Visualizzazione post con etichetta Chiesa. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Chiesa. Mostra tutti i post

Monastero Santa Rita: celebrata Festa Santa Rita 2022

CASCIA (PG) - “Questo 22 maggio è stato davvero un dono di Dio, perché c’ha mostrato con la forza della gioia e della ritrovata unione di milioni di persone che la ricchezza di questo giorno siamo noi, che lo rendiamo vivo. Perciò la festa non finisce qui e oggi, ma cammina nel domani e ovunque attraverso ciascuno di noi: ci chiama ad agire per far fruttare ciò che abbiamo ricevuto dalle mani di Santa Rita e a costruire insieme una società fraterna, giusta e solidale”.

Commenta così Suor Maria Rosa Bernardinis, Priora del Monastero Santa Rita da Cascia i festeggiamenti solenni in onore della santa degli impossibili che sono tornati a illuminare Cascia e il mondo interno. La claustrale, infatti, si rivolge a tutti i devoti, una famiglia mondiale che dopo due anni si è ritrovata abbracciata ai piedi della sua Madre spirituale, anche grazie alla diretta streaming del monastero che ha raggiunto chiunque non potesse essere a Cascia. Sul sito devoti.santaritadacascia.org/22maggio tutti potranno rivivere la festa anche nei prossimi giorni.
SANTA RITA MAESTRA DI PACE - “Siamo davvero in tanti oggi a rendere omaggio a Santa Rita per deporre nelle ‘sue mani’ il proposito di imitarne le virtù, in particolar modo quelle del perdono, della pace, della carità e della sofferenza”. Questo uno dei primi passaggi dell’omelia del Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede che ha presieduto il Solenne Pontificale della Festa di Santa Rita, sul viale del Santuario.

“All’intercessione di questa umile donna di Roccaporena - ha continuato - affido le tante intenzioni del Santo Padre Francesco, che non cessa di far sentire quotidianamente la sua voce affinché si spezzi quanto prima l’inutile spirale di morte in Ucraina. In questa terra di fede e di pace, qual è l’Umbria, auspico che siano ripresi presto i negoziati e si possa giungere finalmente alla tanto desiderata pace. La violenza, ci ricorda la vicenda di questa donna di fede, non risolve mai i conflitti, ma soltanto ne accresce le drammatiche conseguenze”.

Parlando ancora della figura di Santa Rita da Cascia il porporato così l’ha descritta, in diversi punti del suo discorso: “Davvero Rita è la donna forte e la vergine saggia che in tutti gli stati della vita indica quale sia la via autentica alla santità come sequela fedele di Cristo fino alla morte. Essa, soprattutto, non si lasciò vincere dal male, ma vinse con il bene il male. Ci conduca per mano – ha concluso il Cardinale - perché ognuno di noi ritrovi la forza di continuare a sperare e a vincere ogni genere di male operando il bene”.

Ostuni: lunedì 23 maggio l'incontro "Ascoltare con l'orecchio del cuore" con don Luigi Maria Epicoco


OSTUNI (BR)
- Proseguono gli eventi nella Città Bianca: ospite d'eccezione, lunedì 23 maggio alle 18.30, presso la Sala conferenze del Centro di Spiritualità "Madonna della Nova", don Luigi Maria Epicoco, Assistente ecclesiastico del Dicastero per la comunicazione ed editorialista dell'Osservatore Romano.

Don Epicoco, 41 anni, originario di Mesagne, stretto collaboratore di Papa Francesco, è autore di numerosissimi ed autorevoli testi (il più recente "La scelta di Enea" è stato pubblicato il 10 maggio da Rizzoli e presentato l'8 maggio scorso a "Che tempo che fa").
L'evento è organizzato dal mensile cattolico Lo Scudo in occasione della LVI settimana delle Comunicazioni Sociali, e conclude le manifestazioni per il centenario del giornale, pubblicato ininterrottamente dal 1921.
Il tema dell'incontro è: "Ascoltare con l'orecchio del cuore. L'ascolto dimensione dell'amore".
"Ascoltare con l’orecchio del cuore" è il titolo del messaggio dato dal Santo Padre per l'occasione il quale ha evidenziato, in particolare, che: "Tutti abbiamo le orecchie, ma tante volte anche chi ha un udito perfetto non riesce ad ascoltare l’altro. C’è infatti una sordità interiore, peggiore di quella fisica. L’ascolto, infatti, non riguarda solo il senso dell’udito, ma tutta la persona. La vera sede dell’ascolto è il cuore".
Introdurrà l’incontro il direttore del mensile, Ferdinando Sallustio. Le conclusioni sono affidate a Don Giovanni Apollinare, Vicario foraneo di Ostuni.

A che santo votarsi? Curiosità e proverbi


VITTORIO POLITO - Nella religione cristiana, specie cattolica, si definisce santo chi è venerabile e oggetto di culto. L’espressione “non sapere a che santo votarsi” significa non sapere a chi rivolgersi in caso di bisogno o come risolvere una situazione difficile, ed allora si ricorre ai Santi come ultima speranza di guarigione.

Vi sono santi che erano medici, i Santi Medici, o il santo napoletano Giuseppe Moscati, meglio conosciuto come il “medico santo” che curava gratis e dava anche farmaci gratis ai bisognosi. A Napoli quest’ultimo Santo è veneratissimo nella Chiesa del Gesù Nuovo, ove migliaia di quadretti votivi ricordano le suppliche rivolte per guarigioni o altro e sono anche tanti coloro che si recano a venerarlo.

Mi piace ricordare che molti sono i Santi a cui viene riconosciuto il potere taumaturgico, da San Vito (patrono e protettore dei danzatori), a San Biagio (protettore della gola e degli otorinolaringoiatri), ai Santi Medici, detti anàrgiri perché curavano gratis. L’iconografia di questi ultimi ce ne mostra solo due: Cosma e Damiano, mentre in realtà furono cinque con Antimo, Euprepio e Leonzio. Si narra, infatti, che questi ultimi furono oscurati dalla fama dei primi due. Per non parlare del nostro San Nicola, taumaturgo per eccellenza, a cui tutto il mondo fa riferimento. I suoi miracoli, a parte le leggende, non si contano e sono molto noti (il maritaggio, i tre bambini in salamoia, il miracolo del grano, la Santa manna, ecc.).

SANTI MEDICI E MOSCATI

Il Santo per antonomasia è considerato sant’Antonio da Padova, il santo dei miracoli; San Francesco d’Assisi è invece il santo dei poveri e degli umili, Santa Rita da Cascia, rappresenta la santa degli impossibili, nel senso che si attribuiscono interventi miracolosi nei casi più disperati. Sant’Anna ha il potere di sconfiggere la sterilità, mentre a San Cataldo spetta quello di curare l’ernia inguino-scrotale; San Cono, protettore del naso e dei rinologi è anche il Santo patrono di Naso, ridente cittadina di 4000 anime, situata a 500 mt sopra il livello del mare in provincia di Messina. San Michele Arcangelo oltre che protettore della Polizia di Stato, è protettore di molte altre categorie di lavoratori: farmacisti, doratori, commercianti, fabbricanti di bilance, giudici, radiologi, ecc. Santa Lucia è invocata per la cecità e le malattie degli occhi, San Lorenzo per le ustioni. San Calimero viene implorato per la siccità.


SAN BIAGIO E SAN CONO

Infine vi sono i Santi invocati per la pandemia del Covid-19. Si tratta di Santa Rita da Cascia che, come detto, risolveva i casi impossibili, San Rocco che cancellava la peste col suo energico incedere e San Sebastiano, con il torace segnato da ferite che simbolicamente ricordavano i bubboni del terribile morbo. Sono loro gli invocati per la pandemia. Sono trascorsi due anni da quando il coronavirus ha costretto il mondo a misurarsi con contagi e quarantene, come una sorta di “peste moderna”. La prima reazione di fronte a una malattia sconosciuta, senza cura né vaccino, è stata quella di trovare conforto nel santi protettori.

E i proverbi che dicono?

Ogni santo ha la sua festa. A ciascuno deve essere tributato onore; a ciascuno deve essere dato il giusto riconoscimento dei meriti e delle competenze.

Ogni santo vuole la sua candela. Non bisogna trascurare nessuno, anche se di poca importanza, se non si vogliono intralci nella vita, causati da sdegno, risentimento di chi si sente offeso o trascurato.

Avere qualche santo in Paradiso. Amicizie tra le persone “che contano” e che agevolano il raggiungimento di posizioni di prestigio.

Non si crede al santo finché non ha fatto il miracolo. Ci si arrende solo all’evidenza dei fatti, non ci si contenta delle parole, non si crede alla capacità o al potere di qualcuno se non a ragion veduta.

Ognuno ha il suo santo in Paradiso. Ognuno ha chi lo protegge, un potente al quale si raccomanda, un forte che lo assiste o almeno crede di averlo.

Non essere uno stinco di santo. Non essere una persona del tutto onesta.

Bari e i santi protettori


VITTORIO POLITO - Per protettore si intende chi protegge o agisce in difesa o in soccorso di qualcuno, aiutandolo, favorendolo e soccorrendolo nelle necessità, nel nostro caso, a Bari, abbiamo San Nicola che è il protettore e il patrono per eccellenza, insieme a San Sabino e alla Madonna Odegitria.

Il patrono è un santo (o una santa) che una regione o una città ha scelto e che onora con speciale culto come San Francesco d’Assisi, Santa Caterina da Siena, che sono anche protettori dell’Italia.

Nella nostra città come sono stati scelti i protettori? Ed ecco il solito storico Vito Antonio Melchiorre (1922-2010), che ricorda gli avvenimenti epocali nel suo libro “Storie di Bari” (Adda Editore), che cita, nella sua nota, le conclusioni decurionali di Bari nei secoli passati, i cui amministratori sceglievano l’uno o l’altro santo, a seconda delle necessità, per porre la città sotto protezione o patronato.

Il 23 giugno 1744 decisero di scegliere la Madonna Addolorata che si festeggiava la terza domenica di settembre. Il 29 maggio 1749, per liberarsi di un particolare male che rendeva cieco chi ne veniva colpito, scelsero San Sabino, che si festeggiava il 9 febbraio. Ma tutto ciò comportava l’offerta di un obolo in favore della Cattedrale che poteva essere in ducati o in cera lavorata.

Il 1° marzo 1751, per l’ansia destata dai fulmini, Bari si affidò a S. Irene, che aveva la capacità di “sviare le scariche temporalesche”, e il 16 maggio successivo fu inclusa fra i patroni di Bari.


Il 7 marzo 1763 per “combattere le miserie dei tempi correnti e le morti repentine”, si affidò ai santi Gaetano da Thiene e Andrea Avellino, mentre il 18 maggio 1781, fu la volta di San Francesco d’Assisi, il 14 maggio 1782 fu scelto San Francesco di Paola e il 13 marzo 1784 si optò per San Vincenzo de’ Paoli, tutti chiamati a far parte della corte dei difensori della nostra città.

Nel 1785, la Regia Camera di S. Chiara, rese noto che il priore di San Nicola era molto dispiaciuto per l’atteggiamento degli arcivescovi, i quali, considerando San Sabino come principale protettore, oscuravano la figura di San Nicola. Un chiarimento era indispensabile, cosa che poteva fare solo il consiglio decurionale con una votazione segreta e, così il 14 agosto l’operazione ebbe luogo con il risultato di soli 3 voti a favore di San Sabino e 24 a favore di San Nicola. Ma il problema non era ancora risolto: ci furono 8 anni di dispute e, solo un Decreto della Sacra Congregazione dei Riti del 30 gennaio 1793, dichiarò entrambi i santi “patroni aeque principales” (ugualmente principali), con il chiaro intendimento di non scontentare nessuno.

Festa di San Nicola: variazione percorsi linee bus urbani e navette Park&Ride e attivazione aree di sosta


BARI - In occasione dei festeggiamenti in onore di San Nicola, e coerentemente i divieti individuati dalla Polizia locale con apposita ordinanza, l’Amtab, d’accordo con l’amministrazione comunale, ha previsto per i prossimi giorni una serie di variazioni di percorso dei bus urbani e delle navette dei Park&Ride, nonché l’attivazione straordinaria di alcune aree di sosta, come di seguito indicato nel dettaglio:


VENERDÌ 6 MAGGIO

dalle ore 20.00 alle ore 24.00

LINEA 2/

· Direzione Piscine Comunali: giunti in corso Cavour proseguiranno per via Piccinni, via Cairoli, piazza Massari con ripresa percorso ordinario.

· Direzione via Conenna: giunti in piazza Massari, svolteranno a destra per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, via Piccinni, corso Cavour, Lungomare Di Crollalanza con ripresa del percorso ordinario.

LINEA 42

· Direzione Piscine Comunali: giunti in Lungomare Di Crollalanza, via Piccinni, via Cairoli, piazza Massari con ripresa percorso ordinario.

· Direzione P&R Pane e Pomodoro: giunti in piazza Massari, svolteranno a destra per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, via Piccinni, corso Cavour, Lungomare DiCrollalanza con ripresa del percorso ordinario.

NAVETTA “B”

· In partenza da Piazza Massari: svolteranno a destra per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, via Piccinni, corso Cavour, Lungomare Di Crollalanza, lungomare Nazario Sauro, corso Trieste, via Ballestrero, Pane e Pomodoro, corso Trieste, lungomare NazarioSauro, lungomare Di Crollalanza, corso Cavour, via Piccinni, via Cairoli, piazza Massari.

NAVETTA “AB”

· In partenza da P&R FBN/Quasimodo: giunti in piazza Massari, svolteranno a destra per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, via Piccinni, corso Cavour, lungomare Di Crollalanza, lungomare N. Sauro, corso Trieste, via Ballestrero, Pane e Pomodoro, corso Trieste, lungomare N. Sauro, lungomare Di Crollalanza, corso Cavour, via Piccinni, piazza Massari, con ripresa del percorso ordinario.

NAVETTA “A”

da inizio servizio alle ore 20.00

· In partenza da P&R FBN/Quasimodo: in partenza da corso Vittorio Veneto, svolteranno a destra per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, via Piccinni, corso Cavour (inversione di marcia Camera di Commercio) corso Vittorio Emanuele, con ripresa del percorso ordinario.

dalle ore 20.00 alle ore 24.00

· In partenza da P& FBN/Quasimodo: in partenza da corso Vittorio Veneto, svolteranno a destra per piazza Massari, a sinistra per corso Vittorio Emanuele, (inversione di marcia) piazza Massari con ripresa del percorso ordinario.


SABATO 7 MAGGIO

· Variazioni di percorso delle linee: 1, 2, 2/, 4, 10, 12, 14, 22, 25, 27, 42, 50

· Posticipo delle ultime partenze alle ore 24:00 delle linee: 1, 2, 2/, 3, 4, 6, 7, 10, 11, 11/, 12/, 13, 19, 20, 21, 22, 27 e 53

· Attivazione straordinaria e modalità di fruizione delle navette “A”, “B”, “C” con posticipo ultime partenze alle ore 02:00

· Soppressione navetta “AB”

· Attivazione straordinaria aree di sosta

LINEA 1

· Direzione S. Spirito: percorso ordinario.

· Direzione piazza Moro: giunti in piazza Garibaldi i bus dovranno proseguire per via Piccinni, via Quintino Sella, corso Italia e piazza Moro.

LINEA 2

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in via Carulli i bus dovranno proseguire sulla stessa, via G.Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Piscine Comunali: percorso ordinario

LINEA 2/

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Carulli i bus dovranno proseguire per via P. Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro, via De Cesare, via A. da Bari, via Piccinni, piazza Garibaldi, via Crispi, via De Cristoforis, corso Mazzini, via B. Regina, corso V. Veneto con ripresa percorso ordinario.

· Direzione via Conenna: giunti in corso V. Veneto, i bus svolteranno per via Pizzoli, piazza Garibaldi, via Piccinni, via Q. Sella, corso Italia, piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P. Petroni, via Carulli, via G. Petroni, via Dalmazia, cav. Garibaldi ripresa del percorso ordinario.

LINEA 4

· Direzione piazza Moro: giunti in via Cognetti i bus svolteranno a sinistra per corsoCavour con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Ceglie: percorso ordinario.

LINEA 10

· Direzione parco Domingo: percorso ordinario.

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in sottovia L. di Savoia, i bus svolteranno per via Carulli, via G. Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

LINEA 12

· Direzione Torre a Mare: piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P. Petroni, via Carulli, via G. Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto al ponte Garibaldi), corso Trieste con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione piazza Moro: giunti in corso Trieste, i bus svolteranno per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via P. Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro

LINEA 14

· direzione Bosch zona industriale: percorso ordinario;

· direzione C.S. Polivalente: giunti in via Carulli i bus dovranno proseguire sulla stessa, via Giandomenico Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi, ripresa percorso ordinario.

LINEE 22 e 27

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Piccinni i bus proseguiranno per piazza Garibaldi, via Crispi, via De Cristoforis, corso Mazzini, via B. Regina, corso V. Veneto, ripresa dei percorsi ordinari.

· Proveniente dalle Piscine Comunali: giunti in corso V. Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, via Piccinni, via Quintino Sella con ripresa dei rispettivi percorsi ordinari.

LINEA 25

· Le corse delle ore 06.15, 14.15 e 22.15 in partenza da via degli Oleandri Z.I. giunti in via Peucetia, i bus dovranno proseguire in via Apulia, via Oberdan, via Capruzzi, sottovia L. di Savoia.

LINEA 42

· Direzione Piscine Comunali: corsoTrieste, proseguire per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via P. Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro, via De Cesare, via A. da Bari, via Piccinni, piazza Garibaldi, via Crispi, via De Cristoforis, corso Mazzini, via B. Regina, corso V. Veneto con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione P&R Pane e Pomodoro: giunti in corsoV. Veneto, i bus svolteranno per via Pizzoli, piazzaGaribaldi, via Piccinni, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto il ponte Garibaldi) corso Trieste, via Caduti del 28 Luglio, via Ballestero, corso Trieste, P&R Pane e Pomodoro.

LINEA 50

· In partenza da Piazza Moro: giunti in via Piccinni, proseguiranno per piazza Garibaldi, via Crispi, via De Cristoforis, corso Mazzini, via B. Regina, corso V. Veneto, Varco delle Vittorie, interno Porto, Varco delle Vittorie, corsoV. Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, via Piccinni, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro

Saranno posticipate alle ore 24:00 le ultime partenze delle linee: 1, 2, 2/, 3, 4, 6, 7, 10, 11, 11/, 12/, 13, 19, 20, 21, 22, 27 e 53

Modalità di fruizione delle navette

NAVETTA “A”

da inizio servizio alle ore 17:00 e dalle ore 24:00 alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

· in partenza dall’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”: i bus percorreranno corso Vittorio Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, percorreranno l’intero perimetro della predetta piazza, via Crispi, via De Cristoforis, corso Mazzini, via Brigata Regina, corso Vittorio Veneto, area di sosta “vittorio Veneto-lato terra” (capolinea);

dalle ore 17:00 alle ore 24:00 e comunque sino al termine delle esigenze:

· in partenza dall’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra” : i bus percorreranno corso Vittorio Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, via Crispi, via De Cristoforis, corso Mazzini, via Brigata Regina, corso Vittorio Veneto, area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra” (I bus non transiteranno su corso A. De Tullio e sul lungomare Imperatore Augusto);

N.B. Ad esaurimento della disponibilità dei posti auto nell’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”, i bus giunti in via Brigata Regina, svolteranno a sinistra per corso Vittorio Veneto, viale Orlando, via Portoghese, via di Maratona, effettueranno l’inversione di marcia e ritorneranno in via Portoghese, viale Orlando, corso Vittorio Veneto, area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”;

NAVETTA “B”

da inizio servizio alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

· in partenza dal capolinea provvisorio di via Cognetti: i bus percorreranno corso Cavour, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto il ponte Garibaldi), corso Trieste, via Caduti del 28 Luglio, via Ballestrero, area di sosta “ Pane e Pomodoro”, corso Trieste, svolteranno a sinistra per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via De Giosa, via Cognetti;

NAVETTA “C”

da inizio servizio alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

· in partenza dall’area di sosta “Largo 2 Giugno”: via della Resistenza, viale della Repubblica, viale Unità d’Italia, sottovia Luigi di Savoia, via De Giosa, via Cognetti, a sinistra per corso Cavour, ponte XX Settembre, viale Unità d’Italia, viale della Repubblica, via della Costituente, via Jacini, viale della Resistenza area di sosta “Largo 2 Giugno” (I bus non raggiungeranno la Camera di Commercio).

NAVETTA “AB” - SOPPRESSA

Verranno istituite cinque fermate provvisorie:

· via Cognetti lato teatro Petruzzelli

· via Carulli di fronte al civico 94

· via Di Vagno lato istituto Santarella

· corso Trieste ansa esterna all’area di sosta Pane e Pomodoro

· via Brigata Regina angolo corso Vittorio Veneto

Aree di sosta

· “Pane e Pomodoro” (corso Trieste - lato mare e lato terra)

· “Largo 2 Giugno” (viale Della Resistenza)

· “Vittorio Veneto” (lato mare e lato terra)

· Le aree di sosta saranno attive dalle ore 05:15 alle ore 24:00; il servizio sarà espletato con la consueta formula del Park & Ride.

N.B. Ad esaurimento della disponibilità dei posti auto nell’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”, verrà attivata l’area di sosta via Verdi 2 (compreso tra via Verdi, via Accettura, via Pola) nei pressi delle Piscine Comunali


DOMENICA 8 MAGGIO

Variazione di percorso linee: 1,2,2/,4,10,12,22,27,42 e 50.
Variazione di percorso e/o orari delle NAVETTE “A”, “B” e “C”.
Soppressione Navette “AB” (surrogata dalle navette “A” e “B”).
Posticipo delle ultime partenze alle ore 24.00 delle linee 1,2,2/,3,4,6,7,10,11,11/,12/, 13, 19, 20, 21, 22, 27, 53.
Servizio navetta Marisabella (interno Porto).
Attivazione straordinaria di sosta.

LINEA 1

· Direzione S. Spirito: percorso ordinario.

· Direzione piazza Moro: giunti in piazza Garibaldi dovranno proseguire per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia e piazzaMoro.

LINEA 2

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in via Carulli i bus dovranno proseguire sulla stessa, via G.co Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Piscine Comunali: percorso ordinario

Dalle ore 13.00 alle ore 18.00 e comunque fino al termine dell’esibizione della “Pattuglia Acrobatica Nazionale” i bus dovranno effettuare le seguenti ulteriori variazioni:

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in via Carulli, dovranno proseguire per il sottovia L. di Savoia, via Capruzzi, via Oberdan, via Masaniello, via Peucetia con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Peucetia, i bus dovranno proseguire per via Apulia, via Oberdan, via Capruzzi, sottovia L. di Savoia, via Carulli con ripresa del percorso ordinario.

LINEA 2/

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Carulli dovranno proseguire per via P.ro Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro, via De Cesare, via A. da Bari, via Piccinni, piazza Garibaldi, via Bonazzi, corsoV. Veneto con ripresa percorso ordinario.

· Direzione via Conenna: giunti in corso V. Veneto, dovranno svoltare per via Pizzoli, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

Dalle ore 13.00 alle ore 18.00 e comunque fino al termine dell’esibizione della “Pattuglia Acrobatica Nazionale” i bus dovranno effettuare le seguenti ulteriori variazioni:

· Direzione via Conenna: a parziale modifica di quanto precedentemente indicato, i bus giunti in via Carulli, dovranno proseguire per il sottovia L. di Savoia, via Capruzzi, via Oberdan, via Masaniello, via Peucetia con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Peucetia, i bus dovranno proseguire per via Apulia, via Oberdan, via Capruzzi, sottovia L. di Savoia, via Carulli con ripresa del percorso variato precedentemente indicato.

LINEA 4

· Direzione piazzaMoro: giunti in via Cognetti svoltare a sinistra per corsoCavour con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Ceglie: percorso ordinario.

LINEA 10

· Direzione p.co Domingo: percorso ordinario.

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in piazza L. di Savoia, i bus dovranno svoltare per via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

Dalle ore 13.00 alle ore 18.00 e comunque fino al termine dell’esibizione della “Pattuglia Acrobatica Nazionale” i bus dovranno effettuare le seguenti ulteriori variazioni:

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in via dei Mille, via Capruzzi, via Oberdan, via Masaniello, via Peucetia con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione p.co Domingo: giunti in via Peucetia, proseguiranno per via Apulia, via Oberdan, via Capruzzi, via Lattanzio con ripresa del percorso ordinario.

LINEA 12

· Direzione Torre a Mare: piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto al ponte Garibaldi), corso Trieste con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione piazza Moro: giunti in corso Trieste, proseguire per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via P.ro Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro

Dalle ore 13.00 alle ore 18.00 e comunque fino al termine dell’esibizione della “Pattuglia Acrobatica Nazionale” i bus effettueranno identico percorso della linea 12 barrato, sia in andata che in ritorno, nel tratto compreso tra Baia San Giorno e piazza Moro.

LINEE 22 e 27

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Piccinni, i bus proseguiranno per piazza Garibaldi, via Bonazzi, corso V. Veneto con ripresa percorso ordinario.

· Proveniente dalle Piscine Comunali: giunti in corsoV. Veneto, i bus svolteranno per via Pizzoli, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella con ripresa dei rispettivi percorsi ordinari.

LINEA 42

· Direzione Piscine Comunali: corsoTrieste, i bus proseguiranno per via Di Vagno, corsoSonnino, via Carulli, via P.ro Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazzaMoro, via De Cesare, via A. da Bari, via Piccinni, piazzaGaribaldi, via Bonazzi, corsoV. Veneto con ripresa percorso ordinario.

· Direzione P&R Pane e Pomodoro: giunti in corsoV. Veneto, svolteranno per via Pizzoli, piazzaGaribaldi, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corsoItalia, piazzaMoro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto il ponte Garibaldi) corsoTrieste, via Caduti del 28 Luglio, via Ballestero, CorsoTrieste, P&R Pane e Pomodoro.

Dalle ore 13.00 alle ore 18.00 e comunque fino al termine dell’esibizione della “Pattuglia Acrobatica Nazionale” i bus dovranno effettuare i percorsi di cui sopra limitati a Piazza Moro.

LINEA 50

· In Partenza da Piazza Moro: giunti in via Piccinni, proseguiranno per piazza Garibaldi, via Bonazzi, corso V. Veneto, Varco delle Vittorie, interno Porto, Varco delle Vittorie, corso V. Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro

Saranno posticipate alle ore 24:00 le ultime partenze delle linee: 1, 2, 2/, 3, 4, 6, 7, 10, 11, 11/, 12/, 13, 19, 20, 21, 22, 27 e 53

Modalità di fruizione delle navette

NAVETTA “A”

da inizio servizio alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

· in partenza dall’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”: i bus percorreranno corso Vittorio Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, percorreranno l’intero perimetro della predetta piazza, via Bonazzi, corso Vittorio Veneto, area di sosta “vittorio Veneto-lato terra” (capolinea);

N.B. Ad esaurimento della disponibilità dei posti auto nell’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”, i bus giunti proseguiranno su corso Vittorio Veneto e svolteranno per viale Orlando, via Portoghese, via di Maratona, effettueranno l’inversione di marcia e ritorneranno in via Portoghese, viale Orlando, corso Vittorio Veneto, area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”;

NAVETTA “B”

da inizio servizio alle ore 13:00 e dalle ore 18:00 a fine servizio

· in partenza dal capolinea provvisorio di via Cognetti: i bus percorreranno corso Cavour, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto il ponte Garibaldi), corso Trieste, via Caduti del 28 Luglio, via Ballestrero, area di sosta “ Pane e Pomodoro”, corso Trieste, svolteranno a sinistra per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via De Giosa, via Cognetti;

dalle ore 13:00 alle ore 18:00 e comunque sino al termine dell’esibizione della Pattuglia Acrobatica Nazionale il servizio della navetta “B” è soppresso

NAVETTA “C”

da inizio servizio alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

· in partenza dall’area di sosta “Largo 2 Giugno” (capolinea), via della Resistenza, viale della Repubblica, viale Unità d’Italia, sottovia Luigi di Savoia, via De Giosa, via Cognetti, a sinistra per corso Cavour, ponte XX Settembre, viale Unità d’Italia, viale della Repubblica, via della Costituente, via Jacini, viale della Resistenza area di sosta “Largo 2 Giugno” (I bus non raggiungeranno la Camera di Commercio).

SERVIZIO NAVETTA MARISABELLA

dalle ore 02:30 alle ore 00:45 (ultima partenza) e comunque fino al termine delle esigenze sarà attivato un servizio navetta che effettuerà il collegamento tra l’ansa di Marisabella ed il varco Dogana, attraversando l’Interno dell’Autorità Portuale.

NAVETTA “AB” - SOPPRESSA

Verranno istituite cinque fermate provvisorie:

· via Cognetti lato teatro Petruzzelli

· via Carulli di fronte al civico 94

· via Di Vagno lati istituto Santarella

· corso Trieste ansa esterna all’area di sosta Pane e Pomodoro

· via Brigata Regina angolo corso Vittorio Veneto

AREE DI SOSTA

· “Pane e Pomodoro” (corso Trieste - lato mare e lato terra)

· “Largo 2 Giugno” (viale Della Resistenza)

· “Vittorio Veneto” (lato mare e lato terra)

Le aree di sosta saranno attive dalle ore 05:15 alle ore 24:00; il servizio sarà espletato con la consueta formula del Park & Ride.

N.B. Ad esaurimento della disponibilità dei posti auto nell’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”, verrà attivata l’area di sosta via Verdi 2 (compreso tra via Verdi, via Accettura, via Pola) nei pressi delle Piscine Comunali.


LUNEDÌ 9 MAGGIO

· Variazioni di percorso delle linee: 1, 2, 2/, 4, 10, 12, 14, 22, 27, 42 e 50

· Posticipo delle ultime partenze alle ore 24:00 delle linee: 1, 2, 2/, 3, 4, 6, 7, 10,

· 11, 11/, 12/, 13, 19, 20, 21, 22, 27 e 53

· Attivazione straordinaria e modalità di fruizione delle navette “A”, “B” e “C”

· con posticipo ultime partenze alle ore 02:00

· Soppressione navetta “AB”

· Attivazione straordinaria aree di sosta

LINEA 1

· Direzione S.Spirito: percorso ordinario.

· Direzione piazza Moro: giunti in piazza Garibaldi dovranno proseguire per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia e piazza Moro.

LINEA 2

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in via Carulli i bus dovranno proseguire sulla stessa, via G.co Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Piscine Comunali: percorso ordinario

LINEA 2/

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Carulli dovranno proseguire per via P.ro Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro, via De Cesare, via A. da Bari, via Piccinni, piazza Garibaldi, via Bonazzi, corso V. Veneto con ripresa percorso ordinario.

· Direzione Via Conenna: giunti in corso V. Veneto, dovranno svoltare per via Pizzoli, piazza Garibaldi, proseguire per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia e piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, cav. Garibaldi ripresa del percorso ordinario.

LINEA 4

· Direzione piazza Moro: giunti in via Cognetti devono svoltare a sinistra per corso Cavour con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione Ceglie: percorso ordinario.

LINEA 10

· Direzione parco Domingo: percorso ordinario.

· Direzione C.S. Polivalente: giunti in sottovia L. di Savoia, i bus dovranno svoltare per via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi con ripresa del percorso ordinario.

LINEA 12

· Direzione Torre a Mare: piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto al ponte Garibaldi), corso Trieste con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione piazza Moro: giunti in corsoTrieste, proseguire per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via P.ro Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro

LINEA 14

· direzione Bosch zona industriale: percorso ordinario;

· direzione C.S. Polivalente: giunti in via Carulli i bus dovranno proseguire sulla stessa, via Giandomenico Petroni, via Dalmazia, cavalcavia Garibaldi, ripresa percorso ordinario.

LINEE 22 e 27

· Direzione Piscine Comunali: giunti in via Piccinni, i bus proseguiranno per piazza Garibaldi, via Bonazzi, corso V. Veneto, ripresa dei percorsi ordinari.

· Proveniente dalle Piscine Comunali: giunti in corsoV. Veneto, dovranno svoltare per via Pizzoli, piazza Garibaldi, proseguire per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, ripresa percorso ordinario.

LINEA 25

· Per la corsa delle ore 22.15 in partenza da via degli Oleandri Z.I. giunti in via Peucetia, i bus dovranno proseguire in via Apulia, via Oberdan, via Capruzzi, sottovia L. di Savoia.

LINEA 42

· Direzione Piscine Comunali: corsoTrieste, proseguire per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via P.ro Petroni, via Melo, via Caduti di via Fani, piazza Moro, via De Cesare, via A. da Bari, via Piccinni, piazza Garibaldi, via Bonazzi, corsoV. Veneto con ripresa del percorso ordinario.

· Direzione P&;R Pane e Pomodoro: giunti in corso V. Veneto, dovranno svoltare per via Pizzoli, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro, via Caduti di via Fani, via Melo, via P.ro Petroni, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto il ponte Garibaldi) corsoTrieste, via Caduti del 28 Luglio, via Ballestero, corso Trieste, P&R Pane e Pomodoro.

LINEA 50

· In Partenza da Piazza Moro: giunti in via Piccinni, i bus proseguiranno per piazza Garibaldi, via Bonazzi, corso V. Veneto, Varco delle Vittorie, interno Porto, Varco delle Vittorie, corso V. Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, corso Italia, piazza Moro

Saranno posticipate alle ore 24:00 le ultime partenze delle linee: 1, 2, 2/, 3, 4, 6, 7, 10, 11, 11/, 12/, 13, 19, 20, 21, 22, 27 e 53

Modalità di fruizione delle navette

NAVETTA “A”

da inizio servizio alle ore 16:00 e dalle ore 24:00 alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

in partenza dall’area di sosta ”Vittorio Veneto-lato terra”: i bus svolteranno a destra per piazza Massari, a destra per corso Vittorio Emanuele, via Quintino Sella, via Piccinni, corso Cavour (inversione di marcia alla Camera di Commercio), corso Vittorio Emanuele con ripresa del percorso ordinario;

dalle ore 16:00 alle ore 24:00 e comunque sino al termine delle esigenze:

in partenza dall’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra” : i bus percorreranno corso Vittorio Veneto, via Pizzoli, piazza Garibaldi, via Bonazzi, corso Vittorio Veneto, area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra” (I bus non transiteranno su corso A. De Tullio e sul lungomare Imperatore Augusto);

N.B. Ad esaurimento della disponibilità dei posti auto nell’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”, i bus proseguiranno su corso Vittorio Veneto, viale Orlando, via Portoghese, via di Maratona, effettueranno l’inversione di marcia e ritorneranno in via Portoghese, viale Orlando, corso Vittorio Veneto, area di sosta “Vittorio Venetolato terra”.

NAVETTA “B”

dalle ore 16:00 alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

in partenza dal capolinea provvisorio di via Cognetti: i bus percorreranno corso Cavour, via Carulli, via G.co Petroni, via Dalmazia, via Di Vagno (inversione sotto il ponte Garibaldi), corso Trieste, via Caduti del 28 Luglio, via Ballestrero, area di sosta “ Pane e Pomodoro”, corso Trieste, svolteranno a sinistra per via Di Vagno, corso Sonnino, via Carulli, via De Giosa, via Cognetti;

NAVETTA “C”

dalle ore 16:00 alle ore 02:00 (ultima partenza) e comunque sino al termine delle esigenze:

in partenza dall’area di sosta “Largo 2 Giugno”: via della Resistenza, viale della Repubblica, viale Unità d’Italia, sottovia Luigi di Savoia, via De Giosa, via Cognetti, a sinistra per corso Cavour, ponte XX Settembre, viale Unità d’Italia, viale della Repubblica, via della Costituente, via Jacini, viale della Resistenza area di sosta “Largo 2 Giugno” (I bus non raggiungeranno la Camera di Commercio).

NAVETTA “AB” - SOPPRESSA

Verranno istituite cinque fermate provvisorie:

· via Cognetti lato teatro Petruzzelli

· via Carulli di fronte al civico 94

· via Di Vagno lati istituto Santarella

· corso Trieste ansa esterna all’area di sosta Pane e Pomodoro

· via Brigata Regina angolo corso Vittorio Veneto

AREE DI SOSTA

· “Pane e Pomodoro” (corso Trieste - lato mare e lato terra)

· Largo 2 Giugno” (viale Della Resistenza)

· “Vittorio Veneto” (lato mare e lato terra)

Le aree di sosta saranno attive dalle ore 05:15 alle ore 24:00; il servizio sarà espletato con la consueta formula del Park & Ride.

N.B. Ad esaurimento della disponibilità dei posti auto nell’area di sosta “Vittorio Veneto-lato terra”, verrà attivata l’area di sosta via Verdi 2 (compreso tra via Verdi, via Accettura, via Pola) nei pressi delle Piscine Comunali.

Festa di San Nicola 2022: i divieti al transito e alla sosta previsti dall'ordinanza della Polizia locale


BARI - In vista degli eventi religiosi e laici organizzati per la festa patronale di San Nicola, l’amministrazione comunale ha previsto una serie di misure e divieti relativi al traffico e alla viabilità individuati dalla Polizia locale con apposita ordinanza.

Per questa edizione della festa nicolaiana tornano le Frecce Tricolori, che si esibiranno nella giornata di domenica 8 maggio. Già nella giornata di domani, giovedì 5 maggio, per consentire lo svolgimento delle esercitazioni della pattuglia acrobatica, la Polizia locale ha previsto però una serie di divieti (di seguito elencati).

Venerdì 6 maggio le attività propedeutiche alla sagra entrano nel vivo: il lungomare Imperatore Augusto sarà interessato dal divieto di sosta e di transito assoluto per permettere agli operatori del commercio ambulante di allestire le postazioni assegnate.

Sabato 7 maggio, invece, i divieti ricalcheranno il percorso del Corteo Storico, come di consueto, mentre nella giornata di domenica 8 maggio le limitazioni al transito e alla sosta si estenderanno anche al lungomare Nazario Sauro e, in concomitanza dell’esibizione delle Frecce Tricolori, fino al parco Perotti.

Nelle prossime ore saranno comunicate anche le variazioni dei percorsi dei bus urbani e gli orari delle corse dei Park & Ride cittadini, insieme ai provvedimenti relativi alle aree di sosta che saranno attivate in favore dei residenti dei quartieri interessati dai divieti.

Di seguito i dettagli dell’ordinanza della Polizia locale:

5 MAGGIO

1. dalle ore 7 alle 18 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA” sulle seguenti strade piazze:

a. piazzale IV Novembre;
b. lungomare Di Crollalanza;
c. molo S. Nicola;
d. via Fiorese;
e. piazza Eroi del Mare;
f. largo G. Bruno;
g. largo Adua;
h. piazza A. Diaz;
i. via Giandomenico Petroni, tratto compreso tra piazza A. Diaz e via Dalmazia;
j. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;
k. piazza Gramsci, tratto compreso tra via Fratelli Rosselli e via Di Vagno
l. via Dalmazia;
m. via Matteotti, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
n. via Mele;
o. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
p. via Gorizia, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
q. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
r. via Addis Abeba, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
s. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
t. via Spalato, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
u. piazza Poerio, ambo i lati, tratto compreso tra le carreggiate di via Di Vagno (area sottostante il cavalcavia Garibaldi);

2. dalle ore 15 alle 18 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. piazzale IV Novembre;
b. lungomare Di Crollalanza;
c. molo S. Nicola;
d. via Fiorese;
e. piazza Eroi del Mare;
f. largo G. Bruno;
g. largo Adua;
h. piazza A. Diaz;
i. via Giandomenico Petroni, tratto compreso tra piazza A. Diaz e via Dalmazia;
j. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;
k. piazza Gramsci, tratto compreso tra via Fratelli Rosselli e via Di Vagno
l. via Dalmazia;
m. via Matteotti, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
n. via Mele;
o. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
p. via Gorizia, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
q. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
r. via Addis Abeba, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
s. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
t. via Spalato, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;


6 MAGGIO

1. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA” sulle seguenti strade e piazze:

a. lungomare Imp. Augusto, comprese le stradine che adducono alla Città Vecchia;

b. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;

2. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. lungomare Imp. Augusto, comprese le stradine che adducono alla Città Vecchia (eccetto gli operatori commerciali autorizzati per la Sagra e Fiera di San Nicola);

b. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;

3. dalle ore 14 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA” sul corso Vittorio Emanuele II, tratto compreso tra via Cairoli e via Roberto da Bari (per le prove della performance artistica su prospetto del Teatro Piccinni);

4. dalle ore 20 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sul corso Vittorio Emanuele II, tratto compreso tra via Cairoli e via Andrea da Bari (per le prove della performance artistica su prospetto del Teatro Piccinni);

5. dalle ore 18 alle 24, al passaggio della “RIEVOCAZIONE DELLO SBARCO E DELLA CONSEGNA DELLE OSSA DI SAN NICOLA”, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

molo S. Antonio, piazza Mercantile, via Fragigena, strada Palazzo di Città, piazzetta

Sant’Anselmo, piazza S. Marco, strada S. Marco, via Carmine;

7 MAGGIO

1. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA” sulle seguenti strade e piazze:

a. piazza San Nicola;
b. largo Urbano II;
c. corte del Catapano;
d. via Palazzo di Città;
e. lungomare Imp. Augusto;
f. piazzale IV Novembre;
g. c.so Vittorio Emanuele II;
h. piazza della Libertà;
i. piazza Massari;
j. piazza Federico II di Svevia;
k. via Ruggero il Normanno, nel tratto compreso tra il c.so De Tullio e piazza Federico II di Svevia
l. via Boemondo;
m. strada Palazzo dell’Intendenza;
n. via B. Petrone;
o. via Villari;
p. via De Rossi, tratto compreso tra via Piccinni e c.so Vittorio Emanuele II;
q. via Marchese di Montrone, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
r. via Cairoli, tratto compreso tra via Piccinni e c.so Vittorio Emanuele II;
s. via Andrea da Bari, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
t. via Melo, tratto compreso tra via Piccinni e c.so Vittorio Emanuele II;
u. c.so Cavour, compresi i tratti di collegamento tra le due carreggiate:

- nel tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via P. Amedeo (per il senso di marcia con direzione verso il cavalcavia XX Settembre);
- nel tratto compreso tra via Imbriani e piazzale IV Novembre (per il senso di marcia con direzione verso il piazzale IV Novembre);
- area di sosta delimitata tra le due carreggiate di c.so Cavour, il prolungamento di via Cognetti ed il prolungamento di via Dante;

v. via Abate Gimma, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
w. via Calefati, tratto compreso tra c.so Cavour e via Melo;
x. via Putignani, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
y. via Fiorese;
z. molo S. Nicola;

aa. lungomare Di Crollalanza;
bb. piazza Eroi del Mare;
cc. largo G. Bruno;
dd. largo Adua;
ee. piazza A. Diaz;
ff. via Giandomenico Petroni;
gg. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;
hh. piazza Gramsci, tratto compreso tra via Fratelli Rosselli e via Di Vagno;
ii. via Dalmazia;
jj. via Matteotti, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
kk. via Mele;

ll. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
mm. via Gorizia, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
nn. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
oo. via Addis Abeba, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
pp. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
qq. via Spalato, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
rr. via Ragusa, tratto compreso tra via Dalmazia ed il cancello fronte mare (strada chiusa);
ss. via card. A. Ballestrero, lato prospiciente il muro di cinta delle FF.SS.;
tt. piazza Poerio, ambo i lati, tratto compreso tra le carreggiate di via Di Vagno (area sottostante il cavalcavia Garibaldi);

uu. via S. Francesco d’Assisi, tratto compreso tra piazza Massari e piazza Garibaldi;

vv. piazza Garibaldi:

- nel tratto compreso tra largo Nitti Valentini e via Bonazzi;
- nel tratto compreso tra via Manzoni e largo Nitti Valentini;
- nel tratto compreso tra via Crispi e via Manzoni;

2. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. piazza San Nicola;
b. largo Urbano II;
c. corte del Catapano;
d. via Palazzo di Città;
e. lungomare Imp. Augusto (eccetto gli operatori commerciali autorizzati per la Sagra e Fiera di San Nicola);
f. piazzale IV Novembre;
g. c.so Vittorio Emanuele II;
h. piazza Libertà;
i. piazza Massari;
j. piazza Federico II di Svevia;
k. via Boemondo;
l. strada Palazzo dell’Intendenza;
m. via B. Petrone;
n. via Villari;
o. via De Rossi, tratto compreso tra via A. Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
p. via Marchese di Montrone, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
q. via Cairoli, tratto compreso tra via A. Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
r. via Roberto da Bari, tratto compreso tra via A. Gimma e via Piccinni;
s. via Andrea da Bari tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
t. via Melo, tratto compreso tra via Abate Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
u. via Piccinni;
v. c.so Cavour, compresi i tratti di collegamento tra le due carreggiate:

- nel tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via P. Amedeo (per il senso di marcia con direzione verso il cavalcavia XX Settembre);
- nel tratto compreso tra via Cognetti e piazzale IV Novembre (per il senso di marcia con direzione verso il piazzale IV Novembre);

w. via Abate Gimma, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
x. via Calefati, tratto compreso tra c.so Cavour e via Melo;
y. via Putignani, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
z. via Fiorese;

aa. molo S. Nicola;
bb. lungomare Di Crollalanza;
cc. piazza Eroi del Mare;
dd. largo G. Bruno;
ee. largo Adua;
ff. piazza A. Diaz:
gg. lungomare N. Sauro;
hh. via Matteotti, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
ii. via Mele, tratto compreso tra via Matteotti e via Egnatia;
jj. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
kk. via Gorizia, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
ll. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
mm. via Addis Abeba, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
nn. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
oo. via Spalato, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
pp. via Lombardi;
qq. via Latilla;
rr. corso sen. A. De Tullio:

3. dalle ore 17 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DOPPIO SENSO DI CIRCOLAZIONE”, esclusivamente per gli autobus urbani, sulla piazza Garibaldi, tratto compreso tra largo Nitti Valentini e via Crispi (numerazione dal civico 45 al civico 75);

4. dalle ore 17.00 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. via S. Francesco d’Assisi;
b. piazza Garibaldi, tratto con senso di marcia da largo Nitti Valentini a via Bonazzi;
c. via Carducci, tratto compreso tra via G. Murat e via S. Francesco d’Assisi;
d. via Napoli, tratto compreso tra via Bonazzi e via S. Francesco d’Assisi;

A partire dalle ore 20.30 il Corteo Storico si svilupperà lungo piazza Federico II di Svevia, via S. Francesco d’Assisi, piazza Garibaldi, c.so Vittorio Emanuele II, piazzale IV Novembre, lungomare Imp. Augusto, arco S. Nicola, largo Urbano II, piazza S. Nicola;

8 MAGGIO

1. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA” sulle seguenti strade e piazze:

a. piazza San Nicola;
b. largo Urbano II;
c. corte del Catapano;
d. via Palazzo di Città;
e. lungomare Imp. Augusto;
f. piazzale IV Novembre;
g. c.so Vittorio Emanuele II, tratto compreso tra piazzale IV Novembre e via Marchese di Montrone;
h. piazza della Libertà;
i. piazza Massari, carreggiata con direzione di marcia da c.so Vittorio Emanuele II a piazza Federico II di Svevia;
j. piazza Federico II di Svevia;
k. via Ruggero il Normanno, nel tratto compreso tra il c.so De Tullio e piazza Federico II di Svevia;
l. via Boemondo;
m. strada Palazzo dell’Intendenza;
n. via B. Petrone;
o. via Marchese di Montrone, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
p. via Cairoli, tratto compreso tra via Piccinni e c.so Vittorio Emanuele II;
q. via Andrea da Bari, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
r. via Melo, tratto compreso tra via Piccinni e c.so Vittorio Emanuele II;
s. c.so Cavour, compresi i tratti di collegamento tra le due carreggiate:

- nel tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via P. Amedeo (per il senso di marcia con direzione verso il cavalcavia XX Settembre);
- nel tratto compreso tra via Cardassi e piazzale IV Novembre (per il senso di marcia con direzione verso il piazzale IV Novembre);
- area di sosta delimitata tra le due carreggiate di c.so Cavour, il prolungamento di via Cognetti ed il prolungamento di via Dante;

t. via Abate Gimma, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
u. via Calefati, tratto compreso tra c.so Cavour e via Melo;
v. via Putignani, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
w. via Fiorese;
x. molo S. Nicola;
y. lungomare Di Crollalanza;
z. piazza Eroi del Mare;

aa. largo G. Bruno;
bb. largo Adua;
cc. piazza A. Diaz;
dd. via Giandomenico Petroni;
ee. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;
ff. piazza Gramsci, tratto compreso tra via Fratelli Rosselli e via Di Vagno;
gg. via Dalmazia;
hh. via Matteotti, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
ii. via Mele;
jj. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e corso Sonnino;
kk. via Corfù, tratto compreso tra corso Sonnino e via Dalmazia;
ll. via Gorizia, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
mm. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e corso Sonnino;
nn. via Istria, tratto compreso tra corso Sonnino e via Dalmazia;
oo. via Addis Abeba, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
pp. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e corso Sonnino;
qq. via Spalato, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
ww.via Ragusa, tratto compreso tra corso Sonnino ed il cancello fronte mare (strada chiusa);
rr. via card. A. Ballestrero, lato prospiciente il muro di cinta delle FF.SS.;
ss. piazza Poerio, ambo i lati, tratto compreso tra le carreggiate di via Di Vagno (area sottostante il cavalcavia Garibaldi);

tt. c.so Vittorio Veneto, esclusivamente per il tratto complanare compreso tra via Caracciolo e via Oreste, eccetto bus dei pellegrini autorizzati;

uu. corso sen. A. De Tullio, lato mare, tratto compreso tra il varco “Capitaneria” ed il varco “Dogana”, eccetto bus dei pellegrini autorizzati per la sola salita e discesa dei passeggeri;

2. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. piazza San Nicola;
b. largo Urbano II;
c. corte del Catapano;
d. via Palazzo di Città;
e. lungomare Imp. Augusto;
f. piazzale IV Novembre;
g. c.so Vittorio Emanuele II, tratto compreso tra piazzale IV Novembre e via De Rossi;
h. piazza della Libertà;
i. piazza Massari, carreggiata con direzione di marcia da c.so Vittorio Emanuele II a piazza Federico II di Svevia;
j. piazza Federico II di Svevia;
k. via Boemondo;
l. strada Palazzo dell’Intendenza;
m. via B. Petrone;
n. via Villari;
o. via De Rossi, tratto compreso tra via A. Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
p. via Marchese di Montrone, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
q. via Cairoli, tratto compreso tra via A. Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
r. via Roberto da Bari, tratto compreso tra via A. Gimma e via Piccinni;
s. via Andrea da Bari tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
t. via Melo, tratto compreso tra via Abate Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
u. via Piccinni, tratto compreso tra corso Cavour e via De Rossi;
v. c.so Cavour, ambo i lati, compresi i tratti di collegamento tra le due carreggiate:

- nel tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via P. Amedeo (per il senso di marcia con direzione verso il cavalcavia XX Settembre);
- nel tratto compreso tra via Cognetti e piazzale IV Novembre (per il senso di marcia con direzione verso il piazzale IV Novembre);

w. via Abate Gimma, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
x. via Calefati, tratto compreso tra corso Cavour e via Melo;
y. via Putignani, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
z. via Fiorese;

aa. molo S. Nicola;
bb. lungomare Di Crollalanza;
cc. piazza Eroi del Mare;
dd. largo G. Bruno;
ee. largo Adua;
ff. piazza A. Diaz:
gg. lungomare N. Sauro;
hh. via Matteotti, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
ii. via Mele, tratto compreso tra via Matteotti e via Egnatia;
jj. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e corso Sonnino;
kk. via Corfù, tratto compreso tra corso Sonnino e via Dalmazia;
ll. via Gorizia, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
mm. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e corso Sonnino;
nn. via Istria, tratto compreso tra corso Sonnino e via Dalmazia;
oo. via Addis Abeba, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
pp. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e corso Sonnino;
qq. via Spalato, tratto compreso tra corso Sonnino e lungomare N. Sauro;
rr. via Ragusa, tratto compreso tra corso Sonnino e via Dalmazia;
ss. corso sen. A. De Tullio;
tt. c.so Vittorio Veneto, esclusivamente per il tratto complanare compreso tra via

Caracciolo e via Oreste;

3. dalle ore 13 alle 18 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. via Dalmazia (eccetto veicoli della Aeronautica Militare, dei residenti delle strutture militari nonché delle Autorità autorizzati alla sosta all’interno del Comando Scuole A.M. / III Regione Aerea e della Comando Regione Carabinieri “Puglia”); il tratto di strada compreso tra il civ. 98 della via Dalmazia e l’intersezione con via G.ppe Di Vagno dovrà prevedere la divisione in senso longitudinale della carreggiata (utilizzando alternativamente transenne, nastro bianco/rosso, coni mobili delineatori, ecc.) al fine di preservare la parte della carreggiata - lato mare - riservata esclusivamente ai veicoli autorizzati che dovranno accedere all’interno del Comando Regione Carabinieri “Puglia”;

b. via Giandomenico Petroni;
c. lungomare Giovine;
d. lungomare Di Cagno Abbrescia;
e. corso Trieste;
f. via Ballestrero;
g. lungomare Perotti;

h. cavalcavia Garibaldi (l’accesso al sovrappasso, dal lato via Aristosseno con direzione verso il Lungomare, sarà consentito ai soli veicoli autorizzati che dovranno impegnare la via Dalmazia dal lato di via G.ppe Di Vagno, e accedere esclusivamente all’interno del Comando Regione Carabinieri “Puglia”);

Di seguito il percorso delle processioni:

- dalle ore 6.45:

piazza S. Nicola, Arco Angioino, piazzetta 62 Marinai, via delle Crociate, strada del Carmine, via Tancredi, Arco della Neve, piazza Odegitria, piazza Federico II di Svevia, via Boemondo, attraversamento atrio interno Palazzo del Governo, piazza Libertà, c.so Vittorio Emanuele II, piazzale IV Novembre, c.so Cavour (sino all’altezza della fontana monumentale) e ritorno sulla stessa c.so Cavour (corsia di marcia con direzione verso piazzale IV Novembre) sino a piazza Eroi del Mare, piazza Eroi del Mare, lungomare A. Di Crollalanza, molo S. Nicola;

- dalle ore 20:

molo S. Nicola, lungomare A. Di Crollalanza, piazza Eroi del Mare, via Fiorese, c.so Cavour (corsia lato attività commerciali), piazzale IV Novembre, piazza del Ferrarese;

9 MAGGIO

1. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI FERMATA” sulle seguenti strade e piazze:

a. piazza San Nicola;
b. largo Urbano II;
c. corte del Catapano;
d. via Palazzo di Città;
e. lungomare Imp. Augusto;
f. piazzale IV Novembre;
g. c.so Vittorio Emanuele II, tratto compreso tra piazzale IV Novembre e via Marchese di Montrone;
h. piazza Libertà;
i. via Boemondo;
j. strada Palazzo dell’Intendenza;
k. via B. Petrone;
l. via Marchese di Montrone, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
m. via Andrea da Bari, tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
n. via Melo, tratto compreso tra via Piccinni e c.so Vittorio Emanuele II;
o. c.so Cavour, compresi i tratti di collegamento tra le due carreggiate:

- nel tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via P. Amedeo (per il senso di marcia con direzione verso il cavalcavia XX Settembre);

- nel tratto compreso tra via Cardassi e piazzale IV Novembre (per il senso di marcia con direzione verso il piazzale IV Novembre);

- area di sosta delimitata tra le due carreggiate di c.so Cavour, il prolungamento di via Cognetti ed il prolungamento di via Dante;

p. via Abate Gimma, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
q. via Calefati, tratto compreso tra c.so Cavour e via Melo;
r. via Putignani, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
s. via Fiorese;
t. molo S. Nicola;
u. lungomare Di Crollalanza;
v. piazza Eroi del Mare;
w. largo G. Bruno;
x. largo Adua;
y. piazza A. Diaz;

z. lungomare N. Sauro, piazzetta compresa tra via Arcivescovo Vaccaro e via Gorizia, antistante la sede dell’I.N.P.S.;

aa. piazza Gramsci, tratto compreso tra via Fratelli Rosselli e via Di Vagno
bb. via Dalmazia, tratto compreso tra via Matteotti e via Fratelli Rosselli;
cc. via Matteotti, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
dd. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
ee. via Gorizia, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
ff. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
gg. via Addis Abeba, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
hh. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
ii. via Spalato, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
jj. via card. A. Ballestrero, lato prospiciente il muro di cinta delle FF.SS.;
kk. piazza Poerio, ambo i lati, tratto compreso tra le carreggiate di via Di Vagno (area sottostante il cavalcavia Garibaldi);

2. dalle ore 00.01 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” (eccetto veicoli autorizzati per la Celebrazione Eucaristica in Basilica di S. Nicola con obbligo di parcheggio in largo Abate Elia) sulle seguenti strade e piazze:

a. piazza San Nicola;
b. largo Urbano II;
c. corte del Catapano;
d. via Palazzo di Città;
e. lungomare Imp. Augusto;
f. piazzale IV Novembre;

3. dalle ore 16 alle 24 e, comunque, fino a cessate esigenze, è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” sulle seguenti strade e piazze:

a. c.so Vittorio Emanuele II, tratto compreso tra via Cairoli e piazzale IV Novembre;

b. piazza Libertà;
c. via Boemondo;
d. strada Palazzo dell’Intendenza;
e. via B. Petrone;
f. via Roberto da Bari, tratto compreso tra via A. Gimma e via Piccinni;
g. via Andrea da Bari tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via Piccinni;
h. via Melo, tratto compreso tra via Abate Gimma e c.so Vittorio Emanuele II;
i. via Piccinni, tratto compreso tra corso Cavour e via Cairoli;
j. c.so Cavour, ambo i lati, compresi i tratti di collegamento tra le due carreggiate:

- nel tratto compreso tra c.so Vittorio Emanuele II e via P. Amedeo (per il senso di marcia con direzione verso il cavalcavia XX Settembre);

- nel tratto compreso tra via Cognetti e piazzale IV Novembre (per il senso di marcia con direzione verso il piazzale IV Novembre);

k. via Abate Gimma, tratto compreso tra via Melo e c.so Cavour;
l. via Calefati, tratto compreso tra corso Cavour e via Melo;
m. via Fiorese;
n. molo S. Nicola;
o. lungomare Di Crollalanza;
p. piazza Eroi del Mare;
q. largo G. Bruno;
r. largo Adua;
s. piazza A. Diaz:
t. lungomare N. Sauro;

u. via Matteotti, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
v. via Mele, tratto compreso tra via Matteotti e via Egnatia;
w. via Egnatia, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
x. via Gorizia, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
y. via Arcivescovo Vaccaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
z. via Addis Abeba, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
aa. via Cattaro, tratto compreso tra lungomare N. Sauro e via Dalmazia;
bb. via Spalato, tratto compreso tra via Dalmazia e lungomare N. Sauro;
cc. corso sen. A. De Tullio;

Infine, dalle ore 8 del 7 maggio alle 24 del 9 maggio è istituito il “DIVIETO DI TRANSITO” per i veicoli con portata superiore a t. 3,5 all’interno del perimetro

individuato da: via B. Regina - via B. Bari - via Capruzzi - via Oberdan - via Di Vagno - lungomare Nazario Sauro - lungomare A. Di Crollalanza - piazza IV Novembre - lungomare Imp. Augusto - corso sen. De Tullio - corso Vittorio Veneto.

Barletta, quel murales dedicato alla Madonna dello Sterpeto diventato meta per devoti e turisti


NICOLA RICCHITELLI –
Siamo a pochi passi da Santa Maria Maggiore, nel cuore del centro storico di Barletta, lì dove un paio di anni fa, nei primissimi giorni post riaperture, dopo quello che fu il primo drammatico lockdown a seguito del Covid-19, in Via Ettore Giovenale – uno degli eroi che combatté la Disfida di Barletta - in una viuzza che dal quartiere Santa Maria volge verso Via Ettore Fieramosca, ha visto il fondersi di arte e devozione, da una parte l’arte del pittore Borgiac – Giacomo Boraccino all’anagrafe – dall’altra la devozione del presidente dell’Associazione barlettana “Barlett e Avest”, Raffaele Di Pietro, per tutti “Lello il rosso”.

Il risultato fu un meraviglioso murales in onore della Patrona di Barletta, la Madonna dello Sterpeto, un murales che fece seguito a quelli già dedicati a San Francesco da Paola e a San Andrea Apostolo sui muri della Chiesa di San Andrea ubicata sempre nel quartiere marinaro di Santa Maria, realizzati sempre per mano dell’artista barlettano Borgiac.

Questa meravigliosa opera di street art è divenuta nei mesi a seguire quasi una tappa obbligatoria per i tanti devoti alla Madonna dello Sterpeto, magari impossibilitati a raggiungere il Santuario dove è custodita l’antica icona, una sublime rappresentazione in cui si identifica l’immensa devozione che il popolo cristiano barlettano ha da secoli nei confronti della Madonna dello Sterpeto, un’opera che nei mesi ha attratto altresì anche i numerosi turisti che raggiungono la città di Barletta.

Dopo aver reso omaggio alla Madonna dello Sterpeto in Cattedrale, la cui Sacra Icona in occasione del mese di maggio – nel mese dedicato alla Madonna – è stata portata processionalmente in città, e che sosterrà per tutto il mese mariano, è consigliabile fare tappa in Via Giovenale per ammirare questo splendido murales dedicato alla Patrona di Barletta.

Il Papa vuole incontrare Putin


PIERO CHIMENTI -
Il Papa Francesco, in un'intervista al Corriere della sera, ha dichiarato che al momento non andrà a Kiev ma che ha la ferma intenzione di incontrare il Presidente russo Putin da cui ancora non ha avuto risposta. 

Sull'escalation della guerra Francesco ha spiegato: "L'abbaiare della Nato alla porta della Russia" ha portato il capo del Cremlino a scatenare il conflitto. Un'ira che non so dire se sia stata provocata, ma facilitata forse sì". 

Sulla possibile fine dei bombardamenti, il Papa ha raccontato il dialogo avuto con il presidente ungherese, che gli ha confidato: "Orban, quando l'ho incontrato, mi ha detto che i russi hanno un piano, che il 9 maggio finirà tutto".

Hub di innovazione sociale: a Lecce parco Balsamo e Ammirato cambiano volto


LECCE - Questa mattina a Bari sono stati illustrati i progetti presentati dai capoluoghi di provincia pugliesi per la creazione di Hub di Innovazione sociale in risposta all’avviso regionale Puglia Sociale In, nell’ambito del quale saranno finanziati con fondi FESR e FSE. In conferenza stampa, insieme all’assessora Rosa Barone, anche il sindaco Carlo Salvemini, che ha illustrato i progetti relativi alla città di Lecce, che riguardano il riuso sociale e culturale di due importanti luoghi del patrimonio pubblico cittadino, il Parco Balsamo con la chiesetta di Santa Maria di Pozzuolo e l’immobile storico Scipione Ammirato.

I progetti Activity Park (Parco Balsamo) e Officucina (Scipione Ammirato) si inseriscono nell’ambito del nascente “HubQuarter” (antistante alla Stazione Ferroviaria) intitolato “Officine Mezzogiorno”, che l’amministrazione sta realizzando insieme a ItaliaCamp. I progetti presentati da Lecce trovano origine nell’investimento sull’innovazione sociale previsto dalle linee strategiche di mandato e i temi promossi dall’avviso regionale: rigenerare le relazioni sociali nei quartieri della città attraverso sport, benessere, inclusione, filiere e comunità del cibo, lotta allo spreco alimentare.

Il progetto che rigenererà Parco e chiesetta Balsamo si intitola “Activity Park nella città di Lecce: un parco per attività sportive e sociali”. Sarà finanziato con 1.148.184 euro ed è incentrato sulla promozione del benessere fisico per una vita più piena e soddisfacente per chi vive il quartiere e la città. Con i fondi a disposizione il parco Balsamo sarà riqualificato per diventare uno spazio aperto e inclusivo, che incoraggia all’aggregazione. Saranno rigenerati l’area giochi per i bambini, il prato, il campo da bocce, il chiosco che offre ristoro ai fruitori del parco e realizzati dei campi per praticare liberamente il gioco di squadra (playground).

Anche l’immobile della Chiesetta Balsamo sarà restaurato e le sue funzioni rinnovate. Gli spazi interni, attualmente insalubri perché soggetti a infiltrazioni, saranno messi a nuovo e adeguati agli standard previsti in materia di sicurezza negli spazi pubblici. Al piano terra saranno realizzate aule di formazione e laboratori, una saletta conferenze, un’aula funzionale per il bike sharing con armadietti e i servizi igienici. Al primo piano una sala polifunzionale per corsi di fitness e baby training, un ufficio, spogliatoi con docce e armadietti. Per la ristrutturazione saranno utilizzati materiali ecocompatibili. L’intera area sarà dotata di WiFi e le aule attrezzate con tecnologie innovative.

A cura del soggetto gestore del Parco e dell’immobile – che resteranno sempre ad accesso libero – saranno offerte attività e corsi in cui poter incrociare l’esperienza fisica (physical) e quella virtuale (digital). Dunque, attività motorie nel Parco, grazie alle nuove attrezzature, attività educative nei locali della ex chiesetta (come corsi di alfabetizzazione e formazione digitale per tutte le età e attività formative per i mestieri del digitale), attività sociali legate alla pratica sportiva: utilizzo di nuove tecnologie per allenamenti in strada, organizzati per cittadini turisti, nei quali integrare la pratica fisica con la scoperta e la conoscenza della città.


Tutto incentrato sulla cultura del cibo, della sana alimentazione e sulle occasioni lavorative e d’impresa che il settore alimentare oggi è in grado di creare, è il progetto che coinvolgerà Palazzo Scipione Ammirato: “Officucina”. Un progetto per il quale saranno disponibili risorse per 1.026.815 euro utili per interventi di recupero, adeguamento e rifunzionalizzazione del Palazzo – nel rispetto dei vincoli esistenti – sia negli ambienti interni che all’esterno.

Al piano terra dell’edificio sarà allestito uno spazio “Show cooking” dedicato a numerose attività: corsi di cucina professionalizzanti, workshop e attività sul cibo, sull’agritech (le nuove tecnologie applicate al settore agricolo), laboratori creativi culinari, programmi di accelerazione per imprese del territorio e percorsi di educazione sull’economia circolare. Il primo piano sarà destinato a “Temporary restaurant”, destinato ad accogliere a rotazione vari esercizi commerciali del mondo della ristorazione e fornire esperienze culinarie sempre diverse. La corte esterna dell’edificio sarà allestita come “Community garden”, con orti domestici curati dai cittadini del quartiere, un corner botanico destinato alle essenze aromatiche e uno spazio che nelle ore serali potrà ospitare piccole manifestazioni culturali. Il terrazzo esterno al primo piano dell’edificio sarà uno “Smart Garden”, un giardino verticale nel quale saranno coltivate le essenze utilizzate in cucina e nei corsi. L’Officucina avrà anche una estensione “mobile”: l’OffiTruk, un camioncino che stazionerà vicino allo Scipione per effettuare servizi di fast delivery e porsi come mezzo mobile di diffusione delle conoscenze e dei sapori del cibo sano di origine locale.

“L’avviso Puglia Sociale IN ci ha dato la possibilità di immaginare progetti di innovazione sociale che oltre a fornire servizi e attrezzature ai quartieri, recuperare immobili storici, riqualificare spazi pubblici fanno di più, diventano luoghi nei quali potersi formare, accrescere competenze, praticare corsi e attività di formazione, luoghi che generano nuove possibilità di lavoro, nuovi progetti, nuove idee – dichiara il sindaco Carlo Salvemini – noi ci siamo concentrati su attività che incidono fortemente sulla qualità della vita dei cittadini e che rappresentano sfere di interesse in forte crescita: il benessere fisico e la sana alimentazione. Partendo da queste premesse abbiamo immaginato di attrezzare i quartieri con questi luoghi, capaci di essere attrattivi, di sostenersi grazie ai servizi e alle attività che offriranno, di costituire davvero un valore aggiunto nella vita di chi li frequenterà. Siamo fiduciosi di poter ottenere buoni risultati, anche grazie alle collaborazioni che contiamo di attivare per la gestione e l’animazione di questi luoghi”.

25 aprile: in tanti a Canne della Battaglia per festeggiare la Madonna di Canne e San Ruggero


NICOLA RICCHITELLI – Grande partecipazione di fedeli lo scorso 25 aprile – presso il santuario di San Ruggero a Canne della Battaglia – per la festa in onore della Madonna di Canne – devozione tanto cara in antichità al popolo cannese - e per il 746° anniversario delle traslazione delle ossa di San Ruggero da Canne a Barletta.

La due giorni di festa ha avuto il suo culmine alle ore 12 quando dal santuario di San Ruggero - situato in località Boccuta di Canne della battaglia - è partita una breve processione con a spalle le effigi della Madonna di Canne e San Ruggero e che ha attraversato le aree circostanti del santuario.
 

Una due giorni di festa che ha avvicinato numerosi fedeli, in tal senso un plauso all’amministratore parrocchiale don Francesco Scommegna che con soddisfazione dichiara: «Grazie a quanti hanno contribuito alla riuscita di questo bel momento di fede ma anche di storia, infatti la Madonna di Canne è testimonianza della devozione che il popolo di Canne da sempre ha avuto verso la Madre di Dio, è stato altresì importante ricordare nella circostanza quanto successo nel lontano 1276 quando le ossa del Patrono di Barletta, imboccarono la strada che portavano verso la nostra città».

Ucraina: Papa Francesco scrive lettera a Kirill

PIERO CHIMENTI - “Caro fratello! Possa lo Spirito Santo trasformare i nostri cuori e renderci veri operatori di pace, specialmente per l’Ucraina dilaniata dalla guerra, affinché il grande passaggio pasquale dalla morte alla nuova vita in Cristo diventi una realtà per il popolo ucraino, desideroso di una nuova alba che porrà fine all’oscurità della guerra”. Con queste parole prende vita la lettera che il Papa Francesco ha scritto al Patriarca russi Kirill II affinché si possa mettere fine all'attacco russo contro Kiev.

Dal 1986 don Mario Persano cura la parrocchia ‘Beata Vergine Santissimo Rosario in San Nicola’ a Carbonara


LIVALCA
- “Cognosco” don Mario Persano da quasi vent’anni ed il primo contatto si deve a mio genero Mimmo; trattasi di una persona di una simpatia contagiosa, con cui è difficile non entrare in sintonia e solo allora conosci il vero don Mario. A primo impatto pensai subito a Lèo Ferrè (lo so ho già scritto di ciò, ma è risaputo che ‘col tempo sai‘ Livalca si ripete, pur non concedendo ‘bis’) ma non gli ho mai chiesto se quei capelli particolari fossero un dono peculiare o frutto di avanzata ricerca, perché da quasi sempre sono ‘amante’ di Virgilio e delle “Bucoliche”: in questo caso, onde evitare equivoci, l’ambiente pastorale dobbiamo intenderlo come ‘pastore di anime’.

Il mantovano Publio Marone ci regala quel «Nimium ne crede colori» che in sostanza ci invita a lasciar perdere l’apparenza, evitando di giudicare senza essere padroni della reale situazione. ‘Col tempo’, anzi in breve tempo don Persano è diventato un caro Amico.

Recentemente don Mario si è fatto promotore di una lodevole iniziativa editoriale: realizzare un opuscolo - per restare in tema Ferrè dovrei dire brochure - elegante, riccamente illustrato, per divulgare qualche notizia storica sulla parrocchia “ BEATA VERGINE SANTISSIMO ROSARIO in SAN NICOLA“ che gli è stata affidata dal 23 febbraio 1986, quando Arcivescovo era mons. Mariano Magrassi.

La parrocchia risulta ubicata in via Manzoni, 15 a Carbonara ed il testo del fascicolo si deve all’impegno dell’ingegnere Raffaele De Rosa; il professionista è una nota figura di studioso da sempre in prima linea per salvare il patrimonio custodito e ‘non ancora svelato’ in un territorio ricco di storia, che attende solo di vedere la luce per essere divulgato e rendere la popolazione più partecipe alla conoscenza del passato, in modo da programmare con più cognizione l’avvenire. 

 De Rosa, insieme con altri volontari, ha dato vita all’Associazione culturale ‘San Nicola’, che ha il grande merito di curare mostre fotografiche, incontri di studio e riflessioni che sono la base da cui partire per motivare la gente a rimanere nei luoghi nativi. Le magnifiche fotografie del maestro Salvatore Tau rendono il lavoro più raffinato, ma mai sofisticato, in modo da restituire il giusto risalto agli affreschi opera del pittore barese Umberto Colonna.

Le notizie riguardanti la costruzione della chiesa sono elencate in maniera sintetica, ma rispettando la cronologia: l’idea progettuale si deve all’iniziativa della famiglia Mizzi - Francesco Mizzi è stato sindaco di Carbonara dal 1873 al 1879 - e del sacerdote Nicola Carmosino, già arciprete di Binetto, come si può riscontrare nell’epigrafe della lapide situata all’ingresso della chiesa:« Questo tempio/già negli spogli muri eretto/e dagli eredi Mizzi/ a mite prezzo ceduto/ il sac. D. Nicola Carmosino/ sempre del suo/ ultimava/ e / al DIVO NICOLA di MIRA/ per l’Arcivescovo Augusto Curi/ dedicava, XII DIC. 1928».

Ora vi sottopongo il testo della bolla con cui l’Arcivescovo Curi Augusto dedicava l’altare:« MCMXXVIII, die IX dicembris, io Augusto Curi, arcivescovo di Bari, consacrai quest’altare in onore di S. Nicola C. ed inclusi in esso le reliquie dei SS. Martiri Aurelio e Alessandro, e concessi ai fedeli di Cristo, in visita oggi, un anno e ai visitatori nel giorno anniversario, cento giorni di vera indulgenza nella forma consueta della Chiesa». 

Quante discussioni verso la fine degli anni ’60 del secolo scorso sull’indulgenza, ossia su quel termine ecclesiastico che indica ogni remissione di pena o colpa: «La remissione davanti a Dio della pena temporale dovuta per i peccati già rimessi in quanto alla colpa, che il fedele, debitamente disposto e a determinate condizioni, acquista per intervento della chiesa, la quale, come ministra della redenzione, dispensa ed applica autoritativamente il tesoro delle soddisfazioni di Cristo e dei Santi».

La storia che riguarda il sacerdote Vito Sisto è un poco più complessa: sua intenzione era edificare una nuova chiesa dedicata alla Madonna del Rosario, contribuendo in maniera determinante con fondi personali. Come avviene fra persone civili vi fu una mediazione e fu trovata una comune soluzione, per cui il 10 settembre 1939 l’Arcivescovo di Bari mons. Marcello Mimmi istituì la parrocchia, affidandola ai Religiosi Giuseppini, che già da circa 10 anni reggevano la parrocchia della Pietà in Ceglie del Campo. Fu questo il motivo che spinse la Congregazione dei Giuseppini nel 1954 a chiedere con insistenza all’Arcivescovo Enrico Nicodemo di affidare loro anche la Chiesa Matrice di Ceglie e lasciare libera quella di Carbonara. La storia riporta che furono accontentati, per cui il 31 ottobre del 1954 abbandonarono il mandato di Carbonara.

Il 20 o 29 giugno del 1955 - forse il 29 giugno perché in quella data era stato ordinato sacerdote nel 1942 - il modugnese don Nicola Martino riceveva l’incarico di parroco della BEATA VERGINE SANTISSIMO ROSARIO IN SAN NICOLA. Da segnalare il contributo di don Carlo Lattarulo, il parroco che nel 1978 diede vita ad una necessaria utile, non più rinviabile, ristrutturazione: il tutto avvenne con il concorso volontario di moltissimi fedeli.

Quei fedeli cui si rivolge oggi don Persano nel suo breve ma significativo messaggio di presentazione del lavoro: «Desidero ringraziare tutti coloro che quotidianamente sono partecipi attraverso il servizio e il sostegno al mio ministero».

Qualcuno ha detto che per conoscere gli uomini bisogna prima leggere le pagine da loro scritte. Il filosofo Persano ha scritto molto, ma, posso assicurarvi, che basta parlarci per intuire che dispensa ‘insegnamenti’… senza aver la pretesa di passare per insegnante, professione che, in effetti, ha anche esercitato.
© tutti i diritti sono riservati
made with by templateszoo