Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post

Lecce-Napoli 1-4: Llorente scatenato, Ancelotti può sognare

(ANSA)
di STELLA DIBENEDETTO - Il Napoli non sbaglia portando a casa la seconda vittoria consecutiva battendo il Lecce 4-1 grazie alla doppietta di Llorente e alle reti di Insigne e Ruiz. Una vittoria importante per gli uomini di Ancelotti che salggono al quinto posto in classifica alle spalle di Juventus e Inter. Oltre ad aver conquistato tre punti importanti, il Napoli ha convinto tutti sul piano della prestazione macinando gioco fino al termine del match nonostante il vantaggio.

A sbloccare il match ci ha pensato Llorente al 28'. Poco prima della fine del primo tempo, Insigna firma il raddoppio trasformando un calcio di rigore assegnato dall'arbitro per fallo di mano di Tachtisidis. Il primo tempo termina così sul 2-0 per il Napoli.

Nella ripresa il copione non sbaglia. Gli azzurri sono padroni assoluti del campo e condannano il Lecce alla sconfitta portandosi sul 3-0 grazie alla rete realizzata da Ruiz. Nonostante il passivo, il Lecce non si arrende e riesce ad accorciare le distanza con un calcio di rigore trasformato da Mancosu. Il Napoli, però, dimostra ancora la propria superiorità segnando il quarto gol che porta la firma di Llorente, autore così di una doppietta.

"Il mister sta dando fiducia a tutti, tutti ci sentiamo importanti e questa è la forza del nostro gruppo. Diamo il massimo e così si arriva a gradi risultati. Abbiamo fatto una grande gara con i Liverpool e ora dovevamo fare questi tre punti importanti. Quest’anno c’è una grande possibilità che dobbiamo sfruttare per fare qualcosa di importante. Cerco sempre di aiutare i miei compagni poi se arriva il gol sono ancora più contento. Il gol di oggi è speciale perchè dopodomani è il compleanno di mia moglie e glielo dedico“, ha detto Insigne ai microfoni di Sky al termine del match.

Figlio di vegani ricoverato per denutrizione

di PIERO CHIMENTI - Un bimbo di 2 anni, figlio di una coppia vegana, è stato ricoverato nell'ospedale San Francesco di Nuoro, magrissimo e svogliato oltre che debole. Dopo gli esami del caso, si è capito che il problema era di denutrizione dato che la dieta vegana non era idonea alla sua crescita. Ora il bimbo è ricoverato nel reperto di pediatria.

Calcio: domani Lecce-Napoli, partita difficile per i salentini

di FRANCESCO LOIACONO - Nella quarta giornata di andata di serie A il Lecce giocherà domani alle 15 in casa col Napoli. Per i salentini sarà una gara molto difficile. I campani dopo il successo 2-0 allo stadio “San Paolo” contro la Sampdoria cercheranno di imporsi per confermarsi nelle zone alte della classifica. 

I pugliesi dopo la vittoria 2-1 in trasferta col Torino saranno determinati a ottenere i tre punti nella corsa verso la salvezza. Il tecnico dei salentini Fabio Liverani dovrà rinunciare agli infortunati Fiamozzi Meccariello e Dell’Orco. Esterni Tatchsidis e Majer. Regista Mancosu. In attacco Falco e Lapadula. Tra i campani indisponibili Tonelli e Hysai per problemi muscolari. Sulle fasce Zielinski e Callejon. Trequartista Milik. In avanti Lozano e Insigne. Arbitro Piccinini della sezione di Forlì. 

Negli ultimi tre precedenti a Lecce in serie A tra le due squadre un successo dei campani, uno dei pugliesi ed un pareggio. Nel 2008/09 la partita finì 1-1 con gol nel primo tempo di Pià per il Napoli e di Zanchetta su rigore per il Lecce. Nel 2010/11 vinse il Lecce 2-1 con le reti nel secondo tempo di Corvia su rigore e di Chevanton per i pugliesi e di Mascara per i partenopei. Nel 2011/12 vinse il Napoli 2-0 con gol di Hamsik nel primo tempo e di Cavani nella ripresa.

"Tornerò più forte di prima": Emma Marrone rassicura i fan dopo annuncio choc


di PIERO CHIMENTI - La cantante salentina Emma Marrone ha gelato i suoi fans dichiarando che da lunedì dovrà sospendere l'attività per risolvere i problemi di salute. La 35enne, che già 10 anni fa ha superato un tumore, non ha voluto specificare quale sia il problema, ma ha rassicurato tutti che tornerà presto più forte di prima. 

L'artista, di cui in radio sta girando il nuovo singolo 'Sono bella' che fa da apripista al nuovo album che festeggia i 10 anni di carriera, ha ricevuto in pochi minuti dal post di Instagram l'affetto e vicinanza di molti fans e colleghi.

Ezio Bosso in Puglia: grande successo per le prove d’orchestra narrate

BARI - Grande successo per Ezio Bosso che in questi giorni è in Puglia per un progetto - ideato, promosso e finanziato da Regione Puglia, con l’organizzazione del Teatro Pubblico Pugliese, la collaborazione dell’Apulia Film Commission e delle Amministrazioni Comunali e provinciali di Bari, Foggia e Lecce - orientato alla formazione del pubblico e alla valorizzazione del territorio in programma tra Foggia, Lecce e Bari. Un progetto aperto e condiviso che ha previsto, oltre a due concerti, 7 prove aperte d’orchestra narrate e un incontro pubblico per offrire agli spettatori l’ opportunità di entrare in contatto con l’arte e i processi creativi di uno dei più apprezzati direttori d’orchestra italiani.

 “Con il progetto Ezio Bosso abbiamo inaugurato una nuova modalità di fruizione che intendiamo replicare nei prossimi progetti promossi da Regione Puglia – il commento di Loredana Capone – Offrire al pubblico la possibilità di partecipare gratuitamente non solo alle esibizioni ma anche a prove ed incontri diventa un modo per offrire un ‘esperienza a 360 gradi. Abbiamo deciso di intraprendere un percorso che non prevede eventi estemporanei ma progetti in grado di lasciare un segno, sviluppare la crescita culturale del territorio. E visto il grande successo siamo già al lavoro per dare continuità al progetto e riportare il Maestro Ezio Bosso in Puglia”.

Il progetto Ezio Bosso in Puglia ha programmato – appuntamenti ad ingresso gratuito - sette prove d’orchestra narrate, musiche di Mendelssohn, Schubert e Beethoven (11settembre Teatro del Fuoco Foggia, 12 e 13 settembre Teatro Giordano Foggia e 16/19 settembre Teatro Apollo Lecce), un incontro con il pubblico il 15 settembre alla Fiera del Levante di Bari e i due concerti “Ezio Bosso dirige i solisti della Europe Philarmonic Orchestra dei giovani dell’Orchestra Filarmonica di Benevento” il 13 settembre al Teatro Giordano di Foggia e questa sera al Teatro Apollo di Lecce.

ActionAid: anche Lecce aderisce a #dirittincomune


LECCE - Anche il Comune di Lecce aderisce alla campagna #dirittincomune per promuovere l’iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo, lanciata da ActionAid insieme ad ASGI e ai Sindaci di Crema, Palermo e Siracusa.

“Già diverse pronunce dei tribunali italiani hanno stabilito che non si può negare l’iscrizione anagrafica ad un richiedente asilo. La residenza è un requisito fondamentale per l’accesso ai servizi pubblici che come comunità siamo tenuti a garantire a quanti trovano rifugio nel nostro Paese, anche se si trovano ancora nella condizione di richiedente asilo - spiega il Sindaco di Lecce, Carlo Salvemini - Per questo da luglio scorso ho deciso di firmare personalmente le iscrizioni anagrafiche dei richiedenti asilo nel Comune di Lecce, assumendo direttamente su di me la responsabilità di applicare correttamente i principi a cui si ispirano sia la legislazione sulla protezione internazionale sia la disciplina anagrafica, anche per tutelare l’Ente da ricorsi sui quali l’orientamento giurisprudenziale è ormai consolidato”.

“Dal punto di vista politico la mia adesione alla campagna di ActionAid #dirittincomune è perfettamente coerente con le mie convinzioni sul tema. Escludere dai diritti di cittadinanza significa generare emarginazione, solitudine, abbandono, insicurezza. La sfida per un grande Paese democratico sta nel saper includere, offrendo a quanti raggiungono l’Italia in stato di bisogno, dopo essere sfuggiti da conflitti, persecuzioni, violenza politica o religiosa, fame, di poter far parte di una comunità nella quale ciascuno è beneficiario di diritti e tenuto a garantire l’osservanza di precisi doveri”, conclude Salvemini.

L’appello #dirittincomune, cui hanno aderito recentemente anche i Comuni di Livorno e Reggio Calabria, nasce con l’obiettivo di promuovere l’accesso ai diritti essenziali come il diritto all’istruzione, alla salute, alle prestazioni sociali, per i richiedenti asilo nelle nostre città, chiedendo ai Sindaci di impegnarsi a iscriverli nei registri anagrafici, anche dopo l’entrata in vigore del decreto sicurezza e immigrazione (legge 132/18).

L’articolo 13 della legge, infatti, prevede delle nuove disposizioni che sono state oggetto di diverse interpretazioni, anche tra gli amministratori: alla prima lettura è prevalsa l’idea che ai richiedenti asilo fosse preclusa la possibilità di effettuare l’iscrizione all’anagrafe. I promotori dell’appello, basandosi sui pareri di giuristi autorevoli e sulle successive ordinanze dei Tribunali di Firenze, Bologna e Genova, secondo i quali il diritto all’iscrizione anagrafica per i richiedenti asilo è tuttora vigente ed esigibile, chiedono alle amministrazioni di garantirlo, rendendo possibile ottenere il rilascio del certificato di residenza e della carta d’identità, nei fatti utile a beneficiare di servizi pubblici come l’asilo, la formazione professionale, l’accesso all’edilizia pubblica, la concessione di eventuali sussidi, o l’iscrizione a un centro per l’impiego.

“Sono in gioco diritti essenziali, che nei fatti spesso sono inaccessibili o compromessi in assenza di iscrizione anagrafica”, si legge nel testo dell’appello promosso da ActionAid che non si rivolge solo ai Sindaci, ma anche alle organizzazioni solidali perché si facciano portavoce “in ogni sede utile, della lettura costituzionalmente orientata dall’articolo 13 e a promuovere la corretta applicazione della normativa”.

Ad oggi, a #dirittincomune hanno aderito oltre 30 organizzazioni e 7 reti associative.

Serie A: colpo del Lecce a Torino

(ANSA)
di ANTONIO GAZZILLO - Dopo le sconfitte contro Inter e Verona nelle prime due giornate, il Lecce conquista i primi tre punti del suo campionato e lo fa con una prestazione più che convincente. 

All'Olimpico di Torino la squadra di Liverani ha battuto per 2 a 1 i granata mostrando ottima organizzazione e compattezza. Il vantaggio salentino è stato siglato da Farias che al 35' minuto ha approfittato di una palla vagante in area per battere Sirigu con un tiro potente. 

Nella ripresa, al 58', il Torino ha trovato il pareggio grazie al rigore trasformato da Belotti e causato da una trattenuta di Tabanelli su Zaza. La rete decisiva, però, porta la firma di Mancosu che al 73'ha ribadito in rete un tiro di Calderoni respinto da Sirigu.

A Lecce Rudiae sotto le stelle

LECCE - Venerdì 20 settembre il Parco Archeologico di Rudiae (Via San Pietro in Lama) a Lecce ospiterà una serata speciale dedicata alle stelle. Dalle 18 al via la visita guidata di uno dei siti archeologici più importanti del Salento. La città di Rudiae è nota soprattutto per aver dato i natali a Quinto Ennio (239-169 a.C.), il padre della letteratura latina. Nell'area archeologica sono state portate alla luce tombe ipogee scavate nella roccia e tratti delle monumentali fortificazioni messapiche, oltre a strade basolate ed edifici pubblici di Età romana. Il percorso prenderà avvio dall'area monumentale di Fondo Acchiatura e proseguirà con la scoperta dell'Anfiteatro costruito durante il regno di Traiano (98-117 d.C.). A seguire, dalle 20, proprio nell'area dell'Anfiteatro, circondato da ulivi e lontano dall'inquinamento acustico e luminoso della città, si terrà un'osservazione guidata del cielo con i telescopi dell'osservatorio astronomico itinerante del Gruppo Astrofili del Salento. 

Si potranno ammirare i due pianeti maggiori del Sistema Solare, Giove, con i suoi satelliti "medicei" Io, Europa, Ganimede e Callisto; Saturno con i suoi affascinanti anelli e qualche oggetto del profondo cielo. Protagonista sarà la Luna in fase calante presente dalle 23; un telescopio sarà dedicato a chi vorrà fotografarla con il proprio smartphone. Durante la serata, con l'ausilio di un puntatore laser a raggio verde (per uso astronomico), i presenti saranno condotti, fra mito e poesia, intorno alle stelle delle costellazioni estive alla ricerca della stella Maestra mentre la Via Lattea si mostrerà ai nostri occhi in tutta la sua magnificenza in ricordo dell'ancestrale memoria del magico luogo che ci ospiterà. L'evento sarà arricchito dalla mostra di astro-fotografica "Ai confini dell'Universo", con le più belle realizzazioni dei componenti del Gruppo Astrofili del Salento. Ingresso visita e osservazione 8 euro. Solo osservazione 5 euro. Prenotazione obbligatoria 3491186667 - 3495907685 - info@parcoarcheologicorudiae.it.

Grazie a un accordo stipulato tra la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto e A.R.Va SRL, in collaborazione con il Comune di Lecce, sarà possibile, infatti, visitare il parco fino al 30 ottobre (ogni sabato e domenica alle 10 e alle 17 e  durante la settimana solo su prenotazione). Le visite guidate di sabato 21 e domenica 22 settembre (alle 10 e alle 17 - ingresso 4 euro) rientrano nelle Giornate Europee del Patrimonio 2019.

Il percorso di visita - di circa due ore, supportata dal virtual tour su tablet e da pannelli con foto, ricostruzioni virtuali e illustrazioni grafiche - prende avvio dall’area di Fondo Acchiatura. Qui è possibile visitare le strutture archeologiche messe in luce nel corso dei vecchi scavi degli anni ’50, ovvero le due strade basolate ortogonali, il luogo di culto e l’ipogeo ellenistico, al quale non è possibile accedere. Dopo aver visitato i resti archeologici di Fondo Acchiatura, il percorso prosegue sul lato nord dove un varco nel muro a secco consente un’affascinante veduta dall’alto dell’anfiteatro, immerso in una cornice di ulivi secolari arricchita dalle tipiche architetture rurali (muretti a secco, torri colombaie, ecc).

Si accede nell’anfiteatro mediante una rampa di scale in acciaio situata in corrispondenza dell’ingresso sud del monumento; il sito è parzialmente fruibile anche per persone con disabilità motoria, poiché è presente un percorso semi-sterrato lungo il lato est che, attraverso una rampa in terra, permette di scendere nell’anfiteatro dall’ingresso nord. In seguito, si risale dalla rampa in terra e da lì si percorre la stradina perimetrale che consente una vista stupenda del settore ovest, dove è possibile osservare la stratificazione delle strutture del lacus, dell’anfiteatro e del muretto a secco ottocentesco, impreziosita dalla presenza degli ulivi. Oltre agli aspetti archeologici, il sito, distante dall’inquinamento acustico della città, è caratterizzato da un silenzio suggestivo, interrotto solo dal frinire delle cicale, e dagli aromi delle presenze botaniche mediterranee (timo, rucola a fiori bianchi, orchidee, ecc.), in grado di sviluppare molteplici percezioni sensoriali. 

Il Parco Archeologico di Rudiae dista da Lecce poco meno di 3 km in direzione sud-ovest. L’ingresso al Parco, dotato di un parcheggio interno nell’area di Fondo Acchiatura, è situato in Via A. Mazzotta (40°19'55.6" N 18°08'46.3" E), di fronte all’IISS Presta Columella. Per la visita si consigliano scarpe comode, copricapo/cappellino e acqua.

Calcio, domani Torino-Lecce: gara ostica per i salentini

di FRANCESCO LOIACONO - Dopo la sosta per le gare delle nazionali riprende il campionato di serie A con la terza giornata di andata. Il Lecce giocherà domani sera alle 20,45 in trasferta col Torino. Per i salentini si preannuncia un match molto insidioso. I granata dopo le vittorie 3-2 fuori casa con l’Atalanta e 2-1 in casa col Sassuolo cercheranno di ottenere i tre punti per restare nelle zone alte della classifica. 

Ma i pugliesi dopo le due sconfitte consecutive con l’Inter a Milano 4-0 e in casa col Verona 1-0 sono decisi a conquistare un risultato positivo nella corsa verso la salvezza. Il tecnico Liverani dovrà rinunciare agli infortunati Fiamozzi, Meccariello e Dell’Orco. Esterni Majer e Tachtsidis. 

Trequartista Mancosu. In attacco Lapadula e Falco. Nel Torino assente Ansaldi per un problema muscolare.Sulle fasce De Silvestri e Aina. Regista Berenguer. In avanti Belotti e Zaza. Arbitro Giua di Olbia. Nell’ultimo precedente in serie A a Torino tra le due squadre nel 2008 vinse il Torino 3-0 con gol di Rosina Zanetti e Bianchi. Nel 2000 vinse il Lecce 2-1 con due gol di Lucarelli per i pugliesi e rete di Ferrante per i granata. Nel 2002 il match terminò 1-1 con gol di Popescu per il Lecce e di Ramallo per il Torino.

Diocesi di Lecce: investiture dei parroci e nuove nomine per la Curia

LECCE - Con una cerimonia semplice e sobria nella cappella dell’episcopio, ieri l’arcivescovo Michele Seccia ha presieduto il rito di investitura dei parroci nominati nel mese di giugno scorso e che da oggi sono già operativi nelle nuove parrocchie in attesa di insiedersi ufficialmente con la solenne cerimonia di immissione in possesso presieduta dal presule. Presenti anche i sacerdoti e i laici che l’arcivescovo ha designato per alcuni avvicendamenti nei servizi di Curia. Il giuramento di fedeltà, che i presenti hanno pronunciato dinanzi a mons. Seccia, è l’espressione di un impegno che animerà la cura pastorale dei presbiteri designati dal vescovo alla guida delle parrocchie e degli uffici diocesani: esercitare il proprio ministero nella fedeltà al Vangelo e alla Chiesa. Per questo, ogni sacerdote presente ha toccato il santo vangelo con le proprie mani. Quasi, a rinnovare l’amicizia stretta con il Signore Gesù nell’ordinazione presbiterale e a lasciarsi guidare sempre di nuovo dalla Parola nel pascere il gregge affidato.

Queste, dunque, le ultime nomine rese pubbliche ieri da mons. Michele Seccia. - Mons. Luigi Manca, squinzanese di 69 anni, vicario episcopale per la cultura e direttore dell’Istituto superiore di scienze religiose metropolitano di Lecce assume anche l’Ufficio di Vicario delegato arcivescovile “ad omnia”. - Mons. Nicola Macculi, 59 anni, originario di San Pietro Vernotico, parroco di Santa Maria della Porta in Lecce e già vicario episcopale per la pastorale sociale e il lavoro nonché direttore del medesimo ufficio diocesano, assume l’incarico di vicario episcopale per la testimonianza della carità e direttore della Caritas diocesana. - Don Vincenzo Martella, 35 anni, di Surbo, parroco dei Santi Angeli Custodi in San Pietro Vernotico e già direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale familiare, assume l’incarico di cancelliere arcivescovile. Succede a don Simone Renna, chiamato a operare in Vaticano come Officiale presso la Congregazione per il clero. - Mons. Vincenzo Marinaci, squinzanese di 61 anni, arciprete di Trepuzzi e già direttore dell’Ufficio diocesano per i ministeri istituiti, assume l’incarico di delegato arcivescovile per il diaconato permanente. - Don Giovanni Serio, 50 anni, di San Pietro Vernotico, parroco di San Filippo Smaldone in Lecce, assume l’incarico di direttore dell’Ufficio diocesano di pastorale familiare. - Padre Gianni Capaccioni, della comunità missionaria dei Comboniani di Cavallino, assume l’incarico di direttore dell’Ufficio diocesano per la pastorale dei migranti (Migrantes). - il dott. Antonio Perrone, squinzanese di 33 anni, già consulente economico-amministrativo dell’arcidiocesi, assume l’incarico di direttore dell’Ufficio amministrativo diocesano.

Guido: "Semafori countdown anche a Lecce. Perchè no?"

LECCE - Andrea Guido, vice presidente del Consiglio Comunale lancia l’idea e invita l’Amministrazione a valutarne l'opportunità. "Sono in grado di segnalare a pedoni, ciclisti e automobilisti il tempo mancante al passaggio dalla luce verde a quella rossa e viceversa. Proprio per questo sono chiamati semafori count down.

Si tratta di semafori - dichiara Guido - che segnalano con un semplicissimo timer lo scatto del verde o del rosso, preavvisando il guidatore sui tempi, al fine di migliorare le ripartenze o anticipare l’arresto al segnale rosso.

Il Decreto del 27 aprile 2017 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  rende obbligatoria l’installazione del sistema di conto alla rovescia sui semafori nuovi. Si tratta di una tipologia di impianto già ampiamente diffusa in gran parte degli altri paesi. L’Italia, invece, nel 2013 si era fermata alla sperimentazione in alcune città, rimandando a quattro anni dopo la regolamentazione ufficiale.

Con l’entrata in vigore del decreto, in cui sono state “definite le caratteristiche per l’omologazione e per l’installazione di dispositivi finalizzati a visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci dei nuovi impianti semaforici”, i vecchi semafori in via di sostituzione dovranno dunque essere omologati secondo legge con il countdown, e i nuovi dovranno essere installati direttamente con il sistema.

Dal momento che l’Amministrazione Comunale di Lecce sta per ripristinare e implementare il proprio sistema di photo red su diversi impianti semaforici mi chiedo se non sia il caso di approfittare di questa occasione per dare una rimodernata agli incroci urbani e rendere un servizio capace di ridurre lo stress degli automobilisti in coda al semaforo.

Nelle sperimentazioni effettuate in altre città italiane questi dispositivi hanno determinato un fortissimo calo di incidenti stradali, di investimenti sulle strisce pedonali e di multe per attraversamento con il rosso. Anche se il meccanismo non ha una grande utilità per lo smaltimento del traffico, è però di grande aiuto psicologico: quando c'è il rosso, chi è fermo in attesa non è sottoposto allo "stress da tempo infinito che non scorre mai". Questo "conto alla rovescia" aiuterebbe l'automobilista impaziente", conclude Guido.

M5S visita il Centro per l’Impiego di Lecce. “Incontro con i 13 navigator che seguiranno i beneficiari del RdC”

LECCE - Il senatore del M5S Iunio Valerio Romano e il consigliere regionale Antonio Trevisi hanno visitato ieri mattina il Centro per l’impiego di Lecce, dove hanno avuto un confronto con il Direttore Alessandrini, il personale della struttura e i 13 "Navigator" che seguiranno i beneficiari del Reddito di Cittadinanza nella città di Lecce e in alcuni paesi limitrofi.

“Nella provincia di Lecce ci sono 10 Centri per l’impiego. Oggi abbiamo visitato quello del capoluogo d provincia, nelle prossime settimane visiteremo anche gli altri. Abbiamo potuto constatare di persona  - dichiarano i pentastellati - l’entusiasmo dei giovani Navigator a cui spetta, unitamente al personale già impiegato nella struttura, un compito fondamentale nella fase due del Reddito di Cittadinanza: aiutare i cittadini nella ricerca di un lavoro, dal momento in cui saranno presi in carico dai Centri per l’impiego fino all’assunzione. Grazie al Reddito di Cittadinanza finalmente tante famiglie pugliesi possono guardare con fiducia al futuro. Stiamo realizzando una riforma del mondo del lavoro attesa da anni e che passa anche dalla riqualificazione e dal potenziamento dei Servizi per l’impiego, abbandonati a se stessi nel più recente passato. Si sta procedendo anche alla sostituzione dei supporti informatici e al potenziamento delle strutture. Vedere l’entusiasmo dei beneficiari e dei Navigator, accompagnati con spirito collaborativo nel loro percorso dai colleghi già occupati presso i Centri per l'impiego, è per tutti noi del Movimento 5 Stelle motivo di grande orgoglio. Continueremo a lavorare perchè davvero in questo Paese e in questa regione nessuno debba più rimanere indietro”.

Edilizia residenziale pubblica, Trevisi (M5S): “Presenteremo una proposta per favorire gli alloggi popolari diffusi”

BARI - "È necessario far fronte all’emergenza abitativa con progetti che puntino alla rigenerazione edilizia e ad evitare ulteriore consumo di suolo. Per questo la Regione deve favorire il recupero delle abitazioni  disabitate esistenti sul territorio, provvedendo alla loro ricognizione, in modo da aumentare il numero di alloggi destinati all’ edilizia residenziale pubblica”. Lo dichiara il consigliere del M5S Antonio Trevisi che presenterà una proposta per favorire gli alloggi popolari diffusi.

“In questo modo potremmo evitare la cementificazione - continua Trevisi - che distrugge il territorio  e avremmo enormi vantaggi anche il termini di costi poiché l'acquisto o l'affitto degli appartamenti inutilizzati comporterebbe spese minori rispetto alla costruzione di nuovi edifici destinati all’edilizia residenziale pubblica. Troppo spesso leggiamo di famiglie che da anni attendono l’assegnazione di un alloggio popolare, nonostante occupino i primi posti delle graduatorie. Una situazione a cui si potrebbe far fronte attraverso l’edilizia popolare diffusa, un progetto già sperimentato con successo in altre Regioni e che speriamo di poter ripetere in Puglia”.

“In questo modo potremmo evitare quello che è successo in alcune realtà, dove la costruzione di palazzi popolari in zone periferiche ha contribuito alla nascita di ‘quartieri ghetto’, isolati dal resto della città e spesso senza servizi e poco collegati. Con l’edilizia sociale diffusa - conclude Trevisi - si punterà invece ad una maggiore integrazione sociale, prevenendo occupazioni abusive ed emarginazione”.

Operaio salentino morto sul posto di lavoro all’Isola D’Elba: 9 iscritti nel registro degli indagati


PORTOFERRAIO - Si sono svolti ieri, 12 settembre, presso la chiesa madre di Squinzano i funerali di Cosimo Blasi, l’operaio cinquantenne salentino deceduto sul posto di lavoro all'isola d'Elba giovedì 29 agosto. Seppure resta ancora da chiarire la causa del decesso sul quale proverà a far luce l’autopsia eseguita presso la sezione di medicina legale dell’Università di Pisa lo scorso 5 settembre dal dottor Damiano Marra incaricato dalla Procura di Livorno, secondo le prime ricostruzioni e l’ispezione della salma, la morte dell’uomo potrebbe essere imputabile a una scarica elettrica. 

Tant’è che ben nove, tra persone fisiche e società datrice di lavoro, risultano iscritte nel registro degli indagati per omicidio colposo. Tutti i cari, i figli e le sorelle del defunto operaio chiedono giustizia e che sia fatta luce sulla tragica perdita e a tal proposito hanno conferito mandato all’avvocato Emanuela Toscano del foro di Lecce, nominando consulente di parte il dottor Luigi Papi Medico Legale ricercatore in Medicina legale, con qualifica di Professore aggregato, presso l’Università di Pisa. 

Proprio per tali ragioni, Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, associazione che tra le molteplici attività ha da sempre tutelato i diritti dei lavoratori, si unisce ai familiari del defunto nella richiesta di un’indagine rapida e compiuta affinché venga fatta al più presto piena chiarezza su un dramma che riguarda, comunque, un lavoratore deceduto sul posto di lavoro.

Focara di Novoli, Bozzetti (M5S) scrive all’assessore Capone: “Fare chiarezza sui debiti della Fondazione”

BARI - “Anche l’edizione del 2019 della Focara di Novoli è stata caratterizzata dal mancato pagamento da parte della Fondazione, dei servizi prestati da fornitori, artisti e lavoratori. Una situazione che va avanti da oltre due anni e ad ogni edizione aumentano le società creditrici, per questo ho chiesto l’intervento urgente della Regione attraverso l’assessorato alla cultura”, lo dichiara il consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti che ha indirizzato una lettera all’assessore Loredana Capone per chiedere chiarezza sui mancati pagamenti della Fondazione Focara di Novoli alle aziende creditrici. 

“Sono molte le segnalazioni che arrivano dalle imprese che negli anni hanno reso servizi per la manifestazione - spiega Bozzetti - un evento rilevante, ma che sconta le conseguenze di una gestione poco accorta e che, come noto, ha portato al Commissariamento della Fondazione con un disavanzo di quasi 655 mila euro. Questo rappresenta un ulteriore danno per i creditori che, nel caso in cui si vedessero riconosciute le spettanze, riuscirebbero a recuperare non più del 50% del debito”. 

La scorsa edizione è stata affidata ad un Protocollo tra Comune, Pro Loco e Comitato Festa patronale; il Comune ha contribuito con una somma pari a 80 mila euro mentre la Regione ha potuto contribuire con un finanziamento pari a 50 mila euro a valere sul Fondo Cultura, non derivante dalle quote associative che deve per Statuto.

“Mi sembra necessario - sottolinea il consigliere - che la Regione intervenga per evitare contenziosi con le aziende creditrici. Ribadiamo che - incalza il pentastellato - se si fosse stati lungimiranti forse oggi non ci troveremmo in questa situazione: non è la prima volta, infatti, che una Fondazione si trova a dover risanare debiti con le imprese. Una situazione che ci aveva portati a presentare una proposta di legge per chiedere di istituire una Commissione di studio sulle fondazioni culturali controllate dalla Regione Puglia, bocciata dalla maggioranza nonostante il consenso espresso da Emiliano. Se fosse stata approvata forse non ci troveremmo a parlare di uno storia che si ripete”. 

La finalità della commissione, infatti, era quella di approfondire le criticità emerse negli anni nella gestione delle Fondazioni e garantire la massima trasparenza nell’utilizzo delle migliaia euro di fondi pubblici con cui ogni anno vengono finanziate dalla Regione Puglia. 

“Ancora una volta - conclude il pentastellato - la Puglia ha perso un’occasione per rilanciare un settore che può essere un volano per l’economia del territorio, spetta adesso alla Regione trovare una soluzione nei confronti di tutte quelle aziende che con fatica portano avanti un settore troppo spesso dimenticato”. 

Premio Leuca 2019, vince 'Muttura'


di FRANCESCO GRECO - LEUCA (Le). Fellinianamente, poco si sa, tutto si immagina. Dove sono stati sepolti i rifiuti velenosi (solventi chimici, scarti di lavorazioni industriali e perfino cimiteriali, ecc.)? In rete c'è una cartina del Salento-Terra dei Fuochi con i puntini rossi ben in evidenza. 
  
Fu il sudicio business degli anni Novanta: le mafie lavorarono in sinergia con la peggio politica, avida e corrotta. Che insudiciò la sua stessa terra, compromettendo il futuro delle future generazioni, i loro figli compresi.
  
Leucemie, tumori al fegato, al pancreas, al polmone, secondo l'oncologo di fama Giuseppe Serravezza, da allora iniziarono ad aumentare, sino al triste primato di oggi: il Salento, per questa tipologia di patologie, ha un primato poco invidiabile. 

Quei rifiuti sparsi nelle campagne, in vecchie cave di pietra, discariche riutilizzate, persino giardini, sono entrati nelle falde e nella terra, avvelenandole.
  
E' il tema di "Muttura", che Valter Prete scrisse anni fa, la compagnia "Alibi" (Artisti liberi e indipendenti di Tricase) ha messo in scena per la regia e l'interpretazione di Gustavo D'Aversa di quattro ruoli (Carlo Bonaria, prof. Roberto De Silva, Antonio Azzulo e lo speaker radiofonico notturno) e la strepitosa Patrizia Miggiano che dà corpo a tre ruoli (l'anchorwoman Alessandra Volpino, la casalinga disperata Daniela fissata con la pulizia della casa e l'avvocatessa Rossana Livoli) e che si è aggiudicato il premio teatrale "Leuca", mentre l'attrice è risultata la migliore protagonista e Prete porta a casa il premio per la "migliore drammaturgia".
  
La Miggiano è la star del premio Leuca: aveva già vinto l'anno scorso interpretando l'Oracolo di Delfi in "Edipo Re", di Sofocle, compagnia "La Calandra", regia di Giuseppe Miggiano. E quindi Patrizia è amata, adorata da un pubblico di villeggianti e turisti venuti ad applaudirla da ogni parte del mondo: Svizzera, Canada, Gran Bretagna, ecc.  

Declinazione politica, di denuncia sociale, che prova la reattività del territorio: se i veleni si possono seppellire, le coscienze, al contrario, sono ben vive e vigili, e la standing ovation dedicata a "Muttura" lo prova senza ombra di dubbio.
  
Politica anche la password degli altri premi: migliore attore e migliore regia a Marco Antonio Romano (compagnia "Temenos - recinti teatrali"), autore e interprete principale de "La poltrona", commedia corrosiva sull'ignoranza e la corruzione dei politici di ieri, oggi, sempre. Scritta qualche anno fa, è attuale più che mai.  
   
Migliore attore non protagonista è risultato Antonio Romano, che ha dato corpo e voce al patriarca zio Simone di "Liolà", di Luigi Pirandello (compagnia "Lupi in Fabula", regia di Marco Antonio Romano). Mentre la migliore attrice non protagonista è stata Noemi Mazzola, perpetua e sempiterna in "Tre preti per una besciamella", di Tonio Logoluso, regia di Enzo Matichecchia, compagnia "Dei Teatranti" di Bisceglie (Bari).
   
Autorevole la giuria presieduta dal magistrato emerito Oronzo Fersini, e composta da Anna Monsellato, Rosalba Caruso, Roberto Calabrese, Pamela Licchelli, Sara Piscitelli, Francesco De Nuccio, Gino Meuli, Annalisa Marino, Oronzo Russo, Chiara Vantaggiato.    
   
Efficiente e brillante l'organizzazione della Pro Loco di Santa Maria di Leuca guidata da Vincenzo Corina e Antonio Romano, con la collaborazione di Michele De Nuccio. La direzione artistica è stata della regista Teresa Scappaviva. 
  
Appuntamento all'estate 2020, si ricomincia con un testo di Francesco Greco, titolo "Cunzerva mara", dedicato al mondo delle operaie tabacchine, un omaggio alla madre che quel lavoro ha fatto per tutta la vita.

Specchia, un’estate di qualità


di ANTONELLA UNGARO - SPECCHIA (Le) - Se la piazza è il luogo dell’incontro, dell’amicizia, dello scambio e ideale scenario delle manifestazioni, allora la Piazza del Popolo di Specchia, con i luoghi ad essa attigui,  non poteva interpretare il suo ruolo in modo migliore. 

Fra l’imponenza dell’alto campanile della Chiesa Matrice e la magnificenza del torrione di Palazzo Risolo, lo slargo più suggestivo del borgo su cui si apre l’antico portone del castello ha regalato occasioni non solo d’incontro e di amicizia, ma ne ha dipinto lo scenario, ne ha scritto la colonna sonora con momenti culturali, di divertimento e svago davvero unici. 

Un’estate, quella che ha messo il solleone, il caldo, i rapidi temporali e le lunghe giornate in valigia e si prepara a salutare per sempre questo 2019, ricca di appuntamenti nati dall’operosità e l’inventiva delle associazioni e da un’Amministrazione Comunale culturalmente e socialmente sensibile e attenta e che non ha solo patrocinato ma anche promosso. 

Il risultato? Un calendario di eventi colorato, variegato, vivace, che ha soddisfatto il gusto di un pubblico numerosissimo e  diversificato  negli interessi, nei gusti e nell’età. 

Abbiamo aperto luglio con “Le Specchiadi”(giunte alla III edizione), l’evento che riunisce giovani, adulti e bambini nell’appassionante sfida fra i quartieri, alla riscoperta dei giochi di un tempo e nella corsa di una caccia al tesoro fra gli angoli più caratteristici del borgo e del paese. 

La promozione del territorio, la sua riscoperta e valorizzazione al centro di molti degli appuntamenti in calendario. Durante la“Passeggiata fotografica” con una reflex, una macchina fotografica o un semplice telefonino, camminando da Specchia Preti fino a Specchia Silva, i fotografi professionisti e non hanno fermato in uno scatto il paese urbano, ma anche quello più naturale, regalando il loro sguardo per scoprire ed eternizzare un momento di bellezza. 
  
Le stradine del centro storico hanno fatto da sfondo a una mostra di pittura, scultura  e artigianato, con “SpecchiArte” (a cura della Pro Loco), che ha visto la partecipazione di artisti e artigiani di tutto il Salento e un numeroso pubblico lasciarsi incantare dalla magia delle opere e dei luoghi e saziare la voglia di conoscere, scoprire e saperne di più visitando la mostra dedicata alle macchine di Leonardo da Vinci, inaugurata in Piazza con la prova pratica dal vivo della mitragliatrice ideata dal Genio italico e ricostruita dall’ing. Giuseppe Manisco di Galatone. 
  
La magnifica Piazza ha poi accolto la sesta edizione della “Passeggiata Letteraria. Dal Borgo AltrOve. Sperimentare il Sud” (curata da LibrArti in collaborazione con la Pro Loco e il Forum dei Giovani, per la direzione artistica di Tiziana Cazzato e Graziano Gala), un mega reading che ha visto protagonisti le voci più interessanti e rappresentative della narrativa, la poesia, la letteratura di Puglia e non solo.  

Un evento che ha coinvolto un pubblico numeroso in  un’edizione arricchita da degustazioni di vino e prodotti locali, da un concorso letterario nazionale per racconti che ha riscosso grande interesse e partecipazione e dalla presenza di un superospite qual è Ascanio Celestini. 

Super ospite anche per “Specchia in Opera”  (con la direzione artistica del Maestro Vincenza De Rinaldis), altro evento di grande successo  di critica e  pubblico, che ha potuto applaudire una dei soprani più note e amate d’Italia, Katia Ricciarelli. 

Un’estate all’insegna della musica, con una serie di appuntamenti uniti e  armonizzati  nello  “Specchia Summer Music”, rassegna che ha accolto ogni genere musicale, dal cantautorato al jazz, alla pizzica, alla classica, al tango, e che ha saputo accontentare i gusti di tutti gli appassionati e non solo, con le canzoni, fra gli altri - per citarne alcuni - di Mino De Santis e la magica voce di Rosalia De Souza, che ha incantato in una serata di fine agosto con la sua eleganza e simpatia.

Spazio anche al teatro, con le commedie curate dalle diverse compagnie, con la rassegna “Borgo in scena” che si è conclusa con il musical dedicato alla storia d’amore per antonomasia, “Romeo e Giulietta” e soprattutto con Ippolito Chiarello e il suo  “Barbonaggio teatrale”. 

Grande originalità di “REDIVIVUS”, un appuntamento dedicato alle aziende alimentari e culinarie a km0 e all’arte del riciclare, con la musica country a fare da colonna sonora e un laboratorio dedicato ai bambini che hanno potuto così liberare la loro fantasia e creatività. 

Un’estate pensata anche a misura di bambino, con tanti momenti dedicati a loro: il laboratorio curato dal professore e attore Pasquale Santoro, “Il club dei piccoli lettori”, “Mani in pasta”, un laboratorio per imparare a fare la pasta fatta in casa, e poi anche teatro e proiezioni di film. 

Il 12 agosto il cuore dell’estate specchiere: la Notte Bianca, XV edizione, che si è fatta essenza e che ha visto il coinvolgimento di tante associazioni e tanti volontari.

È, infatti, grazie a tutti loro, associazioni e volontari, con la partecipazione attiva e il patrocinio dell’Amministrazione Comunale, che abbiamo potuto regalare e regalarci un’estate all’insegna della cultura e del divertimento, del piacere di stare insieme e vivere ancora una volta la piazza come luogo dell’incontro e dell’amicizia.

Chiazze a mare a Gallipoli, Confindustria Lecce: "Servono interventi urgenti"

LECCE - “Attendiamo risposte chiare e definitive, non è più il caso di temporeggiare perché a farne le spese è l’intera economia del turismo e la salute dei cittadini”. Ad affermarlo è il presidente di Confindustria Lecce Giancarlo Negro, nel richiamare la grave situazione che periodicamente viene a crearsi, ormai da 17 anni, con le chiazze melmose, maleodoranti, scure e schiumose che sporcano il mare di Gallipoli nei pressi di Rivabella.

“E’ del novembre 2018 – continua il presidente – l’incontro con Regione Puglia, Acquedotto Pugliese, sindaco di Gallipoli e gli imprenditori, durante il quale abbiamo analizzato lo stato dei luoghi e cercato di individuare soluzioni a vantaggio della tutela dell’ambiente e della valorizzazione del turismo, risorsa fondamentale per la Città bella. L’impegno a ritrovarsi a 30 giorni per monitorare l’evoluzione della situazione e programmare insieme le azioni future è stato però disatteso. E, intanto, appare davvero assurdo che dal 2002 ad oggi le problematiche siano sempre le stesse”.

A preoccupare Confindustria Lecce, nonostante le recenti rassicurazioni del sindaco Minerva e dell’Acquedotto a seguito delle segnalazioni del Presidente della Sezione Turismo Giuseppe Coppola, sono le ricadute negative sul territorio e sul comparto turistico locale, già fortemente penalizzato dalla presenza di uno scarico di acque reflue lungo un litorale su cui insistono attività turistiche, con il conseguente divieto di balneazione per oltre un chilometro, come previsto dalle norme e dai regolamenti a tutti i livelli.

Lo scarico in questione, installato nel luglio 2002 in località San Leonardo, rappresenta il punto di confluenza finale delle acque reflue del depuratore consortile di Gallipoli, Alezio, Sannicola e Tuglie ed è stato attivato dal Commissario straordinario dell’epoca. L’autorizzazione allo scarico, concessa dalla Provincia di Lecce, inoltre, era vincolata alla costruzione della condotta sottomarina che Confindustria Lecce auspica venga realizzata a tempo di record.

“Ancora una volta imprese e cittadini pagano lo scotto della burocrazia e della lentezza degli iter – dice ancora Negro. E’ davvero impensabile, infatti, che in un tratto di costa dove insistono oltre la metà dei posti letto messi a disposizione da parte di imprese che investono in servizi, accoglienza e promozione di qualità, venga interdetta la balneazione a causa della presenza del punto di scarico. Il possibile funzionamento altalenante del depuratore, inoltre, causa di fatto un problema enorme alle imprese, con un pesante fardello in termini di promozione turistica e di depauperamento del valore intrinseco dei luoghi. Sono le stesse imprese insediate nella zona ad essere penalizzate, nonostante sforzi e investimenti, con una perdita di valore non da poco”.

“E’ il momento  - conclude il presidente Negro - di trovare una soluzione immediata al problema con la messa in sicurezza delle acque anche attraverso la realizzazione della condotta sottomarina, al fine di salvaguardare un territorio ad alta vocazione turistica che trae il maggior profitto e la ricchezza dall’economia e dall’indotto del turismo”.

A Lecce convegno nazionale Società italiana scienza politica


LECCE - Dal 12 al 14 settembre 2019 si svolgerà a Lecce il 33mo convegno italiano della SISP - Società Italiana di Scienza Politica, l’associazione accademica che riunisce i politologi italiani e che per il suo incontro nazionale annuale, il più importante appuntamento scientifico per il settore, dopo Milano (2016), Urbino (2017) e Torino (2018) ha scelto il capoluogo salentino affidandone l’organizzazione al Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo all’Università del Salento. Messo a punto in collaborazione con i corsi di laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni internazionali e in Sociologia, il convegno è sostenuto dalla Città di Lecce, dalla Banca Popolare Pugliese e dal Servizio Tedesco per lo Scambio Accademico (DAAD).

Attesi circa 600 politologi italiani ed europei, che nel corso dei lavori presenteranno l’avanzamento dei loro studi fornendo nuove chiavi interpretative per la comprensione dei sempre più complessi processi sociali e politici contemporanei. In tre sessioni plenarie, oltre 100 workshop paralleli e numerose tavole rotonde in programma nelle sedi universitarie cittadine del Monastero degli Olivetani, dell’Edificio Sperimentale 2 “Donato Valli” e del complesso Studium 2000, si discuteranno tematiche di stringente attualità: dalle migrazioni all’Unione Europea, dal populismo ai partitici politici, dai movimenti sociali alle relazioni internazionali, dalle politiche pubbliche alle trasformazioni del welfare, dalla qualità della democrazia alla comunicazione politica.

«Un appuntamento molto significativo», ha sottolineato il professor Fabio Pollice, Direttore del Dipartimento di Storia, Società e Studi sull’Uomo, presentando l’iniziativa oggi, sabato 7 settembre 2019, nell’Open Space di piazza Sant’Oronzo a Lecce, «in un momento in cui in Italia, come in tutta l’Unione Europea, nel confronto politico sono tornati centrali concetti ed istituti classici come la sovranità, la rappresentanza politica, il parlamentarismo, assieme ad altri più recenti, per esempio le nuove forme di comunicazione politica nei media, l’e-democracy e l’e-voting. Il convegno rappresenta quindi una preziosa occasione per gli studiosi e il pubblico di riflettere su questi temi, su cui molto hanno influito fenomeni socio-culturali come la globalizzazione economica o le nuove potenzialità delle ICT. Sono cambiati, insomma, assieme ai rapporti fra gli individui e i soggetti politici, i confini tra gli Stati, resi quasi impalpabili. Tutto questo mette necessariamente in discussione la definizione degli stessi elementi costitutivi dello Stato, che secoli di cultura politica e giuridica ci avevano consegnato».

«Per Lecce il convegno della Società Italiana di Scienza Politica è un appuntamento di grande valore culturale e scientifico, ma anche una nuova occasione per farsi conoscere e amare dalle centinaia di relatori e accompagnatori che sono attesi», ha dichiarato l’Assessore a Turismo, Sviluppo Economico, Attività produttive e artigianali, Sport del Comune di Lecce Paolo Foresio, «Assieme all’Università del Salento e ai suoi eccellenti Dipartimenti, alle Organizzazioni sindacali, agli Ordini professionali, alle Associazioni di Categoria, ci sentiamo impegnati a valorizzare il profilo della città come meta di turismo congressuale. Lecce si presta infatti a essere sede di importanti appuntamenti di discussione e dibattito per molteplici motivi: la ricchezza del suo patrimonio monumentale e delle location che è in grado di offrire, la gradevolezza della sua città storica, la professionalità delle sue strutture ricettive e delle attività di ristorazione. L’Amministrazione comunale è intenzionata a investire per accrescere l’apporto di questa voce nel computo delle presenze in città. Ringrazio il Direttore Pollice, i presidenti di corso e i docenti coinvolti per lo sforzo profuso nell’organizzazione del convegno. Da parte nostra ci impegneremo affinché nei momenti di tempo libero i numerosi partecipanti possano trascorrere ore piacevoli in una città bella e accogliente».

Le tre sessioni plenarie, che si svolgeranno nell’edificio 6 del complesso Studium 2000, avranno come temi “L’Italia di fronte alle migrazioni: molta politicizzazione, poche politiche?” (giovedì 12 settembre, ore 15.30), “Le riviste di Scienza Politica in Italia” (giovedì 12 settembre, ore 17.30) e “La Scienza Politica: ieri, oggi. E domani?” (venerdì 13 settembre, ore 15.30). Tra i più noti relatori delle sessioni plenarie e delle tavole rotonde i professori Gianfranco Pasquino, emerito all’Università di Bologna, profondo conoscitore del sistema politico italiano e acuto commentatore della politica nazionale sui principali media nazionali; Francesca Longo, ordinaria all’Università di Catania e presidente della SISP, studiosa delle politiche di contrasto alla criminalità organizzata e delle politiche nazionali ed europee per la gestione dei flussi migratori; Luca Verzichelli, ordinario all’Università di Siena, tra i massimi esperti delle trasformazioni del Parlamento italiano; Tiziana Caponio, associata all’Università di Torino, esperta di governo locale dell’immigrazione e di politiche per l’integrazione; Franca Roncarolo, ordinaria all’Università di Torino, esperta di comunicazione politica e social media; Paolo Bellucci, ordinario all’Università di Siena e già direttore dell’associazione Itanes (Italian National Election Studies), esperto di comportamento elettorale; Filippo Tronconi, associato all’Università di Bologna, autore di molte pubblicazioni sul Movimento 5 Stelle e sui partiti regionalisti; Tommaso Vitale, professore di Sociologia a Sciences Po - Parigi. Nel corso dei lavori si terrà, inoltre, la cerimonia di conferimento del Premio Ladislao-Mittner, assegnato dal Servizio Tedesco per lo Scambio Accademico (DAAD).

Associazione culturale senza fini di lucro che si propone di favorire lo sviluppo della scienza politica in Italia, l’incontro e la collaborazione degli studiosi della materia in Italia e all’estero e il coordinamento delle strutture preposte all’insegnamento e alla ricerca, la SISP - Società Italiana di Scienza Politica è nata nel 1973 come Sezione Italiana di Scienza Politica in seno all’Associazione Italiana di Scienze Politiche e Sociali. Giovanni Sartori ne fu il Presidente fino al 1975, seguirono Norberto Bobbio dal 1976 al 1978 e Alberto Spreafico dal 1979 al 1981. Nel 1981 la Sezione si costituì in Società Italiana di Scienza Politica. Oggi conta circa 350 soci. Francesca Longo, professoressa ordinaria all’Università di Catania, ne è la Presidente dall’ottobre 2018.

Per approfondimenti è possibile contattare il professor Federico Russo, referente per il comitato organizzatore, al numero (non pubblicare, a uso esclusivo di giornaliste/i) 349 2554248

Serie A: il Lecce ha subito già 5 gol senza mai segnare

di FRANCESCO LOIACONO - Il Lecce dopo due giornate di serie A è ultimo in classifica a quota 0. Ha perso due gare consecutive, una a Milano con l’Inter e l’altra in casa col Verona. Ha subito 5 gol, non ha mai segnato. I pugliesi hanno già avuto un calciatore espulso, l’attaccante Farias nella trasferta con l’Inter. Con i nerazzurri prestazione da dimenticare per il Lecce. Discreta nonostante il ko subito la prova col Verona. Con i veneti tra i migliori il portiere Gabriel e il centrocampista Mancosu. Il neo acquisto Babacar, attaccante senegalese proveniente dal Sassuolo, ha svolto i primi allenamenti col Lecce. 

Il tecnico Liverani potrebbe presto provarlo in partitella con Farias durante la sosta del campionato dell’8 settembre per le gare delle varie nazionali. Tra i salentini sono infortunati Meccariello, Lo Faso e Fiamozzi. La Mantia entrato solo nel secondo tempo sia a Milano che in casa col Verona deve trovare la condizione fisica ottimale dopo l’infortunio subito nel precampionato. C’è delusione tra i tifosi per il momento. Ma i salentini hanno buone possibilità di salvarsi. Il prossimo match sarà in trasferta col Torino lunedì 15 settembre alle 20,45. I pugliesi dovranno iniziare ad ottenere punti.

Speciale 83ma Campionaria

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia