Visualizzazione post con etichetta Turismo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Turismo. Mostra tutti i post

martedì, settembre 19, 2017

La Puglia a Londra raccontata dal fotografo Richard James Taylor

LONDRA - “Sono stato veramente felice di sapere che sarei tornato in Italia e avrei avuto l’opportunità di scoprire la Puglia per lavorare ad un progetto per il National Geographic Traveller Festival. E’ una regione affascinate e tranquilla, fuori dai circuiti turistici battuti". E’ quanto afferma il fotografo Richard James Taylor sulla sua esperienza in Puglia raccontata con una mostra di sue foto a Londra al National Geographic Traveller Festival 2017 del quale l’Agenzia regionale del turismo Pugliapromozione è stata Destination Partner.

Al Festival un angolo dedicato alla Puglia con le foto scattate dal fotografo inglese per il reportage pubblicato su National Geographic Traveller. Lo stesso Taylor era sul posto a raccontare la sua esperienza  pugliese. Incuriosito e interessato il pubblico inglese che ha partecipato anche alla competition che assegnerà un viaggio di tre giorni in Puglia più volo aereo con un sorteggio fra coloro che hanno saputo dire qual’è la capitale della Puglia.

“La Puglia  è un tesoro di arte, storia e natura. Una terra solare e ospitale, una striscia  nel sud d’Italia in posizione strategica nel cuore del Mediterraneo. Secoli di storia e una varietà di paesaggi sono solo alcune delle ragioni che spiegano perché in questa destinazione unica si possano vivere esperienze indimenticabili”. Parola di National Geographic Traveller.

venerdì, settembre 08, 2017

'We are Creative in Puglia' a Monaco

MONACO DI BAVIERA - A partire dal primo settembre chi viaggia con Air Dolomiti incontra la Puglia in aereo. Nell’ambito del progetto “We are Creative in Puglia” Pugliapromozione ha realizzato una mappa della Puglia stilizzata con un design molto accattivante che viene distribuita su tutti gli aerei della compagnia Air Dolomiti. La mappa, realizzata in 50 mila copie, promuove la destinazione attraverso gli eventi di We are Creative in Puglia a Monaco,  iniziati con l'inaugurazione della mostra "Behind the exellence", in collaborazione con Air Dolomiti e PhEst - Internatinal Photo Festival.

Le fotografie dei volti dei pescatori pugliesi, che sono state in mostra lo scorso anno in occasione della prima edizione di PhEst a Monopoli, sono dal 6 settembre nella Galleria d’arte dell’Aeroporto di Monaco. A partire dal 9 settembre  fino al 15 poi l’artista pugliese Agostino Iacurci realizzerà la sua opera di street art sempre a Monaco, in  Landsberger and Max-Friedlaender Straße. L’evento di Pugliapromozione è promosso sempre da Air Dolomiti e da The Trip. Il  12 settembre in Fiera nel Padiglione del turismo di Pugliapromozione si svolgerà una diretta da Monaco con l’artista.
                                                                 
“E’ veramente motivo di orgoglio che una mostra realizzata a Monopoli per la prima edizione del PhEst lo scorso anno sia oggi inaugurata a Monaco - commenta l’Assessore all’Industria culturale e turistica Loredana Capone - Il progetto We are Creative in Puglia di Pugliapromozione promuove la Puglia nelle capitali collegate direttamente con i voli aerei attraverso l’arte e la cultura. Un artista pugliese come Iacurci che realizza sul posto un’opera di street art, evento già sperimentato  con successo a Berlino, porta a Monaco la Puglia attraverso un immaginario artistico che tutti possono cogliere come una emozione”.

venerdì, settembre 01, 2017

Matrimonio Sutton-Cohen, assenti a Monopoli i Trump

di PIERO CHIMENTI - Il matrimonio che tutta la Puglia attendeva tra i due rampolli newyorchesi è avvenuto con rito ebraico sulla scogliera di Santo Stefano a Monopoli, davanti oltre 400 invitati. Ad animare i festeggiamenti ci ha pensato la cantante Lady Gaga, arrivata con un superyacht, mentre grandi assenti erano Ivanka Trump ed il padre, amici di famiglia degli neo sposi.

Lido Santo Stefano, Monopoli (Ba)

martedì, agosto 29, 2017

Paesaggio e turismo sostenibile, nuove iniziative in Italia

di DONATO FORENZA - Presso l’Istituto Cervi a Gattatico – Reggio Emilia, si è svolta la giornata iniziale della IX edizione della Summer School “Emilio Sereni”.

La Scuola si attua ormai da nove anni con notevole successo e svolge programmi  importanti in un contesto  innovativo dell’Istituto Alcide Cervi che ospita il noto Museo Cervi e la prestigiosa Biblioteca Archivio Emilio Sereni,  dal 27 al 31 agosto 2017.

Vengono illustrati, in base a consolidata, esperienza di studi superiori sul paesaggio, correlazioni tra paesaggio, patrimonio culturale e turismo come elemento di strategia.

Tale sistema consente di elaborare iter su cui impostare percorsi di conoscenza, azioni di tutela e progetti di valorizzazione territoriale, tramite le varie forme di turismo sostenibile che possono affermarsi in ambito rurale. Vengono attuati approcci multidisciplinari – storia, urbanistica, geografia, ecologia, economia, antropologia. Hanno aderito soggetti che si occupano di paesaggio e di turismo, e chi opera nella formazione,  ricerca, pianificazione, tutela e valorizzazione delle risorse territoriali,  sviluppo rurale e attività in ambito rurale, promozione dei beni culturali ed educazione al paesaggio.

Iniziando con la Costituzione e con l’implementazione  del Codice del beni culturali e del paesaggio (D.L.vo 42/2004), vengono illustrate le valenze del territorio rurale e delle sue risorse: produzioni agricole, insediamenti umani, caratteri ambientali, tradizioni culturali; - analisi e progettazione di sistemi di turismo integrato; - rapporti complessi fra tradizione e innovazione. Si tratta, pertanto, di elementi notevoli per l’offerta alle richieste, tendenti a nuove aspettative di forme poliedriche di turismo ed esperienze in loco.

martedì, agosto 22, 2017

"Salento, bilancio positivo ma serve scongiurare fenomeno modaiolo"

LECCE - "L'estate 2017 sembra confermare e addirittura migliorare il trend in crescita del settore turistico del Salento; sebbene in attesa dei dati ufficiali per un consuntivo sull'intera stagione turistica, fin da subito si può dire che il turismo si dimostra sempre più efficace strumento di sostegno allo sviluppo del territorio". Così Erio Congedo, consigliere regionale Fratelli d'Italia.

"Il momento felice - prosegue - della meta leccese sul fronte turistico dipende da più fattori che vanno dalla bellezza e dal fascino del nostro territorio (località balneari, centri storici dell’entroterra, paesaggio della natura salentina) alla capacità degli imprenditori che, se pur a macchia di leopardo, hanno saputo offrire un servizio adeguato. Componenti che hanno permesso di superare alcuni limiti strutturali, a cominciare dal sistema trasportistico che sconta ritardi e carenze insopportabili (mancanza collegamenti ad esempio per raggiungere Otranto, Gallipoli, Leuca per non parlare di quelli con l'aeroporto del Salento)".

"In questo contesto - spiega - non può passare inosservato il grido di allarme che si alza da Confindustria Turismo di Lecce e dall’Associazione commercianti imprenditori di Gallipoli sul significativo calo di presenze nella città jonica e sulla necessità di un cambio di rotta rispetto al “modello Gallipoli”; il riferimento è alla “Città bella”, ma non c’è dubbio che la questione possa investire in prospettiva l’intero Salento se non addirittura tutta la Puglia. Infatti, il rischio da scongiurare è che il successo turistico possa tradursi in un fenomeno modaiolo del momento,  destinato ad esaurirsi nel medio termine per mancanza di una visione strategica che individui innanzitutto il modello di turismo a cui tendere e di conseguente gestione e promozione integrale dello stesso. Mungere la vacca del turismo salentino con un modello mordi e fuggi che nell’immediato allontana flussi di turismo pregiato che lascia il “segno” sul territorio (ad esempio circuito superior e nautico) e nel medio termine dequalificare l’offerta".

"Ecco perché la strategia di questo comparto non può essere lasciata all’impegno di esperienze individuali spesso meritorie e di successo, ma deve essere frutto di una pianificazione in grado di valorizzare l’unicità della nostra offerta e indicare la rotta ad operatori e amministrazioni locali.  Un fronte sul quale la Regione deve necessariamente interrogarsi e lavorare, superando la poltica degi interventi spot e di corto respiro, definendo un modello (e anche più modelli) per la Puglia in grado di consolidare il trend positivo di questi anni di un comparto che può davvero essere il volàno per un’economia in affanno in altri settori", conclude Congedo.

venerdì, agosto 18, 2017

FlixBus, Venezia e Lecce le preferite dell’estate

MILANO – Gli Italiani amano andare in vacanza in autobus. Quest’estate gli abitanti del Belpaese che hanno raggiunto le località di vacanza con FlixBus sono stati il 70% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno*. Un trend positivo valido anche nel resto dei Paesi europei in cui è presente FlixBus, dove in media l’incremento delle prenotazioni durante il periodo estivo si è attestato al 30%. Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia, ha così commentato il dato particolarmente in crescita per il nostro Paese: «In soli due anni di presenza in Italia, l’autobus si è definitivamente affermato come mezzo di trasporto alternativo a treno, aereo e soprattutto all’auto privata. Siamo orgogliosi di aver contribuito a questo cambiamento culturale, a vantaggio della flessibilità e libertà di scelta di chi viaggia».

Le mete delle vacanze in autobus - Venezia e Lecce le preferite dell’estate italiana, Parigi e Francoforte all’estero

Sulla base delle prenotazioni effettuate durante il periodo estivo, quest’anno sono Venezia e Lecce le città italiane verso cui è stato registrato il maggiore incremento rispetto al resto dell’anno. Seguono nella top 5 delle mete preferite dell’estate 2017 Bari, Napoli e Roma.

Tra le destinazioni estere, invece, le più gettonate dagli italiani per il periodo estivo sono state Parigi e Francoforte, seguite da Monaco di Baviera, Nizza e Zagabria.

FlixBus come soluzione intermodale: in crescita le corse verso gli aeroporti - È in crescita anche il numero di quanti utilizzano l’autobus per recarsi in aeroporto, e da lì partire alla volta di altre destinazioni. La rete FlixBus, che in Italia conta 170 destinazioni, raggiunge infatti anche gli aeroporti di Milano Malpensa, Bergamo Orio al Serio, Venezia e Roma Fiumicino. Per conoscere tutte le destinazioni della rete FlixBus, consultare la mappa interattiva disponibile sul sito.

martedì, agosto 15, 2017

Ferragosto, picnic al mare e in campagna

ROMA - Resiste la tradizione nel Belpaese del picnic con circa 5,1 mln di italiani che hanno scelto di trascorrere il giorno di Ferragosto all'aria aperta con grigliate, sul posto o piatti portati da casa. E' il dato che emerge dall'indagine Coldiretti/Ixe' dal quale si evidenzia che più della metà degli italiani (47%) ha scelto di trascorrere il Ferragosto fuori casa, da parenti o amici, in vacanza, al mare, in campagna o in montagna.

Una conferma del successo del turismo nell'estate 2017 con 38 milioni di italiani - evidenzia la Coldiretti - che hanno deciso di andare in vacanza e un aumento del 9%; ad aumentare è anche la spesa media che sale a 803 euro per persona (+16%). Solo per meno di un italiano su cinque (17%) il Capodanno dell'estate è un giorno come gli altri e non intende fare nulla di particolare mentre una percentuale analoga coglie l'occasione per stare in casa a riposare.

Tra le mete più gettonate nell'occasione con il 13% c'è la casa di parenti e amici per trascorrere la giornata in un clima di relax e convivialità, ma in molti, in alternativa al picnic, preferiscono mangiare in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi. Sono circa 400mila i vacanzieri che hanno scelto di trascorrere il Ferragosto 2017 in agriturismo all'insegna della buona tavola e del relax all'aria aperta.

"La Puglia sempre più gettonata, ma sempre più sola"

BARI - ‘I dati raccolti in queste ultime settimane dimostrano che l’odierna estate oltre ad essere torrida climaticamente risulta la più affollata degli ultimi anni’. È quanto dichiara Francesco De Carlo, presidente Assoturismo e Asshotel Confesercenti della Città Metropolitana di Bari, il quale spiega che ‘il dato più interessante è determinato dai considerevoli numeri registrati nelle località meno note della nostra regione al quale si somma la stagionalità che si allunga ed interessa le aree interne come la Murgia dei Trulli e delle Grotte, la Valle d’Itria, la Puglia federiciana, le masserie del lusso, il Salento. Anche Bari, notoriamente città business, sta registrando presenze più alte rispetto agli anni scorsi’.

‘L’impegno dell’imprenditoria privata messo in campo con una ospitalità e servizi di qualità ha portato i suo frutti grazie alla lungimiranza strategica rivolta a non concentrarsi soltanto sul mese di agosto. La stessa cosa non si può dire della Pubblica Amministrazione con il carrozzone degli enti a sé orbitanti, la quale – ahimè – continua a far mancare le verifiche, e le normative non aggiornate nel settore dell’ospitalità extralberghiera e dei servizi portano una pessima pubblicità a località molto belle come è accaduto di recente a Gallipoli sbattuta sulle prime pagine dei media nazionali colpevole di non avere un Piano programmatico e organizzativo’.

‘Qualcuno obietterà che l’agenzia regionale Pugliapromozione ha finanziato al 100percento il programma di iniziative culturali e musicali “puglia365 estate” volte ad animare i mesi estivi. Peccato che lo abbia fatto a cavallo di ferragosto! Anche il bando per i nuovi infopoint ha visto la luce alla fine luglio. Parafrasando una vecchia canzone sottolineo che l’estate sta finendo ed il successo che raccoglieremo sarà merito – ancora una volta - di quella imprenditoria privata che con impegno, sacrifici e risorse economiche proprie, è riuscita a trasformare la Puglia – ancora quest’anno - in regina dell’estate’.

‘Alla luce di tutto ciò si ha l’impressione di vivere alla giornata, ed è per questa ragione che Assoturistmo/Asshotel di Confesercenti ha chiesto a Pugliapromozione di lavorare con competenza e professionalità esortandola a non trascurare le proposte provenienti dalle associazioni datoriali che - a furia di stare con gli operatori del settore ed i turisti - ne sanno qualcosa in più rispetto a funzionari e burocrati seduti dietro le scrivanie, i quali - al momento che ci convocano - hanno già deciso i nostri destini’.

‘Questa critica è frutto di una preoccupazione molto sentita dal settore dell’ospitalità e dei servizi. Essa nasce dall’idea che trascorso il momento favorevole del turismo pugliese si torni – per mancanza di progettualità, strategia, comunicazione tra addetti ai lavori e condivisione d’intenti, a dover ricominciare daccapo. Siamo uno dei pochi Paesi ad essere considerato ancora ‘sicuro’ e al riparo (speriamo ancora per molto) dal terrorismo internazionale, pertanto esorto le istituzioni preposte ad un maggiore impegno perché non tutto è stato fatto e soprattutto nulla si può fare da soli!’, conclude de Carlo.

lunedì, agosto 14, 2017

Turismo, Pellegrino: "Un brand per la Puglia? Sì, ma esaltando le singole peculiarità locali"

BARI - “L’idea di un brand, nuovamente rilanciata in queste ore, che racchiuda il turismo pugliese e lo avvii verso una definitiva destagionalizzazione, è sicuramente una nota positiva. Ma senza omologazioni di sorta. Ogni territorio deve essere esaltato con le sue peculiarità e specificità. Penso soprattutto al Salento, diamante di una grande collezione di gioielli chiamata Puglia e ormai apprezzata sugli scenari internazionali”.
Lo dichiara il presidente regionale de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino.

“Il compito della politica – spiega il consigliere leccese - deve essere quello di sostenere i diversi territori attraverso una attività di coordinamento. La Puglia infatti si caratterizza per complessità, diversità e peculiarità: basti pensare al Gargano, alla Murgia o alla Valle d’Itria. Perle che tutti ci invidiano. Nel caso specifico c’è il Salento che spesso soffre di scarsa attenzione alle bellezze naturali. Si pensi a Porto Miggiano e a Santa Cesarea dove l’impegno della politica si è limitato a sostenere lo sviluppo di imprese ricettive mentre la costa crolla nella sostanziale indifferenza di tutti. Senza dimenticare l’annoso problema del centro termale che continua a registrare ritardi e dimenticanze”.

“E se in queste ore Gallipoli – conclude Pellegrino - salta alla ribalta nazionale delle cronache per affitti a nero, appartamenti pollaio e turismo selvaggio e senza regole, allora occorre domandarsi se non sia il caso di guardare prima ai contenuti (ovvero alle regole e agli interventi) e poi alla forma, cioè all’idea di un brand unico”.

sabato, agosto 12, 2017

Puglia, "via a itinerari slow a piedi e in bicicletta nei paesaggi rurali"

BARI - “Saltate in sella e seguite gli itinerari slow in bicicletta di Inpuglia365 per ritrovare il fascino dei paesaggi rurali, riscoprire la storia dei borghi, I’artigianato locale e lasciarvi conquistare dai sapori della tavola pugliese”.
Questo invito sintetizza lo spirito dell’avviso pubblico lanciato da Pugliapromozione al quale hanno aderito gli operatori privati pugliesi presentando ben 257 progetti. I progetti finanziati sono 44 per un totale di Euro 550.000,00. La graduatoria è pubblicata sul DMS di Pugliapromozione.

Ottima la qualità delle proposte pervenute, per una copertura dei weekend di agosto e settembre sino all’1 ottobre: visite  guidate, laboratori, cicloturismo, degustazioni, teatro, danza, spettacoli dal vivo, videomapping, incontri con artisti ed autori, aperture straordinarie di beni e siti culturali, oltre a performance creative e installazioni  di arte  urbana  che consentiranno di immergersi  in uno spettacolo naturale.  Alcuni progetti sono presentati da più soggetti privati e alcuni sono trasversali a più province: diciotto i progetti ammessi per Bari/Bat, 11 per l’area Tarantina, dieci a Lecce, 8 a Brindisi e sette a Foggia.

 “Sono molto orgogliosa della grande partecipazione di imprese e associazioni che hanno presentato tanti progetti di qualità. Gli operatori hanno interpretato correttamente lo spirito e le finalità dell’Avviso pubblico di Pugliapromozione che intendeva supportare i privati per iniziative di qualità in grado di garantire una accoglienza di livello e soprattutto di valorizzare l’entroterra pugliese per rendere attrattivi i tanti luoghi della Puglia che si possono visitare quando si viene per rilassarsi al mare – ha commentato l’Assessore all’Industria turistica e Culturale Loredana Capone -Diversi operatori hanno scelto di presentarsi insieme (ATS - Associazioni Temporanee di Scopo) per migliorare la qualità dell’offerta. Il sistema pubblico/privato si è rivelato funzionale alla presentazione di un’offerta integrata e di qualità che si prolunga fino a ottobre, garantendo un allungamento della stagione e magari anche il ritorno per un week end di chi è già stato in Puglia per il mare. Sono stati premiati i progetti che hanno mostrato qualità, calendarizzazione, coinvolgimento delle comunità locali con grande attenzione all’impatto ambientale e alla sostenibilità. E per coloro che non sono stati ammessi con questo avviso si apre un’altra possibilità con il prossimo che riguarderà i mesi di ottobre, novembre e dicembre”.

Una novità importante di Inpuglia365 Estate è, oltre al fatto di rivolgersi a soggetti privati, quella di garantire una immagine coordinata: badge, divise, gadget, materiali promozionali hanno un unico layout grafico accattivante “InPuglia365 – La tua estate oltre il mare”. Le attività saranno sostenute da una campagna di comunicazione integrata targata Pugliapromozione che garantirà anche stampa e distribuzione di materiale promozionale. Il progetto sarà monitorato con il contributo dell’Osservatorio sul Turismo di Pugliapromozione.

mercoledì, agosto 09, 2017

Comune di Bari, approvato PEG per cultura e turismo


BARI - Su proposta dell’assessore alle culture Silvio Maselli, la giunta comunale nella mattinata di ieri, martedì 8 agosto 2017, ha approvato la proposta di variazione del PEG – programma economico generale - che attribuisce nuove somme ai capitoli di bilancio gestiti dall’assessorato alle Culture, Turismo e Marketing e che saranno impiegate in contributi per manifestazioni culturali e attività di marketing territoriale.

“Con la variazione approvata questa mattina acquisiamo finalmente circa 500.000 euro per attività culturali, di marketing e di promozione turistica con cui andremo a finanziare una serie di importanti iniziative, a cominciare dalla stagione di Prosa che realizziamo insieme al Teatro Pubblico Pugliese – spiega l’assessore Maselli -. Ma la cosa più importante è che questo passaggio amministrativo ci permette di pubblicare nel giro di poco tempo il bando per l’erogazione di contributi in favore della tantissime realtà associative e imprese che operano nel settore culturale della città di Bari. In questo modo contiamo di immettere sul mercato le risorse necessarie per sostenere le tante maestranze e professionalità che lavorano a Bari e che contribuiscono a far crescere il panorama delle proposte culturali e di eventi cittadini. rinnovo l’incito ancora una volta, a tutte le realtà che possiedono i requisiti, ad iscriversi all’albo delle associazioni culturali che è lo strumento che ci permette poi di assegnare i contributi”.

lunedì, luglio 31, 2017

Nuova vita agli infopoint della Puglia

BARI - 54 progetti in altrettanti comuni della Puglia, finanziati per il periodo agosto/settembre per un importo complessivo di 700 mila euro, per dare nuova vita agli infopoint per turisti e cittadini. Questi sono i numeri del progetto “Qualificazione e potenziamento del sistema dell’accoglienza”, scaturito dal Piano strategico Puglia365.

Il progetto ha consentito alla Regione, attraverso Pugliapromozione, di mettere a punto le “Linee guida” con gli standard di qualità a cui i Comuni devono attenersi nella erogazione di servizi di accoglienza attraverso gli infopoint  e di varare un bando al quale hanno aderito i Comuni che hanno presentato i progetti poi selezionati e finanziati. Una seconda tranche  del progetto di Pugliapromozione  finanzierà attività,  sempre di qualificazione e potenziamento del sistema dell’accoglienza in Puglia, da ottobre a gennaio, con prossima scadenza di presentazione  dei progetti al  prossimo 31 agosto.

A questo primo bando hanno partecipato comuni da tutte le 6 province pugliesi; il Salento ha presentato il maggior numero di iniziative di riqualificazione con 22 progetti.

“La partecipazione a questo bando rappresenta un primo passo importante di attuazione di una nuova accoglienza in Puglia, così come programmato con il Piano Strategico Puglia365 – commenta l’Assessore all’Industria turistica e culturale, Loredana Capone - Abbiamo inteso puntare sull'Accoglienza , essendo assolutamente necessario aumentare e migliorare i servizi a favore dei turisti, per i quali ricevere informazioni su collegamenti, itinerari, paesaggio e cultura di un luogo é fondamentale. Ma anche per i nostri comuni é importante farsi conoscere ed offrire uno spaccato della propria comunità, del proprio  territorio e  della propria storia. Non solo: elemento fondamentaleè l'integrazione dei servizi pubblici, e pubblico/privato specie di trasporto.

L'alta qualità delle proposte pervenute  a Pugliapromozione dai Comuni ci consente di raggiungere più di un obiettivo: una uniformità dei livelli dei servizi offerti, l’apertura sino alle 23 e oltre, l’utilizzo di personale con competenze linguistiche garantite, un’ immagine coordinata per attività di comunicazione/promozione, l’introduzione di figure dedicate al social service, oltre alla dotazione negli infopoint di software per indagini di customer satisfaction. Grande novità, l'animazione on site: gli infopoint diventano centri propulsori per la fruizione dei territori con degustazioni, visite guidate, eventi, laboratori, installazioni creative. Molto importante poi la compartecipazione finanziaria dei Comuni su servizi accessori come. bus gratuiti, e aperture notturne in occasione di eventi di rilievo.I risultati di queste nuove attività saranno misurati con sondaggi e customer coordinati dall’ Osservatorio di Pugliapromozione”.

venerdì, luglio 28, 2017

Sfilata di vip in Puglia per le vacanze: arrivano Macron, Ivanka e Tom Hanks

di MARIAGRAZIA DI RAIMONDO - Anche quest'estate la Puglia si conferma terra di 'conquista' da parte di vip internazionali, anche del mondo politico. Fa il suo ritorno in terra pugliese Ivanka Trump, che avrebbe prenotato per la seconda metà di agosto la masseria extralusso Petrarolo a Monopoli, mentre pare che l'attore americano Tom Hanks abbia scelto la città bianca di Ostuni per potersi rilassare prima di riprendere i suoi impegni cinematografici.

Oltre ai divi americani, la Regione starebbe per ospitare per la prima volta un Presidente della Repubblica francese. Emmanuel Macron, che infatti avrebbe deciso di trascorrere le vacanze nel tacco d'Italia, anche se risulta essere sconosciuta la sua destinazione.

martedì, luglio 25, 2017

Cliff diving in Puglia, una partnership vincente che esplode sui social

BARI - Il canale Puglia events ha animato la community riprendendo in diretta la prima parte dei tuffi maschili della tappa di Polignano, facendo registrare anche a distanza di 24 ore, cifre impressionanti se si pensa che neppure un euro è stato investito in comunicazione sponsorizzata. (https://www.facebook.com/PugliaEvents.it/videos/1482882095123768/).

I numeri della condivisione sui social media istituzionali della Puglia hanno raggiunto cifre esplosive, quasi virali, segno che la Puglia continua a fare tendenza.

- 2.7 milioni di reach ovvero account unici (persone) raggiunti
- 760k visualizzazioni
- 14k like e reazioni al post
- oltre 20k interazioni con il post
- apice del video con oltre 7.500 spettatori in diretta

La Lombardia è la regione da cui è arrivato il maggior numero di visualizzazioni.

Questi numeri dimostrano come la community dei seguaci della Puglia ha risposto con entusiasmo alla condivisione di un evento autentico e di alto livello.

Alla diretta si è aggiunto un attento lavoro redazionale di regia, che ha prontamente risposto alle migliaia di commenti in diretta e gestito i profili Twitter, dall’animazione di tre blogger, Manuela Vitulli, Ezio Totorizzo e Roberta Longo, e dall’attività di cinque Instagramer influenti.

“Possiamo dire che questo bellissimo evento, in cui paesaggio e sport trionfano, abbia apportato un contributo di valore al racconto del territorio  – commenta l’Assessore Loredana Capone - Al successo hanno contribuito certamente alcuni fattori chiave su cui da tempo sta lavorando Pugliapromozione nell’attuazione della campagna “Puglia, lo spettacolo è ovunque”, fra cui  l’utilizzo di video in diretta sui social media, e il progetto integrato #WeShowPuglia che ha coinvolto più influencer pugliesi per innovare lo storytelling del territorio attraverso gli eventi”.

venerdì, luglio 21, 2017

Turismo, Italia regina dell'estate: al top Puglia e Basilicata

POTENZA - Il turismo in Italia vola. Senza dubbio, infatti, è uno dei settori più dinamici dell’economia italiana: vale 171 miliardi di euro, pari all’11,8 % del PIL e il 12,8% dell’occupazione totale secondo una nota del Ministero degli Esteri. Nel 2015 l’Italia è stata la quinta destinazione più visitata al mondo e da sola ha ricevuto 52 milioni di turisti stranieri: Roma, Milano, Firenze, Venezia e Napoli da sole ospitano un terzo di chi visita il nostro Paese.

E anche quest’anno si prevede una crescita, tanto che questa estate si annuncia come una stagione particolarmente “calda” da questo punto di vista, secondo le stime del Centro Studi Turistici della Confesercenti. Nei prossimi mesi le presenze potrebbero superare il tetto dei 400 milioni di notti in albergo, cifra finora mai raggiunta, che consentirebbe al nostro Paese di conquistare il secondo posto in Europa dopo la Spagna (454,3 milioni di presenze nel 2016), superando finalmente la Francia (394,6 milioni di presenze nel 2016, seconda a pari merito con l’Italia).

Sarà una corsa a chi riuscirà a intercettare meglio i flussi tradizionalmente assorbiti dal sud del Mediterraneo, in primis Turchia ed Egitto, che per l’allarme terrorismo registrano un crollo delle presenze. A trainare la crescita estiva saranno soprattutto gli stranieri (si prevede un +2,7%), mentre per gli italiani l’incremento previsto è più contenuto (+1%). Le previsioni annunciano una crescita degli arrivi internazionali che riguarderà in particolare le provenienze europee: tedeschi, austriaci, svizzeri, olandesi, belgi e francesi. Tra gli extraeuropei, i primi a scegliere l’Italia come meta per le proprie vacanze sono i cinesi e gli europei dell’Est.

Secondo i dati Eurostat, l’istituto di statistica europeo, la meta preferita dai turisti è il Veneto, la prima regione italiana a comparire nella classifica delle top 30 europee, al sesto posto con oltre 61,5 milioni di notti in hotel. Seguono la Toscana (undicesima, oltre 42,7 milioni di notti), l’Emilia-Romagna (tredicesima, quasi 40 milioni di notti), la Lombardia (sedicesima, oltre 30 milioni), il Lazio (diciannovesima, oltre 30 milioni) e la Provincia autonoma di Bolzano (ventesima, quasi 30 milioni).

mercoledì, luglio 19, 2017

Turismo: ai piedi di Castel del Monte nasce centro accoglienza e ristoro


ANDRIA - E’ stato inaugurato lunedì 17 luglio 2017, a poche centinaia di metri da Castel del Monte,  il Centro di Accoglienza Turistica di Giovanni Basile. Un’opera molto attesa dall’intera comunità andriese ma anche dai tantissimi turisti che, in forma singola, in gruppo o accompagnati dallo straordinario Staff di Guide Turistiche che operano presso il maniero federiciano, già da moltissimi anni hanno avuto modo di apprezzare e di godere della grande accoglienza professionale offerta dal C.A.T. di Giovanni Basile.

L’opera realizzata ed inaugurata è l’estensione di servizi già garantiti da moltissimi anni dallo Staff Basile che ora si arricchiscono di un prestigioso punto di ristoro; di un centro servizi alla persona, assistenza ed approvvigionamento di prodotti tipici locali, dotato di un’ampia e comoda sala coperta; di un’area relax esterna con giochi per bambini ed intrattenimento per adulti. Un sogno che si realizza dopo tantissimo tempo e dopo aver superato ostacoli di ogni genere.

Emozionato, visibilmente emozionato il signor Giovanni Basile, titolare del C.A.T., coadiuvato splendidamente dai suoi cari, ha accolto nella sua nuova struttura tantissima gente, tantissimi amici e rappresentanti del mondo imprenditoriale ed istituzionale andriese presente all’inaugurazione. Tra gli ospiti, invitato quale amico del signor Basile ma anche nella sua qualità di Operatore all’interno del Sistema UNIBAT, il Presidente Savino Montaruli il quale ha portato il suo personale messaggio di congratulazioni sottolineando che, ancora una volta, il “privato” ha sopperito alle carenze “pubbliche” creando servizi reali ai turisti che anche per il 2016 hanno fatto registrare presenze di oltre 250 mila persone in un solo anno.

Basti pensare all’Info Point presso Castel del Monte, realizzato con soldi pubblici ma mai entrato in funzione nonostante sia stato da anni già costruito e al suo interno contenga attrezzature ancora imballate, mai usate e con il serio rischio che diventino ormai inutilizzabili. Un ringraziamento quindi ancor più grande a Giovanni Basile per il suo impegno e soprattutto per la passione con la quale si adopera al servizio della comunità.


martedì, luglio 18, 2017

Turismo in Puglia: "Più ombre che luci"

BARI - “Eravamo convinti e fieri di vivere nella terra regina per presenze turistiche in Italia e forse in Europa. E invece nel rapporto di UniCredit-Touring Club Italiano, ci ritroviamo al dodicesimo posto. Una disfatta, a mio parere, se si fanno un po’ di conti: la Puglia ha 13,5 milioni di presenze, contro i 63,2 milioni del Veneto; i 44,3 della Toscana e i 37,8 della Lombardia. Certo, il confronto con giganti mondiali del turismo – quali Venezia e Firenze – è arduo, ma ricordo che il Tacco d’Italia può vantare – caso unico, isole a parte – circa 1000 chilometri di coste e un inverno di solito limitato ad un paio di mesi, godendo per il resto dell’anno di un clima favorevole. Inoltre viviamo in un terra ricchissima di opere d’arte, masserie, chiese, santuari e castelli, senza contare tutto l’indotto potenziale del turismo gastronomico e culturale. Se nonostante queste caratteristiche la regina - a parole – diventa paggio vuol dire solo che in realtà siamo ancora all’anno zero in tema di programmazione, alle prese per giunta con una burocrazia ottusa che sta distruggendo quello che poteva/doveva essere un driver decisivo (assieme alla ormai compianta agricoltura) della nostra economia”. E’ quanto denuncia in una nota il consigliere regionale del Gruppo consiliare Ap, Gianni Stea in un appello rivolto direttamente al presidente della Regione Michele Emiliano e all’assessore al ramo, Loredana Capone.

“Qualcuno, prendendo un abbaglio enorme, pensava di vivere di rendita. E invece ora i conti dell’oste ci riportano ad una realtà con poche luci e troppe ombre. La Puglia non ha ancora deciso di quale turismo vuole vivere. Quello raffinato e riservato a pochi? Quello dei ricchi? Il turismo di massa stile riviera adriatica? La Puglia non ha ancora deciso quanto vale un’estate e quanto, condizioni meteo a parte, può durare, mettendo ormai da parte qualsivoglia progetto di destagionalizzazione. La Puglia non ha ancora compreso che di burocrazia si muore. E’ così nel giorno dei dati neri riportati dal rapporto UniCredit-Tci, apprendiamo del sequestro – nel bel mezzo della stagione estiva – di quattro ristoranti sulla costa di Savelletri perché ci sono difficoltà di interpretazione tra la normativa locale e quella nazionale. Apprendiamo, con orrore, che a Otranto, l’audioguida multilingua (già di per sé appartenente alla preistoria del turismo) che dovrebbe illustrare il mosaico composto dal monaco Pantaleone nel 1163, giace in condizioni disastrose. Apprendiamo che musei e chiese fanno orari part time, a volte restano chiusi, spesso mancano di guide all’altezza del compito. Qualcuno dirà: abbiamo il mare e il sole, ma anche Grecia, Spagna, Malta, Egitto, Marocco (solo per fare alcuni esempi) hanno mare e sole, anzi ne hanno più di noi e probabilmente più pulito, ordinato e democratico del nostro, dove si passa da lidi esclusivissimi e costosissimi a spiagge difficilmente raggiungibili, abbandonate al degrado, alla sporcizia e preda di cocomerari e parcheggiatori abusivi. Soprattutto ci sono località, davvero uniche al mondo per panorami e natura, dove però mancano qui servizi essenziali che fanno la differenza soprattutto per gli ospiti che giungono dal centro-nord Europa. E penso al Gargano, che è in testa alla distribuzione percentuale delle presenze turistiche in Puglia (e tra le prime in Italia), ma resta difficilmente raggiungibile e privo di strutture sanitarie adeguate se non a costo di complicati interventi di elisoccorso. Il tutto condito da una macchina burocratica asfissiante e dalla nostra naturale propensione a farci del male nel nome e per conto di un malinteso senso dell’ambientalismo integrale e ottuso che, anche nel caso, è privo di qualsivoglia progettualità concreta e visione presente e futura (l’esempio di quello che doveva essere il Twiga di Otranto è lampante)”.

“Nel frattempo – conclude Stea – gli altri vanno avanti e noi restiamo ipocritamente a contare i nostri ragazzi che hanno ricominciato a prendere i treni per il Nord. Mentre dei nostri famigerati mille chilometri di costa, in realtà, solo una minima parte è degna di un’offerta turistica dignitosa a livello locale, nazionale e internazionale. Creare i presupposti per far si che la nostra regione possa vivere, e bene, quasi esclusivamente di turismo e poi non solo non far niente affinché questa possibilità sia realtà, ma addirittura farci una guerra contro, vuol dire danneggiare un’intera società che cerca riscatto e benessere lontano dalle tentazioni del malaffare. Vuol dire fare il gioco del malaffare, vuol dire sporcare il mare e oscurare il sole”.

giovedì, luglio 13, 2017

Otto firme per fare sistema e valorizzare i borghi più belli di Puglia

BARI - Otto firme per collaborare insieme affinchè possano essere rigenerati e valorizzati i Borghi storici più belli della Puglia.

Questa mattina, presso la Presidenza della Regione Puglia, l’assessore alla Pianificazione territoriale, Urbanistica e Assetto del territorio Anna Maria Curcuruto ha sottoscritto un protocollo d’intesa con i presidenti di ANCI - BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA,  TOURING CLUB ITALIANO – BANDIERE ARANCIONI, BORGHI AUTENTICI D’ITALIA, SLOW FOOD e con i sindaci dei tre COMUNI UNESCO, Alberobello, Andria e Monte Sant’Angelo, per creare occasioni di sviluppo per le comunità locali attraverso l’attuazione di politiche di rigenerazione urbana dei piccoli borghi storici.

“Il protocollo d’intesa che sottoscriviamo oggi – ha detto l’assessore Anna Maria Curcuruto in conferenza stampa – è molto importante perché contiene una filosofia di base che abbiamo sempre condiviso. Quella cioè di  far lavorare insieme i piccoli comuni. La forza è proprio nei piccoli che sperimentano forme associative tra di loro, facendo quindi sistema. Noi contiamo molto sui borghi che possono rappresentare la bellezza, la cultura, l’identità della Puglia. L’economia della nostra regione a mio avviso può essere basata moltissimo sulla valorizzazione delle aree interne, sulla rigenerazione non solo delle città e delle periferie, ma anche di tutti i territori, centri storici, parchi”.

“Il protocollo – ha continuato l’Assessore – nasce dalla legge regionale 44 del 2013 per il recupero, la tutela e la valorizzazione dei borghi più belli in Italia, in Puglia. La caratteristica fondamentale di questa intesa, che ha una validità triennale, è quella di potenziare e supportare, anche con il tutoraggio, i piccoli comuni, da sempre più attenti alla vita e al benessere dei propri cittadini, un buon biglietto da visita anche per i turisti che arrivano sul nostro territorio”.

 Per quanto riguarda la copertura finanziaria, l’assessore Curcuruto ha spiegato che, pur non avendo trovato spazi nel bilancio regionale, attraverso il bando per la rigenerazione urbana, prorogato fino all’11 settembre, sarà possibile avvalersi di risorse.

“E’ vero – ha concluso l’assessore Curcuruto - non siamo riusciti nel bilancio a trovare spazio finanziario. Ma cogliamo l’occasione del bando in corso per la rigenerazione urbana (110 milioni di euro) nel quale avevamo già previsto una premialità per quelle aggregazioni di comuni alle quali partecipa uno degli oltre 100 borghi previsti dalla legge 44, cioè i borghi più belli, i borghi più autentici, i siti Unesco, le bandiere arancioni, slow food etc”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il presidente nazionale dei Borghi autentici d’Italia nonché sindaco di Melpignano, Ivan Stomeo, il sindaco di Pietramontecorvino, Raimondo Giallella, in rappresentanza dell’associazione I Borghi più belli d’Italia, Luciana D’Oronzo, in rappresentanza del Touring club – Bandiere Arancioni, Luigi Del Giudice, assessore alla Cultura e al turismo della città di Andria e numerosi altri sindaci e assessori comunali. (s.n.).

martedì, luglio 11, 2017

Estate 2017: Puglia al top tra mete ideali vacanze

BARI - La Puglia si conferma sempre di più come meta ideale per le vacanze estive. Infatti, secondo uno studio di GoEuro, la start up tedesca che permette di prenotare viaggi online, Bari e Gallipoli rientrano nelle migliori 100 destinazioni europee.

Lo studio ha preso in considerazione 1000 città europee sul mare, ciascuna delle quali è stata valutata secondo i seguenti parametri: tipo di spiaggia, temperatura media e temperatura dell’acqua in estate, offerta di sport acquatici, vita notturna e accessibilità con i mezzi di trasporto.

Proprio sull’accessibilità con i mezzi di trasporto, ossia il tempo necessario per raggiungere il centro città dall'aeroporto e la spiaggia dalla città e dalla quantità dei tipi di mezzi di trasporto disponibili, Bari ha ottenuto un ottimo posizionamento.

Il capoluogo pugliese è primo tra le italiane e quinto nella speciale classifica della mobilità, mentre ottiene la 20° posizione nella classifica generale con un punteggio di 92,53/100. L’ottimo risultato di Bari è dovuto non solo alla facilità di raggiungimento delle spiagge, ma anche dall’ottima vita notturna che offre la città (Punteggio 4,9/5) oltre alla possibilità di praticare un vasto numero di sport acquatici lungo le spiagge adiacenti.

Per quanto riguarda Gallipoli, invece, la meta del divertimento salentino ottiene un ottimo punteggio sulla vita notturna, ossia la quantità e la tipologia di intrattenimenti notturni offerti e il prezzo medio di 0,5 ml di birra. In questo campo, la meta pugliese, ottiene il punteggio massimo di 5 e la sesta posizione nella speciale classifica, mentre si posiziona al 50° posto in quella generale.

Lo studio, oltre a mettere in luce gli ottimi risultati delle pugliesi, conferma il Belpaese come meta ottimale per un weekend estivo all’insegna del divertimento o del relax. Infatti, tra le 100 mete europee ben 20 sono italiane e ben 4 sono nella top 10, con Catania, Palermo, Genova e Alghero nelle prime posizioni.

A combattere il primato italiano solo la Spagna, che piazza Alicante in prima posizione grazie anche alla sua spiaggia di San Juan, una distesa di 7 Km di spiagge dorata e un’offerta strepitosa per quanto riguarda i divertimenti sia diurni che notturni. Sempre sul podio Catania con La Playa, spiaggia dalla quale ammirare il vulcano Etna, e Palma De Maiorca con la sua inconfondibile movida.

domenica, luglio 09, 2017

Turismo: "Puglia, uno spettacolo ovunque". C’é anche la Capitanata

BARI - “Noi pugliesi amiamo la nostra terra e abbiamo un innato spirito di accoglienza dei viaggiatori, ma spesso non conosciamo la Puglia. E’ anche il caso del Consigliere  regionale Giandiego Gatta, sempre critico,  da buon foggiano, che non ha riconosciuto nel video che fa parte di una campagna di comunicazione di Pugliapromozione, partita ad aprile e diffusa in tutta Italia, la suggestiva basilica di Siponto, situata a Manfredonia, porta del Gargano. Le isole Tremiti o il lago di Occhito sono stati invece scelti per altri mezzi di comunicazione.  Fino a prova contraria Siponto, Manfredonia e Isole Tremiti si trovano in Capitanata.

Il video della campagna on line che ha coinvolto molti dei territori della nostra Puglia, è in rete da venerdì 7 luglio e ha già totalizzato oltre 5 mila visualizzazioni. Forse anche grazie alla condivisone social di una polemica  che la stessa testata  del Gargano, Teleradioerre, ha definito “inutile, provinciale,  e che testimonia poca conoscenza della geografia”.

Come ha commentato Giovanni Dello Iacovo, esperto di comunicazione, innovazione digitale e pianificazione strategica. "Lo spot della campagna “Puglia, lo spettacolo è ovunque” è chiaramente ispirato a non essere l’espositore delle cartoline della Puglia.

L’idea è tenere insieme cultura e paesaggio e, perciò, i soggetti principali, chiamati a sviluppare il climax di un racconto di 2 minuti e 15 secondi, sono due: la grande scultura-installazione di Edoardo Tresoldi che riproduce la basilica paleocristiana di Santa Maria di Siponto, dentro cui danza una ballerina classica;  e lo scenario dechirichiano del complesso del Santuario della Madonna De Finibus Terrae di Santa Maria di Leuca, dove si esibisce un violoncellista. Lo spot è stato criticato da chi non ha riconosciuto i luoghi della “sua” Puglia.”

Nel video il racconto della Puglia non poteva essere didascalico, ma ha inteso creare una emozione e una suggestione. È questo il senso di una comunicazione innovativa che fa sognare e desiderare di visitare un luogo. Le informazioni concrete del viaggio si trovano per quanto riguarda tutta la Puglia su viaggiareinPuglia.it e le cartoline, caso mai, si comprano poi una volta in vacanza. Vi invito  a visualizzare il video e a mettere le vostre considerazioni e soprattutto i vostri mi piace”