Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

Roberta Pedrelli (intervista): «In ogni mio outfit non deve mai mancare il sorriso: puoi conquistare il mondo»

di NICOLA RICCHITELLI – Ha il cuore giallorosso e lo Stadio Olimpico come seconda casa. Per lei la Capitale non è solamente una città, ma «è vita, è le mie radici…».

Ospite quest’oggi nel nostro salotto virtuale dedicato alle interviste la showgirl e giornalista romana Roberta Pedrelli.

Roberta, innanzitutto grazie per essere qui quest’oggi ospite di questo nostro spazio dedicato alle interviste. Vorrei iniziare questa chiacchierata da Roma e dai colori giallorossi. Che posto occupano la città di Roma e i colori giallorossi nella tua vita?
R:«Roma per me non è solo la mia città: è vita, è le mie radici. I colori giallorossi mi accompagnano da sempre. Fino all’età di 9 anni ho vissuto a Trigoria e mio padre spesso mi portava a vedere gli allenamenti di quella che era ed è la sua squadra del cuore che irrimediabilmente è diventata anche la mia: l’AS Roma.

Cosa rappresenta per te lo Stadio Olimpico?
R:«Lo Stadio Olimpico rappresenta la mia seconda casa e la mia passione. Quando mi siedo in tribuna e mi guardo attorno vedo gli altri tifosi e vedo la mia “famiglia”. L’atmosfera che si respira su quegli spalti è qualcosa che non si può spiegare».

Una partita che vorresti rivivere un’altra volta?
R:«Come non scegliere Roma-Barcellona? Ero con mio figlio che mi accompagna. Al goal di Manolas è successo il delirio. Sono stata una settimana senza voce e nei giorni a seguire sono stata appellata come la nuova Ferilli. Un sogno».

Domanda “tecnico/tattica”: quale il tuo parere su questa Roma lontana parente della Roma che la scorsa stagione arrivava in semifinale?
R:«La Roma dello scorso anno sembra  un lontano ricordo. La pesante sconfitta subìta con la Fiorentina mi aveva lasciata senza parole. Fortunatamente nelle ultime gare, sia di Campionato (Chievo e Bologna) che di Champions (Porto) la squadra ha ritrovato un po’ di brillantezza e compattezza anche grazie a prestazioni come quelle di Zaniolo o El Shaarawy. A vederla da fuori veniva da immaginare che ci fosse un distacco tra mister e team, una mancanza di fiducia, ma spero che la situazione sia rientrata. La grandezza di una squadra si vede anche da come si risorge da momenti no. Sono anni poi che rosa subisce grosse perdite. Sono andati via dei pilastri e quando si rimescolano quasi tutte le carte in tavola, c’è sicuramente un periodo di assestamento. Da tifosa mi auguro che quest’anno con il calciomercato non si vedano partire nuovamente campioni e giovani promesse. C’è bisogno di certezze e bandiere. Si è evinto da quando si aspettasse il rientro di De Rossi e da come, dopo pochi match, si parli di dare la maglia n.10 a Zaniolo. Il calcio in generale e la Roma per me nello specifico sono pura passione, ma ci si rende sempre più conto di come siano lontani i tempi di Franco Sensi e si sia lasciato sempre più spazio al business».

Da anni oramai conduci su TeleRoma 56, “Il processo dei tifosi”. Come nasce questa esperienza?
R:«L’esperienza a IL PROCESSO DEI TIFOSI nasce quasi per caso. Ero stata invitata da Max Leggeri e Federica Afflitto come opinionista, e da lì, nel giro di qualche settimana, mi è stato proposto di sostituire un ragazzo presente insieme a loro in ogni puntata e così sono velocemente passati 8 anni!».

A contribuire alla crescita della tua popolarità ci ha pensato Instagram: da dove nasce la decisione di farti conoscere sul noto social network?
R:«I social ormai fanno parte della vita di ognuno di noi e con l’arrivo di Instagram sono diventati anche uno strumento di guadagno. Sono poi un valido metodo per stare vicino alla gente che mi segue da tanti anni. Per il lavoro che svolgo non potevo farne a meno».

Cosa piace di te ai tuoi followers? 
R:«Cerco sempre di rispondere personalmente a tutti e questo fa sì che le persone mi riconoscano nella ragazza della porta accanto. Per me è importantissimo. Ricevo moltissimi sms di complimenti sulla mia semplicità, ironia e sull’impegno che metto nel cercare di essere un’ottima mamma. Questo mi rende orgogliosa. Avere una fisicità come la mia può essere un grande ostacolo nel far emergere tutto il resto che sono. Soprattutto su una piattaforma social, dove siamo tutti vittime dell’apparenza e dell’apparire».

Cosa non deve mancare in un tuo outfit?
R:« In ogni mio outfit quello che mai deve mancare è il sorriso. Sta bene su tutto. Puoi conquistarci il mondo e sconfiggere qualsiasi "nemico”».

Roberta, in quali progetti ti vedremo impegnata nell’immediato futuro?
R:« Mi vedrete ovviamente ancora a IL PROCESSO DEI TIFOSI - in onda ogni venerdì h21:30 su Teleroma56 - e continuerò anche su RadioItaliaAnni60Roma - FM100.5 - con GLI INASCOLTABILI contenitore ideato da Nicola Caprera. Nel 2019 saranno in uscita 2 film. Il primo APPLAUSI sulla storia drammatica di Elisa Claps dove ho avuto l’onore di lavorare con artisti del calibro di Beppe Servillo, Cristina Donadio, Lino Musella e Achille Lauro, diretta da Paolo Sassanelli e Angelo Calculli. Il secondo invece è un lungometraggio comico dal titolo COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI. Una delle esperienze più divertenti che io abbia mai avuto accanto al duo PINO&GLIANTICORPI (duo composto dai fratelli Michele e Stefano Manca), diretta da Igor Biddau. Da sempre, poi, sono una grande appassionata di moda e finalmente sono pronta con una mia linea di costumi. Ho inoltre aperto una collaborazione con HEROE’S, marchio in forte ascesa di abbigliamento sportivo per padel e beach tennis. Sono entusiasta! Un’altra grande novità che bolle in pentola è un nuovo programma di cui ancora non voglio e posso parlare, dove il calcio sarà comunque protagonista. Insomma, il mio 2019 si prospetta molto impegnativo ed interessante. Sarà un anno di vera e propria crescita professionale. Fatemi un sincero in bocca al lupo!».

SOCIAL: 
https://www.instagram.com/robertapedrelli/

Serie B: Brescia sfida Crotone, Pescara affronta Padova

di FRANCESCO LOIACONO - Nella sesta giornata di ritorno di serie B il Brescia sfiderà in Lombardia il Crotone. La squadra di Corini dovrà vincere per confermarsi al primo posto. Il Pescara affronterà allo stadio “Adriatico” il Padova, ultimo a 18 punti. 

Gli abruzzesi dopo il successo 2-0 a Crotone, cercheranno di ottenere di nuovo i tre punti per avvicinarsi al secondo posto occupato dal Palermo, che riposerà. Il Verona dovrà vedersela in casa con la Salernitana. I veneti devono imporsi per dimostrare che il 2-1 ottenuto a La Spezia, ha segnato una svolta positiva nel loro campionato. 

I campani non possono permettersi un passo falso per sperare di entrare in zona play off. Il Perugia che ha ritrovato fiducia con l’1-0 a Carpi, è determinato a superare in Umbria il Cosenza per migliorare l’ottavo posizione in classifica. L’Ascoli vuole fare dimenticare ai suoi tifosi il ko interno subito con la Salernitana. Ma avrà un match abbastanza difficile a Cremona. 

Lo Spezia giocherà a Carpi con l’obiettivo di centrare la vittoria per restare settimo. Trasferta insidiosa per il Venezia allenato da Walter Zenga a Livorno. I toscani saranno decisi a sconfiggere gli avversari nella corsa verso la salvezza.

L'Atletico travolge la Juventus. Lazio fuori dall'Europa League

(ANSA)
di ANTONIO GAZZILLO - Nell'andata degli ottavi di finale di Champions League, la Juventus è stata sconfitta per 2 a 0 dall'Atletico Madrid. Allo stadio Wanda Metropolitano di Madrid, gli uomini di Simeone hanno travolto i bianconeri, davvero poco pericolosi nel corso di tutti i novanta minuti. 

Dopo un gol annullato a Morata dal Var, l'Atletico ha trovato la rete al 78' con Gimenez, abile a battere Szczesny in scivolata sugli sviluppi di un corner. Il raddoppio è arrivato all'83' con Godin che ha ribadito in rete un suo colpo di testa ribattuto dalla difesa avversaria. 

In Europa League, invece, dopo la sconfitta subita in casa contro il Siviglia, la Lazio è stata eliminata dalla competizione. I biancocelesti hanno perso per 2 a 0 in Spagna. I gol sono stati siglati da Ben Yadder al 20' e Sarabia al 78'.

F1, test Montmeló: Toro Rosso al top, Kvyat stampa il miglior tempo nel day 3

(Credits: Toro Rosso)

di PIERO LADISA – La terza giornata di test pre-stagionali si è chiusa nel segno della Toro Rosso. La scuderia faentina ha infatti ottenuto la migliore prestazione con Daniil Kvyat che, sfruttando la gomma tenera C5 poco prima della bandiera a scacchi, si è issato in cima alla classifica realizzando il best lap in 1’17”704. 

Kvyat e Kimi Raikkonen (2°) sono stati gli unici piloti a scendere sotto il muro dell’1’18”. Il finlandese dell’Alfa Romeo Racing, che ha detenuto la migliore prestazione per diverse ore prima di essere beffato dal russo per soli 58 millesimi, ha ottenuto la palma di stacanovista di giornata in virtù dei 138 giri totali percorsi. A completare il podio dei tempi figura la Renault di Daniel Ricciardo, con l’australiano che ha scalato la classifica utilizzando la mescola C4. 

Classifica tempi day 3 (Credits: Formula 1)
Quarto tempo per la Ferrari di Sebastian Vettel, che ha concluso il programma di lavoro in anticipo rispetto alla fine della sessione. Il tedesco a bordo della sua SF90 numero 5 ha macinato anche oggi chilometri su chilometri chiudendo a quota 134 giri, terzo nella speciale classifica delle tornate percorse dietro Raikkonen e Kvyat (134). Alle spalle di Vettel si è piazzata la Red Bull-Honda di Max Verstappen, protagonista di un’ottima simulazione sul passo gara con le “gialle”, con la power unit giapponese che come visto con Toro Rosso continua a dare ottimi riscontri in termini di affidabilità. 

Mercedes ha invece continuato a lavorare sulla distanza e non sulla prestazione assoluta, come dimostrano i tempi di Valtteri Bottas (11°) e di Lewis Hamilton (12°) con il campione del mondo in carica che nel pomeriggio ha toccato quota 94 giri. 

Session tribolata per la Haas di Romain Grosjean (7°), che nel pomeriggio ha causato in due occasioni la momentanea sospensione delle prove. La prima avvenuta nelle primissime battute subito dopo la pausa pranzo, dovuta a un problema riscontrato a una bobina di accensione; ancora sconosciute le cause della seconda 'red flag' avvenuta a qualche minuto dalla conclusione di giornata. Il francese ha preceduto l'altra VF19, guidata al mattino da Pietro Fittipaldi. 

Si è finalmente vista in pista la Williams dopo il forfait delle prime due giornate. A percorrere nel pomeriggio i primi chilometri con la FW42 è stato il giovane talento britannico George Russell (13°).


Intervento al cuore per Khedira

(getty)
di PIERO CHIMENTI - Sami Khedira, poco prima del viaggio con i compagni della Juventus verso Madrid, si è sentito male perché il suo cuore si è messo a battere in modo irregolare. Da qui la decisione di rimanere a Torino per sottoporsi all'intervento chirurgico di "ablazione", per evitare così la creazione di nuovi circuiti elettrici che provocano la fibrillazione cardiaca. I tempi di recupero sono di circa un mese. Tra le fila bianconere, anche a Linchtsteiner, nel 2015, fu riscontrato un problema simile.

A reti bianche le sfide di Champions

(credits: Fc Barcelona)
di PIERO CHIMENTI - Finiscono 0-0 le sfide d'andata degli ottavi di finale di Champions tra Lione-Barcellona e Liverpool-Bayern. Il Barca pressa, cercando spesso le conclusioni, ma il portiere Lopes dice di no in più occasioni, soprattutto nei minuti di gara, in cui la pressione è maggiore. Il Lione però non disdegna di offendere nelle ripartenze e mette i brividi con Depay e Dembele, con Ter Stegen pronto a sventare le minacce. Sono emozioni all'Anfield Road, con l'occasione migliore per sbloccare il match che capita nella ripresa sulla testa di Manè, che trova la pronta risposta di Neuer che salva il risultato.

Europa League: Lazio Napoli e Inter cercano la qualificazione agli ottavi di finale

di FRANCESCO LOIACONO - Tre squadre italiane scenderanno in campo tra oggi e domani per le partite di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League. Oggi alle 18,00 la Lazio giocherà a Siviglia in Spagna. La squadra di Simone Inzaghi dopo la sconfitta 1-0 all’Olimpico nell’andata deve vincere con due gol di vantaggio per qualificarsi agli ottavi di finale. I biancocelesti saranno rimaneggiati. Assenti Luis Alberto,Luiz Felipe e Berisha infortunati. A centrocampo recuperati Milinkovic e Parolo. Esterno Lulic. In attacco Immobile e Correa. 

Domani alle 18,55 il Napoli affronterà in casa gli svizzeri dello Zurigo. Nell’andata vinsero i partenopei 3-1. La squadra di Ancelotti ha la strada in discesa per il passaggio del turno. Sulle fasce Diawara e Fabian Ruiz. Trequartista Verdi. Le punte saranno Mertens e Milik. 

Alle 21 l’Inter sfiderà allo stadio “Meazza” gli austriaci del Rapid Vienna. Nell’andata ebbe la meglio la squadra di Spalletti 1-0. I nerazzurri hanno notevoli possinbilità di andare avanti in questa competizione. Non disponibili Brozovic e Skriniar squalificati e Icardi per problemi ad un ginocchio. Borja Valero e Nainggolan dovranno supportare il centrocampo. Politano mezzala. Candreva imposterà il gioco. In avanti Perisic e Lautaro Martinez.

Tennis, classifica ATP: Fognini n.16, Berrettini 48mo

di FRANCESCO LOIACONO - Nella classifica ATP di tennis maschile tra gli italiani Fabio Fognini è sedicesimo, Matteo Berrettini scende dal quarantaseiesimo al quarantottesimo posto. In calo Andreas Seppi numero 52, era al quarantesimo posto. Thomas Fabbiano è ottantassettesimo. Scalano posizioni Lorenzo Sonego, da numero 109 ora è 103 al mondo e Paolo Lorenzi, arrivato ai quarti di finale al torneo di New York, sale da 111 a 105. 

Dal 18 al 24 novembre l’Italia, dopo il successo in India nelle qualificazioni, dovrà affrontare a Madrid nel gruppo F delle fasi finali di Coppa Davis gli Stati Uniti d’America e il Canada. Nella classifica WTA tra le donne si conferma ventottesima Camila Giorgi. Perde due posizioni Sara Errani, rientrata nella nazionale italiana a Biel contro la Svizzera in Federation Cup dopo la squalifica per doping, da 123 a 125. Martina Trevisan scende da numero 165 a 166 al mondo.

La cagnolina Nala piange Emiliano Sala

di PIERO CHIMENTI - Ha fatto il giro del web, commuovendo il mondo, l'immagine della cagnolina Nala che aspettava Emiliano sala davanti alla sua finestra. La cagnolina, che era stata adottata da calciatore argentino nel 2015, doveva raggiungere il calciatore a Cardiff se l'aereo non l'avesse tradito lo scorso 22 gennaio. Nala ha partecipato anche al funerale a Progreso, rimanendo in silenzio davanti alla chiesa per un ultimo saluto, prima di provare a ricominciare una nuova vita felice con la sorella del calciatore tragicamente scomparso.

F1, test Montmeló: Ferrari ancora sugli scudi, Leclerc il più rapido nel day 2


(Credits: Formula 1)
di PIERO LADISA – Si è di tinta di rosso anche la seconda giornata di test pre-stagionali in corso di svolgimento sulla pista del Montmeló. A svettare infatti quest’oggi è stata la Ferrari di Charles Leclerc. 

Il monegasco, che ha preso il posto di Sebastian Vettel, domani nuovamente alla guida della SF90, ha realizzato la migliore prestazione in 1’18”247 (best lap ottenuto al mattino, ndr). Crono leggermente più lento - meno di un decimo - di quello stampato ieri dal compagno di squadra con la stessa gomma: la C3. 

Anche oggi la Rossa si è messa in luce per la consistenza dei giri percorsi (157), che è valsa a Leclerc la palma di stacanovista. A completare il podio dei tempi figurano la McLaren di Lando Norris (il giovane britannico ha scalato la classifica nel finale, montando gomme a mescola supermorbida. ndr) e la Haas di Kevin Magnussen. Il danese sul finire della sessione, a causa di un problema al sedile, è stato sostituto da Pietro Fittipaldi. 

Tra le note positive della giornata figura Antonio Giovinazzi. Il pilota di Martina Franca (101 giri) ha siglato la sua migliore prestazione in 1’19”312 che gli è valsa il quinto tempo finale, beffato per soli 11 millesimi dalla Toro Rosso del debuttante Alexander Albon che ha percorso la bellezza di 132 tornate. 

Classifica day 2 (Credits: Formula 1)

La Mercedes ha lavorato anche oggi sulla distanza staccando il sesto tempo con Valtteri Bottas (6°) e il decimo con il campione del mondo in carica Lewis Hamilton (10°), in pista al mattino. Ha continuato a macinare chilometri anche la Red Bull-Honda, percorrendo 92 giri con Pierre Gasly. Nel pomeriggio il francese è finito nella ghiaia, toccando col posteriore della sua RB15 le barriere esterne di curva 12 e causando la seconda interruzione di giornata (la prima bandiera rossa porta la firma di Albon). 

Mattinata tribolata invece per Daniel Ricciardo (9°), rallentato dalla rottura dell’elemento superiore dell'ala posteriore della sua Renault. Il pezzo in questione si è staccato dalla R.S.19 numero 3 in pieno rettilineo costringendo l'australiano a un testacoda – per fortuna senza conseguenze – a curva 1. 

Capitolo Williams. Il team di Grove, assente anche oggi e in evidente ritardo tecnico sulla nuova monoposto, dovrebbe scendere in pista solamente nel pomeriggio di domani.

Serie B: il Brescia pareggia, vincono Benevento e Verona

(credits: Brescia Calcio)
di FRANCESCO LOIACONO - Nella quinta giornata di ritorno di serie B il Brescia pareggia 1-1 a Palermo al 92’, e si conferma primo con 43 punti. Il Benevento supera 1-0 allo stadio “Vigorito” il Cittadella ed è terzo a quota 39. Il Verona in rimonta si impone 2-1 a La Spezia, e il tecnico Fabio Grosso salva la propria panchina. Per i veneti quarto successo in trasferta. Il Perugia espugna 1-0 il “Cabassi” di Carpi ed entra in zona play off. 

La Salernitana vince 4-2 ad Ascoli e si avvicina all’ ottavo posto in classifica. Tra i campani primo gol per l’attaccante Calaiò, acquistato dal Parma. Il Cosenza batte 2-0 in Calabria la Cremonese ed aumenta a 6 punti il vantaggio sulla zona play out, nella corsa verso la salvezza. Il Crotone perde 2-0 in casa col Pescara. Per gli abruzzesi prima vittoria del 2019. Il Venezia ha riposato come previsto dal calendario.

Pallavolo: il Bcc Castellana perde 3-0 a Perugia

di FRANCESCO LOIACONO - Nella ventunesima giornata di A/1 di pallavolo maschile il Bcc Castellana ha perso 3-0 a Perugia. Primo set, in evidenza con i bagher Zingel tra i pugliesi. Ma Atanasijevic ha effettuato forti schiacciate negli umbri. Perugia ha avuto la meglio 25-22. Secondo set, Wlodarczyk ha dato il suo contributo con gli aces nel Bcc. Però Podrascanin con i muri ha fatto la differenza in positivo tra gli avversari. Perugia si è imposto di nuovo per 25-23. 

Terzo set, Mirzajanpour e Scopelliti fondamentali in fase difensiva nella squadra allenata da Vincenzo Di Pinto. Hoag e Lanza infallibili con i colpi in diagonale nella compagine sulla cui panchina c’è Bernardi. Perugia ha vinto 25-20 questo set e 3-0 tutta la partita. Netta sconfitta per il Bcc Castellana, la ventunesima consecutiva. E’ ultima in classifica da sola con 6 punti. Nel prossimo turno giocherà in casa col Latina. I laziali hanno perso 3-2 nel loro palazzetto dello sport contro il Ravenna.

Serie A, Roma-Bologna 2-1: Di Francesco respira, -1 dal quarto posto

di STELLA DIBENEDETTO - Dopo la bella vittoria in Champions League contro il Porto, la Roma trova la vittoria anche nel posticipo della 24a giornata di serie A. Allo stadio Olimpico, gli uomini di Eusebio Di Francesco battono 2-1 il Bologna grazie ad un calcio di rigore trasformato da Kolarov e alla rete di Fazio. Di Sansone la rete dei rossoblu. Il primo tempo è di stampo bolognese. Sui piedi degli uomini di Mihajlovic capitano le migliori occasioni, soprattutto su quelli di Soriano che ha più volte la possibilità di fare male ai giallorossi. Clamorosa la traversa colpita nel minuto di recupero, pochi istanti prima dell'intervallo quando Soriano si ritrova solo davanti a Olsen. Poco prima, lo stesso Soriano non è riuscito a finalizzare un be contropiede del Bologna. La Roma si imita a gestire le incursioni degli avversari risutando decisamente meno pungente.

Nella ripresa, la prima occasione capita al Bologna con un contropiede che non viene finalizzato. A '53 è la Roma ad avere la sua occasione con Florenzi che tenta un cross verso Dzeko, ma il centrocampista è poco preciso e il bosniaco non riesce a colpire. Passa un minuto e i giallorossi ottengono un calcio di rigore con Helander che stende El Shaarawy: sul dischetto va Kolarov che non sbaglia portando in vantaggio i suoi. Cinque minuti dopo, l'eroe di Champions, Zaniolo, ha l'occasione per il raddoppio provando un colpo ravvicinato, ma Skorupski non si fa sorprendere e si oppone. Il 2-0 al 73' con Fazio che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, calcia al volo. Il Bologna, però, non si arrende e accorcia le distanze all'84' con Sansone che segna il primo gol con la nuoa maglia. Gli uomini di Mihajlovic provano a trovare la rete del pareggio, ma il triplice fischio assegna la vittoria ai giallorossi.

La Roma conquista così tre uomini importanti portandosi a -1 dal quarto posto occupato dal Milan facendo tirare un sospiro di sollievo a Di Francesco. Il Bologna, invece, resta terz'ultimo e deve correre ai riparti per il proseguo del campionato. 

F1, Test Montmeló: Vettel il più veloce nel day 1

(Credits: Formula 1)

di PIERO LADISA –
Si è aperta nel segno della Ferrari e di Sebastian Vettel la prima quattro giorni di test pre-stagionali 2019 sulla pista catalana del Montmeló. Il tedesco ha infatti realizzato la migliore prestazione in 1’18”161 (2” meglio del best lap siglato da Ricciardo nel day 1 dello scorso anno, ndr), fatta segnare al mattino con gomma gialla. 

È partita dunque nel migliore dei modi la stagione della Ferrari, che non ha accusato alcun rallentamento al proprio programma odierno di lavoro, centrando con Vettel anche la palma di stacanovista di giornata in virtù dei 169 percorsi percorsi dalla SF90 numero 5. 

Completano il podio dei tempi la McLaren di Carlos Sainz e la Haas di Romain Grosjean, con lo spagnolo che ha centrato il secondo tempo a poco meno di quattro decimi dalla prestazione di Vette utilizzando gomma rossa. 

Classifica day 1 test Montmeló (credits: Formula 1)
Quarto tempo per Red Bull di Max Verstappen. Attesa dalla prima uscita ufficiale con power unit Honda, la scuderia anglo-austriaca ha macinato chilometri su chilometri (con 128 giri Verstappen è stato il pilota che ha percorso più tornate dopo Vettel) non accusando il benché minimo problema. Segno che la strada intrapresa dal motorista giapponese, dopo gli anni di rodaggio con McLaren e Toro Rosso, sembra essere quella giusta. 

A ridosso della Top 4 c’è l’Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen, che domani cederà il volante della C38 al pugliese Antonio Giovinazzi. Il finlandese ex Ferrari, che ha iniziato in salita la sua avventura con la scuderia di Hinwil, insabbiandosi questa mattina a curva 5 e causando così la prima bandiera rossa della giornata, ha preceduto la Toro Rosso di Daniil Kvyat (6°) e la Racing Point di Sergio Perez (7°). 

Ottavo e nono tempo per le Mercedes di Valtteri Bottas e del campione in carica Lewis Hamilton, che hanno preceduto le Renault di Nico Hulkenberg e di Daniel Ricciardo. 

Non ha preso parte alla sessione odierna la Williams, che diserterà anche i test di domani. Il glorioso team britannico è in evidente ritardo tecnico sulla nuova monoposto e dovrebbe scendere per la prima volta in pista, in questo 2019, nella giornata di mercoledì.

Il Bari da trasferta sarà decisivo per la C?

(credits: Ssc Bari)
di NICOLA ZUCCARO -  Cinismo e concretezza. Due tratti distintivi del nuovo Bari in formato trasferta, che riconquista a Locri quella vittoria esterna mancante da un mese e mezzo dall'ultimo successo lontano dal San Nicola, risalente al 13 gennaio e culminato con il 2-1 rifilato alla Sancataldese. I tratti caratteristici precedentemente menzionati ed emersi nella ripresa, dopo un primo tempo nel corso del quale i biancorossi hanno subìto l'iniziativa dei padroni di casa, saranno decisivi per accelerare la fuga verso la Serie C?

La risposta a questa domanda, tutt'altro che banale, perverrà ancora una volta dal campo. Prima della sosta del 10 marzo, il Bari ospiterà domenica 24 febbraio l'Acireale (la compagine siciliana  vincente per 2-0 sulla Cittanovese insegue la Turris ferma al secondo posto con 11 punti distacco dal biancorossi) e, a seguire, farà visita il 3 marzo al Città di Messina. Due confronti decisivi e che per i 6 punti disponibili consentirebbero al Bari, il 17 marzo al San Nicola contro il Castrovillari, di poter staccare in largo anticipo il biglietto per la Serie C.

Basket: Cremona vince la finale 83-74 con l’Happy Casa e si aggiudica la Coppa Italia


di FRANCESCO LOIACONO - Nella finale di Coppa Italia di basket maschile a Firenze Cremona ha vinto 83-74 contro l’Happy Casa Brindisi e si è aggiudicato il trofeo. Primo quarto, Mathiang 4-2 per i lombardi. Diener ha allungato 10-6. Brown ha impattato per i pugliesi, 10-10. Moraschini ha ribaltato per la squadra di Frank Vitucci, 13-12. Brown, 16-14. Ma Cremona con una “bomba” da tre punti di Crawford ha avuto la meglio 23-18 in questa fase di gara. Secondo quarto, Saunders 28-25 per la squadra di Sacchetti. Ruzzier con una tripla, 34-25. Banks ha tenuto in partita l’Happy Casa Brindisi, però 37-30 per gli avversari. Aldridge, 43-32. Cremona si è imposto di nuovo 45-37.

Terzo quarto, Mathiang 49-44 per i lombardi. Stojanovic ha aumentato il vantaggio sul 55-42. Ricci, Cremona ha trionfato 62-51. Quarto quarto, Saunders, 69-57 per il roster di Meo Sacchetti. Mathiang infallibile sotto canestro, 74-59. Gaffney ha permesso a Brindisi di restare nell’incontro. Aldridge, 82-70. Cremona ha vinto questo quarto, 83-74 tutta la partita e per la prima volta nella sua storia la Coppa Italia. Sconfitta immeritata per l’Happy Casa Brindisi che ha disputato però certamente una buona partita ed è andata davvero molto vicina al successo finale.

Tennis, Cecchinato vince a Buenos Aires: è diciassettesimo nella classifica Atp


di FRANCESCO LOIACONO - A Buenos Aires in Argentina Marco Cecchinato ha vinto il torneo di tennis maschile battendo in finale in due set, 6-1 6-2 l’argentino Schwartzman. In semifinale aveva sconfitto 6-4 6-2 l’argentino Pella.

Nei quarti di finale aveva avuto la meglio 7-6 6-4 sullo spagnolo Cerballes Baena e negli ottavi di finale sul cileno Garin 7-6 6-4. Cecchinato è il numero 17 al mondo nella classifica ATP. Fabio Fognini è stato eliminato al primo turno 4-6 6-4 7-5 dallo spagnolo Munar. Lorenzo Sonego ha perso al secondo turno con lo spagnolo Cerballes Baena 7-5 6-1.

A New York in America Paolo Lorenzi ha perso nei quarti di finale 6-7 7-6 7-5 dal canadese Schnur. Negli ottavi aveva superato 4-6 6-4 6-4 l’americano Harrison. A Rotterdam in Olanda Andreas Seppi è stato eliminato al secondo turno 4-6 6-1 6-3 dal francese Monfils. Il pugliese nato a Grottaglie in provincia di Taranto Thomas Fabbiano è stato battuto nel primo turno 6-1 6-4 dal francese Tsonga.

Serie A, Napoli-Torino 0-0: gli azzurri non vincono più, solo un pareggio per Ancelotti

(credits: Ssc Napoli)
di STELLA DIBENEDETTO - Nel posticipo della 24a giornata di Serie A, il Napoli ospita il Torino al San Paolo portando a casa solo un pareggio a reti bianche. Sfida affascinante per la presenza sulla panchina granata dell'ex Walter Mazzarri. Il Napoli parte subito forte rendendosi pericolo dopo appena otto minuti con Callejon che non riesce a sfruttare totalmente una palla filtrante di Insigne. Il Napoli, però, non sta a guardare e crea problemi alla difesa napoletana con un atteggiamento aggressivo e coraggioso. Al 16' è il Napoli ad andare vicino al gol con Milik e dopo due minuti ci prova anche Insigne ma il risultato non cambia. Milik ha sui piedi anche la terza occasione per portare in vantaggio i suoi, ma Sirigu manda la palla in calcio d'angolo. Nel proseguo del match sono ancora Insigne e Milik a sfiorare il gol, ma il primo tempo finisce sullo 0-0.

La ripresa si apre come era terminato il primo tempo con il Napoli che prova in tutti i modi a trovare il gol per portare a casa i tre punti della vittoria. Fabian Ruiz si rende pericoloso, ma Sirigu è bravo a farsi trovare pronto e a deviare in calcio d'angolo. Al '60 ci prova ancora Insigne cercando d'innescare Callejon sul palo lontando, ma Nkoulou fa buona guardia e allontana il pericolo. Al 62' arriva la vera occasione per gli uomini di Ancelotti con un fantastico contropiede con Milik che tira forte dai 20 metri, ma centrale: Sirigu respinge. Al 68' è ancora il polacco ad avere una doppia occasione prima con una girata al volo di mancino e poi con un destro che non trova lo specchio della porta. Con il match ancora sullo 0-0, Ancelotti prova a dare la scossa inserendo Mertens e Verdi.

Nonostante la porta del Torino sia un muro difficile da abbattere, il Napoli ci prova ancora. All'87' è Koulibaly a sfiorare il gol mentre un minuto dopo è Belotti che prova a piazzare il colpo, ma senza successo. Al '90 è il Torino ad avere la grande chance per portare a casa la vittoria: Ola Aina si ritrova due contro uno sulla trequarti, ma sbaglia tutto cercando di saltare Allan che lo ferma invece che servire Belotti. Il termina con un pareggio a reti bianche con il Napoli che scivola a -13 dalla Juventus e il Torino che aggancia la Fiorentina a quota 35 punti.

Serie B: il Lecce vince 3-2 in casa col Livorno


di FRANCESCO LOIACONO - Nella quinta giornata di ritorno di serie B il Lecce ha vinto 3-2 in casa contro il Livorno. Nel primo tempo al 31’ in vantaggio i toscani con Bogdan, tiro da fuori area. Al 37’ ha raddoppiato Diamanti di destro su passaggio di Giannetti. Nel secondo tempo al 16’ i salentini hanno accorciato le distanze con La Mantia di testa su cross di Arrigoni. Al 35’ ha pareggiato Arrigoni, tiro di sinistro. Al 92’ il gol decisivo per la squadra di Liverani realizzato da La Mantia, conclusione in scivolata di destro. Il Livorno è rimasto in nove. Espulsi nella ripresa al 17’ Fazzi per un duro fallo su Falco e al 95’ Diamanti per avere colpito da dietro con un calcio Arrigoni. Successo in rimonta, prova di carattere per il Lecce. E’ quarto in classifica con 38 punti. Sabato 23 febbraio giocherà alle 15 a Cittadella. I veneti hanno perso 1-0 a Benevento.

Serie D: il Bari vince 3-0 a Locri

(credits: Ssc Bari)
di FRANCESCO LOIACONO - Nella settima giornata di ritorno del girone I di serie D il Bari ha vinto 3-0 a Locri. Nel secondo tempo la squadra di Cornacchini è passata in vantaggio con Di Cesare, tiro da pochi metri. Ha raddoppiato al 27’ Simeri con un tiro al volo in diagonale su passaggio di Neglia. Al 31’ il terzo gol dei pugliesi realizzato da Floriano, tocco rasoterra di destro su assist di Piovanello. Undicesima rete per l’attaccante dei biancorossi Floriano.

Successo importante per il Bari. E’ primo con 58 punti,+11 sulla Turris che ha pareggiato 0-0 in casa col Marsala. Domenica 24 febbraio il Bari giocherà allo stadio “San Nicola” con l’Acireale. I siciliani hanno vinto 2-0 in casa con la Cittanovese.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia