Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post

Serie D: il Bari vince 2-1 fuori casa col Rotonda, gol decisivo di Di Cesare

(credits: Ssc Bari)
di FRANCESCO LOIACONO - Nella sedicesima giornata di andata del campionato di serie D girone I il Bari ha vinto 2-1 a Castrovillari contro il Rotonda. Nel primo tempo al 45’ la squadra di Cornacchini è passata in vantaggio con Brienza su rigore, dato per un fallo di Chiavazzo sullo stesso Brienza. Nel secondo tempo al 24’ i lucani hanno pareggiato con De Stefano, tiro di destro su punizione. Al 38’ Di Cesare ha realizzato la rete decisiva per i pugliesi, conclusione di sinistro in diagonale. Nella ripresa al 29’ il Rotonda è rimasto in dieci. E’ stato espulso De Stefano per un duro fallo su Aloisi.

Sesto successo consecutivo del Bari. E’ primo in classifica con 42 punti,+11 sulla Turris che ha pareggiato 0-0 fuori casa nel derby campano con la Nocerina. Primo gol in questo torneo di Brienza. Ancora una rete determinante per Di Cesare, dopo quella allo stadio “San Nicola” contro il Troina nel turno infrasettimanale. Domenica 23 dicembre il Bari giocherà in casa col Roccella. I calabresi hanno vinto 4-1 la gara interna con la Cittanovese.

I presepi nelle chiese del centro di Bari

(Prez.Sangue)
di LUIGI LAGUARAGNELLA - Tante sono le luci del Natale per le strade del centro cittadino che accompagnano il passeggio dello shopping e gli eventi culturali e sociali sparsi nelle diverse piazze. Alberi luccicanti spuntano agli angoli di alcune vie e pare che del presepe non ci sia traccia. Evidentemente il simbolo della Natività di Betlemme non è proprio semplice associarlo all’invasione di luci e suoni del centro. E’ più probabile incontrare presepi a Bari vecchia o nella consueta mostra di Spacca Bari.

(Santa Croce)
In centro però sono dislocate alcune parrocchie, che quasi si confondono tra i negozi. Tra una passeggiata e l’altra è consigliabile fermarsi per alcuni istanti in queste chiese per gustare un attimo di silenzio davanti ai presepi allestiti ai piedi dell’altare o in una navata. Quello dei presepi nelle chiese del centro di Bari è un itinerario su una linea che va dal Libertà ed ha il suo culmine nel murattiano, finendo a Madonnella.

(Sacro Cuore)
Si tratta di natività che esaltano maggiormente l’aspetto sacro, il “Mistero” del Natale, senza mai tralasciare l’aspetto della tradizione. Sette presepi di sette parrocchie che per la geografia della diocesi rappresentano il “secondo vicariato”. Partendo da via S. Visconti nella Chiesa del Preziosissimo Sangue in San Rocco animata dai Missionari del Preziosissimo Sangue in fondo alla navata destra si può ammirare una essenziale natività avvolta da cortecce di legno e filagne; due lanterne trasmettono tutto il bisogno di “luce” da custodire e da non disperdere. Legno e luce calda sono in armonia.

(San Giuseppe)
Spostandosi nei pressi dell’Università nella chiesa Santa Croce l’idea è quella di entrare in un presepe: alcune statue di pastori sono disposti in alcune zone della chiesa e accompagnano il visitatore verso l’ampia zona del tabernacolo dove è allestita un presepe con grandi statue attorniate da paglia. Tabernacolo e culla hanno un significato reciprocamente simbolico.

(Immacolata)
Al Sacro Cuore in via Cardassi, vicino corso Cavour il presepe accoglie all’ingresso: spicca il bianco delle case di Betlemme in cui primeggia la Sacra Famiglia; andando nella chiesa di Sant’Antonio dei frati, il presepe è posto proprio nell’atrio di una porta laterale: alcune statue richiamano la tradizione popolare così come la grotta che assomiglia ad un vecchio rudere con un arco; addentrandosi nel quartiere Madonnella un presepe più tradizionale è quello della chiesa di San Giuseppe posizionato nella navata destra: anche qui primeggiano arcate e colonne. Al centro la Sacra Famiglia illuminata da luci rosse ben abbinate al blu del cielo sullo sfondo; ai lati dietro piccoli archi il punto di vista si sposta sulla vista della vita dei pastori attorno all’acqua e al pozzo.

(Sant'Antonio)
Ritornando verso il centro cittadino, ma rimanendo nel quartiere Madonnella nella chiesa dell’Immacolata guidata dai frati cappuccini, una semplicissima Natività ai piedi del presbiterio posta su mattoni rossi è ben visibile da un drappo azzurro che scende dall’altra stella che va a convergere forse sul simbolo che realmente incarna lo spirito di questa festa: appoggiato sulla culla al posto in attesa del Bambino c’è il Vangelo, ossia la Parola fatta carne (alla pagina del prologo del Vangelo secondo Giovanni).

L’ultima chiesa è quella di San Ferdinando in via Sparano: su una base di legno una semplicissima Natività con i Magi cattura l’attenzione del presbiterio. Questi presepi più che la tradizione richiamano fortemente il significato solenne, liturgico e sacro del Natale e apprezzarli nel silenzio messo come parentesi nel chiasso del centro città, aiuta a rallentare un po’ i “soliti ritmi frenetici” di questa festa.

Ssc Bari: una Rotonda per la fuga verso la C?

(credits: Ssc Bari) 
di NICOLA ZUCCARO - Tornare sul luogo del delitto non è mai facile; neanche per il Bari. Alle 14.30 di domenica 16 dicembre 2018, dopo il fischio di inizio del Sig. Piazzini della Sezione di Prato, i galletti torneranno a calcare il manto erboso del " Mimmo Rende " di Castrovillari, dove il 14 novembre scorso terminò sull'1-1 per la rete pervenuta nella ripresa da parte della compagine locale. Essa, tramite la rispettiva dirigenza, ospiterà le gare interne del Rotonda.

Fra queste vi è anche quella contro il Bari, particolarmente sentita dai biancoverdi. Essi, reduci dal successo per 1-0 in casa della Sancataldese dello scorso 12 dicembre, pur relegati all'ultimo posto con 9 punti, avranno acquisito in virtù del risultato precedentemente menzionato maggiore fiducia nelle proprie potenzialità, anche per affrontare con la stessa combattività il Bari che lo precede in classifica con 30 lunghezze di vantaggio.

Un divario che non dovrà illudere sia la tifoseria biancorossa al seguito della squadra sia gli uomini di Cornacchini. Costoro saranno chiamati a confermare, in questo confronto testacoda, la stessa condotta di gara espressa nelle precedenti trasferte di Gela e di Portici. Un rientro vittorioso del Bari, come dalle stesse, accelererebbe la fuga verso la Serie C, dopo la conquista nei giorni scorsi del titolo d'inverno del Girone I.

'Le Strade di San Nicola': inizia il conto alla rovescia

BARI - Ormai ci siamo. Lunedì 17 dicembre al teatro Petruzzelli di Bari, a partire dalle 20:30, si svolgerà la 5^ edizione dell’evento di beneficenza “Le Strade di San Nicola”, che porterà in scena Gigi D’Alessio, Lorenzo Fragola, Radicanto e Diodato, la drag queen Drusilla Foer e i comici Alessandro Di Carlo, Pinuccio e il duo Marta e Gianluca. Questa one-night di beneficienza è organizzata dall’omonima Fondazione, composta da ben dodici associazioni, L’Aipd Bari, Amichi di Michele Visaggi, Bari young onlus, Ciao Vinny, Little Smail Onlus, Marcobaleno, fondazione Maria Rossi, Medici con l’Africa Cuamm, Fondazione Nikolaus, Ordine Forense Bari, Rotary Club Mediterraneo e Unicef Bari.

“Le Strade di San Nicola” è un progetto benefico che, non a caso, si ispira al Santo di Myra, protagonista di numerose leggende riguardanti miracoli a favore di poveri e defraudati. Un progetto da sempre orientato all’altruismo e alla beneficienza. Un evento unico che resti nella memoria di chi vi assiste e, soprattutto, di chi, grazie ad esso, potrà sentir nascere un nuovo sorriso. Perché lo spettacolo non si limita ad intrattenere il pubblico presente, ma va ben oltre i confini delimitati dalle mura del teatro che lo ospita. Perché “Le strade di San Nicola”, in un modo o nell’altro, portano sempre ai cuori dei più bisognosi.

Musica, divertimento e tanto altro ancora. Uno show con artisti di fama nazionale che si alterneranno sul palco del Teatro Petruzzelli la sera del 17 dicembre. Tutti i protagonisti hanno sposato a pieno lo spirito benefico dell’iniziativa, mettendo a disposizione della causa la loro grande professionalità. Un’iniziativa che, come gli scorsi anni, e grazie al contributo di associazioni e pubblico presente, saprà arrivare al cuore di tutti: di chi sarà protagonista sul palco, di chi sarà in platea ad applaudire ed emozionarsi e, soprattutto, di chi non sarà presente, ma, anche da lontano, potrà sentire quanto è grande il cuore di chi gli vuole bene.

Nel corso di ogni edizione vengono celebrate due eccellenze nazionali. Il punto più alto della show è infatti costituito dall’assegnazione del Premio “Le Strade di San Nicola” che viene conferito ad una personalità che si è distinta per generosità e sostegno ad iniziative di solidarietà. Verrà inoltre consegnato ad un artista emergente il premio “Le Strade di San Nicola giovani”.

Abbiamo incontrato due degli artisti protagonisti della serata.

“L’occasione è bella – ha affermato il comico barese Alessio Giannone, in arte Pinuccio -. Se si può fare del bene io sono sempre pronto, chiaramente quando posso. Farò la mia classica telefonata sul palco del Petruzzelli, teatro che ha una sua storia”. Attraverso lo spettacolo si può avvicinare il pubblico a certe tematiche. Questo non vuol dire che già non lo sia, ma ribadirlo con questa formula fa sempre bene. Spesso per pigrizia o per impegni, non ci si avvicina autonomamente alla solidarietà. Invece in questo modo è più facile, poi a Natale si è tutti più buoni e ci si avvicinano con più facilità tutti quanti a questi argomenti importanti”.

Per  i Radicanto abbiamo chiesto a Giuseppe De Trizio quale sarà la loro proposta: “In questa occasione saremo in una formazione diversa, io alla chitarra e Maria Giaquinto in voce. Con noi ci sarà anche la cantante russa Kxenia Karelina. Il nostro sarà un omaggio a San Nicola con un brano composito nel quale uniamo una ninna nanna in dialetto che parla del santo e una canzone ortodossa sempre dedicata al patrono di Bari. Su questa performance si esibirà la ballerina Claudia Cavalli, danzatrice aerea di ‘Hell in the cave’, sulle coreografie di Vito Cassano. La sua danza sulla nostra musica è un’azione di teatro danza sui tre miracoli inscenati con tre corsetti diversi realizzati da Luigia Bressan artista scultrice, che rappresentano i tre miracoli del Santo".

Per la Federazione, è possibile fare intrattenimento e spettacolo senza dimenticarsi di chi è lontano dai “riflettori”: da questo semplice assioma nasce uno spettacolo che idealmente parte dal capoluogo pugliese e percorre le vie virtuose dell’umanità. Durante la serata, vera e propria staffetta all’insegna della beneficenza, si alterneranno i vari personaggi con le loro performance. A condurre l’evento, la cui direzione artistica è di Titta De Tomassi e i testi a cura di Fabiano Marti, saranno Mauro Pulpito e Mary De Gennaro.

Il ricavato della serata, patrocinata dal Comune di Bari, sarà interamente devoluto a cinque progetti individuati dalla Federazione:

•          “Un piatto per tutti”: è un progetto che porterà, attraverso la sensibilità di sponsor del settore, all’acquisto di 5mila chili di pasta destinati a istituti minorili e mense per persone in difficoltà residenti nella provincia di Bari. Una risposta rapida ai bisogni primari di chi non ha tempo per aspettare.

•          “Musicalex”: musica e legge in sinergia per sostenere il diritto alla formazione e all’ascolto, attraverso la donazione di strumenti a scuole medie a indirizzo musicale presenti nei Municipi I e II di Bari (Zingarelli e Amedeo D’Aosta), realizzata anche grazie al ricavato dell’evento-concerto del maestro Ezio Bosso con l’Orchestra sinfonica Metropolitana.

•          “Medici col camper”: il progetto si pone l’obiettivo di fornire assistenza sanitaria di base ai braccianti agricoli migranti che popolano i ghetti nella provincia di Foggia, garantendo la presenza settimanale di due equipe composte da 2 medici, 1 infermiere e 3 volontari. La federazione “Le strade di San Nicola” ha contribuito alla causa attraverso l’acquisto di due computer per la raccolta dati. L’iniziativa contribuirà a individuare un profilo epidemiologico sui fattori di rischio, patologie da lavoro e tipiche di comunità isolate, come MST, HIV, TB, per offrire un servizio di maggiore prevenzione.

•          “Alla scoperta delle emozioni”: si rivolge ad adolescenti e giovani adulti con la sindrome di Down, di età compresa tra i 10 e i 20 anni, con l’obiettivo di insegnare loro a riconoscere, controllare e comunicare le proprie emozioni e a migliorare la qualità delle relazioni acquisendo consapevolezza di sé. Il progetto prevede azioni e interventi differenziati in base alla fascia d’età con il coinvolgimento attivo delle famiglie.

•          “Io voglio giocare a calcio”: il primo torneo Federcalcio, realizzato in collaborazione con il Centro sportivo italiano, rivolto ad atleti con disabilità intellettive, relazionali e psichiche, nato da un protocollo di intesa sottoscritto al Senato della Repubblica il 18 gennaio 2017. Obiettivo del progetto è l’interazione della disabilità nel sistema calcio al fine di migliorare la qualità di vita dei ragazzi.

I biglietti per assistere all’evento sono disponibili presso la caffetteria “Biglietteria”, in largo Adua, tutti i giorni a partire dalle ore 17.30. È possibile acquistarli anche online sul circuito www.vivaticket.it.

Bari, quasi ultimati i lavori per l'impianto di illuminazione su strada Torre dei cani


BARI - L’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico, ha effettuato un sopralluogo in strada Torre dei Cani, una traversa di viale Europa, al San Paolo, dove sono in via di ultimazione i lavori per la realizzazione del nuovo impianto di pubblica illuminazione

Si tratta di un intervento atteso da anni, per il quale era stata presentata una petizione sottoscritta da oltre 150 persone tra residenti e dipendenti di diversi opifici che si affacciano sulla strada.

Strada Torre dei cani, divenuta di proprietà comunale 40 anni fa, non ha mai avuto la pubblica illuminazione: ad oggi sono stati installati 21 pali di 7 metri di altezza, sui quali la prossima settimana saranno montati corpi illuminanti a led da 90 watt ciascuno (per una potenza complessiva di 1890 watt), collegati con la pubblica illuminazione di viale Europa.

L’intervento è stato realizzato grazi ad un appalto dedicato, dell’importo di circa 60mila euro. Il nuovo impianto entrerà  in funzione prima di Natale e illuminerà un tratto di strada comunale lungo 470 metri completamente buio fino ad oggi.

Bari, arrivano le 'motodog' per le deiezioni canine

BARI - Prende il via oggi il servizio speciale di “Bari Pulita”, con lo scopo di garantire interventi mirati di pulizia e lavaggio delle strade maggiormente interessate dallo shopping natalizio, fino al 31 dicembre, dalle 22 alle 04.30, nelle zone e con le frequenze di seguito indicate: (martedì, giovedì e sabato): quadrilatero compreso tra corso Vittorio Emanuele, corso Cavour, via Andrea da Bari, piazza Moro; (lunedì): via Manzoni, via Francesco Crispi, corso Mazzini; (mercoledì): piazza Carabellese, via Carulli, via De Giosa, via Imbriani; (venerdì): quadrilatero compreso tra corso Benedetto Croce (da via Bottalico a viale Giovanni XXIII), viale Giovanni XXIII, via Giulio Petroni (da viale Giovanni XXIII a via Laterza), via Capruzzi.

Inoltre, dalle 5 alle 11.30, con l’impiego di una squadra, sono interessate dalle operazioni di pulizia, con le frequenze di seguito indicate, anche le zone più nevralgiche dei quartieri periferici e delle ex frazioni: (lunedì, mercoledì e venerdì): viale Japigia, viale Pio XII, viale Concilio Vaticano II, perimetro del mercato di Santa Scolastica; (martedì): zone centrali e zone porticcioli Palese – Santo Spirito; (giovedì): zone centrali Carbonara – Ceglie; (sabato): zone centrali e porticciolo Torre a mare.

Dalle 17 alle 20, infine, sarà effettuato un servizio di ripasso serale di spazzamento stradale e svuotamento di cestini/cestoni, fino al 31 dicembre (incluse le domeniche ma non le festività), previo l’utilizzo di 14 unità da indirizzare nelle principali strade cittadine interessate dallo shopping: una unità in corso Vittorio Emanuele (traverse sino a Piccinni – da Andrea da Bari a Cavour); una unità in corso Cavour e traverse fino a via Melo; una unità in via Melo e traverse fino a via Argiro; quattro unità in via Argiro e traverse fino a via Sparano e in via Sparano e traverse fino a via Andrea da Bari; una unità in piazza Moro – piazza Umberto e via Sparano (tratto da Umberto a Moro); una unità in piazza Mercantile e piazza del Ferrarese; una unità in via Manzoni; una unità in via Giulio Petroni e corso Benedetto Croce (da Laterza a Giovanni XXIII); tre unità sul lungomare Di Crollalanza e giardini (da Diaz a Cavour) più molo San Nicola.

Inoltre, entrano in funzione da stasera, dalle 17.30, due motodog,  che rimuovono deiezioni canine e umane. Si tratta di due motocicli 125 dotati di un’attrezzatura con cui viene aspirata la deiezione e contemporaneamente igienizzata la parte di selciato con un prodotto misto ad acqua. Sono state acquistate qualche tempo fa e ora sono state rimesse in funzione per una sperimentazione. Per il periodo di festa infatti, l’Amiu ha deciso di riutilizzarle nelle zone dello shopping e di maggior passaggio, da via Sparano, via Argiro e corso Vittorio Emanuele dalle 17 alle 20, sette giorni su sette. Successivamente, se la sperimentazione dovesse procedere secondo le aspettative, il servizio sarà programmato in altre zone della città maggiormente interessato.

“Si tratta di un altro passo avanti nell’organizzazione degli interventi forniti da Amiu – dichiara il presidente Persichella -. L’azienda sta anche riproponendo servizi già esistenti ma in una forma innovativa e senza dubbio migliorata. Ci stiamo adeguando alle esigenze e alle necessità dei cittadini con i quali l’azienda si interfaccia con impegno ogni giorno. L’utilizzo di questi nuovi strumenti non sostituisce in nessun modo i controlli che quotidianamente fanno i vigili ambientali e gli agenti di polizia locale che continueranno a sanzionare gli incivili che scambiano le strade di tutti come un luogo privato dove abbandonare qualsiasi tipo di rifiuto”.

Bari, conclusa la piantumazione di 31 alberi adulti sulla rotatoria di via Giaquinto al San Paolo


BARI - Ieri mattina l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, accompagnato dal presidente del Municipio III Massimiliano Spizzico, ha effettuato un sopralluogo presso la rotatoria tra via Troccoli, via Granieri, via Giaquinto e via Ribeira, al quartiere San Paolo, dove sono state completate le piantumazioni di 31 alberi adulti. Si tratta di 15 esemplari di celtis australis, 12 quercus suber (quercia da sughero) e 4 allori (albero), oltre che di 200 rosmarinus prostratus. Sono stati, inoltre, potati i ligustri esistenti. Gli interventi rientrano nell’accordo quadro per la manutenzione e l’incremento del verde cittadino.

Al centro della rotatoria, nei primi mesi del nuovo anno, sarà anche attrezzata un’area ludica per bambini in modo tale da riqualificare completamente la zona.

Le operazioni concluse ieri sono il frutto di un impegno dell’amministrazione comunale preso con i residenti in occasione della scorsa Festa dell’Albero.

Polizia locale: Emiliano e Nunziante presentano la Scuola regionale


BARI - La Regione Puglia ha istituito – secondo la Legge Regionale che disciplina la Polizia Locale - la Scuola Regionale di Polizia Locale, un organismo interno posto alle dipendenze della Presidenza che ha come finalità quella di promuovere la realizzazione di un sistema permanente di formazione per l'accesso ai ruoli della polizia locale nonché per la qualificazione e l'aggiornamento professionale di tutti gli addetti.

La Scuola è stata presentata oggi nel comando della Polizia municipale di Bari intitolato al generale Nicola Marzulli dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, dal vicepresidente Antonio Nunziante, dal sindaco di Bari Antonio Decaro, alla presenza del prefetto di Bari, dei vertici della Procura generale e del comandante della polizia locale di Bari. Si replicherà mercoledì prossimo a Lecce per la sede salentina. Per la Regione erano presenti il dirigente della Sezione Sicurezza del cittadino, Agostino De Paolis e il segretario generale della Presidenza, Roberto Venneri: infatti la scuola sarà incardinata nella Presidenza regionale.

“Abbiamo ritenuto – ha detto il presidente Emiliano - di sostenere tutti i 258 comuni pugliesi che hanno bisogno di dare alle loro polizie locali il massimo della formazione e a ciascun operatore il massimo della garanzia nella vita operativa quotidiana. Una buona formazione limita i conflitti con i cittadini e migliora la qualità dell’azione repressiva delle varie illegalità a cui è preposta la polizia locale. È un’operazione molto impegnativa anche dal punto di vista economico, perché non ce ne sono tante di leggi così in Italia e siamo molto orgogliosi di questo rapporto così stretto tra la Regione e i Comuni attraverso la formazione della polizia locale”.

“È una giornata molto importante – ha ribadito il vicepresidente Antonio Nunziante -  dove la Regione finalmente con il nuovo regolamento di istituzione della Scuola provvede a completare la legge del 2011, ma soprattutto ottiene un risultato: investe in professionalità per un Corpo che deve essere impegnato in altre situazioni rispetto al passato. In modo particolare, nell’applicazione della circolare del Capo dello Stato che riguarda l’utilizzo della polizia locale nell’ordine e nella sicurezza pubblica”.

La Scuola si articola in due sedi operative (Bari e Lecce) e si compone, oltre che da un coordinatore (dirigente regionale), di un responsabile per ciascuna delle sedi operative, di un comitato didattico-scientifico e di una struttura amministrativa/contabile di supporto.

I responsabili delle sedi operative di Bari e Lecce sono individuati nei Comandanti pro-tempore dei rispettivi Corpi della Polizia Locale.

La struttura amministrativa/contabile è composta da personale dipendente dell’amministrazione regionale.

I membri del comitato scientifico sono individuati tra i componenti della Commissione tecnico-consultiva, cioè dai rappresentanti dei Corpi/Servizi di Polizia Locale, dalle organizzazioni sindacali e associazioni di categoria.

Con delibera di Giunta regionale è stato adottato il Regolamento di funzionamento della Scuola che disciplina tutte le attività formative, obbligatorie e non, propedeutiche anche per gli avanzamenti di carriera degli operatori di polizia locale. Inoltre, si disciplina che l’accesso alle attività formative degli operatori di polizia locale sarà consentito esclusivamente al personale appartenente ad amministrazioni che avranno adeguato i propri ordinamenti alle normative regionali in materia di polizia locale, in particolar modo al Regolamento Regionale “Caratteristiche delle uniformi, dei distintivi di grado, dei mezzi e degli strumenti in dotazione alla polizia locale”.

Un’adeguata attività formativa degli operatori di polizia locale è per la Regione Puglia un tema di notevole interesse e sensibilità, rappresentando nel contempo, una sfida cruciale che consentirà di valorizzare la preparazione e l’aggiornamento professionale, ovvero l’esigenza di sviluppare competenze sempre più complesse ed articolate con particolar riferimento alla gestione integrata della sicurezza pubblica.

Per il 2019 la Regione Puglia stanzierà dal proprio bilancio la cifra di 400.000 euro che consentirà di organizzare fino a 55 corsi di formazione riservati agli operatori di polizia locale degli enti locali del territorio pugliese. A partire dal 2020 il contributo passerà a 300.000  euro anno.

In aggiunta, saranno destinati 250.000  euro l’anno come contribuito, riservato agli enti locali, per le spese per interventi finalizzati all’innovazione, miglioramento e potenziamento delle polizie locali, con particolare riferimento alla promozione di sinergie tra i Comandi/Servizi di Polizia Locale.

Salone dello Studente: in 50mila a Bari, è record di presenze

BARI - Si chiude con il record di presenze l’edizione numero 25 del Salone dello studente Campus Orienta organizzato da Class editori alla Fiera del Levante di Bari. 50.000 giovanissimi attirati da un programma inedito. Un successo reso possibile da un programma senza precedenti, allestito grazie alla decisiva collaborazione della Regione Puglia.

L’assessore alla Formazione e al Lavoro della Regione Puglia, Sebastiano Leo, ha promesso di non lasciare senza risposta la grande domanda di specializzazione e di occupazione che viene dai giovani interessanti ai profili professionali più innovativi: “Mettiamo a disposizione borse di studio, occasioni di esperienze fattive, forme di alternanza scuola-lavoro il più possibile ricche di contenuto davvero concreto e funzionale. E persino incubatori di start up aziendali per i giovani che, anche quando sono portatori di nuove idee imprenditoriali, per la loro età risultano inevitabilmente poco attrezzati a reggere l’ampia concorrenza che dovranno impattare. I nostri cervelli in fuga, capaci di affermarsi all’estero”, ha dichiarato il dirigente di fronte a tanti dei ragazzi presenti a Campus Orienta, “indubbiamente ci inorgogliscono, ma vorremmo che una parte significativa di queste nuove generazioni decidesse di fermarsi qui, per crescere e per far crescere insieme la nostra realtà regionale e il Paese”.

Il Villaggio di San Nicola in Fiera

BARI - Dopo il grande successo di pubblico delle prime tre giornate di attività, il Villaggio di San Nicola in Fiera riapre al pubblico dal 15 al 20 dicembre. (Fiera del Levante ingresso Italo-Orientale - orari di apertura dalle 9.30 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 21.00 - accesso libero e parcheggio gratuiti)

Il Villaggio, organizzato da Nuova Fiera del Levante con il sostegno di DOK e Famila e la collaborazione dell’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bari, ha già visto la partecipazione di migliaia di visitatori coinvolti dall’atmosfera di gioco ed interattività attraverso cui sono passati messaggi solidali e interculturali forti. Innanzitutto quelli della gratuità e dell’accoglienza.

Il progetto infatti esalta l’enorme lavoro dei volontari del terzo settore che nei nove giorni di programmazione si comunicano attraverso le modalità a loro più congeniali, e coinvolgono il pubblico sui temi della Solidarietà, dell’Inclusione, dell’Arte, della Cultura, dell’Intercultura, delle Migrazioni, dell’Identità dei popoli, dell’Educazione al rispetto dei Diritti. I 5000 mq coperti che la Nuova Fiera del Levante ha messo a disposizione delle associazioni che hanno aderito finora all’iniziativa, sono infatti totalmente dedicati alle singole attività che – ovviamente - non hanno scopo di lucro, e gestite in autonomia. Il Villaggio di San Nicola in questa prima edizione non si presenta dunque come mercatino ma piuttosto come una magica ludoteca coperta, dove bambine e bambini naturalmente dialogano con i più grandi senza fare distinzioni di lingua, di colore o di identità. E tra le tante coccole, zucchero filato e pop corn per tutti sono un dono a cui non si può rinunciare.

Tornando ai personaggi e agli spettacoli in programma, segnaliamo alcuni eventi. Si parte sabato 15 dicembre con il meetup degli Youtuber The Frenchmole, continuando il 16 dicembre con il Coro Gospel Just a Little Soul Chorus e con Cucina Mancina per i più piccoli, il 17 e 18 dicembre si continua con La Grande Festa di Principesse e Supereroi, e l’esibizione del Circo de Il Favoloso Mondo, il 19 dicembre ci sarà poi la presentazione animata del libro di Elena Leone “Punzogino il clown e Polento”, e concludere infine con il concerto de Le Stelle di Hokuto che faranno cantare a squarciagola, ai piccoli e (soprattutto) agli adulti, le più famose sigle dei cartoni animati. 

Ovviamente non mancherà la partecipazione di San Nicola (il più fotografato di tutti), dei figuranti del Corteo Storico che gireranno per le strade del Villaggio, degli sbandieratori, dei timpanisti e dei marinai. Moltissimi i laboratori: dalla costruzione di oggetti artigianali e di addobbi natalizi, alla realizzazione di icone e opere in argilla e digitopittura. E poi tante le danze del mondo ed una divertentissima Tombola con premi a sorpresa. Il programma degli eventi è disponibile su www.fieradellevante.it.

“Il Villaggio di San Nicola” è un borgo multietnico, ludico e didattico insieme, in cui adulti e bambini hanno la possibilità di conoscere e respirare la storia di San Nicola confrontandosi con le tradizioni dei Paesi che più lo amano e lo venerano, ma anche di tutti quei popoli stranieri che il Santo Patrono di Bari ci ha insegnato ad amare e accettare. Il cibo continuerà ad essere il grande protagonista di tutte le relazioni che si costruiranno nel quartiere fieristico tra scintillanti luci di Natale, musiche meravigliose e profumi invitanti. Ad esempio, sabato 15 si degusteranno dolci tipici della tradizione rumena, albanese e barese legata a San Nicola, domenica 16 invece si mangerà ivoriano e albanese per tutta la mattinata, mentre lunedì 17 assaggeremo i prodotti tipici di Orsara di Puglia in cui San Nicola si venera fortemente.

Vinoway Sparkle Selection: a Bari riflettori accesi sullo spumante 'Made in Italy'

BARI - Bari. Lo spumante italiano di qualità, capace di trainare l’export italiano con una crescita cinque volte più alta della media mondiale, sarà protagonista della terza edizione di Vinoway Sparkle Selection, in programma il prossimo 15 dicembre al Grande Albergo delle Nazioni di Bari. Tre momenti diversi, nell’arco della giornata, per l’appuntamento organizzato dall’associazione culturale e di promozione Vinoway Italia in collaborazione con il magazine Vinoway.com e patrocinio dell'Assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, per  affrontare il tema delle bollicine italiane, il cui export  tra il 2007 e il 2017 è cresciuto del 240 per cento, a fronte di una media mondiale del 50 per cento (fonte indagine Vinitaly-Nomisma Wine Monitor). Obiettivo, quindi - spiega Davide Gangi, presidente di Vinoway - “dare la giusta visibilità alle cantine italiane che producono spumante di qualità attraverso un confronto tra le migliori produzioni nazionali, con l’obiettivo di valorizzare la spumantistica nel nostro Paese”.

Padrino dell’evento, che mira a  bissare il successo dello scorso anno, che ha visto oltre mille presenze e cento partecipanti alla masterclass, sarà Anthony Peth, conduttore di “Gustibus” su La7, premiata come “Trasmissione dell’Anno” alla 20° edizione del David di Michelangelo. Dalla Francia, invece, e direttamente dalla Champagne, arriva l’ospite internazionale della manifestazione, Enrico Baldin dell’azienda Encry, per raccontare la sua straordinaria storia di unico produttore italiano di Champagne e presentare in anteprima la sua ultima produzione. Occasione sarà la masterclass con i produttori provenienti dalle più rappresentative aree di produzione di spumanti italiane che si terrà alle ore 15.30 (su prenotazione).

La mattina dalle ore 11 in poi, invece, si svolgerà il convegno “Il Mercato italiano delle bollicine: destagionalizzazione delle vendite, spesa media di acquisto, canali di acquisto, brand e fattori di scelta" , moderato da Davide Gangi, al quale parteciperanno Leonardo Di Gioia, assessore regionale alle Politiche agroalimentari, Adriano Pasculli, direttore del Consorzio del Primitivo di Manduria, Gaetano Morella, vice presidente della FIVI, Leonardo Palumbo, consigliere dell’Union Internationale des Oenologues, Libero Rillo, presidente del Consorzio del Sannio, Massimiliano Apollonio, presidente di Assoenologi Puglia, Basilicata e Calabria, Michele Peragine, giornalista agroalimentare e presidente di Agap Puglia, Sebastiano De Corato, vice presidente del MTV Italia, Silvano Brescianini, direttore dell’azienda “Barone Pizzini”, Vittorio Festa, enologo.

A partire dalle ore 17 saranno allestiti invece i banchi d’assaggio aperti al pubblico e presidiati dai sommelier dell’AIS Puglia. I vini selezionati entreranno a far parte della Selection di Vinoway, che resterà visibile sul portale Vinoway.com.

Per prenotare la masterclass o il ticket dei banchi d’assaggio (comprensivo di sacca, bicchiere e food) https://www.eventbrite.it/e/biglietti-vinoway-sparkle-selection-53095517121.

Bari, approvato progetto riqualificazione piazza Redentore


BARI - Su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta ha approvato oggi il progetto esecutivo per la riqualificazione delle aree poste su via Crisanzio e via Martiri d’Otranto in corrispondenza della scuola San Giovanni Bosco e dell’Istituto Salesiano Redentore.

“Nei primi mesi del 2019 - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - potremo finalmente avviare i lavori di pedonalizzazione e riqualificazioni di quello che è il cuore del quartiere Libertà, secondo il progetto esecutivo approvato oggi che risponde sia alle esigenze dei residenti sia alle richieste dei Salesiani sia ancora alle prescrizioni della Soprintendenza. Si tratta di un intervento strategico per trasformare uno spazio vissuto quotidianamente da tantissimi cittadini, soprattutto giovanissimi, per la presenza della scuola e dell’oratorio. Nelle prossime settimane procederemo con l’approvazione dei progetti esecutivi relativi ad altri spazi pubblici del Libertà, con l’obiettivo di garantire continuità nella riqualificazione che da piazza Disfida di Barletta e dall’ex Gasometro, attraverso corso Mazzini, via Ettore Fieramosca e via Dante, arriverà sino alla ex Manifattura dei Tabacchi e alla nascente piazza Redentore. Un filo conduttore che favorirà la mobilità pedonale e la socialità all’interno di un quartiere in cui la vivibilità degli spazi pubblici oggi è particolarmente sofferente. Questa trasformazione urbana si integra con le attività programmate dalla Rete civica urbana creatasi sul quartiere che favoriranno lo sviluppo di una nuova socialità e di una nuova cultura della vivibilità di quella zona di città”.

L’intervento, del valore complessivo di 1 milione 200mila euro, rientra tra le opere finanziate con il “Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluoghi di provincia” (Piano periferie 2016) e ha l’obiettivo di creare, in un quartiere storicamente caratterizzato da un’alta densità abitativa e dalla carenza di aree a verde e luoghi pubblici per la socialità, nuovi spazi di aggregazione attraverso la ricucitura delle maglie urbane, l’ampliamento delle superfici di attraversamento e di sosta pedonale, il potenziamento delle aree a verde e dell’illuminazione.

Il progetto prevede la realizzazione di una grande piazza di quartiere a forma di L di circa 5000 mq attraverso la riqualificazione degli spazi urbani e la pedonalizzazione dell’intera area interessata dall’intervento. La nuova piazza del Redentore si svilupperà su un’unica superficie priva di dislivelli ed evidenzierà gli accessi alla chiesa, all’oratorio e alla scuola. Nell’ambito dei lavori saranno rimossi circa 2500 mq di asfalto, e inserita una pavimentazione in lastre di pietra locale per un totale di circa 4000 mq, saranno messi a dimora 19 nuovi alberi - 16 di canfora e 3 di pruno - mentre nuove piante di agapanthus saranno piantumate nelle aiuole. La piazza sarà dotata anche di un’area giochi per bambini di circa 500 mq, pavimentata in gomma antitrauma, di 30 panchine lineari monolitiche in conglomerato bianco, di 8 cestini portarifiuti per raccolta differenziata, 3 portabici ad arco in acciaio inox, mappe tattili per non vedenti e dissuasori per delimitare la corsia di traffic calming che sarà istituita sul tratto finale di via Crisanzio. Il marciapiede antistante i locali commerciali di via Crisanzio prospicienti la piazza sarà ampliato e rinnovato.

Previsti anche il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione a servizio dell’area, con 37 nuovi corpi illuminanti a led ad alto risparmio energetico, e l’installazione di 11 postazioni della rete di videosorveglianza pubblica. Nel corso dell’intervento sarà realizzato l’impianto di prima pioggia per il recupero e trattamento delle acque raccolte e un impianto di irrigazione a servizio di tutte le aiuole presenti sulla piazza.

Il progetto esecutivo, che andrà in gara entro fine anno, recepisce le istanze dell’Istituto Salesiano Redentore di rinnovare e integrare al nuovo spazio urbano anche gli elementi architettonici di pertinenza della Chiesa quali la scalinata, la rampa disabili, le statue e l’illuminazione della facciata. A tal fine sarà rimossa la recinzione metallica della chiesa, esistente su via Martiri d’Otranto, e saranno posizionati corpi illuminanti a pavimento idonei ad illuminare rispettivamente il prospetto principale della Chiesa e le due statue sul sagrato.

Per consentire l’eventuale accesso dei mezzi di servizio e di emergenza davanti alla chiesa in occasione di eventi speciali, sarà collocato un dissuasore semi-automatico nel tratto di corsia a quota piazza in corrispondenza di via Martiri d’Otranto.

L’accessibilità alla piazza per le persone con limitata capacità motoria sarà garantita sia dalla realizzazione di idonee rampe in pietra poste in corrispondenza di ciascuna intersezione con la viabilità esistente sia dalla complanarità di tutta la superficie pedonalizzata.

A seguito della pedonalizzazione, saranno invertiti i sensi di marcia di via Petrelli e della attuale parallela al tratto finale di via Crisanzio, che di fatto si trasformerà nella corsia di traffic calming. Pertanto il traffico veicolare più intenso proveniente da via Brigata Bari, tramite via Libertà, e da via Crisanzio sarà direzionato verso corso Italia tramite via Petrelli: tale modifica ridurrà sensibilmente il traffico di attraversamento in direzione della stazione nei tratti finali di via Martiri d’Otranto e di corso Italia.

Per quanto concerne gli spazi destinati alla sosta delle auto per i residenti a seguito della pedonalizzazione, la larghezza della sezione stradale del tratto finale di via Martiri d’Otranto, opportunamente ridisegnata con appalti di manutenzione straordinaria strade e marciapiedi di prossima esecuzione, consentirà di recuperare tutti gli spazi di sosta persi nell’ultimo isolato di via Crisanzio.

Università: al via 'Back to school'

BARI - Si chiama Back to school l’iniziativa della Commissione europea, grazie alla quale il Dott. Marco Di Molfetta, Team Manager alla Commissione ed ex allievo del Liceo, martedì 18 dicembre incontrerà gli studenti del Liceo Giuseppe Moscati di Grottaglie (TA).

L’iniziativa prevede che, per un giorno, i funzionari delle Istituzioni europee tornino nelle scuole superiori che hanno frequentato per illustrare il lavoro che svolgono e per consentire agli studenti di immedesimarsi con il funzionario europeo e calarsi nei ruoli ricoperti all’interno delle Istituzioni dell’UE.

Analoghi incontri si svolgeranno nel Liceo Tarantino di Gravina In Puglia, nel Liceo Gramsci Amaldi di Carbonia, nel Liceo Laurana di Urbino, a Roma e a Varese.

Natale a Bari 2018 Christmas town: al via il cartellone di eventi da Carbonara e Libertà

BARI - Prende il via questa sera il cartellone di eventi del Natale 2018 Christmas town. Alle ore 17, presso la parrocchia Sant’Antonio da Padova, a Carbonara, Babbo Natale incontrerà i bambini, raccoglierà le letterine e farà fotografie con loro.

Da piazza Umberto I il divertimento sarà assicurato con la “Merry Brass Band”, la street band capace di coinvolgere il pubblico con musiche e coreografie spettacolari lungo le strade del quartiere.

Sempre alle ore 17, in piazza Risorgimento, nel quartiere Libertà, i bambini potranno incontrare Babbo Natale, consegnargli le proprie letterine e farsi fotografare insieme. Dalla stessa piazza i sedici musicisti della “Quattro x Quattro” attraverseranno le strade limitrofe con un mix di generi musicali che spaziano dal funky al jazz, dal blues al soul, assicurando un’esplosione di energia in movimento.

Convegno di studi ‘profili attuativi della riforma della giustizia penale’

BARI - “Profili attuativi della riforma della giustizia penale (Legge n. 103/2017)”: questo il titolo del Convegno che si svolgerà a Bari lunedì 17 dicembre alle ore 14.30 nella Sala consiliare dell’Ordine degli avvocati (6° piano del Palazzo di Giustizia in p.zza E. de Nicola).

Interverranno: Alessio Coccioli, procuratore aggiunto della Procura della Repubblica di Bari; Nicola Triggiani, professore ordinario di diritto processuale penale nell’Università di Bari “Aldo Moro”; Patrizia Dibari, vice procuratore onorario presso la Procura di Bari, autrice del volume “Guida alla riforma della giustizia penale” (Primiceri editore) che verrà presentato nel corso del convegno; Francesco Perchinunno, professore di diritto costituzionale nell’Università di Bari; Guglielmo Starace, consigliere dell’Ordine degli avvocati di Bari; Gaetano Sassanelli, presidente della Camera penale di Bari “Achille Lombardo Pijola”.

Saluti istituzionali di Giovanni Stefanì, presidente dell’Ordine degli avvocati di Bari, e di Roberto Tartaro, consigliere nazionale dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati.

A moderare i lavori, il Direttore della Scuola Forense Barese Nicola Selvaggi.     

L’incontro di studio intende fare il punto sull’attuazione della “Riforma Orlando”, varata nell’estate del 2017, e sulle prime risposte della giurisprudenza, mentre già si profilano all’orizzonte nuovi interventi di riforma del sistema processuale penale ed è particolarmente aspra la contestazione dell’Unione delle Camere penali italiane sul c.d. “disegno di legge spazzacorrotti”, soprattutto con riferimento alla previsione della sospensione della prescrizione dopo la pronuncia della sentenza di primo grado, tanto da proclamare l’astensione dalle udienze il 17 e 18 dicembre.

Agli avvocati partecipanti all’evento saranno attribuiti 3 crediti formativi.

Bari, smantellata nuova piazza della droga: 17 arresti della Gdf

di PIERO CHIMENTI - La Guardia di Finanza Di Bari, col supporto dell'unità cinofila, ha smantellato nuove piazze di spaccio, amministrate da criminali emergenti, radicati nel capoluogo pugliese e zone limitrofe. Nella rete dell'operazione 'Holy Drug' sono finite 17 in manette persone, 14 dei quali ai domiciliari, con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni.

Trenitalia Puglia, nuovo orario: Regionali veloci tra Lecce, Bari e Foggia. Più treni tra Barletta e Fasano

BARI - Regionali veloci tra Lecce, Bari e Foggia e più treni tra Barletta e Fasano. Il tutto con orari cadenzati. Le partenze e gli arrivi dei treni regionali, nella maggior parte dei casi, avvengono a minuti fissi per facilitarne la memorizzazione e consentire alle persone di programmare in anticipo soluzioni di viaggio più adatte per l’andata e il ritorno. Sono queste le principali novità del cambio orario del trasporto regionale in vigore dal 9 dicembre.

Inoltre, dal 1 febbraio 2019, i possessori di abbonamento regionale sulle relazioni Lecce-Bari, Brindisi-Bari e Foggia-Bari potranno salire a bordo di Intercity e Frecciabianca con la carta Tuttotreno, al costo aggiuntivo della carta di 40 euro.

Tra Foggia e Bari tempi di viaggio ridotti di dieci minuti rispetto all’orario precedente: i regionali veloci impiegano un’ora e 23 minuti con fermate intermedie a Incoronata, Ortanova, Cerignola, Trinitapoli, Barletta, Trani, Bisceglie e Molfetta.

Un’ora e 41 minuti invece il tempo di percorrenza tra Bari e Lecce, un risparmio di venti minuti rispetto a prima. I regionali veloci fermano a Trepuzzi, Squinzano, San Pietro Vernotico, Carovigno, Ostuni, Cisternino, Fasano, Monopoli e Bari Torre a Mare.

Oltre l’80% dei treni regionali veloci per Lecce e per Foggia parte da Bari al minuto 01 e, nelle fasce di punta, al minuto 31. Bari Centrale diventa così l’orologio del trasporto regionale in Puglia, premessa fondamentale per l’armonizzazione dell’offerta di trasporto con le altre imprese ferroviarie presenti in Puglia.

Raddoppia l’offerta di collegamenti tra Barletta e Fasano. Tra le due città c’è un treno ogni mezz’ora con fermate a Trani, Bisceglie, Molfetta, Giovinazzo, Bari Santo Spirito, Bari Palese, Bari Zona Industriale, Bari Centrale, Bari Marconi, Bari Parco Sud, Bari Torre Quetta, Bari Torre a Mare, Mola di Bari, Polignano, Monopoli e Fasano.

Barletta, Fasano e Bari Torre a Mare diventano stazioni di interscambio: i passeggeri in partenza nelle stazioni di Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Bari Torre a Mare, Monopoli e Fasano hanno a disposizione sia i regionali veloci sia i regionali.

Confermata l’offerta sulla linea Taranto-Bari con l’inserimento di un treno in partenza in serata dal capoluogo di regione. Sulla linea Brindisi –Taranto ci sono due treni in più nel primo pomeriggio: il regionale Brindisi (p. 14.01) – Taranto (a. 15.13) e il Taranto (p.14.02) – Brindisi (a. 15.06).

Cresce sempre più il numero di pendolari pugliesi che utilizzano il treno per i propri spostamenti: ogni giorno sono circa 45 mila. Viaggiare a bordo dei treni regionali conviene non solo in termini di sicurezza e di risparmio di tempo rispetto a chi sceglie di spostarsi in auto ma anche perché si spende meno.

Serie D, Bari-Troina 1-0: quinta vittoria consecutiva della squadra di Cornacchini

(credits: Ssc Bari)
di FRANCESCO LOIACONO - Nel turno infrasettimanale del campionato di serie D girone I, il Bari ha vinto 1-0 in casa contro il Troina. A decidere la gara una rete realizzata al 34’ del primo tempo da Di Cesare, rapidissimo con un tiro da pochi metri a mandare il pallone in porta, dopo una respinta del portiere Polizzi su colpo di testa di Simeri. Nel primo tempo i siciliani insidiosi. Una conclusione di Ferreira su punizione ha centrato la traversa.

Nella ripresa la squadra di Cornacchini in contropiede. Un tiro di Bolzoni ha trovato pronto il difensore Ruano a salvare sulla linea di porta. I siciliani sono rimasti in nove. Espulsi al 42’ Bonfini per un duro intervento su Pozzebon, e al 92’ Didiba per un fallo da ultimo uomo su Piovanello. Nei biancorossi è rientrato Brienza, subentrato nel secondo tempo a Langella. I pugliesi sono andati vicini al raddoppio. Un tiro di Brienza su punizione ha sfiorato il palo.

Quinta vittoria consecutiva del Bari. E’ primo da solo con 39 punti, +9 sulla Turris, che ha avuto la meglio 3-0 in casa sulla Palmese. La compagine allenata da Cornacchini è campione d’inverno con due gare di anticipo rispetto alla fine del girone di andata. Domenica 16 dicembre giocherà in trasferta col Rotonda. I lucani hanno vinto 1-0 fuori casa con la Sancataldese.

Natale a Bari: il programma completo degli eventi fino al 6 gennaio

BARI - Dopo la grande festa offerta da Amgas srl per l’accensione dell’albero di Natale in piazza del Ferrarese, il Natale dei baresi entra nel vivo con “Bari Christmas town”, il programma unico di iniziative organizzato dal Comune di Bari e curato da Kiasso srls, aggiudicataria del bando pubblicato dalla ripartizione Culture, che si aprirà venerdì 14 dicembre con due eventi in contemporanea, uno nel quartiere di Carbonara e l’altro a Libertà.

Alle ore 17, presso la parrocchia Sant’Antonio da Padova, a Carbonara, Babbo Natale incontrerà i bambini, raccoglierà le letterine e farà fotografie con loro. Da piazza Umberto I divertimento assicurato con la “Merry Brass Band”, la street band capace di coinvolgere il pubblico con musiche e coreografie spettacolari lungo le strade del quartiere.

Sempre alle ore 17, in piazza Risorgimento, a Libertà, i bambini potranno incontrare Babbo Natale, consegnargli le proprie letterine e farsi fotografare insieme. Dalla stessa piazza i sedici musicisti della “Quattro x Quattro” attraverseranno le strade limitrofe con un mix di generi musicali che spaziano dal funky al jazz, dal blues al soul, assicurando un’esplosione di energia in movimento.

Saranno 35 in tutto gli eventi e le iniziative del cartellone “Bari Christmas town”, di cui 30 all’interno del Villaggio di Babbo Natale e 4 itineranti per le vie dello shopping.

Il cuore del cartellone batterà, infatti, come di consueto, all’interno del Villaggio di Babbo Natale allestito in piazza Umberto: uno spazio immerso in un’atmosfera magica in cui tutti i giorni, a partire da sabato prossimo, 15 dicembre, alle ore 18, sarà possibile seguire laboratori creativi con gli Elfi di Babbo Natale, assistere a spettacoli a tema natalizio e stare insieme per respirare l’aria di festa.

Orari del Villaggio di Babbo Natale

dal 15 dicembre al 6 gennaio

·        lunedì/venerdì: dalle ore 17.00 alle 20.00
·        sabato e domenica: dalle 10.00 alle 13.00 - dalle 17.00 alle 20.00
·        lunedì 24 dicembre, lunedì 31 dicembre e sabato 5 gennaio: dalle ore 10.00 alle 16.00
·        martedì 25 dicembre e martedì 1 gennaio: dalle ore 17.00 alle 20.00

Babbo Natale riceverà le letterine dei più piccoli

·        tutti i giorni: dalle ore 18.00 alle 20.00
·        sabato e domenica: dalle ore 10.00 alle 13.00 - dalle 18.00 alle 20.00
·        lunedì 24 dicembre: dalle ore 10.00 alle 16.00

Dal 29 dicembre spazio anche alla Befana, che accoglierà i bambini in una delle casette del Villaggio a partire da sabato 29 dicembre:

·        tutti i giorni: dalle ore 18.00 alle 20.00
·        sabato e domenica: dalle ore 10.00 alle 13.00 - dalle 18.00 alle 20.00
·        lunedì 31 dicembre - sabato5 gennaio: dalle ore 10.00 alle 16.00


Di seguito il programma completo degli eventi di “Bari Christmas town”, tutti gratuiti, che animeranno il Villaggio di Babbo Natale:


Sabato 15 dicembre

Inaugurazione della Casa di Babbo Natale


ore 18.00

The Joyful Chorus - NataleBariSuona

Un coro composto da 13 coristi, dal direttore di coro e da una band (piano-basso - tromba), animato dallo spirito del gospel e del blues che da sempre li caratterizza e li fa essere unici nel loro genere.


ore 18.30 e 19.30

Live Gravity - Giocoleria

Un esilarante e delicato spettacolo di giocoleria, acrobatica, equilibrismo e clownerie, che vede come protagonista un clown alla ricerca di equilibrio, non solo fisico ma anche psichico e, forse emotivo. Il pubblico avrà il compito di guidare Mike, il protagonista, tra momenti di gioia e disperazione, successo e fallimento, voli, cadute ma soprattutto sospensioni.

ore 20.00 Concerto

Zulejka - NataleBariSuona

Violino, voce, fisarmonica, percussioni, tamburelli, ballerina con un repertorio che spazia nel tempo e nei luoghi, dalla musica del Sud Italia (pizziche, tarantelle e tammurriate) alle musiche internazionali di Grecia, Russia, Israele, Francia, Paesi Baschi, Austria, Inghilterra, Lousiana, Brasile, Irlanda, Messico. Vasto repertorio di Bal folk italiano e internazionale.


Domenica 16 dicembre

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

Il gioco consiste nel ricercare, attraverso il proprio smartphone, un contenuto di realtà aumentata presente tra i diversi elementi che caratterizzano piazza Umberto. Una volta individuato, si invierà una registrazione ad un account twitter con #natalebari. Il primo video ad essere ricevuto sarà quello vincente!

ore 11.00 e 12.30

MR BIG! - Circus cabaret

Mr Big! è un eclettico artista d’oltreoceano, famoso in tutto il mondo e amato dagli spettatori dei più illustri teatri... almeno questo è quello che dice lui! Spettacolo di cabaret circense, giocoleria, equilibrismo, fuoco e clownerie immerso in un’atmosfera natalizia. Uno show ricco di sarcasmo e autoironia, costruito sulla capacità dell’artista di improvvisare le sue gag ponendo al centro dello spettacolo il suo pubblico. La tecnica circense diventa il trampolino di lancio per una comicità esilarante adatta a tutti.


Venerdì 21 dicembre

ore 18.00

Babbo Natale ammalato - Granteatrino Casa di Pulcinella

Nel bosco magico sta per accadere un importante evento: il gran raduno annuale di fate, maghi, streghe, gnomi ed elfi, ma… Babbo Natale (che del raduno è il presidente) è molto ammalato. Riuscirà a guarire prima del raduno?


Sabato 22 dicembre

ore 11.00 e 12.30 - Circus Cabaret

MR BIG! – Circus cabaret


Domenica 23 dicembre

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

ore 11.00 e ore 18.00

Narrabot 2.0 - Granteatrino Casa di Pulcinella

Un narratore, una valigia, una storia. Sembrerebbero i giusti presupposti per una normale narrazione ma...se il narratore in realtà fosse un dispositivo di ultima generazione? “Narrabot 2.0” cattura l’attenzione dei piccoli spettatori con riferimenti attuali pur rimanendo ancorato alle antiche fiabe popolari italiane.

Ore 11.30

Quattro x Quattro - NataleBariSuona

Spazio all’energia dei fiati di questa grande street band lungo le vie dello shopping del centro cittadino.

ore 18.30

Cravattina - Bolle di sapone giganti

Un cappellaio matto travestito da Cravattina… o viceversa, ancora non si sa, condurrà grandi e piccini in un sogno incantato dove ritroverete i vostri personaggi preferiti. Un insolito Pinocchio, con un semplice tocco di magia, si trasforma non solo in un bambino ma anche in uno stupito e abile giocoliere! Una storia d’amore con un insolito partner farà sognare e divertire Cravattina e il suo pubblico con una grande fantasia di bolle.


Lunedì 24 dicembre

ore 11.00 e 12.30

Live Gravity - Giocoleria

ore 12.00

Justx - NataleBariSuona

Tributo alla musica dance/house anni 90/2000. I Justx nascono nel marzo 2012 e con loro nasce una rivoluzione. La rivoluzione delle sonorità House, per la prima volta realizzate interamente dal vivo, si rivela un successo, uno stile musicale ben definito che vede tra gli artisti rivisitati e propostiBob Sinclair, David Guetta, Moloko, Antony Romeno, Spiller e Jamie Lewis.

Torna anche quest’anno “Scappati di casa”, l’evento dedicato a tuti i baresi che vivono altrove e che tornano in città per le feste di Natale. Il tradizionale raduno si terrà al Riva Club in via Fiume.


Giovedì 27 dicembre

ore 11.00 e 18.00

Il principe e il povero - Granteatrino Casa di Pulcinella

Liberamente tratto dal grande classico della letteratura di Mark Twain, il Principe Edoardo e il povero Tom si incontrano e, stanchi della loro vita e molto simili nell’aspetto fisico, si scambiano i “ruoli”. Di qui tutta una serie di avventure da cui, alla fine, usciranno migliorati e sapranno rivelare la loro vera natura. Un allestimento giocoso in cui un narratore/attore interagirà con gli spettatori per coinvolgerli nelle vicende e per dialogare con i burattini protagonisti della storia.


Venerdì 28 dicembre

ore 11.00 e 18.00

Pulcinella - Granteatrino Casa di Pulcinella

È Pulcinella il protagonista dello spettacolo, che riesce a coinvolgere grandi e piccini in un rapporto diretto e creativo. In questo caso Pulcinella, la maschera più celebre e più famelica del mondo, è alle prese con i suoi eterni avversari. Così in una strada che è anche piazza il nostro eroe incontra prima un cane, poi un prepotente. E così via: uno scheletro, un giudice, un cappuccino e un boia.

ore 18.30 e 19.30

Dely De Marzo - fire show

Performance dai toni in stile “circo nero” e dalle musiche dark cabaret e folk. Spettacolo di fuoco grottesco e intrigante che gioca sull’interazione diretta con il pubblico. Un connubio tra la classica figura paradossale e bizzarra in stile felliniana e la più rappresentativa e seriosa arte della focolerie internazionale, esibizione unica nel suo stile, con diverse evoluzioni di controllo e manipolazione dell’elemento, passando da fontane di fuoco, pioggia di gocce infuocate, scintille strabilianti ai più classici numeri di mangia fuoco e sputa fuoco.


Sabato 29 dicembre

ore 18.00

Inaugurazione della Casa della Befana

Dal 29 al 5 gennaio, all’interno del Villaggio, ci sarà una figurante della Befana, dai tratti dolci e simpatici. Il giorno dell’inaugurazione la Befana darà un dolce dono a tutti i bimbi che andranno a trovarla, mentre nei restanti giorni accoglierà i bambini che le consegneranno la letterina e farà foto con loro.

ore 18.00

The Joyful Chorus - NataleBariSuona


Domenica 30 dicembre

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

ore 11.00 e ore 18.00

Hansel & Gretel - Granteatrino casa di Pulcinella

La Compagnia Granteatrino porta in scena una delle più celebri favole dei fratelli Grimm e lo fa con il suo caratteristico stile, coniugando la classica storia con l’allegria dei burattini in baracca e l’inconfondibile segno dell’illustratrice Nicoletta Costa.

ore 19

Mustacchi Bross - NataleBariSuona

La street band nasce da un’idea dei fratelli Mario e Francesco Caramia, musicisti figli d’arte, con esperienze musicali in diversi ambiti. Creare una piccola marching band in grado di suonare standard jazz, swing e dixieland, senza trascurare classici della musica italiana, rivisitati e adattati a un combo che prevede ottoni, banjo e percussioni. Il risultato è un divertente mix di generi, in cui la voce “filtrata” dal megafono e gli interventi corali di tutti i musicisti rendono lo show assolutamente godibile. Per le vie dello shopping.


Lunedì 31 dicembre

ore 11.00 e 12.30

Live Gravity - Giocoleria


Martedì 1 gennaio

ore 18.00 e 19.30

Dely De Marzo - Fire show


Venerdì 4 gennaio

ore 11.00 e 18.00

Cenerentola - Granteatrino casa di Pulcinella

Ecco la celebre fiaba della povera figliastra Cenerentola che, vessata dalle perfide sorellastre, riesce alfine a coronare il suo sogno d’amore sposando un ricco principe. Alla celebre fiaba si affiancano il genio di Rossini e delle sue musiche trascinanti, emozionanti, attualissime e le coinvolgenti “teste di legno” della compagnia.


Sabato 5 gennaio

ore 11.00 e 18.00

Il Principe e il povero - Granteatrino casa di Pulcinella

ore 19.30 NataleBariSuona

Other Whise

Trio musicale formato da voce, piano e musicista polistrumentista. Un repertorio elegante, sobrio, raffinato che spazia dai grandi standard del jazz e della bossanova alla musica pop italiana ed internazionale. Alla voce Anna de Gennaro, al pianoforte Angelita Putignani e al violino e basso Nicola De Vito.


Domenica 6 gennaio

ore 10.00

Caccia al tesoro - realtà aumentata

ore 18.00 e 19.30

Mr Big! - Circus Cabaret

ore 20.00

Saluti alla Befana e Chiusura del Villaggio

Nella città vecchia, invece, in via Venezia e in piazza Mercantile, sono stati allestiti i mercatini natalizi che offrono oggetti d’artigianato e cibi della tradizione locale.

Nei pressi del cavallo di Ceroli, in corso Vittorio Emanuele, fino al 30 dicembre, la Casa del Welfare di Bari Social Christmas ospita laboratori, performance, feste e attività di animazione, ispirandosi ai valori di partecipazione, accoglienza e inclusione sociale, tutti i giorni, dal martedì alla domenica, dalle ore 17 alle 20, secondo il programma disponibile sul sito del Comune di Bari.

Alberobello, la cupola della Basilica dei Santi Medici in un progetto innovativo del Politecnico


BARI - La Puglia è la regione italiana in cui si è maggiormente diffuso il culto per i Santi Medici, Cosma e Damiano. Le ragioni sono storiche-religiose-geografiche. Due anzitutto: la vicinanza geografica e culturale del tempo all’antico Impero Bizantino e alla contestuale migrazione, attorno al VIII secolo, dei monaci basiliani, di culto greco, nel corso della iconoclastia.

Sono loro, i monaci, che hanno esportato dall’oriente, da cui provengono, le storie, le vicende, i miracoli dei due martiri. Nella nostra regione, Alberobello, Bitonto, Oria sono i centri in cui la venerazione è particolarmente sentita. Alberobello, nota in tutto il mondo per i suoi trulli, lo è anche per la presenza della Basilica-santuario dedicata ai Santi Medici, patroni della città.

La loro presenza nell’antica Silva Arborelli, coincide con la nascita del centro murgiano. Fu infatti, Giangirolamo II degli Acquaviva d’Aragona, conte di Conversano, ad esportare dalla sua città di residenza il culto devozionale per i due santi d’oriente nel feudo dei trulli.

E così, la piccola cappella rurale della Madonna delle Grazie del 1609, venne dedicata dal conte ai Santi Medici nel 1636. Da li si susseguirono almeno quattro ampliamenti, fino all’ultimo, quello realizzato tra il 1881 e il 1885 seguendo il progetto ideato dall’architetto, Antonio Curri, alberobellese di nascita, di grande fama e attività nella seconda metà dell’ottocento nel mezzogiorno e a Roma.

Il progetto del Curri non è stato mai completato, nonostante i diversi tentativi e interventi di restauro. Il pezzo mancante resta la cupola, centralità di un monumento religioso, in cui si raccoglie l’universo simbolico con il suo firmamento.

Il progetto della cupola, rimasto sulla carta, potrebbe trovare ora soluzione e realizzazione mediante una proposta progettuale tecnologicamente innovativa messa a punto al Politecnico di Bari nel rispetto della tradizione e della filosofia progettuali del Curri. Un video, realizzato al Poliba, presenterà i contenuti tecnologici per sua costruzione e messa in opera.

Sulla sua fattibilità se ne discuterà ad Alberobello, in un convegno, venerdì, 14 dicembre, ore 9.00, nella Basilica dei Santi Medici. Se si può fare, come? Se non si può fare, perché? Studi e soluzioni. L’incontro, intitolato “Cieli nuovi e terre Nuove” tratterà la complessità del tema avanzando soluzioni architettoniche, strutturistiche e di normativa nel quadro degli aspetti religiosi, civili e culturali. Organizzato dal Comune di Alberobello, dalla Basilica Minore dei Santi Medici, dal Comitato Feste Patronali, vedrà la partecipazione dei progettisti del Politecnico di Bari e del coordinatore prof. Giuseppe Fallacara del Dipartimento DICAR.

I saluti istituzionali saranno affidati a: Leonardo Sgobba, Rettore della Basilica; Alessandra Turi, assessore alla Cultura del Comune di Alberobello; Loredana Capone, assessore alla Cultura Regione Puglia; Lorenzo Pugliese, presidente Comitato feste Patronali. Le conclusioni, nel pomeriggio, ore 17.00, saranno del Sindaco della città, Michele Maria Longo.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia