Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CRONACA. Mostra tutti i post

Scandalo in Francia: ministro Abad accusato di violenza sessuale


BARI - Il Governo francese guidato dalla Premier Borne deve far fronte alle prime grane con l'accusa di due donne di violenza sessuale ad opera del Ministro Abad. Il Ministro alla solidarietà, ex capogruppo di Les Républicains, avrebbe compiuto tali reati tra il 2010 ed 2011.

Il neo ministro, che al momento non risulterebbe indagato, ha rigettato al mittente tali accuse specificando che sarebbe impossibile per lui compiere tali atti in quanto affetto da artrogriposi: "Queste accuse riferiscono di atti o gesti che mi sarebbero semplicemente impossibili a causa del mio handicap. L’atto sessuale può avvenire soltanto con l’assistenza e la benevolenza della mia partner".

Castelfidardo, ciclista in gara piomba in volata sul pubblico: morto direttore sportivo


CASTELFIDARDO (AN) - Il corridore friulano Nicola Venchiarutti era a soli 400 metri dal traguardo della 'Due giorni marchigiana'. Forse a causa del contatto con un avversario ha perso il controllo della bici e ha travolto il 41enne Stefano Martolini, morto per i traumi riportati. Nicola Venchiarutti, 23enne friulano di Osoppo, è sempre stato vigile e collaborativo con i sanitari ma le sue condizioni sono apparse da subito critiche e per questo sarà tenuto sotto osservazione dall’equipe medica che lo sta seguendo.

Perde il controllo della moto: morti centauro e 19enne nel Lecchese

LECCO - Il ragazzo e un amico di 21 anni erano seduti su un muretto a Cassago Brianza, quando sono stati investiti da una Harley Davidson guidata da un uomo di 54 anni.

Il centauro, nell'affrontare un dosso, ha però perso il controllo della moto che lo ha disarcionato e che è finita addosso con tutto il suo peso ai due giovani. Tutto è successo sotto gli occhi di decine di testimoni. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con cinque mezzi di soccorso.

Il centauro e il 19enne sono morti nella notte dopo il ricovero in ospedale.

Confindustria Lecce: "Solidarietà a Luciano Barbetta"

LECCE - Confindustria Lecce esprime solidarietà e vicinanza per le intimidazioni subite a Luciano Barbetta, stimato imprenditore del settore Tessile, Abbigliamento Calzaturiero e del Metalmeccanico, da sempre "tifoso" di questa terra e strenuo difensore dei valori dello sport.

"Fa davvero male - afferma il presidente reggente Nicola Delle Donne - assistere ad episodi di minacce ad un uomo di grande lealtà e cuore, impegnato ogni giorno su tanti fronti per far crescere il territorio e dare un futuro alla sua gente. Il recente investimento nel Lecce Calcio è il giusto coronamento di un imprenditore che tiene a valorizzare i talenti della nostra provincia e che continuerà a credere anche nelle possibilità di tutto lo sport del territorio. Nessun alibi, pertanto, per coloro i quali hanno cercato di minare e ferire un impegno del genere. Esprimo a nome mio personale e di tutti gli associati il mio sostegno a Luciano Barbetta e la ferma condanna degli autori di questo vile gesto criminale".

Confindustria Lecce auspica che le Forze dell'Ordine individuino nel più breve tempo possibile i responsabili per assicurare e garantire la sicurezza sul territorio, unica condizione di contesto nella quale ciascuno può davvero fare bene la propria parte per la crescita economica e sociale del Salento.

"Serve un ulteriore sforzo corale - conclude Delle Donne - per dare a questa terra alti livelli di legalità in modo che possa esplicare tutto il proprio potenziale".

Precipita un ultraleggero in Friuli: un morto e un ferito

(foto d'archivio)

UDINE - Il velivolo si è schiantato in una zona boschiva nel comune di Codroipo. Il pilota, un 62enne, è ricoverato in ospedale in gravi condizioni, mentre per l'altra persona a bordo non c'è stato nulla da fare.

Il piccolo aereo ha preso fuoco subito dopo l'impatto al suolo. Secondo una ricostruzione, l'aereo era appena decollato da un vicino aeroporto privato. I Vigili del fuoco hanno operaro a lungo per la messa in sicurezza dell'area.

Napolitano operato allo Spallanzani di Roma: è in terapia intensiva


ROMA - Il presidente emerito della Repubblica è stato sottoposto a un intervento chirurgico condotto con tecnica mini-invasiva. Napolitano è ricoverato in terapia intensiva. "E' sveglio e il quadro clinico è stazionario. La prognosi resta riservata", rende noto l'ospedale.

Per motivi di privacy non è stato reso noto quale sia stato il motivo che ha richiesto un intervento chirurgico per il presidente emerito della Repubblica e si attendono nuovi bollettini nelle prossime ore per capire quale sia lo stato di salute del senatore a vita.

Investita una persona nel tratto ferroviario Trinitapoli-Barletta


MICHELE MININNI
- Una persona è stata investita mortalmente sui binari nel tratto ferroviario tra Barletta e Trinitapoli. Il fatto è accaduto intorno alle 6.15. Il traffico è fortemente rallentato, in corso l'intervento dell'Autorità Giudiziaria. 

I treni regionali possono registrare cancellazioni e maggiori tempi di percorrenza fino a 110 minuti. La circolazione dei treni viene regolata tramite l'utilizzo di un unico binario. A breve gli aggiornamenti.

Tre italiani rapiti in Mali


BAMAKO - A scriverlo è l'agenzia di stampa France Presse, che cita fonti locali. Con loro anche un togolese. Secondo le prime informazioni, sarebbero stati prelevati da "uomini armati".

Si tratta di una coppia, padre e madre sessantenni e del figlio 40enne. L'episodio è avvenuto a Sincina nella regione di Sikasso a est della capitale Bamako.

Secondo il portale Africa-Express, con la coppia italiana sarebbe stato rapito anche il loro bambino oltre al cittadino togolese. La Farnesina ha confermato il rapimento.

Barletta, 8 chili di marijuana scoperti dal fiuto di Zilo


BARLETTA - Proseguono senza sosta i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Barletta nell’ambito dei servizi organizzati per contrastare la detenzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella mattinata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, coadiuvati dai militari dello Squadrone Carabinieri Eliportato “Cacciatori Puglia” e da quelli Nucleo Cinofili Carabinieri di Modugno, hanno rinvenuto e sequestrano circa 8 chilogrammi di marijuana, grazie al fiuto infallibile di Zilo, “Carabiniere a quattro zampe” in forza al Nucleo Cinofili pugliese.

Una volta entrati nel condominio di case di edilizia popolare del quartiere Borgovilla, è stato proprio il fiuto del giovane pastore tedesco, a portare i militari dell’Arma immediatamente sul pianerottolo all’ultimo piano dove, tra vari borsoni e scatoloni accantonati, erano occultate diverse buste di plastica contenenti la sostanza stupefacente, sapientemente confezionata in buste di cellophane trasparente. 

Dopo il primo rinvenimento dell’unità cinofila, i Carabinieri decidevano quindi di estendere la perquisizione anche alle aree vicine rinvenendo, circa 8 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” divisa in 40 dosi, 2 panetti di sostanza stupefacente tipo “hashish” per un peso complessivo di circa 150 grammi, un bilancino, nonché vario materiale per il confezionamento. Sono in corso accertamenti per riscontrare la riconducibilità dell’ingente quantitativo di droga.

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro e sarà analizzata attraverso più approfonditi accertamenti di laboratorio.

Blitz internazionale contro una banda che raggirava anziani


REGGIO CALABRIA - Vasta operazione di polizia all'alba di stamani in Italia, Romania, Olanda e Germania. Le autorità dei rispettivi Paesi hanno eseguito 13 mandati di arresto europeo. L'organizzazione avrebbe estorto denaro a decine di anziani con raggirie minacce.

Le persone indagate sono 59. Per dieci è stato disposto il carcere e per 6 i domiciliari. Nel reggino sono state eseguite 3 ordinanze e le forze di polizia dei rispettivi Paesi hanno eseguito 13 mandati di arresto europeo. 

Il vertice dell’organizzazione si trova in Romania con basi operative in Calabria e, in particolare, nei territori di Reggio e dei Comuni di Bianco, Melito di Porto Salvo, Siderno, Rosarno, Bovalino e con un’articolazione anche in Sicilia, nel Comune di Milazzo.

Le vittime erano anziani tra i 70 e i 90 anni che spesso versavano in condizione di solitudine, che venivano indotti o costretti, con raggiri o minacce, alla dazione di cospicue somme di denaro. Soldi che venivano consegnati a giovani donne, che provvedevano poi a rimetterle ai vertici dell’organizzazione delinquenziale.

Scossa di terremoto in provincia di Crotone

ROMA - Un sisma di magnitudo 3.3 è stato registrato alle 5:59 ad una profondità di 22 chilometri nella zona di Crotone.

L'epicentro è stato localizzato nei pressi del Comune di Umbriatico, dove già nella serata di ieri c'era stata una scossa di più lieve entità.

Secondo quanto segnalato dalla Sala Sismica INGV-Roma, in zona vi sono i comuni di Pallagorio, Carfizzi, San Nicola dell’Alto, Verzino e Melissa, mentre la città più vicina è risultata essere Crotone, distante 34 chilometri, quindi Catanzaro a 58, Cosenza a 60 e Lamezia Terme a 68.

Morto a 25 anni Riccardo Passarotto

(via facebook)

ROVIGO (RO) - L'ex campione del mondo di pattinaggio in linea ha perso la vita in un incidente motociclistico. Lo schianto è avvenuto questa notte nei pressi di Rovigo, dove il giovane viveva con la compagna.

Dagli accertamenti della polizia stradale sembra che lo sportivo abbia perso il controllo del mezzo nella frazione di Buso, vicino a Rovigo. L'impatto è stato così forte che la centralina danneggiata ha lasciato la zona a lungo senza illuminazione. Inutile la corsa in ospedale.

Rimorchiatore affonda a largo delle coste pugliesi, cinque vittime e un superstite


BARI - Tragedia ad una cinquantina di miglia al largo della costa di Bari dove un rimorchiatore è affondato con cinque vittime.

Erano in tutto sei i componenti dell'equipaggio: di loro, solo il comandante, un 63enne siciliano, è stato tratto in salvo e si trova adesso nell'ospedale Di venere di Bari, altri due sono stati recuperati morti, mentre gli altri tre sono stati individuati in mare e i loro corpi non ancora recuperati.

I cinque sono due marchigiani, due pugliesi e un tunisino.

Crollo in una palazzina nel Modenese: sei persone ferite di cui due bambini


MODENA - Verso le 20 avrebbe ceduto il solaio dell'abitazione al primo piano. Sotto si trovavano sei persone, tra cui due bambini. Uno dei quattro adulti sarebbe rimasto ferito in modo grave ed è stato trasportato con l'elisoccorso allospedale Maggiore di Bologna. 

Dai primi elementi che emergono, pare che a cedere sia stato un pavimento al primo piano nell'immobile che si trova in via Cavarola. Sono intervenuti sul posto i sanitari del 118, i Vigili del fuoco ed i Carabinieri. Uno dei feriti, portato con l'elisoccorso a Bologna, sarebbe in condizione più critiche degli altri.

Morto uno dei bimbi travolti da un'auto nel giardino di un asilo all'Aquila


L'AQUILA - Non ce l'ha fatta il piccolo investito da un'auto all'interno della scuola dell'infanzia "Primo maggio". Ancora da chiarire le esatte dinamiche dell'incidente, che hanno coinvolto altri tre bambini che si trovano però fuori pericolo.

Tutti i piccoli hanno tra i tre e i cinque anni. Il bimbo ferito in modo grave era stato trasportato in elisoccorso in un ospedale a Roma ma le condizioni erano subito apparse molto gravi.

L'auto era di una mamma che era andata a prendere il figlio all'asilo lasciandone un altro a bordo della vettura parcheggiata in discesa. La donna è indagata per omicidio stradale.

Usa: 51enne picchiato con la cinta dalla moglie

MIAMI - Un'aggressione domestica è avvenuta a Summerfield, in Florida, dove una donna di 30 anni rincasata in casa ha trovato il marito intento a guardare video pornografici sul cellulare e nel frattempo interagire con una ragazza. La donna ha deciso così di punire l'uomo legando la cintura con la fibbia di metallo intorno al pugno provocandogli numerose ferite su tutto il corpo. La vittima, dopo aver incassato vari colpi, è riuscita a chiamare la polizia che ha sedato le violenze, arrestando la donna.

Dramma a L'Aquila: auto finisce nel giardino di un asilo, un bimbo morto e 5 feriti


L'AQUILA - Dramma a l'Aquila dove un bimbo di 4 anni è morto, un altro della stessa età è grave e altri quattro risultano feriti. Questo per ora il bilancio dell'incidente alla scuola dell'infanzia 1 Maggio del capoluogo abruzzese. I bimbi hanno tra i tre e i cinque anni.

Il bimbo ferito in modo grave è stato trasportato in elisoccorso in un ospedale a Roma e ora è in prognosi riservata. L'auto era di una mamma che era andata a prendere il figlio all'asilo lasciandone un altro a bordo della vettura parcheggiata in discesa.

'Esterno Notte' riapre il Caso Moro


NICOLA ZUCCARO
- Mercoledì 18 maggio 2022 debutta per la sua prima parte, nelle sale cinematografiche italiane, "Esterno Notte". Il film diretto da Marco Bellocchio, basato sul rapimento e sull'uccisione di Aldo Moro, uscirà il 9 giugno nella sua seconda parte e verrà trasmesso dalla Rai, come serie televisiva composta da tre episodi, nell'autunno 2022. Presentato il 17 maggio al Festival del Cinema di Cannes, puà vantare un cast di altissima qualità, a partire da Fabrizio Gifuni che interpreta Aldo Moro per proseguire con Margherita Buy nel ruolo della moglie Eleonora. 

A questa coppia di attori si aggiunge Tony Servillo che nel ruolo di Paolo VI ricostruirà l'episodio riguardante la disponibilità della Santa Sede al pagamento del riscatto alle Brigate Rosse per la liberazione di Aldo Moro. Secondo una recente rivelazione sui 55 giorni della prigionia dello statista pugliese, l'intervento del Vaticano fu motivato dall'amicizia di vecchia data fra il Papa Paolo VI e Aldo Moro e risalente al 1939. Quando l'allora assistente spirituale della Fuci Monsignor Giovanni Battista Montini conobbe il giovane Presidente dei cattolici universitari italiani.

Caso Saman Abbas: rinviati a giudizio tutti i familiari


REGGIO EMILIA - Il rinvio apre le porte al processo vero e proprio che chiama in causa i genitori, lo zio e i due cugini della 18enne scomparsa da Novellara. La giovane sarebbe stata uccisa per aver rifiutato un matrimonio islamico combinato. I reati ipotizzati sono sequestro di persona, omicidio e soppressione di cadavere. 

Le parti civili ammesse risultano quelle del Comune di Novellara, dell’associazione Penelope che si occupa di persone scomparse, l’Unione dei Comuni della Bassa reggiana, il fratello minore di Saman - che è anche testimone- e l’Ucoii, l’Unione delle comunità islamiche italiane.

E' agli arresti domiciliari ma non resiste a TikTok: capo clan di Barletta torna in carcere


BARLETTA (BT) - Scarcerato da poco più di un mese, il promotore di una delle principali organizzazioni criminali sul territorio di Barletta, D.R., meglio conosciuto negli ambienti malavitosi con lo pseudonimo di “tucchett”, non resiste al fascino dei social network e pubblica alcuni video su Tik Tok, violando le prescrizioni connesse alla misura cautelare degli arresti domiciliari che vietano, tra l’altro, la possibilità di comunicare con qualsiasi mezzo – compreso il telefono e i social network – con persone diverse dai conviventi.

I Carabinieri del N.O.R. – Sezione Operativa della Compagnia di Barletta, dopo aver denunciato la pubblicazione dei video alla competente A.G., hanno eseguito l’ordinanza di sostituzione della misura cautelare degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere, disposta dalla Corte di Appello di Bari – III Sezione Penale.

I numerosi video postati sul social network, tutti con un sottofondo neomelodico, ritraggono l’arrestato in compagnia di altri soggetti. In uno di questi, l’uomo vanta addirittura il possesso di un ingente quantitativo di denaro in contanti, verosimilmente provento di attività illecita.

L’indagato è stato arrestato nell’agosto del 2019, all’esito di un’articolata e complessa attività investigativa, operazione denominata “Gargano”, svolta dai Carabinieri della Sezione Operativa di Barletta, poiché ritenuto elemento di spicco della criminalità organizzata barlettana nonché il capo e il promotore di uno dei clan egemoni sul territorio, dedito alle attività di narcotraffico nel territorio del Gargano e nel nord barese mediante l’importazione di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” dall’Olanda.

La sua figura emerge investigativamente dai contatti finalizzati alle plurime forniture di ingenti quantitativi di cocaina provenienti da S.T., capo clan della frangia garganica della malavita organizzata, coinvolto nella strage di San Marco in Lamis in cui furono trucidati a colpi di kalashnikov il boss mafioso M.L.R., suo cognato M.D.P. e due ignari agricoltori. S.T. venne a sua volta assassinato ad Amsterdam nel settembre 2017 da C.M., broker internazionale di sostanze stupefacenti in seguito divenuto collaboratore di giustizia e trasferito in Italia grazie all’intermediazione di Eurojust ed agli accordi bilaterali con le autorità olandesi.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo