Header Ads

DAZN: Lecce con l'attaccante Rodriguez e la startup Uovo Perfetto protagonista della 7ma puntata del nuovo format 'Growing Together'

(ph_Dazn)

LECCE - Da venerdì 2 aprile sarà disponibile su DAZN la settima puntata di “Growing Together” dedicata alla città di LECCE e alla sua squadra. Nella settima puntata del nuovo format "Growing Together" dedicata a Lecce, disponibile a partire dal venerdì 2 aprile su DAZN, sono protagonisti Pablo Rodriguez, diciannovenne talentuoso attaccante del Lecce e di Giulio Apollonio, fondatore della sturtup Uovo Perfetto, allevamento di galline etico ed ecosostenibile. I due giovani protagonisti scoprono vari punti di contatto nei loro percorsi di giovani in carriera nel territorio di Lecce.

Passeggiando per la città di Lecce, Pablo Rodriguez, originario di Gran Canaria, ci racconta del suo amore per Lecce, “un paradiso” che gli ricorda la sua isola di provenienza.

Pablito proviene dalla cantera del Real Madrid, con cui ha vinto lo scorso anno la Youth League (la baby Champions League) guidato in panchina dal suo idolo d’infanzia Raul (che ancora gli manda degli sms di complimenti ogni volta che trova il gol in giallorosso). L'arrivo in un paese straniero e il Covid non lo hanno fermato, Pablo è ormai un idolo della piazza (per il look, l'esultanza, la spontaneità) e vuole riportare il Lecce in Serie A coi suoi gol.

Anche Giulio Apollonio ha una grandissima passione per il suo mestiere. Il suo parco accoglie migliaia di galline che lui salva dagli allevamenti industriali (sarebbero altrimenti destinate al macello per ragioni anagrafiche), libere ora di vivere e covare le uova che Giulio raccoglie secondo metodi naturali e biologici e spedisce giornalmente in tutto il mondo (sono le uniche uova disponibili su Amazon).

Nel momento dell'incontro, Giulio regala delle uova colorate a Pablo, spiegandogli come le caratteristiche di queste siano perfette per la diete di uno sportivo (come conferma anche la testimonianza di un giovane laureato che ha svolto la tesi di laurea proprio sulle qualità eccezionali di queste uova naturali).

Riportiamo di seguito alcuni estratti delle due interviste in preview - preghiamo di citare il fatto che i virgolettati di Pablo Rodriguez e Giulio Apollonio sono estratti dalla settima puntata del format "Growing Together" disponibile su DAZN da venerdì 2 aprile.

Pablo Rodriguez, attaccante del Lecce: "Ho cercato e visto dei video dei tifosi del Lecce al Via del Mare: ed è impressionante poter giocare ed avere al tuo fianco gente che non smette di incitarti e cantare durante tutta la partita. Un vero peccato non avere ancora avuto la possibilità di giocare in loro presenza, Lecce mi ricorda molto l’isola da dove vengo, Gran Canaria: c’è il mare vicino, la gente è davvero accogliente. E’ un bel posto per vivere. E’ stato un sogno bellissimo vincere la Youth League col Real Madrid. Per noi, sempre abituati a vedere i grandi giocare la Champions League, è stato davvero un sogno: ci siamo sentiti grandi e realizzati per avere portato a termine l'obiettivo stagionale. Pantaleo Corvino si è comportato come se fosse mio padre: ha fatto di tutto per portarmi qui, anche i compagni scherzando lo definiscono mio “padre”. Mi dice di non abbassare la guardia e di dare sempre il massimo per riuscire a raggiungere grandi obiettivi. Gli sono grato per la grande fiducia che ha avuto in me. Sono un po’ atipico come attaccante perché non ho il colpo di testa nelle corde, non sono uno che salta tanto. Spero sempre che il pallone stia a terra per cercare la giocata migliore. So che sto diventando un punto di riferimento per molti bambini e la cosa mi fa davvero piacere: sarà per il numero 99, sarà per l'esultanza, sarà perché sono molto giovane... ma tutto questo mi rende orgoglioso.

Giulio Apollonio, fondatore "Uovo Perfetto": Seguo giornalmente i tweet di grandi personaggi: da Elon Musk a Jeff Bezos, sono loro a insegnare a tutti noi che l'obiettivo è a lunghissimo termine. Quando si parla, come nella mia attività, di ambiente, il termine dovrebbe essere l’eternità. Il mio progetto “Uovo perfetto” parte dall'idea di creare un prodotto di derivazione animale che lasci un'impronta assolutamente inesistente nel ciclo naturale dell’ambiente. L'unica impronta che deve lasciare, deve essere positiva. Non siamo in un allevamento, le mie galline vivono nel mio parco: lo definisco così. Quando è arrivata la Xylella sono cominciati a morire gli ulivi. É cambiato completamente il paesaggio e sono nate nuove idee e nuove attività: da qualunque problema enorme, può nascere qualcosa di buono grazie alla voglia di riscatto. Sogno che il mio progetto da startup possa diventare un modello aziendale replicabile e che si diffonda in tutto il mondo. Mi alzo ogni mattina alle 4, ma sapete che sono davvero contento? Non è un lavoro: è una passione, è la mia vita, qui germogliano qualcosa come 2000 uova al giorno ed è fantastico essere protagonisti di tutto ciò. Io e mia moglie Maira siamo partiti per gioco, per tenerci una seconda attività, ma poi è stato tutto talmente appassionante ed entusiasmante che è diventato il nostro lavoro principale. Ormai siamo conosciuti anche all’estero! Noi manteniamo nostro approccio spontaneo e continuiamo a sognare, ancora più in grande.