Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bat. Mostra tutti i post

Turismo BAT. M5S: “Territorio con enormi potenziali, ma bisogna risolvere le problematiche ambientali”


BARLETTA - “La provincia BAT ha un enorme potenziale turistico e meriterebbe di realizzare il ‘tutto esaurito’ come avviene in altre zone della Puglia. Per fare questo la politica locale deve lavorare per risolvere le problematiche che da tempo affliggono il nostro territorio: di certo restare ogni anno col fiato sospeso, in attesa dei risultati delle analisi delle acque di balneazione dei depuratori e di fiumi e torrenti che poi vanno a mare non aiuta e testimonia la visione miope della politica locale”. Lo dichiarano la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Grazia Di Bari e il portavoce alla Camera Giuseppe D'Ambrosio. 

“La provincia BAT - continuano - ha strutture ricettive, enogastronomiche e per il tempo libero, di alto livello. Quanto già offerto dalle città sulla costa ben si integrerebbe con l’entroterra, ad esempio passando da Canne della Battaglia alla storia antica di Canosa, dalla “immagine da cartolina” di Minervino fino a Castel del Monte, quindi nel vivo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Questa è la nostra visione ed è in questa direzione che si è sviluppata, in questi anni, la nostra azione politica. Purtroppo però nel tempo la questione ambientale è stata affrontata in maniera emergenziale da Comuni e Regione con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti, come dimostra anche l’aria irrespirabile in questi giorni a Barletta. Solo l’ultimo di una serie di episodi”. 

È del 19 agosto l’ordinanza firmata dal Sindaco di Margherita di Savoia che, in relazione alla foce del canale “Carmosina”, dispone lo “sbarramento del deflusso delle acque putride e contenenti sostanze schiumose nel mare nel periodo balneare…”. A Barletta, con i 7,5 milioni di euro messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente, dovrà essere definitivamente risolta la questione del Canale H, come si spera sia definitivamente risolta anche l’altra criticità ambientale nella zona industriale della città. A Trani si sta procedendo con la progettazione di un impianto di affinamento, con relativa rete di distribuzione, per l’utilizzo delle acque reflue del depuratore tranese in agricoltura, con circa 8 milioni di euro della Regione Puglia. Una notizia apparentemente positiva, ma che non rassicura i pentastellati, perché ricordano “ad Andria esiste da anni un impianto simile, per affinare le acque in uscita dal depuratore, ma non è entrato mai in funzione, tanto che è stato necessario rivolgersi alla Magistratura. Nel frattempo il refluo del depuratore andriese arriva, tramite il canale Ciappetta-Camaggio, in località Ariscianne a Barletta”. A Bisceglie, infine, vi è la problematica di Torre Calderina. 

“Per consentire a tutta la Provincia di Barletta - Andria - Trani - incalzano i cinquestelle - di poter esprimere pienamente la propria vocazione turistica, con relativa ricaduta positiva sull'occupazione anche dei nostri giovani, sono queste alcune tra le principali questioni da risolvere. Essendo la nostra una visione a 360°, ovviamente continueremo a contrapporci a quei politici locali che immaginano il potenziamento della tratta ferroviaria coma la Barletta - Canosa - Minervino - Spinazzola non per fini turistici ma per trasportare rifiuti, o a batterci strenuamente contro coloro i quali non comprendono come il potenziamento dei presidi delle Forze dell’Ordine o il mantenimento di un’offerta sanitaria di eccellenza, abbiano una ricaduta positiva anche sull’incremento della presenza turistica”.

Trani, bagnante annega in mare

TRANI - Tragedia per un 63enne, morto, forse a causa di un malore, mentre faceva il bagno in mare a Trani, nei pressi del Lido Colonna, all'altezza dei frangiflutti. Sono stati alcuni bagnanti a lanciare l'allarme, ma a nulla sono valsi i tentativi di soccorso dei bagnini e dei soccorritori del 118. Ad intervenire sul posto gli uomini della Polizia locale e della Capitaneria di Porto.

Serie D 2019-20: Girone H con 11 squadre pugliesi

di NICOLA ZUCCARO - Sarà un raggruppamento in salsa prevalentemente pugliese il Girone H del campionato di Serie D 2019-2020. E' quanto scaturito dal sorteggio effettuato nei giorni scorsi. Brindisi, Fidelis Andria, Casarano, Audace Cerignola, Foggia, Nardò, Taranto, Bitonto, Città di Fasano, Team Altamura e Gravina compongono l'elenco delle 11 squadre che daranno vita ad altrettanti quanto entusiasmanti derby di Puglia.

Andria: esplode ordigno nella notte


ANDRIA - Forte esplosione nella notte ad Andria, dove la deflagrazione di un ordigno ad alto potenziale ha gravemente ferito una donna ed arrecato ingenti danni ad un appartamento. La bomba è esplosa sul balcone verandato di un piano rialzato, nell'abitazione di un 39 enne agli arresti domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti. Ferita la suocera, probabilmente colpita dai pezzi di alcune suppellettili. 

Sulla vicenda indaga il commissariato di Andria. Immediato l'intervento della Scientifica e dei Vigili del Fuoco, che hanno tuttavia garantito la staticità dell'edificio, senza necessità di evacuarne i residenti.

L’andamento del turismo in Puglia: prosegue la crescita economica del settore

BARI - Una crescita tangibile e dati ancora una volta positivi per il turismo pugliese nel primo semestre del 2019: +2% gli arrivi e le presenze da gennaio a giugno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (in v.a. 1,6 milioni di arrivi e 4,4 milioni di presenze/pernottamenti). Dopo un inizio anno partito a rilento, la rimonta arriva sin dal mese di aprile, a Pasqua, quando il trend ha raggiunto il +6% per arrivi e pernottamenti. Nonostante il maltempo, a maggio la variazione è stata del +2% per gli arrivi a fronte di un andamento stazionario delle presenze (+0,5%), mentre a giugno si registra il +2% e il +3%. Dal 2013 al 2018, gli arrivi e le presenze in regione sono aumentate del +27,5% e del +14%; la crescita dall’estero è stata del +71% e del +45%.

La distribuzione territoriale dei flussi vede crescere soprattutto le aree di Bari e la Costa, della Valle d’Itria e delle località della Magna Grecia, Murgia e Gravine trainate da Taranto. Per il mese di luglio, secondo una prima stima al 6 agosto 2019 ed effettuata dall’Osservatorio sui dati comunicati attraverso SPOT da un campione del 50% circa delle L’incremento provvisorio dall’estero da gennaio a giugno si attesta al +5% per arrivi e presenze. Alcuni mercati si mostrano più dinamici di altri, le crescite superiori al 10% le registrano, nell’ordine: Francia, Stati Uniti, Australia, Russia, Spagna, Sud-Est asiatico, Romania, Turchia, Irlanda, Canada e Brasile. Tali dati confermano il consolidato aumento della notorietà della Puglia al di là dei confini europei.

New Mercury Tourism Consulting: il peso del fenomeno della sharing hospitality in Puglia 

Secondo l’analisi della New Mercury Consulting per conto di Pugliapromozione, a partire dal 2008 alla crescita dei flussi turistici della Puglia si è affiancato il grande sviluppo della sharing hospitality. Generalmente definita “fenomeno Airbnb”, ha avuto in Italia una forte crescita in pochi anni ed è aumentata a un tasso del 78,3% rispetto al 2016 (Federalberghi, 2018) con distribuzioni disomogenee sul territorio nazionale. La Puglia, assieme a Lombardia, Lazio, Sicilia e Toscana, è una delle regioni dove il fenomeno della sharing è maggiormente diffuso: la regione è al quinto posto con più di 36 mila annunci attivi sui portali online. Occorre precisare che non tutti gli alloggi offerti on line sono identificabili come turismo sommerso: è possibile trovare anche strutture ricettive i cui flussi sono intercettati dalle statistiche ufficiali Istat (come B&B, alberghi diffusi, etc.). In Puglia la maggior parte degli annunci (83,8%) risponde alla formula di case e appartamenti, senza specifiche riguardo alla tipologia di gestione.

La ricettività non ufficiale rappresenta circa un terzo (28,4%) dell’offerta ricettiva totale: i posti letto rilevati dall’Istat sono 278.170, mentre quelli non rilevati sono 110.361. La distribuzione geografica è fortemente polarizzata verso il sud della regione: il 60,1% dei posti letto Airbnb è nella Provincia di Lecce, seguita da Brindisi (14,3%), Taranto (7,7%), Foggia (5,8%) e BAT (1,4%). Anche rapportando i posti letto non ufficiali con l’estensione chilometrica delle singole Province, Lecce prevale con una concentrazione di 23,7 posti letto per km² insieme a Brindisi (8,5); seguono Taranto (3,4), Bari (3,1) BAT (1,0) e Foggia (0,9).

Lo sviluppo repentino di alcune località turistiche ha portato a un presente in cui in alcuni comuni la ricettività non ufficiale prevale su quella ufficiale, ossia vi sono località dove vi sono più posti letto Airbnb che posti letto ufficiali. Il mercato della ricettività si evolve spontaneamente determinando la reazione degli asset esistenti e la loro ricollocazione. La creazione di un comparto ricettivo omnicomprensivo, pienamente competitivo e perfettamente regolamentato, rientra tra politiche turistiche nazionali e regionali per rendere possibile la coesistenza e l’integrazione delle varie componenti oltre che una maggiore fluidità ed equità di gestione.

Travel Appeal e l’analisi dei prezzi in Puglia 

Secondo Travel Appeal - che raccoglie e monitora per conto di Pugliapromozione la reputazione digitale delle strutture pugliesi attraverso l’analisi dei siti di recensioni, delle OTA e dei social media più diffusi in Italia - il prezzo medio di una camera in Puglia nell’estate 2019 è di 142 euro nel comparto alberghiero e di 92 euro per l’extralberghiero. Il successivo grafico indica i prezzi medi alberghieri nelle province pugliesi. Le strutture delle province di Bari e di Lecce mostrano un andamento dei prezzi similare mentre a Brindisi, dove maggiormente si concentrano le strutture classificate come luxury, i prezzi superano la media con picchi nel mese di agosto.

Piano di riordino ospedaliero, Di Bari: "Bat provincia più penalizzata"

BARI - “Vista la situazione critica in cui versa la sanità nella provincia Bat, certo non ci meravigliamo della mobilitazione dei medici del pronto soccorso di Andria. Sin dalla presentazione nel 2016, abbiamo sempre dichiarato che il piano di riordino ospedaliero avrebbe sacrificato la provincia Barletta Andria Trani. Oggi, dopo quasi cinque anni di governo Emiliano, i fatti ci danno ragione”. Così la consigliera del Movimento 5 Stelle Grazia Di Bari sulla situazione della sanità nella provincia della Bat, che ha portato alla mobilitazione dei medici dell’ospedale Bonomo di Andria. 

“Tra i risultati più importanti raggiunti dal’ assessore alla Sanità spiccano la chiusura del punto di primo intervento di Spinazzola, degli ospedali di Canosa e Trani, persi e di alcuni reparti dell'ospedale “Bonomo”, con un numero di posti letto per abitante inferiore rispetto a tutte le altre province pugliesi. Come avevamo pronosticato, quindi, questo piano di riordino è stato attuato solo per quello che riguarda le chiusure mascherate da riconversioni. La promessa della costruzione dell'ospedale di secondo livello ad Andria ci avrebbe dovuto rassicurare e invece - continua Di Bari - abbiamo avuto solo i pronto soccorso superstiti affollati, con apparecchiature vetuste e pazienti gravi spostati in autoambulanza a causa dell'assenza di tutte le specialità previste dalla norma nella emergenza-urgenza. Senza contare - incalza la pentastellata - che anche da Corato, Ruvo, Terlizzi e Molfetta spesso si converga su Andria e nonostante questo, si continua a non dare alla Bat tutti i reparti di un ospedale di secondo livello. La Bat è anche l'unica provincia a non avere la centrale operativa per il 118, dipendendo da Foggia e Bari. In questa situazione critica, non possiamo biasimare i medici del pronto soccorso del Bonomo di Andria che hanno annunciato uno stato di agitazione”. 

Infatti, i camici bianchi del Bonomo stanno protestando a seguito della delibera 1376 del 25 luglio scorso con cui state assunte 6 unità mediche, neo laureati non specializzandi che necessitano di affiancamento da parte del personale medico in servizio, già ridotto e già in carenza strutturale. 

“Assunzione a tempo determinato per sopperire alle carenze di organico nei pronto soccorso della Asl. Ecco la ricetta di Emiliano che - conclude - grazie anche alla complicità di alcuni sindaci, forse più preoccupati di entrare nelle liste regionali che delle proprie comunità, continua incredibilmente a dichiarare che l'offerta sanitaria è stata potenziata. Gli rinnoviamo l’invito a venire con noi a visitare le strutture sanitarie della Provincia, siamo sicuri cambierà idea”. 

Calcio: il Bisceglie acquista Cavaliere, Piccinni e Longo

di FRANCESCO LOIACONO - In Serie C il Bisceglie ha acquistato il centrocampista del 1996 Andrea Cavaliere dal Pavia e il difensore del 1986 Matteo Piccinni dal Gubbio. A Bisceglie arriva anche l’attaccante Salvatore Longo del 2000 dalla Fiorentina. Rodolfo Vanoli confermato come allenatore. Dario Levanto è il tecnico in seconda. Andrea D’Urso scelto come preparatore atletico. Vincenzo Marinacci è il nuovo preparatore dei portieri. Il presidente Canonico dopo il ripescaggio in serie C sta allestendo una squadra molto competitiva. L’obiettivo dei pugliesi è raggiungere la salvezza.

Nell'estate biscegliese irrompe e mette tutti d'accordo Giordana Angi

di FRANCESCO BRESCIA - Ha conquistato un ottio secondo posto all’edizione n. 18 di “Amici di Maria De Filippi”, ha già all'attivo numero collaborazioni artistiche, un tour pieno di soddisfazioni e un pubblico variegato che aggrega tutte le fasce anagrafiche. Ecco l'arte e la professionalità della giovane  Giordana Angi che ieri, 1° agosto, in concerto al Teatro Mediterraneo di Bisceglie, è stata protagonista di uno degli appuntamenti di rilievo della programmazione “Bisceglie sull’onda”.

“Chiedo di non chiedere”, “Ti ho creduto”, “Casa”, “Tra Parigi e Los Angeles”, “Questa è vita” sono solo alcuni dei brani del suo ultimo album “Casa” che sta riscuotendo consensi di pubblico e critica musicale. Si è esibita con Giordana anche Serena Brancale, cantautrice barese.

La cantante italo-francese, ma residente a Latina, si è esibita anche in “Senza appartenere”, canzone di cui è autrice e portata da Nina Zilli a Sanremo, e “Chiusa con te” prodotta da Tiziano Ferro e “Buona sorte” di cui, anche in questo caso, è co-autrice. Spazio anche a “Formidable” (cover della nota canzone di Stromae).

Foto di Rosmara Visentini

Sesto appuntamento del #FuoriCartellone di Libri nel Borgo Antico a Bisceglie

BISCEGLIE (BT) - Sesto appuntamento con il #FuoriCartellone di Libri nel Borgo Antico, patrocinato dal Consi-glio Regionale della Puglia, domenica 4 agosto. Alle ore 20,00 in piazza Duomo a Bisceglie, il giornalista e scrittore Luca De Ceglia presenterà “Neda” (termine persiano che significa “voce”), rivista di cultura, storia e arte. 

Il primo numero cartaceo del quadrimestrale edito da Secop è stato già pubblicato e sarà presentato nel corso dell’evento di domenica prossima. Il secondo numero di Neda sarà invece proposto ve-nerdì 23 agosto nel corso di una delle conversazioni incluse nel cartellone della decima edi-zione di Libri nel Borgo Antico. 

Luca De Ceglia, corrispondente da Bisceglie del quotidiano “La Gazzetta del Mezzogiorno” da oltre 25 anni, è autore di romanzi e di numerose pubblicazioni, in particolare di carattere sto-rico, locale e non solo. La sua passione per la ricerca ha consentito nel tempo la scoperta e il recupero di preziose testimonianze del passato. 

Puglia: via libera definitivo dal Governo nazionale anche per la Zes adriatica

BARI - “Via libera definitivo da parte del governo nazionale e, in particolare, del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del Ministero dell'Economia e delle Finanze, alla istituzione della ZES Interregionale "Adriatica". A comunicarlo formalmente alla Regione Puglia, pochi minuti fa, una nota a firma del Capo del Settore Legislativo del Ministero per il Sud, dott. Gianfrancesco Romeo. Così l’Assessore regionale Mino Borraccino.

Al netto di limitati e del tutto marginali aggiornamenti al Piano di sviluppo strategico approvato dalla Giunta regionale il 7 maggio scorso, richiesti dal governo, può dirsi di fatto realizzata la nostra grande ambizione di vedere istituite entrambe le ZES interregionali, dopo l'approvazione definitiva, qualche settimana fa, della ZES "Ionica". Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di formale istituzione della ZES "Adriatica" (un passaggio formale atteso, a questo punto, a brevissimo) la Puglia sarà la prima  regione in Italia ad aver portato a compimento, con esiti favorevoli, il complesso ed elaborato percorso di istituzione di ben due ZES, peraltro entrambe interregionali, segnando un primato del quale, come governo regionale, possiamo andare estremamente orgogliosi.

L'approvazione della ZES "Adriatica", infatti, giunge a compimento di un grande lavoro che ci ha visti impegnati per svariati mesi in un intenso e approfondito confronto innanzitutto con l’Amministrazione regionale del Molise (altra regione interessata dalla ZES “Adriatica”) e con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale (cui fanno riferimento i porti di Bari, Brindisi, Manfredonia, Barletta e Monopoli), senza dimenticare l’intensa attività di dialogo e concertazione con tutti i soggetti istituzionali e sociali coinvolti, a partire dagli Enti locali e dalle Organizzazioni datoriali e sindacali del territorio.

Sono molto soddisfatto per questo importantissimo risultato politico e amministrativo dal momento che sono convinto che la ZES possa effettivamente rappresentare, grazie alle agevolazioni fiscali e alle semplificazioni burocratiche che comporterà per le aziende che si inseriranno nell'area perimetrata, uno strumento molto utile per garantire lo sviluppo del vasto territorio interessato.

Non posso esimermi dal ringraziare, per il grande contributo fornito e per la costante interlocuzione che non ha mai fatto mancare, Ministro per il Sud, Barbara Lezzi, con la quale in questi mesi abbiamo instaurato un dialogo costante, proficuo e leale improntato sempre al rispetto di quel fondamentale principio del buon governo che è la leale collaborazione tra istituzioni diverse, avendo come unico obiettivo l’interesse primario dei cittadini e del territorio.

Ora che il percorso burocratico e amministrativo è definitivamente completato, si apre per la ZES "Adriatica" (esattamente come sta già accadendo per la ZES Jonica che è partita qualche settimana prima) la fase più importante e più decisiva, quella cioè in cui le imprese del territorio dovranno saper cogliere la grande opportunità rappresentata dai notevoli benefici in termini fiscali e di semplificazione amministrativa che questo strumento comporterà, consentendo in tal modo di generare, su tutto il vasto territorio interessato, una significativa spinta verso lo sviluppo economico e la crescita occupazionale. Sotto altro profilo la ZES rappresenta anche una grande occasione per attrarre investimenti dall'estero e per questo stiamo già predisponendo una intensa attività di marketing e di informazione in modo da far conoscere a tutti i soggetti potenzialmente interessati ad insediare la loro attività nell’area perimetrata della ZES, l’esistenza di questa grande opportunità. 

Ricordo a questo proposito che è previsto per mercoledì prossimo, 31 luglio, alle ore 16 presso la Fiera del Levante, un incontro finalizzato a presentare l'Avviso Pubblico per l'assegnazione di ulteriori 261,10 ettari di aree disponibili e non assegnate per la ZES Adriatica. Alla luce della notizia ricevuta oggi, l'appuntamento di mercoledì prossimo assume ancora più valore e più significato e potrà rappresentare un primo momento di condivisione e di confronto ampio con tutti gli amministratori locali interessati a questa importantissima leva di sviluppo. Sono davvero molto soddisfatto per tutto il grande lavoro svolto che ha portato a conseguire questo importantissimo risultato a conferma della grande attenzione che il governo regionale pone al fine di creare le condizioni migliori per lo sviluppo e la crescita economica e occupazionale della Puglia”, conclude Borraccino.

Mafia, Andria: ucciso un pregiudicato

ANDRIA (BT) - Una serie di audizioni e controlli sono stati eseguiti dagli uomini della Polizia e dei Carabinieri, nel corso della scorsa notte, per ricostruire quanto accaduto intorno alle 22. Ieri, infatti, un pregiudicato è morto a seguito di un agguato avvenuto ad Andria. La vittima è un 62enne, considerato fra gli elementi di spicco della criminalità organizzata locale, il quale si trovava nei pressi di casa propria in compagnia di un amico. Mortali per cui i due colpi calibro 7.65 che l'hanno raggiunto al petto e al collo.

I primi rilievi sono stati eseguiti dagli agenti del Commissariato di Andria e della Polizia scientifica, poi la Dda di Bari ha delegato gli ulteriori accertamenti ai Carabinieri del Nucleo investigativo, disponendo anche l’esecuzione di stub.

L'omicidio avviene a circa un mese da un'altra sparatoria, in cui fu ucciso un altro pregiudicato 40enne, nel pieno centro di Andria.

Calcio: Bisceglie e Cerignola ripescati in serie C


di FRANCESCO LOIACONO - Il Bisceglie e il Cerignola sono stati ripescati in serie C. Accettati dal Collegio di garanzia del Coni il ricorsi delle due società pugliesi che erano stato escluse dal Consiglio Federale il 12 luglio. Il Bisceglie ha dimostrato che i problemi dello stadio “Ventura” che riguardavano l’impianto di illuminazione sono stati risolti entro il 5 luglio. 

Il Cerignola ha risolto i problemi dello stadio “Monterisi” che riguardavano il campo in erba sintetica e alcuni settori dello stadio. Entrambe giocheranno nel girone C di serie C, che sarà di 21 squadre, per cui in ogni giornata riposerà una squadra. Grande entusiasmo tra i tifosi del Bisceglie che giocherà ancora in C nonostante la sconfitta con la Lucchese nei play out. 

Soddisfatti il presidente Nicola Canonico il presidente del Consiglio di Amministrazione Vincenzo Todaro e l’avvocato Eduardo Chiacchio che hanno difeso in modo positivo il Bisceglie al Coni a Roma. Gioia incontenibile per i supporters del Cerignola. La squadra della provincia di Foggia giocherà per la prima volta nella sua storia in serie C. Molto contenti il presidente Nicola Grieco e il sindaco di Cerignola Francesco Metta.

Canne della Battaglia, apertura straordinaria il 26 luglio

BARLETTA - Nell’ambito delle aperture straordinarie serali indette dal MiBAC in tutti i luoghi della cultura statali, venerdì 26 luglio 2019, la Direzione del Polo Museale della Puglia e la Direzione di Canne della Battaglia presentano un articolato  programma di attività.
  
Nel primo pomeriggio verrà  presentato il progetto di Gabriella Acciani e Daniela Silvestri   Ludus Apuliae, finanziato nell’ambito del bando regionale PIN, Pugliesi Innovativi; si tratta di un’applicazione che consente una visita interattiva di del sito archeologico, grazie all’impiego di tecnologie innovative.  
    
Alle 18.30 il giornalista Michele Cristallo presenterà la nuova pubblicazione dello studioso Renato Russo, Annibale il vincitore di Canne, illustrato dalla pittrice Antonella Palmitessa. L’autore, che al sito archeologico e alla storica battaglia, ha dedicato numerosi scritti, indirizza ora la sua attenzione al condottiero cartaginese, con intenti divulgativi; il volume è perciò redatto con semplicità narrativa e ricchezza di immagini.
    
Seguirà la proiezione in 3D del suggestivo video APUD CANNAS.

Di seguito il programma:

ore 17,00 – Nuovi linguaggi per la comunicazione del patrimonio culturale, il progetto di Ludus Apuliae, interventi di Miranda Carrieri, direttore della sede, Gabriella Acciani e Daniela Silvestri, curatrici del progetto
ore 18,30 – Annibale il vincitore di Canne, il giornalista Michele Cristallo presenta la nuova          pubblicazione dello studioso Renato Russo              
ore 20,30 – La Battaglia in 3D                   
                   presentazione in 3D del video Apud Cannas
                    prenotazione necessaria al n. 0883 510993

Jova Beach Party a Barletta, Mennea: "Grande successo, che sia occasione di sviluppo della litoranea"


BARI - "Dopo il Jova Beach Party facciamo il Barletta Beach Party". A lanciare l'idea è il consigliere regionale Pd, Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente di Protezione civile della Puglia, dopo il grande successo del concerto di Lorenzo ‘Jovanotti’ Cherubini, svoltosi sabato scorso sulla litoranea di Ponente a Barletta, intitolata a Pietro Mennea. 

“Voglio ringraziare le forze dell'ordine, la polizia municipale, i vigili del fuoco, il 118 e la Asl, la capitaneria di porto che hanno garantito la sicurezza e la riuscita di questo evento, insieme al Comune di Barletta”, prosegue Mennea, che riveste anche il ruolo di consigliere comunale della sua città. “Ma in modo particolare – dice - voglio ringraziare gli uomini e le donne della Protezione civile, quasi tutti volontari, che hanno garantito sia l'assistenza che il supporto all'ordine pubblico. Mai come in questo caso è stato realizzato un piano di sicurezza imponente che ha garantito l'incolumità di oltre 45mila persone che hanno partecipato all'evento, con la mobilitazione generale degli ospedali del territorio. Si tratta di un evento che per la prima volta è stato realizzato a Barletta e che, dopo il successo ottenuto, può diventare un punto di partenza per risvegliare una parte della città, quella della litoranea di Ponente, che non può rimanere dormiente”. 

“I riflettori – sostiene Mennea - devono rimanere accesi perché quella gemma riscoperta della città deve essere valorizzata. Occorre realizzare un programma estivo specifico per la spiaggia, con un cartellone ad hoc per renderla fruibile e attrattiva. Dobbiamo perciò utilizzare al meglio questa esperienza perché il futuro della città sta proprio in quella parte. Per questo, occorre chiedere – prosegue - un investimento per realizzare tutte le infrastrutture primarie e secondarie (fogna bianca, nera, elettricità, gas, fibra ottica, parcheggi, giusto per citare qualche esempio) indispensabili perché quella zona del litorale, che arriva fino all'Ofanto, diventi attrattiva per gli imprenditori interessati a realizzarvi strutture turistico-ricettive”. 

“Chiederò – annuncia il consigliere regionale Pd - a Puglia Promozione di sostenere, per la prossima stagione, un cartellone di spettacoli estivi da realizzare su quel tratto di spiaggia. Ma bisogna rivolgersi anche al governo nazionale per poter finanziare le infrastrutture in quella zona. Dico solo che ora è necessario tenere i riflettori accesi, non viviamo sugli allori. Questa occasione ha fatto emergere tutte le potenzialità della zona di Ponente, non lasciamo passare questa occasione”. 
“Ringrazio i cittadini che hanno dimostrato di saper rispettare le regole e l'ambiente”, rimarca Mennea. “Questo è stato un importante banco di prova, adesso dimostriamo di saper cogliere questa grande opportunità”. “Ringrazio infine Jovanotti – conclude - per lo spettacolo straordinario che ci ha offerto e di aver indossato con entusiasmo la felpa di Pietro Mennea, donata da me e da Manuela, moglie di mio cugino Pietro, che conosceva il cantautore romano. Peraltro proprio sul lungomare su cui Pietro si allenava e che gli è stato intitolato”.

Bisceglie, Notte di san Lorenzo con concerto all’alba al Teatro Mediterraneo

di FRANCESCO BRESCIA - Lo stupendo lungomare di ponente di Bisceglie, con il suo Teatro Mediterraneo, ospiterà nella notte magica delle stelle un’orchestra di oltre cinquanta elementi.

Il sole che sorge, una nuova giornata che nasce, le stelle che cedono il posto al cielo terso delle mattine d'estate e la musica di qualità con maestri di alto valore professionale e artistico. Questi sono solo alcuni degli ingredienti del concerto ‘ Sol dell’Alba’ che avrà luogo sabato 10 agosto, a partire dalle 4.30 circa al Teatro Mediterraneo e rappresenta senza alcun dubbio uno degli eventi di punta dell’estate biscegliese denominata "Bisceglie sull'onda".

La manifestazione, ideata e organizzata dall’Orchestra Filarmonica Pugliese, realtà musicale che ha già calcato i palcoscenici più prestigiosi della Terra di Puglia, gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia e del Comune di Bisceglie.

L’evento ricalca lo spettacolo di Ravello, il famoso ‘ Concerto all’Alba’ che è giunto alla 67esima edizione, ma per il territorio pugliese si tratta di una novità assoluta, al punto che gli organizzatori l’hanno definito un ‘ esperimento di magia e suggestione’.

“Più di 50 musicisti, con il solista al pianoforte,  si esibiranno in una performance che prevede le più belle pagine della musica  dedicate al mattino. Il tutto nella cornice di un anfiteatro a picco sul mare, con la suggestione del sole che emerge dall’acqua. - ha commentato l’ideatore e direttore artistico, Giacomo Piepoli- Oltre all’innovatività della kermesse- che speriamo diventi appuntamento annuale- si tratta anche di una concreta possibilità di valorizzazione turistica e di una occasione di visibilità e promozione per la città. Quello che vogliamo, sopra ogni cosa, è sensibilizzare il pubblico al bello e all’incanto di quel momento. Sarà uno spettacolo sicuramente unico nel suo genere e adatto a tutti.”

La conferenza stampa di presentazione avrà luogo presso la sala consiliare del Comune di Bisceglie in via Trento n. 8, giovedì 1° agosto, alle 11 alla presenza del sindaco Angelantonio Angarano e dell’assessore comunale alle politiche culturali e turistiche  Tonia Spina.

I biglietti sono già disponibili sul circuito ITicket (link: https://www.i-ticket.it/eventi/sol-dell-alba-2019-teatro-mediterraneo-bisceglie). Nel frattempo, sulla pagina fb dell’evento è già partito il contest per vincere biglietti omaggio.

Jova Beach Party di Barletta: ha toccato la luna

di LUIGI LAGUARAGNELLA - Oltre 40000 persone hanno risposto “presente” alla festa organizzata da Jovanotti a Barletta. La spiaggia sul lungomare Pietro Mennea si è trasformato in un pomeriggio e in una serata di pure divertimento e di musica. Il Jova Beach Party più che un concerto è stato un raduno. L’ambizioso progetto di Lorenzo Cherubini di portare sulle spiagge italiane la sua musica e non solo è una dimensione diversa di fare concerti rendendoli una vera e propria festa: musica, dj set e stand coloratissimi tutto in riva a mare.

Imponente la macchina organizzativa del Jova Beach Party: dal mare la Guardia Costiera controllava che tutto procedesse in maniera adeguata, forse avrebbe dovuto funzionare meglio il servizio delle navette considerato l’alto numero dei partecipanti. Probabilmente occorreva disporre di maggiori bus che collegassero il parcheggio alla zona del “villaggio di Jovanotti”. Soprattutto al termine del concerto la navette non hanno funzionato adeguatamente, provocando alcuni malumori tra i partecipanti e non poche accese discussioni con i vigili e gli addetti ai lavori.

Fa parte tutto dell’imponente progetto del Jova Beach Party che sta facendo parlare e discutere in tutta Italia per la modalità dell’evento. Eppure non è solo un concerto, ma una festa unica nel suo genere. Grandiosi gli effetti grafici del palco, la qualità dello spettacolo. Insistenti i messaggi di Jovanotti al rispetto dell’ambiente e alla sua cura: forse il messaggio del Jova Beach Party è proprio quello di formare le coscienze al rispetto del mondo circostante considerate le emergenze dei cambiamenti climatici. La tappa di Barletta, però, è coincisa con il cinquantesimo anniversario dello sbarco sulla luna con cui Lorenzo, tra una canzone e l’altra ha “giocato” per tutta la serata. Non sono mancati gli interventi video dell’astronauta Luca Parmitano e per quanto riguarda l’ambiente quello del navigatore Giovanni Soldini. 

Dopo un pomeriggio animato da tanta musica di ogni genere in cui Jovanotti ha “celebrato” un vero e proprio matrimonio, lo spettacolo del “ragazzo fortunato” è durato per 3 ore senza una pausa. Jovanotti ha cantato i suoi successi e soprattutto si è divertito e fatto divertire vestendo i panni di dj in cui ha espresso notevole qualità mischiando generi e arrangiando molti suoi testi: tutto con l’obiettivo di far ballare.

La tappa pugliese del Jova Beach Party ha portato sul palco i Boomdabash e poi i Sud Sound System  Caparezza, oltre al Canzoniera Grecanico Salentino che si sono esibiti con l’artista toscano scatenando l’orgoglio made in Puglia fatto non solo di “pizzica”. Anche Rocco Hunt si è esibito con questi artisti creando uno spettacolo assolutamente coinvolgente.

E poi c’è Jovanotti, un eterno ragazzino, capace di far sognare con frasi semplici, geniale nel mescolare i suoi testi con la disco, dalla techno alla house, all’afro. Il lungomare Mennea non ha smesso di ballare grazie alla bravura dell’artista nei panni di dj (proprio da dove lui è partito).

A Barletta, come Lorenzo ha affermato, “è stata la serata perfetta”, dedicata alla luna. Oltre al suo “Chiaro di luna” ha interpretato “Luna” di Gianni Togni. Il Jova Beach Party è un mix di passato, presente e futuro; un ‘invenzione del creativo Jovanotti che prova sempre a superare se stesso.

Bisceglie, Unibat: "La sicurezza vale meno di una bufala sull'ospedale"

BISCEGLIE (BT) - "Basti scorrere a ritroso la cronaca dei soli ultimi giorni per leggere della rapina ai danni di una gioielleria al civico 54 di via XXIV maggio a Bisceglie; di un tentativo di furto sventato dagli agenti della Metronotte di Bisceglie per scongiurare l'intrusione dei ladri all'interno di un opificio della zona industriale in direzione Molfetta e soprattutto il boato nella notte ai danni del noto locale notturno della Movida Puerto Azul che attira ormai la maggior parte dei giovani da altre città, soprattutto dalla martoriata città di Andria in declino sociale". Così in una nota Savino Montaruli, presidente Unibat.

"Su questi episodi, su questi e tutti gli altri precedenti episodi criminali ai danni di imprenditori biscegliesi - prosegue - si registra un pauroso silenzio diffuso. A fronte di un clamore estremo di fronte alla bufala che ha interessato l’Ospedale biscegliese, con tanto di Comitati di “Difesa” costituiti opportunisticamente già qualche minuto dopo, pur di presentare nomi e cognomi di due o tre aficionados sulle pagine del giornale amico, su questi episodi fortemente lesivi sia per i danni materiali causati ma anche e soprattutto per quelli psicologici, il silenzio regna assoluto. Questo silenzio a Bisceglie fa paura, fa molta paura, fa molta più paura ed è chiaro che c’è chi tenta di distogliere l’attenzione dalla gravità di quanto sta accadendo concentrandosi sul futile, sull’inutile e sull’effimero. A Bisceglie la situazione non è grave, è gravissima e non basteranno le letture in piazza o i corsetti ad appagare quelle coscienze che vorrebbero parlare, scrivere, ma non lo fanno. Il perché non lo facciano nasconde tutto il clima di fortissima tensione sociale che, unitamente alla gravissima crisi economica, sta mettendo a rischio il futuro della bellissima città di Bisceglie. Noi come Associazione di Categoria sganciata dal potere politico, che non si è Consociata con la politica, sentiamo il dovere di dire questo. Essere compiacenti paga, anche moltissimo per alcuni, ma non rende liberi", conclude Montaruli.

Tennis: Caruso vola in semifinale a Umago

(Epa)
di FRANCESCO LOIACONO - A Umago in Croazia nel torneo di tennis maschile nei quarti di finale Salvatore Caruso ha vinto in due set, 6-4 6-0 con l’argentino Bagnis. Stefano Travaglia è stato eliminato 3-6 7-6 6-3 dall’ungherese Balasz. A San Benedetto del Tronto nel torneo Challenger nei quarti di finale Alessandro Giannessi ha vinto 5-7 6-3 7-6 con Andrea Arnaboldi. 

Lo slovacco Martin ha sconfitto 6-4 7-5 lo spagnolo Roca Batalla. L’argentino Olivo ha battuto 6-1 6-3 il ceco Satral. Federico Gaio ha vinto 6-2 6-4 con Roberto Marcora. Francesco Forti è stato eliminato negli ottavi di finale 7-5 7-5 dall’argentino Olivo. Tra le donne a Bucarest in Romania nei quarti di finale Martina Di Giuseppe ha sconfitto in due set, 6-4 6-4 la ceca Barbora Krejcikova.

Biagio Izzo (intervista): «Con il 'One man show' porto in scena sprazzi di vita quotidiana»

di NICOLA RICCHITELLI – Prima di ballare con il Jova Beach Party in programma domani sul Lungomare “Pietro Mennea”, facciamo due risate quest’oggi con Biagio Izzo – inizio previsto per le ore 21.30 nella Sala D’armi del Castello Svevo di Barletta – nell’ambito della programmazione del Barletta Summer Show.

Raggiunto telefonicamente l’attore napoletano, abbiamo avuto modo di scambiare due battute veloci per parlare dello spettacolo che sta portando in giro per l’Italia: «Con il One man Show di stasera porto in scena sprazzi di vita quotidiana, una vita quotidiana in cui la gente si rivede, si riconosce e ci ride su… di fronte a cosa non riesco a ridere? Di fronte alle disgrazie, alle disgrazie altrui, di fronte alle cose pericolose…; sulla risata ci ho fondato la mia vita, la mia professione, è la parte più importante di me… Quindi viva la risata 😄».

A chiudere due battute sulla città di Barletta: «Non è la prima volta che sono qui a Barletta, non ho avuto modo di visitarla affondo perché noi arriviamo in albergo, facciamo lo spettacolo e poi ripartiamo – al massimo abbiamo modo di visitare il garage dell’albergo… però ricordo con piacere l’affetto del pubblico, encomiabile, un affetto che mi ha fatto sentire quasi a Napoli, un affetto che ogni qual mi ha riempito il cuore».

Barletta, Jova beach party: in rete prolifera la vendita del biglietto selvaggio

di NICOLA RICCHITELLI – Cercasi disperatamente biglietto per il Jova Beach Party di Barletta… Si va dagli 80 euro fino a salire a 90 euro chiesti dal più coscienzioso che si ritrova a venderlo a “malincuore”, poi i prezzi salgono man mano, si tocca i 100 euro con spedizione compresa, fino ad  arrivare ai 120 euro sui siti specializzati in rivendita di biglietti, insomma nella giungla del bagarinaggio on line è possibile trovarsi dinanzi ad offerte di tutti i tipi.   

Ma il fenomeno non ha risparmiato altre date del Jova Beach Party, infatti per la data di apertura di Lignano Sabbiadoro si sono toccati i 120 euro a ticket, mentre per la data di Rimini il prezzo del singolo biglietto ha oscillato tra i 110 euro fino a toccare punte di 400 euro; si toccano cifre importanti anche per la data del 3 agosto al lido di Fermo, si va dal pacchetto di due biglietti con prezzi che oscillano tra 150 euro e i 260 euro,   fino ad arrivare all’ingordo che per un singolo ticket arrivare a chiedere ben 540 euro, ed è il caso della tappa di Vasto Marina in programma il prossimo 17 agosto, stesso malcostume per la data di Albenga – il 27 luglio – dove si toccano i 90 euro per un singolo ticket, ai 250 euro per il pacchetto di due biglietti.       

Ma l’offerta è per tutti i gusti e le tipologie, e non risparmia nessuna di questa grande festa messa appunto dal Cherubini nazionale, per la data del 30 luglio a Viareggio siamo a 250 euro per due biglietti, insomma mica male se si pensa che il prezzo base del ticket venduto sui canali ufficiali è di 59,80 euro. 

Ma c’è chi giura e spergiura che nella chat di WhatsApp le cose vanno peggio di quello che si vede in rete…  

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia