Header Ads

Salvini a Unione africana: "Migranti mai equiparati a schiavi"

ROMA - "Mi limiterò a rimandare il comunicato di qualche giorno fa, per smentire qualsiasi equiparazione tra immigrati e schiavi". Sono le parole con cui il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, ha risposto all'Unione africana che si era sentita offesa dalle dichiarazioni dei giorni scorsi.

 "C'è qualcuno in Europa che li usa davvero come schiavi - evidenzia Salvini - ma io volevo difendere i profughi e che l'immigrazione di massa equivale a importare nuovi schiavi. Non ho niente di cui scusarmi, qualcuno non è stato in grado di leggere o di ascoltare quello che c'era da leggere e ascoltare. Mi resta il dubbio che a questo organismo sia arrivata una traduzione in francese non corretta".