Header Ads

Vaccini anti Covid: lo stato dell'arte in Puglia

BARI - I medici di medicina generale possono ritirare le dosi di vaccino negli hub vaccinali della Puglia per procedere con le vaccinazioni a domicilio degli over 80 e pazienti fragili: i medici fanno richiesta alle Asl del quantitativo di cui hanno bisogno e poi possono passare a ritirarlo dopo 48 ore. Per questo servizio le Asl stanno fornendo ai medici di medicina generale dei contatti mail dedicati.

La settimana procede con la vaccinazione degli over 80, in ambulatorio e a domicilio, dei pazienti fragili e dei caregiver: tra queste, sono state programmate le prime somministrazioni dei caregiver di pazienti ematologici e talassemici, mentre da sabato sarà la volta dei caregiver dei pazienti dializzati e trapiantati.

La scorta di vaccino AstraZeneca è allo stato di circa 39.000 dosi. Queste dosi sono programmate per la vaccinazione in settimana dei caregiver di pazienti fragili e disabili attraverso le reti specialistiche, le comunità penitenziarie non ancora vaccinate, gli ospiti di strutture semi residenziali, le comunità civili e religiose (comunità di recupero, conventi e seminari, ecc.) come previsto dal piano nazionale. Con le poche dosi residue, in alcune Asl, è stato programmato un anticipo degli ultrasettantenni in quei comuni ad altissima incidenza di malattia o, per razionalizzare il lavoro dei vaccinatori, in alcuni piccoli Comuni come avvenuto già nella Provincia di Foggia e alle Isole Tremiti.

L’avvio generalizzato per il 12 aprile della vaccinazione prevista per le classi di età da 79 anni in giù sarà comunque garantita dalle prossime consegne di vaccini AstraZeneca e Pfizer.

Sono 584.496 le dosi di vaccino somministrate sino ad oggi in Puglia. 192.401 sono state destinate a ultraottantenni (dato aggiornato alle 15.30).

Nella ASL Lecce sono 26.069 gli ultraottantenni a cui è stato somministrato il vaccino, 17.325 di loro hanno completato la vaccinazione. Prosegue nel punto vaccinale Dea Vito Fazzi la vaccinazione dei pazienti oncologici. Continua anche la vaccinazione dei pazienti dializzati dell'area nord della provincia presso il reparto di Nefrologia del Fazzi. Tra giovedì e venerdì, sempre nel punto vaccinale del Dea, saranno vaccinati pazienti trapiantati e caregiver.

Nella ASL Foggia continuano le vaccinazioni a domicilio delle persone ultraottantenni non autosufficienti da parte dei medici di medicina generale. Giovedì sarà la volta dei caregiver dei pazienti dializzati in cura presso il centro dialisi di Cerignola, seguiranno anche i caregiver dei pazienti affetti da fibrosi cistica. Oggi si procede a domicilio nei comuni di: Foggia, Manfredonia, San marco in Lamis, San Nicandro Garganico, Mottamontecorvino e Panni.

A Mottamontecorvino i medici di medicina generale stanno vaccinando anche le persone estremamente vulnerabili. A Panni, seduta vaccinale straordinaria in loco, dedicata alla somministrazione delle seconde dosi agli ultraottantenni e delle prime dosi a domicilio, agli ultrasettantenni e ai pazienti estremamente vulnerabili. Nel complesso, ad oggi, la ASL Foggia ha somministrato 99.114 dosi di vaccino, di cui 67.564 prime dosi e 31.550 seconde dosi.

Hanno ricevuto la prima dose 26.992 persone ultraottantenni; di queste, 12.052 hanno fatto anche la seconda somministrazione.

Giornata dedicata alla vaccinazione degli over 80 nella Asl Bt. A Bisceglie solo oggi sono stati vaccinati 250 soggetti e anche per domani è in programma una intera giornata di vaccinazione presso il Palasport. Anche a Trani e Andria l'attenzione è stata concentrata sugli over 80 tra ambulatoriali e domiciliari. Intanto nei centri dialisi della Asl continua la somministrazione a tutti i pazienti dializzati con la collaborazione del dipartimento di prevenzione: entro sabato saranno vaccinati tutti.

Stamane, nella provincia di Taranto, sono stati vaccinati 1.250 cittadini con il vaccino Pfizer e 360 con AstraZeneca. Sono operativi 16 centri vaccinali in tutto il territorio. Proseguono, inoltre, le vaccinazioni domiciliari per i cittadini over 80 che si sono regolarmente prenotati negli scorsi giorni tramite i canali CUP dedicati. Già qualche giorno fa, 68 medici di medicina generale, organizzati in “super gruppi”, hanno ricevuto in totale 748 dosi di vaccino Moderna, destinati alla vaccinazione degli over 80 a domicilio, che saranno somministrati entro il termine di questa settimana. In concomitanza con la disponibilità dei vaccini, la settimana prossima saranno coinvolti più medici di medicina generale nella vaccinazione domiciliare dei propri assistiti prenotati.

Come da crono-programma, si è svolta stamane anche la prima giornata di vaccinazione dei pazienti in emodialisi e in dialisi peritoneale presso il presidio Valle d’Itria di Martina Franca: in totale 48 pazienti, dei quali 31 emodializzati e 17 in dialisi peritoneale. La somministrazione del vaccino per questi pazienti si è svolta nelle sale del Centro Dialisi, sotto la supervisione del dr. Gianfranco Malagnino, direttore medico del nosocomio martinese, e della dr.ssa Annalisa Marangi, dirigente responsabile della Nefrologia e Dialisi di Martina Franca. Hanno coadiuvato le operazioni la dr.ssa Angela Rodio, la coordinatrice dr.ssa Ernesta Nigro e gli infermieri del Centro. Nella giornata di domani, lo stesso staff provvederà a vaccinare il secondo e ultimo gruppo di 38 pazienti in cura a Martina Franca (Si allegano alcune immagini della vaccinazione presso il Centro Dialisi di Martina Franca di stamane).

Nella sola giornata di oggi ASL Bari ha somministrato la seconda dose Pfizer a 3.372 ultraottantenni, in 33 centri vaccinali di Bari e provincia. Sono 610 le dosi di Astrazeneca destinate invece a operatori scolastici, luoghi di comunità come centri diurni e comunità residenziali.

Nel Distretto di Putignano, i medici di medicina generale sono impegnati nella campagna vaccinale a domicilio per over 80: in due giorni sono state già consegnate 350 dosi a disposizione per le vaccinazioni di ultraottantenni non deambulanti residenti a Putignano, Noci, Castellana Grotte, Alberobello e Locorotondo.

Nella giornata di oggi è proseguita come da programma la somministrazione a pazienti dializzati nei Centri Dialisi degli ospedali “Di Venere” di Bari (50), “Perinei” di Altamura (31), “Don Tonino Bello” di Molfetta (94 in due giorni) e “Santa Maria degli Angeli” di Putignano (126 tra ieri e oggi).

Vaccinazioni anche nel carcere di Bari, dove finora sono stati somministrati 500 vaccini tra detenuti e agenti penitenziari.

Complessivamente, sino a tutto il 29 marzo, nelle strutture del territorio della ASL Bari sono stati inoculati 199.519 vaccini, tra prime e seconde dosi, di cui oltre 62mila a persone con un’età pari o superiore a 80 anni.

Nella Asl di Brindisi si sono concluse oggi le vaccinazioni per personale civile e detenuti della Casa circondariale del capoluogo. Domani, invece, saranno vaccinati al PalaVinci 350 tra pazienti trapiantati di midollo, talassemici ed emopatici. Per quest’ultima categoria le vaccinazioni proseguiranno nei giorni seguenti per un totale di oltre 1000 persone. Continuano le somministrazioni per gli over 80 nei centri di Bozzano a Brindisi, Conforama a Fasano, Francavilla Fontana e San Donaci. Oggi consegnate le dosi di Moderna ai medici di medicina generale per vaccinare a domicilio i pazienti over 80 impossibilitati a uscire e fragili: questa iniziativa sperimentale proseguirà domani in vista dell’avvio ufficiale previsto il 6 aprile.