Visualizzazione post con etichetta Taranto. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Taranto. Mostra tutti i post

Giovani imprenditrici della moda: intervista ad Angela Fani

Domenica 10 marzo presso l'auditorium  dell’I.I.S.S. Del Prete-Falcone di Sava (Ta) si è svolta una manifestazione  motivazionale per giovani imprenditrici della moda dal titolo "Creatività Donna- Vestiti... di arte" organizzata dal Soroptimist International Club di Grottaglie in occasione del progetto nazionale SIforma.

Videointervista a cura di Edoardo Giacovazzo alla Visual merchandiser manager Angela Fani e alle modelle Giulia e Sara


Emiliano e Borraccino a Palagiano: "Riforma agraria col metodo della partecipazione"

PALAGIANO (TA) - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha partecipato ieri sera con l’assessore Mino Borraccino a un incontro a Palagiano (Ta), in contrada Lenne, organizzato da “agricoltori pugliesi riuniti” su “verso una nuova riforma agraria e una risposta organica per ridare reddito agli agricoltori”, per discutere della crisi del comparto agricolo (agrumicolo, viticolo, olivicolo).

L’incontro è seguito a quello organizzato ieri nel pomeriggio dal Comune sulla crisi della agrumicoltura.

Il presidente Emiliano, al termine del partecipato dibattito che si è tenuto nel magazzino di una azienda agricola nel cuore delle campagne ioniche, ha proposto di “utilizzare gli strumenti che la ci dà la legge regionale sulla partecipazione per formulare le linee guida della riforma agraria pugliese. Possiamo partire con un processo partecipato organizzato secondo le leggi della Regione Puglia per scrivere una strategia, un piano di riforma agraria della Puglia che potrebbe essere utile anche ad altre regioni”.

“Stasera – ha detto – prendo l’impegno di farlo insieme. Ci sono quelli che vogliono produrre nella migliore maniera al prezzo più competitivo, remunerando il proprio lavoro. Ma per fare questo serve un modello di società che sia profondamente cambiato. Riscrivere il processo commerciale ed economico dalla parte dei più deboli non è facile”. Rivolto alla larga platea di agricoltori ha concluso “questo lavoro di partecipazione ha bisogno di voi”.

“Ieri – ha dichiarato Borraccino - abbiamo affrontato i temi più stringenti che attanagliano  il settore. E' necessaria una nuova primavera degli agricoltori. Serve riformare il sistema agricolo italiano ed europeo, di cui la nostra regione è protagonista. Occorre risolvere  i problemi dei monopoli  della grande distribuzione. Serve focalizzare l’attenzione sui diritti degli agricoltori legati anche alla globalizzazione e rivalutare l'agricoltura considerandola  non più solamente come merce di scambio, riconoscendo immediatamente ad esempio il ristorno per le calamità. Occorre semplificare gli eccessi di burocrazia con servizi più semplici da rendere alle aziende agricole. E affrontare il tema dell' indebitamento delle aziende agricole puntando all'innovazione con il contributo della ricerca che è un aspetto attuale quanto importante. Serve affrontare il tema della lotta al caporalato preservando e tutelando la filiera degli agricoltori che rispettano la legalità. Necessaria è, ad esempio, anche una accelerazione dei tempi di erogazione dei fondi comunitari e la qualificazione della spesa da dare alle agricoltori. Ed infine serve assegnare un nuovo ruolo ai mercati generali rispetto alla grande distribuzione, poichè occorre promuovere l’utilizzo dei mercati generali cittadini per agevolare gli agricoltori alla vendita dei prodotti locali.  Spesso infatti purtroppo accade che la grande distribuzione penalizza i piccoli e medi agricoltori”.

Ex Ilva, Emiliano: "Regione accanto al Gip di Taranto dinanzi a Corte Costituzionale"

BARI - “La Regione Puglia si schiera al fianco del Gip di Taranto, che ha sollevato in via incidentale la questione di legittimità costituzionale delle norme salva-Ilva nella parte in cui stabiliscono l’immunità penale e prolungano i termini di attuazione del Piano Ambientale. La decisione adottata nella Giunta di ieri, di intervenire dinanzi alla Corte Costituzionale, è in piena sintonia con le censure di incostituzionalità della medesima normativa impugnata dal Gip di Taranto, già sollevate dalla Regione nel giudizio amministrativo pendente dinanzi al Tar del Lazio contro il Piano Ambientale dell’Ilva. Siamo prima linea per la salvaguardia dell'ambiente e della salute dei cittadini. Non arretriamo di un passo, quando si tratta di intraprende azioni in prima persona e quando sentiamo il dovere di supportare le altre istituzioni. Per la Regione Puglia battersi insieme ai tarantini è una vera e propria missione. Chiediamo al Governo e ai proprietari dell’ex Ilva - Arcelor Mittal l’immediata decarbonizzazione della fabbrica, non essendo più concepibile una prosecuzione dell’attività produttiva a discapito della salute umana”. Lo dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con riferimento alla decisione adottata ieri dalla Giunta regionale di intervenire dinanzi alla Corte Costituzionale al fianco del Gip di Taranto che ha sollevato in via incidentale la questione di legittimità costituzionale delle norme salva-Ilva.

Taranto, M5S senza più consiglieri in Comune

TARANTO - I pentastellati perdono anche il loro portavoce in Consiglio comunale a Taranto. A dare l'addio oggi Rita Corvace, subentrata a Francesco Nevoli che si era dimesso il 12 febbraio scorso, che si è dichiarata indipendente aderendo al Gruppo Misto. Sempre al Gruppo Misto aveva aderito l'11 settembre 2018 l'altro consigliere eletto del M5S, Massimo Battista. 

A motivare l'addio della Corvace il dissenso sulle scelte politiche del M5S che in campagna elettorale aveva promesso di chiudere l'Ilva, tema quantomai scottante in città viste anche le ultime allerte di inquinamento ambientale.

La portavoce, nel suo intervento in Consiglio comunale, ha attaccato apertamente il Movimento, colpevole, a suo dire, "di aver tradito non solo la città di Taranto, avendo promesso la chiusura programmata delle fonti inquinanti e la riconversione del territorio ionico, ma anche tutto il Sud dell'Italia".

Settimana per la prevenzione oncologica: iniziativa Lilt a Taranto

TARANTO - La vera informazione per la vera prevenzione, contro le fake news di argomento sanitario. È il motivo ispiratore dell’edizione 2019 della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, indetta dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori dal 16 al 24 marzo.

Un tema a cui anche la Sezione Provinciale di Taranto della Lilt intende contribuire, attraverso una conferenza informativa, organizzata insieme con Coop Alleanza 3.0 e intitolata “L’importanza della prevenzione. Parliamone con la Lilt”.

L’iniziativa a ingresso libero, che si terrà il 21 marzo alle 18:00 presso il Punto d’Incontro dell’Ipercoop di Taranto, sarà finalizzata a sensibilizzare il pubblico presente rispetto ai corretti stili di vita, utili a prevenire le malattie tumorali e altre patologie e forme di malessere.

All’incontro, introdotto da Perla Suma, presidente della Lilt di Taranto, relazioneranno Nicola Ciaccia, senologo e radiologo, e Raffaella Trovato, biologa nutrizionista, entrambi professionisti convenzionati con la Sezione Provinciale della Lega Tumori.

La Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, istituita con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri sin dal 14 gennaio 2001, come sempre ribadirà il ruolo dell'olio extravergine di oliva (italiano) quale primo testimonial del benessere a tavola, abbinandone la portata simbolica al volto della nota blogger e opinionista Selvaggia Lucarelli, da sempre in prima linea contro le “bufale” circolanti in internet.

Nell'era del web e dei social network, infatti, le notizie - anche quelle senza alcun fondamento scientifico o solo parzialmente vere - trovano il loro spazio sui media, con il rischio di diffondere credenze sbagliate, se non addirittura pericolose per la salute. Cibi anticancro, alimenti proibiti, ingredienti miracolosi: ogni giorno i cittadini vengono bombardati da notizie false, confusi e disorientati da cattiva informazione.

Con questa campagna la Lilt, al contrario, vuole ribadire un concetto tanto semplice quanto importante: alimentarsi correttamente, riposare bene, praticare regolare attività fisica, dire no ad alcool e sigarette e sottoporsi a periodici controlli rappresentano l'unica vera ricetta per tenere lontano il cancro e contribuire allo stato di salute.

Ex Ilva: via a costruzione copertura parchi minerali

TARANTO - E' stato terminato nello stabilimento ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto il secondo arco della struttura di copertura dei parchi minerali. "A lavori conclusi - si legge in una nota dell'azienda sui suoi profili social - l'opera avrà un ruolo decisivo nel limitare la dispersione di polveri verso la città e in particolare il centro abitato di Tamburi". L'arco è lungo circa 84 metri.

L'azienda friulana Cimolai dovrebbe ultimare la copertura dei parchi minerali entro l'ultimo trimestre 2019 e la copertura del parco fossili entro maggio 2020. Ogni struttura, una volta completata, avrà una lunghezza di 700 metri e una larghezza pari a 254 metri (quindi una luce complessiva di 508 metri).

"Oltre il danno la beffa! Ancelor Mittal non solo inquina come e quanto prima, ma non ha portato nessun beneficio all’economia locale e pugliese: e così i tarantini sono beffati due volte, la prima per le condizioni ambientali e di salute nelle quali sono costretti a vivere a causa dell’inquinamento provocato dall’acciaieria, la seconda dovendo assistere all’arricchimento di aziende del Nord che vengono chiamate anche dalla nuova proprietà per alcuni lavori che devono effettuarsi nel siderurgico. Insomma, privati di salute e di soldi". Così in una nota il consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini. 

"Dopo la mia ultima interrogazione - prosegue Borraccino - è apparso a tutti chiaro che i rapporti fra Regione Puglia e Acelor Mittal sono pari a zero, l’assessore allo sviluppo economico, Borracino, è stato chiaro: decarbonizzazione e abbassamento dei livelli di inquinamento, sono le condizioni che vengono poste per intraprendere qualsiasi tipo di contatto". 

"Ma nel frattempo? C’è bisogno di un’azione sinergica che smuova questa stasi che è un danno per tutto il territorio, ma anche per tutta la Puglia. Di qui - conclude Perrini - il mio appello a tutta la politica regionale, alle associazioni di categoria, Confindustria e sindacati in testa, ma anche a tutti i movimenti per attivare qualsiasi azione utile per “costringere” la nuova proprietà dell’ex Ilva a collaborare con le istituzioni e partenariato sociale pugliese".

Taranto, maxi-sequestro bianchetto

TARANTO - Posta sotto sequestro dalle Fiamme Gialle di Taranto oltre una tonnellata di pesce 'sottomisura'. Su un'autovettura guidata da un calabrese e controllata nel capoluogo ionico sono stati sequestrati 320 kg di pesce 'bianchetto'. Bloccato lungo le marine della fascia a ponente di Taranto un furgone condotto da un siciliano sul quale c'erano 670 di novellame di pesce e circa 50 kg di pesce 'palamita'.

Tutto il prodotto ittico è stato sequestrato e donato a diverse mense dei poveri, associazioni di volontariato e case famiglia di Taranto. Elevate sanzioni amministrative per oltre 50mila euro.

Ss7, Perrini: "Entro la fine di marzo il bando per mettere in sicurezza l'extramurale. Finalmente!"

BARI - Il consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini, commenta lo sblocco dello stallo dei lavori per la Statale 7, che collega alcuni importanti comuni del Tarantino. "Una buona notizia - dichiara -, entro la fine di questo mese dovrebbero essere avviate le procedure per l’appalto che finalmente metterà in sicurezza una delle strade dove hanno perso la vita tanti automobilisti.

Si tratta - prosegue Perrini - dell'extramurale che collega i comuni di Palagiano, Castellaneta, Palagianello e Mottola. La notizia arriva dall'Anas che con una lettera al Comune di Palagiano (che aveva approvato un progetto di Lavori di razionalizzazione delle intersezioni site al Km 626+250 ed al Km 627+200 della Strada Statale 7  mediante la realizzazione di 2 rotatorie) sostiene di aver espletato l’istruttoria e quindi di essere in grado di partire con il bando di appalto.

"Sono davvero contento di aver nel mio piccolo contribuito a sollecitare, a volte anche in modo pressante, le Istituzioni preposte affinché si mettesse in sicurezza quel tratto della Statale 7. - ha detto Perrini-  Da consigliere di opposizione, ho posto fin dal mio insediamento il problema fra le priorità del mio mandato. Ho partecipato ad audizioni con Regione e Anas, presentato interrogazioni e pungolato/incontrato l’assessore ai Trasporti Giannini in più di un’occasione. Fino all’ultimo Consiglio regionale dove abbiamo discusso un’ennesima mia interrogazione", conclude Perrini.

Corruzione: arrestato ex presidente Provincia Taranto

TARANTO - Stamani sono scattati gli arresti delle Fiamme Gialle di sette persone, tra cui l'ex presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano (Forza Italia), nell'ambito di un'inchiesta della Procura sull'iter amministrativo per la concessione dell'autorizzazione all'ampliamento della discarica di Grottaglie-contrada Torre Caprarica. Contestati, a vario titolo, i reati di di corruzione e turbata libertà degli incanti.

Morgante: "Chiusura Utic dell’ospedale Giannuzzi di Manduria, disattesi gli impegni assunti"

BARI - Il consigliere regionale Luigi Morgante interviene sul caso della chiusura dell’ospedale Giannuzzi di Manduria. “La chiusura del reparto di Terapia Intensiva Cardiologica (Utic) dell’ospedale Marianna Giannuzzi di Manduria - dichiara Morgante - è una sconfitta della politica al servizio dei cittadini e della comunità. Era prevista dal Piano di Riordino ospedaliero approvato con delibera di giunta regionale del 23 gennaio dello scorso anno, ma di fronte alla preoccupazione espressa da un vasto territorio che si vedeva privare di un importante riferimento per la salute e la vita stessa, in caso di insorgenza di improvvise malattie tempodipendenti, era arrivata direttamente dal presidente Michele Emiliano, che è anche titolare della delega di assessore alla Sanità, l’assicurazione che si sarebbe aspettata, prima di qualunque dismissione, la costruzione del nuovo ospedale San Cataldo di Taranto". 

"Per questo - prosegue Morgante - si tratta di un provvedimento sconcertante, così come è sconcertante ipotizzare che soli otto posti letto nel reparto di Cardiologia possano bastare a soddisfare le esigenze e le aspettative delle persone con problemi cardiaci a Manduria e nei comuni limitrofi. Ancora, il Piano di Riordino prevede anche la dismissione del reparto di Nefrologia, finora scongiurata con la medesima assicurazione, l’attesa del nuovo polo ospedaliero provinciale. Mi rivolgo allora direttamente al Governatore Emiliano, a nome di un territorio ancora una volta penalizzato, per conoscere il reale futuro dell’ospedale Giannuzzi di Manduria e di Nefrologia, al netto di promesse poi dimenticate e tradite”, conclude Morgante.

Martina Franca: si avvia alla conclusione il Festival di pittura, poesia e narrativa ‘Artemozioni’

di TERESA GENTILE - Si avvia alla fase conclusiva  il Concorso di poesia e narrativa incluso nella quinta biennale del Festival Internazionale delle Emozioni, Si tratta di una prestigiosa manifestazione culturale che in questa edizione ha affrontato l’attualissima tematica delle sette opere di misericordia corporale.

L’evento, fortemente voluto dalla poetessa ed artista Lucia Torricella, dinamica presidente dell’Associazione ‘Artemozioni’ di Martina Franca, nasce da un’idea della stessa presidente che con il suo ottimismo ed entusiasmo, le sue idee, la sua passione e la sua grande energia è riuscita a coinvolgere tutti in questo meraviglioso progetto.

L’11 maggio, alle 19, si terrà il vernissage alla presenza di critici e artisti di valenza internazionale ed il 18 maggio, sempre alle ore 19, si concluderà l’evento ed i pittori avranno dai critici le recensioni alle loro opere nel Sala degli Uccelli del Palazzo Ducale di Martina Franca (TA). C’è da registrare una innovazione perché accanto ad opere figurative si è dato spazio anche ad opere caratterizzate da espressionismo informale e astratto capace di generare emozioni negli osservatori. Da alcuni giorni la commissione letteraria sta esaminando moltissimi racconti e poesie pervenuti da varie regioni d’Italia ma anche dall’estero e che si stanno rivelando di grande pregio e ricchi di messaggi attualissimi.

La premiazione del concorso letterario si terrà il 4 maggio alle 19 nella piazzetta antistante il MuBa (Museo della Basilica di San Martino).

L’esposizione delle opere d’arte si terrà dall’11 al 18 maggio nelle sale del Palazzo Ducale dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 20.

Il tema di questa avanguardistica manifestazione culturale è pregno di straordinaria attualità, poiché mira a rieducarci ad essere umani e misericordiosi. Ciò è importante in un’epoca caratterizzata da turbolenza spirituale, sfaldamento di valori, odio, violenza e persecuzioni. Tempi in cui occorre imparare a difenderci e soccorrerci vicendevolmente, sfamando, dando da bere, alloggiando i pellegrini, visitando chi è infermo o carcerato, seppellendo i morti, ecc.

Da dipinti, racconti e poesie emerge una umanità sofferente, priva di speranze e certezze, ferita nel corpo e nello spirito da povertà e malattie ma che viene soccorsa da una umanità ancora ricca di misericordia. Del resto le opere di misericordia educano all’attenzione verso le esigenze più elementari dei nostri fratelli più indifesi, deboli e piccoli, e rappresentano un «formidabile antidoto» al male dei “cuori di pietra” in un mondo ‘colpito’ dal terribile virus dell’indifferenza. Attraverso semplici gesti quotidiani di pazienza, rispetto, conforto, vicinanza, solidarietà possiamo compiere una vera rivoluzione culturale. Altra opera importante da compiere è poi quella di limitare i disastri ambientali, poiché essi pongono a repentaglio la nostra stessa sopravvivenza. Tali disastri emergono sempre più e potrebbero essere evitati o quanto meno limitati, dal momento che i loro effetti sono spesso dovuti a mancanza di cura dell’ambiente da parte dell’uomo. Bisogna imparare a tutelare non solo i nostri simili e noi stessi ma anche la nostra casa comune, promuovendo una cultura di prevenzione, con l’aiuto anche delle nuove conoscenze e riducendo i rischi per le popolazioni più vulnerabili.

Settimana Santa: i riti di diciassette città pugliesi dal 15 al 24 marzo a Valladolid

(ph: Concellòn)
VALLADOLID - Il tempo sospeso. E il dolore che da intimo diventa pubblico, al cospetto del pianto muto dell’Addolorata e di fronte al Cristo sanguinolento, ricurvo sotto il peso della croce, mentre il suono delle marce funebri si fa strada tra il silenzio della folla ammutolita, assiepata ai lati delle processioni, nelle quali sfilano a passo rallentato i confratelli in abito penitenziale. Rappresentazioni iconiche della Passione tratte dalla Settimana Santa pugliese, che in omaggio ai rapporti secolari con la Spagna, venerdì 15 marzo, vengono presentate a Valladolid, dove è altrettanto forte la tradizione dei riti pasquali. Accade con l’inaugurazione, a Palazzo Reale, di un’importante mostra fotografica, tra gli appuntamenti dell’iniziativa itinerante «Plenilunio di Primavera» promossa dalla cooperativa FeArT e dell’associazione Puglia Autentica, in collaborazione con la Regione Puglia e Pugliapromozione, per favorire gli scambi e il turismo culturale e religioso.

L’esposizione comprende immagini che, dal Gargano al Salento, raccontano la Settimana Santa di Andria, Bisceglie, Molfetta, Bitonto, Ruvo di Puglia, Corato, Canosa di Puglia, Conversano, Noicattaro, Valenzano, Francavilla Fontana, Troia, Vico del Gargano, San Marco in Lamis, Gallipoli, Taranto e Pulsano. Immagini a confronto con quelle dei riti di Valladolid, con le sue processioni caratterizzate da magnifiche sculture lignee realizzate da importanti artisti del Barocco spagnolo, presentate in una serie fotografica messa a disposizione da José Luis Alonso Ponga, direttore del Centro Internazionale degli Studi sulla Settimana Santa dell’Università di Valladolid, partner dell’iniziativa «Plenilunio di Primavera» curata dal direttore scientifico Gaetano Armenio.

(ph. Concellòn)
La mostra verrà presentata alla stampa iberica il giorno dell’inaugurazione, venerdì 15 marzo, e resterà aperta sino al 24 marzo, mentre sabato 16 marzo il programma prevede un concerto nella chiesa del Convento de los Agustionos Filiponos delle Voci delle Confraternite di Vico del Gargano e della Banda Davide delle Cese di Bitonto, che eseguirà una selezione di marce funebri pugliesi. Si tratta di formazioni provenienti da due dei centri pugliesi (gli altri sono Molfetta e Lecce) dove la mostra di «Plenilunio di Primavera» farà tappa nelle prossime settimane accompagnata da ulteriori iniziative, tutte finalizzate - spiega Armenio - «a porre il viaggio come momento di confronto e di scambio con le realtà culturali europee, di analisi, riflessione ed esplicitazione degli elementi comuni, delle diversità e delle contraddizioni presenti in queste terre nelle quali confluiscono culture e tradizioni diverse eppure unite dalla stessa civiltà, quella che ha visto nascere e fiorire i popoli del bacino del Mediterraneo».

Impreziosita da un elegante catalogo in lingua spagnola, la mostra restituisce momenti, simboli e gesti della Settimana Santa pugliese, a partire dalle suggestiva processione dell’Addolorata di Taranto e da quella di Bitonto, dove la Madonna peregrina circondata da decine di candele in una città completamente al buio. Tra le immagini, l’accensione del falò di Noicattaro, la processione della Deposizione di Ruvo di Puglia, quella delle catene di Troia e la processione dei Cinque Misteri di Molfetta. E, ancora, scatti che ritraggono i Misteri di Gallipoli e i riti di Vico del Gargano, con le Madonne del Venerdì Santo e del Cristo Morto, le “fracchie” accese di San Marco in Lamis, la Processione della Desolata di Canosa di Puglia e molte altre ancora.

Info www.settimanasantainpuglia.it

Ex Ilva, "Ora è chiaro: nessun dialogo tra Regione Puglia e Arcelor Mittal"

BARI - Il consigliere regionale di Direzione Italia, Renato Perrini, risponde dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Borraccino, in merito alla vicenda ex Ilva. "Mentre l’ex Ilva inquina sempre più - dichiara Borraccino -, grazie alla mia interrogazione oggi appare chiaro che fra Regione Puglia e la nuova proprietà Acelor Mittal non vi è nessun dialogo, non solo che un dialogo proficuo non vi è neppure con il commissario straordinario per le Bonifiche, Vera Corbelli, e che sul piano occupazionale ci sono seri dubbi sui criteri dei lavoratori in cassintegrazione". 

"Insomma - prosegue -, la risposta alla mia interrogazione da parte dell’assessore allo Sviluppo Economico, Borraccino, ha svelato quello che noi sospettavamo, ma che nella realtà è anche peggio sia sotto il profilo delle bonifiche ambientali (interne all’azienda, ma anche nei cinque Comuni limitrofi, Taranto compreso) sia sotto il profilo dei rapporti istituzionali. Borraccino è stato chiaro: nessun dialogo con Acelor Mittal fino a quando sul tavolo non sarà preso in considerazione un progetto di decarbonizzazione della società e non si saranno prese misure concrete per abbassare l’inquinamento aumentato a causa della maggiore produzione. Contemporaneamente la Regione ritiene validi i ricorsi presentati da alcune sigle sindacali sui criteri adottati per mettere in CIGS circa duemila lavoratori. La Regione avrà pure le sue ragioni, ma questo nuovo braccio di ferro con la nuova proprietà ci riporta indietro di anni e anni, con uno stallo di rapporti e a pagare saranno sempre i soliti, i tarantini che continueranno a vivere in un territorio inquinato e con la continua spada di Damocle sulla testa: lavoro/salute. Insomma, siamo punto e a capo", conclude Borraccino.

A Fragagnano torna 'Il Rito dei Santi'

FRAGAGNANO (TA) - Domenica 17 marzo si rinnova a Fragagnano, in occasione della festa in onore di San Giuseppe, il “Rito dei Santi”. È un antico rituale le cui origini sono da ricercare nei culti aviti del mondo pagano, riplasmati con l’avvento della dottrina evangelica; corrispondenze con tale rito, inoltre, si ritrovano nella liturgia tramandata dai monaci basiliani e, ancora, nelle tradizioni delle comunità ebraiche e in quelle italo-albanesi arbëreshë.

Il Rito dei Santi è organizzato dal Comune di Fragagnano e dalla locale Pro Loco e, in questa dodicesima edizione, si avvale della collaborazione dell’Associazione delle Città del Ss. Crocifisso, guidata da Alesio Valente e avente in Giuseppe Semeraro il motore della sua macchina organizzativa, e dell’Associazione musicale-culturale “AEDE”; media partner è Studio100TV.

Il Rito dei Santi è inserito nel progetto Radices realizzato dall'ATS del Comune di Maruggio, Carosino, Fragagnano e Monteiasi, con il contributo dell'Avviso sullo spettacolo dal vivo e le residenze artistiche (art. 45 del D.M. 1° luglio 2014) - ambito teatro.

Il “Rito dei Santi” inizierà, alle ore 10.00 di domenica 17 marzo, con la Santa Messa presso la Chiesa Madre Maria Ss. Immacolata di Fragagnano; dopo la concelebrazione eucaristica si snoderà il corteo che rievoca la fuga in Egitto della Sacra Famiglia che, accompagnato dal Gran Concerto Bandistico Città di Fragagnano, raggiungerà la Chiesa della Beata Vergine del Carmine.

Qui avrà luogo, con inizio alle ore 11.00 circa, il Rito dei Santi che sarà presentato dalla giornalista Nicla Pastore. La celebrazione vedrà protagonisti Nicola Dattesi, Ilaria Reggio, Angelo Bucci e Francesca Palumbo, nonché alcuni ragazzi dell’Istituto De Amicis; verranno così declamate letture e preghiere, mentre gli astanti potranno degustare i 13 piatti tipici della tradizione, ognuno dei quali allusivo di simbologie apotropaiche.

Quest’anno il Rito dei Santi si colloca nell’ambito del “2019 Anno Nazionale del Turismo Lento” che mira a tutelare e riproporre in modo innovativo luoghi, memorie e conoscenze che fanno del nostro Paese un luogo unico. Al Rito dei Santi, inoltre, sarà presente anche la Città di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019.

A seguire il Comune d Fragagnano sottoscriverà il protocollo di adesione all’Associazione Città del Ss. Crocifisso; questa è una grande comunità alla quale aderiscono ben 26 Comuni di 6 Regioni dell’Italia meridionale: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna, con Comune capofila la città di Gravina in Puglia.

Quest’anno la concelebrazione eucaristica del Rito dei Santi sarà presieduta da Don Santo Guarino, parroco di Fragagnano, Don Beniamino Cirone, parroco di Brienza e Ass. Ecclesiastico dell’Associazione Città del Ss. Crocifisso, Don Giancarlo Ruggieri, parroco di San Giorgio Jonico, Don Michele Gramegna, parroco di Gravina di Puglia e Don Pasquale Laporta, parroco di Talsano.

La regia della dodicesima edizione de Il Rito dei Santi è stata affidata ad Alfredo Traversa, attore e regista grottagliese, fondatore della Quarta Espressione con Daniela Ardini. Ha dapprima lavorato per le sedi RAI di Bari, Roma e Napoli, poi in teatro. Elabora progetti di teatro-civile, coinvolgendo (primo in Italia) gli extracomunitari e i rifugiati in Italia con il Ministero dello Spettacolo, il Comune e l'Università di Siena per uno spettacolo su Dante Alighieri in lingue diverse. Significativa è la sua attività per il recupero di spazi per il teatro, e l'attività filmica, che lo porta ad occuparsi di P. P. Pasolini e W. Chiari. In Puglia, ha ideato il Teatro di Fantiano e il Teatro della Fede.

Taranto: al via gli appuntamenti del Mysterium Festival 2019

TARANTO - Il Mysterium Festival 2019 si prepara a tornare con fede, arte, cultura, pensiero, storia e tradizione. Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione nell'Arcivescovado di Taranto, alla presenza dell'Arcivescovo Metropolita di Taranto Monsignor Filippo Santoro, del portavoce dell’Arcivescovo di Taranto don Emanuele Ferro, dell’assessore alla cultura Fabiano Marti, del direttore artistico del Mysterium Festival il Maestro Piero Romano, del presidente del Mysterium Festival dottor Donato Fusillo e della dottoressa Adriana Chirico componente del comitato scientifico.

Un ricco programma di eventi dal 27 marzo al 21 aprile animerà le città di Taranto e Matera, accompagnandole nella tanto attesa Settimana Santa attraverso una serie di proposte multidisciplinari che ruotano intorno alle tematiche del sacro, con cinema, musica, teatro, arte, letteratura, installazioni, cucina e performance.

“Il Mysterium rappresenta il mistero cristiano del significato della vita - ha dichiarato l’arcivescovo Santoro - abbracciando la cultura e le sue diverse realtà”.

Il presidente del Mysterium Donato Fusillo ha aggiunto: “La manifestazione vede lavorare in sinergia i principali attori del territorio, valorizzando anche le periferie della città e nuovi luoghi come Lama e Grottaglie”. L’assessore Marti ha specificato: “L’Orchestra della Magna Grecia è un’eccellenza per Taranto e la Settimana Santa è un momento importante. Il Mysterium ha un alto livello artistico ed è di grande impatto sociale. Come amministrazione comunale abbiamo voluto mostrare la nostra vicinanza”. La professoressa Chirico ha specificato: “La rassegna che qualifica sempre più la città è un’occasione per incrementare il turismo religioso e fare della Settimana Santa un evento dalla portata sempre maggiore”.

Il Maestro Piero Romano, che ha illustrato gli eventi del cartellone, ha affermato: “Il Mysterium vuole alimentare una splendida ordinarietà di una città che si vanta della sua cultura e che sa come offrirla. La tradizione è espressa con tante forme d’arte e con originalità, dalla musica all’arte, dalla tecnologia alla poesia, dall’immagine alla cucina”.

Ad aprire la sesta edizione sarà il concerto di inaugurazione “La Messa da Requiem” di G. Verdi con il soprano Silvia Dalla Benetta, il tenore Raffaele Abete, il basso Fabrizio Beggi, il direttore Maestro Gianluigi Gelmetti, i maestri del coro Andrea Crastolla, Agostino Ruscillo e Annarita Di Giovine Ardito, il

coro regionale Arcopu e l’Orchestra della Magna Grecia. La Messa da Requiem è una composizione sacra di Giuseppe Verdi del 1874 per coro, voci soliste ed orchestra, dedicata allo scrittore Alessandro Manzoni.

Gianluigi Gelmetti è stato definito ”Tra i migliori direttori del mondo” dal musicologo Paolo Isotta. Vanta un repertorio poliedrico e ha diretto in tutto il mondo (es. la Scala, il Covent Garden e l’Opéra de Paris). É stato storico Direttore Musicale all'Opera di Roma per dieci anni. Primo appuntamento mercoledì 27 marzo alle ore 21 alla Concattedrale di Taranto e giovedì 28 marzo alle 20.30 alla Cattedrale di Matera.

Il secondo appuntamento sarà con “La Messa da Requiem in re minore K626” di W. Mozart, la sua ultima composizione. Rimasta incompiuta per la morte dell'autore, il 5 dicembre 1791, fu completata successivamente dall'amico e allievo Franz Xaver Süssmayr. Il soprano Giorgia Teodoro, il mezzosoprano

Marta Pluda, il tenore Manuel Amati, il basso Rocco Cavalluzzi, il direttore Maestro Alvise Casellati, il maestro del coro Andrea Crastolla, L.A. Chorus e l’Orchestra della Magna Grecia porteranno il concerto sabato 30 marzo alle ore 20 nella città vecchia di Taranto, nella chiesa Madonna della Salute e domenica

31 marzo a Matera nella Chiesa di Sant’Agostino alle ore 19.30.

Il Mysterium film porterà nel mondo del cinema con le pellicole in prima visione cinematografica per Taranto:

• Ben is Back, il film con Julia Roberts diretto da Peter Hedges, segue la storia del giovane Ben (Lucas Hedges) che sta cercando di disintossicarsi. Il giorno di Natale decide di uscire dalla comunità per passare le feste in famiglia. La proiezione ci sarà martedì 2 aprile al Teatro Orfeo alle ore 20, con un prezzo del biglietto ridotto a 5 euro.

• Papa Francesco, Un uomo di parola, un film del 2018 diretto da Wim Wenders e scritto dal regista stesso insieme a David Rosier. Il film è stato presentato il 13 maggio 2018 tra le proiezioni speciali del Festival di Cannes 2018, dove è stato candidato al premio della Giuria Oeil d'Or come miglior film documentario. La proiezione ci sarà lunedì 8 aprile al Teatro Orfeo alle ore 20, con un prezzo del biglietto ridotto a 5 euro.

Entrambe le proiezioni saranno precedute da un dibattito cinematografico a cura del critico Guido Gentile.

La Pasqua significa anche dolci e tradizioni, il Mysterium propone “Sweet Easter - una cooking class sui dolci tipici pasquali”. La chef e cake designer Teresa Doria mostrerà i deliziosi segreti di cucina mercoledì 3 aprile alle ore 18 da Baux Cucine, nella zona industriale di Faggiano, per un appuntamento da leccarsi i baffi!

“MaterElettrica”, Scuola di Musica Elettronica e Applicata del Conservatorio “R. Duni” di Matera, porterà nell’itinerario multimediale “ARTERIAE: L'ARTE DELLA RAMIFICAZIONE” dal 13 al 20 aprile al Castello Aragonese di Taranto, dalle ore 16.30 alle 20.30. Il collettivo si dedica alla ricerca in ambito elettroacustico, alla performance e al design (Music e Sound Design) nei diversi settori legati alla produzione artistica e all’applicativo sonoro industriale.

Dal 7 aprile al 12 maggio il Crac Puglia di Taranto presenterà il progetto “Carlo Lorenzetti. Piegare la luce”, mostra personale dell’artista a cura di Roberto Lacarbonara. CRAC Puglia incontra uno dei più grandi maestri italiani della scultura ripercorrendo circa trent’anni di produzione (1989-2018) attraverso una selezione di disegni, collage, rilievi metallici, graffiti e sculture. Fragili e spirituali, simili ad icone dotate di sacralità e mistero, le forme dinamiche, le superfici riflettenti ed i volumi minimi di Carlo Lorenzetti compongono un corpus di corpi-oggetti in grado di ritmare la luce con meditata sapienza ed essenzialità.

Che cos’è l’amore? Slancio, erotismo, tenerezza, dedizione assoluta quando tutto funziona, chiusura, noia, insofferenza, quando si scivola nel lato oscuro dello stesso sentimento. “Amore non amore” è il libro di Franco Marcoaldi, dedicato alla passione più inafferrabile e indefinibile tra tutte quelle che l’essere umano può provare.

In una serata di musica e poesia l’autore sarà accompagnato dalla voce di Peppe Servillo e dalla chitarra di Cristiano Califano, sabato 13 aprile alle ore 20.30 a Palazzo Pantaleo di Taranto.

Sarà ancora la musica protagonista del Mysterium domenica 14 aprile con “Rosso. Musiche da un’Europa errante”, un concerto voce e sassofono nella chiesa San Pasquale di Taranto alle ore 20.30. Luciano Biondini alla fisarmonica e Mosè Chiavoni al clarinetto e sax, presenteranno una nuova idea musicale. Il duo gioca con i volumi sonori e le velocità, senza perdere mai di vista la cantabilità e la pulsione ritmica, viaggiando tra Italia, America e Mitteleuropa.

Una delle insidie più pericolose e sottovalutate della nostra epoca, in cui le nuove tecnologie digitali

funzionano come un rallentatore cognitivo ed emotivo che rende tutto apparentemente fattibile e fruibile senza sforzo, è il progressivo deperimento – se non addirittura l'estinguersi – della passione, quella sfida lanciata al mondo e a se stessi per continuare a migliorarsi, a sperare, a sognare. Ma poiché, senza passione, non c'è una vita vera né una visione del futuro, in primo luogo del proprio, l'unico modo per non arrendersi a questa perdita è invocarla, provocarla, inseguirla, raccontarla. È quello che fa Paolo Crepet componendo un inventario di storie e riflessioni, attinte dalla propria esperienza esistenziale e professionale, che ruotano attorno a questa parola sacra, in tutte le sue accezioni e declinazioni. “Passione” di e con lo psichiatra Paolo Crepet si terrà lunedì 15 aprile alle ore 20.30 nell’ex Caserma Rossarol, accompagnato dal violino di Dino De Palma e dal pianoforte di Claudio d’Ippolito con musiche di Chopin, Debussy, Sarasate.

Una proposta originale arriva con “Vox” domenica 14 aprile nel Santuario di San Francesco da Paola di Matera alle ore 20.00 e lunedì 15 aprile nella chiesa Regina Pacis di Lama alle ore 20. Il fascino delle sonorità del quintetto di violoncelli il Venusia Cello Quintet, si fonde con l’incredibile vocalità del controtenore Antonio Giovannini, artista di fama internazionale, per una emozionante celebrazione della vox umana. Dal repertorio barocco alle musiche originali.

Tornano gli attesissimi “Tableaux Vivants” con la rappresentazione vivente dei capolavori di Caravaggio martedì 16 aprile al Castello Aragonese di Taranto dalle ore 20 alle 22.30 e mercoledì 17 aprile nella Chiesa Madre di Grottaglie a partire dalle ore 20. I suggestivi “quadri viventi” vedranno una rappresentazione teatrale con un gruppo di attori che interpreterà le celebri tele dell’artista.

L’ironia sarà la grande protagonista per “La Bibbia raccontata da Paolo Cevoli” mercoledì 17 aprile alle ore 21 al Teatro Orfeo di Taranto e giovedì 18 aprile alle ore 21 all’Auditorium Gervasio di Matera. Paolo Cevoli, comico noto anche per la sua partecipazione a “Zelig”, propone uno spettacolo-monologo rileggendo a suo modo il “libro dei libri”, presentando alcuni grandi personaggi dell’Antico Testamento mettendo in evidenza le loro fragilità e incoerenze.

L’evento “Tessere d’arte nel borgo e nell’isola” arriverà a Taranto giovedì 18 e venerdì 19 aprile, una vera e propria “invasione d’arte” nel capoluogo ionico.

Nel Chiostro del Palazzo di città spettacolo di sabbia e musica con “Redemption” di Massimo Ottoni (sand artist) e Ilaria Paolicelli (vibrafono). Nel museo MArTA ci sarà “Ura”, progetto d’esordio di uno straordinario duo che porta alla luce i legami possibili tra i repertori che navigano attraverso l’Adriatico unendo i Balcani e i Carpazi con le regioni del Sud dell’Italia. La voce di Maria Mazzotta si muove leggera e ricca di mille sfumature tra le lingue musicali delle due sponde mentre le note di Redi Hasa al violoncello propongono, ogni volta, una e mille soluzioni possibili alle melodie tradizionali. Nel Castello Aragonese ci sarà “Requiem Opera 48 di G. Faurè” con il soprano Agnese Funari, il baritono Leonardo Galeazzi, il Coro della virgola e l’Orchestra della Magna Grecia.

Al Chiostro ex convento di Sant’Antonio ci sarà “Erodiade I” con Elisa Barucchieri e la Compagnia di danza ResExtensa per un assolo sofisticato e suggestivo in continuo alternarsi di gesti minimi e vertigine del corpo in omaggio al tema. Un lavoro intenso e unico quale l’immagine, il corpo e la parola si fondono in un’unica emozione forte e travolgente. Al MuDi ci sarà “Live Picture: Beauty”, le più famose opere d’arte prenderanno vita in video-proiezioni, a cura di Rino Tagliaferro.

1° spettacolo 20.00 - 2° spettacolo 21.30.

Sabato 20 aprile a Palazzo Pantaleo sarà la volta dello spettacolo teatrale di e con Giovanni Guarino in collaborazione con la Cooperativa teatrale Crest.

Gran finale con il CONCERTO DI PASQUA domenica 21 aprile nella Cattedrale di San Cataldo di Taranto alle ore 20 con il controtenore Aurelio Schiavone, il soprano Valeria La Grotta, il soprano Maria Chiara Scarale, il baritono Luca Simonetti, il tenore Leopoldo Punziano, L.A. Chorus e l’Orchestra della Magna  Grecia diretti dal Maestro Piero Romano.

Nell’occasione sarà assegnato il PREMIO MYSTERIUM FESTIVAL dedicato a personalità del mondo culturale ed imprenditoriale impegnate nel sociale.

Il Mysterium Festival è patrocinato da Arcidiocesi di Taranto, Comune di Taranto e Orchestra della Magna Grecia in collaborazione con Mibac, Regione Puglia e le Corti di Taras. Sponsor: Ubi Banca, Fondazione Puglia, Baux Cucine, Programma Sviluppo, Chemipul, Interfidi, Comes Group, Varvaglione Vigne e Vini, Fondazione Oro6 per il sociale, Villa Verde, Feat Srl, Andriani Boutique, Associazione panificatori Taranto. Media partner: Mycicero.

La “Gold Card” consente con un costo di 40 euro di accedere a tutte le iniziative del Mysterium Festival usufruendo di servizi dedicati per la comunicazione e la partecipazione a tutti gli eventi in programma, garantendo posti nelle prime file.

Per biglietti e informazioni:

• a Taranto presso Orchestra della Magna Grecia, in via Tirrenia n.4 (099.7304422), in via
Giovinazzi n.28 (cell. 392.9199935)
a Matera presso Orchestra della Magna Grecia, in via De Viti De Marco 13 (Tel. 0835.1973420).

Mamme a Taranto: "Chiudete l'Ilva, non le scuole"

(credits: La Repubblica-Bari)
TARANTO - Centinaia di cittadini si sono riuniti stamane al Municipio di Taranto, dov'è attualmente in corso il "Presidio contro l'inquinamento". Uno striscione attira l'attenzione dei passanti, recita: "Chiudete l'Ilva, non le scuole". In prima linea a protestare vi sono le madri del rione Tamburi, con i loro figli che inscenano girotondi e partecipano ad attività didattiche improvvisate in strada.

In Municipio ci sono anche gli alunni delle scuole elementari Deledda e De Carolis, chiuse in attuazione dell'ordinanza del sindaco Melucci, in attesa di conoscere i risultati dei controlli in corso ad opera di Arpa ed Asl. Nuove indagini sono state, infatti, commissionate per comprendere i rischi derivanti dalla vicinanza dei suddetti plessi didattici alle collinette ecologiche dell'ex-Ilva, poste sotto sequestro dal Noe in quanto trasformate in discariche di rifiuti industriali.

Ex Ilva, Mazzarano: “Il Pd jonico come i grillini, pericoloso negare dati inquinamento”


TARANTO - “La situazione ambientale di Taranto è fuori controllo. Anziché esprimere vicinanza alle associazioni e ai genitori dei bambini morti a causa dell’inquinamento, il Pd locale e il M5S si associano nel drammatico gioco della manipolazione dei dati sulle emissioni pubblicati dalle associazioni ambientaliste e confermate da Arpa Puglia”.
Questo il commento del consigliere regionale del Partito Democratico, Michele Mazzarano, dopo la notizia, confermata dall’Arpa Puglia, secondo la quale negli ultimi mesi a Taranto si è registrato un aumento significativo dei dati sull’inquinamento”.
“Di fronte ad un dramma di queste proporzioni - ha aggiunto Mazzarano - deve essere dovere di tutti schierarsi dalla parte dei cittadini che protestano e dei genitori che hanno perso i propri figli per malattie oncologiche.
“L’immagine del Palazzo del Comune sotto l’assedio dei manifestanti è la plastica dimostrazione di una grave crisi ambientale e istituzionale che sta piegando la Città di Taranto, frutto di assenza totale di dialogo e di confronto con chi si batte per il diritto alla vita. La manipolazione delle note di Arpa Puglia operata dai deputati grillini e dal segretario locale del Pd, sono la fotografia di una “imbarazzante equivicinanza” alla difesa dello “status quo”, di coloro cioè che intendono negare che esistono problemi di aggravamento della situazione ambientale e sanitaria del territorio. Il Pd lo fa per continuare a difendere i provvedimenti del Governo Renzi, il M5S per difendere le scelte del Ministro Di Maio; e per l’eterogenesi dei fini, sostengono la stessa discutibilissima posizione.
“Bene ha fatto il Presidente Emiliano a disporre a breve termine una rigorosa Valutazione del Danno Sanitario, coinvolgendo oltre gli enti e le agenzie strumentali della Regione, anche le più autorevoli istituzioni internazionali. Perché è giusto che chi ha il dovere di intervenire sia supportato dal rigore scientifico.
“Al contrario, negare a priori l’evidenza dei fatti solo ed esclusivamente per calcoli politici - ha concluso Mazzarano - è un comportamento grave e dannoso per il territorio”.

Choc a Taranto: violentano figli minori disabili, in manette mamma e amici

TARANTO - Storia choc di abusi dal Tarantino. Per anni avrebbe violentato i figli minori con il suo compagno e un amico di famiglia. La mamma delle vittime e i due uomini, residenti in un comune della provincia di Taranto, sono stati arrestati da agenti della Squadra Mobile della Questura, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Giuseppe Tommasino su richiesta del sostituto procuratore Francesco Ciardo. 

Pesanti le accuse per i tre, che vanno dalla violenza sessuale continuata in concorso (con l'aggravante di aver commesso il fatto nei confronti di minori dei 10 anni) ai maltrattamenti in famiglia. Le vittime sono minori con disabilità intellettiva che oggi hanno 14, 12, 9 e 6 anni. Il più piccolo avrebbe subito gli abusi quando aveva 3 anni.

Tateo (Lega): "Vicenda agghiacciante, finalmente bambini liberi" - "Tutto ciò che è stato accertato non si può che definire agghiacciante. Da donna e madre, non riesco ad immaginare per quale motivo un genitore sia spinto a seviziare in questa maniera i propri figli. Grazie agli uomini della Procura per aver accertato i fatti e liberato questi poveri innocenti dall'oblio in cui erano precipitati, mi auguro che la magistratura faccia il suo corso e che questi 4 bambini possano finalmente vivere una serena e soprattutto normale." Lo dichiara in una nota Anna Rita Tateo, deputata pugliese della Lega.

Violenze sui figli a Taranto, psicologi: "Non sarà facile ricreare fiducia dei bambini verso gli altri"

BARI - “Storie come questa non smettono di suscitare orrore e un senso di profondo sconforto, anche per professionisti come noi, che di vicende in cui la mente umana perde qualsiasi ragione ne affrontiamo tante”. Antonio Di Gioia, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Regione Puglia, commenta la notizia dell’arresto della mamma, del compagno e di un loro amico che per anni hanno violentato i quattro figli della donna, tutti sotto i 14 anni. “Una vita fatta di violenza e abusi nel luogo in cui ci si dovrebbe sentire protetti dalla persona che più di tutte dovrebbe garantire amore e sicurezza potrà causare diversi danni permanenti”, prosegue di Gioia. 

“I ragazzi, già in condizioni psicologiche complicate, sono stati lasciati al totale abbandono, anche dal punto di vista alimentare e igienico. Situazione resa ancor più complicata dal fatto che ci troviamo di fronte ad una famiglia endogamica, che ha tagliato qualsiasi contatto con il mondo esterno, evitando ai ragazzi di frequentare persino la scuola dell’obbligo”. “Avere un mostro in casa per anni”, continua il presidente degli psicologi, “crea una vera a propria devastazione psichica, riconoscere ancora il bene dal male sarà difficile per i quattro ragazzi. Non dimentichiamo che il più piccolo, di soli 6 anni, ha iniziato a subire abusi da quando ne aveva soltanto tre. Questo evento scatenerà un inesorabile blocco del normale sviluppo psichico ed emotivo nei bambini, già estremamente provati, ed un inevitabile cambiamento di percezione di sé e del mondo che li circonda e un crollo della fiducia nel prossimo. Ricreare uno stato di fiducia verso gli altri, dopo anni di abusi sessuali, sarà da valutare con il tempo. Servirà un grande lavoro degli psicologi”. Conclude Di Gioia: “Auspichiamo che le strutture competenti non smettano di garantire la presenza costante di nostri colleghi, ci auguriamo che possano continuare a lavorare con questi ragazzi e dare loro un barlume di speranza”.

D'Amato (M5S): "L'Ue affossa le clementine Igp di Taranto"

TARANTO - "Dovrebbero essere una delle punte di diamante della nostra economia, non solo del settore agroalimentare. Ma la clementine Igp del Golfo di Taranto non si vendono più. Chi le coltiva, ormai preferisce non raccoglierle e abbattere gli alberi per farne della legna. Il motivo? Il prezzo imposto dal mercato è di 50 centesimi al chilo. Troppo poco per rendere conveniente la loro raccolta. Tanto la grande distribuzione e l’industria della trasformazione sanno dove andare a parare: ci sono le arance che arrivano dal Marocco o dal Sud America sfruttando gli assurdi accordi commerciali sottoscritti dall’Ue. E che costano la metà". Lo dice Rosa D'Amato, eurodeputata tarantina del Movimento 5 Stelle, commentando la crisi del comparto. 

"In soli due mesi - continua - in Italia sono arrivate 170mila tonnellate di clementine marocchine. E questo anche grazie alla vergognosa carenza di controlli alla frontiere e alla triangolazione con la Spagna: le arance arrivano li’ e, per magia, diventano comunitarie. E’ uno  scandalo che sta affossando un pezzo importante dell’economia tarantina: da novembre 1,5 milioni di quintali di arance sono rimaste invendute, più della metà di quelle prodotte. Per fermare tutto questo occorre rivedere le politiche commerciali dell’Ue, subito. La riconversione economica del territorio cui il governo e il Movimento 5 Stelle stanno lavorando mette al centro proprio l’agricoltura. Ma per farlo, dobbiamo togliere ai nostri alberi e ai nostri agricoltori il cappio degli accordi commerciali di Bruxelles. Anche per questo le elezioni europee di maggio saranno una tappa fondamentale di questa sfida. Che possiamo e dobbiamo vincere", conclude D'Amato.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia