Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta musica. Mostra tutti i post

Boomdabash, il successo continua: al via il 'Barracuda Winter Tour'



Dopo il trionfo durante l'estate con la pluripremiata hit “Non ti dico no” insieme a Loredana Bertè i Boomdabash non si fermano e per l'inverno annunciano "Il Barracuda winter tour”, una nuova ondata di concerti dal vivo che li vedrà protagonisti tra Novembre e Gennaio nei più prestigiosi club italiani ed europei. Clou del tour sarà un grande concerto – evento che darà vita all’indimenticabile “Boomdabash & Friends”, attesissimo show live unico nel suo genere previsto per il prossimo 24 Gennaio all’Alcatraz di Milano. 

Il “Barracuda European tour” parte il prossimo 20 Novembre da Barcellona per proseguire il 21 Novembre a Londra, il 22 Novembre a Parigi, il 23 Novembre a Bruxelles, il 24 Novembre ad Amsterdam il 28 Novembre a Siviglia, il 29 Novembre a Madrid e il 30 Novembre a Zurigo. Il pubblico italiano potrà invece gustare l’energia live dei Boomdabash a partire dal 15 Dicembre da Corato (BA) per continuare il 26 Dicembre a Maglie (LE), il 18 Gennaio a Roma, il 19 Gennaio a Castellaneta Marina (TA), il 25 Gennaio a Torino e il 26 Gennaio a Parma.

Al Demodè di Bari arriva Noyz Narcos, il maestro del rap



ll maestro del rap Noyz Narcos venerdì 9 Novembre, arriverà a Modugno (Ba) al Demodè per l’attesa tappa live prevista dal suo “Enemy Tour” che lo vedrà protagonista sui palchi delle principali città italiane per tutto l’inverno. Considerato come uno dei migliori rapper di sempre e maestro d’ispirazione per moltissimi giovani della nuova generazione hip hop, Noyz Narcos, al secolo Emanuele Frasca, dopo anni di assenza dalle scene musicali è tornato re indiscusso con il suo ultimo lavoro, un vero e proprio best seller della cultura urban che si avvale delle produzioni dei migliori producers della scena odierna: da Night Skinny a Sine, non mancano inoltre le produzioni di Parix, David Ice, Boss Doms e st Luca Spanish.

Durante l’”Enemy tour 2018”, il rapper proporrà dal vivo tutti i brani tratti dal nuovo album d’inediti Enemy (Thaurus/Island Records), senza dimenticare inoltre i maggiori successi che hanno segnato definitivamente l’inizio della sua carriera, consacrandolo come idolo rap tra i più apprezzati di sempre. Grazie ad un flow unico e contraddistinto da uno stile inimitabile, Noyz Narcos, in questa nuova dimensione live, sarà pronto a far scatenare il grande pubblico con numerose sorprese.

Da “Enemy”, brano che titola l’album, a “Sinnò me moro”, singolo che ha anticipato uscita del disco, omaggio alla cantautrice romana scomparsa Gabrielle Ferri e alla sua Roma, e “Niente per Niente”, sono solo alcuni dei brani inclusi nel disco, che si arricchisce inoltre di preziosissime collaborazioni e featuring con alcuni dei migliori rapper del panorama italiano, come il feat con Salmo nel brano “Mic check”, “Sputapalline” in feat con Coez, “Casa Mia” in feat con Luchè e Capo Plaza, “R.I.P.” con Achille Lauro, “Matanza” in feat con Rkomi e “Borotalco” feat Carl Brave & Franco.

Le prevendite per le nuove date dell’Enemy tour sono disponibili su ticketone al seguente link https://bit.ly/2Rq0gs0 . L’intero tour è ideato e organizzato da Thaurus Live, nota agenzia di booking e management di riferimento nel panorama rap italiano.

Canali ufficiali dell'artista:
Facebook: facebook.com/ NoyzNarcosReal

Canali ufficiali Thaurus Music
Sito ufficialewww.thaurus.it

Alessandro ALO Casini: X Factor, il successo e i progetti futuri

(credits: Edoardo Novati)
MILANO - Eclettico e originale, Alessandro Alo Casini è la nuova rivelazione del panorama musicale italiano. Dopo l'esperienza ad X Factor, il giovane artista ligure, pubblica il videoclip del suo nuovo singolo 'Uomini che amano le donne'che ottiene un riscontro positivo dal popolo del web: in pochi giorni ha raggiunto più di 200 mila visualizzazioni.  ''Non è un brano di denuncia - sottolinea Alessandro. E' un invito a vivere più liberamente la propria sessualità''.

Alessandro ALO Casini è un giovane artista, classe 1993, con tanti sogni dentro e fuori dal cassetto. Inizia a cantare piccolissimo, a 7 anni, sulle note dei successi in rotazione su MTV: da Anastacia, Christina Aguilera e Britney Spears a Craig David e Justin Timberlake, i suoi idoli sono le popstar e il suo passatempo preferito imparare le coreografie dei videoclip musicali. A 12 anni è già in una compagnia di Teatro amatoriale, e gira l’Italia in bus come corpo di ballo e cantante nei musical. Poi si trasferisce a Bologna, dove matura musicalmente e avvia il proprio progetto solista. Ma la svolta arriva solo un mese fa con la partecipazione a X Factor12, quando conquista giudici e pubblico con l’inedito “Uomini che amano le donne”.


Com'è andata ad X Factor?
Andare ad X Factor stato il mio desiderio da sempre o perlomeno, un desiderio sopito. Per un periodo della mia vita pensavo che l’ambiente della televisione o comunque più mainstream non facesse per me o per la mia musica. Poi sono maturato e ho cambiato idea. Ho capito che era un ottima occasione tentare di presentarsi ai provini, mettersi alla prova per sfidare la propria sicurezza.
Penso che per esporsi come fanno gli artisti che tentano X Factor o i talent in generale devi essere molto sicuro di chi sei, e probabilmente io non lo ero. Io mi ero presentato anche l'anno scorso ma non andò affatto bene, credo che fossi ancora troppo legato ad un'idea di me che non mi rispecchiava veramente. Finché non ho cominciato a scrivere in italiano pensavo di appartenere ad un altro mondo, credevo che il pop fosse qualcosa da cui tenersi distante e mi vergognavo dei miei gusti: la mia collezione di cd contava le discografie intere di Britney, Christina, Mariah, Beyonce, le Destiny’s Child, e io invece tentavo di andare da un’altra parte. Fortunatamente sono tornato indietro.

Lo stai seguendo?
Sto guardando il programma dopo la mia eliminazione. Penso che mi ci sarei trovato molto bene. Io puntavo davvero molto su Fedez. Peccato che non sono stato in grado di essere fedele a me stesso dopo “Uomini che amano le donne”. Quando giochi non sempre ti capita la mano vincente, ma non sono uno che si tira indietro.

Poi è arrivato il primo singolo Uomini che amano le donne...
E’ un brano che mi risuonava in testa da molto tempo. Avevo in testa questa specie di filastrocca sugli uomini e le donne e gli uomini che amano gli uomini.

Com'è nato?
E’ nato in un periodo dove le cose non andavano a gonfie vele; in quel momento ho trovato l’ispirazione e ho preso la decisione di sedermi alla scrivania e scrivere di cose più personali, sfogare questa tensione che provavo. Non appena caricai una story su Instagram con 15 secondi di ritornello, le persone cominciarono a reagire molto positivamente. Così mi sono detto che poteva essere qualcosa di forte. E’ stato scritto, arrangiato, prodotto inizialmente da me. Dopo mi sono avvalso della collaborazione di Andrea Rubino (il mio partner artistico) e Deda, che sin da subito ha creduto molto nelle cose che stavo scrivendo.

E' una provocazione la tua?
Non è un brano di denuncia o un brano contro l’omofobia. Può essere letto e interpretato in diversi modi ma in realtà è una canzone sull’ipocrisia. Il testo dice: ''Sarebbe bello che ognuno di noi potesse vivere liberamente il proprio modo di essere''.

(credits: Edoardo Novati)
Ci racconti anche del videoclip?
Quando con Megan Stancanelli (una mia cara amica e regista) ci siamo accorti che la canzone stava esplodendo, ci siamo detti che si doveva fare un video ufficiale. Da lì è stato fondamentale il lavoro di squadra. Io ho scritto in un paio di giorni la sceneggiatura, poi ho incontrato il coreografo, Nicolò Ballerini, con cui abbiamo organizzato le prove e cominciato a montare la coreografia insieme agli altri 7 ballerini. Cyprien Richardi, lo stilista con cui sto collaborando, ha procurato gli outfit di Tom Rebl e Versace, mentre tutti gli altri costumi di scena sono stati scelti da me. Ho trovato un grosso aiuto nei ragazzi che lavorano alla Costumeria Lariulà di Milano. La location è l’Enterprise Hotel.
Alla fine abbiamo portato a casa un super risultato. Ah, devo fare una menzione speciale per mia cugina Jessica che ha fatto veramente i salti mortali per aiutarmi (ride, ndr).

Hai avuto più visibilità dopo la pubblicazione del video?
Sì, soprattutto la connessione con le persone fuori dal programma. Molti hanno deciso di condividere le proprie storie insieme a me; situazioni intime, personali. La televisione mi ha permesso di avvicinarmi a loro attraverso la mia musica e le parole. Questo è stato il risultato più grande.

Parteciperesti ad altri talent?
Adesso, siccome sono anche un autore e produco la mia musica, vorrei concentrarmi sulla mia musica per dare un seguito a questa visibilità che mi ha permesso di avvicinarmi ad un pubblico più ampio. Se capiterà l’occasione parteciperò ad altri talent ma non è la mia priorità.

Adesso cosa bolle in pentola?
Ho molte idee e sono in una fase di 'work in progress' per poter finalmente prendere il volo e far ascoltare le altre mie creazioni artistiche.

Vincent Arena: 'I won't back down' è il nuovo singolo


MILANO - Il singolo “I won’t back down” è l’incipit di una storia che Vincent Arena racconterà nel suo album, una direzione che rappresenta il cambiamento e la decisione di intraprendere un nuovo percorso.
Il senso malinconico ed il mood '80 affinano il tema dell’opera toccando le corde più profonde dell’animo umano.

“Non è una semplice canzone, è un viaggio interiore che accomunerà tutto noi” dice V. A. “ed ho voluto rappresentarlo senza veli, chiaro e trasparente!” - racconta l'artista. 

Vincent Arena produttore che ha ottenuto ottimi consensi nei live, Radio Show, di molti DJ internazionali e su BBC Radio 1. Creatore di soundtrack per film e serie tv, di recente, grazie anche alle sue addictional music, ha vinto moltissimi Awards tra gli Stati Uniti ed Inghilterra nel film “American Fango”.  Un artista originale e apprezzato in tutto il mondo, che continua a stupire con la sua musica. 

Alberto Bertoli in radio con il nuovo singolo 'Eppure soffia'

Arriva nelle radio e in tutti i digital store il nuovo singolo di Alberto Bertoli dal titolo Eppure soffia (Cover di Pierangelo Bertoli).

Eppure soffia è un brano che attraversa le miserie umane stese al sole, il degrado del nostro ambiente per arrivare a sbocciare nella speranza più ferma di un giorno migliore dove il vento continua a soffiare, nonostante tutte le cose che possiamo distruggere, inquinare e massacrare. Il vento soffia forte, accarezza questo pianeta che ci ospita e ci chiede solamente un'armonia di esistenza insieme. Un brano eterno che risuona della forza e della positività della Famiglia Bertoli dove la scrittura del padre rivive nella musica del figlio.

Il brano farà parte del disco STELLE, un lavoro che comprenderà oltre ad un'altra cover del padre Pierangelo (Spunta la luna dal monte feat Tazenda) 10 brani inediti scritti da Alberto, che parleranno dei temi fondamentali della nostra esistenza ma partendo dal punto di vista di un uomo comune che conosce le persone per come sono dentro al loro cuore, vive le sue avventure incontrando personaggi particolari e raccontandosi senza nascondere niente. Dalle origini della sua vita a quelle di una nuova tanto voluta ed amata, attraverso le vicende umane che arricchiscono il nostro percorso e lo rendono unico.

Gerardo Carmine Gargiulo, dai successi degli anni '80 ad X Factor


MILANO - Gerardo Carmine Gargiulo, cantautore-avvocato, dopo i suoi successi negli anni '80, si presenta carico di ironia e spensieratezza alle ultime selezioni del talent show più cool della televisione italiana: X Factor. Artista apprezzato nel panorama musicale italiano, ha scritto per molti artisti tra cui Ornella Vanoni, Cristiano Malgioglio e tanti altri.

Chi si aspettava di trovarselo, un giro, tra i tanti cantanti selezionati ad esibirsi davanti ai giudici di X Factor? Forse nemmeno gli autori hanno informato i giudici che avevano di fronte un artista noto qualche tempo fa e non un mitomane. Eppure l’album “Avellino Express” era girato all’epoca. L'abbiamo incontrato per farci raccontate le emozioni di quel giorno e i suoi prossimi progetti.


Com’é andata ad XFactor?
''Direi che è stato proprio un gran successo. Mi sono esibito con il mio celebre brano “Una gita sul Po” per omaggiare la città di Torino, sede della seconda puntata del talent, ottenendo un grande successo dal giovane pubblico che ha cantato con me il ritornello e dalla giuria, ottenendo anche un sincero sì da parte di Fedez, che ha trovato molto divertente la mia esibizione''.

Ma nessuno dei giudici ti aveva riconosciuto?
''La domanda che molti miei sostenitori si sono posti è: 'Ma è possibile che i giudici non sapessero di avere di fronte te un cantautore notissimo che ha continuato la sua carriera di autore di canzoni di successo e cantautore apprezzato e stimato'? In verità, ho pensato che per gioco facessero finta di non riconoscermi tralasciando totalmente il mio passato di autore per Ornella Vanoni e molti altri cantanti. Mi risulta difficile credere, però, che anche la storica discografica Mara Maionchi abbia avuto un improvviso vuoto di memoria dimenticandosi di me''.

Cosa ti ha dati quest'esperienza?
''Da x Factor sono tornato a casa con una rinnovata popolarità e solidarietà da parte del mio pubblico come dimostrano i post sulla mie pagine social e con la valigia piena di nuovi progetti. Tra un’arringa e l’altra sono pronto a stupire e far sognare ancora il mio pubblico con le mie canzoni''.

Se avessi avuto l’ok dei giudici chi avresti scelto?'
'Se mi avessero promosso a pieni voti , avrei scelto sicuramente Fedez che mi sembra il vero creativo, il più vicino al mio temperamento''.

In passato hai scritto per molti artisti. Che ricordi hai di quei tempi?'
"Ho in valigia una carriera ricca di musica, ricordi e collaborazioni importanti. Ho scritto brani per Ornella Vanoni, Julio Inglesias, Peppino Di Capri ,Toto Cutugno,Domenico Modugno, Cristiano Malgioglio, Sigle televisive programma di Palo Limiti, Come cantautore ho partecipato al Festival Bar di Vittorio Salvetti all’Arena di Verona , ad un Festival di Sanremo e anche la vittoria del Premio Lunezia 2016.  Anni bellissimi e ricordi indelebili. Mi fa sempre piacere ricordare quei tempi''. 

Adesso cosa dobbiamo aspettarci da te?
''A Natale pubblicherò il vinile del mio album 'Cosa sarebbe il mondo senza la musica''. Ma ho sempre tante idee in pentola, non mi fermo mai''.

Luchè: il rapper rivelazione annuncia il nuovo tour

MILANO - Luché annuncia il suo "Potere live tour". Il rapper napoletano, tra gli artisti più originali della scena hip hop contemporanea, partirà il 23 novembre da Bologna per poi toccare i principali club della penisola italiana per tutta la stagione invernale. Luchè proporrà dal vivo tutti i brani tratti dall'ultimo album “Potere”, uscito a giugno e che ha conquistato ogni classifica, senza dimenticare i maggiori successi che hanno segnato definitivamente l’inizio della sua carriera. Da “Torna da Me” a “Potere” sino a “Lv & Balmain” feat. Guè Pequeno non mancherà inoltre occasione di ascoltare “O' Primmo Ammore”, brano il cui video sfiora le 10 milioni di views sulla rete, nonché colonna sonora della nota serie tv Gomorra.

Le prevendite sono disponibili sui canali di Thaurus Music. Queste le date: 23/11 Bologna, Kinder garden 24/11 Firenze, Viper 07/12 Brindisi, Dopolavoro 08/12 Potenza, Moonlight 22/12 Bari, Demodè 05/01 Napoli, Palapartenope 12/01 Senigallia, Mamamia 19/01 Torino, Wow club 26/01 Milano, Alcatraz 09/02 Roma, Orion 16/02 Treviso, New age 23/02 Catania, ecs dogana

Area Sanremo TIM 2018 entra nella fase finale

SANREMO - Dal 25 al 28 ottobre si terrà la seconda e ultima tornata di semifinali (la prima si è tenuta dal 19 al 21 ottobre), mentre dall’8 al 10 novembre al Teatro dell’Opera del Casinò Municipale di Sanremo è in programma la finale, durante la quale sarà selezionata la rosa dei 24 vincitori da sottoporre alla commissione RAI, che sceglierà chi entrerà nel cast di Sanremo Giovani. Area Sanremo TIM 2018 è il concorso musicale promosso dal Comune di Sanremo e dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo. In questa edizione tante e sostanziali sono state le novità, le più salienti sono: l’iscrizione gratuita, fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Sanremo, e l’obbligo di presentazione di un inedito. Grande quindi l’attesa per i tantissimi talenti in corsa che sognano di calcare il prestigiosissimo palco del Festival della Canzone Italiana, a cui anche quest’anno si lega il nome di Gianni Testa. Dopo il successo del talent show televisivo The Coach, il produttore e vocal coach calabrese farà infatti parte della commissione di valutazione per le semifinali e le finali. "Edizione Boom! Difficilissima la scelta. Livello elevato con picchi di grande statura artistica". Sintetizza così il suo entusiasmo Testa sul livello artistico della rosa dei partecipanti. Con lui siederanno nella commissione, presieduta da Antonio Vandoni, Direttore Artistico musicale di Radio Italia, anche Enzo Campagnoli, Direttore d’orchestra, e Monia Russo, cantante, mentre gli altri componenti, per preservarne la neutralità, saranno annunciati in prossimità delle finali.

E ad Area Sanremo Tim si respira aria di Calabria anche per l’assodata presenza del 'calabrese' Maurizio Caridi (origini reggine per lui), presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo. "È un’edizione nuova in ogni sua sfumatura. Abbiamo dovuto investire molto sui corsi formativi riservati e pensati per i partecipanti al concorso. I feedback del passato ci confermavano che gli incontri con un Big della canzone, pur essendo entusiasmanti, non portavano ad un accrescimento artistico-esperienziale. Per questo abbiamo voluto favorire i corsi sulle tecniche di canto, di scrittura e sull’ispirazione per dare a tutti la possibilità di crescere e non solo di partecipare. Abbiamo avuto il coraggio di cambiare, saranno i ragazzi a giudicare", ha dichiarato Caridi soffermandosi sulla proposta formativa che il concorso offre.

I ragazzi che stanno partecipando alle fasi finali di Area Sanremo - la cui direzione artistica è firmata Massimo Cotto - sono coloro che hanno superato le selezioni di Area Sanremo tour, organizzato dalla Anteros Produzioni del presidente Nazzareno Nazziconi. Il tour, al quale si sono iscritti bene 2322 ragazzi, ha contato 123 tappe e 7 finali regionali e interregionali (svolte in Piemonte-Liguria-Valle d’Aosta, Emilia Romagna, Marche-Abruzzo, Puglia, Calabria e Sicilia). Il traguardo delle audizioni nella città ligure è stato raggiunto da più di 1000 giovani artisti (compresi gruppi e band) che in due week-end presenteranno 860 inediti. Media partner della manifestazione, come nelle scorse edizioni, sarà Radio Italia che, con collegamenti in diretta e differita durante lo svolgimento dei corsi ed interviste ai protagonisti, è la radio ufficiale di Area Sanremo".

Ernia: il rapper sceglie la Puglia per la prima tappa del nuovo tour

MILANO - Dopo che il suo ultimo album d’inediti “68” ha conquistato il primo posto della classifica ufficiale FIMI, il rapper Ernia scalda i motori e si prepara a salire sul palco con il suo “68 tour in una lunga serie di concerti che lo vedranno protagonista a partire dal 30 ottobre per tutto l’inverno nei più prestigiosi club italiani.

Si parte il 30 Ottobre da Fasano (Br) per proseguire il 10 Novembre Calcinaia (Pi), il 17 Novembre a Potenza, il 24 Novembre a Firenze, il 30 Novembre a Roma, il 7 Dicembre a Bologna, l’8 Dicembre a Mantova, il 15 Dicembre a Brescia, il 21 Dicembre a Trofarello (To), il 22 Dicembre a Fabriano (An), il 12 Gennaio a Lucca, il 25 Gennaio ad Avellino, il 26 Gennaio a Napoli, il 9 Febbraio a Nonantola (Mo), il 2 Marzo a Novara per terminare il 7 Marzo a Milano.

Ernia è la grande rivelazione del panorama rap italiano: Matteo Professione in arte Ernia, a distanza di un anno dal precedente progetto “Come uccidere un usignolo/67” e dopo il successo del “Come uccidere un Usignolo/67 tour” torna più entusiasta che mai con un nuovo nuovo album prodotto per la maggior parte insieme a Marz e registrato a Milano negli studi di Thaurus. Il disco evidenzia sin dai primi brani un particolare raggiungimento di maturità da parte del giovane rapper che partendo dal suo vissuto analizza con una genuina semplicità lo scorrere della vita quotidiana con lo sguardo critico, attento e insoddisfatto comune a moltissimi giovani affranti dai comportamenti, dalle aspettative e dalle mille problematiche che affliggono la società contemporanea.

Grazie ad un sound ipnotico ed ammaliatore in grado di catturare sin dal primo ascolto, il disco, ricco di suggestioni musicali fonde perfettamente sonorità rap, black, funk, trap, melodie vocali e metriche precise e dirette in un mix inconfondibile di elementi diversi che ben rispecchiano l’evoluzione in corsa e il singolare percorso di uno dei rapper più seguiti ed amati della scena hip hop contemporanea. Relativamente alle sonorità l’intero progetto riflette l’inconfondibile personalità del rapper milanese e la sua innata capacità di distinguersi all’interno dell’ambiente urban attraverso la continua ricerca musicale, mai scontata e non dettata necessariamente dalla moda del momento.

Le performance dal vivo saranno l’occasione per ascoltare tutti i brani di “68” senza dimenticare in scaletta i maggiori successi che hanno segnato definitivamente l’inizio del suo percorso musicale.

Le prevendite delle nuove date del “68 tour”, in partenza il prossimo 30 Ottobre per proseguire nei Live club più importanti della penisola italiana sono disponibili sui canali di Thaurus Music e acquistabili direttamente in loco. L’intero tour è ideato e organizzato da Thaurus Live, nota agenzia di booking e management di riferimento nel panorama rap italiano.


CALENDARIO DEL “68 TOUR” IN CONTINUO AGGIORNAMENTO:

30/10 Fasano (Br), Timo’s club


10/11 Calcinaia (Pi), Boccaccio club


17/11 Potenza, Cycas discoteque


24/11 Firenze, Viper Theatre


30/11 Roma, Circolo degli illuminati


7 /12 Bologna, Locomotiv


8/12 Mantova, Priscilla discoteque


15/12 Brescia, Lattepiù live


21/12 Trofarello (To), Millionaire club


22/12 Fabriano (An), Area club


12/01Lucca, Kuku Disco


25/01 Avellino, Tilt Club


26/01 Napoli, Duel Club


9/02 Nonantola (Mo), Vox


2/03 Novara, Phenomenon


7/03 Milano, Alcatraz

Nasce MIA, il network concreto della Musica Indipendente per creare valore insieme


MILANO - Nasce dall’unione trasversale di quelle realtà indipendenti che caratterizzano il moderno mercato musicale e che hanno deciso di condividere la loro capacità di dialogo costruttivo senza pregiudizio, per rispondere concretamente alle effettive esigenze della discografia indipendente italiana, da un lato sempre più protagonista nel mercato globale ma, per contro, troppo poco tutelata e rappresentata sia a livello istituzionale che nei confronti delle major discografiche e dei grandi provider internazionali.

“L’acronimo MIA esprime il senso di appartenenza dell’associazione ad ogni nostro associato. Il nostro principio fondatore è la visione di un’associazione di categoria trasparente, moderna e polifunzionale – dichiara il Presidente Federico Montesanto - capace realmente di essere sempre in prima linea rispetto alle evoluzioni del mercato discografico globale, con particolare riferimento a quello digitale e di mettere al centro delle sue attività l’informazione, la crescita ed il benessere degli associati”.

Gli obbiettivi di MIA spaziano dal semplice informare correttamente e puntualmente gli associati e la categoria tutta sulle reali dinamiche in atto nel mercato musicale, fino al promuovere iniziative concrete a sostegno dell’industria discografica e della cultura musicale.

Tra queste attività ed obbiettivi ci sono certamente le attribuzioni analitiche per tutti i flussi economici che interessano il consumo e l’utilizzo di Musica in Italia, che necessitano di una maggiore trasparenza nei criteri di rilevazione dei dati ufficiali e nella stima del market share degli indipendenti, dell’introduzione di una classifica musicale “a valore” che includa tutti i principali servizi digitali e di un confronto costante e costruttivo con i principali organi di rappresentanza quali, società di collecting e provider di servizi digitali, ma anche con le Istituzioni, le Autorità, gli enti pubblici e privati nazionali, europei ed internazionali, al fine di promuovere iniziative a livello legislativo come la regolamentazione delle posizioni dominanti e dei fenomeni distorsivi della concorrenza e l’adeguamento della normativa IVA per i ricavi generati sui servizi digitali internazionali.

Sfera Ebbasta annuncia il nuovo tour nei palazzetti


MILANO - E' l'artista più influente e originale della scena trap italiana. Dopo aver calcato i palchi europei con il suo Rockstar Tour, Sfera Ebbasta annuncia le prime date live del 2019 nei palasport. A sorpresa arriva, infatti, l’annuncio dello Sfera Ebbasta – Popstar Tour 2019, tre concerti nelle principali arene indoor ad aprile.

Il rapper multiplatino intende celebrare così un anno da record ai vertici delle classifiche. L’album Rockstar, nonostante sia uscito da oltre 10 mesi, rimane stabile della top 15 degli album più venduti in Italia ed è entrato in classifica anche in Svizzera, Francia, Germania e in molti altri paesi europei.

Queste le date del Popstar Tour 2019(Thaurus):17 aprile – Roma, Palalottomatica
19 aprile – Napoli, Palapartenope
27 aprile – Milano, Mediolanum Forum

Le prevendite dei biglietti per i nuovi concerti nei palazzetti sono disponibili online su Ticketone e acquistabili in tutti i punti vendita autorizzati.

Gianluca Corrao in radio con il nuovo singolo 'Il traguardo'

MILANO - Dopo l’album “Parte di me”, uscito nel 2017, dal 26 ottobre nelle radio italiane “Il Traguardo”, il singolo, già disponibile nei principali digital store, che segna il ritorno dell’artista genovese Gianluca Corrao. Questa volta la produzione è stata affidata a Francesco Ciccotti, noto producer che ricordiamo anche come autore per Francesco Guasti al Festival di Sanremo.

«“Il traguardo” parla di tutte le volte in cui ci prefissiamo un obiettivo, dimenticandoci di quanto, l’unica cosa importante sia correre tenendo la mano delle persone che amiamo - si legge in una nota diffusa dall’artista - Parla di famiglia, di speranza, di sincerità. Al termine di ogni strada esiste un traguardo ma ognuno è libero di scegliere il proprio».

Fedez annuncia il tour nel 2019

MILANO - Il rapper Fedez, aspettando l'uscita del suo nuovo attesissimo album, annuncia a sorpresa le date del nuovo tour che lo vedrà protagonista in tutti i palasport d'Italia nel 2019. "Vi avevo annunciato una sorpresa, ed eccomi qua - ha scritto -. Il 18 ottobre apro ufficialmente le date del mio nuovo tour. Mi sembra incredibile, dopo la vertigine di San Siro, emozionarmi all'idea di tornare a calpestare un palcoscenico. Eppure è così". Undici date, si parte da Firenze.
Dopo il grandissimo successo de "La Finale" del 1° giugno, il concerto con più presenze del 2018, che l'ha visto come il più giovane artista italiano ad esibirsi allo stadio di San Siro, Fedez torna sul palco da solista. "Mi sembra incredibile, dopo la vertigine di San Siro, emozionarmi all'idea di tornare a calpestare un palcoscenico - ha scritto -. Eppure è così. Oggi le vertigini hanno lasciato il posto all'adrenalina. Quella di un nuovo viaggio nato per condividere con voi un nuovo progetto. Forse il più intimo e profondo di sempre".

"Come alla vigilia di ogni avventura ci sono anche incognite, timori e incertezze - ha proseguito -. Ma c'è anche la consapevolezza di poter contare sui migliori compagni di viaggio che esistano. E quei compagni di viaggio siete voi. Non vedo l'ora di abbracciarvi ancora. Ci vediamo prestissimo".

IL TOUR: Venerdì 15 Marzo 2019 || Firenze @ Nelson Mandela Forum
Sabato 16 Marzo 2019 || Torino @ Pala Alpitour
Giovedì 21 Marzo 2019 || Bologna @ Unipol Arena
Sabato 23 Marzo 2019 || Montichiari (BS) @PalaGeorge
Giovedì 28 Marzo 2019 || Ancona @ PalaRossini
Sabato 30 Marzo 2019 || Eboli @ PalaSele
Martedì 2 Aprile 2019 || Acireale @ Pal’Art Hotel
Venerdì 5 Aprile 2019 || Roma @ PalaLottomatica
Lunedì 8 Aprile 2019 || Milano @ Mediolanum Forum
Sabato 13 Aprile 2019 || Padova @ Kioene Arena
Domenica 14 Aprile 2019 || Conegliano @ Zoppas Arena

Mahmood (intervista) presenta il disco d'esordio 'Gioventù Bruciata'

di MARCO MASCIOPINTO - Con 'Gioventù bruciata' Alessandro Mahmoud, in arte Mahmood, fa il suo esordio nella discografia. Classe 1992, il giovane artista milanese – nato da madre italiana e padre egiziano – dalla sua partecipazione nel 2016 al Festival di Sanremo ad oggi e dopo il grande successo di "Nero Bali", la hit disco di Platino scritta con con Dario Faini per Elodie e Michele Bravi, il giovane cantautore italo egiziano debutta con il suo primo progetto discografico targato Island Records.

Mahmood propone 5 brani che racchiudono temi intimi e universali. “Anni ’90” è il brano che segna una nuova collaborazione con Fabri Fibra, dopo la precedente esperienza nel brano “Luna”. “Milano Good Vibes” è il brano che fa da apripista al disco.


Quando hai iniziato a lavorare al disco?
È un lavoro che ho iniziato da 3 anni e mezzo. In tutto questo periodo ho scritto tantissimi brani e da questi ne ho scelto cinque per Gioventù bruciata, poiché credo che siano quelli più caratterizzanti la mia persona, il mio vissuto e il progetto musicale. Alcuni brani parlano di cose che mi sono accadute, altri di storie di persone a me vicine. 

Cosa racconta 'Milano Good Vibes’? 
Avendo passato il periodo estivo a Milano a chiudere l’EP, ho avuto modo di interfacciarmi con una Milano deserta. Mi son trovato davanti una città più libera, come se si svelasse in qualche modo, si togliesse la maschera facendosi apprezzare un po’ di più. Io, essendo nato e cresciuto a Milano, ho sempre avuto molto a che fare con questa città, quindi ne conosco sia i lati brutti che i lati belli.
Ogni tanto proviamo a chiedere alla città stessa un po’ di “good vibes”, ma questa in un certo senso ti risponde facendoti capire che a volte bisogna trovare le forze da soli, senza chiedere aiuto a nessuno. 

Dopo la tua partecipazione a Sanremo, come si è evoluta la tua musica? 
La mia musica è stata un’evoluzione continua perché questo EP è frutto di tre anni e mezzo di lavoro. Ci sono molti pezzi che ho scartato, ho deciso di metterne solo cinque perché erano quelli più caratterizzanti per quanto riguarda il mio percorso artistico e umano.

Qual è il filo conduttore dei tuoi brani? 
In ogni brano del mio EP c’è una malinconia innata che è anche quella malinconia che mi accompagna da sempre, ma allo stesso tempo è presente anche una sorta di non-arrendevolezza, di voler superare sempre i propri limiti: questa cosa nei miei pezzi è sempre legata ad una mia riflessione personale.
C’è anche tanta descrizione perché, essendo una persona molto descrittiva, cerco ogni volta di mettere nei pezzi immagini concrete che rimandino a gesti quotidiani in modo che quando le canto live riesca ad immedesimarmi al 100% in quelli che sono stati i miei pensieri e i momenti che ho passato nella vita.

Ti piacerebbe scrivere per altri artisti? 
Certo, ma lo sto già facendo.

Le Vibrazioni: nelle radio arriva il nuovo singolo 'Pensami così'

MILANO - "Pensami Così" (Artist First/L’Equilibrista) è il nuovo inedito de Le Vibrazioni, da venerdì 28 settembre in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e sulle piattaforme streaming. Arriva dopo le hit "Così Sbagliato" e "Amore Zen", che hanno sancito il ritorno sulle scene della rock band milanese, suggellato da un lungo tour che in oltre 40 date ha registrato grande successo. 

E il tour de Le Vibrazioni continua a febbraio 2019 con gli appuntamenti live in tutta Europa del "Così Sbagliato – European Tour", altro importante traguardo in quest’annata ricca di soddisfazioni: un viaggio in otto tappe sui palchi dei più importanti club delle principali capitali europee. Si parte il 5 febbraio da Madrid e si arriva il 14 febbraio ad Amsterdam, passando per Barcellona, Londra, Parigi, Bruxelles, Liverpool e Dublino. Il Così Sbagliato – European Tour, organizzato da TIJ Events, sarà l’occasione per ritrovare un contatto più diretto con il pubblico nella dimensione raccolta del club, un contatto intimo ed esclusivo che esalta ancora di più le sfumature rock. I biglietti del tour sono disponibili da venerdì 28 settembre (per maggiori informazioni: www.tijevents.com).

Grande successo per il 'Tour dei soggiorni', house concert di musica, poesie e filastrocche


MILANO - Nato da un’idea di Filippo Dr.Panìco, lanciato e cresciuto esclusivamente attraverso i social, il “tour dei soggiorni” sta riscontrando un successo inaspettato: ad oggi 100 date in tutta Italia (60 durante la prima parte del 2018 e 40 che si terranno nelle prossime settimane, a partire dal 20 e 21 settembre a Venezia, poi tante altre città tra cui Udine, Bologna, Torino, Milano, Napoli), per un totale di circa 1200 spettatori nei primi 60 live e oltre 1000 copie vendute del pacchetto “Rovinare Tutto”.

“Rovinare Tutto” è il nuovo progetto di Filippo Dr.Panìco, uscito sottoforma di pacchetto postale lo scorso gennaio, per Noize Hills Records, e che comprende una raccolta di 13 canzoni, un libro di poesie e pensieri dal titolo “La vita ci sorride, ma smascella” (78 pagg.), adesivi, poster, bigliettini e frasi dell’autore.

Il tour dei soggiorni (qui video di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=v3NZBXYHsf0 ) non è solo musica, ma poesie, filastrocche, raccontini: l’obiettivo di Filippo Dr.Panìco è ricreare dei piccoli teatri, offrire un’atmosfera intima e poetica a casa delle persone che offrono il proprio spazio, per un’ora e mezza in cui si alternano momenti ironici (leggeri ma senza mai essere frivoli), a momenti più intensi. È anche uno spettacolo di cucina e socialità: prima dell’inizio dello spettacolo è proprio l’autore, che insieme al suo socio cucina per i partecipanti, per poi mangiare tutti insieme.

Per chi volesse ospitare una data del tour dei soggiorni (di seguito i giorni disponibili per i prossimi 2 mesi) i requisiti minimi sono: un soggiorno/stanza o terrazza che possa contenere un minimo di 20 persone e un massimo di 40, e voglia di condividere l’esperienza con i propri amici. Lo spettacolo dura un’ora e mezza e nel prezzo è compresa la cena. Queste le prossime date, in continuo aggiornamento.

Davide Peron presenta Inattesi: ''Quando è nata mia figlia ho scritto il mio nuovo disco''

(credits: Battaglia)
MILANO - Davide Peron pubblica il quinto album in studio, lavoro che segna un nuovo passo in un percorso musicale iniziato alla fine degli anni novanta e proseguito fino ad oggi, sempre all’insegna della canzone d’autore e della ricerca dei testi, dove si fondono tematiche sociali importanti.

“Inattesi” è un album che parla di nascite inaspettate, di gioie e di paure. I testi di Peron si nutrono di semplicità, naturalezza e pulizia nella costruzione di musiche e testi. 

Com'è nato il percorso di questo disco? 
''Il disco parla della nascita. L’ispirazione è arrivata con mia figlia Anita Maria alla quale è dedicato il disco. Le canzoni sono nate dalla meraviglia e dall’incredulità che regala un figlio, che sia atteso o meno. Ogni bambino è una vita unica che merita dignità''.

Qual è la canzone del disco alla quale sei più legato? 
''Sono legato a tutte in ugual misura perché in ognuna di loro c’è qualcosa di speciale. Sono arrivate di getto e ho cercato di renderle proprio come le ho “sentite” nella mia testa, come mi sono state dettate dalla musica''.


Quando hai capito che volevi fare il musicista?
''Sin da piccolo la musica ha fatto parte della mia vita. Una passione trasmessa da mia mamma. Ascoltava tanta musica, per radio, e registrava le canzoni con i mangiacassette. Musica che ha bussato forte alla porta della mia vita quando alle elementari la maestra ha preso da una parte i miei genitori consigliando loro caldamente di farmi studiare musica perchè “il ragazzino ha talento''.

Prossimi progetti? 
''Stiamo lavorando ad un nuovo reading teatrale-musicale su Padre David Maria Turoldo con mia moglie Eleonora Fontana (attrice); la compagnia Teatro della Gran Guardia di Padova è in produzione con uno spettacolo sulla disabilità nel quale verranno utilizzate le mie canzoni; inoltre sto ancora girando con lo spettacolo “una calza a salire e una a scendere “ che racconta la storia delle portatrici carniche che rifornivano le prime linee italiane durante la grande guerra, oltre alla promozione del disco attivo solo da 4 mesi''.

Laura Pausini, due nomination per il disco 'Fatti sentire'


MILANO - Doppia nomination ai Latin Grammy Awards 2018 per Laura Pausini. "Fatti sentire" ("Hazte sentir", versione spagnola), l'ultimo album di inediti della cantante nota in tutto il mondo è nominato nella categoria "Best Traditional Pop Vocal Album" e "Producer of the Year" per Julio Reyes Copello. Lei ha esultato su Facebook senza risparmiarsi qualche frecciatina per i detrattori: "Queste nomination sono dedicate a chi non crede in me".

La manifestazione, che assegna ogni anno i premi più importanti della discografia del mondo latino, è in programma il 15 novembre alla MGM Grand Garden Arena di Las Vegas, negli Stati Uniti. Nei suoi 25 anni di carriera internazionale, Laura Pausini ha raggiunto numerosi riconoscimenti, tra cui un Grammy Award, tre Latin Grammy Awards, quattro Premios Lo Nuestro e sei World Music Awards, solo per citare i più importanti.

Queste due nomination sono arrivate abbastanza inaspettate, e anche per questo la Pausini le ha accolte come una rivincita personale. "Non posso fare a meno di dedicare le mie due nomination al Latin Grammys di quest'anno a chi non crede in me, a chi continua a darmi contro, a chi riesce a inventarsi frasi e cattiverie senza rendersi conto che indubbiamente, nel mio genere musicale, ho fatto un disco della madonna e che è grazie a questo e grazie agli autori, ai produttori e ai collaboratori che ho scelto al mio fianco, se stiamo facendo un tour pieno di Sold Out a 44 anni, dopo 25 anni di carriera!!!" ha scritto. Per poi concludere: "Non ci credevo stavolta! Grazie veramente all'Accademia. Non ho parole. L’Italia ringrazia con me".

Loredana Bertè presenta il nuovo album 'Libertè'




MILANO - Loredana Bertè è stata l’assoluta protagonista dell’estate 2018 grazie a Non ti dico No, (il brano con i Boomdabash), per settimane al vertice della classifica dei brani più trasmessi in radio e della classifica di vendita, conquistando premi come tormentone estivo e certificazioni Oro e Platino.

Da venerdì 21 settembre saranno disponibili su tutti gli store digitali e in tutte le radio in contemporanea i primi 2 nuovi singoli MALEDETTO LUNA-PARK e BABILONIA estratti dal nuovo album  LiBERTE’ in uscita il 28 settembre .  Non poteva esserci nome più appropriato per il disco della regina del rock, tornata negli ultimi anni più in forma che mai, con molta grinta e tanti progetti al top.

LiBERTE’ - prodotto da Luca Chiaravalli - esce dopo 13 anni dall’ultimo lavoro in studio. Nella scrittura dei brani vede la conferma come autrice della stessa artista e la partecipazione di autori che avevano già collaborato con Loredana Bertè (come Ivano Fossati, Maurizio Piccoli), di autori della nuova generazione come Fabio Ilacqua e Gerardo Pulli e per la prima volta la collaborazione con un grande artista come Gaetano Curreri.

Questa la tracklist di LIBERTE’:

1. INTRO
2. LIBERTE’
3. MALEDETTO LUNA PARK
4. BABILONIA
5. UNA DONNA COME ME
6. MESSAGGIO DALLA LUNA
7. ANIMA CARBONE
8. TUTTI IN PARADISO
9. DAVVERO
10. GIRA ANCORA
11. NON TI DICO NO
12. OUTRO

Dopo l’uscita del nuovo progetto discografico l’artista sarà in tour nei più importanti teatri italiani.

Maneskin, la band rivelazione pubblica il nuovo singolo 'Torna a casa'

Da oggi è disponibile in pre-save su Spotify e in pre-order su iTunes “Torna a casa” (Sony Music), il nuovo singolo dei Måneskin, la band rivelazione dell’anno, che torna in radio e in digitale dal 28 settembre 2018 con un brano inedito in italiano, estratto dall’attesissimo progetto discografico in uscita a ottobre.

I Måneskin rivelano un’altra sfaccettatura di ciò che sono, e mostrano un nuovo elemento della loro
personalità, mantenendo il tratto distintivo e originale che rende il sound della band subito riconoscibile.

“Torna a casa” è una ballata intensa, moderna, ma al tempo stesso con richiami fortemente classici. Il brano racconta di una separazione: è lo sfogo di un uomo che ha perso la sua musa, che però ascolterà la sua preghiera e ritornerà da lui. Qui ritroviamo Marlena, figura che il pubblico ha conosciuto nel primo inedito italiano “Morirò da re”. «Marlena è la venere del gruppo, la personificazione della nostra libertà, creatività, vita - così racconta il gruppo - “Torna a casa” è un pezzo da ascoltare ad occhi chiusi e mente aperta. Aprite la mente per tornare a casa.»

Dopo una serie di appuntamenti estivi che li hanno visti protagonisti sui palchi di festival internazionali e nella line up di “Milano Rocks”, in apertura agli Imagine Dragons, per una performance sotto la pioggia che rimarrà nella storia della band, davanti a oltre 60 mila persone, la formazione composta da Damiano (19 anni), Victoria (18 anni) Thomas (17) ed Ethan (17) sta continuando a collezionare riconoscimenti: 30 date sold out,50.000 biglietti venduti in poche ore, oltre 19 milioni di views su YouTube, più di 61 milioni di streaming su Spotify, doppio disco di platino per il loro inedito “Chosen”, un platino per l’omonimo EP di debutto e un’altra certificazione platino per il primo esplosivo singolo in italiano uscito a marzo, “Morirò da re”, che ha debuttato al n.1 su iTunes e che, a sei mesi dall’uscita, è ancora nella top 25 della classifica FIMI. Il brano conta oltre 24,3 milioni di streaming su Spotify e anticipa il nuovo disco in uscita a ottobre e la nuova tournée, in partenza il 10 novembre da Senigallia (info: www.vivoconcerti.com).

Nel frattempo sui social del gruppo una voce sensuale e misteriosa di donna accompagna video in bianco nero che ogni volta svelano un piccolo dettaglio. La voce racconta e indica la strada, è un fil rouge che invita il pubblico alla scoperta del nuovo disco.

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia