Visualizzazione post con etichetta Turismo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Turismo. Mostra tutti i post

Giro del mondo culinario: 10 hotel con ristoranti stellati per regalarsi un’esperienza da sogno

ROMA - Che gli italiani siano buongustai, è risaputo. E a quanto pare non sono disposti a rinunciare ai piaceri della tavola nemmeno in viaggio. Lo confermano i dati della piattaforma digitale per la ricerca di voli e hotel momondo.it, secondo cui il 15% dei viaggiatori tricolore sceglie la propria meta proprio in base all’esperienza culinaria che si aspetta di provare nel Paese di destinazione. Inoltre, quasi due terzi degli italiani (64%) in vacanza sono disposti a spendere di più per mangiare bene, mentre circa un terzo (31%) preferisce mangiare nel ristorante dell’hotel. Quale soluzione migliore se non regalare al proprio palato un’esperienza sopraffina, scegliendo un hotel con ristorante stellato? Ecco quindi la lista dei ristoranti premiati da visitare almeno una volta nella vita secondo momondo, per un viaggio all’insegna del gusto.

“L’esperienza culinaria è per molti un elemento chiave del viaggio e, soprattutto se si è aperti a provare le pietanze e le ricette tipiche locali, grazie alla cucina è possibile scoprire ancora meglio la destinazione che si sta visitando, addentrandosi in sapori, usi e culture diverse dalla nostra,” commenta una spokesperson di momondo. “Attraverso i nostri consigli vogliamo ispirare i viaggiatori italiani – rinomati cultori della buona tavola – a concedersi delle chicche gastronomiche per dare un sapore più speciale alla propria vacanza e renderla ancora più indimenticabile.”

Hôtel Plaza Athénée – Parigi, Francia

L’Hôtel Plaza Athénée con la sua eleganza disinvolta è riconosciuto come uno dei migliori alberghi di Parigi e il suo ristorante non è da meno. L’Alain Ducasse al Plaza Athénée si posiziona al 13° posto della classifica World’s Top 50 restaurants list. Con ben tre stelle Michelin, il ristorante dello chef Alain Ducasse offre interni spettacolari e sontuosi, che comprendono separé curvi in acciaio inox e imponenti lampadari di cristallo. Il nuovo menù è incentrato su ingredienti sani, biologici e sostenibili e include pesce, verdure e cereali.

Prezzo medio per un volo a/r per Parigi nel 2018 a partire da 56 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: febbraio

Park Hyatt Washington D.C. – Washington D.C., USA

Lo stile classico americano incontra il lusso al Park Hyatt Washington D.C.. A breve distanza dalla Casa Bianca e da molti dei principali monumenti cittadini, l’hotel rende omaggio alla storia e alla cultura americana, così come il pluripremiato ristorante al suo interno: il Blue Duck Tavern. L’ambiente casual-chic del Blue Duck Tavern punta sulla cucina americana semplice, dove l’abbondante cibo tradizionale è di casa. Un assaggio del contorno di patate arrosto al grasso d’anatra è d’obbligo, avendo cura di lasciare spazio per una fetta della celebre torta di mele, tanto amata dall’ex presidente Barack Obama, che continua a tornare qui per gustarla.

Prezzo medio per un volo a/r per Washington D.C. nel 2018 a partire da 329 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: agosto

PuLi Hotel and Spa – Shanghai, Cina

Nascosto dalla frenesia e dal trambusto del centro di Shanghai, il PuLi Hotel & Spa è un’oasi solitaria, nonché il primo resort urbano di Shanghai. Oltre a 193 stanze chic e spaziose, il suo servizio di maggiordomo attivo 24 /24 e una spa di fama mondiale, il PuLi ospita anche un ristorante stellato da poco rinnovato: il PHÉNIX eatery & bar. Lo Chef Michael Wilson è la mente che ha portato a nuova vita la moderna cucina francese del PHÉNIX: dall’assortimento di affettati di tenero vitello, chorizo spagnolo, salame e classici confit, fino a portate principali come spalla d’agnello e maialino da latte, perfetto da condividere in due o tre persone.

Prezzo medio per un volo a/r per Shanghai nel 2018 a partire da 368 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: agosto

ABaC Restaurant & Hotel – Barcellona, Spagna

Ex casa di un consolato americano e monumento architettonico protetto, l’edificio dell’elegante ABaC Restaurant & Hotel si trova in cima alle colline di Barcellona in Avinguda del Tibidabo. La sua posizione lontana dagli affollati quartieri turistici lo rende un luogo di evasione tranquillo nel cuore della città. A capo dell’ABaC Restaurant c’è il più giovane chef stellato spagnolo, Jordi Cruz, che ha ricevuto la sua prima stella a soli 24 anni. Cruz è specializzato nella cucina d’ispirazione catalana con un tocco moderno e ogni piatto è finemente ideato per intrigare i sensi.

Prezzo medio per un volo a/r per Barcellona nel 2018 a partire da 38 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: gennaio

COMO The Halkin – Londra, Regno Unito

Il raffinato hotel londinese COMO The Halkin è situato nel cuore del quartiere Belgravia, a pochi passi da Buckingham Palace e Hyde Park. Ognuno dei cinque piani di questo albergo dal design esclusivo ha come filo conduttore un diverso elemento, con arredi e combinazioni cromatiche che rappresentano l’acqua, l’aria, il fuoco, la terra e il cielo. Il suo ristorante con una stella Michelin, Ametsa with Arzak Instruction, trae ispirazione dall’acclamato ristorante a tre stelle Azark di San Sebastian, Spagna. In collaborazione con suo padre, la chef Elena Arzak crea un menù in costante cambiamento composto da allegri piatti baschi fatti con gli ingredienti locali più freschi.

Prezzo medio per un volo a/r per Londra nel 2018 a partire da 39 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: giugno

The Yeatman – Porto, Portogallo

Costruito in cima a una collina a Vila Nova de Gaia con ampie viste sul fiume Duero, The Yeatman è il solo albergo a cinque stelle di Porto. The Yeatman è un lussuoso wine spa hotel con sauna, piscina panoramica interna a sfioro e con stanze che seguono il tema delle cantine portoghesi. Ponendo l’accento sul pescato fresco portoghese, gli ospiti possono scegliere tra una vasta selezione di pesce che spazia dalla tradizionale aragosta e gambero turco fino al più esotico sgombro e pesce scorpione, il tutto sapientemente abbinato a vini portoghesi.

Prezzo medio per un volo a/r per Porto nel 2018 a partire da 39 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: luglio

Belmond Hotel Cipriani – Venezia, Italia

Il Belmond Hotel Cipriani di Venezia è sicuramente nell’elenco dei posti preferiti dalle celebrità. L’esclusivo Oro Restaurant prende il nome dal soffitto a cupola in foglia d’oro, sontuosamente decorato con un lampadario elegantissimo e raffinato, fatto interamente di vetro di Murano. Solo gli ingredienti della più alta qualità vengono usati in cucina. Anche se il menu offre i classici italiani preferiti, tra cui pasta, manzo e maiale, sono caldamente consigliate la specialità a base di pesce e frutti di mare veneziani.

Periodo più conveniente per il soggiorno: febbraio

Hotel Okura Amsterdam – Amsterdam, Paesi Bassi

L'Hotel Okura Amsterdam, lussuoso 5 stelle superior di 23 piani con vista sulla città, rappresenta la scelta imperdibile per chi è alla ricerca di un viaggio capace di deliziare anche i palati più ricercati: infatti, non uno ma ben quattro i ristoranti stellati che ospita al suo interno. Il Ciel Bleu Restaurant regala la vista sulla città dal 23° piano ed è stato insignito di due stelle, mentre il ristorante giapponese Yamazato Restaurant vanta una stella Michelin e serve la vera cucina kaiseki. Gli chef del ristorante teppanyaki Sazanka, anch'esso premiato con una stella, preparano le pietanze su una piastra calda direttamente al tavolo. Infine, Eletto Bib Gourmand, il ristorante Serre propone piatti internazionali a base di prodotti di stagione locali freschi.

Prezzo medio per un volo a/r per Amsterdam nel 2018 a partire da 79 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: gennaio

Grand Hôtel Stockholm – Stoccolma, Svezia

Al primo sguardo l’opulento Grand Hôtel Stockholm non sembra il tipo di posto che ospita un informale ristorante stellato, ma è esattamente così. Il moderno e rilassato ristorante Matbaren è il capolavoro culinario del quattro volte chef svedese dell’anno, Mathias Dahlgren – uno dei più celebrati d’Europa. Il menù di Matbaren cambia costantemente a seconda degli ingredienti locali di stagione. Tra i piatti quasi sempre disponibili ci sono i panini al vapore, imperdibili per ogni buongustaio che si rispetti.

Prezzo medio per un volo a/r per Stoccolma nel 2018 a partire da 40 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: gennaio

Hotel Adlon Kempinski Berlin – Berlino, Germania

Questo prestigioso hotel a cinque stelle che vanta il suggestivo sfondo della Porta di Brandeburgo è pura espressione dell’eleganza, e il ristorante Lorenz Adlon Esszimmer è il suo fiore all’occhiello. Il ristorante è stato insignito di ben due stelle Michelin ed è il regno dello Chef de Cuisine Hendrik Otto e del famosissimo Maître Oliver Kraft, che propongono piatti dell’alta cucina europea rivisitati in chiave moderna.

Prezzo medio per un volo a/r per Berlino nel 2018 a partire da 31 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: luglio

A Taranto 4° Focus 'Dalla campagna al mare. Turismo e filiere produttive'

TARANTO - Appuntamento a martedì 23 ottobre, dalle 15:30 alle 18:30, presso il Palazzo Pantaleo nel Centro Storico di Taranto, Rampa Pantaleo 6, per il quarto dei focus tematici sul  Piano Strategico Taranto Futuro Prossimo organizzati da Asset, Comune di Taranto e Regione Puglia in collaborazione con Pugliapromozione, Pugliasviluppo, Apulia Film Commission, Teatro Pubblico Pugliese, Arti e Arpa Puglia.

Gli eventi  gratuiti sono una serie di incontri per porre l’attenzione su specifici assi tematici che caratterizzeranno inevitabilmente la visione strategica del territorio tarantino con l’obiettivo di:

identificare le specifiche risorse e potenzialità offerte dal territorio rispetto a determinate condotte operative
individuare criticità e rischi che potrebbero agire da limitatori delle strategie stesse
sancire condotte operative che consentano la massima funzionalità, sostenibilità ed efficacia delle azioni.
Nell’ambito dello specifico focus si vuole evidenziare il ruolo strategico che le sinergie tra turismo e filiere produttive locali potrebbero rivestire per il territorio tarantino in termini di :

promozione territoriale  (superamento dell’immagine di one company town)
diversificazione economica e occupazionale (ricettività e servizi dell’accoglienza)
rafforzamento di settori produttivi locali (agroalimentare, pesca, mitilicoltura)
attrattività territoriale (valorizzazione del patrimonio naturalistico)

Anche attraverso questo ciclo di incontri, il Piano Strategico di Taranto intende proporsi come uno strumento condiviso, come un laboratorio aperto che ambisce a coinvolgere esperti e non esperti, e la cittadinanza tutta, con il comune obiettivo di contribuire a realizzare il “futuro prossimo” della comunità tarantina.

Info:

http://asset.regione.puglia.it/

#weareinpuglia: al via eventi in Puglia e in Italia

BARI - “La Puglia è piena di sorprese, una regione molto fotogenica; c’è il mare, ci sono i trulli, si mangia bene. Cosa si vuole di più! Camminando nei centri storici, a Cisternino, Locorotondo, senti la storia, la cultura, la bellezza che i pugliesi hanno creato, il contatto con gli abitanti che sono molto aperti. Non mi sento straniero qui!”. Sono le parole del fotoreporter iraniano di fama internazionale Manoocher Deghati, che da qualche anno ha scelto la Puglia come suo 'buon ritiro'. Insieme a Francesco Pistilli, vincitore del World Press Photo 2018, sono i testimonial del progetto #vieniafotografareinpuglia, ideato da CIME in collaborazione con Pugliapromozione per promuovere la Puglia, come meta turistica e come location ideale per gli amanti della fotografia, a Palermo al Word Press Photo, la più importante mostra al mondo di fotogiornalismo.

Deghati, già creatore e direttore dell’unità fotografica delle Nazioni Unite e di AINA Photojournalism Institute in Afghanistan, oltre che ex direttore per Agence France Press e Assoiciated Press, ha tenuto sabato scorso a Palermo, nell’ultima settimana di picco della mostra, una Public lecture e ha parlato anche del progetto #vieniafotografareinpuglia per il quale Pistilli ha realizzato uno shooting.

“Il brand #weareinpuglia è presente in numerose manifestazioni di rilievo per l’autunno 2018. Sono state tredici le proposte approvate con il bando di cobranding di Pugliapromozione che si svolgono fino al 30 novembre, dedicate ad “Arte e cultura”, “Spettacolo dal vivo e Cinema”, “Sport” ed enogastronomia-– commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone – “Una strategia di alleanza di marketing pianificata, grazie ad un bando di Pugliapromozione, con una attenta analisi dei potenziali benefici, quali il rafforzamento dell’immagine della Puglia turistica e del brand e la conquista di nuovi segmenti di turisti che, grazie alla partecipazione agli eventi selezionati, entrano in contatto con la straordinaria offerta culturale, sportiva, paesaggistica ed enogastronomica della Puglia".

E nel week end scorso, in contemporanea al Word Press Photo di Palermo, il marchio #weareinpuglia era presente anche alla Settimana della Cultura del Mare a Gallipoli, un evento che ha puntato a valorizzare la “risorsa mare” attraverso le arti, i saperi e le tradizioni e che ha avuto un successo di pubblico. Tante le iniziative che sono culminate ieri, domenica 7 ottobre, con la “Regata velica delle Tonnare di Gallipoli” nell’ambito della prima tappa del Campionato invernale Città di Gallipoli e con un incontro al Chiostro di san Domenico, su VISIONI BLU “Il mare nella letteratura salentina del Novecento”.

E sempre il mare è lo sfondo della manifestazione “Piazza Puglia” a Trieste durante la più spettacolare regata del mondo che è la Barcolana. Degustazioni tra prodotti tipici e piatti realizzati nel pieno rispetto delle tradizioni culinarie pugliesi. Uno spazio espositivo,  con le degustazioni preparate da grandi chef come Alessandro Circiello, volto noto di Rai 1 e Luca Marchini chef stellato, realizzato dall’Associazione Nazionale Flavors in Promotion, con la collaborazione dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia e la partecipazione dei GAL Gargano, Meridaunia, Daunia Rurale, del Comune di Foggia e della Solutiongroups. Una grande occasione la Barcolana, per incontrare un pubblico esperto e grande conoscitore dei gusti e delle tradizioni culinarie pugliesi, una occasione per ospitare all’interno dell’area PIAZZA PUGLIA, grandi personaggi della vela e per promuovere i turismi (archeologico, delle coste, enogastronomico, religioso) che fanno ricca l’intera Puglia. 

La Puglia alla 40esima edizione di IFTM Top Resa a Parigi

PARIGI - La Puglia ha partecipato dal 24 al 28 settembre a Parigi all’IFTM Top Resa, all'Expo Porte de Versailles di Parigi ,evento di riferimento del mercato francese giunto quest’anno alla 40esima edizione. Erano presenti alla 4 giorni di Parigi, operatori turistici provenienti da tutto il mondo. Nello stand della Puglia, un’area espositiva di 40 mq, nell’area ENIT Francia, Pugliapromozione era presente con 10 operatori turistici pugliesi, al lavoro ai propri desk, interessati a rafforzare i flussi turistici con il mercato francese, mercato target , al secondo posto dopo quello tedesco.

Nei primi sette mesi del 2018 il turismo dalla Francia in Puglia è cresciuto del +6% per gli arrivi e del +3% per le presenze (dati provvisori). E’ il secondo mercato estero, dopo la Germania, con maggior presenza di turisti in Puglia e l’incremento dei flussi dal 2010 al 2017 è più che raddoppiato: +165% gli arrivi e +110% i pernottamenti (in valori assoluti, rispettivamente, 118mila e 347mila nel 2017). I turisti francesi scelgono la Puglia per soggiorni balneari prediligendo i comuni di Bari, Lecce, Fasano, Vieste, Polignano, Otranto, Castellaneta, Monopoli e Gallipoli.

L’incremento dei voli low cost e di linea diretti con la Puglia ha portato a un rapido incremento dell’incoming e si prevede che la propensione a viaggiare del francese sarà in costante aumento anche per il 2019.

Porto Selvaggio: stasera la Grotta del cavallo su Rai Storia

NARDO' (LE) - Questa sera alle ore 21:10 sul canale Rai Storia andrà in onda una puntata sul tema I paesaggi della Preistoria. L’Italia del Paleolitico, nell’ambito del programma Italia, viaggio nella bellezza (curato da Paola Principato), che parlerà anche della Grotta del Cavallo. La puntata è una sorta di racconto sintetico sulle metodologie e sui temi che riguardano la storia e le culture dei popoli cacciatori-raccoglitori italiani.

Domenico Lo Vetro, Giorgio Manzi, Fabio Martini, Carlo Peretto, Lucia Sarti e Antonella Traverso presenteranno specifici argomenti suggeriti da una serie di giacimenti esemplari (Altamura, Isernia La Pineta, Grotta del Cavallo, Balzi Rossi, Grotta del Romito, Grotta di Cala Genovese a Levanzo), tra i più significativi capisaldi del nostro patrimonio nazionale. Si tratta di una preziosa occasione di visibilità che la Rai ha fornito a un segmento storico certamente trascurato nelle comunicazioni e negli eventi divulgativi relativi alla preistoria italiana. La puntata sarà disponibile successivamente sul sito web di Rai Storia.

 “Si continua a parlare del Distretto del Paleolitico di Portoselvaggio - dice l’assessore all’Ambiente e ai Parchi Mino Natalizio - questa volta su Rai Storia con un servizio sulla Grotta del Cavallo, che insieme a Uluzzo C, Serra Cicora A, Mario Bernardini, Capelvenere, Grotta Torre dell'Alto, Riparo Zei, Uluzzo, risulta essere tra i più importanti e studiati a livello continentale. Questa è l’ennesima conferma di come l’archeologia possa essere volano culturale e di promozione del territorio”.

Case vacanze: 1 su 2 affittata in modo irregolare

Quest'estate in Italia una casa vacanza su due è stata affittata in modo irregolare. Sono i dati che emergono dai controlli della Guardia di Finanza su proprietari di seconde e terze case nelle località balneari, di montagna e nelle città d'arte da giugno a settembre. Su 1.477 controlli effettuati 902 sono risultati irregolari e, di questi, 753 sono risultati affitti in nero. Le regioni dove si sono registrati i casi più numerosi sono Puglia, Toscana e Lazio.

Tra i casi più eclatanti scoperti dai militari delle Fiamme Gialle quello di Pescara dove una ventina di persone che affittavano in nero abitazioni e b&b a turisti in vacanza nei comuni costieri, hanno evaso circa 350mila euro.

Ad una società immobiliare sono invece state contestate operazioni in evasione d'imposta per 150 mila euro mentre già a luglio i finanzieri avevano scoperto a Taormina veri e propri hotel fantasma: bed and breakfast completamente sconosciuti aol fisco o appartamenti affittati in nero. I proprietari hanno omesso di dichiarare al fisco 130mila euro.

La Puglia conquista il gotha del turismo del lusso

BARI - La Puglia ha preso parte per la prima volta in qualità di supporting partner della manifestazione Pure Life Experiences 2018, l’evento business che ormai da 10 anni coinvolge per 5 giorni (dal 9 al 13 settembre) a Marrakech i principali Private Travel Designer del mondo, le proprietà di maggior prestigio, gli esperti di fama internazionale e i giornalisti delle più importanti testate del settore turismo luxury.

Il Pure è una manifestazione cui è possibile prender parte solo su invito, dopo una accurata selezione, e aperta esclusivamente alle figure apicali delle aziende: il 48% dei partecipanti, infatti, è composto da presidenti, amministratori delegati, direttori, proprietari. I “PUREist”, coloro che partecipano alla manifestazione, sono ormai una vera e propria community, i cui principi guida sono la capacità di creare avventure su misura in destinazioni che ispirino i viaggiatori, avendo come obiettivo la salvaguardia del pianeta e delle comunità locali. “PUREist change worlds” è la visione guida della manifestazione.

La destinazione Puglia da quest’anno è parte e protagonista di questo cambiamento. Una regione che riscuote sempre maggior successo nel settore del lusso e del turismo nel Mediterraneo grazie all’autenticità dei nostri luoghi, all’accoglienza delle nostre comunità e alla qualità crescente dell’offerta turistica, sia in termini di ricettività sia in termini di servizi. Tantissimi al Pure 2018 gli appuntamenti di networking in agenda con operatori provenienti da tutto il mondo, curati da Pugliapromozione, per la quale erano presenti Alfredo De Liguori, Marylina De Sario e Anna Pellegrino, cui si sono aggiunti incontri extra agenda su richiesta di Private Travel Designer desiderosi di conoscere la nostra regione.

Grazie a un activation point con una macchina fotografica tridimensionale gli operatri della stampa e i travel designer sono stati coinvolti nella condivisione di immagini e video sulla Puglia. Due gli operatori pugliesi presenti al Pure, già da qualche anno: Borgo Egnazia e Southern Visions.

La tassa di soggiorno in Italia, un focus sulla Puglia


Liligo pubblica una ricerca che analizza nel dettaglio il panorama italiano delle tasse turistiche: il costo medio più basso per la tassa di soggiorno si registra nel Sud Italia, dove l’importo è di circa 1,70 € a notte per persona, segue il Nord con 1,80 € e chiude, con un importo leggermente superiore, il Centro del Paese con circa 1,90 €.

La tassa turistica, o tassa di soggiorno, è un’imposta richiesta ai viaggiatori che soggiornano presso hotel, B&B, campeggi e ostelli, si può presentare come una tassa fissa o calcolata su una percentuale fra il 3% e il 5% del costo totale dell’alloggio e l’Italia è uno dei Paesi europei in cui è più diffusa. 


In Italia, la tassa di soggiorno è stata introdotta nel 1910, abolita nel 1989 e poi inserita nuovamente a partire dal 2009. Ogni comune, a seconda che si tratti di una località di interesse artistico, storico-culturale o turistico, ha la facoltà di decidere in autonomia la tariffa giornaliera, la durata e il periodo in cui è necessario pagare la tassa di soggiorno. 

Dal 2009 a oggi, i comuni che hanno deciso di rendere operativa questa imposta sono passati da 13 a oltre 800, facendo registrare solo nell’ultimo anno un aumento del 13,3% e producendo più di 500 milioni di euro di gettito destinato alla ristrutturazione e alla preservazione del patrimonio culturale delle città italiane.

Come rilevato dalla ricerca di Liligo, nel Mezzogiorno d’Italia la tassa di soggiorno è quella con il costo medio più basso, circa 1,70 €. Fra le città del meridione, soltanto nella città di Napoli è richiesto un importo massimo di 5 € a notte. In Puglia, invece, a Lecce il costo giornaliero va da 1 € a 3 €.

La tassa di soggiorno è in questi giorni, al centro di polemiche e discussioni, con Federalberghi Brindisi che chiede ai Comuni di Fasano, Ostuni e Carovigno di azzerare questo balzello, che può rivelarsi un danno per il comparto turistico, già messo alla prova dalla crisi dovuta a fenomeni come il calo dei consumi, e l’abusivismo. Al nuovo Primo Cittadino di Brindisi, Riccardo Rossi, ad esempio, è stato chiesto di non introdurla.

"Un autunno 2018 ricco di esperienze da vivere in Puglia"

BARI - La Puglia turistica allunga sempre di più la sua stagione oltre l’estate ed offre un autunno 2018 e un inverno/ primavera 2019 ricchi di nuove esperienze che riguardano la cultura, la natura e il cibo. Il nuovo bando ancora in corso InPuglia365 - Cultura, Natura, Gusto è stato presentato alla 82esima Fiera del Levante - insieme allo stato di avanzamento del Piano Strategico del Turismo Puglia365 - dall’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone e dai referenti di Pugliapromozione, con la moderazione del responsabile del Piano Strategico del Turismo, Luca Scandale.

“È un bel momento per la Puglia – ha detto in apertura l’Assessore Capone -  L’industria turistica conferma il suo ruolo d’importante motore dell’economia della Puglia. In questi anni siamo cresciuti molto e abbiamo fatto un grande lavoro di squadra che oggi finalmente comincia a dare i primi frutti, nonostante il tormentone sui dati di questa estate: nei primi 7 mesi del 2018 la Puglia e si posiziona positivamente sui mercati esteri: +10% di arrivi e presenze. E nei primi tre mesi emerge un’accelerazione della Puglia verso la destagionalizzazione: +15% di presenze complessive a marzo e +26% di presenze straniere (Paesi Bassi, Polonia, Usa, Francia, Belgio, Spagna, Regno Unito, Germania, Austria e Lettonia; e poi Canada, Stati Uniti e Brasile). Nel 2017, dati della Banca d’Italia, il turismo è diventato per la prima volta trainante della Puglia mentre secondo Unioncamere il numero di addetti del turismo è cresciuto del sedici per cento nei primi sette mesi del 2018.
E non è solo una questione di numeri ma di tutto quello che li muove, ovvero una regione che ha scelto di andare oltre la popolarità di un brand per investire sui servizi, sulla qualità, sulle strutture. Per essere sempre più pronta a misurarsi con i gusti dei diversi turismi che i nostri territori sono capaci di attrarre, ciascuno con le proprie peculiarità.

L'investimento sulla qualità è il nostro attuale punto di svolta, quest’anno lavorando sul Prodotto; il prossimo anno sarà l’anno della destinazione. In questo senso il bando Inpuglia365 punta proprio su servizi di qualità e sull’identità dei territori pugliesi, sulla loro capacità di esprimere un’unicità, sull’esperienza emozionale da offrire al turista che deve sentirsi a tutti gli effetti “cittadino” del luogo che lo ospita, anche se solo per un breve periodo. E il prossimo bando che faremo dopo la primavera 2019 sarà ancora più pregnante nel disegnare degli itinerari a tema trasversali su tutta la Puglia. Ma al miglioramento della qualità non puntiamo solo con i bandi che sono un sostegno economico a chi investe. Puntiamo davvero sulla determinazione di tutta la regione, sia parte pubblica e che privata, a migliorare la propria accoglienza.”

Il bando si rivolge agli operatori turistici pugliesi per una programmazione di attività gratuite da ottobre 2018 a maggio 2019, con l’obiettivo di allungare la stagione dei flussi turistici oltre l’estate, puntando sul turismo internazionale.

Itinerari di fruizione e conoscenza, attività sportive ed escursionistiche; visite guidate ai luoghi di interesse storico-artistico-culturale; laboratori di pratica e conoscenza; apertura straordinaria e fruizione organizzata di luoghi interessanti sotto il profilo turistico-culturale; attività culturali ed artistiche innovative, caratterizzate dall’incontro tra autenticità, genuinità e creatività.

Queste alcune delle attività che saranno messe in campo gratuitamente grazie all’avviso di Pugliapromozione. Venire in Puglia nei week end dal 29 ottobre 2018 al 31 maggio 2019 sarà quindi ancora più interessante e ricco di esperienze legate alla enogastronomia, alla cultura e al turismo slow. L’obiettivo è anche quello di accrescere la consapevolezza del vissuto, l’irripetibilità dei luoghi autentici, stimolare comportamenti responsabili verso il territorio, godendo appieno dell’esperienza turistica in Puglia come esperienza di vita.  In questa edizione di InPuglia365 anche un focus su Matera 2019 che costituisce un’importante occasione di promozione turistica del territorio pugliese, anche in virtù della continuità territoriale tra le due regioni.

 Sullo stato di avanzamento del Piano Strategico del Turismo, Luca Scandale ha messo a fuoco quanto emerso dagli ultimi incontri fatti ad aprile scorso con istituzioni, operatori turistici e stakeholder pugliesi.

“Gli oltre 500 fra sindaci pugliesi, rappresentanti delle istituzioni e operatori della filiera turistica incontrati in 6 masserie didattiche ci hanno consentito di ascoltare e condividere i diversi punti di vista e creare insieme nuove strategie per lo sviluppo turistico integrato e partecipato. I Prodotti di maggiore interesse per gli operatori sono proprio quelli su cui stiamo, arte e cultura ed enogastronomia, mentre al primo posto fra  i bisogni sono emersi i collegamenti interni e la creazione di reti” .

Federalberghi Puglia: Francesco Caizzi riconfermato all'unanimità presidente regionale

BARI - Francesco Caizzi è stato riconfermato all’unanimità presidente regionale della Federalberghi, la maggiore associazione pugliese degli albergatori aderente a Confcommercio. L’imprenditore barese, presidente della Federalberghi Bari-Bat, laureato alla Bocconi e specializzato in gestioni aziendali, presiederà per il prossimo quadriennio 2018/2022 il Consiglio Direttivo regionale della Federalberghi Puglia, composto dal vice Pierangelo Argentieri (Presidente Brindisi) e dai consiglieri Raffaele De Santis (presidente Lecce), Angelo Basile (Presidente Taranto) e Gino Notarangelo (Presidente Foggia).

«La conferma unanime del direttivo regionale mi riempie di orgoglio – ha affermato Francesco Caizzi al suo reinsediamento – Continuerò a lavorare con il rigore e la fermezza del passato, con l’obiettivo di far crescere ulteriormente l’influenza e la reputazione della nostra associazione e registrare risultati concreti per il nostro turismo». 

Il Consiglio ha condiviso all’unanimità il programma del presidente Caizzi, in continuità con il lavoro svolto negli ultimi anni. Tra i punti qualificanti, viene riconfermata e rafforzata la battaglia contro la piaga dell'abusivismo nel settore ricettivo, che ha continuato a dilagare anche nell’estate 2018, con l’obiettivo di regolamentare la giungla delle locazioni turistiche e rafforzare l’azione repressiva contro i furbetti dell’appartamentino, all'insegna del principio "stesso mercato, stesse regole".

Nel programma trovano spazio importante anche l’opposizione all’imposizione della tassa di soggiorno, definita “balzello iniquo che danneggia il turismo”, e un forte impegno per una programmazione pubblica in collaborazione con i privati per fare del turismo un segmento maturo ed essenziale dell’economia regionale pugliese.

Gli obiettivi sul piano regionale comprendono: una nuova classificazione alberghiera ed extra alberghiera; l’ottimizzazione dei fondi strutturali europei della programmazione 2014-2020; la definizione e l’identificazione dei club di prodotto e l’organizzazione dell'offerta al fine di rendere sempre più efficaci e produttivi gli importanti investimenti sulle campagne di promozione turistica; il funzionamento dell'Osservatorio turistico regionale che adotti le nuove tecnologie.

Una particolare attenzione sarà dedicata alla formazione del personale dipendente e ad azioni di informazione e sostegno al reddito, rivalutando, così, la centralità dell'Ente Bilaterale del Turismo.

Stranieri in Puglia: +10% gli arrivi e +7% i pernottamenti nei primi sei mesi del 2018

BARI - La nota previsionale di Demoskopika per il 2018 conferma la tendenza con dati più che positivi per la nostra regione +2,79%. Loredana Capone, assessore al turismo della Regione: “Stiamo già lavorando per l’autunno, l’inverno e la primavera prossimi e ci appelliamo a tutti gli operatori turistici e culturali con il bando Puglia 365 di Pugliapromozione con cui abbiamo stanziato 1.600.000 Euro per animare e rendere più attrattiva tutta la regione. Con la Legge che combatte il sommerso e introduce il codice identificativo delle strutture e con un costante appello alla qualità con prezzi adeguati e servizi idonei spingiamo verso un’accoglienza turistica sempre migliore che faccia stare meglio anche i cittadini”.

In attesa del consolidarsi dei dati SPOT (Sistema Puglia per l’Osservatorio Turistico) di luglio e agosto sul “Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi”, l’Osservatorio di Pugliapromozione traccia un bilancio provvisorio dei primi sei mesi del 2018 segnato da un nuovo incremento degli arrivi e delle presenze turistiche stimato nel +1,5% e trainato della componente estera della domanda che aumenta del +10% e del +7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un risultato già al di sopra della media nazionale che secondo l’odierna Nota Previsionale sui flussi turistici di Demoskopica crescerà del +3,7% nel 2018.

Ed è lo stesso Rapporto previsionale di Demoskopica a ipotizzare un incremento complessivo degli arrivi e delle presenze in Puglia per tutto il 2018 del +2,7% degli arrivi e del +1,6% per le presenze. Inoltre, secondo Demoskopica la regione è sul podio delle destinazioni caratterizzate da una durata del soggiorno superiore alla media nazionale (3,37 notti per cliente in Italia e 3,84 in Puglia) assieme ad Abruzzo (3,86), Campania (3,56 notti per cliente), Veneto ed Emilia Romagna (ex aequo con 3,55 notti).

Questi i turisti stranieri che preferiscono la Puglia nel 2018

Paesi Bassi, Polonia, Francia, Spagna e Stati Uniti sono i Paesi esteri che secondo i dati provvisori SPOT, riferiti ai primi sei mesi del 2018 e derivanti dalle trasmissioni al database regionale del 70% delle strutture attive, crescono maggiormente nel 2018 (il 71% ha soggiornato in strutture alberghiere del territorio). Il tasso di internazionalizzazione (la quota di stranieri rispetto al totale dei turisti) ha raggiunto il 27% nei primi sei mesi del 2018 (ben 2 punti percentuali in più rispetto allo stesso periodo del 2017).

La stagione turistica non si esaurisce quindi più solo nei mesi estivi o solo con un mare mordi e fuggi. I tanti turisti che vengono in Puglia sono attratti dai nostri tesori artistici e vanno alla ricerca del buon cibo legato alle tradizioni. Questo, secondo la strategia di Puglia365 è l'anno del prodotto: lavoriamo per costruire 4 prodotti. Cultura, la Puglia ne è piena e necessita solo di organizzazione; enogastronomia, la sua straordinaria varietà è apprezzata in tutto il mondo; turismo sportivo, con il nostro clima mite lo sport all’aria aperta può essere praticato tutto l’anno; congressuale e wedding, con ricadute su tutta la filiera turistica e si moltiplicano sul territorio pugliese tanti eventi che registrano sold out e vengono ripresi e citati come casi di successo dai grandi media nazionali e internazionali.

Alla scoperta della Puglia con FlixBus

MILANO – Flixbus ha registrato un trend di crescita continuo per la Puglia nei mesi estivi con oltre 80 mila passeggeri trasportati. La Puglia aveva già registrato un aumento dei visitatori negli ultimi due anni, sia italiani che stranieri, entrando  a far parte per la prima volta della top ten italiana per presenze turistiche. Un incremento inarrestabile, come riportato da una prima analisi di SWG per conto di Pugliapromozione, secondo cui il 50% dei 700 italiani intervistati desidera ritornarvi e che un turista su due è un repeater e si dichiara ben disposto a trascorrervi nuovamente le vacanze*.

Valigie sottobraccio: da dove si parte e per dove

I collegamenti giornalieri diretti con la Puglia sono vari e partono da numerose città italiane. Fin dal suo arrivo, infatti, l’operatore leader dei viaggi a lunga percorrenza, si è prefissato di connettere tanto i grandi centri, quanto i piccoli borghi, arrivando a creare una rete sempre più capillare e funzionale alle esigenze di mobilità dei passeggeri. Le città di provenienza sono diverse, ma quelle in cui si registrano maggiori partenze sono: Milano, Bologna, Firenze, Napoli, Roma e Torino. Per quanto riguarda le mete più visitate in Puglia il podio va a Bari, con un incremento del turismo del 40% rispetto al mese di giugno; seguono Taranto e Brindisi, con una crescita del 15% nell’ultimo mese. Le altre città più visitate sono Andria, città ricca di monumenti e siti storici da ammirare, Foggia, in una posizione strategica al centro del Tavoliere delle Puglie, San Severo e Barletta.

Vieni a ballare in Puglia: gli eventi imperdibili di Agosto

L’estate non è ancora finita e per chi deve ancora partire, FlixBus consiglia tre eventi imperdibili dislocati lungo il tacco dello Stivale.

La Notte della Taranta: per chi ama la cultura e le tradizioni, fino al 25 agosto, a Lecce e in provincia, si terrà il celebre festival di musica popolare ispirato all’antica tradizione salentina. Partenze da: Bergamo, Napoli, Modena, Roma, Benevento, Macerata e molte altre.

Bari in Jazz: per gli appassionati di musica, fino al 2 settembre, a Bari si terrà la quattordicesima edizione del festival del jazz, genere musicale nato nel XX secolo e mai tramontato. Quest’anno, protagoniste principali saranno le donne. Partenze da: Milano, Brescia, Bologna, Perugia, Assisi, Roma, Civitanova Marche e molte altre.

Castel dei Mondi: per chi, infine, è amante di festival internazionali e spettacoli, da fine agosto a inizio settembre, Andria ospita il celebre evento che ogni anno coinvolge artisti di fama nazionale e internazionale che prevede spettacoli di teatro, musica, laboratori e diverse attività ludiche. Partenze da: Firenze, Siena, Termoli, Pescara, Udine e molte altre.

Tutte le corse, acquistabili online, via app e in agenzia viaggi, sono operate in collaborazione con una rete di aziende partner dall’esperienza pluriennale che mettono a disposizione mezzi e autisti, mentre FlixBus si occupa della pianificazione di rete e cura il marketing, la comunicazione e il pricing. A bordo, Wi-Fi, prese elettriche e toilette.

*Fonte: SWG per Pugliapromozione. Risponde chi è stato in Puglia negli ultimi 5 anni (700 intervistati che hanno già trascorso le vacanze in Puglia): https://www.agenziapugliapromozione.it/portal/documents/10180/2270916/OsservatorioDicembre2017

Scegliere il traghetto: perchè è meglio viaggiare con il traghetto invece che con l'aereo

Che sia per turismo, che sia per lavoro o per altro, oggi possiamo scegliere di viaggiare nei modi più svariati: auto, moto, camper, pulmini e persino in bicicletta, ma sono mezzi di trasporto che hanno bisogno di una persona che li conduca e quindi taglierebbero le gambe a qualsiasi possibilità di rilassarsi e godersi il paesaggio.

Allora potremmo optare per mezzi di trasporto diversi, che ci diano l'opportunità di essere esclusivamente dei passeggeri, come ad esempio pullman, treni, taxi, aerei o navi.
Ma qual è il mezzo migliore per godersi un viaggio, affrontarlo in tempi ragionevoli e, quindi, per far sì che il viaggio sia esso stesso uno dei piaceri della nostra vacanza o semplicemente del nostro spostamento? La risposta a questa domanda potrebbe essere abbastanza soggettiva, ma in questo articolo cercheremo di spiegarvi perché la nave/traghetto potrebbe rispondere, meglio di altri, a questa domanda.

Se state pensando di affrontare un viaggio in traghetto, verso le principali isole italiane e non solo, date un’occhiata a https://mediterraneotraghetti.it, uno dei più importanti siti italiani dedicati alla prenotazione di viaggi e traghetti.

Che cos’è un traghetto?

Il traghetto è il mezzo di trasporto che rende possibile l'attraversamento di un impedimento di natura acquatica (mari, laghi, fiumi), che di solito opera su distanze relativamente brevi.
Il traghettamento può essere fatto in diversi modi, secondo i vari scopi, ma gli utilizzi principali sono destinati a:
· Trasporto pubblico (Ferry boat) = Possono essere trasportati i passeggeri, con annessi i loro mezzi di trasporto;
· Utilizzo commerciale = Trasporto di vagoni ferroviari e veicoli commerciali;
· Trasporto turistico = Utilizzato per trasportare i passeggeri nelle brevi distanze, per scopi turistico-didattici.

Perché preferire il traghetto al viaggio in aereo?

Questa è una domanda che può trovare risposta prima di tutto in voi stessi, soprattutto in base alle vostre necessità (orari, luoghi d'arrivo, ecc..).
Ma, di sicuro, riscontriamo una serie di vantaggi che può avere un viaggio in traghetto, e sono:
Il Paesaggio. Il traghetto è uno dei pochi mezzi di trasporto su cui si può godere appieno del paesaggio. Infatti si possono apprezzare le vedute su un ampio raggio d'azione, dato che non ci sono intermezzi come ad esempio il telaio, i finestrini e gli oblò degli aerei, che essendo anche abbastanza ristretti, offrono una ridotta visibilità.
Su un aereo saremo costretti a poter apprezzare un paesaggio solamente nei pochi minuti successivi alla partenza e nei pochi minuti precedenti all'arrivo, sempre se ci siano buone condizioni meteorologiche.
Mentre su una nave c'è tutto lo spazio per fare delle buone foto, godere del clima, della brezza marina, del suono delle onde, e soprattutto si ha la totale libertà di poter scegliere di affrontare il viaggio in piedi, seduti o a letto, se si è in possesso di una cabina;
Comfort. A meno che non viaggiate a bordo di un jet privato, o in una prima classe lussuosa, il viaggio in aereo risulta quasi sempre scomodo, per via degli spazi ristretti, della poca o nulla privacy e della poca libertà a disposizione.
Un viaggio in traghetto, sa essere molto confortevole anche senza che ci si trovi su una nave da crociera, infatti possedere una cabina munita di letto, bagno, tv e altri comfort è possibile su moltissimi traghetti. Infine si ha la possibilità di portare la propria automobile o moto, con sé nello spostamento via traghetto, che è molto complicato e costoso per l'aereo;
Conoscenze. Un viaggio in nave, rispetto ad altri mezzi di trasporlo, dà l'opportunità di poter facilmente socializzare con altri passeggeri. La presenza di un bar sul traghetto, è una possibilità che pochi altri mezzi di trasporto riescono a fornire;
Stress da viaggio. Sia un viaggio in aereo, che un viaggio in traghetto potrebbero mettervi di fronte ad una serie di stress.  Se siete particolarmente sensibili ai cambi di pressione, potreste incorrere in fastidiosissimi dolori auricolari durante il decollo e l'atterraggio, che alcune volte non sono prevenuti nemmeno dall'uso di tappi.

Se siete invece deboli di stomaco potreste avere problemi a viaggiare su una nave, qualora le condizioni del mare non siano delle migliori. A differenza dell'aereo, però, per il mal di mare esistono rimedi concreti come quelli farmaceutici:
· Farmaci ad azione calmante, anticolinergica, antistaminica (es. Travelgum o Xamamina).
Esistono anche rimedi di natura psicologica o alimentare come ad esempio:
· Fissare l'orizzonte. Aiuta il cervello a formulare migliore risposte motorie(equilibrio);
· Ingerire un cibi solidi, salati, senza esagerare, oppure una banana o anche bere un coca;
Catastrofe. Tocchiamo ferro, ma nel caso di incidente aereo quante possibilità abbiamo di salvarci?
Su una nave, invece, oltre alle scialuppe di salvataggio, si ha spesso anche il tempo di aspettare i soccorsi adeguati.

Turismo, Trevisi (M5S): "'Puglia Convention Bureau' per turismo congressuale e destagionalizzazione in tutta la regione"

BARI - “Per quale motivo si è deciso di creare unicamente il “Bari Convention Bureau” per promuovere il turismo congressuale anziché realizzare una struttura con un fulcro regionale piuttosto che cittadina, come avvenuto altrove, come ad esempio in Sicilia, dove esiste il Sicilia Convention Bureau? Il turismo congressuale e il tentativo di destagionalizzare l’offerta turistica devono riguardare tutta la regione dal Salento al Gargano e non solo il capoluogo, soprattutto in un periodo come questo nel quale si registra un crollo di presenze turistiche nel Salento in questa prima parte di stagione estiva.” lo dichiara il consigliere regionale salentino del Movimento 5 Stelle, Antonio Trevisi che presenterà una apposita interrogazioni al governo Emiliano.

“Gli obiettivi a sostegno del settore turistico in Puglia - prosegue - sono chiari e vanno dall'aumento della qualità dei turisti nelle stagioni ad alta domanda all'aumento del numero di turisti nelle stagioni a bassa domanda costruendo un piano di eventi attrattivi sulla regione legati alla cultura, congressi, arte e gastronomia nel quale va riconosciuto al turismo Business e Congressuale un ruolo strategico. Purtroppo la Regione ad oggi nulla ha fatto  per raggiungere questi obiettivi ottenendo risultati che compromettono anche il lavoro delle giunte precedenti a causa della mancanza, da parte della giunta Emiliano, di una vision sul turismo pugliese e non solo. A tutto questo si aggiungano gli enormi ritardi nella strategia del potenziamento dei collegamenti (ferroviari e aerei) che portano nella nostra regione, nonché dei collegamenti all’interno della stessa che sono impresentabili. A questo andrebbe aggiunta una formazione specializzata delle risorse con accordi specifici con le Università che oggi non in grado di creare ad esempio un corso di laurea per direzione d’hotel. Di fronte a queste, che sono solo alcune delle esigenze che servirebbero a trasformare le bellezze naturali e culturali della nostra regione in una vera e propria risorsa inestimabile per il territorio - conclude -  assistiamo purtroppo a risultati fallimentari in termini di presenze nonché all’ennesimo tentativo di Emiliano di portare acqua unicamente al suo mulino per alimentare interessi di un solo territorio piuttosto che quelli di tutti i pugliesi.”

Matrimoni da sogno: i super vip amano la Puglia

ROMA - Il turismo dei matrimoni è un business da 1 milione di presenze straniere e più di 440 milioni di euro. In dieci anni il giro d’affari potrebbe decuplicare e raggiungere 3 miliardi di euro, se solo fosse più coordinato e – soprattutto al Sud – ci fosse un’ottimizzazione delle infrastrutture.

L’Italia è tra le mete preferite al mondo, un primato conteso solo dal Portogallo, dalla Francia e dalla Spagna, come ha scritto recentemente il Los Angeles Times. Saldamente in testa nelle mete più ambite del Belpaese c’è la Toscana, che rimane la regione più ambita per celebrare le nozze con il 31.9% delle preferenze, seguita dalla Lombardia al 16%, dalla Campania al 14.7%, dal Veneto al 7.9% e dal Lazio al 7.1%.

Ma i super vip amano soprattutto il Sud, in particolare la Puglia, la Sicilia e la Calabria, sia per i loro paesaggi mozzafiato che per le location da “urlo”. A riprova di ciò, alcuni dei matrimoni vip più sfarzosi si sono tenuti proprio in Puglia, come quello da 25 milioni di dollari di Renee Sutton, figlia del ricchissimo Jeff Sutton, o quello da 10 milioni di euro della figlia del magnate indiano dell’acciaio Pramod Agarwal, nel 2014.

Il profilo di chi vuole sposarsi in Italia è medio-alto e non bada a spese, con una cifra media di circa 54.000 euro per cerimonia, come certifica il rapporto Destination Wedding in Italia, stilato del Centro studi turistici di Firenze (CST). Lo stesso rapporto indica anche le principali nazionalità di chi convola a nozze in Italia, con una netta prevalenza degli inglesi al 27.6%. Gli altri due gradini del podio sono occupati da altri Paesi anglosassoni come USA al 21.2% e Australia all’8.9%, mentre a seguire ci sono Germania al 5.3% e Canada al 4.5%.

Ma, grazie a una ricerca dell’agenzia di comunicazione Klaus Davi and company, andiamo a scoprire nel dettaglio le location italiane più ambite dai turisti che desiderano sposarsi in Italia. Ecco, secondo lo studio fra oltre 100 top spender realizzato dalla Klaus Davi & Co., la top ten delle mete preferite e quest’anno il business toccherà i 700 milioni di euro:

1) BORGO EGNAZIA a Savelletri di Fasano, in Puglia: il meraviglioso resort tra la Valle d’Itria e il Mar Adriatico, tra i più suggestivi al mondo, ha ospitato negli ultimi anni vari VIP internazionali come Madonna. Borgo Egnazia si piazza al primo posto con il 19% delle preferenze degli intervistati.

2) CAPOFARO LOCANDA & MALVASIA a Malfa, in Sicilia (16% delle scelte): il resort sull'isola di Salina, di proprietà di Tasca d'Almerita (celebre casa vinicola), garantisce il fascino di soggiornare in un faro a picco sul mare, mangiando in un ristorante stellato e degustando vini d'eccellenza.

3) PALAZZO DEL CAPO a Bonifati, in Calabria (14% dei voti): per chi desiderasse una location più riservata, l’hotel Palazzo del Capo nel borgo marinaro di Cittadella del Capo (nei pressi di Cosenza), può rivelarsi la scelta perfetta. La secolare residenza della Famiglia dei Duchi De Aloe, sospesa tra il mare azzurro e il verde delle montagne che lo circondano, è stata aperta al pubblico nel 1991, e da allora ha garantito un matrimonio da sogno a chiunque abbia scelto la costa tirrenica per convolare a nozze.

4) VILLA CRESPI a Orta San Giulio, in Piemonte (12%): il fascino delle fiabe sul Lago d'Orta, combinato alla cucina creativa firmata dal famoso chef Antonino Cannavacciuolo. Villa Crespi è la prima località del Nord presente in classifica.

5) LA POSTA VECCHIA a Palo Laziale, nel Lazio (10%): la posizione a picco sul mare, nonché l’allure aristocratica e il sorgere sui resti di un'antica villa romana, rendono questo luogo una meta ambitissima. Fu il ritiro della famiglia Orsini e venne acquistata nel 1960 dal magnate americano Jean Paul Getty. L’hotel a 5 stelle è stato inserito da The Leading Hotels of the World nella classifica delle migliori 40 strutture al mondo.

6) ABBAZIA DELLA CERVARA a San Girolamo al Monte di Portofino, in Liguria (8%): a picco sul Golfo del Tigullio, la Cervara è un'antica abbazia – oggi presidio del FAI – con degli scorci di paesaggio unici. Quello che un tempo fu l’orto dei monaci, oggi è il solo Giardino all’Italiana rinascimentale che si affaccia sul mare ligure.

7) GRAND HOTEL EXCELSIOR VITTORIA a Sorrento, in Campania (6%): il fascino del turismo storico d’élite, che trova espressione da quasi due secoli nelle suite la "Vittoria", la "Rivale" e la "Favorita", riservate al turismo di lusso sulla costiera.

8) WINE RESORT VENISSA sull'isola veneziana di Mazzorbo, in Veneto (5%): per un soggiorno gourmet tra le vigne e la laguna di Venezia, ristorante stellato incluso. All’interno della vigna murata – dove la famiglia Bisol ha riportato alla luce l’antico vitigno autoctono Dorona di Venezia – è possibile ritrovare uno stretto contatto con i pescatori e le merlettaie del luogo.

9) CASTELLO DI VELONA RESORT a Castelnuovo dell'Abate, in Toscana (4%): a pochi chilometri da Montalcino, circondato dai filari della val d’Orcia, questo splendido resort consente di concedersi un weekend perfetto per un’evasione di coppia. Una sinfonia di frutta, conserve e diverse prelibatezze del luogo, rigorosamente prodotte in loco. Impossibile non sperimentare uno dei numerosi trattamenti della spa interna dedicati alla coppia.

10) DONNA CARMELA & RADICEPURA a Giarre, in Sicilia: incastonate nella terra di Sicilia, tra l’Etna e il Mar Ionio, sorgono queste due location esclusive dai particolari ricercati e dal design. Con il 3% delle preferenze, questi due gioielli siciliani registrano il decimo posto tra le mete più ambite dai futuri sposi internazionali.

La leggenda di Cristalda e Pizzomunno diventa un brand

BARI - “Abbiamo presentato questa mattina il meraviglioso concerto/evento con orchestra che Max Gazzè terrà a Vieste il prossimo 31 luglio. La leggenda di Cristalda e Pizzomunno rappresenta un’occasione importante per noi perché non è semplicemente un concerto musicale, è un evento culturale che dà lustro alla Puglia in un contesto globale. L’immagine della Puglia e la potenza dell’amore di Cristalda e Pizzomunno renderanno Vieste e il Gargano luoghi ancora più conosciuti”.

Così l’assessore regionale al Bilancio e alle Politiche giovanili, Raffaele Piemontese intervenuto questa mattina in Presidenza a Bari, alla conferenza stampa di presentazione  dell’evento di Max Gazzè “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno” che si terrà a Vieste il prossimo 31 luglio. Un’anteprima nazionale del mini-tour estivo Max Gazzè e Alchemaya Symphony Orchestra, che dopo Vieste toccherà le Terme di Caracalla di Roma, l’Arena Sferisterio di Macerata, il Teatro Antico di Taormina e l’Arena di Verona.

“Cristalda e Pizzomunno – ha proseguito Piemontese - è una bellissima leggenda, specchio dell’anima, dell’arte, della cultura, della bellezza e del mito che rappresentano l’essenza non solo del nostro paese ma anche del nostro Gargano e della nostra Puglia. Per questo la Regione Puglia, con l’entusiasmo del presidente Emiliano e dell’assessore Capone, ha deciso di sostenere questo bellissimo evento”.

La leggenda di Cristalda e Pizzomunno è al centro delle attività di valorizzazione e sviluppo di Vieste. L’amministrazione comunale di Vieste e la Regione Puglia hanno deciso infatti di attuare un piano di promozione della cittadina del Gargano partendo proprio da quest’antica storia di mare della tradizione pugliese, diventata una canzone di grande successo. Pertanto, nell’attività strategica non poteva mancare Max Gazzè, autore e interprete de La leggenda di Cristalda e Pizzomunno presentata all’ultimo Festival di Sanremo. Un brano dalla forte componente identitaria che ha incantato per la sua storia d’amore e aumentato il fascino della celebre località turistica, sullo sfondo della quale la mitologica vicenda si svolge.

In occasione del concerto del 31 luglio Gazzè riceverà dall’amministrazione comunale la cittadinanza onoraria: un gesto di ringraziamento nei confronti di un’artista che con la sua sensibilità e la sua poesia ha acceso nuovi riflettori su Vieste e la sua storia, le sue leggende, la sua bellezza e la sua gente.

“Con questo progetto, Regione e Comune scommettono sul racconto di Vieste – ha commentato l’assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale Loredana Capone impossibilitata a partecipare alla conferenza stampa per precedenti impegni istituzionali - un racconto che non passa solo dal paesaggio mozzafiato ma anche dalle storie meravigliose che lo hanno attraversato. Perché quelle storie aggiungono un tassello emotivo importante per i turisti che ormai sono sempre più alla ricerca, non di una vacanza mordi e fuggi, ma di un’esperienza unica e magica. In questo senso l’incantesimo di una leggenda come quella di Cristalda e Pizzomunno che oggi si diffonde grazie alla canzone di un grande artista come Max Gazzé è un’opportunità che non poteva essere sciupata”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche Giuseppe D’Urso, Presidente Teatro Pubblico Pugliese: “L’intuizione dell’amministrazione comunale e della Regione Puglia di promuovere Vieste, tra le località più belle della nostra regione, attraverso la leggenda di Cristalda e Pizzomunno, aderisce alla vocazione del Teatro Pubblico Pugliese. Vocazione che ci porta a creare dei percorsi culturali che esprimano al massimo il potenziale della nostra regione con ricadute concrete e tangibile sul territorio. Il progetto di valorizzazione di Vieste rappresenta una buona pratica, un progetto intelligente che mette l’identità al centro dello sviluppo del territorio e della comunità. Un progetto che siamo particolarmente lieti di accompagnare in costante sinergia con la Regione Puglia”;

Giuseppe Nobiletti, sindaco Vieste: “Valorizzare attraverso lo spettacolo dal vivo uno degli attrattori più importanti del territorio, consente nello stesso tempo di accendere un faro sulla città e quindi di stimolare gli arrivi e le presenze sul territorio, nonché di utilizzare un tratto identitario immateriale come si configura la leggenda di Cristalda e Pizzomunno, quale strumento per suscitare interesse e rendere unica l’esperienza che un territorio può far vivere. L’evento concertistico sarà quindi punto centrale di una strategia che coinvolgerà diversi segmenti della filiera turistica e culturale del territorio e si svilupperà nel medio lungo termine per far si che Vieste sia riconosciuta e vissuta non solo per le sue bellezze naturalistiche ma anche per la “magia” che regala con la sua storia. Ci riempie d’orgoglio vedere la città di Vieste comparire accanto alle locations più suggestive d’Italia, a luoghi simbolo della cultura internazionale;

Luca Scandale, PugliaPromozione: “Con PugliaPromozione abbiamo colto al volo questa splendida iniziativa di Vieste perché è fondamentale che la Puglia si dia una propria immagine coordinata che spinga sempre di più e sempre più in alto le nostre destinazioni di successo. Ricordo che Vieste è la nostra prima destinazione turistica in Puglia, dunque, con questa iniziativa noi stiamo puntando su una destinazione che è al top delle presenze e che costituisce una vera e propria punta di diamante”.

Max Gazzè diventerà testimonial di una campagna promozionale che prevede la realizzazione di foto e video con la presenza dell’artista in alcuni dei luoghi più affascinanti della cittadina del Gargano. L’iniziativa rientra in una più ampia operazione di promozione territoriale legata alla leggenda di Cristalda e Pizzomunno che include la realizzazione di cartoline d’autore e un annullo filatelico in collaborazione con Poste Italiane.

Si tratta di 18 versioni raffiguranti la leggenda, dipinte per l’occasione da Annika, Cinzia Brena, Emanuela Colazzo, Elisa Comotti, Angela Cuccovillo, Giovanna Ferrari,  Lorella Gallina, Elda Gavelli, Gina Graco, Ingrid Eleni Kuris, Stefania Maggiulli, Cristina Mantisi, Stefania Miele, Sara Pala, Damiano Pizzetti, Alessandra Poggi, Mauro Proci, Giorgio Schumann, Kasia Sweatlik e infine Valeria Zito. Alle cartoline sarà apposto l’annullo creato dal disegnatore viestano Lucio Palazzo. Prevista inoltre la realizzazione di calendari, t-shirt e gadget.

In programma anche una serie di attività di promozione realizzate da PugliaPromozione finalizzate a dare la massima visibilità alla strategia e alle attività previste.

L’agenzia regionale ha da tempo coinvolto una serie di artisti per interpretare in maniera non convenzionale l’identità della Puglia come destinazione turistica, e per restituirla al pubblico in linguaggi inediti e a tratti sperimentali. Per Vieste, è la leggenda di Cristalda e Pizzomunno ad ispirare l’opera del pittore  Vito Savino, che fa innamorare il pubblico di un concetto complesso, come quello immaginifico e decadente dell’amore infelice della storia popolare.

Il blu del mare e le profondità della tela veicoleranno il brand non solo su tela ma anche attraverso uno strumento tangibile, desiderabile, e ripetibile: una T-shirt. Il visual storytelling dovrà svelare il territorio evocandolo, parlando quindi all'emotività con immagini forti ed immediate ricreando quella dimensione alchemica che ricalca il nome del tour di Max Gazzè.

E ancora un piano social ad hoc su tutti gli account /profili gestiti da Pugliapromozione (Facebook / instagram / Youtube; @Pugliaevents / @weareinpuglia / @Puglia365). Infine newsletter dedicata agli operatori della ricettività e della rete infopoint

Turismo: boom dei borghi suggestivi 'anti afa', Puglia in pole

BARI – Saranno circa 1,5 milioni i turisti in camper che invaderanno le strade del nostro Paese in questi mesi estivi: lo rivela una stima dell’APC – Associazione Produttori Caravan e Camper, secondo cui circa 800.000 italiani e 700.000 stranieri sceglieranno questa tipologia di vacanza puntando sulle mete di villeggiatura più tradizionali del Belpaese ma con un occhio di riguardo per quei borghi situati in posizioni geografiche fortunate che permettono di evitare la grande calura estiva.

Ecco, sempre secondo APC, la top ten delle località refrigeranti più adatte per fuggire dall’afa di questo periodo:

Castelluccio di Norcia (Perugia): il borgo sovrasta l’omonima immensa piana ed è noto soprattutto per la fioritura dei campi di lenticchia, che proprio nel mese di luglio offre uno spettacolo unico al mondo.
Orvinio (Rieti): il borgo medievale si erge su di un colle attorno al suo imponente Castello appartenente al Casato dei Marchesi Malvezzi Campeggi. Conserva ancora il suo antico fascino. Imperdibili il Santuario di Vallebona e l’Abbazia di Santa Maria del Piano.
Greve in Chianti (Firenze): nel cuore delle colline del Chianti, tra castelli e vigneti, si trova l’unico comune della provincia di Firenze interamente nella zona del Chianti. Nel suo territorio si segnala il castello medievale di Montefioralle, perfetto per una passeggiata romantica.
Platania (Catanzaro): sorge sulle pendici del monte Reventino, nel massiccio della Sila, ed è noto per un’attrazione naturale di  incredibile bellezza, la Cascata della Tiglia, che con un salto di circa 30 metri offre uno spettacolo meraviglioso.
Pessinetto (Torino): situato nelle Valli di Lanzo, tra le Alpi Graie, questo piccolo comune piemontese ha il suo punto di maggior interesse nel Santuario di Sant’Ignazio, posto sulla vetta del monte Bastia, un luogo incantevole con vista su tutta la valle.
Bovino (Foggia): all’interno della suggestiva cornice dei Monti Dauni, nella Valle del Cervaro, di fronte al Tavoliere delle Puglie, sorge questo borgo, in un territorio magnifico, ricco di risorse naturali, sorgenti d’acqua e di boschi.
Lamoli di Borgo Pace (Pesaro e Urbino): borgo immerso nei boschi della Massa Trabaria, ai piedi dell’Alpe della Luna, possiede una storia millenaria, testimoniata dall’Abbazia di San Michele Arcangelo, alle pendici dell’Appennino Umbro-Marchigiano.
Ulassai (Nuoro): un borgo-museo incassato a quasi 800 metri d’altezza al centro dell’Ogliastra, nella parte centro-orientale della Sardegna, fra tacchi calcarei e spettacolari grotte, come “su Marmuri”.
Monticchio (Potenza): è situato ai piedi del Monte Vulture, uno dei più antichi vulcani dell’Appennino Meridionale, il cui cratere, ormai inattivo, si è trasformato in due laghi, che ne fanno un gioiello incontaminato tutto da scoprire.
Lovere (Bergamo): si trova nella parte settentrionale del Lago d’Iseo ed è caratterizzato da un lungolago molto pittoresco, dominato dal centro storico in cui si sviluppa il borgo medievale, in origine un piccolo villaggio di pescatori sorto durante la dominazione romana.

Il trend camperistico è più che mai d’attualità, visti gli eccellenti risultati del comparto nazionale: una realtà industriale che con oltre 7.000 addetti genera un fatturato annuo di oltre 1 miliardo di euro e che, con una produzione di autocaravan che nel 2017 si è attestata sul +43,4% rispetto al 2016 superando le 21.500 unità, si piazza stabilmente nelle prime tre posizioni dei principali produttori europei.

Lo scorso anno inoltre il settore camperistico italiano ha fatto registrare un +20% circa anche per quanto riguarda i veicoli immatricolati, numeri che fanno ben sperare di poter traguardare le 6.000 unità di veicoli immatricolati alla fine dell’anno corrente. Il buon momento è confermato dal primo trimestre 2018, che ha registrato una produzione di quasi 6.500 mezzi e 2.000 immatricolazioni.

"I numeri parlano da soli: sempre più persone utilizzano il camper per scoprire l’Italia e per andare in vacanza – commenta Simone Niccolai, Presidente di APC – tra italiani e stranieri sono stati quasi 8 milioni e mezzo i turisti che l’anno scorso sono venuti nel nostro Paese in camper e caravan e, anche in questi primi mesi del 2018, il trend è positivo, segno che la crisi degli anni scorsi è ormai alle spalle. Per le vacanze estive in molti sceglieranno il Turismo in Libertà per visitare i bellissimi borghi nascosti della nostra splendida Penisola".

Turismo: la Puglia vola a Pechino

BARI - Bari, sabato 14 luglio 2018. Parte oggi per Pechino la delegazione della  Regione Puglia, capeggiata dall’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, con il Direttore del Dipartimento Cultura e Turismo, Aldo Patruno e un rappresentante di Pugliapromozione, Francesco Muciaccia, per partecipare in Ambasciata alla Cerimonia d'Inaugurazione del Progetto "Italia Top Destination" con CITS e le Regioni del Centro e Sud Italia. Durante l’incontro la Puglia firmerà un importante protocollo di intesa con l’obiettivo di aumentare i flussi turistici cinesi in Puglia.

“Nel trend di sviluppo del turismo in Puglia puntiamo oggi anche sulla Cina, un grande mercato del turismo che rappresenta un’opportunità per l’Europa, l’Italia e la Puglia in particolare. Per questo oggi andiamo a Pechino, con grande entusiasmo e impegno, per firmare un importante protocollo di intesa con l’obiettivo di aumentare i flussi turistici cinesi in Puglia. I turisti cinesi sono il motore di cambiamento più potente dell’industria del turismo mondiale – commenta l’Assessore Capone -  Il progetto di promozione della Puglia, ideato da CITS, il Tour Operator di  Stato più  prestigioso  nella  Repubblica  Popolare  Cinese, mira  a  lanciare  un  prodotto  turistico  studiato  per  il  turista  cinese  per  un  soggiorno  meno  “mordi  e  fuggi”  e  più  di  qualità,  affinché  il  viaggio  possa  essere  un’esperienza  da  ricordare  e  da  vivere  in  piena  armonia  con  il  territorio. Un’esperienza che la Puglia è in grado di offrire al viaggiatore”.

Lo scambio proficuo della Regione Puglia con la Cina era stato già tracciato nel Protocollo d’intesa siglato dalla Regione Puglia con la Provincia cinese del Guangdong, del 2011, e nel Protocollo d’Intenti siglato con l’Associazione d’amicizia del popolo cinese con i paesi stranieri, del 2017, entrambi nell’ottica di una azione della Regione Puglia per attivare e coltivare il dialogo tra Italia e Cina. Il 2018 è stato poi dichiarato l’Anno del turismo Europa-Cina da parte dell’European Travel Commission.

Da luglio 2017 e fino adicembre 2018 sono state molteplici le iniziative di scambio: dalla partecipazione a iniziative di co-marketing e incontri b2b con tour operator, partecipazioni a fiere ed eventi in Cina, tra cui spicca il progetto “La Regione Puglia a Shenzhen”; e proprio in questa ultima occasione è iniziata la collaborazione con il CITS che ha individuato la Puglia come destinazione italiana target per il prossimo biennio. La sfida allora consiste nell’attrarre in Puglia turisti cinesi che ricercano esclusività, arte e cultura. Un percorso che Pugliapromozione sta perseguendo grazie al Piano strategico del turismo della Regione Puglia, “Puglia365”.

Il progetto di promozione della Puglia, ideato da CITS, il Tour Operator di  Stato più  prestigioso  nella  Repubblica  Popolare  Cinese, mira  a  lanciare  un  prodotto  turistico  studiato  per  il  turista  cinese  per  un  soggiorno  meno  “mordi  e  fuggi”  e  più  di  qualità,  affinché  il  viaggio  possa  essere  un’esperienza  da  ricordare  e  da  vivere  in  piena  armonia  con  il  territorio. Un’esperienza che la Puglia è in grado di offrire al viaggiatore.

Domenica a Castro la 'Festa della bandiera blu'

CASTRO (LE) - Si terrà domenica 15 luglio alle ore 21:30 (ingresso libero), presso la baia del Porto di Enea a Castro, la “Festa della Bandiera Blu”, una serata dalle atmosfere magiche per celebrare l’ambito e prestigioso riconoscimento conferito anche per il 2018 alla Città di Castro da FEE Foundation for Environmental Education, l’organizzazione internazionale non governativa e no-profit con sede in Danimarca.

La Città di Castro festeggia dunque il riconoscimento internazionale con una serata-evento in una location d’eccezione, il porticciolo di Enea, reso ancora più suggestivo da effetti scenografici, luci che si riflettono nelle acque della baia, performance musicali e di recitazione. L’attore Simone Massafra reciterà il XXVI Canto dell’Inferno della Divina Commedia e l’orchestra Harmony Ensemble suonerà note sinfoniche, mentre un veliero solcherà le acque della baia, scenograficamente illuminate per l’occasione.

“La Bandiera Blu per Castro – spiega Giuseppe Ciriolo, consigliere comunale con delega all’Ambiente - non è soltanto un riconoscimento, autorevole e prestigioso, ma un vero e proprio stile di vita. Sentiamo nostri i valori che la sottendono, e per questo ci teniamo ogni anno a celebrarli degnamente. Sarà una serata molto suggestiva, dalla forte carica emotiva, con giochi di luce e voci magiche, che celebreranno Castro, la sua storia, il suo valore, la sua bellezza”.

La serata di domenica 15 si inserisce in un fitto programma di iniziative dell’Amministrazione Comunale atte a proporre ed incoraggiare il rispetto, il senso civico e l’educazione ambientale. 

Vico del Gargano ammirata in Russia da 49 milioni di telespettatori


VICO DEL GARGANO (FG) – La troupe e le telecamere della TNT, la televisione federale russa, hanno ripreso il Vicolo del Bacio, le piazze e i luoghi più belli del centro storico di Vico del Gargano, con gli attori a farsi immortalare nelle location più suggestive del “paese dell’amore”. Per un’intera giornata, quella di mercoledì 11 luglio, Vico del Gargano è diventato il set del del cast della KR Production. “In ottobre”, ha annunciato l’assessore Raffaele Sciscio, “milioni di telespettatori russi ammireranno la bellezza del paesaggio urbano vichese”.

Il programma, che è un mix tra un reality e un diario di viaggio, si strutturerà in 7 puntate girate nei posti più incantevoli d’Italia: assieme ai luoghi più conosciuti di Venezia, Firenze, Roma e Napoli, la televisione russa TNT (che registra una media giornaliera di 49 milioni di telespettatori) mostrerà la costa garganica e il centro storico di Vico. “Sarà uno spot incredibile per il nostro paese, per il Gargano e l’intera provincia di Foggia”, ha dichiarato entusiasta il sindaco Michele Sementino. “Si tratta del primo frutto tangibile della collaborazione che il Comune di Vico del Gargano, proprio attraverso l’assessore Raffaele Sciscio, ha avviato con Marco Muller, regista e produttore, oltre che con l’autore Rai e manager televisivo Michele Afferrante”, ha aggiunto Sementino. Con Muller e Afferrante, l’amministrazione comunale di Vico ha avviato da qualche mese un progetto ambizioso: far diventare il centro garganico una piattaforma di scambio e integrazione culturale, nell’ambito delle produzioni audiovisive, con l’Europa e il Mediterraneo.

Non è la prima volta, negli ultimi cinque anni, che Vico del Gargano si trasforma in un set televisivo o cinematografico. Per citare l’esperienza più recente, nel “paese dell’amore” sono state girate alcune delle scene più importanti di “Questo è il mio paese”, fiction della Rai con Michele e Violante Placido. “Sono orgoglioso del percorso che abbiamo intrapreso”, ha detto Raffaele Sciscio. “L’idea che milioni di persone, in Russia, ammireranno il nostro paese, ci convince ancora di più del lavoro che stiamo facendo per valorizzare il nostro patrimonio”, ha concluso l’assessore. Un lavoro di valorizzazione che prosegue anche attraverso l’Estate Vichese, il calendario degli appuntamenti estivi al quale hanno lavorato, fianco a fianco, il Comune di Vico del Gargano e le realtà associative del paese, grazie all’impegno dell’assessore alla Cultura Rita Selvaggio e del consigliere comunale delegato agli eventi Vincenzo Azzarone.

Stasera, giovedì 12 luglio, in Largo Terra alle 21 sarà di scena il duo Di Tullio-Canestrale con “Na voce, na chitarra e o’ poco e luna”. Venerdì 13 sarà la volta di Group 3001 in concerto, alle 21 in Villa Comunale. Sabato 14 luglio, dalle ore 18, grande manifestazione tra cultura, musica ed enogastronomia con Alimentart. Dal domenica 15 luglio, fino 4 agosto, si terrà la seconda edizione di “Voci per Vico”: il paese dell’amore diventerà un grande palcoscenico a cielo aperto con 20 date e 12 spettacoli di musica, teatro, danza e burattini di livello internazionale. Grazie all’impegno della Confraternita dei Carmelitani scalzi, la Festa della Madonna del Carmine il 18 luglio offrirà il concerto di Marco Masini: il cantante fiorentino sarà sul palco di Piazza Croci alle ore 21.30.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia