Visualizzazione post con etichetta Turismo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Turismo. Mostra tutti i post

Turismo: la Puglia conquista il mercato del sud est asiatico con 'Puglia Sayang'

BARI - La Puglia conquista il mercato del sud est asiatico con il progetto 'Puglia Sayang' (che in malese significa 'Puglia cara'). Nella seconda metà del mese di novembre l’attrice e influencer malese, Nabila Huda, molto conosciuta nel mondo asiatico, ha girato in lungo e in largo la Puglia. E poi ha raccontato la sua esperienza pugliese sul suo canale Instagram, ottenendo anche oltre diecimila like per ogni post.Il progetto, voluto da Pugliapromozione e dall'Ambasciata Italiana di Kuala Lumpur, proseguirà nel 2019 con un evento Puglia presso l’Ambasciata italiana, organizzato da Pugliapromozione a cui parteciperà anche Nabila.

 “Viaggio molto ed in Italia tutti mi hanno parlato della Puglia, di quanto sia meravigliosa e del fatto che non potevo fare meno di visitarla. Ed io sono curiosa. Quindi ho deciso di venire. Sono rimasta impressionata durante il mio viaggio dall’architettura, dalla cultura e naturalmente dal cibo, con porzioni grandissime! Ho visto borghi, masserie, grotte, trulli; l’esperienza che mi ha colpito di più è stata quella alle Grotte di Castellana : sono meravigliose; non esiste un posto così in Malesia! – racconta Nabila - Purtroppo durante il mio soggiorno ha piovuto tanto ma abbiamo avuto modo di fare attività al coperto e soprattutto ci siamo sentiti in famiglia. We got a family in Puglia! Ci tornerò con tutta la famiglia e i miei amici. E' una destinazione che consiglierò, soprattutto per il cibo e la gente accogliente”.

Cliccate qui https://www.instagram.com/kupu_kupu/ per conoscere tutte le tappe del viaggio di @kupu_kupu, questo il nome dell'acconut della influencer su Instagram.

Puglia, tempi duri per i furbetti dell''appartamentino': ok legge che istituisce registro strutture ricettive non alberghiere

(Pixabay)
BARI - Tempi duri per gli abusivi della ricettività turistica in Puglia. Il Consiglio regionale ha approvato il disegno di legge che istituisce, in particolare, il Registro regionale delle strutture ricettive non alberghiere con l’attribuzione del “Codice identificativo di struttura” (CIS). Quest’ultimo dovrà obbligatoriamente essere citato in tutti i supporti pubblicitari utilizzati (digitali, scritti, stampati, etc). Per gli inadempienti sono previste sanzioni pecuniarie da un minimo di 500 a un massimo di 3mila euro. L’incisiva lotta della Federalberghi Puglia contro la piaga dell’abusivismo ricettivo registra un altro importante successo. 

«La nostra associazione può festeggiare oggi un altro successo nella dura battaglia contro l’abusivismo ricettivo. – ha commentato Francesco Caizzi, presidente della Federalberghi Puglia – Il Consiglio regionale ha recepito le nostre istanze approvando un ulteriore strumento per porre un argine al proliferare di questa piaga e garantire un sistema d’accoglienza rispettoso delle regole. Dobbiamo, altresì, sottolineare con soddisfazione il grande impegno profuso dall’assessore regionale al Turismo Loredana Capone e dalla sua struttura tecnica di riferimento. La Puglia si è finalmente dotata di una normativa che lo stesso ministro del Turismo Gian Marco Centinaio ha annunciato di voler adottare anche a livello nazionale».

«Il Codice identificativo di struttura – ha spiegato il leader degli albergatori pugliesi - dovrà essere indicato dai soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare e affitto breve, nonché quelli che gestiscono portali telematici, sugli strumenti utilizzati nella pubblicità, promozione e commercializzazione dell’offerta sia che avvenga con scritti o stampati o supporti digitali sia con qualsiasi altro mezzo. Sono previste sanzioni pecuniarie da un minimo di 500 a una massimo di 3mila euro per ogni attività pubblicizzata, promossa o commercializzata priva del CIS. Le funzioni di vigilanza, controllo e di irrogazioni delle sanzioni amministrative saranno esercitate dai Comuni, ferma restando la competenza dell’autorità di pubblica sicurezza e dell’autorità sanitaria».

«La piaga dell'abusivismo nel settore ricettivo – ha ricordato Caizzi - ha continuato a dilagare anche nell’estate 2018. Secondo la Guardia di Finanza "una casa vacanza su due è affittata in maniera irregolare". La situazione nazionale, al pari di quella regionale, ci ha reso la fotografia di un sistema che ha superato i livelli di guardia. Ad agosto in Puglia erano disponibili su Airbnb ben 35.694 alloggi (+94,91% rispetto ad agosto 2016), a livello nazionale erano 397mila, quasi 6mila nelle Province di Bari e Bat e 1.146 nella sola città di Bari. Numeri impressionanti per i furbetti dell’appartamentino. Da questi dati si deduce che oltre 200mila host italiani hanno esercitando la propria attività in nero. Questi signori si sono arricchiti indebitamente alle spalle degli operatori onesti (concorrenza sleale), dei lavoratori (lavoro nero), dello Stato (evasione fiscale), della comunità locale (pressione sul mercato dell'edilizia abitativa, spopolamento dei centri storici, evasione dell'imposta di soggiorno e degli altri tributi locali) e, spesso, hanno messo a rischio la sicurezza dei turisti (mancato rispetto delle norme di igiene e sicurezza). Dopo aver consegnato un dettagliato dossier all'esame del ministero del Turismo, degli organi regionali e comunali e della Guardia di Finanza, con i quali abbiamo sottoscritto anche protocolli d’intesa per inasprire i controlli e la repressione, non possiamo che apprezzare l’ultimo provvedimento regionale. La Federalberghi continua a perseguire una linea d’azione intransigente per la legalità contro l’abusivismo, all'insegna del principio "stesso mercato, stesse regole"».

A Polignano si pagherà il biglietto

(Pixabay)
di PIERO CHIMENTI - Con l'avvento del Natale le città pugliesi si preparano ad abbellirsi per ospitare al meglio i turisti. È il caso di Polignano a Mare e Alberobello, che quest'anno hanno pensato di far pagare ai turisti un ticket per far ammirare ai turisti le loro meraviglie. Nella città di Domenico Modugno, il sindaco ha provveduto a montare dei tornelli che introducono i visitatori nella parte vecchia del paese al modico prezzo di €5, con cui sarà possibile anche gustare alcune prelibatezze locali. Il primo cittadino di Alberobello, invece, ha pensato di fa pagare ai visitatori un ticket per far scoprire loro gli angoli poco conosciuti della Città dei trulli che è stata riconosciuta patrimonio dell'Unesco.

Turismo: l'Agenzia Connections di Londra per la prima volta in Puglia

BARI - Connections Meetings in Puglia si è aperto domenica 18 Novembre con la cena inaugurale presso Masseria Torre Coccaro e continua fino ad oggi passando anche per Masseria Don Luigi, a Savelletri. L’evento organizzato dalla famosa agenzia Londinese in collaborazione con Inventure Life (società specializzata nei servizi turistici fondata dal giovane imprenditore Luigi De Santis) e il patrocinio di Puglia Promozione, ha coinvolto un gruppo selezionato di 50 buyers da tutto il mondo specializzati nel settore del turismo del lusso (agenti di viaggio privati, tour operators e organizzazioni corporate) e 50 fornitori (hotel 5stelle, ville, attività esperienziali e servizi per il turismo made in Puglia e non solo) per tre giorni di networking esclusivo, utile a costruire relazioni commerciali dedicate al turismo del settore lusso.

Parallelamente agli incontri b2b, i delegati hanno preso parte ad un programma stimolante. Si è discusso di tendenze e sfide che affronta l’industria dell’ospitalità e dei servizi turistici nel mondo di oggi e nel futuro prossimo. I buyer hanno avuto la possibilità di scoprire diverse attività esperienziali completamente Made in Puglia: dalle sessioni di yoga organizzate dall’associazione Orto dell’Idro di Otranto alle lezioni di musica popolare coordinate da Enzo Fina, dalla scuola di cucina sui Panzerotti a varie degustazioni gastronomiche come i vini di Marcello Apollonio, l’Olio Extra Vergine di Oliva dell’Azienda Alèa e i prodotti di SalentoEat.com. Insomma corsi di cucina, degustazioni, cultura e attività sportive unite all’ospitalità 5 stelle tutta Pugliese, hanno aiutato i buyers internazionali a scoprire e ad apprezzare la nostra regione, proponendo tour esclusivi per la stagione 2019.

"La Puglia offre ormai itinerari da proporre ai buyer internazionali per sperimentare il lifestyle pugliese in tutte le sue sfumature . In Puglia lusso significa unicità di masserie e centri benessere, cibo a km zero e personalizzazione delle esperienze di vacanza. Oggi le imprese pugliesi del settore sono in grado di offrire un ventaglio di proposte sempre più personalizzate e una esperienza di vacanza su misura, in una terra ancora autentica e al di fuori dei circuiti di massa- commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone -  Un plauso agli organizzatori per aver portato in Puglia Connection Meeting, una iniziativa che contribuisce a promuovere la Puglia, in questo caso facendo leva sul cibo che rappresenta sicuramente uno dei punti di forza della sua attrattività”.

Connections è un concept di networking già rodato che ha costruito intorno a sé un enorme successo in giro per il mondo coinvolgendo buyers del circuito Virtuoso come Valerie Wilson - agenzia New Yorkese preferita dalle celebrities - Escape Artist di Los Angeles, NU Tourizm di Mosca, l’esclusivissima agenzia Israeliana Tamuz Tourism e molti altri players del settore vendita prodotti turistici “high end”, che per la prima volta arrivano in Puglia per svolgere i loro incontri. Infatti dopo la 3 giorni in Valle d’Itria l’evento si sposterà in Salento dove Inventure Life porterà alla scoperta del tacco d’Italia questi pregiatissimi ospiti: Lecce, Otranto, Galatina, Maglie e Gallipoli sono state le mete scelte per il breve tour che farà luce su hotel, ristoranti, paesaggi e attività da proporre alla nuova clientela straniera che approderà in Puglia per la stagione 2019.

"Siamo lieti di portare Meeting Connections in Puglia", afferma Micaela Giacobbe, fondatrice e direttrice di Connections. "Non vediamo l’ora che i delegati sperimentino la magia di questa regione speciale, poiché durante le loro riunioni godranno di esperienze autentiche e locali e siamo lieti di ospitare un evento durante la Settimana del Cibo Italiano. I nostri ringraziamenti a Inventure Life per aver portato la loro passione per la Puglia all'evento come DMC ufficiale e a Puglia Promozione per il loro sostegno prezioso.

Il turismo fa rete: Gargano Ok cresce del 100%

RODI GARGANICO (FG) – Da 35 a 60 consorziati in un anno, con una crescita che sfiora il 100%: il Gargano fa squadra, lo fa con il Consorzio degli Operatori Turistici “Gargano ok”. “Cosa sta cambiando in questo territorio? Tutto. Stiamo imparando davvero che l’unione fa la forza. E lo stiamo imparando grazie ai risultati ottenuti”, ha commentato Bruno Zangardi, presidente del sodalizio, a conclusione dell’ultima riunione dell’Assemblea dei Soci durante la quale sono state ratificate le prime nuove adesioni; nella prossima e ultima riunione dell’anno, entro la fine di dicembre, ne saranno ufficializzate altre ancora, fino a portare il conto a 60 imprese del territorio.

Già, i risultati: nel 2019, Gargano Ok arriverà a spegnere le sue prime 10 candeline. Nato nel 2009, a differenza di tanti altri consorzi si è rafforzato di anno in anno, fino all’exploit degli ultimi 12 mesi. Dentro, ci sono aziende ricettive, imprese di servizi (solo una per ogni diversa tipologia) e produttori enogastronomici d’eccellenza di 16 diverse località: Monte Sant’Angelo, Rodi Garganico, Peschici, San Giovanni Rotondo, Vico del Gargano, Vieste, Isole Tremiti, Manfredonia, San Nicandro Garganico, Apricena, Foggia, San Marco in Lamis, Ischitella, Poggio Imperiale, Bovino (Monti Dauni) e Termoli (Molise).

IL CAMBIO DI PROSPETTIVA: DALL’ENTROTERRA VERSO IL MARE - “Facciamo affari, non politica né campanilismo”, ha spiegato Zangardi. “Al primo punto del nostro statuto c’è un principio inderogabile: si parte dalla promozione del territorio, non dal singolo interesse della singola impresa. Si promuovono il Gargano e la provincia di Foggia, non i singoli paesi. Si fa rete, perché questo significa amplificare la propria voce, risparmiare sulle forniture e i costi di gestione, scambiarsi servizi, mappare e cogliere le opportunità, offrire letteralmente mari e monti, accoglienza e qualità, una e più esperienze del territorio a 360 gradi sul binario natura-cultura e sapori”, ha aggiunto Zangardi. “Stiamo capovolgendo la prospettiva: prima si pensava che solo dal mare si potessero portare turisti verso l’entroterra. Non è così, perché il vantaggio è biunivoco: entroterra e mare sono un tutt’uno; la Grotta di San Michele e le grotte marine sono differenti, ma ugualmente meravigliose e capaci di essere un attrattore ancora più potente se integrate in una o più offerte turistiche integrate”.

“10MILA POSTI LETTO” - Insieme, le strutture ricettive del consorzio gestiscono oltre 10mila posti letto. Grazie alle aziende di servizio in esso presenti, il Consorzio è pressoché autonomo per quanto riguarda i trasporti, i mezzi e la logistica per le escursioni, l’ideazione e la produzione di materiali per la promozione e il marketing, la creazione e vendita di pacchetti turistici su misura, l’approvvigionamento a km zero delle eccellenze enogastronomiche, l’organizzazione di educational e tour indirizzati a buyer, tour operator internazionali, giornalisti.

NUOVI ITINERARI, DESTAGIONALIZZAZIONE - “La destagionalizzazione la facciamo davvero, non è soltanto una bella parola”, ha spiegato Zangardi. “Stiamo alimentando una domanda crescente, quella di chi viaggia tutto l’anno e vuole non la solo la spiaggia o la montagna, ma un’esperienza coinvolgente, un’immersione vera nell’identità di un territorio. Per fare un esempio: crescono gli arrivi e i pernottamenti di chi fa base a Monte Sant’Angelo o a San Giovanni Rotondo per poi muoversi verso le altre località interne e costiere del Gargano. Da soli non siamo nessuno, insieme siamo una forza, ma la nostra forza è il territorio, tutta la provincia, con un ruolo crescente di Foggia e dell’entroterra non solo garganico, ma anche dei Monti Dauni”.

“STA CAMBIANDO LA MENTALITA’” - “E’ in atto un vero e proprio cambiamento culturale. Il propellente di questo cambiamento sono soprattutto i giovani, i figli degli operatori turistici che sono stati fuori, hanno studiato e conosciuto il mondo. Stanno migliorando la qualità e la internazionalizzazione della loro offerta. Sta migliorando la qualità dell’accoglienza, la varietà e il livello innovativo dei servizi, si sta innalzando il livello medio dell’offerta turistica più in generale, nelle strutture, nei ristoranti, nei servizi di guida e nella promozione del territorio. Tutto questo è fondamentale, al pari di ampliare i nostri orizzonti fortemente direzionati verso la promozione dell’entroterra, perché la concorrenza dall’estero si sta rafforzando. Se siamo riusciti a evitare il tracollo registrato nel Salento, è proprio perché questi cambiamenti sono in atto già da tempo e vanno rafforzati, incrementati e incoraggiati ulteriormente”, ha concluso Zangardi.

La Puglia promuove e valorizza il turismo lento

BARI - Il turismo lento visto come straordinario connettore di esperienze turistiche. È questo l’obiettivo della Regione Puglia che mira a un turismo destagionalizzato, culturale ed internazionale.

La riflessione è emersa nel corso del convegno “In Puglia il turismo lento” tenutosi sabato 17 novembre 2018 a Roma nell’ambito della manifestazione “All Routes lead to Rome”, il meeting annuale degli itinerari, delle rotte, dei cammini e delle ciclovie italiane.

L’iniziativa è promossa dalla Regione Puglia, in collaborazione con PugliaPromozione e ha rappresentato un momento di confronto e discussione sul tema dei cammini e del turismo slow.

«Il progetto dei cammini - ha spiegato Aldo Patruno, direttore Dipartimento Turismo ed Economia della Cultura di Regione Puglia -  rappresenta una idea di sistema, una strategia politico - culturale che deve portare a rafforzare le interconnessioni tra le Regioni del Mezzogiorno. Sono convinto che il tema dei cammini e degli itinerari culturali sia la vera sfida su cui giocare un nuovo protagonismo del Mezzogiorno. In questi anni abbiamo cercato di orientare gli investimenti su un unico obiettivo: differenziare, attraverso i cammini, l’offerta culturale al fine di destagionalizzare e internazionalizzare il turismo pugliese. Lavorando ad un modello integrato di gestione al quale si applicherà il Comitato Regionale dei Cammini che andremo ad istituire nei prossimi giorni con il coinvolgimento di tutti i principali attori pubblici e privati».

I progetti regionali convergono quindi verso un unico processo, come spiegato da Rocky Malatesta, Responsabile Sviluppo Prodotti Turistici di PugliaPromozione: «Il nostro progetto di valorizzazione ha una mission: lavorare su turismo slow, su enograstronomia, su arte e cultura. La Puglia è una regione che non ha mai abbandonato la sua identità, dedicando molte risorse alla nascita di strutture ricettive come le masserie. Abbiamo scelto di rimanere legati al passato, alla storia e non ci siamo mai orientati verso un mercato di massa. Il turismo slow è una filosofia di vita, ed è la risposta ad una società frenetica non più a contatto con la natura».

«I cammini hanno una dimensione spirituale e non religiosa - ha spiegato Sandro Polci, Direttore del Festival Europeo Vie Francigene, Cammini, Ways, Chemin - Rappresentano una dimensione personale di ogni individuo. Le microinfrastrutture sono indispensabili, ma per chi cammina è importante emozionarsi attraverso gli elementi tipici del territorio, come per esempio il cibo, diventato ormai la bandiera più importante che abbiamo in Italia. Fare cibo e produrlo rappresenta, infatti, un fattore di coesione».

L’integrazione tra Turismo e Cammini è possibile grazie a una strategia attuata dalla Regione Puglia che ha permesso ai diversi attori del sistema di emergere.

«La Puglia - ha commentato Simone Bozzato, docente Beni Culturali, Formazione e Territorio dell’Università di Tor Vergata - ha creato un meccanismo che collega la realtà nazionale con le comunità locali. La piccola e media impresa si sente figlia di un sistema, riuscendo anche a creare posti di lavoro. Bisogna fare in modo che queste realtà locali possano continuare a sentirsi parte integrante di questo meccanismo».

Presente al convegno anche Maurizio Sciarra, Presidente dell’Apulia Film Commission: «Il cinema dovrebbe raccontare questo turismo. Grazie alle produzioni che vengono in Puglia si sta dando più spazio a luoghi ancora sconosciuti della nostra regione. È importante avere un occhio attento verso questo settore che riesce a valorizzare tutto il territorio».

Nel pomeriggio ci si è soffermati sul racconto e sull’analisi di sette esperienze riguardanti itinerari turistici e idee di promozione, app e festival culturali. 

In definitiva, il turismo lento rappresenta la frontiera su cui la Puglia intende puntare per il futuro, partendo da profonde radici storiche, culturali, spirituali e identitarie.

Fasano, a Tenuta Monacelle è già Natale. Torna l'evento più magico dell'anno: #Apuliaforchristmas

FASANO (BR) - Tornano anche quest’anno i tradizionali mercatini di Natale, per l’evento che ogni anno attira oltre un migliaio di visitatori provenienti da tutti i paesi limitrofi e che in questa quinta edizione, visto l’esplosione di Instagram cambia nome e diventa social: #APULIAFORCHRISTMAS.

La scelta, anche questa volta, come per le precedenti edizioni, è caduta su Tenuta Monacelle, splendida struttura ricettiva, adagiata sulle colline della Selva di Fasano, dove è custodito un antico borgo di trulli del 1700, davvero fiabesco. E con la quale, l’organizzazione, ha ormai instaurato un sodalizio di successo.

L’evento, ideato e realizzato da Cinzia Bellisario con il supporto di tutto lo staff di Tenuta Monacelle, si propone di dare visibilità al mondo dell’artigianato e del fai da te, attraverso la messa in mostra di creazioni tutte rigorosamente fatte a mano.

#APULIAFORCHRISTMAS torna vestita a festa. Un occasione ghiotta per fare il pieno di regali da mettere sotto l’albero o semplicemente per acquistare oggetti d’arredo per la propria casa. Un evento strepitoso, unico e originale, che, nelle precedenti edizioni ha richiamato un pubblico variegato e che ha trovato il suo apprezzamento sia nei grandi che nei più piccoli. Il borgo dei trulli addobbato con tutte le sue lucine e ghirlande farà da contorno all’evento più atteso dell’anno. Oltre alla mostra – mercato, che vedrà la presenza di circa 40 espositori, tra i più bravi e fantasiosi di tutta Italia ci sarà la possibilità di degustare le prelibatezze della cucina di Tenuta Monacelle e assistere a una serie di spettacoli davvero belli confezionati per l’occasione.

Si potrà partecipare a un vero e proprio percorso enogastronomico, fatto di odori e profumi inconfondibili che solo il Natale sa regalare, caratterizzato da diversi angoli di degustazione come l’angolo delle caldarroste, della salsiccia alla griglia o quello dei pastellati. Per non parlare dello show cooking live delle pettole zuccherate. E il vino, immancabile, quello delle nostre cantine partner.  E poi il laboratorio della tradizione pugliese con Clara D’Aprile il suo gruppo. I workshop creativi. Il coro gospel con gli allievi dell’Accademia Kumanta di Noicattaro e la cover di Renato Zero con Rino Argeri.

Save the date : sabato 1 dicembre dalle 16 alle 23 e domenica 2 dicembre dalle 10 alle 21. Sempre e solo a Tenuta Monacelle.

L’ingresso è gratuito.

Sogna la Puglia con una tazza di caffè

LONDRA - Ogni giorno centinaia di migliaia di inglesi bevono il loro caffè o thè in tazze d’asporto di carta nei cafes, o per strada. Da oggi a Londra per alcuni di loro la paper cup sarà brandizzata Puglia.

È partita infatti, la campagna di comunicazione di Pugliapromozione Puglia pape cup, in collaborazione con @cupthemarket: 150 mila paper cups brandizzate Puglia per un mese in 50 caffetterie di tendenza, non appartenenti alle grandi catene, nella zona 1 e 2 di Londra, la più centrale.

La campagna si è inaugurata in concomitanza con il WTM, WORLD TRAVEL MARKET, la più grande Fiera Internazionale del turismo di Londra, a cui Pugliapromozione ha partecipato con uno stand di 200 mq e oltre 30 realtà del turismo pugliese.

Sulle paper cup un’illustrazione realizzata ad hoc richiama la luminosità della Puglia, la vivacità delle campagne e del mare, puntando su un messaggio dal posizionamento molto forte: “Puglia Travel Therapy, Grab your cup of happiness” (Puglia viaggio terapeutico, afferra la tua tazza di felicità).
La Puglia viene raccontata nella fredda e grigia Londra non solo come una destinazione, ma come una vera e propria terapia del buon umore. Tazza in mano con i colori della Puglia, gli avventori inglesi potranno inquadrare il QR code ed essere indirizzati alla landing page, dove un video racconta gli aspetti positivi di una vacanza in Puglia, naturale rimedio allo stress e fonte di emozioni da conservare nel cuore (http://www.weareinpuglia.co.uk/).
La landing page raccoglierà gli indirizzi email di chi è interessato a ricevere la news letter sulla Puglia.

Oltre alle tazze, i consumatori troveranno un flyer alla cassa delle caffetterie londinesi coinvolte nella campagna, con cui si invita a farsi una foto con la paper cup e a postarla su Instagram con l’hasthag #weareinPuglia. Le più belle foto saranno premiate con i magneti della Puglia.

“Una campagna molto divertente, che colpisce nel segno e parte in contemporanea con la più grande Fiera internazionale del turismo a Londra – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone -  La campagna fa sognare ai londinesi durante la pausa del caffè una Puglia ridente e mediterranea. Suggerisce la destinazione come un antistress: la vacanza in Puglia rigenera, sviluppa la serotonina, incuriosisce, è un piacere per il palato e meraviglia. La Puglia è già conosciuta e visitata dagli inglesi, che rappresentano il quarto mercato turistico e tendenzialmente vengono in Puglia soprattutto nei mesi di marzo, aprile e maggio. Un mercato in crescita su cui la Puglia punta, grazie anche ai voli diretti.”

François de Vinol, founder e Ceo della start up Cup the Market, afferma: “Siamo entusiasti di aver collaborato con una regione mozzafiato come la Puglia per il lancio una campagna così unica. Cup the market dà alle aziende la possibilità di raggiungere il proprio target in momenti di pausa, in cui sono ben disposti a fantasticare con una tazza di caffè bollente tra le mani. La mission di Cup the market è capitalizzare questi momenti e la loro positività”.

La campagna parte il 9 novembre e durerà un mese. È in programma un prossimo flight nei primi mesi del 2019, che condurrà il consumatore ad un viaggio digitale nell’esperienza turistica in Puglia.
Stay tuned! 

Turismo: convegno internazionale a Taranto

BARI - Il Consorzio Mari di Taranto invita al Convegno internazionale “Mediterraneo e Oceano Indiano, dialogo tra mari: l’India incontra Taranto quale centralità del Mediterraneo. Imprese, logistica, turismo, cultura. Opportunità di interscambio”.

La manifestazione si terrà alle ore 16.30 di domani, venerdì 9 novembre presso il Castello Aragonese di Taranto.

Il convegno rientra in una visita di tre giorni a Taranto di una importante delegazione ufficiale dell’Ambasciata della Repubblica d’India a Roma, con la presenza di Gloria Gangte, Vice Ambasciatrice della Repubblica dell’India in Italia, e di Shyam Chand, direttore Sezione commerciale Ambasciata dell'India a Roma.

I lavori del convegno, moderati da Nicla Pastore, saranno introdotti da Antonio Melpignano, presidente Consorzio Mari di Taranto, per proseguire con i saluti istituzionali di Rinaldo Melucci, Sindaco di Taranto, di Michele Emiliano, presidente Regione Puglia, dell’Ammiraglio di Divisione Salvatore Vitiello, comandante del Comando Marittimo Sud Marina Militare, e dell’avvocato Sergio Prete, presidente Autorità di Sistema del Porto di Taranto.

Il convegno entrerà poi nel vivo con gli interventi di Terenzio Lo Martire, coordinatore tecnico Consorzio Mari di Taranto, Salvatore Guerriero, presidente PMI International, Gianni Azzaro, consigliere comunale e consigliere nazionale ANCI, Gloria Gangte, Vice Ambasciatrice della Repubblica dell’India in Italia, e Shyam Chand, direttore Sezione commerciale Ambasciata dell'India a Roma.

Le conclusioni saranno affidate a Vera Corbelli, Segretario Generale del Distretto dell’Appennino Meridionale e Commissario Straordinario per le Bonifiche.

Alla scoperta della torre Bellesguard di Barcellona

(Pixabay)
Gaudí Barcellona: un binomio tanto celebre quanto indissolubile. Se praticamente tutti coloro che si recano per la prima volta nel capoluogo della Catalogna finiscono per passeggiare tra il verde di Parc Güell per fare la fila alla Sagrada Familia (a proposito, qui potete comprare i biglietti), sono molti meno quelli che si spingono ai piedi dei monti di Collserola per visitare la Torre Bellesguard.

Eppure è bellissima, e senz’altro meritevole di visita. Questa casa privata – appartiene alla famiglia Guilera dal 1944 – fu costruita dal 1900 al 1909 sulle rovine di un antico castello medievale di proprietà di re Martino I di Aragona. È in stile gotico e permette di godere un panorama stupendo sulla città: non a caso il suo nome significa letteralmente “bella vista”. Un particolare interessante è che Gaudí non rase al suolo il vecchio castello, ma lo utilizzò come “base” per l’edificio, che presenta alcuni elementi ricorrenti nell’architettura del maestro, come il caso del tetto ad arco di mattoni e le colonne inclinate.

Essendo abitata, non si può visitare completamente: è però possibile ammirarne l’esterno, la cantina, il giardino, la sala concerti, la terrazza, la cappella e diversi altri ambienti, come la sala fumatori, riconoscibile dal gran numero di finestre e dai soffitti alti che servivano a ventilarla. Notevole anche la facciata, in pietra di gesso, densa di simboli cristiani come la la croce a 4 bracci e la scritta Ave Maria Purissima che fu concepita senza peccati.

Alla Torre Bellesguard si può arrivare in bus o a piedi dalla fermata Avinguda Tibidabo (L7). L’ingresso intero con audioguida costa 9 €, mentre la visita guidata – che personalmente ci sentiamo di consigliarvi – costa 16 €; a questa pagina potete comprare i biglietti. Smettete di pensarci e passate all’azione: avrete il privilegio di scoprire un capolavoro di Gaudí che, ingiustamente, conoscono in pochi!

Mezza maratona e torneo di Golf: a Borgo Egnazia il mese di novembre è dedicato allo sport

SAVELLETRI DI FASANO (BR) – Appuntamento domenica 18 novembre, pronti ai nastri di partenza, per la “Mezza di Egnazia”, la prima mezza maratona voluta e promossa da Borgo Egnazia. Il percorso si svilupperà sulla classica distanza di 21,097 km: il via proprio da Borgo Egnazia, a Savelletri di Fasano, per poi seguire il tracciato tra uliveti secolari e masserie, costeggiando la zona archeologica di Egnazia e il lungomare di Savelletri passando per San Domenico Golf, Masseria San Domenico, Masseria Cimino, con traguardo finale nuovamente a Borgo Egnazia.

L’evento è organizzato in collaborazione con “Polisport Ciclo Club”, associazione sportiva dilettantistica con sede a Fasano dal 1979, gruppo entusiasta di atleti appassionati che partecipa alle più importanti manifestazioni podistiche nazionali e internazionali.

Al percorso classico della mezza maratona si affiancherà una Family Run di 5 km, pensata per le famiglie che vogliono vivere una piacevole giornata all’aria aperta, degustando anche i sapori del territorio, grazie ai punti di ristoro gastronomici lungo l’itinerario. L’intero ricavato della Family Run sarà devoluto in beneficienza all’associazione “La Fontanella” di Fasano, Onlus di puro volontariato che dal 1995 si occupa di aiutare persone e famiglie che vivono la realtà di diversamente abili in età adulta.

Da segnalare che, a partire da venerdì 16 novembre, Borgo Egnazia offrirà a tutti gli appassionati la possibilità di partecipare allo stage running con Orlando Pizzolato, due volte vincitore della maratona di New York. Lo stage, oltre alle sedute di corsa, includerà l’analisi dello stile di corsa e delle scarpe, oltre che sedute di elasticità, potenziamento muscolare, equilibrio posturale e stretching specifiche per il podista.

Tutti i dettagli sono disponibili al seguente link https://borgoegnazia.it/mezza-maratona
Per le iscrizioni alla mezza maratona www.cronogare.it/la-mezza-di-egnazia

Il weekend successivo, dal 23 al 25 novembre, sarà invece dedicato al golf con la seconda edizione del Challenge Sergio Melpignano: intense giornate di golf tra sport e solidarietà in onore dell’Avvocato Melpignano, fondatore di Borgo Egnazia e del gruppo San Domenico Hotels.
Il San Domenico Golf, scenografico campo a 18 buche affacciato sulla costa di Savelletri di Fasano ospiterà una avvincente Pro-Am per appassionati e un inedito show con grandi campioni internazionali: Costantino Rocca ed Emanuele Canonica, José María Olazábal e Josè Rivero, Sandy Lyle e Barry Lane. Anche in questo caso il ricavato dell’iscrizione alla gara sarà interamente devoluto in beneficienza alla Onlus “AmoPuglia”, associazione che sostiene l’assistenza sanitaria oncologica.

Tutti i dettagli sono disponibili al seguente link: www.sandomenicogolf.com/it/golf/sergio-melpignano-challenge

La Puglia al World Travel Market di Londra

LONDRA - La Puglia è da oggi al WTM, il WORLD TRAVEL MARKET, la più grande Fiera Internazionale del turismo di Londra. Con Pugliapromozione, che ha  allestito uno stand della Puglia di 200 mq, ci sono oltre 30 operatori del turismo pugliese. Nello stand della Puglia, molto visitato, fervono gli incontri di lavoro, ma non mancano anche gli appuntamenti di showcooking, curati dalla Scuola di Cucina  di Castel di Pietra.

Nel pomeriggio Puglia e Lombardia insieme hanno presentato  le attività di promozione del progetto Double your Journey in Italy che si propone di costruire un itinerario combinato fra la Lombardia e la Puglia, per poter far assaggiare al turista alcune sfumature dell’Italia molto diverse e complementari: montagna e mare, paesaggi italiani molto diversi, tracce storiche e cultura che si intrecciano, enogastronomie tipiche dei luoghi.

“Siamo convinti che il trend attuale dei viaggiatori è quello di sperimentare anche in Italia destinazioni nuove e meno battute di Roma, Venezia e Firenze, che magari restano le mete del primo viaggio nel nostro Paese. Puglia e Lombardia sono due regioni legate da sempre da rapporti molto proficui sul piano culturale ed economico, pur essendo agli antipodi dello stivale italiano, e sono ben collegate con voli di linea brevi e frequenti – ha detto l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone - Insieme stiamo costruendo prodotti innovativi ed esperienze attrattive per un viaggio che abbia tutte le suggestioni del Nord e del Sud d’Italia messe insieme”.

Quello anglosassone è un mercato molto interessante per la Puglia: dal 2010 al 2017 gli arrivi e i pernottamenti dal Regno Unito sono più che raddoppiati (rispettivamente +173% e +137%) e nel 2017 il Regno Unito è stato il quarto mercato per presenze turistiche con una quota del 7,8%. Nei primi otto mesi del 2018 è proseguita la crescita con circa 20mila pernottamenti in più rispetto all’anno precedente.

 Tra i prodotti emergenti per i turisti inglesi in Puglia spiccano il turismo natura nei parchi nazionali e regionali, mentre tra i prodotti di nicchia e le attività complementari si riscontrano il golf, gli itinerari enogastronomici e i corsi di cucina, le passeggiate a cavallo e il cicloturismo. Negli ultimi cinque anni grandi investitori britannici investono in Puglia in strutture ricettive di elevata qualità dal punto di vista turistico, e privati hanno acquistato proprietà immobiliari (seconde case) per un uso privato turistico. L’attenzione si è focalizzata nei trulli della Valle d’Itria e nelle masserie della provincia di Lecce e Brindisi.

Riti di Ognissanti 'social', influencer travolti dal calore dei Monti Dauni

FOGGIA - I riti di Ognissanti sui Monti Dauni sono diventati social per un'intera settimana grazie ad un press tour organizzato dal Comune di Troia. Giornalisti, blogger e instagrammer arrivati dalle province di Lodi, Genova, Lucca, Rimini, Napoli e dalla Costiera Amalfitana hanno promosso attraverso i loro canali e account le tradizioni legate al primo novembre e alla Commemorazione dei defunti, assieme al grande patrimonio storico, artistico, culturale ed enogastronomico delle aree interne della provincia di Foggia. "Abbiamo scelto di valorizzare usanze antiche che perpetuiamo di generazione in generazione - ha spiegato l'assessore al Turismo del Comune di Troia Margherita Guadagno - La nostra cittadina ci tiene a promuoverle e tramandarle. E l'intera comunità si è dimostrata come sempre partecipe e accogliente".

L'ITINERARIO - Il viaggio slow tra le bellezze della Daunia è partito il 29 ottobre. La grande meraviglia di Troia, la Cattedrale con il suo rosone, ha subito catalizzato l'attenzione degli influencer che hanno potuto ammirare gli Exultet, preziosi rotoli miniati di epoca medievale. Lo storytelling di usanze come la calza dei morti e della processione delle anime che nella notte tra l'uno e il due novembre attraversa le vie del paese con le tavole imbandite per loro nelle case ha impreziosito l'itinerario. Nel MED, il Museo Ecclesiastico Diocesano, gli ospiti del tour hanno potuto apprezzare la parte più genuina della religiosità popolare. Preziosa la collaborazione dei volontari che operano all'interno delle strutture museali e dei beni, a partire dallo Iat, il centro di informazione e accoglienza turistica. Gli ospiti del press tour “I Murticill e i Riti di Ognissanti" hanno visitato anche Ascoli Satriano, uno dei comuni inseriti nel progetto di promozione del territorio, e il suo Polo Museale che custodisce i magnifici Grifoni.

Esaltante l'esperienza del gruppo ai Fucacoste e Cocce Priatorje di Orsara di Puglia, il più grande evento di Ognissanti. Gli ospiti del press tour si sono cimentati nell'intaglio delle zucche e hanno partecipato alle attività organizzate dal Comune nella notte dei falò e delle anime del Purgatorio.

A spasso tra le viuzze di graziosi borghi dei Monti Dauni hanno catturato scorci caratteristici e paesaggi, hanno scoperto i tesori nascosti e hanno diffuso live in una serie di Stories su Instagram i momenti topici.

Il progetto, realizzato in collaborazione con Daunia Press Tour, è stato finanziato dal “Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014 – 2020” “Attrattori culturali, naturali e turismo” Asse VI – Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali - Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche Avviso pubblico per la organizzazione di iniziative di ospitalità di giornalisti e opinion leader promosse dai Comuni o Unioni di Comuni della Regione Puglia 2018 finalizzate alla conoscenza del territorio e dei suoi attrattori materiali ed immateriali”.

IL FOOD - Le eccellenze agroalimentari sono state protagoniste dei laboratori sensoriali degustativi. Notoriamente imbattibili a tavola, i Monti Dauni hanno preso per la gola gli influencer affermandosi tra le migliori cucine d'Italia. Il Nero di Troia bio Decanto, le dieci etichette delle Cantine Elda e le Eccellenze Giannelli hanno fatto il giro del mondo tramite post e tweet. I partecipanti al Daunia press tour si sono cimentati nella preparazione del grano cotto, il dolce tipico di questo periodo di festa. "Al Sud non si può digerire" ha giustamente osservato l'assessore Margherita Guadagno salutando gli ospiti che hanno particolarmente apprezzato le specialità locali.

COSA DICONO DEI MONTI DAUNI GLI INFLUENCER - "È una terra fatta principalmente di particolari "notevolmente discreti", di tradizioni "silenziosamente radicate". E ogni volta che ne ascolto una nuova voce, mi lego a lei un po' di più" www.vocedelverbopartire.com.

"La Puglia che amo, i Monti Dauni che già a marzo mi fecero innamorare follemente di questa terra, ecco ieri mi hanno travolta. Perché è questo ciò che fanno. Mi travolgono col il loro calore, con quel farti "stare bene" che due parole non riescono a spiegare" www.oltreleparoleblog.com

"Il progetto del Comune di Troia, a cura dell'assessore Margherita Sara Guadagno, è ambizioso ma possibile. Il territorio è caratterizzato da una gestione turistica che sta muovendo i primi passi, ma che presenta eccellenze enogastronomiche con un potenziale incredibile. La sfida da affrontare e vincere è puntare su un marketing oggi quasi inesistente ma che ha tutte le carte in regola per imporsi nel panorama regionale e nazionale" www.travelstelling.com

"È meraviglioso l'attaccamento alla terra e al territorio che si respira, mi ricorda tanto la mia amata Toscana. Al di là delle visite di questo Press Tour, starei delle ore ad ascoltare le storie delle persone" www.ingegnererrante.com

"Porto a casa nuove amicizie, nuove conoscenze, nuove esperienze e qualche chilo in più! Perché "purtroppo" la cucina pugliese è troppo buona e molto generosa! Come si fa a rifiutare tutte quelle bontà? Tra taralli, mozzarelle, salumi, pancotto, primi, secondi, dolci e vini meravigliosi, è un continuo mangiare!" www.oggidoveandiamo.com

"Anche quest’anno il piccolo Comune del foggiano ha vinto la sfida della destagionalizzazione con l’invasione pacifica di migliaia di persone richiamate dalla festa dei Fucacoste e cocce priatorje" www.ilsudonline.it 

Turismo: nasce la destinazione Sud Salento

UGENTO (LE) - Nella sala del Comune di Ugento 35 sindaci salentini hanno firmato il 30 ottobre scorso la convenzione per la costituzione della Destinazione Sud Salento (Ex art 30 del T.U.E.L.).

Un percorso che viene da lontano e ha richiesto un anno e mezzo di lavoro nella convinzione comune di puntare insieme, pubblico e privati, sul turismo come settore strategico per lo sviluppo locale di un territorio affascinante, anche perché periferico. La sfida è integrare i settori strategici dello sviluppo, attraverso una collaborazione tra istituzioni con la partecipazione attiva delle comunità locali e di privati che offrono esperienze innovative.

 Il Capo di Leuca, seconda area interna della Regione Puglia, è nata dall’unione dei programmi d’area “Terre d’Otranto”, capofila il comune di Poggiardo, e “Terre di Leuca”, capofila il comune di Tiggiano. Con i suoi borghi delle aree interne e la costa rappresenta un territorio da riqualificare e attrezzare come prodotto turistico unitario, assicurando un buon livello di servizi e qualità della vita. Con la nascita della Destinazione turistica Sud Salento, si intende rilanciare il legame tra centri urbani e costa, tra innovazione e tradizione, tra identità locale e nuove opportunità, per rinnovare la capacità di crescita competitiva del territorio. A beneficiarne in primo luogo le comunità locali. Ma anche i turisti che scelgono i territori in cui si vive bene. Con la convenzione è stata data al sindaco di Ugento, Massimo Lecci, la delega quale soggetto coordinatore della destinazione turistica del Sud Salento mentre al sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi, é stato affidato il coordinamento della Conferenza di Partenariato, composta di venti componenti, pubblici  e privati, che dovrà definire finalità e obiettivi.

"Trentacinque sindaci intenzionati a fare propria la strategia di Regione Puglia sul turismo hanno sottoscritto a Ugento l'accordo con cui nasce "Destinazione Sud Salento". Un atto di cui essere orgogliosi – commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, che ha partecipato all’incontro -Un territorio che va da Otranto a Ugento coinvolgendo i comuni dell'area interna dalle potenzialità turistiche enormi e ancora poco sfruttate. La Destinazione Turistica, con la sua capacità di aggregare comuni costieri e area interna, pubblico e privato, rappresenta lo strumento più adeguato per costruire un prodotto capace di esaltare le vocazioni territoriali per intercettare   la complessità della domanda turistica globale. Dopo questo primo importante risultato - ha proseguito Loredana Capone - adesso occorre fare un lavoro di animazione del territorio e di formazione perché scaturisca dal basso, dagli operatori del settore e dalle amministrazioni, un processo che punti alla qualità dei servizi e dell'accoglienza. Enogastronomia, turismo culturale, cicloturismo, natura e sport sono sicuramente gli assi su cui costruire i prodotti turistici con cui presentarsi nelle grandi rassegne internazionali di settore. In questa prospettiva non mancherà ai comuni il supporto tecnico di Puglia Promozione."

Fra i Principi fondanti della convenzione quello di Area interna come città diffusa affacciata sulla costa e di Integrazione tra turismo e altri settori dell’economia locale, quali agricoltura, artigianato e manifatturiero, che hanno subito una crisi congiunturale con una riduzione dei saperi e delle arti e a una trasformazione del paesaggio legata all’abbandono dei campi. Entroterra e costa sono i portatori dei caratteri attrattivi del territorio, tra tradizione e paesaggi naturali. Ma occorrono politiche di rivitalizzazione dei centri storici capaci di integrare gli interventi pubblici con l’intervento privato per il riuso delle abitazioni, negozi e botteghe all’interno dei distretti urbani del commercio.

“Costruire percorsi esperenziali attraverso i quali raccontare la qualità del nostro territorio e la nostra identità culturale è diventato indispensabile per attrarre ospiti anche nei mesi non estivi In grado di apprezzare lo spirito dei luoghi – ha detto Pierpaolo Cariddi, Sindaco di Otranto - Il progetto messo in campo ha questo obiettivo principale da raggiungere con una sinergia tra regione, comuni e privati per valorizzare sempre più una terra che può mettere in campo tanti turismi”.

" Da Otranto a Ugento, rinomate località di mare ed un entroterra che narra bellezza intrecciata a saperi e antica saggezza di genti laboriose e accoglienti. Il turismo che diventa Sistema Produttivo per una terra generosa tutta da scoprire ". Questo il commento del sindaco di Poggiardo, Giuseppe Colafati. Soddisfatto anche il Sindaco di Ugento, Massimo Lecci che ha espresso viva soddisfazione per la sottoscrizione dell'importante convenzione  che concorrera' a potenziare e qualificare l'offerta turistica del territorio in stretta sinergia con la Regione Puglia e gli altri portatori d'interesse pubblici e privati, mentre il sindaco di Tiggiano, Ippazio Morciano, ha sottolineato l’importanza della rete dei comuni e  il grande impegno d’integrazione.

Torna il Titanic, salperà nel 2022

ROMA - Torna in mare il Titanic, o almeno la sua esatta replica. Il progetto di costruire una replica della celebre nave passeggeri affondata nell'Atlantico era stato sospeso per problemi finanziari, ma ora e' ripartito e il Titanic II salperà per la prima crociera nel 2022. Si tratta di un tour di due settimane con partenza da Dubai verso Southampton, in Inghilterra, poi da li' alla volta di New York, tracciando la rotta della nave che affondo' il 12 aprile 1912 durante il suo viaggio inaugurale dopo la collisione con un iceberg.

Il Titanic II, costruito da Blue Star Line, ricalchera' tutti i dettagli estetici dell'originale, inclusi gli interni, e avra' circa lo stesso numero di passeggeri (2.400 persone) ed equipaggio (900). Tuttavia, sarà dotato di una tecnologia all'avanguardia per navigazione e sicurezza, e ci saranno molte scialuppe di salvataggio.

"L'imbarcazione seguirà il viaggio originale, trasportando i passeggeri da Southampton a New York, ma circumnavigherà anche il globo", ha spiegato l'uomo d'affari e politico australiano Clive Palmer, colui che e' dietro l'iniziativa.

Turismo: Puglia terza in Italia per attrazione degli investimenti dopo Roma e Milano

BARI - Una giornata intensa di informazione e formazione per gli operatori turistici pugliesi oggi in Fiera al centro congressi con il BuyPuglia Investiment & Education, seconda edizione realizzata nell’ambito del BUYPUGLIA TRAVEL MEETING, in collaborazione con Federalberghi Puglia, Bari Convention Bureau, About hotel, Tourism Investiment, PKF hotelexperts.

Un programma molto ricco con 20 incontri, workshop e tavole rotonde in cui è stato possibile confrontarsi con più di 50 ospiti tra opinion leader, esperti, operatori e istituzioni su 3 tematiche principali: Investimenti & mercati, Innovazione & Sostenibilità, Brand & Design.

La giornata è cominciata con un incontro sul tema “Progetti di sviluppo e interventi a sostegno degli investimenti”.

 “La Puglia risulta fra le destinazioni preferite in Italia per attrazione degli investimenti immobiliari nel turismo, dopo due grandi capitali, Roma e Milano. E’rilevante che un intero territorio risulti attrattivo per gli investimenti, secondo la recente indagine congiunta di Tranio e MR&H sugli investimenti immobiliari internazionali nel Mediterraneo. Questo deriva dal nostro sistema di incentivi, ma anche e soprattutto dal fatto che la Puglia ha un ottimo brand. Venire ad investire in Puglia é significativo perché il turismo cresce e anche sotto il profilo delle strutture di lusso, e perché è l’intero territorio della Puglia con tutte le sue sfumature ad essere appetibile – ha detto l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone -In questo ultimo periodo della programmazione dei fondi europei gli investimenti per la riqualificazione delle strutture ricettive si sono raddoppiati, segno che le imprese hanno puntato sulla qualità. La Puglia ha fatto la scelta coraggiosa di potenziare restauri, manutenzioni e lavori su luoghi identitari, come le masserie per esempio.  La competizione mondiale, con destinazioni che hanno costi del lavoro molto più bassi, è molto forte. Fornire qualità ed esperienze uniche è quindi l’impegno fondamentale di tante imprese e della Regione. Contemporaneamente abbiamo puntato su nuovi target e nuovi mercati, compito che svolge Pugliapromozione. Grazie al BuyPuglia sono qui in questi giorni tantissimi buyer che non abbiamo invitato solo a sedersi al tavolo per gli incontri d’affari con i nostri operatori; li abbiamo anche invitati a visitare la Puglia dal vivo. Questo perché abbiamo voluto fortemente che avessero l’opportunità di vivere, da protagonisti, un pezzo di vita pugliese. Perché la Puglia è tanto: è professionalità, cultura, mare, paesaggio, luce, cibo. Ma soprattutto perché vogliamo che chi si avvicina a noi comprenda che c’è un equilibrio imprescindibile da rispettare, ed è quello tra le esigenze del turismo e quello delle nostre comunità, che rappresentano il più grande potenziale di attrazione, in termini di esperienza, su cui la Puglia ha scelto di puntare”.

Oltre all’Assessore Capone hanno parlato Cosimo Borraccino, Assessore Sviluppo Economico della Regione Puglia, Antonio De Vito, Direttore Generale di PugliaSviluppo, Francesco Caizzi, Presidente di Federalberghi Puglia, Magda Antonioli Corigliano, Direttore ACME (Economics and Management in Arts, Culture, Media and Entertainment) e MET dell’Università Bocconi. A moderare Laura Dominici di Guida Viaggi & About Hotel e Giorgio Bianchi di PKF hotelexperts.

Fra gli altri incontri della giornata nella sezione “Investimenti e Mercati” anche un approfondimento sulle caratteristiche del mercato cinese, a cura di CITS - Tour Operator di Stato cinese. Numerosi i panel organizzati con il supporto di altri partner, sia istituzionali che privati. Nella sezione “Innovazione e Sostenibilità” l’incontro su: “Tracce in rete: i big data al servizio del turismo” a cura di Pugliapromozione; Damiano Sibilla di TIM, ha sottolineato la collaborazione tra TIM e PugliaPromozione sul territorio pugliese che consente di avvalersi dei dati, in forma anonima e aggregata, rilevati dalla rete mobile di TIM, per realizzare analisi legate alla presenza e alla mobilità della popolazione in occasione di eventi di forte richiamo turistico.

Nella giornata di formazione Pugliapromozione ha dato voce agli operatori della filiera turistica che si sono confrontati nell’area Networking Puglia #bettertogeth  sui sistemi digitali operativi che connettono la Pubblica amministrazione e gli operatori turistici (CPS, SPOT, SPID e il DMS) e sulle opportunità e le difficoltà del digitale; e ancora il team #bettertogether di Pugliapromozione, a cui partecipava anche Fifth Beat e alcune start up scaturite da progetti PIN, ha progettato insieme agli operatori turistici degli itinerari con puntatori, fili tematici e post-it sulla parete dedicata di Puglia #bettertogeth.

Giro del mondo culinario: 10 hotel con ristoranti stellati per regalarsi un’esperienza da sogno

ROMA - Che gli italiani siano buongustai, è risaputo. E a quanto pare non sono disposti a rinunciare ai piaceri della tavola nemmeno in viaggio. Lo confermano i dati della piattaforma digitale per la ricerca di voli e hotel momondo.it, secondo cui il 15% dei viaggiatori tricolore sceglie la propria meta proprio in base all’esperienza culinaria che si aspetta di provare nel Paese di destinazione. Inoltre, quasi due terzi degli italiani (64%) in vacanza sono disposti a spendere di più per mangiare bene, mentre circa un terzo (31%) preferisce mangiare nel ristorante dell’hotel. Quale soluzione migliore se non regalare al proprio palato un’esperienza sopraffina, scegliendo un hotel con ristorante stellato? Ecco quindi la lista dei ristoranti premiati da visitare almeno una volta nella vita secondo momondo, per un viaggio all’insegna del gusto.

“L’esperienza culinaria è per molti un elemento chiave del viaggio e, soprattutto se si è aperti a provare le pietanze e le ricette tipiche locali, grazie alla cucina è possibile scoprire ancora meglio la destinazione che si sta visitando, addentrandosi in sapori, usi e culture diverse dalla nostra,” commenta una spokesperson di momondo. “Attraverso i nostri consigli vogliamo ispirare i viaggiatori italiani – rinomati cultori della buona tavola – a concedersi delle chicche gastronomiche per dare un sapore più speciale alla propria vacanza e renderla ancora più indimenticabile.”

Hôtel Plaza Athénée – Parigi, Francia

L’Hôtel Plaza Athénée con la sua eleganza disinvolta è riconosciuto come uno dei migliori alberghi di Parigi e il suo ristorante non è da meno. L’Alain Ducasse al Plaza Athénée si posiziona al 13° posto della classifica World’s Top 50 restaurants list. Con ben tre stelle Michelin, il ristorante dello chef Alain Ducasse offre interni spettacolari e sontuosi, che comprendono separé curvi in acciaio inox e imponenti lampadari di cristallo. Il nuovo menù è incentrato su ingredienti sani, biologici e sostenibili e include pesce, verdure e cereali.

Prezzo medio per un volo a/r per Parigi nel 2018 a partire da 56 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: febbraio

Park Hyatt Washington D.C. – Washington D.C., USA

Lo stile classico americano incontra il lusso al Park Hyatt Washington D.C.. A breve distanza dalla Casa Bianca e da molti dei principali monumenti cittadini, l’hotel rende omaggio alla storia e alla cultura americana, così come il pluripremiato ristorante al suo interno: il Blue Duck Tavern. L’ambiente casual-chic del Blue Duck Tavern punta sulla cucina americana semplice, dove l’abbondante cibo tradizionale è di casa. Un assaggio del contorno di patate arrosto al grasso d’anatra è d’obbligo, avendo cura di lasciare spazio per una fetta della celebre torta di mele, tanto amata dall’ex presidente Barack Obama, che continua a tornare qui per gustarla.

Prezzo medio per un volo a/r per Washington D.C. nel 2018 a partire da 329 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: agosto

PuLi Hotel and Spa – Shanghai, Cina

Nascosto dalla frenesia e dal trambusto del centro di Shanghai, il PuLi Hotel & Spa è un’oasi solitaria, nonché il primo resort urbano di Shanghai. Oltre a 193 stanze chic e spaziose, il suo servizio di maggiordomo attivo 24 /24 e una spa di fama mondiale, il PuLi ospita anche un ristorante stellato da poco rinnovato: il PHÉNIX eatery & bar. Lo Chef Michael Wilson è la mente che ha portato a nuova vita la moderna cucina francese del PHÉNIX: dall’assortimento di affettati di tenero vitello, chorizo spagnolo, salame e classici confit, fino a portate principali come spalla d’agnello e maialino da latte, perfetto da condividere in due o tre persone.

Prezzo medio per un volo a/r per Shanghai nel 2018 a partire da 368 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: agosto

ABaC Restaurant & Hotel – Barcellona, Spagna

Ex casa di un consolato americano e monumento architettonico protetto, l’edificio dell’elegante ABaC Restaurant & Hotel si trova in cima alle colline di Barcellona in Avinguda del Tibidabo. La sua posizione lontana dagli affollati quartieri turistici lo rende un luogo di evasione tranquillo nel cuore della città. A capo dell’ABaC Restaurant c’è il più giovane chef stellato spagnolo, Jordi Cruz, che ha ricevuto la sua prima stella a soli 24 anni. Cruz è specializzato nella cucina d’ispirazione catalana con un tocco moderno e ogni piatto è finemente ideato per intrigare i sensi.

Prezzo medio per un volo a/r per Barcellona nel 2018 a partire da 38 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: gennaio

COMO The Halkin – Londra, Regno Unito

Il raffinato hotel londinese COMO The Halkin è situato nel cuore del quartiere Belgravia, a pochi passi da Buckingham Palace e Hyde Park. Ognuno dei cinque piani di questo albergo dal design esclusivo ha come filo conduttore un diverso elemento, con arredi e combinazioni cromatiche che rappresentano l’acqua, l’aria, il fuoco, la terra e il cielo. Il suo ristorante con una stella Michelin, Ametsa with Arzak Instruction, trae ispirazione dall’acclamato ristorante a tre stelle Azark di San Sebastian, Spagna. In collaborazione con suo padre, la chef Elena Arzak crea un menù in costante cambiamento composto da allegri piatti baschi fatti con gli ingredienti locali più freschi.

Prezzo medio per un volo a/r per Londra nel 2018 a partire da 39 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: giugno

The Yeatman – Porto, Portogallo

Costruito in cima a una collina a Vila Nova de Gaia con ampie viste sul fiume Duero, The Yeatman è il solo albergo a cinque stelle di Porto. The Yeatman è un lussuoso wine spa hotel con sauna, piscina panoramica interna a sfioro e con stanze che seguono il tema delle cantine portoghesi. Ponendo l’accento sul pescato fresco portoghese, gli ospiti possono scegliere tra una vasta selezione di pesce che spazia dalla tradizionale aragosta e gambero turco fino al più esotico sgombro e pesce scorpione, il tutto sapientemente abbinato a vini portoghesi.

Prezzo medio per un volo a/r per Porto nel 2018 a partire da 39 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: luglio

Belmond Hotel Cipriani – Venezia, Italia

Il Belmond Hotel Cipriani di Venezia è sicuramente nell’elenco dei posti preferiti dalle celebrità. L’esclusivo Oro Restaurant prende il nome dal soffitto a cupola in foglia d’oro, sontuosamente decorato con un lampadario elegantissimo e raffinato, fatto interamente di vetro di Murano. Solo gli ingredienti della più alta qualità vengono usati in cucina. Anche se il menu offre i classici italiani preferiti, tra cui pasta, manzo e maiale, sono caldamente consigliate la specialità a base di pesce e frutti di mare veneziani.

Periodo più conveniente per il soggiorno: febbraio

Hotel Okura Amsterdam – Amsterdam, Paesi Bassi

L'Hotel Okura Amsterdam, lussuoso 5 stelle superior di 23 piani con vista sulla città, rappresenta la scelta imperdibile per chi è alla ricerca di un viaggio capace di deliziare anche i palati più ricercati: infatti, non uno ma ben quattro i ristoranti stellati che ospita al suo interno. Il Ciel Bleu Restaurant regala la vista sulla città dal 23° piano ed è stato insignito di due stelle, mentre il ristorante giapponese Yamazato Restaurant vanta una stella Michelin e serve la vera cucina kaiseki. Gli chef del ristorante teppanyaki Sazanka, anch'esso premiato con una stella, preparano le pietanze su una piastra calda direttamente al tavolo. Infine, Eletto Bib Gourmand, il ristorante Serre propone piatti internazionali a base di prodotti di stagione locali freschi.

Prezzo medio per un volo a/r per Amsterdam nel 2018 a partire da 79 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: gennaio

Grand Hôtel Stockholm – Stoccolma, Svezia

Al primo sguardo l’opulento Grand Hôtel Stockholm non sembra il tipo di posto che ospita un informale ristorante stellato, ma è esattamente così. Il moderno e rilassato ristorante Matbaren è il capolavoro culinario del quattro volte chef svedese dell’anno, Mathias Dahlgren – uno dei più celebrati d’Europa. Il menù di Matbaren cambia costantemente a seconda degli ingredienti locali di stagione. Tra i piatti quasi sempre disponibili ci sono i panini al vapore, imperdibili per ogni buongustaio che si rispetti.

Prezzo medio per un volo a/r per Stoccolma nel 2018 a partire da 40 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: gennaio

Hotel Adlon Kempinski Berlin – Berlino, Germania

Questo prestigioso hotel a cinque stelle che vanta il suggestivo sfondo della Porta di Brandeburgo è pura espressione dell’eleganza, e il ristorante Lorenz Adlon Esszimmer è il suo fiore all’occhiello. Il ristorante è stato insignito di ben due stelle Michelin ed è il regno dello Chef de Cuisine Hendrik Otto e del famosissimo Maître Oliver Kraft, che propongono piatti dell’alta cucina europea rivisitati in chiave moderna.

Prezzo medio per un volo a/r per Berlino nel 2018 a partire da 31 €. Periodo più conveniente per il soggiorno: luglio

A Taranto 4° Focus 'Dalla campagna al mare. Turismo e filiere produttive'

TARANTO - Appuntamento a martedì 23 ottobre, dalle 15:30 alle 18:30, presso il Palazzo Pantaleo nel Centro Storico di Taranto, Rampa Pantaleo 6, per il quarto dei focus tematici sul  Piano Strategico Taranto Futuro Prossimo organizzati da Asset, Comune di Taranto e Regione Puglia in collaborazione con Pugliapromozione, Pugliasviluppo, Apulia Film Commission, Teatro Pubblico Pugliese, Arti e Arpa Puglia.

Gli eventi  gratuiti sono una serie di incontri per porre l’attenzione su specifici assi tematici che caratterizzeranno inevitabilmente la visione strategica del territorio tarantino con l’obiettivo di:

identificare le specifiche risorse e potenzialità offerte dal territorio rispetto a determinate condotte operative
individuare criticità e rischi che potrebbero agire da limitatori delle strategie stesse
sancire condotte operative che consentano la massima funzionalità, sostenibilità ed efficacia delle azioni.
Nell’ambito dello specifico focus si vuole evidenziare il ruolo strategico che le sinergie tra turismo e filiere produttive locali potrebbero rivestire per il territorio tarantino in termini di :

promozione territoriale  (superamento dell’immagine di one company town)
diversificazione economica e occupazionale (ricettività e servizi dell’accoglienza)
rafforzamento di settori produttivi locali (agroalimentare, pesca, mitilicoltura)
attrattività territoriale (valorizzazione del patrimonio naturalistico)

Anche attraverso questo ciclo di incontri, il Piano Strategico di Taranto intende proporsi come uno strumento condiviso, come un laboratorio aperto che ambisce a coinvolgere esperti e non esperti, e la cittadinanza tutta, con il comune obiettivo di contribuire a realizzare il “futuro prossimo” della comunità tarantina.

Info:

http://asset.regione.puglia.it/

#weareinpuglia: al via eventi in Puglia e in Italia

BARI - “La Puglia è piena di sorprese, una regione molto fotogenica; c’è il mare, ci sono i trulli, si mangia bene. Cosa si vuole di più! Camminando nei centri storici, a Cisternino, Locorotondo, senti la storia, la cultura, la bellezza che i pugliesi hanno creato, il contatto con gli abitanti che sono molto aperti. Non mi sento straniero qui!”. Sono le parole del fotoreporter iraniano di fama internazionale Manoocher Deghati, che da qualche anno ha scelto la Puglia come suo 'buon ritiro'. Insieme a Francesco Pistilli, vincitore del World Press Photo 2018, sono i testimonial del progetto #vieniafotografareinpuglia, ideato da CIME in collaborazione con Pugliapromozione per promuovere la Puglia, come meta turistica e come location ideale per gli amanti della fotografia, a Palermo al Word Press Photo, la più importante mostra al mondo di fotogiornalismo.

Deghati, già creatore e direttore dell’unità fotografica delle Nazioni Unite e di AINA Photojournalism Institute in Afghanistan, oltre che ex direttore per Agence France Press e Assoiciated Press, ha tenuto sabato scorso a Palermo, nell’ultima settimana di picco della mostra, una Public lecture e ha parlato anche del progetto #vieniafotografareinpuglia per il quale Pistilli ha realizzato uno shooting.

“Il brand #weareinpuglia è presente in numerose manifestazioni di rilievo per l’autunno 2018. Sono state tredici le proposte approvate con il bando di cobranding di Pugliapromozione che si svolgono fino al 30 novembre, dedicate ad “Arte e cultura”, “Spettacolo dal vivo e Cinema”, “Sport” ed enogastronomia-– commenta l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone – “Una strategia di alleanza di marketing pianificata, grazie ad un bando di Pugliapromozione, con una attenta analisi dei potenziali benefici, quali il rafforzamento dell’immagine della Puglia turistica e del brand e la conquista di nuovi segmenti di turisti che, grazie alla partecipazione agli eventi selezionati, entrano in contatto con la straordinaria offerta culturale, sportiva, paesaggistica ed enogastronomica della Puglia".

E nel week end scorso, in contemporanea al Word Press Photo di Palermo, il marchio #weareinpuglia era presente anche alla Settimana della Cultura del Mare a Gallipoli, un evento che ha puntato a valorizzare la “risorsa mare” attraverso le arti, i saperi e le tradizioni e che ha avuto un successo di pubblico. Tante le iniziative che sono culminate ieri, domenica 7 ottobre, con la “Regata velica delle Tonnare di Gallipoli” nell’ambito della prima tappa del Campionato invernale Città di Gallipoli e con un incontro al Chiostro di san Domenico, su VISIONI BLU “Il mare nella letteratura salentina del Novecento”.

E sempre il mare è lo sfondo della manifestazione “Piazza Puglia” a Trieste durante la più spettacolare regata del mondo che è la Barcolana. Degustazioni tra prodotti tipici e piatti realizzati nel pieno rispetto delle tradizioni culinarie pugliesi. Uno spazio espositivo,  con le degustazioni preparate da grandi chef come Alessandro Circiello, volto noto di Rai 1 e Luca Marchini chef stellato, realizzato dall’Associazione Nazionale Flavors in Promotion, con la collaborazione dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia e la partecipazione dei GAL Gargano, Meridaunia, Daunia Rurale, del Comune di Foggia e della Solutiongroups. Una grande occasione la Barcolana, per incontrare un pubblico esperto e grande conoscitore dei gusti e delle tradizioni culinarie pugliesi, una occasione per ospitare all’interno dell’area PIAZZA PUGLIA, grandi personaggi della vela e per promuovere i turismi (archeologico, delle coste, enogastronomico, religioso) che fanno ricca l’intera Puglia. 

La Puglia alla 40esima edizione di IFTM Top Resa a Parigi

PARIGI - La Puglia ha partecipato dal 24 al 28 settembre a Parigi all’IFTM Top Resa, all'Expo Porte de Versailles di Parigi ,evento di riferimento del mercato francese giunto quest’anno alla 40esima edizione. Erano presenti alla 4 giorni di Parigi, operatori turistici provenienti da tutto il mondo. Nello stand della Puglia, un’area espositiva di 40 mq, nell’area ENIT Francia, Pugliapromozione era presente con 10 operatori turistici pugliesi, al lavoro ai propri desk, interessati a rafforzare i flussi turistici con il mercato francese, mercato target , al secondo posto dopo quello tedesco.

Nei primi sette mesi del 2018 il turismo dalla Francia in Puglia è cresciuto del +6% per gli arrivi e del +3% per le presenze (dati provvisori). E’ il secondo mercato estero, dopo la Germania, con maggior presenza di turisti in Puglia e l’incremento dei flussi dal 2010 al 2017 è più che raddoppiato: +165% gli arrivi e +110% i pernottamenti (in valori assoluti, rispettivamente, 118mila e 347mila nel 2017). I turisti francesi scelgono la Puglia per soggiorni balneari prediligendo i comuni di Bari, Lecce, Fasano, Vieste, Polignano, Otranto, Castellaneta, Monopoli e Gallipoli.

L’incremento dei voli low cost e di linea diretti con la Puglia ha portato a un rapido incremento dell’incoming e si prevede che la propensione a viaggiare del francese sarà in costante aumento anche per il 2019.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Bricolage Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia