Visualizzazione post con etichetta LAVORO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta LAVORO. Mostra tutti i post

Servizio Civile: Anci Puglia seleziona 50 giovani


BARI - In attuazione del Bando nazionale pubblicato sul sito www.serviziocivile.gov.it/ e del relativo bando regionale, Anci Puglia comunica che sarà effettuata una selezione per n. 50 giovani volontari da impiegare in n. 5 Progetti di Servizio Civile, da realizzarsi presso sede Anci di Bari e presso i Comuni di: Binetto, Canosa di Puglia, Castrì di Lecce, Collepasso, Cursi, Guagnano, Lequile, Palagianello, Neviano, Poggiorsini, Polignano a mare, Sammichele di Bari, Specchia, Trepuzzi, Triggiano.
I 50 giovani volontari impegnati nei progetti Anci Puglia svolgeranno il Servizio civile nei settori: integrazione sociale, lotta all’evasione e abbandono scolastico e tutoraggio scolastico; educazione e promozione culturale, accesso ai servizi informatici e valorizzazione e promozione del territorio. I progetti Anci Puglia riservano alcuni posti per i candidati con bassa scolarità (in possesso di diploma di Scuola media secondaria di primo grado), i quali devono indicare esplicitamente la volontà di concorrere per il posto di riserva nell' ALLEGATO_3_ nell'apposito riquadro dedicato alle "voci eventuali", barrando la voce "bassa scolarizzazione". La durata del servizio è di 12 mesi, con un impegno settimanale di 30 ore; ai volontari sarà corrisposto un rimborso mensile forfettario di € 433,80.
I candidati volontari, in possesso di cittadinanza italiana, ovvero di cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, ovvero di un Paese extra UE purché regolarmente soggiornante in Italia; devono aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni e 364 giorni) alla data di presentazione della domanda. Tutte le informazioni dettagliate relative alla partecipazione, ai requisiti richiesti ed alla selezione, sono reperibili nel Bando pubblicato sui siti www.anci.puglia.it e www.serviziocivile.gov.it .

La data di scadenza è il 28 settembre 2018 (in caso di consegna a mano entro le ore 18:00). La domanda di partecipazione alla selezione e la relativa documentazione per i candidati interessati ai Progetti dell'Associazione dei Comuni pugliesi, vanno presentate secondo le modalità di seguito riportate.
  1. a mezzo "raccomandata A/R ad Anci Puglia, Via Marco Partipilo 61 – 70124 Bari;
  2. a mano, presso la sede Anci Puglia di Via Marco Partipilo, dal 27/08/2018 al 27/09/2018 dalle ore 9 alle 13,30; il giorno 28/09/2018 dalle ore 9 alle ore 18
  3. a mano, presso il Comune sede di attuazione del progetto prescelta per lo svolgimento del servizio;
  4. con Posta Elettronica Certificata (PEC) ,art. 16-bis, comma 5 della legge 28 gennaio 2009, n. 2 - di cui è titolare l’interessato, all'indirizzo PEC serviziocivile@pec.anci.puglia.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
Il termine per l’invio delle domande via PEC o a mezzo raccomandata A/R è fissato al 28 settembre 2018. In caso di consegna della domanda a mano il termine è fissato alle ore 18.00 del 28 settembre 2018;

La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
  • redatta secondo il modello riportato nell’ALLEGATO_3_al presente bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale si intende concorrere;
  • accompagnata da fotocopia di valido documento di identità personale;
  • corredata dall’ ALLEGATO_4_relativo all’autocertificazione dei titoli posseduti; tale allegato può essere sostituito da un curriculum vitae reso sotto forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, debitamente firmato;
  • corredata dall’ALLEGATO_5_debitamente firmato relativo all’informativa “Privacy”, redatta ai sensi del Regolamento U.E. 679/2016;


I modelli di cui agli Allegati 3, 4 e 5, così come il Bando, possono essere scaricati dal sito internet del Dipartimento www.serviziocivile.gov.it e sono disponibili anche sul sito www.anci.puglia.it. Tutte le informazioni relative ai progetti, con le indicazioni relative a volontari assegnati, alle sedi e ai posti riservati a candidati con bassa scolarità, sono disponibili sul sito www.anci.puglia.it e pubblicate sui siti dei Comuni coinvolti.

Dal 2008 l'Anci Puglia è un ente di Servizio civile di 2^ classe, con 60 sedi accreditate in 20 comuni partner, 60 progetti finanziati e 300 volontari impegnati. L'intento è quello di promuovere e favorire lo sviluppo delle politiche giovanili sul territorio, sostenendo la realizzazione dei progetti di servizio civile nei Comuni associati. L'Anci Puglia si propone di realizzare una sorta di inserimento strategico di nuove e giovani risorse all'interno dei Comuni con la forma del Servizio Civile, per una esperienza unica e costruttiva.
"Anche quest'anno cinquanta giovani presteranno il Servizio civile nei Comuni aderenti ai progetti Anci Puglia. – sottolinea il presidente Anci Puglia Domenico Vitto - Una opportunità unica di cittadinanza attiva, di crescita umana e professionale, una esperienza formativa da svolgere direttamente nei Comuni, in settori strategici, al servizio delle comunità. Un contributo fattivo dei giovani in termini di impegno civico che genera impulso e valore aggiunto in ambito socio-culturale. Importante anche il passaggio al nuovo Servizio civile universale, che dovrebbe favorire una rinnovata vitalità in alcuni ambiti per certi versi nuovi, come la riqualificazione urbana, la riscoperta della cultura della legalità e dell'anticorruzione e il settore dell'agricoltura sociale. E evidente – conclude Vitto - che bisogna fare di più sul fronte della valorizzazione delle competenze dei volontari, favorendo e migliorando il collegamento e l'integrazione con il mondo del lavoro.”

Ddl politiche attive del lavoro, M5S: "Giunta e maggioranza litigano e di mezzo ci vanno tanti lavoratori"

BARI - “Ci siamo astenuti dal voto sulla legge che istituisce l’ARPAL, l’Agenzia Regionale per le Politiche  Attive sul Lavoro, a causa delle numerose criticità del provvedimento, che non sono state risolte per i contrasti tra la Giunta e la sua maggioranza che purtroppo hanno prevalso sul bene dei lavoratori”. Così i consiglieri del M5S Gianluca Bozzetti, Antonella Laricchia, Grazia Di Bari e Marco Galante in seguito all’approvazione in Consiglio Regionale del Disegno di legge “Norme in materia di politica regionale dei servizi per le politiche attive del lavoro e per il contrasto al lavoro nero e al caporalato”.

“In Commissione - spiegano i cinquestelle - grazie anche al parere favorevole del Governo, era stato approvato il nostro emendamento il quale prevedeva che le vertenze collettive, gestite dalle Province, diventassero di competenza dell’ARPAL che, successivamente, con atto interno, le avrebbe gestite a livello territoriale. Oggi quell’emendamento è stato eliminato  a causa delle pressioni della maggioranza creando un vero e proprio vuoto normativo a danno dei lavoratori.  A causa delle prove di forza tra il Governo e i consiglieri di centrosinistra non è passato neanche l’emendamento a tutela di 300 formatori professionali, che nei prossimi mesi rimarranno a casa, con buona pace del supporto dato per anni ai centri per l’impiego. Non si è neanche colta l’opportunità di integrare all’interno del neo-sistema ARPAL i lavoratori delle società in house delle Province che finora hanno lavorato nei servizi per l’impiego, parliamo di circa  40 persone in tutta la Puglia che prestano la loro opera da oltre 20 anni. Ma il capolavoro vero la maggioranza l’ha raggiunto quando si è trattato di votare l’emendamento per istituire la figura del valutatore indipendente. I consiglieri di maggioranza che hanno votato sfavorevolmente, andando anche contro il parere del Presidente Emiliano, per giustificare questa scelta hanno parlato della necessità di evitare un minimo spreco di denaro pubblico (circa 70.000€); una dichiarazione molto curiosa se pensiamo che sono gli  stessi consiglieri  che per due volte  nelle sedute di Bilancio hanno votato per mantenere in essere una spesa di oltre 10 milioni l’anno per i vitalizi degli ex consiglieri regionali. A questo punto ci auguriamo che, quando ripresenteremo l’emendamento per abolirli, i consiglieri di maggioranza si ricordino della necessità di preservare i soldi dei pugliesi che hanno manifestato questo pomeriggio”.

Puglia, Leo: "Regione ha bisogno di alta formazione"

BARI - “Innalzare le competenze dei giovani talentuosi è la prossima scommessa per la nostra regione. Noi abbiamo bisogno di alta formazione e per questo vogliamo che la Puglia diventi un’officina al servizio dei talenti. Con questa misura straordinaria vogliamo offrire percorsi di formazione e accelerazione d’impresa alle startup di domani e per farlo abbiamo deciso di coniugare il pubblico con il privato. Ad oggi, infatti, questo genere di interventi viene offerto sul mercato da parte di soggetti privati.

L’intervento capovolge questa logica, chiamando a raccolta soggetti provenienti da esperienze diverse come acceleratori d’impresa, investitori, università, ITS, associazioni imprenditoriali, distretti produttivi, camere di commercio, organismi formativi. La Regione Puglia si dimostra ancora una volta capace di interventi altamente innovativi, in grado di intercettare le traiettorie del futuro”.

Così l’assessore al Lavoro e alla Formazione professionale della Regione Puglia Sebastiano Leo intervenendo questa mattina, presso la Sala stampa della Giunta regionale, alla conferenza stampa di presentazione di “Estrazione dei Talenti, un intervento promosso dalla Regione Puglia e ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) con il fine di potenziare le competenze di aspiranti imprenditori, in modo che le loro startup abbiano maggiori possibilità di successo.

“Estrazione dei Talenti” finanzierà percorsi personalizzati di accompagnamento alla creazione d’impresa rivolti a team di aspiranti imprenditori innovativi nell’ambito delle aree prioritarie di innovazione, per un valore complessivo di 10 milioni di euro per un triennio.

L’Intervento, progettato e gestito in ogni fase da ARTI, in qualità di organismo intermedio della Regione Puglia, si articola in due fasi.

Nella prima, che parte con l’Avviso “Selezione Factory” appena pubblicato, la Regione Puglia ricerca factory, cioè gruppi di soggetti esperti, pubblici e privati, nazionali e internazionali, che propongano e realizzino programmi di accompagnamento personalizzato e accelerazione dei team di aspiranti imprenditori innovativi, nell’ambito delle aree prioritarie di innovazione della Strategia di specializzazione intelligente pugliese (Manifattura sostenibile; Salute dell’Uomo e dell’Ambiente; Comunità Digitali, Creative e Inclusive).

Si tratta di uno dei primi tentativi in Italia di realizzare un intervento rivolto all’accelerazione d’impresa innovativa (dunque di supporto a team di aspiranti imprenditori) su iniziativa del pubblico. Ad oggi, infatti, questa tipologia di percorsi di accompagnamento imprenditoriale viene, di norma, offerta sul mercato da parte di soggetti privati.

“Le factory non vengono finanziate direttamente – ha aggiunto Domenico Laforgia, direttore del Dipartimento Sviluppo economico, Innovazione, Istruzione e Lavoro della Regione Puglia - l’intervento copre i costi dei servizi di accompagnamento imprenditoriale che esse riescono ad offrire. La Regione e l’ARTI hanno il ruolo di suscitare l’offerta e la domanda di tali servizi e di creare l’incontro tra l’una e l’altra”.

Per il commissario straordinario di ARTI, Vito Albino “Estrazione dei Talenti è un intervento innovativo anche dal punto di vista procedurale. L’obiettivo “zero carta”, l’adozione di un sistema snello di controlli basato su costi standard, che non obblighi i beneficiari a complicate e lunghe rendicontazioni, l’interoperabilità con altri sistemi web della pubblica amministrazione, che consente il monitoraggio in tempo reale della spesa, lo rendono certamente un intervento molto interessante da seguire e monitorare”.



Bando Ba 29, aperte 350 posizioni per i profili professionali richiesti

BARI - Il bando Ba 29 è stato presentato dall’amministrazione comunale lo scorso 9 marzo con l’apertura della fase di iscrizione per le aziende avviata il 12 marzo. Ad oggi, dopo poco più di due mesi si sono iscritte 132 aziende che hanno proposto circa 350posizioni aperte per tirocini professionali per ragazze e ragazzi under 29 della città di Bari.

BA29 è una misura finanziata dal Comune di Bari con 1.900.000 e finalizzata all’inserimento lavorativo di giovani disoccupati, di età compresa tra i 16 e i 29 anni, attraverso l’attivazione di tirocini semestrali retribuiti presso aziende e organizzazioni dell’area metropolitana di Bari.

Ogni ragazzo o ragazza selezionata sarà riconosciuto un rimborso di 450 euro al mese per 6 mesi, e al soggetto ospitante un contributo di 300 euro una tantum a rimborso di alcune spese sostenute per l’attivazione del tirocinio, quali l’assicurazione o gli strumenti utili al lavoro.

In questi giorni l’equipe di Porta Futuro sta organizzando lo screening dei profili professionali ricercati dalle aziende in modo da rendere più chiare le offerte presenti sul mercato e rendere più efficiente l’incrocio tra la domanda e l’offerta di tirocinio.

Tra le offerte di posizioni aperte si cercano profili di  operaio generico, animatore - grafico Web – marketing, addetto servizi commerciali, addetto alla contabilità, operatore del legno, programmatori, banconista bar-gelateria, fisioterapista, cameriere, operai pulitori, addetto alla rilevazione dati navi in movimento - addetto alle informazioni turistiche - informatico/gestore dati statistici. operatore data entry, addetto alla comunicazione, barista - aiuto cuoco, aiuto magazziniere - impiegato export, giardiniere pulitore, addetto alle vendite in negozio e online, addetto al settore tecnico ed al supporto clienti, addetto ai servizi generali di segreteria, impiegato addetto comm. estero - operaio addetto al confezionamento, addetto alla contabilità, addetto ai serv. generali b&b, cameriere, opratore front/back office, operatore web - animatore  di comunità - perito meccanico, addetto alla promozione di servizi e prodotti finanziari, tutor d'aula, educatore, addetto all'organizzaz. e gest. eventi, informatico programmatore, addetto al customer center, apprendista operaio, impiegato, ingegnere meccanico, perito informatico, addetto al magazzino e logistica, web contest specialist, maestro delle arti performative - addetto alle ricerche e sviluppo produzioni artistiche e tanti altri.

“Il programma promosso Ba 29 sta dando i primi risultati: in meno di due mesi abbiamo avuto 350 offerte di tirocinio proposte da ben 132 aziende del nostro territorio – spiega l’assessora Paola Romano -.  L’offerta è molto varia: operai, addetti marketing e alle vendite, informatici, ma anche sarti, operatori del legno ed educatori. Una vasta offerta di posizioni che speriamo possa incrociare le professionalità e i percorsi formativi di tante ragazze e ragazzi. La nostra speranza è che questa sia una esperienza importante e un futuro posto di lavoro per tanti giovani baresi. La risposta delle aziende è un dato molto importante e penso sia il frutto del lavoro condiviso con i sindacati e le sigle datoriali.  L’iniziativa durerà sino a fine 2020, ma vogliamo subito farla conoscere il più possibile e per questo continueremo ad incontrare piccole e grandi imprese e gli altri soggetti ospitanti, recandoci presso le loro sedi o organizzando incontri a Porta futuro come  abbiamo fatto da ultimo giovedì scorso con alcune grandi realtà imprenditoriali pugliesi e il presidente  Debartolomeo.  Siamo così pronti per partire con l’avviso rivolto ai ragazzi dai 16 ai 29 anni: dall’11 giugno sarà possibile presentare la domanda presso Porta Futuro o tramite pec. Poiché sarà necessario presentare la domanda muniti di ISEE questi giorni possono essere molto utili ai ragazzi  per procurarsi  il certificato”.

Parallelamente in questi anni l’amministrazione comunale ha lavorato per organizzare e realizzare il job center Porta Futuro, nato grazie a un finanziamento regionale sulla scia dell’analoga esperienza della Provincia di Roma a sua volta mutuata da precedenti esperienza europee. Porta Futuro, che oggi conta 9000 iscritti, è gestito da personale proveniente dal Centro provinciale per l’impiego in virtù di una convenzione tra il Comune e l’allora Provincia. 3397 dei 9000 iscritti a PF rientrano nella fascia d’età compresa tre 16 e 29 anni, 3350 tra i 30 e i 45 anni mentre 2243 sono over 46. Questi dati evidenziano come proprio tra i più giovani esista un’ampia platea di soggetti che non studia e non lavora; un elemento confermato purtroppo dal tasso di disoccupazione giovanile che a Bari supera il dato nazionale. Di qui la scelta di investire sui giovani per sostenere percorsi di professionalizzazione e per offrire anche ai ragazzi che non studiano, non lavorano e non cercano lavoro, i cosiddetti NEET, delle chance concrete per il futuro.

A Bari i giovani tra i 16 e i 29 anni disoccupati o inoccupati appartenenti a nuclei familiari con ISEE inferiore ai 6000 euro sono 2900 ed è a loro che si rivolge BA29, che consentirà di realizzare circa 700 tirocini, con un impatto del 21% sulla platea degli aventi diritto.

Matera 2019: boom di richieste per la ricerca di alcuni profili

MATERA. Nella città di Matera è boom di richieste per quel che riguarda l'avviso pubblicato dalla Fondazione Matera-Basilicata2019, per la ricerca di alcuni profili. Nella sezione "Amministrazione trasparente" - "Bandi di concorso" "Avviso pubblico di selezione, per titoli e prova orale, per assunzioni a tempo determinato (18 mesi) di n. 10 unità lavorative" sono stati indicati i nominativi degli ammessi alle prove orali per "Assistente relazioni esterne, Project Manager, Assistente Project Manager, Impiegato amministrativo, Responsabile appalti e contratti".

Dato l’alto numero dei partecipanti, le graduatorie relative ai profili "Assistente Marketing e Assistente comunicazione" verranno invece pubblicate il 22 marzo, dal momento che è ancora in corso la valutazione dei titoli.

In questi giorni, a Potenza, nella sala Verrastro del palazzo della giunta regionale è in programma la terza riunione con tutti gli enti coinvolti nel percorso verso il 2019, anno in cui Matera diventerà capitale europea della cultura. 

Bari, a Porta Futuro 4 giorni di selezione per lavori estivi con tour operator e agenzie di animazione turistica

BARI - Con l'avvicinarsi della stagione estiva ripartono le attività di selezione da parte di tour operator e agenzie di animazione turistica che attraverso Porta Futuro organizzano a Bari una serie recruiting days  per presentare numerose opportunità di lavoro nel settore turistico.

Nel prossimo mese, si svolgeranno le prime 4 giornate di selezione con importanti realtà nazionali che, con la consulenza degli operatori del job centre barese, incontreranno tutti i cittadini interessati.

Si parte domani pomeriggio, mercoledì 21 febbraio, con l'agenzia salernitana Jolly Animation, specializzata in animazione, sport e spettacoli in villaggi turistici per poi proseguire il o 9 marzo con i brianzoli ATS Animation Group. A seguire, due giornate di full immersion - 15 e 21 marzo - rispettivamente con Vision Group srl e EV Group.

Per tutti i cittadini che vorranno partecipare alle selezioni è possibile inviare le candidature alle pre-selezioni sul portale www.portafuturobari.it. È comunque sempre suggerita la registrazione ai servizi di Porta Futuro Bari: per farlo è sufficiente presentarsi all'ex Manifattura dei Tabacchi con carta d'identità e codice fiscale dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 12:00, e dal lunedì al giovedì, dalle 15:00 alle 17:00.

Sicurezza sul lavoro: l'importanza di seguire un corso

Le leggi che riguardano la sicurezza sul lavoro in Italia comprendono anche l’obbligo per le aziende di selezionare parte del personale che dovrà seguire appositi corsi. Tratta di tale argomento la Legge n°81 del 2008, che si occupa espressamene di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro. I corsi sono disponibili per diverse categorie di lavoratori e sono disponibili su tutto il territorio nazionale. Chi segue tali corsi ha la possibilità di ottenere apposito certificato, che ne comprova l’acquisizione di alcuni concetti fondamentali per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. Tali corsi sono a totale carico dell’azienda, che può però usufruire di particolari agevolazioni in merito.

Che tipo di corso

In fatto di sicurezza sul lavoro sta all’azienda stessa preoccuparsi di individuare il corso idoneo a preparare il personale, valutando lo specifico ambito in cui opera. Sono infatti attivi sul territorio nazionale corsi di vario genere: dal corso sicurezza cantieri fino a quello che riguarda invece i lavoratori che operano in ambito commerciale, giusto per fare degli esempi. In particolare all’interno dell’azienda devono essere individuati alcuni ruoli specifici, per ricoprire i quali è necessario seguire apposito corso formativo. Si individuano infatti il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. Sono disponibili anche corsi abilitanti al Primo Soccorso e alla vigilanza Antincendio. Per ogni figura sono disponibili corsi specifici, che trattano argomenti completamente diversi. In particolare si deve inoltre evidenziare come il RSPP può essere un professionista esterno, designato dal datore di lavoro. Il RLS invece dovrà essere un dipendente dell’azienda, designato dai suoi colleghi.

L’importanza della sicurezza sul lavoro

Il tema della sicurezza sul lavoro è particolarmente importante, soprattutto in alcuni specifici ambiti, come ad esempio in grandi impianti industriali, così come nei cantieri edilizi. Ogni anno in Italia avvengono più di 500 decessi nel corso di un singolo anno solare, con un trend che mostra questa cifra in continuo aumento nel corso degli ultimi anni. Nel 2017 è aumentato del 5,2% il numero dei decessi, rispetto all’anno precedente, e dell’1,3% il numero di incidenti con feriti. Si tratta di una vera e propria emergenza, su cui è importante focalizzare non solo l’attenzione dell’opinione pubblica, ma anche gli interventi di che possono porre rimedio a tale situazione.


Il perché di questa realtà

L’Italia negli ultimi anni sta mostrando una situazione sempre più preoccupante per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro. Le leggi del 2008 in questo senso potranno far sentire i loro effetti solo sul lungo termine, perché purtroppo si tratta di un problema che riguarda non solo le condizioni lavorative, ma anche, in alcuni casi, la carenza di controlli. Solo un’attenta analisi delle motivazioni che hanno portato agli incidenti sul lavoro nel nostro Paese può infatti consentire di capire quali siano gli ulteriori fattori da modificare e le situazioni critiche cui porre rimedio. Purtroppo quanto fatto fino ad oggi sembra non essere ancora sufficiente. C’è anche chi ritiene che la situazione odierna sia dovuta anche alla passata crisi economica.

Industria 4.0, Puglia caso nazionale: per i giovani meccatronici c'è lavoro


BARI - Le dita su uno schermo, come collaboratore un robot. Quando "industria 4.0" andrà a regime, sarà una situazione abituale. "Industria 4.0" è il nome dato alla nuova rivoluzione industriale, nella quale le macchine saranno in grado di dialogare fra loro, di muoversi con velocità e precisione impensabili nelle catene di montaggio e le tecnologie digitali saranno la cassetta degli attrezzi indispensabile per qualsiasi lavoratore. Non è uno scenario da incubo, ma un nuovo modello che darà vita a nuovi spazi di lavoro, soprattutto per i giovani. "Industria 4.0" è anche il nome dato dal governo italiano al nuovo piano di investimenti e di incentivi per lo sviluppo economico e occupazionale del Paese. 

Un percorso nel quale la Puglia si è conquistata un ruolo da protagonista, soprattutto nella formazione dei professionisti e dei tecnici che saranno impiegati in questo nuovo mondo del lavoro.

Si chiamano tecnici superiori della meccatronica. Posseggono un diploma equiparabile alla laurea breve, ma sopratutto alle spalle centinaia di ore di lavoro in azienda.

L'Istituto Tecnico Superiore "A. Cuccovillo" di Bari, in sei anni, ha sfornato oltre duecento "meccatronici". E quasi tutti - tra i 20 e i 25 anni - hanno trovato occupazione stabile e gratificante in uno dei settori più innovativi del "made in Italy": i multinazionali come Bosch, Getrag, ma anche in piccole-medie aziende innovative del territorio.

Tra il 2018 e il 2019 altri 160 ragazzi si guadagneranno il diploma di "Tecnico Superiore" con la prospettiva di essere assunti del 90%. L'ITS "A. Cuccovillo" di Bari è ormai un'eccellenza nazionale. Non solo per la sua capacità di offrire uno sbocco professionale ai propri diplomati nei settori della meccanica, della meccatronica e del sistema casa, ma anche per i tanti progetti di formazione avviati, alcuni dei quali sono diventati un modello virtuoso per tutte le altre regioni. Non è un caso che il "Cuccovillo" sia l'unico ITS del Sud Italia ad aver conseguito per tre anni di fila le premialità del ministero, che lo classifica al 2° posto fra i 90 ITS italiani.

Nella sala consiliare della Città Metropolitana (ex Palazzo della Provincia) si è aperto il nuovo anno accademico, con numerose novità, a cominciare dai sette profili professionali previsti dal piano di studi. I nuovi corsi riguardano il comparto automotive (realizzati in collaborazione con il gruppo Maldarizzi di Bari), le tecnologie ferroviarie (controllo, diagnosi e manutenzione predittiva), l’Automazione, la Robotica avanzata e le macchine (cosiddette intelligenti) che dialogano tra loro.

In occasione dell'avvio del settimo anno accademico, sarà presentato l'accordo quadro nazionale siglato dall'ITS "Cuccovillo" con Magneti Marelli (Gruppo Fca), per la progettazione e il coordinamento del sistema duale di Alta Formazione professionalizzante e di Alternanza scuola-lavoro, alla presenza di Andrea Franco,  head Hr Sistemi Sospensioni Magneti Marelli: i ragazzi del "Cuccovillo" faranno esperienza in tutte le sedi italiane dell'azienda torinese.

"La nostra missione - spiega Lucia Scattarelli, presidente della Fondazione ITS "A. Cuccovillo" - è interpretare in pieno ciò che il Piano Industria 4.0 si aspetta dagli ITS. Dunque, fornire le necessarie competenze ad alta specializzazione nel momento in cui servono. La quarta rivoluzione industriale obbliga aziende, istituzioni, associazioni, scuola a fare squadra per vincere una sfida che non ammette temporeggiamenti. E noi, come Puglia e come Sud, dobbiamo essere pronti".

Soddisfazione è stata espressa dal consigliere delegato alla Rete scolastica della Città Metropolitana Vito Lacoppola. "La vostra capacità - ha aggiunto l'assessore barese Paola Romano, rivolgendosi ai tanti ragazzi presenti - aumenta la capacità del territorio di progredire e di svilupparsi. Bari, non a caso, è diventata la città del 5G. Presto avvieremo un piano per i giovani che prevede incentivi ai tirocini formativi e alle piccole startup".

Lavoro: selezione infermieri in Germania

BARI - Il Servizio EURES della Regione Basilicata e l’Agenzia regionale del Lavoro - LAB in collaborazione con il Servizio di Collocamento Internazionale della Germania  ZAV, organizzano per il giorno 2 novembre 2017 Germania“ una selezione finalizzata all’assunzione di n. 12 infermieri  ed altre figure professionali sanitarie  per una importante clinica della Germania la Klinik Bavaria di Kreischa. Inoltre il 3 novembre si terrà  un evento di presentazione delle condizioni di vita e lavoro in Germania, la selezione di altri profili profesionali ricercati in Germania e la presentazione dei programmi di mobilità europei per chi cerca lavoro giovani ed adulti.

La clinica è alla ricerca di infermieri da inserire nei propri organici per una interessante opportunità lavorativa in Germania nel land della Sassonia. La Klinik Bavaria è un Ospedale specialistico privato di riabilitazione annoverata tra le cliniche più grandi a livello nazionale.
Possono iscriversi alle selezioni coloro che possegono  i seguenti requisiti:  Laurea in  scienze Infermieristiche o diploma d’infermiere professionale equivalente; motivazione per integrarsi in un’altra cultura ed in un altro ambiente lavorativo e la conoscenza della lingua tedesca al livello A2 (livello desiderabile).

Ma anche coloro che non conoscono la lingua tedesca possono ugualmente partecipare alle selezioni inquanto la formazione linguistica sarà fornita della Klinik Bavaria Kreischa.

La Klinik Bavaria Kreischa offre:

- assunzione a partire dall’inizio del corso di lingua di tedesco a Kreischa  finanziato dalla clinica fino a livello B2 e durante tutta la fase di apprendimento del tedesco;
- periodo d’inserimento al lavoro nella clinica con supporto in lingua italiana da parte di traduttori della clinica ;
- gestione delle pratiche sia per la verifica dell’equivalenza del titolo di studio universitario (comprese le traduzioni), sia per l’autorizzazione all’utilizzo del titolo tedesco (riconoscimento della professione);
- Dopo l’ottenimento della qualifica ufficiale in Germania un contratto a tempo indeterminato nell’ambito della clinica indipendentemente dal reparto di assegnazione con un impegno vincolante di 24 mesi;
- Supporto da parte del personale della clinica nell’inserimento in reparto e corsi di formazione tecnica specialistica;
Inoltre la clinica ricerca altre figure profesionali da inserire nei propri organici:
Operatore Socio Sanitario  (con almeno due anni di formazione) - Fisioterapisti, Tecnici di laboratorio biomedico; Tecnici di radiologia medica; Esperti in dietologia.

Per l’iscrizione alle selezioni è possibile inviare in italiano i seguenti documenti:
Richiesta di partecipazione alla selezione, con il  curiculum vitae la copia dei titoli posseduti: diplomi, laurea, specializzazioni; ed in caso di possesso il diploma della lingua tedesca;

La documentazione deve essere inviata via e-mail, ai seguenti indirizzi, specificando nell’oggetto ZAV – candidatura Matera:
zav-ips-sachsen@arbeitsagentur.de ; e servizioeures@lab.regione.basilicata.it

Le selezioni si terranno il 2 Novembre presso la Mediateca Provinciale – P.za V. Veneto  a Matera.
Maggiori informazioni sono reperibili visitando il sito dell’Agenzia regionale LAB, all’indirizzo: http://www.agenziaregionalelab.it/vivere-lavorare-germania/ o scrivendo al servizioeures@lab.regione.basilicata.it

Sblocco scuola, arrivano 58 mila assunzioni


ROMA - "Assunzioni mirate nella #PA: dopo #ForzediPolizia oggi in Cdm via libera definitivo ad assunzioni #Scuola per l'anno scolastico 2017-18". Questo il messaggio con cui la ministra della PA, Marianna Madia, ha annunciato su Twitter lo sblocco delle assunzioni nella scuola.

In particolare, si tratta di 58.348 assunzioni tra docenti, presidi e personale Ata. Fra questi, nel dettaglio, ci sono: 52.000 insegnanti, più di 6.200 unità di personale Ata e 259 presidi.

Operatori socio sanitari: dalla Puglia al Veneto per un lavoro sicuro

BARI - In Veneto mancano oss, in Puglia ce ne sono di qualificati che non trovano lavoro: grazie alla collaborazione tra Uneba Veneto e Uneba Puglia, operatori sociosanitari pugliesi saranno assunti nei prossimi mesi in strutture non profit private per anziani in varie province del Veneto.

Nei giorni scorsi una delegazione di Uneba Veneto ha svolto i colloqui di selezione alla Fondazione Oasi Nazareth – Centro di formazione a Corato (Ba). Una decina di uomini e donne in possesso della qualifica di operatore sociosanitario, motivati all'impegno al servizio degli anziani fragili, e disponibili al trasferimento in Veneto, dopo esito positivo del colloquio, riceveranno un'offerta di lavoro presso una delle strutture per anziani associate Uneba Veneto che stanno cercando oss: Opera Immacolata Concezione con sede centrale a Padova e altre sedi in Veneto, Opera Santa Maria della Carità di Venezia, Casa Kolbe di Pedavena (Bl), Fondazione Santa Tecla di Este (Pd), Casa di soggiorno Divina Provvidenza di Santa Lucia di Piave (Tv).

ASSUNTI CON CONTRATTO UNEBA

Agli oss pugliesi gli enti offrono un rapporto di lavoro a tempo pieno. Applicano contratto Uneba nazionale, con i benefici extra per i lavoratori previsti dal contratto regionale Uneba Veneto. I primi 6 mesi di assunzione sono garantiti, e ci sono ottime prospettive di prolungare e stabilizzare il rapporto di lavoro. Gli enti garantiscono anche ai lavoratori in arrivo dalla Puglia un sostegno per trovare un alloggio vicino al posto di lavoro, nei primi mesi.

“Molte nostre strutture associate – spiega il presidente di Uneba Veneto Francesco Facci – ci hanno segnalato la loro di operatori sociosanitari e l'impossibilità di trovarne in Veneto.
Mercoledì 26 ci sarà l'esame di ammissione per i nuovi corsi oss in Veneto, attivati dalla Regione. Ma i partecipanti saranno diplomati e pronti per il mercato del lavoro tra almeno un anno, mentre l'urgenza di assistenza c'è subito: gli anziani hanno bisogno degli operatori che si prendono cura di loro ogni giorno e ogni notte, le strutture devono garantire la presenza di personale per rispettare gli standard regionali”.

UNEBA, ALLEANZA IN TUTTA ITALIA

“Per dare risposta a questi bisogni, Uneba Veneto ha beneficiato del suo essere parte di una rete nazionale: in Uneba Puglia abbiamo trovato grande accoglienza e collaborazione, e assieme abbiamo potuto far incontrare la nostra offerta di lavoro e la domanda presente in Puglia”.

Uneba (www.uneba.org) è la più longeva e rappresentativa associazione di categoria del settore sociosanitario e assistenziale, con centinaia di enti associati in tutta Italia, quasi tutti non profit di radici cattoliche. E' presente con proprie federazioni regionali nella maggior parte delle regioni italiane. Tra Veneto e Puglia sono circa un centinaio le strutture associate.

PROSSIMI PASSI DI COLLABORAZIONE

“Questa selezione di oss – spiega Facci - è solo un esempio delle possibili collaborazioni tra Uneba Veneto e Uneba Puglia, come pure tra altre federazioni regionali, condividendo risorse e buone pratiche, sulla scia di quanto inserito nel suo programma dal presidente di Uneba nazionale Franco Massi al momento della sua elezione, nel congresso Uneba di Padova a marzo 2017”.

Costa Crociere: 40 posti di lavoro sulle navi del gruppo

GENOVA - La compagnia italiana Costa crociere lancia due nuovi corsi per formare animatori turistici e addetti al servizio clienti da assumere per lavorare a bordo delle navi della flotta.

I posti disponibili sono in tutto quaranta: venti sono destinati al corso per animatori per bambini e ragazzi (Child and teen animator) avranno durata complessiva di 379 ore, altri venti al corso di addetto al servizio clienti (Hospitality service specialist) da 350 ore. Costa crociere si impegna ad assumere almeno il 70% dei partecipanti che completeranno con successo i corsi, gratuiti, organizzati in partnership con la Fondazione Accademia italiana marina mercantile.

Nelle edizioni precedenti le assunzioni erano arrivate quasi al 100%. I corsi si terranno presso l'Accademia ospitalità italiana crociere presso Villa Figoli Des Geneys ad Arenzano (Genova). Possono partecipare disoccupati o non occupati, cittadini comunitari ed extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno illimitato.

I due bandi scadranno rispettivamente il 25 luglio e il primo agosto. Per info: http://career.costacrociere.it/it/selezioni/.

OPINIONI. Se il tempo per indossare la divisa è considerato orario di lavoro, quello per fumare cos’è?

di VITTORIO POLITO - La curiosa sentenza del Tribunale di Bari che impone all’ASL di pagare 165 mila euro come risarcimento per il tempo impiegato dai dipendenti per indossare la divisa, impone alcune considerazioni. Qualcuno definisce la sentenza “storica”, io la definirei stramba e assurda, poiché dimostra che “La legge ‘non’ è uguale per tutti” e vi spiego perché.

La sacrosanta legge 3/2003, che tutela la salute dei non fumatori, vieta il fumo nei locali pubblici e in tutti i luoghi frequentati dal pubblico (ora un’altra legge vieta di fumare anche nelle auto), forse ha creato qualche problema ai datori di lavoro. Infatti, oggi i fumatori, per alimentare il vizio del fumo, – ho detto vizio – sono “costretti” a sorbire continuamente dosi di nicotina, e per fare ciò, devono, nella stragrande maggioranza dei casi, allontanarsi dal posto di lavoro, se il lavoro non è svolto all’aperto. Ora il tempo necessario per fumarsi una sigaretta è di 5-7 minuti che moltiplicato per 4-5 sigarette, fa un totale di 25-35 minuti al giorno che moltiplicato ancora per 20-25 giorni al mese totalizza 500-875 minuti, pari a 9-15 ore al mese, che il datore di lavoro paga per il “vizio”.

Orbene, chi ne fa le spese sono le amministrazioni e i datori di lavoro che subiscono, a loro danno, l’allontanamento di una buona parte dei dipendenti e per tante volte al giorno quante sono le sigarette che ciascun dipendente fuma.

Pongo una domanda a magistrati e datori di lavoro: a chi dovrebbero essere addebitati i costi per il minor lavoro e per i disservizi che inevitabilmente creano “gli assenteisti del fumo”, soprattutto nelle pubbliche amministrazioni? Considerando che, molti di questi “viziosi”, percepiscono, in molti casi, anche “indennità di lavoro straordinario”?

Ryanair torna a reclutare personale a Bari

BARI - La compagnia aerea low cost più grande d'Europa ha comunicato che tornerà a breve a Bari per selezionare personale aereo. Il giorno scelto sarà il prossimo 28 giugno. La selezione è aperta a tutti in quanto non sono richieste particolari competenze.

Per prenotare la propria partecipazione, bisognerà registrarsi al sito www.crewlink.ie. (P.Chimenti)

Dipendenti pubblici: in arrivo soldi e assunzioni


Arriverà nella prossima settimana per l'approvazione definitiva dinanzi al Consiglio dei Ministri il Testo sul pubblico impiego. A confermare la notizia è la ministra alla Semplificazione, marianna Madia, che ha dichiarato: "Lo scorso 30 novembre  c'era stato un incontro che aveva portato a un accordo da cui dovrà scaturire il nuovo contratto per i pubblici dipendenti che ha una parte economica ma anche normativa importante, che noi realizzeremo nei decreti sul lavoro pubblico che la prossima settimana approveremo in via definitiva in Consiglio dei ministri. Alla luce di questo percorso che dura da mesi, ieri c'è stato un incontro in cui abbiamo continuato a discutere di possibili limature in vista dell'approvazione dei decreti e quando si discute è sempre positivo".

Riguardo la stabilizzazione dei precari, invece, ha aggiunto: "Nel decreto sul lavoro pubblico c'è una norma importante che nasce dalla sperimentazione positiva fatta sulle educatrici dei nidi e su alcuni centri di ricerca come l'Istat, dove si superano alcune norme illogiche, come quelle per esempio che oggi non consentono di utilizzare le risorse che stanno sui contratti temporanei per assunzioni stabili. Abbiamo l'esigenza di superare il cattivo reclutamento che c'è stato negli anni passati che ha generato molto precariato nell'amministrazione pubblica. Quindi, questa norma che verrà approvata in via definitiva la prossima settimana servirà certamente a portare avanti una serie di assunzioni stabili laddove invece sono stati violati in passato i diritti dei lavoratori reiterando i contratti temporanei".

A maggio anche in Puglia il casting Ryanair

di PIERO CHIMENTI - La compagnia aerea low cost irlandese ha deciso di investire sugli italiani. Continuano, infatti, le selezioni per implementare il personale aereo, senza richiedere nessun requisito, per partecipare ai colloqui di lavoro della compagnia europea leader nel settore.

Le città che verranno toccate nella selezione saranno:

.        05/05/2017     Naples
·       10/05/2017      Catania
·       10/05/2017      Pisa
·       11/05/2017      Bari
·       11/05/2017      Milan Bergamo
·       12/05/2017      Palermo
·       17/05/2017      Lamezia
·       17/05/2017      Bologna
·       17/05/2017      Rome
·       19/05/2017      Naples
·       24/05/2017      Cagliari
·       24/05/2017      Venice
·       25/05/2017      Genoa
·       25/05/2017      Milan Bergamo
·       30/05/2017      Catania
·       31/05/2017      Perugia
·       31/05/2017      Pisa
·       01/06/2017      Bari
·       01/06/2017      Pescara
·       02/06/2017      Torino
·       07/06/2017      Reggio Calabria  

Per prenotare è necessario solo iscriversi sul sito www.crewlink.ie.

Poche ore per candidare startup a Digithon. "In Puglia stesse opportunità che in Silicon Valley"

di FRANCESCO BRESCIA - Tra poche ore scatterà lo stop al termine delle candidature delle startup per DigithON 2017, la maratona delle idee digitali organizzata dall'associazione Digithon presieduta da Francesco Boccia. Alla mezzanotte del 1° maggio saranno chiuse le presentazioni dei progetti.

Saranno cento le idee digitali selezionate e che saliranno in pedana nel corso dell’iniziativa (22-25 giugno tra Bisceglie, Trani e Barletta).

Primo premio 10.000 euro e la possibilità, pertanto, di far camminare il progetto in maniera più spedita e incisiva. Vi saranno anche altre segnalazioni e altri premi minori ma di eguale e rilevante importanza per altre startup degne di nota.

Lo scorso anno a trionfare furono i ragazzi baresi di "AuLab". Il premio Italo fu assegnato a "Liberbook", mentre il premio Tim andò a "DammiLaMano".

"Vogliamo che i nostri ragazzi, i nostri startupper trovino qui in Puglia le stesse opportunità che troverebbero nella Silicon Valley, a Francoforte, a Londra", ha sostenuto il presidente Francesco Boccia, "e che Digithon diventi una sorta di Sanremo delle idee digitali, un appuntamento annuale fisso e riconducibile alla nostra Terra di Puglia".

Per presentare entro il termine la propria candidatura, basta compilare il form sulla piattaforma www.digithon.it.

Ryanair, due giorni di selezioni a Bari

BARI - La maggiore compagnia aerea low cost europea continua le selezioni per trovare personale. Le figure richieste sono sopratutto equipaggio di volo. I giorni decisi per le selezioni sono il 27 aprile ed 11 maggio. Per candidarsi è necessario iscriversi sul sito http://www.crewlink.ie.

(P.Chimenti)

Axélero e Google in Puglia per intrecciare cultura digitale e imprenditorialità

MILANO – Si svolgerà a Bari, il prossimo 28 gennaio, il workshop “Google e le opportunità per le imprese” promosso da axélero che, per l’occasione, vedrà la partecipazione di Google, di cui l’azienda italiana è Premier Partner.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con UPSA Confartigianato, l’associazione di categoria che opera al servizio delle imprese artigiane e delle PMI della Provincia di Bari, vuole contribuire alla diffusione della cultura digitale, propedeutica allo sviluppo di un tessuto imprenditoriale reattivo nel cogliere le opportunità dell’online.

Un evento dal taglio pratico, in cui Egidio Murru, Head of Digital Sales Training axélero e Tomaso Uliana, Strategic Partner Manager Google, trasferiranno agli imprenditori le nozioni fondamentali per comprendere le potenzialità del web quale strumento di sviluppo del business e avviare così una presenza online strutturata.

A rappresentanza delle istituzioni e associazioni pugliesi, prenderanno parte ai lavori Mario Laforgia, Direttore dell'UPSA Confartigianato-Bari e Damiano Pietri, Presidente dei Giovani Imprenditori Confartigianato. Il convegno sarà chiuso da Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo Economico Regione Puglia.

“I nuovi consumatori sono sempre più acquirenti web, è quindi fondamentale una presenza online strutturata che consenta alle imprese italiane di rispondere alla crescente richiesta degli utenti.” afferma Stefano Cereseto, Founder e COO di axélero S.p.A. “La cultura digitale è la base da cui partire per costruire un tessuto imprenditoriale capace di cogliere le opportunità generate dal web, sia a livello tecnologico sia di clientela potenziale.” conclude Cereseto.

Con questo obiettivo, axélero, Internet Company quotata sul mercato AIM Italia e market maker digitale ad alto tasso di innovatività che offre soluzioni digitali a PMI e grandi aziende, ha ideato l’iniziativa “Angeli Digitali” supportando le associazioni di categoria, su tutto il territorio nazionale, in attività di sensibilizzazione e formazione degli imprenditori sulle tematiche del digital.

L’agenda dell’evento

9.15 Accredito e Welcome Coffee
10.15 Introduzione Mario Laforgia, Direttore dell'UPSA Confartigianato-Bari
10.25 Intervento  Damiano Pietri, Presidente dei Giovani Imprenditori Confartigianato
10.35 Inizio lavori
12.50 Intervento Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo Economico Regione Puglia


È possibile partecipare all’evento gratuitamente, fino ad esaurimento posti, iscrivendosi al seguente link http://www.axeleroacademy.it/

Lavoro, Uil: dal 2008 crescita boom dei voucher

ROMA - Dal 2008 al 2016, l'uso dei voucher ha segnato una crescita esponenziale pari al 27mila per cento. I dati diffusi dalla Uil indicano che nel 2008 furono venduti 535.985 voucher e in seguito, con l'estensione progressiva del buono-lavoro a quasi tutti i settori privati, si è arrivati nel 2016 a quota 145.367.954. Fra le città: in testa Milano con quasi 10 milioni di voucher (9,8) seguita da Torino (5,6) e Roma (5,1). Oltre il 50% dei voucher (oltre 73 milioni) vengono utilizzati in settori ai quali è stato esteso nel 2012 il voucher (industria, edilizia, trasporti). Fra gli altri settori in testa c'è il turismo (21 milioni) e il commercio (18,4 milioni).

Gdp Tv

150° Unità d'Italia AGRICOLTURA AGROALIMENTARE AMBIENTE Animali Annunci Approfondimento Arredamento Arte Attualità Auto e motori Avviso Pubblico Aziende Bari Bari 2014 Bari 2019 Bat Bifest 2011 Bifest 2014 Bifest 2015 Bifest 2016 Bifest 2017 Bifest 2018 Brasile2014 Brindisi Calcio Casinò Chiesa cinema Columbus Day COMMENTO Comunicati Stampa Concerti Concorsi Corsi CROCIERE CRONACA CRONACA LOCALE CULTURA DOVE SEI? Cultura e Spettacoli Design Diari da Kinshasa Dimmi come scrivi Discoteche Donna del Giorno Economia Elezioni 2011 Enogastronomia Estate Esteri Eventi Expo 2015 Festival del cinema di Roma 2010 Festival del cinema di Roma 2011 Festival del cinema di Roma 2012 Festival del cinema di Roma 2013 Festival del cinema di Roma 2014 Festival del cinema di Roma 2015 Festival del cinema di Roma 2016 Festival di Venezia '13 Festival di Venezia '14 Festival di Venezia '15 Festival di Venezia '16 Fiera del Levante Filastrocca film Flash Foggia Foto Frodi Fumetti Gallery Gastronomia Gdp Junior Ghost Hunters Puglia Giochi Giubileo Gossip Grafico Hot IL MIO AVVOCATO Il Principe Azzurro Inchiesta Intervista Intrattenimento Islam isola dei famosi 5 L'Angolo della Poesia LA CURIOSITA' LA RECENSIONE Latitudeslife LAVORO Lecce Lettera al direttore Libri Link LIVE Lotterie Matera METEO milano Miss Italia MODA Mostre Motociclismo musica Necrologi NOTIZIE DAL MONDO novità musicali Oroscopo Paranormale Perle di storia pugliese photogallery PLAY: MUSICAEDINTORNI Politica Politica locale Potenza PRIMO PIANO Protezione civile Psicologia Pubblica Amministrazione Puglia Punto e a Capo Regionali 2015 Reportage ricerca Ricette Rio 2016 Roma Russia 2018 Salute e benessere Sanità Sanremo 2015 Sanremo 2016 Sanremo 2017 Sanremo 2018 Scheda Scienza e tecnologie Scuola Sentenze europee Sessualità Silent Key Spazio Spazio Emergenti Speciale Speciale 21 dicembre Speciale amministrative 2012 Speciale Amministrative 2014 Speciale Euro 2012 Speciale Fiera Speciale Politiche '13 Spetteguless Sport Storia Taranto Tennis Territorio TICKER Top Tra scienza e fede Trasporti Turismo Tv UE Università e formazione Us version Vacanze Viabilità Viaggi Video Videogiochi Vignetta Vino diVino Voli Web Zootecnia