Header Ads

Note di storia ecclesiastica e contemplazione mistica

VITTORIO POLITO - È stato pubblicato da Infinity Books Ltd il volume di Germano di Costantinopoli “Storia ecclesiastica e contemplazione mistica”.

Il testo si avvale della introduzione e delle note esplicative di Antonio Calisi, prefazione di Mons. Donato Oliverio, vescovo di Lungro degli Italo-Albanesi dell’Italia Continentale.

Germano (634-733), figlio del senatore di Costantinopoli Giustiniano, dopo l’ordinazione presbiteriale, divenne decano del clero della Basilica di Santa Sofia, servendo la chiesa con zelo, conducendo una vita simile a quella degli angeli, respingendo ogni vanità mondana e distinguendosi per santità di vita e virtù, dedicandosi totalmente alle sacre Scritture.

Numerosi sono i suoi scritti in campo religioso, storico, teologico, liturgico ed epistolare, molti dei quali sono ignoti perché smarriti, bruciati o non ancora identificati nell’ambito della letterature bizantina.

Il testo indica sommariamente le opere che generalmente sono segnalate sicuramente a Germano.

Nel testo di parla della vita e delle opere di Germano, del genere letterario, delle catechesi mistagogiche, della gerarchia ecclesiastica e della tradizione alessandrina e di tanti altri argomenti. Un contributo che costituisce un tassello nel vasto mosaico delle ricchezze dello studio della teologia orientale.

Antonio Calisi, diacono della Chiesa cattolica di rito bizantino dell’Eparchia di Lungro (CS) degli italo-albanesi, vive a Bari, dove insegna Religione Cattolica al Liceo “Socrate”. Molte sono le sue pubblicazioni su vari argomenti come monachesimo e iconoclastia, ecumenismo, rinnovamento carismatico cattolico, Paolo apostolo di Cristo, ecc.