Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post

Scaraventa a terra neonata e la uccide: arrestata


VICENZA - Dramma nel Vicentino, che ha visto vittima una neonata di tre giorni morta la notte scorsa all'ospedale San Bortolo di Vicenza dopo essere stata scaraventata a terra in casa dalla madre, forse per una crisi "post partum". La tragedia si è consumata la scorsa notte a Lisiera di Bolzano Vicentino. La donna, una 41enne, subito dopo ha tentato il suicidio ferendosi alla gola con un coltello.

E' stato il marito della donna ad accorgersi del fatto e a chiamare il 118. Gli operatori del Suem hanno portato la piccola in Terapia intensiva pediatrica, dove però si è spenta all'alba. La madre è piantonata nel reparto di Psichiatria. Al via le indagini dei carabinieri di Thiene.

Tassista eroe ucciso: in manette pirata della strada


MILANO - In manette un 26enne con l'accusa di essere il responsabile dell'incidente sulla Milano-Meda che il 13 gennaio costò la vita a un tassista. Eugenio Fumagalli, 47 anni, si era fermato per soccorrere due ragazzi intrappolati in una utilitaria speronata dal giovane arrestato la notte scorsa. Erano le 3:30 quando il 47enne, che stava tornando a casa a fine turno, si era fermato sulla Sp35, lungo la carreggiata nord della strada nel comune di Cesano Maderno, allo svincolo Binzago, ma era stato a sua volta travolto e ucciso da un'auto.

Puglia, agguato mortale in pieno giorno: ucciso boss locale

di PIERO CHIMENTI - Un sorvegliato speciale di 41 anni è stato raggiunto da sicari che hanno crivellato di colpi l'auto su cui viaggiava la vittima, in Via Liburni a Trinitapoli, insieme all'amico di 49 anni, anch'esso coinvolto nella crivellata di colpi.

La vittima, un sorvegliato speciale, ritenuto dagli inquirenti al vertice della criminalità locale, ha tentato vanamente di darsi alla fuga a piedi, sperando di mischiarsi tra la gente, ma è stato raggiunto da un colpo alla nuca che l'ha ucciso sul colpo.

Sul caso indagano i carabinieri, che sul luogo dell'agguato hanno trovato dei bossoli calibro 9x21 e cartucce calibro 12, oltre ad una pistola calibro 9x21. Intanto giungono buone sulle condizioni del 49enne pregiudicato, che sarebbe rimasto ferito al momento dell'agguato, risultando fuori pericolo.

Donna carbonizzata: confessa l'ex amante del marito

BRESCIA - Nuovo femminicidio nel Bresciano. La Procura di Brescia ha disposto il fermo della 44enne Chiara Alessandri, ritenuta la responsabile del delitto di Stefania Crotti, il cui corpo è stato trovato venerdì sera carbonizzato nelle campagne di Erbusco nel Bresciano.

La donna fermata è l'ex amante del marito della vittima, Stefano Del Bello. L'uomo sarebbe estraneo al delitto della moglie. Tutti i protagonisti della vicenda sono residenti a Gorlago.

La Alessandri ha ammesso di aver ucciso la Crotti ma non di aver bruciato il corpo. Il difensore della donna fermata ha spiegato che l'incontro tra le due "c'è stato" ma che la sua assistita "non aveva alcuna intenzione di uccidere. Non aveva premeditato nulla".

Calcio dopo un diverbio: identificati aggressori del cittadino del Bangladesh

di PIERO CHIMENTI - Sono stati identificati i due protagonisti del grave fatto avvenuto lo scorso venerdì a Bari, in cui un immigrato del Bangladesh è stato vittima di un'aggressione riportando ferite guaribili in circa 25 giorni. Si tratterebbe di due ragazzi di 30 e 19 anni, che hanno negato il movente razzista del loro gesto, imputandolo a un diverbio avuto in precedenza con la vittima.

Giallo a Ruvo di Puglia: donna morta in abitazione

BARI - Giallo nel Barese, dove una casalinga di 43 anni è morta nella sua abitazione a Ruvo. A fare la scoperta del cadavere della donna sul pavimento della cucina è stato il suo compagno, con cui conviveva. L'uomo, non trovando la donna a letto al suo risveglio, si è alzato per cercarla e quando l'ha vista riversa per terra ha chiamato il 118.

Ad intervenire subito sul posto i carabinieri e il medico legale che da una prima ispezione cadaverica non avrebbe riscontrato segni di violenza sul corpo. Ascoltati il compagno, i familiari, gli amici e il medico di famiglia della 43enne per capire se la donna soffrisse di patologie che potrebbero averne causato il decesso.

Lecce, si ribalta con l'auto e subisce tentata violenza

di PIERO CHIMENTI - Incredibile vicenda vissuta da una donna di 45 anni, a Ugento, in provincia di Lecce, dove alle prime ore dell'alba si è ribaltata con l'auto a causa dell'asfalto viscido per essere soccorsa da un uomo di 24 anni. Le sue intenzioni si sono dimostrate tutt'altro che pacifiche, con un tentativo di approccio sessuale violento ai danni della malcapitata.

L'aggressore non ha desistito dai suoi folli intenti tentando abusi una seconda volta. Fortunatamente le violenze non sono andate a buon fine per la strenua resistenza della donna, nonostante lo shock per la sequela di avvenimenti negativi. L'uomo è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Taurisano.

Concorsi truccati: indagati a Firenze docenti di medicina

FIRENZE - Trema l'ateneo fiorentino per una nuova inchiesta della Procura: 14 docenti sono indagati per presunte alterazioni nei concorsi per le cattedre di medicina. Secondo quanto hanno diffuso alcuni media, gli indagati hanno ricevuto gli avvisi di garanzia e una convocazione dal gip, perché nei loro confronti pende una richiesta di interdizione presentata dal pm titolare dell'inchiesta.

In particolare l'accusa contesta i reati di abuso d'ufficio e turbamento del procedimento amministrativo diretto a stabilire il contenuto del bando, articolo 353 bis del codice penale. Le Fiamme Gialle hanno condotto le indagini, partite da un esposto di un professore associato, che ha più volte denunciato violazioni sui bandi. Già nel settembre del 2017 un'inchiesta simile investì i 'baroni' del diritto tributario.

Beve al bar detersivo al posto dell'acqua, grave giovane leccese

LECCE - Storia incredibile dal Leccese, esattamente da Castrignano del Capo, dove ad un giovane di 27 anni è stato servito un bicchiere contenente brillantante per lavastoviglie anziché acqua. Il ragazzo, trasportato d'urgenza poco dopo all'ospedale "Cardinale Panico" di Tricase, è stato sottoposto ad un lungo e delicato intervento chirurgico.

Il primario di Chirurgia generale, che ha eseguito l'operazione in laparoscopia, ha dovuto asportare lo stomaco e parte dell'esofago nel tentativo di salvare la vita al paziente che è ora ricoverato nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata. Si tratta del primo di una serie di complessi interventi chirurgici previsti.

Guardia giurata suicida in Salento, psicologi: "E’ un’emergenza, ma nessuno lo vuol comprendere"

BARI - Leccese scosso dall'ennesimo suicidio di un uomo che lavorava nel campo della sicurezza. Una guardia giurata di 40 anni, che viveva a Gagliano del Capo e lavorava presso un istituto di sicurezza privata si è tolto la vita. “E’ da tempo che segnaliamo questa emergenza”, sottolinea il presidente dell’Ordine degli Psicologi, Antonio Di Gioia.

“Il tasso di suicidi tra i poliziotti e chi lavora nelle forze militare e di sicurezza, pubblica e privata, è il doppio del resto della popolazione italiana. Finalmente nei giorni scorsi quella che possiamo tranquillamente definire una strage è approdata anche alla Camera dei Deputati, dove è stato affrontato il tema del supporto psicologico a sostegno di chi lavora nelle forze armate e di sicurezza”. A darne notizia è stato l’on. Serse Soverini, membro della Commissione Lavoro, che ha richiamato la necessità di questo servizio ed ha assicurato il suo impegno per assicurare un servizio di sostegno psicologico a questa fascia di lavoratori, persone sofferenti a causa della condizione di minaccia della propria incolumità, alla base dello stato depressivo e dell’atto suicida.

“Ringrazio pubblicamente l’on. Soverini”, prosegue Di Gioia, “per aver posto l’accento su un problema denunciato da anni dall’Ordine degli Psicologi della Puglia, regione fortemente interessata da questa problematica e il caso di Gagliano del Capo lo conferma”. "Dietro quel crescente aumento delle percentuali relative ai suicidi tra i rappresentanti delle forze dell'ordine dobbiamo riconoscere persone che non riescono a chiedere aiuto per svariati motivi", aggiunge il presidente degli psicologi pugliesi. "Le motivazioni personali non possono essere l’unico motivo scatenante e lo stress da lavoro non deve rappresentare l’unico alibi", continua Di Gioia.

"Forse spaventate dal ruolo istituzionale che ricoprono, dal dover rappresentare esse stesse una base d’appoggio per i comuni cittadini, le vittime sono sopraffatte dal senso civico e dal ruolo di rappresentanti dello Stato che ricoprono. Questi motivi, sommati al rischio della sospensione della carica nel caso in cui vengano scoperti psicologicamente ed emotivamente fragili, creano una situazione di difficile gestione”. "Oggi non hanno gli strumenti e la forza necessaria per chiedere aiuto", prosegue il presidente dell’Ordine degli Psicologi. "Ad affrontare momenti di depressione e disperazione si ritrovano soli e con il possesso dell’arma di ordinanza che resta il principale mezzo con il quale si compie l'atto estremo, è stato così nell'80% dei casi degli ultimi 10 anni”. “Per tutte queste ragioni l’iniziativa dell’on. Soverini”, conclude Di Gioia, “rappresenta una speranza concreta che finalmente questa tendenza possa essere invertita”.

Famiglia chiusa da anni in casa schiava del web

di PIERO CHIMENTI - Una famiglia è rimasta in casa per due anni per la sua dipendenza dal web. L'unica ad avere rapporti con il mondo reale era la figlia di 9 anni che continuava a frequentare la scuola, nutrendosi di biscotti e caramelle.

Sono state proprio le insegnanti ad accendere i fari sulla questione, notando le cattive condizioni igieniche con cui si presentava la bambina nell'Istituto. La famiglia del Salento, composta da giovani genitori ed un ragazzo di 15 anni, a cui avevano fatto anche abbandonare gli studi, aveva tagliato i ponti con tutti.

Maltrattamenti su bimbi: sospese due maestre

ROMA - Sono due le maestre di una scuola dell'infanzia statale della provincia di Isernia sospese dall'esercizio dell'insegnamento per maltrattamenti nei confronti dei bambini. Sono state le madri dei giovanni alunni a denunciare l'accaduto, che ha trovato riscontro nell'attività d'indagine svolta dalla Squadra Mobile che ha utilizzato intercettazioni audio e video. E' stata la Polizia di Stato di Isernia ad eseguire l'ordinanza che dispone la misura interdittiva a carico delle due donne, che hanno rispettivamente 49 e 58 anni.

Non si fermano all'alt della polizia e si schiantano contro un tir: 4 morti

CASERTA - Dramma sulle strade del Casertano. Dopo che non si sono fermati all’alt di una pattuglia della polizia stradale in servizio lungo la strada statale Telesina è scattato un inseguimento che si è concluso con una tragedia. Quattro in tutto le persone morte nei pressi dell’uscita di Alvignano, in provincia di Caserta. Erano tutte a bordo di una Skoda intercettata da una pattuglia del commissariato di Telese Terme. Dopo una ventina di chilometri, l’auto è uscita di strada e le quattro persone a bordo sono tutte decedute. La polizia indaga per identificare le vittime.

I quattro hanno cercato di seminare l’auto della polizia che li inseguiva da Telese Terme e per sorpassare un’altra vettura si sono spostati sulla corsia opposta della statale Telesina, proprio mentre sopraggiungeva un tir. Per la forte velocità non sono riusciti a evitare l’impatto e la loro auto si è incastrata sotto l’autoarticolato. Due dei deceduti sono stati sbalzati dalla vettura, altri due corpi sono rimasti incastrati nelle lamiere. I vigili del fuoco di Caserta stanno lavorando per estrarli.

Lievemente feriti anche i due agenti della squadra volante che hanno subito allertato i soccorsi. Uno dei quattro occupanti della Skoda era ancora vivo dopo l’impatto, ma quando i sanitari del 118 sono giunti nei pressi dell’uscita di Alvignano della Statale 372, che collega la Valle Telesina all’autostrada A1, l’uomo era già morto.

In corso le verifiche per identificare gli occupanti della vettura, intercettata a Telese Terme e inseguita per circa 20 chilometri dalla polizia. Ad intervenire sul posto anche i carabinieri del Comando provinciale di Caserta e la polizia stradale.

Bari, incendio in via Principe Amedeo: morti 2 cani

BARI - Momenti di paura nel centro del capoluogo pugliese a causa di un incendio divampato in un appartamento al terzo piano di via Principe Amedeo. Secondo le prime ricostruzioni a causare le fiamme un pentolino pieno di latte dimenticato sul fuoco. L'incendio, infatti, sarebbe nato dal piano cottura dalla cucina.

Al momento dell'incendio in casa c'erano solo due cani, un meticcio e un rottweiler. Gli animali hanno perso la vita, ma non è chiaro se a causa dello spavento o per asfissia. Sul posto sono intervenute due squadre dei vigili del fuoco e due mezzi di supporto tra cui quello Ara. L'intervento del 115 ha evitato che le fiamme si propagassero in tutta la casa. Indagini in corso della polizia.

Mafia: inchiesta su 15 magistrati calabresi

ROMA - Sarebbero quindici i magistrati in servizio nel distretto giudiziario di Catanzaro, con diversi incarichi, indagati dalla procura di Salerno. A riportare la notizia stamane "Il Fatto quotidiano", secondo cui i reati contestati a vario titolo sono diversi, fra cui il favoreggiamento mafioso, la corruzione e la corruzione in atti giudiziari. Il relativo fascicolo sarebbe stato aperto dopo che la procura di Catanzaro, guidata da Nicola Gratteri, nel luglio scorso ha trasmesso gli atti per competenza ai magistrati della città campana. Coinvolti gli uffici del capoluogo calabrese, di Cosenza e di Crotone.

Cartelli imprese funebri: 30 arresti a Bologna

(Pixabay)
BOLOGNA - E' stata smantellata dai carabinieri di Bologna una rete costituita due cartelli di imprese di pompe funebri che controllavano le camere mortuarie dei due principali ospedali cittadini riuscendo di fatto ad avere il monopolio nell'aggiudicazione dei servizi funebri. Trenta le misure cautelari e 43 le perquisizioni eseguite da 300 militari che hanno sequestrato un patrimonio di 13 milioni di euro.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Bologna, hanno consentito di disarticolare una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e riciclaggio. I due cartelli, come accertato dagli investigatori, si spartivano i servizi nelle camere mortuarie dell'Ospedale Maggiore e del Policlinico Sant'Orsola-Malpighi, ottenendo di fatto il monopolio nel settore.

Paura sulle Sud Est: capotreno aggredito da viaggiatore

BARI - Grave episodio nel pomeriggio di mercoledì 16 gennaio 2019 a bordo del treno FSE partito da Bari alle 16.29 e diretto a Putignano. Durante le normali operazioni di controlleria un capotreno è stato aggredito da un viaggiatore sprovvisto di biglietto.

L’episodio è proseguito a terra nella fermata di Mungivacca, dove il capotreno, inseguito dall’individuo, ha trovato rifugio in una sala tecnica di FSE. L’aggressore si è dileguato.

A seguito dell’intervento dei sanitari e delle forze dell’ordine, il treno è ripartito con 22 minuti di ritardo dalla stazione di Mungivacca ed è giunto a Putignano con un ritardo di 39 minuti.

Da qualche mese, capitreno e autisti sono spesso insultati e aggrediti da viaggiatori sprovvisti di biglietto. Per garantire maggiore sicurezza ai viaggiatori e al personale in servizio, Ferrovie del Sud Est ha avviato un programma di antievasione a terra e a bordo, operativo  per tutto il 2019, supportato da un servizio di vigilanza privato.

Vicenza, esplosione in negozio: evacuata palazzina

VICENZA - Paura nel centro storico di Vicenza, dove un'esplosione ha sventrato nella notte un edificio. L'esplosione e le fiamme che sono divampate hanno devastato un laboratorio di riparazione pc oltre ad aver demolito un muro divisorio e fatto saltare i vetri dell'intera palazzina di tre piani.

Ad accorrere sul posto i pompieri con due squadre dalla vicina sede, che hanno spento il rogo del negozio, andato distrutto. Paura per le quattro famiglie residenti nella palazzina che sono state evacuate. Non si regista nessun ferito proprio per la prontezza dei soccorsi.

Sono in corso le valutazioni da parte dei tecnici dei vigili del fuoco presenti con il funzionario di guardia per stabilire le cause della forte esplosione.

Bari, rissa con ascia tra migranti

BARI - Attimi di terrore stamani a Bari a causa di un 34enne originario della Liberia che ha aggredito con un'ascia un 24enne afgano prima a bordo di un autobus affollato e poi in strada, davanti a uno store dove i carabinieri lo hanno arrestato per tentato omicidio, resistenza a pubblico ufficiale, interruzione di pubblico servizio, minaccia aggravata e porto illegale d'armi o oggetti atti a offendere. Il liberiano era già destinatario di un provvedimento di espulsione.

Secondo la ricostruzione dell'accaduto, il liberiano sarebbe salito a bordo dell'autobus e ha aggredito il 24enne afgano, minacciandolo di morte, riuscendo a colpirlo di striscio all'altezza della fronte. Quando il conducente del bus ha aperto i portelloni laterali per far scendere la gente spaventata e far fuggire la vittima dell'aggressione, il liberiano ha inseguito l'afgano fino all'ingresso di un vicino supermarket, dove il 24enne ha trovato un bastone per difendersi.

Proprio mentre l'aggressore, molto agitato, si stava avvicinando nuovamente all'afgano per colpirlo, sono intervenuti i carabinieri. Alla vista dei militari il liberiano ha tentato di guadagnare la fuga ma è stato raggiunto e disarmato.

"Ennesimo caso di violenza nella nostra città per mano di immigrati. una situazione che purtroppo va avanti da troppo tempo e che nessuno sul territorio sembra volersi impegnare per risolvere. La rissa tra migranti di oggi, impegnati a combattere con un'ascia e un bastone nel quartiere Marconi dopo essersi scontrati sul bus, dimostra ancora una volta il fallimento delle politiche immigrazioniste della sinistra che, fino a qualche mese fa, deteneva il potere sia a livello nazionale che a livello territoriale." Queste le dichiarazioni di Anna Rita Tateo, deputata pugliese della Lega e cittadina di Bari, in merito ai fatti violenti di oggi. "Il mio ringraziamento va agli uomini e alle donne delle forze dell'ordine, che anche oggi si sono trovati a risolvere una situazione difficile ma che con professionalità hanno impedito che la situazione potesse degenerare ulteriormente".

"L'aria a livello nazionale è cambiata, e - prosegue Tateo - cambierà anche nel nostro territorio. Grazie al Ministro Salvini abbiamo più uomini delle forze dell'ordine che tutelano la sicurezza dei cittadini di Bari, a dimostrazione che per passare dalle parole ai fatti basta avere la volontà di risolvere davvero i problemi. Confidiamo che, dopo le elezioni del 26 maggio, il vento del cambiamento soffierà forte anche a Bari e che la Lega potrà portare concretezza e sicurezza anche nella nostra città.

'Amnistia per Battisti': indagano i Cc

di PIERO CHIMENTI - La scritta 'Amnistia per Battisti' è apparsa la scorsa notte nel centro di Foggia, dove ignoti hanno imbrattato con lo spray la targa intitolata al patriota Cesare Battisti. Sul caso indagano i carabinieri che stanno monitorando le telecamere a circuito chiuso per dare un nome dell'autore di tale gesto.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia