Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post

Lecce, al via i lavori di riqualificazione del Parco di Borgo San Nicola

LECCE - Prenderanno il via lunedì 19 novembre i lavori di riqualificazione del parco di Borgo San Nicola. Il progetto, che rientra nel “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città di Lecce - Città ruraLE, prevede la realizzazione di attrezzature per lo sport e lo svago, due percorsi - uno pedonale e uno ciclabile - che partendo dal Borgo confluiranno nel Parco e dalla cui intersezione si svilupperanno le aree a verde e le aree giochi.

Sarà possibile accedere al parco da via G. Falcone e da via Calore mediante due rampe di quattro gradini e da via Calore, sul lato prospiciente la vicina parrocchia di San Nicola.

Le aree gioco saranno caratterizzate da soluzioni di gioco originali e di alto valore ludico.

Le zone saranno opportunamente illuminate con luci a led dal moderno design, che illumineranno in maniera puntuale i percorsi e le aree di gioco e di sosta. Sarà inoltre realizzata un’ampia area parcheggio che si estenderà per 180 mq circa e che sarà destinata a 14 posti auto. E’ prevista la messa a dimora di alberi ad alto fusto, al fine di creare delle aree di ombra.

Nel parco, in posizione quasi centrale, è situata una vecchia "Torre colombaia", una delle ultime rimaste sul territorio cittadino. L'intervento prevede il restauro della torre e la sua valorizzazione mediante adeguata illuminazione al fine di renderla punto di attrazione all'interno del parco.

“Questi lavori - dichiara il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Alessandro Delli Noci - ci consentono di avviare un percorso di riqualificazione in quest’area periferica della città, partendo da uno spazio pubblico che vogliamo diventi spazio di condivisione, di incontro e di socializzazione. Investire sui parchi e sulle aree a verde significa per noi migliorare la qualità della vita dei residenti, consentire a tutti - agli studenti, ai bambini, agli adulti - di trascorrere lì in tranquillità il proprio tempo libero e di sentire quello spazio uno spazio proprio da difendere e tutelare. La nostra attenzione in quell’area della città è alta. Siamo infatti al lavoro per un progetto di riqualificazione dell’intera Via Calore e del Borgo”.

I lavori - di un importo complessivo pari a 900.000 euro - verranno ultimati entro 450 giorni dalla consegna avvenuta il 30 ottobre 2018.

Vertenza gioco legale: cresce la mobilitazione a Lecce, sit-in dinanzi alla Prefettura

LECCE – Anche a Lecce cresce la mobilitazione dei lavoratori operanti nel settore del gioco legale. Questa mattina, davanti all’ingresso della Prefettura, in viale XXV Luglio, si è svolto un sit-in di protesta organizzato da Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil per rivendicare un riordino sostenibile del settore ed aprire un tavolo di confronto con Regioni e Ministerodello Sviluppo Economico per armonizzare le legislazioni nazionale e regionali.

I rappresentanti delle tre categorie, Emanuele Sozzo e Daniela Campobasso (segretari provinciali Filcams), Carmela Tarantini e Valentina Donno (rispettivamente segretario generale e componente della segreteria Fisascat), Antonella Perronee Antonio Palermo (rispettivamente segretario generale e componente della segreteria Uiltucs), sono stati ricevuti dal viceprefetto Marilena Sergi, alla quale hanno chiesto di sollecitare un tavolo di confronto presso il Mise. In Puglia sono circa 23mila i lavoratori impiegati nel settore e la situazione è particolarmente critica vista la decisione di rinviare di soli sei mesi (al prossimo giugno) l’entrata in vigore del distanziometro (una distanza minima di 500 metri tra i centri del gioco legale e i punti sensibili, quali ad esempio scuole e parrocchie).

«Il settore del gioco legale continua a essere oggetto di leggi spesso scritte sull’onda emotiva e senza tenere in debito conto la complessità di un settore complesso, in cui è necessario difendere legalità e buona occupazione dentro un panorama caratterizzato da forti componenti di illegalità», dicono Emanuele Sozzo e Daniela Campobasso, segretari provinciali Filcams Cgil Lecce. «Non abbiamo bisogno di provvedimenti limitati e dal corto respiro, come i distanziometri che poco o niente incidono sulla dipendenza dal gioco, interventi che rischiano solo di produrre disoccupazione e nuove elusioni».

Per Carmela Tarantini e Valentina Donno, rispettivamente segretario generale e componente della segreteria Fisascat Cisl Lecce, «bisogna rendere compatibili le occasioni di gioco con la sostenibilità sociale. Il settore impiega migliaia di lavoratori che, se non si trova una soluzione, andranno ad aumentare le liste dei disoccupati. Gli effetti ci sono già, in provincia di Lecce molti lavoratori in scadenza di contratto non sono stati riconfermati a seguito della ristrettezza della norma. Chiediamo agli amministratori e al governo che gli interventi sul settore siano orientati alla sostenibilità per lavoratori, clienti e cittadini. Provvedimenti spot che non tengono conto di questo rischiano di provocare disoccupazione e dinamiche illegali».

«Solo con un confronto aperto e chiaro – dichiarano Antonella Perrone e Antonio Palermo, rispettivamente segretario generale e componente della segreteria di Uiltucs Lecce - si può trovare una soluzione idonea che tenga conto, da un lato, dell’educazione al gioco misurato e, dall’altro, del problema dell’occupazione. I lavoratori non sono dei numeri, ma persone, padri e madri di famiglia che lavorano e pagano le tasse. Per questo servono interventi mirati per regolamentare il settore e non provvedimenti-spot, servono risposte concrete alle forme di dipendenza dal gioco con strutture sanitarie preparate. Il proibizionismo – concludono - non è la cura di una piaga sanitaria sociale come la ludopatia. Con il proibizionismo si favorisce solo l’illegalità».

Pioggia gialla a Soleto. M5S: "Fare luce sulle cause e sulle possibili conseguenze per la popolazione"

BARI - Avviare subito le verifiche sul fenomeno di “pioggia gialla” nel Comune di Soleto in provincia di Lecce. È quanto chiede il consigliere regionale del M5S Antonio Trevisi in una interrogazione indirizzata all’assessore all’Ambiente Gianni Stea.

“Da giorni - spiega Trevisi - i cittadini segnalano questa pioggia di colore giallastro che si attacca su abiti e oggetti esposti all'aperto ed è difficile da rimuovere, in particolare sulla via di Galatina. È necessario capire al più presto quale sia la fonte di queste macchie, in modo da adottare i provvedimenti opportuni”.

Trevisi chiede alla Regione se siano stati avviati i monitoraggi da parte degli enti competenti, sia nel Comune di Soleto, che nelle vicinanze degli impianti che potrebbero essere la causa del fenomeno su cui sta indagando anche la Procura.

“Sto seguendo l'evoluzione delle indagini - continua il pentastellato - e spero si faccia luce al più presto su questa anomala pioggia gialla. Difficile fare ipotesi, quello che è certo è che nell’area sono concentrati alcuni fra gli impianti industriali più grandi della Regione. La sensazione dei cittadini è che si tratti di sostanze acide, microparticelle immesse nell'atmosfera che ricadono al suolo insieme alla pioggia. Quello che più inquieta sono le possibili conseguenze sulla salute: mi chiedo quali effetti possa avere sulla pelle il contatto con queste sostanze e se possano esserci possibili danni ai polmoni e alle vie respiratorie. Domande a cui va data al più presto una risposta”.

A Leuca è già Natale

S. MARIA DI LEUCA (LE) - Dopo il grande successo delle prime tre edizioni (2014-2015-2016) e la pausa dello scorso anno, a partire da domenica 25 novembre riaprirà le porte il SALENTO SANTA CLAUS VILLAGE, il Villaggio di Babbo Natale più a Sud d’Italia.

Il Camping Santa Maria di Leuca, posizionato fra Gagliano del Capo e Santa Maria di Leuca lungo la S.S. 275, in occasione dei festeggiamenti dei 40 Anni di Attività, si trasformerà nuovamente nel Villaggio di Babbo Natale, un parco a tema con fantastiche ambientazioni interne ed esterne in perfetto stile SANTA CLAUS.

L’idea, nata nel 2014 dalla condivisione del magico progetto tra la responsabile del Camping Santa Maria di Leuca, Erminia Licchelli e il responsabile dello staff di animazione del villaggio Leo Bianchi, prende nuovamente forma con il prezioso lavoro e la piena collaborazione di tutti i componenti dello staff del Camping che rappresenta uno dei punti di forza dell’attività.

Il Camping Santa Maria di Leuca è una struttura ricettiva all’aria aperta estesa su 30.000 mq di parco verde costituito da Pini, Eucaliptus e Olivi che da 40 anni (1978-2018) offre ricettività 365 giorni l’anno. Erminia Licchelli, da sempre impegnata nel proporre iniziative tese a destagionalizzare, sottolinea quanto il territorio salentino ed in particolare il Capo di Leuca sia fruibile tutto l’anno grazie al suo clima mite, alle sue bellezze naturali, paesaggistiche, storiche, archeologiche ed artistiche. La strategia è offrire delle occasioni che permettano ai “visitatori dell’estate” di scoprire un altro Salento.

Il Camping Santa Maria di Leuca grazie al SALENTO SANTA CLAUS VILLAGE ha raggiunto questo obiettivo e molti ospiti dell’estate torneranno in dicembre per visitare il Villaggio di Babbo Natale e un altro Salento, diverso da quello conosciuto nel periodo balneare, ma tanti altri, grazie al Salento Santa Claus Village visiteranno il Salento per la prima volta.

Ma il principale obiettivo del progetto “Salento Santa Claus Village”  resta quello di regalare alle famiglie dei piccoli visitatori un’esperienza unica, magica, al di fuori delle mura scolastiche e/o domestiche, un’opportunità per dare sfogo alle sensazioni ed emozioni, per stimolare la fantasia, per condividere l’esperienza e socializzare in un ambiente dove il contatto con la natura ed il rispetto della stessa sono di casa.
Gli Elfi Guida, rigorosamente in costume, accompagneranno i visitatori nel magico percorso che conduce alla “Casa di Babbo Natale” dove, tra balli, giochi, spettacoli, luci e profumi, racconteranno aneddoti, illustreranno le magiche ambientazioni, faranno interagire i bambini e li coinvolgeranno in piccoli laboratori nell’attesa di incontrare Babbo Natale…quello VERO!

Dalla Fantasia alla Realtà…il Villaggio c’è ed è Reale.
Si può vedere, si può toccare, si può respirare!!!
E così si potranno visitare:
il Salento Santa Claus’ Museum;
l' Ufficio Postale dove sarà possibile imbucare la letterina;
La Slitta di color rosso porpora;
La Cucina di Santa Claus dove preparare con le proprie manine biscottini di varie forme,

infornarli e gustarli;
L’Ufficio e la Camera di Babbo Natale,
la Banca del Salento Santa Claus Village dove sarà possibile effettuare il cambio valuta Euro/Natalino;
La Lavanderia di Zia Elfa;
L'Officina degli Elfi dove si riparano e si costruiscono i giocattoli destinati ai bimbi di tutto il mondo;
La Scuola di Slitta dove conseguire la patente polare;
La Fattoria con l’Asinello, il maialino, la capretta, le galline e il gallo;
L’Orto e il percorso botanico;
L’Area Polare dove incontrare mamma Orsa e i suoi cuccioli, mamma e papà pinguini e i loro piccoli, i Cani da slitta e le immancabili Renne;
Il Salento Santa Bus dove viaggiare virtualmente insieme a Babbo sulla sua slitta;

A conclusione del tour la Christmas Dance, il Christmas Show con nuovi spettacoli e l’atteso incontro con Babbo Natale che per primo si affaccia dal balcone della sua casa, saluta tutti mentre nevica e subito dopo  scende per le scale per accogliere ed abbracciare i suoi ospiti, dialogare con loro, regalare loro un selfie, una foto ricordo e convincerli che non è un sogno, che è lui, proprio lui, in carne, ossa e barba bianca. Ed è proprio in questo momento che la gioia e lo stupore che si legge negli occhi dei piccoli ospiti regalano alla Direzione e all’intero Staff del Salento Santa Claus Village il miglior dono che si possa mai desiderare, l’apprezzamento e il riconoscimento del lavoro svolto.

Il parco offre tutti i servizi tra cui un ampio parcheggio interno gratuito, un Bar-Rosticceria, un Ristorante Self-service, Pizzeria, Area barbecue con annessa area pic-nic dove consumare l’eventuale pranzo al sacco oppure cuocere in autonomia carne alla brace.

Il SALENTO SANTA CLAUS VILLAGE sarà aperto al pubblico  da Domenica 25 novembre a Domenica 30 dicembre tutte le domeniche e i festivi (escluso il 25 dicembre), dalle 10,30 alle 21,00, tutti i sabati dalle 16,00 alle 22,00 (ultimo ingresso entro le 18,00), costo del biglietto d’ingresso Euro 7,00 (ingresso gratuito per i bambini al di sotto dei 2 anni e i nonni over 65);

ULTIMO GIORNO di APERTURA domenica 30 dicembre dalle ore 10,30 alle ore 21,00 per festeggiare insieme il CAPODANNO DEGLI ELFI con il taglio della Torta.
Dal lunedì al sabato mattina fino al 22 dicembre l'ingresso sarà riservato ai gruppi organizzati (scolaresche, associazioni, parrocchie) che potranno prenotare la visita nelle due opzioni: visita con merenda dell’Elfo dalle 9,00 alle 12,00, oppure visita e pranzo dalle 11,00 alle 15,00.
Le scolaresche avranno la possibilità di fare esibire il proprio coro o spettacolo scolastico nell’area spettacolo.
Info: Tel. 0833/548157 – 329/1216759 – info@salentosantaclaus.com – www.salentosantaclaus.com 
Gagliano del Capo, 22/10/2018

Erminia Licchelli
Mob. 329/1216759

Autopsia sulla salma dell’on.Baldassarre: "Decesso a causa di scompenso cardiaco acuto"

BARI - L’azienda sanitaria locale di Lecce, autorizzata dalla famiglia dell’on. Raffaele Baldassarre, comunica che la diagnosi di causa di morte al momento rilevata nell’esame autoptico è di “scompenso cardiaco acuto”. Sono in corso gli accertamenti istologici correlati, spiega in una nota l'Asl leccese.

L’esame è stato effettuato questo pomeriggio dal personale medico della unità operativa complessa di Anatomia Patologica del “Vito Fazzi” di Lecce.

HospitArti: la hall dell’Ospedale 'Fazzi' diventa una sala da concerto

LECCE - La hall dell’Ospedale come una piccola sala da concerto: un angolo per ascoltare buona musica e anche per incontrarsi. Succede al “Vito Fazzi” di Lecce, dove l‘Associazione di volontariato - Onlus CASA (Comunità degli Animatori Salesiani) ha chiesto alla direzione medica di poter utilizzare quello spazio di rapido passaggio per offrire a tutti, operatori, degenti e visitatori, una piacevole e gratuita occasione per socializzare. Un luogo in cui fermarsi, scambiare due chiacchiere e ascoltare musica. Di tutti i tipi: jazz, celtica, classica e contemporanea.

L’idea di “riqualificazione musicale” della hall è così piaciuta alla Direzione dell’Ospedale, che è subito diventata un cartellone musicale in piena regola. Pronto anche il nome: “HospitArti”. Si comincia con quattro concerti, in agenda dal 15 novembre al 13 dicembre 2018 nella fascia oraria tra le 19 e le 21. Seguiranno altri due momenti, con date e concerti da programmare, nel 2019: dal 1° gennaio al 21 aprile e ancora dal 22 aprile al 30 giugno.

Per la Comunità degli Animatori Salesiani, impegnata dal 1988 in attività educative a favore di bambini, adolescenti e giovani e dal 1997 all’interno della Pediatria del “Vito Fazzi”, è il riconoscimento del buon lavoro svolto e della possibilità di allargarne gli orizzonti. Proprio dall’esperienza con i bambini – dicono dall’Associazione CASA - «è nato il desiderio di diversificare le occasioni per contribuire al processo di umanizzazione dell’ambiente ospedaliero», dando così vita all'idea di animare anche l’atrio dell’Ospedale, trasformandolo in uno spazio che possa caratterizzarsi come «luogo di incontro tra tutti i degenti, come spazio in comune tra i mondi "separati" dei reparti». Un’opportunità, insomma, per godere della Bellezza attraverso piccoli eventi di carattere artistico, espressivo e, più in generale, culturale.

Una formula già sperimentata con due eventi realizzati lo scorso anno, nel mese di maggio e giugno, e che ora diventa un appuntamento fisso, trasformando l’atrio dell’Ospedale nel palcoscenico ideale, sebbene inusuale, per realizzare l'incontro tra degenti, operatori sanitari e artisti invitati a partecipare. Basterà ritagliarsi un po’ di tempo e fermarsi ad ascoltare: la musica farà il resto.

Il Cartellone complessivo di “HospitArti” si articolerà in 3 momenti:

1. Dal 15 novembre al 31 dicembre 2018
2. Dall’1 gennaio al 21 aprile 2019
3. Dal 22 aprile al 30 giugno 2019

Il Cartellone degli eventi dal 15 novembre al 31 dicembre 2018:

Luogo: Atrio Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce (fascia oraria 19-21)

giovedì 15 novembre 2018 Inaugurazione di Hospitarti: Francesco Del Preite - Violino Jazz
giovedì 22 novembre 2018: Adriana Polo e Carolina Cezza Voce e Arpa Celtica
giovedì 6 dicembre 2018: Emiliano Roca e Pierpaolo Zizza - Chitarra e Basso elettrico
giovedì 13 dicembre 2018: Giovanni Lipardi e Ester Bano - Pianoforte e Violino

Un infarto stronca Raffaele Baldassarre

LECCE - Un infarto ha stroncato la scorsa notte Raffaele Baldassarre. Era stato segretario provinciale del Cdl di Raffaele Fitto e consigliere regionale, poi eletto nel 2009 deputato europeo per il Popolo della libertà. E' stato colto da un malore in casa, la moglie e poi gli operatori del 118 hanno provato a rianimarlo inutilmente.

Immediato il cordoglio del presidente di Noi con l’Italia, on. Raffaele Fitto: "La morte di Raffaele Baldassarre - dichiara Fitto - è giunta come un fulmine a ciel sereno. Improvvisa e per questo più dolorosa. La Politica salentina perde un autorevole, serio, competente esponente. Io perdo un amico con il quale ho sempre avuto un rapporto sincero e franco e con il quale ho condiviso tante battaglie . Un abbraccio alla famiglia. Mancherà non solo a loro".

Serie B: il Lecce vince 3-2 a Cosenza

di FRANCESCO LOIACONO - Nella dodicesima giornata di andata di serie B il Lecce ha vinto 3-2 a Cosenza. Nel primo tempo al 7’ i salentini sono passati in vantaggio con Venuti, tiro da fuori area su passaggio di La Mantia. Hanno raddoppiato al 12’ con Palombi, velocissimo di destro da pochi metri nel superare il portiere Sarraco, su assist di Petriccione.

Nel secondo tempo al 22’ i calabresi hanno riaperto la partita con Tutino di testa su cross di Baez. Al 35’ la squadra di Braglia ha pareggiato ancora con Tutino di sinistro su passaggio di Baez. Al 37’ i pugliesi sono andati in gol con Falco di destro dal limite dell’area. Nel primo tempo sul 2-0 per il Lecce, la squadra di Liverani insidiosa. Un tiro di Palombi è finito di pochissimo fuori. Il Cosenza propositivo. Un colpo di testa di Pascali è stato parato in tuffo dal portiere Vigorito.

Nella ripresa sul 2-1 per il Cosenza, i calabresi in contropiede. Un tiro da fuori area di Maniero ha centrato il palo. I salentini velocissimi. Una conclusione di destro di Palombi, è stata deviata in angolo da Sarraco. Successo importante per il Lecce che si è subito ripreso dopo la sconfitta per 4-2 a Pescara. I pugliesi sono quarti in classifica con 19 punti. Dopo la sosta, domenica 25 novembre giocheranno alle 21 in casa con la Cremonese. I lombardi hanno vinto 1-0 allo stadio “Zini” col Livorno.

Presidio 'No Pillon' davanti alla Prefettura di Lecce


LECCE - Una mobilitazione pacifica per dire “no” ad un disegno di legge che, se approvato dal Parlamento, riporterà indietro di 40 anni l’orologio del diritto di famiglia. Anche a Lecce, come in molte altre città d’Italia, sindacati, associazioni e cittadini sono scesi in strada questa mattina, per manifestare la propria contrarietà al Disegno di Legge numero 735 presentato in Senato dal senatore Simone Pillon il 9 agosto 2018, ai più noto come «Decreto Pillon», che modifica il diritto di separazione e affido.

Il presidio, organizzato dalle sezioni territoriali di Anpi, Arci, Cgil e Uil, si è svolto in viale XXV Luglio, davanti all’ingresso della Prefettura di Lecce. Insieme ai segretari generali di Cgil e Uil di Lecce, Valentina Fragassi e Salvatore Giannetto, alla responsabile provinciale Uil Pari Opportunità Lucia Orlando e ai rappresentanti delle sezioni provinciali di Anpi e Arci, rispettivamente Silverio Tomeo e Loris Novelli, ha partecipato alla mobilitazione anche l’assessore del Comune di Lecce Silvia Miglietta. Durante la mattinata, è stato consegnato un documento al vice prefetto di Lecce Walter Spadafina.

Lecce, San Martino nei Mercati di Campagna Amica

LECCE - In occasione della Festività di San Martino - il vescovo di Tours simbolo di condivisione e solidarietà e figura legata al mondo rurale - il Comune di Lecce, in collaborazione con Campagna Amica, Coldiretti Lecce e Agrimercato Lecce, organizza un momento di condivisione e promozione di prodotti locali e prodotti tipici, il tutto accompagnato da musica dal vivo e da attività ricreative per bambini. L'iniziativa, prevista per domenica 11 novembre a partire dalle ore 11.30, coinvolgerà le due piazze che ogni domenica accolgono i Mercati di Campagna Amica Lecce: Piazzetta Ludovico Ariosto e Piazza Bottazzi.

Piazzetta Ludovico Ariosto sarà animata dalle attività di magia, giocoleria e truccabimbi dell'associazione "I fabbricanti di sogni" e dal Dj Set di Tobia Lamare.
La musica dal vivo animerà anche Piazza Bottazzi con il duo dei Cool Plecs,  Marta De Giuseppe alla voce e Stefano Scuro alla voce, chitarra e loop station.
In entrambe le piazze i visitatori potranno degustare gratuitamente prodotti tipici locali e vino locale.

"Abbiamo voluto celebrare questa festività tanto sentita da noi leccesi - dichiara l'assessore alle Attività produttive, Agricoltura e Turismo, Paolo Foresio -  portando nelle due piazze, da sempre vetrina dei nostri prodotti locali, delle attività di animazione e la possibilità di degustare i nostri prodotti tipici. Questa iniziativa è rivolta a tutti i cittadini e ai turisti che potranno conoscere e apprezzare la qualità e la genuinità dei nostri prodotti e le nostre tradizioni più antiche. É la prima volta che, grazie alla collaborazione dei commercianti e delle associazioni di categoria, sperimentiamo questa iniziativa che intende animare i mercati, farli vivere affiancando alla vendita dei prodotti la conoscenza del territorio e che proprio per questo siamo certi coinvolgerà tanti concittadini e visitatori".

Lecce, esplode fabbrica di fuochi: muore giovanissimo

LECCE - Attimi di paura nel Salento, dove un operaio è morto e altri due sono rimasti feriti per un'esplosione in una fabbrica di fuochi d'artificio in cui stavano lavorando, alla periferia di Arnesano, nel leccese. A perdere la vita nella tragedia un 19enne figlio di uno dei titolari, Gabriele Cosma, che aiutava il padre nell'azienda.

L'esplosione ha causato danni strutturali al capannone della fabbrica di fuochi dei fratelli Cosma. Feriti due operai che si trovavano all'interno del capannone situato nella zona 'Mater Domini', tra Arnesano e Lecce. L'esplosione si è verificata intorno alle 8.30. Ad intervenire sul posto i Vigili del fuoco, i carabinieri e personale del 118.

Lecce, Tac rotta in Ospedale e ricoverati in attesa da giorni anche per esami urgenti? Lo Sportello dei diritti: "Intervenga l’Asl"

LECCE - Sono pervenute allo "Sportello dei Diritti" segnalazioni da parte di ammalati ricoverati nell’Ospedale Civile “V. Fazzi” di Lecce, taluni con sintomi preoccupanti come emorragie, dolori addominali e febbre alta che ci hanno comunicato di essere in attesa di un esame TAC. La cosa più eclatante, per non dire preoccupante, e che dopo tante richieste nei confronti dei sanitari e fino a quattro giorni d’attesa, i pazienti si sono visti rispondere: “Purtroppo la TAC è rotta”.

Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” si tratta di una situazione paradossale che merita un’immediata presa di posizione da parte dell’ASL, perchè è davvero assurdo che nel più importante nosocomio della Provincia di Lecce accadono, ove veramente sussistenti, i fatti che ci hanno denunciato. Ed in ogni caso chiediamo che ai pazienti ricoverati in attesa di garantire sempre e comunque la fruibilità di più apparecchi per la TAC che come è noto sono strumenti salva vita per le diagnosi tempestive.

Simona Carpignano, messaggi di cordoglio dal mondo della politica e dell'Università

BARI - Il messaggio di cordoglio del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano per la scomparsa della giovane tarantina Simona Carpignano, che ha perso la vita nel crollo di Marsiglia.

“Ho appreso con profonda tristezza e commozione del ritrovamento del corpo di Simona Carpignano, la ragazza di Taranto che ha perso la vita nel crollo di alcune palazzine a Marsiglia, lo scorso lunedì. In questo momento di dolore intendo far giungere ai genitori e alla famiglia di Simona, ai suoi amici, l’affetto e la vicinanza mia e dell’intera comunità pugliese”.

Un messaggio di cordoglio arriva anche dal Rettore dell’Università del Salento Vincenzo Zara: «Abbiamo atteso per ore sperando in una buona notizia, che purtroppo non è arrivata. La tragedia di Marsiglia ci lascia sgomenti. A nome mio e di tutta la comunità accademica dell’Università del Salento esprimo profondo cordoglio ai familiari e alle persone più vicine alla dottoressa Carpignano, che anni fa si era laureata in Lingue nel nostro Ateneo e che, come tanti giovani di talento, aveva continuato a seguire i suoi sogni. Sogni che mai dovrebbero essere infranti».

Lecce, muore per lo spavento per la caduta dell'albero

(Pixabay)
di PIERO CHIMENTI - Un anziano sarebbe morto per arresto cardiaco dopo che un albero di pino lo aveva travolto in una dimora rurale a Copertino, in provincia di Lecce. L'anziano è entrato nel panico e l'ansia di divincolarsi gli è risultata fatale.

Poli Bortone: "Mezzogiorno grande assente nel Governo pentastellato"

LECCE - Il Mezzogiorno pesantemente danneggiato dal DEF, nel quale è presente il finanziamento per l' autonoma delle regioni Veneto e Lombardia. Il governo legastellato è stato fin qui abilissimo nell'indurre i media a dar vita a dibattiti di basso spessore sul reddito di cittadinanza per coprire la manovra disgregatrice dell'unità d'Italia finanziando l'autonomia di Veneto e Lombardia. Un grande Partito del Sud oggi si impone più che mai: non una velleità ma una necessità. È vergognosa l'operazione a forbice: assistenzialismo al Sud, autonomia al Nord. È urgente ormai unirsi per dar vita alla macroregione del Mezzogiorno con coraggio e determinazione! Lo afferma in una nota Adriana Poli Bortone.

Video sfuggito dall'intimità e postato sui social diventa virale: denuncia di una giovane leccese

LECCE - Un momento d'intimità e passione ripreso per gioco che sfugge dallo smartphone che sarebbe stato incautamente custodito e poi smarrito e che poi condiviso sui social diventa virale, creando un'infinità di danni ad una donna leccese la cui esistenza è letteralmente sconvolta a causa di una leggerezza non sua. Oggi, l'avvenente ragazza ha deciso di denunciare ed andare avanti dopo che gli è stato anche preannunciato di dover essere licenziata dal posto di lavoro, un noto centro sportivo dell'hinterland del capoluogo salentino, perchè quel video desterebbe imbarazzo. La storia è riportata dallo "Sportello dei Diritti".

Un caso come tanti, che ormai è possibile leggere sulle cronache e che però riguarda anche la vita di chi ingenuamente si fa riprendere pensando che quelle immagini rimarranno assolutamente segrete e che poi anche per colpa di un'infinita platea di curiosi si ritrova nella memoria dei dispositivi di una miriade di sconosciuti che ti diffamano, ti cercano di contattare, ma trovano comunque un muro nella dignità della persona offesa. Perchè di vittima si tratta, ma anche di donna pronta a combattere per difendere il proprio onore e cercare di far perseguire chiunque condivida il video e la diffami.

Ecco perchè costei si è rivolta dapprima alla Polizia Postale di Lecce ed anche allo "Sportello dei Diritti" per tutelare la propria persona da questo vortice diffamatorio che la riguarda. E' noto, infatti, che esistono dei software in dotazione alla principale forza di polizia che si occupa di crimine informatico, che attraverso complessi algoritmi sono in grado di risalire a coloro che condividono file, anche di questo tipo.

Ecco perchè, Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", ritiene doveroso avvertire chiunque persevererà nell'attività di condivisione del video che, almeno in astratto, potrà essere individuato con tutte le conseguenze giuridiche del caso anche in tema di violazione del diritto alla privacy della malcapitata. Siamo pronti, infatti, attraverso il nostro staff di legali e consulenti tecnici ad intraprendere ogni ulteriore iniziativa utile per la massima tutela della ragazza.

Video hard in Salento, psicologi: "Il web non dovrebbe essere il palcoscenico della vita che viola intimità"

BARI - “Viviamo in un tempo in cui viene considerato normale mostrare e raccontare tutto di sé, anche le circostanze più intime, e questo inevitabilmente fa sentire liberi di dover e poter guardare tutto, commentare tutto, spiare costantemente dal buco della serratura e, spesso, come nel caso in questione, di poter far circolare immagini e informazioni che, seppure entrate in nostro possesso, non ci appartengono. A scapito della riservatezza, il web è diventato il palcoscenico della vita in cui si fa prevalere il sensazionalismo”. Così il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Puglia, Antonio Di Gioia, commenta la vicenda del video hard circolato in Salento ad insaputa dei protagonisti dopo che lui ha perso il proprio telefonino.

“Una vicenda che andrebbe esplorata sotto diversi profili”, prosegue il presidente degli psicologi pugliesi. “Intanto le ragioni che portano a filmare un rapporto sessuale, con il rischio, come nel caso in questione, che un gioco delle fantasie che dovrebbe restare privato venga extimizzato e violato dal web, da chi fa un uso improprio di intimità altrui. Quel video, non cancellato subito, è accidentalmente finito nelle mani sbagliate e un momento che attiene alla sfera intima di due individui è diventato di dominio pubblico, oggetto di una platea incosciente e divertita, ignara delle conseguenze. Accidentale lo smarrimento del video, ma non l’atteggiamento di tantissimi che non solo l’hanno guardato, ma l’hanno inviato e condiviso, innescando una catena infernale per i due protagonisti. Hanno contribuito a minare la dignità delle persone offese, ogni forma di privacy, hanno insomma creato vittime. E qui subentra un altro fattore da analizzare, il senso di vergogna. Che è più che normale e che può diventare micidiale”, avverte il presidente dell’Ordine degli Psicologi della Puglia. “Purtroppo non sono pochi i casi di persone che non hanno retto di fronte a situazione di questo genere. Il caso di Tiziana Cantone è il più noto, ma ce ne sono tanti altri. Lo stesso sportello dei diritti di Lecce ha confermato che ci sono state alcune minacce di suicidio per casi analoghi. Per questo occorre che i due protagonisti di questo incidente si facciano aiutare per superare lo choc per una situazione che non hanno voluto e di cui sono assolutamente vittime. E dovrebbero convincersene anche i datori di lavoro della ragazza, che come ho letto rischia il licenziamento: va aiutata, non va punita. Ma direi che vanno aiutati anche gli autori che hanno diffuso il video: c'è bisogno di interventi specifici di prevenzione e formazione sulla relazione affettiva e sessuale, sulla intimità che non deve essere resa pubblica sul web, ma rimanere uno scambio di piacere, un gioco della coppia”.

Servizio civile: tre incontri a Foggia, Lecce e Bari

BARI - C’è tempo fino a dopodomani, venerdì 9 novembre, per iscriversi a tre eventi che, nella settimana prossima, segneranno la marcia di avvicinamento per la presentazione di progetti di servizi civile.

“Vogliamo sostenere con servizi e competenze specifiche lo sforzo generale perché cresca la qualità dei progetti nella delicata fase di transizione verso il servizio civile universale e perché tutti gli enti iscritti arrivino nel migliore dei modi a presentare i loro progetti per il 2019”, sottolinea l’assessore regionale a Politiche giovanili e Cittadinanza sociale, Raffaele Piemontese, spiegando il senso dei tre incontri organizzati dallo staff del Servizio civile della Regione Puglia per martedì 13 novembre a Foggia, il successivo mercoledì 14 a Lecce e giovedì 15 a Bari.

Sono incontri strutturati con l’assistenza dell’ente di formazione Quasar, che servono a illustrare l’avviso rivolto agli enti, il nuovo formulario del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale approvato sei mesi fa, i diversi nuovi adempimenti rispetto alle progettazioni passate e la Delibera di Giunta della Regione Puglia numero 1229 del 28 luglio 2017 “Indirizzi e criteri aggiuntivi per la redazione dei progetti di Servizio Civile Nazionale per gli enti accreditati negli albi di SCN con sedi di attuazione in Puglia”.

Entro venerdì prossimo, occorre inviare a "formazione.serviziocivile@quasarformazione.eu" la scheda di partecipazione a uno dei tre incontri che si svolgeranno dalle 9:30 alle 17:30 di martedì 13 novembre nella sala consiliare della nuova sede della Provincia di Foggia in via Paolo Telesforo 25, di mercoledì 14 nella Sala Conferenze del Rettorato dell’Università del Salento in piazza Tancredi 7 a Lecce e giovedì 15 presso la Fondazione Giovanni Paolo II in via Marche 1 a Bari. È consigliabile scaricare e studiarsi il materiale utile per la progettazione sul sito www.serviziocivile.regione.puglia.it, in modo da avere parte attiva nei tre incontri di approfondimento.

Una “palestra” per irrobustire la progettazione che inciderà nella gestione di progetti che accoglieranno i volontari nel biennio 2019-2020. Il nuovo avviso agli enti accreditati negli albi del Servizio Civile e nell’albo unico del Servizio Civile Universale è stato pubblicato il 16 ottobre scorso e scadrà l’11 gennaio 2019.

Assistenza alle persone, protezione civile, patrimonio ambientale e riqualificazione urbana, patrimonio storico-artistico-culturale, educazione e promozione culturale, paesaggistica, ambientale, del turismo sostenibile e sociale e dello sport, agricoltura, promozione della pace tra i popoli, promozione e tutela dei diritti umani, cooperazione allo sviluppo, promozione della cultura italiana all'estero: è amplissimo il ventaglio dei settori in cui si possono presentare progetti di servizio civile universale, da realizzarsi in Italia e all'estero, per un periodo compreso tra gli 8 e i 12 mesi, con il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze dei volontari.

A Lecce visite dermatologiche gratuite per chi soffre di cisti dolorose

LECCE - Sabato 10 novembre a Lecce la tappa della Campagna nazionale informativa e di sensibilizzazione sull’Idrosadenite suppurativa (HS), denominata “Che nome dai alle tue cisti?”, che prevede  visite dermatologiche gratuite su prenotazione.

“Che nome dai alle tue cisti?” vede coinvolte 30 strutture ospedaliere ed universitarie su tutto il territorio nazionale in cui gli specialisti dermatologi saranno a disposizione per aiutare chi soffre di HS ad iniziare un percorso di cura presso i centri ospedaliero-universitari che hanno un ambulatorio dedicato ad una patologia ancora oggi misconosciuta e di difficile diagnosi. 

L’HS infatti si manifesta con la formazione di cisti, noduli, ascessi  e lesioni dolorose nelle aree inguinale, ascellare, perianale, dei glutei e sotto il seno e, meno frequentemente, sul cuoio capelluto, collo, schiena, viso e addome. Il quadro clinico non è sempre facile da riconoscere e può simulare delle comuni “cisti sebacee”o essere scambiata per altre patologie (acne, follicoliti). L’idrosadenite suppurativa è una patologia misconosciuta, molto dolorosa e difficile da diagnosticare. Proprio la difficoltà di diagnosi causa a volte il peggioramento dei pazienti.

Sabato 10 novembre  presso l’U.O. di Dermatologia dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce, diretta dal Dottor Maurizio Congedo, chi soffre di HS potrà usufruire di  una visita gratuita, previa prenotazione.

Per prenotare telefonare al numero 392 8077216 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 17,00.

L’U.O. Dermatologia dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce si occupa da anni della diagnosi e della terapia del paziente affetto da idrosadenite suppurativa.

“L’HS è una patologia che presenta un notevole impatto sulla qualità di vita dei pazienti affetti, che sono soprattutto giovani e di sesso femminile” – afferma il Dottor Maurizio Congedo Direttore della Unità Operativa di Dermatologia dell’ Ospedale Vito Fazzi di Lecce -. “Spesso si assiste ad un ritardo diagnostico della patologia con conseguenti importanti ripercussioni sia dal punto di vista estetico sia dal punto di vista funzionale pertanto è importante attivare campagne di sensibilizzazione come questa  per garantire al paziente una diagnosi precoce e un percorso terapeutico mirato”.

“Che nome dai alle tue cisti?” è Patrocinata da Inversa Onlus, l’associazione italiana per i pazienti affetti di idrosadenite suppurativa (HS) nata per sopperire alle necessità e difficoltà dei malati legate alla gestione di una patologia cronica invalidante. L’associazione, fondata nel 2010 da Giusi Pintori, sostiene proattivamente ogni singolo malato, fornendo informazioni e sostegno, con l’obiettivo di aiutare le persone a vivere meglio.

La Campagna “Che nome dai alle tue cisti?” è realizzata grazie al contributo incondizionato di Abbvie.

Per ulteriori informazioni: www.chenomedaialletuecisti.it

Serie B: il Lecce perde 4-2 a Pescara

di FRANCESCO LOIACONO - Nel posticipo dell’undicesima giornata di andata del campionato di serie B il Lecce ha perso 4-2 a Pescara. Nel primo tempo al 3’ gli abruzzesi sono passati in vantaggio con Mancuso, tiro al volo su cross di Memushaj. Al 21’ ha raddoppiato Gravillon di testa. I salentini al 45’ hanno accorciato le distanze con Palombi di destro, dopo una respinta del portiere Fiorillo su tiro di La Mantia. Nel secondo tempo al 23’ i pugliesi hanno pareggiato con Tabanelli di testa su cross di Fiamozzi. Al 44’ il Pescara è andato di nuovo in gol con Del Sole, tiro di sinistro a rientrare. Sono stati concessi 8 minuti di recupero, e al 96’ la squadra di Pillon ha segnato la quarta rete ancora con Del Sole, tocco di destro in diagonale.

Nella ripresa il Lecce è rimasto in nove. Al 9’ sul 2-1 per gli abruzzesi, è stato espulso Calderoni per un brutto fallo su Marras. Al 32’ sul 2-2, Meccariello ha dovuto obbligatoriamente lasciare il campo per un duro intervento su Mancuso. Nel secondo tempo sul 2-1 per il Pescara, l’attaccante dei giallorossi pugliesi La Mantia con un tiro di destro ha centrato la traversa. Sconfitta immeritata per il Lecce. E’ quinto in classifica con 16 punti. Il Pescara è primo a quota 22. Sabato 10 novembre, la squadra di Liverani giocherà alle 18 a Cosenza. I calabresi sono stati sconfitti 2-1 fuori casa dal Palermo.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia