Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Lecce. Mostra tutti i post

Lecce-Inter: nuovi interventi per la mobilità allo Stadio Ettore Giardiniero



LECCE - In occasione della prima partita casalinga del Lecce per il campionato di calcio di Serie A, di concerto con la Questura, il Comune di Lecce ha messo a punto servizi di mobilità e alcune modifiche alla circolazione nell’area attorno allo Stadio Ettore Giardiniero, finalizzate a garantire maggiore sicurezza, vivibilità e sicurezza per quanti parteciperanno alla manifestazione sportiva.

Rispetto alla consueta gestione – da ultimo quella messa in campo con il Cittadella – su indicazione della Questura sarà chiuso ai veicoli non autorizzati (autorizzati in possesso del pass per i parcheggi di Piazzale Rozzi e Adamo, pass Cude, forze di sicurezza) lo svincolo 7 A della Tangenziale Est, l’uscita “Stadio”, direzione Brindisi Maglie.

Allo stadio potranno accedere dallo svincolo 7/A direzione Brindisi solo i possessori di autorizzazione per la sosta nei piazzali Est ed Ovest. Ciò per diluire la presenza di autovetture nell’area dello stadio e assicurare una gestione più sicura del traffico promiscuo presente (auto, veicoli di sicurezza, ciclomotori, biciclette pedoni). La chiusura degli svincoli sarà attiva da 4 ore prima della partita a due ore dopo il fischio finale (e comunque fino al completo deflusso delle auto). I residenti di Via Rapolla e di Via Cremona e i taxi potranno raggiungere le proprie abitazioni da viale Giovanni Paolo II. Gli spettatori che intendono utilizzare l’automobile per giungere e lasciare lo Stadio in occasione della partita e i cittadini intenzionati a raggiungere l’area attorno allo Stadio per qualunque motivo, sono dunque invitati a utilizzare svincoli diversi.

Da quattro ore prima della partita vigerà il divieto di fermata con rimozione forzata ambo i lati a tutti i veicoli lungo Viale Giovanni Paolo II da via Carrara agli svincoli per la S.P. 364 compresi, ad esclusione di bicilette, motorini e dei motocicli che dovranno sostare nel perimetro esterno, su Viale Giovanni Paolo II, negli stalli predisposti.

Come da accordo tra il Comune e l’Us Lecce, i Piazzali Rozzi e Adamo, dove sono presenti circa 900 stalli di sosta, saranno accessibili solo alle automobili autorizzate: addetti ai lavori, forze di sicurezza, persone con disabilità in possesso di pass CUDE, abbonati over 80 e a scendere di età in possesso del pass distribuito dalla società nei giorni precedenti all’incontro.

Si ricorda che domani, da tre ore prima della partita e dopo la conclusione della stessa, Sgm e Comune hanno attivato la linea  “Stadio in bus”, pensata per consentire ai leccesi di raggiungere lo stadio senza utilizzare l’auto privata e ai tifosi provenienti dalla provincia di poter parcheggiare comodamente in zone della città diverse dal quartiere Stadio – evitando dunque code e attese per la ricerca del parcheggio – e salire sui mezzi per raggiungere velocemente e senza stress il Via del Mare. Queste le fermate della linea che porta allo stadio: Libertà-Roma, P.zza Palio, Libertà-S. Elia, Libertà-Cavoti, Libertà-Pepe, Via Del Mare, Imperatore Adriano-Gobetti, Palazzo di Giustizia, De Pietro, Calasso, Porta Napoli, Università, Porta Rudiae, Gallipoli-Diaz, Gallipoli-Lombardia, Gallipoli-Museo, Questura, Piazza d’Italia, Otranto-Paisiello, Otranto-Orsini del Balzo, Battisti. Il servizio viene attivato tre ore prima dell’inizio della partita (nel caso di Lecce-Inter, dunque, dalle 17.45), con una frequenza di 10 minuti, sospeso durante i 90 minuti di gioco e riattivato al termine dell’incontro. È un servizio disponibile in abbonamento annuale al costo di 20 euro o utilizzabile attraverso i normali ticket del trasporto pubblico per corsa singola (1 euro) disponibili nelle rivendite autorizzate, tramite app myCicero, TicketAppy e DropTicket e a bordo dei mezzi con sovrapprezzo ad un 1,50 euro.

 Da tre ore prima dell’inizio della partita due linee ordinarie del trasporto pubblico subiranno piccole deviazioni dell’ordinario percorso. La linea S 16 Costa-San Cataldo in andata, giunta in Piazza Palio proseguirà per Via Pitagora, Viale Aldo Moro, Via Lodi, Via della Cavalleria, Tangenziale est svincolo per San Cataldo e al ritorno, giunta all’altezza della Tangenziale est direzione Maglie proseguirà per Via della Cavalleria, Via Lodi Via Aldo moro, Via Pitagora, Piazza Palio. La linea R4 Costa- Piazzale Cuneo vedrà spostato il capolinea di arrivo da Piazzale Cuneo a Via Carrara.

Bit mobility garantirà tre postazioni dotate di un congruo numero di veicoli a disposizione degli spettatori che intendono utilizzare monopattini, scooter e biciclette elettriche per percorrere viale Giovanni Paolo II senza usare l’automobile. Le tre postazioni saranno sistemate una all’altezza del centro commerciale Centrum, una al capolinea Fse e l’ultima in Piazzale Adamo.

Forza ragazzi, la città è con voi: la campagna del Comune per l’Us Lecce

 


LECCE - In occasione dell’inizio del campionato di calcio di serie A, l’amministrazione comunale ha inteso lanciare un segnale di augurio e supporto alla squadra del Lecce con una campagna di comunicazione caratterizzata da un messaggio semplice e immediato: “Forza ragazzi, la città è con voi!”. Il manifesto, affisso sulle plance comunali, riporta una foto (autore Marco Verri) dei festeggiamenti avvenuti in città il 6 maggio scorso.

“Da oggi in città sono affissi i manifesti con i quali l’amministrazione comunale intende fare gli auguri di buon campionato alla nostra squadra, perché possiamo raggiungere il traguardo della permanenza in seria A – ha dichiarato il sindaco Carlo Salvemini – Sappiamo che non sarà semplice, sappiamo che dopo il cammino trionfale verso la promozione della scorsa stagione, questa sarà diversa. Dovremo misurarci con sensazioni differenti: dovremo resistere, stringere i denti, cercare nella creatività e nella passione le risorse per sfidare il calcio dei club miliardari”, e poi citando il presidente dell’Us Lecce Saverio Sticchi Damiani, il sindaco ha ricordato l’importanza della compattezza tra tifosi e squadra anche nei momenti di difficoltà. “Si parte dai 19.750 abbonati – ha continuato il sindaco – dall’entusiasmo di una città e di un territorio che si è manifestato in tutta la sua forza, posizionandoci per numero di abbonati tra i primi club in Italia. Noi siamo così: una squadra e una città che amano stupire. La nostra favola è sempre stata la favola degli outsider che non temono di giocarsela con chiunque. Questo è lo spirito con il quale cominciare, insieme alla riconoscenza nei confronti di una società che – non dobbiamo dimenticarlo mai – ha preso le redini di una squadra bloccata in Serie C e quest’anno, ancora una volta, la porterà sui campi più prestigiosi della Serie A. Grazie alla passione e agli sforzi di un gruppo di imprenditori con fortissime radici territoriali. Domani sera sarò al mio posto, in Tribuna Est, per sostenere il Lecce. Raggiungerò lo stadio con il trasporto pubblico, grazie al servizio Stadio in Bus di Sgm Società Gestione Multipla Spa, al quale mi sono abbonato ieri, che invito i tifosi a conoscere utilizzare”.


Spara da monopattino su auto, indagini nel leccese

LIZZANELLO (LE) - Attimi di paura ieri sera a Lizzanello, nel leccese, dove un uomo, a bordo di un monopattino e con il volto coperto dal cappuccio di una felpa, ha sparato alcuni colpi di pistola contro una Fiat Punto parcheggiata in via Gorizia, per poi fuggire.

Non si registrano feriti.

I militari dell'Arma ora stanno cercando il responsabile dell'intimidazione e hanno acquisito le immagini di videosorveglianza della zona ed eseguito alcuni rilievi. L'auto presa di mira è intestata ad un uomo su cui sono in corso approfondimenti investigativi da parte dei militari della stazione di Lizzanello e della sezione operativa di Lecce.

“Mezzogiorno di fuoco” e “Discanto Mediano” tra Corsano e Novaglie

 



LECCE - Ritorna dopo due anni di pausa forzata, il piu' atteso e stravagante evento del Capo di Leuca di musica dal vivo, ma non solo...

Dopo le notti della taranta, le albe in jazz e gli aperitivi dj - live set, c'era la grande esigenza da tempo di un mezzogiorno di musica dal vivo a 40 gradi all'ombra, ma con il mare che rinfresca.

Così nasce “Mezzogiorno di fuoco”, la più stravagante ed estemporanea jam session di musica dal vivo dell'estate, con inizio alle ore 12:00, da un'idea di Biagino Bleve per “Alchimista Incursioni Culturali”, con il sostegno di Punta Rossa Novaglie, il patrocinio dell'Assessorato alla cultura del Comune di Alessano in collaborazione con Radio Venere. L'evento nasce nel 2015, a Punta Rossa nella meravigliosa baia di Marina di Novaglie, un enorme e naturale anfiteatro di roccia immerso nell'acqua cristallina del mare di fine Adriatico, dove la musica si propaga in maniera spettacolare nell'intera marina e quest'anno compie 6 anni, dopo due anni di fermo per il Covid.

Il genere di musica che si propone in queste due giornate, va dalla musica classica in apertura come contrappunto al jazz, passando dal blues al soul, pop rock, reggae.

Gli MC, Maestri Cerimonia di questa edizione saranno Roberto Esposito al pianoforte ed Enrico Frisullo alla chitarra, due musicisti virtuosi e di livello che hanno duettato nell'edizione ultima del 2019 riscuotendo un gran successo di pubblico, con la partecipazione speciale di tanti artisti amici di “Mezzogiorno di fuoco” ospiti dell'evento che si alterneranno nel live ring, sono tra i più bravi del panorama musicale e teatrale, pugliese e non solo, e non mancherà qualche sorpresa.

“Discanto Mediano” (2/12/16/29 Agosto 2022), anno quattordici, Piazza Umberto I Corsano. E’ una rassegna di cinema nata nel 2002 nella meravigliosa location dell'Insediamento Rupestre Macurano di Montesardo, sul piazzale antistante l'insediamento di epoca bizantina tra vecchie grotte, frantoi e luoghi di culto dove i monaci Basiliani, in fuga dall'Oriente durante la lotta iconoclasta nel primo millennio d.C., trovarono rifugio.

La rassegna andò avanti in quel meraviglioso e magico luogo per sei anni, poi fu trasferita a Corsano fino al 2011, ricomincia la programmazione nel 2018 dopo una pausa di sei anni, sempre a Corsano, col sostegno e il patrocinio dell'Assessorato alla cultura del comune di Corsano, sempre in piazza Umberto I, arricchendo di fatto la rassegna con eventi dedicati al teatro e alla musica dal vivo, sempre legati al mondo degli audiovisivi.


 
La rassegna nacque dall'idea di Biagino Bleve che dall'inizio ne cura la direzione artistica sempre per “Alchimista Incursioni Culturali”, gruppo informale nato nel 2001 che promuove il territorio con iniziative culturali, con la voglia di presentare un cinema di produzioni spesso indipendenti, favorendo sopratutto giovani video maker e registi alle loro opere prime e progetti prodotti in Puglia, ma non solo.

In tutti questi anni, molti i registi, attori e produzioni sono stati coinvolti a “Discanto Mediano” (film di finzione, documentari, cortometraggi e video clip), da Alessandro Piva a Matteo Garrone, Carlo Michele Schirinzi, Corrado Punzi, Davide Barletti, Edoardo Winspeare, Fluid Video Crew, Fabio Luongo, Gianni De Blasi, Lorenzo Conte, Paolo Pisanelli, Pippo Mezzapesa, Gabriele Quaranta e tanti altri.

Quest'anno la rassegna è giunta alla quattordicesima edizione, in programma quattro serate, dal 2 al 29 agosto con inizio alle ore 21.30.
Martedì 2 agosto c’è stato lo spettacolo di teatro-musica “In fila per tre” che ha rappresentato un viaggio metaforico tra falso e vero, dove si parla della beffa dei falsi Modigliani ritrovati a Livorno, della falsa notizia sul settimanale satirico “Il Male” che Ugo Tognazzi era il capo delle BR, degli editoriali scomodi di Mino Pecorelli, di Tangentopoli e della triste vicenda di Raul Gardini.

L’idea e i testi di Alberto Minafra sono interpretati dall’attore Donato Chiarello e la parte musicale è affidata alla chitarra, l’armonica e la voce di Gaetano Cortese su brani di Edoardo Bennato, con incursioni video sullo sfondo. A seguire “Io Rino e gli altri” spettacolo musicale di e con Gaetano Cortese.

Venerdì 12 agosto ore 21.00 Piazza Umberto I Corsano, proiezione del film “Sulla Giostra” di Giorgia Cecere, Italia 2021 , durata 90 minuti, con Claudia Gerini, Lucia Sardo, Paolo Sassanelli, Lucia Zotti, Alessio Vassallo, Alessia Chiuri, Edoardo Di Lernia.

“Sulla Giostra” racconta la storia di Irene (Claudia Gerini), una donna affascinante e determinata, che dopo gli studi ha lasciato il Salento, la sua terra d'origine, per andare a vivere a Roma, costruirsi una famiglia e avviare una carriera lavorativa. Irene gestisce oggi una casa di produzione, è mamma di un ragazzo adolescente ed è divorziata da Filippo (Paolo Sassanelli), un ex marito poco presente.

A causa di un problema economico, sarà costretta a fare ritorno nel piccolo paese del Salento dal quale era fuggita. Una volta arrivata nella vecchia ed elegante casa di campagna, Irene dovrà fare i conti con Ada (Lucia Sardo), l'anziana governante senza marito e figli, che dopo anni di servizio non vuole lasciare quella che ormai considera casa sua.

Presente per la proiezione la regista e parte del cast del film. “Sulla Giostra” è un film interamente girato nel Salento nei comuni del Capo di Leuca tra Alessano, Castrignano del Capo e Santa Maria di Leuca.

Il film sarà preceduto dal cortometraggio “Quarantine Moon(d)”, regia di Biagino Bleve, montaggio di Donato Bleve, Italia colore aprile 2020 - durata 2 min. Breve film dedicato alla sua Luna, quella che sorge sui tetti, attraversa il campanile e solca, leggera, luminosa e poetica, il cielo del paesino del Capo di Leuca. Il cielo sopra Corsano.

«Il mio paese – osserva Bleve - visto dal terrazzo di casa mia, nel silenzio assordante, ai tempi del Covid-19, con la sua gente chiusa in quarantena. Una luna che sorge, vola nel buio in una danza parabolica, con la vanità e la presunzione di chi conosce bene la propria indiscutibile bellezza, che infonde forza e speranza».

(Info: cell. 3773472483, FaceBook: Punta Rossa - Novaglie e sui social instagram e facebook Biagino Bleve).



A Nociglia (Le) si festeggia Santu Donnu


NOCIGLIA (LE) - Santu Donnu, Re degli uliveti, "non santo" dei campi, rinnova la sua festa di agosto nello scenario incantato di Nociglia Fontana, piccola contrada incorniciata da imponenti alberi di querce, tra canali, canneti e distese di ulivi.

Come ogni anno l’appuntamento è per il 13 agostoa Nociglia, in località “Fontana”, luogo scelto dallacomunità nocigliese per rinnovare questo rito arcaico la cui tradizione si perpetua dal 1949, anno in cui la statua di Santu Donnu arrivò a Nociglia.

A partire dalle 17.00, con raduno a Nociglia inpiazza Ruggieri, la statua, trasportata da un apecar, si muove alla testa di una festosa carovana di biciclette, in direzione della contrada che prende il suo nome dove, alle ore 18.00 si celebra una benedizione dei campi, momento di sentita aggregazione popolare e senso di comunità.

A partire dalle 21, in località Fontana (S.P. Nociglia - Supersano), si aprono gli stand enogastronomici, tra gli spettacoli del Lillo Birillo Magic Comic Show, il Gran teatro dei burattini della compagnia EDC Circus Artist, e poi i ritmi del Gruppo Folk La Coppula e la pizzica de Li Trainieri, per una festa che si traghetta fino a tarda serata in un clima di autentica convivialità.

Il fascino della festa si alimenta con la suggestione di una storia misteriosa e affascinante, e con l’impatto delle scenografie naturali: architetture di rami e canne sullo sfondo delle querce maestose, che anche quest’anno si impreziosiscono con i lampioni artistici della Festa dei Lampioni e de lu Cuturusciu di Calimera, grazie alla collaborazione con la Pro Loco di Calimera.

Di Santu Donnu, infatti, esiste una piccola statua in pietra che lo raffigura. Nonostante questo, però, le origini della festa si perdono nelle pieghe della memoria contadina, che ha sempre riconosciuto in esso una forte personalità territoriale, legata allo spirito della terra: alcuni sostengono si tratti di uno sberleffo verso i signorotti locali, detti appunto "Don"; altri riconducono questa usanza all'aggregazione tra le famiglie contadine di trascorrere a contatto con la natura le calde notti d'agosto.

L’associazione culturale Terrikate da diversi anni si occupa dell’organizzazione di questa antica festa, con il contributo del Comune di Nociglia.

In una costante ricerca di nuovi e attuali significati, Santu Donnu rappresenta per l’associazione il rapporto tra l'uomo e l'ambiente, una sorta di nume tutelare di questi luoghi. Per questo motivo, le ultime edizioni della manifestazione sono state caratterizzate dalla crescente attenzione a pratiche ambientali virtuose, come la riduzione dei rifiuti della serata e la compensazione delle emissioni di Co2 prodotte dall’evento.

Proprio quest’ultima pratica, grazie ad un percorso intrapreso nel 2010 grazie alla consulenza di Lifegate prima e AzzeroCo2 poi, ha trovato una dimensione locale nell’edizione 2012 quando, avvalendosi della preziose indicazioni dell’Università del Salento, è avvenuta la piantumazione di circa 150 piante di macchia mediterranea nell’area adiacente lo svolgimento della manifestazione, con l’intento di ristabilire buoni equilibri di biodiversità in una zona particolarmente caratterizzata da monocultura olivicola. L’intervento è continuato negli anni, in un fondamentale lavoro di rigenerazione di un territorio nel frattempo colpito dalla calamità del disseccamento degli ulivi.

A partire dall’edizione 2013, tra le esposizioni dei “contadini custodi”, produttori locali impegnati nella valorizzazione, diffusione e salvaguardia di prodotti agroalimentari autoctoni e biologici, si è intrapreso un laboratorio di luminarie in cannache ha voluto recuperare la memoria storica delle antiche decorazioni usate durante la manifestazione e, riferendosi alla tradizione delle luminarie delle feste patronali dei comuni salentini, ha permesso la realizzazione di una scenografia alternativa a quelle convenzionali ma perfettamente integrata all’affascinante contesto rurale di “Nociglia Fontana”.

Santu Donnu è una manifestazione che guarda alle origini, che individua nell’essenzialità il piacere spassionato di far festa.

Qui, l’originale miscela di folklore, fede, sentimento popolare e moderna riflessione del rapporto tra uomo e ambiente, lo rendono evento imperdibile, un viaggio in uno degli aspetti più autentici del Salento.

La festa è a Nociglia, in contrada Fontana (una traversa della S.P. Nociglia-Supersano-

LINK: https://goo.gl/maps/GrffB4VAoPyEU7m39

Salento, Cantina San Donaci inaugura le prime vendemmie d’Italia con il biologico Colonie Greche

LECCE - Sboccia l’alba sui vigneti. Il sole inonda con i suoi raggi le viti. Accarezza i grappoli di Chardonnay e gioca con il vento che profuma di mare.

Iniziano tra i due mari del Salento, lo Jonio e l’Adriatico, le prime vendemmie d’Italia. Il sole generoso, i venti marini che danno sapidità ai vini, fanno presto maturare le uve ed è già, agli inizi di agosto tempo di vendemmia, che durerà fino a metà settembre.

Siamo nelle Tenute di Cantina San Donaci, nel Brindisino e nella zona del Salice Salentino dop. Muretti a secco, masserie fortificate, sentieri di campagna destinati a divenire piste ciclabili e ideali per il trekking a due passi dalla cripta paleocristiana Santu Misirinu, fanno da suggestivo scenario alla vasta distesa dei vigneti di Cantina San Donaci e dei suoi soci.

Qui, sin dalle 4 del mattino, quando è ancora buio, uomini e donne sono impegnati nella raccolta delle uve a bacca bianca. Si inizia con lo Chardonnay, un vitigno internazionale che nel Salento ha trovato clima e terreni ideali. Si prosegue poi a fine agosto con il Primitivo (detto così perché matura prima) per arrivare i primi di settembre e sino alla metà con il Negroamaro, i due vitigni tipici del Salento.

E da quest’anno Cantina San Donaci, famosa per la linea Anticaia, si presenta con una grande novità: i vini biologici Colonie Greche. “Sì”, dice il presidente Marco Pagano “La nostra cantina punta sul biologico all’insegna della sostenibilità sia ambientale che sociale. Da questi vigneti di Chardonnay curati direttamente dalla Cantina  stessa, nascono infatti le etichette Colonie Greche bianco e dalle uve di Negroamaro, Colonie Greche rosso. I primi vini sono stati già imbottigliati grazie alle vendemmie dello scorso anno e hanno riscosso subito un grande successo”.

“I mercati stanno reagendo molto bene sia perché vi è una grande attenzione verso i temi della sostenibilità sia perché i nostri vini sono di qualità alta”, prosegue il presidente. “Registriamo anche una maggiore attenzione verso il rosato, il vino tipico che caratterizza il Salento  e che noi intendiamo valorizzare sempre di più”.

Il bianco Colonie Greche, da bere ghiacciato, è un vino importante, di grande spessore. E’ un vino fermo e sprigiona tutto il suo bouquet di profumi e di sapori, già mentre allegramente rotea nel calice. Conquista i palati  più raffinati, rimandano ai vigneti accarezzati dal vento e baciati dal sole. Il sole del Salento.

Mense scolastiche, il Pnrr finanzia la realizzazione per Livio Tempesta e Frigole

LECCE - 770mila euro dal Piano nazionale di ripresa e resilienza per la realizzazione delle mense scolastiche nelle scuole Livio Tempesta di Via Flumendosa e Sigismondo Castromediano-Frigole. Buone notizie per il Comune di Lecce sul fronte Pnrr: anche il secondo e terzo intervento proposto nell’ambito dell’avviso pubblico emesso dal Ministero dell’Istruzione (Missione 4 – Componente 1 – Investimento 1.2: “Piano di estensione del tempo pieno e mense”) risultano finanziati con i fondi del Next Generation Ue dopo le integrazioni puntualmente inviate dal Comune.

In un primo momento, infatti, gli interventi sul Livio Tempesta e il Castromediano-Frigole erano stati ammessi con riserva, con la richiesta da parte del Ministero di integrazioni per verificare la piena congruità con le finalità dell’avviso. Ieri la buona notizia. Le nuove mense del Livio Tempesta e del Castromediano-Frigole vanno ad aggiungersi a quella da subito finanziata con 700mila euro nella scuola De Amicis San Domenico Savio di Via Palumbo per 700mila euro.

Come per tutti i progetti finanziati dal Pnrr, i cantieri delle nuove mense dovranno chiudersi entro il 2026.

Al Livio Tempesta di Via Flumendosa la mensa sarà collocata in adiacenza alla struttura esistente e ad essa collegata da un giunto sismico strutturale in grado di rendere i due corpi di fabbrica (esistente e nuovo) indipendenti in presenza di sisma. Il nuovo edificio si svilupperà completamente al piano terra con altezza utile pari a 3,00 m, per una superficie coperta complessiva di 205 mq ed un volume lordo totale di 676,50 mc. La mensa verrà collegata al resto della struttura attraverso un nuovo passaggio completamente coperto, che metterà in comunicazione il nuovo corpo di fabbrica con il disimpegno esistente, il quale unisce attualmente il corpo scuola con la palestra. Per la realizzazione dell’intervento sono stati assegnati al Comune di Lecce 410mila euro.

A Frigole l’intervento prevede la realizzazione di una nuova mensa ubicata in adiacenza alla struttura esistente. Il nuovo edificio si svilupperà completamente al piano terra con altezza massima pari a quella delle strutture esistenti per una superficie coperta complessiva di 180 mq ed un volume lordo totale di 666 mc. La mensa verrà collegata al resto della struttura attraverso un disimpegno che metterà in comunicazione il corridoio a servizio delle aule con la mensa stessa, realizzando un percorso di collegamento diretto con la parte esistente. Questo accorgimento consentirà di procedere alla costruzione del nuovo edificio su un’area separata e recintata rispetto all’esistente, in tutta sicurezza, senza interferire con le attività didattiche durante il cantiere. Per questo intervento sono stati assegnati al Comune 360mila euro.

“Mense e palestre sono interventi prioritari per dotare il sistema scolastico cittadino di un livello soddisfacente di servizi da affiancare alla didattica – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – il recente rapporto Svimez ha evidenziato come solo il 18 per cento degli alunni nel Mezzogiorno acceda al tempo pieno rispetto al 50 per cento del Centro-Nord. E questo perché le nostre scuole non sono sufficientemente attrezzate. Nella nostra città, grazie agli interventi finanziati dal Pnrr potremo fare passi in avanti significativi, generando un impatto positivo sulla qualità della vita degli alunni e delle famiglie. Investire sulla scuola, potenziarne la capacità di offrire servizi, significa lavorare per una società più equa, giusta, nella quale tutti hanno l’occasione di frequentare un ambiente accogliente in grado di garantire a tutti le medesime opportunità”.

“Le mense scolastiche insieme alle palestre sono servizi alle famiglie che assicurano una migliore gestione dei tempi di vita e lavoro per tutti – dichiara l’assessora all’Istruzione Fabiana Cicirillo – inoltre sono luoghi che favoriscono all’interno dell’ambiente scolastico condizioni favorevoli di relazione tra gli alunni e agevolano l’organizzazione di servizi ulteriori rispetto alla didattica, come le attività pomeridiane e lo sport. Siamo davvero soddisfatti perché investire sulla scuola e sulle infrastrutture scolastiche significa investire sul futuro dei nostri ragazzi e della nostra comunità”.

Covid Puglia: 2.168 nuovi casi e 7 decessi, il 16% dei test

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia si registrano 2.168 nuovi casi di positività al Covid-19 su 13.330 test analizzati per una incidenza del 16,2%.

Sono sette i decessi registrati.

I nuovi casi sono stati individuati nelle province di Bari (602), Bat (155), Brindisi (214), Foggia (241), Lecce (567), Taranto (303).

Sono residenti fuori regione altre 83 persone risultate positive in Puglia; per altri tre casi la provincia è in corso di definizione. Delle 42.172 persone attualmente positive 403 sono ricoverate in area non critica (ieri 405) e 16 in terapia intensiva (ieri 14).

Basket, giovani talenti crescono: Luigi Marra


FRANCESCO GRECO - Il basket pugliese e nazionale si arricchisce di un nuovo talento. Ha solo 17 anni, è nato e vive a Casarano (Lecce) e gioca a basket sin da quando aveva solo quattro anni.  

Si chiama Luigi Marra, studia al Liceo Classico cittadino e a settembre frequenterà l’ultimo anno. Il suo primo coach è stato il padre Gabriele, apprezzato scrittore. Ha giocato due anni col Nardò, da otto nella “Olimpius Parabita”, una società che nell’ambito del basket della Puglia ha una sua solida tradizione e indiscusso prestigio.

Marra è una guardia di ruolo, cioè un attaccante con la propensione al tiro da fuori. Due anni fa ha raggiunto la finale regionale Under 17, quest’anno altro step importante: i play off Puglia con l’Under 19. 

Ma l’exploit è arrivato giorni fa al torneo di street basket che ha luogo sempre a Parabita (appuntamento dell’estate che vede impegnati campioni del basket nazionale di tutte le categorie). 

Luigi ha vinto entrambe le gare al tiro da tre punti, sia categoria under 19 che over, battendo tiratori noti in ambito regionale. Alla fine del torneo ha ricevuto il premio dalle mani del giocatore di A1 Mirza Alibegovic. 

Luigi sogna di giocare in C, ma non si mettono limiti e dopo la performance di Parabita tutto può accadere. Intanto fra poche settimane riprenderà la scuola: ha la media del 9, bravo nelle materie umanistiche, vorrebbe entrare nella Marina Militare.

Queste sono le premesse, Luigi e la sua famiglia restano con i piedi per terra, ma sono in tanti, nel basket pugliese e dintorni, a prevedere per lui un grande futuro all’ombra del cesto.


Al Parco Gondar di Gallipoli arriva Paul Kalkbrenner


GALLIPOLI(LE) - Talento internazionale tra i principali nel panorama techno, con oltre 20 milioni di stream per il singolo No Goodbye e quasi 2 milioni di download per il mixtape BACK TO THE FUTURE, PAUL KALKBRENNER arriva a Gallipoli lunedì 15 agosto 2022 a Parco Gondar, data prodotta e distribuita da Vivo Concerti.

Paul Kalkbrenner è conosciuto a livello internazionale per i suoi brani principalmente legati alla città di Berlino e alla sua tormentata storia. Nel 2015 firma con la Sony/Columbia e pubblica l’album “7” che registra un clamoroso successo in Europa, occupando la prima posizione in numerose classifiche e arrivando in Top Ten in Italia, Spagna, Belgio e Paesi Bassi. Nel 2017 realizza il mixtape BACK TO THE FUTURE, una raccolta di musica techno, che lo ha portato in tournée registrando il sold out in 10 paesi. 


CALENDARIO DATE

sabato 13 agosto 2022 - Castelvetrano (TP) @ Unlocked Music Festival, Parco Archeologico

domenica 14 agosto 2022 - Rimini @ Social Music City

lunedì 15 agosto 2022 - Gallipoli @ Parco Gondar

domenica 11 settembre 2022 - Firenze @ Decibel Festival

Alba Locomotive, più di 4mila passeggeri sulle navette tra andata e ritorno



LECCE - Nella notte del 9 agosto a San Cataldo il concerto Alba Locomotive, che ha visto sul palco Raffaele Casarano e Giuliano Sangiorgi, ha richiamato nella marina leccese 5mila spettatori paganti che hanno affollato la spiaggia libera accanto al Molo di Adriano.

Il servizio di trasporto pubblico, garantito con l’attivazione della linea S16 Locomotive, ha accompagnato nella marina leccese all’andata 2004 passeggeri paganti (biglietto Sgm dal costo di 1 euro per la corsa unica), grazie all’utilizzo di 6 mezzi impegnati su quattro turni di viaggio, che hanno garantito un frequenza di passaggio ogni quindici minuti dopo le 23 e ogni mezz’ora dalle 21 alle 23.

Circa la metà degli spettatori del concerto ha raggiunto San Cataldo utilizzando il trasporto pubblico, fatto che ha consentito di ridurre al minimo il traffico automobilistico, che è risultato pienamente sostenibile nonostante le dimensioni della manifestazione.

Al ritorno, secondo le previsioni del piano mobilità elaborato da Comune ed Sgm, 21 autobus già pronti a partire sono stati posizionati in direzione Lecce sulla SP 364, una scelta che ha consentito un immediato deflusso degli spettatori del concerto che sono stati riaccompagnati in città e verso i parcheggi di interscambio Settelacquare e Mercato Bisettimanale. Il resto delle persone sono state riaccompagnate dai mezzi in servizio ordinario sulla linea S16 Locomotive. Il numero di passeggeri registrati al ritorno è superiore ai 2mila.

“Siamo soddisfatti perché il servizio di trasporto pubblico ha davvero inciso sulla sostenibilità della manifestazione, ha evitato il verificarsi di code di automobili, ha garantito maggiore sicurezza e confort a chi ha scelto di muoversi con un mezzo diverso dall’auto privata – dichiara l’assessore alla Mobilità sostenibile Marco De Matteis – Voglio ringraziare tutti i cittadini, tra i quali tantissimi giovani e giovanissimi, che hanno scelto di utilizzare i bus. Grazie alla loro scelta Alba Locomotive non è stato solo un bellissimo concerto ma anche un’esperienza positiva dal punto di vista della mobilità, nella quale l’offerta di un servizio efficiente ha incontrato la piena collaborazione degli utenti. Ringrazio SGM, dal presidente al direttore, agli autisti, ai controllori, che grazie al loro lavoro hanno consentito che tutto andasse per il meglio”.

“È stata una manifestazione sicura, nella quale non si sono registrati picchi di traffico automobilistico, né alcun incidente o criticità dal punto di vista della sicurezza – dichiara l’assessore alla Polizia Locale Sergio Signore – ringrazio gli agenti della polizia locale e i volontari della Protezione Civile per l’ottimo lavoro svolto e tutti i cittadini che hanno vissuto questa notte con grande senso civico e senza inutili eccessi. Anche dal punto di vista della sicurezza è stata una notte da ricordare”.

“Un voto per il clima”, il sindaco Salvemini firma la petizione


C’è anche il sindaco Carlo Salvemini tra i firmatari della petizione “Un voto per il clima”. La petizione è stata lanciata tramite il portale change.org dopo la pubblicazione di una lettera aperta con la quale la comunità scientifica italiana ha chiesto che la lotta alla crisi climatica venga posta in cima all'agenda politica da tutti i partiti impegnati in campagna elettorale e offre il suo contributo per elaborare soluzioni e azioni concrete.

La lettera è firmata da importanti studiosi e tra i primi firmatari è presente Antonio Navarra, dell’Università di Bologna e Presidente della Fondazione Centro euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC) che ha sede nella città di Lecce. Con lui Carlo Barbante, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e Università Ca' Foscari, Venezia, Carlo Carraro, Università Ca' Foscari, Venezia, Antonello Pasini, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Roma, Riccardo Valentini, Università della Tuscia, Viterbo, e Presidente della Società Italiana per le Scienze del Clima.

“L’emergenza climatica è la più importante questione politica del nostro tempo: allo stesso modo ecologica, sociale, economica, culturale – dichiara il sindaco Carlo Salvemini, invitando a sottoscrivere la petizione - Non può essere considerata un punto dei tanti di un programma elettorale, ma ciò da cui partire per impostare tutto il resto. La sopravvivenza del pianeta dipende dalle scelte che faremo rispetto all’uso delle fonti fossili, gas incluso. Senza una scelta decisa, convinta, determinata, consapevole sulle rinnovabili siamo destinati a danni irreversibili. Non è una previsione catastrofica. Ma ciò che stiamo misurando ogni giorno anche in Italia, senza reazioni conseguenti se non stupore, passività, rimozione. Serve un cambio di passo”.



“Se il pan ci manca ce lo faremo da soli”. Idea Consorzio in Terra d’Otranto


FRANCESCO GRECO
- La xylella-killer ha ingrigito il paesaggio intorno e nella nostra anima, la pandemia ci ha resi più inquieti e, dicono gli psicologi, aggressivi, la guerra ha aumentato le paure del futuro. Non si fa in tempo a elaborare un lutto che se ne sovrappone un altro. La nuttata non finisce mai.

Nell’altro secolo, ogni zolla di terra era coltivata: cereali (grano, orzo, farro), vigna, ulivi, tabacco, lino, canapa, cotone, etc. Poi con l’emigrazione il latifondo fu parcellizzato, la terra abbandonata perché non portava reddito, i territori desertificati, e oggi, con altri postulati, il processo di marginalizzazione prosegue.

Il territorio frantumato dalla fine del latifondo e dall’illusione del posto fisso è stato parcellizzato e a suo dire, “l’urbanistica agricola” ha finito di essere l’elemento di vita delle nostre popolazioni.

Una serie di congiunture astrali sfavorevoli ha fatto aumentare il costo della vita: energia, materie prime, beni di prima necessità, fra cui il pane. La povertà dilaga e coinvolge nuove fasce di popolazione. A luglio il 20 % delle famiglie italiane non ha pagato la bolletta della luce.

Tutto si scarica sulla parte terminale del patto sociale, sempre più sfiduciata di una classe politica attenta alla conservazione del potere, il tutto portato al parossismo come si osserva in questi giorni con i tristi spettacoli pre-elettorali.

All’architetto leccese Cosimo Montinaro è venuta un’idea: tornare alla terra, nello specifico coltivare a grano (il terreno è storicamente vocato, tante le qualità: Cappelli, Russignu, Saragolla, Capinera, etc.) ogni particella oggi abbandonata o dimenticata.

Ma chi è l’architetto Montinaro? Nato ad Alessano (Le), laurea in Architettura presso l’Università “La Sapienza” di Roma . Fin dal 1980 svolge la professione di Architetto e Urbanista in Italia e all’estero, interessandosi maggiormente in loco al recupero di immobili storici e di antiche masserie con lo studio della loro nascita e sviluppo nel territorio. Titolare della Cosma Uno, azienda di arredamento con partecipazione a Saloni internazionali come quello di Genova. 

Amante dello sport come elemento di tutela dello sviluppo giovanile, assume pro-tempore la presidenza della squadra di pallavolo locale “Cosma Uno Volley Alessano” e dal livello dilettantistico la porta alle glorie nazionali. Studioso e ricercatore dei frantoi ipogei sparsi nel Capo di Leuca. Per la sua origine grika è appassionato della storia della Magna Grecia e del Regno delle due Sicilie. Inoltre è progettista e promotore del “Luogo di culto dedicato al Venerabile Tonino Bello”, fondatore del movimento culturale “Rinascimento dei popoli del Capo di Leuca”.

Il professionista sta lavorando all’idea del “Consorzio del grano del Capo di Leuca”. E in questa intervista spiega l’articolazione del progetto.
Arch.Cosimo Montinaro
Domanda: Come nasce l’idea? Risposta: “L’attuale crisi internazionale ha evidenziato i danni compiuti dall’insana e sfrenata globalizzazione che ha sempre di più arricchito e continua ad arricchire i grandi gruppi economici impoverendo e distruggendo le economie locali, fino ad arrivare a elemosinare il grano che era, insieme alle olive, al tabacco e alle vigne, la ricchezza del nostro vivere libero e dignitoso”.

D. Chi può aderire al Consorzio?

R. “La partecipazione e l’iscrizione sono gratuite e aperte ai proprietari di terreni coltivati e/o abbandonati, a imprenditori della filiera di trasformazione, a professionisti del settore, a urbanisti e a giovani volenterosi di crescere dove sono nati”.

D. Quali sono le condizioni oggettive?

R. “Il Consorzio contribuisce a incentivare, tramite fondi istituzionali, la produzione del grano, dei cereali e di altri prodotti agricoli esclusivamente nel rispetto della biosostenibilità ambientale e nell’autonomia economica e fiscale degli iscritti e, in quanto facenti parte del Consorzio, protetti dall’invasione delle grandi lobby alimentari che a breve, sponsorizzate da qualche nostro politico faccendiere, fagociteranno il nostro territorio con produzioni intensive, rigettandoci in un nuovo colonizzante assistenzialismo”.

D. Il grano prodotto resterebbe sul territorio o verrebbe commercializzato?

R. “La produzione dovrà prima di tutto soddisfare le necessità della nostre popolazioni, in quanto solo con la ricchezza e il benessere delle microentità si può arrivare ad avere un territorio che, al contrario dei sostenitori della globalizzazione a ogni costo, porta ad avere un insieme di microeconomie che, salvaguardando il loro spazio circostante, creeranno un macrosistema economico fertile alla sua base”.

D. La sua idea mira in qualche modo al recupero degli oliveti distrutti dalla xylella e anche dagli incendi attuali che per la maggior parte sono di origine dolosa?

R. “Caro Greco, non in qualche modo, ma essenzialmente la mia idea nasce dal vedere le nostre campagne un tempo piene di vita ridotte a simulacri di un fallimento delle politiche agricole locali, che nascondendosi dietro il coriandolo della xylella hanno abbandonato i nostri coltivatori usandoli solo come merce durante le loro campagne elettorali. L’obiettivo del Consorzio è quello di unire e coinvolgere senza proclami sindacalistici tutti coloro, giovani e anziani agricoltori, che abbandonando le attuali disillusioni possano con fierezza proclamarsi imprenditori agricoli con un dignitoso reddito nato dal recupero della nostra martoriata terra”.

Calcio: il Lecce subito fuori dalla Coppa Italia


FRANCESCO LOIACONO
- Il Lecce perde 3-2 al Via del Mare col Cittadella ed è eliminato dalla Coppa Italia. Nel secondo tempo, al 6', i salentini passano in vantaggio con Strefezza con una conclusione di destro su passaggio di Di Francesco.

Al 17' pareggia Asencio di testa su cross di Carriero. Nel primo tempo supplementare, al 3', il Cittadella passa in vantaggio con Tounkara con una conclusione da fuori area. Al 10' Tounkara realizza la terza rete con un tocco al volo.

Al 14' il Lecce segna con Colombo con una conclusione rasoterra. Il Cittadella si qualifica per il terzo turno di Coppa Italia dove affrontera' la vincente di Torino-Palermo che si gioca domani sera alle 21,15.

'Calici di stelle 2022': il vino pugliese protagonista dell'estate


BARI - È l’evento clou dell’estate pugliese, la manifestazione che per prima ha portato il vino nella bellezza antica dei borghi storici di Puglia. E quest’anno “Calici di Stelle”, kermesse di punta della programmazione estiva del Movimento Turismo del Vino, in Puglia si fa addirittura in tre. Con tre serate dedicate alla degustazione delle migliori etichette regionali in tre scenari diversi, tutti egualmente suggestivi: la spiaggia cittadina di Porto Cesareo, il Palazzo Marchesale di Arnesano, il Castello di Copertino.

Tre Comuni uniti dal vincolo del Distretto Urbano del Commercio “Duc in Altum”, nato per creare una rete utile a favorire le attività commerciali dei territori, e in un’iniziativa durante la quale gli eno-appassionati potranno degustare i vini di Murgia e Daunia (La Cantina di Andria-Vignuolo, Mirvita-Tor de’ falchi, Rivera, Alberto Longo, Cantina Le Grotte, Coppadoro, D’Alfonso del Sordo), Terra di Bari (Botromagno, Cantina dei Fragni, Coppi, Santa Lucia, Tenuta Viglione, Torrevento), Magna Grecia (Amastuola, Antica Masseria Jorche, Cantine Lizzano, Cantine San Giorgio-Feudo Croce, Cantore di Castelforte, Claudio Quarta Tenute Emera, Felline, Produttori Vini Manduria, Vetrère, Varvaglione), Alto Salento (Candido, Cantina Sampietrana, Cantina San Donaci, Cantine Due Palme, Carvinea, Funiati, Masseria Li Veli, Le vigne di Sammarco, Paololeo, Tenute Rubino), Basso Salento (Apollonio, Bonsegna, Cantele, Cantine De Falco, Castel di Salve, Castello Monaci, Cantina Cupertinum, Feudi di Guagnano, Fiorentino, Leone De Castris, Cantine Menhir, Mocavero, Mottura, Palamà, Petrelli, Schola Sarmenti, Cosimo Taurino, Vallone).

Si comincia domenica 7 agosto dalle 21 in poi a Porto Cesareo con un beach party – per la prima volta nella storia del MTV Puglia – sulla spiaggia cittadina di via Silvio Pellico, dove i vini top delle aziende del Consorzio da tutta la Puglia saranno proposti in degustazione in isole d’assaggio presidiate dagli esperti della Fondazione Italiana Sommelier. I momenti “food” saranno invece a cura del laboratorio gastronomico “Fra.grante” di Carmiano, con piatti tipici salentini e altri di ispirazione etnica.

Ad animare la serata le eleganti sonorità live del DiscoPop Acoustic Quartet, con un repertorio di classici della disco music riarrangiati in chiave acustica, e il dj set di Enzo d’Argento, direttamente da Radio Selene, con una selezione ricercata nu jazz e bossa. Il costo del biglietto è di 10 euro, comprendente 8 degustazioni vino, calice da degustazione del Movimento Turismo del Vino Puglia e tasca porta-calice. Per incoraggiare il consumo responsabile, sono previste formule diverse per gli accompagnatori/driver, con un ticket che al costo di 5 euro comprende una bottiglietta d’acqua Orsini e l’accesso a tutte le altre attività della serata. I ragazzi fino ai 17 anni entreranno gratuitamente.

L’8 agosto sarà invece la volta di Arnesano, con l’apertura straordinaria di Palazzo Marchesale per una serata speciale: un vernissage di “Calici di Stelle”, con accesso libero a partire dalle 20 fino a esaurimento posti. Cuore della serata sarà la grande sessione di blind tasting in cui le etichette dei produttori del Consorzio saranno numerate, bendate e presentate in isole d’assaggio divise per tipologia e presidiate dai sommelier FIS. I partecipanti riceveranno una scheda per giocare e potranno degustare liberamente i vini, cercando di abbinarli ai vitigni prevalenti.

A metà serata, che sarà presidiata dal laboratorio gastronomico “Fra.grante” di Carmiano, le bottiglie saranno svelate e presentate: chi avrà abbinato correttamente almeno cinque etichette ai relativi vitigni riceverà in omaggio una selezione di bottiglie del Movimento.

La colonna sonora della serata avrà invece i colori del pianoforte a coda di Larry Franco, jazzista pugliese tra i più apprezzati del panorama italiano, con all’attivo numerose collaborazioni con Renzo Arbore, Lino Patruno, Minnie Minoprio, Fabrizio Bosso, Franco Arigliano. Ad Arnesano Larry Franco presenterà un repertorio jazz e swing italiano accompagnato dalla splendida voce di Dee Dee Joy.

Martedì 9 agosto, infine, Calici di stelle avrà come scenografia piazza Castello a Copertino, con una serata finale all’insegna di vino, musica, arte e storia a partire dalle 19.30 in poi. Fulcro della manifestazione la tradizionale, grande degustazione dei vini top delle aziende del Consorzio, presentati in cinque grandi isole d’assaggio, divise per territori e presidiate dagli esperti della Fondazione Italiana Sommelier: in degustazione rossi, bianchi e rosati da tutta la Puglia, in una carrellata unica nel suo genere tra le perle enologiche della regione. Appassionati ed esperti potranno inoltre sfidarsi nel gioco “A prova di naso”, cercando di abbinare i campioni di vino proposti ai sentori prevalenti. Quanti effettueranno gli abbinamenti corretti riceveranno in omaggio una fornitura di vini del Consorzio. A cura dei docenti FIS saranno anche le masterclass tematiche incentrate sui vitigni autoctoni pugliesi, ideate per facilitare l’approccio alle tecniche di degustazione olfattiva e affinare la percezione delle differenze tra le diverse cultivar. Le masterclass, della durata di 35 minuti ciascuna, si svolgeranno dalle 19.45 alle 22.30 all’interno del Castello del Belmonte, aperto in via eccezionale al pubblico dell’evento, e saranno gratuite, con prenotazione obbligatoria online o in loco presso il desk dedicato all’interno della manifestazione.

Grazie alla collaborazione con la Soprintendenza dei Beni Culturali di Copertino, gli eno-appassionati avranno anche la possibilità di partecipare a una visita guidata serale del Castello e del suo celeberrimo vigneto, un unicum nel panorama italiano, impiantato sui terrazzamenti del castello e gestito dalla cantina Cupertinum, socia del Movimento. Le visite, in turni da 30 minuti per un massimo di 15 partecipanti per turno, si svolgeranno dalle 19.30 alle 22.15. Anche questa attività sarà gratuita con prenotazione obbligatoria, sempre online o al desk dedicato. Anche in questo caso i momenti “food” saranno a cura del laboratorio gastronomico “Fra.grante” di Carmiano, con piatti tipici salentini e altri di ispirazione etnica. Non mancheranno la musica e lo spettacolo, con il Riciclato Circo Musicale, gruppo musicale italiano in attività dal 2006 che utilizza materiali di recupero e oggetti di uso comune per ottenere gli strumenti musicali impiegati nei brani, siano essi ispirati a strumenti tradizionali o completamente nuovi ed inventati. Un concerto arricchito dallo spettacolo dei trampolieri luminosi del gruppo “Nuvole bianche” e dal fachiro mangiafuoco della “Ghironda”.

Anche per Copertino il biglietto di ingresso avrà il costo di 10 euro, comprendente calice da degustazione del Movimento Turismo del Vino Puglia, tasca porta-calice e 8 degustazioni vino. Anche in questo caso è prevista la formula accompagnatore/driver, con un costo 5 euro che comprende una bottiglietta d’acqua Orsini e l’accesso a tutte le attività non di degustazione all’interno della serata. Gratuito invece l’ingresso per bambini fino ai 17 anni.

“Come Movimento Turismo del Vino siamo felicissimi, quest’anno, di questa collaborazione con i comuni del Duc “Duc in altum!”, che ci consente di mettere in scena un’edizione davvero speciale di “Calici di stelle”, spiega il presidente del Movimento Turismo del Vino di Puglia, Massimiliano Apollonio. “Sarà infatti questa la prima volta del beach party sulla spiaggia di Porto Cesareo, un modo per diffondere la cultura del vino - quella del bere responsabile - presso i più giovani. Ma ci sarà spazio anche per chi ama approfondire gli aspetti culturali del vino grazie all’appuntamento del Palazzo Marchesale di Arnesano e al Castello di Copertino, due luoghi diversi dalla spiaggia e però immersi ugualmente nella bellezza. Vi aspettiamo tutti numerosi per brindare con noi, e ringrazio il cda del MTV, le cantine aderenti e lo staff per lo sforzo organizzativo che, ne sono certo, ci porterà a vivere tre serate fantastiche”.

“Calici di Stelle” in Puglia fa parte di un progetto a cura del DUC in Altum – comprendente i Comuni di Copertino, Porto Cesareo e Arnesano in collaborazione con il GAL Terre d’Arneo, realizzato con il contributo della Regione Puglia – Dipartimento Agricoltura, Sviluppo rurale e ambientale, e con il sostegno di BCC Leverano, Confcommercio Lecce, Confesercenti Puglia, Ecotecnica, Acqua Orsini.

Info, prenotazioni e programma completo sempre in aggiornamento sul sito www.mtvpuglia.it e sui canali social del Movimento: facebook.com/movimentoturismodelvinopuglia e instagram.com/mtvpuglia.

Covid Puglia: +2.729 casi e 8 decessi, il 16,6% dei test

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia sono 2.729 i nuovi casi di positività al Covid rilevati su 16.382 test, con una incidenza del 16, 6%.

I decessi registrati sono otto.

Il numero di casi maggiori in provincia di Lecce (689), poi Bari (687), Taranto (420), Foggia (337). In provincia di Brindisi sono stati rilevati 308 casi, nella Bat 184. I positivi residenti fuori regione sono 89 e 15 quelli per cui non è stata ancora definita la provincia di provenienza.

Le persone attualmente positive sono 48.874, delle quali 433 (ieri 438) sono ricoverate in area non critica e 18 in terapia intensiva (ieri 17).

Il Tre all'Oversound Music Festival a Lecce



LECCE - Il giovane rapper romano Il Tre - reduce dal successo dell’album d’esordio Ali, certificato Platino, a poche settimane dalla pubblicazione e nel pieno della sua tournée nei club italiani, Ali live tour- arriva a Lecce lunedì 8 agosto all’Oversound Music Festival per il suo ALI BLACK TOUR, le date della tournée estiva. 

Con il primo album, Ali, Il Tre ha debuttato direttamente al n.1 della classifica ufficiale FIMI/Gfk degli album più venduti. Un disco da record che, a poche ore dalla pubblicazione, ha raggiunto il n.1 di iTunes e di Apple, su Amazon i tre formati disponibili sono andati esauriti in pre-order e l’artista si è confermato il primo italiano alla terza posizione nella Global Chart di debutto di Spotify.  

Da Te lo Prometto (doppio PLATINO) a  Cracovia pt. 3 (certificato PLATINO) e “Il tuo nome” (certificato ORO), IL TRE  nelle sue canzoni ha sempre affrontato temi quali l’importanza per le piccole cose, l'attaccamento alla famiglia e agli amici di sempre, il rimanere sempre fedeli a sé stessi nonostante i cambiamenti, la fragilità, la consapevolezza di sé e il credere nei propri sogni.

Il suo ultimo singolo uscito il 15 aprile “Guess Who’s Back” è un banger rap duro e puro, dove Il Tre mette in vetrina tutte le sue capacità tecniche e l’attitudine da rapper che non si preoccupa di essere politically correct. 

Puglia: aggiornamento settimanale vaccini anti Covid


BARI - Riportiamo l'aggiornamento settimanale vaccini anti Covid del 05 agosto in Puglia:

ASL BARI

La campagna vaccinale anti-Covid della ASL di Bari ha assicurato finora alla popolazione dai 5 anni in su 3 milioni e 92.320 vaccini, di cui 1 milione e 123.129 prime dosi, 1 milione e 87.938 seconde, 830.325 terze e 50.928 quarte dosi. Il ciclo primario è stato completato dal 94% della popolazione residente dai 12 anni in poi e dal 92%, se si considera la fascia più ampia a partire dai 5 anni. Copertura notevole si registra con la terza dose (o “booster”), sempre attestata all’80% degli over 12 che abbiano completato il ciclo primario almeno quattro mesi fa. In crescita la copertura vaccinale anche con il secondo “booster”: il 30,5% degli ultraottantenni ha ricevuto la quarta dose, rispetto al 14,8 del target 70-79 anni e all’8,3% dei 60-69enni.

La ASL continua, quindi, a garantire le somministrazioni, grazie alla presenza di una rete di 20 punti vaccinali attivi anche nel mese di agosto, dove sono state effettuati 6.170 vaccini negli ultimi sette giorni, comprese 5.160 quarte dosi. Resta fondamentale proteggersi con il vaccino anche d’estate. Le categorie interessate possono infine rivolgersi al proprio medico di medicina generale.

ASL BAT

Nella Asl Bat continua la campagna di vaccinazione come da programma e con le prenotazioni: le attività vaccinali per le quarte dosi o comunque per chi deve completare il ciclo vaccinale continuano per tutto il mese di agosto negli uffici di igiene dei dieci comuni Bat.

ASL FOGGIA

In provincia di Foggia, dall’avvio della campagna vaccinale anti COVID, sono state somministrate 1.396.203 dosi di cui 520.849 prime dosi, 501.153 seconde dosi, 358.323 terze dosi, 15.878 quarte dosi alle persone estremamente vulnerabili.

Sono 303.178 le dosi somministrate da Medici di Medicina Generale e Pediatri di libera scelta, 11.797 presso le farmacie convenzionate. Le restanti, presso i Punti Vaccinali del territorio.

ASL LECCE

Prosegue la campagna vaccinale in ASL Lecce: sono 1.809.927 le dosi di vaccino somministrate finora a cittadini residenti in provincia di Lecce, di cui 650.274 prime dosi, 658.150 seconde dosi (incluse monodose), 483.305 terze dosi e 19.791 quarte dosi.

ASL BRINDISI

Non ci sono dati aggiornati.

ASL TARANTO

In Asl Taranto, nell'ultima settimana sino ad oggi, la campagna vaccinale anti-Covid ha registrato un totale di 1.451 dosi somministrate. Rispetto a questo totale, nello specifico si contano 25 prime dosi; 23 seconde dosi; 185 richiami e 1.218 quarte dosi.

Per quanto riguarda la distribuzione territoriale, negli hub vaccinali di Taranto e provincia sono state somministrate 266 dosi presso il nuovo hub di Taranto allestito presso l’ex Palazzo Banca d’Italia; 39 dosi a Ginosa; 49 a Grottaglie; 79 a Manduria, 20 dosi a Massafra, 97 a Martina Franca. I medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta hanno somministrato 329 dosi nei propri ambulatori e 197 dosi a domicilio; 29 dosi in altre strutture sanitarie; 346 dosi, infine, sono state somministrate nelle farmacie abilitate.

Sicurezza: Marti, 460mila euro in Puglia per ‘Scuole sicure’ e contrasto spaccio stupefacenti

BARI - “In previsione della ripresa dell’anno scolastico 2022/23, con l’operazione ‘Scuole sicure’ sono in arrivo in Puglia circa 460mila euro per finanziare iniziative di contrasto allo spaccio di stupefacenti vicino agli istituti scolastici del territorio. Misure rese possibili grazie all’impegno di Matteo Salvini, che ha avviato i progetti nel 2018, e al sottosegretario Nicola Molteni, che ha proseguito il lavoro. Risorse che saranno destinate ad iniziative per contrastare il fenomeno dello spaccio dinanzi agli edifici scolastici, in diversi comuni del territorio regionale. Ennesima promessa mantenuta che conferma la serietà e l’efficienza della Lega al Governo: il nostro impegno in tema di sicurezza non è mai mancato e siamo felici di questo risultato raggiunto”. Lo afferma in una nota il senatore Roberto Marti della Lega, segretario del partito in Puglia.

Di seguito l’elenco dei comuni beneficiari, suddivisi per provincia: - Bari: 147 mila euro tra Casamassima, Castellana Grotte, Noci, Rutigliano, Valenzano, Adelfia, Capurso, Cassano delle murge, Locorotondo, Turi, Grumo Appula. - BAT: 26 mila euro tra Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia. - Brindisi: 54 mila euro tra Ceglie messapica, San Vito dei Normanni, Oria, Latiano. - Foggia: 52 mila euro tra Orta Nova, Torremaggiore, San Marco in Lamis, Apricena. - Lecce: 103 mila euro tra Casarano, Surbo, Maglie, Leverano, Veglie, Monteroni di Lecce, Cavallino, Lizzanello. - Taranto: 78 mila euro tra Mottola, Sava, Laterza, San Giorgio Ionico, Crispiano, Statte.

La Taranta fa tappa a Nardò




LECCE -  Il 6 agosto il Festival itinerante “La Notte della Taranta”, fa tappa a Nardò. Giunta alla sua 25ma edizione dedicata al tema “La tradizione del nuovo”, la Ragnatela della Taranta, il più grande festival itinerante italiano, dal 4 al 25 agosto attraverserà 21 comuni del Salento, con 43 concerti di pizzica, oltre 400 artisti e condurrà, tappa dopo tappa, alla lunga notte del Concertone del 27 agosto a Melpignano (Le), con il maestro concertatore DARDUST, e sarà trasmesso su RAI 1, giovedì 1 settembre alle 23:15.

Curati dal Corpo di Ballo della Notte della Taranta torna alle 19:00 i laboratori di pizzica, appuntamenti imperdibili per gli appassionati della danza salentina che si ritrovano nelle piazze dei paesi ospitanti il Festival per partecipare alla grande ronda danzante. Si formano i grandi cerchi inclusivi e aperti guidati dai danzatori della Taranta che accompagnano il pubblico alla scoperta del ritmo del tamburello e delle diverse espressioni della pizzica: pizzica di corteggiamento, pizzica tarantata e pizzica scherma.

Alle 21:00 al via con la musica di “Ombre illuminate”, un progetto sonoro che rappresenta un crossing over tra la musica spirituale e il canto Sufi tradizionale ispirato dagli antichi testi dei  poemi sufi (207 Hijri- 1272 hijri) e il Rinnovamento attraverso lo sviluppo a livello di melodie, ritmi e strumenti musicali utilizzati e la danza sufi che evoca il contatto con il Divino e viene rappresentato tramite gesti di dioalogo/preghiera che trovano origine nella cultura folkloristica e nella dimensione del rito e del sacro attraverso lingue e culture che hanno influenzato il Maghrèb e il Mashrèq nei secoli, dall’antichità ai giorni nostri. Il tutto viene rappresentato dai colori, ogni vizio e virtù passa attraverso una tonalità, acustica e visiva, che rappresenta anche la crescita dell’uomo, arrivando ad un’estasi mistica rappresentata dalla liberazione dell’anima. Un Progetto ideato da Ziad Trabelsi, membro dell’Orchestra di Piazza Vittorio, musicista tunisino di formazione accademica che ha mantenuto uno stretto legame con la tradizione musicale popolare del suo paese. Il risultato è un progetto di musica e di danza dal forte impatto ritmico, tra improvvisazione e spiritualità e contaminazione. Ziad Trabelsi Oud, wtar, voce; Emanuele Bultrini, chitarra; Primiano di Biase, tastiere; Houcine Ataa, cantante sufi; Luca Casadei, fisarmonica; Simone Pulvano, percussioni; Paolo Rocca, clarinetti; Con Elisa (Danza sufi , zar, Jedba, Takhmira) Ashai Lombardo (danza gnawa, Tannura sufi egiziano) Elaborazione musicale  e arrangiamenti: Ziadtrabelsi – Paolo Rocca; Direzione artistica: Ziad Trabelsi  Regia: Hafedh Khalifa

A seguire, l’esibizione dei Tarantarneo nome e anima che indica un viaggio e un incrocio musicale tra la provincia di Taranto e la Terra dell'Arneo, che va da San Pietro in Bevagna a Torre Inserraglio, dall'indiavolata di Nardò alla Taranta di Lizzano, dalla pizzica di Galatone alla Taranta di San Marzano. Un viaggio dove la tradizione e la musica popolare dei Tarantarneo si incrociano con l'energia del pubblico e il tempo si ferma in un'unica emozione. Il gruppo è composto da: Emanuele Liquori, tamburo e voce; Francesco Pastorelli, tamburo e voce; Cosimo Pastore, chitarra, mandolino e voce; Daniele Giumentaro, fisarmonica e voce; Giovanni Alemanno, fiati e percussioni; Matteo Lotriglia, basso; Berenice Vozza e Alessandro Tagliente, danza.


INGRESSO GRATUITO

Prossima tappa

07 agosto a Sogliano Cavour in Piazza Falcone Borsellino

Alle 21:00 Fondo Verri -  fate solo quel che vi incanta concerto-recital con G. Piero Rapanà, Simone Franco, Daria Falco, Bruno Galeone, Emanuele Coluccia, Vincenzo Grasso, Davide Chiarelli. A seguire Tamburellisti di Torrepaduli

Il Festival Itinerante è un progetto della Fondazione Notte della Taranta sostenuto da Regione Puglia, Pugliapromozione, Grecìa salentina, Istituto Diego Carpitella. 

Main Sponsor: DMJ Mercedes di Maurizio De Mariani

© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo