Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

Lutto nel calcio: addio al portiere della Lazio Felice Pulici

ROMA - Scompare a soli 73 anni Felice Pulici, indimenticabile portiere della Lazio che vinse il primo, storico scudetto della sua storia nel 1974, sotto la guida tecnica di Tommaso Maestrelli. Pulici era malato da tempo. Amatissimo dalla tifoseria biancoceleste, aveva svolto anche ruoli dirigenziali nella societa' romana, che lo ha subito ricordato sul sito Internet. "La S.S. Lazio, il suo Presidente, l'allenatore, i giocatori e tutto lo staff esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di Felice Pulici, portiere della squadra biancoceleste che nel 1974 vinse il primo storico Scudetto".

Serie A: la Juventus si aggiudica il derby. Decide Ronaldo

(credits: Juventus Fc)
di ANTONIO GAZZILLO - Dopo l’inutile sconfitta contro lo Young Boys in Champions League, la Juventus ha trovato subito il riscatto, aggiudicandosi il derby della Mole. Nell'Olimpico granata ci ha pensato il solito Cristiano Ronaldo a decidere il match, realizzando il suo undicesimo gol in campionato.

La rete è arrivata su calcio di rigore al 70', guadagnato da Mandzukic. Il croato è stato atterrato dall'esterno difensore avversario dopo aver intercettato un clamoroso retropassaggio di Zaza. Gli uomini di Allegri mantengono l' imbattibilità in campionato e si preparano ad affrontare la Roma nel prossimo turno di serie A.

Ssc Bari: una Rotonda per la fuga verso la C?

(credits: Ssc Bari) 
di NICOLA ZUCCARO - Tornare sul luogo del delitto non è mai facile; neanche per il Bari. Alle 14.30 di domenica 16 dicembre 2018, dopo il fischio di inizio del Sig. Piazzini della Sezione di Prato, i galletti torneranno a calcare il manto erboso del " Mimmo Rende " di Castrovillari, dove il 14 novembre scorso terminò sull'1-1 per la rete pervenuta nella ripresa da parte della compagine locale. Essa, tramite la rispettiva dirigenza, ospiterà le gare interne del Rotonda.

Fra queste vi è anche quella contro il Bari, particolarmente sentita dai biancoverdi. Essi, reduci dal successo per 1-0 in casa della Sancataldese dello scorso 12 dicembre, pur relegati all'ultimo posto con 9 punti, avranno acquisito in virtù del risultato precedentemente menzionato maggiore fiducia nelle proprie potenzialità, anche per affrontare con la stessa combattività il Bari che lo precede in classifica con 30 lunghezze di vantaggio.

Un divario che non dovrà illudere sia la tifoseria biancorossa al seguito della squadra sia gli uomini di Cornacchini. Costoro saranno chiamati a confermare, in questo confronto testacoda, la stessa condotta di gara espressa nelle precedenti trasferte di Gela e di Portici. Un rientro vittorioso del Bari, come dalle stesse, accelererebbe la fuga verso la Serie C, dopo la conquista nei giorni scorsi del titolo d'inverno del Girone I.

Serie B: il Foggia vince 3-1 in casa con la Cremonese

di FRANCESCO LOIACONO - Nell’anticipo della sedicesima giornata di andata di serie B, il Foggia ha vinto 3-1 in casa contro la Cremonese. Nel primo tempo al 13’ i pugliesi sono passati in vantaggio con Mazzeo, tiro da pochi metri su cross di Zambelli. I lombardi hanno pareggiato al 23’ con Mogos di testa. Il Foggia al 39’ è di nuovo andato in gol col tedesco Kragl su punizione. Al 41’ Iemmello ha realizzato la terza rete di testa, dopo che Gerbo di destro aveva centrato l’incrocio dei pali.

Successo importante per il Foggia, che non otteneva i tre punti da sette giornate. Terzo gol in questo campionato per Mazzeo. Cinque reti finora di Kragl. Sulla panchina del Foggia c’era il tecnico della primavera Gaetano Pavone dopo l’esonero di Grassadonia, poiché il nuovo allenatore Pasquale Padalino era squalificato. I pugliesi sono quartultimi in classifica con 12 punti. Domenica 23 dicembre alle 12,30 giocheranno a Salerno. I campani allenati da Colantuono sono a quota 20.

Tragedia greca: Milan eliminato dall'Olympiakos

(credits: Olympiakos Fc)
di PIERO CHIMENTI - Il Milan esce dall'Europa League per mano dell'Olympiakos nell'ultimo turno della fase a gironi. Dopo un primo tempo a reti bianche, il risultato si sblocca al 60' con Cissè, bravo ad approfittare di testa della dormita generale della difesa, su calcio d'angolo. Il raddoppio arriva su autogol di Zapata al 70', che beffa Reina su destro di Guilherme, ma il difensore colombiano si fa perdonare appena un minuto più tardi, trasformando di testa il pallone del 2-1, su suggerimento da calcio d'angolo di Calhanouglu. La doccia fredda per il Diavolo arriva all'81' quando l'arbitro fischia un calcio di rigore per i greci per una trattenuta in area di Abate su Torosidis. La 'condanna' arriva sui piedi di Fortounis, che batte Reina, ed estromette il Milan dal proseguo dell'Europa League.

A proseguire il proprio cammino europea, nella seconda competizione continentale, è la Lazio, nonostante la sconfitta subita a domicilio dall'Eintracht. La partita si sblocca nel secondo tempo, con Correa che, servito da Luis Alberto, batte Ronnow al 56'. La reazione tedesca non si fa attendere con un tiro all'incrocio dei pali di Gacinovic, dopo aver saltato Luis Felice e Berisha in azione personale. E' sempre il centrocampista, nelle fila degli ospiti, ad essere protagonista, servendo Haller che da due passi supera Proto per il 1-2 finale.

Basket: Milano perde 92-85 fuori casa contro il Fenerbahce

(credits: Olimpia Milano)
di FRANCESCO LOIACONO - In Coppa dei Campioni di pallacanestro maschile Milano ha perso 92-85 fuori casa contro i turchi del Fenerbahce. Primo quarto, 3-0 per gli avversari con Melli. Jarczewski ha impattato per i lombardi, 6-6. Micov eccellente con le triple,11-8 Milano. La squadra di Pianigiani ha allungato 16-11 con una “bomba” da tre punti di Jerrells. Milano si è aggiudicato 21-15 questa fase di gara. Secondo quarto, Micov bravissimo sotto le plance 24-20 per i lombardi. Kuzminskas validissimo con i sottomano, 28-24. Guduric ha ribaltato 32-28 per i turchi. Datome l’ex che anni fa giocò a Milano, ha consentito un 38-33 al Fenerbahce. Vesely rapidissimo sotto canestro, 40-35 per la squadra di Istanbul. Gudaitis infallibile dalla lunga distanza per Milano.

Il secondo quarto si è chiuso in parità, 40-40. Terzo quarto, Vesely 45-42 per i padroni di casa. Ancora Vesely ha aumentato il divario a favore dei turchi sul 52-47. Lauvergne ha dato il suo apporto nei tiri liberi, 62-53 Fenerbahce. Muhammed velocissimo con le triple, 65-55. Il Fenerbahce ha trionfato 67-58. Quarto quarto, Guduric stoppate e progressioni 72-62 per i turchi. Sloukas ha ampliato il margine sul 76-65. Datome ha fatto la differenza in positivo 81-76. Il Fenerbahce ha vinto 92-85 questo quarto e tutta la partita. Sconfitta immeritata per Milano. Nel prossimo turno mercoledì 19 dicembre giocherà in casa contro i tedeschi del Bayern Monaco.

Tifoso juventino cade dalla tribuna mentre esulta per il 2-2 (annullato)

BERNA - Un tifoso della Signora è precipitato ieri sera dall'anello superiore della tribuna dello Stade de Suisse di Berna precipitando per diversi metri. Il fan, che assisteva alla partita di calcio Young Boys-Juventus, ha riportato ferite ed è stato trasportato all'ospedale. La sua vita non è in pericolo.

Un portavoce della polizia cantonale bernese ha confermato un'informazione online della "Berner Zeitung" precisando che l'incidente è avvenuto poco prima della conclusione dell'incontro, quando il giocatore della squadra torinese, Paulo Dybala, ha segnato il gol del 2 a 2 poi annullato per fuorigioco.

L'incontro è terminato 2 a 1 per i bernesi. La polizia, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non ha alcuna prova di condotta criminale e presuppone che si sia trattato di un incidente.

Serie B: Pasquale Padalino è il nuovo allenatore del Foggia

di FRANCESCO LOIACONO - Pasquale Padalino, 46 anni, è il nuovo allenatore del Foggia. Sostituisce Gianluca Grassadonia esonerato dopo la sconfitta 3-1 a Livorno di domenica scorsa. Padalino è arrivato a Foggia, dopo che fino a ieri la squadra pugliese si è allenata per pochi giorni provvisoriamente, con il tecnico della squadra primavera Gaetano Pavone. Per Padalino è un ritorno in Capitanata. Ha già allenato il Foggia dal 2012 al 2014, portandolo in poche stagioni dalla serie D alla Lega Pro, che ora si chiama serie C. E’ stato anche calciatore del Foggia nel ruolo di difensore dal 1988 al 1992, e dal 1994 al 1995. Ha firmato fino al 30 giugno 2019 con possibilità di rinnovare per la prossima stagione, se otterrà buoni risultati a Foggia.

Padalino non potrà andare in panchina domani sera nell’anticipo di B in casa con la Cremonese, perché deve scontare un turno di squalifica. Lo stop impostogli dal giudice sportivo era di due giornate, di cui una scontata quando nel 2016/2017 ha allenato il Lecce in Lega Pro. Il Foggia ultimo con 9 punti insieme al Livorno, dovrà vincere contro i lombardi per iniziare la corsa verso la salvezza. Allo stadio “Zaccheria” nei pugliesi sarà assente Camporese infortunato, al suo posto dovrebbe giocare il difensore Loiacono. In attacco probabili Mazzeo e Iemmello. Con Padalino, il Foggia dovrà cercare di raggungere quanto prima nel ritorno la permanenza.

Serie D, 1-0 al Troina con fatica: il Bari è Campione d'inverno

(credits: Ssc Bari)
di NICOLA ZUCCARO - E' il 34' di Bari-Troina quando, ribattendo con una zuccata la respinta sulla linea della porta, difesa da Polizzi con l'ausilio di Moudoumbubu, Valerio Di Cesare risolve una gara in sofferenza per i galletti. Essi, fino al minuto del vantaggio e per il resto dell'incontro, hanno affrontato una compagine capace di chiudersi nella propria metà campo, per evitare le penetrazioni del Bari e abile nel sfruttare le ripartenze, senza rinunciare alla fisicità.

Una condotta di gara che, pur non avendo fruttato il risultato sperato, è stata assunta dal Troina, fino al triplice fischio del sig.Vingo della Sezione di Pisa. Una vittoria sofferta che ha confermato la difficoltà dei biancorossi nell'affrontare i turni di campionato a distanza ravvicinata (come anche rilevato da mister Cornacchini in Sala Stampa) ma che consegna al Bari il titolo di Campione d'Inverno del raggruppamento I della Serie D 2018-19. 

Un traguardo raggiunto a 2 turni dalla fine della girone di andata, alla luce del +9 sulla Turris che, in virtù del 3-0 alla Palmese, conferma il secondo posto e del lungo margine di vantaggio del Bari sulle inseguitrici della squadra corallina.

Volley: a Castellana arriva il nuovo tecnico Di Pinto dopo la sconfitta 3-2 in casa col Monza

di FRANCESCO LOIACONO - Vincenzo Di Pinto, 60 anni, è il nuovo allenatore del Bcc Castellana in A/1 di pallavolo maschile. La società pugliese ha esonerato Paolo Tofoli dopo la sconfitta 3-2 in casa col Monza nell’undicesima giornata di andata. Primo set, in evidenza nei gialloblu pugliesi Mirzajanpour con precise schiacciate. Nei lombardi eccellente l’apporto di Ghafour. Castellana si è aggiudicato 25-23 questa fase di gara.

Secondo set, bravi Renan e Zingel come universali. Plotnytskyi e Orduna hanno dato il loro contributo in fase difensiva. Però Castellana ha prevalso di nuovo 25-20. Terzo set, grande equilibrio. Wlodarczyk validissimo come alzatore per i pugliesi. Ma Buti e Dzavoronok con notevoli colpi in diagonale hanno ribaltato la situazione in campo per la squadra di Soli. Stavolta Monza ha prevalso 25-21.

Quarto set, Scopelliti e Falaschi hanno retto bene sotto rete finchè hanno potuto i continui attacchi verso il loro campo dei lombardi. Monza ha trionfato per 25-20. Quinto set, i pugliesi hanno mostrato sul parquet del “Pala Florio” di Bari molta determinazione con i punti su battuta. Non è bastato. Monza ha vinto 15-9 questo set e 3-2 tutta la partita. Undicesimo ko consecutivo per il Bcc Castellana. E’ ultimo in classifica da solo con 4 punti. Nel prossimo turno giocherà a Civitanova nelle Marche. Un match difficile ma la squadra di Di Pinto dovrà cercare di vincerlo.

Champions, la Roma cade contro il Viktoria Plzen: Di Francesco in bilico

di STELLA DIBENEDETTO - La crisi della Roma continua anche in Champions League. Dopo i risultati negativi in campionato, anche in Europa, la squadra di Eusebio Di Francesco non riesce a trovare la via della vittoria. Già qualificata agli ottavi di finale come seconda, la Roma perde contro il Viktoria Plzen per 2-1. Una vittoria che non compromette la qualificazione, ma che fa male all'umore dei giallorossi.

Contro il Plzen, Di Francesco cercava le risposte dai suoi uomini: il suicidio contro il Cagliari fa ancora male e il match di Champions League rappresentava la giusta occasione per riconquistare fiducia nei propri mezzi. A vincere, invece, sono stati gli avversari che hanno portato a casa la vittoria grazie ai gol di Kovarik e Chory che può così continuare la sua avventura in Europa League. Inutile il gol di Under dal limite. Al 90' la Roma resta in dieci per l'espulsione di Pellegrini.

Panchina di Eusebio Di Francesco in bilico. Il tecnico, dopo gli ultimi risultati, è finito aotto'accusa. Ai microfoni di Sky non nasconde la propria amarezza per il periodo negativo che sta affrontando la propria squadra. "Sono occasioni per riflettere, anche da un punto di vista personale. Ora diventa tutto molto delicato, il risultato di oggi non aveva tutto questo peso ma contava la prestazione e ho visto tante cose a metà: per me è una piccola delusione. Per essere alla Roma tutti dobbiamo dimostrare qualcosa, allenatore e giocatori. Per questo ci dobbiamo rimettere tutti in discussione, poi altre valutazioni verranno fatte in sede di mercato”, ha detto il tecnico.

Champions: Juventus sconfitta ma prima nel girone

di ANTONIO GAZZILLO - Nonostante la sconfitta per 2 a 1 sul campo dello Young Boys, la Juventus si è qualificata come prima nel suo girone anche grazie al successo del Valencia sul Manchester United. A Berna, la squadra di casa, già eliminata, si è imposta sui bianconeri, dominando il gioco e sfruttando la sua arma migliore: la velocità. Il vantaggio è arrivato al 30' su calcio di rigore trasformato da Hoarau e guadagnato per un fallo ingenuo di Alex Sandro.

Nella ripresa, al 68', Hoarau ha siglato la sua doppietta personale dopo una bella azione in velocità. All'80' Dybala ha accorciato le distanze grazie ad un potente tiro dalla distanza. È la seconda sconfitta in Champions per gli uomini di Allegri che invece in campionato restano imbattuti e sabato affronteranno il derby contro il Torino.

Serie D, Bari-Troina 1-0: quinta vittoria consecutiva della squadra di Cornacchini

(credits: Ssc Bari)
di FRANCESCO LOIACONO - Nel turno infrasettimanale del campionato di serie D girone I, il Bari ha vinto 1-0 in casa contro il Troina. A decidere la gara una rete realizzata al 34’ del primo tempo da Di Cesare, rapidissimo con un tiro da pochi metri a mandare il pallone in porta, dopo una respinta del portiere Polizzi su colpo di testa di Simeri. Nel primo tempo i siciliani insidiosi. Una conclusione di Ferreira su punizione ha centrato la traversa.

Nella ripresa la squadra di Cornacchini in contropiede. Un tiro di Bolzoni ha trovato pronto il difensore Ruano a salvare sulla linea di porta. I siciliani sono rimasti in nove. Espulsi al 42’ Bonfini per un duro intervento su Pozzebon, e al 92’ Didiba per un fallo da ultimo uomo su Piovanello. Nei biancorossi è rientrato Brienza, subentrato nel secondo tempo a Langella. I pugliesi sono andati vicini al raddoppio. Un tiro di Brienza su punizione ha sfiorato il palo.

Quinta vittoria consecutiva del Bari. E’ primo da solo con 39 punti, +9 sulla Turris, che ha avuto la meglio 3-0 in casa sulla Palmese. La compagine allenata da Cornacchini è campione d’inverno con due gare di anticipo rispetto alla fine del girone di andata. Domenica 16 dicembre giocherà in trasferta col Rotonda. I lucani hanno vinto 1-0 fuori casa con la Sancataldese.

Bari, 3 punti con il Troina per il titolo d'inverno

di NICOLA ZUCCARO - Il Bari ad un passo dal titolo d'inverno? La risposta a questa domanda, che tiene banco sin dal 3-0 in quel di Portici, arriverà a partire dalle 14.30 di mercoledì 12 dicembre 2018, quando il sig. Vingo della Sezione di Pisa fischierà l'inizio di un incontro che dovrà confermare la compagine biancorossa quale corazzata da poter abbattere. In questa ardua impresa ci proverà il Troina che, galvanizzato dal 2-0 rifilato alla Sancataldese, cercherà di non sfigurare al San Nicola e dinanzi ad una squadra che in classifica detiene il doppio dei punti, attualmente in possesso dei siciliani: ovvero 36 a 18.

Questo divario numerico non dovrà ne' illudere e ne' rilassare i galletti, chiamati a replicare la prestazione espressa al San Ciro nel pomeriggio di domenica 9 dicembre. Una replica imposta da quel +9 sulla Turris e che, in caso di successo sul Troina, avvicinerebbe il Bari a quei 39 punti, sufficienti per potersi laureare, con largo anticipo, quale Campione d'Inverno del Girone I nel Torneo di Serie D 2018-2019.

Champions, Napoli fuori: al Liverpool basta un gol per passare

(credits: Liverpool Fc)
di STELLA DIBENEDETTO - Il Napoli di Carlo Ancelotti dice addio alla Champions League. Nella partita del entro o fuori, a passare è il Liverpool a cui basta un gol per soffiare la qualificazione agli azzurri che tornano a casa con applausi meritati. La squadra di Klopp, più abituata alla platea internazionale, vince meritatamente, ma il Napoli non molla fino al fischio finale e avrebbe tranquillamente potuto portare a casa un risultato diverso. Rammarico per Ancelotti che rimanda l'appuntamento con la Champions League al prossimo anno.

Durante la prima frazione di gara, il Napoli è propositivo mentre il Liverpool, solitamente più aggressivo, aspetta rischiando qualcosa in difesa per l'aggressività degli avversari. I Reds resistono e al 34' sale in cattedra Salah che punisce il Napoli portando i suoi in vantaggio dopo un'iniziativa tutta in velocità dribblando Mario Rui ed evitando Koulibaly. Gli uomini di Ancelotti tentano di acciuffare il pareggio e di non subire altre reti, ma al termine dei novanta minuti, il risultato non cambio e il tecnico di Reggiolo non nasconde il proprio rammarico.

"Accettiamo il risultato con la consapevolezza che abbiamo fatto tutto il possibile e forse anche di per provare a giocarci questa qualificazione. Non c'è rammarico, c'è dispiacere ma questa amarezza ce la portiamo in Europa League, che sarà comunque una competizione importante per noi", ha detto Ancelotti ai microfoni di Sky.

Pareggio, beffa e delusione: l’Inter fuori dalla Champions

di LUIGI LAGUARAGNELLA - E’ un colpo di scena quello di San Siro. Nell’ultima giornata del girone di Champions League contro il Psv e con il pubblico nerazzurro amico, l’Inter fallisce l’appuntamento con la vittoria. E fallisce anche la qualificazione agli ottavi. Il pareggio nei minuti finali del Tottenham al Camp Nou rovina regala la gioia ai londinesi e l’enorme dispiacere all’ambiente interista.

La squadra di Spalletti era obbligata a vincere e contro gli olandesi, ormai ultimi del girone, e attendere notizie da Barcellona e invece, nonostante un atteggiamento propositivo, si è ritrovata sotto di un gol nel primo tempo a causa di un grave errore di Asamoah in difesa che ha messo Lozano in condizioni di battere a rete. I biancorossi di Eindhoven sono attenti in difesa, nonostante l’Inter riesca ad essere padrona del campo. Perisic colpisce, Asamoah prova a rifarsi con un diagonale, ma altre azioni pericolose non si creano. Ai nerazzurri è mancata la precisione e la cattiveria per andarsi a prendere la vittoria.

Anche nella ripresa il copione non cambia: Borja Valero tira sporco, De Vrij di testa è impreciso. L’Inter è a trazione anteriore: Spalletti inserisce Keita e Lautaro Martinez, ma è Icardi a lottare su ogni pallone: l’argentino ristabilisce anche la parità dopo un perfetto cross di Politano. L’1-1 manda in estasi il Meazza che verso il finale subisce la doccia per la rete del Tottenham. L’Inter è relegata amaramente in Europa League.

Serie B: esonerato il tecnico del Foggia Grassadonia, subentra Gaetano Pavone

di FRANCESCO LOIACONO - Il Foggia ha esonerato il tecnico Gianluca Grassadonia. Ad allenare temporaneamente la squadra pugliese sarà il tecnico Gaetano Pavone, che fino a qualche giorno fa è stato il responsabile della primavera. E’ una soluzione provvisoria in attesa che il proprietario del Foggia Sannella sciolga le riserve sul nuovo tecnico. La corsa per sostituire Grassadonia sembra ristretta a due nomi, Delio Rossi e Gigi Del Neri. Il primo in passato è stato sia allenatore che calciatore del Foggia.

Secondo indiscrezioni, se fosse scelto lui firmerebbe per una stagione, con eventuale rinnovo per il prossimo torneo. Il secondo ha giocato nel Foggia come centrocampista dal 1975 al 1978. La scelta di Sannella di cambiare allenatore è stata inevitabile dopo la sconfitta del Foggia per 3-1 a Livorno di domenica scorsa. I pugliesi sono ultimi in classifica con 9 punti nel campionato di B. La società pugliese dovrà decidere presto. Venerdì 14 dicembre alle 21 si giocherà allo stadio “Zaccheria” l’anticipo Foggia-Cremonese.

Esports: tutto ciò che c’è da sapere per iniziare a giocare

Esports | approfondimento sugli sport del futuro

Se giochi ai videogiochi c'è una forte probabilità che tu abbia sentito parlare di esports. Un business che si stima varrà quasi $ 1,5 miliardi entro il 2020, con alcuni giocatori che stanno già gareggiando per montepremi fino a $ 24 milioni. Gli esport sono difficili da capire, pieni di gergo, e non esattamente come gli sport che si associano tipicamente con la concorrenza su scala globale. Se stai cercando di guardarlo, comprenderlo, o semplicemente avere una migliore idea di cosa sia: questa è la tua guida per gli esport.

Cosa significa in realtà "esports"?

Generalmente, la definizione più semplice è gioco competitivo a livello professionale. Include solo videogiochi, ma praticamente qualsiasi gioco con un vincitore e un perdente può essere giocato come un esport, sebbene più grande è la base di giocatori e più supporto ha, migliore è la competizione. Il modo in cui funziona esattamente differisce da gioco a gioco. La maggior parte degli esport popolari sono partite a squadre giocate in campionati o tornei durante l'anno, culminanti in un evento finale. Alcuni di questi campionati o tornei sono specifici per regione, nel senso che, per la maggior parte dell'anno, le squadre europee giocheranno solo in altre squadre europee, le squadre nordamericane giocheranno solo con altre squadre nordamericane e così via. Alcuni giochi sono comunque un formato testa a testa, uno contro uno. Giochi di combattimento come Street Fighter V, per esempio, o Hearthstone, un gioco di carte in cui ogni giocatore ha un mazzo di carte personalizzato che viene giocato per sconfiggere l'avversario, senza alcuna squadra al loro fianco.

Per che cosa competono i giocatori?

I giocatori generalmente competono per premi in denaro e gloria. Le competizioni internazionali possono venire con enormi premi, oltre a sponsorizzazioni per le squadre coinvolte. Molte leghe ora offrono stipendi regolari e diritti di giocatore. Rimanendo in gara e senza essere eliminati, i giocatori riceveranno uno stipendio garantito, mentre nelle competizioni vincenti possono ottenere maggiori premi.

Quali sono gli esports più seguiti?

Ecco una varietà di giochi dei generi principali: Rocket League : assomiglia molto al calcio, tranne che con meno giocatori e razzi. C'è poca strategia qui, riguarda l'abilità nel maneggiare la macchina. Street Fighter V - I giochi di combattimento sono generalmente i migliori disponibili, poiché le animazioni sono chiare, la prospettiva è per lo più statica e la domanda "chi sta vincendo" è facile da rispondere quando ci sono due personaggi che si prendono a pugni StarCraft 2 - Uno dei pochi giochi di strategia rimanenti, StarCraft come una serie è responsabile per gli sport d'avanguardia. L'obiettivo è sconfiggere l'avversario, e mentre c'è molto da imparare sulla strategia individuale, le battaglie sono chiare. League of Legends: il più famoso tra gli esports, vanta un numero grandissimo di giocatori. Se ti piace l’intrattenimento online ti consigliamo di visitare Casino Shark, un portale che recensisce piattaforme di gioco per incentivare il gioco responsabile.

Basket: l’Happy Casa Brindisi perde 75-67 in casa contro Reggio Emilia

di FRANCESCO LOIACONO - Nella nona giornata di andata di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha perso 75-67 in casa contro Reggio Emilia. Primo quarto, 5-4 per la squadra di Cagnardi con Aguilar. Clark con una schiacciata ha impattato per i pugliesi, 9-9. Ma De Vico e Aguilar hanno permesso agli emiliani un 17-9. Rush con un preciso sottomano ha tenuto in gara Brindisi. Reggio Emilia si è aggiudicato 17-15 questa fase di partita. Secondo quarto, Brown e Banks eccellenti con le triple 19-17 per la squadra di Frank Vitucci. Chappell bravissimo sotto le plance, 27-22. Però Cervi e Mussini hanno impostato notevoli efficaci contropiede per gli avversari, 34-29. Clark efficace sotto canestro. Reggio Emilia ha prevalso di nuovo 34-31.

Terzo quarto, Banks e Rush infallibili con le “bombe” da tre punti per Brindisi 36-34. Aguilar ha raggiunto il 44-44. Reggio Emilia ha trionfato 51-47 con Llompart e Gaspardo. Quarto quarto, Clark e Banks hanno portato avanti Brindisi 62-56. Ma Aguilar e Cervi hanno riequilibrato il match,62-62. Mussini preciso dalla lunga distanza, 68-65 per il roster di Cagnardi. Ancora Mussini ha fatto la differenza in positivo per gli avversari, 70-65. Banks ha tenuto in gara Brindisi. Gaspardo preciso nei tiri liberi, Reggio Emilia ha vinto 75-67 questo quarto e tutta la partita. Seconda sconfitta consecutiva per Brindisi dopo quella a Varese. I pugliesi sono sesti in classifica con 10 punti. Nel prossimo turno giocheranno a Venezia. La squadra di De Raffaele ha perso 66-61 in casa col Varese.

Il Bari supera l'esame di Portici in vista del Troina


di NICOLA ZUCCARO - "Sono molto contento perchè era un campo ostico, non tanto per il manto sintetico molto veloce, quanto per la forza espressa dalla squadra". Smessi per un attimo i panni dell'allenatore per poter indossare quelli del Professore, Giovanni Cornacchini esprimendo questo giudizio al termine di Portici-Bari, promuove gli uomini scesi in campo sul rettangolo alle porte di Napoli, dichiarandosi visibilmente soddisfatto per i dettami mentali assimilati dai titolari, alla vigilia della 14ma giornata.

(credits: Ssc Bari)
Ma il tempo per i festeggiamenti è tiranno ed il tecnico biancorosso si proietta già verso la sfida contro il Troina. Alle ore 14.30 di mercoledì 12 dicembre, per il secondo turno infrasettimanale della Serie D 2018-19, arriverà al San Nicola una compagine che, reduce dal 2-0 rifilato alla Sancataldese, cercherà di aumentare i suoi attuali 18 punti (la metà di quelli del Bari, in testa con 36), per proseguire la salita verso la parte centrale della classifica del Girone I.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia