Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post

Trinitapoli: grande successo delle poesie sotto le stelle, emozioni in versi e musica


MICHELE MININNI - In una piacevolissima serata d’estate, sul sagrato del Santuario della Beata Vergine Maria di Loreto è calato il sipario sulla bellissima ed emozionante edizione delle “Poesie sotto le Stelle” a Trinitapoli. Un evento organizzato dalla stessa parrocchia grazie al parroco Mons. Giuseppe Pavone ed al Vicario Don Nicola Grosso coordinati da Peppino Beltotto.Sono state decantate poesie in vernacolo ed in lingua italiana,un mixage di declamazioni di versi di diversi autori locali quali Grazia Stella Elia, Francesco Labianca, Peppino Lupo e  Francesco Fiorillo recitati in maniera suggestiva da interpreti della Parrocchia come Michele Cafagna, Anna Grazia Di Biase, Giuseppe Beltotto e Maria Piazzolla. 

La serata è stata circondata da intermezzi musicali degli anni 70-80 dal gruppo musicale Vintage composto da Ruggiero Serafini, Stefano Monterisi, Daniele Monterisi, Giovanni Paolo Andriano e dai vocal Matteo Muriglio, Urbano e Nicola Lopizzo.La serata è stata presentata dal parroco Mons. Giuseppe Pavone, presente la Commissaria straordinaria del Comune di Trinitapoli la dott.ssa Giuseppina Ferri in compagnia della Comandante della Polizia Locale Giuliana Veneziano.  

Trinitapoli, lamentele dei cittadini sull’inciviltà e maleducazione in città

 



MICHELE MININNI - Impazzano i social a Trinitapoli, troppe sono le lamentele dei cittadini sull’inciviltà e maleducazione. Purtroppo, si sta verificando di parlare di una Trinitapoli senza regole, senza rispetto per gli altri e mancanza di controllo da parte delle Istituzioni, forze dell’ordine spesso assenti e poco coinvolgenti nel tessuto cittadino. Abbiamo in passato raccontato gli schiamazzi notturni, caos ambientale ora si aggiunge l’inciviltà dei gesti di cattive consetudini di sparare fuochi in nottata senza regole. Ma come per sparare un fuoco non si deve aspettare l’autorizzazione che si presenta almeno quindici giorni prima?  Ecco alcune proteste di cittadini esasperati come Pasquale <<All'1.15 di questa notte degli incivili hanno avuto la felice idea di sparare fuochi d'artificio sotto casa nei pressi della stazione dei carabinieri terrorizzando bambini e anziani. Mi è parso di capire che stessero festeggiando un matrimonio. Se fossi il prete mi rifiuterei di celebrarlo. Questi gesti andrebbero puniti severamente!>> oppure come Michela << È davvero una cosa inaccettabile. Non si conosce educazione. Non si conoscono i limiti. Non cè rispetto in nulla. Adesso si deve persino avere paura dentro le proprie case. Io non ci sto. BASTAAA>>. Conclude Maria Giovanna <<Ridicoli...per le processioni passate non si è potuto avere la concessione per i fuochi solo illegalmente è tutto concesso?? Allora di che LEGALITA parliamo?>>

Questi atti si ripetono da anni, non è un fenomeno degli ultimi tempi. La politica trinitapolese ha fallito miseramente. Una cosa è importante quando si organizzano manifestazioni di Legalità come è avvenuto nei mesi scorsi ricordiamo che non essere soltanto uno spettacolo di serata e facciata ma di organizzare la sicurezza seriamente del nostro territorio.

Trinitapoli: ''Poesie sotto le stelle'' sul Sagrato del Santuario B.V.M. di Loreto

 


MICHELE MININNI - Appuntamento con la cultura e la poesia per giovedi 11 agosto presso il Sagrato del Santuario B.V.M. di Loreto in Trinitapoli dal titolo “Poesia sotto le stelle- ravviviamo la speranza che è in noi”. In programma una serata dolce, tenera, piacevole e leggera,per poesia e musica insieme, saranno declamati versi, canto e recitazione sicuramente in un suggestivo scenario stellare. 

Diretti dal parroco Mons. Giuseppe Pavone e dal coordinatore Giuseppe Beltotto, quattro saranno gli interpreti di poesie sotto le stelle, Michele Cafagna, Maria Grazia di Biase, Piero Di Leo e la giovane Maria Piazzolla che decanteranno testi sia in vernacolo che in lingua italiana di autori locali e non come Francesco Labianca, Grazia Stella Elia, Peppino Lupo e Francesco Fiorillo. Una serata riflessiva dunque, tra intermezzi musicali, canori grazie all’Orchestra casalina della Parrocchia con la formazione musicale di Stefano Monterisi e Ruggiero Serafini.

Covid Puglia: 2.168 nuovi casi e 7 decessi, il 16% dei test

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia si registrano 2.168 nuovi casi di positività al Covid-19 su 13.330 test analizzati per una incidenza del 16,2%.

Sono sette i decessi registrati.

I nuovi casi sono stati individuati nelle province di Bari (602), Bat (155), Brindisi (214), Foggia (241), Lecce (567), Taranto (303).

Sono residenti fuori regione altre 83 persone risultate positive in Puglia; per altri tre casi la provincia è in corso di definizione. Delle 42.172 persone attualmente positive 403 sono ricoverate in area non critica (ieri 405) e 16 in terapia intensiva (ieri 14).

Barletta: in nottata auto impazzita danneggia auto in sosta

BARLETTA - Nottata movimentata in centro momenti di concitazione ieri notte in corso Garibaldi. Alcune automobili in sosta lungo la strada sono rimaste danneggiate, probabilmente a causa del passaggio di un veicolo in velocità. 

La dinamica dell'accaduto è ancora da ricostruire, ma tanto è stato lo spavento e la curiosità dei numerosi cittadini che nella serata di oggi passeggiavano in centro, complice il clima fresco di stasera. Pare che l’autista dell’autovettura impazzita sia stato arrestato. 

A Trinitapoli i festeggiamenti in onore dei Santi Patroni



BARLETTA - Festa Patronale in onore dei Santi Patroni Beata Vergine Maria di Loreto e Santo Stefano Protomartire dal 14 al 16 agosto. <<Carissimi – così Mons. Giuseppe Pavone, Delegato arcivescovile per la festa patronale di Trinitapoli – in questo tempo pandemico abbiamo sentito su di noi la protezione della Madonna di Loreto e di Santo Stefano. E siamo certi che continueranno ad esserci accanto anche in questo periodo, che ci auguriamo sia di ripresa di una normale vita quotidiana. Dal canto nostro,- continua Mons. Pavone-con la preghiera sapremo dare testimonianza maggiore della nostra devozione ai Santi Patroni, implorando, per loro intercessione, una particolare benedizione per la Città di Trinitapoli e i suoi abitanti». Ecco il programma :

DOMENICA 14 AGOSTO

ore 8,00 – Risveglio ed apertura della festa con fuochi pirotecnici.

ore 9,00  – Giro per le vie della Città del Gran Concerto bandistico Città di Trinitapoli.

ore 19,00 – Celebrazione Eucaristica presso piazza Umberto I in onore di Santo Stefano Protomartire. 

ore 20,15 Processione di Santo Stefano dalla Chiesa Madre al Santuario della B.V.M. di Loreto.

ore 21,00 - Solenne veglia di preghiera in onore della Madonna che sarà presieduta da Mons. Stefano Sarcina.

Ore 21,30 – Servizio in Orchestra del Gran Concerto Bandistico Città di Trinitapoli diretto dal Maestro Domenico Virgilio.

LUNEDI 15 AGOSTO

ore 7,00 – Lancio di bombe a devozione della Confraternita Santa Maria di Loreto.

ore 7,30 – 8,30 – 9,30 – 10,30 Celebrazioni Eucaristiche nel Santuario della Beata Maria Vergine di Loreto.

ore 19,00 – Solenne concelebrazione presieduta da S. E. Mons. Leonardo D'Ascenzo, Arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie-Nazareth, presso il Santuario della Beata Maria Vergine di Loreto. Prenderanno parte tutti i sacerdoti della città, le autorità civili e militari. I canti saranno eseguiti dal Coro Polifonico Lauretano.

ore 21 – al rientro di Santo Stefano in Chiesa Madre e della Madonna di Loreto al Santuario saranno incendiati fuochi pirotecnici.

ore 21,30 – Galà di musica classica a cura del Gran Concero Bandistico Città di Trinitapoli diretto dal Maestro Domenico Virgilio.

ore 00,30 – Nei pressi della Zona Umida incendio di fuochi pirotecnici a devozione del Comitato Feste Patronali. 

MARTEDI 16 AGOSTO

ore 19,00 – Solenne concelebrazione in onore di Santo Stefano Protomartire in piazza Umberto I, presieduta da Don Servio Pellegrini, Vicario Generale dell'Arcidiocesi. Prenderanno parte tutti i sacerdoti della città, le autorità civili e militari.

Michele Mininni


Barletta Piano Festival: gli allievi di Pasquale Iannone chiudono la sedicesima edizione della rassegna



BARLETTA - La sedicesima edizione del Barletta Piano Festival si chiude mercoledì 10 agosto (ore 21.15), nel salone dell’Hotel La Terrazza, con il concerto dei corsisti iscritti alla Masterclass tenuta in questi giorni dal direttore artistico Pasquale Iannone, concertista di fama internazionale ma anche didatta di grande esperienza che ha formato diversi nuovi talenti degli ottantotto tasti. Molti di loro hanno sempre trovato spazio nelle programmazioni della manifestazione organizzata dagli Amici della Musica «Mauro Giuliani», iniziativa nata per rappresentare un punto di riferimento per i grandi interpreti del pianoforte e i vincitori dei più prestigiosi concorsi internazionali, ma anche per essere vetrina al servizio delle nuove generazioni di musicisti.

Un impegno quest’anno premiato dal Ministero della Cultura con l’ingresso del Barletta Piano Festival nel novero delle attività finanziate con il Fondo unico dello spettacolo già a partire dall’edizione 2022, caratterizzata dalla presenza di alcuni esponenti di punta sulla scena del concertistico internazionale, dal pianista canadese di origini ucraine Eugene Skovorodnikov, con cui il 15 luglio si è aperta la programmazione, all’astro nascente degli ottantotto tasti, il coreano Jae Hong Park, vincitore del Concorso Busoni 2021, passando per le russe Natalia Trull ed Eva Gevorgyan (quest’ultima finalista allo Chopin di Varsavia), protagoniste di due recital realizzati in partnership con il Conservatorio Ciaikovskij di Mosca in un momento molto delicato sul piano delle relazioni internazionali, situazione rispetto alla quale il Barletta Piano Festival ha offerto con la musica e la cultura un segnale di distensione davvero importante.



Covid Puglia: +2.729 casi e 8 decessi, il 16,6% dei test

BARI - Nelle ultime 24 ore in Puglia sono 2.729 i nuovi casi di positività al Covid rilevati su 16.382 test, con una incidenza del 16, 6%.

I decessi registrati sono otto.

Il numero di casi maggiori in provincia di Lecce (689), poi Bari (687), Taranto (420), Foggia (337). In provincia di Brindisi sono stati rilevati 308 casi, nella Bat 184. I positivi residenti fuori regione sono 89 e 15 quelli per cui non è stata ancora definita la provincia di provenienza.

Le persone attualmente positive sono 48.874, delle quali 433 (ieri 438) sono ricoverate in area non critica e 18 in terapia intensiva (ieri 17).

Welcome Back To The Future: la movida murgiana accende l'estate pugliese

SPINAZZOLA (BT) - Cinque dj, la movida murgiana e tutto il sound degli anni ‘90 in vinile. Questo è quello che Gianluca Cito, Mariano Tortora, Luigi Buccomino, Antonio Carbonara e Salvatore Rutigliano riporteranno in vita a Spinazzola (BT) sabato 13 agosto 2022.

“La musica unisce” è il motto che ha dato vita a questo progetto. È agosto 2014 quando, ritrovatisi, pensano di riunire i big della consolle ‘90 e tornare a trasmettere emozioni. Successo dopo successo, si fa spazio la voglia di dare vita all’evento, una reunion che avrebbe fatto ballare tutti. 

Il 13 agosto 2019 in piazza San Sebastiano i cinque dj si sono esibiti di fronte ad un pubblico in visibilio, che aveva voglia di emozionarsi e ballare sulle note della dance anni ’90, la quale continua a far sognare intere generazioni. 

Ecco perché si replica il 13 agosto 2022, dopo il lungo stop dettato dalla pandemia, con tanta voglia di divertirsi, di tornare a vivere la normalità. Appuntamento a Spinazzola, stessa consolle, stessi dj ma ancora più voglia di ballare… Loro sono pronti, e quando la movida canta loro continueranno a suonare i mitici ‘90!

Sicurezza: Marti, 460mila euro in Puglia per ‘Scuole sicure’ e contrasto spaccio stupefacenti

BARI - “In previsione della ripresa dell’anno scolastico 2022/23, con l’operazione ‘Scuole sicure’ sono in arrivo in Puglia circa 460mila euro per finanziare iniziative di contrasto allo spaccio di stupefacenti vicino agli istituti scolastici del territorio. Misure rese possibili grazie all’impegno di Matteo Salvini, che ha avviato i progetti nel 2018, e al sottosegretario Nicola Molteni, che ha proseguito il lavoro. Risorse che saranno destinate ad iniziative per contrastare il fenomeno dello spaccio dinanzi agli edifici scolastici, in diversi comuni del territorio regionale. Ennesima promessa mantenuta che conferma la serietà e l’efficienza della Lega al Governo: il nostro impegno in tema di sicurezza non è mai mancato e siamo felici di questo risultato raggiunto”. Lo afferma in una nota il senatore Roberto Marti della Lega, segretario del partito in Puglia.

Di seguito l’elenco dei comuni beneficiari, suddivisi per provincia: - Bari: 147 mila euro tra Casamassima, Castellana Grotte, Noci, Rutigliano, Valenzano, Adelfia, Capurso, Cassano delle murge, Locorotondo, Turi, Grumo Appula. - BAT: 26 mila euro tra Trinitapoli e San Ferdinando di Puglia. - Brindisi: 54 mila euro tra Ceglie messapica, San Vito dei Normanni, Oria, Latiano. - Foggia: 52 mila euro tra Orta Nova, Torremaggiore, San Marco in Lamis, Apricena. - Lecce: 103 mila euro tra Casarano, Surbo, Maglie, Leverano, Veglie, Monteroni di Lecce, Cavallino, Lizzanello. - Taranto: 78 mila euro tra Mottola, Sava, Laterza, San Giorgio Ionico, Crispiano, Statte.

Covid Puglia: +3.047 casi e 23 decessi. Tasso al 18,8%


BARI - E' in aumento il numero delle vittime in Puglia per Covid. Sono 23 i decessi nelle ultime 24 ore come comunicato dal bollettino della Regione.

Sono invece 3.047 su 16.167 test i nuovi casi di positività, con una incidenza del 18,8%. Il numero maggiore di casi è stato registrato in provincia di Bari (855), poi Lecce (760), Taranto (455), Brindisi (322). Nel Foggiano sono stati rilevati 316 casi, nella Bat 213.

I positivi residenti fuori regione sono 113 e 13 quelli per cui non è stata ancora definita la provincia di provenienza. Le persone attualmente positive sono 50.402, delle quali 438 (ieri 463) sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva (ieri 18).

Bat: si è insediato il nuovo prefetto Rossana Riflesso


BARI - Si è insediato questa mattina il nuovo Prefetto di Barletta Andria Trani Rossana Riflesso.

La dottoressa Riflesso è entrata nei ruoli della carriera prefettizia nel Ministero dell’Interno nel 1990 con la qualifica di Consigliere di Prefettura, ed ha prestato servizio quale Viceprefetto presso le Prefetture di Belluno (1990/1991), Foggia (1991/1993), Palermo (1993/2000), Bari (nel 2001/2011), Barletta-Andria-Trani (2011) ed ancora Bari (2011-2017).

E’ diventata Viceprefetto con funzioni vicarie nel 2017 proprio nell’Ufficio Territoriale del Governo di Barletta-Andria-Trani, prima di assumere, dall’ottobre dello stesso anno, analogo incarico nella Prefettura di Bari.

Numerosi gli incarichi ed i servizi speciali conferiti dal Ministero dell’Interno alla dott.ssa Riflesso nel corso della carriera, tra i quali si segnalano quelli da Commissario Straordinario nei Comuni di Turi, Bitetto, Gioia del Colle, Gravina in Puglia, Palo del Colle e Corato e di Sub-Commissario della Provincia di Bari e dei Comuni di Vieste, Conversano, Noci, Altamura, Barletta, Trani, Gravina in Puglia, Molfetta ed Adelfia.

Nella seduta del Consiglio dei Ministri del 26 luglio scorso, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, la dottoressa Rossana Riflesso è stata nominata Prefetto di Barletta Andria Trani, dove ha assunto le funzioni in data odierna.

Nella sua prima giornata di lavoro nel Palazzo del Governo di Barletta, il neo Prefetto Riflesso ha subito incontrato i Dirigenti ed il personale della Prefettura per una prima disamina delle principali attività in essere da parte degli Uffici. Nei prossimi giorni, invece, il Prefetto incontrerà le autorità civili, militari e religiose del territorio.

Nella mattinata di lunedì, alle ore 10.30 in Prefettura, è previsto invece un incontro di presentazione con gli organi di informazione.

Barletta Piano Festival: sabato 6 agosto omaggio al compositore salentino Ivan Fedele


BARLETTA - Il Barletta Piano Festival diretto da Pasquale Iannone dedica il concerto di sabato 6 agosto (ore 21.15), in programma nel Salone dell’Hotel La Terrazza, al compositore salentino Ivan Fedele, tra gli esponenti di punta della post-avanguardia europea. E lo celebra affidando a cinque talenti pugliesi della tastiera l’integrale della sua produzione pianistica, già al centro molti anni fa di una prestigiosa incisione discografica. Inoltre, prima delle performance di Camilla Chiga, Marco Stallone, Modesto Picci, Roberto Di Napoli e Angelo Nasuto, Ivan Fedele verrà intervistato da Fiorella Sassanelli, pianista, musicologa, ricercatrice e giornalista.

Formatosi al Conservatorio Verdi di Milano, dov’è stato allievo, tra i tanti, di Franco Donatoni, tra i padri dell’avanguardia italiana, Ivan Fedele ha incentrato buona parte della propria ricerca musicale sugli aspetti cognitivi e percettivi, approfonditi durante il soggiorno francese all’Ircam di Parigi con una personale indagine nel campo della spazializzazione. Nella capitale francese Fedele ha operato a lungo accanto a Pierre Boulez, che qualche anno fa fu tra i protagonisti di una tre giorni monografica dedicata al compositore pugliese alla Citè de la Musique.

Ciò che colpisce di più nel modo rigoroso con cui Fedele tratta la materia sonora, è il ritorno a un’idea di primitivo, alla quale giunge con un richiamo a modalità archetipiche di approccio alla conoscenza mutuate dalla filosofia junghiana, una traccia permanente nel percorso di ricerca del compositore salentino, tra gli autori italiani dei nostri giorni più eseguiti in Europa e nel resto del mondo e per ben nove edizioni direttore artistico della Biennale Musica di Venezia.

Tra l’altro, Fedele, artista eclettico e versatile, nasce principalmente come pianista. E nelle sue opere dedicate a questo strumento esprime tutta la proprio sensibilità creativa attraverso la creazione di atmosfere suggestive e il raggiungimento di livelli poeticamente, stilisticamente e tecnicamente davvero alti. Un disco inciso nel 2010 da Ciro Longobardi per l’etichetta Limen conteneva tutta la produzione per pianoforte sino ad allora concepita da Fedele, del quale al Barletta Piano Festival si ascolteranno in apertura, nell’interpretazione di Camilla Chiga, gli Études Boreales del 1990, rappresentazione con colori intensi e luminosi dei paesaggi artici, cui nel 2003 sono seguiti in contrapposizione gli Études Australes, qui affidati alla sensibilità di Modesto Picci e Roberto Di Napoli. Il programma viene completato da Marco Stallone con l’esecuzione delle prime cinque «Cadenze» e da Angelo Nasuto con la più recente creazione per pianoforte di Ivan Fedele, «WS Variations», brano del 2021 commissionato dalla Società dei Concerti per le finali solistiche della prima edizione del Premio Internazionale Antonio Mormone.

Info 347.6194215 – www.barlettapianofestival.it. pianofestivalbarletta@gmail.com.

Rapine a mano armata tra Bat e Foggiano: Cc eseguono misura cautelare


MARGHERITA DI SAVOIA (BT) - Gli investigatori della Squadra Mobile congiuntamente alla Stazione Carabinieri di Margherita di Savoia hanno eseguito una misura cautelare che prevede la custodia in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica. L’odierno indagato, un giovane di Ortanova, destinatario del provvedimento giudiziale, è gravemente indiziato di aver commesso alcune rapine a mano armata. Più precisamente: due tentate rapine a Foggia, e tre rapine consumate, una a Foggia, una a Stornarella (FG) ed una a Margherita di Savoia (BT). Il compendio indiziario vagliato positivamente dall’Autorità Giudiziaria si fonda sulle indagini svolte dalla Squadra Mobile della Questura di Foggia che ha proceduto su tutte le rapine avvenute sul territorio foggiano, nonché sul contributo offerto dai Carabinieri di Margherita di Savoia in merito alla rapina realizzata all’interno della provincia di Barletta Andria e Trani.

La genesi d’indagine parte dalla rapina tentata in una farmacia della città di Foggia all’inizio di febbraio scorso. L’analisi delle telecamere della farmacia rapinata, unitamente alle testimonianze delle persone offese, ha permesso di individuare un primo ed importante dato investigativo: uno dei rapinatori, infatti, veniva descritto – e appariva nelle immagini di video sorveglianza – come visibilmente alto e magro. Un dato, questo, che, per quanto a prima vista molto generico, è stato sapientemente valorizzato dagli investigatori. Difatti, gli stessi hanno, dapprima, interrogato le banche dati ricercando soggetti, di giovane età, con altezza sopra il metro e ottantacinque e con precedenti specifici in reati contro il patrimonio; dopo, con l’elenco fornito dalla banca dati, hanno effettuato un controllo incrociato tra i soggetti elencati e le foto presenti sui social network dei soggetti con tale fisionomia. La sintesi dei dati analizzati ha fornito elementi sufficienti ad indirizzare i sospetti su un unico giovane di Ortanova con trascorsi criminali analoghi.

Lo step successivo è stato quello di effettuare una perquisizione presso il sospettato al fine di individuare ulteriori elementi di prova utili. L’operazione ha avuto un esito positivo in quanto presso il sospettato sono stati trovati diversi indumenti presumibilmente riconducibili, non solo alla tentata rapina di inizio febbraio, ma anche ad altre due rapine, una consumata ed una tentata, a meta febbraio 2022.

Gli accertamenti, però non si sono arrestati qui. E’ stato fatto uno studio del traffico di cella impegnato in occasione delle rapine dal telefono in uso al sospettato che, oltre a fornire un riscontro positivo sulle rapine di Foggia, lo ha collocato con elevata probabbilità anche sulla rapina al supermercato di Stornarella a fine febbraio 2022.

Per quanto concerne, infine, la rapina al supermercato di Margherita di Savoia, fondamentale ai fini del quadro indiziario è stata l’accertamento forense svolto sul telefono cellulare sequestrato all’odierno indagato, il cui contenuto, analizzato dalla Squadra Mobile, ha permesso di individuare diversi video, girati dallo stesso giovane arrestato, in cui – unitamente ad un minore anch’esso indagato presso la Procura per i Minorenni – i predetti indossano gli stessi abiti con cui sono stati ripresi dalle telecamere del supermercato (queste ultime analizzate dalla Stazione dei Carabinieri di Margherita di Savoia).

Il Giudice per le Indagini Preliminari nello scegliere di applicare la massima misura cautelare ha evidenziato la spiccata inclinazione dell’indagato a commettere i reati per i quali si procede, nello specifico, con particolare spregiudicatezza dato l’uso di armi e la realizzazione di diverse rapine nell’arco di soli 19 giorni.

Ad ogni modo, l’indagato, in quanto tale, è presunto innocente fino ad una eventuale sentenza definitiva di condanna. La sua posizione penale sarà oggetto di nuove valutazioni in sede di dibattimento o procedimenti speciali con l’indispensabile contributo della difesa.

Covid Puglia: +3.228 casi e 6 decessi. Tasso al 17,2%

BARI - Nelle ultime 24 ore sono 3.228 i nuovi casi di positività al Covid-19 rilevati in Puglia su 18.671 test, con una incidenza del 17,2%. I decessi registrati sono sei.

Il numero di casi maggiori è stato registrato in provincia di Bari (935), poi Lecce (787), Taranto (483), Foggia (392). In provincia di Brindisi sono stati rilevati 307, nella Bat 229. I positivi residenti fuori regione sono 89 e 6 quelli per cui non è stata ancora definita la provincia di provenienza.

Le persone attualmente positive sono 51.526, delle quali 463 (ieri 465) sono ricoverate in area non critica e 18 in terapia intensiva (ieri 17).

'I tre santi della Sagina', gran finale con lo spettacolo di luci e fuoco a Bisceglie

BISCEGLIE (BT) - Dopo l’enorme successo in termini di partecipazione e pubblico del corteo storico, la rievocazione storica “I Tre Santi della Sagina”, organizzata dall’Associazione Culturale Trani Tradizione e patrocinata dal Comune di Bisceglie, è pronta a vivere la sua serata finale.

Domani infatti, alle ore 21.30 a Palazzo Ammazzalorsa, si terrà lo spettacolo di luci e fuoco inizialmente previsto per domenica scorsa e poi rinviato a causa delle forti raffiche di vento. L’incendio della torre, tanti altri giochi di fuoco e diverse rappresentazioni in abiti storici allieteranno la serata dei presenti, per concludere nel migliore dei modi una manifestazione che ha emozionato la cittadinanza biscegliese.

Barletta Piano Festival: recital di Leonora Armellini, la prima donna italiana ad aver scalato ai vertici il Concorso Chopin di Varsavia

ph Lodovica Barbiero

BARLETTA (BT) - Per la «straordinaria musicalità e la bellezza del suono» Leonora Armellini era stata consacrata giovanissima vincitrice del Premio «Janina Nawrocka» al Concorso Pianistico Internazionale Chopin di Varsavia nel 2010. Esito brillantemente confermato nell’edizione dello scorso anno con un quinto premio assoluto, riconoscimento che ha fatto della ventenne musicista padovana la prima donna italiana ad aver scalato ai vertici la più importante competizione pianistica al mondo. Ed è il Barletta Piano Festival ad ospitarla giovedì 4 agosto, nel salone dell’Hotel La Terrazza, in un prestigioso recital comprendente musiche di Debussy (tre estratti dal primo libro di «Images»), Chopin (Ballate n. 1 op. 23 e n. 4 op. 52) e Schumann (Carnaval op. 9).

Figlia d’arte, Leonora Armellini si avvicina allo studio del pianoforte a quattro anni con Laura Palmieri e si diploma a dodi­ci ottenendo il massimo dei voti con lode e menzione speciale. Nel 2005 vince all’unanimità il XXII Premio Venezia, riservato ai migliori diplomati dei Conservatori Italiani, e prosegue la sua formazione con Sergio Perticaroli all’Accademia Santa Cecilia di Roma, diplo­mandosi a diciassette anni con lode e diventando così la più giovane diplomata della prestigiosa istituzione.

Si perfeziona con Lilya Zilberstein e Marian Mika, quindi si diploma all’Accademia Pianistica “Incontri col Maestro” di Imola con Boris Petrushansky (2018).

Fra i numerosi premi e riconoscimenti per le sue qualità artistiche e umane, Leonora Armellini ha ricevuto nel 2013 dalle mani di Zubin Mehta il premio Galileo 2000 Pentagramma d’oro per il «grande coraggio e talento musicale». E sempre 2013, ha ricevuto dall’Associazione Nazionale Critici Musicali il Premio «Piero Farulli» nell’ambito del XXXII Premio «Abbiati» (l’Oscar della musica classica in Italia) come componente del Trio formato, oltre che da lei, da Laura Marzadori e Ludo­vico Armellini.

Concertista con una carriera internazionale costellata da recital in alcune delle sale più prestigiose al mondo, dalla Carnegie Hall di New York al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo alla Salle Cortot di Parigi, Leonora Armellini è stata affiancata da numerose orchestre, fra le quali la Filarmonica di Varsavia, l’Orchestra di Padova e del Veneto, I Solisti Veneti, l’Orchestra Filar­monica di Torino, l’Orchestra del Teatro La Fenice, l’Orchestra dell’A­rena di Verona e l’Orchestra Nazionale Ucraina. Vanta, inoltre, numerosi progetti discografici, tra cui il recente dvd «Piano Recital» edito da ContempoArs contenente, tra gli altri, gli Studi op. 25 di Chopin, e un cd pubblicato da Brilliant Classics nel quale sono incluse le interpretazioni del Concerto per due pianoforti e orchestra di Pou­lenc, della Scottish Ballad di Britten e della Première Suite di Debussy per pianoforte a 4 mani nella formazione del Duo Pianistico di Padova (con Mattia Ometto), l’Orchestra di Padova e del Veneto e il direttore Luigi Piovano, stessa formazione con la quale l’artista ha inciso l’opera per due pianoforti di Brahms per Da Vinci Classics.

Info 347.6194215 – www.barlettapianofestival.it. pianofestivalbarletta@gmail.com.

Covid Puglia: +5.315 casi e 12 decessi


BARI - Nelle ultime 24 ore sono 5.315 i nuovi casi di positività al Covid-19 rilevati in Puglia su 23.623 test. L'incidenza è del 22,5% (+ 8,2 % rispetto a ieri).

Nella stessa regione si registra anche un aumento dei decessi 12 (ieri 5).

In provincia di Bari i casi registrati sono stati 1.598, poi Lecce (1.253), Taranto (820), Foggia (631). Nel Brindisino sono stati rilevati 551 casi, nella Bat 296. I positivi residenti fuori regione sono 141 e 25 quelli per cui non è stata ancora definita la provincia di provenienza. 

Le persone attualmente positive sono 53.112, delle quali 465 (ieri 466) sono ricoverate in area non critica e 17 in terapia intensiva (ieri 16).

‘Luigi Proietti detto GIGI’: Corte Sveva presenta a Trani per i suoi 25 anni di attività il delicato omaggio di Edoardo Leo


TRANI (BT) - “A me gli occhi, please!”. Nel titolo della sua più celebre ed amata performance teatrale si annidano la straordinaria versatilità e l’esuberante genio di Gigi Proietti, il grande mattatore scomparso di recente.

L’ipnotico senso dell’avvolgere ed ammaliare il pubblico con una mimica inimitabile, la colta e capillare ricerca di tante pagine di teatro e di esaltanti monologhi, la risata contagiosa ed il giocoso senso del ‘mestiere’, lo consegnano alla nostra storia come un maestro inimitabile e mai troppo rimpianto.

Il commosso omaggio di Edoardo Leo lenisce la nostra nostalgia e ci restituisce l’anima bella e generosa del grande attore romano.

L’appuntamento, fortemente voluto dal Circolo Culturale Corte Sveva di Andria, è per il prossimo 9 agosto alle ore 21.00, nell'incantevole terrazza ‘Corte Santorsola’ del Palazzo delle Arti Beltrani.

Nell’incontro di Trani Edoardo Leo converserà in un insolito talk con la giornalista Giovanna De Crescenzo, offrendo aneddoti e testimonianze di parenti ed amici, personaggi eminenti dello spettacolo, che teneramente faranno emergere questo mito della romanità, estraendo le radici e gli aspetti caratterizzanti della sua indole. Al talk seguirà la proiezione del docufilm del 2021, accolto con entusiasmo nella sua visione in anteprima nella Sezione 'Omaggi' alla Festa del Cinema di Roma nel 2021, e vincitore del Premio Speciale ai Nastri d'argento 2022.

Il delicato omaggio ‘Luigi Proietti detto GIGI’ ci prende idealmente per mano e ci accompagna nel cammino lungo ottant’anni di un giovane di brillante talento, nel tempo diventato stella di prima grandezza e caposcuola del palcoscenico, descrivendo con veri documenti la parabola artistica di un grandissimo protagonista dello spettacolo italiano anche nei suoi aspetti meno conosciuti. Il racconto alterna materiali inediti, repertori introvabili e cavalli di battaglia indimenticabili. Leo ha filmato Proietti per anni nei suoi tour, nelle prove degli spettacoli e mentre era nei camerini ed è da queste riprese che ha tratto il documentario, nel quale compare anche un'intervista con l'artista, l'ultima.

La presentazione del documentario di taglio cinematografico unisce l’interesse del pubblico ad una nobile causa che il circolo Corte Sveva di Andria ha inteso sposare per celebrare degnamente i primi venticinque anni della sua attività culturale, quello della raccolta fondi per la ricerca oncologica a fianco del comitato pugliese AIRC.

Il posto unico è di 15 euro ed i biglietti dell’importante evento possono essere già acquistati negli Store Mondadori di Andria, Corato, Bari e Barletta e presso il Bar San Giuseppe di Bisceglie.

Al porto di Trani i 'Megalibri' dei cinque romanzi finalisti del 'Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi'

TRANI (BT) – Un invito alla lettura che non passa di certo inosservato. Anche quest’anno il porto di Trani (via Statuti Marittimi) ospita i ‘Megalibri’, le cinque copertine in formato gigante dei romanzi finalisti della VIIª edizione del “Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi” promosso dalla Fondazione Megamark di Trani e rivolto agli autori di romanzi alla loro prima pubblicazione.

Settantacinque sono le opere partecipanti proposte da oltre 60 case editrici di tutta Italia; tra queste la giuria degli esperti - presieduta quest’anno dallo scrittore Cristian Mannu, vincitore della prima edizione del premio, e composta da altri cinque membri scelti tra personalità del mondo della cultura e dell’informazione pugliese - ha scelto i cinque titoli migliori.

La cinquina, ora al vaglio di una giuria popolare di 40 lettori che decreteranno il vincitore del concorso, è composta da ‘Altro nulla da segnalare’ (Ed. Unici di Einaudi) di Francesca Valente, ‘La casa capovolta’ (Ed. Hacca) di Elisabetta Pierini, ‘La vita sessuale di Guglielmo Sputacchiera’ (Ed. Quodlibet Storie) di Alberto Ravasio, ‘Nonostante tutte’ (Ed. Unici di Einaudi) di Filippo Maria Battaglia e ‘Oceanides’ (Ed. Il Saggiatore) di Riccardo Capoferro.
Le originali installazioni sono esposte a Trani, città che ospita anche ‘I Dialoghi di Trani’; ed è proprio all’interno di questa manifestazione, giunta alla XXI edizione, che è inserita la cerimonia di premiazione del concorso che si terrà il 23 settembre in piazza Quercia a Trani e sarà condotta dall’attrice italiana Debora Villa; al vincitore sarà riconosciuto un premio di 5.000 euro, mentre ognuno degli altri quattro finalisti riceverà 2.000 euro.

Il “Premio Fondazione Megamark - Incontri di Dialoghi” ha visto la partecipazione, nelle passate edizioni, di oltre 330 titoli di scrittori esordienti provenienti da tutta Italia, affermandosi come uno dei premi letterari di riferimento del Sud Italia.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo