La leggenda del fantasma del Castello di Oria

di MARIO CONTINO - Oria, cittadina in provincia di Brindisi, è nota per il Santuario dedicato ai santi Medici Cosma e Damiano, che attira pellegrini da tutta la puglia, e per l'antica leggenda di Oria Fumosa, già trattata anche sul noto portale Pugliafolklore.it. Oggi citerò la leggenda legata al presunto fantasma che infesterebbe il Castello di questo vivace paese.

Si tratta dello spettro di Bianca Guiscardi, donna molto bella ed attraente, che destava le invidie di molti, dal carattere buono e dai modi signorili e gentili.

Purtroppo un potente signore del posto si invaghì della ragazza, sviluppando una vera e propria ossessione. Nonostante i rifiuti, esso non fu incline a desistere dai suoi loschi intenti e decise che l'avrebbe avuta ad ogni costo, anche attraverso l'uso della forza.

Lo studioso del paranormale Mario Contino
Radunò un manipolo di uomini mercenari e senza scrupoli e tese una trappola a Bianca; questa fuggì via e riuscì ad entrare nel castello ma il nobile, fuori di sè, fece irruzione con i suoi uomini, uccidendo chiunque tentasse di ostacolare la sua folle corsa.

Alla fine la donna si vide in trappola, presa dai sensi di colpa per coloro che furono uccisi per colpa della sua bellezza e dall'ira di quel mostro dalle sembianze umane, decise di pugnalarsi pur di non concedere il suo corpo ad un assassino spietato.

Da quel momento, di tanto in tanto, il fantasma di una donna bellissima farebbe capolino all'interno del maniero. Avrebbe l'aria tranquilla, quasi curiosa, ma svanirebbe pochi istanti dopo essere stato notato.

Una leggenda che merita di essere citata tra le più interessanti d'Italia.

Posta un commento

1 Commenti