BREAKING NEWS

Attualità

Sport

Spettacoli

Top News

Bari

Media

Taranto

venerdì 31 ottobre 2014

Ragusa, si murano in casa per evitare sfratto

RAGUSA - Momenti di panico in Sicilia. Si sono fatti murare dentro la loro casa e legati alle bombole del gas, per impedire lo sfratto che dovrebbe avvenire questa mattina per opera dell'ufficiale giudiziario.

Protagonisti della vicenda due coniugi residenti a Pedalino, frazione di Comiso, la cui abitazione è finita all'asta e svenduta per trenta mila euro. 

A sostenerli i Forconi, capitanati da Mariano Ferro, e il Movimento per i diritti degli agricoltori.

Istat: in crescita i 'senza lavoro', + 12,6%

Un'emorragia senza fine quella occupazionale in Italia. Nel mese di settembre il numero degli occupati è aumentato dello 0,4% su agosto (+82 mila ) e dello 0,6% su base annua (+130mila posti). Lo rende noto l'Istat.

Il tasso di disoccupazione a settembre è salito al 12,6%, in aumento di 0,1% punti sia rispetto ad agosto che a settembre 2013. Lo comunica l'Istituto Nazionale di Statistica sulla base dei dati provvisori spiegando che la crescita è dovuta all'aumento della partecipazione al mercato del lavoro.

Raggiunto l'accordo Kiev-Mosca-Ue, gas fino a marzo

Scongiurata in extremis l'emergenza gas per il prossimo inverso non solo per l'Ucraina ma per l'intera Europa. L'accordo tra Kiev, Mosca e l'Unione Europea è stato raggiunto dopo due giorni di negoziati e garantirà lafornitura fino a marzo 2015 grazie ad un'intesa che prevede parte del saldo del debito ucraino e il pre-pagamento delle forniture per la prossima stagione invernale.

L'intesa prevede un protocollo vincolante che assicura le forniture di gas a Kiev sino a marzo 2015 e un'aggiunta al contratto tra Naftogaz e Gazprom. Testimoni della firma il presidente della Commissione José Barroso e il vicepresidente Maros Sefcovic. A porre la sigla i ministri Alexander Novak e Iuri Prodan, gli ad di Naftogaz e Gazprom ed il commissario Ue, Guenther Oettinger che ha reso noti alcuni passaggi dell'intesa.

"L'accordo è un passo importante nel prevenire interruzioni delle forniture di gas in Europa questo inverno". A sottolinearlo, in una nota, il portavoce di Gazprom Sergey Kupriyanov commentando l'intesa raggiunta tra Kiev, Mosca e l'Ue sul gas.

"Gazprom ha dimostrato una notevole flessibilità per rendere possibile questo accordo": il gruppo "è e sarà un fornitore di gas affidabile per l'Europa" aggiunge auspicando che l'accordo sia "l'inizio di un nuovo capitolo, più costruttivo nei rapporti di gas tra l'Unione europea, Russia e Ucraina. Con relazioni basate sulla parità di condivisione dei rischi e il rispetto di obblighi contrattuali".

Giochi popolari nel casino online

La lieve ripresa economica dell'ultimo periodo ha ridato fiato ad alcuni settori. Il settore che invece si è sempre mantenuto in leggera crescita è stato il gioco d'azzardo online, il quale ha vissuto un nuovo impulso grazie ai dispositivi mobili. A testimoniare questo dato è il report diffuso da "Media & Entertainment Consulting Network", secondo cui il gioco su dispositivi come tablet e smartphone rappresenta circa il 33% degli incassi che arrivano agli operatori.

La slot machine è uno dei giochi del casino online più controverso: molto apprezzata dagli appassionati nei quali però suscita una sorta di amore/odio, alimentando così i pareri negativi dei moralisti. Ciononostante rimane in prima posizione fra i giochi d'azzardo virtuali, anche per i giocatori italiani il cui numero è in continua crescita. La slot machine ha sempre avuto la capacità di dividere fra favorevoli e contrari, ma non è l'unico tra i giochi di casinò sul quale si può puntare.

Fin dal loro debutto all'interno di un casinò, le slot machine hanno soppiantato i vecchi giochi come dadi, blackjack, chemin de fer e roulette, decisamente più "anziani" rispetto alle slot. Il loro punto di forza è la semplicità, che permette a chiunque di giocarci. Tanti ancora adesso le considerano delle macchinette "mangiasoldi", in grado solamente di svuotare le tasche dei giocatori, nonché fastidiose, poiché il loro rumore disturba coloro che sono impegnati in altri giochi.

Eppure la loro semplicità sta conquistando sempre più persone: niente regole complesse o schemi da tenere a mente, basta inserire un gettone e poi schiacciare un pulsante. Molti vivono questo gioco come un momento di relax e divertimento, proprio perché non serve un impegno mentale particolare e giocando ci si può svagare e rilassare per un po' di tempo.

Il merito della diffusione delle slot va attribuito alle donne, che sono state le prime ad avvicinarsi a questo gioco, seguite soltanto in un secondo momento dagli uomini. Chiave del successo di cui gode ora la slot machine è la sua capacità di rinnovarsi mantenendosi al passo con i tempi e le tecnologie, modificando di conseguenza sia formule di gioco che look, i quali hanno portato a numerose varianti della Liberty Bell (la prima slot in assoluto).

Ad ispirare l'aspetto delle slot machine oggi sono film di culto e personaggi dei fumetti, come ad esempio "L'incredibile Hulk" o i "Fantastici quattro", che risultano anche essere le preferite dai giocatori. Naturalmente non c'è solo divertimento in questo gioco, ma anche la possibilità di vincere un bel po' di soldi e tutti coloro che giocano vanno a caccia del "Jackpot progressivo", il montepremi che può arrivare a mettere in palio anche milioni di euro. A chi non farebbero gola?

Per tutta questa serie di ragioni i giochi online continuano ad attirare numerose persone, facendone un settore in crescita a dispetto della crisi. I dati per l'anno prossimo, tuttavia, parlano di una stabilizzazione nel numero complessivo dei giocatori, con buone possibilità che la crescita subisca un forte rallentamento. Si attendono per il 2016 i provvedimenti in grado di dare la svolta, visto che fra due anni dovrebbero entrare in vigore le norme sul gioco d'azzardo attualmente discusse dalla Commissione Europea, che prevedono regole e procedure - in fatto di certificazione dei software e autorizzazioni - uguali per tutti in Europa.

Gerusalemme, riaperta la Spianata delle Moschee

Giornata storica a Gerusalemme: è stata riaperta stamani la Spianata delle Moschee. La polizia israeliana, dopo aver completato le misure di sicurezza sul luogo, ha però regolato l'accesso al luogo sacro solo agli uomini al di sopra dei 50 anni, mentre è consentito l'ingresso alle donne di ogni età.

Fatah, l'organizzazione del presidente Abu Mazen, ha chiamato ad una ''giornata di rabbia'' a Gerusalemme e in Cisgiordania dopo l'uccisione di Muataz Hijazi,sospettato di aver sparato al rabbino ultra' Yehuda Glick. Lo riporta la stampa palestinese.

Fonti di Fatah, citate da Haaretz, hanno annunciato marce di protesta in Cisgiordania dopo le preghiere del Venerdi' e hanno segnalato una generale atmosfera ''di tensione''. Stamattina la polizia israeliana ha riaperto la Spianata delle Moschee, chiusa ieri.

Incidente ad Andria: tre auto coinvolte, sette feriti

ANDRIA - E' stato uno scontro violento ieri sera attorno alle 23 a coinvolgere tre autovetture, tra cui una Audi A4 ed una Mercedes Classe A, ed a provocare sette feriti tutti trasportati al Pronto Soccorso dell'Ospedale "Bonomo" di Andria. L'incidente all'incrocio tra viale Virgilio e via Ospedaletto in una zona periferica della Città di Andria.

Tre dei sette feriti sono stati trasportati al nosocomio andriese in codice giallo mentre per gli altri quattro un codice verde. Tre donne e quattro uomini tutti di età compresa tra i 28 ed i 33 anni, soccorsi sul posto dall'immediato intervento delle equipe "Mike 8" ed "India 5" delle postazioni di Andria 1 ed Andria 2 del 118. La ricostruzione dell'accaduto, invece, è affidata agli agenti della Polizia Locale che sono intervenuti sul posto per i rilievi del caso.

Taranto, 'Una città con soli 3 metri quadrati di verde per abitante'

TARANTO - Solo 3 metri quadri di verde per abitante: Taranto è al 102° posto, a pari "merito" con Crotone nella classifica del Verde urbano fruibile. Peggio fa solo Caltanissetta. E' quanto denuncia Legambiente Taranto.

E poi - prosegue la nota - aree pedonali e piste ciclabili irrisorie, nessuna politica per la mobilità alternativa, raccolta differenziata che langue.

Queste alcune delle "foto" scattate dal XXI Rapporto Ecosistema Urbano di Legambiente che relega Taranto al 77° posto su 104 città monitorate.

Purtroppo - spiega la nota di Legambiente - il Rapporto Ecosistema Urbano 2014 conferma una realtà ben nota. A Taranto il verde disponibile per i cittadini è pressoché inesistente e sottoposto ogni anno a ingiustificabili potature "selvagge" che continuiamo a denunciare senza che il Comune si decida a intervenire, la raccolta differenziata langue, le aree pedonali sono limitatissime , non ci sono politiche per costruire una mobilità alternativa all'uso dell'auto e la stessa pista ciclabile in Viale Magna Grecia, da questo punto di vista, risulta di scarsissima utilità, né iniziative volte a favorire l'uso di energie alternative. Manca non solo un progetto, ma persino l'idea di una "altra" Taranto.

Tutti i dati su Taranto e il Rapporto integrale Ecosistema Urbano al link
http://legambientetaranto.it/index.php/vivibilita-urbana/item/394-xxi-rapporto-ecosistema-urbano-taranto-solo-al-77°-posto-su-104-città-monitorate.html#.VFKbfbQtDIU

In Europa dilaga il fenomeno dei clown violenti sulle strade

LECCE - I "clown del terrore" fanno una nuova vittima in Europa. Anche a Nivelles in Belgio è stato segnalato il caso di un ragazzo che mentre stava rientrando a casa nel quartiere di Maillebotte martedì sera, è stato avvicinato da due individui vestiti da pagliacci che, nonostante il tentativo di fuga l’avrebbero raggiunto e picchiato senza alcun motivo.

Un altro fatto di cronaca in un paese dell’UE, quindi, che incrementa i timori della cittadinanza dopo che in Francia episodi come questi sono ormai denunciati quotidianamente sulle cronache. Purtroppo, si tratta di eventi che spesso finiscono sulla rete alimentati dalla capillarità con cui i social network riescono a diffondere fenomeni come questo apparentemente innocui ma che spesso sfociano in atti di vera e propria violenza gratuita perseguibili penalmente.

Proprio l’altro ieri, infatti, Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, metteva in guardia le autorità italiane a non abbassare la guardia e a non sottovalutare questa pericolosa tendenza che pare si stia diffondendo anche in Italia.A questo punto, si rende necessario un maggiore controllo da parte dei gestori dei social network, Facebook su tutti, affinché utilizzino ogni strumento utile per censurare ogni immagine di violenza gratuita, specie tra i più giovani, per evitare ulteriori effetti emulativi in Italia come nel resto d’Europa.

Orsara, per i Fucacoste si va verso il 'tutto esaurito'

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Oggi, in tutto il mondo, si celebra Halloween, ma non a Orsara di Puglia. Nel paese dell’Orsa, in provincia di Foggia, ci si prepara a vivere la ricorrenza dei “Fucacoste e cocce priatorje” (falò e teste del purgatorio). Il countdown è ormai agli sgoccioli: sabato 1 novembre, il paese “prenderà fuoco” alle ore 19, nel momento esatto in cui risuoneranno i rintocchi della campana, quelli della Chiesa Madre. Solo allora i 100 covoni di legna preparati in ogni piazza e strada di Orsara potranno trasformandosi in altrettanti falò. Il paese, in quell’istante, sarà già illuminato da oltre 1000 zucche-lanterna, vere zucche colte dai campi circostanti e lavorate per accogliere al proprio interno i lumi che indicheranno la via alle anime dei defunti che cercano pace e ristoro.

VERSO IL “TUTTO ESAURITO”. Nel 2013, furono non meno di 25mila le persone che presero parte alla notte del 1° novembre orsarese. Molte automobili, dalle ore 21, furono respinte agli ingressi del paese: non c’erano più lo spazio e le condizioni per accoglierle. Quest’anno, come da ormai almeno un lustro, ristoratori e gestori delle strutture ricettive si avviano a esporre il cartello “tutto esaurito”. Molte le prenotazioni anche nei comuni più vicini, quelli di Troia e Bovino, a testimonianza del fatto che i “Fucacoste” di Orsara sono diventati un appuntamento che promuove il patrimonio culturale di tutta la provincia di Foggia, l’evento più grande di tutta la Capitanata.

STREET FOOD A KM ZERO. Alle tavolate allestite dagli orsaresi accanto alle loro case, si aggiungono i punti ristoro grazie ai quali i visitatori possono degustare non solo panini, ma anche le pietanze in cui a farla da padrone sono i prodotti tipici dell’enogastronomia locale. Ecco perché, proprio mentre l’Expo 2015 di Milano si appresta a celebrare la cultura alimentare del globo, i “Fucacoste” hanno tutti i numeri e le caratteristiche per affermarsi come uno dei più grandi appuntamenti italiani dello street food a km zero.

UN INTERESSE CRESCENTE. Nel 2010, anche la BBC, il più grande e autorevole editore radiotelevisivo del Regno Unito, inviò una sua troupe a seguire l’evento di Orsara. Quest’anno, la notte dei falò sarà seguita da un gruppo di 15 giornalisti, inviati di testate straniere che si occupano di turismo, enogastronomia e ambiente. C’è un interesse crescente per una ricorrenza che, sui social network, è stata lanciata e sarà seguita con un segno distintivo, l’hashtag #quinonèhalloween. La sera del 1°novembre si infiamma e si accende fino al mattino seguente. Non si tratta di Halloween, ma di un lungo momento di comunione tra il mondo dei vivi e quello di quanti vivono nella nostra memoria. Elemento centrale dei fuochi è la ginestra, un arbusto che in fiamme si volatilizza facilmente, facendo sembrare che il legame cielo-terra si compia sotto i nostri occhi. In onore dei defunti, si consumano cibi poveri ma simbolici: il grano lesso condito col solo mosto cotto, le patate, le cipolle, le uova e le castagne cotte sotto la brace. L’evento che si celebra a Orsara di Puglia rifugge dal “rito” del “dolcetto o scherzetto”. La tradizione vuole che le anime del Purgatorio (Cocce priatorje) possano purificarsi attraverso il fuoco dei fucacoste e trovare la via del Paradiso, che viene indicata loro dai lumi nascosti dentro le zucche. E’ la notte della luce, dunque, non quella delle tenebre. (info: www.comune.orsaradipuglia.fg.it).

IL PROGRAMMA. Alle 10.30 si darà il via ai giochi per i bambini. Alle ore 11, il Cortile di Palazzo Baronale ospiterà una dimostrazione di tiro con l’arco. Le visite guidate all’Abbazia e alla Grotta dell’Angelo inizieranno alle ore 11 e proseguiranno anche nel pomeriggio. Alle 15.30, l’apertura del laboratorio delle zucche. Alle ore 18.30, i mangiafuoco e gli artisti di strada di Liubo attraverseranno il paese. Un’ora più tardi, comincerà lo spettacolo “Arte di fuoco”. Alle ore 20.30 gli spettacoli musicali itineranti con Holladura Street Band e Paranza d’o lione. Gran finale con il concerto dei Tarantula Garganica.

Medimex: Vasco torna a Bari, tra annunci e nostalgia

di Piero Chimenti - Medimex nella sua quarta edizione apre col botto con la presenza di Vasco Rossi  per la premiazione del premio come migliore tour 2014.

Il rocker, insignito qualche mese fa dal Governatore Vendola come cittadino onorario della Puglia, per la sua costante presenza vacanziera presso Castellaneta Marina, ha deciso di presentare in questa sede il suo nuovo album in uscita il 4 novembre dal titolo Sono Innocente.

La conferenza stampa è suddivisa in step: a fare gli onori di casa, è stato con un breve saluto il direttore di Musical Universal che ha assorbito la Emi Italia.

Successivamente è la volta di Roberto Pisoni, direttore di Sky arte, e Barbara Frigerio, voce narrante del documentario girato su Vasco, le cui riprese sono durate 7 mesi, ripartito in 5 "capitoli",  cercando di sviluppare tutte le sfaccettature del rocker di Zocca.

E' la volta di Guido Elmi il produttore storico di Blasco, che spiega le analisi musicali del nuovo lavoro, che presenta alcuna novità importanti: "Per la prima volta dopo decenni l'album viene prodotto interamente a Bologna con delle preproduzioni e composizioni che Vasco ha fatto a Los Angeles".

Insieme al produttore alle tastiere, il disco  è stato registrato con uno staff ridotto con Vincenzo Pastano e Nicola de Niri (tecnico del suono), che hanno lavorato sul sound e su un approccio diverso rispetto ad altre lavorazioni.

Il resto dello staff artistico del grande musicista romagnolo ha partecipato alla lavorazioni tra gli "ospiti": Golinelli, Celso Valli (nelle tastiere in Come vorrei), Stef Burns (negli assoli di Dannate Nuvole e il Blues di una chitarra sola) e Rocchetti (Sono Innocente Ma...).

La rivoluzione investe anche la strumentazione, le Fender e Gibson, sostituite da Schecter Hellraiser a 7 corde per avere un suono più duro.

Ultima "rivoluzione" l'ha 'subita' L'uomo più semplice, essendo il suo sound considerato inappropriato per le sonorità dell'ultima lavorazione, "vestito" di una nuova melodia.

Ed è quindi così l'ora del Komandante, che sulle note di Sono Innocente Ma fa il suo ingresso sul palco.

Il titolo Sono Innocente Vasco lo sintetizza con questa frase: "l'artista è sempre innocente, anche se non è innocente l'uomo è comunque innocente la sua opera".

L'album ha 15 canzoni e presenta come Bonus Track Marta piange ancora (una canzone vecchia oltre 30 anni), oltre i singoli pubblicizzati nei mesi scorsi (Dannate nuvole, L'uomo più semplice, Cambia-menti). Una particolarità è rappresentata dalla momentanea presenza di tre copertine, in quanto ancora non è stata decisa dallo suo staff quale sarà l'immagine definitiva che verrà raffigurata nella lavorazione.

Tra una battuta e l'altra, analizza canzone per canzone il suo nuovo lavoro, con qualche metafora. Considera Come vorrei la naturale continuazione di Vivere non è facile perchè se si vuole cambiare il mondo bisogna essere disposti anche a sacrificare tutto anche le cose che ci piacciono non solo le cose che non ci piacciono, perchè il mondo come le persone è un "pacco" completo.

Alla fine della premiazione ecco la notizia che tutti aspettavano: Vasco a Bari.

Il Blasco infatti ha anticipato che tornerà col suo tour nel capoluogo pugliese da cui manca dal Il mondo che vorrei live.

Non ci resta che aspettare di scoprire quali sorprese ci regalerà il Komandante, nell'estate 2015, con la pubblicazione delle date dei concerti. Una cosa è certa: una marea umana sarà disposta a seguirlo in tutta Italia per garantirgli i sold out che merita.



giovedì 30 ottobre 2014

Il vero mito dietro la festa di Halloween

di Mario Contino, fondatore AIRM - Come tutti ormai sanno, la notte del 31 ottobre è da tutti conosciuta come la notte di HALLOWEEN.

In questa ricorrenza, esportata in Italia in quanto non direttamente rientrante nella nostra cultura folkloristica, si vedono uomini, donne e bambini, mascherate da mostri e spettri.

E' consuetudine che per i festeggiamenti i questione siano accesi dei lumi in grosse zucche svuotate ed intagliate, in modo che rappresentino volti luminosi e mostruosi nelle buie notti.

Lasciando da parte il business che ormai si cela dietro questa ricorrenza, voglio raccontarvi, in maniera molto sintetica e facendo riferimento a credenze classiche, il vero mito di HALLOWEEN, in modo tale che anche voi possiate prendere questa “festa” con maggiore rispetto.

Non intendo creare un articolo di propaganda né offendere chi eventualmente è contrario a questi festeggiamenti per proprie opinioni religiose, politiche, culturali ecc., ergo leggete quanto seguirà senza pregiudizio ne fanatismo vario, il mio unico obiettivo è far luce su quella che è ormai ed innegabilmente anche una festa italiana.

31 Ottobre, questa data corrisponde all'antico capodanno celtico: per loro in questo giorno lo spazio-tempo e le diverse dimensioni che regolerebbero la vita e la morte, coesistendo pacificamente in un unica realtà, verrebbero mischiate.

La dimensione reale (dei vivi) e quella che invece apparterrebbe ai defunti, alle fate, ai demoni ecc., verrebbero improvvisamente a contatto ed il tutto in modo molto pericoloso per i vivi nella dimensione in cui abitualmente si troverebbero per loro natura...

L'antica credenza narrava che in questa data le anime delle persone decedute durante l'anno tornassero dal regno dei morti per impossessarsi del corpo di un vivente e restarci per tutto l'anno seguente.

Anche streghe, maghi, mostri e demoni in questa data acquisivano maggiori poteri e potevano andarsene in giro a far baldoria sulla pelle dei malcapitati di turno.

Per questo motivo gli antichi popoli usavano mascherarsi in modo mostruoso, per spaventare a loro volta eventuali demoni o spiriti malevoli e per nascondersi e confondersi tra essi rendendosi introvabili; poi usavano rendere inospitali le loro case, spegnevano i fuochi per renderle fredde ed usavano fiaccole particolari per dare loro un aspetto macabro.

In poche parole, la leggenda celtica vorrebbe la notte di HALLOWEEN come pericolosa ed insidiosa, notte in cui il male ed il bene si affronterebbero in un'eterna lotta.

In questa data gli uomini cercherebbero più che altro di non soccombere all'azione delle forze del male, mascherandosi e cercando in ogni modo di esorcizzarle...

Altro che "dolcetto o scherzetto”: io fossi in voi starei molto attento a camminar solo di notte, streghe e demoni potrebbero essere in agguato.

D'altro canto, non condivido neppure quanti insistono nel dire che tale ricorrenza è in realtà un elogio alle forze demoniache. La ricorrenza è nata proprio per l'opposta necessità di esorcizzare le stesse.

Perù: intasca prima pensione a 118 anni

LECCE - La donna più anziana del Paese, e forse del mondo, secondo quanto annuncia il ministero dello Sviluppo e dell'Inclusione Sociale di Lima, ha intascato il primo assegno pensionistico. È accaduto in Perù a Cahuana Andrea Gutierrez.

Ha dovuto attendere di compiere la bella età di 118 anni  un'anziana peruviana per incassare la prima pensione della sua lunga esistenza: un assegno di 42 dollari.

Nata secondo l'anagrafe nel 1896, nella regione andina d'Ayacucho, la donna si era vista in passato rifiutare due volte la concessione di una pensione sociale. Finché non è stata inclusa in testa a un nuovo elenco di circa 400 persone anziane a cui è destinato un programma di sussidi approvato dal governo attuale per i casi di povertà estrema. 

Cahuana Andrea Gutierrez, 12 figli, 8 dei quali non le sono sopravvissuti, è ora la pensionata più vecchia del Perù dinanzi ad altri 424 centenari: la maggior parte dei quali indigenti e originari dei territori delle Ande.

Taranto: partorisce bimba morta, al via inchiesta

TARANTO - Ancora un presunto caso di malasanità dal capoluogo jonico. Una straniera 25enne convivente con un italiano, ricoverata da 4 giorni nel reparto di Ginecologia ed Ostetricia dell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, ha dato la luce ad una bimba nata morta.

A renderlo noto la direzione medica che, informata dai medici del reparto, ha avviato le procedure previste dalla legge. 

La magistratura ha sequestrato la cartella clinica per accertare la causa del decesso. 

La direzione sanitaria dell'Asl ha avviato una Commissione Interna.

Isis: perquisizione Ros in Veneto

BELLUNO - Compiute stamani dai carabinieri del Ros una serie di perquisizioni in diverse località del bellunese e in altre aree del Veneto nell'ambito dell'indagine sui collegamenti con l'islamismo più radicale di fine agosto scorso.

Secondo quanto si è appreso ci sarebbero tre nuovi indagati. 

All'epoca risultarono indagati cinque stranieri presunti appartenenti all'Isis che però avevano da tempo lasciato l'Italia.

Bersani, 'Governo si calmi'

ROMA - Nel Paese ci sono problemi e si stanno accendendo tensioni che preoccupano. E' il caso di calmarsi, compreso chi da' i messaggi fondamentali, come il governo, che deve unire anziché fomentare". Sono le parole di Pierluigi Bersani intervistato da SkyTg24.

"Per chi governa - ha proseguito - sono tutti figli suoi, il volto deve essere amichevole".

Bisceglie, Spina incontra il piccolo Francesco: "Troveremo insieme la migliore soluzione alla tua richiesta'

BISCEGLIE - Il sindaco Francesco Spina ha incontrato presso il Palazzo di Città il piccolo Francesco, 12 anni, alunno della scuola secondaria di primo grado “R. Monterisi” che nei giorni scorsi aveva espresso il desiderio di poter arrivare a scuola senza difficoltà anche il martedì, giorno in cui nella zona si svolge il mercato settimanale.

Accompagnato dai suoi genitori e dai rappresentanti dell’associazione “Un Mondo per Tutti”, Francesco ha spiegato le sue esigenze e quelle di altri alunni con particolari esigenze di mobilità che frequentano la stessa scuola e insieme al sindaco Spina hanno concordato di effettuare insieme un sopralluogo martedì prossimo per individuare le criticità e un possibile itinerario protetto per rendere più agevole il raggiungimento dell’edifico scolastico.

Nell’occasione il sindaco ha ricordato di aver già individuato la nuova area mercatale nella zona che costeggia la linea ferroviaria su via San Martino e che ha già ottenuto i finanziamenti per realizzarla nell’ambito del PRUACS (Programma di Rigenerazione Urbana).

Il primo cittadino si è complimentato per la maturità e l’esemplare senso civico con cui Francesco ha promosso la sua istanza e gli ha dato appuntamento a martedì mattina per verificare sul posto una buona soluzione per la sua esigenza.
 
'Giornale di Puglia' è una testata registrata n. 1314/2010, Trib. di Bari 06/05/2010 | Direttore: Vito Ferri | Editore: 'Arcadia Club' | Copyright © 2014 Giornale di Puglia
Powered by Gdp 2014