Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post

Bari: assegnati 1 milione e 100mila euro per l’apertura degli asili nido comunali nelle ore pomeridiane


(Pixabay)

BARI - L’assessora alle Politiche educative e giovanili rende noto che, a seguito della candidatura al bando ministeriale PAC Infanzia, il ministero dell’Interno ha assegnato al Comune di Bari 1 milione e 100mila euro per l’apertura degli asili nido comunali nelle ore pomeridiane.

Pertanto, dal prossimo 1 ottobre, anche quest’anno le strutture dedicate all’infanzia potranno assicurare il tempo prolungato fino al pomeriggio per tutto l’anno scolastico.

“Grazie a questo finanziamento straordinario, che vede il Comune di Bari, sin dal primo anno del primo mandato, assegnatario dei fondi necessari a garantire l’apertura degli asili nido nel pomeriggio - commenta l’assessora al ramo - dal 2014 riusciamo a far sì che tutti restino aperti sino alle 18, senza alcun costo aggiuntivo per i genitori. Partiamo il 1° ottobre perché, nel corso delle prime due settimane del servizio educativo, saremo impegnati nell’inserimento nelle strutture dei piccoli da 0 a 3 anni.

Questo servizio consente alle famiglie di usufruire di un servizio di conciliazione dei tempi di vita e lavoro e di contare su un luogo protetto e di cura per i loro figli. Con il tempo l’adesione al tempo prolungato è aumentata in maniera esponenziale: quest’anno più del 60 per cento delle famiglie ha infatti chiesto di poter aderire al servizio. Il nostro obiettivo, accanto all’apertura di altri nove nidi nei prossimi anni, è quello di continuare ad investire nella qualità dei servizi, andando incontro alle esigenze dei bambini e dei loro genitori”.

Polignano a Mare: prosegue la rassegna FramMenti D'arte con "Madame Butterfly" di Puccini

 


Lirica d’autore e musica, un abbraccio tra le arti nel ricordo di Davide Gaetano D’Accolti, 23enne barese studente di ingegneria elettronica e del Conservatorio di Bari, rimasto vittima di un terribile incidente stradale. Un giovane che amava l’arte in tutte le sue forme, ed è proprio per avvicinare le nuove generazioni a un’offerta culturale di qualità che l’Associazione Musicad’InCanto Davide Gaetano D’Accolti APS organizza ad agosto la rassegna FramMenti D’ARTE a Polignano a Mare.

Il Progetto:

Nasce nel 2016 attraverso il lavoro dell’Associazione guidata da M-aria Antonietta Ressa, per riempire il grande vuoto che la perdita di Davide ha lasciato nell’intera comunità barese, dopo che in una nottata di febbraio di cinque anni la sua auto, fu travolta da un’altra di grossa cilindrata, che procedeva contromano sulla statale 16 di Bari. Sempre nell’ottica di ‘donare’ quello che si è perso, l’Associazione ha restaurato un antico organo settecentesco, stipulando anche un contratto di lavoro per un organista; ha riscoperto e restaurato un grande affresco di un “cristo deposto” presumibilmente cinquecentesco, attraverso una formale convenzione con l’Università di Bari, Facoltà di “Scienze del restauro”, riconoscendo alle tirocinanti, seguite dalla docente di restauro, una forma economica di incentivo. La passione di Davide per la musica non poteva che connotarsi in una restitutio di eventi aperti ai più giovani, con una doppia missione: far rivivere chiostri mai aperti al pubblico, diventati palcoscenici dei concerti dell’Associazione, e avvicinare i giovani talenti dei conservatori pugliesi promuovendo masterclass musicali. L’ambizione è di estendere questo approccio coniugando alla promozione culturale e turistica, la solidarietà anche in termini di collaborazioni artistiche di prestigio, come quella, in corso di definizione,con l’Associazione Capri Opera Festival, ente autonomo che gestisce l’omonimo festival dal 2007.

Gli appuntamenti di FramMenti D’ARTE:

Sono tre le declinazioni di FramMenti D’Arte che hanno coinvolto e continuano a coinvolgere la comunità polignanese nel periodo estivo. Domani, sabato 13 agosto alle 20.30 si realizza così una delle più impegnative eredità lasciate da Davide: realizzare una delle più conosciute opere liriche al mondo, la Madama Butterfly di Giacomo Puccini. Non una classica rappresentazione, ma un’esperienza artistica che include il “Un sogno in musica: il racconto di Madame Butterfly”, prodotta proprio dall’Associazione, che riporta il tema dell’amore sincero – ma anche ingenuo – della protagonista Cio-Cio-San (interpretata dal soprano Maria Luisa Lattante) su un palcoscenico speciale: la piazza Suor Maria La Selva, affacciata sul mare. Con il noto soprano leccese, di origini materne polignanesi, un’altra affermata artista pugliese, Angela Alessandra Notarnicola. Completano la compagnia il tenore Enrico Terrone Guerra, (Pinkerton), e il baritono Donato Di Gioia (Sharpless), che hanno calcato il palco di teatri italiani di fama, come il San Carlo e il Teatro alla Scala oltre a rinomati teatri internazionali. Dall’ esperienza del San Carlo, anche la truccatrice Tiziana Passaro. L’opera sarà eseguita con la narrazione di Michela Italia, nelle vesti di Kate, autrice dei testi originali e diretta collaboratrice del celebre tenore Marcello Giordani.

Figuranti volontari, compreso il piccolo Diego Malena, nei panni di Dolore, e il coro, completano la rappresentazione. La regia internazionale è curata da Vincenzo Grisostomi Travaglini con la consulenza di Ravivaddhana Monipong Sisowath, che porta a Polignano a Mare anche i costumi originali realizzati appositamente per la rappresentazione al Teatro del Giglio di Lucca nel 1982, che vide protagonista la cantante lirica di fama internazionale Raina Kabaivanscka. I costumi di Fabrizio Onali e Otello Camponeschi sono vere e proprie opere d’arte, che saranno esposti, a loro cura, in una speciale mostra aperta al pubblico ospitata nel Palazzo San Giuseppe, nel centro storico di Polignano a Mare, già dall’11 agosto. L’opera si avvale delle scenografie di uno dei più interessanti scenografi pugliesi, Damiano Pastoressa, già responsabile del laboratorio scenico del Teatro Petruzzelli, con all’attivo diverse collaborazioni con i maggiori teatri nazionali. Il disegno delle luci, è affidato al gusto artistico di Giovanni Pirandello, pronipote del drammaturgo Luigi, premio Nobel per la letteratura. Completa il gruppo di lavoro, il maestro collaboratore Andrea Barbato: l’Orchestra Filarmonica Pugliese, sarà diretta dal M° Ferdinando Redavid. Ottocento i posti a sedere messi a disposizione dall’Associazione gratuitamente.

La messa in scena della Madama Butterfly segue all’appuntamento di inaugurazione della rassegna: il concertoFramMenti di luna, che il 18 luglio ha visto versi e musica dialogare. Le note del pianoforte di Ottavia Valentina Pastore, della viola di Paolo Messa, del violoncello di Valentina Maria Irlando hanno accompagnato le poesie declamate dall’attore Vito Facciolla.

A concludere la rassegna sarà invece il 27 agosto il cantante Giovanni Caccamo, protagonista del concerto FramMenti di luce. Appuntamento per la quinta edizione del Concerto all’alba, organizzato nel giardino a mare del Museo Pino Pascali in collaborazione con la Chiesa Matrice di Polignano a Mare. La voce e il pianoforte di un’artista capace di raccontare con delicata e sensibile attenzione i temi del quotidiano si legano alla + 39 Ensemble, composta dai violinisti Francesco Lamanna e Pietro Cicolecchia, Antonio Taranto (chitarre), a cui si aggiungono collaborazioni, quest’anno impreziosite da Francesco Galizia (fisarmonicista) e Francesco M. Sette (percussioni). Al termine del concerto il parroco “volante” della Chiesa Matrice, don Gaetano Luca, svilupperà brevi riflessioni con i presenti.

Gli eventi della rassegna FramMenti D’Arte sono a ingresso libero, con il patrocinio del Comune di Polignano Mare e della Regione Puglia tramite Puglia Promozione. Collaborazione della Fondazione Museo Pino Pascali.

È consigliata la prenotazione. Per informazioni assomusicadincanto@libero.it-assomusicadincanto@pec.it – 3203144989 – 3294479010.

Progetto S.A.L.E.: attivo a Ferragosto il servizio di accompagnamento delle persone anziane e con disabilità sulle tre principali spiagge cittadine


BARI - L’assessorato al Welfare rende noto che quest’anno, in occasione della festività di Ferragosto, sulle tre spiagge cittadine di Pane e Pomodoro, Torre Quetta e di San Girolamo sarà garantita la presenza di operatori sociali e giovani volontari della associazione Gens Nova al servizio delle persone anziane e con disabilità che vorranno trascorrere la giornata al mare. 

Il servizio, realizzato nell’ambito del progetto S.A.L.E. - Spiagge Aperte Libere ed Eque, sarà attivo dalle ore 9 alle 12 e dalle ore 16 alle 18presso i presidi allestiti con dei gazebo, dove sarà possibile ricevere informazioni, richiedere un ombrellone in prestito in caso di necessità e usufruire di un corner di libri per il book sharing predisposto dalla rete Bari Social Book. Si ricorda che il progetto prevede anche la reperibilità di un medico/Oss a chiamata per le situazioni più complesse dal punto di vista sanitario. Inoltre, nei presidi saranno distribuiti sali minerali per contrastare gli effetti dovuti alle temperature più alte. 

Infine, a partire da ieri, dopo l’attivazione del servizio sul waterfront di San Girolamo, anche sulla spiaggia di Pane e Pomodoro è attiva una sedia job galleggiante, completa di una passerella in poliestere mobile, per favorire l’accessibilità e la mobilità in acqua delle persone con difficoltà motorie.

Ferragosto: Decaro in visita presso le sale operative

BARI - Lunedì 15 agosto il sindaco di Bari, come di consueto, sarà impegnato nella visita presso alcune sale operative secondo il seguente programma:

· alle ore 9 presso la sala operativa della Polizia locale, in via Aquilino

· alle ore 9.30 presso la sala operativa dei Vigili del fuoco, in via Tupputi

- alle ore 10 presso la sala operativa del 118, presso il Policlinico.

118 Asl Bat, Ventola (Fdi): ''Trani e Canosa non ancora riconosciute come zone carenti''

BARI - “Non posso che congratularmi e ringraziare la Direzione della ASL BAT perché ha deciso di continuare a ‘disobbedire’ agli indirizzi impartiti dalla Giunta regionale. Infatti i servizi emergenza-urgenza 118 rimarranno invariati. Ma purtroppo, questo non durerà a lungo.

“Il vero problema è il mancato riconoscimento di Trani e Canosa come ‘zone carenti’, nonostante anche la Direzione generale della ASL ritenga necessaria, urgente e indispensabile, per garantire ai cittadini i Livelli Essenziali Assistenziali ed i Livelli Essenziali delle Prestazioni. Tale riconoscimento non più procrastinabile garantirebbe anche i servizi del 118 con più ambulanze con medici a bordo e le postazioni fisse medicalizzate dei residenti di Minervino e Spinazzola.

“Sono anni che sollecito la Giunta Emiliano ad adottare la delibera necessaria. Ora è più che mai necessaria. Non si perda più tempo. I cittadini del territorio della ASL BAT sono pugliesi a tutti gli effetti e non cittadini di serie B!

“Per questo è necessario tenere alta la guardia, ma contemporaneamente confido nell’impegno degli altri miei colleghi del territorio a sostenere questa battaglia che porto avanti sin dal 2019.”

 

Parma-Bari: "prima" di B, con replica in Coppa Italia

Via Ssc Bari fb

NICOLA  ZUCCARO - Dopo 4 anni e 3 mesi, dalle 20.45 di venerdì 12 agosto, Parma e Bari torneranno a confrontarsi al Tardini, nella gara che aprirà la Serie B 2022-2023. Era il 12 maggio 2018, quando con rete di Gagliolo, il Parma sconfisse il Bari per 1-0 nel penultimo incontro del torneo di B 2017-2018. 

Un precedente negativo da riscattare per i biancorossi, chiamati a esprimere una prestazione di alto livello dopo il 4-1 al Verona nell'incontro disputatosi al Bentegodi il 7 agosto e valido per i trentaduesimi di finale della Coppa Italia 2022-23. 

Di essa, Parma e Bari saranno sfidanti nella gara secca valida per i sedicesimi dello stesso torneo. La vincente della sfida programmata per il 19 ottobre 2022 al Tardini, farà visita all'Inter nell'ottavo di finale dell'11 o del 18 gennaio 2023.     


Le meraviglie di Trani: Su Rai 1 il racconto dello chef stellato Felice Sgarra e il marinaio Giuseppe Laurora

 


TRANI - Lo chef stellato Felice Sgarra e il marinaio poeta Giuseppe Laurora raccontano in diretta su Rai 1 le meraviglie di Trani. Stamattina in collegamento dal porto per Uno Mattina Estate

Dal mare arriva la nuova prestigiosa vetrina dedicata a Trani. Un’imbarcazione salpata dalla Lega Navale di Trani è il cuore ed il motore del collegamento di “Uno Mattina Estate” su RAI 1, che nel servizio andato in onda stamattina alle 10,00 racconta dall’ansa naturale del porto le bellezze artistiche e le peculiarità gastronomiche, le storie ed i personaggi dell’incantevole cittadina affacciata sul mare con la cattedrale romanica che si staglia imponente sullo sfondo.

Da Roma la giornalista Maria Soave apre lo spazio “Alla scoperta dei tesori dell’Italia”, avendo come ospite in studio il curatore delle Guide di Repubblica Giuseppe Cerasa e passa la linea all’inviato Massimo Tosi a Trani.  Il coinvolgente giornalista presenta al pubblico i suoi ospiti: il marinaio poeta Giuseppe Laurora e Felice Sgarra, lo chef stellato Michelin del ristorante Casa Sgarra di Trani, presente anche nell’ultima guida di Repubblica su 'Porti e marine di Puglia'.

La storia di grande fascino della città tra cavalieri templari e Statuti marittimi, e la sua incontestabile bellezza e attrattiva architettonica sono accompagnate nella narrazione dalla legittima eccellenza del cibo pugliese, che è sciorinato con maestria da una gloria dell’enogastronomia. La valorizzazione del pescato del giorno (pesce azzurro, triglie, calamari, scorfani), sta nella maestrìa delle sapienti mani dello chef che presenta al pubblico tv le sue prelibate proposte: “l’insalata da mare” o “da amare”, che dir si voglia, e “il calamaro scottato con mandorle di Toritto”. Immancabile a bordo anche il vino nobile per eccellenza, il Moscato di Trani doc.

Il collegamento di RAI 1 è l’ennesima vetrina della rete ammiraglia per la promozione della cittadina ritenuta Perla dell’Adriatico, è un nuovo omaggio all’estate tranese, che in questa stagione ha prodotto un incredibile numero di visitatori, attirati dalla sua eleganza, dalle numerose attrattive di carattere culturale e dalla ricca offerta di ristorazione di alta scuola.

È un nuovo lusinghiero tributo dei media alla Puglia, eletta tra le mete ideali dei vacanzieri, liberati dalla morsa angosciosa del Covid. È un primato da difendere con orgoglio. 

Bari: in corso lavori di manutenzione ordinaria nelle scuole primarie e secondarie


BARI - L’assessore ai Lavori pubblici rende noto che, dal termine dell’anno scolastico, sono in corso i lavori di manutenzione ordinaria in alcuni asili nido comunali, scuole primarie e in quelle secondarie di primo grado della città. Si tratta di interventi mirati a ripristinare una serie di servizi e impianti guasti o deteriorati e ad eseguire opere volte a migliorare gli ambienti scolastici e la permanenza in aula degli alunni.

Di seguito, un elenco riepilogativo delle attività già concluse:

·        pulizia e disostruzione dell’impianto fognario e ripristino degli intonaci nell’aula di refezione nella scuola Armando Diaz, a Ceglie del Campo

·        installazione di attrezzature ludiche nel cortile con la contestuale sistemazione del pavimento antitrauma nella scuola don Mario Dalesio, a Carbonara

·        sostituzione degli infissi danneggiati nella scuola Marco Polo, a Palese

·        tinteggiatura generale delle pareti della scuola E28, a San Girolamo

·        riparazione della guaina del lastrico solare della scuola don Milani, al San Paolo

·        riparazione dei lavandini e dello scarico dei servizi igienici negli asili nido Stanic, Costa e Ali di Michela

·        messa in sicurezza delle cornici delle finestre in cemento armato nella scuola Arcobaleno, a Santo Spirito.

Altri interventi di manutenzione saranno avviati nei prossimi giorni:

·        interventi edili sul secondo piano della scuola San Nicola, a Bari vecchia

·        manutenzione degli impianti elettrici in tutti gli istituti scolastici individuati quali sedi elettorali, nel Municipio I

·        implementazione della rete LAN e ripristino delle lampade di sicurezza non funzionanti nelle scuole del Municipio III

·        ripristino dell’impianto di allarme antincendio nella scuola E28, a San Girolamo

·        demolizione di una parete della scuola Grimaldi, al San Paolo, finalizzata ad unire due aule, con la realizzazione di interventi relativi agli impianti.

“Nel corso di queste giornate estive stiamo portando a termine molti lavori di manutenzione, alcuni dei quali particolarmente invasivi, il tutto prima che ricominci l’anno scolastico proprio per non creare disagi agli alunni e agli stessi insegnanti - commenta l’assessora alle Politiche educative e giovanili -. In questa maniera tutto sarà pronto per l’inizio del prossimo anno scolastico. Accanto a questi lavori di ordinaria manutenzione, stiamo continuando a programmare lavori decisamente più strutturali che ci vedranno impegnati per i prossimi anni con scadenze ben definite: mi riferisco a tutti gli interventi finanziati dal Pnrr come, ad esempio, la costruzione della nuova scuola Anna Frank, i nuovi asili nido o le mense scolastiche delle scuole Principessa di Piemonte e San Giovanni Bosco”.

“Anche quest’anno abbiamo programmato degli interventi nel corso della stagione estiva con un piano operativo necessario a rendere le aule e gli spazi delle nostre scuole più funzionali e confortevoli - spiega l’assessore ai Lavori pubblici -. Sono diverse tipologie di lavori, di piccola e media grandezza, che interessano diversi istituti scolastici. Il nostro obiettivo, oltre naturalmente a fare in modo che i nostri bambini e ragazzi studino e crescano in ambienti sicuri, è quello di terminare in tempo utile prima dell’inizio delle attività scolastiche”.

Bari, attivi nel weekend e a Ferragosto i servizi del Welfare dedicati alle persone più fragili


BARI - L’assessora al Welfare rende noto che, anche durante il prossimo weekend e nella giornata di Ferragosto, saranno assicurati i servizi di base relativi all’ascolto e al sostegno in favore delle persone più vulnerabili, degli anziani soli e dei cittadini in difficoltà, realizzati dall’assessorato in collaborazione con la rete territoriale del welfare cittadino.

“Come ogni anno il welfare e i servizi di prossimità restano attivi anche d’estate, compresi i giorni festivi - dichiara l’assessora al Welfare -. Saranno quindi assicurati i servizi sociali di base finalizzati all’ascolto e per le segnalazioni, l’accoglienza, la somministrazione di beni e alimenti, così come saranno programmati pranzi e cene sociali, momenti di incontro e feste affinché, anche quando la città svuota, possano esserci dei punti di riferimento e degli spazi aperti per tutti, specialmente per chi è più solo. Saranno assicurati h24 anche i servizi di Pronto Intervento Sociale e del Centro antiviolenza comunale. Inoltre, l’unità di strada comunale sosterà in via del tutto straordinaria nei luoghi di aggregazione per sensibilizzare i giovani sui temi legati alle dipendenze e all’abuso di alcool e droghe.

Un ringraziamento speciale va a quanti ci consentono di mantenere attivi, nonostante le festività e il caldo di questi giorni, dei servizi fondamentali per il benessere della nostra comunità: operatori sociali, volontari, educatori, psicologici ma anche medici, forze dell’ordine, operatori di base e dei servizi pubblici”.

Restano sempre attivi:

· i servizi comunali, attivi h24, dedicati all’ascoltoe al sostegno dei più fragili

· il PIS - Pronto Intervento Sociale che assicura interventi sociali in emergenza in favore di adulti e persone in condizioni di difficoltà sociale, anziani in stato di disagio e/o abbandono, donne vittime di violenza, minori in situazione di pericolo (numero verde 800 093470, tel. 080 8493594)

· il Centro antiviolenza comunale (numero verde 800 202330, pronto intervento 328 8212906 e numero verde nazionale 1522).

Sono previsti, inoltre, interventi straordinari dell’unità di strada comunale “Care for People”, che intercetta, orienta e sostiene per strada le persone più vulnerabili e lavora per prevenire l’uso di alcool e droghe: domenica 14 agosto, dalle ore 20 alle 23, sosterà in piazza Umberto, via Sparano, piazza Balenzano, via Caldarola, presso la Camera di Commercio, in via Quintino Sella, e dalle ore 23 alle 2 in via Caracciolo, corso Italia, piazza Moro, extramurale Capruzzi, Policlinico, ospedale Di Venere, Pane e Pomodoro e ospedale San Paolo. Nel giorno di Ferragosto, invece, gli operatori saranno impegnati in azioni di sensibilizzazione sul tema a Torre Quetta, dalle ore 20 alle 23, e a Pane e Pomodoro, dalle ore 23 alle 2. Martedì 16 agosto, infine, l’unità di strada stazionerà dalle ore 20 alle 23 presso piazza Umberto, via Sparano, corso Italia, piazza Moro, Pane e Pomodoro, la Camera di Commercio e sull’extramurale Capruzzi, mentre dalle ore 23 alle 2 effettuerà un percorso “antitratta” (complanari est/ovest, lungomare a sud della città e parco Perotti).

Il servizio itinerante provvederà anche a distribuire acqua fino ad esaurimento delle scorte (1488 bottiglie da 0,5 litri) nelle ore più calde di queste giornate.

Per quanto riguarda la distribuzione di pasti e il servizio effettuato dalle mense cittadine, resta aperto il Centro polifunzionale comunale per il contrasto alla povertà estrema “Area 51”, in corso Italia, che garantirà la somministrazione dei tre pasti giornalieri anche a Ferragosto. A ciò si aggiungono:

· sportello di ascolto e orientamento dalle ore 9.30 alle 12 e dalle ore 15 alle 17

· servizi igienici dalle ore 9 alle 20

· servizio docce dalle ore 9.30 alle 11.30 e dalle 14 alle 18 (su prenotazione)

· deposito bagagli dalle ore 9.30 alle 11.30 e dalle ore 14 alle 18

· servizio ricarica dispositivi digitali dalle ore 9.30 alle 12 e dalle ore 14 alle 20

· momenti di aggregazione e di festa domenica 14 (dalle ore 16 alle 18) e lunedì 15 agosto con (dalle ore 15 alle 18).

Martedì 16 agosto, infine, dalle ore 10 alle 12, sarà possibile consultare gli operatori dello sportello di orientamento alloggiativo e, dalle ore 15 alle 17, quelli dello sportello antitratta e per l’emersione di situazioni vulnerabili.

Naturalmente resteranno aperte tutte le case di comunità e i centri di accoglienza notturna, all’interno dei quali il 15 agosto saranno organizzati pranzi sociali e momenti di svago per gli ospiti, anche al fine di evitare che escano nelle ore più calde della giornata.

Per quanto riguarda le attività realizzate esclusivamente dalle realtà del mondo del volontariato, si ricorda che dalle ore 11.30 alle 15.30 di domenica 14 e lunedì 15 agosto sarà attivo, in piazza Balenzano, il Caffè letterario, l’iniziativa promossa dall’associazione In.Con.Tra, che contestualmente sarà impegnata con il servizio di “Cucina Mobile” per la distribuzione serale di oltre 100 pasti cucinati al momento per le persone senza dimora su un food truck.

Infine, la Caritas Diocesana assicurerà la somministrazione della cena alle persone senza dimora presso la mensa delle Figlie della Carità (suore di Madre Teresa) sull’extramurale Capruzzi.

Bari: dal 12 al 17 agosto eventi dal vivo nell’ambito della manifestazione culturale “Le due Bari”

Pixabay 

BARI - In vista del weekend e della festività di Ferragosto sono diversi gli appuntamenti culturali in programma in città. Da venerdì 12 a mercoledì 17 agosto residenti e turisti potranno assistere a concerti ed esibizioni dal vivo proposti da “Le due Bari”, il progetto finanziato per 1.129.154,37 euro dalla direzione generale Spettacolo del Ministero della Cultura (MiC) per la realizzazione di attività di spettacolo dal vivo nelle aree periferiche della città di Bari. 

“Sotto il cielo delle periferie”, organizzato dall’associazione culturale Time Zones nell’ambito della manifestazione, propone un fitto calendario di appuntamenti a ingresso libero per tutte le generazioni. Si parte venerdì 12 agosto, nell’Anfiteatro della Pace dell’Ipercoop Mongolfiera di Japigia, con gli Yellowjackets, storica formazione statunitense di jazz e fusion, mentre sabato 13, sempre nell’Anfiteatro della Pace, sarà la volta del sassofonista James Senese, storico interprete del blues “made in Napoli” di cui è stato profeta e divulgatore assieme a Pino Daniele ed Eduardo Bennato. Sullo stesso palco domenica 14 si esibiranno i Radiodervish, noto gruppo musicale di world music, e nel giorno di Ferragosto, invece, toccherà a Gianni Ciardo con il suo ultimo lavoro su Dante, cui seguirà la proiezione de “Lacapagira”, film cult di Alessandro Piva, e il dj set di dj Ciccio.

Si proseguirà con altri due spettacoli nella piazza della Torre, a Torre a Mare, dove martedì 16 agosto l’attore e regista Vito Signorile sarà in scena con il suo “Ragù”. Seguirà l’esibizione del gruppo barese Radicanto che suonerà con il polistrumentista africano Gabin Dabirè, un’anteprima assoluta di un interessante incrocio tra la cultura popolare pugliese e i suoni archetipici dell’Africa. Mercoledì 17 agosto, infine, sempre nella piazza della Torre, lo spettacolo della Nuova Compagnia di Canto Popolare, un gruppo che da oltre 50 anni racconta, con suoni e parole, le radici della musica napoletana. 

“Nei giorni di massima affluenza turistica in città, in cui peraltro resteranno anche molti baresi, intendiamo garantire la più ampia fruizione dei musei e offrire concerti e spettacoli, tutte le sere, dal 12 al 17 agosto, in modo da trasformare Bari in un palcoscenico a cielo aperto grazie all’esibizione di artisti del calibro dei Yellowjackets, James Senese, Radiodervish, Gianni Ciardo, Radicanto e Gabin Dabiré, Vito Signorile, Tukurù e Semi di vita e della Nuova Compagnia di Canto Popolare - commenta l’assessora alle Culture -. A partire dal 18 agosto, inoltre, proseguiremo con il festival Bari in jazz e il Premio Nino Rota, cui seguiranno il Bari Piano Festival e i concerti di Almamegretta, Roy Paci, P’Funking band e del gruppo Eugenio, a San Girolamo e a Santo Spirito. 

Il progetto Le due Bari nasce proprio per unire i diversi territori della città attraverso la cultura, ponendo in primo piano le esigenze di quanti difficilmente potrebbero godere della bellezza di uno spettacolo dal vivo. Redistribuire le opportunità, superare le diseguaglianze, costruire un modello di crescita sostenibile, laddove la sostenibilità è intesa come accessibilità ai contenuti culturali, costituiscono il nuovo lessico della politica culturale nei contesti urbani e rappresentano appieno gli obiettivi dell’amministrazione comunale, a partire da questa lunga e inedita estate barese”.


Nella giornata di ferragosto residenti e turisti potranno anche visitare i musei e le mostre in programma in città. Di seguito gli orari di apertura: 

Museo Civico: mostra “Blub L’arte sa nuotare” dello street artist Blub, aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 13.30 e dalle ore 17 alle 20, e il sabato dalle ore 9.30 alle 13.30, e la domenica e nei giorni festivi dalle ore 17 alle 20 

Teatro Margherita: mostra “Obey Peace Revolution” aperta da domenica a giovedì dalle ore 17 alle 22, e il venerdì e il sabato dalle ore 17 alle 23 (struttura aperta anche a Ferragosto)

Museo Archeologico: mostra-evento “Il trionfo della luce. Simboli, rinascite e il dialogo degli opposti”, promossa dalla Città metropolitana in collaborazione con l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, aperta da martedì a sabato dalle ore 9 alle 19, e la domenica e nei giorni festivi dalle ore 9 alle 13

Spazio Murat: mostra fotografica“Denis O’Regan with Queen” promossa dal Medimex e a cura di Ono Arte Contemporanea Bologna, aperta dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle 20, e sabato e domenica dalle ore 10 alle 22 (struttura chiusa nella giornata di Ferragosto).

On line progetti e interventi regionali contro alluvioni e frane

BARI - Una piattaforma che raggruppa tutte le azioni di difesa del suolo a tutela dell’incolumità delle persone e per conservare beni e infrastrutture pubbliche o di pubblica utilità, contro alluvioni, frane, erosione, sprofondamenti. Per la prima volta è in rete il complesso di piani, programmi, progetti e interventi gestiti dal Servizio Difesa del Suolo della Regione Puglia, incardinato nella Sezione Difesa del Suolo e rischio sismico.

“Sono giorni in cui torniamo a sperimentare gli effetti dei cambiamenti climatici e siamo costretti a correre ai ripari inseguendo emergenze di ogni tipo, comprendendo con severità quanto fondamentale siano diventati gli investimenti nella cura e nella manutenzione del nostro territorio”, ha detto il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Infrastrutture e alla Difesa del Suolo, Raffaele Piemontese, lanciando la sezione “Difesa del suolo” del portale tematico “Territorio, mobilità e infrastrutture” del sito istituzionale regione.puglia.it, raggiungibile all’indirizzo https://www.regione.puglia.it/web/difesa-del-suolo.

Nella sezione sono raccolti tutti i programmi, i finanziamenti, gli interventi e le normative di difesa del suolo, relativi alla sistemazione dei versanti, all'efficienza del reticolo idrografico e alla protezione delle “coste alte” dal degrado e dai processi erosivi, nonché i contributi alla pianificazione di bacino che si sviluppano di concerto con l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino meridionale.

“La democrazia digitale riflette un più diffuso attivismo civico di persone che vogliono avere più controllo sulla loro vita e sul territorio in cui vivono, e il primo passo per colmare il deficit democratico lamentato da molti è proprio la completezza delle informazioni messe a disposizione su Internet”, osserva Piemontese, con riguardo alla combinazione tra azioni strutturali e non strutturali di competenza di questo specifico settore del governo regionale che si occupa delle fragilità del territorio.

Le azioni strutturali attengono alla realizzazione di specifici investimenti in opere e interventi volti alla mitigazione del rischio tanto in termini di pericolosità quanto in termini di popolazione e beni esposti. Sono azioni strutturali gli interventi di riforestazione, le sistemazioni idraulico-forestali, la riconfigurazione degli schemi idrografici naturali e la stabilizzazione dei pendii: di questo complesso insieme di “cantieri” è offerta una sintesi e localizzazione geografica puntuale, tracciata sulla piattaforma Google Maps.

Una base di dati e informazioni facili e accessibili che contribuisce a indirizzare le azioni non strutturali, ossia la pianificazione per un ottimale uso del suolo, il monitoraggio del territorio, anche attraverso sistemi e reti di preavviso e allertamento, nonché il rafforzamento di un sistema di supporto alle decisioni in grado di analizzare le condizioni attuali e future di pericolosità, vulnerabilità e rischio a fronte di fenomeni idrologici e di instabilità. Come pure le azioni che migliorano l’informazione e l’educazione della popolazione, in modo che cresca la capacità di percezione del rischio connesso a fenomeni naturali sempre più severi.

“Non per ultima soddisfiamo l’esigenza di un’interfaccia semplice e completa per gli amministratori e i tecnici dei Comuni, cui spesso sfuggono opportunità finanziarie e la possibilità di combinare positivamente politiche che curano settori diversi: dall’ambiente all’agricoltura, dalla protezione civile al paesaggio, oltre a quelle mirate sul controllo e la trasformazione del territorio”, ha concluso il vicepresidente Piemontese, congratulandosi per il lavoro svolto con il direttore del Dipartimento Bilancio, Affari generali e Infrastrutture, Lino Albanese, con il dirigente della Difesa del suolo e rischio sismico, Giovanni Scannicchio, e con il dirigente del Servizio Difesa del suolo, Antonio Scarano.

Incendi, Bellomo(Lega): ''La Puglia brucia, Ministro Lamorgese non prenda in giro i pugliesi''



BARI - “Il ministro Lamorgese non prenda in giro i pugliesi. Nonostante il nuovo decreto preveda un incremento di organico di 140 appartenenti al ruolo dei Vigili del Fuoco, 40 da ottobre 2021 e 100 da ottobre 2022, al momento i comandi di Bari, Bat e Taranto hanno visto arrivare un rinforzo di appena 10 unità di personale. Il 25% di quelli che dovevano già essere in squadra da quasi un anno e poco più del 7% del totale. Una situazione insostenibile, denunciata dai sindacati territoriali di categoria con una lettera inviata allo stesso ministro, al capo dipartimento dei Vigili del Fuoco, al presidente Emiliano e ai prefetti pugliesi. Uno stato di agitazione che ha lo scopo di evidenziare un grave problema che ha bisogno di provvedimenti immediati. 

Mentre infatti la Puglia è in balìa di fuoco e acqua, tra incendi e alluvioni, è necessario far scendere in campo subito un numero adeguato di unità, riconoscere come centri di formazione territoriale i poli didattici della Direzione regionale Puglia e del comando di Brindisi e aprire nuovi distaccamenti sul territorio pugliese. Tutte richieste legittime che attendono una risposta, sia pure tardiva. Mentre a Roma si delibera, la Puglia brucia. Parafrasando Tito Livio, nella certezza che Lamorgese ed Emiliano ne conservino memoria”. Lo dichiara Davide Bellomo, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia.

Amazon.it stila la classifica delle città italiane più appassionate di lettura nel 2022: Bari sale di una posizione

 

(Pixabay)

BARI - Anche quest’anno Amazon.it stila la lista delle città italiane che non vogliono rinunciare alla lettura. Che sia estate o inverno, giorno o notte, gli italiani si confermano grandi lettori, ognuno con il proprio genere e titolo preferito, ma tutti accomunati dalla stessa passione: rilassarsi ed emozionarsi davanti a un libro. E se quasi per tutti tenerne uno in mano e sentirne l’odore è ancora un piacere irrinunciabile, sono bolognesi e napoletani i più inclini a leggere in formato digitale.

Al primo posto in classifica c’è Milano per il decimo anno consecutivo, una posizione a cui i milanesi sono ormai affezionati e che non hanno intenzione di abbandonare. Così come i romani, culturalmente legati all’arte delle parole e della letteratura, che si classificano nuovamente al secondo posto. Seguono le città di Torino e Bologna, che dimostrano a loro volta l’importanza che ancora riveste per tutti la lettura. Genova, che ispira i suoi abitanti con la luce dell’iconico faro, Firenze, patria di grandi poeti, Napoli, città dalle infinite arti e suggestioni, le venete Padova e Verona e, infine, il capoluogo giuliano e culla di Umberto Saba, Trieste, chiudono la classifica. E se Palermo rimane in undicesima posizione, sono Cagliari e Bari a stupire con un balzo in avanti salendo rispettivamente al dodicesimo e quindicesimo posto. 

L’Italia che legge: ecco la Top 10 completa

Milano

Roma

Torino

Bologna

Genova

Firenze

Napoli

Padova

Verona

Trieste 

Un’unica passione, tanti generi diversi.

La lettura fa sentire tutti vicini, da nord a sud, ma ognuno ha il proprio genere preferito. A partire dai milanesi che si concentrano maggiormente su libri di letteratura e studi letterali e dai romani che hanno acquistato di più libri per bambini e ragazzi. La città Magica invece si tinge di tinte orientali: i libri più letti sono i manga, i fumetti originali del Giappone, lasciando a Bologna i thriller. I genovesi sono interessati ai libri di salute e se i fiorentini leggono di scienza e tecnologia, i napoletani si confermano degli inguaribili romantici. Gli abitanti del Veneto approfondiscono sempre più tematiche economiche e si lasciano ispirare dalle biografie dei grandi, mentre nel capoluogo giuliano non si può fare a meno di arte, musica e cinema.

“Fabbricante di lacrime”, un successo da nord a sud, e gli altri libri più amati

Il libro più letto dagli italiani è “Fabbricante di lacrime” di Erin Doom, una storia dove le leggende raccontate a lume di candela diventano realtà trasformando la vita dei protagonisti in un romanzo travolgente. Al secondo posto tra i libri più amati “La canzone di Achille” dell’autrice Madeline Miller, dove gli scenari di guerra, duelli e morte lasciano spazio all’amore. E se questi libri mettono d’accordo tutto lo Stivale, i milanesi hanno un proprio libro preferito: “Conosco un posto. Milano” è l’occasione per tutti i lettori meneghini di scoprire posti imperdibili e ancora inesplorati della propria città. I genovesi, con non poco dispiacere dei tifosi genoani, hanno letto in tantissimi “Una vita rovesciata: la biografia di Francesco Flachi” di Matteo Politanò che racconta la vita di uno dei giocatori più amati nella storia della Sampdoria. I Triestini si sono lasciati invece conquistare da “Tre” di Valérie Perrin, dove la musica non è un semplice elemento accessorio, ma importante filo conduttore del romanzo. Infine, un ultimo libro, il più amato dai baresi: “Badao: ogni parola ha un perché” di Gianluca Giagni, un viaggio volto al ritrovamento della serenità e alla riscoperta del senso delle piccole cose che descrive il mondo attraverso le parole dei bambini.

Amazon storyteller”: ogni libro da scrivere è una storia da leggere

Prosegue la terza edizione italiana di “Amazon storyteller”, il premio letterario per autori autopubblicati, un’opportunità per chi scrive e anche un’occasione per chi legge. Fino al 31 agosto 2022, gli autori hanno ancora la possibilità di inviare la loro candidatura all’iniziativa e pubblicare i loro testi nuovi ed esclusivi in modo semplice, rapido e gratuito, in formato cartaceo e digitale. Tutti i clienti di Amazon.it. hanno la possibilità di leggerli su qualsiasi dispositivo grazie all'app Kindle gratuita per iPhone, iPad, smartphone e tablet Android, PC e Mac, nonché sugli e-reader Kindle e sui tablet Fire. Il vincitore del premio Amazon Storyteller 2022 sarà annunciato a novembre. In allegato, a titolo di approfondimento, il comunicato stampa dedicato al premio letterario con il dettaglio dei libri ad oggi più recensiti e delle regioni italiane con il maggior numero di aspiranti scrittori.

Amiu Puglia assume i primi 37 autisti idonei in graduatoria ad esito delle prove concorsuali

BARI - Il presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella rende noto che nei prossimi giorni l’azienda procederà con l’assunzione delle prime 37 unità lavorative con la qualifica di autisti di III livello per la guida degli automezzi pesanti. Si tratta dei primi idonei nella graduatoria redatta ad esito dell’espletamento del concorso finalizzato all’assunzione di 160 addetti da impiegare nella sede di Bari.

In questo modo l’azienda potrà procedere alla sostituzione dei dipendenti cessati negli ultimi anni a seguito del raggiungimento dei requisiti contributivi e anagrafici previsti per la pensione di anzianità. L’assunzione darà quindi la possibilità ad Amiu di poter organizzare al meglio le attività di pulizia stradale attraverso l’impiego di automezzi specializzati.

“Nell’ambito della riorganizzazione dell’Amiu - dichiara il sindaco di Bari - nell’ultimo anno l’azienda si è concentrata sulle procedure concorsuali che oggi finalmente ci vedono reclutare i primi nuovi autisti. In questo modo potremo sicuramente potenziare e migliorare il servizio di pulizia delle strade cittadine e, dopo l’assunzione dei primi operatori ecologici in graduatoria, quello di raccolta su strada e il porta a porta, che fra qualche settimana si amplierà con la copertura totale del quartiere San Paolo. Una prova importante per l’intera città che ha bisogno di incrementare le percentuali di raccolta differenziata dopo un brusco rallentamento dovuto all’avvento della pandemia”.

“Abbiamo vissuto diverse difficoltà dovute al pensionamento di molti autisti negli ultimi anni, e la pandemia di certo non ci ha aiutato causando una serie di rallentamenti sul riassetto complessivo dell’azienda - commenta Sabino Persichella -. Finalmente, dopo aver concluso tutte le procedure concorsuali che si sono svolte con modalità rigorosamente trasparenti e imparziali, ora potremo rinforzare l’organico attingendo dalla graduatoria i primi autisti, strategici rispetto al processo di meccanizzazione dei servizi che ci consentirà di passare da un’attività manuale ad una meccanica, quindi con più spazzatrici, più lavanti e più mezzi per strada. La scorsa settimana sono partite le prime lettere per la richiesta dei documenti propedeutici all’immissione in servizio e fra due giorni i primi 25 in graduatoria effettueranno le visite mediche, mentre gli altri 12 saranno convocati dal medico aziendale dopo una settimana. Questo significa che entro la fine del mese potranno essere assunti. I primi operatori ecologici in graduatoria, invece, saranno convocati in concomitanza con l’estensione della raccolta porta a porta al San Paolo, che coinvolgerà circa 23mila cittadini”.

I primi 37 autisti, di cui una donna, hanno un’età media di 37 anni: il 68% ha conseguito un diploma di scuola secondaria superiore e il restante 32% un diploma di licenza media.

Le operazioni concorsuali, svolte all’inizio di ogni prova con estrazione informatizzata di 30 quiz da una banca dati pubblicata sul sito dell’azienda incaricata delle procedure, ha visto la partecipazione di 640 candidati (6 donne e 634 uomini) per la posizione di autista e di 5135 candidati (1051 donne e 4084 uomini) per la posizione di operatore ecologico, per un totale di 5775 candidati per la sede barese di Amiu Puglia.

La commissione che ha presieduto le prove era composta da funzionari della Prefettura e della Corte dei Conti.

Bari, estorsioni: 48enne ricattava un imprenditore locale

BARI - I Carabinieri del Comando Stazione di Capurso hanno dato esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Bari, su richiesta della locale Procura della Repubblica nella quale vengono riconosciuti gravi indizi di colpevolezza in ordine ai reati di estorsione e tentato furto aggravato nel procedimento a carico di un 48 enne, pregiudicato, del luogo. 

Secondo l’imposizione accusatoria accolta dal Gip (fatta salva la valutazione nelle fasi successive con il contributo della difesa), l’indagato dopo il tentato furto ai danni di un esercizio commerciale del luogo avrebbe costretto il titolare a corrispondergli del denaro.

In particolare, la sera del 1° luglio scorso, era stata data alle fiamme la saracinesca di un’attività commerciale del centro di Capurso, incendio spento grazie al repentino intervento di alcuni vicini dotati di estintori. La stessa notte, l’indagato avrebbe tentato il furto ai danni dell’esercizio, utilizzando una smerigliatrice con cui effettuava un taglio verticale sulla serranda, arrecando danni alla stessa, ma non riuscendo nell’intento grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri. Eventi ripresi dalle telecamere di videosorveglianza.

A seguito di articolate indagini, condotte dai Carabinieri della Stazione di Capurso e coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia, sono stati acquisiti gravi indizi di colpevolezza a carico del 48enne che si sarebbe reso responsabile del tentato furto proprio per costringere l’imprenditore a pagare il “pizzo”. In effetti, dopo pochi giorni dai due eventi delittuosi, immortalati dalle telecamere, l’indagato si sarebbe recato presso l’attività commerciale e, mediante minaccia, facendo riferimento ai citati delitti, con frasi del tipo “… a vist ciò che je sciss venerdì a ser, a situazione non je buon…”,  prima avrebbe chiesto alla vittima di corrispondergli la somma di 1.000 euro, che poi riduceva a 500 euro e, infine, l’avrebbe costretta a consegnargli la somma di 200 euro, salvo reiterare il giorno seguente la richiesta di consegnargli i restanti 300 euro. 

Il 48enne, che, tra l’altro, risultava percettore di reddito di cittadinanza è stato condotto in carcere. 

L’operazione odierna testimonia ancora una volta la costante attenzione dell’Autorità Giudiziaria e dell’Arma dei Carabinieri al delicato fenomeno delle estorsioni ai danni di titolari di attività economiche, evidenziando il ruolo delle Istituzioni quale punto di riferimento per un’efficace azione di contrasto al fenomeno criminale e unica risposta alle istanze di giustizia delle vittime.

È importante sottolineare che il procedimento si trova nella fase delle indagini preliminari e che, all’esecuzione della misura cautelare, seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato, la cui eventuale colpevolezza, in ordine ai reati contestati, dovrà essere accertata in sede di processo nel contraddittorio tra le parti. 

 

 

 

Bari, violenta due turiste francesi

BARI - Un uomo, lunedì sera nel quartiere Libertà a Bari, avrebbe violentato due turiste francesi. Le due giovani hanno fornito ai poliziotti la descrizione del presunto aggressore, il quale poco dopo è stato identificato e bloccato. 

Bari: XXXI anniversario dell’arrivo della Vlora nel porto

BARI - Questo pomeriggio, in occasione del XXXI anniversario dell’arrivo della Vlora nel porto di Bari, l’amministrazione comunale ha voluto ricordare lo sbarco della nave proveniente dall’Albania presso il largo “Sono persone”, a San Girolamo, attraverso l’iniziativa “Per non dimenticare La Vlora”.

Nel corso dell’evento si è tenuto un reading di poesie che ha visto alcuni alunni della scuola di lingua albanese a Bari, “Le Aquile di Seta”, leggere dei versi dell’opera “Bagëti e Bujqësi/I pascoli e i campi” dello scrittore albanese Naim Frasheri. 

A seguire, i presenti hanno ascoltato le testimonianze di persone appartenenti alla comunità albanese, in particolare quella di Alda Kushi, dottore di ricerca in diritto costituzionale comparato che collabora con il dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, e di Roberto Laera, imprenditore italiano che lavora e vive a Tirana e che dal 2006 promuove con la società Italian Network un servizio agli imprenditori stranieri che vogliano investire in Albania, facilitando la start up d’impresa. 

“Oggi intendiamo ricordare l’arrivo di ventimila persone albanesi, che sbarcarono sulle nostre coste in cerca di un futuro, e il coraggio e la tenacia dell’allora sindaco Enrico Dalfino, che si fece interprete del cuore della nostra comunità e della visione di una città, la nostra, da sempre aperta e solidale - ha dichiarato l’assessora comunale al Welfare intervenuta all’iniziativa -. Un messaggio ancora oggi molto attuale, in un momento in cui troppo spesso alcuni affermano la necessità di erigere muri e far valere i confini tra Paesi. Lo facciamo questo pomeriggio con l’associazione Le Aquile di Seta, nata a settembre del 2020 da un gruppo di donne di origine albanese che vivono, lavorano e studiano a Bari, con l’intento di promuovere la cultura albanese e realizzare qui servizi a supporto della comunità. Con loro abbiamo pensato di costruire un momento di memoria, dando voce e spazio a chi, figlio di quella storia e del percorso di inclusione che ne è nato, ha contribuito a creare occasioni di crescita e di contaminazione culturale, valorizzando le proprie le radici e, al contempo, aprendosi al futuro e alla dimensione di comunità allargata. 

Ringrazio, perciò, Le Aquile di Seta, Alda Kushi, Roberto Laera e quanti hanno voluto partecipare a questa iniziativa pensata per ribadire che Bari è e sempre sarà una città di mare, di approdi, di partenze e di nuova vita”. 

La cerimonia si è conclusa con un momento dedicato alla musica. 

“Le Aquile di Seta” è un’associazione senza scopo di lucro, costituita nel settembre del 2020 da un gruppo di donne di origine albanese che vivono, lavorano e studiano a Bari, e nasce con l’intento di promuovere la cultura e la storia albanesi realizzando iniziative al servizio e a supporto della comunità albanese in Italia e all’estero. Uno dei più importanti progetti realizzati dall’associazione è proprio la fondazione della scuola barese. 

Bari, un negozio non è solo un negozio: pubblicato l’elenco dei primi 13 progetti ammessi a finanziamento


BARI - La ripartizione Politiche educative e giovanili e del Lavoro rende noto che il nucleo di valutazione dell’avviso “Un negozio non è solo un negozio”, promosso dal Comune di Bari nell’ambito di d_Bari 2022-2024, il programma per il sostegno all’economia di prossimità, ha approvato le prime 13 proposte di finanziamento su 28 progetti candidati a luglio dalle imprese commerciali, ad un mese dalla pubblicazione del bando.

Come noto, la misura varata dall’amministrazione comunale, a cura del job center comunale Porta Futuro, sostiene lo sviluppo di progetti commerciali dei negozi cittadini con contributi a fondo perduto fino a 50.000 euro, a fronte dell’impegno da parte degli stessi a realizzare attività, iniziative, eventi e servizi per favorire il progresso della comunità locale.

Le imprese selezionate sono così ammesse alla fase di co-progettazione in programma a settembre e volta a definire in maniera esecutiva i contenuti e le attività dei progetti e a redigere il cronoprogramma delle attività, che saranno avviate a seguito della stipula delle singole convenzioni con le imprese.  

“Le prime risultanze del bando per il sostegno alle attività commerciali della città - sottolinea l’assessora allo Sviluppo economico - ci restituiscono uno scenario promettente, segno che l’intuizione del programma d_Bari 2022-2024 è corretta: esiste in città una scena commerciale pronta ad accettare le sfide dell’innovazione. L’amministrazione comunale, quindi, intende supportare concretamente questi imprenditori commerciali in modo che possano crescere nel segno della responsabilità sociale di impresa e del rapporto con la comunità locale”.

“L’originalità e la qualità delle proposte progettuali ammesse a finanziamento - evidenzia l’assessore alle Politiche del lavoro - dimostrano una grande vitalità del settore del commercio locale che, come amministrazione, intendiamo sostenere attraverso incentivi e servizi di supporto e accompagnamento che siano al passo con i tempi. Ringrazio il nucleo di valutazione e gli uffici di Porta Futuro per la celerità dimostrata durante l’istruttoria di valutazione, che rappresenta un elemento indispensabile per garantire velocità e certezza dei tempi nei programmi di investimento delle imprese beneficiarie”.


 Di seguito una breve scheda dei 13 progetti finanziati finora:


 ANCHECINEMA S.r.l.

Nome del progetto: AncheCinema Green Ticket Drive

Prevista la realizzazione del primo botteghino ‘Green Ticket Drive’ presso il teatro AncheCinema, destinato all’informazione e all’acquisto di biglietti per spettacoli organizzati in città: sarà aperto tutti i giorni, digitalizzato, accessibile e allestito con muschi assorbi-smog e piante. Il progetto, oltre a promuovere la riqualificazione verde di uno snodo importante della mobilità cittadina, garantisce accessibilità all’informazione sull’offerta culturale e un servizio di vendita biglietti con la presenza di un operatore in orari di ufficio e attraverso uno sportello digitale tutti i giorni h24.


ARTES Coop. Soc. a r.l. onlus

Nome del progetto: WelfarEat - Cucina a zero gradi di separazione

Il progetto prevede il potenziamento dell’attività già gestita da Artes a Santo Spirito (il bistrot, caffetteria e american bar ‘Artemisia’) con l’apertura di una nuova sede nel quartiere Libertà, in corso Italia 79. WelfarEat sarà una tavola calda - pizzeria sociale che promuove l’inserimento lavorativo di persone fragili. Saranno organizzate anche attività gratuite offerte alla cittadinanza, tra cui tirocini formativi nel campo della ristorazione in favore di persone con difficoltà socio-economiche, eventi culturali e sociali, laboratori di cucina aperti al territorio, attività di economia circolare (recupero e redistribuzione di eccedenze alimentari e“pastosospeso”) e portierato sociale.


 ATELIER 27

Nome del progetto: Book Swap

Il progetto prevede l’allestimento di una libreria all’interno della boutique Atelier 27, in via Pavoncelli 144, nei pressi del parco 2 Giugno. Book Swap intende diversificare l’offerta dell’attività commerciale promuovendo, oltre alla vendita di libri, uno spazio di ritrovo, condivisione e scambio sul tema della lettura.


BOBO STUDIOS S.a.s.

Nome del progetto: Vetrina Interattiva

L’iniziativa mira ad avvicinare i giovani al mondo dell’arte attraverso le nuove tecnologie. Si tratta della realizzazione di una vera e propria vetrina animata che interagisce con il movimento, i suoni e i gesti dei passanti, davanti alla sede operativa della Bobo Studios (MAST - Music Academy Recording Studio) in via De Amicis. L’idea è quella di creare un sistema di interazione continua con i passanti che possa portare a vivere in modo nuovo gli spazi urbani e, nel caso specifico, i marciapiedi. Saranno, inoltre, organizzati eventi gratuiti di presentazione dei prodotti discografici su una piattaforma interattiva.


BUONO MARIA BARBARA

Nome del progetto: Rilancio e rinnovamento del commercio di prossimità

La tabaccheria nel centro del quartiere Murat svolge, da circa 40 anni, prevalentemente attività di vendita di tabacchi e di ricevitoria. Il progetto, attraverso l’ammodernamento e la redistribuzione degli spazi, la nuova dotazione di arredi e attrezzature, l’efficientamento energetico degli impianti, l’installazione di sistemi di sicurezza, l’abbattimento di barriere architettoniche e la cura del verde esterno, punta a consolidare e potenziare l’offerta commerciale e a digitalizzare l’attività, ampliando la gamma dei servizi a sportello e consolidando il ruolo di esercizio di prossimità dell’attività commerciale.


CAFFE PORTINERIA

Nome del progetto: Portineria F.M. (For Murat)

Portineria F.M. è il progetto di sviluppo commerciale del caffè Portineria in via Roberto da Bari 58/A. A partire dall’idea di portierato di quartiere sviluppata negli anni, con una vasta gamma di servizi ampiamente sperimentati, quali il ricevimento di pacchi e missive, il deposito di bagagli, l’affido di chiavi di casa, la rete wi-fi libera e gratuita, la bacheca di annunci, si intende rafforzare l’attività di caffè portineria attraverso nuovi servizi, come il bike sharing, la stampa e la copia di documenti e l’impianto per silentriunion, oltre a una implementazione della programmazione culturale e dell’informazione online sulla vita di quartiere e una app per velocizzare e snellire prenotazioni ed ordinazioni.


GRAN CAFFÈ IMBRIANI S.r.l.

Nome del progetto: Tourists welcome to Imbriani Caffè

Il progetto prevede il miglioramento funzionale e impiantistico del bar in via Imbriani 57, punto di riferimento del quartiere umbertino per cittadini e turisti. Gli investimenti proposti, sia per l’area interna che per gli spazi esterni del porticato, puntano a migliorare accoglienza e produttività del locale, offrendo in cambio alla città e, in particolar modo, alla comunità turistica eventi ed iniziative culturali.


 I SAPORI DI MARE

Nome del progetto: Mare e Tradizione

L’idea progettuale consiste nella rifunzionalizzazione degli spazi interni del ristorante in via de Rossi 159 attraverso l’acquisto di attrezzature di ultima generazione e arredi per la zona esterna. In cambio l’attività si impegna a realizzare una serie di eventi aperti al pubblico, alla presenza di medici, nutrizionisti e relatori esperti nel settore dell’alimentazione con l’obiettivo di divulgare i vantaggi di un’alimentazione basata sul consumo consapevole di prodotti locali e tradizionali.


NICOLA MILELLA

Nome del progetto: Stile e fashion coaching

I progetto prevede la ristrutturazione e l’ammodernamento di una storica attività di capi confezionati e accessori per l’abbigliamento in via Manzoni. L’attività commerciale, di contro, si impegna a realizzare eventi periodici in collaborazione con esperti del settore della moda, mostrando le collezioni in modo innovativo e promuovendo il concetto del fashion coaching, che consiste nella capacità di esprimere se stessi attraverso “il linguaggio” dell’abbigliamento.


 ON-OFF

Nome del progetto: A pranzo dalla nonna

Il progetto prevede il restyling del locale in via Garibaldi n.7/9, a Torre a Mare, che consentirà di ampliare la gamma dei servizi offerti e di attrarre nuovo pubblico, di realizzare una nuova campagna social e politiche di re-branding, di promuovere la tradizione culinaria barese attraverso azioni legate al tema del riciclo e del riuso del prodotto alimentare e un’attività di orientamento alla professione in convenzione con una scuola statale di secondo grado.


 


TERRENA S.r.l.s.


Nome del progetto: Boutique ‘Le scelte di Terrena’


Il progetto prevede un laboratorio creativo di gioielli di moda italo-francese dall’eleganza ricercata. La produzione è realizzata da persone con disabilità al termine di un corso di formazione finalizzato all’occupazione. L’investimento sulla nuova sede in via Calefati 124 si concentrerà sugli arredi e sul layout della boutique. Inoltre l’attività sarà dotata di un sistema informatico gestionale per la registrazione delle vendite e l’aggiornamento del magazzino in tempo reale. In collaborazione con alcune organizzazioni sociali saranno realizzate attività per la sensibilizzazione e la promozione di un modello di impresa responsabile per il sostegno alla formazione e all’occupazione delle categorie più fragili.


 URBAN SRL

Nome del progetto: Alimentazione etica e sostenibile

Il progetto di Urban, in via Nicolai 10, ha l’obiettivo di rifunzionalizzare gli spazi di vendita attraverso un nuovo dehor, di puntare sull’accessibilità abbattendo le barriere architettoniche, di realizzare un parcheggio per monopattini incentivando quindi la mobilità sostenibile, di disporre di nuovi servizi di sicurezza e di promuovere un’alimentazione etica e sostenibile attraverso azioni di sensibilizzazione sullo spreco alimentare.


 

VIMINI s.r.l.s.

Nome del progetto: Parco dell’arte

Parco dell’arte, a cura dell’attività “I giardini di Frida” in via Edmondo Caccuri, unitamente a una ristrutturazione del locale, alla riconfigurazione interna degli spazi e ad investimenti in arredi e attrezzature, punta ad implementare la riqualificazione e il recupero del giardino pubblico “Michele Campione”, antistante il locale, sviluppando attività culturali (mostre, mercatini, momenti di divulgazione, ecc) e realizzando servizi di accessibilità per le persone con disabilità e azioni di sostenibilità ambientale.


Bari, manifesti Meloni imbrattati: ''Fratelli D'Italia recrimina su sinistra nervosa''

BARI - “Ci risiamo: puntuali come un orologio svizzero gli imbrattatori di sinistra, pseudoambientalisti, che con bombolette spray di vernice tossica si divertono a colorare -di rosso, ovviamente- i manifesti di Fratelli d'Italia e di Giorgia Meloni. È accaduto a Bari nelle scorse ore, ma sono episodi a cui siamo abituati e che si sommano alla serie di insulti e dichiarazioni infanganti che leggiamo ormai da due settimane. Sintomo di una sinistra nervosa, che sa di poter perdere le elezioni, sicuramente poco disposta alla scelta democratica del voto”. E' quanto espresso nella nota congiunta del coordinamento regionale Fratelli d'Italia Puglia, del gruppo al Consiglio Regionale della Puglia e dai consiglieri comunali e municipali di Bari. 


Coppa Italia : Bari-Parma ai sedicesimi di finale


NICOLA  ZUCCARO - Va delineandosi, in attesa delle ultime gare previste nel pomeriggio e nella serata di lunedì 8 agosto 2022, il quadro dei sedicesimi di finale della Coppa Italia 2022-23. Dopo il 4-1 inflitto all'Hellas Verona sul rettangolo del Bentegodi, il Bari affronterà il Parma. I ducali reduci dal 2-0 alla Salernitana, maturato sul terreno dell'Arechi nella serata di domenica 7 agosto 2022, affronteranno i biancorossi nel confronto previsto per mercoledì 19 ottobre al San Nicola. La vincente di questa sfida, a gennaio, affronterà l'Inter al Meazza nella gara valevole per gli ottavi di finale del trofeo della coccarda. 


© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo