Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Sport. Mostra tutti i post

Champions, la Roma risorge: 3-0 al Cska Mosca

di STELLA DIBENEDETTO - Dopo la sconfitta in campionato contro la Spal. la Roma di Eusebio Di Francesco risorge e ritrova nuovamente la vittoria battendo 3-0 il Cska Mosca grazie ad una straordinaria doppietta di Edin Dzeko e alla rete di Under. Una vittoria importante per i giallorossi che vantano sei punti in classifica, esattamente come il Real Madrid.

La squadra vista allo stadio Olimpico è quella che i tifosi della Roma vorrebbero sempre vedere: cinica, cattiva, affamata di vittoria e con un bel gioco. Tante le novità rispetto alle precedenti uscite. Con Pastore e Perotti ai box, Kolarov inizialmente in panchina e Kluivert fuori, Di Francesco si affida ad El Shaarawy in attacco, Manolas al centro della difesa e Santon sulla sinista. A centrocamo, invece, torna De Rossi. L'inizio della gara è tutto dei russi. La Roma, dopo un po' di attesa, comincia a prendere in mano le redini del gioco. Il gol del vantaggio giallorosso arriva alla mezz'ora con Dzeko che, in Champions, ritrova se stesso. Al 43', infatti, è ancora il bosniaco a far esplodere l'Olimpico segnado il 2-0. La ripresa si apre con la Roma ancora in rampa di lancio. A sfiorare il gol è Florenzi. la rete del 3-0 definitivo, però arriva al 50' con Under.

Al termine del match, sorride Di Francesco che in Champions ritrova la sua Roma. "C’è sempre qualcosa da migliorare perché questa squadra non ha mai avuto continuità e a volte le certezze vengono con i risultati. C’è da migliorare, da lavorare tanto", ha detto a Sky. Su Dzeko: "E' straordinario quando è in giornata, ma se avesse fatto gol con la Spal sarebbe stato meglio. Ho la sensazione che gli piaccia di giocare di più la sera, un bello di notte".

Champions: la Juventus sbanca l'Old Trafford

(credits: Juventus Fc)
di ANTONIO GAZZILLO - Nella terza giornata di Champions League la Juventus ha ottenuto una vittoria fondamentale sul campo del Manchester United, con la quale pone una seria ipoteca sulla qualificazione grazie anche al pareggio tra Valencia e Young Boys.

I bianconeri hanno dimostrato ancora una volta la loro superiorità non riuscendo però a finalizzare le varie occasioni da gol create.

Il match, infatti, è terminato sullo 0 a 1 grazie ad una rete di Dybala, al quarto centro in Champions League. Al 17' il giocatore argentino ha battuto De Gea sfruttando un rimpallo in area di rigore.

Gli uomini di Allegri saranno nuovamente impegnati sabato nella trasferta al Tardini di Empoli.

Cr7 tranquillo sul caso Mayorga: "Io esempio dentro e fuori dal campo"

(Getty)
di PIERO CHIMENTI - A poche ore dal match di Champions League contro il Manchester United, Cristiano Ronaldo in conferenza stampa è apparso tranquillo sul caso extra calcistico che lo coinvolge sulle presunte accuse di violenza presentate dalla modella Mayorga. Il campione portoghese ha dichiarato di essere un esempio dentro e fuori dal campo rimarcando così ancora una volta l'estraneità alle accuse che provengono da Los Angeles.

Canottaggio: il Cus Bari trionfa nel Golfo di Napoli

BARI - L’equipaggio femminile del CUS Bari, nelle acque del lungomare di Napoli ha vinto l’oro nella tradizionale e ambita Coppa Lysistrata 2018 confermando il felicissimo momento della sezione canottaggio dopo numerosi titoli e medaglie già conquistate quest’anno.

Un’importante argento  invece per l'equipaggio master misto con gli atleti della ProMonopoli, e il 5º posto per l'equipaggio Lysistrata nella gara più competitiva, che lascia dietro ben 6 equipaggi.

L’equipaggio femminile biancorosso, composto quasi totalmente da universitarie, ha tagliato per primo il traguardo, mettendo tutti in riga, nella storica manifestazione, la seconda remiera più antica d’Europa (la prima in Italia), che mette in palio la Coppa d’argento donata dal magnate dell'editoria newyorkese, Gordon Bennet jr, al Circolo del Remo e della Vela Italia in segno di gratitudine per l’accoglienza ricevuta dopo aver soggiornato a Napoli con il suo piroscafo, il Lysistrata appunto.

La sezione dei canottieri del CUS Bari si è presentata con ben 3 equipaggi da 8 nelle storiche imbarcazioni a jole.

Basket: l’Happy Casa Brindisi perde 90-84 in casa contro Sassari

di FRANCESCO LOIACONO - Nella terza giornata di andata di A/1 di basket maschile l’Happy Casa Brindisi ha perso 90-84 in casa contro Sassari. Primo quarto, Petteway infallibile con le schiacciate, 21-10 per i sardi. Banks efficacissimo con le triple. Ma Sassari si è imposto 22-17 in questa fase di gara.

Secondo quarto, Rush sotto le plance molto preciso, 26-24 Brindisi. Però Sassari con Bamforth ha ribaltato 31-29. Petteway ha fatto la differenza in positivo per gli avversari,37-33. Cooley notevole con le “bombe” da tre punti per la squadra sarda allenata da Esposito, 42-40 Sassari. Petteway imprendibile, i sardi hanno vinto 47-40 anche stavolta.

Terzo quarto, Clark ha permesso alla squadra di Frank Vitucci di restare in partita. Rashawn ha portato Sassari sul 60-49. Polonara ha dato il suo contributo con degli importanti sottomano per i sardi che hanno trionfato 64-60. Quarto quarto. Clark preciso nei tiri liberi. Brown efficace dalla lunga distanza. Moraschini ha dato il suo apparto con veloci percussioni. Brindisi ha ridotto lo svantaggio a soli due punti,86-84 Sassari. Cooley ha aumentato i ritmi di gioco del roster di Esposito. I sardi hanno vinto questo quarto e l’intera partita per 90-84.

Sconfitta immeritata per l’Happy Casa Brindisi. I pugliesi sono terzultimi in classifica con 2 punti. Nel prossimo turno giocheranno a Pistoia. I toscani sono stati sconfitti 107-83 a Milano.

Prima categoria: Manfredonia agrodolce per Ideale Bari e Sly United

di NICOLA ZUCCARO - Due facce di quella stessa medaglia costituita dal calcio sipontino sorridono per metà alle compagini baresi inserite nel Girone A del Campionato di Prima Categoria 2018-2019. Nella domenica del doppio confronto, la nota negativa giunge da Manfredonia, dove la rete della bandiera siglata da Danilo Rinaldi giunge troppo tardi per ristabilire la parità sul 2-1 ottenuto dalla locale compagine del Football Club. La sconfitta subìta in terra sipontina dovrà essere rapidamente metabolizzata per la prossima sfida che vedrà l'Ideale Bari impegnata fra le mura amiche del Lovero di Palese contro la Nuova Daunia Foggia 1949. Un confronto che però non nasce sotto i migliori auspici per i biancorossi, alla luce del 2-0 interno subito dalla Virtus Andria. A sorridere è la Sly United che al Comunale di Bari-San Pio sconfigge con un netto 3-1 il Manfredonia Calcio nella gara di cartello della quinta giornata. Un successo che non consegna alla Sly la vetta solitaria della graduatoria per il contestuale 1-0 casalingo con cui il Canosa ha sconfitto il Borgorosso Molfetta.

Gabriele Gravina, dopo Matarrese un altro pugliese n.1 della Figc

di NICOLA ZUCCARO - Gabriele Gravina sarà il secondo pugliese ad essere eletto nella giornata di lunedì 22 ottobre quale presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio. Candidato unico dopo il periodo del commissariamento, è nato Castellaneta, in provincia di Taranto, il 5 ottobre 1953. Già Presidente della Lega Pro, Gravina è il secondo pugliese che governerà il calcio italiano. Prima di lui, nel governarlo, fu Antonio Matarrese (nato ad Andria 4 luglio 1940) dal 1987 al 1996.

Grottaglie Città europea dello sport 2020, Emiliano: "Sosterremo questo grande evento"


GROTTAGLIE (TA) - “Giocare da soli è il modo migliore per perdere prima di cominciare. Il gioco di squadra ha portato invece Grottaglie a essere la prossima città europea dello Sport per il 2020. Siamo pronti a sostenere questo evento in ogni modo possibile” lo ha detto il presidente della regione Puglia Michele Emiliano intervenendo oggi a Grottaglie nell’ex Convento dei Cappuccini alla conferenza stampa per la nomina a Città Europea dello Sport 2020.

“Noi avevamo già da tempo indicato l’importanza di un grande evento, dell’area e della città di Taranto in modo particolare, che potesse far concludere la fase di pianificazione strategica, con tempi precisi, lavorando non in maniera indefinita, ma puntando ad obiettivi specifici. Questo percorso ha trovato l’abilità dell'Amministrazione di Grottaglie che è riuscita a ottenere il risultato. E noi siamo a pieno sostengo di questa amministrazione così come di quella di Taranto impegnata nella battaglia della candidatura per i Giochi del Mediterraneo 2025. Per dirla in termini sportivi, siamo una squadra e ce la giocheremo fino alla fine. Sono molto contento e orgoglioso di quello che l'Amministrazione di Grottaglie ha saputo fare”.

Soddisfazione anche nelle parole del sindaco di Grottaglie Ciro D’Alò: “Spirito di squadra, partecipazione sociale, impegno costante per il conseguimento di risultati: lo Sport a Grottaglie è tutto questo. Ma è anche un grande veicolo per la strutturazione di un percorso comunitario perché lo sport incanala le nostre passioni facendoci sentire parte di un progetto, di un sogno comune. Per questo l’Amministrazione comunale di Grottaglie, nell’ambito della sua programmazione, ha focalizzato l’attenzione sulla promozione e la diffusione delle discipline sportive, con particolare attenzione verso gli sport paralimpici e gli sport femminili che coniugano i valori insiti nella pratica sportiva con quelli trasversali di inclusione e uguaglianza”.

Grottaglie è stata nominata ufficialmente “Città europea dello Sport 2020” dalla Aces Europe, associazione che raggruppa le capitali e le città europee dello sport, dopo la selezione sulle sette città italiane che si erano candidate al titolo. Nella motivazione, i commissari Aces dichiarano che hanno “l'onore di insignire Grottaglie Città europea dello sport 2020. Congratulazioni per il premio – scrivono – perché la vostra città è un concreto e ottimo esempio di sport, per tutti gli strumenti di benessere, integrazione, educazione e rispetto, che rappresentano i principali obiettivi di Aces Europe”. Sono intervenuti in conferenza stampa anche il vicesindaco ed assessore allo sport del Comune di Grottaglie Vincenzo Quaranta; Angelo Giliberto, presidente CONI Puglia e Giuseppe Pinto, presidente regionale del Cip Comitato italiano paralimpico. L'iniziativa era aperta anche a tutte le associazioni sportive.

Serie B: il Lecce perde 2-1 in casa col Palermo

di FRANCESCO LOIACONO - Nel posticipo serale della domenica dell’ottava giornata di andata di serie B, il Lecce ha perso 2-1 in casa contro il Palermo. Nel primo tempo al 29’ sono passati in vantaggio i siciliani con Nestorovki, tiro dal limite dell’area su passaggio di Moreo. I salentini hanno pareggiato al 37’ con Tabanelli, tocco al volo di destro. Nel secondo tempo al 39’ la rete del successo dei rosanero realizzata da Puscas, conclusione di sinistro su assist di Trajkovski.

Nel primo tempo sullo 0-0 il Lecce insidioso. Un tiro di Mancosu è finito di poco fuori. Palombi ha provato di testa, la palla ha sfiorato il palo. Il Palermo in contropiede. Una girata di destro di Nestorovki ha visto la valida opposizione con le mani del portiere Vigorito. Sull’1-0 per i siciliani l’attaccante dei pugliesi La Mantia è stato anticipato all’ultimo momento dal portiere Brignoli.

Nella ripresa sull’1-1 il Palermo in azione di rimessa. Un colpo di testa di Nestorovki non ha inquadrato la porta. Prima sconfitta allo stadio “Via del Mare” per il Lecce. La squadra di Liverani è quarta in classifica a 12 punti. Un passo falso inaspettato per i pugliesi. Il Palermo è secondo a quota 14 insieme al Verona.

Serie A: Icardi morde come un serpente e decide il derby di Milano

di LUIGI LAGUARAGNELLA - A San Siro il derby della Madonnina è ad alta tensione. Davanti al Meazza gremito Inter-Milan è uno spettacolo sugli spalti e sul campo. Come non si vedeva da qualche tempo. L’equilibrio è durato oltre al novantesimo, quando Icardi, il vero serpente di questa Inter, di testa sblocca il risultato e porta la Milano nerazzurra alle stelle.

In realtà a lunghi tratti l’Inter ha prevalso sui cugini rossoneri che nel primo tempo si sono resi pericolo solo con qualche tiro da fuori con Calhanoglu e Suso. Gli uomini di Spalletti sono più organizzati. Brozovic a centrocampo domina e Vrsaljko sulla fascia destra efficace. A Icardi poi viene annullato un gol, poi verso la fine dei primi quarantacinque minuti anche Musacchio non può festeggiare per la rete in fuorigioco. L’Inter, inoltre, deve togliere Naingollan che esce infortunato per Borja Valero. I nerazzurri però continuano il loro pressing e i fraseggi sulle fasce. De Vrji colpisce la traversa e Icardi è bloccato da Donnarumma.

Anche nella ripresa l’Inter è più reativa. Il Milan ha il merito di difendersi bene, ma Higuain è troppo solo lì davanti, Suso gioca a fasi alterne. All’Inter manca il colpo finale con Vecino e Borja Valero. Poi allo scadere quando lo 0-0 sembrava sancire la gara, un cross perfetto di Vecino va sulla testa di Icardi che morde sempre, come un serpente, e batte Donnarumma che è titubante nell’uscita.

Il derby va all’Inter che prosegue il suo cammino di vittorie. Vincere stasera è un’iniezione di fiducia in vista del Barcellona. Il Milan di Gattuso è sembrato troppo difensivo.

F1, GP USA: trionfa Raikkonen che pone fine al digiuno di vittorie, festa rimandata per Hamilton

(Credits: ANSA/AP)
di PIERO LADISA – Cinque anni dopo l’ultimo successo in Formula Uno, Kimi Raikkonen torna sul gradino più alto del podio. Il finlandese ha infatti conquistato la vittoria nel Gran Premio degli Stati Uniti, diciottesimo appuntamento stagionale del Mondiale 2018 di Formula Uno, 113 gare dopo l’ultimo trionfo firmato con la Lotus sulla pista di Melbourne nel 2013. 

Un trionfo assolutamente meritato per Raikkonen, che al termine della stagione saluterà la Ferrari per approdare in Alfa Romeo Sauber. A completare il podio di Austin, in una basttaglia serrata al vertice che ha visto i primi tre racchiusi in poco più di due secondi, ci sono Max Verstappen (grandissima rimonta dell’olandesino che ha chiuso al secondo posto dopo essere partito 18°!) e Lewis Hamilton, unico tra i top a optare per una strategia a due soste, che rimanda così la festa iridata. 

Ordine di arrivo del GP degli USA
A ridosso della Top Three c’è la Ferrari di Sebastian Vettel, che ha avuto la meglio nel finale sulla Mercedes di Valtteri Bottas (5°). La gara del tedesco è stata condizionata da un contatto con Daniel Ricciardo (ritiratosi qualche giro dopo per problemi di affidabilità, ndr) nelle primissime fasi di gara: ad avere la peggio è stato l'alfiere della Rossa che si è girato ed è stato costretto a risalire la classifica dalla quattordicesima posizione. 

Il prossimo fine settimana si torna in pista per il Gran Premio del Messico.

Marc Marquez è campione del mondo per il terzo anno di fila

Lo spagnolo Marc Marquez, dopo il successo in Giappone, si è confermato campione del mondo della MotoGp per il terzo anno di fila. Fatale per il suo più diretto rivale, l'italiano Andrea Dovizioso, la caduta al penultimo giro mentre era secondo.

Alle spalle di Marquez si è piazzato il britannico Cal Cruchtlow (Honda), terzo Alex Rins (Suzuki), quarto Valentino Rossi (Yamaha), che ha preceduto Alvaro Bautista (Ducati), Johann Zarco (Yamaha) e Maverick Vinales (Yamaha). Sul circuito di Motegi il 25enne spagnolo della Honda si è assicurato con tre gare di anticipo il moto mondiale nella MotoGp.

Serie D: il Bari pareggia 1-1 a Marsala

di FRANCESCO LOIACONO - Nella sesta giornata di andata del campionato di serie D girone I, il Bari ha pareggiato 1-1 a Marsala. Nel primo tempo al 43’ la squadra di Cornacchini è passata in vantaggio. Il difensore Benivegna ha deviato di testa involontariamente il pallone nella propria porta, su calcio d’angolo battuto da Piovanello. Nel secondo tempo i siciliani hanno pareggiato al 13’ con Prezzabile di testa su corner calciato da Sekkoum.

Nel primo tempo sullo 0-0 i biancorossi in contropiede. Un tiro di destro di Piovanello è finito di poco a lato. Ha tentato Floriano di sinistro, la sfera è terminata alta. Il Marsala insidioso. Una conclusione di Sekkoum su punizione, ha sfiorato l’incrocio dei pali. Tripoli si è fatto notare per la velocità in area di rigore, bravo il portiere Marfella a respingere il suo tiro con le mani.

Nella ripresa sull’1-1 i siciliani sono andati vicini al successo. Candiano tutto solo davanti a Marfella, ha calciato fuori.Il Bari in azione di rimessa. Un cross di Simeri è stato neutralizzato in uscita con i pugni dal portiere Giappone. Nei biancorossi hanno giocato per la prima volta dall’inizio Nannini e Feola. Secondo pareggio consecutivo del Bari, dopo quello per 0-0 allo stadio “San Nicola” contro la Turris. I pugliesi sono primi in classifica con 14 punti. Secondo è il Locri a quota 13. I calabresi hanno vinto 3-0 in casa col Rotonda, e domenica 28 ottobre si giocherà Bari-Locri.

Crisi Real, Lopetegui aggrappato alla Champions

di PIERO CHIMENTI - Continua la crisi del Real Madrid che è stato sconfitto, per la terza volta in Liga, davanti al suo pubblico Al Bernabeu dal Levante per 1 a 2. Mentre si addensa l'ombra di Antonio Conte sulla panchina dei blancos, il presidente Florentino Pérez in un breve vertice col tecnico spagnolo gli ha confermato la fiducia fino alla prossima partita di Champions League in casa contro Viktoria Plzen.

Serie A, il Napoli non sbaglia: batte l'Udinese e si avvicina alla Juventus

di STELLA DIBENEDETTO - Il Napoli batte l'Udinese 3-0 e porta a casa tre punti importanti che permettono alla squadra di Carlo Ancelotti di portarsi a 4 punti dalla vetta. Al primo pari della Juventus capolista, gli azzurri non sbagliano e battono i friulani grazie alle reti di Fabian Ruiz, Mertens e Rog. Alla Dacia Arena, i partenopei hanno saputo gestire i diversi momenti di difficoltà non subendo gol e portando a casa una vittoria netta non solo per il risultato, ma soprattutto per la prestazione.

A sbloccare il risultato è stato Fabian Ruiz che ha battuto il portiere bianconero con un gran destro a giro. Per chiudere la partita, però, i partenopei hanno dovuto aspettare fino all'82' quando Dries Mertens ha raddoppiato. A chiudere i conti, dopo tre minuti, è stato Rog.

Soddisfatto Carlo Ancelotti che ora può pensare alla sfida di Champions League contro il Psg: "È stata una partita sofferta, ma siamo tornati a gestire bene il gioco. Ho sempre detto di avere un bel gruppo, la rotazione cerco di farla con tutti e resto sempre soddisfatto. Ciò che propongo i ragazzi cercano di seguirlo e metterlo in pratica, vedo lavorare i miei al meglio”, ha dichiarato il tecnico ai microfoni di Sky. 

Serie A, primo stop per la Juve: è solo pareggio contro il Genoa

di ANTONIO GAZZILLO - Dopo otto vittorie consecutive in altrettante gare di campionato, è il Genoa la prima squadra a bloccare la Juventus. Infatti i rossoblu, guidati dal nuovo allenatore Juric, sono riusciti ad ottenere un ottimo pareggio allo Juventus Stadium. Nel primo tempo gli uomini di Allegri hanno dominato in lungo e in largo concedendo praticamente nulla agli avversari e sono passati in vantaggio al 18' con il quinto gol in campionato di Cristiano Ronaldo. Il portoghese si è ritrovato una palla facile da spingere in rete dopo un pasticcio dell'estremo difensore avversario.

Nella ripresa è arrivato il pareggio del Genoa. Al 67' la retroguardia bianconera si è fatta sorprendere sul cross di Kouamè che ha pescato Bessa in area, abile a battere di testa Szczesny. La Juventus adesso si prepara ad affrontare la difficile trasferta di Manchester in Champions per riscattare al più presto il primo passo falso della stagione.

Sfuma il sogno delle azzurre: ko al tie break con la Serbia

di FRANCESCO LOIACONO - A Yokohama in Giappone la Serbia batte 3-2 in finale l’Italia e vince i mondiali di pallavolo donne. Primo set, 7-3 Italia con una schiacciata perentoria di Miriam Sylla. Sbaglia la Veljkovic, 10-8 azzurre. Aces perfetti di Lucia Bosetti, 14-11 per la squadra allenata da Davide Mazzanti. Imprendibili i bagher di Paola Egonu, l’Italia si impone 25-21 in questa fase di gara.

Secondo set, colpi da fondo campo notevoli della Boskovic, 6-5 Serbia. La Busa ha mandato il pallone con forza a terra nel campo delle tricolori, 11-7 per le avversarie. Determinante come universale la Mihajlovic, stavolta ha prevalso 25-14 la Serbia.

Terzo set, Miriam Sylla formidabile come alzatrice, 5-4 Italia. Paola Egonu bravissima in fase difensiva, 12-11 azzurre. Ha sbagliato la Boskovic, 18-16 per le tricolori. L’Italia ha avuto la meglio 25-23. Quarto set, la Boskovic ha fatto la differenza in positivo, 8-2 Serbia. Ancora la Boskovic infallibile, 11-9. La Ognjenovic validissima sotto rete, 17-11. La Serbia ha trionfato 25-19. 

Quinto set, la Busa ha mandato la sfera fuori, 5-4 Italia. Paola Egonu superlativa in ricezione, 8-7 Italia. Ma la Mihajlovic con tenacia ha ribaltato, 11-9 Serbia. Si è messa in evidenza bene la Boskovic, 12-10 per le avversarie. La Serbia ha vinto 15-12 questo set, 3-2 l’intera partita e tutto il Mondiale. L’Italia è arrivata seconda, ma ha disputato certamente una grande gara in finale.

Serie A, Roma-Spal 0-2: crollo dei giallorossi, decidono Petagna e Bonifazi

di STELLA DIBENEDETTO - La Roma crolla in casa contro una Spal determinata e ben organizzata che conquista la vittoria grazie a Petagna e Bonifazi. Gli ospiti sono stati bravi in difesa: per gran parte del match hanno resistito respingendo gli attacchi dei giallorossi per poi colpire nei momenti più delicati gli uomini di Eusebio Di Francesco. La Roma scesa in campo oggi allo stadio Olimpico è totalmente diversa da quella delle ultime uscite. Dzeko è apparso irriconoscibile mentre Pellegrini deve ancora crescere e maturare.

Di Francesco tiene a riposto Manolas e manda in campo, al centro della difesa, Marcano al centro della difesa con Fazio. Semplici, invece, preferisce Valdifiori a Schiattarella. Per tutto il primo tempo, la Roma ha in mano il ritmo della partita. Più volte prova a trovare la rete del vantaggio senza, tuttavia, riuscirci. A sbloccare la partita al 36’ è la Spal con un calcio di rigore conquistato da Lazzari e trasformato da Petagna.

Nella ripresa, lo scenario non cambia. La Roma, al 9'', si divora con Dzeko la rete del pareggio. Come accade in questi casi, due minuti dopo, a colpire è ancora la Spal che raddoppia con Bonifazi. I giallorossi provano in tutti i modi a salvare il risultato senza, tuttavia, riuscirci. Al termine dei novanta minuti, il pubblico dell'Olimpico fischia gli uomini di Di Francesco. 

Serie B: il Foggia perde 2-0 a Cosenza, il Cittadella pareggia l’Ascoli vince”.

di FRANCESCO LOIACONO - Nell’ottava giornata di andata del campionato di serie B il Foggia ha perso 2-0 a Cosenza. A decidere il match in favore dei calabresi due gol dell’attaccante Tutino, uno per tempo. Nel primo tempo al 33’ Tutino ha mandato il pallone in rete di destro, dopo una respinta del portiere Bizzarri su rigore calciato da Maniero, e concesso per un fallo di Martinelli sullo stesso Tutino.

Nella ripresa al 28’ Tutino ha raddoppiato di sinistro su passaggio di Corsi. Nel primo tempo sullo 0-0 la punta dei rossoneri Galano con un tiro di destro ha colpito il palo. Nel secondo tempo sull’1-0 per il Cosenza una conclusione di sinistro del tedesco del Foggia Kragl su punizione, è stata deviata in corner dal portiere Saracco. Netta sconfitta per la squadra di Grassadonia, dopo tre vittorie consecutive. E’ penultima a 4 punti.

Prima vittoria del Cosenza, quintultimo a quota 7. Il Cittadella ha pareggiato 2-2 in casa col Brescia. I veneti e i lombardi sono quinti a 11 punti. L’Ascoli ha vinto 1-0 allo stadio “Del Duca” col Carpi. I marchigiani sono undicesimi a 9 punti. Gli emiliani quartultimi a 5. Nell’anticipo del venerdì il Pescara ha vinto 3-1 a La Spezia. Gli abruzzesi sono primi in classifica da soli a quota 18. I liguri terzi a 12 punti.

Pallavolo, Mondiali: l’Italia vince 3-2 contro la Cina e si qualifica per la finale

di FRANCESCO LOIACONO - A Yokohama l’Italia ha vinto 3-2 contro la Cina e si è qualificata per la finale dei mondiali di pallavolo donne in Giappone. Primo set, 4-2 Italia con una perfetta schiacciata di Paola Egonu. Bravissima Lucia Bosetti nelle battute, 11-6. Formidabile Myriam Sylla nei bagher, 14-8. Anna Danesi e Caterina Chirichella eccellenti sotto rete, l’Italia si è aggiudicata 25-18 questa fase di gara.

Secondo set, colpo in diagonale preciso della Li 6-5 Cina. La Yuan ha allungato sul 10-9. La Zhu infallibile nei muri, 13-10. La Cina stavolta si è imposta per 25-21. Terzo set, la Zhu ha mandato con forza il pallone per terra nel campo dell’Italia 6-3 Cina. La Li ha sbagliato permettendo una rimonta, 13-9 Italia. Myriam Sylla velocissima in ricezione, 16-11 per le azzurre. L’Italia ha trionfato 25-16.

Quarto set, La Cina avanti 5-3 per merito della Yan. La Yuan ha consentito un 10-9. Anna Danesi validissima negli aces, 19-18 Italia. Però la Cina ha ribaltato la gara con la Li e la Yan. Le avversarie si sono imposte stavolta 31-29. Quinto set, 6-5 per le azzurre allenate da Mazzanti con Anna Danesi perfetta come universale. La Cina ha impattato 8-8 con la Li. Paola Egonu superlativa nei muri, 12-11 per le tricolori. L’Italia ha vinto 17-15 questo set e 3-2 tutta la gara. In finale l’Italia giocherà domani alle 12,40 con la Serbia che ha sconfitto 3.1 nell’altra semifinale l’Olanda.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia