Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

Ribery pronto a sposare il viola: biennale con la Fiorentina


di PIERO CHIMENTI - Frank Ribery è pronto alla sua avventura italiana con la Fiorentina. Manca solo l'ufficialità, in quanto il francese è atteso a Firenze dove sottoscriverà un contratto biennale, per vestire la maglia 7 viola.

Calciomercato: l’Inter aspetta Sanchez. Napoli, ecco Lozano. Missione in Spagna per la Juventus


di ANTONIO GAZZILLO - Il mercato sta entrando nella sua fase più calda e le squadre hanno ancora molti colpi da mettere a segno per completare le proprie rose. Una delle società più attive è sicuramente l’Inter che conta di sbloccare in giornata l’affare Sanchez per regalare a Conte un altro innesto di spessore nel reparto offensivo e il partner ideale per affiancare Lukaku. Nel frattempo continua a sondare la pista Biraghi con la Fiorentina per sostituire il partente Dalbert, direzione Nizza.

Paratici è in missione in Spagna per l’acquisto del laterale difensivo del Barcellona Juan Miranda ma il mercato della Juventus è fermo intorno al futuro di Dybala. Il giocatore argentino non vuole andare via da Torino ma la società bianconera spera di cederlo al Psg o inserirlo in uno scambio con l’Inter per regalarsi Icardi, messo sempre più ai margini. L’ex capitano interista ha in mano anche l’offerta del Napoli che intano ha accolto il nuovo acquisto Lozano e prosegue i contatti con Llorente, per assicurarsi un’alternativa.

Anche la Roma è molto attiva sul mercato; la società giallorossa, infatti, si è assicurata Zappacosta, in prestito dal Chelsea, e continua la ricerca di un difensore centrale: Rugani opzione favorita. Il Milan continua a rincorrere Correa dell’Atletico Madrid, ritenuto da Giampaolo spalla ideale per Piatek e si prepara a cedere Diego Laxalt all’Atalanta.

“Nonn è mai troppo tardi”: a Bari piscina e yoga per anziani


BARI - Nell’ambito di “Nonn è mai troppo tardi”, il progetto destinato al sostegno alla terza età finanziato dall’assessorato al Welfare con i fondi del 5 x 1000 e finalizzato al contrasto alle solitudini, sono iniziate ieri le attività motorie in piscina presso il residence Poggio delle ginestre, a Torre a Mare, mentre domani e giovedì, negli spazi dello Stadio del nuoto, i partecipanti si cimenteranno con le prime lezioni di yoga.

Il programma, condotto da personale specializzato (tecnici, educatori, counsellor e uno psicologo) e dai volontari dell’associazione “Lo specchio”, che cura le attività progettuali, è stato pensato per offrire momenti finalizzati a sviluppare le capacità relazionali degli anziani incentivandone la partecipazione attraverso attività motorie e di risveglio muscolare (nuoto e yoga), un laboratorio di fotografia creativa e corsi di pet education, oltre che gite, passeggiate di gruppo, laboratori esperienziali sul territorio cittadino ed eventi culturali.

L’iniziativa, che nasce dall’idea di favorire la piena partecipazione alla vita sociale e l’adozione di stili di vita sani in particolare dei cittadini over 65 in condizioni di maggiori difficoltà, prevede anche azioni di supporto, psicologico e materiale, come la possibilità di richiedere la spesa e consulenze a domicilio o di partecipare a incontri di auto e mutuo aiuto.

“Sono 35 gli anziani coinvolti fin qui nei corsi di ginnastica in acqua e yoga - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -, a riprova del fatto che iniziative di questo genere intercettano un bisogno diffuso: quello di stare in compagnia e fare movimento all’aria aperta, uno dei modi migliori per occuparsi del proprio benessere, fisico e psicologico, a qualsiasi età. “Nonn è mai troppo tardi” è un programma sperimentale a sostegno dell’invecchiamento attivo che riconosce un ruolo dinamico alla popolazione anziana attraverso il rafforzamento della prevenzione e della tutela sanitaria e la promozione della partecipazione e dell’inclusione socio-culturale. Si tratta di un progetto molto interessante che, accanto alle attività di movimento (nuoto, yoga o trekking urbano) propone momenti di incontro intergenerazionali e piccole sperimentazioni come la formazione sui rischi legati alle truffe, che partirà nei prossimi giorni, e quella sugli incidenti domestici. L’obiettivo è quello di contribuire concretamente a migliorare la qualità della vita di tanti anziani soli e fragili della nostra città”.

Il servizio, che terminerà nel mese di novembre, si svolge in diverse zone del territorio cittadino: Bari vecchia, waterfront di San Girolamo, parco 2 Giugno, Stadio del Nuoto, piscine I Delfini, Bari Agility Club e i Centri servizi per le Famiglie. L’associazione “Lo Specchio” garantisce anche un servizio di trasporto per raggiungere le attività organizzate a San Giorgio e a Palese.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’associazione “Lo specchio” al 340 3347510 o inviare una mail a associazione-lospecchio@pec.it.

Balotelli al Brescia, è ufficiale


BRESCIA - Mario Balotelli è ufficialmente un giocatore del Brescia. Il giocatore ha appena firmato un contratto pluriennale, come si legge all'interno del comunicato stampa diffuso online dal club calcistico. Attesissima la presentazione ufficiale di domani, alle 16.45 in via Ferramola, nella sede del Brescia.

Coppa Italia serie C: Bari eliminato dall'Avellino


di ANTONIO GAZZILLO - Dopo la vittoria contro la Paganese, il cammino del Bari nel girone I di Coppa Italia in C si ferma ad Avellino, dove il club biancorosso è stato sconfitto per 1 a 0.
La squadra guidata da Cornacchini è sembrata poco brillante e ha subito la rete dello svantaggio al 52' su calcio di rigore. Un fallo di mano di Perrotta ha concesso all'Avellino di sbloccare il risultato con Di Paolantonio.

Il Cesena ferma un brutto Milan


di PIERO CHIMENTI - Finisce 0 a 0 l'amichevole tra Cesena e Milan, con i padroni di casa, neopromossi in  Serie C, che sfiorano la vittoria con un gol annullato per fuorigioco a Valeri. Nel prosieguo del match si vede un Milan opaco, con interpreti di centrocampo come Biglia, lento nella circolazione di palla, e Piantek, ancora a secco. L'unica vera palla gol per i rossoneri è creata da Paquetà, che di testa impegna Agliardi su suggerimento di Kessiè, entrambi subentrati dalla panchina.

Gianni Rivera (intervista): «Il Rivera di Oggi? Non credo nelle reincarnazioni»

di Nicola Ricchitelli - Il Milan, il goal del 4-3 realizzato allo stadio “Azteca” di Città del Messico nella semifinale contro la Germania al mondiale del 1970: «Una partita che mi piacerebbe rigiocare? Sicuramente quella mezz'ora contro la Germania…»; il rapporto con Nereo Rocco: «Prima di pensare a giocare, si preoccupava dei problemi dei ragazzi fuori dal campo, insomma era un uomo che badava sostanzialmente al rapporto umano»: questi i tratti salienti dell’intervista realizzata ad una delle leggende del calcio italiano e mondiale, Gianni Rivera.

D: Gianni, in questo 2013 è giunto un nuovo incarico in Figc in veste di presidente del settore tecnico di Coverciano. Cosa ci puoi raccontare di questa tua nuova avventura? 
R: «Si. Un lavoro iniziato da poco, il settore tecnico di Coverciano è un settore che funziona sostanzialmente bene, nel tempo cercheremo di apportare delle piccole migliorie senza il bisogno di fare cose eccezionali, sentendo, ascoltando e guardando i vari dirigenti e tutti coloro che lavorano in questo settore».

D: La tua storia calcistica ebbe inizio non ancora sedicenne in un anonimo martedì del 1959 – era il 2 giugno – contro quella che oggi tutti chiamiamo Inter, che ricordi conservi di quel giorno?
R: «Conservo un bel ricordo di quel giorno così come di tutta la mia vita calcistica. Quando potevo giocare a calcio mi divertivo sempre non solo durante le partite ufficiali ma anche durante gli allenamenti. Per me giocare a calcio era il migliore dei divertimenti, poi ho avuto l’occasione di trasformarla in professione, per cui è stato il massimo che mi potesse capitare».

D: Gianni, a quanto pare Benito Lorenzi – ex calciatore nerazzuro -  ti segnalò all’inter, e la Juventus ti scartò in quanto troppo gracile. Hai mai pensato alla tua carriera cosa sarebbe stata con una di queste due maglie?
R: «Ma no, non ci ho mai pensato. Tra l’altro queste sono cose che abbiamo scoperto diversi anni dopo. Oltre a ciò bisogna capire quanto di vero c’è. Di Benito Lorenzi si, sapevo qualcosa ma sulla Juventus no, è stata una cosa che ho letto qualche tempo dopo. Queste erano cose che accadevano tra i dirigenti poiché vi erano dei vincoli ben precisi e i calciatori non potevano intervenire. È stato così fino alla fine degli anni 60. Poi è subentrata la firma consenziente nel caso dei trasferimenti».

D: I primi anni con la maglia rossonera non furono facili per il diciassettenne Rivera. Come hai vissuto quel periodo e che consigli daresti quindi a tutti quei giovani calciatori che pur avendo talento non riescono ad esprimersi al meglio?
R: «Si, appena arrivato giocai subito tutte le partite. L’anno successivo arrivò Nereo Rocco, mi vide stanco poiché avevo giocato per due anni di fila senza fermarmi mai. Decise di farmi riposare un po’. Per quanto riguarda i giovani talenti di oggi, è chiaro che bisogna giudicare caso per caso, approfondire quello che può essere l’aspetto caratteriale, come si muovono, come vivono, insomma sarebbe difficile dare consigli specifici poiché ognuno di deve trovare la sua strada magari inciampando. Però se le qualità ci sono prima o poi vengono fuori».  

D: A quale vittoria sei maggiormente legato tra quelle ottenute con la maglia del Milan? 
R:«Un po’ a tutte le coppe e a tutti campionati vinti con questa maglia, non c’è una che valga più dell’altra. Certo la prima volta, e qui mi riferisco alla vittoria della prima Coppa Campioni a Wembley, fa sempre un certo effetto, però la seconda non è meno importante della prima».

D: Nereo Rocco: come descrivere in poche righe questo grande allenatore e il tuo rapporto con lui?
R:«Nereo Rocco privilegiava molto il rapporto umano ovviamente faceva anche l’allenatore, ma tutto nasceva dal rapporto umano che creava con il calciatore. Creava il giusto ambiente. Prima di pensare a giocare, si preoccupava dei problemi dei ragazzi fuori dal campo, insomma era un uomo che badava sostanzialmente al rapporto umano. Chiaramente l’aspetto tecnico era indispensabile ma l’aspetto umano aveva il sopravento».

D: Piccola curiosità. Vera la leggenda secondo cui furono lui e Artemio Franchi a convincerti a non abbandonare il ritiro nella spedizione messicana?
R: «No, non ho mai avuto intenzione di abbandonare all’epoca il ritiro in Messico. Durante il mondiale feci una dichiarazione polemica molto forte, ma, ti dirò, in realtà vi era il pericolo che potessero loro mandarmi via che è un’altra cosa. Ma io non avevo mai pensato di chiedere di tornare in Italia».
Rivera esulta dopo un gol che cambierà la storia della nazionale italiana: era Italia-Germania del 17 giugno del '70
D: Gianni, cosa si prova nel ritrovarsi di fronte al portiere Maier sul prato dello stadio Azteca in quel 17 giugno del 1970 sul risultato di 3-3 al '111, sapendo di essere stato responsabile del pareggio tedesco ?
R: «Quel goal sarebbe stato importante a prescindere dal minuto e dalle situazioni che si sarebbero venute a creare prima».

D: Una gara che ti piacerebbe rivivere tra quelle giocate con la maglia del Milan e della nazionale?
R: «Difficile trovarne una sola. Non riesco a pensare ad una sola partita da ricordare. Forse con il Milan la finale vinta a Wembley contro il Benfica nel 1963 poiché era una partita particolarmente significativa visto che era la prima volta che una squadra italiana vinceva quella coppa, quindi essere tra i protagonisti è stato particolarmente importante. Con la nazionale inevitabilmente mi viene in mente quella mezzora nella semifinale contro la Germania durante il mondiale messicano».

D: Cosa hai provato la prima volta che hai indossato la fascia di capitano?
R:« Ma niente di particolare. È stata una cosa maturata piano piano nel tempo. Mi sono adeguato a quella necessità e a quella responsabilità che erano legate a quella fascia».

D: Il tuo giudizio su quanto accaduto a Paolo Maldini durante la sua ultima partita?
R: «Ti dirò, quella è stata una cosa che mi ha meravigliato tantissimo. Proprio non me lo aspettavo. Qualsiasi cosa fosse successa tra lui e i tifosi, andava vissuta in una maniera diversa. Insomma sono rimasto molto stupito».

D: E' capitato anche a te di vivere momenti analoghi?
R: «No. Certo quando si giocava male capitava di essere fischiati. Il pubblico di San Siro fischiava anche me, non me le perdonava. Ma erano cose normali, avrei fischiato anche io».

D: Gianni, il tuo rapporto con la stampa sportiva non è mai stato idilliaco. A tuo modo di vedere come è cambiata nel corso degli anni?
R: «Diciamo che le cose vengono dette più o meno allo stesso modo. I giornalisti cercano di dire le cose così come le vedono. Poi qualcuno le accetta e altri no, qualcuno vede un po’ di malafede. Ognuno ha il suo punto di vista. All’epoca quando capivo che cerano delle situazioni che andavano più sul piano personale che tecnico reagivo. Le critiche tecniche, però, non le ho mai discusse».

D: Sei stato tra i primi calciatori negli anni a scagliarti contro la classe arbitrale dell’epoca; quale il tuo giudizio su quella attuale? Migliore o peggiore della tua era?     
R: «Il meglio e il peggio non esiste mai. Cambiano le generazioni, c’è il buono e il meno buono sempre. Però va analizzato il contesto, le situazioni, le condizioni psicologiche in cui si vive.Non si possono mai fare paragoni tra passato e presente».

D: Chi è a tuo parere il Gianni Rivera dei giorni d’oggi?
R: «Non credo alle reincarnazioni. Ogni essere umano è un mondo a sé. Ognuno ha le sue caratteristiche e va valutato per quello che sa fare senza fare paragoni con il passato».

CONTACTS:
https://www.facebook.com/Gianni10Rivera

Amichevoli: Juventus di misura sulla Triestina

(Getty)
di ANTONIO GAZZILLO - Ancora un test amichevole per la nuova Juventus ad una settimana dall'inizio del campionato. I bianconeri hanno affrontato la Triestina privi di Maurizio Sarri in panchina a causa di un attacco influenzale e di Cristiano Ronaldo, vittima di un affaticamento muscolare. L'amichevole si è conclusa con il risultato di 1 a 0 ed è stata decisa da Dybala, schierato per l'occasione da falso 9. Il giocatore argentino ha spazzato via le voci di mercato con una magia. Al 38' si è liberato del difensore avversario con un colpo di tacco e ha messo la palla in rete con un delizioso pallonetto.

Felice Gimondi stroncato da infarto a 77 anni

di PIERO CHIMENTI - Il campione di ciclismo Felice Gimondi è morto all'età di 77 anni, mentre era in vacanza nei pressi di Taormina, presso i giardini Naxos, quando ho un malore dovuto ad infarto che lo ha colpito una volta immersosi in mare. A nulla sono valsi i soccorsi, che hanno provato più volte il massaggio cardiaco.

Gimondi, nella sua lunga carriera ciclistica, vanta la vittoria di tre Giri d'Italia, un Tour de france ed una Vuelta, duellando con Eddie Merckx, le cui epiche sfide sono state nella canzone di Ruggieri 'Gimondi e il Cannibale'.

Balotelli torna in Serie A: il Brescia ha il suo bomber


di PIERO CHIMENTI - Mario Balotelli ha firmato col Brescia un contratto annuale di 1,5 milioni più bonus. Il contratto sarà automaticamente rinnovato in caso di permanenza in A delle rondinelle

Zaza incanta Minsk: Shakhtyor-Toro 1-1

di PIERO CHIMENTI - Finisce 1-1 il match di ritorno tra Torino e Shakhtyor, con i gol di Zaza e Yanush, nel terzo turno di Europa League. La prossima sfida per il Toro sarà contro il Wolverhampton nei play-off. La partita si sblocca sul finale, con la perla all'80' di Zaza, che inizia l'azione e la conclude con una magia: dribbling in area e conclusione sul secondo palo. Al 90' rigore per i bielorussi, per fallo di Sirigu su Yanush, per il definitivo 1-1.

Dybala protagonista della sfida in famiglia

di PIERO CHIMENTI - La Juve A, di Sarri, vince 3-1 contro la Primavera, Juve B di Zauri. In assenza di Ronaldo e De Ligt osannati dai tifosi, si erge protagonista Dybala, autore di una doppietta e giocate mancine, tutte nel primo tempo e doppietta. La prima marcatura sul rigore da lui procurato, il secondo gol con un tiro secco accompagnato da dribbling. Il momentaneo pareggio della Juve B è frutto dell'autogol di Demiral, che con un goffo stop di petto beffa Szczesny. Poco prima che la festa bianconera dei tifosi accorsi a Villar Perosa abbia inizio, c'è il tempo per Cuadrado di fare un gol di tacco per il definitivo 3-1.

Il Liverpool conquista anche la Supercoppa europea: a Istanbul il Chelsea ko ai rigori

(credits: Sky Sport)
ISTANBUL - Istanbul amara per i Blues di Lampard. In Turchia i Reds si impongono dal dischetto dopo una sfida sempre in equilibrio: 1-1 al 90', 2-2 al 120'. Decisivo l'errore di Abraham.

25mila tifosi del Boca ai piedi di De Rossi

(Getty)
di PIERO CHIMENTI - De Rossi vive la sua notte perfetta all'esordio con il Boca juniors, prendendo possesso già nei primi minuti del centrocampo dei Xeneizes nella sfida contro l'Almagro in Copa Argentina persa per 3-1 ai rigori. De Rossi , al 18', sforna l'assist per Salvio per il gol che sarà annullato per fuorigioco. Al 28' il vantaggio Boca arriva col colpo di testa, dell'ex Capitan Futuro, su calcio d'angolo di Mac Allister con l'esplosione di gioia dei suoi tifosi. La partita terminerà ai calci di rigore con la vittoria dell'Almagro per 3-1, dopo il pareggio raggiunto da Junior Alonso dopo il pasticcio fatto Campuzano, che aveva preso il posto di De Rossi al 76'.

Sneijder si prepara al futuro da dirigente


di PIERO CHIMENTI - Sneijder dice addio al calcio giocato a 35 anni, dopo aver vestito le maglie di Inter e Real Madrid. Il suo futuro? Intraprenderà la carriera di dirigente dell'Utrecht.

Volley: Serbia ko, l'Italia vola a Tokyo 2020

di PIERO CHIMENTI - L'Italia di Blangini batte 3-0 la Serbia (25-16, 25-19, 25-19), accedendo al pass per Tokyo 2020, insieme a Polonia, Argentina, Russia, Usa e Brasile.

Serie D 2019-20: Girone H con 11 squadre pugliesi

di NICOLA ZUCCARO - Sarà un raggruppamento in salsa prevalentemente pugliese il Girone H del campionato di Serie D 2019-2020. E' quanto scaturito dal sorteggio effettuato nei giorni scorsi. Brindisi, Fidelis Andria, Casarano, Audace Cerignola, Foggia, Nardò, Taranto, Bitonto, Città di Fasano, Team Altamura e Gravina compongono l'elenco delle 11 squadre che daranno vita ad altrettanti quanto entusiasmanti derby di Puglia.

L'Italrugby cede 29 a 10 contro l'Irlanda


di PIERO CHIMENTI - L'Italia perde l'amichevole contro l'Irlanda, in preparazione dei mondiali in Giappone del 20 settembre. La mete azzurre, arrivate nel primo tempo, sono di Mbanda e Canna. Soddisfatto a metà il ct O'Shea, che vede il gap tecnico dei suoi uomini ridursi con gli irlandesi.

Calcio: l'Inter batte il Valencia 8-7 ai rigori

di ANTONIO GAZZILLO - Inter e Valencia si sono affrontati per la vittoria del trofeo Naraja nell'ultima amichevole prima dell'inizio del campionato. Allo stadio Mestalla i nerazzurri di Conte sono sembrati un po' sottotono ma sono comunque riusciti a battere il Valencia ai rigori, dopo il pareggio per 1 a 1 nei tempi regolamentari.

La squadra spagnola si è portata in vantaggio al 38' con Soler che, libero di colpire di testa in area, ha trafitto Handanovic. Nella ripresa il pareggio dell'Inter è arrivato all'82' con un rigore guadagnato da Esposito e trasformato da Politano. La lotteria dei rigori, poi, ha regalato la vittoria ai nerazzurri grazie all'errore di Garay

ICC: la Juve cade sotto i colpi di Joao Felix

di ANTONIO GAZZILLO - L'ultima partita di International Champions Cup ha visto contrapporsi la Juventus e l'Atletico Madrid con gli spagnoli che si sono imposti per 2 a 1.

Sfruttando la poca brillantezza difensiva dei bianconeri, il talento portoghese dell'Atletico, Joao Felix, si è messo in mostra mettendo a segno una doppietta.

Al 24' ha battuto Szczesny con un tiro al volo su preciso assist di Trippier mentre al 33' ha siglato il raddoppio in acrobazia aerea sfruttando un lancio perfetto di Lemar.

Il momentaneo pareggio della Juve è arrivato al 29' grazie a Khedira con un bel diagonale da fuori area.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Bifest 2019 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Esoterismo Estate Esteri Eventi Expo 2015 F1 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Immobiliare Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Teatro Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia