Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Politica. Mostra tutti i post

Di Maio: "M5S primo partito in Basilicata"

ROMA - "Il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica in Basilicata". A scriverlo su Fb il vicepremier Cinquestelle, Luigi Di Maio. "Gran parte della stampa parla di “voti dimezzati in un anno” e di “crollo” - aggiunge Di Maio - ma la verità è che abbiamo battuto tutte le liste, anche quelle con gli impresentabili dentro, anche quelle con i portavoti di Pittella. A Matera siamo oltre il 30%!".

"Ed è un risultato che conserviamo con grande senso di responsabilità verso il Paese, senza esultanze da stadio. Noi abbiamo un simbolo, una lista. E andiamo avanti così! Considerando il vero tracollo di Pd (che perde ben 16 punti rispetto al 2013) e Forza Italia - sostiene ancora Di Maio - al voto alle elezioni politiche domani potremmo anche rivincere in quella regione, visto che non esisterebbero le miriadi di liste civetta che hanno assorbito centinaia di voti soprattutto nei Comuni di provincia".

Salvini: "In Basilicata triplicati i voti"

ROMA - Il leader della Lega Matteo Salvini esulta per la vittoria del candidato di centrodestra e l'affermazione della Lega in Basilicata: "Grazie!‬ ‪La Lega - scrive Salvini in una nota - in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata!‬ 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l’Europa”.

Basilicata: Bardi brinda alla vittoria con i sostenitori al comitato elettorale

POTENZA - Il neo eletto presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, ha brindato con i suoi sostenitori al comitato elettorale, dopo aver incontrato la stampa per commentare la vittoria.

Basilicata: Lezzi, "siamo prima forza, grazie a Mattia per il suo impegno"

ROMA – “Siamo la prima forza in Basilicata e a Matera abbiamo toccato il 30%. Grazie ai lucani e grazie ad Antonio Mattia per come si è speso in questa bellissima campagna elettorale e ai nuovi consiglieri eletti, che faranno senz'altro un ottimo lavoro”. Lo scrive su Facebook il ministro per il Sud Barbara Lezzi.

Protezione civile, Mennea: "Formeremo alla prevenzione dei rischi i ragazzi di tutte le scuole della Puglia"

BARI - “Porteremo la Protezione civile in tutte le scuole della Puglia, perché siamo convinti che la cultura della prevenzione passi attraverso la sensibilizzazione dei ragazzi che sono capaci, più di altri, di comprendere le problematiche ambientali e di rischio e diffonderle in famiglia e nella società”. Lo dichiara il consigliere regionale Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente della Protezione civile Puglia, che insieme all’assessore regionale all’Istruzione, Sebastiano Leo, alla sezione regionale di Protezione civile (rappresentata dal dirigente Antonio Mario Lerario) e all’Ufficio scolastico regionale (rappresentato dal direttore generale Anna Cammalleri) ha organizzano per domani 26 marzo alle ore 10 (sala stampa della Presidenza della Giunta regionale, lungomare N. Sauro 33 a Bari) una conferenza stampa, durante la quale sarà sottoscritto il protocollo d’intesa finalizzato alla diffusione, negli istituti scolastici di ogni ordine e grado della Puglia, di piani di formazione in materia di Protezione civile. 

“Contiamo molto su questa iniziativa – prosegue Mennea - per accrescere il livello di conoscenza dei rischi sull’intero territorio pugliese e, soprattutto, rafforzare la capacità di reagire a questi rischi. E poi vogliamo che tra questi ragazzi ce ne siano tanti che possano diventare futuri volontari della Protezione civile regionale”. 

“La cosa più importante che mi preme sottolineare – rimarca ancora l’esponente del Pd in Consiglio regionale – è che esiste una perfetta sintonia tra quello che stiamo realizzando a livello regionale e quanto stanno facendo il dipartimento di Protezione civile e il Miur, a livello nazionale. Si tratta del più grande progetto pilota di formazione nelle scuole, finalizzato a dare impulso all’accordo sottoscritto a livello nazionale, per introdurre un pacchetto formativo in materia di Protezione civile in tutte le scuole”. 

Il protocollo ha, in sintesi, l’obiettivo di diffondere la cultura della Protezione civile a scuola e 
creare una rete tra scuola e istituzioni preposte alle attività di Protezione civile, anche attraverso percorsi didattici finalizzati alla tutela dell'uomo e dell'ambiente. Ha, inoltre, la finalità di far conoscere le persone, i mezzi e le strutture che intervengono in occasione di eventi straordinari, con particolare attenzione agli aspetti della prevenzione, della pianificazione e dell'attenuazione dei rischi, oltre che del soccorso e del ripristino dei luoghi. E, infine, definire percorsi di apprendimento “dinamici”, in grado di consentire a ciascun soggetto di intervenire in modo adeguato, opportuno e tempestivo in caso di pericolo per noi e il nostro territorio.

Moro Vive: giovedì 28 marzo appuntamento all’ISISS 'Fiani–Leccisotti' di Torremaggiore


BARI - Appuntamento giovedì 28 marzo, ore 10.00, nell’Istituto “Fiani - Leccisotti” di Torremaggiore (FG) per il progetto “Moro vive”, l’iniziativa del Consiglio Regionale che avvicina i giovani delle scuole superiori pugliesi al pensiero, al ruolo e alla figura del grande statista di Maglie. 

L’iniziativa consiste nel racconto della vicenda umana, professionale, politica e drammatica di Aldo Moro con particolare attenzione al ruolo avuto da Moro alla Costituente, da Ministro della Giustizia, della Pubblica Istruzione, degli Esteri e da Presidente del Consiglio dei Ministri. 

Si tratta di raccontare la persona e di far conoscere ai giovani studenti la storia d’Italia ancora non scritta nei libri di testo che vede Moro protagonista di un impegno che ruota sempre intorno alla persona. 

La Costituzione Italiana, fortemente voluta da Aldo Moro, si basa sulla centralità della persona e sui diritti che sono riconosciuti dallo Stato e non più concessi, come nello Statuto Albertino. 

Analogamente l’immagine di Aldo Moro nella Renault rossa, depositata in via Caetani, a Roma, non rende omaggio all’intera vita di Moro che non può esser ridotto ad un corpo inerme e martoriato. 

Interverrà il Dirigente scolastico Giancarlo Lamedica. La relazione è curata dall’on. Gero Grassi già componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Caso Moro che risponderà anche alle domande degli studenti. 

“Moro vive” è il progetto dedicato dall’Assemblea legislativa pugliese ad Aldo Moro, a cura della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, unitamente ai progetti “Moro: martire Laico”, “Moro: educatore”, “Moro: professore”. 

Basilicata: centrodestra vince col 42%. Salvini: "Ora cambiamo l'Europa"

POTENZA - E' l'ex generale delle Fiamme Gialle Vito Bardi (Centrodestra) il nuovo presidente della Regione Basilicata:  Bardi è stato eletto con 124.716 voti, pari al 42,2%. Al secondo posto Carlo Trerotola (Centrosinistra; con 97.866 voti, pari al 33,11%), poi Antonio Mattia (M5S; con 60.070 voti pari al 20,32) e Valerio Tramutoli (Basilicata possibile; con 12.912 pari al 4,37%). Primo partito il M5S con il 20,27%, seguito da Lega (19,15%) e Forza Italia (9,15%).


Affluenza in rialzo al 53,58%. "GRAZIE! La Lega in un anno triplica i voti, vittoria anche in Basilicata! 7 a 0, saluti alla sinistra e ora si cambia l'Europa", scrive su Facebook il vicepremier e leader della Lega, Matteo Salvini.

"Abbiamo scritto la storia: la Basilicata è pronta per il cambiamento. Chiamerò Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni per fare una grande festa", esulta Bardi. "Al primo posto nell'agenda c'è il lavoro - afferma poi l'ex generale della Guardia di finanza, indicato come candidato da Forza Italia -. I giovani saranno presenti e dovranno avere opportunità in questa terra. Trasparenza, meritocrazia e legalità saranno al centro. La regione è di tutti e io sarà il presidente di tutti". Amaro il commento del candidato m5s Antonio Mattia: "C'è un dato positivo per il movimento, ma la delusione personale resta. Spero che il neo governatore lavori nell'interesse dei lucani e non di Berlusconi, anche se non ci credo: la nostra guardia sarà alta, perché questo è il peggior centrodestra di sempre".

Mattia (M5S) al voto
Ieri, invece, le urne si sono chiuse definitivamente alle 23. Nella provincia di Potenza la quota di votanti alle 19 è stata del 39,23% (53,89 nel capoluogo). Leggermente più alta in quella di Matera (40,82%, nel capoluogo 44,39). L'affluenza finale alle precedenti regionali del 2013 era stata del 47,6%.

Chiamati al voto 573.970 elettori in 681 sezioni, fino alle ore 23. Subito dopo inizierà lo spoglio delle schede. Per la presidenza della Regione è una corsa a 3 tra il generale Bardi per il centrodestra, il farmacista Trerotola per il centrosinistra e l'imprenditore Mattia per M5s.

DI MAIO: "VERO CROLLO E' DI PD E FI" - "Il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica in Basilicata". A scriverlo su Fb il vicepremier Cinquestelle, Luigi Di Maio. "Gran parte della stampa parla di “voti dimezzati in un anno” e di “crollo” - aggiunge Di Maio - ma la verità è che abbiamo battuto tutte le liste, anche quelle con gli impresentabili dentro, anche quelle con i portavoti di Pittella. A Matera siamo oltre il 30%! Ed è un risultato che conserviamo con grande senso di responsabilità verso il Paese, senza esultanze da stadio. Noi abbiamo un simbolo, una lista. E andiamo avanti così! Considerando il vero tracollo di Pd (che perde ben 16 punti rispetto al 2013) e Forza Italia - sostiene ancora Di Maio - al voto alle elezioni politiche domani potremmo anche rivincere in quella regione, visto che non esisterebbero le miriadi di liste civetta che hanno assorbito centinaia di voti soprattutto nei Comuni di provincia".

Conte: "La mia esperienza terminerà con questo Governo"


LECCE - Il premier Conte non si candiderà più dopo la fine dell'Esecutivo, nè tantomeno pensa a nuovi Governi guidati da lui. "Io personalmente l'ho detto, non ho la prospettiva di lavorare per una nuova esperienza di governo. La mia esperienza di governo termina con questa. Quello che dobbiamo fare sino all'ultimo giorno in cui avremo questa responsabilità, è lavorare incessantemente, senza sosta, con la massima concentrazione per individuare e selezionare gli interessi degli italiani e perseguirli". 

"Non esiste e non ha senso per me pormi un problema di strategia per salvare il Movimento. Innanzitutto - ha sottolineato Conte - il Movimento, per carità stiamo parlando di sondaggi, ma voi mi insegnate che i sondaggi di oggi potrebbero essere smentiti nella prospettiva di una votazione di domani o dopodomani. Non è questione di sondaggi, la cosa migliore per me personalmente, per tutti gli esponenti del M5s e quindi per il leader politico, ma anche per gli esponenti della Lega, è quella di lavorare".

Xylella: Conte a Lecce con olivicoltori

(credits: Coldiretti)
LECCE - Il premier Conte è giunto nel campus Ecotekne di Lecce, che ospita l'Istituto di Nanotecnologia del Cnr-Nanotec. Qui il premier M5S-Lega riceverà le delegazioni di olivicoltori che protestano per i danni provocati dalla Xylella. A seguire presenzierà alla firma del piano di ricerca che Cnr ed Eni hanno stipulato in settori di studio fondamentali per lo sviluppo sostenibile del Paese. 

La joint research agreement prevede 20 milioni di investimenti per attivare quattro laboratori congiunti, tutti localizzati nel Mezzogiorno, e un connesso programma di alta formazione rivolto a giovani ricercatrici e ricercatori.

Presenti oltre a Conte il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, e il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano.

"Abbiamo illustrato al premier Conte, facendo appello anche alle sue origini pugliesi, le 3 priorità per l'area infetta da Xylella, la semplificazione degli espianti, risorse e sostegno al reddito per 5 anni delle imprese agricole, di frantoi e vivai e sostengo all'occupazione e il nostro Piano in 10 punti per la ricostruzione del patrimonio olivicolo del Salento e per contrastare il disastro colposo con un danno stimato per difetto di 1,2 miliardi di euro". E' quanto chiesto dalla delegazione di Coldiretti Puglia, guidata dal presidente di Coldiretti Lecce, Gianni Cantele, al premier Conte.

Xylella, Emiliano: "La mobilitazione è servita a scuotere il Governo"

LECCE - “L’incontro è andato molto bene. Il Presidente del Consiglio e il Ministro per il Sud hanno accolto la nostra richiesta di fondi supplementari”. Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a margine dell’incontro oggi a Lecce a cui ha partecipato, tra il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Ministro per il Sud Barbara Lezzi e una rappresentanza degli olivicoltori salentini sul tema della Xylella.

“Ai 110 milioni di euro – ha proseguito Emiliano – stanziati dalla Regione Puglia si sommeranno i 300 milioni promessi e finanziati dal Ministro Lezzi e io mi auguro che si possa arrivare quota 500 milioni, così come richiesto”.

“Come vedete – ha concluso Emiliano – la mobilitazione di tutta la Puglia e degli olivicoltori salentini è servita finalmente a scuotere il Governo e devo dire che il Presidente del Consiglio è apparso informato, attento e pronto a lavorare con la regione Puglia e con tutti gli operatori per ricostruire il paesaggio del Salento e per ricostruire il potenziale produttivo dell’olivicoltura. Questo primo passaggio è andato bene e si è trattato di una prima vittoria della Puglia”.

FITTO: "EMILIANO SUL TRATTORE? AL PEGGIO NON C'E' MAI FINE" - Il vicepresidente del gruppo europeo ECR-FDI, on. Raffaele Fitto, commenta l'ultima uscita del governatore pugliese Emiliano a Lecce durante la manifestazione degli olivicoltori.

“Xylella. Quando pensavi di aver visto di tutto di più... ti rendi conto che al peggio non c'è mai fine: Emiliano sul trattore a difesa di quell'agricoltura che lui ha distrutto. Se non fosse una situazione tragica saremmo alle comiche finali.  Che degrado!”.

Xylella, Fitto: "Emiliano sul trattore? Al peggio non c'è mai fine"

LECCE - Il vicepresidente del gruppo europeo ECR-FDI, on. Raffaele Fitto, commenta l'ultima uscita del governatore pugliese Emiliano a Lecce durante la manifestazione degli olivicoltori. “Xylella Quando pensavi di aver visto di tutto di più... ti rendi conto che al peggio non c'è mai fine: Emiliano sul trattore a difesa di quell'agricoltura che lui ha distrutto. Se non fosse una situazione tragica saremmo alle comiche finali.  Che degrado!”.

Basilicata al voto: centrodestra verso la vittoria

POTENZA - Il centrodestra verso il trionfo anche in Basilicata: la coalizione Lega-Fi-Fdi, malgrado le divisioni sul governo di Roma, secondo le prime indiscrezioni giunte ai partiti, si confermerebbe vincente nelle sfide amministrative, come già accaduto in Molise, Abruzzo e Sardegna, con un dato che viaggerebbe sopra il 40%.

E' stata del 39,73% l'affluenza ai seggi per le elezioni regionali in Basilicata, secondo i dati comunicati sul sito del Viminale. Si tratta di un dato in netta crescita rispetto a quello della stessa ora delle precedenti consultazioni del novembre 2013 (24,4%). Ma in quell'occasione si votava in due giorni: domenica e lunedì. 

Mattia (M5S) al voto
Ieri, invece, le urne si sono chiuse definitivamente alle 23. Nella provincia di Potenza la quota di votanti alle 19 è stata del 39,23% (53,89 nel capoluogo). Leggermente più alta in quella di Matera (40,82%, nel capoluogo 44,39). L'affluenza finale alle precedenti regionali del 2013 era stata del 47,6%.

Aperti dalle ore 7 i seggi elettorali per le regionali. Chiamati al voto 573.970 elettori in 681 sezioni, fino alle ore 23. Subito dopo inizierà lo spoglio delle schede. Per la presidenza della Regione è una corsa a 3 tra il generale Bardi per il centrodestra, il farmacista Trerotola per il centrosinistra e l'imprenditore Mattia per M5s.

Via della seta, Di Maio: "Italia è arrivata prima". Salvini: "Libero mercato in Cina?"

ROMA - A Villa Madama le firme per il Memorandum d’Intesa tra il Governo della Repubblica Italiana e il Governo della Repubblica Popolare Cinese sulla collaborazione nell’ambito della “Via della Seta Economica” e dell’“Iniziativa per una Via della Seta marittima del 21° secolo”. La cerimonia è avvenuta alla presenza del presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping e del presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il vicepremier leghista, Matteo Salvini, fa però polemica con il M5S. Ed è nuova tensione con l'altro vicepremier Luigi Di Maio. "Non mi si dica che la Cina è un paese con il libero mercato": ha dichiarato il responsabile del Viminale al Forum di Confcommercio a Cernobbio, aggiungendo comunque di essere contento della visita del presidente cinese e dell'apertura dei mercati "a parità di condizioni".  

"Noi vogliamo essere assolutamente cauti quando c'è in ballo la sicurezza nazionale" ha precisato. Ma arriva la replica di Di Maio: "Salvini ha il diritto di parlare, io come ministro del Mise ho il dovere di fare i fatti e i fatti sono la firma di accordi per 2,5 miliardi".

Cittadinanza, Salvini: "Rami vuole Ius soli? Si faccia eleggere"


ROMA - “Cittadinanza ai bambini? Stiamo facendo le verifiche del caso, questa è una scelta che potrà fare quando verrà eletto parlamentare, la legge sulla cittadinanza rimane così com'è”. Lo ha detto il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini, a Cernobbio per il Forum di Confcommercio.

Xylella, Emiliano a Lecce al presidio degli olivicoltori: "A Conte chiediamo un piano triennale da 500 mln"

LECCE - “Siamo partiti alle 5:30 da Bari e questo ovviamente perché anche fisicamente gli agricoltori salentini devono sapere che noi non li lasceremo mai soli”. Così il Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano giunto questa mattina a Lecce, per partecipare al presidio permanente degli agricoltori salentini.

Decine i trattori ed i mezzi agricoli che sin dall’alba sono giunti in piazza Mazzini per manifestare il proprio disagio a causa del drammatico problema relativo alla xylella.

Si tratta, ha spiegato Emiliano di “una mobilitazione di tutta la regione Puglia che non può più accettare l'indifferenza dell'Unione Europea e del Governo rispetto ad una tragedia che sta cambiando la vita di migliaia e migliaia di persone e sta rendendo impossibile la sopravvivenza di tantissime famiglie”.

“Noi - ha continuato il Presidente della Regione - abbiamo lanciato una proposta: un piano triennale da 500 milioni di euro che ricostruisca il paesaggio del Salento e restituisca all'olivicoltura salentina una speranza e un futuro. Non si tratta di una somma enorme per la Repubblica italiana, in altre aree del paese al Nord sono state stanziate risorse anche superiori. Quindi è uno sforzo che si può fare e si deve fare”. 

“Si tratta di una richiesta - ha evidenziato Emiliano - che ovviamente diremo al Presidente del Consiglio Conte in visita domani qui a Lecce e che riceverà una delegazione degli olivicoltori. Noi non lasceremo questo presidio fino a che queste richieste non verranno accolte. Si tratta davvero di qualcosa di importante. È una vicenda che riguarda tutto il popolo pugliese e tutto il popolo salentino: gli agricoltori stanno combattendo non solo per se stessi ma per la loro terra”. 

“La Regione Puglia - ha concluso Emiliano - sta facendo uno sforzo enorme, abbiamo messo a disposizione in questi tre anni 110 milioni di euro. Mi auguro che il Governo nazionale faccia la stessa cosa e accetti questo piano di ricostruzione del Salento e dell'olivicultura salentina”.

FITTO: "EMILIANO SUL TRATTORE, AL PEGGIO NON C'E' MAI FINE" - Il vicepresidente del gruppo europeo ECR-FDI, on. Raffaele Fitto commenta: “#Xylella Quando pensavi di aver visto di tutto di più...ti rendi conto che al peggio non c'è mai fine: #Emiliano sul #trattore a difesa di quell'agricoltura che lui ha distrutto Se non fosse una situazione tragica saremmo alle comiche finali Che degrado!”

Comune di Bari: 3 bonus per acqua, luce e gas

di NICOLA ZUCCARO - Da una ricerca effettuata dall'amministrazione comunale con i principali gestori del servizio di fornitura idrica, elettrica e del gas è emerso che tantissime famiglie aventi diritto alle agevolazioni previste in caso di disagio economico non ne sono a conoscenza. In base alla vigente normativa, è stato rilevato che  migliaia di cittadini baresi enucleati in più di 4.000 famiglie, e che versano in condizioni di difficoltà economica, potrebbero accedere a sconti sulle bollette idriche, elettriche e del gas.

Per semplificare i rapporti con la pubblica amministrazione e per agevolare i cittadini aventi diritto, la giunta comunale ha approvato la delibera che contiene il disciplinare di accesso alle prestazioni sociali agevolate relative a questi servizi. A tal fine è stato riaperto l'avviso pubblico finalizzato ad aumentare il numero dei Caf (Centri di assistenza fiscale) convenzionati con il Comune di Bari, a cui i cittadini possono rivolgersi per compilare dei moduli e inoltrare gratuitamente le richieste per usufruire dei tre bonus che sono cumulabili tra loro e pari a 330 euro. 

La durata dei bonus ha validità di 12 mesi e la richiesta è rinnovabile nel caso in cui permangano le condizioni di disagio del nucleo familiare. Esso, attraverso i Caf convenzionati ed il cui elenco è disponibile sul sito www.comune.bari.it, potrà essere assistito nella procedura di trasmissione dei dati alla piattaforma SGATE (Sistema di Gestione sulle Tariffe Energetiche) preposta alla conservazione dei dati acquisiti per l'istanza relativa al disagio economico in formato cartaceo o elettronico per 2 anni e per 5 anni in caso di istanza relativa al disagio fisico.

Decaro alle minoranze: "Non abbiamo aumentato le tasse"

di NICOLA ZUCCARO - "Nonostante i tagli nazionali ai Comuni non abbiamo aumentato le tasse comunali e, checchè ne dicano le altre parti politiche presenti nel Consiglio Comunale di questa città, le aziende partecipate sono tutt'altro che dissestate per aver aumentato i loro utili". E come un fiume in piena, Antonio Decaro ha colto l'occasione della presentazione alla stampa a Palazzo di Città nella mattinata di sabato 23 marzo 2019 delle prestazioni sociali agevolate per replicare alle contestazioni mosse dalle opposizioni presenti in Aula Dalfino all'indomani dell'approvazione della Manovra Tributaria 2019 che consentirà - sottolinea lo stesso Decaro - di poter investire maggiormente nella costruzione del nuovo impianto per il compostaggio dei rifiuti con i proventi della relativa imposta, meglio nota con la sigla TARI.

Elisabetta Pani, passeggiata al Quartierino di Bari: "Tutto è fermo da anni"

BARI - Nonostante le promesse di cantierizzazione, tutto è fermo da anni. “Il tempo si è fermato a trent’anni fa – dichiara la Pani –. Nulla è cambiato, eppure sono innumerevoli le problematiche che affliggono da sempre il Quartierino, un pregevole spicchio di Bari trascurato per troppi anni e trasformato in estrema periferia nonostante la sua vicinanza strategica al centro della città. Il tema della viabilità è uno dei più sentiti: manca un percorso pedonale omogeneo e via Pietrocola è stretta ed insicura, pur essendo strada fondamentale di collegamento con Via Capruzzi. Per un lungo tratto mancano del tutto i marciapiedi e dove sono presenti consentono il passaggio solo in fila indiana. Il nuovo accesso al pronto soccorso, nonostante le dichiarazioni del guardiano che ha spiegato che è aperto ai mezzi di soccorso ma non ai privati, sembra inattivo e i cittadini ci riferiscono che ambulanze non se ne vedono. Non sarebbe da stupirsi date le condizioni della viabilità del tutto inadeguate a situazioni di emergenza!” 

Il degrado urbano, la presenza di innumerevoli ruderi e proprietà private lasciate nel totale abbandono, contribuiscono a restituire ai cittadini una sensazione di precarietà e insicurezza e dove regna il degrado più facilmente alcuni contribuiscono ad aumentarlo gettando immondizia e rifiuti di ogni genere in spazi pubblici e privati. L’igiene pubblica è decisamente compromessa e, in mezzo a muri cadenti, sterpaglie e piccole discariche gli abitanti del quartierino dichiarano di intravedere spesso movimenti di persone non rassicuranti.

Mancano del tutto luoghi di socialità, un parco, panchine, servizi e sono totalmente assenti attività commerciali per cui i cittadini sono costretti a muoversi in macchina per la minima necessità. Il punto massimo di degrado si raggiunge nel sottopasso Giuseppe Filippo, il cui accesso su Viale Pasteur è del tutto privo di strisce per l’attraversamento pedonale! Una volta entrati la situazione appare davvero inquietante e pericolosa. 

“Per terra acqua putrida, escrementi, immondizia, bottiglie rotte; i vetri laterali, quando presenti, sono sporchi, rotti, non c’è illuminazione adeguata e video sorveglia. Un luogo da evitare” – dichiara la candidata sindaca. Una cittadina mi ha riferito che è terrorizzata ogni volta che le sue figlie devono utilizzare il sottopasso, una di loro è stata recentemente molestata; purtroppo il sottopasso è percorso obbligato per chi ha necessità di prendere mezzi per recarsi a scuola o sul luogo di lavoro dato che dal Quartierino passa solo la linea E.! Le promesse sono state tante nel 2018: l’assessore Galasso ad ottobre prometteva di cantierizzare i lavori per il sottopasso “entro la primavera” ma al momento la primavera è arrivata e di lavori non si parla. Sempre ad ottobre era stato presentato il Progetto del Nuovo Quartierino, realizzato dall’architetto Michele Cirillo; un progetto con piste ciclabili, il raddoppio di via Pietrocola, 4 rondò sicuramente un primo passo per la riqualificazione dell’area. Ma anche di questo progetto e del suo percorso in seno al Comune non si hanno informazioni precise.

Persino il progetto di un Parco Pubblico, fortemente voluto dai cittadini, ed inserito nel Piano Triennale delle opere pubbliche pare sia stato ridotto a un’ idea di piccolo giardino da creare con la collaborazione di privati. In ogni caso di Parco o Giardino non c’è alcuna traccia. La situazione sembra ancora più paradossale se si pensa che oltre ai 2 mila residenti la zona accoglie giornalmente migliaia di persone: docenti e allievi del Conservatorio N. Piccinni e pubblico che partecipa alle manifestazioni dell’Auditorium N. Rota e dei Teatri Barium e Purgatorio. Il Quartierino è già un piccolo polo culturale che se restituito ai concetti di dignità e decoro potrebbe trasformarsi in una grande risorsa per tutta la città. “Basta con i salotti buoni, è il momento di passare alla vera Bari!” – dice a gran voce Elisabetta Pani.

Bari '19: presentato il simbolo di 'Popolari per Bari' con Antonio Decaro Sindaco

BARI - Ieri pomeriggio, i segretari cittadino e provinciale dell’UDC, avv. Sergio Adamo e dott. Filippo Barattolo, hanno presentato nel comitato elettorale del sindaco Antonio Decaro, il simbolo della lista civica “Popolari per Bari”, che correrà nella coalizione di centrosinistra alle prossime elezioni amministrative. Lo rende noto l'ufficio stampa di "Popolari per Bari".

Questa lista, in continuità con l’esperienza avviata nelle ultime elezioni regionali con “Popolari” per Emiliano Presidente”, si pone l’obiettivo di coinvolgere e valorizzare le migliori esperienze della tradizione moderata della città di Bari.

Corruzione, Conte: "Governo ha dato segnale forte"

ROMA - In tema di corruzione "bisogna essere sempre vigili e attenti, tenere sempre la guardia alta”: ad evidenziarlo il premier Giuseppe Conte, dopo gli ultimi sviluppi dell'inchiesta sullo stadio della Roma. Sulla vicenda che ha riguardato l’assessore capitolino Frongia il premier ha sottolineato che il caso sembra essere di poco conto, “si va verso l’archiviazione, mi pare”. 

Ma la situazione generale ha richiesto l’intervento del governo a monte: “Vi immaginate se non avessimo fatto l’anticorruzione? Quel provvedimento è stato importante, un segnale forte”, ha osservato. Conte ha assicurato che "il governo non cadra’”: anche al Senato “i numeri ci sono, ci sono sempre dei passaggi delicati, qualche insidia dietro l’angolo, ma non vedo problemi".

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Food Experience Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Sanremo 2019 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia