Header Ads

Bari, Salvini attacca Decaro sul Decreto Sicurezza

di NICOLA ZUCCARO - "Sono orgoglioso di aver evitato degli altri sbarchi e di aver risparmiato 1 miliardo di euro da impegnare per l'assunzione di 8.000 fra vigili del fuoco, carabinieri e poliziotti. Di questi ultimi 100 unità saranno inviate in servizio presso la Questura di Bari nel corso dell'anno". Pur in un contesto elettorale, Matteo Salvini ha conservato i panni di Ministro dell'Interno nel comizio a sostegno di Fabio Romito, candidato per la Lega alle Primarie interne al centrodestra che individueranno il candidato della coalizione da opporre ad Antonio Decaro. 

Nella città amministrata dal sindaco contrario al Decreto Sicurezza (è quanto sottolineato da Salvini) il numero 1 del Viminale non si è risparmiato nell'attaccare l'attuale primo cittadino del capoluogo pugliese per non aver pensato alle paure e alle insicurezze dei baresi. Quest'ultima constatazione ha mandato in visibilio il pubblico (variegato per fasce d'età) che ha gremito sin dal tardo pomeriggio Largo Alberto Sordi e controllato dalla massiccia presenza delle forze dell'ordine.