Header Ads

Referendum Venezia: la città divisa in due?


VENEZIA - La laguna sul banco di prova per un referendum che, questa volta, probabilmente farà la storia. I cittadini sono infatti chiamati alle urne per decidere il destino di Venezia e Mestre, scegliendo se la laguna e la terraferma dovranno restare unite oppure dividersi in due comuni, con due sindaci e due municipi distinti.

Il referendum è il quinto della storia, ma questa volta pare avere molta più importanza, soprattutto all'esito dei recenti sviluppi politici. Dalla mancata messa in funzione del Mose allo scandalo delle tangenti, passando per la recente ondata di piena che il 12 novembre ha fatto salire il livello dell'acqua in lagune di 187 centimetri.

Alle urne ben 91.370 abitanti di Venezia e 177.471 di Mestre. Da un lato, quindi, i veneziani - fra le altre cose, stufi delle grandi navi, degli incidenti come quelli nel Canale della Giudecca e delle invasioni turistiche - dall'altro Mestre, polo strategico con gli stabilimenti di Marghera, l'aeroporto e l'importante porto di attracco per le navi mercantili.