Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Eventi. Mostra tutti i post

Ostuni: dal 4 luglio la 26esima edizione di "Un'emozione chiamata libro"


OSTUNI (BR)
- La Città Bianca è pronta. Anche quest’anno per il 26esimo anno consecutivo torna "Un’emozione chiamata libro", nata nel 1996 la rassegna ha visto tra i protagonisti tutti i più grandi autori del panorama nazionale ed internazionale.

L’edizione 2022 è stata affidata dalla commissione di gestione straordinaria e dall’ufficio cultura del Comune di Ostuni all’associazione "Una Valle di Libri". Tra gli organizzatori dell’evento la libreria "La Bottega del Libro" di Francesco Taliente e la New Music Promotion di Vincenzo Gianfreda che con Apuliawebtv ha realizzato l’evento, con il sostegno del Comune di Ostuni – Cultura e Turismo.
Un programma ricco di iniziative culturali e talk dedicati soprattutto all’attualità, si parte il 4 luglio con il giornalista Nello Scavo che insieme alla prof.ssa Francesca Spiegarelli, ci parleranno del centro del conflitto che sta attanagliando l’Europa, quello di "Kiev", l’introduzione della serata è affidata al prof. Pierangelo Buongiorno. Il 5 luglio, alle 21.00, ospite della rassegna sarà la giornalista del TG2 Carola Carulli, che presenterà insieme alla giornalista di TeleNorba Pamela Spinelli, il suo primo romanzo "Tutto il bene, tutto il male", il 6 luglio spazio alla strage di Via D’Amelio con il giornalista del Corriere della Sera Giovanni Bianconi, che dialogherà con il giornalista ostunese Francesco Roma. Giovedì 7 luglio 2022, una serata dedicata ad Emergency in ricordo di Gino Strada con Simonetta Gola che presenterà "Una persona alla volta", dialogherà con l’autrice l’assessore alla cultura del comune di Brindisi Emma Tavari. Venerdì 8 luglio, alle 17.00 presso Palazzo Roma, sarà ospite il prof. Matteo Bassetti che ci parlerà del mondo dei virus, alle 20.30 sul palco del chiostro invece, salirà l’ex sindaco di Brindisi Giuseppe Marchionna che ci proporrà il suo nuovo romanzo giallo dal titolo "La provvigione del diavolo", dialogherà con l’autore il blogger Mimmo Turrisi, alle 21.30, sarà la volta del giornalista sportivo Lorenzo Sani che ci parlerà di Taranto con il libro inchiesta dal titolo "Scamunèra", poi spazio alla palla a spicchi, dialogherà con Lorenzo Sani, lo storico il capitano del basket ostunese Donato Avenia. Sabato 9 luglio alle 20.30 viaggio nel modo di Elisabetta Seconda con la giornalista del TG1 Ilaria Grillini che dialogherà con Maricetta Pomes, si affronteranno i principali temi legati a "Buckingham Palace", alle 21.30 in anteprima per la Puglia, Gianluca Arrighi presenta il legal thriller "La casa sul fiume", dialogherà con l’avvocato ostunese Maurizio Sansone.
Dopo la prima settimana, la rassegna ripartirà martedì 12 luglio alle 21.00 con la presentazione del libro "Titanic" del prof. Vittorio Emanuele Parsi che dialogherà con la prof. Annarosa Gallo, temi dell’incontro l’attualità politica, italiana ed estera. Il 13 luglio, alle 20.30, in anteprima nazionale sarà presentato il libro di Teresa Petruzzelli "Una Bella Famiglia", l’autrice pugliese dialogherà con Maria Concetta Velardi, alle 21.30 sarà il tempo degli anni d’oro della musica con Luca De Gennaro, conduttore di Radio Capital che ha scritto "Pop Life – i cinque anni d’oro della musica", a presentare la serata sarà il cantautore pugliese Emanuele Barbati. La rassegna prosegue giovedì 14 luglio con Mattia Corrente che presenterà "La fuga di Anna" e successivamente Claudia Conte ci racconterà "La legge del cuore", una storia di forza interiore e di riscatto, di giustizia e di libertà ambientata negli anni '70. La rassegna si chiuderà il 15 luglio con Fiorenza Sarzanini che presenterà con Mariflo Magli il suo libro sul tema dell’anoressia "Affamati d’amore", alle 21.30 ospite della kermesse l’on. Lucia Azzolina che con Giuseppe Semeraro ci parlerà del mondo scuola e della sua esperienza con ministro.
"Siamo soddisfatti per aver ricevuto questo incarico dalla commissione prefettizia e dall’ufficio cultura – sottolinea il direttore artistico Flavio Cellie – questa è una rassegna che ho sempre seguito con passione fin dai primi anni, oggi per me realizzarla è un sogno che si realizza. Il nostro ringraziamento in primis va alla gestione commissariale e al dott. Giovanni Quartulli per la possibilità, ma anche a tutti i collaboratori, come Fabrizio Monopoli, Giovanni Anglani e tutti i volontari che ruotano intorno ai progetti dell’associazione culturale una “Valle di Libri”. Un ringraziamento alla New Music Promotion che produce il festival e tutte le aziende che lo sostengono con i loro servizi. Abbiamo lavorato e stiamo lavorando per rilanciare il progetto di Un’emozione chiamata libro, un festival che si tiene ininterrottamente da 26 anni nella Città Bianca".
Tutti gli eventi e gli aggiornamenti sul festival li trovate sul sito internet www.unavalledilibri.it.

Premio Apulia Voice: al via la quinta edizione


 Arriva a Taranto la finalissima del Premio Apulia Voice, in una delle più suggestive location della città, il Teatro Orfeo, che negli anni ha ospitato artisti del panorama nazionale ed internazionale. Le serate della finali saranno il 28 e 29 Luglio 2022. I28 Luglio la finale degli interpreti.

A presentare Veronica Pellegrino, speaker di Radio Norba, che torna sul palco del Premio dopo l'esperienza dell'edizione del 2019. La serata del 29 Luglio vedrà protagonisti i cantautori con i loro inediti. Sul palco come presentatrice sarà invece Claudia Cesaroni, anche lei speaker di Radio Norba, prima volta per lei sul palco del Premio. 

Esperienza unica e di formazione e la possibilità di venire a contatto con gli esperti del settore, per opportunità concrete di carriera.

Brindisi: il 9 luglio il maestro Carmine Iaia organizza il "Festival dello Sport" sui corsi e nelle piazze principali


BRINDISI
- Lo sport brindisino invade il centro città, le società del Capoluogo Adriatico e della sua Provincia nelle piazze e sui corsi per una serata dal sapore agonistico.

L’iniziativa, in programma sabato 9 luglio 2022 dalle ore 20:00 fino alle ore 23:00, prende il titolo di "Festival dello sport – I Edizione", ideato e organizzato dal Maestro Carmine Iaia con il coinvolgimento delle società sportive brindisine di Uniti per lo Sport ed il patrocinio del Comune di Brindisi.
In un percorso ideale che partirà da Piazza Cairoli e si snoderà su Corso Umberto e Corso Garibaldi, passando attraverso Piazza della Vittoria, istruttori, allenatori, maestri ed esperti delle più disparate discipline, saranno a disposizione dei cittadini presenti per offrire loro esperienze dirette con il proprio sport preferito, di cimentarsi in prove sportive con cui si pensa di avere meno affinità o addirittura sperimentarne di nuove. Laddove necessario saranno le stesse società coinvolte a fornire l’attrezzatura per coloro che vorranno partecipare.
Ancora una volta sarà il pubblico il vero protagonista dell’evento, in quella che trasformerà nuovamente una vasta area della città in una vera e propria palestra a cielo aperto. Già numerose e differenti le società che hanno confermato la loro presenza si tratta di Boxe Iaia Brindisi, l’ASD 40 Nodi del Presidente Emilio Morocutti, la società Atletica Mesagne di Giovanni Guarini, la società Aurora Basket di Fabio Minieri, BDL Escule de baile del maestro Ciccio Laveneziana, il Black Deer SoftAir dell’Istruttore Fabio Fontò, la società Casale Volley 3 dell’Allenatore Claudio Scanferlato, Endpoint skateboard di Ivan Simone, la Ginnastica La Rosa dei maestri Barbara e Luigi Spagnolo, la Gold Team TaeKwonDo del maestro Marco Cazzato, l’Invictus Fight Lab KickBoxing del maestro Mino Gorgoni, Padma scuola di Yoga di Claudia Tulsi Lovato, la Società Street Tango del maestro Alessandro De Virgilio, l’Asd Studio Dance Brindisi della maestra Laura Zicola, la Società Tango Levante della maestra Ilaria Caravaglio e la palestra Wellness Studio Officina del Corpo di Fabio Scarano.
La partecipazione è aperta ad altre associazioni sportive di Brindisi e provincia, per aderire richiedendo, a titolo assolutamente gratuito, il posizionamento nell'area dell'evento o semplicemente chiedere informazioni più dettagliate è possibile contattare direttamente il maestro Carmine Iaia al numero 3479428957.

Carovigno: giovedì 23 giugno lo scoprimento del busto di Salvatore Morelli nella Biblioteca Comunale


CAROVIGNO (BR)
- Proseguono gli eventi nella città di Carovigno: giovedì 23 giugno 2022 alle ore 10.30, presso la Biblioteca Comunale, si terrà lo scoprimento del busto in ricordo dell’illustre carovignese Salvatore Morelli, che andrà a impreziosire le sale studio della biblioteca a lui intestata.

La cerimonia avverrà alla presenza della Commissione Straordinaria del Comune di Carovigno e del Comitato Civico Cittadino Salvatore Morelli di Carovigno con Primarosa Saponaro (Portavoce) e Vito Uggenti.
L’opera, realizzata dall’artista romano Andrea Fogli, è la copia del busto di Morelli, presente nella "Sala delle Donne" alla Camera dei Deputati dal 2017, con la presidenza dell’onorevole Laura Boldrini.
Salvatore Morelli (Carovigno, 1824-Pozzuoli, Napoli, 1880), avvocato, patriota, consigliere comunale di Napoli due volte, deputato per quattro legislature per il Collegio di Sessa Aurunca (Caserta), pubblicista e saggista, noto e apprezzato da grandi personalità italiane e straniere (Mazzini, Garibaldi, Victor Hugo, Stuart Mill), concentró la sua riflessione e scrisse sulla storica diseguaglianza civile, sociale e politica tra uomo e donne e si battè fino alla morte nel parlamento e nel paese per i diritti sempre negati alle donne, con profetiche proposte di legge, che costituiscono il nostro attuale diritto di famiglia del 1975. Il suo libro memorabile "La donna e la scienza", edito a Napoli nel 1861, è il fondamentale testo storico dell’emancipazione della donna. Ebbe Carovigno sempre nel cuore e ad essa dedicó il suo primo scritto, edito a Napoli, sulle sue belle tradizioni e in particolare sulla festa della Madonna del Belvedere.
Interverranno la Commissione Straordinaria del Comune di Carovigno e il Comitato Civico Cittadino S. Morelli di Carovigno con Primarosa Saponaro (Portavoce) e Vito Uggenti (che hanno proposto con tenacia questa iniziativa del Busto), lo scultore Romano Andrea Fogli (Artista autore del Busto) e Nicola Terracciano, presidente dell’associazione culturale "Risorgimento Napoletano".

Francavilla Fontana: presentati i principali eventi dell’estate francavillese


FRANCAVILLA FONTANA (BR)
- Samuele Bersani, Malika Ayane, La Municipàl con il progetto Mundial, Yuman, Nino Buonocore, Banda della Guardia di Finanza, Road to Battiti, Anime – talenti emergenti, Francavilla è Jazz e Festa Patronale. Ecco i principali eventi con ingresso gratuito promossi dall’Amministrazione Comunale per l’estate francavillese.

"Francavilla Fontana è pronta per i grandi eventi. Abbiamo creduto da subito – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – nell’enorme potenzialità di Piazza Giovanni XXIII nell’accogliere appuntamenti di portata nazionale. In queste giornate Francavilla Fontana ospiterà complessivamente migliaia di persone con ricadute importanti per l’economia cittadina".
La scena sarà aperta da Nino Buonocore martedì 21 giugno alle 21.00 con un concerto in occasione della Festa della Musica. Venerdì 24 giugno sarà la volta di Road to Battiti, il format di Radionorba con due ospiti internazionali a Francavilla Fontana che andrà in onda su Italia Uno il prossimo 3 luglio.
Sabato 2 luglio alle 21.00 è il turno di Anime – Talenti emergenti, una serata evento a cura di Radio AntennaSud, che vedrà sulla scena i giovani artisti francavillesi Ludovico Nisi, Velia, Adriano Saponaro, Scanfrawer, Giovanni Candita, Aita, Desiree D’Amuri, Turba, Rocky G. Vox e Chala DZ.
Domenica 10 luglio alle 21.00 forti emozioni per il ritorno in Città del Maestro Dario Di Coste che guiderà la Banda Nazionale della Guardia di Finanza con un repertorio dedicato alla sua Città. Sabato 16 luglio alle 21.00 doppio concerto in Piazza Giovanni XXIII con le sonorità de La Municipàl che presenterà nella stessa serata il progetto Mundial che vedrà sul palco Carmine Tundo, Roberto Mangialardo e Alberto Manco. Le emozioni proseguiranno con l’artista Yuman, protagonista dell’ultimo Festival di Sanremo con il brano “Ora e qui”.
Mercoledì 10 agosto vivremo “dentro al Replay” con l’atteso concerto di Samuele Bersani che porterà a Francavilla Fontana i grandi classici della sua carriera e i brani dell'ultimo album, da Harakiri a Chicco e Spillo, da Il tuo ricordo a Spaccacuore, e ancora Le Abbagnale, Pixel, Le mie parole, Mezza Bugia, Psyco, Coccodrilli. Una serata da vivere sotto le stelle in compagnia di uno dei talenti più cristallini della musica italiana.
Dal 3 al 6 settembre tornerà Francavilla è Jazz. Il programma integrale dell’edizione 2022 sarà svelato nei prossimi giorni. In attesa di conoscere i dettagli della manifestazione, il Direttore Artistico Alfredo Iaia ha annunciato la presenza del grande Tullio De Piscopo.
Dal 13 al 15 settembre la Festa Patronale finalmente tornerà nelle strade e nelle piazze della Città.
A chiudere i grandi eventi di Piazza Giovanni XXIII giovedì 15 settembre sarà Malika Ayane con il suo Malika Summer Tour che porterà anche al Centro delle Terre d’Otranto i grandi classici dell’artista milanese – Come foglie, Tre cose, Il tempo non inganna, Adesso e qui (nostalgico presente), Senza fare sul serio, Tempesta, Ti piaci così – e i suoi ultimi successi.
"L’offerta dell’estate francavillese non si esaurisce qui. A questi appuntamenti si aggiungeranno – conclude l’Assessora Angelotti – il cinema, la danza, le presentazioni di libri e tante sorprese per i bambini. A contribuire al successo del cartellone ci saranno anche le iniziative promosse dal Comitato degli esercenti del centro storico che a breve renderanno noto il loro programma musicale che animerà piazzetta San Marco e le strade limitrofe".
Il cartellone estivo è stato presentato venerdì 17 giugno in piazzetta San Marco nel corso di un incontro pubblico cui hanno preso parte il Sindaco Antonello Denuzzo, l’Assessora Maria Angelotti, il direttore artistico di Francavilla è Jazz Alfredo Iaia, la curatrice dell’evento Anime Claudia Turba ed il ristoratore Carlo Cinefra, portavoce del Comitato Centro Storico composto dalle attività Attrattoria, Prince, Bracito e Napule.

Donato Carra: il 6 luglio la presentazione del suo nuovo libro "Tra ricette e bon ton"


BARI
- A distanza di due anni dalla pubblicazione dell’ultimo libro "Gastronomia la grande evoluzione", arriva una nuova opera gastronomica dello chef Donato Carra: "Tra ricette e bon ton".

La presentazione il 6 luglio alle ore 20,00 nella sala S. Giuseppe del Redentore Salesiani di Bari. A presentare l'ultima opera letteraria dello Chef l'assessore alla Cultura del comune di Bari Ines Pierucci.
Prima la frutta o prima il dolce? Con le mani o con la forchetta? Chi non ha mai sentito parlare di galateo a tavola? Applicarlo o meno è una scelta personale, ma è sicuramente positivo conoscerne le basi qualora fossimo improvvisamente ospiti in una situazione molto formale. Lavarsi le mani prima del pasto, eliminare tablet e cellulari dalla tavola, evitare di emettere troppi rumori durante la masticazione, chiedere il sale alla padrona di casa, versare da bere prima agli altri e poi a se stessi.
Ecco alcune delle buone norme più famose del galateo a tavola che troveremo in questo libro.

D. Ma esiste anche un galateo dedicato esclusivamente a quello che mangiamo?

R. "Ovviamente sì - commenta lo Chef - e in questo testo vi parlerò di quello che riguarda non solo il bon-ton a tavola . ll bon ton rappresenta per alcuni un codice di comportamento inderogabile, mentre altri guardano con un sorriso all'etichetta con le sue dettagliate norme che sembrano superate dai tempi. Per non essere vittime di pregiudizi dovremmo però ricordare l'origine del galateo, tornando all'epoca rinascimentale nella quale è nata la prima opera interamente dedicata al bon ton. Ci riferiamo ovviamente al trattato scritto dal celebre monsignor Giovanni della Casa, artefice del "Galateo ovvero de' Costumi", un libro che fin dal titolo ci ricorda come le buone maniere rappresentino uno specchio della società, oltre che un modo per vivere nel modo migliore la propria epoca".

D. Dovremmo, quindi, vedere il bon ton come un'ancora di salvezza piuttosto che una rigida gabbia creata per imporre regole su come usare le posate, stringere le mani, scrivere biglietti di ringraziamento ed indossare cappelli?

R. "Assolutamente! Il galateo ci aiuta ad evitare imbarazzi e magari a fornirci qualche utile suggerimento quando mancano le idee di fronte ad un biglietto d'auguri da riempire o a un regalo d'acquistare. Per esempio il compito d'ordinare al ristorante o d'aprire la portiera dell'auto alla signora, sono tutte regole considerate superate dai tempi, nonostante tutto vi sono alcune pratiche con le quali è molto utile avere dimestichezza per comportarsi nella maniera migliore nel corso della vita quotidiana. Queste regole ci aiutano a stare in società, a dare una buona impressione di noi, in una cena di gala, all'estero, in ogni occasione con altri, specie se formale, anche nella routine di tutti i giorni. E' meglio allora fare un ripasso, tramite questo testo, un inciampo può cambiare spesso il corso degli eventi".

D. Chef la mise en place con il tempo, è diventata un po' meno complessa: tavolate sovraccariche di oggetti non vanno più di moda, si apprezza molto di più una tavola preparata con cura ma minimale, che ne pensa?

R. "Ecco, in quelle occasioni un adeguato comportamento a tavola non è solo una questione di buona educazione, il Galateo ci viene in aiuto. Il bon ton prevede infatti precise regole da rispettare. Possono esser applicate con minor rigore in base al tipo di commensali presenti - ad esempio se ci sono bambini - ma in ogni caso ci sono alcuni dettami più elementari che non è possibile non seguire".

Quindi non ci resta di attendere il 6 luglio e scoprire le tante regole applicate e le sue nuove ricette inserite nel libro. Un appuntamento da non perdere!

'Nel segno dell’Umanità', successo di pubblico al Circolo Unione per l'evento nel segno dell'ambiente e della salute

BARI - Venerdì 3 giugno nella sala delle Muse del Circolo Unione ha avuto luogo il Simposio dall’emblematico titolo “Nel segno dell’Umanità. Diventando artigiani della gioia e del positivo per la tutela dell’ambiente, della salute, della vita promuovendo l’equità“, ideato e promosso dall’Associazione Crocerossine d’Italia Onlus Sezione di Bari d’intesa con la Associazione Nazionale Medici Cattolici e la Federazione Europea medici cattolici. Il moderatore, dott. Renato Piccoli, giornalista di Rai 3, dopo sua breve introduzione e il saluto a tutti gli intervenuti, Autorità Civili e Militari e Presidenti delle Associazioni che hanno patrocinato il Simposio ha invitato il Maestro Francesco Schirò ad eseguire il brano da lui composto e dedicato alle Crocerossine d’Italia Onlus pubblicato insieme ad altri brani musicalmente arrangiati e composti dalla prof.ssa Adriana De Serio nel libro interculturale “Le mani delle madri”, a cura di Santa Fizzarotti Selvaggi con la collaborazione Grazia Andidero e Nadine Vadjo Akré, edito dai tipi di Schena per l’Associazione Crocerossine d’Italia Onlus Sezione di Bari.

Subito dopo sono intervenuti per un breve saluto il Dott. Giacomo Tomasicchio, Presidente CIRCOLO UNIONE, la Delegata del Sindaco D.ssa Loredana Battista – consigliera per le politiche di contrasto all’emergenza sanitaria trasfusionale e la promozione della donazione, la Prof.ssa Maria Candela, Prorettore, Delegata del Rettore, il Dott. Franco Vavalle – Delegato della FNOMCeO, nonché Vice Presidente dell’Ordine dei Medici di Bari.

E’ poi intervenuta Santa Fizzarotti Selvaggi, Vice Presidente nazionale dell’Associazione Crocerossine d’Italia Onlus, su “Le ragioni del Simposio” porgendo al foltissimo pubblico il saluto della Presidente Nazionale Mila Brachetti Peretti e di tutti i Soci e le Socie. Così si è espressa “Forse avremmo dovuto intitolare il Simposio “Il mosaico della felicità” o della “gioia” che non è certo un concetto borghese. Questo Simposio “Nel segno dell’Umanità è fondato su quattro parole chiave: ambiente, salute, equità, vita. In questa realtà assai complessa in cui si tende purtroppo non solo al pensiero unico ma al pensiero binario “l’impegno di un singolo individuo può fare la differenza”. Ma il nodo della questione, nel nostro tempo, riguarda le nuove istanze delle varie e complesse realtà sociali e culturali e, dunque, la possibilità di “fare la differenza” all’interno di una visione altra della “differenza” come tale.
Oggi, infatti, con più raffinati e sofisticati strumenti, le «sofferenze che l’essere umano provoca al suo simile» sono infinite e talvolta indicibili… L’Umanità è il principio unificatore che tende a far sì che l’uomo diventi Uomo, a trascendere la sua stessa natura. Noi, invero, abbiamo per quanto possibile il compito di illuminare le forze inconsce che sottendono la Storia dell’Uomo per facilitare lo sviluppo della Coscienza. È fondamentale, dunque, ricostruire un ponte fra gli eventi della storia e l’humanitas: il terreno fecondo dell’incontro, fra esseri umani, fra un Io e un Tu.La Solidarietà, infatti, si nutre dell’Umanità, dell’humus materno, vale a dire della condivisione, di un fare efficace, del formare, del creare e nascere insieme all’Altro: una “Poiesis” che genera la luce del mondo all’interno della quale ognuno cerca se stesso. Ed è così che dalla sofferenza può nascere la gioia facilitando il sentimento di un’epoca di avvento, foriero dell’inedito che può cambiare il corso della storia umana.

Il moderatore cede dunque la parola a Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Giuseppe Satriano salutando e ringraziando per aver accolto l’invito a tenere la Lectio Magistralis. Si è trattato di una Lectio colma di contenuti di una straordinaria profondità di pensiero che ha messo a fuoco la relazione tra gli esseri umani. Padre Arcivescovo ha sottolineato la necessità di essere custodi del Creato, tutelando la salute, la vita, l’ambiente. E, citando San Paolo, ha affermato la necessità di vivere l’esperienza dello Spirito, di lasciarsi pervadere dall’amore di Dio. La gioia è segno della presenza del divino nella vita dell’uomo, come scritto anche da Papa Francesco. Si è poi soffermato “sullo sguardo di Gesù ricco di tenerezza materna che va a cogliere la stanchezza dei suoi che spesso è la stanchezza di tutti noi. Per Lui viene prima di tutto la persona, a Lui interessa ciò che siamo, e chiede ai suoi Apostoli di prendersi un po’ di tempo tutto per loro: il tempo per vivere! Li vuole felici, come suggerisce l'omonimo testo poetico di Pablo Neruda. Prendersi del tempo per vivere e per pregare". Sono stati quaranta minuti pieni di saggezza, di profonda e intensa religiosità che lega tutti noi al Cielo lungo la via della gioia e della speranza.
Il Crest dell’Associazione Crocerossine d’Italia Onlus Sezione di Bari è stato consegnato a Padre Arcivescovo dalla piccola Angela Brescia.

E’ poi intervenuto il noto P.M .Dott. Michele Ruggiero che ha sottolineato l’importanza del Coraggio in questa epoca difficile in cui la crisi bellica e finanziaria sta impoverendo le famiglie con una inflazione simile a quella di trenta anni addietro. Una crisi che sta generando sfiducia dei cittadini nello Stato, nella politica. Perché “ci sia una palingenesi, - afferma il Dott. Ruggiero, e cioè una rinascita occorre essere capaci di dirsi le cose come stanno: a partire dal fatto che le politiche praticate a livello planetario non hanno al centro l’ interesse dell’uomo e per l’uomo, gli interessi economici e finanziari di alcuni uomini, ma di alcuni Paesi portati a egemonizzare altri Paesi. Nei settori strategici per la sopravvivenza stessa dell’uomo - quali l’approvvigionamento di energia, la tutela dell’ambiente, i sistemi sanitari - stentano a decollare politiche centrate sull’uomo, prevalendo sempre e su tutto le ragioni della produzione.
Renato Piccoli ha invitato il Prof Filippo M. Boscia, Presidente Nazionale AMCI che così si è espresso ”Penso che non si debba restare in silenzio o disertare il dibattito sui temi che caratterizzano questo profondo cambiamento d’epoca che stiamo vivendo. Come cittadini di uno stato democratico, partecipi della vita civile e fedeli interpreti di regole giuste ed equilibrate, dobbiamo dar risposta ad ogni vita fragile, ad ogni vita che ci sollecita l’adempimento della “Custodia, nel segno dell’umanità”. Essere artigiani della gioia e del positivo per la tutela dell’ambiente, della salute, dell’ambiente dovremmo innanzitutto essere presi dalla con-passione. Chi soffre va aiutato a ritrovare le ragioni di vita, ma il mondo intero rivendica il diritto di essere custodito e se saremo capaci di custodire gli altri, saremo in grado anche di custodire il Creato. La pandemia ci ha profondamente colpito e ferito ed ha esasperato situazioni di povertà e fragilità, creando instabilità sul nostro esistere, sbugiardando le nostre tante insicure convinzioni. Il virus ha sferzato ogni humus vulnerabile e oggi ci fa molto riflettere sui nostri stili di vita, ma soprattutto su quei perniciosi atteggiamenti che ci pongono in concorrenza, spesso sleale, gli uni con gli altri. La verità fondamentale che dobbiamo tener presente è che non siamo creatori di noi stessi e del nostro habitat ma siamo creature”.

Successivamente il Dr. Vincenzo De Filippis, presidente Federazione Europea Associazioni Medici cattolici ha evidenziato” il valore della compassione nel processo di umanizzazione. La compassione è lo stile di Dio e, quindi, dovrebbe essere lo stile di ogni credente: nel ribadire i valori cristiani bisogna sempre aggiungere uno sguardo di compassione, che diventa prossimità, condivisione, accompagnamento, sguardo che si specchia nell’altro. La compassione restituisce dignità a chi ha sbagliato (parabola del figlio prodigo), cura e si prende cura senza distinzioni (parabola del buon samaritano), va oltre e talora viola le consuetudini (parabola del lebbroso guarito), offre riflessioni e letture nuove (parabola di Gesù che insegna alla folla che appariva £gregge senza pastore”). La compassione è la esplicitazione di vita della fratellanza universale (Cfr. Enc. Fratelli tutti) e dell’appartenenza all’unico Padre, che è misericordioso con ciascuno di noi. Nella compassione lo stile, quindi, per riumanizzare le relazioni tra le persone, il creato, il presente ed il futuro dell’umanità”.
Padre Mariano Bubbico - cappuccino e psicologo della Comunità Francescana di Bari. ha detto “ Questo titolo mi commuove, penso all'umanità e vedo dove si trova questa umanità oggi: Ci dobbiamo scoraggiare? NO, Credere, sperare e agire aspettando dei profeti che possono amare le persone e la natura tutta. Francesco, dopo l'esperienza con il Cristo Crocifisso di San Damiano e l'incontro con il lebbroso rivoluziona la teologia della creazione: sente dentro il suo cuore il senso dell figliolanza divina e si sente fratello di Gesù, fonda la vita in fraternità con i primi compagni, e conoscendo Chiara si sente fratello con lei e con le sue consorelle. Con il tempo si sente fratello di uomini e e donne che incontra nel suo cammino esistenziale. Cammin facendo questo senso di fratellanza lo estende agli animali, alle piante, alla natura tutta. Francesco, dopo una notte di sofferenze per le notevoli sofferenze agli occhi e all'intestino, al mattino invece di lamentarsi, chiamò il frate Leone e gli suggerì il Cantico DELLE CREATURE. Il Cantico delle creature ha segnato non solo l'INIZIO della storia della letteratura italiana, ma anche la storia della spiritualità”.

Il moderatore ha poi ringraziato tutte le Associazioni presenti, tra cui la Comunità Greca di Bari e le Istituzioni che hanno concesso il Patrocinio come per esempio la Città di Bari, l’Università degli Studi Aldo Moro - Bari, gli Enti, le Associazioni e il Circolo Unione.
In chiusura la Prof. Adriana De Serio, con la Nuova Armonia Band, ha eseguito tre brani tra i quali” La vita è bella”. Santa Fizzarotti Selvaggi ha poi concluso ringraziando tutti i presenti, le Autorità, i Soci e le Socie, gli Amici, che hanno collaborato sempre con grande passione tra i quali Eleonora Attimonelli, Angela Brescia, Rita Caldarola, Rosalba Manfredi e la Responsabile della Sezione di Bari Grazia Andidero. Grata al prof. Filippo Maria Boscia e al dr Vincenzo De Filippis per la intensa collaborazione senza la quale non si sarebbe potuto realizzare l’incontro , ai relatori, agli Artisti, alle Associazioni che hanno condiviso pienamente l’idea del Simposio.

Gratitudine in primis a Sua Eccellenza Rev.ma Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Bari Bitonto, per aver accolto l’invito con la sua Lectio Magistralis e il cui sorriso invita noi tutti, ospiti della Creazione, alla Speranza, quale password del futuro nel suo accadere trasformativo.

Salone del Mobile: il Giornale di Puglia all'evento 'Humano'', alla scoperta dell’arte digitale di Joaquin Morodo



MILANO - Al Fuorisalone di Milano ci sarà l'evento HUMANO, una “passeggiata” multisensoriale audio visiva nell’arte digitale di Joaquin Morodo.  Il progetto espositivo supportato da The Way Magazine è curato dallo studio di Entertainment Architecture, BE.ON DVYSION. Partner tecnici del progetto sono CDS cloudsolutions, giovane e dinamica società di digital innovation e design. 

Nel cuore del distretto del design italiano, al centro della nuova sede, storico convento del 1600 da poco inaugurata come quartier generale delle società di Roseto, Corso Garibaldi 95, apre la Roseto Design Square. L’esperienza si snoda tra la raffinatezza di un percorso museale e la dinamicità di un gesto installativo contemporaneo, minimalista e volto al near future. Lo storytelling audio-visivo della NFT Digital Gallery guiderà il visitatore attraverso lo spazio cadenzato da 10 opere, alla scoperta di una mirror box immersiva in cui riflettersi nella visione dell’artista. Il percorso di architettura e design si inserisce al centro della filosofia architettonica del gruppo Roseto, in una nuova visione di volumi, luce, tecnologia e funzionalità in cornici di sicurezza e riservatezza d’eccellenza. 

L’experience sarà accompagnata da uno storytelling sonoro targato The Glaze Friendz , la band sperimentale di cui l’artista è front man e lead singer. 

Il nostro quotidiano online avrà l'occasione di scoprire il mondo dell'artista spagnolo Joaquín Morodo. 

Joaquín Morodo, artista, racconta: “Ho lavorato a dieci paesaggi visivi ispirati dal concetto di tempo e spazio. Ogni lavoro è rivolto all’umanesimo, imbevuto dell’influenza artistica di secoli e tradotto in forme secondo ordine cronologico. Volevo che la mostra fosse un’esperienza sia visiva che sonora, vissuta come un viaggio dal 1500 alle avanguardie artistiche contemporanee, da Domínikos Theotokópoulos “el greco”, pittore ufficiale della corte spagnola, ad Andy Warhol e Basquiat. Dalí, Murillo, Delacroix, Da Vinci, Rubens”. Il riferimento alla Spagna, luogo natale dell’artista, è presente in ogni passaggio. La tecnica usata da Morodo è digital art con scansioni di fotografie analogiche e dipinti con varie divagazioni, dallo spray, all’olio, agli acquarelli. Ogni singola opera di Humano è direttamente collegata ad un NFT. 

Joaquín Morodo Garcia, classe 1984, artista e imprenditore nato a Madrid in una famiglia di umanisti, politici, artisti e sociologi. Da oltre vent’anni collabora con il mondo della moda e del lusso, tra gli altri vanta importanti esperienze professionali con Gucci, Etro, Dolce Gabbana, Canali, Kiton, Bally, Giorgio Armani, Loro Piana, Larusmiani, Belstaff, Ferrari, Lamborghini, Esteē Lauder, L’Orèal, Brunello Cucinelli e una lunga lista di nomi di rilievo nei settori luxury tessile, beauty e fashion.
 
L’artista si considera un amante dell’eco-sostenibilità, del pianeta, della natura e della bellezza fisica, morale e architettonica in tutte le sue forme. È stato membro dell’Ateneo de Madrid ed è coinvolto in numerose iniziative sociali a difesa dei diritti umani.


Il CEO di Roseto Giuseppe Sciarrillo sottolinea: “Per il nostro gruppo si tratta di un’occasione unica di partecipare alle 60esima edizione del Salone del Mobile con un evento dal vivo, presentando il progetto Humano dell’artista Joaquin Morodo attraverso una Digital Art experience. La nostra attività non si limita esclusivamente al mondo dell’immobiliare e ai servizi accessori ad esso connessi, ma si arricchisce costantemente grazie alla volontà di impegnarsi culturalmente e di sostenere in maniera attiva il settore dell’arte e della cultura. Il Salone Internazionale del Mobile è una delle più importanti fiere dedicate alle aziende del mondo dell’arredamento e non solo, è un sistema di connessioni, creatività e innovazione.

Con la nostra partecipazione ci siamo messi in gioco esplorando il ruolo del digitale nel futuro prossimo, seguendo un concetto fondamentale che viene sottolineato attraverso delle parole chiave in questo evento di rilevanza mondiale. Si parla di miglioramento della qualità di vita, di innovazione, passando per lo sviluppo digitale tra esperienza online e di presenza, ma anche del fenomeno NFT, sempre più rilevanti ad oggigiorno.” 

Lo studio BE.ON DVYSION, racconta: “Nello spirito di Roseto Group abbiamo rivisto i valori più profondi che alimentano allo stesso modo la nostra filosofia progettuale di approccio agli spazi. 

Da questo fil rouge, abbiamo deciso di ripensare la loro cornice esclusiva come una vera e propria “piazza” del design, che possa accogliere arte, innovazione, promuovere cultura e vivere anche aldilà della Design Week. La cifra stilistica dell’exhibition riflette il nostro modo di fare creatività: un allestimento minimalista che lasci parlare l’arte e ne favorisca la visione nell’apprezzamento del luogo che la accoglie, completato da un segno installativo essenziale che traduca la visione ispiratrice, in questo caso dell’artista, e lasci sempre allo spettatore la libertà di movimento nel viversi gli spazi, e lo spazio di riflessione sulla storia che gli stiamo raccontando.” 

San Vito dei Normanni: martedì 7 giugno la serata unica del XIII Premio alla Cultura "Samadi" e la finale di Adotta un Esordiente XI


SAN VITO DEI NORMANNI (BR) - Tutto pronto per il doppio evento in serata unica della XIII Edizione del Premio alla Cultura “Samadi” e della finale della XI Edizione di Adotta un Esordiente.

Sarà il Chiostro dei Domenicani in via Mazzini 2, a San Vito dei Normanni ad ospitare il momento più atteso dell’anno in programma domani martedì 7 giugno 2022 a partire dalle ore 19:00. 
La Taberna Libraria di Latiano ha quindi ultimato la fase organizzativa della serata in cui saranno svelati gli assegnatari del premio “Samadi” che conferisce, nella sezione locale, un riconoscimento a cittadini contraddistintisi per la diffusione della Cultura nella nostra terra, e in quella nazionale a personaggi della nostra nazione che diffondono cultura in Italia, e il vincitore del noto concorso letterario basato sulle opere prime di esordienti nel panorama librario nazionale, appuntamento esclusivo del contenitore culturale latianese e delle scuole superiori dell’intera provincia.  
L’atto conclusivo della kermesse letteraria, promossa e organizzata dalla Taberna Libraria di Latiano in collaborazione con De Vivo Home Design, SummerTime - Animazione & Spettacolo, Cantine San Donaci e Brin Mar Engineering, sarà caratterizzato, a partire da quest’anno, dalla assegnazione al primo classificato di un premio in denaro, frutto del contributo fornito dalle Amministrazioni di Latiano, Ceglie Messapica, Oria, Mesagne, San Michele Salentino, San Vito dei Normanni e l’Ambito di Francavilla Fontana, che patrocinano, assieme alla Provincia di Brindisi, l’iniziativa culturale. E sarà proprio quest’ultimo aspetto a costituire il valore aggiunto, un riconoscimento che proietta di fatto Adotta un esordiente tra i concorsi più ambiti a livello nazionale, contribuendo a portare la Puglia ed in particolare questa provincia, ai vertici del panorama letterario.
Cresce quindi l’attesa di conoscere quale, tra le opere che caratterizzano la terna finalista, composta da “La guerra di Nina” di Imma Vitelli (Edizioni Longanesi), “La felicità non va interrotta” di Anna Bardazzi (Edizioni Salani) e “Piperita” di Francesco Mila (Edizioni Fandango), si aggiudicherà la XI Edizione di Adotta un Esordiente. Una edizione che ha portato la Commissione Esaminatrice ad un lavoro particolarmente impegnativo considerando che, per scegliere i tre libri finalisti, i professionisti che la compongono ed il neo Presidente Alessandro Barbaglia, già trionfatore di Adotta un Esordiente e fresco vincitore del Premio Strega Giovani, hanno dovuto scegliere non tra sei ma tra sette dei dieci libri inizialmente selezionati, una valutazione allargata quindi, nella fase preliminare, ad un opera in più perché meritevole. Oltre 700, anche quest’anno, gli studenti-giurati delle scuole partecipanti come il Liceo “Lilla” e l'Itis “Fermi” di Francavilla Fontana, il Liceo Fermi Monticelli”, il Liceo “Palumbo” e il Liceo “Simone-Durano” di Brindisi, il Liceo “Ferdinando” di Mesagne, l'Itc e Liceo “Agostinelli” di Ceglie Messapica, il Liceo “Ribezzo” di Latiano, il Liceo “Lilla” di Oria, il Liceo “Leo” di San Vito dei Normanni e il Liceo “Paglietti” di Porto Torres. 
Ospite della serata la scrittrice calabrese Rosella Postorino, vincitrice del Premio Campiello nel 2018 con il romanzo Le assaggiatrici (Edizioni Feltrinelli) che presenterà il suo libro “Io mio padre e le formiche - Lettere ai ragazzi sui desideri e sul domani”, un libro ispirato e d'ispirazione che raccoglie riflessioni profonde sui temi più importanti della vita di chiunque, non solo dei ragazzi chiamati ad affrontare un rito di passaggio. Una lettera a cuore aperto, sincera, personale, eppure universale, scritta con l'intenzione di essere un incoraggiamento, o una carezza.

Francavilla Fontana: domenica 5 giugno in Villa Comunale "Giornata Nazionale dello Sport"


FRANCAVILLA FONTANA (BR)
- Domenica 5 giugno dalle 9.30 l’Amministrazione Comunale, le associazioni e le società sportive celebreranno la "Giornata Nazionale dello sport" con un evento pubblico in Villa Comunale.

"L’Amministrazione Comunale – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – in questi anni ha investito sulla vocazione sportiva della Città creando nuovi spazi pubblici dedicati all’attività agonistica e amatoriale. È il caso della Villa Comunale, che ci ospiterà domenica 5 giugno, dove abbiamo voluto realizzare uno dei tre playground installati sul territorio cittadino, oppure di parco Brayda dove abbiamo posizionato una vera e propria palestra. Perché riteniamo che lo sport sia una buona pratica non solo fisica, ma anche sociale".
La Giornata Nazionale dello Sport, diretta dal Coni e patrocinata per Francavilla Fontana dal Presidente del Consiglio Comunale, è stata istituita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel 2003 e si svolge contemporaneamente su tutto il territorio italiano.
"Da Presidente – prosegue il Presidente Domenico Attanasi – ho più volte portato in Consiglio Comunale i protagonisti dello sport francavillese. Con questa Giornata facciamo un passo ulteriore perché valorizziamo l’operato delle associazioni e delle società sportive che ogni giorno lavorano per l’inclusione, il benessere fisico e sociale. Prossimamente conferirò ad ognuna di queste realtà un riconoscimento pubblico per il loro impegno quotidiano".
La Villa Comunale in questa prima domenica di giugno si trasformerà in un grande palcoscenico che ospiterà atletica, danza, arti marziali, sport di squadra e sport individuali, tracciando un panorama di quella che è l’attività agonistica e amatoriale nella Città degli Imperiali.
"Ringrazio le realtà sportive che hanno aderito all’iniziativa. Domenica 5 giugno – conclude l’Assessora allo sport Maria Angelotti – atleti, tecnici e dirigenti delle di diverse discipline metteranno a disposizione della cittadinanza le loro competenze per un open day che darà a tutti la possibilità di misurarsi e scoprire i diversi sport che si svolgono in Città".
La partecipazione all’evento è libera e gratuita.

Premio Letterario "Città di Castello 2022", al via la XVI edizione

CITTA' DI CASTELLO (PG) - L’Associazione Culturale Tracciati Virtuali ha indetto la XVI edizione del Premio Letterario «Città di Castello», riservato a opere inedite di Narrativa, Poesia e Saggistica.

Il concorso è patrocinato dalla Provincia di Perugia, dal Comune di Città di Castello, dall’Associazione Italiana Biblioteche, dalla Società Dante Alighieri e dalla Federazione Unitaria Italiana Scrittori. Il Premio Letterario “Città di Castello” è una manifestazione annuale a carattere internazionale ideata da Antonio Vella e riservata agli scrittori di ogni fascia d’età, anche ai non residenti nel nostro Paese purché le opere pervengano in lingua italiana.

Il Premio è diventato nel corso degli anni uno dei concorsi letterari di riferimento nel panorama culturale italiano, e ha contribuito a promuovere talenti di notevole caratura.

Il concorso, a tema libero, è diviso in tre sezioni: Narrativa, Poesia e Saggistica, alle quali si può accedere solo con opere inedite, che dovranno essere tali sia al momento dell’iscrizione che al momento della premiazione finale. La quantità di pagine (circa 2.000 caratteri cad.) per la sezione Narrativa dovrà essere compresa tra un minimo di 50 pagine e un massimo di 180; per la sezione Saggistica il quantitativo minimo dovrà essere di 60 pagine per un massimo di 200; per la sezione Poesia, le raccolte dovranno contenere un minimo di 25 poesie per un massimo di 60.

Il Premio prevede anche due sezioni speciali: “Mondi e Culture sulle sponde del Mediterraneo”, che ha come obiettivo quello di promuovere l’interazione tra la cultura italiana e quella araba, e “Riprendiamoci il futuro”, dedicata agli studenti degli Istituti Superiori.

Il Premio Letterario “Città di Castello” si avvale di una giuria altamente qualificata, nominata e coordinata dall’Associazione Culturale Tracciati Virtuali, ed è da sempre presieduta da Alessandro Quasimodo, critico letterario, attore e regista teatrale.

Ogni anno diverse personalità del mondo della letteratura, del giornalismo, del cinema e della cultura si avvicendano per scegliere con la massima professionalità gli scrittori da premiare. Tra tutti i lavori pervenuti saranno selezionate 20 opere per ognuna delle tre sezioni principali; di queste soltanto 10 saranno ammesse alla cerimonia finale di premiazione.

Nel corso del 2022 si svolgeranno inoltre numerose iniziative collaterali connesse al mondo della poesia e della letteratura, presentazioni, convegni, seminari ma anche mostre d’arte e di fotografia.

Organizzatore: Antonio Vella
Sezioni: Narrativa/Poesia/Saggistica (opere inedite)
Termine per l’invio delle opere: 30 giugno 2022
Data premiazione: 29 ottobre 2022

Giuria: Alessandro Quasimodo (Presidente di giuria), Osvaldo Bevilacqua, Maria Borio, Giulio Ferroni, Anna Kanakis, Daniela Lombardi, Mariangela Mandia, Alessandro Masi, Luciano Monti, Claudio Pacifico, Antonio Padellaro, Alfonso Pecoraro Scanio, Benedetta Rinaldi, Marinella Rocca Longo, Claudio Mattia Serafin, Pier Luigi Vercesi e Giovanni Zavarella.

https://www.premioletterariocdc.it/

Parco delle Dune Costiere: un laboratorio teorico-pratico sul riconoscimento delle specie vegetali aliene e sulla moltiplicazione di piante spontanee del litorale


Le specie aliene invasive sono specie vegetali o animali originarie di altre regioni geografiche volontariamente o accidentalmente introdotte sul nostro territorio, che, per la loro grande capacità riprodursi e propagarsi allo stato selvatico, costituiscono una delle principali causa di perdita di biodiversità, con gravi ripercussioni agli ecosistemi naturali ed ingenti danni economici.

Il Parco delle Dune Costiere è impegnato attraverso il progetto "LIFE Diomedee" nell’attuazione di una serie di azioni finalizzate a individuare, censire ed espiantare quelle specie vegetali aliene invasive che costituiscono una minaccia per i preziosi habitat naturali presenti nelle aree dunali e retrodunali del Sito di Importanza Comunitaria "Litorale brindisino", per poi sostituirle con specie vegetali proprie di quegli habitat.

"LIFE Diomedee", è progetto finanziato dal programma LIFE Natura dell’Unione Europea, di cui il Parco Nazionale del Gargano è capofila e di cui sono partner anche il Dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, la società NEMO - Nature and Environment Management Operators, e l’impresa sociale Patto Consulting, ha infatti l’obiettivo di contenere ed eliminare gli impatti provocati da alcune specie aliene invasive nel Parco Nazionale Gargano e nel Parco Regionale delle Dune Costiere eradicando specie in grado di diffondere e provocare impatti ecologici ed economici significativi.

Venerdì 3 giugno alle ore 17.00 il Parco Regionale delle Dune Costiere, insieme all’ARIF Agenzia Regionale delle Foreste della Puglia, organizza presso la "Casa del Mare" un piccolo laboratorio teorico-pratico tenuto dal Dottore Forestale Ennio Santoro finalizzato a riconoscere le specie vegetali aliene e a moltiplicare specie autoctone proprie degli habitat dunali e retrodunali del Parco.

Durante l’incontro verranno anche illustrate le finalità e le azioni del progetto "LIFE Diomedee", nonché i risultati delle attività di censimento delle specie aliene censite all’interno del Parco.

Appuntamento quindi venerdì 3 giugno alle ore 17.00 alla "Casa del Mare - Centro Visite del Parco" (ex Lido Stefhan, accanto a Lido Morelli), la partecipazione al laboratorio è gratuita.

Per avere maggiori informazioni sul progetto LIFE Diomedee è possibile scrivere all’indirizzo mail life@diomedee.eu o visitare il sito www.diomedee.eu.

Brindisi: lungo fine settimana nel Parco Cillarese con "Sport and Party"

BRINDISI - Tutto pronto per “Sport and Party”, il nuovo grande evento patrocinato dal Comune di Brindisi e organizzato dal Maestro Carmine Iaia nella tre giorni del 27, 28 e 29 maggio 2022.

Si torna quindi a fare festa in una nuova tre giorni d’evento che arriva dopo l’enorme successo de “La Pasquetta brindisina con l’ambizione di triplicarne le presenze. Nell’apprezzato Parco “19 maggio 2012” (noto come Parco Cillarese), già frequentato polmone verde della città, il maestro Iaia ed il team delle società brindisine di Uniti per lo Sport, attenderanno quindi l’arrivo di migliaia di cittadini con il rilancio della grande carovana del divertimento, dove sarà anche possibile conoscere e vivere esperienze sportive.
Si inizia venerdì 27 maggio, giorno in cui sarà possibile godersi un pic-nic all’aria aperta con gli stand del food che saranno a pieno regime sin dal mattino e nello stesso modo anche nei due giorni successivi.
Nel weekend di sabato 28 e domenica 29 maggio a partire dalle ore 18:00 via al contatto con le società brindisine di Uniti per lo Sport, per effettuare a piacimento prove pratiche proposte da istruttori, allenatori, maestri ed esperti che si metteranno a disposizione dei presenti con la propria attrezzatura. A completare il circuito dell’intrattenimento le varie attrazioni per bambini e ragazzi l’animazione, lo schiuma party, l’holi festival, la musica, insomma tutti gli ingredienti per vivere ancora una volta l’aria aperta e la natura in assoluto distacco dalla routine quotidiana e senza doversi allontanare dal Capoluogo.

Sava: grande spettacolo di show cooking dello Chef Donato Carra

SAVA (TA)“Sapori e Note di Puglia” è il titolo della manifestazione in programma il prossimo 3 giugno a Sava, in provincia di Taranto. L’evento è organizzato dall’Associazione Musicale Giacomo Puccini Sava (nata nel 2018 con l'intento di continuare a valorizzare la banda musicale, tipica del territorio pugliese) in collaborazione con l’azienda vinicola Savese Pichierri e con il patrocinio del Comune. 

La conferenza stampa di presentazione dell’evento è in programma Mercoledì 1 Giugno alle ore 11 nella sede del Comune di Sava. L'idea progettuale è partita da una socia, Antonella Lomartire che ha voluto valorizzare l'enogastronomia locale attraverso l’utilizzo della Casa del Gusto del Comune di Sava, una struttura finanziata dal GAL Terre del Primitivo, attrezzata ad hoc per ospitare un evento del genere. “Sapori e Note di Puglia” rientra nelle iniziative della rassegna comunale "Giugno Savese 2022”. Musica, divertimento ma soprattutto valorizzazione dei prodotti enogastronomici locali che si trasformeranno in prelibatezze da degustare grazie alla maestrìa del Corporate Chef della F. Divella S.p.a Donato Carra. Prevista anche la partecipazione di alcuni alunni e docenti dell'Istituto Alberghiero Mediterraneo di Pulsano-Maruggio che affiancheranno lo Chef Carra di Divella nella preparazione e somministrazione dei piatti della serata ed accoglieranno la cittadinanza. “Siamo felici di ospitare un evento così importante come sapori e note di Puglia – spiega il sindaco di Sava Dario Iaia - due anni di pandemia i cittadini hanno bisogno di uscire, di stare insieme di vivere esperienze nuove e l’evento organizzato dalla Puccini in collaborazione con la Divella e con l’amministrazione comunale sarà un’occasione importante di promozione nel nostro territorio. Peraltro l’evento si svolge all’interno della Casa del Gusto che è una struttura voluta dall’amministrazione comunale e dal Gal per valorizzare la nostra gastronomia, la nostra enologia, i nostri prodotti tipici e questo evento si colloca in maniera perfetta all’interno di questa struttura che già in passato è stata utilizzata per progetti inerenti alla gastronomia indirizzati anche nei confronti dei disabili con la collaborazione delle associazioni e dell’Istituto alberghiero”. Al Corporate Chef della F. Divella S.p.a Donato Carra sarà affidata l’organizzazione di un tasting menù ricco di numerosi piatti tipici, in particolare un primo piatto a base di fava. “Essere partecipe a questi eventi è  un piacere per me –spiega Carra - non dimentichiamoci  che il cibo  è  identità,  cultura, salute, è il legame con la terra: la propria o quella che ci accoglie. Il cibo è condivisione, è dignità, è lavoro. I nostri territori pugliesi sono veri e propri giacimenti di specialità alimentari e tradizioni culinarie da scoprire e imparare a conoscere e valorizzare. Mi piace partire da tutto ciò che offre la nostra terra, riuscire a raccontare il patrimonio culturale e la sua  identità”.

Ostuni: mercoledì 25 maggio la trentunesima rievocazione storica del "Motogiro d'Italia"


OSTUNI (BR)
- Proseguono gli eventi nella città di Ostuni: mercoledì 25 maggio, con inizio alle ore 11 nell'Area Mercatale, si terrà la trentunesima rievocazione storica del "Motogiro d'Italia" e "Autogiro d'Italia". Si tratta di manifestazioni amatoriali non competitive, a carattere internazionale.

L’evento è stato promosso per la città di Ostuni dalla ProLoco di Ostuni, Presidente Madia Trinchera e dalla Fenailp di Ostuni, Presidente Angelica Milone coadiuvata dal Vice Presidente Nazionale Cosimo Lubes.
La carovana sarà composta da circa 100 partecipanti su moto e scooter attuali e d’epoca e da circa 50 tra auto d’epoca e Super Car, 4 Carabinieri in moto come scorta dell’evento e da almeno 15 automezzi a seguito, tra furgoni, autovetture direzione, autovetture dimostrative, etc.
l’Autogiro d’Italia ASD, Ente aderente ASI (Automotoclub Storico Italiano) e CSI (Centro Sportivo Italiano) insieme al Moto Club Terni Libero Liberati – Paolo Pileri stanno avviando l’organizzazione dell’Autogiro e Motogiro d’Italia 2022.
Il Motogiro d’Italia, da oltre 30 anni rappresenta un punto fermo nel panorama del motociclismo turistico mondiale ed accoglie partecipanti da ogni parte del mondo, ed è organizzato dal Moto Club Terni Libero Liberati-Paolo Pileri sotto l’egida delle Federazioni Motociclistica Italiana ed Internazionale con le Commissioni Nazionali Turistica e Moto d’Epoca.
L’Autogiro d’Italia è una manifestazione per auto d’epoca e supercar inquadrata nella categoria granfondo su strada, dalla forte impronta turistica e culturale che in passato ha ospitato tanti campioni del mondo delle quattro ruote. Al fine di far conoscere le bellezze e le eccellenze turistiche e gastronomiche del nostro Paese, l’Autogiro e Motogiro d’Italia cambiano percorso ogni anno pur mantenendo il format originale di 1.700 Km circa suddivisi in sei tappe. Nell’edizione 2022 il percorso previsto è il seguente:
- Operazioni preliminari a Pescara il 22 Maggio 2022;
- Prima tappa 23 Maggio: Pescara – Vieste;
- Seconda tappa 24 Maggio: Vieste – Polignano a Mare;
- Terza tappa 25 Maggio: Polignano a Mare- Santa Maria di Leuca;
- Quarta tappa 26 Maggio: Santa Maria di Leuca – Matera;
- Quinta tappa 27 Maggio: Matera – Campobasso;
- Sesta tappa 28 Maggio: Campobasso – Pescara

Fedez e Ja Ax ripartono da 'Love Mi', un concerto imperdibile a Milano



(Foto ufficio stampa)


MILANO - Fedez, la sua Fondazione, la solidarietà e la voglia di tornare a suonare e cantare dal vivo. Questi sono gli ingredienti di LOVE MI, una giornata e una serata imperdibile in Piazza Duomo a Milano, il 28 giugno 2022 a partire dalle 18:30. Un evento, con il patrocino del Comune di Milano, fortemente voluto da Fedez che torna finalmente sul palco e non lo farà da solo. Perché si sa, che l’unione fa la forza, soprattutto quando si tratta di fare del bene. 

A salire con lui sul palco ci sarà anche J-AX con cui Fedez ha condiviso tantissimi successi e un indimenticabile concerto a San Siro. Ci saranno inoltre Dargen D’Amico, Tananai e M¥SS KETA che hanno collaborato all’ultimo album di Fedez. I fondi raccolti grazie al numero solidale che verrà attivato appositamente saranno donati dalla Fondazione Fedez E.T.S. a TOG - TOGETHER TO GO la Onlus diventata un centro di eccellenza nella riabilitazione dei bambini affetti da patologie neurologiche complesse, in particolare Paralisi Cerebrali Infantile e Sindromi Genetiche con Ritardo mentale. 

Onlus che la Fondazione Fedez E.T.S. ha supportato anche in passato. Il concerto, completamente gratuito, sarà un momento importante per tanti giovani artisti che si avvicenderanno sul palco e avranno così la possibilità di farsi conoscere dal grande pubblico e un momento emozionante per i BIG. Gli artisti in ordine alfabetico: Ariete, Beba, Cara, Dargen D’Amico, Fedez, Frada, Ghali, J-AX, Miles, MYDRAMA, M¥SS KETA, Nitro, Paky, PAULO, Rhove, Rosa Chemical, Rose Villain, Mara Sattei, Shiva, Tananai, Tedua. “Questa iniziativa è un’occasione dalla duplice valenza: da una parte un concerto gratuito che permette a tutte le persone di poter fruire di un vero e proprio festival musicale e dall’altra partecipare collettivamente a un’iniziativa benefica per un progetto, il nuovo centro TOG, che sarà un fiore all’occhiello per la nostra città.” Dichiara Fedez e aggiunge “Sono felicissimo di aver dedicato le mie energie a questa iniziativa e dopo questa esperienza mi impegnerò a fare sempre di più”. 

L’assessore alla cultura Tommaso Sacchi afferma: “Piazza Duomo torna una volta ancora ad essere il grande palco della musica dal vivo grazie a Fedez, alla sua Fondazione e agli artisti che canteranno con lui sul palco, in un grande concerto gratuito aperto alla città. Un appuntamento che fa bene a tutti: a chi fa la musica, a chi l’ascolta, a chi parteciperà alla raccolta fondi lanciata da questo grande show, al nuovo Centro TOG che li riceverà. Grazie ancora a Fedez: la sensibilità e la sua generosità verso Milano sono un bene prezioso e non scontato”. “Sono felice di poter dare il mio contributo ad una causa così importante a favore dei bambini affetti da patologie neurologiche molto complesse. 

Attraverso la musica del grande concerto che faremo a scopo benefico, la mia Milano, che ha sempre dimostrato di essere un’eccellenza in tutto, ci permette ancora una volta di essere migliori e di far parte di un bellissimo progetto a favore di chi ha bisogno. Il significato di quel giorno che vivremo insieme – conclude J-Ax – non sarà solo fatto di canzonette ma di vivere con gioia quel palco nella speranza di regalare a questi bambini un futuro migliore”. “Siamo entusiasti di questa iniziativa e profondamente grati a Federico per l’impegno e l’affetto che ha dimostrato da quando ha deciso di sostenere la nostra causa. Avere al nostro fianco un artista così importante ci dà speranza e ci spinge a continuare con fiducia e passione a prenderci cura dei bambini più fragili”. 

Dichiara Antonia Madella Noja, segretario generale Fondazione TOG. Per coloro che non potranno essere in Piazza Duomo il concerto sarà trasmesso dalle 19:00 in diretta su Italia 1, partner ufficiale di LOVE MI, e in streaming su Mediaset Infinity. L’organizzazione di LOVE MI è curata da DOOM ENTERTAINMENT e la parte di produzione da VIVO CONCERTI. Il concerto è stato reso possibile anche grazie al sostegno degli sponsor: MARTINI, brand icona dell’aperitivo italiano che da sempre sostiente la musica e celebra i momenti di convivialità, divertimento e condivisione; Yamamay, brand leader italiano nella produzione e distribuzione di prodotti di intimo, lingerie, pigiameria e moda mare; Carpisa, azienda italiana dall’anima internazionale e rinomato marchio, leader nella produzione di borse, valigeria e accessori moda

Love Mi non è solo un una giornata all’insegna della festa, della musica e dello stare insieme. È anche un momento dedicato alla solidarietà. La FONDAZIONE FEDEZ E.T.S, fondata da Fedez nel 2021, attiverà un numero solidale per raccogliere fondi che andranno a supportare la Fondazione Together To Go Onlus (TOG). TOG è una realtà a cui Fedez ha già dimostrato la sua vicinanza donando parte del ricavato delle prevendite di DISUMANO. 

I fondi raccolti saranno utilizzati per la costruzione del nuovo Centro TOG Carlo De Benedetti che sorgerà a Milano in via Livigno angolo viale Jenner, concesso gratuitamente per trent’anni dal Comune di Milano a Fondazione TOG - Together To Go Onlus, dal 2011 impegnata a offrire cure gratuite a bambini e ragazzi con gravi patologie neurologiche. 

Un polo di riferimento per le disabilità che colpiscono bambini e ragazzi, una città delle fragilità in cui le famiglie avranno a disposizione gratuitamente i servizi di cui hanno bisogno: una presa in carico globale che comprende la riabilitazione, l’accompagnamento nel percorso scolastico, la preparazione alla vita professionale e indipendente dei loro figli. 

La struttura permetterà di raddoppiare il numero degli attuali beneficiari di TOG, offrendo cure e sostegno a 200 assistiti ogni anno. Tra i nuovi servizi saranno presenti un FabLab per la progettazione di ausili attraverso tecniche di fabbricazione digitale e stampa 3D, un’area didattica dedicata alla formazione professionale e alle attività educative di doposcuola e aiuto allo studio, un’area destinata alla formazione e alla ricerca scientifica e alla diffusione della cultura della disabilità, infine un Bistrot gestito dall’Associazione Maestro Martino.

L’associazione culturale senza scopo di lucro, presieduta dallo Chef Carlo Cracco, che da oltre dieci anni promuove in Italia e all’estero le generazioni future della ristorazione italiana e i prodotti agroalimentari del territorio lombardo, si occuperà della formazione professionale e dell’inserimento lavorativo dei ragazzi di TOG


Brindisi. "Sport and Party" nel Parco Cillarese: martedì 24 aprile conferenza stampa di presentazione


BRINDISI
- "Sport and Party", il nuovo grande evento patrocinato dal Comune di Brindisi e organizzato dal Maestro Carmine Iaia nella tre giorni del 27, 28 e 29 maggio 2022, sarà presentato ufficialmente ai giornalisti martedì 24 maggio 2022 alle ore 18:00 nel corso di una Conferenza Stampa presso il piazzale della fontana del Parco del Cillarese.

All’appuntamento con gli operatori dell’informazione, moderato dal giornalista brindisino Nico Lorusso, parteciperanno l’Assessore allo Sport del Comune di Brindisi Oreste Pinto e l’organizzatore, il maestro Carmine Iaia.

Nel corso dell’incontro con la stampa saranno illustrati tutti i dettagli della tre giorni d’evento che arriva dopo l’enorme successo de "La Pasquetta brindisina", iniziativa che ha coinvolto migliaia di cittadini e che ha confermato la vocazione del Parco "19 maggio 2012" (noto come Parco Cillarese) ad apprezzata location per occasioni di festa, oltre che rinomato polmone verde della città.

Il maestro Iaia, con il coinvolgimento delle società brindisine di Uniti per lo Sport, rilancia la grande carovana del divertimento dove conoscere e vivere esperienze sportive sfruttando le belle giornate di questo periodo; una occasione per vivere ancora una volta l’aria aperta e la natura in assoluto distacco dalla routine quotidiana e senza doversi allontanare dal Capoluogo.

Nel pieno rispetto dei luoghi, gli stand del food, le immancabili attrazioni per bambini e ragazzi, lo schiuma party e l’holi festival attenderanno famiglie, gruppi di amici, persone di tutte le età e coloro che vorranno godersi l’area di festa abbinando magari al contesto un rinvigorente pic-nic all’aria aperta.

Sport And Party, il nuovo grande evento nel Parco Cillarese di Brindisi



BRINDISI - “Sport and Party”, il nuovo grande evento patrocinato dal Comune di Brindisi e organizzato dal Maestro Carmine Iaia nella tre giorni del 27, 28 e 29 maggio 2022, sarà presentato ufficialmente ai giornalisti martedì 24 maggio 2022 alle ore 18:00 nel corso di una Conferenza Stampa presso il piazzale della fontana del Parco del Cillarese 

All’appuntamento con gli operatori dell’informazione, moderato dal giornalista brindisino Nico Lorusso, parteciperanno il Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, l’Assessore allo Sport del Comune di Brindisi Oreste Pinto, l’Assessore al Turismo del Comune di Brindisi Emma Taveri e l’organizzatore, il maestro Carmine Iaia.

Nel corso dell’incontro con la stampa saranno illustrati tutti i dettagli della tre giorni d’evento che arriva dopo l’enorme successo de “La Pasquetta brindisina”, iniziativa che ha coinvolto migliaia di cittadini e che ha confermato la vocazione del Parco “19 maggio 2012” (noto come Parco Cillarese) ad apprezzata location per occasioni di festa, oltre che rinomato polmone verde della città. 

Il maestro Iaia, con il coinvolgimento delle società brindisine di Uniti per lo Sport, rilancia la grande carovana del divertimento dove conoscere e vivere esperienze sportive sfruttando le belle giornate di questo periodo; una occasione per vivere ancora una volta l’aria aperta e la natura in assoluto distacco dalla routine quotidiana e senza doversi allontanare dal Capoluogo. 

Nel pieno rispetto dei luoghi, gli stand del food, le immancabili attrazioni per bambini e ragazzi, lo schiuma party e l’holi festival attenderanno famiglie, gruppi di amici, persone di tutte le età e coloro che vorranno godersi l’area di festa abbinando magari al contesto un rinvigorente pic-nic all’aria aperta.

Ostuni: lunedì 23 maggio l'incontro "Ascoltare con l'orecchio del cuore" con don Luigi Maria Epicoco


OSTUNI (BR)
- Proseguono gli eventi nella Città Bianca: ospite d'eccezione, lunedì 23 maggio alle 18.30, presso la Sala conferenze del Centro di Spiritualità "Madonna della Nova", don Luigi Maria Epicoco, Assistente ecclesiastico del Dicastero per la comunicazione ed editorialista dell'Osservatore Romano.

Don Epicoco, 41 anni, originario di Mesagne, stretto collaboratore di Papa Francesco, è autore di numerosissimi ed autorevoli testi (il più recente "La scelta di Enea" è stato pubblicato il 10 maggio da Rizzoli e presentato l'8 maggio scorso a "Che tempo che fa").
L'evento è organizzato dal mensile cattolico Lo Scudo in occasione della LVI settimana delle Comunicazioni Sociali, e conclude le manifestazioni per il centenario del giornale, pubblicato ininterrottamente dal 1921.
Il tema dell'incontro è: "Ascoltare con l'orecchio del cuore. L'ascolto dimensione dell'amore".
"Ascoltare con l’orecchio del cuore" è il titolo del messaggio dato dal Santo Padre per l'occasione il quale ha evidenziato, in particolare, che: "Tutti abbiamo le orecchie, ma tante volte anche chi ha un udito perfetto non riesce ad ascoltare l’altro. C’è infatti una sordità interiore, peggiore di quella fisica. L’ascolto, infatti, non riguarda solo il senso dell’udito, ma tutta la persona. La vera sede dell’ascolto è il cuore".
Introdurrà l’incontro il direttore del mensile, Ferdinando Sallustio. Le conclusioni sono affidate a Don Giovanni Apollinare, Vicario foraneo di Ostuni.

Francavilla Fontana: dal 23 al 28 maggio tornano le "Strade dei libri"


FRANCAVILLA FONTANA (BR)
- Dal 23 al 28 maggio "Le Strade dei Libri" torneranno protagoniste a Francavilla Fontana con la quarta edizione del festival dedicato alla letteratura per l’infanzia e l’adolescenza.

"Le Strade dei Libri – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – è un appuntamento irrinunciabile per la nostra Città. Il festival non promuove 'solo' la letteratura e l’arte dell’illustrazione, ma la lettura come strumento per la crescita personale. Con questa iniziativa si rinnova il legame tra i luoghi storici e la cultura, un aspetto importante per l’attrattività del nostro territorio".
Da lunedì 23 a mercoledì 25 maggio si comincerà a Castello Imperiali con "Parole come alberi", laboratori di illustrazione con le autrici Comasia Scialpi, Sabrina Xhaferray e Antonella Colucci.
Giovedì 26 maggio alle 16.30 a Castello Imperiali è in programma "Figure come parole", una lezione con la docente, pedagogista e formatrice Silvana Sola. A seguire, in Biblioteca Comunale, presentazione del libro "A Said piaceva il mare" di Roberto Parmeggiani e laboratorio con l’illustratore Attilio Palumbo "Il fondale marino e le sue ombre".
Venerdì 27 maggio si ripartirà in Biblioteca con i laboratori a cura di Caterina Di Paolo, Chiara Armellini, Nicola Giorgio e Mauro Scarpa. Sempre in Biblioteca, alle 18.30, presentazione di "Montmartre" di Gaia Favaro e Gianfranco Vitti, mentre a Castello Imperiali alle 18.00 presentazione di "Per fortuna che ci siamo persi" di Maurizio Serafini in collaborazione con CamminaMenti Puglia.
Sabato 28 maggio la rassegna si sposterà su via Municipio dove ai laboratori di Armellini, Giorgio, Scarpa, si aggiungeranno quelli dell’autrice Paola Vitale e dell’illustratore Andrea De Franco. Dai laboratori di Mauro Scarpa e Nicola Giorgio, quest’anno, verrà prodotto un libro che vedrà la luce grazie al contributo dei piccoli partecipanti alle attività del festival.
"Le Strade dei Libri – prosegue l’Assessora alla Cultura Maria Angelotti – è una occasione per scoprire un mondo letterario in forte crescita ed i suoi autori. Accanto a loro ci saranno anche i giovani illustratori francavillesi. Saranno giorni di festa all’insegna della creatività".
Nei giorni del Festival il Teatro Imperiali ospiterà un punto informazioni, un bookshop e una mostra dove sarà possibile ammirare le opere di tutti gli illustratori e le illustratrici ospiti della rassegna.
"Dopo il successo dello scorso anno – conclude Margherita Cinefra (Le Radici e Le Ali) – abbiamo compreso quanto la letteratura per l’infanzia sia importante per le famiglie. Era doveroso dare continuità al festival, rendendolo ancora più grande, con ospiti importanti e graditi ritorni, ed è stato possibile grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale e al sostegno dei partner".
La quarta edizione del festival Le Strade dei Libri, inserita nel cartellone di appuntamenti del Maggio dei Libri, è a cura de Le Radici e Le Ali e Libreria Francavillese con il patrocinio del Comune di Francavilla Fontana, il sostegno di BCC San Marzano, Laboratorio Analisi PIRO & SPINA, Parafarmacia Raiola e la collaborazione di Petrolio e Camminamenti Puglia.
Il programma completo è consultabile sul sito lestradedeilibri.com.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo