Header Ads

Arezzo, uccide ladro: indagato per eccesso legittima difesa. Salvini: "Io sto con chi si difende"

(courtesy Teletruria)
AREZZO - Sono state avviate le indagini per eccesso di legittima difesa per Fredy Pacini, 57 anni, titolare di una rivendita di pneumatici di Monte San Savino, che nel corso di una rapina ha sparato, e ucciso, uno dei malviventi. L'uomo ucciso è un 29enne di origine moldava. Un secondo uomo, invece, è riuscito a dileguarsi. Il titolare della ditta aveva subito 38 furti in pochi mesi, tanto che da tempo aveva preso l'abitudine di dormire in azienda. Intorno alle 3,30 di questa notte ha scoperto i malviventi all'interno della sua azienda e, ha raccontato al pm Andrea Clausani, ha sparato alcuni colpi di pistola. Sarebbe stato lui stesso a chiamare i carabinieri.

Intanto i carabinieri e le altre forze dell'ordine stanno cercando in tutto l'Aretino il complice del moldavo. Secondo la ricostruzione dei militari sarebbero almeno due le persone entrate intorno alle 4 nel perimetro dell'azienda di Pacini. All'interno del capannone sarebbe poi riuscito a entrare uno solo, il 29enne. Si cerca anche l'auto con cui i due erano arrivati sul posto: per questo potrebbero tornare utili alcune telecamere della zona. Nell'azienda di Pacini i carabinieri hanno sequestrato il piccone usato per rompere un vetro dell'ingresso e la pistola con cui il commerciante ha sparato, un'arma regolarmente detenuta.

"Dopo il Decreto Sicurezza, arriverà in Parlamento la nuova legge sulla Legittima Difesa. Io sto con chi si difende, entrare con la violenza in casa o nel negozio altrui, di giorno o di notte, legittima l'aggredito a difendere se stesso e la sua famiglia. La mia solidarieà al commerciante toscano, derubato 38 volte in pochi mesi: conti su di noi!", dichiara il ministro dell'Interno Matteo Salvini.