Ad Section

Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Bari. Mostra tutti i post

Bari, inaugurati al San Paolo nuova risonanza magnetica e i reparti di pneumologia e epilessia infantile

Bari, inaugurati al San Paolo nuova risonanza magnetica e i reparti di pneumologia e epilessia infantile

BARI - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha inaugurato oggi all’Ospedale San Paolo di Bari la nuova risonanza magnetica, la nuova Unità di terapia intensiva respiratoria (UTIR), l’ambulatorio di Elettroencefalografia dell’età evolutiva (Centro epilessia infantile) e il Centro di orientamento oncologico (Coro). I nuovi reparti e macchinari sono già operativi. Accompagnato dal direttore della Asl Bari, Antonio Sanguedolce, Emiliano ha visitato prima la nuova Risonanza Magnetica, poi ha incontrato gli operatori e i genitori dei pazienti dell’ambulatorio di epilessia infantile. Dopodiché ha visionato il nuovo reparto di Pneumologia, trasferito definitivamente al quarto piano e infine ha potuto vedere il Centro di orientamento oncologico (Coro) da poco attivo a fianco del reparto di Oncologia.

“Ogni giorno – ha detto Emiliano - in Puglia inauguriamo nuovi reparti, sigliamo nuovi accordi, facciamo nuove assunzioni. Stiamo rafforzando la nostra sanità e, dopo aver recuperato venti anni di ritardi, i risultati adesso si vedono. Il sacrificio del personale è stato enorme: al San Paolo abbiamo spostato reparti senza chiuderli e sono qui anche per ringraziare il personale e i pazienti per la sopportazione di questi lavori in un ospedale nato con trent’anni di ritardo e già progettualmente non aggiornatissimo. Stiamo lavorando per offrire a chi ci lavora e ai pazienti il massimo della tecnologia possibile. La nuova risonanza magnetica è una macchina molto evoluta che consente di mettere a frutto l’esperienza di una equipe specializzata per la diagnosi e le terapie di diverse malattie. Un passo importante per abbattere i tempi di attesa, anche rispetto alle utenze esterne, e avere diagnosi sempre più precise e raffinate”.

La nuova risonanza magnetica, con apparecchiatura “AERA 1.5 TESLA”, è entrata a pieno regime  dallo scorso febbraio, con l’esecuzione di circa 3500 esami fino a oggi e ha già consentito  di  abbattere  i  tempi  di  attesa,  anche  rispetto  alle  utenze  esterne.

Tutto  ciò  in  linea  con  gli  obiettivi  e  le  priorità  della  Regione  Puglia  di  incentivare  la prevenzione e la appropriatezza delle prestazioni e delle cure e per limitare la mobilità verso altre regioni.

Secondo il direttore del reparto Paola D’Aprile: “questa macchina che abbiamo installato è una risonanza ad alto campo, dotata di software che ci consente di fare delle diagnosi raffinate. La tecnologia, oltre all’esperienza degli operatori sanitari, è fondamentale per diagnosi precise, che possano sfociare in trattamenti terapeutici efficaci e mirati. Possiamo fare studi a livello del sistema nervoso centrale, dissociando il tessuto cerebrale dai fasci di fibre nervose, importanti per la pianificazione chirurgica di tumori cerebrali in alcune sedi particolari. Possiamo fare la cardio RM, cioè lo studio di alcune patologie cardiache per diagnosi molto accurate per le miocardie o le pericarditi. Inoltre si possono esaminare le malattie del tubo digerente, come la malattia di Crohn, integrando la colonscopia e studiare patologie della colonna vertebrale o alcuni tumori con la spettroscopia. Anche le terapie delle leucemie e dei mielomi possono essere studiate in maniera mirata. Questa tecnologia è fondamentale in questo momento storico per diagnosi accurate, anche grazie alle professionalità dell’equipe che ha molta esperienza in questo campo”.

Per il dottor Sciuricchio, dell’unità operativa Epilessia: “l’ambulatorio è dedicato al bambino e alla patologia dell’epilessia oltre che alle patologie rare e alle cefalee per affrontarle in maniera multidisciplinare. Curiamo la “transition”, il passaggio dall’età evolutiva all’età adulta, mantenendo le competenze”.

Il centro Epilessia  è l’unico riferimento ambulatoriale della Asl Bari dedicato alle Epilessie e altre patologie  neurologiche  dell’età  evolutiva,  integra  competenze  cliniche  neurofisiologiche e strumentazione  d’avanguardia  e,  in  sinergia  multidisciplinare  con  altre  specialità  presenti all’interno del presidio, si occupa della diagnosi, cura e presa in carico di oltre 1500 pazienti in età pediatrica ed adolescenziale. Il  centro  è  inoltre  riconosciuto  quale  nodo  della  rete  regionale   per  le  malattie  rare (era presente oggi alla visita la dottoressa Giuseppina Annicchiarico),  è  in collegamento con i riferimenti di eccellenza nazionali (Niguarda, Bambin Gesù, Gaslini ecc.) per  gli iter diagnostico- terapeutici complessi, ed è unico riferimento in Puglia per il trattamento delle cefalee pediatriche, seguendo oltre 500 pazienti.

Emiliano ha incontrato il dottor Vito Picca, responsabile del reparto di Pneumologia - dove c’è la UTIR, unità di terapia intensiva respiratoria per i malati acuti oltre alle degenze semi intensive e  ordinarie, ma anche innovativi ambulatori diagnostici di broncoscopia, polisonnografia, endoscopia e ecografia interventistica, ora sistemati in ambienti adatti e confortevoli.

Emiliano ha infine concluso la visita al San Paolo incontrando il dott. Nicola Marzano, dirigente dell’Oncologia, dove è stato attivato il “Coro” – centro orientamento oncologico - per la valutazione dei pazienti con  sospetto  oncologico  in  tutte  le  fasi  diagnostiche, ematoclinico-strumentali,  volte  alla formulazione della diagnosi.

“Già molte persone – ha detto Marzano – hanno usufruito dei servizi del Coro, che prevede uno staff con infermieri, una psicologa, amministrativi armonicamente coordinati tra di loro insieme al medico responsabile. I pazienti con qualche sospetto oncologico vengono orientati dalla medicina di base con l’obiettivo di fare in modo rapido un percorso che prima era disarticolato ed estremamente lungo. Il paziente afferisce a un centro che è già predisposto, avendo codificato a priori tutte le tappe di controllo dei vari servizi in ospedale o fuori. Il paziente viene rapidamente analizzato sia dal punto di vista anamnestico che ematochimico che iconografico-strumentale. Alla fine di un percorso rapido e completo, si ha una visione che rappresenta lo stato dell’arte di quel paziente in quel momento. Da quel momento il paziente afferisce al centro oncologico più congruo per le sue esigenze e affronta il percorso oncologico”.

“Abbiamo inaugurato il nuovo reparto di terapia intensiva respiratoria – ha aggiunto il DG ASL Antonio Sanguedolce – già attivo, che afferisce al reparto di Pneumologia. Sono sei posti letto di terapia intensiva, di cui uno di isolamento per infettivi ed è una unità importantissima per tutta la Asl di Bari perché le patologie respiratorie acute aumentano per frequenza e hanno bisogno di adeguati trattamenti. Avevamo bisogno di questi posti letto che rispondono ai requisiti più moderni sia per spazi che per attrezzature”.

'INPS per tutti': al via gli incontri itineranti nelle strutture del welfare

'INPS per tutti': al via gli incontri itineranti nelle strutture del welfare

BARI - Nell’ambito delle attività previste dal protocollo “INPS per tutti”, siglato dal Comune con l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale e la rete associativa Alleanza contro la povertà in Puglia per mettere in campo azioni comuni di contrasto alle povertà sul territorio cittadino e metropolitano, sono in partenza i primi due appuntamenti rivolti ai cittadini in difficoltà che si aggiungono allo sportello settimanale attivo il lunedì negli uffici dell’assessorato al Welfare di piazza Chiurlia.

Mercoledì 16 ottobre, nella Casa delle Bambine e dei Bambini, un funzionario dell’INPS illustrerà ai potenziali beneficiari le misure di sostegno economico alla prima infanzia previste dallo Stato per le famiglie fragili, mentre lunedì 21 ottobre, presso il centro diurno comunale Area 51, si terrà un incontro informativo rivolto ad adulti in condizioni di povertà estrema sulle misure alle quali potrebbero accedere, ad esempio il reddito di cittadinanza o le pensioni di invalidità.

“Abbiamo pensato di strutturare in forma itinerante di prossimità il programma di collaborazione avviato con l’INPS un mese fa - commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico - in modo tale da raggiungere tante persone che non hanno alcun tipo di rapporto con enti istituzionali e pubblici che non siano il Comune di Bari. Molti cittadini, infatti, hanno diritto ad accedere a diversi servizi e prestazioni che reputano inaccessibili o di cui ignorano l’esistenza. Attraverso questa modalità possiamo davvero intercettare persone in grave difficoltà offrendo un supporto per migliorare concretamente le loro condizioni di vita. Ogni incontro sarà tenuto da professionisti esperti nel loro settore di competenza che potranno consigliarle al meglio circa il percorso da seguire. Inoltre, grazie a un adeguamento del software in uso alla ripartizione, a breve saremo in grado di inviare all’INPS elenchi aggiornati di utenti in possesso dei requisiti necessari per accedere alle misure esistenti, che gli stessi uffici INPS provvederanno poi a contattare. A questo si aggiungerà il lavoro di sensibilizzazione e cura delle unità di strada diurne e notturne che in questi anni abbiamo lanciato sul territorio cittadino, con dei camper che raggiungono in particolare le periferie e i territori sprovvisti di presidi istituzionali”.

Nei prossimi giorni verranno programmati altri incontri rivolti agli ospiti delle Case di comunità.

Si ricorda che, grazie all’accordo sottoscritto lo scorso 17 settembre, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione un ufficio dell’assessorato al Welfare, in piazza Chiurlia, per l’avvio di uno sportello settimanale, dove il personale INPS offre consulenza e supporto agli utenti in situazioni di necessità per quanto riguarda l’accesso alla platea dei servizi dell’Istituto di previdenza sociale, oltre che una Casa di comunità, gestita dalla Caritas di Bari e dalla cooperativa Equal Time in via Dei Mille.

Il personale INPS, inoltre, fornisce aiuto nella compilazione delle richieste, ad esempio per ottenere il PIN, o per alcune prestazioni assistenziali quali l’assegno familiare, il bonus bebè, il premio nascita, il bonus asilo nido, il reddito di cittadinanza, l’ISEE, l’invalidità civile e/o indennità di frequenza.

Giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale: ponte Adriatico si illumina di rosa e azzurro

Giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale: ponte Adriatico si illumina di rosa e azzurro

BARI - Oggi, martedì 15 ottobre 2019, ricorre la Giornata mondiale della consapevolezza sulla perdita perinatale e infantile - International Baby Loss Awareness Day.

A Bari l’amministrazione comunale, accogliendo la richiesta dell’associazione CiaoLapo che dal 2007 promuove in Italia la Giornata di sensibilizzazione attraverso eventi culturali, momenti formativi e manifestazioni in oltre sessanta città, illuminerà nella notte tra il 15 e il 16 ottobre il ponte Adriatico di rosa e azzurro.

La manifestazione ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica su un evento che colpisce una donna in gravidanza ogni sei e che incide profondamente sul benessere bio-psico-sociale delle coppie e delle famiglie. Ha, inoltre, lo scopo di divulgare la conoscenza dei fattori di rischio modificabili per ridurre le morti perinatali evitabili.

Sanità, Emiliano: 'Potenziato il Fallacara di Triggiano'

Sanità, Emiliano: 'Potenziato il Fallacara di Triggiano'

BARI - Firmato oggi il protocollo d’intesa per la riconversione del presidio ospedaliero “Fallacara” di Triggiano (Ba) in presidio post-acuzie. Lo hanno sottoscritto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco di Triggiano, Antonio Donatelli e il direttore generale della Asl Ba, Antonio Sanguedolce.

L’ospedale, con un investimento di circa 10 milioni di euro, cambierà completamente faccia, diventando un riferimento per l’intera provincia e la regione per la riabilitazione, la lungodegenza e per il nuovissimo centro risvegli con 45 posti letto, i cui lavori sono già in corso. La Regione Puglia ha voluto così incrementare l'offerta di assistenza sanitaria territoriale con la riconversione di alcune strutture ospedaliere in strutture territoriali di assistenza, denominate Presidi Territoriali di Assistenza (P.T.A.), ed in P.P.A., come quello di Triggiano.

La Regione Puglia, con un suo regolamento, ha declinato tutti i servizi territoriali che la struttura di Triggiano deve possedere per il Presidio Post Acuzie (P.P.A). Il PPA è un presidio assistenziale di elevata integrazione dei livelli di assistenza territoriale che, oltre ad offrire i servizi di un PTA, garantisce anche altri servizi, diventando di fatto un riferimento , un vero e proprio hub dei servizi di riabilitazione territoriali a carattere regionale. La Regione Puglia ha voluto caratterizzare in senso territoriale l'offerta non solo del Comune di Triggiano, ma di tutta l’Area Metropolitana di Bari perché così come organizzato il PPA di Triggiano potrà rispondere a tutti i bisogni assistenziali dell’intero territorio.

La riorganizzazione dei servizi ospedalieri e territoriali scaturisce da un cambiamento anche culturale, in ambito sanitario, che privilegia la progressiva riduzione del tasso di ospedalizzazione. Il cambiamento culturale passa attraverso il superamento di un modello di sanità centrato sulla presenza di un ospedale in ogni centro abitato, puntando invece ad una politica della sanità orientata più direttamente sui reali bisogni dei cittadini, sulla promozione della loro salute e sulla tutela del loro diritto al benessere psicofisico. Peraltro, l’abbandono della visione “ospedale-centrica” sul territorio di Triggiano consente oggi di usufruire degli investimenti fatti con i fondi comunitari FESR 2014-2020, in quanto già oggetto di apposito accordo tra Regione Puglia ed ASL BA.

Il totale degli investimenti fatti e/o da fare con i fondi FESR sul PPA di Triggiano ammontano a circa 10 milioni di euro così ripartiti: -circa 5 milioni di Euro per la “nuova palazzina”; -circa 3 milioni di Euro per il “centro risvegli” già in corso di realizzazione; -altri 2 milioni per ristrutturare ed adeguare gli altri ambienti dell’intero plesso di Triggiano suddiviso tra “ala sud” ed “ala nord”. L’offerta sanitaria del PPA di Triggiano sarà così composta: ALA SUD: Seminterrato: • Radiologia ( con attribuzione del servizio al DSS n.10) • Farmacia (territoriale ed ospedaliera) • Servizi generali/Magazzino • Area gestione tecnica • Cup-ticket • Poliambulatorio DSS 10 • Zona destinata ad arrivo pasti e Bar o Farmacia territoriale • Obitorio Piano Rialzato • Day Service Oculistica DSS10 (programmata ristrutturazione sale operatorie ed ambulatori) • Poliambulatorio DSS 1O • Neurospichiatria Infantile del DSM • Direzione Medica presidio PPA • Centro prelievi • Centro TAO • Guardia medica • Postazione medicalizzata fissa 118 • Postazione 118 • Postazione POCT (Point-of-Care Test ) Primo Piano • Blocco operatorio (Ala Monumentale ) • Day Service Chirurgico (con Posti letto tecnici per osservazione breve entro le 12 ore per i pazienti afferenti al day service chirurgico. Ala Monumentale ) • Ambulatori chirurgici • Ambulatorio Terapia del dolore • Centro di pianificazione familiare • Centro risvegli prima sezione (presso Ala Moderna) Secondo piano • Centro risvegli seconda sezione (presso Ala Moderna) ALA NORD: Seminterrato: • Officina provinciale per la lavorazione del sangue • Dialisi • Commissione invalidi del Dipartimento di Prevenzione Piano Rialzato • Centro Unico Provinciale Di Validazione del sangue • Consultorio Familiare • Unità di Raccolta Sangue • Medico competente Piano Primo • Lungodegenza (20 p.l.) • Riabilitazione pneumologica n. 10 p.l. + n. 10 p.l. riabilitazione cardiologica Piano secondo • Riabilitazione neuromotoria ( 20 pl ) • Palestra riabilitazione + ambulatori Palazzina Nuova • Ambulatorio di Ginecologia II liv. • Ambulatorio DSM per Psicosi Post-Gravidica • Ambulatorio DSM per Disturbi di Genere • Hospice

“Con questa firma nasce oggi il nuovo ospedale Fallacara – ha detto il presidente Emiliano – che sarà ancora più grande e offrirà maggiori servizi rispetto al passato. Noi non abbiamo chiuso nessuna struttura ospedaliera in Puglia. In applicazione del DM70 abbiamo meglio classificato gli ospedali. Il Fallacara quindi non solo non chiude, ma sarà potenziato con servizi nuovi per tutto il territorio. Il Fallacara diventa così un riferimento non solo per il comune di Triggiano ma per un’area ben più vasta e offrirà servizi di riabilitazione e lungodegenza, con una struttura unica come il centro risvegli, dotato di ben 45 letti”. “Quella del Presidio Post Acuzie di Triggiano – spiega il Dg della Asl Bari, Antonio Sanguedolce - è un’offerta sanitaria territoriale corposa che consentirà alla struttura di diventare riferimento per i cittadini del Comune di Triggiano e dell’intera area metropolitana. I cittadini riceveranno così maggiori e più efficaci servizi in grado di soddisfare al meglio le loro esigenze sanitarie di cura e di prevenzione”. --

Bari, presentato l'Atc Apulian tennis Cup U18

Bari, presentato l'Atc Apulian tennis Cup U18

BARI - È stato presentata a Palazzo di Città, alla presenza dell’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, il torneo ATC APULIAN TENNIS CUP U18 che sino al 19 ottobre si giocherà sui campi della New Country Tennis Academy di Bari.

All’incontro con la stampa hanno partecipato l’assessore allo Sport Pietro Petruzzelli, l’ambasciatrice del brand Puglia nel mondo Nancy Dell’Olio, i consiglieri nazionali F.I.T. Dodo Alvisi e Donato Calabrese, il presidente regionale F.I.T. Francesco Mantegazza, il presidente New Country Tennis Academy Giovanni Dell’Edera e il capitano nazionale FED CUP Tathiana Garbin.

Si tratta della prima edizione di un torneo legato al circuito internazionale ITF (International Tennis Federation) Junior Circuit under 18 che vede la partecipazione di 184 atleti, di cui 112 campioni e 72 campionesse, provenienti da 44 nazioni in tutto il mondo. Il torneo è strutturato nelle classiche 4 categorie: singolo uomo, singolo donna, doppio uomo e doppio donna.

“È con vera soddisfazione che oggi presentiamo il torneo ATC Apulian Tennis Cup U 18 in programma sui campi di tennis del New Country Tennis Accademy - ha dichiarato l’assessore Petruzzelli -, un evento che in questi giorni polarizzerà l’attenzione del mondo del tennis, nazionale e internazionale, confermando la credibilità che Bari ha acquistato in questi ultimi anni, grazie ad eventi sportivi di grande prestigio, legati a diverse discipline, ospitati nella nostra città. L’amministrazione comunale è particolarmente attenta a manifestazioni di questa caratura, in quanto rientrano perfettamente nella nostra strategia generale di aumentare il tasso di sportivizzazione dei cittadini baresi sia con la creazione di sempre più spazi destinati allo sport a cielo aperto sia con l’ospitalità di manifestazioni di alto livello, rese possibili dalla sinergia tra enti, istituzioni e circoli sportivi cittadini”.

“Si apre un autunno importantissimo per il tennis in Puglia - ha commentato Tathiana Garbin -. Questo torneo si svolge sul veloce: cinque anni fa la Fit ha investito tanto su questo tipo di superfici. Si tratta di un’opportunità importante per far sì che tutti inizino a giocare su superfici diverse dalla terra rossa. Abbiamo portato qui le nostre migliori giocatrici che si affacciano per la prima volta a tornei internazionali. Sono legatissima alla Puglia e alla città di Bari che mi hanno dato modo di crescere come tennista”.

“Un torneo nato da un sogno, tre anni fa - ha raccontato Giovanni Dell’Edera - questo è il primo torneo di una tre mesi di tennis mondiale con il Challenger del Levante Città di Bari e la seconda edizione della Nicolaus Cup U12. Un sogno divenuto realtà, grazie a un lavoro di squadra tra la TPE Tennis Promotions & Events, la Regione, il Comune, la New Tennis Country Academy e tutti gli insegnanti e professionisti che hanno messo a disposizione le proprie competenze”.

“Essere supportati dalla federazione in un’attività del genere significa rafforzare il territorio, portando avanti il sistema virtuoso della regione Puglia - ha commentato Dodo Alvisi -”, mentre Donato Calabrese ha sottolineato come “Quella dei tornei giovanili è la strada giusta, perché si tratta di vetrine importanti per il tennis”.

Il torneo ATC è legato al circuito internazionale ITF (International Tennis Federation) Junior Circuit under 18, trampolino di lancio dei più grandi campioni del tennis internazionale che ha visto tra i suoi partecipanti e vincitori professionisti della racchetta quali Andy Murray, Francesca Schiavone, Flavia Pennetta e Roger Federer. Il torneo sarà strutturato nelle classiche 4 categorie: singolo uomo, singolo donna, doppio uomo e doppio donna.

Bari, via al cantiere per la nuova illuminazione e la videosorveglianza diffusa nella pineta San Francesco

Bari, via al cantiere per la nuova illuminazione e la videosorveglianza diffusa nella pineta San Francesco

BARI - Nell’ambito degli interventi programmati dall’amministrazione per riqualificare i più importanti spazi verdi cittadini, sono iniziati oggi i lavori per il rifacimento complessivo dell’impianto di pubblica illuminazione e di realizzazione di un impianto di videosorveglianza diffusa nell’area della pineta San Francesco (sia lato mare, sia lato terra per l’estensione complessiva di circa 70mila mq).

Saranno 311 i nuovi corpi illuminanti, ciascuno della potenza di 51 watt, montati su pali di altezza 5,5 m tali da risultare inferiori alle’altezza delle chiome degli alberi in modo da evitare che le luci siano offuscate dalle fronde, situazione che, oltre a non rispettare le più recenti normative in materia, vanificherebbe l’intervento. I nuovi corpi illuminanti che sostituiranno il 109 esistenti, che saranno tutti rimossi, saranno suddivisi tra le due aree nella seguente maniera: 160 nella pineta lato mare e 151 nella pineta lato terra.

Al termine dei lavori sarà possibile offrire un effetto illuminamento omogeneo di luce bianca a 3.000 gradi kelvin (come ormai in uso nell’esecuzione dei nuovi impianti di illuminazione cittadini), che non produce alterazioni cromatiche e assicura una buona leggibilità anche alle immagini riprese dalle telecamere. Queste ultime, 25 in totale, verranno equamente distribuite in tutte le zone della pineta con particolare attenzione ai luoghi di aggregazione quali la pista di pattinaggio, le aree ludiche, le attrezzature sportive senza trascurare i viali e i percorsi da jogging, così da garantire un presidio di sorveglianza, efficace di questo grande spazio verde.

Il costo complessivo dell’intervento, aggiudicato alla De Giorgi Global Service SRL con un ribasso di circa il 30 % sull’importo a base d’asta, ammonta a 900mila euro.

“I lavori dureranno circa 6 mesi, e saranno eseguiti in fasi differenti, nelle due aree - commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso – per cui contiamo di consegnare la pineta completamente illuminata e videosorvegliata per la prossima primavera in modo da favorire la piena fruibilità con l’arrivo della nuova stagione. La potenza complessiva del nuovo impianto sarà di circa 15 Kwatt e consentirà di conseguire un risparmio significativo in termini di costi a fronte di un’illuminazione diffusa e omogenea che non lascerà zone d’ombra. Accanto agli impianti di illuminazione e videosorveglianza, eseguiremo alcuni interventi per dotare uno dei due accessi alla pineta di dispositivi del tipo di quello già in uso sulla spiaggia di Pane e pomodoro che permette l’ingresso delle persone in carrozzina ma lo impedisce invece ai ciclomotori e biciclette, a garanzia della sicurezza di tutti gli utenti dell’area. Inoltre intendiamo realizzare su una terzo accesso che sarà regolamentato da un cancelletto elettronico e un videocitofono a chiamata collegati direttamente con la sala della Polizia locale che potrà disporre l’accesso per favorire il passaggio di persone su carrozzine fuori sagoma rispetto agli standard usuali, in modo da salvaguardare l’accesso alla pineta a tutti”.

Donazione midollo osseo: Emiliano sottoscrive convenzione con Admo

Donazione midollo osseo: Emiliano sottoscrive convenzione con Admo

BARI - È stata firmata oggi dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano la convenzione con Admo Puglia (Associazione Donatori di Midollo Osseo). La convenzione arriva dopo un percorso che ha visto il via libera della Conferenza delle Regioni al decreto ministeriale sulle donazioni di midollo osseo.

“La Puglia – ha detto Emiliano- è una regione ben strutturata rispetto alle donazioni di sangue e di midollo osseo, ma proprio per questo non vogliamo perdere le nostre conquiste e vogliamo insistere. Con l’Admo sappiamo che la donazione del midollo è l’unica cura per certi tumori del sangue e stiamo strutturando i registri, gli elenchi delle persone pronte alla donazione, perché i donatori devono essere tipizzati prima dell’effettivo utilizzo perché in moltissimi casi il tempo è un fattore importantissimo per intervenire con successo e non sono pochi i casi per cui, grazie a questa tecnica della donazione del midollo e del successivo trapianto, si ottengono risultati positivi definitivi con la completa eradicazione della malattia. Tutto questo prevede una forte organizzazione che grazie al volontariato e alla partecipazione dal basso dei cittadini che ci danno una mano, viene ulteriormente migliorata”.

“È importante – ha aggiunto - che ci sia un coordinamento preciso e che venga garantito il coinvolgimento di tutta la squadra, per immedesimarsi nelle condizioni di vita delle persone.
Il rapporto con le organizzazioni di volontariato in questo ambito è fondamentale, perché le associazioni reagiscono rapidamente e mantengono sempre alta l’attenzione sul tema. La fiducia sempre maggiore che la Regione Puglia ha nei confronti di Admo si rinnova oggi in questa firma.
La Regione ad Admo affida un compito istituzionale, di strutturazione dei modelli della propria organizzazione, consapevole che chi ha un vissuto diretto in materia possiede conoscenze indispensabili per garantire il massimo delle prestazioni”.

Per Maria Stea, presidente regionale di Admo “la Puglia è la seconda regione a firmare il protocollo regionale: per questo vanno i complimenti dell’associazione alle istituzioni pugliesi. La convenzione è un punto d’inizio, per proseguire poi verso lo sviluppo delle donazioni e verso l’uso di tecniche innovative come il kit salivare”.

Erano presenti oggi anche il direttore del centro regionale sangue Angelo Ostuni, la prof. Specchia di Ematologia, la direttrice del centro tipizzazione del policlinico Donata Mininni e il direttore del dipartimento Politiche della Salute Vito Montanaro.

LA DONAZIONE DI MIDOLLO OSSEO IN PUGLIA - In Italia è stato istituito il Registro nazionale Italiano Donatori di Midollo Osseo, noto come IBMDR (Italian Bone Marrow Donor Registry), con sede a Genova presso gli “Ospedali Galliera”.
In Puglia il Registro IBMDR ha sede presso l’Azienda Policlinico di Bari.
Nel 2018 sono stati iscritti nel Registro IBMDR 2096 potenziali donatori di midollo osseo di cui: Centro Donatori Bari 1334 donatori; Centro Donatori di San Giovanni Rotondo 151 donatori; Centro donatori di Foggia 151 donatori; Centro donatori di Lecce 341 donatori.
Nel 2015 è stata istituita ed organizzata la Rete regionale Donatori di midollo osseo, i cui Poli di reclutamento hanno sede presso tutti i Servizi Trasfusionali della Regione Puglia. E’ infine stato sottoscritto nel 2018 il Protocollo tra Regione Puglia, Ufficio Scolastico Regionale e ADMO.

CHI PUO’ DONARE? - La donazione è anonima, volontaria e non retribuita. Requisiti: essere maggiorenne e di età inferiore ai 36 anni; godere di buona salute; pesare più di 50 kg.; essere rispondente ai requisiti di idoneità ed eleggibilità alla donazione previsti dalla normativa italiana; essere intenzionato a donare per qualsiasi paziente, nazionale o internazionale.

LA CONVENZIONE - Si è ritenuto necessario disciplinare, coerentemente ai principi di programmazione sanitaria in materia di trapianti e di attività trasfusionali e nel rispetto dell’autonomia regionale nella programmazione e organizzazione delle attività sanitarie, in modo uniforme sul territorio nazionale, i rapporti tra le Regioni e Province autonome e le associazioni e federazioni dei donatori volontari di cellule staminali emopoietiche.
Sono state individuate le tipologie di attività svolte dalle associazioni e federazioni di donatori volontari di cellule staminali emopoietiche da sangue midollare e da sangue periferico, definendo lo schema tipo di convenzione al quale devono conformarsi le regioni e province autonome nello stipulare le convenzioni, al fine di assicurare l’uniforme applicazione sul territorio nazionale;
a) sono stati definiti i requisiti idonei all’accreditamento delle associazioni e federazioni di donatori di cellule staminali emopoietiche ai fini della loro partecipazione alle attività organizzate nelle strutture afferenti ai poli di funzionamento di IBMDR (registri regionali e interregionali e loro articolazioni funzionali: centro donatori e poli di reclutamento)
b) sono state definite le quote di rimborso per le attività svolte dalle associazioni e federazioni di donatori volontari di cellule staminali emopoietiche, ai fini di sostenere le associazioni nella promozione e nello sviluppo della donazione volontaria e gratuita di cellule staminali emopoietiche e nella tutela della salute e dei diritti dei donatori, secondo quanto determinato nell’ accordo Stato-Regioni per la compensazione della mobilità sanitaria interregionale;
c) sono stati definiti i requisiti e le caratteristiche delle associazioni e federazioni di donatori volontari di cellule staminali emopoietiche, riconoscendo la partecipazione delle stesse ai fini istituzionali del SSN, considerando estensibile e applicabile anche alle associazioni e federazioni di donatori volontari di cellule staminali emopoietiche quanto previsto dalle finalità statutarie delle associazioni e federazioni dei donatori volontari di sangue.

COSA SONO IL MIDOLLO OSSEO E LE CELLULE STAMINALI - Le cellule del sangue, prodotte nel midollo osseo ed immesse in circolo, originano da cellule progenitrici, dette cellule staminali. Le cellule progenitrici sono piuttosto scarse ma, oltre a possedere una attività riproduttiva enorme (ogni giorno generano 200-400 miliardi di cellule nuove) sono in grado di replicarsi cosicché il loro numero resta invariato durante tutta la vita, anche se dovessero in parte venire prelevate (donazione). Tali cellule possono essere raccolte o dal midollo osseo o, dopo mobilizzazione con fattori di crescita, dal sangue periferico o dal sangue del cordone ombelicale.
Il trapianto di cellule staminali emipoietiche (CSE) si è affermato come una delle strategie terapeutiche più utili nella cura di emopatie maligne (es: leucemie acute o croniche, mieloidi o linfoidi) o ereditarie (Thalassemia Major) per le quali le terapie convenzionali non offrono che scarse o nulle possibilità di guarigione.
Per trapianto si intende la sostituzione di un midollo osseo malato o non funzionante, con cellule staminali sane in grado di rigenerare tutte le cellule del sangue, ricostituendo le normali funzioni ematologiche e immunologiche. Il trapianto può essere autologo (trapianto di CSE dello stesso paziente dopo opportuno trattamento) o allogenico (trapianto di CSE da un donatore sano). In quest’ultimo caso è indispensabile reperire un donatore con caratteristiche genetiche simili (compatibilità tissutale) a quelle del ricevente.
Le sorgenti da cui si estraggono le cellule staminali emopoietiche a fini di trapianto sono rappresentate dal sangue midollare (midollo osseo), dal sangue periferico e dal sangue del cordone ombelicale e che la diversa fonte implica una diversa modalità di prelievo nel donatore. 

Serie C: Bari a -3 dalla vetta. Vittoria tennistica della V.Francavilla

Serie C: Bari a -3 dalla vetta. Vittoria tennistica della V.Francavilla

(credits: Ssc Bari)
di NICOLA ZUCCARO - Dopo il 2-1 inflitto in quel di Lentini alla Sicula Leonzio, il Monopoli espugna anche il campo del Rieti imponendosi per 1-0 sui padroni di casa. Alla luce di questo successo i biancoverdi si insediano al secondo posto della graduatoria del girone C della Serie C 2019-2020. Identico risultato, ma nel segno della sconfitta per il Bisceglie che esce sconfitto dal rettangolo di gioco della Viterbese.

A seguito dell'1-0 subìto dai laziali, non c'è ancora stata l'inversione di rotta con la nuova guida tecnica affidata a Sandro Pochesci. Le mura amiche sorridono, invece, alla Virtus Francavilla e al Bari. I biancocelesti infliggono sul terreno del Giovanni Paolo II un tennistico 6-2 alla Vibonese. Dulcis in fundo il Bari. Al San Nicola, nell'altra gara di cartello del nono turno, i galletti sconfiggendo la Ternana per 2-0 ottengono la terza vittoria consecutiva del corso tecnico firmato Vincenzo Vivarini.

Il Bari si porta così a -3 dalla vetta della classifica, attualmente abitata dal Potenza che al Viviani sconfigge per 1-0 il Teramo.

'Bari Brasil Film Fest', domani l'ultima proiezione di Bicho de Sete Cabeças di Lais Bodansky

'Bari Brasil Film Fest', domani l'ultima proiezione di Bicho de Sete Cabeças di Lais Bodansky

BARI - Tra cinema e letteratura, ultimi appuntamenti baresi in questo inizio settimana per il Bari Brasil Film Fest, organizzato dall’associazione culturale Abaporu, con la direzione artistica di Vanessa Mastrocessario Silva.

Domani, martedì 15 ottobre, alle 21 al cinema ABC, il BBFF chiude la sezione barese delle proiezioni con il secondo omaggio allo sceneggiatore Luiz Bolognesi: in programma quindi Bicho de Sete Cabeças (Brainstorm) di Lais Bodansky, dramma del 2001, esordio alla regia di finzione della regista brasiliana, per la prima volta in collaborazione con il grande sceneggiatore Bolognesi (basato sul libro autobiografico Canto dos Malditos di Austregésilo Carrano Bueno). Neto è un adolescente come tanti, ribelle, fa uso di marijuana, ha un rapporto complicato con i genitori. Suo padre, preoccupato, nel tentativo di contenere il comportamento problematico del ragazzo, decide di farlo ricoverare in un ospedale psichiatrico. Lì il ragazzo conoscerà una realtà fatta di orrori disumani che non aveva mai immaginato potessero esistere. Il pubblico del Bari Brasil Film Fest ha già fatto la conoscenza del cinema di Lais Bodansky e del grande sceneggiatore Luiz Bolognesi, grazie a Como Nossos Pais, uno dei migliori film dell’edizione 2018. Questo è un viaggio nell’inferno dei manicomi, che ci parla anche del rapporto genitori-figli e delle conseguenze della mancanza di comunicazione intergenerazionale, coprodotto da Brasile e Italia (la Fabrica Cinema di Marco Muller) che ha trionfato nella prima edizione del Gran premio del Cinema Brasiliano, con ben sette riconoscimenti, tra cui miglior film, regista e attori. A interpretare il protagonista, un debuttante Rodrigo Santoro, nel 2001 alla prima esperienza cinematografica. L’attore di padre calabrese è stato un volto noto delle telenovelas brasiliane, prima di dare l’assalto a Hollywood e dintorni, dove ha partecipato a grandi produzioni come la serie Lost, Charlie’s Angels più che mai, 300 (nel ruolo di Serse), Ben-Hur, i due Che di Steven Soderbergh (era Raul Castro, fratello del futuro dittatore), anche se forse a dargli la notorietà internazionale è stato, nel 2004, uno spot di Chanel diretto da Baz Luhrmann, che lo vedeva al fianco di Nicole Kidman.

A completare il programma barese due incontri con gli autori: mercoledì 16 ottobre alle 18.30, nel nuovo spazio di Portineria 21, la scrittrice e giornalista Agnese Gazzera dialogherà con l’avvocato e promotore dell’associazione culturale La giusta causa, Michele Laforgia e con la giornalista della Rai, Claudia Bruno sul libro Marielle, presente!. Qui l’autrice racconta la storia di Marielle Franco, unica donna nera tra i 51 consiglieri comunali di Rio de Janeiro, eletta nel Partito Socialismo e Libertà (Psol), assassinata nel marzo 2018. Nata e cresciuta in una favela, afrodiscendente, lesbica, femminista, Marielle aveva fatto di se stessa la propria bandiera: un “corpo politico” con cui affrontare il mondo e lottare per i diritti delle persone che rappresentava, contro il razzismo, le violenze di genere, le diseguaglianze.

Registro diverso invece per l’incontro di presentazione di giovedì 17 ottobre alle 19 nella libreria 101 (via Cairoli 101), dove si terrà la presentazione del libro Tom Zè_l’ultimo tropicalista di Pietro Scaramuzzo, con prefazione di David Byrne, biografia ufficiale di Tom Zé, cantante, compositore e polistrumentista brasiliano, noto componente del movimento tropicalista insieme a Caetano Veloso e Gilberto Gil. Frutto di anni di confronto tra l'autore e il musicista, il libro sarà presentato quindi da Scaramuzzo insieme con il giornalista Nicola Gaeta.

Spostandosi a Matera, il programma al cinema Piccolo prevede sabato 19 ottobre alle 20.30 la presentazione di O Beijo no asfalto di Murilo Benício e domenica 20, alle 18.30, di Los Silencios di Beatriz Seigner e, alle 20.30, di Alguma Coisa Assim di Esmir Filho e Mariana Bastos.

Prima di ogni proiezione al cinema Abc si terrà un aperitivo con degustazioni di cucina brasiliana a cura di chef brasiliani.

Per le proiezioni al cinema ABC il biglietto è di 7 euro e dà il diritto all’aperitivo brasiliano.

È possibile prenotare telefonicamente un massimo di due posti in sala per le proiezioni (fatta eccezione per quella di venerdì 11) chiamando il cinema Abc (080/96.44.826) con un sovrapprezzo su ogni biglietto di 0,50 euro. Il biglietto prenotato dovrà essere ritirato tassativamente entro le 20. 

Per info e prenotazione dei biglietti: Cinema Abc 080/96.44.826 (dalle 19 alle 22 nei giorni del festival) e Il Piccolo Via XX Settembre, 14 (0835 330 541).

Serie C: il Bari stende 2-0 la Ternana

Serie C: il Bari stende 2-0 la Ternana

(credits: Ssc Bari)
di FRANCESCO LOIACONO - Il San Nicola arride al Bari, che vince 2-0 contro la Ternana, competitor diretta per la corsa in Serie B. Le reti tutte nel secondo tempo. A segno Zaccaria Hamlili al 60', il raddoppio arriva al 75' a firma di Alessio Sabbione.


IL MATCH - La squadra di Vivarini è passata in vantaggio al 14’ del secondo tempo con Hamlili, tiro in diagonale. Ha raddoppiato al 31’ con Sabbione di testa. Per il difensore terzo gol in questo campionato dopo quelli in casa con la Reggina e la Cavese.

Nella ripresa nei pugliesi ha esordito Folorunsho che è entrato in campo al  90’ al posto di Scavone. Terza vittoria consecutiva del Bari dopo quelle per 1-0 in trasferta col Picerno e per 4-0 allo stadio “San Nicola” con la Cavese. Il Bari ha 17 punti ed è a due punti dalla Ternana, dalla Reggina e dal Monopoli e a tre punti dalla solitaria capolista Potenza.

Polemica per il rapper De Martino alla Sagra del calzone

Polemica per il rapper De Martino alla Sagra del calzone

di PIERO CHIMENTI - Non sembrano placarsi le polemiche per la partecipazione del rapper siciliano De Martino, noto cantante neomelodico napoletano, alla sagra del calzone di Acquaviva delle Fonti.

Il sindaco, appresa la notizia, ha deciso di non erogare il contributo comunale all'organizzazione promotrice dell'evento, obbligandola a far togliere dalla scaletta del cantante due canzoni che fanno riferimenti espliciti alla mafia e violenza criminale e concedendo il patrocinio gratuito se verrà diffuso in piazza prima del concerto un video messaggio sulla lotta alla mafia.

Convegni: a Bari 'Compravendita immobiliare: aggiornamenti normativi e le nuove opportunità del mercato'

Convegni: a Bari 'Compravendita immobiliare: aggiornamenti normativi e le nuove opportunità del mercato'

BARI - Il settore immobiliare vive un periodo di ripresa, per quanto timida, che sta risvegliando l'interesse di potenziali acquirenti. Questo, unitamente alle ultime novità normative, sarà il tema del convegno "Compravendita immobiliare: aggiornamenti normativi e le nuove opportunità del mercato" che si terrà a Bari il prossimo 24 ottobre nell'ambito di Condominio Italia Expo 2019 (Sala Arancio, ore 15), organizzato dall'Avv. Francesco Saverio Del Buono, esperto del settore immobiliare e di fiscalità degli immobili, nonché direttore scientifico delle Officine Culturali dell'associazione Valore Aggiunto.

Interverranno autorevoli relatori esperti del settore immobiliare quali: Dr. Massimo Antonelli, Presidente Valore Aggiunto Dr. Andrea Rubino, Segretario Nazionale AIR - Agenti immobiliari Riuniti Avv. Guerino De Santis, esperto in materia immobiliare e condominiale Dr. Alessandro Perilli, formatore ed imprenditore nel settore aste Dr. Carlo Rodio, Responsabile Affida Bari. Durante l'evento, che ha ricevuto il patrocinio di Valore Aggiunto ed AIR, sarà presentato il testo 'Aspetti fiscali della compravendita immobiliare', autore l'Avv. Francesco Saverio Del Buono (ed. Primiceri).

L'evento è inoltre accreditato ai fini della formazione continua dei Geometri e Geometri Laureati (1 credito formativo). La partecipazione è gratuita previa registrazione a mezzo mail all'indirizzo apuliameetings@gmail.com. L'accesso alla manifestazione fieristica, all'interno del SAIE 2019, è anch'essa gratuita. Il biglietto è scaricabile a questo link

Bari, lunedì mattina conferenza stampa Lega Puglia

Bari, lunedì mattina conferenza stampa Lega Puglia

BARI - Lunedì alle ore 11.00 a Bari nella stanza del gruppo Lega, secondo piano lato via Cairoli di Palazzo di Città, il Coordinatore Federale della Lega Giovani, On. Luca Toccalini, presenterà alla stampa importanti novità in ordine all'organizzazione del movimento, finalizzata alla crescita in Puglia di una classe dirigente giovane, preparata e orgogliosamente leghista.

All’incontro saranno presenti anche il Segretario Regionale On.Luigi D’Eramo, gli On. Rossano Sasso e Annarita Tateo, il Fondatore Giovanni Riviello e il Segretario Cittadino di Bari Fabio Romito.

Domani a Bari “Aima”, la giornata organizzata dall’Unione del Sangue di Cristo

Domani a Bari “Aima”, la giornata organizzata dall’Unione del Sangue di Cristo

di LUIGI LAGUARAGNELLA - Tra i temi e le attività del mese missionario di Ottobre a cui la Chiesa dedica ogni anno, a Bari domenica 13 si vivrà una giornata di riflessione e condivisione. Ad organizzarla sono i Missionari del Preziosissimo Sangue, presenti nel capoluogo pugliese nella parrocchia del centro cittadino (oltre ad essere presenti a Putignano nella chiesa di San Filippo Neri), insieme alle Adoratrici del Sangue di Cristo.

La giornata intitolata "Aima, sulle strade della storia", è rivolta a tutte le persone vicine alla Spiritualità del Sangue di Cristo (Usc è la sigla del movimento legato alla Congregazione del Preziosissimo Sangue): i gruppi provenienti da diverse parti della Puglia dal Salento alla provincia di Foggia e il barese, ma anche dalla Calabria, dalla Basilicata si riuniranno a Carbonara presso l'istituto Santa Maria De Mattias e nel pomeriggio alla Basilica di San Nicola. Parteciperanno a questa giornata oltre 200 persone.

Durante la mattinata è previsto l'intervento di don Luigi Maria Epicoco, ospite della giornata e successivamente la "Compagnia dei Miracoli" di Putignano darà spazio all'arte del teatro sul tema del Sangue e della storia prendendo spunto da un musical diretto da Gianluca Gibilisco seminarista dei Missionari. Nel pomeriggio nella Basilica di San Nicola si celebrerà la messa, mentre sul sagrato si concluderà la giornata con un flashmob: un reading con letture di testimonianze organizzato dai giovani della parrocchia del Prez.mo Sangue e una coreografia in cui si esibiranno nel "Cerchio della vita" le ragazze del gruppo danza del Preziosissimo Sangue in San Rocco diretto da Katia Laguaragnella.

"Aima" è un modo per radunare in una "famiglia di famiglie" attorno alla Spiritualità del Sangue su cui San Gaspare del Bufalo e Santa Maria De Mattias hanno fondato le due congregazioni e che hanno portato missionari e suore ad operare in tutto il mondo.

L’obiettivo di questo incontro è semplicemente quello di rispondere alla “chiamata della gioia” come affermano gli organizzatori: “E’ un modo di far festa intorno alla Parola Sacra. La spiritualità del Sangue ci fa figli e fratelli. “Aima” intende essere un esempio di quella chiesa viva che risponde alla chiamata. “E’ l’opportunità di riunire giovani e famiglie che vivono la relazione a partire da una fede e allo stesso tempo rispondere alla chiamata di vivere le sfide della nostra epoca caratterizzata da tanti bisogni”.

Contro la Ternana il Bari punta al bis 'interno'

Contro la Ternana il Bari punta al bis 'interno'

(credits: Ssc Bari)
di NICOLA ZUCCARO - Chi comincia bene è a metà dell'opera. L'antico adagio fa al caso del Bari che, dopo aver sconfitto la Cavese, a partire dalle 17.30 di domenica 13 ottobre 2019, affronterà la Ternana per la seconda gara consecutiva nel giro di 8 giorni al San Nicola. Sul rettangolo dell'Astronave, subito dopo il fischio di inizio del Sig. Francesco Meraviglia della Sezione di Pistoia, nella sfida incrociata fra ex (Antenucci per la sua passata militanza nella Ternana e Defendi per quella nel Bari), i galletti dovranno centrare il secondo successo consecutivo di questa stagione. Una vittoria che varrà 6 punti, sia perchè il San Nicola potrà tornare ad essere quel fortino che caratterizzò lo scorso torneo in D, sia perchè un successo sulla Ternana ridurrebbe di 2 punti il distacco dall'odierna capolista del Girone C della Serie C 2019-2020.

A Bari 'Tutti matti per il riso'

A Bari 'Tutti matti per il riso'

BARI - Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il peso dei disturbi mentali continua a crescere con un conseguente impatto sulla salute e sui principali aspetti sociali, umani ed economici in tutti i Paesi del mondo. Si registra un incremento anche tra i giovani e giovanissimi, a livello globale, il 10-20% di bambini e adolescenti soffre infatti di disturbi mentali, è di facile intuizione quale sarà la ricaduta sociale ed economica di tale problema.

Il 12 e il 13 ottobre, a seguito della Giornata Mondiale della Salute Mentale indetta dall’OMS il 10 ottobre, sarà possibile incontrare i volontari di Progetto Itaca, la più grande associazione che si occupa di disturbi della salute mentale, in oltre 19 città e sostenerne le attività delle sedi locali. I banchetti di “Tutti matti per il riso” a favore del Progetto Itaca, saranno presenti da nord a sud (Milano, Como, Lecco, Torino, Padova, Vicenza, Genova, Parma, Bologna, Rimini, Firenze, Perugia, Roma, Campobasso, Napoli, Bari, Lecce, Lamezia Terme e Palermo) con oltre 300 volontari coinvolti e 12.000 kg di riso.

A Bari l’iniziativa di raccolta fondi “Tutti matti per il riso” a favore del “Progetto Itaca Onlus” si svolgerà in via Calefati-angolo via Sparano (nei pressi della Parrocchia di San Ferdinando), sia sabato 12 che domenica 13 ottobre, dalle 10 alle 19. A fronte di una donazione, verranno distribuite delle confezioni di pregiato riso Carnaroli, verrà regalata l’esclusiva ricetta per realizzare un delizioso risotto e si potranno ottenere preziose informazioni su tutte le attività delle Associazioni locali. La Puglia conta già una sede della Fondazione Itaca a Lecce, ma è prevista una prossima apertura proprio nel capoluogo. Alla due giorni saranno presenti, oltre ai volontari, anche Ughetta Radice Fossati, fondatrice e Segretario Generale di Fondazione Progetto Itaca Onlus.

Il flash mob musicale del Maestro Paolo Lepore e della sua Orchestra allieteranno la mattinata di domenica nel salotto della città barese a sostegno dell’iniziativa dalle 10,30.

“Progetto Itaca Onlus è una Fondazione che promuove programmi di informazione, prevenzione, supporto e riabilitazione rivolti a persone affette da disturbi della Salute Mentale e alle loro famiglie, è la più grande d’Italia” – afferma la dott.ssa Felicia Giagnotti Tedone, presidente della Fondazione Itaca. “Tra gli obiettivi della fondazione vi sono quelli di sensibilizzare la comunità per superare lo stigma e il pregiudizio e far comprendere che i disturbi mentali possono essere curati; informare le persone per prevenire le malattie e per orientare alla diagnosi e alla cura e sostenere i malati e le loro famiglie nel percorso di recupero del benessere e della pienezza di vita. Per fare questo la Fondazione ha un numero verde gratuito che si può contattare 800 274 274”.

Fondazione Itaca, che ha compiuto da poco 20 anni, si occupa proprio di questo su tutto il territorio nazionale con le sue 12 sedi e i 7 club Itaca, centri diurni per lo sviluppo dell’autonomia socio-lavorativa di persone con una storia di disagio psichico, che seguono il modello internazionale di riabilitazione e di integrazione sociale “clubhouse international”, nato negli Stati Uniti nel 1948 e diffuso in tutto il mondo, attraverso l’azione dei suoi volontari opportunamente formati.

Pellegrinaggio dei Bersaglieri al Sacrario dei Caduti Oltremare di Bari

Pellegrinaggio dei Bersaglieri al Sacrario dei Caduti Oltremare di Bari

di VITTORIO POLITO - Domenica 20 ottobre alle ore 9 sarà celebrato presso il Sacrario dei Caduti Oltremare di Bari il 52° Pellegrinaggio dei Bersaglieri per rendere gli onori ai 76.000 caduti in guerra e nelle missioni e per ricordare le glorie dell’umile “Fante d’Italia”, eroe di tante battaglie.

Interverranno: il Presidente Nazionale dell'Associazione Bersaglieri Gen. Ottavio Renzi ed il Presidente Nazionale dell'Associazione del Fante Dott. Gianni Stucchi e il presidente della Sezione dei Bersaglieri di Bari, Nicola Rigante.

La manifestazione si svolgerà secondo il seguente programma:

Ore 09.00   -   Afflusso radunisti all’ingresso del Sacrario

“     10:10   -   Schieramento
“     10:30   -   Arrivo della Massima Autorità

Onori ai Caduti con la deposizione di una corona d’alloro ai piedi della Gran Croce;                                 
Preghiera del Bersagliere;     

Motivazione Medaglia d’Oro al V. M. conferita al 9° Reggimento Fanteria “BARI”
Motivazione Medaglia d’Oro al V. M. conferita al Bersagliere Maggiore Giuseppe LA ROSA
Benedizione.   
Preghiera del Caduto.
Brevi allocuzioni commemorative.

Al termine, nel 77° anniversario della Battaglia di Alamein e nel 27° anniversario della ricostituzione del 7° Bersaglieri “Il leggendario”, i Medaglieri e Labari della A.N.B., si schiereranno davanti al “Cippo del 7° Bersaglieri all’imbocco della Pista Rossa di Alamein” per la deposizione di un bouquet di fiori cremisi.

Manifestazioni collaterali:

- Donazione volontaria e gratuita di sangue: Sabato 12 Ottobre 2019, Banca del Sangue dell’Ospedale Di Venere di Bari.
- Santa Messa in Onore dei Caduti. Sabato 19 ottobre, alle ore 19:00:  Chiesa di Santa Maria degli Angeli in Via Boemondo n. 6,
- Donazione al Sacrario Militare dei Caduti Oltremare di un dipinto ad olio opera del Maestro Romano De Carolis, Tenente dei Bersaglieri.
- Cartolina ricordo del 52° Raduno Pellegrinaggio al Sacrario.
- Donazione di un poster con l’immagine della Bersagliera di Bari alle Sezioni della ANB e delle Associazioni d’Arma intervenute.
- Visita guidata del Sacrario e della Sala Cimeli.

Gli onori ai Caduti in Guerra e nelle Missioni di Pace saranno resi da un picchetto di
Bersaglieri in armi del 7° Reggimento con fanfara.

La cittadinanza è invitata

Puglia: 108 posti alla Asl Bari per personale medico e sanitario

Puglia: 108 posti alla Asl Bari per personale medico e sanitario

BARI - Arrivano concorsi per 108 posti alla Asl di Bari. Oggi è stata firmata la delibera per il reclutamento di personale dirigenziale medico e del comparto sanitario in modo da assicurare alle strutture aziendali stabilità organizzativa. Sono 108 le posizioni dirigenziali mediche, veterinarie e sanitarie messe a concorso in applicazione del Piano triennale di fabbisogno del personale.

I concorsi sono stati avviati tenuto conto anche delle ultime disposizioni normative, che prevedono l’ammissione dei medici in formazione specialistica iscritti all’ultimo anno nonché, qualora il corso abbia durata quinquennale, al penultimo anno.

La Direzione ha avviato ulteriori bandi di concorso, anche per discipline le cui procedure concorsuali sono ad oggi in fase di espletamento (Malattie Apparato Respiratorio, Medicina Interna, Pediatria, Nefrologia, Urologia, Pronto Soccorso, Psichiatria) per avere la disponibilità di nuove graduatorie di medici.

Secondo il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, “la sanità pugliese sta cambiando volto. Le immissioni in servizio di nuovo personale rappresentano un’autentica boccata dì ossigeno per un sistema che sta migliorando. Dopo aver risanato i conti e attuato il piano di riordino, dopo essere riusciti in soli quattro anni a portare i Livelli essenziali di assistenza in Puglia dal penultimo posto in Italia nella parte alta della classifica, adesso siamo in grado di procedere a queste assunzioni fondamentali per migliorare i servizi al cittadino e ridurre le liste di attesa. Ringrazio il direttore generale della Asl di Bari per l’impegno dimostrato, stiamo seguendo con uguale determinazione lo stesso percorso in tutte le altre aziende sanitarie pugliesi”.

Il direttore generale Asl Bari, Antonio Sanguedolce, spiega che “La pubblicazione oggi dei bandi di concorso rappresenta un’azione concreta per l’abbattimento delle liste di attesa e per il miglioramento dei servizi ai cittadini nelle strutture ospedaliere e territoriali. E’ solo una prima fase di reclutamento di personale, perché seguiranno ulteriori bandi fino al raggiungimento dei posti fissati dal fabbisogno triennale della ASL di Bari non solo per i profili dirigenziali, ma anche per tutto il comparto sanitario e non”.

Di seguito i posti messi a concorso:

DISCIPLINA POSTI A CONCORSO
Anestesia e Rianimazione 20
Anatomia Patologica 1
Chirurgia Vascolare 2
Chirurgia Generale 4
Direzione Medica di Presidio 1
Farmacia Territoriale 4
Farmacia Ospedaliera 1
Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica 7
Medicina Legale 1
Medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro 9
Oncologia 7
Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base 10
Ortopedia e Traumatologia 12
Radiodiagnostica alla UOC di Radiologia Interventistica del PO “di Venere” 3
Radiodiagnostica 20
S.I.A.V. AREA A 2
S.I.A.V. AREA B 3
S.I.A.V. AREA C 1

Emiliano inaugura a Bitonto il Museo Diocesano

Emiliano inaugura a Bitonto il Museo Diocesano

BITONTO (BA) - "Abbiamo inaugurato a Bitonto un museo spettacolare, il Museo Diocesano “Mons. Aurelio Marena”. Consiglio a tutti di andare a vederlo perché ci sono degli autentici capolavori. Si trova peraltro in uno dei centri storici più belli d'Italia che ha dei monumenti straordinari a cominciare dalla cattedrale, uno degli esempi più belli del romanico pugliese. Voglio ringraziare l’Arcivescovo di Bari e Bitonto Mons. Francesco Cacucci e i suoi collaboratori, la città Metropolitana di Bari e il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio per l'impegno profuso nel promuovere la città attraverso la cultura.

Il progetto per la realizzazione del Museo Diocesano di Bitonto è un lavoro iniziato nel 2005 che la Regione Puglia ha sostenuto negli anni con grande determinazione, e il risultato è strepitoso. 

Questi interventi hanno permesso il restauro e l'adeguamento funzionale dell'intero complesso museale. L'obiettivo, che parte oggi e che deve coinvolgere tutti, è quello di assicurare la fruibilità di tutti gli spazi del museo diocesano per farlo diventare oggetto di visita dei tantissimi turisti che stanno apprezzando sempre più Bitonto come città turistica". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che questa mattina ha inaugurato il Museo Diocesano di Bitonto. Il progetto per la realizzazione del Museo  (ex seminario-biblioteca-archivio) ha previsto 5 interventi regionali dal 2005 al 2019, per un importo complessivo pari ad € 4.628.941,86 di cui 3.988.481,05 di fondi pubblici, € 240.460,81 di cofinanziamento e € 400.000 di fondi privati. Questi interventi regionali hanno permesso la funzionalità, il restauro, l'adeguamento funzionale e la fruibilità dell'intero complesso museale.

L'obiettivo, che parte oggi e che merita di essere assicurato da parte di tutti, è quello di assicurare la fruibilità di tutti gli spazi del museo diocesano di Bitonto con una duplice funzionalità: da un lato curando l'accoglienza del visitatore attraverso strumenti didattici e dall'altro creando un percorso di visita, legato alla storia, dal XII al XIX secolo.

L'ematologo Attilio Guarini premiato al Digital Health Summit

L'ematologo Attilio Guarini premiato al Digital Health Summit

MILANO - Attilio Guarini, ematologo e direttore del Dipartimento Area Medica dell’IRCCS Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari, ha ricevuto questa mattina a Milano, nel corso del Digital Health Summit 2019, il Premio WInE (Winning and Inspiring E-Leaders) con la seguente motivazione: “Per la capacità di utilizzare l’innovazione digitale a vantaggio del valore per il paziente e del sistema sanitario”.

L’importante riconoscimento è stato assegnato al dottor Guarini da una giuria presieduta da Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene all’Università Cattolica Sacro Cuore e presidente della World federations of public health association. A consegnarlo, Giovanni Gorgoni, direttore generale dell’AReSS Puglia, Agenzia regionale strategica per la salute ed il sociale. A darne notizia è il direttore generale dello stesso Istituto, dottor Antonio Delvino, che esprime grande soddisfazione per il Premio WinE: “Il premio arriva a conclusione di un percorso pluriennale che l’Istituto ha intrapreso nel settore Smart Health.

Le decisioni assunte nel 2016 dal Presidente della Giunta Regionale hanno permesso all’IRCCS di rispondere pienamente alla sua missione di assistenza e di ricerca”. A conquistare la giuria è stato il lavoro compiuto da Attilio Guarini e dal suo staff sulla deospedalizzazione del paziente. Come spiega lo stesso ematologo barese: « il nostro è un progetto pensato per ridurre i tempi di degenza in ospedale e per ridurre gli accessi ambulatoriali ad alcuni subset di pazienti che necessitano di controlli frequenti. Si realizza l’Ospedale Diffuso’ portando tutta una seria di strumenti a casa del paziente, con cui si possono eseguire esami di laboratorio e monitorare i parametri vitali (ECG, emogas, etc) oltre che un sistema di videoconferenza: tutti i dati vengono trasmessi in tempo reale in Ospedale, si parla con il paziente e da remoto si può modulare la terapia.

Si realizza così in assoluta sicurezza una visita virtuale. Un progetto nato nel l'ambito del MIUR Smart Health 2.0 che grazie al supporto del 5G stiamo sviluppando e portare avanti». La quarta edizione del Digital Health Summit, in programma a Milano dal 9 all’11 ottobre è evento di riferimento per l’ecosistema della sanità italiana e chiama a raccolta istituzioni, relatori di fama ed esperti di settore nazionali ed internazionali, che si confrontano su innovazione in ambito socio-sanitario dal punto di vista organizzativo, di processo e digitale. A organizzarlo sono NetConsulting Cube, GGallery Group e AISIS (Associazione Italiana Sistemi Informativi in Sanità).

Iscriviti ora