborazione con i Fratelli Taviani e Valentino Orsini.

Non potrà mancare tra i temi che saranno affrontati l’emigrazione italiana per ricordare quando gli emigranti eravamo noi, da sempre uno dei temi centrali del SDF, che quest’anno mette in campo la COMUNITA’ e l’urgenza di ricostruire un orizzonte comune di intesa e di empatia, che ci facciano riscoprire uniti, ricordando come eravamo, come siamo e come saremo. Ad accompagnare il testo e il canto, le immagini di repertorio da alcuni grandi film del cinema italiano dedicati all’emigrazione dei nostri nonni e dei nostri padri. Ma anche le immagini di repertorio della Panaria Film, la prima casa di produzione dedicata al documentario subacqueo che ebbe sede proprio qui a Salina, con i suggestivi fondali delle Eolie, le eruzioni dello Stromboli e le montagne di pomice bianca dove lavoravano i cavatori di pietra.

Alla regia il supporto di Mario Incudine, da quest’anno collaboratore alla direzione artistica per la parte spettacoli del SalinaDocFest insieme a Giovanna Taviani. A Giuseppe Fiorello sarà consegnato, durante la cerimonia conclusiva del festival, il prestigioso Premio Irritec che annualmente premia una personalità d’eccellenza legata alla Sicilia (SICILIA.DOC) e sarà consegnato da Giulia Giuffré – marketing director del gruppo Irritec.

Il SalinaDocFest è promosso da Comune di Santa Marina, Comune di Malfa e da Salina Isola Verde – Associazione Albergatori di Salina. Con il sostegno del MiBACT Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Cinema – è realizzato nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Cinema, Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, Sicilia Film Commission, in collaborazione con il Comune di Palermo, l’Università degli Studi di Messina, Città di Enna – Vento di Cultura, UNHCR, Cidi Palermo, Associazione Carta di Roma, 100 Autori, Doc/it, AMC, AFIC, Apollo 11, il Portale del Documentario e con una rete di partenariati e gemellaggi con alcuni tra i principali festival e realtà internazionali e nazionali dedicate al documentario.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia