Visualizzazione post con etichetta Esteri. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Esteri. Mostra tutti i post

Trump: "Noi americani spennati da tutti"

WASHINGTON - "Siamo il salvadanaio del mondo ma veniamo spennati dalla Cina, dall'Unione europea e virtualmente da tutti coloro con cui facciamo business": così il presidente statunitense Donald Trump durante la conferenza stampa congiunta con il presidente polacco Andrzej Duda alla Casa Bianca. Trump ieri ha annunciato nuovi dazi del 10% su 200 miliardi di import cinese.

Siria: contraerea abbatte per errore aereo russo

DAMASCO - Alta tensione in Siria dove un aereo militare russo, scomparso la notte scorsa mentre sorvolava il Mediterraneo, è stato abbattuto per errore dalla contraerea siriana durante un raid israeliano: a riportarlo l'emittente Cnn citando una fonte anonima statunitense.

Secondo la stessa fonte l'Ilyushin-20, con 14 persone a bordo, sarebbe stato abbattuto da un sistema di difesa anti-aerea venduto proprio dai russi al regime di Bashar al-Assad. Intanto nella notte l'antiaerea siriana ha risposto a un attacco missilistico su Latakia, sferrato secondo l'intelligence russa da quattro F-16 israeliani.

Madrid, esplosione in metropolitana. Batteria tablet semina il panico

MADRID - Panico alla metropolitana di Madrid, questo lunedì mattina 17 settembre, per quello che pare un incidente senza conseguenze gravi. La stazione della linea 9 è stata evacuata dopo una piccola esplosione che ha sprigionato fiamme e fumo dentro un vagone. Paura tra i passeggeri che si sono accalcati verso le uscite. Altri, diverse decine, terrorizzati dal fumo, sono scesi lungo la linea ferrata quando i vagoni si sono stati fermati a 100 metri dalla stazione di Príncipe de Vergara.

Un altro passeggero ha usato uno degli estintori per estinguere le fiamme, ma il suo intervento ha peggiorato la situazione, hanno raccontato alcuni testimoni. L'estintore ha causato più fumo nel vagone e ha aumentato la confusione. Alcuni pensavano che fosse un atto terroristico che ha innescato la calca. Il treno interessato, dalla linea 9 in direzione di Paco de Lucía, ha vagoni dove i passeggeri si concentrano ammassandosi ad un'estremità.

Un portavoce del sindacato dei macchinisti, Sergio Hoyuelos, ha spiegato che i passeggeri hanno sbloccato le porte attivando la leva di emergenza. Fortunatamente il responsabile della sicurezza, vedendo i passeggeri sui binari, ha reagito rapidamente e ha chiesto al posto di comando di deviare il traffico nella direzione opposta. Nella ressa alcune persone sono rimaste contuse, mentre nove passeggeri sono stati trattati per crisi d'ansia e altri tre per inalazione di fumo.

Secondo quanto dichiarato dal responsabile del SAMUR, un sistema di emergenza specializzato di Madrid, a innescare il panico sarebbe stata la batteria di un tablet marca Airis, che avrebbe preso fuoco in un vagone della linea 9 della metropolitana di Madrid. I passeggeri sul treno hanno descritto quello che è successo come una scena di un film horror. L’incidente, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, sembra accomunare gli altri incidenti del genere avvenuti in tutto il mondo. Ora si attendono dichiarazioni ufficiali da parte di Airis.

Sicurezza flop all'aeroporto di Las Vegas: dj minaccia equipaggio e passeggeri sul volo JetSmarter


LAS VEGAS - Un deejay di Filadelfia è stato in grado di passare un controllo del proprio background finanziario, per prendere un volo semiprivato JetSmarter da Las Vegas a New York anche se aveva postato minacce di disturbo su Twitter. Il Deejay Maurice Paola, 23 anni, ha forzato un atterraggio di emergenza del jet da 12 passeggeri a North Platte, in Nebraska. Il 3 settembre dopo aver discusso con l'assistente di volo e minacciato di decapitare i passeggeri. Il Lincoln Journal Star ha riferito che l'aereo era appena decollato quando Paola "ha iniziato a lanciare oggetti ai passeggeri, camminando avanti e indietro, battendo i finestrini, sbattendo la testa contro le pareti della fusoliera e insistendo sul fatto che l'aereo atterrasse immediatamente".

Il pilota, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,dopo aver fallito nel calmare Paola, si è ritirato nella cabina di pilotaggio, mentre l'assistente di volo ha usato una tanica di ossigeno per difendersi mentre una famiglia con bambini di 4 e 6 anni si è nascosta accucciandosi nel retro dell'aereo. Una volta atterrato l'aereo, è stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine che sono salite a bordo. Alla fine hanno dovuto ricorrere alla pistola che "spara" corrente elettrica per costringerlo ad abbandonare l'aeromobile ed ammanettarlo. Paola ora rischia fino a 20 anni se giudicato colpevole di dirottamento, minacce terroristiche e resistenza all'arresto.

JetSmarter, soprannominata con l’epiteto di “Uber dei jet privati”, la startup che permette a viaggiatori con molta fretta e altrettanto denaro di prenotare un posto all’interno di un jet privato o di riservare, se necessario, l’intero velivolo, tramite Ronn Torossian, portavoce della compagnia ha dichiarato: "JetSmarter offre sicurezza di gran lunga superiore a quella fornita dalle compagnie aeree commerciali". "Questo è stato uno sfortunato incidente isolato."

Mangkhut, le vittime salgono a 64 nelle Filippine. Ad Hong Kong tremano i grattacieli

Magkhut, il potente tifone che sta facendo tremare le Filippine e la Cina, ha mietuto già le prime vittime. L'emittente Cctv ha reso noto che due persone sono rimaste uccise dopo che il tifone ha toccato terra, nella provincia meridionale di Guangdong.

Sale intanto a 64 il bilancio delle vittime nelle Filippine, ma la polizia ha avvertito che altre 45 persone risultano disperse e 33 sono ferite, dopo suo passaggio ieri nel nord dell'arcipelago. Nella provincia di Benguet si contano la maggior parte delle vittime e dei dispersi, a causa di due fran

Colpita anche Hong Kong, dove i grattacieli hanno ondeggiato, sono esplose finestre e dove oltre 100 persone sono rimaste ferite a causa dei danni provocati ai palazzi della metropoli.

Massimo grado di allerta ad Hong Kong: le autorità hanno avvisato i residenti di rimanere nelle proprie case per evitare di essere colpiti dagli oggetti e dai detriti sollevati dal tifone. Finora i funzionari governativi parlano di 111 feriti, mentre i livelli delle acque sono saliti di quasi 3,5 metri. L'aeroporto internazionale ha cancellato oltre 800 voli creando forti disagi per oltre 100.000 passeggeri.


Uragano Florence declassato ma vittime salgono a 11

STATI UNITI - E' di undici morti il bilancio provvisorio del passaggio sulle Caroline dell'uragano Florence. Raffiche diminuite ma resta il problema allagamenti. Le previsioni annunciano ancora precipitazioni nelle prossime ore. Il presidente Usa Donald Trump approva un decreto per destinare nuove risorse per far fronte all'emergenza.

Belgio, torna la paura: sparatoria in centro a Bruxelles

BRUXELLES - Sono stati esplosi spari questa mattina in una via di Bruxelles, vicino al bar The Switch. A renderlo noto il portavoce della polizia Ilse Van de Keere. Ferita alla gamba una persona, mentre una seconda è stata colpita da una scheggia. Gli autori sono ricercati, potrebbe trattarsi di un 'regolamento di conti'.

La polizia e' stata chiamata prima delle 10 e le vittime sono state trasportate all'ospedale. Gli autori dell'agguato, che erano in cinque o sei, sono fuggiti in macchina.

Tragedia in Francia: calciatore 26enne senegalese si accascia al suolo durante un allenamento e muore per arresto cardiaco

CAEN - Ancora una tragedia, venerdì 14 settembre, che sconvolge il mondo del calcio, dopo la morte a marzo di Bruno Boban, 25 anni, dopo una forte pallonata al petto che gli ha causato un collasso. Questa volta siamo in Francia, nel campionato regionale (equivalente alla serie C). Durante una sessione di allenamento della US Mondeville (Calvados) allo Stadio Jean-Tocquer di Mondeville, vicino a Caen,, un 26enne senegalese, Mamadou Camara, si è accasciato al suolo.

Tutto è accaduto verso le 20:00. A stroncarlo sarebbe stato un collasso. Una morte che riporta alla memoria la tragedia di Piermario Morosini, stroncato nel 2012 da un arresto cardiaco durante Livorno-Pescara, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, l’ultima di una lunga lista di calciatori che questa vita ha strappato presto, troppo presto, ai suoi cari e allo sport.

Filippine: tifone Mangkhut fa 25 vittime

FILIPPINE - Si fa di ora in ora più drammatico il bilancio nelle Filippine al passaggio del tifone Mangkhut. Sono 25 le vittime accertate, che si sta rapidamente spostando verso la Cina meridionale. A riportarlo il New York Times, che precisa che, secondo i meteorologi, si tratta della tempesta più potente di quest'anno nel mondo.

Mangkhut nell'isola filippina di Luzon ha sradicato alberi, divelto tetti e provocato frane e inondazioni. La maggior parte delle vittime sarebbero state uccise durante gli smottamenti.

Florence fa 5 vittime negli Usa

(ANSA/EPA)
WASHINGTON - E' salito a cinque il bilancio delle vittime del temibile uragano Florence, declassato a tempesta tropicale ma, secondo gli esperti, ancora in grado di provocare alluvioni e inondazioni nella Caroline del nord e del sud.

In particolare a Kinston un uomo di 77 anni è stato ritrovato morto nella sua abitazione: le autorità ritengono che sia stato colpito dal vento mentre andava a controllare i suoi cani da caccia. Deceduti a Wilmington una madre e il suo bimbo dopo che un albero si è schiantato sulla loro casa.

E' morta una donna nella contea di Pender per un attacco di cuore senza che i soccorritori riuscissero ad arrivare in tempo a causa delle macerie. A breve ci sarà una visita di Donald Trump nelle zone colpite la prossima settimana.

Migranti: tenta di entrare in Francia nascosto in una valigia ma viene scoperto

MARSIGLIA - Si è nascosto in una valigia per oltre 10 ore per eludere i controlli nel tentativo di imbarcarsi sul traghetto “Carthage” della Ctn in partenza dal porto di Zarzis per Marsiglia, dove si è concluso il bizzarro tentativo di un ragazzo tunisino. Il giovane è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale regionale tunisino di Zarzis. Lo hanno reso la radio Mosaique Fm, precisando che la valigia con dentro il giovane sarebbe stata poi caricata nel bagagliaio di un'auto imbarcatasi sul traghetto per Marsiglia.

La nave ha però ritardato la partenza di 7 ore a causa del tentativo di altre 5 persone, poi arrestate, di superare i controlli di sicurezza per salire illegalmente a bordo. Compiuti gli arresti, la polizia di frontiera ha intensificato la vigilanza e dentro l'auto, che aveva già superato la prima fase dei controlli, ha scoperto il giovane rannicchiato nella valigia e già in condizioni disperate. Dodici le persone arrestate coinvolte nel caso, tra cui anche alcuni operatori della nave. Il fatto risale ai giorni scorsi e non ci sono ancora conferme da parte delle autorità.

Non è il primo migrante che tenta di emigrare in una valigia. Centinaia sono i giovani che provano in questo modo di superare i confini, commenta Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti": oltre le valigie, doppio fondo nelle automobili, di solito nei cruscotti o sotto i sedili. Una vera e propria pratica, che spesso uccide.

Il super tifone Mangkhurt si abbatte sulle Filippine: 12 morti, migliaia di sfollati

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Il tifone Mangkhurt, che si è abbattuto sulla costa nordorientale delle Filippine, ha già causato 12 morti. Per il sottosegretario Ricardo Jalad, direttore dell'agenzia nazionale per la gestione dei disastri, il bilancio è senza dubbio destinato a crescere, come anche quello dei danni.

Venti fino a 212 chilometri orari, 87 mila residenti hanno dovuto lasciare le loro abitazioni, 7 province hanno subìto frane e sono senza elettricità; nella regione della Cordillera si sono verificate 42 smottamenti. Le strade completamente allagate sono impercorribili e gli aeroporti chiusi. L'Osservatorio meteorologico delle Hawaii ha declassato a forza 4 il super tifone, che si dovrebbe spostare verso la Cina meridionale, toccando terra domani.

Usa, incendio in tre città del Massachusetts: un morto, 16 feriti e decine di edifici in fiamme

(ap)
di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Circa 70 esplosioni a catena e una serie di incendi, dovuti a delle disfunzioni nel servizio gas della Columbia gas service, si sono sviluppate in tre città del Massachusetts. Le cittadine coinvolte sono Lawrence, Andover e North Andover (non lontano da Boston). Il bilancio è di un morto e 16 feriti, con 40 abitazioni e aziende che sono state avvolte dalle fiamme. Le autorità hanno evacuato intere aree delle tre località colpite, in cui l'odore di gas ha saturato l'aria.

Ai residenti che hanno il servizio di gas fornito dalla società è stato ordinato di evacuare le loro case immediatamente. Il capo della polizia di Lawrence, Roy Vasquez, ha dichiarato all'Eagle-Tribune di non aver mai visto niente del genere prima d'ora. Le linee di gas sono attualmente in fase di depressurizzazione da parte della società, però ci vorrà del tempo.

Una delle ipotesi emerse dagli esperti è che ci sia stato un problema di pressurizzazione nelle condutture. In campo è comunque scesa anche l'Fbi, per approfondire le indagini in tutte le direzioni.

Terrore a Nimes, auto contro la folla: due feriti

NIMES - Torna la paura a Nimes, nel Sud della Francia, dove un uomo ha lanciato la sua automobile contro la folla, riunita davanti a un bar, questa notte all'una. Secondo alcuni testimoni l'uomo, 32 anni, avrebbe gridato 'Allah akbar'.

Secondo la polizia l'uomo non era noto per essere un radicalizzato. Dopo il tentativo di strage, l'uomo ha tentato una fuga ma è stato bloccato dai cittadini. La Procura rende noto che l'aspirante omicida sarebbe ora ricoverato in ospedale in uno stato di "confusione mentale".

Aereo Jet2 torna indietro per un guasto tecnico dopo aver dichiarato l'emergenza

MANCHESTER - Panico sul volo Jet2, Manchester - Paphos, Cipro. È successo ieri: il volo LS405 era partito dall'aeroporto Leeds Bradford mercoledì mattina alle 9.15 in direzione di Paphos, Cipro, ma 30 minuti dopo, mentre viaggiava sul Mare del Nord ed aver fatto dietrofront, si è ritrovato di nuovo a Manchester dopo aver dichiarato un'emergenza, scortato da alcuni mezzi di soccorso. «Si è trattato di un problema tecnico, ha spiegato il portavoce della compagnia aerea, non sono disponibili ulteriori dettagli relativi al problema tecnico. La vita dei passeggeri e dei membri dell’equipaggio non è mai stata a rischio».

L’allarme, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” è scattato a causa di un guasto all'idraulica o di un problema al motore. «Siamo consapevoli del disagio causato ai passeggeri» ha concluso il portavoce di Jet2, che ha provveduto a spostare i clienti su voli alternativi.

Intanto lo “Sportello dei Diritti” chiede maggiori garanzie all'Agenzia europea per la sicurezza aerea (AESA) circa il livello di sicurezza dei voli e spiegazioni sulle cause che hanno prodotto il "problema tecnico" e determinato un nuovo atterraggio d'emergenza, visto peraltro che nella sola giornata di ieri, solo all'aeroporto di Manchester vi sono stati due atterraggi di emergenza con intervento dei mezzi di soccorso.

California, spara all'impazzata e uccide 5 persone

LOS ANGELES - Nuova strage in California dove un uomo armato ha esploso diversi colpi di arma da fuoco e ucciso cinque persone, fra cui sua moglie, prima di rivolgere l’arma verso se stesso e uccidersi. “Abbiamo sei morti, uno è il sospetto killer e le altre cinque sono vittime”, ha detto il tenente Mark King dell’ufficio dello sceriffo dopo la sparatoria avvenuta nella città di Bakersfield. “Pensiamo possa trattarsi di violenza domestica”, ha aggiunto. 

Frana la scogliera, turisti feriti dopo la caduta di massi sulla spiaggia incontaminata di Zante in Grecia

ROMA - Sette persone, tra cui una famiglia di quattro turisti cechi, sono rimaste ferite sull'isola di Zante, mentre erano in visita alla spiaggia più famosa dell’isola. Una donna ceca di 34 anni ha riportato ferite alla schiena (frattura della spina dorsale) ed è stata trasferita in ospedale, ha dichiarato un funzionario della Guardia costiero. Anche suo marito e due bambini sono stati ricoverati a Zante (ovest), ma a scopo preventivo, mentre altri tre hanno lasciato l'ospedale dopo il primo soccorso. Una parte della scogliera, alta 200 metri, si è staccata crollando rovinosamente.

La spiaggia Navagio, raggiungibile solo in barca, è nota per il suo mare di un azzurro incantevole e per il relitto di una nave di contrabbandieri naufragata nel 1980, accasciata sulla sabbia chiarissima e i sassolini bianchi che riempiono l’insenatura. Ogni giorno è visitata da centinaia di turisti. La caduta del materiale franato ha creato onde anomale che hanno rovesciato un paio di piccole barche. La polizia e la guardia costiera sono in azione. Hanno comunicato che al momento non ci sono vittime o dispersi anche se sono in corso ricerche da parte dei Vigili del Fuoco.

Secondo le immagini trasmesse dai social network, la frana, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, ha causato un temporaneo panico tra le centinaia di vacanzieri presenti. La frana si è verificata a mezzogiorno, scaraventando tonnellate di rocce in mare. Il sito, accessibile solo via mare, è stato evacuato e chiuso al pubblico fino a nuovo avviso.

"Come fuochi d’artificio nel salotto", esplode la batteria di un cellulare nel salotto di casa

SAN GALLO - "Sembrava uno spettacolo pirotecnico, solo nel nostro salotto". Questa è la sensazione provata da Arben Ferizi e sua moglie nella notte tra venerdì e sabato nel loro appartamento, a San Gallo in Svizzera. Lo smartphone che si trovava in carica vicino allo stereo è esploso, sprigionando delle fiamme.

Il fumo ha riempito tutta la stanza in breve tempo e «l’odore diventava sempre più forte». Arben - come raccontato alla stampa, ha cercato di spegnere le fiamme sprigionate dal Samsung Galaxy S5 utilizzando una coperta, ma alla fine ha gettato lo smartphone nella vasca da bagno e ha aperto il rubinetto. «Siamo stati fortunati perché era in carica sulla copertura metallica dello stereo. Altrimenti sarebbe potuto scoppiare un grosso incendio»

.L’uomo è convinto che a esplodere sia stata la batteria del telefono. La portavoce di Samsung Svizzera, Pia De Carli, ha confermato l’incidente: «Siamo in contatto con il cliente e analizzeremo il dispositivo per determinarne la causa».Lo scorso gennaio un Samsung Galaxy S7 era esploso in uno shop di Swisscom a Rorschach. Il colosso coreano aveva dovuto ritirare il prodotto dal mercato a causa dei molti incidenti che si erano verificati in tutto il mondo. Incidenti causati da due problematiche diverse.

Le prime batterie, prodotte da Samsung SDI, esplodevano in alcuni casi a causa di un corto circuito nell’angolo in alto a destra. Il secondo lotto, prodotto da Amperex Technology, a causa di un problema di saldatura. L’incidente, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è accaduto mentre la batteria era in carica, caratteristica che sembra accomunare gli altri incidenti del genere avvenuti in tutto il mondo. Ora si attendono dichiarazioni ufficiali da parte di Samsung.

L'uragano Florence fa tremare gli Usa

WASHINGTON - La paura si tocca con mano nelle zone costiere in North e South Carolina, dove in queste ore si avvicina il mostruoso uragano Florence, categoria 4. Gran parte dei residenti ha deciso di obbedire agli ordini di evacuazione, mentre altri hanno scelto di resistere e sfidare la furia del potente uragano, che è ancora lontano dalla costa, ma viaggia a velocità molto alta e dovrebbe toccare terra domani o al massimo venerdì mattina, proprio tra Nord e Sud Carolina.

L'uragano, alle ore 5 di stamattina ora italiana, si trovava a 1.075 chilometri a Est-Sudest di Cape Fear (North Caroloina) e stava viaggiano in direzione Ovest-nordovest: il National Hurricane Center (NHC) basato a Miami prevede che quando toccherà terra sarà ancora molto potente, di categoria, 3 ma con venti estremamente forti.

Il presidente Trump ha esortato gli abitanti delle zone più a rischio di lasciare le proprie case. “Vi chiediamo di andarvene, questa tempesta sarà la più grande mai vista, forse, in decenni”, ha detto, parlando dall’Oval Office.

Sino a 1,7 milioni di persone in North Carolina, South Carolina e Virginia hanno ricevuto ordine di evacuazione, coatta o volontaria.

Australia, aghi da cucito nei cestini di fragole

SYDNEY - Un richiamo alimentare che fa scalpore. Nel Queensland un uomo ha denunciato alla Polizia, di avere ingoiato un ago da cucito nelle fragole acquistate in un supermercato della zona. Il frutto contaminato fa parte di un lotto di cestini di fragole, acquistato nei negozi di Woolworths, un'importante catena retail sudafricana, del Queensland e venduti anche nei supermercati nel New Meridionale Galles e Victoria. Il responsabile sanitario del Queensland, il Dott Jeannette Young confermando l’episodio, ha dichiarato alla stampa che in altri cestini, almeno due, sono stati ritrovati altri aghi. Un cliente che domenica ha mangiato una fragola contaminata ha rischiato guai seri ed è stato salvato da un intervento chirurgico.

Tutto sarebbe cominciato durante un comune pasto in casa. L'uomo stava mangiando la frutta e in un primo momento tutto sembrava nella normalità. A un certo punto una terribile fitta, immediatamente dopo aver ingoiato una bella fragola. Il dolore era così intenso che non riusciva a capire di cosa potesse trattarsi. Ha sentito una fitta all'esofago, su un lato del collo, prima della spalla. A quel punto è stata inevitabile la corsa verso l'ospedale. Al pronto soccorso è stata subito disposta una radiografia. I medici hanno sottoposto il paziente ai raggi X e dalla lastra è spuntato l'ago. Sottoposto a un delicato intervento nel reparto di chirurgia gli è stato asportato l’oggetto di metallo che era nascosto nelle fragole, persuadendo le autorità sanitarie ad avviare un richiamo nazionale del frutto. L'uomo è fuori pericolo anche se la vicenda sarebbe potuta finire peggio se solo l'ago avesse proseguito il cammino e danneggiato qualche altro organo.

Una storia incredibile, quella capitata all’uomo australiano che è andato al pronto soccorso a causa di dolori causati da un oggetto estraneo finito nell'apparato digerente. Ora si cerca di capire come sia finito il pericoloso aculeo per cucire all'interno del cestino di fragole e se ci siano responsabilità da parte del venditore oppure se sia capitato successivamente. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, un pericolo nascosto l’ingestione di un pezzo di metallo, peggio se acuminato. Infatti un corpo estraneo ingoiato, soprattutto se metallico, provoca danni: sia a livello di stomaco, sia se oltrepassa il piloro e finisce nell' intestino. Se è acuminato, poi i danni sono maggiori: si possono subire perforazioni ed emorragie, talvolta fulminanti se si fora qualche grosso vaso sanguigno. Comunque, la presenza di un corpo estraneo provoca una sorta di decubito, un' infiammazione di tipo ulceroso.

Un frammento metallico, inoltre, può rimanere nell' intestino anche per molto tempo, fino a che non si pianta nella parete. In ogni caso, l'emergenza endoscopica mette al primo posto le emorragie, al secondo posto appunto l' ingestione di oggetti, soprattutto se metallici. Perciò, chi li ingoia, deve andare al pronto soccorso. Se ci troviamo a che fare con un corpo acuminato che buca il tessuto gastrico, possiamo avere uno stato infiammatorio in pochi giorni. È possibile che questo accada senza dolore o altri sintomi, in particolare la presenza di un ago metallico di un centimetro e mezzo può essere asintomatica fino a quando si pianta.